Sei sulla pagina 1di 1

Lunedi, 19 Novembre 2012

Italiano Promessi Sposi Riassunto del secondo capitolo (p.68-86)

Nel secondo capitolo, Manzoni presenta al lettore una migliore conoscenza dei personaggi, sul piano emotivo ma anche in ambito puramente testuale. Lautore approfondisce il rapporto tra Renzo e Don Abbondio, e descrive vivamente attraverso vari dialoghi la preoccupazione di Don Abbondio relativa al suo dovere di parroco di sposare i due giovani, Renzo e Lucia. Il giovane Renzo e la sua determinazione portano Don Abbondio a uno stato di preoccupazione tale da cercare infiniti modi e mezzi per esitare e rimandare il matrimonio dei due giovani. Il suo timore esagerato dei Bravi e indirettamente di Don Rodrigo, lo spinge a ingannare Renzo e fargli credere che fosse necessario pi tempo per il matrimonio, secondo lordinamento della legge, e quindi dandogli pi tempo per calmarsi, e far passare il tempo. In questo capitolo il lettore vede in primo piano limbroglio di Don Abbondio, nel quanto finge di aversi dimenticato completamente del matrimonio e prova a confondere Renzo parlandogli in latino. Questo provvedimento convince il giovane Renzo per poco tempo, e nella sua pura persistenza sulla questione, sinteressa a parlare con Perpetua, e riceve da lei conferma dei propri sospetti, ovvero che Don Abbondio sia stato minacciato da qualcuno. I strani sospetti di Perpetua motivano Renzo a ritornare nella canonica di Don Abbondio, richiedendo una spiegazione pi completa. Giunto nello studio di Don Abbondio, Renzo assume un tono alquanto minaccioso, in quale riesce a costringere il curato a dire la verit chiudendolo dentro e prendendosi la chiave. In questo discorrere dei personaggi, Don Abbondio ammette di aver mentito sulla verit, e spiega i particolari riguardando i bravi e Don Rodrigo a Renzo. Dopo che Renzo lascia la canonica di Don Abbondio, inizia ad essere stimolato da idee di vendetta contro Don Rodrigo, che sarebbe lunico impedimento nel matrimonio tra lui e la sua amata Lucia. Mentre Renzo si dirige per la casa di Lucia, Don Abbondio entra in un impetuoso litigio con Perpetua, la cui accusa di aver violato il giuramento, ma questo bisticcio e di poco tempo, perch lo stress della situazione costringe Don Abbondio a riposarsi. Ritornando alla casa di Lucia, Renzo trova Lucia impegnata con le sue amiche a vestirsi per il matrimonio, vestita in gran gala (che lautore descrive con molta attenzione) e quindi la fa chiamare da una ragazza che Manzoni ci presenta come Bettina.

Manzoni include anche una certa soggettivit in questa parte della storia, affermando che colui che non ha cultura (o in questo caso, una propria istruzione, come i promessi sposi) puo facilmente essere ingannato (da don Abbondio). Nella seconda parte del capitolo, infatti, questa (quasi teoria) viene applicata nel rapporto tra i due personaggi.