Sei sulla pagina 1di 3

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO

(Ai sensi dellart. 18 della legge n. 196 del 24.06.97, del D.I. 25.03.98 n. 142 e del D.M. 509/99 art. 10 comma 1 lett.F)

La presente convenzione regola i rapporti tra: la Facolt di Ingegneria dellUniversit di Pisa con sede legale in Pisa, Lungarno Pacinotti, 44/46 e sede amministrativa in Pisa, via Diotisalvi, 2, in seguito denominata "Facolt Codice Fiscale: 80003670504 Partita IVA: 00286820501, rappresentata, per la firma del presente atto dal Preside della Facolt, Prof. Ing. Pierangelo Terreni, nato a San Miniato (PI) il 31/12/1948, domiciliato per la sua carica presso la sede legale della Facolt, e _______________________dora in avanti denominata Struttura Ospitante, che si occupa di _______________________ ed ha preso contatti con la Facolt tramite il Prof. Ing. Romano Giglioli, con sede legale a _________________________________, CF ____________, P.I.V.A __________________, rappresentato per la firma del presente atto da ___________________, nato a _________________ il ___________, CF _________________ nella sua qualit di amministratore e legale rappresentante PREMESSO 1) che i tirocini formativi e di orientamento sono disciplinati dallart. 18 della legge 24.06.1997 n. 196 e dal Regolamento del Ministero del Lavoro e della previdenza Sociale di concerto con il Ministero della Pubblica istruzione e con il Ministero dellUniversit e della Ricerca Scientifica e Tecnologica emanato con Decreto 25 marzo 1998, n. 142; 2) che la Facolt intende attuare progetti diretti al raggiungimento delle finalit indicate allart. 18 comma 1 lettera a della legge 24/06/97 numero 196 e dallart. 1 del suddetto decreto 25 marzo 1998 n. 142, al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nellambito dei processi formativi richiamati; 3) che il predetto Decreto Interministeriale n. 142/98 prevede, allart. 6, che le attivit svolte nel corso di tirocini di formazione e orientamento possono avere valore di credito formativo; 4) che il Decreto Ministeriale 3 novembre 1999 n. 509 relativo al Regolamento recante norme concernenti lautonomia didattica degli atenei prevede allart. 10 comma 1 lettera f il riconoscimento di attivit formative volte ad agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del settore lavorativo; 5) che la Facolt ha attivato per lanno accademico 2008-09 il quarto ciclo del Master Universitario di II livello in Pianificazione e gestione dei sistemi per lenergia da fonti rinnovabili di cui direttore il Prof. Ing. Romano Giglioli. SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ART. 1 La Struttura Ospitante si impegna ad accogliere presso le proprie strutture allievi iscritti al Master Universitario di II livello in Pianificazione e gestione dei sistemi per lenergia da fonti rinnovabili per lo svolgimento di tirocini formativi finalizzati allinserimento nel mondo del lavoro. Tali tirocini, concordati dalla Struttura ospitante con la direzione del Master hanno come oggetto l'applicazione delle competenze acquisite a problematiche di interesse applicativo ed industriale e l'acquisizione nella pratica della conoscenza di realt economiche e produttive al fine di completare il percorso formativo accademico del tirocinante e di agevole la scelta professionale. ART. 2 Il tirocinio non costituisce rapporto di lavoro ed strettamente vincolato al contenuto di un progetto formativo redatto concordemente tra le parti che definisce gli aspetti formativi e le modalit di svolgimento dellattivit. Il tirocinio che, secondo lorganizzazione didattica del Master prevede

lacquisizione di 28 crediti formativi universitari, ha una durata concordata tra Direzione del Master, Struttura Ospitante e allievo/a tirocinante nel rispetto del Regolamento del Master, pari comunque ad almeno 700 ore. La durata del tirocinio non pu, in ogni caso, essere superiore a 12 mesi e deve concludersi entro il termine delle attivit del Master fissato al 31 dicembre 2009. ART. 3 Durante lo svolgimento del tirocinio lattivit di formazione e di orientamento seguita e verificata da un tutor designato dalla Direzione del Master, in veste di responsabile didattico organizzativo, e da un tutor aziendale, indicato dalla Struttura Ospitante. Ogni tirocinio, attivato in base alla presente convenzione, viene formalizzato per ciascun tirocinante attraverso un progetto formativo e di orientamento contenente: a) il nominativo del tirocinante; b) i nominativi del tutor universitario ed aziendale; c) gli obiettivi e le modalit di svolgimento del tirocinio, con l'indicazione dei tempi di presenza nella Struttura Ospitante d) le strutture aziendali (stabilimenti, sedi, reparti, uffici) presso le quali si svolge il tirocinio; e) gli estremi identificativi della assicurazione INAIL e della polizza assicurativa per la responsabilit civile. Il progetto formativo viene concordato , tra la Facolt e la Struttura Ospitante ed firmato dal tutor universitario, dal tutor aziendale e dal tirocinante per accettazione. ART. 4 Durante lo svolgimento del tirocinio il tirocinante tenuto a: a) svolgere le attivit previste dal progetto formativo e di orientamento; b) osservare il monte ore indicato nel progetto formativo nonch rispettare il regolamento interno, le norme e le procedure in uso, ivi comprese quelle relative alla sicurezza, alligiene del lavoro, allantinfortunistica; c) mantenere la necessaria riservatezza per quanto attiene a dati, informazioni o conoscenze in merito a processi produttivi e prodotti, di cui sia venuto a conoscenza durante lo svolgimento del tirocinio. Qualora si renda necessario mantenere segreti alcuni risultati dellattivit svolta dal tirocinante, il tutor universitario dovr concordare con il tutor aziendale le modalit di presentazione di tali aspetti, al fine di consentire allo studente lacquisizione dei crediti formativi universitari e/o il conseguimento del titolo, secondo le norme del Regolamento del Master; d) redigere report mensili e una relazione finale sullattivit svolta da consegnare al tutor universitario, al tutor aziendale e alla direzione del Master; e) compilare una scheda di valutazione del tirocinio, da consegnare allUfficio studenti e laureati . ART. 5 La Struttura Ospitante si impegna a: a) favorire laspetto formativo dellesperienza del tirocinante nellambiente di lavoro; b) rispettare e a far rispettare il progetto di tirocinio concordato in tutti gli aspetti (finalit, contenuti, tempi e modalit); c) segnalare tempestivamente allINAIL, entro i tempi previsti dalle normative vigenti (entro due giorni dalla notizia dellinfortunio), qualsiasi incidente possa accadere al tirocinante facendo riferimento alla posizione assicurativa 3140 (gestione per conto dello Stato), nonch leventuale cessazione anticipata del tirocinio; d) segnalare tempestivamente alla Facolt, alla Direzione del Master e al tutor universitario leventuale interruzione o proroga del tirocinio e qualsiasi altra variazione relativa alla durata dello stesso; e) comunicare alla Facolt, eventuali variazioni relative alla propria sede legale; f)comunicare al Direttore del Master informazioni orali e/o scritte sullattivit svolta dal tirocinante; g) prevedere agevolazioni di natura logistica ed economica con un contributo pari almeno alla tassa di iscrizione al Master avente importo di cinquemila/oo euro e gli eventuali rimborsi delle spese sostenute dal tirocinante per le attivit operative richieste; h) comunicare al Centro per limpiego competente territorialmente entro le 24 ore antecedenti linizio dellattivit, lattivazione del tirocinio e i riferimenti riportati nel progetto formativo.

ART. 6 La copertura antinfortunistica del tirocinante assicurata mediante la speciale forma di gestione per conto dello Stato (Posizione INAIL n. 3140). Il tirocinante altres coperto da assicurazione per gli infortuni (Polizza SAI n. 729078297 del 30/06/1998) e per responsabilit civile (Polizza SAI n. 704235128 del 30/06/1998). Tutte le coperture assicurative sono a carico dellUniversit di Pisa. In caso di incidente accorso al tirocinante, egli dovr segnalarlo tempestivamente alla Struttura Ospitante e alla Facolt trasmettendo ad entrambe il certificato medico indicante la prognosi. La Struttura Ospitante dovr a sua volta informarne tempestivamente lINAIL come precisato nellart. 5 lett. c). ART. 7 La Facolt e nello specifico la Direzione del Master si impegna a far pervenire alle Direzioni provinciali del lavoro, servizio Ispezione del lavoro, competenti territorialmente, nonch alle rappresentanze sindacali della Struttura Ospitante o, in mancanza delle stesse, agli organismi locali delle confederazioni sindacali maggiormente rappresentative sul piano nazionale, copia della convenzione e di ciascun progetto formativo e di orientamento in formato elettronico, mettendo a disposizione dei suddetti destinatari i relativi documenti cartacei. ART. 8 La presente convenzione ha validit fino al 31 dicembre 2009 a decorrere dalla data sotto indicata di stipulazione con rinnovo tacito salvo disdetta comunicata per scritto da una delle parti entro sei mesi dalla scadenza. Costituiscono motivo di risoluzione di diritto della presente convenzione: a) cambiamento della ragione sociale della Struttura Ospitante; b) luso da parte della Struttura Ospitante del rapporto di convenzione con la Facolt per finalit improprie ed ingannevoli; c) utilizzo del tirocinante per fini diversi da quelli previsti nel progetto formativo. ART. 9 Per tutto quanto non previsto dalla presente convenzione le parti fanno riferimento allart. 18, Legge 24 giugno 1997, n. 196, D.I. 25 marzo1998 n. 142 e del D.M. 509/99 art.10 comma 1 lettera f. ART. 10 Le spese di bollo sono a carico della Struttura Ospitante. Il presente atto verr registrato solo in caso duso a cura e spese di chi abbia interesse, ai sensi dellart. 4 della Tariffa parte II allegata al DPR 131/86.

Per lAzienda/Ente

Timbro Firma ............................................................

(qualifica)................................................ Per la Facolt di Ingegneria dellUniversit di Pisa Il Preside, Prof. Ing. Pierangelo Terreni

Pisa,

Valuta