Sei sulla pagina 1di 9

Dipendenti Provincia a confronto con al deputazione

A pagina cinque www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Vittime e imputato insieme la notte del duplice omicidio


A pagina sette e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

Progetto salute
Isab, Erg e Lukoil insieme per screening
cronaca

gioved 17 ottobre 2013 Anno XXVI N. Direzione Amministrazione e Redazione: Mosco Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51Tel. Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 0, 50 sabato marzo 2012 Anno XXV N. 64233 Direzione Amministrazione e Redazione: viavia Mosco 51 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

Cronaca

Lavoratore colto da malore, scoppia la polemica in fabbrica

Ladro a scuola restituisce libri e colori

La

Si sono forse passati la mano sulla coscienza i ladri che hanno perpetrato un furto la notte tra domenica e luned al plesso di via Algeri dellistituto comprensivo Chindemi di Siracusa. Come per incanto, dopo la denuncia sporta alla Questura di Siracusa da parte della dirigente scolastica, dottoressa Giuffrida, e la diffsione della notizia del furto tra lopinione pubblica, ecco che questa mattina stata fatta ritrovare quasi tutta la refurtiva. Ricordiamo che i soliti ignoti non avevano trafugato granch, nel senso che il bottino era costituito da testi scolastici appertenenti ai bambini, grembiulini degli stessi alunni, colori e persino la carta igienica oltre che una risma di carta per scrivere.
A pagina tre

patologie dellapparato urinario hanno mostrato, negli ultimi anni, un aumento significativo a livello mondiale. Una consapevolezza che alla base del Progetto URO, che coinvolge i 1400 dipendenti della popolazione aziendale di ISAB, LUKOIL, ERG, ISAB Energy Services e Priolo Servizi, attraverso una visita medica ed esami di laboratorio ed ecografici allinterno dei Piani di Promozione della Salute gi promossi dalle societ. Il progetto in linea con lindicazione dellart.25, lettera a ex D.lgs.81/08 Attuazione e valorizzazione di programmi
A pagina quattro

a diretto ieri pomeriggio il primo allenamento della squadra. per lui un ritorno a Siracusa. Pippo Strano il nuovo tecnico.
A pagina quindici

Pippo Strano tecnico del Siracusa

Sbarcati 92 profughi in serata a Siracusa

Sono giunti a Siracusa in serata i 92 profughi, soccorsi da una petroliera a largo delle coste libiche ma non lontano dallisola di Lampedusa, mentre viaggiavano su un barcone.A bordo tutti omini tranne una donna provenienti dai paesi sub sahariani. Larrivo della petroliera Arcadia avvenuto nel primo pomeriggio ma la grandezza dellimbarcazione e le condizioni meteo marine.
A pagina sei

17 OTTOBRE 2013, GIOVED

di Arturo Messina Tracce, segni di passaggio. Cos sono state definite le opere contemporanee come quelle esposte sabato scorso allattenzione dei visitatori accorsi alla Resa-Libera Gallery, attratti dalla notizia dellinaugurazione dun nuovo cenacolo darte e cultura, diretto da Salvatore Zito, in Via Resalibera n. 3, che dalla via Vittorio Veneto porta alle vestigia del tempio dApollo, attraversando perpendicolarmente lultimo tratto di via Dione, a due passi dalla parrocchia di San Paolo, officiata da quello che da me e da molti considerato il pi giovane parroco e il migliore dei preti, quantomeno siracusani: il reverendo P. Rosario Lo Bello. Ne ha fatto la presentazione il mago dello scatto, cos stato definito il fotografo Palazzolo (come ha riportato il comunicato stampa che (qualche giorno prima dellinaugurazione) Libert ha ricevuto e pubblicato per intero in oltre mezza pagina, ma non stato esposto, messo a disposizione, dei visitatori come invece stato fatto per le dieci righe daltro quotidianoil che non depone troppo bene per un siracusano!). Che si tratti di tracce appare chiaramente; ci che non chiaro e da dove provengono e dove intendono condurre alcune, parecchie di esse. Quella del fotografo Davide Bramante, che meriterebbe essere definito locchio clinico dallo scatto sorprendente non una semplice traccia: gi una direzione di rotta ben chiara e precisa, sicura, difficile, s, da percorrere, ma da chi non possiede il talento, lesperienza, lapplicazione assidua e soprattutto la potenzialit veramente artistica come lui, da trasformare in atto con il massimo impegno. Sono sue le due grandi, anzi grandiose, fotografie a colore, che sono state esposte nei due punti pi strategici del piccolo spazio espositivo; spazio espositivo cui auspichiamo sia linizio dunattivit che non si fermi qui, con questo interessante evento, ma prosegua con coraggio e abnegazione, con intima soddisfazione da parte di chi oggi intraprende unattivit culturale artistica di questo livello in una citt che, malgrado si pavoneggi dichiarandosi citt darte e cultura, poco o nulla si sta di-

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

17 ottobre 2013, gioved

Ladro pentito fa ritrovare libri, colori e grembiuli


Si sono forse passati la mano sulla coscienza i ladri che hanno perpetrato un furto la notte tra domenica e luned al plesso di via Algeri dellistituto comprensivo Chindemi di Siracusa. Come per incanto, dopo la denuncia sporta alla Questura di Siracusa da parte della dirigente scolastica, dottoressa Giuffrida, e la diffsione della notizia del furto tra lopinione pubblica, ecco che questa mattina stata fatta ritrovare quasi tutta la refurtiva. Ricordiamo che i soliti ignoti non avevano trafugato granch, nel senso che il bottino era costituito da testi scolastici appertenenti ai bambini, grembiulini degli stessi alunni, colori e persino la carta igienica oltre che una risma di carta per scrivere. Un bottino davvero da ladri di polli, che ha fatto male soprattutto a quei bambini che non avrebbero potuto certamente ricomprare i libri di matematica che per opportunit avevano lasciato nellarmadietto della loro classe. Ma come si dice, tutto ben quel che finisce bene. A distanza di quarantottore dal furto (peraltro i ladri si sono impossessati anche di alcuni infissi), questa mattina la refurtiva stata fatta ritrovare davanti all'androne della scuola per la gioia dei piccoli alunni che avevano

Lieto fine nella vicenda relativa al furto alla scuola di via Algeri

Ricomparsi dopo la denuncia della dirigente scolastica i materiali didattici trafugati la notte tra domenica e luned

Nuovo cenacolo darte e cultura


In via Resalibera, che da via Vittorio Veneto porta al tempio di Apollo, a due passi della parrocchia S. Paolo
mostrando degna del - diremmo millantato- credito Al merito di avere intrapreso e portato avanti una cos ardua impresa si aggiungerebbe quello di aver fatto scoprire ai siracusani un altro angolo di Ortigia che indubbiamente merita di essere considerato come uno dei pi suggestivi e attraenti (come ormai la via Cavour, diventata salotto di Ortigia) essendo esso tra i pi vetusti, quasi un groviglio di caratteristiche straduzze, di vicoli, di cortiletti che risalgono a molti secoli addietro e si presenta come un autentico labirinto che suscita la pi viva curiosit ai turisti, ma nessun interesse a quei pochi siracusani che lo sconoscono, pur essendo esso in pieno centro storico La fotografia che colpisce subito lattenzione di chi si accinge a varcare la soglia della minigalleria quella centrale: una stupenda visione dassieme di Londra in un momento particolare, in una delle circostanze pi importanti dei nostri giorni. Il punto dosservazione per la focalizzazione il pi felice, per essere stato scelto al fine di offrire allosservatore la doppia motivazione del messaggio che lartista ha inteso comunicare: la spettacolarit urbanistica, esaltata dalla scansione delle varie campiture: il Tamigi che crea maggiore profondit alle stupende masse edilizie e, ancor prima di esso, in primo piano, quella grandiosa, immensa ruota di bicicletta che mentre d limpressione della gigantesca ruota girevole dun Luna Park, da cui la visione del paesaggio circostante si gode pi che da qualsiasi altro punto dosservazione, suggerisce linvito a venire ad osservare, a godere in questa particolare circostanza, la visione della pi bella ed elegante metropoli dEuropa, considerando la posizione centrale che essa assume, anche sotto il profilo ottico. La parte destra del rettangolo espositivo dominata da una gigantografia ancor pi stupenda come impostazione, come felice scelta di soggetto, di obiettivo e soprattutto come rigorosa applicazione prospettica e distribuzione delle campiture, come pure della pi felice scelta della luminosit, del chiaroscuro, nonch del messaggio: Roma caput mundi- Una citt tra dominio e integrazione. Complesse ma ben chiare e significative la strutturazione e lamalgama, con lo sfondo che assurge alla funzione ideale di primissimo piano per limponenza che, nel contesto del messaggio che intende comunicare con la massima lucidit di comprensione e ammirazione, gli ha saputo conferire leccellente artista: limmenso Colosseo, a cui piedi ha messo, con la visione urbanistica romana tutto il mondo, a volerla realmente incoronare a caput urbis et orbis. Lautore il siracusano Davide Bramante: il cognome mi fa ricordare il mio carissimo collega Giuseppe Bramante, esimio docente di Matematica e Fisica al Liceo Corbino; e chiss che lomonimia non coincida- mutatis mutandisalla concezione di vita e dattivit, se si considera ci che lo stesso artistico fotografo ha scritto per distanziarsi nettamente dagli altri che, per motivare lincomprensibilit, e quindi limpossibilit di valutazione della loro opera, hanno scritto o fatto scrivere, anzich espressioni concrete, poesia ermetica, come ermetica appare la loro produzione, che difficile definire arte, se per arte ancora valida la definizione che ne diede lo stesso Alessandro Manzoni: Ci che ha per oggetto il vero, per mezzo il bello e per fine lutile morale : Larchitettura- afferma Davide- il punto di partenza di ogni mia opera; architettura reale, architettura mentale e archite3ttura artistica si fondono e creano nel mio lavoro nuove geometrie e prospettive che potrebbero anche esser figlie di quella branca dellarte che si chiama scenografia, che ho tanto amato e utilizzo. Le mie foto sono lo specchio della societ contemporanea, la rappresentazione per immagini del modo di pensare, agire, sognare, desiderare, tutto insieme in un unico divenire: il fotografo registra la realt; lartista ne crea una nuova, una di certo particolare, ma con unanima pi interessante e avvincente. Bravo!!!

In foto, la scuola di via Algeri.

subito il trauma del furto di cose personali. Sospiro di sollievo anche da parte della

dirgente scolastica che altrimenti avrebbe dovuto dare fondo alle esigue casse del-

la scuola per riuscire li non sarebbe stato a fornire nuovamente possibile continuare i bambini dei libri di le lezioni. testo, senza i quaR.L.

L'iniziativa di Noto si articoler in due giorni, Venerd 18 dedicato alla memoria, Sabato 19 al Welfare e alle politiche sociali, temi di strettissima attualit anche a seguito dei tagli che Stato e Regione hanno operato alle risorse messe a disposizioni degli enti locali. La giornata della memoria dedicata alla ricorrenza dei cento anni di vita della CGIL di Siracusa, attraverso la mostra fotografica itinerante nel territorio, che ripercorre un secolo di storia del movimento sindacale in questa provincia. La memoria per la CGIL non un semplice esercizio di ricordo fine a se stesso, ma una continua riscoperta della propria identit e delle proprie radici per saper interpretare il presente e programmare il futuro.

La mostra della Cgil a Noto

Lavoratore colto da malore Scoppia la polemica in fabbrica


n lavoratore di 42 anni dipendente della Demont srl , azienda dellindotto ISAB Sud , accusato un malore e stato accompagnato presso il posto di primo soccorso allinterno dello stabilimento dai propri colleghi che alla richiesta di trasportarlo presso lospedale Umberto primo si sono ritrovatati di fronte alla sconcertante risposta del medico di turno che affermava lautoambulanza in servizio pu essere utilizzata solo per i dipendenti ISAB. Il lavoratore trasportato allospedale dai colleghi, utilizzando un mezzo della Demont srl, rimasto sotto osservazione per i sintomi accusati che facevano pensare a un infarto. Questo episodio evidenzia - affermano i segretari di Fim, Fiom e Uilm - la cruda indifferenza che l'ISAB dimostra verso i lavoratori metalmeccanici che come sempre sono considerati servi che non meritano alcuna considerazione. I tre sindacati ritenendo grave che un servizio cosi importante sia attivato solo per i dipendenti dell'ISAB , chiedono lapplicazione ,per tutti delle linee guida del Progetto salute nel rispetto dei principi basilari della sicurezza e della salute dei lavoratori. Inoltre ritenendo il diritto alla salute ,diritto indisponibile richiedono un incontro con i vertici aziendali per chiarire quanto avvenuto . Pronta la replica da parte dellIsab che rintuzza ogni attacco. Questa la nota diffusa ieri alla stampa. La salute e la tutela della vita delle persone costituisce da sempre valore primario per ISAB, la cui linfermeria dotata delle attrezzature mediche pi moderne, con medici in turno continuo ventiquattrore su ventiquattro. ISAB precisa che quanto riportato nel comunicato stampa del sindacato metalmeccanico sia privo di ogni fondamento, irresponsabile e lesivo dellimmagine della societ. Al lavoratore, che ha accusato il malore allinterno del proprio cantiere prima ancora di avviare le attivit lavorative giornaliere, Il Medico ha prestato unassistenza tempestiva, completa e altamente qualificata. Il malore diagnosticato stato giudicato di lieve entit (codice bianco) e pertanto Il Medico

Le segreterie dei metalmeccanici tuonano contro lIsab per il mancato utilizzo dellambulanza

17 ottobre 2013, gioved

Risolta al momento la situazione relativa al pagamento degli stipendi arretrati

17 ottobre 2013, gioved

Ma lazienda si difende: Il malore diagnosticato stato giudicato di lieve entit e il medico ha ritenuto opportuno mantenere lambulanza

Dalla Regione Sicilia sono arrivati i 6 milioni di euro che sono serviti per pagare gli arretrati anche per i dipendenti di Siracusa Risorse
Risolto
il problema relativo al pagamento degli stipendi pregressi, i dipendenti della Provincia regionale di Siracusa intendono andare avanti nella loro vertenza ma soprattutto comprendere quale sar il loro futuro una volta che verr meno lapporto della Provincia regionale, ente destinato ad esaurire la propria funzione entro lanno in corso, come prospettato dal governo regionale. Il comitato spontaneo dei dipendenti, costituito proprio in funzione dei problemi relativi al pagamento degli stipendi arretrati, esprime in proprio ringraziamento a tutta la deputazione regionale siracusana per la collaborazione e limpegno profuso nel risolvere, momentaneamente, la problematica stipendi che da qualche mese li affligge. Nel contempo, il Comitato ribadisce lincontro con la deputazione regionale siracusana, previsto per domatina alle ore 11 presso la Provincia Regionale di Siracusa Sala degli Stemmi via Roma 31, al fine di portare avanti le strategie per la risoluzione definitiva della problematica relativa alla legittima retribuzione mensile dei dipendenti. Intanto, la Regione Siciliana ha gi accreditato alla Provincia Regionale di Siracusa la somma di 6 milioni e 597 mila euro. Lo comunica lOn. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della Commissione Bilancio. Con questo accreditamento, ha dichiarato lOn. Vinciullo, la Provincia Regionale di Siracusa, che ha gi provveduto a pagare lo stipendio di settembre ai propri dipendenti e ha accreditato a Siracusa Risorse le somme per il mese di luglio, potr, ora, accreditare, sempre a Siracusa Risorse, le somme che la stessa attende, per i mesi di agosto e settembre, in modo che i lavoratori possano avere pagate tutte le loro spettanze. Laccreditamento delle somme, ha concluso lOn. Vinciullo, cos come deliberato dalla Commissione Bilancio, consente al Commissario di attivare tutti i servizi inerenti gli alunni diversamente abili della provincia in modo che gli stessi possano frequentare la scuola con il rispetto e la dignit loro dovuta.

Dipendenti della Provincia A confronto con i deputati

In foto, stabilimento dellIsab.

ha ritenuto opportuno mantenere lambulanza presso lo Stabilimento per eventuali pi serie emergenze destinandogli un altro mezzo dellISAB. Con questo mezzo e con personale dedicato dallISAB, il lavoratore stato accompagnato al pronto soccorso per gli accertamenti di rito. A dimostrazione della diagnosi del Medico dellinfermeria, il pronto soccorso dellospedale Umberto I ha accettato il lavoratore in codice bianco, confermando la lieve entit del malore diagnosticato, e lo ha dimesso poco dopo pranzo confermando, altres, la diagnosi iniziale in codice bianco. In ISAB luso dellambulanza anche per il personale delle ditte dellindotto stato sempre garantito ogni qualvolta sia stato necessario.

La

Isab, Erg e Lukoil insieme per il progetto Uro

SANITA

Lon. Vinciullo: lArsenio Lupin della politica


Lon. Vinciullo,
lArsenio Lupin della politica siracusana, ovvero come non rassegnarsi al cambiamento! Alle condivisibili considerazioni dellAssessore comunale alla Cultura Alessio Lo Giudice aggiungerei quelle ricavate dalla mia esperienza personale, acquisita nei pochi mesi del mio Assessorato regionale. E possibile infatti riproporre in sede regionale le stesse valutazioni di Lo Giudice, che portano indiscutibilmente a consacrare lon. Enzo Vinciullo come lArsenio Lupin dello scenario politico siracusano. Dalle dichiarazioni dellon. Vinciullo risulta infatti che tutto ci che stato decretato dallattuale governo regionale frutto di un suo impegno personale. Vinciullo spazia dalla riproposizione, a distanza di sei mesi, di interrogazioni gi presentate allAssessorato ai Beni Culturali da altri suoi colleghi (e questo svela larcano delle pi di 250 interrogazioni sbandierate puntualmente in campagna elettorale) agli interventi sui poli museali siracusani e regionali. E ancora, a chi se non a lui possiamo attribuire il finanziamento dei lavori di consolidamento strutturale del viadotto daccesso nord alla citt (per un importo di 5.737.000,00 euro decretati dalla Giunta Regionale il 27/06/2013) e magari anche lo sblocco dei fondi PO FESR che hanno portato alla citt il finanziamento dei lavori per il recupero e la ristrutturazione della Sala Randone (1.500.000,00 euro) e per il progetto di riqualificazione urbana della cintura ferroviaria nel tratto Via Agatocle, Piazza Euripide e Via Piave (1.910.000, 00 euro)? Non sorge il dubbio che da qualche mese al governo regionale siede un assessore siracusano, che ha a cuore le sorti della sua citt e si attiva anche quando si tratta di sbloccare fondi paralizzati da anni (non era lon. Vinciullo deputato regionale anche nella scorsa legislatura?). E qui sorge spontanea una domanda: ma se sono lartefice dello sblocco dei fondi per il completamento della Sala Randone, posso poi vantarne la propriet? Perch nel caso del teatro comunale, laver assicurato anni fa un finanziamento per i lavori ha garantito una sorta di prelazione allon. Vinciullo, che azzanna chiunque osi avvicinarsi al teatro (ma in buona compagnia con Granata e altri!). Tranquilli, sono contraria ad ogni sorta di privatizzazione degli spazi pubblici e non ho alcuna intenzione di appropriarmi a vita della Sala Randone. Ma il capolavoro lArsenio Lupin lha raggiunto con il colpaccio della sala e della statua di Archimede, il cui prestito temporaneo a Siracusa stato da me richiesto al presidente dellARS, on. Giovanni Ardizzone, in una lettera protocollata e datata 9 agosto 2013. La statua si trova alla destra dellingresso alla buvette di Palazzo dei Normanni, mortificata da una posizione infelice e ignorata da tutti. Mi meraviglia che lon. Vinciullo, frequentatore da anni di Palazzo dei Normanni, scopra solo ora la statua che intende valorizzare, dopo il suo tempestivo intervento, in una sala appositamente dedicata al genio di Archimede, e proponga quello che gi scritto nel sito web del Palazzo. Cito testualmente: Uscendo attraversiamo la sala di Archimede, il cui nome viene dalla statua dedicata al grande matematico da Benedetto Civiletti, e scendiamo per lo scalone donore. Quindi esiste gi una sala Archimede! A questo punto, ti aspetti che lon. Vinciullo a Siracusa si impegner, da qui a breve, a intitolare ad Archimede Piazza Archimede. E, se il suo futuro politico lo dovesse portare a Roma, suggerir al Santo Padre di ribattezzare Piazza San Pietro Piazza San Pietro. Maria Rita Sgarlata assessore regionale Beni Culturali

OPINIONI

patologie dellapparato urinario hanno mostrato, negli ultimi anni, un aumento significativo a livello mondiale. Una consapevolezza che alla base del Progetto URO, che coinvolge i 1400 dipendenti della popolazione aziendale di ISAB, LUKOIL, ERG, ISAB Energy Services e Priolo Servizi, attraverso una visita medica ed esami di laboratorio ed ecografici allinterno dei Piani di Promozione della Salute gi promossi dalle societ. Il progetto in linea con lindicazione dellart.25, lettera a ex D.lgs.81/08 Attuazione e valorizzazione di programmi volontari di promozione della salute secondo i principi di responsabilit sociale. Il Progetto URO, realizzato in collaborazione con lequipe dl prof. Mario Falsaperla dellOspedale Vittorio Emanuele di Catania, stato presentato luned scorso dai Medici Competenti dott. Mario Bambara e dott. Giuseppe Sole, alle societ coinvolte ed ai Rappresentanti Aziendali dei lavoratori per la

Sicurezza. Avr una durata biennale e si pone lobiettivo di facilitare il consulto con il medico specialista, riducendo i tempi diagnostici per le patologie urologiche,

migliorare le condizioni di vita sociale e relazionale dei pazienti affetti da queste patologie e promuovere la cultura verso i Piani di Promozione della Salute nelle Aziende.

17 ottobre 2013, gioved

17 ottobre 2013, gioved

Viabilit al centro dellincontro Cenaco - assessore Gambuzza


Si
dato seguito allincontro previsto con i tecnici dellAssessorato Mobilit e Trasporti e la delegazione dei commercianti del Cenaco Acradina Grottasanta per affrontare una volta per tutte, in maniera pragmatica, alcune problematiche rimaste inevase nellarea commerciale Tisia e dintorni. Intanto, riproporre la sosta di cortesia di quindici minuti sulle strisce blu a pagamento e pi parcheggi per i potenziali acquirenti che spesso scoraggiati dalla carenza di posti preferiscono abbandonare lidea di fare shopping al Cenaco. Il presidente Franco Veneziano, accompagnato dal vice Pippo Messina e dal presidente di circoscrizione Acradina Paolo Bruno, ha fatto il punto della situazione insieme allassessore Silvana Gambuzza che ha messo a disposizione della rappresentanza dei commercianti il proprio tecnico, il dirigente di settore Maria Pia Di Gaetano. Si anche parlato di presidi di sicurezza, presenza di vigili urbani, in verit carente in prossimit delle scuole in orario di entrata e uscita degli studenti in coincidenza con la chiusura dei negozi, ma anche di sorveglianza (visti i fatti di cronaca che hanno colpito gli esercenti di viale Tisia con una certa frequenza) e dunque di potenziamento dei turni di vigilanza da parte della polizia municipale. Si anche presa in considerazione la possibilit di prendere in gestione il sabato pomeriggio il Parcheggio dellIstituto Magistrale Quintiliano, a giorni verr fissato un incontro con il dirigente scolastico. Non dovrebbero esserci problemi circa il rinnovo della convenzione per lacquisto dei ticket strisce blu stavolta da stipulare con lamministrazione che, dopo Gepa, divenuto unico ente gestore del servizio. Come gi si sa, i commercianti Cenaco si faranno carico di acquistare i ticket per il parcheggio a pagamento a prezzo ridotto per poterli a loro volta offrire ai propri clienti. Affrontato anche il caso degli ambulanti non in regola, della cartellonistica abusiva che crea disdoro e, alle volte, impedisce persino la visibilit allautista. Un focus stato fatto

Prosegue il dialogo tra il centro naturale commerciale e lamministrazione comunale

Lassessore ha assicurato che proceder alla verifica della segnaletica stradale sia orizzontale che verticale in tutta la citt di Siracusa

La sera dellomicidio Vittime e imputati insieme


n consulente tecnico della Procura della Repubblica di Siracusa, esperto di telefonia mobile, stato tra i testi escussi ieri mattina al processo a carico dellimprenditore lentinese Salvatore Salamone, imputato in Corte dAssise per il duplice omicidio dei catanesi Domenico Bertollo e Gaetano Trovato, i cui cadaveri carbonizzati vennero trovati - nella notte tra il 20 e il 21 dicembre scorsi - in un'auto che era stata data alle fiamme nelle campagne tra Lentini e Scordia.. Giuseppe Di Ieva ha risposto alle domande del rappresentante della pubblica accusa facendo un quadro della situazione relativamente alla posizione dei telefonini cellulari in uso alle due vittime e al ristoratore. La cella a cui si sono agganciati i tre apparecchi telefonici, infatti, allora in cui si verificato il fatto di sangue era nella zona di contrada Tillir. Nelludienza di ieri sono stati escussi anche due verbalizzanti. Il dirigente della squadra mobile della Questura di Siracusa, Tito Cicero, ha riferito sulle indagini eseguite allindimani del ritrovamento dei due cadaveri. Lispettore capo Biagio Ciccullo, anchegli in servizio alla squadra mobile, ha raccontato, invece, i particolari relativi allarresto del Salamone, avvenuto qualche giorno dopo a Biancavilla, nel catanese, in casa della zia. L'uomo stato trovato in un garage attiguo all'abitazione

Questo emerge dalla consulenza di un tecnico esperto di telefonia

CRONACA

Il teste ha riferito che la cella a cui si sono appoggiati i telefoni cellulari dei tre era collocata nei pressi di contrada Tillir

Droga Rosolinese finisce in carcere

In foto, lincontro tra il Cenaco e lassessore Gambuzza. soprattutto sul marciapiede del la visibilit dellingresso della Quintiliano dove vige una car- scuola. Sullo stesso marciapietellonistica in ferro che ostacola de, ha fatto notare il presidente Veneziano, insistono poi due cabine telefoniche, ormai in disuso, diventate gabinetti pubblici

In foto, Salvatore Salamone.

Sbarcati 92 profughi (una donna) al porto grande di Siracusa


Sono giunti a Siracusa in serata i 92 profughi, soccorsi da una petroliera a largo delle coste libiche ma non lontano dallisola di Lampedusa, mentre viaggiavano su un barcone.A bordo tutti omini tranne una donna provenienti dai paesi sub sahariani. Larrivo della petroliera Arcadia avvenuto nel primo pomeriggio ma la grandezza dellimbarcazione e le condizioni meteo marine. avverse, hanno consigliato agli uomini della Capitaneria di porto e della Guardia di Finanza, intervenuti a largo del porto grande, a trasbordare i profughi sulle motovedette. Le visite mediche per ognuno dei profughi sono
avvenite sulla petroliera. Soltanto in serata stato possibile trasbordare gli immigrati sulle motovedette e trasferite al porto grande di Siracusa dve ad attenderli cera un pullman che li ha condotti presso la sala Randone, allestita per loccasione per ospitare al momento i profughi in attesa di identificazione e di successiva destinazione.Polizia, carabinieri, Guardia di finanza e soprattutto la Capitaneria di porto proseguono a controllare le coste e a dare aiuto ai migranti. Le organizzazionio di protezione civile e la Croce Rossa Italiana sono impegnate a garantire i generi di prima necessit.

dei congiunti che gli avevano dato ospitalit. I due investigatori hanno sostanzialmente ricondotto il duplice omicidio a motivi di interesse.

Salamone avrebbe dovuto saldare un debito di circa 20 mila euro contratto con Domenico Bertollo per lavori che quest'ultimo avrebbe

eseguito per suo conto. Nella prossima udienza, fissata per il 14 novembre prossimo, sar la volta di un altro verbaliz-

zante, lispettore Lo Bianco della squadra mobile e sar sentita anche unaltra teste citata dalla pubblica accusa. R.L.

Carabinieri della Stazione di Rosolini hanno arrestato, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Agrigento: Sebastiano Ciccazzo, 51enne di Rosolini, gi noto per reati contro la normativa sugli stupefacenti. Luomo deve scontare una pena definitiva di 4 anni per il reato di spaccio di stupefacenti commesso a Favara il 26 marzo 2013. Larrestato, al termine delle attivit di rito, stato accompagnato presso il carcere di Siracusa.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Nota di commento da parte del segretario generale dellInca Cgil, Salvo Carnevale

17 ottobre 2013, gioved

Il taglio al personale dellInps compromette la protezione sociale


Il

vita di Quartiere

17 ottobre 2013, gioved

La locale sezione della federazione provinciale fra i coltivatori aretusei su una questione che guarda da vicino alla spesa quotidiana

Pensiamo alla lentezza nella gestione degli invalidi civili e all'enorme esercito di disoccupati prodotti dalla crisi economica che soffoca il territorio.
Patronato Inca-Cgil di Siracusa esprime solidariet e sostegno alle lavoratrici ed ai lavoratori dellInps, a fianco di Cgil, Cisl, Uil di categoria che stanno proseguendo la propria mobilitazione per respingere con fermezza il nuovo e duro attacco alle retribuzioni e al welfare del Paese. La partecipazione straordinaria del 4 ottobre scorso ha consentito di spiegare ai cittadini, imprenditori, pensionati e lavoratori che i tagli, oltre a mettere in discussione le retribuzioni dei lavoratori dellInps, rischiano di incidere pesantemente sul sistema di protezione sociale, in un momento nel quale nel Paese c invece un forte bisogno di stato sociale. La nuova mobilitazione in programma di oggi, intende appunto sottolineare ulteriormente limportanza strategica dei servizi erogati da questo istituto per la tenuta complessiva del welfare nazionale. In questo quadro si inserisce chiaramente il ruolo dei Patronati, fortemente penalizzato dai tagli indiscriminati che i Governi , seppur di colore diverso , hanno eseguito,negli anni, con un'unica feroce volont eurocentrica di dimagrimento di tutto ci che assistenza,diritti e protezione sociale. Per noi , infatti, sono strettamente legati ,la qualit e la velocit del servizio con i temi oggetto di rivendicazione sindacale. Non si pu pensare di affrontare una crisi di questo genere rallentando e penalizzando i diritti sociali. In questi ultimi anni abbiamo assistito a Siracusa , come in ogni parte d'Italia, ad una continua riduzione degli spazi vitali per i Patronati che hanno compromesso anche i rapporti quotidiani con chi rappresenta ,nei territori , l'istituto previdenziale. Un lungo elenco di criticit ,purtroppo irrisolvibili neanche dalle buone intenzioni della dirigenza locale. Pensiamo alla lentezza nella gestione degli invalidi civili e all'enorme esercito di disoccupati prodotti dalla crisi economica che soffoca questo territorio. L'enormit delle istanze e la riduzione del personale inps,

In foto, il sovrintendente, Orazio Micali.

produce poi una innumerevole serie di criticit che il nostro quotidiano lavoro sconta in termini di efficacia nella risoluzione dei problemi. E non parliamo di un ruolo mar-

Pensiamo prima allospedale

ginale, visto che nel 2012 circa 89% delle pratiche inoltrate all'Inps provengono dai Patronati. Il Patronato Inca rivendica con forza un ruolo sociale fonda-

"Tutto il dibattito sul nuovo ospedale utile e non va ignorato, ma attenzione a "dimenticare" il vecchio ospedale che ha bisogno di interventi e di risorse perch sar il punto di riferimento, ancora per molti anni, per 120 mila siracusani e molti pazienti della provincia". Lo ha detto il presidente della commissione Attivit produttive all'Ars, Bruno Marziano. "Non sottovaluto, ad esempio, il dibattito sul sito dove dovr nascere il nuovo ospedale, se cio farlo nella destinazione per la quale esiste gi un progetto preliminare o in un nuovo sito baricentrico rispetto a tutta la provincia e cio vicino agli svincoli autostradali. Ma su questo dibattito, pur avendo una mia idea e cio che va costruito fuori dalla citt per renderlo fruibile ai 400mila residenti della provincia non entro perch penso che realisticamente per un'opera tale da 140 milioni di euro e della quale c' solo il progetto preliminare serviranno molti anni, probabilmente i beb di oggi saranno uomini quando ci sar la nuova struttura. Ma se anche i tempi non dovessero essere questi - ha continuano Marziano - occorre pensare all'ospedale di oggi che in condizioni disastrose. La grande abnegazione di medici, infermieri e personale che ho avuto modo di sperimentare personalmente proprio di recente, serve per rasserenare i pazienti ma non pu nascondere le gravi carenze strutturali dellospedale. Un ospedale che non pu essere manutenuto con il solo intervento annuale dell'Asp che di appena un milione all'anno. Un ospedale nel quale un ascensore rotto resta tale per settimane con una grave commistione tra attivit sanitaria (trasporto barelle e barellati) e presenza di pazienti e utenti.

mentale , termometro costante dell'andamento complessivo dell'accesso al sistema di protezione sociale ed in particolare, per quanto ci riguarda, confermiamo di essere il primo patronato in Italia, in Sicilia e nella provincia di Siracusa con oltre il 21% delle patrocinate prodotto nel 2012. Abbiamo inoltrato complessivamente all'inps(escludendo i rapporti con Inail e Ministero Interno per i permessi di soggiorno)16643 pratiche : 13616 di carattere previdenziale(pensio ni,assegni,richieste di ammortizzatori sociali,ecc) e 3027 di natura socio-assistenziale( invalidi civili,richieste 104,assegni sociali). Abbiamo inoltre avuto contatti di sola consulenza con oltre 45 000 persone nel corse del 2012 . Scendono enormemente nell'ultimo quinquennio le uscite pensionistiche, aumentano in misura esponenziale le richieste di accesso agli ammortizzatori sociali. A fronte di questi numeri ,l'efficacia dell'Inps, in questo momento di crisi diventa , evidentemente , fondamentale poich dalla rapida erogazione dei servizi dipende l'economia di una famiglia.Interesser a qualcuno ?

a Federazione Provinciale Coltivatori Aretusea, riceviamo e pubblichiamo quanto segue. Nostro malgrado siamo costretti ad intervenire a favore di un sacrosanto diritto, voluto dalla legge e dai regolamenti e decreti Ministeriali, che si vuole palesemente violare, danneggiando particolarmente il quartiere Neapolis e tutta la Citt di Siracusa. Latteggiamento assunto dal Presidente della Confesercenti Arturo Linguanti contrario agli interessi dei Siracusani perch solo questa Associazione parla di chiusura dei mercati rionali o di quartiere nonch quello dei produttori di Piazza Adda, ipotesi mai accolta dallo stesso Assessore alle Attivit Produttive ed allAgricoltura Fabio Moschella. Anzi lAs-

Citt: Sulla gestione dei mercatini rionali e di quelli del contadino


sessore ha sempre sostenuto che i mercati rionali e di quartiere richiesti dai produttori agricoli e voluti dalla Citt, devono essere potenziati, al fine di venire incontro ai Cittadini Siracusani che non vengono cos costretti a servirsi dei mezzi propri, che inquinano laria della Citt, o dei mezzi pubblici che a Siracusa lasciano molto a desiderare. In questa ottica, un componente della apposita Commissione Consiliare ha avanzato una proposta di aprire un nuovo mercato, solo per i produttori agricoli, ai villini, e di lasciare aperto quello di Piazza Adda, ci in fase sperimentale. Questa proposta stata accolta dallAssessore con riserva. Il mondo dellAgricoltura, gli Agricoltori, il Centro Commerciale della Borgata e la Claai con a capo il Suo Presidente Piero Scifo, hanno accolto favorevolmente questa proposta ed hanno dichiarato che nel caso in cui il mercato di Piazza Adda del Venerd mattina, dovesse essere abbandonato dai Cittadini, perch favoriscono lo sviluppo di quello dei villini, avrebbero Loro stessi produttori chiesto la soppressione del mercato di Piazza Adda. Questa grande disponibilit e difesa del mercato settimanale e non giornaliero dei produttori, favorisce gli anziani, coloro che vivono in modo precario, ed in questo periodo di grave crisi economica della Nazione, d la possibilit a tutti di razionalizzare i costi mensili destinati alla spesa, che in questo caso riducono notevolmente il costo di ortaggi, frutta, formaggi ed altro. La nostra Organizzazione, la Federcoltivatori aderente a Confagricoltura, continua a difendere i sacrosanti diritti dei Cittadini Siracusani e si prodigher per il rispetto delle norme di legge, mentre quelle igienico-sanitarie oggi vengono scrupolosamente osservate dai produttori. Alla base di ogni mercato vigono regole che non possono essere violate e sono quelle delligiene e della bont del prodotto, ed in particolare per il mercato dellagricoltore queste regole vengono osservate e sommate alla bont del prodotto e dei profumi del territorio, perch prodotto fresco ottenuto secondo metodi e tradizioni che la nostra Agricoltura e gli allevamenti zootecnici non hanno mai perso. Cos si esprime la Federazione Provinciale Coltivatori Aretusea Sul tema della gestione dei mercatini rionali alimentari e del contadino nella nostra citt La natura, benevola e previdente, ha fatto in modo di offrirci frutta e ortaggi freschi tutto l'anno. Abbiamo sempre una grande scelta di questi prodotti importantissimi per l'alimentazione e, allo stesso tempo e nella maggior parte dei casi, privi di controindicazioni per la salute, ma anzi benefici per essa. E' molto importante acquistare sempre ortaggi e frutta il pi freschi possibili, perch, se anche si affronta una maggiore spesa al momento dell'acquisto, si ottiene un sostanziale risparmio contenendo il deperimento dei prodotti una volta conservati in frigorifero.

al Coordinatore dei Verdi Siracusa, Giuseppe Patti, riceviamo e pubblichiamo. In merito alle notizie di stampa di questi giorni sull'insediamento denominato Siracusa 2 da effettuare in contrada Tremmilia e le dichiarazioni rese dal presidente della prima Commissione Consiliare Alfredo Foti, ci rendiamo conto che l'Amministrazione Comunale non ha ancora attuato alcun provvedimento relativo a contenere i volumi e le superfici edificabili per sottrarli alla cementificazione selvaggia, argomento tanto caro in campagna elettorale, in contrasto con le passate amministrazioni di centro destra degli ultimi 15 anni. Dal verbale della Commissione Urbanistica del 19 Aprile del 2013 si evince che con il voto contrario dei consiglieri Di Giovanni e Di Stefano e le astensioni dei consiglieri Messina, Romano e Formica, la proposta del piano di lottizzazione venne bocciato. Il passo immediatamente successivo sarebbe dovuto essere la trasmissione degli atti al Consiglio Comunale per la votazione definitiva. E invece accade che la nuova Commissione Urbanistica da poco insediata se lo ritrova in trattazione senza nessuna variazione rispetto alla precedente. Cos si esprime il Coordinatore dei Verdi Siracusa, Giuseppe Patti, sul tema in questione, legato alla gestione del piano regolatore generale destinato a gestire lo sviluppo dellabitato

Citt: A proposito del comparto urbanistico denominato sul carteggio Siracusa 2

10

17 ottobre 2013, gioved

Possa

questanno di studi, contribuire a formare cristiani, come dice papa Francesco, non attratti da un cristianesimo da pasticceria: vogliamo sporcarci le mani lavando i piedi, volgiamo credere a un amore che, nei sacramenti, mi raggiunge e mi cambia, muta il mio modo di pregare e mi fa vivere, e non solo, dire, che sono figlio di Dio. Queste le parole utilizzate da don Salvatore Spataro, direttore della Scuola di Formazione Teologica di Base Beato Giovanni XXIII, nella prima lezione del secondo anno ciclico della Scuola. Una Scuola Teologica Diocesana voluta dallArcivescovo mons. Salvatore Pappalardo per approfondire la formazione teologica degli operatori pastorali. Vogliamo cogliere il pressante invito dellilluminato magistero di papa

S. Lucia: Formare i cristiani


Francesco ha continuato don Spataro -, a rivalutare la natura pastorale della teologia, impegnandoci, come Chiesa, nello studio delle verit rivelate per una autentica testimonianza di vita e di servizio alluomo del nostro tempo. Cos iniziamo comunitariamente questo cammino di crescita, per un qualificato servizio pastorale, da rendere con evidente competenza e indispensabile passione, la passione che anima il cuore dei discepoli che voglio conoscere sempre meglio il loro Maestro, per saperlo sempre pi annunciare ad un mondo ormai troppo spesso distratto, e mancante di autentiche e rispettose verit. Questanno sar trattato il tema Celebrare la fede, proseguendo il cammino iniziato con laspetto della proclamazione della fede. La fede va anche celebrata e ogni celebrazione della fede muove la fede, non solo la presuppone, ma la nutre e la cura, la fa crescere e la irrobustisce, la rafforza e la rinvigorisce. Dal mistero di amore della morte e risurrezione del Cristo per far evincere che ogni sacramento scaturisce da esso e ad esso conduce. In quella che stata definita lultima enciclica di Benedetto XVI e la prima di papa Francesco, la Lumen fidei, troviamo proprio il significato di quello che ci proponiamo di approfondire questanno: la fede in Ges luce, e questa luce illumina il senso di ogni vita umana. Solo una fede autenticamente celebrata pu incidere nella vita delle persone: questa la fede che nasce dallincontro col Dio vivente, non da un precetto sempre meno domenicale, che abbiamo ridotto a mezzora di

Il discorso dapertura dei corsi della scuola Beato Giovanni XXIII

impegno, se va bene settimanale. La celebrazione autentica della fede, dunque, ci viene insegnata e diventa compito di ciascun credente, urgenza in termini di annuncio e di testimonianza. In questo inscindibile legame tra fede e sacramenti, allora, la scommessa educativa che la Scuola di Formazione Teologica di Base vuole cogliere per contribuire a formare cristiani autentici, battezzati che vivono la vita nuova come vita teologale. Studieremo insieme che la santit non opera umana, ma dello Spirito di Dio. Ci impegneremo a significare ecclesialmente il servizio fraterno dei discepoli a immagine del servizio di Cristo al quale il discepolo unito sacramentalmente, un servizio da schiavo. Si, perch colui che agisce cos chiamato a rinunciare a se stesso a vantaggio dellaltro divenuto suo padrone, suo punto di riferimento, sua ragion dessere. Questo ci insegna Ges lavando i piedi ai suoi apostoli. Il servizio di amore che nasce dalla fede celebrata, quella fede che noi volgiamo maturare e approfondire, la novit stessa del comandamento dellamore: suo fondamento lamore stesso del Figlio nel quale anche noi siamo figli. La fede che celebriamo , dunque, quella della lavanda dei piedi, servizio da schiavo, annuncio del dono della vita sulla croce. In Ges, Signore e Maestro, infine, lamore di Dio si costituisce metro di paragone e luogo sorgivo dellamore dei fratelli. Come discepoli siamo invitati a servire i fratelli secondo la radicalit di Ges.

Proponiamo di seguito il discorso formulato

Unattivit dal qualificato spessore pastorale

Neapolis: Costruire liberamente


17 ottobre 2013, gioved

11

da mons. Salvatore Pappalardo arcivescovo di Siracusa , in occasione dellapertura del secondo anno ciclico della Scuola. Una Scuola Teologica Diocesana per approfondire la formazione teologica degli operatori pastorali, attingendo allidentico amore di cui ci nutriamo nei sacramenti, specialmente nellEucarestia. Dopo lintroduzione del direttore Scuola di Formazione Teologica di Base Beato Giovanni XXIII, don Salvatore Spataro (proposta a lato su questa stessa pagina) , l'Arcivescovo Salvatore Pappalardo ha presieduto la Celebrazione Eucaristica. Questa nostra iniziativa, sebbene non sia certamente lunica e, forse, neppure quella prioritaria per risvegliare la fede del popolo di Dio, si pone tuttavia come unattivit di qualificato spessore pastorale per conseguire le suddette finalit indicate dal Papa. Papa Francesco nella Lettera enciclica Lumen fidei scrive che fa parte della teologia lumilt che si lascia toccare da Dio, riconosce i suoi limiti di fronte al Mistero e si spinge ad esplorare, con la disciplina propria della ragione, le insondabili ricchezze di questo Mistero (36). Latteggiamento fondamentale, dunque, con il quale ci si deve accostare allo studio della teologia lumilt. Questa virt, mentre da una parte ci fa riconoscere i nostri limiti costituzionali di fronte al Mistero di Dio, il quale trascende lumana comprensione, dallaltra per, a motivo della rivelazione stessa da parte di Dio, ci impegna ad esplorare, con la disciplina propria della ragione, le insondabili ricchezze di questo Mistero. Lumilt vera poi apre il nostro spirito alla preghiera. Sapendo, infatti, di dover esplorare le insondabili ricchezze del Mistero di Dio, ci necessario, e perci doveroso, chiedere la luce dallalto. Noi stasera vogliamo invocare lo Spirito Santo, con i suoi sette doni sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza e timore di Dio perch, mentre ci accostiamo allo studio e allapprofondimento delle verit che sono oggetto della scienza teologica, possiamo godere della luce e della forza del medesimo Spirito in maniera tale che la nostra fede progredisca sempre nella conoscenza del mistero di Dio e la nostra vita spirituale riceva pi abbondante il nutrimento di quella grazia che ci introduce alla comunione con Dio e alla contemplazione del suo volto. Lo studio della teologia allora vi stimoli ad essere fedeli alla grazia della santificazione e della comunione in Cristo, vi renda pi capaci di dare efficace testimonianza della vostra fede, responsabilmente professata, celebrata e coerentemente vissuta. Vi aiuti lo studio della teologia a maturare la vostra vocazione ministeriale allinterno della comunit ecclesiale e, soprattutto, renda pi forti le ragioni della vostra speranza perch dinanzi agli uomini siate autentici testimoni di quella civilt dellamore che preludio allavvento del regno di Dio. La Scuola Teologica di Base articolata in tre distinti anni di corso al termine dei quali sar rilasciato, a seguito di una verifica finale, un attestato di merito. La frequenza ai corsi obbligatoria ed abilita, se non viene superata la soglia massima di 1/3 di assenze, all'esame conclusivo. In ogni Vicariato dell'Arcidiocesi costituita una quipe di docenti coordinata da un Direttore diocesano.

olti e idee nuove di donne e uomini liberi di costruire. Sono stati presentati alla citt di Siracusa presso la saletta multimediale di via Brenta, nel corso di una conferenza stampa in cui la nuova associazione socioculturale, dal nome Liberi di Costruire appunto, si confrontata con i cittadini aretusei. Un momento importante per il presidente Sebastiano Moncada, e gli associati tutti, accompagnato al tavolo dei relatori dalla moderatrice dellincontro Licia Lantieri e da due componenti Vincenzo Cultrera e Maurizio Palermo. Ed proprio a loro tre che nata lidea, qualche mese fa, di creare tale associazione allargando poi liniziativa agli amici e persone fidate. Moncada ha puntato lattenzione sugli scopi e gli obiettivi che questo folto gruppo di 23 persone (18 i soci fondatori) si prefissato di portare avanti: sviluppare tematiche a sfondo sociale e culturale cercando di lavorare per il bene della collettivit,

Proponendosi nelle vesti di movimento presso la sala multimediale della provincia


attraverso iniziative di vario genere; essere presenti anche e soprattutto nel dibattito civico e quindi politico, nel senso nobile del termine, presentando progetti che potrebbero essere di supporto alla nostra amministrazione. Tra questi, i primi che metteremo in atto, ha dichiarato, saranno: Nonno Vigile, un programma di educazione alimentare e un convegno sulla riforma delle province. Fra gli associati erano presenti oltre a Moncada, Lantieri, Palermo e Cultrera, anche Federica Aprile, Giusy Lazzara, Giambattista Fontana, Stefania Petruzzello, Vittorio Belfiore, Salvatore Dugo, Simona Minniti e Antonino Augello, Francesco Ficarra, Luigi La Ciura. Nel corso della presentazione dellassociazione vi nato inoltre un momento di confronto con alcuni cittadini interessati agli argomenti e che hanno anche dato alcuni spunti, al presidente Moncada e al resto del gruppo, per realizzare e mettere in pratica nuovi progetti su tematiche quali lambiente e la promozione di artisti locali ed emergenti con mostre di pittura e fotografia. In Italia,sul piano storico, la tendenza politica volta ad investire sui movimenti politici extra-parlamentari e/o sulle manifestazioni di piazza. In seguito all'estromissione delle sinistre dai governi italiani del secondo dopoguerra, esse -impossibilitate a raggiungere il 50% + 1 - sceglieranno di dimostrare la loro popolarit attraverso le manifestazioni di piazza, alimentate da un profondo e sincero attivismo, da parte dei militanti socialisti e comunisti. In seguito alla svolta di "centrosinistra" per, il Psi accett una linea politica democratico-riformista ed il simbolo del movimentismo rimasero le correnti della "sinistra" del Pci ed i movimenti della sinistra estrema. In seguito alla crisi del comunismo poi, molti partiti comunisti o comunque dell'area della sinistra radicale, hanno deciso di puntare nuovamente sui movimenti popolari e sulle manifestazioni di piazza, per mantenere un elettorato discreto. Oggi si considerano parte dell'area movimentista partiti quali Sinistra Ecologia Libert, il Prc e la Fed. dei Verdi (in particolare le correnti della sinistra interna), nonch gruppi extra-parlamentari quali i No Global ed i Pacifisti. Gi dai tempi dell'Msi, i dirigenti della destra - a causa soprattutto della "pregiudiziale anti-fascista" che vigeva nei loro confronti e che impediva di prendere parte non soltanto a governi regolari, ma anche a governi straordinari (per es. ai governi di "unit nazionale")- incominciarono a sviluppare in maniera sempre pi irruente il loro consenso attraverso manifestazioni e cortei di piazza. Tale politica raggiunse il suo apice tra il 1992 ed il 1994, quando cio, nel ben mezzo delle vicende di "Tangentopoli", i missini espressero con la massima evidenza tutto il disprezzo nei confronti dei tradizio-

Volti nuovi e idee rinnovate si presentano al vaglio della scena locale in via Brenta

nali partiti del pentapartito di centro-sinistra (Dc, Psi, Psdi, Pri, Pli) ed in particolare nei confronti del leader socialista Bettino Craxi, che raggiunse il suo apice nelle contestazioni avanti all'Hotel Raphael di Roma (insieme a leghisti e molti comunisti) e in un tentativo di assalto alla Camera dei deputati, guidato da parlamentari "missini" ed al quale si aggiunsero anche militanti "leghisti". In seguito alle elezioni politiche del 1994, che legittimarono il Msi a stare al governo (era la prima volta che un partito "post-fascista" assumeva incarichi ministeriali), nell'evidente scopo di presentarsi non pi come postfascisti di impronta almirantiana ma di pura destra conservatrice, il Msi (che nel frattempo cambia nome in Alleanza Nazionale), d un deciso freno al suo movimentismo per oltre un decennio. Anche la Lega Nord, fin dalla sua nascita svilupp una politica movimentista di protesta nei confronti dei governi nazionali.

Oltremodo emblematiche in tema le vicende legate ai raggiri nellattingimento dei fondi comunitari
al Presidente dellAssociazione Pescatori Marittimi Professionali Fabio Micalizzi, riceviamo e pubblichiamo quanto segue. Dopo gli arresti effettuati nell'ambito dell'operazione "Pandora", che ha scoperchiato unassociazione a delinquere finalizzata all'appropriazione ed all'indebita percezione di contributi pubblici, anche comunitari, destinati alla formazione professionale, il presidente regionale dell'Associazione Pescatori Marittimi Professionali Fabio Micalizzi si congratula con la magistratura che riuscita a intervenire in un settore cos delicato, e lancia un grido di allarme affinch la Procura intervenga pure nel settore della pesca: "Da anni denuncio gravi anomalie nel comparto pesca - dichiara Micalizzi - C' una vera e propria

Economia: Legalit nel settore della pesca

"progettopoli", in cui comitati d'affare, con la connivenza della politica, vanno a pesca di contributi per progetti inutili o spesso mai realizzati. Un esempio di ci la creazione di marchi di qualit fantasma, per cui sono stati ricevuti ingenti finanziamenti. O ancora, si attin-

to a piene mani, ma senza alcun riscontro reale per il comparto ittico, a piani di finanziamento come Por Sicilia 2000-2006, Fep 2007-2013 e Pit30 delle Aci." Micalizzi ricorda, poi, la vicenda dei consorzi di ripopolamento ittico che, a seguito delle ripetute e fondate denunce dello

stesso Micalizzi, un anno e mezzo fa sono stati commissariati, ma ad oggi non sono ancora stati sciolti, costituendo dunque un inutile fardello economico per le casse regionali. Il presidente dell'Assopescatori, infine, si mette a disposizione della magistratura per fornire chiarimenti e documenti sulle vicende di cui sopra, precisando che sono comunque numerose le denunce da lui protocollate al Tribunale di Catania. Cos si esprime il Presidente dellAssociazione Pescatori Marittimi Professionali Fabio Micalizzi, sul tema in questione. La pesca un'attivit commerciale e sportiva che da millenni fornisce cibo alle popolazioni insediate presso laghi, mari o fiumi. Essa consiste nella cattura del pesce utilizzando strumenti di vario tipo.

12

E la situazione generale dellItalia non era cambiata di tanto neanche ai tempi di Giacomo Leopardi
di Salvatore Fontana Amici lettori, Vi chiediamo scusa se nelle nostre riflessioni che seguono, la memoria corre indietro di parecchi decenni, cio a quando a scuola cera la massima seriet nello studio. Ci spinge, non diciamo, non tanto a confronto storico del tempo trascorso quando, per circostanze, la cui etica non cambia di valore, vista sempre nella morale corretta che laggiornamento filosofico indica. Amici lettori, che cosa trovate di diverso fra gli avvenimenti politici del tempo di Dante Alighieri che viveva la Sua Firenze e lItalia di oggi, quando in un canto della cantica Inferno scriveva: .. ahi, serva Italia di dolore ostello, nave senza nocchiero in gran tempesta, non donna di provincia, ma bordello...? . E la situazione generale dellItalia non era cambiata di tanto, neanche ai tempi (e ne era passato) di Giacomo Leopardi, quando in uno dei suoi canti scriveva: . o patria mia, vedo le mura e gli archi e le colonne e i simulacri e lerme torri degli avi nostri, ma la gloria non vedo, non vedo il lauro e il ferro onderan carchi i nostri patri antichi .. Nella preoccupazione che per i superficiali fossimo tediosi, tralasciamo Ugo Foscolo. Sono passati secoli e in Italia dei tempi preliberare di Dante, sino ad indurlo a fuggire, al punto, per fare salva la vita, a scrivere . sa di sale il pane altrui e come duro col salire e scendere delle altrui scale .. quando si dice il tempo medico, in Italia il tempo non passa, si ripete e si allarga al peggio a macchia dolio. Lettore, prova a volgere il pensiero a Carxi. Infatti nel nostro scorcio di secolo qualcuno fin a testa allingi al P.le Loreto; Enrico Mattei fin i suoi giorni allaeroporto di Catania; Craxi fin la sua vita esule in terra tunisiana. Oggi, nellera del Diritto, la persecuzione ha cambiato strumenti si protrae nel tempo sino a quando il nodo scorsoio si stringe al collo, metaforicamente, si intende, per indurli al silenzio giuridico. Oggi, come ai tempi di Dante, la politica italiana non conosce il confronto onesto operativo, come dimostrano le sopra citazioni. No, il male va estirpato alla radice. C da sperare quando si estinguer lattuale classe politica che sa di mediocrit assoluta. Eliminare il nemico, questo lobiettivo, non dialogare in civile contrapposizione. La cosa pi degenerante che il fratricidio si consuma anche nella retroguardia, cio allinterno dei singoli partiti. Questo il male endemico dellItalia. Altro che democrazia; e pure i falsi cantori la declamano e non si rendono conto che hanno perduto credibilit. Provate a trovare un nesso socio-fi losofico della caratterizzazione della democrazia, come pratica di confronto civile, certamente nella diversit filosofica, non azzardiamo neanche a pensare nei rapporti con altri partiti, o soggetti di altra estrazione politica, ma nellambito dello stesso partito, o altro assieme, gruppi o associazioni. Della sinistra abbiamo gi pi volte detto, con inizio storico 1898. La destra anche se non parte da lontano non di meno. Gruppi e gruppetti non si contano pi. Tutti i singoli sono afflitti da egocentrismo. Nella sinistra litigano come capponi, e chi non ci sta si d unaltra sigla. Ognuno per la sua strada. E se il maggiore gruppo consegue la maggioranza politica e va al Governo, ci rimane poco. Prodi ci ha rimesso le penne tre volte per mano fratricida, se la giocano fra di loro. In questo periodo se la stanno giocando tutta, fra governare con uno stato psichico fra coloro che son sospese e congresso. Il centrodestra, che dire si voglia. Qui c di peggio, in fatto di etica; morale, coerenza s depositata nella bara di Almirante e Pino Romualdi.

Cosa c' di diverso fra gli avvenimenti politici del tempo di Dante e lItalia di oggi
17 OTTOBRE 2013, GIOVED

Sono passati secoli e in Italia dei tempi presenti non cambiato nulla

17 OTTOBRE 2013, GIOVED

13

senti non cambiato nulla. O sbagliamo, amici lettori, sar perch lItalia al nord ha avuto, nel tempo, occupazione di frammisto slavo e poi tedesco; sar perch il sud ha

avuto occupazione greca, araba e quantaltro, fatto che non c da oltre centocinquantanni di intendere formale della vita, omogeneit di intenti, per porre in essere le

pi esatte procedure per risolvere i problemi delle persone e del mondo operativo. Prevale laccanimento litigioso, foriero di egoismo senza fini. Come Firenze si voleva

E un fatto endemico che affligge i singoli che si sentono, per autostima, pi degli altri della stessa confluenza politica. Insomma un pollaio. E storicamente il 25 luglio 43 ha lasciato tracce. Basta riflettere che cosa avvenuto, in grosse linee, dal 1994, tutti si vedevano nella stessa linea politica di un

Tizio che voleva mettere un po dordine nel procelloso mare della politica del tempo. Questo non fu subito sgradito al democristiano rosso scarlatto che allepoca sedeva al Quirinale. Subito si diede da fare e diede il via ai procedimenti giudiziari, a cascata fissa. Bossi si dissoci subi-

to, per imbeccata dellinquilino quirinalizio. Ma questo sarebbe poco, o niente, perch, alla fine, non si declamava n di destra, n di sinistra. E caduto nel sacco. Come la v, v. Dovremmo dire, per chiudere il cerchio, di Follini, Casini e Fini. Il primo da vicepremier per conto dellU.D.C., nel Governo Berlusconi imped la realizzazione di qualunque riforma; emigr nel procelloso mare della sinistra e vi rimase inghiottito. Dove sta za, z. Oggi potremmo dire: Chi lha visto. E cos Casini rimase con la canna in mano, a travagliarsi con Bersani, e , successivamente, si accas con Monti; anche qui in cerca di cuccia. Ora spera in Alfano. Stiamo a vedere, il tempo medico. Del terzo stato detto, forse, tutto, ma lindelebile marchio di venticinque luglista tutto suo. Costoro non meritano tanto spazio. Portano il marchio a fuoco del tradimento, non soltanto verso chi gli aveva dato visibilit politica, non

solo nazionale, ma anche estera. E se ne sono tanto giovato nelle loro trame. Il tradimento a fuoco quello verso gli elettori che gli avevano conferito fiducia. Resta da dire poca cosa, ma estremamente importante, di quanto sta avvenendo in questi giorni, da qualche scorcio di mesi. Una delle due parti da ventanni di guerra civile fredda porge la mano per chiudere questa contrapposizione che non fa bene a nessuno, soprattutto ai cittadini e allimprenditoria, quando invece si potrebbe lavorare dintesa, naturalmente sempre nella diversit socio-filosofica. Risposta, accentuazione dellaccanimento non solo verbale, ma in atti istituzionali, conclusasi con unespressione che contiene tutta la tristezza di una realt che si condenza nelle pubbliche relazioni e istituzionali: Finalmente si chiude un ventennio di lotte. Come dire ci siamo liberati. Ma non crediamo che la loro aspirazione avr riscontro nella realt. Amici lettori, questa la conclusione dimostrativa di una diversit genetica del popolo italiano, che, allorquando qualcuna ci tenta o ci ha tentato a modificarne il corso, ha sortito le conclusioni sopra segnalate. E allora, amici lettori, non si possono concludere queste riflessioni, repetita iuvant, diversamente di come Dante sintetizz la Sua Firenze : ..ahi, serva Italia di dolore ostello, nave senza nocchiero in gran tempesta, non donna di provincia, ma bordello....

Il termine ultimo per la presentazione delle istanze volte ad accedere al beneficio stato fissato per fine mese, con modulistica scaricabile da un apposito link.

14

17 ottobre 2013, gioved

Lentini: Tessere AST gratuite per le categorie protette


o sportello Lentini Informa (ufficio per le relazioni con il pubblico del comune di Lentini) rende noto il link per il Rilascio tessere di libera circolazione sui mezzi urbani ed extraurbani dell'Azienda Siciliana Trasporti Per i soggetti diversamente abili (articolo 21 della Legge Regionale 68/81) per lanno 2014, il termine ultimo per la presentazione delle domande stato fissato alla data del 31 ottobre 2013: http://www.comune. lentini.sr.it/piazzatel/bandi. htm. L'Azienda Siciliana Trasporti nasce nel 1947 (legge n. 7 del 22 Agosto, ordinata con legge regionale n. 22 del 23 marzo 1950) e costituisce un elemento portante del trasporto pubblico nella Regione Siciliana. L'attuale quadro normativo di riferimento per il riordino del trasporto pubblico locale, la definizione del Piano Regionale del Trasporti, la nuova politica nel settore del trasporto aereo, di quello plurimodale e di integrazione dei vettori sono alcuni degli elementi strategici opportunamente scelti dal Governo della Regione Siciliana nell'am-

bito dei quali all'Azienda Siciliana Trasporti destinata una rilevante funzione operativa. Per confrontarsi in modo adeguato con il nuovo sistema del mercato dei servizi che, nel panorama sopra definito in tema di trasporto pubblico locale, sar presto una realt anche in Sicilia, nel 2006 l'Azienda Siciliana Trasporti ha realizzato il progetto di trasformazione del proprio assetto da Ente Giuridico Pubblico a Societ per Azioni attraverso una profonda riorganizzazione funzionale di tipo logistico e gestionale ed una ottimizzazione della real-

t di impresa finalizzata a garantire servizi migliori ai cittadini utenti. Il processo di riorganizzazione sta ancora interessando tutta la struttura aziendale coinvolgendo il personale alla cui competenza e professionalit e strettamente legata la qualit dei servizi erogati. Azienda Siciliana Trasporti Societ per Azioni opera in un territorio di 12 mila, 477 kmq di superficie, pari al 49% della superficie regionale fornendo i propri servizi ad una popolazione di 3.564.649 di abitanti, 71% della popolazione regionale residente in 159 comuni.

L'et media degli autobus di circa 13 anni e quasi il 30% dei mezzi ha meno di 5 anni di servizio. Ai fini della sicurezza e della regolarit del servizio garantito in caso di necessit, il tempestivo intervento di verifica delle anomalie oltre all'eventuale richiesta di mezzi di soccorso e di quelli delle forze dell'ordine. Con scadenza periodica viene eseguito il controllo di efficienza di tutti i dispositivi inerenti la sicurezza di esercizio. In caso di cattivo funzionamento viene attivata la sostituzione dell'automezzo al fine di minimizzare il disagio arrecato ai Clienti. E' previsto inoltre un servizio di Pronto Intervento che provvede alla sostituzione/riparazione dell'autobus o delle apparecchiature di bordo. Nell'acquisto dei nuovi autobus Azienda Siciliana Trasporti Societ per Azioni ritiene essenziale la valutazione di fattori legati al comfort ed all'ergonomia quali la silenziosit in marcia, l'aerazione, la climatizzazione e la facilit di accesso a bordo. Particolare attenzione viene rivolta alla pulizia dei mezzi. Quotidianamente si provvede alla pulizia interna ed in particolare dei posti a sedere, delle obliteratrici e corrimani e una volta al mese viene eseguito un accurato lavaggio esterno ed interno con disinfezione. Azienda Siciliana Trasporti Societ per Azioni vuole garantire il diritto alla mobilit nel pieno rispetto della salute dei cittadini e dell'ambiente. L'azienda pertanto persegue il contenimento dei consumi energetici e la riduzione delle cause di inquinamento ambientale, in armonia con i principi sanciti dalle norme nazionali e comunitarie in materia, nonch con gli impegni assunti verso i cittadini dalle istituzioni locali.

Rally. Tutto pronto per la 32^ edizione della Val D'Anapo Sortino
Sono gi 90 gli equipaggi che hanno formalizzato la loro iscrizione alla trentaduesima edizione della Coppa Val DAnapo-Sortino in programma da venerd a domenica prossima. Torna, dunque, a distanza di due anni (lultima volta fu nel 2011) la storica cronoscalata, pronta, anche stavolta, a richiamare il pubblico delle grandi occasioni. Proprio stamattina la Csai ha approvato il regolamento particolare di gara. Lo ha fatto nel breve volgere di tre giorni: se non un record, poco ci manca! Dopo lok alla gara arrivato dallispettore Orazio Pezzolla, che aveva tenuto il sopralluogo per verificare

SPORT Siracusa

17 ottobre 2013, GIOVED

15

Dopo lok alla gara arrivato dallispettore Orazio Pezzolla, che aveva tenuto il sopralluogo per verificare che il tracciato fosse a norma e che nulla impedisse, dal punto di vista tecnico, lo svolgimento della gara, ecco dunque superato anche lultimo ostacolo

che il tracciato fosse a norma e che nulla impedisse, dal punto di vista tecnico, lo svolgimento della gara, ecco dunque superato anche lultimo ostacolo. A questo punto, tutto pronto, dunque, per lavvincente gara

siciliana alla quale parteciperanno piloti provenienti da buona parte del sud Italia. Le iscrizioni si sono chiuse alla mezzanotte di luned 14 ottobre. Arrivare a quota 100 non dovrebbe essere difficile per una compe-

tizione che promette spettacolo. Il tracciato ha dichiarato lingegnere Pezzolla risponde a tutti i requisiti di sicurezza. Il mio augurio che questo evento possa raccogliere, per i

prossimi anni, il favore di sponsor e investitori privati perch siamo in presenza di una manifestazione molto apprezzata da piloti e appassionati. Lintera utenza sportivi siciliana merita avvenimenti di questo genere. Le gare di Erice e Caltanissetta insegnano. Conto alla rovescia, dunque, gi cominciato. La Commissione sportiva dellAutomobil Club Siracusa sta mettendo a punto gli ultimi dettagli. La tre giorni scatter venerd con le verifiche tecniche e sportive, continuer sabato con le prove ufficiali e culminer nella gara di domenica che si disputer, come sempre, in due manches.

Spetta ora al nuovo tecnico avviare la riscossa che potrebbe anche partire da Acireale
Paga solo lallenatore, secondo litalica consuetudine di farne il capro espiatorio di tutti i mali che possano affliggere una squadra di calcio. E nel caso del Siracusa paga solo Orazio Pidatella che avr pure le sue brave colpe, ma la maggiore delle quali, a nostro avviso, resta per quella di aver difeso a spada tratta e fino allultimo un gruppo che non aveva personalmente scelto e che ha contribuito fattivamente al suo esonero ripagandolo con prestazioni incolori che hanno contraddistinto linizio di questo campionato. Ad orientare Cutrufo verso questa soluzione, dopo esssersi ripromesso di concedere al tecnico altre prove di appello, stato per lincontro del primo pomeriggio con i senatori della squadra che hanno fatto intendere senza mezzi termini che senza un cambio di rotta, peraltro unanimemente avvertito , non si andava da nessuna parte. E siccome per cambio di rotta pu anche intendersi un aumento del tasso tecnico dellorganico, il presidente ha optato per la decisione meno dispendiosa, anche se non proprio indolore, di dare il benservito al tecnico. Ci non esclude la responsabilit della scelta dei giocatori che non pu evidentemente cadere su Pidatella e comporta la concessione al nuovo tecnico di un lasso di tempo, almeno pari a quello trascorso, per dare un volto guardabile alla squadra. In altre parole, questo significa unattesa di almeno altri cinque, sei turni per lassimilazione dei nuovi schemi di gioco e per acquisire quella continuit di rendimento che non stato possibile ottenere in questo primo scorcio di campionato. E nel frattempo il distacco dalla vetta si allungher, si accorcer o rester invariato? Sono questi i quesiti ai quali possono rispondere ormai solo i giocatori con il rispettivo bagaglio di professionalit, di amor proprio, di motivazioni e di attaccamento alla maglia. Ammenocch Cutrufo non si orienti per un tecnico con bacchetta magica incorporata che a partire dalla trasferta di Acireale riesca ad avviare la squadra sul binario di unauspicabile e ancora possibile riscossa Armando Galea

Pi continuit per riprendere la corsa S.C. Siracusa, Strano ha

diretto il primo allenamento

Ha diretto il primo allenamento della sua nuova squadra. Pippo Strano, com ormai risaputo, ha preso il posto di Orazio Pidatella alla guida dello Sport Club Siracusa. Laccordo stato trovato ieri mattina tra i dirigenti del Siracusa ed il nuovo tecnico azzurro. In realt per Strano, che la scorsa stagione ha allenato il Comprensorio Normanno in serie D, si tratta di un ritorno. E stato, infatti, allenatore dellUs Siracusa nella stagione 2001-02, finita al secondo posto nel campionato di Eccellenza alle spalle del Misterbianco. Pidatella ha pagato per la partenza con il freno a mano di una squadra che sulla carta non teme rivali ma che ha avuto non pochi problemi in queste sei partite di campionato dove ha totalizzato la media di poco pi di un punto a partita. Troppo poco per una squadra ed una societ che puntano ad un risultato ambizioso.

16

17 ottobre 2013 GIOVED