Sei sulla pagina 1di 4

RELAZIONE DI ELETTRONICA Realizzata da: Curletta Daniele, Falcioni Silvia, Falzetti Marta, Torresetti Simone.

Classe: 3G Voglio costruire un circuito capace di prendere un bit A e un bit B e li sappia sommare ed eventualmente indicare il riporto.

B1

A1

C1

B0

A0

F.A. Sommatore Completo S1 C2

H.A. Mezzo Sommatore S0 C1

Dato un problema non ambiguo costruiremo in questo problema una tabella di verit, poi ci ricaveremo la funzione canonica che verr tradotta in un circuito elettronico digitale. Oppure costruita la tabella di verit si pu passare direttamente con lalgebra di Boole o le mappe di Karnaught per ottenere una funzione semplificata, che ci dar un circuito digitale. I circuiti elettronici vengono normalmente distinti in due categorie: a) circuiti analogici; b) circuiti digitali; La differenza deriva dalle caratteristiche dei segnali con cui lavorano questi circuiti. Si ha un segnale analogico quando questo pu variare con continuit, assumendo nel tempo tutti i valori compresi in un certo intervallo. Si ha invece un segnale digitale quando questo non varia con continuit, ma pu assumere solo valori ben determinati. Il caso pi diffuso di segnale digitale quello binario. Ai due possibili valori del segnale binario si associano convenzionalmente i numeri 0 e 1. Si definisce variabile logica binaria una variabile che pu assumere solo due valori a cui si fa corrispondere, convenzionalmente, lo stato logico 0 e lo stato logico 1. I circuiti combinatori rispondono in uscita tenendo conto solo degli ingressi e non dello stato. I circuiti sequenziali dipendono dallingresso attuale e precedente che ha creato lo stato del sistema. Lalgebra booleana ideata da George Boole (1815-1864) si adatta allelettronica digitale binaria, con la sostituzione dellaffermazione vera/falsa con i valori 1/0. Lalgebra di Boole si basa sui seguenti assiomi: 1*1=1 0+0=0

1*0=0 0+1=1 0*1=0 1+0=1 0*0=0 1+1=1 1=0 0=1 Le mappe di Karnaugh un procedimento di semplificazione che permette di arrivare dalla tabella di verit o da una espressione canonica a espressioni minime del tipo somma di prodotti o del tipo prodotti di somme. Quindi secondo i criteri dellalgebra booleana ci siamo costruiti le tabelle di verit per lHalf Adder e per il Full Adder e le relative mappe di Karnaugh: HALF ADDER B0 0 0 1 1 A0 0 1 0 1 S0 0 1 1 0 C1 0 0 0 0

A B 1 0 1 1 0

1 1

S0 = (A0 * B0) + (A0 * B0)

1 1

0 1

C1= A0 * B0

FULL ADDER B1 0 0 0 0 A1 0 0 1 1 C1 0 1 0 1 S1 0 1 1 0 C2 0 0 0 1

1 1 1 1

0 0 1 1

0 1 0 1

1 0 0 1

0 1 1 1

S1= (C1 * A1 * B1 ) + (C1 * A1 * B1 )+ (C1 * A1 * B1)

0 1

00 1 1

0 1

1 1

1 0

1 1

A B

C2= ( A1 * C1 ) + ( A1 * B1 ) + (C1 * B1 )

0 1

00

0 1 1 1 1

1 1 1

1 0

Dalle tabelle della verit siamo potuti risalire ai seguenti circuiti elettrici: HALF ADDER

FULL ADDER
C1 B1 A1

S1

C2

A questo punto abbiamo costruito il circuito elettrico seguendo i disegni da noi eseguiti e cio applicando sulla breadboard gli integrati and o or a seconda delle porte logiche. Successivamente abbiamo collegato con dei fili i piedini degli integrati tra di loro osservando le entrate e le uscite in un manuale. Poi abbiamo aggiunto due resistenze e due led luminosi per le uscite (S0 ,C1, S1,C2 ). Infine abbiamo provato le combinazioni delle entrate e abbiamo osservato che i collegamenti erano stati ben eseguiti e poich per ogni entrata avevamo unuscita.