Sei sulla pagina 1di 1

PROGETTO SINTESI: LA CONTROINFORMAZIONE IN SCHEDE

PROPAGANDA

COSE LA PROPAGANDA
Che cos: La propaganda la scienza che studia come manipolare i pensieri, gli atteggiamenti e le reazioni di un pubblico nei confronti di un determinato argomento, tramite la comunicazione. La propaganda di solito non mente. Essa fa leva invece su due fronti: le risposte automatiche della nostra psiche (emozione) e il giudizio ragionato in carenza di informazioni (omissione). Lunica vera menzogna, su cui la scienza della Propaganda si basa, che la mente umana sia in larga parte incomprensibile: queste tecniche funzionano, e funzionano bene: se la mente fosse davvero insondabile, non spenderebbero cos tanti soldi nella pubblicit! Emozione: Volenti o nolenti seguiamo tutti degli schemi di comportamento che sono utilizzati dalla nostra mente per risparmiare energie o per accrescere le nostre chanches di sopravvivenza in quanto specie, con risposte predeterminate ed incoscie. Ad esempio la paura ci spinge allazione (fuga) o al mimetismo (immobilizzarci/nascondesi) prima ancora che possiamo pensare, cio reagire consciamente ad una minaccia. Allo stesso modo limmagine di un bambino, o di un cagnolino ci predispone positivamente. Una donna in bikini, un attore famoso, comunicano ad un livello inconscio con la loro semplice immagine. Idem lassociazine mentale che facciamo tra la canzone hit del momento e la tal pubblicit crea un effetto ancora e fa riaffiorare il prodotto quando risentiamo in radio la tal canzone. Lomissione si opera sia nella forma che nei contenuti: Lomissione di contenuti unarma molto forte, perch si danno agli interlocutori meno dati di quelli necessari a formarsi una opinione ragionata, e poi si chiede di trarre una conclusione autonomamente: la conclusione nasce nella mente del pubblico, e quindi pi forte, non stata messa l dal propagandista e quindi viene accettata meglio e pi facilmente. Anche il contrario dellomissione possibile, si riempe un discorso di dettagli inutili (strategia della mistificazione) cos si perde di vista il problema vero. Chi ha guardato un qualsiasi telegiornale nellultimo decennio pu confermare la quantit di fuffa che circola, dallesaltazione della mediocrit, al sempre presente raccapricciante caso di cronaca, al video-stranezza che fa notizia e riempe i palisnsesti il tutto per omettere gli argomenti e i problemi veri. Poi c lomissione nella forma, cio nacondere il proprio ruolo: pi il propagandista bravo e meno sar noto il suo ruolo di manipolatore, e anche qui il principio di autorit ci fa accettare di buon grado la parola di un esperto che dice di aver analizzato in modo approfondito un argomento e poi ci da il suo parere. Ma casualmente lesperto non ci da mai gli strumenti per formarci un opinione ragionata per conto nostro. Ma qualora il ruolo di manipolatore fosse noto e non mascherabile, comunque possibile ottenere ottimi risultati quando il messaggio propagandistico viene ripetuto in continuazione, oppure quando viene proposto da un beniamino che sia gi noto per altre connotazioni positive (tecnica del testimonial). Sappiamo benissimo che in quel ruolo il testimonial ci sta facendo pubblicit eppure la cosa funziona lo stesso! Per tutti i casi di propaganda per omissione indispensabile che la comunicazione sia di tipo asimmetrico, cio che non sia prevista risposta: infatti se una persona comune potesse rispondere sul posto e arrivasse a smentire il testimonial o il sedicente esperto attraverso semplici percorsi logici e/o il buonsenso, allora si avrebbe un tremendo effetto boomerang, sputtanando contemporaneamente sia il testimonial/esperto, che il messaggio. Quindi questo tipo di propaganda trova maggior applicazione nei media di comunicazione di massa asimmetrici, radio, stampa e televisione. Per i dibattiti ed i confronti in genere sono invece disponibili tutta una serie di tecniche, strategie e fallacie: Le strategie a lungo termine preparano il campo in modo che un confronto sia vinto ancor prima di parteciparvi. Le fallacie invece vanno dallattacco diretto allinterlocutore (pur di non parlare delle sue argomentazioni), al rispondere solo ad una parte dellargomentazione altrui dichiarando poi a gran voce una vittoria completa (straw-man argument), allappropriazione di termini altisonanti come guerra al terrorismo e di concetti positivi quali patriottismo, unit, democrazia tutti stravolti per manipolare. Vedremo tutto nel dettaglio nelle schede seguenti.

Fidati del dottore! (pubblicit anni 40)

Leggi ogni cosa, ascolta tutti quanti. Ma credi solo in ci che puoi dimostrare tu stesso, con una tua ricerca personale William Bill Cooper (luomo che predisse il 9/11 e che due mesi dopo fu ucciso dalla polizia nella sua abitazione durante il suo arresto)