Sei sulla pagina 1di 38

FATTORI DI RISCHIO CANCEROGENO DI ORIGINE AMBIENTALE

FATTORI MECCANICI

FATTORI FISICI Calore Radiazioni elettromagnetiche

RADIAZIONI ELETTROMAGNETICHE

Basse frequenze

Campi elettromagnetici (ELF) IARC 2B (leucemie infantili)

RADIAZIONI ELETTROMAGNETICHE Ultravioletti Luce visibile Infrarossi UV-A (PUVA) UV-B UV-C

LUCE SOLARE
SCC - BCC - melanoma (IARC Gruppo 1) Fototipi Creme protettive

IARC - CREME PROTETTIVE

UV-R-250 -280

-340

Sunlight

Fluorescent lamp

FONTI DI ILLUMINAZIONE ARTIFICIALE

Halogen lamp

ESPOSIZIONE DI TOPI HAIRLESS ALLE LAMPADE ALOGENE

CANCEROGENICITA CUTANEA DELLE LAMPADE ALOGENE

WITHOUT COVER

WITH COVER

S. De Flora & F. DAgostini, Nature (London) 356, 569, 1992

EFFETTI LOCALI E SISTEMICI DELLA LUCE


R. Balansky et al., Carcinogenesis 24, 15251532, 2003

Lampade alogene
Cute Dimeri di timina Danno ossidativo al DNA (8OHdG) Oncoproteina p53 Proliferazione (PCNA) Apoptosi Incremento di malondialdeide

TOPI HAIRLESS

WITHOUT COVER

WITH COVER

S. De Flora & F. DAgostini, Nature 356, 569, 1992

EFFETTI LOCALI E SISTEMICI DELLA LUCE


R. Balansky et al., Carcinogenesis 24, 15251532, 2003

Lampade alogene
Cute Dimeri di timina Danno ossidativo al DNA (8OHdG) Oncoproteina p53 Proliferazione (PCNA) Apoptosi Incremento di malondialdeide

TOPI HAIRLESS

Apparato respiratorio

Addotti al DNA nel polmone

Midollo osseo

Addotti al DNA Eritrociti (PCE) micronucleati

Sangue periferico Eritrociti (NCE) micronucleati

RADIAZIONI IONIZZANTI

Maria Skolodowska (Marie Curie)


Premio Nobel per la Fisica (1903), insieme con il marito Pierre Curie e con Antoine Henri Becquerel, per le scoperte sulla radioattivit per la Chimica (1911) per la scoperta del radio e del polonio Morta per leucemia nel 1934

RAGGI X

Modern diagnostic radiology is no longer a significant source of exposure to ionizing radiation.

LE BOMBE ATOMICHE DI HIROSHIMA E NAGASAKI


HIROSHIMA (6 agosto 1945, ore 8,15) Little Boy Lunghezza Diametro Peso
235

3m 0,7 m 4t

U.15 kt (TNT)

NAGASAKI (9 agosto 1945, ore 11,02) Fat Man Lunghezza Diametro Peso
239

3,5 m 1,5 m 4,5 t

P.21 kt (TNT)

TOTALE SOGGETTI STUDIATI (ENTRO 2000 m DALLIPOCENTRO)

PER LEUCEMIA ENTRO IL 1978

PER ALTRE FORME DI CANCRO ENTRO IL 1978

HIROSHIMA

NAGASAKI

EFFETTI SULLA SALUTE DOPO IL BOMBARDAMENTO ATOMICO

Acute death

All other cancers

Leukemia

Non-cancer diseases (?)

0
4 mos

10

20

30

40

50

Anni dallesposizione

Estimated relative risk of cancers at 100 Rad (195085)


Site Leukemia All malignant tumors
except leukemia

4 5

10 Relative Risk 4,92 1,29 1,43 1,23 1,56 1,46 2,00 2,02 2,86

Esophageal cancer Stomach cancer Colon cancer Lung cancer Breast cancer Urinary cancer Multiple myeloma 1 Bars show 90% confidence limit. 2 3 4 5 10

BIKINI

CENTRALI NUCLEARI NEL MONDO

FALLOUT RADIOATTIVO

INCIDENTI IN CENTRALI NUCLEARI

URANIO (minatori) RADON (abitazioni) URANIO IMPOVERITO

Studio dellImpatto Genotossico Nelle Unit Militari impegnate in teatri Operativi (SIGNUM) 918 soggetti End-points: - Addotti al DNA rilevati mediante postmarcatura con 32P - Alterazioni nucleotidiche ossidative rilevate con postmarcatura con 32P - Analisi dei genotipi di suscettibilit metabolica alle noxae ambientali

FATTORI DI RISCHIO CANCEROGENO DI ORIGINE AMBIENTALE


FATTORI MECCANICI

FATTORI FISICI Calore Radiazioni elettromagnetiche FATTORI CHIMICI Origine naturale Origine antropogenica

AMERICAN CHEMICAL SOCIETY (ACS) CHEMICAL ABSTRACT SERVICE (CAS)

1907 1971 1907 1986 1907 1988

5 milioni di molecole registrate 11 milioni di molecole registrate 12 milioni di molecole registrate

NUMBER OF SUBSTANCES IN THE REGISTRY DATABASE 19651999


Millions 24 20 16 12 8 4
65 67 69 71 73 75 77 79 81 83 85 87 89 91 93 95 97 99

ENVIRONMENTAL PROTECTION AGENCY (EPA) FOOD AND DRUG ADMINISTRATION (FDA)

63.000 COMPOSTI CHIMICI DI ORIGINE ANTROPOGENICA CON CUI PUO VENIRE A CONTATTO LUOMO