Sei sulla pagina 1di 13

Rubrica Schiavi Moderni, Prima Parte

SOVRANIT MONETARIA RUBATA ALLE ORIGINI DELLA TRUFFA


Goethe aveva ragione: Nessuno pi schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo. Ecco perch Ecco come. Nascita della Moneta Baratto, Metalli Preziosi e Convenzioni Sociali Conio e Signoraggio: le origini Strumenti di Dominio: Moneta Cartacea e Digitale La Prima Forma Bancaria e la Nascita delle Banconote

di Cosimo Massaro

Schiavi Moderni Nel nome del dio danaro


Schiavi Moderni Prima Parte Goethe affermava che Nessuno pi schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo. Questo principio particolarmente valido in questi tempi dove l umanit prigioniera dellultima forma di potere supremo, cio il nostro sistema monetario. In tutti i periodi storici del nostro passato, un filo conduttore ha solcato il tempo, lasciando delle tracce devastanti per i popoli che hanno subito la barbarie della volont di potere e di conquista di quei pochi uomini che si sono imposti sulle masse e che hanno lasciato i loro nomi incisi nella storia, spesso con motivazioni che non rispecchiano la realt del loro vissuto e dei loro intenti. In ordine di tempo, lultimo dei poteri supremi la creazione del denaro, mezzo di potere per il quale si combattono guerre e si commettono le pi grosse nefandezze che lumanit possa subire, sempre a discapito dei pi deboli. Con il dio denaro si pu tutto; si comprano i massmedia e tutti i possibili canali dellinformazione per plasmare il consenso sulle masse di uomini che, senza accorgersene, inconsapevolmente, diventano un gregge di pecore. Si comprano i politici, i sindacati, per far s che mantengano lattuale sistema di potere e che non parlino di cose scomode sullattuale sistema monetario. Si influenzano le classi intellettuali, cio la maggior parte dei professori che impegnati nella scalata sociale, badano bene a non portare avanti delle tesi scomode per lorganismo di potere, per non essere emarginati o per non perdere, giustamente, il posto di lavoro. Quindi, con la creazione del denaro si ha la capacit di comprare la democrazia stessa, che come i tempi ci insegnano non sinonimo di giustizia, tanto vero che anche in passato uomini come Socrate e Ges Cristo sono stati condannati e uccisi con un verdetto basato sulla maggioranza, la quale, se plasmata in senso negativo, non d certo un verdetto giusto.

Che cos la Moneta?


Ma dopo questa piccola introduzione, entriamo nel vivo della questione con una domanda che forse pochi si pongono: Che cos la moneta? Domanda alquanto strana, potrebbe dire qualcuno, ma la risposta in sintesi ci viene data dal prof. Giacinto Auriti che ci fa notare che la moneta la misura del valore ma anche il valore della misura. Concetto questo che ha bisogno di un articolo specifico dove si potranno spiegare in sintesi le sue teorie. Per ora possiamo rispondere semplicemente che il denaro serve agli uomini per scambiare merci e servizi, senza dover ritornare al baratto, mezzo alquanto scomodo e impensabile da attuare in unepoca moderna dove

gli scambi commerciali sono talmente tanti da poter estendere tale antico sistema all infinito. Per capire per la realt dellattuale sistema monetario, bisogna fare un salto nel tempo, dalla sua nascita fino ad oggi. Se oggi infatti il denaro stato fatto diventare il mezzo con il quale un lite di uomini, che fanno parte di un potere massonicobancario, hanno imposto ad ignari cittadini di tutte le parti del mondo un vincolo per farli diventare i nuovi schiavi moderni, ovvero un debito a vita , importante vedere come ci sia avvenuto.

Baratto, Metalli Preziosi e Convenzione Sociale


Analizzando il sistema monetario, partendo proprio dalle sue origini, troviamo che in principio, nel commercio si attuava lo scambio delle merci, cio il baratto. Levoluzione successiva, fu poi quella di accettare un metallo prezioso (oro, argento, bronzo) come mezzo di pagamento in cambio di merce, con il presupposto che chi lo accettava lo poteva dare a qualcun altro, il quale anchesso in seguito lo accettava, facilitando cos gli scambi anche nel tempo, dato che il metallo non si degradava. Naturalmente qui dobbiamo fare immediatamente una precisazione: il metallo come forma di denaro acquisisce valore solo perch alla base si cre una convenzione sociale che consent questo. Cio gli uomini si erano messi daccordo perch il metallo avesse del valore monetario. Cosa che ad esempio, anche in tempi pi recenti non avvenne con le popolazioni indiane dAmerica che non riconoscevano il metallo prezioso come valore, tanto vero che i conquistadores spagnoli scambiavano oggetti semplici come specchi o pugnali in cambio di grosse quantit doro o dargento.

Conio e Signoraggio le Origini


La fase successiva fu il conio, cio quelloperazione che consisteva nellimprimere sopra una moneta un numero che stava ad indicare la giusta quantit di metallo che la moneta conteneva nel suo peso. Con il conio, in seguito, nacque una prima forma di guadagno per chi aveva il diritto di creare moneta. Gi in epoca romana si nota come alcune monete avessero un numero inciso sopra che raffigura il loro valore, il quale non corrispondeva al peso del metallo con cui erano fatte (cio coniate). Con questo cosa sintende? Se ad esempio una moneta recava inciso sopra il valore di 10 denari, il quale rappresentava lesatto peso delloro con cui la moneta era fatta, dimezzando la quantit di oro per fondere la moneta si realizzava da parte dellimperatore un guadagno del 50%. Questa stata la prima forma di Signoraggio, termine che sta a definire il guadagno percepito da colui che ha il diritto di creare moneta. Il termine in questione, viene coniato in epoca medioevale, quando il diritto di creare moneta era prerogativa del signore del feudo. In quel caso, se un abitante del feudo portava delloro di sua propriet per far fondere delle monete (Confronta articoli in allegato Schiavi di un debito Illegale Cap. 5 e 6 di Sergio Basile) costui, cio il signore del feudo, si tratteneva una certa quantit di oro come suo diritto. Il termine signoraggio, infatti sta e stava ad identificare un aggio, cio un guadagno per il signore del feudo (Aggio del Signor Signoraggio).

Lo Scandalo del Signoraggio Oggi Moneta Cartacea e Digitale


Oggi con il termine signoraggio, si intende il guadagno causato dalla differenza che c tra il costo della produzione di una banconota o moneta e il suo reale valore nominale stampato sopra. Il diritto di stampare moneta, nel tempo passato (Cfr.: Articoli in allegato Schiavi di un Debito illegale Cap. 4,5,6) dagli stati sovrani alle banche centrali, che sono completamente di propriet privata

(vedasi ad esempio i partecipanti al capitale sociale di Bankitalia) le quali stampano moneta a costo nullo, come nel caso della moneta digitale che viene accreditata su un conto bancario, oppure, ad esempio della moneta cartacea che ha un costo di 3 centesimi per ogni banconota di 100 euro e, in cambio, lo stato d in contropartita valori reali, oppure dei pagher, cio dei titoli di stato che alla scadenza saranno incassati completamente dalla banca. Ma una domanda dobbligo: con quali soldi si pagheranno per i titoli di debito pubblico? Semplice! Con lincasso percepito dal prelievo fiscale, quindi con il nostro duro lavoro quotidiano!

La Prima Forma Bancaria Dai Templari alle Repubbliche Marinare


Dopo questa piccola anticipazione, ritorniamo indietro nel tempo, e cerchiamo di fare una sintesi, se ci riusciamo, per chiarire a grandi linee come sia potuto accadere tutto questo, dallorigine delle prime forme bancarie. Ma come si sviluppato il primo istituto di credito? Vediamo. La prima forma bancaria lha costituita lordine dei Cavalieri Templari, ordine presso cui durante le crociate, i vari regnanti degli stati che si univano per andare in Terra Santa, depositavano i loro averi nei forzieri del tempio ricevendo in contropartita delle fedi di deposito che potevano ricambiare in un deposito, che ad esempio, si trovava in Terra Santa. Ma, tuttavia, le prime forme di banche vere e proprie nacquero con le Repubbliche Marinare (Cfr. allegato Schiavi di un Debito illegale Cap. 6). Alcuni veneziani, per la maggior parte orefici, crearono dei banchi di deposito, dove un commerciante, depositando i suoi preziosi, riceveva in cambio delle fedi di deposito che utilizzava come forma di pagamento per lacquisto di una qualsiasi merce. Colui che riceveva la fede di deposito, in seguito, poteva scegliere se andare a ritirare l oro che questa rappresentava, depositato presso il banco, oppure ridarla successivamente ad un altro individuo come forma di pagamento. Naturalmente, la maggior parte delle fedi raramente ritornavano indietro per essere convertite in oro: sicuramente era molto pi pratico portare in giro fedi, che grosse quantit di oro.

La Nascita delle BancoNote e la Scalata Bancaria


A questo punto ai banchieri del tempo, gi molto furbi, venne in mente unidea: creare delle note di banco da prestare ai cittadini che ne avevano bisogno, con il presupposto di farsele restituire con i dovuti interessi, ecco cos nate le prime banconote. La differenza tra fede di deposito e nota di banco stava nel fatto che la prima rappresentava un reale valore depositato nel banco, mentre la seconda no. Cos cominciarono i primi affari dei banchieri, che prestavano banco note rappresentanti oro che non era assolutamente di loro propriet, con il presupposto di essere restituite con lauti interessi. Naturalmente su queste basi comincia la scalata al potere delle banche. Con la nascita della Banca dInghilterra, fondata nel 1694, furono emesse sterline con la regola di trasformare il simbolo di costo nullo in moneta.

Il Mondo Nuovo Sommersi dai Debiti


Si introduceva in tal modo la nascita dellattuale era moderna, cio una societ che prima di essere dilaniata dalla fame, si presentava gi come sommersa dai debiti nei confronti di queste lobby massonicobancarie. Ma altro aspetto fondamentale vi siete mai chiesti cosa si intenda per moneta con simbolo di costo nullo? Beh, ci significa che le banconote hanno stampato sopra un valore es. 100 sterline ma il valore intrinseco della moneta non c perch semplicemente carta, la quale avrebbe dovuto rappresentare una quantit di oro

depositata in una banca. Naturalmente, con questi presupposti, in seguito la banca cominci a stampare molta pi moneta rispetto ai depositi di metalli preziosi. (Continua) Cosimo Massaro Rubrica, Schiavi Moderni Qui Europa

Rubrica Schiavi Moderni, Seconda Parte: LEra dellOroCarta, dal Golpe Massonico Liberale dei Mille al Brigantaggio
SOVRANIT MONETARIA RUBATA EVOLUZIONE DI UN IMBROGLIO: LO ZAMPINO DELLA MASSONERIA E DEI ROTHSCHILD

Rothschild, la Massoneria inglese, i Savoia e le incredibili profezie di San Giovanni Bosco (allegato) di Cosimo Massaro (e Sergio Basile)

Schiavi Moderni Evoluzione dellImbroglio


Schiavi Moderni Seconda Parte Gentili lettori, nella prima parte di Schiavi Moderni (vedi allegato) abbiamo introdotto e sostenuto unampia disquisizione sul tema dello strumento denaro, e su come esso sia servito nei secoli agli uomini per scambiare merci e servizi, senza dover ritornare al baratto. Il tutto puntando tuttavia sul valore di metalli preziosi (specie oro e argento) difficilmente deteriorabili e quindi suscettibili di conservare il loro valore nel tempo. Siamo poi tornati sul tema del Signoraggio, (guadagno o agio percepito inizialmente dal Signore/Re, o comunque da colui il quale aveva il diritto di coniare moneta. Poi abbiamo analizzato i motivi che vi furono dietro linvoluzione del fenomeno, coinciso guarda caso con la nascita delle note di banco e del sistema bancario: i banchieri privati come visto fin dalla nascita della Banca dInghilterra riuscirono ad appropriarsi del potere di signoraggio, finendo (vedi FED e BCE) col tempo per emettere cartamoneta (banconote) assolutamente senza alcuna copertura aurea. Pratica dunque avviata, anche se in maniera parziale e meno spudorata dalla stessa Banca dInghilterra, allindomani della Sua nascita. Possiamo parlare in tal senso di signoraggio primario. Fino a passare, poi, allaltro imbroglio epocale (o signoraggio di 2 livello) cio quello della cosiddetta moneta digitale: nata da un semplice click di un mouse.

LEra dellOroCarta
Un altro aspetto, molto importante, di questo sistema, sta nel fatto che il sovrano inglese del tempo, indebitatosi notevolmente con la banca per le eccessive guerre, non potendo restituire il denaro, concesse il diritto di stampare moneta alla banca (Cfr. Schiavi di un Debito Illegale di Sergio Basile vedi allegati) perdendo cos la sovranit monetaria. In proposito, citando alcuni passi estrapolati da un articolo scritto su Abruzzo Press dallindimenticato Prof. Giacinto Auriti, leggiamo: Non a caso nel 1694 viene fondata la banca dInghilterra che emette la sterlina sulla regola di trasformare il simbolo di costo nullo in moneta, inaugurando lera dellorocarta. Non a caso nasce la subordinazione del potere religioso a quello politico quando il Re dInghilterra come visto (Cfr.: Rubrica Sete di Giustizia e Sovranit di Gerardo Campagna vedi articolo in allegato) diventa anche capo della religione protestante anglicana sovvertendo lordine gerarchico del Sacro Romano Impero per cui lautorit politica era autonoma ed eticamente subordinata alla sovranit religiosa.

Banchieri e Protestanti
Non a caso quando il protestantesimo entr in Europa continentale come visto non fond una chiesa, ma una banca: la Banca Protestante il cui presidente, il Naker, divent consigliere di Luigi XIV. Non a caso (confronta allegato di G. Campagna Cit.) tutte le monarchie cattoliche della vecchia Europa si disintegrarono perch si indebitarono senza contropartita verso i banchieri per la moneta satanica da questi emessa a costo nullo e che gli stessi re avrebbero potuto emettere gratuitamente per proprio conto senza indebitarsi. Non a caso in Svizzera vige la regola di essere ad un tempo banchieri e protestanti. Non a caso la differenza essenziale tra Sacro Romano Impero e Commonwealth Britannico fu e resta tuttoggi proprio la moneta. Ci permise al Commonwealth di raggiungere nel 1855 una estensione di 22 milioni e 750 mila chilometri quadrati, divenendo il pi grande impero mai esistito, a discapito delle monarchie di stampo ed orientamento cattolico, e dei rispettivi reggenti.

La Linea Rothschild
Grazie alle guerre fomentate da occulte regie, i sovrani cattolici finirono tutti per indebitarsi e di conseguenza indebolirsi allinverosimile. Naturalmente, lestablishment nei secoli ha badato bene a non far trapelare questi fatti e a non farli divulgare. Ci, specie nei testi scolastici: controllare la scuola e le libere accademie, da sempre, infatti, stata sinonimo di controllo sistematico del futuro delle generazioni future, e dunque degli stessi stati. Non a caso, ancora oggi, si dice che la storia viene scritta dai vincitori. A tal proposito interessante ricordare ancora una volta unaffermazione detta da Amschel Mayer Rothschild, noto banchiere nel 1773 (come visto in altre sedi, fondatore per commissione della Setta degli Illuminati), per far capire il modus operandi di questi personaggi senza scrupoli. Citazione, questa, particolarmente valida anche oggi: La nostra politica quella di fomentare le guerre, ma dirigendo conferenze di pace, in modo che nessuna delle parti in conflitto possa ottenere guadagni territoriali. Le guerre devono essere dirette in modo tale che le Nazioni, coinvolte in entrambi gli schieramenti, sprofondino sempre di pi sotto il nostro controllo, cio sotto un mare, un oceano sconfinato di debiti.

Dietro lUnit dItalia. Dietro il Brigantaggio


Anche lunit dItalia, a parer mio, considerata da questo punto di vista, al di l della visuale romantica del nostro Risorgimento, nata sotto questi auspici. Infatti curioso notare, come, il Regno delle Due Sicilie prima che avvenisse la conquista da parte dell esercito Savoiardo possedesse ben 443,2 milioni rispetto ai 225,2 milioni di tutti gli altri regni dItalia messi assieme (Cit. Francesco Saverio Nitti, Scienze delle finanze. Pierro 1903, Pag. 292). Lo stato Savoiardo utilizzava il sistema economico inglese cio un sistema con una parziale copertura di oro rispetto alle monete circolanti e inoltre era notevolmente indebitato con la banca inglese dei Rothschild. La stessa, appoggi casa Savoia nel fare lItalia in quella maniera cos cruenta che conosciamo (anche se in maniera frammentaria) a discapito di milioni di morti causati nel Sud Italia, facendo passare la rivolta popolare che ne scatur come lotta al brigantaggio. Nulla di pi falso ed ipocrita! Sono ormai notevoli le nuove fonti storiche che stanno facendo riscrivere la storia del nostro Risorgimento, realizzato anche con il sostegno di una regia occulta massonicoliberale che si muoveva dietro le quinte. Poteri, facenti capo come al solito al Regno Unito: lo stesso che finanzi la mitica marcia dei Mille garibaldini. Ma vi siete mai chiesti come mai tante piazze, scuole ed edifici pubblici siano stati dedicati alla memoria del Gran Maestro Giuseppe Garibaldi? Vi siete mai chiesto il reale scopo simbolico e sostanziale dellavanzata verso Roma e della Breccia di Porta Pia?

Rothschild, i Savoia e la vera ragione della Guerra ai Borbone


Altro fatto primario dellappoggio inglese ai Savoia fu, sicuramente, la questione che il Regno Borbonico avendo un sano sistema economico con una reale copertura delle monete circolanti in metalli preziosi non poteva essere soggiogato sotto la dittatura bancaria dei massoni inglesi, e per giunta poteva essere un cattivo esempio di politica economica per altre nazioni. Fonte dispirazione per eventuali rivoluzioni. Cos il Regno Borbonico (vicino alla Chiesa ed al cattolicesimo) fu distrutto ed espropriato di tutte le sue ricchezze dai Savoia con le quali poterono cos colmare i debiti nei confronti dei Rothschild. Dal nostro Risorgimento liberalmassonico, infatti guarda caso ebbe origine la piaga del Mezzogiorno dItalia. Ma la cosa che ci getta davvero nello sconcerto notare come lignoranza su tali temi domini ancora oggi incontrastata; come molti cittadini del Mezzogiorno non abbiano assolutamente imparato la lezione, ed ancora oggi abbiano serie difficolt nellindividuare i nemici veri dei popoli, dagli amici. Anzi spesso preferiscano ancora instaurare raccapriccianti connivenze affaristicomafiose con i primi, a discapito dei secondi! Ma ci chiediamo: cosa c di pi brutto dellignoranza? beh forse lignoranza unita allegoismo umano ed allamore per il dio danaro. Cosimo Massaro, Sergio Basile (Copyright 2013 Qui Europa) (Cosimo Massaro Autore de La Moneta di Satana e La Caduta dellUltimo Impero)

Allegato

LA STORIA NON RACCONTATA DALLA STORIA UFFICIALE , ALL INDOMANI DELLA BRECCIA DI PORTA PIA, E DELL ASSALTO LIBERAL MASSONICO ALLA CHIESA DI ROMA
Casa Savoia e lintimazione di Don Bosco: non abolite gli ordini religiosi, o sar peggio per voi! di Sergio Basile

I Savoia, la Legge Rattazzi e la Profetica Maledizione di San Giovanni Bosco

Quel che gli storici liberali dimenticano


Torino, Roma Abbiamo visto come il Casato Savoia ebbe un ruolo centrale sia nellimpoverimento del Mezzogiorno, che nel golpe massonicoliberale ai danni della Chiesa Cattolica di Roma, sfociato nella storica e mitica (o meglio fin troppo mitizzata) Breccia di Porta Pia; sia (in compartecipazione) nella distruzione dei Borbone. Il tutto sotto la sapiente regia della massoneria inglese e dei Rothschild. Tanto per cambiare! Ma c un aspetto davvero curioso quanto occultato dai libri di storia che quest oggi vogliamo raccontarvi. Per onor di cronaca e per giustizia. Vediamo!

Il Golpe massonicoliberale e la Legge Rattazzi La Storia insegna


Nel 1855, cio qualche anno prima che si concretizzasse la celeberrima unificazione dItalia (1861) che si realizz bene non scordarlo mai sul sangue innocente di milioni di Italiani del Sud, allegramente massacrati (vedi modello Pontelandolfo su tutti articolo in allegato), sotto il Regno di Vittorio Emanuele II, venne approvata una discussa quanto iniqua legge, ispirata dai grandi burattinai anglofoni di cui sopra, che pass alla storia come Legge Rattazzi. Essa, cre lhumus culturale ideale a quella che sarebbe stata la Breccia di Porta Pia (20 Settembre 1870). La Legge Rattazzi comport, tra lo sconcerto generale, la soppressione degli ordini religiosi e lincameramento dei loro beni: sempre nel nome di una esasperata e illogica laicit sociale imperante, figlia della pi pura dottrina massonicoilluminata ed illuminista. Anche se allora ci avvenne in maniera meno subdola, senza cio che nessuno parlasse di IMU o altre fesserie del genere (vedi paradigma contemporaneo: quel che sta accadendo in paesi come Portogallo e Cipro vedi articoli in allegato). Ma un fatto avvenne! Un fatto straordinario! Un fatto destinato ad entrare nella storia dal portone principale, malgrado gli storici soffrano ancora oggi di strane forme di amnesia. Don Bosco (San Giovanni Bosco) in quegli anni cupi e feroci, e poco prima dellapprovazione della legge, fece due profezie al re, sul destino di Casa Savoia e sulle conseguenza che la sua condotta immorale avrebbe causato sulla stessa.

Le Straordinarie Profezie di Don Bosco a Vittorio Emanuele II


(Dal librodiario, I Sogni di Don Bosco Ed. Elledici, 1987; Cfr.: G. Barra Don Bosco e la Persecuzione Risorgimentale) Come ci illustra lo scrittore Gianpaolo Barra, nel dicembre del 1854, mentre in Parlamento la Rattazzi era in discussione, Don Bosco fece un sogno del quale inform tempestivamente il Re. Il Santo aveva sognato un bambino che gli affidava un messaggio. Il messaggio diceva: Una grande notizia! Annuncia: gran funerale a corte . Ma a distanza di giorni, vista lincredulit del sovrano, fu necessario un altro avvertimento, successivo ad un nuovo sogno. Il bambino questa volta rincarava la dose, aggiungendo: Annunzia: non gran funerale a corte, ma grandi funerali a corte!. Don Bosco ammon nuovamente il Re, invitandolo a non sfidare Dio e a non far approvare la legge. Ma Vittorio Emanuele II fu irremovibile e non prest ascolto alle parole di quel prete pazzo o quanto meno esaltato.

La Morte della regina Madre e il Terzo Avvertimento


Allora accade qualcosa di incredibile: il 5 gennaio 1855, mentre il disegno di legge era in Parlamento, giunse la notizia della fulminea malattia di Maria Teresa (madre del Re). Sette giorni dopo allet di 54 anni la Regina madre mor. Ma non finisce qui (e per cortesia non chiamatele coincidenze!). Il giorno dopo, la moglie di Vittorio Emanuele II, Maria Adelaide, al ritorno del funerale si ammal improvvisamente di metrogastroenterite. Poche ore dopo il Re Vittorio Emanuele (II) ricevette un nuovo segnale da Don Bosco: si trattava di una nuova lettera. La terza. Persona illuminata ab alto recitava testualmente lo scritto ha detto: Apri locchio! gi morto uno. Se la legge passa, accadranno gravi disgrazie nella tua famiglia. Questo non che il preludio dei mali. Erunt mala super mala in domo tua (saranno mali su mali in casa tua). Se non recedi, aprirai un abisso che non potrai scandagliare.

33 La Morte della Regina Maria Adelaide e di Ferdinando di Savoia


Bene, appena 4 giorni dopo il ricevimento di questa lettera sapete cosa accadde? La giovanissima Regina Maria Adelaide mor (20 gennaio 1855). Quella stessa sera come predetto da Don Bosco Ferdinando di Savoia (fratello del Re) si ammal e mor dopo due settimane. Entrambi (sia Maria Adelaide, che Ferdinando) trapassarono all et di soli 33 anni. Ma neppure questi straordinari eventi servirono a fermare la diabolica testardaggine del Re. La legge Rattazzi fu approvata alla Camera circa un mese dopo (2 marzo).

Passa la Rattazzi in Senato Muore Vittorio Emanuele Leopoldo


Altra coincidenza (si fa per dire) capit al momento dellapprovazione della legge in Senato: mor tra lo sbigottimento generale il piccolo Vittorio Emanuele Leopoldo, il figlio pi giovane del Re. E il ricordo non pu che andare al celebre passo biblico della morte del figlio del Faraone dEgitto, sordo alle parole di Mos, che gli chiedeva invano di liberare dalla schiavit il suo popolo, e ai flagelli divini sullEgitto. Analogia impressionante! Non trovate? La famiglia di chi ruba

a Dio tribolata e non giunge alla quarta generazione. Cos terminava la terribile profezia del Santo.

La Soppressione delle Case Religiose e il Pentimento tardivo


Malgrado ci, e malgrado la scomunica di Papa Pio IX (che coinvolse tutti gli autori, i fautori, gli esecutori della legge) il Re firm per la chiusura/soppressione di 334 case religiose. Il perdono di Pio IX giunse solo nel 1859, su richiesta di Vittorio Emanuele. Atto di clemenza di grandissima portata, visti gli sfaceli fatti!

Corsi e Ricorsi storici Dio non dimentica!


Ma la profezia di Don Bosco si realizz fino in fondo: Vittorio Emanuele II mor di malaria a soli 58 anni (febbre curiosamente contratta a Roma, in occasione della Breccia di Porta Pia); Umberto I (suo successore, anchegli massone) mor a 56, per mano dellanarchico Bresci. Vittorio Emanuele III (secondo successore) come noto, fugg nel 1943. Il terzogenito (Umberto II) fu esiliato allindomani del contestatissimo ed ambiguo Referendum. Egli fu in carica solo per poche settimane. Dio, come vedete, realizz le promesse fatte in sogno a don Bosco. Certo, ripensando a questi fatti, ed alla storia attuale (che molto somiglia in diversi aspetti agli eventi ed al contesto storico raccontato) in una sorta di ricorso storico di vichiana memoria; ripensando a questo tempo di falsit e attacchi senza precedenti a Dio, alle Nazioni sovrane ed ai popoli, ci vorrebbe proprio un altro buon profeta per i nostri governanti! Ma daltra parte non dimentichiamolo Dio libera sempre il suo popolo. La Scrittura insegna! E solo questione di fede e tempi Sergio Basile (Copyright 2013 Qui Europa) Note: Cfr.: Librodiario, I Sogni di Don Bosco Ed. Elledici, 1987; Cfr.: G. Barra Don Bosco e la Persecuzione Risorgimentale

DALLA SECONDA GUERRA MONDIALE AL PREDOMINIO ILLEGITTIMO DEL DOLLARO USA: MONETA DEBITO CARDINE IN FUNZIONE DI UNA SEMPLICE CONVENZIONE SOCIALE
Dalla Seconda Guerra Mondiale a Bretton Woods: legemonia dellImperialismo USA e del dollaro USAFED, Un Oceano di Assegni a Vuoto LEpoca del Mercatismo esasperato: scalata alle nazioni Il Debito Pubblico dietro la facciata LiberalDemocratica La Profezia di Thomas Jefferson

Rubrica Schiavi Moderni, Terza Parte: Sovranit Monetaria Rubata Alle origini della Truffa

di Cosimo Massaro

Schiavi Moderni Terza Parte: la Profezia di Thomas Jefferson


Schiavi Moderni Terza Parte Dopo aver compreso (vedi allegati) le origini della truffa monetaria ai danni dei popoli, avviando la nostra indagine a partire dal conio e dal signoraggio; dopo aver compreso cosa si sia storicamente celato dietro la nascita dellorocarta e dietro il golpe coloniale (anglofono) sullItalia, attuato dietro la regia della Corona Inglese e della dinastia dei banchieri Rothschild (processi che possiamo inquadrare allorigine degli annosi problemi del Mezzogiorno dItalia: fino ad allora luogo ideale di benessere e ricchezza e centro d affari per tutto il Mediterraneo e lEuropa) ora, facendo un altro salto nel tempo, considerando i fatti pi incisivi, arriviamo alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Bretton Woods e il Predominio illegittimo del Dollaro


Gli alleati occidentali hanno vinto il conflitto e, uno dei problemi che si pone al mondo economico, lampliamento dei mercati a livello mondiale, infatti dopo lera industriale si avvia il processo di conquista dei mercati. Nascono cos, il 22 Luglio del 1944 gli Accordi di Bretton Woods i quali stabilivano, in sintesi, che lunica moneta convertibile in oro fosse il dollaro, con il presupposto che gli Stati Uniti avrebbero potuto stampare 35 dollari per un oncia doro secondo gli accordi. Invece, da quel momento in poi gli Stati Uniti stamparono pi dollari che giornali, emettendo 80.000 milioni di dollari anzich 10.000 milioni come avrebbero potuto fare in rapporto alle proprie riserve auree.

Truffa USA Un Oceano di Assegni a Vuoto


Quindi con quello stato di fatto come se avessero emesso assegni a vuoto per 70.000 milioni di Dollari. Il 15 Agosto del 1971 il presidente degli Stai Uniti d America, Richard Nixon, dichiara

la fine degli accordi di Bretton Woods, spinto dalla pressante situazione creata dai presidenti di altri Paesi (come quello francese, De Gaulle) che stavano convertendo enormi quantit di dollari in oro, svuotando le riserve auree statunitensi. Cos, dopo la decisione di Nixon, non ci fu pi nessuna copertura aurea dietro la creazione di denaro effettuata dalle banche centrali. A quel punto, il mondo, essendo sommerso di dollari e con le varie economie statali che lo utilizzavano come base monetaria (con la compiacenza dei Paesi Arabi, ed in cambio della protezione da parte degli USA, sui propri giacimenti petroliferi) avrebbero dovuto scegliere tra il dollaro come sostituto delloro o perdere tutto quello su cui la propria economia era basata. Naturalmente prevalse la linea di accettare la nuova moneta senza copertura aurea, cos il crollo economico preannunciato da molti economisti non si avver.

Dollaro Legittimato in base ad una semplice Convenzione Sociale


Ci non avvenne solo per il fatto che ci si era messi daccordo a livello mondiale di riconoscere il dollaro come moneta base per gli scambi commerciali internazionali, vedi ad esempio lacquisto del petrolio che si pu effettuare solo in dollari. Ecco ancora unaltra volta che ci ritroviamo davanti ad una convenzione sociale per far riconoscere il dollaro senza copertura aurea come moneta base per gli scambi internazionali. Questo ci fa capire, ulteriormente, dandoci anche la prova storica, visto che ormai sono passati pi di sessantanni, che alla base del valore del denaro non c una qualsiasi materia preziosa che debba coprire il suo valore, ma bens la convenzione fra cittadini che lo accettano come tale. Tutti i paesi del mondo presero in considerazione il dollaro come sostituto delloro, quindi da quel momento tutte le banche centrali stamparono moneta senza copertura aurea.

La Deriva delle Banche Centrali e la Truffa delle Truffe


Attualmente, la situazione la seguente: le banche centrali come la BCE (Banca Centrale Europea) o la FED (Federal Reserve) stampano pezzi di carta o banconote (o meglio, emettono moneta virtuale) praticamente a costo nullo. In seguito la prestano allo stato (cio noi) e in contropartita, ricevono dallo stato stesso, titoli di debito pubblico che alla scadenza dovranno essere pagati con le entrate percepite attraverso le imposte. Tutto questo per coprire il valore di quel denaro che ha creato un debito pubblico con laggiunta di interessi, il quale logicamente risulter in virt di tale diabolico tranello, semplicemente inestinguibile. Inestinguibile solo perch rappresenta tutta la massa monetaria circolante che ci viene data in prestito carica di debito, essendo lEuro monetadebito del portatore. Con questo, si pretende di pagare un debito con un altro debito. Cosa altrettanto curiosa e truffaldina che il denaro che servirebbe a ripagare gli interessi, in realt non viene mai creato. Come vedete, dunque, il piano di Casa Rothschild e degli Illuminati, concepito come detto nel 1776, tappa dopo tappa ha dato i suoi velenosi frutti, fino ad instaurare sullItalia, sullEuropa e sul mondo intero (tranne qualche eccezione) la dittatura del sistema bancario.

Il Debito Pubblico in sintesi Dietro la Facciata LiberalDemocratica


Oggi, dopo queste considerazioni, possiamo dedurre che il debito pubblico non altro che un sistema di dominio sui popoli. il nuovo sistema per schiavizzare ignari cittadini alloscuro di cosa si celi dietro la facciata liberaldemocratica. Anche i popoli del cosiddetto terzo mondo prima di essere affamati sono dilaniati dal debito pubblico. Oggi un bambino appena nasce, ha gi sulle spalle un debito non dovuto di 20.000 euro. Lalternativa a questo stato di cose la Sovranit Monetaria Popolare. Il denaro dovrebbe essere stampato dalla zecca dello stato, cio da noi. Cosa che gi avviene peraltro con le monete metalliche della quale infatti percepiamo noi il signoraggio senza indebitarci con nessuna banca.

Lo Strumento MassonicoBancario per Schiavizzare i Popoli


A questo punto, la domanda nasce spontanea: perch non stampiamo noi i soldi come avviene per le monete metalliche? Pertanto, la risposta altrettanto scontata, perch llite massonico bancaria perderebbe il mezzo di potere supremo che adotta per schiavizzare i popoli, cio la tecnica del debito pubblico. A questo punto, ci si chiede come sia potuta accadere una cosa simile e come si sia arrivati a questo senza che nessuno abbia fatto qualcosa. Naturalmente, come al solito, la verit storica anche su uomini del passato, che hanno cercato di andare contro questo sistema di potere, viene censurata al grande pubblico per non far sapere cosa combattevano questi uomini.

La Profezia di Thomas Jefferson


In merito importante citare una affermazione di Thomas Jefferson, terzo presidente degli Stati Uniti dAmerica Se il popolo Americano permetter che siano banche private a controllare lemissione della nostra moneta, prima con linflazione, poi con la deflazione, le banche e le grandi imprese che sorgeranno attorno (le future multinazionali di oggi) toglieranno al popolo tutte le loro propriet fino al punto che i loro bambini si sveglieranno senza casa sul continente che stato conquistato dai loro padri. Il potere di emissione dovrebbe essere tolto dalle mani delle banche e restituito al popolo, al quale appartiene legittimamente. Davvero profetico, sembra la fotocopia dellattuale situazione dei tempi in cui viviamo, solo che Thomas Jefferson afferm ci nel 1776 (anno particolare anche per un altro evento: il 1 Maggio nasceva, infatti, la Setta Loggia degli Illuminati di baviera, su iniziativa di Adam Weishaupt e commissione di Casa Rothschild). Ma Jefferson non di certo passato alla storia per essere stato un profeta, tuttavia le intuizioni diventano profetiche quando si conoscono bene i sistemi che condizionano la storia. (Continua) Cosimo Massaro Rubrica, Schiavi Moderni Qui Europa / Terza Parte Riconquistiamo la Sovranit Monetaria, per Uscire dalla CrisiTruffa (Cosimo Massaro Autore de La Moneta di Satana e La Caduta dellUltimo Impero)