Sei sulla pagina 1di 42

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION

ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28

eramagazine@era.eu

Iz7PFU Massimiliano Comitato nazionale per l Italia Referenza Supporto Attivit Operative ; referenza ERAMAGAZINE
sao@era.eu ; eramagazine@era.au

ERAMAGAZINE un notiziario telematico inviato ai soci dellAssociazione e a coloro che hanno manifestato interesse nei suoi confronti. Viene distribuito gratuitamente agli interessati in forz delle garanzie contenute nell' Art. 21 della Costituzione. Non in libera vendita, un periodico ed il contenuto costituisce espressione di opinioni e idee finalizzate al mondo della radio e del volontariato di protezione civile. E pertanto da considerarsi "prodotto aziendale" e come tale il contenuto equiparato all informazione aziendale ad uso interno per il quale il comma 2 Art.1 L. 62/01 esclude gli adempimenti di cui alla L. 47 /48 per la stampa periodica.

ERAMAGAZINE non accetta pubblicit diretta ad uso commerciale. Luogo di redazione Monopoli BA, ma non meglio definibile essendo un prodotto telematico limitato a INTERNET; La data di realizzazione e distribuzione variabile e non a scadenza fissa.
Referente ERAMAGAZINE Iz7PFU Massimiliano

European Radioamateurs Association

Pagina 2

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28

eramagazine@era.eu

INDICE INTERATTIVO
CHE COSA POSSIAMO DIRE PER RICORDARE AI GIOVANI I FATTI SALIENTI DEL PASSATO?

Pag. 4 Pag. 8 Pag. 9 Pag. 10 Pag 14 Pag 16 Pag 18 Pag 20 Pag 22 Pag. 24

CULTURA
MEETING

LECCE 13 OTTOBRE XXXI MEETING ASTROFILI PUGLIESI 9 ottobre LA NASA AI RADIOAMATORI: COLLEGATE LA SONDA JUNO RADIO KRONICA 2 di Giovanni I0KQB Certificato Gruppo Telegrafisti E.R.A. 12/27 OTTOBRE 2013 28/29-09-2013 TERREMOTO IO NON RISCHIO ERA/RNRE-PALERMO TERREMOTO IO NON RISCHIO VIDEOCONFERENZA TERREMOTO IO NON RISCHIO MISERICORDIE di SIENA 28/29-09-2013 TERREMOTO IO NON RISCHIO ERA/RNRE-BERGAMO ATTIVAZIONE MALTEMPO E.R.A. ROMA ROMA Processione in onore di San Pio Campo estivo Cesvop a Campofranco. E.R.A. CAMPOFRANCO CORSO DI RADIO EMERGENZA A NISCEMI E.R.A. CAMPOFRANCO 3 CAMPO ESTIVO A SFERRACAVALLO (PA) E.R.A. CAMPOFRANCO KOLBE DAY 2013 E.R.A. PALERMO 5 RALLY 5 COMUNI E.R.A. LECCE L ABBRACCIO DI PAPA FRANCESCO E.R.A. CAGLIARI RADIO KRONICA 2 by Giovanni I0KQB english version CONVENZIONE RADIOKIT E LIBRI CONVENZIONE AZIENDA SPECIALIZZATA DEL SETTORE PROSISTEL INFO UTILI PER LA PUBBLICAZIONE SU ERAMAGAZINE

ATTIVITA OM ATTIVITA OM ATTIVITA OM ESERCITAZIONI ESERCITAZIONI ESERCITAZIONI ESERCITAZIONI PROTEZIONE CIVILE

Pag. 25 VOLONTARIATO Pag. 26 ESERCITAZIONI Pag. 27 ESERCITAZIONI Pag. 28 ESERCITAZIONI Pag. 29


ANNUALI

Pag. 30 VOLONTARIATO Pag. 32 VOLONTARIATO Pag. 34 Pag. 39 Pag. 40 Pag. 42


ATTIVITA OM CONVENZIONI CONVENZIONI ERA

European Radioamateurs Association

Pagina 3

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

CHE COSA POSSIAMO DIRE PER RICORDARE AI GIOVANI I FATTI SALIENTI DEL PASSATO?
FRANCESCO BERIO

Dedica della Principessa Elettra Marconi, figlia di Guglielmo Marconi linventore della radio, allo scrivente per le attivit svolte per i giovani A Francesco Berio Grata per il Suo prezioso lavoro nel valorizzare le grandi opere di mio padre Guglielmo Marconi, tenendo alta la sua enorme potenzialit nel presente e nel futuro. Con stima ed amicizia Elettra Marconi Roma 8 - 1 - 2010 Mi chiamo Francesco Berio, sono Radioamatore con patente e licenza ministeriale e mi dedico da molti anni a divulgare la conoscenza della radio e delle telecomunicazioni nelle varie fasi tecniche e storiche. Ho ricoperto ruoli di responsabilit presso importanti societ e banche nazionali ed internazionali nel settore delle telecomunicazioni informatiche e tecnologie avanzate. Volendo trattare questi temi, si possono citare, ovviamente, illustri personaggi italiani che con le loro opere e con il loro elevato impegno hanno contribuito a farci crescere. Ad esempio, pu essere gratificante parlare di Matteo Ricci - Li Madou, "il Saggio d'Occidente sinologo di Macerata - che nel 1600 divenne un importante personaggio in Cina per le sue innumerevoli attivit culturali. Ammirato dagli eruditi di corte, luomo geniale (come veniva chiamato Ricci) ebbe il privilegio di essere nominato mandarino anche per aver appreso in modo perfetto la lingua cinese. A volte era preoccupato che la risposta, alle lettere che inviava in Italia, necessitava sino sei anni. (che bel paragone con la modernit di oggi..). La sua tomba si trova a Pechino, e il suo operato da sempre un grande stimolo per tutti. Interessante ricordare anche un altro italiano, un collezionista erudito nel Giappone del periodo o rinnovamento Meiji (1868 1912): Edoardo Chiossone. Chiossone nacque ad Arenzano (GE) nel 1833; comp gli studi presso l'Accademia Linguistica di Belle Arti di Genova, diventando professore di disegno e incisione nel 1855. Nel 1874 il governo giapponese lo invit a Tokyo e gli offr un contratto per fondare e dirigere la nuova Officina Carte e Valori del Ministero delle Finanze. Chiossone, trasferitosi in Giappone nel gennaio 1875, vi rimase tutta la vita. Egli fu non soltanto l'autore delle prime carte valori - banconote, francobolli, titoli di Stato e altro - del Giappone moderno, ma anche il ritrattista ufficiale dei pi alti rappresentanti dello Stato, dall'Imperatore e consorte a principi e ministri. Nel 1883 i suoi disegni di banconote furono inviati dalla Stamperia Imperiale del Giappone allEsposizione Internazionale di Boston. Fin dall'inizio del suo soggiorno Chiossone svilupp un profondo interesse per l'arte giapponese - grazie anche ai consigli di noti orientalisti europei - e raccolse attivamente molte opere che all'epoca il mercato antiquariale offriva in abbondanza: tutti i settori delle arti figurative e decorative sono rappresentati nelle collezioni che Chiossone destin nel testamento alla sua citt natale, e ancora oggi a lui intitolato il famoso museo Chiossone di Genova. Mor a Tokyo nel 1898 e fu sepolto nel cimitero di Aoyama, dove le sue spoglie si trovano ancora oggi. .continua
European Radioamateurs Association Pagina 4

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

CHE COSA POSSIAMO DIRE PER RICORDARE AI GIOVANI I FATTI SALIENTI DEL PASSATO?
FRANCESCO BERIO

Tra gli altri personaggi degni di nota, possiamo ricordare il francese Claudio Chappe, che nel 1792 trasmise il primo messaggio tramite il suo segnalatore meccanico; lamericano Samuel Finley Breese Morse che, grazie al suo alfabeto, si riusc ad inviare nel 1884 il messaggio tra Baltimora e Washington. Non possiamo certamente dimenticare il famoso coherer o coesore realizzato dallitaliano Tommaso Calzecchi Onesti nel 1884 e perfezionato da Marconi, e ancora possiamo sottolineare limportante codice Baudot (dal suo ideatore francese mile Baudot) utilizzato per le telescriventi e considerato una pietra miliare delle comunicazioni. Come non ricordare il nostro Federico Faggin, nato a Vicenza nel 1941 ed inventore del famoso microprocessore Z80 che divenne il famoso microprocessore a 8 bit sul mercato negli anni 80. Il 19 ottobre 2010 il nostro concittadino ha ricevuto la National Medal of Technology and Innovation (la medaglia nazionale per la tecnologia e linnovazione) direttamente dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. La tecnologia ha fatto passi da gigante in questi ultimi anni, idee impensabili si sono avverate e tantissime risorse sono state impiegate in questo settore. Vale sicuramente la pena ricordare chi stato uno dei pi famosi fondatori del progresso: GUGLIELMO MARCONI. Io organizzo convegni per ricordare lillustre personaggio, padre della radio, e la sua importanza nella storia moderna. In questo ultimo periodo abbiamo organizzato due convegni presso il famoso Museo Storico di Piana delle Orme in provincia di Latina. Il primo aveva per titolo OMAGGIO A MARCONI mentre il secondo LAVVENTURA DELLA COMUNICAZIONE Il pi grande percorso nella storia di noi uomini con lo scrivente come relatore. In queste poche righe raccontare tutto sarebbe unimpresa impossibile, ma negli anni ho potuto constatare nei giovani un aumento di interesse per conoscere le varie pietre miliari della storia delle telecomunicazioni. Qui posso accennare a qualche curiosit su Guglielmo Marconi: MARCONI conosciuto perch la sua grande opera ha suggellato linizio dellera delle comunicazioni moderne nel mondo Alla sua morte, avvenuta il 20 luglio 1937, tutte le stazioni radio del mondo osservarono due minuti di silenzio; un tributo riservato, fino ad oggi, soltanto a lui Ha infatti dato inizio al Radar, allAntenna Parabolica, al Cellulare, al Telecomando, al Satellite, al Radiofaro, allutilizzo delle onde radio per la medicina (bisturi a onde ultracorte), fino ad arrivare ai social network e a molto altro, sempre a beneficio dellumanit. Ci sono invenzioni che, seppure importanti, limitano la loro influenza ad un settore ben definito e altre che mettono in moto un processo molto ampio la cui portata pu essere valutata solo a grande distanza di tempo: linvenzione della radio, il cui merito va a Guglielmo Marconi, appartiene a questa seconda categoria. Guglielmo Marconi conosciuto universalmente come il Padre delle Radiocomunicazioni e dellattuale wireless ...continua
European Radioamateurs Association Pagina 5

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

CHE COSA POSSIAMO DIRE PER RICORDARE AI GIOVANI I FATTI SALIENTI DEL PASSATO?
FRANCESCO BERIO

(dall inglese senza fili), vale a dire la modalit tecnica che maggiormente connota, in tutto il mondo, l'inizio del Terzo Millennio Le finalit della sua invenzione saranno soprattutto per salvataggi in mare e per il bene dellumanit Ecco qualche data importante della sua vita: 1896 ottiene il brevetto Perfezionamenti di Telegrafia senza fili num.12,039 1900 ottiene il brevetto n.7777 sui circuiti sintonici anti interferenze (ossia risonanti sulla stessa frequenza) 1912 1920 dopo il naufragio del Titanic, su autorevole interessamento di Marconi, vengono emanate leggi speciali, da vari Governi, per lobbligatoriet di stazioni radiotelegrafiche a bordo delle navi di lunga crociera Premio Nobel per la Fisica (1909) PRIMO ITALIANO A SOLI 35 anni Premio consegnato dal re di Svezia Gustavo V Laurea honoris causa in 16 universit italiane e straniere Oltre 100 titoli di appartenenza ad accademie ed istituzioni scientifiche nel mondo Acclamazioni da cittadini, accademici e sovrani in tutto il mondo Gli italiani a Marconi devono moltissimo: al di l della riconoscenza per la propria opera scientifica, va sottolineato che egli diede dellitaliano unimmagine di grande rispetto, in tutto il mondo, suscitando limpressione di intelligenza e di efficienza che giov moltissimo al decoro di tutta la Nazione. La grandezza di Marconi sta non solo nella sua invenzione, ma anche nella sua intuizione, nella sua somma grandezza di scienziato, di inventore, nella sua capacit imprenditoriale, abilit commerciale e mentalit internazionale. Il suo lavoro non solo rivolto allallora nascente industria delle Telecomunicazioni, ma al genere umano, al miglioramento della vita di milioni di persone in tutto il mondo, perch la tecnologia ha questo come fine ultimo, tanto da spingere Marshall McLuhan (famoso sociologo canadese) ad utilizzare il termine Costellazione Marconi per spiegare lenorme influenza della telecomunicazione sul nostro modello di societ, appunto universalmente considerata societ dellinformazione. 1920 da unintervista Io dovevo starmene seduta con le braccia incrociate mentre lui se ne stava a giocherellare con la radio a galena. Se ti muovevi appena lui ti diceva subito Sssst. Non potevi nemmeno andare a pelare le patate, perch lui ti diceva di sentire il rumore delle gocce dacqua nellacquario che coprivano quello che arrivava tramite auricolari 1922 Rivista Primavera Italica 5 gennaio anno 1 N. 1 I nostri fratelli lontani Gli italiani abitano in tutto il mondo lavorano in tutto il mondo portano lamore per la lontana terra natia ed il linguaggio pittoresco del nostro paesecontinuo partire per la grande miseria della nostra terra continua

European Radioamateurs Association

Pagina 6

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

CHE COSA POSSIAMO DIRE PER RICORDARE AI GIOVANI I FATTI SALIENTI DEL PASSATO?
FRANCESCO BERIO

Per non tutti gli emigranti sono poveracci, e ce ne sono di quelli davanti ai quali ci si deve mettere sullattenti. E emigrante Guglielmo Marconi, che se ne and in Inghilterra per portare a compimento le sue meravigliose invenzioni, era emigrante Caruso che esalt col suo canto in America larte Italiana Orazio Pedrazzi

1924 Broadcast over Britain John Reith mitico Direttore Generale BBC 1922 1927

La radiodiffusione porta serenit e stimoli in molte case dove vi un gran bisogno di questi elementi, ma in realt fa molto di pile persone in breve tempo saranno in grado di elaborare opinioni personali su molte questioni di attualit, questioni che finora potevano conoscere solo tramite opinioni elaborate da altri o che erano costretti a ignorare completamente * Educare, Informare e Divertire la famosa triade - suoi obiettivi imperativi

1936 Rudolf Arnheim nel famoso libro RADIO (1938 - 1978 La Radio cerca la sua forma- 2003 La radio, larte dellascolto)

La radio offre spesso musica meravigliosa al prezzo di un fiammifero;


Siamo troppo poco educati per il rispetto delle cose rare e carelumanit ha qualche cosa da imparare dalla

radio: la differenza tra valore e prezzo Maestoso monumento a: A GUGLIELMO MARCONI MAGO DELL ETERE

European Radioamateurs Association

Pagina 7

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

LECCE 13 OTTOBRE XXXI MEETING ASTROFILI PUGLIESI


IK0ELN GIOVANNI LORUSSO

European Radioamateurs Association

Pagina 8

Att iv

it

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

OM

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

9 ottobre LA NASA AI RADIOAMATORI: COLLEGATE LA SONDA JUNO


IK0ELN GIOVANNI LORUSSO

Il 9 ottobre, via radio la sonda Juno, prima che questa riceva dalla terra il comando necessario per raggiungere il pianeta Giove nel 2016 per studiare la sua magnetosfera e i fenomeni aurorali a essa correlati. La NASA sta organizzando in grande stile questa inedita forma di saluto invitando i radioamatori di tutto il mondo a sintonizzare i loro ricetrasmettitori sulla banda dei 28 MHz. Alla massima vicinanza alla Terra della sonda Juno si dovranno formare le due lettere H e I del codice Morse seguendo un rituale particolare. La portante della radio dovr restare accesa per 30 secondi in corrispondenza di ogni "puntino" dei sei ( ) che compongono la parola "HI", ogni vuoto tra i puntini all'interno di ciascuna lettera vale altri 30 secondi di portante spenta, con tre vuoti di 90 secondi complessivi a separare le due lettere. Tempo complessivo di trasmissione/vuoto. A ciascun partecipante viene assegnata una delle 26 frequenze fissate tra 28 e 28,5 MHz e per conoscere quale frequenza utilizzare nello specifico la NASA ha predisposto una tabella che assegna una determinata frequenza alle lettere dell'alfabeto. Chi vuole partecipare deve scegliere quella che corrisponde all'ultima lettera della sua sigla radioamatoriale. Tuttavia bisogna considerare che il massimo punto di vicinanza tra la sonda e la Terra, ovvero il Perielio, a circa 50 chilometri di distanza. L'idea riuscire a farsi sentire da questo ricevitore generando un segnale con una larghezza di banda sufficientemente ampia (0,5 MHz) con tantissime antenne puntate verso la stessa zona di cielo. Una specie di "flash mob" radiofonico rivolto verso la sonda Juno che sta affrontando un viaggio di oltre 9 Unit Astronomiche (si ricorda che ogni Unit Astronomica pari a 150 milioni di chilometri) con intervalli di tempo di 30 secondi, la NASA spera di poter creare sufficiente energia per oltrepassare lo strato ionosferico dell'atmosfera terrestre anche nel caso che l'attivit solare lo rendesse impermeabile a frequenze cos elevate. A bordo di Juno, vista la natura radio e magnetica dei suoi esperimenti gioviani, opportunamente denominati WAVES, montato un ricevitore HF in grado di sintonizzarsi fino a 40 Mhz. Una spiegazione meno concisa di come si svolger questo happening si trova sul sito di Say HI to Juno! La pagina ufficiale della missione Juno : http://www.media.inaf.it/2013/09/23/juno-un-fly-by-tutto-da-osservare/ Buoni collegamenti e cieli sereni ik0eln Giovanni Lo russo

European Radioamateurs Association

Pagina 9

Att iv

it

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

OM

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

RADIO KRONICA 2 di Giovanni I0KQB


i0kqb@era.eu

RADIO KRONICA 2 di Giovanni IKQB Antenne , aspettative , risultati. Tre anni or sono , riprendendo lattivit radioamatoriale mi sono posto diverse domande riguardanti quali antenne poter usare operando prevalentemente in portatile. Francamente , provenendo dalla scuola degli anni 70 ed 80 , lautocostruzione di dipoli, verticali o direttive stata tra i miei primi pensieri . Senza dubbio alcuno , mi sono dapprima cimentato nella costruzione di dipoli , leggeri e sempre funzionanti. Dai pi classici a mezzonda e monobanda per proseguire poi con quelli a configurazione multibanda simmetrici ed asimmetrici , per finire coi dipoli coassiali chiusi o coax folded . Gi , dipoli coassiali chiusi . Ne avete mai costruito uno ? Leggendo una stupenda pubblicazione dal titolo : Antenne riceventi e trasmittenti , lessi il paragrafo riguardante il dipolo coassiale chiuso , trovai la solita formuletta di calcolo ( 144: frequenza ) ed un paio di disegni molto esplicativi al riguardo . In pratica , si prende un tratto di cavo RG58 della lunghezza pari a mezzonda della banda che ci interessa e con esso , seguendo le istruzioni per la realizzazione , in poco tempo avremo un ottimo dipolo , silenzioso ed efficiente . Questa antenna davvero singolare. Il fatto di essere in pratica un loop , la rende pi silenziosa rispetto ad un dipolo classico . Io ne ho costruiti due , uno per i 17 e laltro per i 20 metri . Entrambi hanno un balun coassiale 1.1 su toroide Amidon T-200. Si possono usare in orizzontale , verticale ed a V invertita. Senza accordatore , entrambi operano con SWR 1.1 sulle bande per cui vengono costruiti , mentre con laccordatore , si riesce ad usarli su altre bande con SWR sempre di 1.1 , con risultati ottimi. Questa passata primavera , causa il perseverare del cattivo tempo nei pomeriggi , la mia attivit in portatile stata ridotta allosso e cos , sperimentalmente , avevo piazzato il dip. Coax per i 17 m. usato tantissimo in precedenti operazioni in portatile ed in /MM , fuori della finestra della mia cucina , in posizione a V invertita.

European Radioamateurs Association

Pagina 10

Att iv

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

it

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

OM

RADIO KRONICA 2 di Giovanni I0KQB


i0kqb@era.eu

Nella foto qui sotto , la potete intravedere con lapice della V nella parte superiore della finestra centrale in primo piano.

vivo al primo piano di un palazzo alto 6 piani , circondato da altri palazzi simili e prossimi al mio. Praticamente , nel fondo di un cortilone del centro di Roma . Il raziocinio farebbe pensare che in queste condizioni non vi sano possibilit di farsi sentire . E qu la sorpresa . Non soltanto riesco ad ascoltare pi che decentemente segnali da tutto il mondo ma riesco anche a farmi sentire . Esempi ? Qso con la east coast degli Stati Uniti , India del Sud , Russia centrale e siberiana , Medio Oriente e naturalmente con tutta lEuropa e bacino del Mediterraneo . I rapporti RST vanno da un minimo di 5/5 ad un eccellente 5/9+ . Che ne pensate ? Vale la pena di provare a costruire una antenna il cui costo quello del cavo RG 58 usato come radiatore + il toroide + una decina di metri di cavo + un PL 259 ?

European Radioamateurs Association

Pagina 11

Att iv

it

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

OM

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

RADIO KRONICA 2 di Giovanni I0KQB


i0kqb@era.eu

Qui vedete la versione 18 Mhz , completa di coax balun toroidale 1.1 arrotolata , su di un tavolo . Piccola leggera ed efficiente .

Praticamente pochi euro per avere il piacere di una antenna funzionante e semplice da costruire , installare ed usare in /P o se preferite dal QTH . Questa la sua parte centrale , completa di coax balun su Amidon T-200 .

Sabato 14 Settembre ( foto pagina seguente ) , dalla mia location marina a nord di Civitavecchia (RM), la versione per i 14 Mhz stata usata sulla fish pole da 10 metri dove era presente anche la verticale Rybakov che aveva come contrappeso un filo da 1,5 mm . lungo 9 posto in posizione orizzontale . La fish pole erafissata sulla palizzata di legno tramite 2 ganci elastici . Fissaggio velocissimo e robusto . La mia postazione , rispetto a ci che si vede in foto , 10 metri pi a sinistra , a 8 metri dallacqua del mare. La potete vedere nella foto in fondo a questo articolo.

European Radioamateurs Association

Pagina 12

Att iv

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

it

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

OM

RADIO KRONICA 2 di Giovanni I0KQB


i0kqb@era.eu

Installazione /P davvero veloce e funzionale per entrambe le antenne . Risultati interessanti per il coax folded che qui , con laccordatore , stato usato anche sui 18 e 24 Mhz collegando Stati uniti ed Angola , con RST di 5/9 . Direi che i risultati sono stati pari alle aspettative. Per installare il tutto ho impiegato 10 minuti . Unica nota un po dissonante stata quella che , essendo un week end di contest de gustibus - , mi sono dovuto limitare sulle bande dei 18 e 24 . Considerazione personale : mai possibile che quando ci sono i contest , ovvero nei fine settimana momento in cui la maggior parte degli OM pi presente in radio , non venga lasciato uno spazio per chi vuole fare dx normalmente su quelle bande ? E veramente un peccato non poter usufruire dei 14 e dei 21 Mhz nei week end di contest ! Comunque , il divertimento di essere on the open air sempre impagabile . Pochi Euro di antenne , sole e fantasa !!! Avete ancora remore per il /P ? Non vi stuzzica laria fresca ? Questa la mia postazione dx/P tra un bagno e latro in mare- .
La foto del 14 Settembre .

Qui il tempo ancora decente e quindi , sperando di avere ancora giornate cos , ed invitandovi a sperimentare e ad andare in /P , vi saluto con un abbraccio fraterno . Buoni dx a tutti ! Giovanni - IKQB

European Radioamateurs Association

Pagina 13

Att iv

it

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

OM

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

Certificato Gruppo Telegrafisti E.R.A. 12/27 OTTOBRE 2013


ik2sgv@era.eu

European Radioamateurs Association

Pagina 14

Att iv

it

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

OM

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

Certificato Gruppo Telegrafisti E.R.A. 12/27 OTTOBRE 2013


ik2sgv@era.eu

European Radioamateurs Association

Pagina 15

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N I Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

ES ER

28/29-09-2013 TERREMOTO IO NON RISCHIO ERA/RNRE-PALERMO


it9cof@era.eu

LR.N.R.E. Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni di Emergenza per il secondo anno consecutivo ha partecipato tramite le associazioni presenti sul territorio Nazionale alla manifestazione Terremoto io non rischio , iniziativa voluta ed organizzata dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile , giunta alla terza edizione, questanno si svolta il 28 e 29 settembre 2013 . La manifestazione ha avuto luogo contemporaneamente in oltre 200 piazze Italiane coinvolgendo pi di 3200 volontari, proponendo la Cultura della prevenzione . La sezione E.R.A. di Palermo si fatta promotrice anche per questanno di organizzare a nome del Raggruppamento la manifestazione su Palermo citt , questa volta per sulla piazza di Palermo era presente anche lassociazione Legambiente onlus , pertanto si deciso di comune accordo con il parere favorevole anche del Dipartimento Nazionale di organizzare una sola Piazza in maniera da concentrare gli sforzi e dare un maggior risalto alla manifestazione . La piazza scelta stata Piazza Ruggero Settimo , meglio conosciuta dai Palermitani come Piazza Politeama. In condizioni climatiche ottime le due associazioni hanno allestito tre Totem pi un totem Gigante al centro , da qui partivano tre linee del tempo con elencati in ordine cronologico i pi significativi terremoti registrati a Palermo e Provincia . Attiva per la due giorni la Videoconferenza ERA magistralmente gestita dal nostro Massimiliano IZ7PFU (socio ERAMONOPOLI)che ha permesso il collegamento video tra le piazze partecipanti alliniziativa. Da Palermo sono intervenuti in video conferenza durante le 2 giornate: il capo del Dipartimento Regionale di Protezione Civile Ing. Calogero Foti il Responsabile del servizio sismico Regionale Ing. Giuseppe Chiarenza - il nostro Presidente Nazionale Marcello Vella IT9LND e intorno alle ore 13 di sabato 28 abbiamo avuto lonore della visita del Prefetto Gabrielli Capo del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile che ha ringraziato tutti i volontari attraverso un messaggio lanciato in videoconferenza alle Piazze italiane collegate tramite web .
European Radioamateurs Association Pagina 16

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N I Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

ES ER

28/29-09-2013 TERREMOTO IO NON RISCHIO ERA/RNRE-PALERMO


it9cof@era.eu

I volontari ERA/RNRE e di Legambiente hanno distribuito ai cittadini oltre 800 opuscoli, riguardanti la prevenzione del rischio sismico , soffermandosi con le persone pi interessate , spiegando loro quali sono i piccoli accorgimenti da mettere in pratica per evitare che il terremoto possa causare danni altrimenti evitabili. La manifestazione ha riscosso un notevole successo, moltissime sono state le domande poste dai visitatori ai nostri volontari ,che hanno sempre risposto in maniera puntuale e precisa. La presenza della UM06-RNRE ha incuriosito molto i cittadini che hanno voluto visitare i mezzi mobili. E stato allestito anche un maxi schermo con un video proiettore che trasmetteva la diretta della videoconferenza ERA, che soprattutto nelle ore serali , quando le immagini proiettate erano pi visibili , ha richiamato molto lattenzione di grandi e piccini. Un ringraziamento particolare sicuramente ai nostri soci ERA/RNRE va

Maurizio IW9HMD Fabio IT9BWK Guido IW9DXW Armando IW9ETQ Salvo IT9BGI al nostro socio simpatizzate Alberto che ha fornito tutte le stampe necessarie per allestire i Totem e al Responsabile della piazza di Palermo Giovanni IT9COF . Non dimentichiamo, comunque la preziosa collaborazione dei soci di Legambiente che hanno contribuito in maniera determinate alla riuscita della manifestazione. Allorganizzazione dellevento , oltre al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile hanno partecipato l' ANPAS - Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze l' INGV- Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, con ReLuis - Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica.
Terremoto io non rischio Responsabile di Piazza IT9COF Giovanni
European Radioamateurs Association Pagina 17

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N I Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

ES ER

TERREMOTO IO NON RISCHIO VIDEOCONFERENZA


sao@era.eu

ANCHE QUESTANNO IL DIPARTIMENTO DI PROTEZIONE CIVILE A RICHIESTO LA NOSTRA VIDEOCONFERENZA

IL CAPO DIPARTIMENTO , PREFETTO GABRIELLI DURANTE IL SALUTO ALLE PIAZZE COLLEGATE CON LA NOSTRA VIDEOCONFERENZA

ALCUNE PIAZZE COLLEGATE

Volontari di Protezione Civile, istituzioni e mondo della ricerca scientifica sono insieme per il terzo
anno per la prevenzione del rischio sismico con Terremoto io non rischio, la campagna di comunicazione nazionale per la riduzione del rischio sismico. Liniziativa promossa dalla Protezione Civile e dallAnpas-Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze, in collaborazione con lIngvIstituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e con ReLuis-Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e in accordo con le regioni e i comuni interessati. La campagna, giunta alla terza edizione, si svolge nel weekend del 28 e 29 settembre in 215 piazze di 204 comuni italiani su quasi tutto il territorio nazionale e interessa 78 province, per un totale di 18 Regioni e una Provincia autonoma coinvolte. Oltre 3.200 volontari di 14 associazioni nazionali di protezione civile saranno impegnati in piazza a sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico. Nel 2011 la campagna stata realizzata in via sperimentale in 9 piazze di 6 regioni italiane, mentre ledizione 2012 ha coinvolto 102 piazze di quasi tutte le regioni della Penisola. .continua

European Radioamateurs Association

Pagina 18

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N I Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

ES ER

TERREMOTO IO NON RISCHIO VIDEOCONFERENZA


sao@era.eu

L E.R.A. fa parte dell R.N.R.E. , lattivit che ho svolto durante levento Terremoto io non rischio stata quella di supervisionare la gestione tecnica svolgendo anche il ruolo di Moderatore della videoconferenza ERA/RNRE messa a disposizione di tutte le Associazioni Nazionali iscritte alla consulta nazionale del Dipartimento della Protezione Civile partecipanti allevento. Il Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni Emergenza presente con 5 piazze, di seguito elencate in ordine alfabetico: 1. Piazza di RNRE_Albano Laziale con Unit Mobile RNRE 07 in carico presso la sede locale dell A.R.A.C.; in collaborazione con lARAC di Albano Laziale il personale della sezione E.R.A. Provinciale di Roma. Piazza di RNRE_Ascoli Piceno , presenti i volontari dellERA Sez Provinciale di Ascoli Piceno; Piazza di RNRE_Bergamo , presenti i volontari dellERA Sez Provinciale di Bergamo Piazza di RNRE_Castel di Sangro con l Unit Mobile RNRE 01 in carico alla sede C.I.S.A.R. di Castel di Sangro. Piazza di RNRE_Palermo con l Unit Mobile RNRE 06 in carico presso la sede E.R.A. Prov.le di Palermo .
Insomma , siamo una certezza concreta e professionale. Lunione fa la forza Noi le cose, ci impegniamo per farle seriamente.
I dati inerenti lattivit terremoto io non rischio sono fonte del DPC

2. 3. 4. 5.

Referente Nazionale Supporto Attivita Operative E.R.A. Iz7PFU Massimiliano

European Radioamateurs Association

Pagina 19

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N I Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

ES ER

TERREMOTO IO NON RISCHIO MISERICORDIE di SIENA


DAVIDE MASI

L Arciconfraternita della Misericordia di Siena unistituzione operante da pi di 760 anni nellambito cittadino e che ancor oggi svolge la sua missione in pi settori: principalmente nel sanitario con servizi ambulatoriali e ordinari, servizi di emergenza e di trasporto organi, e nel sociale con servizi assistenziali, servizi domiciliari, la bancarella della solidariet, servizio per alleviare le esigenze alimentari delle persone indigenti della citt, e la Domus Concordiae, casa di accoglienza per donne in stato di fragilit sociale o familiare. La Misericordia di Siena ha al suo interno anche alcuni gruppi che operano in diversi settori dallassistenza carceraria, attraverso il Gruppo di Volontariato Penitenziario, allintervento in caso di emergenza o calamit naturale in tutta Italia, attraverso il Gruppo di Protezione Civile, dalla formazione in ambito sanitario, attraverso il Gruppo Istruttori, allassistenza alle famiglie di persone in stato di disagio psichico, attraverso il Gruppo Esperia.

E stato il primo anno in cui la Misericordia di Siena ha partecipato attivamente alla campagna nazionale TERREMOTO, IO NON RISCHIO, attraverso la preparazione e la formazione dei volontari scesi nelle vie di Siena e la realizzazione dei punti di informazione, in cui sono stati utilizzati il totem e la linea del tempo come strumenti per attirare linteresse della popolazione ma anche come linee guida da utilizzare da parte del volontario per fornire le giuste e corrette notizie ai cittadini....continua

European Radioamateurs Association

Pagina 20

CIT AZ I EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION Anno 2013 - Numero 28 ONI


ERAMAGAZINE
eramagazine@era.eu

ES ER

28/29-09-2013 TERREMOTO IO NON RISCHIO MISERICORDIE di SIENA


DAVIDE MASI

Il collegamento in Video-Conferenza con le altre piazze ha incuriosito molti passanti ed ha poi permesso ai cittadini, che si sono avvicinati al nostro gazebo, di capire chiaramente che la campagna ha carattere nazionale e non solo locale. Questo strumento interattivo ha poi consentito ai volontari di Siena di apprezzare le iniziative delle altre piazze. Inoltre mediante questa modalit multimediale al sabato mattina stato possibile ascoltare e vedere il saluto del Capo Dipartimento della Protezione Civile Gabrielli a tutte le piazze collegate. Se ci saranno in futuro altre iniziative similari auspicabile che questo innovativo sistema di comunicazione possa essere implementato con tutte le piazze aderenti ed utilizzato non solo come modo di scambio di informazioni ma anche come strumento di formazione ed informazione per la popolazione. Nei due giorni sono state contattate dai volontari 208 persone , di cui 193 senesi al sabato, mentre alla domenica solamente 15 cittadini poich Siena stata colpita da un violento nubifragio con trombe daria. Il bilancio di due giorni di campagna TERREMOTO, IO NON RISCHIO stato certamente positivo per il numero dei cittadini contattati, che hanno dimostrato grande interesse per le tematiche inerenti la prevenzione del rischio sismico, e per il successo delle iniziative messe in campo dai volontari per richiamare lattenzione dei senesi sulle tematiche connesse ai terremoti.
Segretario gruppo protezione civile delle Misericordia di Siena Formatore della campagna "Io non rischio".

European Radioamateurs Association

Pagina 21

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N I Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

ES ER

28/29-09-2013 TERREMOTO IO NON RISCHIO ERA/RNRE-BERGAMO


provincialebergamo@era.eu

Siamo giunti alla seconda edizione in cui prende parte come protagonista la Sezione Provinciale E.R.A. di Bergamo. Dopo la precedente esperienza del 2012, conclusasi in modo eccellente, anche per il 2013 siamo stati chiamati a divulgare informazioni sulla campagna nazionale sulla riduzione del rischio sismico. Forti dellesperienza passata, abbiamo interpretato la conduzione della campagna in modo molto pi professionale, con tanta sicurezza e capacit acquisite. A giugno di questo anno sono stato chiamato, con i formatori e responsabili di altre piazze, a Roma presso il Dipartimento per constatare tutti insieme landamento del precedente anno e quali fossero i miglioramenti da apportare onde poter svolgere ancora meglio le operazioni. Le considerazioni sono state positive e pochi gli accorgimenti innovativi, pertanto si affrontava questa altra esperienza in tutta tranquillit. In fase di chiusura lavori ci stato detto che nelledizione del 2012 era stata attuata una nuova iniziativa.la Video Conferenza audio video con citt dove erano presenti i volontari e grazie allimpegno del nostro Referente Nazionale ERA per il SAO, IZ7PFU Massimiliano Corvese che aveva condotto in modo eccellente le fasi, veniva ufficializzato che anche per questo anno si sarebbe attuata e messa in onda la Video Conferenza. Nonostante la Sezione ERA di Bergamo avesse gi formato il gruppo dei volontari per la precedente edizione, anche in questa ha pensato di aggiungerne e formarne altri proprio per rendere pi efficace e capillare linformazione. Finalmente arriva il giorno fatidico (28 settembre 2013), la Protezione Civile di Bergamo si messa a piena disposizione nel supportarci logisticamente con lo stand, tavoli, sedie, elettricit, mentre lAmministrazione Comunale ci metteva a disposizione la linea WIFI per il collegamento con la video conferenza.

European Radioamateurs Association

Pagina 22

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N I Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

ES ER

28/29-09-2013 TERREMOTO IO NON RISCHIO ERA/RNRE-BERGAMO


provincialebergamo@era.eu

Finiti con i preparativi abbiamo iniziato i lavori e con molto orgoglio devo ammettere che limpegno di tutti noi stato ripagato dalla gente che si fermava a raccogliere le informazioni facendo notare un certo interesse nellapprenderle. Non si faceva distinzione tra persone adulte e giovani, tutti manifestavano la volont a voler sapere e stavano concentrati su quanto veniva trasmesso. Durante la mattina, in un certo momento, abbiamo avuto lonore e il piacere di ascoltare-vedere il Capo della Protezione Civile, Prefetto Gabrielli, che in Video Conferenza dalla citt di Palermo ERA/RNRE-Palermo dava il saluto a tutte le piazze interessate. Essendo presenti per la seconda volta a Bergamo, non sono mancate persone che nel precedente anno ci hanno visitati e si sono nuovamente complimentati per il servizio che i volontari offrono. La giornata del sabato si conclusa oltre le aspettative con riscontri positivi. Purtroppo la domenica ci ha penalizzati con un temporale che portava anche la locale Protezione Civile a continue chiamate per interventi, siamo stati sotto lo stand in attesa che la pioggia e il vento smettesse. Intorno alle 15:00 il tempo migliorava e ci permetteva di continuare il nostro compito. Nel 2012 erano solo 100 le piazze con i volontari, oggi si sono raddoppiate215 e questo fa intendere quanto sia importante per il Dipartimento divulgare informazioni che mettono o permettono al cittadino di potersi e sapere difende in caso di evento, noi come volontari siamo orgogliosi di essere in grado di poter svolgere questo compito e continueremo a svolgerlo al massimo delle nostre forze. Desidero ringraziare il Dipartimento Nazionale di protezione Civile per il supporto che da, il Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni Emergenza per il coordinamento, IZ7PFU Massimiliano Corvese, Referente Nazionale ERA per il Supporto alle Attivit Operative per la professionalit confermata nel gestire la Video Conferenza garantendo i collegamenti con le piazze Italiane interessate, lAmministrazione Comunale di Bergamo, la Protezione Civile di Bergamo per la sempre e valida collaborazione che mette in attoper finire Tutti i miei collaboratori che con il loro impegno e sacrifici permettono di dimostrare le capacit organizzative e professionali della Sezione Provinciale E.R.A. di Bergamo.
ERA Sezione Provinciale Bergamo Il Presidente IZ2SMR Alfio Zerbo

European Radioamateurs Association

Pagina 23

VO LO N

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

TAR

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

IAT O

ATTIVAZIONE MALTEMPO E.R.A. ROMA


provincialeroma@era.eu

Coordinati dal Comune di Roma Capitale, l E.R.A. Provinciale di Roma e le sue delegazioni sono attive: munite di un furgone "sala radio", una pompa idrovora da 2000 litri/min., una torretta fari e un gruppo elettrogeno da 2.8Kw.

European Radioamateurs Association

Pagina 24

VO LO N

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

TAR

IAT O

ROMA Processione in onore di San Pio


provincialeroma@era.eu

Come ogni anno la Sezione Provinciale di Roma ha partecipato alla Processione in onore a Padre Pio che si svolge a Roma Piazza Navona e successiva benedizione dei mezzi di Protezione Civile.

European Radioamateurs Association

Pagina 25

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N Anno 2013 - Numero 28 I


eramagazine@era.eu

ES ER

Campo estivo Cesvop a Campofranco. E.R.A. CAMPOFRANCO


provincialecaltanissetta@era.eu

Ass. E.R.A radioamatori di Campofranco al campo estivo Cesvop.


Nelle giornate dal 29 agosto al 01 settembre si e svolta a Siculiana Marina nel Resort Sole Mediterraneo un campo estivo organizzato dal centro servizi per il volontariato di Palermo CESVOP per i giovani che svolgono volontariato . Hanno partecipato alla prima giornata del campo le delegazioni di Palermo , Caltanissetta , Agrigento e Trapani . A presiedere il campo sono intervenuti i funzionari del CESVOP con a capo il Dott. Bruno Nunzio dellarea comunicazione , mentre la nostra referente di delegazione e stata la Dott.ssa Eliana Orlando. I temi trattati al campo sono stati : Partecipazione giovanile , Beni comuni , Ruolo politico del volontariato , Comunit e solidariet , Gratuit e stili di vita , Lavoro -precariet e volontariato . I ragazzi partecipanti al campo estivo si sono divisi in quattro squadre rosso blu giallo e verde , si sono divisi in gruppi dove sono stati aiutati dai facilitatori che erano figure di persone dove dovevano collaborare con loro spiegando tutti i punti da trattare ed aiutandoli nello svolgimento dellorganizzazione dei lavori che e finalizzato allo svolgimento di un documento finale da portare ad un campo che si terr nel mese di dicembre , data ancora a destinare. I ragazzi hanno improvvisato scenette , video proiezioni e comunicazione verbale per spiegare tutti i temi in discussione , alla fine del campo si sono identificati quattro ragazze , uno per ogni gruppo , che andranno a rappresentarci per la stesura del documento finale che sara fatto in un unico campo presumibilmente nel mese di dicembre , dove si confronteranno altri ragazzi degli altri campi che sono stati organizzati in date diverse.Per la nostra associazione E.R.A con sede in Campofranco hanno partecipato il Presidente Migliore Rosalia Gabriella con il ruolo di facilitatore e operatore video di riprese del campo , il Segretario Di Gregorio Liborio con il ruolo di facilitatore , e il socio Raffo Catia con il ruolo di organizzatrice di gruppo . Dal canto nostro siamo contenti di aver partecipato , stare a contatto con tante altre realt di nuove associazioni ti da vita , lascoltare quelle testimonianze e nuove esperienze ci ha aiutati a crescere , Noi ci crediamo nel puro volontariato e siamo sempre pronti ad intraprendere nuovi cammini per crescere sempre piu.
ERA Provinciale Caltanissetta Il Presidente Migliore Rosalia Gabriella

European Radioamateurs Association

Pagina 26

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N Anno 2013 - Numero 28 I


eramagazine@era.eu

ES ER

CORSO DI RADIO EMERGENZA A NISCEMI E.R.A. CAMPOFRANCO


provincialecaltanissetta@era.eu

I radioamatori di Campofranco invitati per assolvere un Corso di radio emergenza a Niscemi

LAssociazione E.R.A di Campofranco ha espletato un corso per operatore in emergenza in telecomunicazioni . Il corso si e svolto a Niscemi ospiti dellAssociazione Prociv con a capo il Presidente Rosario Ristagno , il corso e stato fatto nella struttura Comunale di Niscemi in un campo di formazione estiva per giovani aspiranti allassociazione Prociv. Il corso si e suddiviso in due momenti , lattivita teorica condotta dal socio volontario sig. Liborio Di Gregorio ricoprente la carica del direttivo , e il secondo momento con attivita pratica sempre condotta dal docente Di Gregorio Liborio , simulando uno scenario di calamita naturale con diverse squadre ad operare. La finalita del corso era preparare i ragazzi a gestire unemergenza radio in Protezione Civile , al corso era presente il presidente dellassociazione dei radioamatori E.R.A sez. prov. di Caltanissetta sig.ra Migliore Rosalia Gabriella e Catia Raffo volontaria della stessa associazione. Il corso e stato fatto nel giorno 27 di agosto c.a , vedere tanti ragazzi che si stanno avvicinando al volontariato per aiutare gli altri in misure di emergenza e certamente motivo di orgoglio e di crescita personale di ognuno di noi. Abbiamo in cantiere in ambito locale e provinciale altri progetti , che da qui alla fine dellanno sicuramente verranno fatti. La nostra associazione nasce per aiutare il prossimo , noi ci crediamo e continuiamo ad andare avanti a testa alta a dispetto delle persone che non credono nel volontariato.

European Radioamateurs Association

Pagina 27

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

CIT AZ IO N Anno 2013 - Numero 28 I


eramagazine@era.eu

ES ER

3 CAMPO ESTIVO A SFERRACAVALLO (PA) E.R.A. CAMPOFRANCO


provincialecaltanissetta@era.eu

Nelle giornate dal 10 settembre al 13 settembre si e svolta a Sferracavallo (PA) alla Baia del Corallo il terzo campo estivo organizzato dal centro servizi per il volontariato di Palermo CESVOP per i giovani che svolgono volontariato . Hanno partecipato le associazioni di volontariato delle delegazioni di Palermo , Caltanissetta , Marsala e Trapani , le associazioni partecipanti sono le seguenti : Anglat Caltanissetta , Anglat San Cataldo , Tam Tam di San Cataldo , Giubbe dItalia di Corleone , Giovani in di Palermo, Ridi che ti passa di Palermo , Progresso morale di Palermo , Arciragazzi di Palermo , Afda di Bagheria , Mosaicando di Capaci , Giubbe dItalia di Palazzo Adriano , Giovanni Paolo II di Castronovo di Sicilia , CDS Nicola Coppola di Castellammare , Auser Petrosino , Cuore Isolano di Petrosino , Misericordie di Petrosino , Aips Marsala , AIC Trapani ed infine lass E.R.A sez. prov. Caltanissetta di Campofranco. Per gli organizzatori della CESVOP erano presenti : Emilio Pomo , Loredana Strianese, Danilo Conigliaro ,Michela Uzzo , Mariarosaria Iannibelli , Antonio Sparacio , Rossella DAngelo e Tony Vaglica . I temi trattati al campo sono stati :Comunicazione , Disabilit/Integrazione , Espressione di s . Come nei precedenti campi si e provveduto a realizzare sommariamente le stesse prospettive finalizzate sempre alla finalizzazione della stesura del documento finale. Il confrontarci con associazioni nuove di svariati indirizzi ci ha dato lopportunita di confrontarsi con nuove realta . .Per la nostra associazione E.R.A con sede in Campofranco hanno partecipato il Presidente Migliore Rosalia Gabriella , il socio volontario Bongiovanni Mariarosa , Di Gregorio Valentina e Sergio Caruana .Tutte queste esperienze ci hanno portati ad essere solidari con tutti , vivete il volontariato perche esso e bello .
ERA Provinciale Caltanissetta Il Presidente Migliore Rosalia Gabriella

European Radioamateurs Association

Pagina 28

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

i se zio ne Anno 2013 - Numero 28


eramagazine@era.eu

An nu ali d

KOLBE DAY 2013 E.R.A. PALERMO


provincialecaltanissetta@era.eu 9 EDIZIONE DEL KOLBE DAY C/O SANTUARIO PADRE MASSIMILIANO KOLBE DI CARINI

Al santuario di Padre Massimiliano Kolbe che fu il primo radioamatore , frate di origini polacche mor per salvare delle persone che dovevano essere fucilate . Si sono riuniti giorno 15 settembre a Carini al santuario per la 9^ edizione, i radioamatori delle associazioni E.R.A del territorio siciliano. Ad organizzare il kolbe day che come ogni anno e di consueta routine ci ha pensato lassociazione E.R.A di Palermo con a capo Armando Mondello IW9 ETQ Presidente , Marcello Vella IT9 LND che ricopre la carica di Presidente Europeo , il segretario Casella Salvatore IT9 CFS che ricopre la carica di segretario generale e alcuni soci aderenti .Per la sezione E.R.A di Caltanissetta con sede in Campofranco hanno partecipato il Presidente Migliore Rosalia Gabriella IT9 LUQ e il marito Segretario /Tesoriere Di Gregorio Liborio IT9 ZMI , il Consigliere Modica Salvatore IT9 BPL e la moglie Dott.ssa Piazza Concetta IT9 CHZ e come mascout le due bellissime figlie Sofia ad Anita in et adolescenziali , il socio Messina Carmelino IT9 DHG e la moglie sign.ra Dina Calabrese aspirante volontaria. La giornata della riunione dei radioamatori e stata ricca di scambi professionali in telecomunicazione ,dopo ci siamo recati in chiesa per ascoltare la santa messa e al termine della messa ci siamo recati a pranzare nella stessa struttura . La giornata si e conclusa con un ultimo consulto w confronto fra radioamatori chiacchierando dei collegamenti effettuati , ci vediamo alla 10^ edizione per condividere dei nuovi momenti .
ERA Provinciale Caltanissetta Il Presidente Migliore Rosalia Gabriella

European Radioamateurs Association

Pagina 29

VO LO N

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

TAR

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

IAT O

Sez ERA Prov.le LECCE

5 RALLY 5 COMUNI

provincialelecce@era.eu

Spenti gli assordanti motori e tornati alla normalit, ora di tirar le somme dell attivit svolta durante la radioassistenza del 5 Rally dei Cinque Comuni. Disputatasi domenica 29 settembre 2013 e giunta alla quinta edizione, questa gara motoristica ha raggiunto un notevole interesse, grazie anche alla validit per il Challenge nazionale di 7 zona. Cos come per la passata edizione, anche per questa competizione lorganizzazione ci ha affidato il delicato compito di gestire le radiocomunicazioni tese alla salvaguardia della vita dei piloti impegnati nella gara motoristica. Impegno di notevole responsabilit ed appuntamento che noi consideriamo come valida palestra naturale nella quali affinare la metodologia delle comunicazioni in ambito di emergenza, testare le attrezzature i sistemi di intervento ed il personale impiegato. Due le prove speciali che i partecipanti hanno dovuto percorrere per tre volte durante le quali sono stati tenuti sotto stretto controllo radio dagli operatori presenti in direzione gara. Ancora una volta i percorsi scelti dai responsabili si sono rivelati particolarmente impegnativi e selettivi tanto che puntualmente non sono mancati alcuni incidenti, tutti fortunatamente senza pericolo per i concorrenti. Il personale impegnato ha dimostrato di essere in grado di gestire la situazione di emergenza attuando le necessarie procedure come da piano di sicurezza, facendo giungere sul posto i mezzi necessari al risanamento della criticit. Ottima performance dunque da parte di tutto il personale impiegato, e plauso del comitato organizzatore ai radioamatori che hanno offerto la propria professionalit alla buona riuscita della manifestazione.

European Radioamateurs Association

Pagina 30

VO LO N

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

TAR

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

IAT O

Sez ERA Prov.le LECCE

5 RALLY 5 COMUNI

provincialelecce@era.eu

European Radioamateurs Association

Pagina 31

VO LO N

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

TAR

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

IAT O

Sez ERA Prov.le LECCE

5 RALLY 5 COMUNI

provincialelecce@era.eu

European Radioamateurs Association

Pagina 32

VO LO N

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

TAR

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

IAT O

L ABBRACCIO DI PAPA FRANCESCO E.R.A. CAGLIARI


provincialecagliari@era.eu

Nel mese di Agosto abbiamo i primi contatti con il Dott. Luigi Cadeddu Presidente dellAssociazione HSF Italia, che incaricato per conto della Curia di Cagliari per il dispositivo di soccorso e sicurezza allinterno della zona rossa in occasione della visita del Santo Padre a Cagliari tenutasi per la giornata del 22 Settembre. Contemporaneamente ci giunge la richiesta di attivazione dellAssociazione per levento anche da parte della Regione Sardegna per il coordinamento della rete radio del Volontariato dove vengono richiesti nr. 4 Operatori Radio per essere impiegati nella Sala Regionale S.O.R.I. e nel C.M.R. (Centro Mobile Regionale) unitamente a 4 operatori dellAssociazione A.V.P.C. Sarrabus Gerrei. Un compito molto delicato in quanto gli Operatori Radio dovranno soddisfare le richieste di pi di 120 volontari, di diverse associazioni impegnate nel dispositivo. Inizia quindi la parte organizzativa e viene chiesta subito la collaborazione alla Sezione Provinciale ERA di NuoroOgliastra che mette a disposizione diversi operatori, felici di poter collaborare ad un evento di tale portata. In virt di un accordo di collaborazione, intrapreso allinizio

dellanno, si chiede anche la collaborazione al Gruppo Telecomunicazione della Misericordia di Cagliari che pone a disposizione, da subito, quattro operatori radio. Con Giovanni Saba, coordinatore del settore sicurezza delle telecomunicazioni dellassociazione HSF, iniziano i primi incontri per i primi accordi sui compiti che andremo a svolgere, e inoltre, apprendiamo che al dispositivo parteciper anche unaltra Associazione di Radioamatori con 6 operatori, ossia la Sezione Cisar Shardana.
European Radioamateurs Association Pagina 33

VO LO N

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

TAR

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

IAT O

L ABBRACCIO DI PAPA FRANCESCO E.R.A. CAGLIARI


provincialecagliari@era.eu

Come da accordi i 27 operatori dellE.R.A. con i quattro Operatori della Misericordia di Cagliari si posizionano nei settori antistanti il Santuario Basilica di Bonaria. Sempre nella zona rossa la Regione Sardegna Direzione della Protezione Civile predisponeva il C.R.M. dove prendono posto i due Operatori E.R.A. unitamente alla Dott.ssa Raimondo e la Dott.ssa Giglio della Protezione Civile. Da questa postazione verranno coordinate tutte le comunicazioni provenienti dai varchi ubicati a margine della zona rossa nonch le richieste dintervento di soccorso, in piena sintonia con gli operatori E.R.A. presenti nella Sala Operativa Regionale S.O.R.I. Coordinata dal Dott. Cical e dal Dott. Carrus. Tutto pronto per dare il via ad una giornata che poi per tutti noi sar indimenticabile. Arriviamo sin dalle prime ore del mattino, da subito si intuisce che laffluenza delle persone sar tanta , ci coordiniamo per raggiungere le posizioni assegnate, iniziando a dar informazioni a coloro che le richiedono ed a prestare soccorso e/o assistenza di qualsiasi genere a chi ne ha bisogno. Dai grandi schermi posti in ogni settore si potranno seguire tutte le fasi dellevento. Un grande applauso, seguito da grida di gioia segnala larrivo del Santo Padre in Terra Sarda, laereo atterra allaeroporto di Elmas alle 08.20 circa. Allarrivo in citt c la sosta nella Via Largo Carlo Felice, per lincontro con il mondo del lavoro, dove si ha unaccoglienza altrettanto calorosa con applausi e urla di gioia. Dopo lincontro con il mondo del lavoro percorrendo la Via Roma Papa Francesco raggiunge la Basilica di Bonaria, dove lo attende un bagno di folla presente nel Piazzale antistante la Basilica. Giunto in Basilica Papa Francesco celebra una funzione solenne e, con una omelia riesce a toccare ognuno di noi nel profondo. stata sicuramente unesperienza che ci ha arricchito dal punto di vista professionale come associazione e dal punto di vista umano come persone, vorrei ringraziare tutti gli operatori E.R.A. e Misericordia per lottimo lavoro svolto con impegno, competenza e seriet. Per concludere ci tenevo a citare il commento di un socio che credo esprima il pensiero di tutti i partecipanti:
Le emozioni provate sono indescrivibili..... Abbiamo dato assistenza.... abbiamo rassicurato un sacco di

persone.... abbiamo vissuto anche grandi momenti di ansia quando ricevevamo una richiesta di soccorso..... e siamo riusciti, con la grande volont di tutti a sopperire, anche alle grandi mancanze che avevamo..... si sa pi le manifestazioni sono grandi e pi grandi sono i problemi che si possono avere..... S.Bonetti Cit.
Referente Regionale per la Sardegna Presidente Sezione Prov. Cagliari Iw0urg Siro
European Radioamateurs Association Pagina 34

Att iv

it

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

OM

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

RADIO KRONICA 2 by Giovanni I0KQB english version


i0kqb@era.eu

RADIO KRONICA 2 by Giovanni IKQB Antennas , expectations , results . Three years ago , coming back to the radio activity , I asked from myself some different questions regarding what kind of antennas to use , operating most on portable. Frankly , coming from the 70s and 80s school , the handmaking of dipoles , verticals and directives has been one of my first thought . Without any doubt at all , at first I thrown in the construction of dipoles , always lights and functionals . Starting from the most classic half wave monobands one , continuing with the multiband symmetric and asymmetric , ending with the coax folded one . Of course , coax folded dipoles. Have you ever heard about it or build one of it ? Reading a marvellous italian book entitled - Antenne riceventi e trasmittenti Receiving and transmitting antennas - , I read the paragraph regarding the coax folded dipole , founding the usual proper calculation formula ( here is 144: frequency ) and a couple of drawings really explanatory about it . Practically , we take a length of RG58 cable according with the half wave of the desired band and with it , following the constructions instructions , in a few time well have a dipole , silent and efficient . I wont bore you with the constructions description ! This antenna is really a particular one . Being practically a loop , its more silent compared with a classic dipole one . I build two of them , one for 17 and the other one for 20 meters band . Both have an own coax balun 1.1 build on an Amidon T-200 toroid. Its possible to use them in horizontal , vertical and V inverted position as well . Without Tuner , both antennas work with 1.1 SWR if used on their own bands , while with tuner its possible to use them even on other different bands with always a 1.1 SWR , then with good results . In the last spring , due to the continuous bad weathers afternoons we had , my portable activity was just occasionally done . So , experimentally I putted the coax folded dipole for the 17 mts. , that I had been using in several preceding portable and /MM operations , outside my kitchens window , in a V inverted position .

European Radioamateurs Association

Pagina 35

Att iv

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

it

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

OM

RADIO KRONICA 2 by Giovanni I0KQB english version


i0kqb@era.eu

In the snap beside , you can see it with its V apex on the top part of the foregrounds central window . Youd better to enlarge the snap .

I live on the first floor of a 6 floors building , surrounded by other similar buildings very close to mine , with a trafficated road downster . Practically , as it was a big noisy courtyard in Romes downtown . The common sense would oblige us to think that in these conditions there are not chances to be heard from the others. And here it is the surprise . Not only I can listen more than decently signals from all over the world but even I achieve to be heard from the others ! Gosh !!! Some examples ? Qso with the USAs east coast , South India , Central and Siberian Russia , Middle East and of course all the Europe and the Mediterranean area . The signal reports are from a 5/5 up to a 5/9+ . What do you think about it ?Is it enough for starting to build such an antenna which cost is just the amount of the cable RG58 used as a radiator + the toroid + a ten meters of coax cable + a PL 259 ?

European Radioamateurs Association

Pagina 36

Att iv

it

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

OM

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

RADIO KRONICA 2 by Giovanni I0KQB english version


i0kqb@era.eu

Here , on the snap under it , you can watch the 18 Mhz version , with its coax toroid balun 1.1, rolled up and placed on a table . Little light and efficient .

Practically , just a few Euro to have the pleasure of a functional and simple antenna to build , install and use , on /P or if you prefer , from the QTH .
This is its central section , completed with coax balun on an Amidon T-200

September 14th Saturday ( belows snap ) from my maritime location , 3 kms far north from Civitavecchias town .Here , the version for the 14 Mhz has been used on the 10 mts fish pole , where there was also the vertical Rybakov that had a 1.5 mm. thick and 9 meters long wire as a vertical radiator + a second similar wire as a counterweight , placed in horizontal position ( This is an interesting variation of the original project ) . The fish pole was fixed to the wooden fence by 2 elastic hooks . Ultra fast and strong clamping .My emplacement is , considering what Its possible to watch from this snap , 10 mts left and 8 mts far from the seas water. You can see it clearly from the snap at the end of this article.
European Radioamateurs Association Pagina 37

Att iv

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

it

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

OM

RADIO KRONICA 2 by Giovanni I0KQB english version


i0kqb@era.eu

This /P Installation was very fast and functional for both antennas . Interesting results with the coax dipole that here , helped by the tuner , has been used on 18 and 24 Mhz as well , having qso with USA and Angola , with RST of 5/9 . Id say that the results have been according with the expectations , then good results . To install all , It took only10 minutes . The only clashing thing has been that , being a contest week end de gustibus I had to limit myself into the bands of 18 and 24 Mhz . Personal consideration : how is it possible that , when its contest time ( that usually happens on the week ends , just the time when the most of the OM are more active on air ) , there is not any free space to be used by all the OM thatd like to dx normally on these bands ? What a pity to cannot use the 14 and 21 Mhz on the contests week ends . Anyway , from my point of view, for DXing on portable its necessary just a few Euros antenna , sun and fantasy !!! Do you still fear about /P ? Arent you excited yet from the fresh air ? This is my summer DX/P location and deck chair , between a bath and another one . The snap has been shoot on September 14th . Here the weather is still good and so , hoping to have other days as good as that one , and inviting you all to experiment and going on /P ,I greet you all with a brotherly embrace GOOD DX TO EVERYONE !!! Giovanni - IKQB

European Radioamateurs Association

Pagina 38

CO

NV

EN

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

ZIO N

CONVENZIONE RADIOKIT E LIBRI


sao@era.ei

Anche per il 2013 l ERA ha la convenzione con RADIOKIT Elettronica Se vuoi fare labbonamento in convezione E.R.A. contattami sao@era.eu

Caro socio E.R.A. Aiutaci a tenerti informato iscriviti alla newsletter soci@era.eu Per iscriverti clicca QUI

European Radioamateurs Association

Pagina 39

CO

NV

EN

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

ZIO N

CONVENZIONE AZIENDA SPECIALIZZATA DEL SETTORE PROSISTEL


sao@era.ei

European Radioamateurs Association

Pagina 40

EUROPEAN RADIOAMATEURS ASSOCIATION


ERAMAGAZINE

Anno 2013 - Numero 28 eramagazine@era.eu

sao@era.eu

Caro consocio E.R.A. non perdere le nostre informazioni iscriviti alla newsletter soci@era.eu Aiutaci a tenerti informato Clicca QUI.

Socio E.R.A. vuoi una e-Mail personalizzata? es. iz7pfu@era.eu Clicca qui. Se stampando il documento perderai il link non preoccuparti; puoi chiedere tutte le informazioni a sao@era.eu

European Radioamateurs Association

Pagina 41

ERAMAGAZINE
DIAMO VOCE ALLA NOSTRA VOCE
IT9LND Marcello VELLA Presidente Europeo E.R.A.

Invia i tuoi articoli e/o le tue foto per la pubblicazione a eramagazine@era.eu Gli articoli dovranno pervenire in redazione in formato word; writer, o semplicemente in notepad, non impaginare articoli ,creeresti solo una perdita di tempo per la redazione con la conseguente non lavorazione e la non pubblicazione del tuo articolo. Invia le immagini separate dal testo ; invia immagini leggere; in questo modo non avrai problemi con la posta elettronica, e renderai il lavoro della redazione pi fluido. Ricorda: la redazione di eramagazine non paragonabile ad una segreteria di sezione... Il materiale prima di essere pubblicato sar vagliato e valutato per la messa in rete. Il materiale inviato alla redazione non sar restituito. LA REDAZIONE DI ERAMAGAZINE Iz7PFU Massimiliano

Per informazioni sullAssociazione Europea E.R.A. Per sapere come aprire una sezione E.R.A. in Italia. Contatta i seguenti indirizzi: presidente@era.eu segreteria@era.eu

Socio E.R.A. , per aprire la tua e-mail personale @era.eu contatta sao@era.eu Socio E.R.A. , per farti inserire nella newsletter soci@era.eu contatta sao@era.eu

Per inviare i tuoi articoli scrivi a: eramagazine@era.eu Sito di E.R.A. MAGAZINE : http://www.eramagazine.altervista.org/ Sito Nazionale E.R.A. :http://italy.era.eu/
European Radioamateurs Association Pagina 42