Sei sulla pagina 1di 46

Wordfast - Manuale

v 3.35i

WORDFAST MANUALE DELLUTENTE


AGGIORNATO AL WORDFAST V. 3.35X ~ (C) 2001, CHAMPOLLION WORDFAST LTD
Tradotto dall'inglese da Luciano Drusetta (drusetta@libero.it) Revisionato da Nino Vessella

Indice
Introduzione............................................................................................................................ 2 Convenzioni tipografiche.....................................................................................................2 Installazione di Wordfast.........................................................................................................3 Rimozione di Wordfast.........................................................................................................4 Aggiornamento di Wordfast.................................................................................................4 Utilizzo di Wordfast.................................................................................................................4 Funzionalit............................................................................................................................. 7 Memoria di Traduzione........................................................................................................7 TM Attributes [Attributi della memoria di traduzione]............................................................9 Lavorare in rete................................................................................................................. 12 Tools [Strumenti]............................................................................................................... 12 Setup [Impostazioni].......................................................................................................... 14 Quality check [Controllo Qualit]........................................................................................27 Glossari............................................................................................................................. 28 Riconoscimento di terminologia.........................................................................................30 Conteggio di parole e tariffe..................................................................................................30 Documenti di Excel, Access, Powerpoint, Html e PDF..........................................................30 Casi speciali.......................................................................................................................... 32 Lingue con caratteri non latini............................................................................................32 Lingue a 16 bit (cinese, giapponese, coreano)..................................................................32 I file con i tag..................................................................................................................... 33 Collegamenti...................................................................................................................... 34 I file di Guida (Help)........................................................................................................... 35 Note a pi di pagina........................................................................................................... 35 Campi e oggetti................................................................................................................. 35 Campi traducibili................................................................................................................ 35 Segnalibri........................................................................................................................... 36 Dizionario........................................................................................................................... 36 Ricerca contestuale........................................................................................................... 37 Gestione delle memorie di traduzione (TM)...........................................................................38 Registrazione........................................................................................................................ 38 Risoluzione dei problemi.......................................................................................................39 Appendice I........................................................................................................................... 43 Segmentazione.................................................................................................................. 43 Memoria di Traduzione......................................................................................................44 Appendice II.......................................................................................................................... 44 Appendice III......................................................................................................................... 45

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Introduzione
Wordfast un software di Traduzione Assistita (CAT: Computer-Aided Translation) che utilizza una combinazione di due tecnologie: la segmentazione e la Memoria di Traduzione (TM: Translation Memory). Consigliamo a chi non ha familiarit con questi termini di leggere l'Appendice I per una breve nota introduttiva. Wordfast offre un controllo di qualit in tempo reale che comprende un controllo ortografico e una sofisticata funzione di glossario. Tale funzione personalizzabile controlla l'accuratezza dell'ortografia e della terminologia, il che costituisce una grande innovazione nel campo della Traduzione Assistita (CAT). In altre parole, la terminologia imposta dal cliente pu essere facilmente riconosciuta da Wordfast, che durante il processo di traduzione controller tutti i segmenti dal punto di vista della conformit alla terminologia del cliente. Inoltre, possibile attivare un controllo di qualit in modalit batch su pi documenti alla volta, in modo che i project manager possano ottenere un dettagliato resoconto sulla qualit dell'ortografia e della terminologia dei documenti da loro gestiti. Wordfast in grado di leggere direttamente i glossari di testo delimitato da tabulazioni (TXT), i glossari Excel (XLS) e i glossari Trados MultiTerm (MTW). Wordfast una integrazione di Ms-Word, ma permette di tradurre anche altri documenti Ms-Office come quelli di Ms-Excel, Ms-Access, Ms-PowerPoint e i documenti HTML. Il formato dei file di memoria (TM) di Wordfast aperto: tali file possono cio essere visualizzati e/o modificati con il Word, l'Excel, l'Access e con molti altri noti programmi. Wordfast, inoltre, riconosce e utilizza automaticamente le Memorie di Traduzione conformi al formato TMX come quelle TWB (Trados Workbench), DjVu, Star Transit e SDLX, ma anche i file in formato TMW e TXT di TWB e i file EXP di IBM Translation Manager. Wordfast anche compatibile con tutti i formati standard forniti di tag, il che lo rende lo strumento di elezione per tradurre file preparati con la funzione di aggiunta di tag di RWS di Rainbow, la suite Trados di strumenti di aggiunta di tag ecc. Tutte queste potenti funzionalit sono racchiuse in un compatto file di modello ( .dot) Word. Le agenzie di traduzioni possono inviare Wordfast ai loro collaboratori tramite posta elettronica, ed essi lo possono attivare in pochi secondi. I Responsabili di progetto possono associare a una particolare Memoria di Traduzione glossari, funzioni di controllo di qualit, particolari esigenze tipografiche eccetera, in modo che i traduttori indipendenti siano automaticamente in sintonia con le specifiche del progetto. Wordfast lavora in Ms-Word 97, Ms-Word 2000 ed Ms-Word 2002 (XP) per PC, Ms-Word 98 ed MsWord 2001 per MacIntosh (la compatibilit con il MacIntosh dev'essere verificata sul proprio sistema; e potrebbe essere necessario qualche accorgimento come spiegato nella sezione Risoluzione dei problemi. Una stessa memoria di traduzione e/o memoria di background pu essere condivisa da un massimo di 20 utenti collegati in rete aziendale (LAN). Wordfast pu anche essere collegato a un programma (in locale o in rete) di Traduzione Automatica (a cui ci riferiremo con l'abbreviazione MT: Machine translation) per tradurre in automatico quando non si trovano corrispondenze nel file di memoria. Diversi strumenti ed estensioni permettono agli utenti pi esperti di portare a termine compiti complessi e ripetitivi, quali l'estrazione e la pretraduzione di segmenti da un file Word, Access, PowerPoint o Excel, l'ottimizzazione delle memorie di traduzione, l'analisi di progetti, il monitoraggio della terminologia utilizzata da diversi traduttori, lo sviluppo di estensioni specifiche per un determinato progetto, eccetera. Speriamo sinceramente che questo strumento professionale possa aiutarvi a incrementare la vostra produttivit e fornirvi un ambiente di lavoro migliore. Daremo grande peso ai vostri commenti: dopo tutto, cos che Wordfast si evoluto e sta rapidamente diventando il numero 1 fra i programmi di traduzione professionale.

Convenzioni tipografiche.
1. 2. 3. 4. Le parole importanti sono in grassetto. Le parole che appaiono sullo schermo, ad esempio le opzioni del menu, i messaggi, ecc sono in carattere Tahoma: menu File. I tasti da premere, come CTRL e INVIO, in maiuscoletto. Il segno + indica una combinazione di tasti. Tutti i nomi dei documenti, file, il testo del documento da tradurre, quello del documento tradotto e tutto quanto viene scritto dallutente sono in carattere Courier New: Wordfast.ini.

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Installazione di Wordfast
Installazione automatica
Linstallazione automatica possibile se: 1. 2. Sono state abilitate le macro allapertura del documento; Il modello Wordfast.dot localizzato nella stessa cartella del presente file di manuale utente (questo medesimo documento). Ci avviene normalmente se si scompatta lintero archivio wordfast.zip nella stessa cartella. Fate un doppio clic qui per l'installazione automatica di Wordfast

Installazione manuale
Il file Wordfast.dot non va mai aperto come documento, ma solo aggiunto alla lista dei modelli dell'Ms-Word procedendo come segue: Chiudere Ms-Word. Utilizzando Esplora risorse, copiare Wordfast.dot nella cartella di Esecuzione automatica di Ms-Word. Normalmente, tale cartella pu essere una di queste:
Mas Word 97 Ms Word 2000 Windows NT Windows 2000 automatica MAC ...\Programmi\Microsoft Office\Office\Esecuzione automatica ...\Windows\Application Data\Microsoft\Word\Esecuzione automatica ...\WinNt\Profili\Nome utente\Application data\Microsoft\Esecuzione automatica ...\Documents and setting\Nome utente\Dati applicazioni\Microsoft\Word\Esecuzione ...:Microsoft Office 98:Startup

Note 1. 2. 3. Se in qualsiasi momento, Ms-Word chiede se si vogliono "salvare" i cambiamenti fatti al modello Wordfast, rispondere di no. Il modello Wordfast non va mai modificato. Se si hanno difficolt a individuare la cartella di Esecuzione automatica di Ms-Word: avviare Ms-Word e cliccare sulla voce Strumenti/Opzioni e quindi su Directory predefinite. Prendere nota del nome completo della cartella di esecuzione automatica. La presenza di Wordfast.dot nella cartella di Esecuzione automatica comporta l'attivazione di Wordfast ogni volta che Ms-Word viene avviato. Se Wordfast.dot viene copiato nella cartella Modelli, occorre aprire la finestra di dialogo Strumenti/Modelli e aggiunte... , cliccare su Aggiungi, selezionare Wordfast.dot e premere OK. Wordfast.dot non va mai aperto come documento. Gli utenti Mac sono pregati di leggere la nota sulla allocazione di memoria per Ms-Word nella sezione dedicata alla risoluzione dei problemi, come pure la nota sul file di opzioni della banca dati di registrazione PPC (PPC: registration database preference file). Word 2000 o superiore: utilizzare il men Strumenti/Macro/Protezione per impostare un basso livello di protezione, quindi riavviare Ms-Word. Utenti Ms-Word97: vedere la sezione sulla risoluzione dei problemi con Ms-Word97 Se ci sono due diverse versioni dellMs-Word sullo stesso disco rigido, occorre avere due copie di Wordfast, una per ciascuna cartella di Avvio o Esecuzione automatica per ciascuna versione di Word. In questo modo, ciascun modello Wordfast.dot avr un proprio file INI nel quale verr registrato il rispettivo numero di licenza. Occorrer dunque richiedere il numero di licenza due volte perch ciascuna versione di Word produrr un numero di installazione diverso.

4.
5. 6. 7.

Avviare Ms-Word. Dovrebbe apparire una nuova barra di strumenti e nella barra del men dovrebbe apparire la voce Wordfast.

Le icone di Wordfast, da sinistra a destra, sono: Next [Segmento successivo] - Copy source [Copia il segmento di origine in quello di destinazione ] Expand [Espandi segmento] - Shrink [Riduci segmento] - Translate [Traduci] - End [Fine della sessione di traduzione] - Previous placeable [Selemento sostituibile precedente ] - Copy placeable [Copia l'elemento sostituibile] Next placeable [Elemento sostituibile successivo ] -Dictionary [Dizionario] - Contexts

Wordfast - Manuale [Ricerca contestuale] - Glossary [Glossario] -Memory [Memoria] Quality Check [Controllo Qualit] - Quick clean-up [Pulizia rapida] Wordfast [Apri finestra di Wordfast].

v 3.35i

Rimozione di Wordfast Rimozione automatica


La rimozione (disinstallazione) automatica possibile se sono state abilitate le macro allapertura del documento. Fate un doppio clic qui per la rimozione automatica di Wordfast

Rimozione manuale
Chiudere Ms-Word. Cercare e cancellare dal disco rigido i seguenti file: Wordfast.dot, Wordfast.doc e Wordfast.ini.

Aggiornamento di Wordfast Aggiornamento automatico


Ripetere la procedura di installazione dopo aver scaricato la versione pi recente del file wordfast.zip.

Aggiornamento manuale
1. 2. Chiudere Ms-Word. Sostituire il file Wordfast.dot presente nellelaboratore con quello nuovo.

Consigliamo, durante questa operazione, di mantenere il file wordfast.ini gi esistente, in modo da non perdere le impostazioni precedenti (compreso il numero di licenza). Inoltre, potrebbe essere utile rinominare il vecchio file wordfast.dot (chiamarlo wordfast.old, per esempio) in modo da poter tornare alla versione precedente in caso di problemi. Consigliamo di visitare regolarmente i nostri siti (http://www.champollion.net o http://geocities.com/wordfast) per essere sicuri di utilizzare sempre la versione pi recente.

Utilizzo di Wordfast
Impostazione di Wordfast per il primo utilizzo. Cliccare sullultima icona ( ) nella barra degli strumenti di Wordfast. Si aprir una finestra, nella quale dovrete cliccare sulla scheda Translation memory [Memoria di traduzione], e qui in Files.

Premere il pulsante New per creare una nuova memoria di traduzione. Vi verr chiesto di fornire il codice ISO della lingua di origine e di quella di destinazione da usare nel file di memoria di traduzione. Una volta che Wordfast ha creato il file (che un documento Word in formato testo), vi verr chiesto di fornire un nome e salvarlo. Dopo di che, chiudere la finestra di Wordfast.

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Potete usare questa memoria di traduzione per tutti i lavori che volete, ma noi raccomandiamo di usare una memoria di traduzione distinta per ogni singolo argomento e/o cliente, come spiegato nella sezione dedicata alla Gestione della memoria di traduzione TM ). La tipica sessione di traduzione consiste sostanzialmente in due fasi.

1. Traduzione:
A. Aprire il documento da tradurre e cliccare sull'icona Next ( ). Il rettangolo superiore, che chiamiamo segmento di origine, appare su sfondo blu e contiene un segmento del documento da tradurre. Il rettangolo inferiore (che pu essere verde, giallo o grigio) il luogo in cui scrivere la traduzione e che chiamiamo segmento di destinazione. (Da notare che i segmenti sono delimitati da segni di colore viola come questo che non vanno mai cancellati o modificati). Se Wordfast trova una traduzione approssimativa o esatta, la visualizza su sfondo verde o giallo; altrimenti il rettangolo inferiore vuoto e di colore grigio. Digitare la traduzione nel segmento di destinazione, cio soltanto nel rettangolo inferiore (verde, giallo o grigio) e non altrove.

Cliccare sull'icona Next ( ) o usare la combinazione di tasti ALT+GI per convalidare il segmento attuale e spostarsi su quello successivo. Da notare bene: per convalidare la traduzione non va mai usato n il tasto di INVIO n quello del TABULATORE. I segmenti di origine e di destinazione non devono mai contenere comandi di fine riga (ritorni a capo), tabulatori o interruzioni di pagina. B. Tradurre il documento cliccando su Next ( ) per convalidare i segmenti. Per terminare la traduzione cliccare sull'icona End ( ) o ALT+FINE (se si convalida l'ultimo segmento del documento, Wordfast esce automaticamente dalla sessione di traduzione). C. Una volta tradotto l'intero documento, lo si pu rivedere (revisionare, controllarne l'ortografia, curarne la formattazione). Vedere la prima nota n 1 pi oltre. Per modificare un segmento, premere ALT+GI, modificarlo e poi chiuderlo con ALT+FINE.

2. Pulizia:

Una volta completata la revisione, cliccare sull'icona Wordfast ( ), poi nella scheda Tools [Strumenti] selezionare il documento tradotto nell'elenco Files [Documenti], quindi cliccare sul pulsante Clean-up [Pulizia]. (Se si lavora per un'agenzia di traduzioni, questa potrebbe chiedere di saltare questo passo, cio di rispedire il documento segmentato senza avviare l'operazione di pulizia). Rispondere Yes alla domanda Update memory? [Aggiornare la memoria?] solo se il documento stato revisionato o modificato senza aprire/chiudere segmenti.

Note: 1. Mostrare sempre il testo nascosto , in modo che il testo originale e i segni di demarcazione dei segmenti siano sempre visibili durante la revisione del documento (formattazione, correzione, controllo ortografico). CTRL+VIRGOLA permette di mostrare/nascondere rapidamente il testo nascosto per avere una sorta di "anteprima" della traduzione finale; ma prima di riprendere la traduzione, assicurarsi sempre che il testo nascosto sia di nuovo visibile. E buona cosa abituarsi a usare le opzioni offerte dalla finestra di dialogo di Word Strumenti/Opzioni.../Visualizza . 2. Durante una sessione di traduzione, si pu fare in modo che Wordfast utilizzi come segmento successivo la porzione di testo evidenziata allo scopo; per farlo, utilizzare la combinazione di tasti MAIUSCOLE+ALT+GI. Ci particolarmente utile, per esempio, quando si deve saltare una parte di documento. La parte di testo selezionata si trova normalmente nella porzione di documento successiva a quella che si sta traducendo. Da notare, per, che la selezione pu trovarsi anche dentro il segmento di origine; in tal caso l'operazione non altro che una riduzione del segmento. Wordfast considera i numeri isolati come porzioni di testo intraducibili e non li segmenta. Tali numeri isolati si possono evidenziare per costringere Wordfast a segmentarli; ma in questo caso particolare, anche se non sono stati evidenziati dei numeri isolati, utilizzando la funzione Force segment [Forza segmento]

Wordfast - Manuale

v 3.35i

3.

4. 5. 6.

si impone a Wordfast di segmentarli. Infine va ricordato che il Vaso di Pandora ha unopzione (SegmentAll) che impone a Wordfast la segmentazione dei numeri isolati. Se trova pi di una Unit di Traduzione (TU) corrispondente, Wordfast propone sempre quella col pi alto valore di corrispondenza. La combinazione ALT+DESTRA/SINISTRA ha l'effetto di visualizzare, fra le prime 10 coppie trovate nel file di TM, le coppie rispettivamente successive e precedenti a quella visualizzata, in ordine di valore di corrispondenza. Se lelaboratore o Ms-Word dovessero accidentalmente spegnersi durante una sessione di traduzione, fare riferimento alla sezione Risoluzione dei problemi. E' possibile lavorare senza Memoria di Traduzione (TM): se per qualsiasi motivo non si vuole che Wordfast proponga alcunch o se non si vuole che aggiorni la Memoria di Traduzione. Si pu escludere o riattivare in qualsiasi momento la Memoria di Traduzione tramite la combinazione di tasti MAIUSCOLE+ALT+M. Se il segmento di origine contiene segnalibri, questi appaiono evidenziati in grigio. Per maggiori dettagli fare riferimento alla sezione sui segnalibri.

Oltre ad ALT+FINE (convalida e chiusura del segmento e fine della sessione) ci sono altri due modi di chiudere il segmento aperto e concludere la sessione di traduzione: MAIUSCOLE+ALT+FINE ALT+CANC chiude il segmento aperto senza trascriverlo nella memoria di traduzione. cancella il contenuto del segmento di destinazione, lo chiude (terminando la sessione) e ripristina il segmento di origine cos come era prima della convalida.

Altre icone/combinazioni di tasti di scelta rapida (Utenti Mac: usare il CTRL al posto dell'ALT) Icona Expand [Espandi segmento] Shrink [Riduci segmento] CopySource [Copia] Translate [Traduci] Contexts [Ricerca contestuale] CTRL+ALT+C Tasti di scelta rapida Funzione ALT+PAGGI
Espande un segmento quando la frase in effetti continua oltre un segno di punteggiatura finale. Da notare che non si pu estendere un segmento oltre un segno di fine paragrafo, un'interruzione di pagina, un tabulatore o la cella di una tabella. Ha l'effetto contrario del comando Espandi segmento. Copia il segmento di origine sul segmento di destinazione. Traduce finch trova una corrispondenza non esatta. Esplora i file di memoria (TM) e i file di memoria di sottofondo (BTM: Background Translation Memory) e visualizza tutte le Unit di Traduzione (TU) contenenti la parola specificata. Normalmente la ricerca avviene sui segmenti di origine del file TM. Tuttavia, se durante una sessione di traduzione lespressione selezionata appare nel segmento di destinazione, Wordfast la cercher nei segmenti di destinazione del file TM. Cerca una parola o unespressione nel dizionario esterno n 1 attivo in quel momento. Cerca una parola o unespressione nel dizionario esterno n 2 attivo in quel momento. Cerca una parola o unespressione nei glossari. Visualizza il contenuto dell'Unit di Traduzione (TU) sopra il segmento proposto. Attiva/disattiva il Controllo Qualit (QC) in tempo reale durante la traduzione. Pulisce un documento senza aggiornare la memoria. (L'operazione di pulizia vera e propria, completa, si effettua dalla scheda Tools [strumenti] di Wordfast).

ALT+PAGSU ALT+INS

Dictionary1 [Dizionario1] Dictionary2 [Dizionario2] Glossary [Glossario] Memory [Memoria] Quality Check [Controllo Qualit] Quick clean-up [Pulizia rapida] Tasti di scelta rapida CTRL+ALT+L

CTRL+ALT+D CTRL+ALT+F CTRL+ALT+G CTRL+ALT+M MAIUSCOLE+CTRL+Q CTRL+ALT+Q Funzione

CTRL+ALT+X CTRL+ALT+INS

Riduce il segmento sulla sinistra tralasciando la prima parola o il primo numero. Per esempio, se il segmento comincia con una lista numerata come 1.0 Prima sezione allora questa funzione tralascia il primo numero e il segmento sar: Prima sezione Cancella il contenuto del segmento di destinazione. Copia gli attributi di testo/stile del segmento di origine al segmento di destinazione. Utile se nel segmento di destinazione stato incollato del testo con un tipo di carattere o stile diverso.

Wordfast - Manuale MAIUSCOLE+ALT+GI MAIUSCOLE+CTRL+G F6/MAIUSCOLE+F6 ALT+SU ALT+SINISTRA/DESTRA

v 3.35i
Impone a Wordfast di utilizzare come segmento successivo il testo appena selezionato. Carica i glossari, se la loro dimensione inferiore a 200 Kbyte, in una lista a scomparsa nella barra strumenti. Effettua una nuova (F6) o una ulteriore ricerca (MAIUSCOLE+F6) nel glossario della barra strumenti Si pu usare per tornare al segmento precedente. Se nel file di memoria viene trovata pi di una corrispondenza, questa combinazione di tasti serve a visualizzare l'Unit di Traduzione (TU) successiva/precedente in ordine di valore di corrispondenza. Seleziona (nel segmento di origine) la successiva o la precedente porzione di testo sostituibile; CTRL+ALT+GI ( ) copia, alla posizione del cursore nel segmento di destinazione, la porzione di testo sostituibile evidenziata. Una porzione di testo sostituibile un elemento intraducibile che viene semplicemente copiato dal segmento di origine a quello di destinazione. Seleziona il segnalibro originale (source) alla posizione del cursore. Trasferisce il segnalibro selezionato (source) alla posizione del cursore o a coprire il testo che in quel momento selezionato, nel segmento di destinazione. Attiva/disattiva la visualizzazione del testo nascosto. Ci permette di avere una sorta di "anteprima" della traduzione finale per poi tornare alla visualizzazione piena. Tutte le operazioni di modifica, controllo ortografico, revisione ecc. vanno fatte in visualizzazione "piena", cio mostrando il testo nascosto. Copia una qualsiasi selezione di testo (da un qualsiasi documento Word) nel segmento di destinazione aperto, se in corso una sessione di traduzione. Se nel segmento di destinazione la selezione ha lunghezza zero (cio se solo un punto di inserimento) il testo selezionato viene incollato nel punto di inserimento. Se la selezione ha una certa lunghezza e se la selezione (o il punto di inserimento) si trova fuori dal segmento di destinazione, il testo viene incollato alla fine del segmento di destinazione Se il testo cos incollato di formato o stile diverso dallo stile generale del segmento di destinazione, ricordare che la combinazione CTRL+ALT+INS copia il formato e lo stile del segmento di origine su quello di destinazione.

CTRL+ALT+SINISTRA CTRL+ALT+DESTRA F2 F4 CTRL+VIRGOLA

ALT+F12

Note: 1. TWB in grado di effettuare le operazioni di pulizia sui file tradotti da Wordfast (e viceversa); i file di memoria di Wordfast possono essere utilizzati anche su TWB, DjVu, CypresSoft, Transit eccetera utilizzando la norma TMX. 2. Quando sopra il segmento attuale viene visualizzata una Unit di Traduzione (TU), utilizzare la combinazione MAIUSCOLE+ALT+INS per copiare il contenuto del segmento di destinazione della Memoria di Traduzione nel segmento di destinazione del documento. 3. Per escludere alcune porzioni del documento dal processo di traduzione: creare un nuovo stile, per esempio "Intraducibile". Applicare quello stile alle parti del documento che non vanno tradotte. Inserire quello stile nella finestra External style [Stile esterno] della scheda Setup/Extend [Setup/Estendi] di Wordfast.

Funzionalit
Memoria di Traduzione Files [File di Memoria di Traduzione]
Questa sezione serve ad aprire un file di memoria (TM) o a crearne uno nuovo, a gestire le memorie (TM) e a definirne gli attributi. Prima di creare un nuovo file di memoria (TM), specificare un codice di 5 caratteri della lingua in conformit alle norme ISO (2 caratteri per la lingua, un trattino e 2 caratteri per la variante locale, o "01" se non esistono varianti locali). Se si preme CANC dopo aver usato il pulsante Open, Wordfast chiede se si vuole deselezionare il file corrente. Se si risponde di s non verr pi selezionata alcuna memoria di traduzione. E possibile iniziare una sessione di traduzione senza luso di nessuna memoria di traduzione; in questo caso Wordfast visualizzer un avviso. Ecco un elenco di alcuni codici. Una lista completa dei codici delle lingue conformi alle norme ISO si possono trovare nel sito: www.lisa.org (cercare TMX oppure andare alla pagina http://www.lisa.org/tmx/tmx.htm e premere su References).
AF-01 (Afrikaans) AR-01 (Arabo) BE-01 (Bielorusso) ES-MX (Spagnolo, Mexico) ES-NI (Spagnolo, Nicaragua) ES-PA (Spagnolo, Panama) KO-01 (Coreano) LT-01 (Lituano) LV-01 (Lettone)

Wordfast - Manuale
BG-01 (Bulgaro) CA-01 (Catalano) CS-01 (Ceco) DA-01 (Danese) DE-AT (Tedesco, Austria) DE-CH (Tedesco, Svizzera) DE-DE (Tedesco, Germania) DE-LI (Tedesco, Liechtenstein) DE-LU (Tedesco, Lussemburgo) EL-01 (Greco) EN-AU (Inglese, Australia) EN-CA (Inglese, Canada) EN-GB (Inglese, GB) EN-IE (Inglese, Irlanda) EN-JM (Inglese, Giamaica) EN-NZ (Inglese, Nuova Zelanda) EN-US (Inglese, USA) EN-ZA (Inglese, Sud Africa) EO-01 (Esperanto) ES-AR (Spagnolo, Argentina) ES-CL (Spagnolo, Cile) ES-CO (Spagnolo, Colombia) ES-CR (Spagnolo, Costa-Rica) ES-EC (Spagnolo, Ecuador) ES-ES (Spagnolo, Spagna) ES-HN (Spagnolo, Honduras) ES-PE (Spagnolo, Per) ES-PR (Spagnolo, Puerto-Rico) ES-PY (Spagnolo, Paraguay) ES-SV (Spagnolo, El Salvador) ES-UY (Spagnolo, Uruguay) ES-VE (Spagnolo, Venezuela) ET-01 (Estone) EU-01 (Basco) FA-01 (Farsi) FI-01 (Finnico) FR-BE (Francese, Belgio) FR-CA (Francese, Canada) FR-CH (Francese, Svizzera) FR-FR (Francese, Francia) FR-LU (Francese, Lussemburgo) GA-CT (Gaelico, Scozia) GA-IE (Gaelico, Irlanda) GA-WA (Gaelico, Galles) HR-01 (Croato) HU-01 (Ungherese) IN-01 (Indonesiano) IS-01 (Islandese) IT-CH (Italiano, Svizzera) IT-IT (Italiano, Italia) IW-01 (Ebraico) JA-01 (Giapponese)

v 3.35i
MK-01 (Macedone) MT-01 (Maltese) NL-BE (Neerlandese, Belgio) NL-NL (Neerlandese, Paesi Bassi) NO-01 (Norvegese) PL-01 (Polacco) PT-BR (Portoghese, Brasile) PT-PT (Portoghese, Portogallo) RM-01 (Reto-Romanzo) RO-01 (Rumeno) RU-01 (Russo) SH-01 (Serbo-Croato) SK-01 (Slovacco) SL-01 (Sloveno) SO-01 (Sorabo) SQ-01 (Albanese) SV-01 (Svedese) SW-01 (Swahili, Standard) SW-KN (Swahili, Kenya) SW-TZ (Swahili, Tanzania) TR-01 (Turco) UK-01 (Ucraino) VI-01 (Vietnamita) ZH-CN (Cinese, RPC) ZH-SG (Cinese, Singapore) ZH-TW (Cinese, Taiwan)

Oltre al proprio formato sorgente, Wordfast pu aprire le memorie di traduzione TMX, il formato sorgente TMW di TWB, il formato di esportazione TXT di TWB e i file EXP di IBM Translation Manager. Per esempio, per riutilizzare una memoria di traduzione Wordfast con TWB: 1) in Wordfast, premere su Export per creare una versione TMX del file di memoria corrente, e 2) in TWB, creare una nuova memoria di traduzione con le lingue opportune. Poi usare il men File/Import di TWB per importare il file TMX nella memoria di traduzione appena creata. Note 1. Se si apre una memoria di traduzione TMX, Wordfast chiede se si vuole convertirla in un file di memoria Wordfast in formato unicode. Di solito inutile farlo (premere su OK ). Usare memorie di traduzione unicode solo se il formato unicode davvero necessario. La maggior parte delle lingue alfabetiche non richiede il formato unicode. Raccomandiamo di riorganizzare i file TMW di TWB prima di leggerli con Wordfast (aprendo il file di memoria in modalit esclusiva con TWB e poi cliccando sulla voce di men File/Reorganize [File/Riorganizza]). Raccomandiamo il formato TMX per lo scambio con altri programmi di TM.

2.

Service [Manutenzione della memoria di traduzione]


La scheda Service fornisce quattro strumenti per la gestione della memoria di traduzione (vedere anche la successiva sezione relativa alla Gestione della memoria di traduzione TM ):

Wordfast - Manuale

v 3.35i

1.

2.

3.

Il pulsante Reorganize [Riorganizza] riorganiz-za e indicizza un file di memoria (TM). Dato che normalmente questo riduce le dimensioni del file di memoria grazie all'eliminazione dello spazio inutilizzato, consigliabile effettuare tale operazione prima di mandare un file di memoria (TM) a qualcuno via posta elettronica (E-mail). Selezionando la casella di controllo Force default attributes [Forza gli attributi predefiniti ] gli attributi attualmente predefiniti per Wordfast (che possono essere diversi dagli attributi del file di memoria TM in uso, visualizzati nella sezione TM Attributes [Attributi della memoria di traduzione] sostituiscono gli attributi nel file di memoria che si sta riorganizzando. Il pulsante Merge [Incorpora] viene usato per far confluire un file di memoria (TM) Wordfast nel file di memoria che si sta usando. Il file di memoria che viene aggiunto pu contenere Unit di Traduzione (TU) gi presenti nel file di memoria che si sta usando (doppioni di TU). Ecco perch durante la fase di riorganizzazione che viene eseguita subito dopo la fusione, Wordfast cancella tutte le Unit di Traduzione ridondanti (doppioni di TU). Se si vogliono cancellare dei doppioni di TU da un file di memoria esistente (che, per esempio, stato creato o modificato a mano), lo si pu semplicemente far confluire in un file di memoria vuoto creato all'occasione. Il pulsante Reverse [Inverti] crea un file di memoria (TM) dove originali e traduzioni sono invertiti, per tradurre nella direzione opposta.

Compress [Compattamento della memoria di traduzione]


La scheda Compress [Compatta] viene usata per cancellare selettivamente da un file di memoria le Unit di Traduzione (TU) indesiderate in base a determinati criteri. Subito prima di compattare o riorganizzare o fondere un file di memoria (TM) viene creato un file BAK.

TM Attributes [Attributi della memoria di traduzione]


Nella scheda TM Attributes possibile definire fino a 5 attributi per ciascuna memoria di traduzione. Quattro attributi possono essere personalizzati; il primo di essi rimane riservato all'identificativo utente (iniziali e nome dell'utente). Per facilitare lo scambio dei file di memoria raccomandiamo di riservare lattributo n 2 al Soggetto e
lattributo n 3 al Cliente, come nell'esempio fornito in Wordfast. Ognuno libero, ovviamente, di definire gli attributi secondo le proprie specifiche esigenze. Usare il pulsante Sample [Esempio] per caricare una serie esemplificativa

di attributi, che si possono personalizzare in seguito.

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Digitare il nome dellattributo nell'area sensibile a sinistra della lista a scomparsa. Cliccare nell'area sensibile e digitare lattributo.

Cliccare nella lista a scomparsa e aggiungere le voci (o valori) utilizzando i seguenti tasti: Ins, per aggiungere una voce; Invio, per modificare una voce; Canc, per cancellare una voce.

L'attributo attivo quello visualizzato in quel momento nella lista a scomparsa.


Le voci consistono in un'abbreviazione mnemonica (di 2, 3 o 4 lettere) seguita da uno spazio e dalla descrizione per esteso. Di fatto, per ridurre l'utilizzo di spazio inutile Wordfast registra nel file della memoria di traduzione (TM) solo l'abbreviazione.

Gli attributi vengono salvati nell'intestazione del file di memoria di traduzione (TM). Quando si lavora su una sessione di traduzione, Wordfast registra linsieme di abbreviazioni mnemoniche degli attributi correnti su ogni Unit di Traduzione (TU) nuova o aggiornata. Se s'interrompe la sessione di traduzione, aprire Wordfast e cambiare gli attributi; la successiva sessione di traduzione ricever cos il nuovo insieme di attributi, mentre non verranno modificati gli attributi delle Unit di Traduzione (TU) gi esistenti in precedenza. Se stato definito un insieme di attributi per il file TM1 e lo si vuole copiare e incollare in un file di memoria gi esistente col nome di TM2: utilizzando TM1 come file di memoria attualmente in uso in Wordfast, cliccare su Copy [Copia]. Aprire TM2. Cliccare su Paste [Incolla]. Da notare che le unit di traduzione (TU) presenti in TM2 non verranno influenzate da questo cambiamento. Una volta copiato un insieme di attributi, Wordfast lo ricorda come linsieme di attributi predefinito, lo salva nel file di configurazione INI e lo scrive in ogni file di memoria di traduzione (TM) di nuova creazione. E' possibile riscrivere tutte le Unit di Traduzione (TU) di un intero file di memoria con uno specifico insieme di attributi. Per fare ci, impostare gli attributi in Wordfast, cliccare sul pulsante Copy [Copia] selezionare la casella di controllo Force default attributes [Forza gli attributi predefiniti] nella scheda Service [Servizio], quindi cliccare sul pulsante Reorganize [Riorganizza]. Cos facendo si riorganizza l'intero file di memoria (TM) e si applica linsieme di attributi predefinito di Wordfast a ogni nuova TU. Applicazione di penalit in base agli attributi. Le penalit sono numeri digitati tra parentesi (vedere gli attributi esemplificativi per un esempio). Una penalit diminuisce la percentuale di analogia di una TU quando essa viene trovata nel file di TM. (se nel file di memoria Wordfast trova una corrispondenza del 100% ma uno degli attributi della TU ha una penalizzazione di 5, il tasso di analogia o di corrispondenza viene abbassato al 95%). Ci sono due tipi di penalit: penalit assolute e penalit relative. Penalit assolute: vengono definite per le singole voci di attributo (cio gli elementi dell'elenco a scomparsa). Quando Wordfast propone una TU che ha quel determinato attributo, essa riceve la penalit corrispondente. Esempio: poniamo che l'identificativo del traduttore sia JG John Grisham. Poniamo che egli importi nel suo file di memoria (TM) 200 Unit di Traduzione (TU) provenienti da un altro traduttore il cui identificativo sia MT Mark Tweed. E che si desideri applicare in ogni caso alle TU provenienti da Mark Tweed una penalit di 5 punti.

10

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Creare o modificare la voce di attributo MT Mark Tweed in modo che appaia cos: MT Mark Tweed (5). Da quel momento, tutte le volte che una proposta di traduzione proviene da Unit di Traduzioni (TU) create da Mark Tweed, essa avr una penalit di 5. Le TU di Mark Tweed non appariranno mai su colore verde. Penalit relative: sono definite per attributo (nell'area sensibile degli attributi). Tali penalit vengono applicate se l'attributo della particolare Unit di Traduzione (TU) diverso dal valore di attributo della sessione corrente (come definito nella scheda TM Attributes [Attributi di TM] di Wordfast). Esempio: si decide di applicare una penalit relativa di 8 punti all'attributo User ID [Identificativo utente]. Modificare l'area sensibile in modo da avere User ID (8) . Da quel momento, se l'identificativo utente (User ID, appunto) di una TU diverso da quello definito al momento (mettiamo, il proprio identificativo personale), quella TU ricever una penalit di 8 punti indifferentemente dal traduttore che l'ha originata. Le penalit assolute e relative sono cumulabili. Cos, se Mark Tweed ha gi una penalit assoluta di 5 punti e l'intera categoria User ID ha una penalit relativa di 8 punti, le TU di Mark Tweed riceveranno una penalit totale di 13 punti. Scopo principale delle penalit che una TU che altrimenti apparirebbe su sfondo verde non appaia sul verde ma sul giallo, in modo da richiamare l'attenzione del traduttore. Le penalit devono essere di scarsa entit ( sufficiente una penalit di 2 punti a impedire che una TU appaia su sfondo verde), perch se vengono cumulate potrebbero portare il valore di corrispondenza sotto la soglia di corrispondenza parziale. Di solito per le penalit per la traduzione automatica sono alte: normalmente vanno da 10 a 15. Altro scopo delle penalit quello di gestire i file di memoria con la funzione Compress nella scheda Service (estrazione, fusione e classificazione dei file di TM) in base ai singoli attributi delle loro TU.

TM Rules [Regole della memoria di traduzione]


Regole che si applicano quando si riutilizza o si modifica una TU esistente dopo che Wordfast lha proposta come corrispondente al 100%. La TU viene riutilizzata se non si modifica il segmento di destinazione (la traduzione) ; viene modificata se si edita (modifica) il segmento di destinazione. Le regole che seguono vengono applicate subito dopo aver convalidato tali segmenti "corrispondenti al 100% " per controllare il modo in cui essi vengono registrati nella memoria di traduzione.

Come gli attributi, queste regole vengono salvate nel file di TM e non nelle impostazioni di Setup di Wordfast. Re-using an existing TU [Riutilizzo della TU esistente ]: se gli attributi attivi al momento sono diversi da quelli della TU, si pu scegliere di aggiornare la TU nel file di memoria (TM) sostituendoli con i nuovi attributi. Per farlo selezionare la casella Update existing TU if attributes are different. Il contatore di utilizzo verr incrementato e i nuovi attributi sostituiranno gli attributi correnti della TU, mentre il testo di origine e di destinazione resta uguale. Lopzione Editing an existing TU [Modifica della TU esistente] offre 4 possibilit: Add to TM by overwriting the existing TU [Aggiungi al file di TM scrivendo sopra la TU esistente ]: la TU esistente viene cancellata e nel file di memoria viene registrata la TU modificata, cio la TU modificata prende il posto di quella esistente;

11

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Add to TM; overwrite existing TU if attributes are identical [Aggiungi al file di memoria scrivendo sopra la TU esistente se gli attributi sono identici ]: la TU modificata viene aggiunta al file di TM, ma la TU esistente viene cancellata solo se tutti i suoi attributi (Identificativo Utente, Cliente, Soggetto ecc.) sono identici a quelli della TU appena creata; Add to TM; do not overwrite existing TU [Aggiungi al file di TM senza scrivere sopra la TU esistente]: la TU modificata viene aggiunta al file di TM e quella esistente non viene cancellata dal file di TM, nemmeno se gli attributi sono identici. Normalmente non si dovrebbe usare questa opzione, tranne che per progetti altamente specifici, perch genera doppioni. Do not add to TM [Non aggiungere al file di TM]: la TU modificata non viene affatto aggiunta al TM e la TU esistente non viene cancellata.

Quando Wordfast trova pi di una possibile traduzione per il segmento di origine, il valore di corrispondenza appare in blu, seguito dal segno +. Usando la combinazione ALT+SINISTRA fa aprire una finestra che contiene tutte le corrispondenze trovate con i rispettivi attributi. Usare ALT+DESTRA nella finestra del documento per scorrere tutte le possibili proposte di traduzione. La prima corrispondenza proposta da Wordfast sempre la pi recente.

Miscellanea
Una memoria di traduzione (per esempio: WfMemory) crea i seguenti file: WfMemory.Txt WfMemory.Itx WfMemory.Net WfMemory.Bak E' il file di memoria vero e proprio. Non va cancellato a meno che non serva pi. Questo l'indice del file di TM. Cancellarlo non crea problemi, perch Wordfast lo ricrea automaticamente al momento del bisogno. Questo file viene creato per le sessioni in rete, ma viene creato anche durante le sessioni non in rete (cio in locale). Wordfast lo ricrea ad ogni sessione. Cancellarlo non crea problemi. E' una copia del file di memoria prima di ogni operazione di riorganizzazione, fusione o compattamento. Cancellarlo non crea problemi.

Dovendo salvare una memoria di traduzione (TM) o spedirla a un collega, l'unico file necessario il file .TXT. Se una memoria di traduzione viene persa, ricordarsi che (se si tengono in salvo copie dei file tradotti e segmentati) per ripristinare le corrispondenti unit di traduzione basta un'ulteriore operazione di pulizia dei file segmentati che hanno originato quel file di memoria.

Lavorare in rete
Una stessa memoria di traduzione pu essere condivisa da numerosi utenti allo stesso tempo (fino a 20) collegati in una rete locale (LAN: Local Area Network). Non necessaria nessuna impostazione particolare. Basta aprire la stessa memoria di traduzione su tutta la rete. L'unica limitazione consiste nel fatto che Wordfast vieta tutte le operazioni di servizio (riorganizzazione, compattamento, fusione) finch il file di memoria viene utilizzato da pi di un utente. Ciascun utente dovrebbe avere un diverso insieme di iniziali utente. Ricordarsi che l'utente non viene definito in Wordfast ma in Ms-Word (usando Strumenti/Opzioni o Personalizza, e poi Inf. utente). Il nome utente che si sta usando viene visualizzato in grassetto sopra la scheda Attributes [Attributi]. Vedere nella sezione Condivisione ("Share") come compartire una memoria di traduzione su Internet. Nota: Wordfast pu indicare che una Memoria di Traduzione compartita anche se ci non vero, siabilitando cos gli strumenti di manutenzione delle memorie di traduzione. Questo pu accadere quando lultima sessione non stata chiusa correttamente. Chiudere Ms-Word, localizzare la Memoria di Traduzione, trovare il file di memoria che ha lestensione .NET e cancellarlo (cancellare solo quel file, non altri).

Tools [Strumenti]
Quando si avvia Wordfast, se ci sono file gi aperti in Ms-Word, essi appaiono nella lista Documents [Documenti]. Altrimenti vengono elencati i file presenti nella cartella di lavoro. Premere il pulsante Folder per cambiare cartella.

12

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Clean up [Pulizia] cancella dai file selezionati tutti i segni di demarcazione dei segmenti e tutti i segmenti di origine, lasciando solo il testo tradotto. Il file di memoria (TM) viene aggiornato se il segmento di destinazione viene modificato dopo essere stato creato. Da notare: CTRL+ALT+Q (icona Quick-clean [pulizia rapida] nella barra degli strumenti di Wordfast) pulisce il documento molto pi rapidamente, ma senza aggiornare il file di memoria (TM) e senza creare un resoconto.

Analyze [Analizza] fornisce un'analisi del/i documento/i selezionato/i prima della traduzione, precisando il numero di segmenti e di parole, con le percentuali di analogia dei segmenti in relazione alla memoria di traduzione (TM) in uso. Se il documento gi tradotto e segmentato, Analyze fornisce le stesse statistiche in base al documento stesso, cio senza cercare nel file di memoria (TM). Translate [Traduci] effettua una pretraduzione del/i documento/i selezionato/i con la memoria di traduzione in uso in quel momento. I segmenti sconosciuti (senza corrispondenza) vengono copiati sul segmento di destinazione se viene specificato il comando "CopySourceWhenNoMatch" nel Vaso di Pandora. Se per viene attivato un collegamento a una traduzione automatica (Machine translation) i segmenti sconosciuti vengono tradotti automaticamente. Una volta completata la pretraduzione, avviare una normale sessione di Wordfast e tradurre il documento (o i documenti) come al solito. Il lavoro risulter pi veloce perch la segmentazione e l'abbinamento sono gi stati effettuati. Per ripulire un documento di questo tipo, utilizzare il normale strumento di pulizia ( Clean-up) e rispondere Yes alla domanda Update translation memory? [Aggiornare la memoria di traduzione?]. Da notare: Se questa funzione viene attivata su un documento vuoto mentre in sottofondo in funzione Excel, Access o PowerPoint, viene tradotto il documento Excel, Access o PowerPoint. Se questa funzione viene attivata con le impostazioni di MT (traduzione automatica) attivate, viene effettuata la traduzione automatica dei segmenti sconosciuti. Quality-check [Controllo di qualit] effettua un controllo di qualit su tutti i file selezionati; per ciascun file viene generato un resoconto dettagliato con un sommario generale degli errori di QC trovati in tutti i file. XTrans! lo stesso che il normale strumento Translate, ma si possono utilizzare diversi file di memoria (TM) alla volta (se si trovano nella stessa cartella). Ci permette di pretradurre i documenti utilizzando tutti file di memoria (TM) disponibili, per un risultato migliore.

13

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Setup [Impostazioni]

Gen [Generale]:

When translating, set target segment language to [Durante la traduzione impostare la lingua del segmento di destinazione]: Le opzioni di controllo qualit (QC) di Wordfast possono richiedere che l'ortografia del segmento tradotto venga controllata prima della convalida. Scegliendo with target language [con la lingua di destinazione ] Wordfast applica la lingua di destinazione a ciascun segmento tradotto ( la stessa cosa che si ottiene selezionando il segmento traduzione, aprendo il men Strumenti/Lingua... di Ms-Word e scegliendo la lingua appropriata), in modo da utilizzare la lingua corretta se viene attivato il controllo ortografico. Tuttavia, se si traduce in una lingua che non figura nella lista delle lingue di Wordfast, o se per qualsiasi altro motivo Wordfast non riconosce la vostra specifica lingua: scegliere with default language [con la lingua predefinita] tornare a Ms-Word e impostare la lingua di destinazione come lingua predefinita di Ms-Word (men Strumenti/Lingua...): Wordfast applicher quella lingua predefinita ai segmenti di destinazione. Scegliendo leave unchanged [non modificare], Wordfast non applicher una definizione di lingua ai segmenti di destinazione durante la sessione di traduzione. Vedi lAppendice II per un breve sunto dell'argomento. Fuzzy threshold [Soglia di corrispondenza parziale]: E' il valore percentuale sopra il quale una coppia viene considerata solo parzialmente corrispondente, e sotto il quale non viene considerata corrispondente affatto. Il valore predefinito di 75. I valori possono andare da 50 a 99%. Save toolbar position [Memorizza la posizione della barra degli strumenti ]: se si riposiziona la barra degli strumenti di Wordfast, premere questo pulsante per memorizzare la nuova posizione. Per cambiare la larghezza delle liste di glossario: aprire un documento, avviare la ricerca di glossario (CTRL+ALT+G) per far comparire la lista. Usare Visualizza/Barre degli strumenti/Personalizza... o usare il tasto destro del mouse direttamente sulla barra degli strumenti. Modificare la larghezza delle liste e chiudere la finestra di dialogo di personalizzazione- Avviare Wordfast e cliccare su Save toolbar position, infine chiudere la finestra di Wordfast. Link (Nothing, TM, Setup) to document [Associa al documento... nulla, file di TM, configurazione ]. E' possibile associare i documenti (ma solo se sono in formato sorgente Word) a particolari file di memoria o impostazioni. Se ci viene fatto e viene aperta una sessione successiva con un diverso file di memoria o una diversa impostazione, Wordfast offre la possibilit di continuare utilizzando il nuovo file di memoria o

14

Wordfast - Manuale

v 3.35i

la nuova impostazione (il collegamento al documento viene modificato di conseguenza), o di caricare il file di memoria o l'impostazione originali. Usare lopzione Unlink [Scollega] (combinazione CTRL+ALT+U) su un documento per scollegarlo, o Relink [Ricollega] per ricollegarlo (combinazione CTRL+ALT+V). Reset riporta tutte le impostazioni ai normali valori predefiniti.

Anche se possibile avere combinazioni diverse di lingua di origine e di destinazione nello stesso file TMX, raccomandiamo caldamente di utilizzare una sola combinazione di lingue (cos come un solo settore di traduzione) per ogni memoria di traduzione.

Segs (Segmenti):

Delimiter style name [Nome del marcatore di stile]: scegliere il nome del marcatore di stile di un segmento. Se si pensa di condividere i file con altri traduttori, raccomandiamo di cliccare sul pulsante Reset per usare un nome di marcatore di stile compatibile con i valori standard nel campo delle traduzioni assistite. End of Segment Punctuation (ESP) [Punteggiatura di Fine Segmento ]: scegliere i segni di punteggiatura che indicano la fine di una frase. L'impostazione predefinita . : ? ! ^t ^l , dove ^t indica il tabulatore e ^l il fine riga manuale. Si pu anche inserire paragraph [paragrafo] per avere una segmentazione basata sui paragrafi. Impostando sentence [frase] si segmenta in base alla definizione di frase di Ms-Word. L'utilizzo della modalit paragraph oppure di quella sentence disattiva le tre regole di segmentazione che seguono. A number + an ESP end a segment [Un numero + una ESP terminano il segmento ]: normalmente Wordfast non considera un numero seguito da una ESP come indicatore di fine frase. La selezione di questa opzione disattiva tale regola. An ESP without a trailing space ends a segment [Una ESP indica la fine del segmento anche se non seguita da uno spazio ]: normalmente Wordfast considera una ESP come indicatore di fine frase solo se seguita da almeno uno spazio. La selezione di questa opzione disabilita tale regola. An ESP + a space + a lowercase end a segment [Una ESP + uno spazio + una lettera minuscola finisce il segmento]: normalmente Wordfast considera che una ESP seguita da uno spazio seguito da una lettera minuscola non indicatore di fine frase. La selezione di questa casella disabilita tale regola.

Abbreviations [Abbreviazioni]: indicare le abbreviazioni pi comuni nella vostra lingua. Wordfast non far terminare la frase se l'ultima parola figura in questa lista. Separare le abbreviazioni con una virgola: Dott.,Dr.,Sig.,Prof.,Pr.,Pres. Ricordare che la funzione di Expand ( ) pu espandere un segmento fino a farlo coprire la frase effettiva anche se un'abbreviazione sconosciuta fa terminare il segmento troppo presto, e che MAIUSCOLE+ALT+GI impone a Wordfast di segmentare il testo da voi evidenziato.

15

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Files [File]:
Select dictionary [Scelta del dizionario] (solo per PC): Wordfast si pu collegare a dizionari esterni. Si pu scegliere un programma di dizionario esterno (come il Trados Multiterm, l'Harrap's Shorter, il Collins versione 100, la Microsoft Encarta ecc). Il pulsante Keys [Tasti] definisce la combinazione di tasti utilizzata per interrogare il dizionario (maggiori dettagli nella successiva sezione Dizionario). Durante una traduzione o in qualsiasi altro momento, posizionare il cursore su una parola o selezionare un'espressione e premere CTRL+ALT+D o sull'icona Dictionary [Dizionari]. Select background TM [Scelta della memoria di traduzione di sottofondo ]: La memoria di traduzione di sottofondo (BTM) un file di memoria a sola lettura che Wordfast esplora alla ricerca di una corrispondenza esatta (senza fare differenza tra maiuscole e minuscole) prima di esplorare il file di TM che si sta usando. Se viene trovata una corrispondenza nella BTM, la barra di stato di Word e un bip avvisano il traduttore che la proposta di traduzione proviene dalla BTM. E' sempre possibile verificare se esiste una corrispondenza nella normale memoria di traduzione (con la combinazione di tasti CTRL+ALT+M o l'icona Memory [Memoria]) e se tale corrispondenza esiste possibile copiarla (MAIUSCOLE+ALT+INS) nel segmento di destinazione.

Ext [Estensioni]
La macro di presegmentazione ( Pre-segmentation macro) viene eseguita durante la sessione di traduzione prima che il segmento venga presentato al traduttore, la macro di postsegmentazione ( Post-segmentation macro) viene eseguita al momento della convalida - subito dopo che l'utente ha premuto ALT+GI o l'icona Next ( ) e prima che l'unit venga salvata nel file di memoria (TM).

La macro di controllo qualit (Quality-check macro) viene eseguita durante il controllo di qualit (durante la sessione di traduzione oppure no). Se si avvia il controllo di qualit su un intero documento, la macro viene eseguita su tutti i segmenti uno dopo l'altro. Per nominare le macro si usa il formato standard Progetto.Modulo.Macro, per esempio: Normal.Modulo1.NuovaMacro . Esempi di macro sono forniti nellAppendice III. Da notare (solo per PC): se invece del nome di una macro, si scrive Keys= e una stringa di testo simile a quella descritta nella sezione Dizionario, Wordfast eseguir i comandi corrispondenti ai tasti/pulsanti cos definiti. Per esempio,

16

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Keys=L&H;^a{Delete}{SourceSegment}{Home}%tt{MsWord} in combinazione alla funzione text-to-speech della versione inglese di L&H's Power Translator 7 legger ad alta voce il segmento di origine tutte le volte che viene presentato per la traduzione. External styles [Stili esterni] (noti anche come stili intraducibili). Il teso che possiede uno degli stili indicati in questa casella viene escluso dal processo di traduzione. Separare i nomi degli stili con un segno di ritorno a capo (MAIUSCOLE+INVIO). Internal styles [Stili interni]. Stili usati nei file con tag per segnare come intraducibili quelle particelle che si trovano allinterno del testo da tradurre.

Condivisione [Share]
Condivisione delle risorse di traduzione [Impostazioni del server di traduzione] (modalit beta) Nota: per condividere una unica Memoria di Traduzione su una rete locale (LAN - Local Area Network) (LAN), gli utenti devono solo aprire quello stesso file di memoria in rete. Vedere la sezione Lavorare in rete. Condivisione via E-mail: i gruppi di lavoro con limitato accesso a Internet possono optare per la condivisione del file di memoria a mezzo posta elettronica. In questa modalit si lavora come al solito, con la differenza che il Wordfast installato sul singolo elaboratore aggiunge una copia di tutte le singole unit (TU) a un file locale avente estensione .SND. Tale file .SND si trova nella stessa cartella del file di TM in uso. Ciascun componente del gruppo di lavoro dovr spedire a intervalli regolari (per esempio una volta al giorno) questo piccolo file a tutti gli altri componenti del gruppo (si consiglia di creare un gruppo nel proprio programma di gestione della posta elettronica, in modo da velocizzare la spedizione via E-mail dell'aggiornamento). Importante: dopo aver spedito il proprio file .SND al gruppo di lavoro, ricordarsi di cancellare il proprio file .SND. I file .SND hanno nomi del tipo Wf_XXX.snd, dove XXX sta per le iniziali del singolo utente (1, 2, 3 o pi caratteri). I componenti del gruppo devono avere tutti iniziali differenti (usare anche pi di 3 caratteri se necessario). Mettiamo che un utente abbia le iniziali MLM: il suo file SND si chiamer Wf_MLM.snd. Si tratta del file che egli dovr mandare agli altri componenti del gruppo di lavoro e che dovr cancellare dopo averlo spedito. Quando si riceve un file .SND dagli altri componenti del gruppo, basta salvarlo nella stessa cartella del file TM attualmente in uso. Quando si avvia la sessione di traduzione successiva Wordfast cerca automaticamente tutti i file .SND e se essi vengono da altri utenti, Wordfast aggiunger il loro contenuto al contenuto del file TM attualmente in uso e poi canceller questi file .SND. In questo modo lintero gruppo di lavoro viene regolarmente aggiornato e vengono scambiate solo le unit (TU) di nuova creazione. Condivisione delle risorse di traduzione via Internet (FTP peer-to-peer) Opzione molto simile alla condivisione della memoria di traduzione tramite posta elettronica, solo che qui la posta elettronica viene sostituita dal protocollo di scambio file FTP (vedere pi oltre la sezione Client-server per la corretta impostazione dei parametri FTP). Il vantaggio rispetto alla posta elettronica che lo scambio di informazione automatico, pi rapido e pi frequente.

17

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Alla fine di ogni sessione in cui vengono create almeno 3 nuove TU, Wordfast chiede allutente se desidera sincronizzare il proprio file TM col resto del gruppo. Se si risponde di s, Wordfast controlla allora sul sito web FTP le TU provenienti dagli altri componenti, le include nel TM presente nellelaboratore locale e invia al sito FTP le TU create in locale per condividerle con gli altri componenti del gruppo. Per creare un gruppo peer-to-peer tutti i componenti devono accordarsi su un nome di gruppo e usare tutti lo stesso sito FTP. Il nome di gruppo va scritto cliccando sul testo blu che si trova subito sotto la lista a scomparsa Share translation resources nella scheda Wordfast/Setup/Share. Il nome di gruppo composto dalle iniziali (User ID) di tutti i suoi componenti separati da trattini bassi, e non fa differenza tra maiuscole e minuscole. Per esempio, se il gruppo composto da Mary Rose White (iniziali User ID: MRW), Pablo Rojo (PR) e Miroslav Popov (MP), il nome di gruppo deve essere: MRW_PR_MP. Tutti i componenti del gruppo devono impostare lo stesso nome di gruppo in Wordfast. Questa opzione di condivisione web condivide le TU a partire dal momento in cui il gruppo viene creato. Le TU presenti nei file di memoria (TM) prima della creazione del gruppo non sono incluse. Per tutta la durata del gruppo (almeno per le sessioni condivise col gruppo) si dovr usare laccortezza di usare lo stesso file di memoria (TM) per evitare di spargere di qua e di l le TU ricevute. Gli aggiornamenti del gruppo vengono effettuati alla fine delle sessioni. Tuttavia, se si vuole imporre al Wordfast di aggiornare prima della fine della sessione, basta cliccare su ExpandSegment ( ) prima della sessione. Condivisione delle risorse via Internet (FTP client-server) (Mac: in fase di preparazione) Un server di traduzione una normale sessione di Wordfast che lavora per conto proprio (in modo automatico), accettando le richieste dei client e inviando loro le risposte.
Il punto interessante di un server di traduzione che non propriamente un server web nel senso puramente tecnico, "internet" del termine. Non c bisogno di un server web dedicato con un IP fisso. Il server di traduzione semplicemente una sessione di Wordfast che ha un costante accesso ad Internet, per esempio tramite una connessione ADSL o via cavo (o anche via modem, basta che il collegamento sia continuativo).

I componenti del gruppo di lavoro devono concordare su un indirizzo FTP che provveda ad inoltrare i pacchetti di informazione. Siti FTP si trovano praticamente ovunque e di solito sono gratis. Molti fornitori di accesso (provider)
Internet offrono ai propri clienti un piccolo spazio web dove salvare una pagina personale, con un accesso FTP per caricarvi e scaricarvi le pagine. Anche molte compagnie web offrono spazio web gratis con accesso FTP. Dato che il sito FTP viene usato solo come gateway (spazio di passaggio) o relay (spazio di inoltro), non necessario avere un grande spazio a disposizione: 1 megabyte pi che sufficiente.

Assicurarsi che nel vaso di Pandora tutti i campi FTP contengano le informazioni corrette (Host name, User name, Password). Assicurarsi che il comando FtpProgram= faccia riferimento al proprio programma ftp.exe. Se cos non , localizzare il programma ftp.exe parte della propria installazione standard di Windows e digitarne la locazione e il nome completo dopo il segno di uguale del comando FtpProgram= .
Nelle installazioni standard Windows 9x, FTP.EXE si trova nella cartella di sistema di Windows, che nel caso di una installazione tipica C:\Windows. In Windows NT/2000/XP, di solito si tratta di C:\WinNT\System32. Wordfast cerca di localizzare automaticamente il programma FTP.EXE presente sullelaboratore quando si inaugura la lista dei comandi del vaso di Pandora. Un Wordfast client user FTP.EXE per inviare richieste al sito FTP (sotto forma di piccoli file di testo aventi come nome un numero di serie unico e lestensione .ASK, come per esempio 012345678.ASK). Il server di traduzione controlla regolarmente il sito FTP, e se trova un file ASK il server Wordfast lo scarica server, ci lavora su (lo traduce con il file TM e/o con la traduzione automatica (MT), quindi lo cancella dal sito FTP e lo sostituisce con un corrispondente file .ANS avente lo stesso numero di serie, in questo caso 012345678.ANS. Il client Wordfast in attesa di questo file: quando lo trova nel sito FTP lo scarica, utilizza le risposte presenti al suo interno e poi lo cancella dal sito FTP. Tale scambio di informazioni avviene in media ogni quattro segmenti, e ogni richiesta comprende i 10 segmenti precedenti (in questo modo le richieste, di fatto, si sovrappongono). Questa combinazione di cache, informazione ridondante e buffer la chiave di volta per un flusso costante di informazione con una certa tolleranza di errori. Spedire una richiesta di 4 segmenti o di 10 segmenti non fa quasi differenza per il web, perch la media dei pacchetti internet ha una dimensione minima superiore a quella di 10 segmenti tipici.

18

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Il tempo di risposta al primo segmento di una sessione pu essere di qualche secondo, al quale segue di solito un flusso di risposte immediate, in una sessione di traduzione tipica: se si convalidano i segmenti a pieno ritmo si corre il rischio di superare la velocit del collegamento FTP; cos facendo si d inizio a un nuovo ciclo di attesa per riempire la cache).
E possibile mettere alla prova una volta il programma ftp.exe. Aprire la finestra della linea di comando DOS nella cartella dove si trova il programma ftp.exe. Digitare FTP e premere Invio. Dovrebbe apparire un punto (come segnale di prompt). Digitare OPEN seguito dal nome di host. Ci dovrebbe aprire una sessione FTP con lhost remoto. Lhost remoto dovrebbe richiedere un nome utente (user name). Scriverlo; lhost remoto dovrebbe adesso richiedere una password: scriverla. Se tutto va in porto senza messaggi di errore, digitare DIR per visualizzare una lista dei file e/o delle cartelle disponibili in remoto. Digitare QUIT per terminare la sessione, ed EXIT per tornare a Windows.

Condivisione delle risorse su rete locale (LAN) Basta concordare una cartella condivisa da tutta la rete locale LAN per il server e i client. Per avviare un server di traduzione Wordfast su LAN basta cliccare su Start translation server e poi sul pulsante OK, quindi lasciare in funzione il computer. Per limpostazione del client, scegliere la cartella condivisa, chiudere la finestra di Setup di Wordfast e cominciare a tradurre come al solito. In tutti i casi (condivisione su LAN o con FTP), il client Wordfast usa anche il proprio file di memoria (TM) locale, che viene sempre interpellato per primo. Solo nel caso in cui non venga trovata nessuna corrispondenza in locale il Wordfast invia una richiesta al server remoto. Da notare che possibile lavorare in locale senza un file di memoria (TM). Per farlo, usare il pulsante Open di Wordfast e cancellando la finestra di dialogo Open. Wordfast chieder se si vuole lavorare senza un file TM: rispondere di s. In questo modo la sessione di traduzione si appogger solamente sul server remoto. Quando il server di traduzione remoto finisce di inviare una proposta di traduzione (per esempio, una proposta proveniente da un software di traduzione automatica) lutente la modifica in locale e produce una traduzione definitiva e corretta. Quando si convalida o si accetta un segmento, possibile aggiornare: 1. 2. 3. solo il file di memoria del server remoto solo il file di memoria locale; o entrambi.

Usare la lista a scomparsa Update nella scheda Wordfast/Setup/Share per specificare il comportamento desiderato. Machine Translation setup [Impostazioni di Traduzione Automatica]. Durante una sessione di traduzione Wordfast, quando non trova nessuna corrispondenza nei file di memoria, pu richiedere una traduzione volante a un programma di traduzione quale Systran, PowerTranslator, Reverso ecc. Ci possibile solo con un programma di Traduzione Automatica che aggiunga il proprio men a MsWord, rendendo possibile la traduzione di una parte di testo selezionato, della frase o del paragrafo su cui si trova il cursore. Impostazione della modalit MT: Selezionare la casella Menu, sub-menu for MT... Nel campo di testo a fianco digitare il men e il sottomen che, in Ms-Word, sono usati per tradurre una selezione di testo. Per esempio potrebbero essere: Translate,Selection o Systran,Translate oppure Translate,Sentence ecc. Non usare spazi dopo la virgola. La virgola un separatore tra i due men. Se si lavora su file con tag con un applicativo MT che non riconosce i tag, deselezionare lopzione Remove tags [Rimuovi i tag]. 3. Chiudere Wordfast. In Ms-Word, verificare il proprio applicativo di traduzione su una breve frase per vedere se impostato bene e se funziona correttamente. 1. 2. Questa la procedura normale e funziona con Systran, PowerTranslator e molti altri applicativi. Pu essere necessario fare alcune prove per far funzionare il tutto. Se nonostante tutti gli sforzi non si riesce ad attivare questa procedura (Wordfast visualizza il messaggio di errore Could not find or activate the following menu + submenu... [Non stato possibile trovare o attivare il seguente menu + sottomenu...], ecco cosa fare: 19

Wordfast - Manuale

v 3.35i

1. 2. 3. 4. 5.

Impostare il proprio programma di traduzione e provarlo. Selezionare una porzione di testo. Far partire la registrazione di una macro (Strumenti/Macro->Registra nuova macro). Chiamare la nuova macro WFMT. Fare il click necessario (o i click necessari) per tradurre il testo selezionato. Interrompere la registrazione della macro. Nella scheda Setup/MT di Wordfast digitare WFMT nello spazio dove normalmente andrebbe digitato il men+sottomen

Nota importante: nei sistemi che utilizzano Systran, i moduli aggiuntivi [add-on] che collegano Ms-Word l motore di ricerca di Systran devono trovarsi nella cartella di Esecuzione automatica dellMs-Word (che la loro collocazione normale, quando la procedura di installazione di Systran viene eseguita correttamente) in modo da essere caricati allavvio. Systran potrebbe non funzionare se i suoi moduli aggiuntivi vengono attivati dopo lavvio.

Col [Colori]
Sezione che permette di impostare i colori da applicare al testo segmentato al momento della convalida. Tali colori vengono riportati ai valori predefiniti (Auto) al momento della pulizia.

Whoops Se si inizia a tradurre con una determinata impostazione di colori e dopo pochi segmenti ci si rende conto che non si sarebbe dovuto usare nessun colore (per esempio se il testo di origine ha dei colori che non vanno modificati nella traduzione), da notare che Wordfast, al momento del Clean-up, riporta il testo di destinazione pulito al colore predefinito ( Auto), che normalmente nero nella maggior parte dei computer. In tal caso, attivando il parametro LeaveColors nel Vaso di Pandora Wordfast sapr che non deve ripristinare i colori dopo la pulizia. Il tipo di carattere di destinazione ( Target font) definisce i tipi di caratteri usati per i segmenti tradotti. E un'opzione particolarmente utile quando il segmento di destinazione non pu usare gli stessi tipi di caratteri del documento originale, per esempio quando si traduce dall'inglese al russo, dal francese al greco, dall'italiano all'ebraico, cinese eccetera.

View [Visualizza]
Si usa per ottimizzare i parametri di visualizzazione e layout di Word quando si d inizio alla traduzione, per assicurare un ambiente visivo confortevole. E' un fattore da non sottovalutare. L'affaticamento degli occhi dovuto a una insufficiente impostazione del lavoro un problema frequente fra i traduttori. Purtroppo ci vogliono anni prima di rendersi conto dei problemi oculistici causati da tale fattore. I seguenti parametri servono a impostare l'ambiente visivo e di layout tutte le volte che si inizia una sessione di traduzione. Per se la casella When starting a translation session: [Allavvio di una sessione di traduzione: ] non selezionata, Wordfast lascia invariate le impostazioni di visualizzazione e layout di Ms-Word, tranne che per il testo nascosto che deve necessariamente rimanere visibile.

20

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Zoom application [Fattore di ingrandimento]: consigliabile selezionare questa casella se si lavora con risoluzioni inferiori o uguali a 800x600 (cio VGA e SVGA). Per risoluzioni maggiori (XGA, UXGA) si tratta di decidere cos' meglio per i propri occhi, principalmente in base alle dimensioni dello schermo (15, 16, 17 pollici ecc.). Zoom document window [Ingrandimento alla finestra del documento]: consigliabile sempre, ma pu rendersi opportuno disabilitare questa funzione se si aprono diversi documenti alla volta. Text zoom factor [Fattore di ingrandimento del testo]: Per una visibilit ottimale Wordfast propone un fattore di ingrandimento di 120 (per risoluzioni fino alla SVGA) e di 140 per risoluzioni maggiori. Naturalmente si basa su un carattere standard di dimensione 10 - 12. Per altre dimensioni di carattere questo parametro va modificato. Do not show spaces [Non mostrare gli spazi]: siccome la segmentazione richiede di mostrare tutti i caratteri nascosti, ho pensato che evitare di mostrare gli spazi sia un sollievo, perch tutti quei punticini tra le parole possono essere davvero affaticanti per la vista. Ma anche in questo caso si deve prestare particolare attenzione agli spazi indivisibili, per esempio potrebbe essere necessario a volte deselezionare questa casella (cio mostrare gli spazi). Normal view [Visualizzazione normale]: con monitor da 17 pollici ad alta risoluzione (diciamo XGA a 1024x768) su un elaboratore veloce, certamente il layout di stampa il massimo. In tutti gli altri casi (perfino su elaboratori veloci e con grandi schermi) non vedo motivi per mantenere questo layout, e credo che la visualizzazione normale sia pur sempre, e di gran lunga, la pi comoda in assoluto; specialmente quando si salta da una pagina all'altra, si scorrono lunghi documenti ecc. La visualizzazione normale assicura uno scorrimento pi regolare; i continui salti possono danneggiare seriamente la vista. Si pu comunque deselezionare questa casella (lasciando cio invariato il layout di visualizzazione) se non si pu proprio fare a meno del layout e dellimpostazione grafica del documento. Wrap text to window [Ritorno a capo automatico] essenziale (ma disponibile solo con il layout normale) per evitare lo scorrimento orizzontale tutte le volte che una riga pi lunga dello schermo. Hide ruler [Nascondi il righello]: in molti casi il righello non essenziale e occupa spazio inutile, il che un problema sugli schermi piccoli. Si pu deselezionare la casella se occorre. Show only Standard, Formatting & Wordfast toolbars [Mostrare solo le barre degli strumenti Standard, di Formattazione e di Wordfast]: da usare se si vuole nascondere automaticamente le barre degli strumenti che occupano spazio prezioso. Optimize [Ottimizza] imposta automaticamente la visualizzazione ottimale per la risoluzione dello schermo in uso. Le opzioni di visualizzazione si possono comunque modificare anche durante la sessione di traduzione.

Keys [Tasti]
Sezione che serve a personalizzare le combinazioni di tasti di Wordfast. Dato che quasi tutte le piattaforme hanno le proprie esigenze specifiche, pu essere necessario fare alcune prove prima di trovare le combinazioni adatte. Raccomandiamo di personalizzare le combinazioni di tasti solo se strettamente necessario (come per esempio su certi portatili o in altre situazioni di forza maggiore).

21

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Per definire i tasti usare le seguenti espressioni: a ... z 0 ... 9 f1 f12 numeric0 ... numeric9 return ctrl shift alt tab numericadd numericsubtract numericdivide numericmultiply numericdecimal period comma semicolon insert equals backspace slash backslash singlequote backsinglequote opensquarebrace closesquarebrace spacebar down up right left pageup pagedown home end delete

per le lettere, per i numeri, per i tasti di funzione, per i numeri del tastierino, per il tasto di INVIO, per il tasto CTRL, per il tasto maiuscole, per il tasto ALT, per il tabulatore, per il + del tastierino numerico, per il - del tastierino numerico, per il segno / del tastierino numerico, per il segno * del tastierino numerico, per il segno decimale (CANC) del tastierino numerico, per il punto, per la virgola, per il punto e virgola, per il tasto INS, per il segno =, per il tasto Backspace per il segno /, per il segno \, per il segno <, per il segno >, per il segno [, per il segno ], per la barra spaziatrice, per la freccia in gi, per la freccia in su, per la freccia a destra, per la freccia a sinistra, per PAGSU, per PAGGI, per la freccia obliqua (INIZIO) sopra il tasto FINE, per il tasto FINE, per il tasto CANC.

Gli utenti Mac possono anche usare COMMAND e OPTION oltre a CTRL, ALT e MAIUSCOLE. La casella Protect segment delimiters from Delete and Backspace [Proteggere i delimitatori di segmento dalla cancellazione] attiva una funzione che reindirizza i tasti CANC e BACKSPACE ad una routine che previene la cancellazione accidentale dei segni di demarcazione di segmento. Questa funzione attiva sono se la barra degli strumenti di Wordfast aperta. Un limite di questa funzione, quando attivata, che l'utilizzo dei tasti CANC e BACKSPACE all'interno di alcune finestre di dialogo di Word pu causare dei problemi. Questa

22

Wordfast - Manuale

v 3.35i

funzione non impedisce che i segni di demarcazione dei segmenti possano essere soprascritti in altro modo, cos si deve fare attenzione comunque. Se alcune combinazioni di tasti non rispondono pi, le cause principali sono: C un problema relativo ai comandi permanenti assegnati alle combinazioni di tasti. Aprire il men di Word Visualizza/Barre degli strumenti/Personalizza/Tastiera/Reimposta tutto per riportare le combinazioni di tasti al loro valore originale. Un altro modello attivo (vedere Strumenti/Modelli e aggiunte ) sta usando la stessa combinazione di tasti. Accertarsi che questa combinazione di tasti non sia stata riassegnata accidentalmente in Wordfast/Setup/Keys [Wordfast/Impostazioni/Tasti]. Un'altra applicazione (come un driver virtuale di schermo) sta usando la stessa combinazione di tasti.

Se le combinazioni di tasti ancora non funzionano dopo aver verificato tutti i punti sopra elencati, uscire da Word, cercare tutti i file Normal.dot e cambiare loro nome in Normal.old, quindi riavviare Word.

Misc [Miscellanea]

Update punctuation [Aggiornare la punteggiatura]: se viene trovata una corrispondenza in cui c una differenza tra la punteggiatura dei due segmenti di origine (quello del documento e quello del file di TM), viene effettuato un aggiornamento automatico del segmento di destinazione proposto, utilizzando la punteggiatura del segmento di origine del documento piuttosto che di quello del file di memoria (TM). Questopzione va disattivata se si lavora con il giapponese o il cinese come lingua di origine o di destinazione. No pagination [Non impaginare]: funzione che sospende l'impaginazione per i documenti pi lunghi di tot pagine. Su documenti molto larghi, rimpaginare a ogni singolo segmento pu rallentare molto l'intero processo. L'impaginazione viene ripristinata al valore originale alla fine della sessione di lavoro. Purtroppo, alle intestazioni e ai pi di pagina si pu accedere solo in layout di stampa; il che, per ovvi motivi, richiede l'impaginazione. La modifica manuale di solito non aggiunge un numero significativo di righe all'intestazione, e provoca raramente l'impaginazione. Ma la segmentazione s; pu causare un intenso lavoro di impaginazione. Ci rendiamo conto del problema. Nei casi pi difficili, potrebbe rendersi necessario tradurre a mano le intestazioni e i pi di pagina scrivendo sopra l'originale. Insert after each segment [Inserire dopo ogni segmento]: il testo digitato qui verr inserito dopo ogni segmento. Si pu indicare uno spazio o un qualsiasi altro carattere o testo. Stopwords Sono parole "trascurabili", usate per due scopi: 1. sveltire le ricerche di glossario evitando la ricerca di parole poco significative, che possono costituire (dipende anche dalle lingue) oltre un terzo di tutte le parole. Nella frase inglese " There is no need to search for stopwords" troviamo ben 5 parole trascurabili (there, is, no, to, for) contro 3 parole "significative". Un limite a questa funzione che anche le parole trascurabili possono costituire voci di glossario. Ma la funzione di Sort (ordinamento del glossario) di Wordfast risolve questo potenziale problema;

23

Wordfast - Manuale

v 3.35i

2.

una migliore corrispondenza parziale. Nella corrispondenza parziale, le differenze basate sulle parole poco significative prendono un punteggio inferiore delle altre. Mettiamo che il motore di ricerca del file di TM debba valutare due TU parzialmente corrispondenti, ognuna delle quali con una differenza di 4 parole rispetto al segmento corrente: TU1 con 3 parole poco significative + 1 parola significativa e TU2 con 1 parola non significativa + 3 parole significative; allora sar la TU1 ad avere un punteggio pi alto e a venire proposta (naturalmente si possono visualizzare le alternative con ALT+DESTRA/SINISTRA).

Attenzione per: la corrispondenza parziale si basa su algoritmi complessi. Si possono avere molte eccezioni a questa regola, specialmente nei segmenti pi brevi (meno di 5 parole). Inoltre, dato che tendono ad essere brevi, le parole non significative hanno comunque un "peso" minore. Direi che questa funzione rende la corrispondenza parziale pi razionale quando si lavora su testi molto estesi. Un'altra precauzione quella di contenere l'elenco delle parole non significative sotto le 200 unit, non c' bisogno di farsi prendere la mano. La funzione si disattiva, sia per il glossario che per la corrispondenza parziale, lasciando vuoto il campo Stopword.

P.B.: Pandoras Box [Il vaso di Pandora]


Wordfast cerca di venire incontro alle principali necessit del lavoro di traduzione di tutti i giorni, ma ci sono tantissime situazioni particolari che richiedono funzioni specifiche. Piuttosto che moltiplicare all'infinito le opzioni di impostazione aggiungendo pulsanti e caselle, ho usato un'interfaccia efficiente anche se "innaturale" per attivare alcune funzioni utilizzate di rado. Basta scrivere uno dei seguenti comandi nel vaso di Pandora per ottenere da Wordfast un determinato comportamento. I comandi non fanno differenza tra maiuscole e minuscole e sono separati da un segno di paragrafo (MAIUSCOLE+INVIO). Durante la sessione di traduzione la combinazione di tasti CTRL+ALT+P attiva/disattiva tutti i comandi inseriti nel vaso di Pandora.
AllowEmptyTarget Permette a Wordfast di convalidare un segmento di destinazione vuoto. Segmenti di traduzione vuoti non causano particolari problemi, ma in modalit regolare (specie per i principianti) c' un avviso che impedisce all'utente di convalidare un segmento vuoto. Wordfast vuota la coda di Annulla digitazione subito prima di presentare un segmento alla traduzione. Naturalmente la funzione di Annulla di Ms-Word disponibile per tutto ci che si digita o si fa all'interno del segmento. Ma l'utilizzo di Annulla (specie da parte dei principianti) per annullare tutti i passi necessari a produrre un segmento, pu portare a risultati catastrofici. Questa opzione permette di annullare tutto ci che fa Wordfast: ma si sia sicuri di sapere bene cosa si sta facendo. Durante la ricerca contestuale nel file di BTM (se selezionato), si cerca prima nella memoria di sottofondo, poi nel file di TM. Impone a Wordfast di valutare corrispondenti al 99% (e non al 100%) i segmenti identici con che differiscono solo tra maiuscole e minuscole. Chiude la ricerca contestuale con la combinazione ALT+F12 (copia e incolla nel segmento di destinazione). Quando si apre la finestra di ricerca contestuale, si esegue un Disponi tutto (come dal men Word Finestra/Disponi tutto) per poter affiancare le due

AllowUndo

BTMContextsLast CaseDiff=99 CloseContextsAfterCopy ContextWindowArrange

24

Wordfast - Manuale
finestre, quella del documento e quella della ricerca contestuale. CopySourceWhenNoMatch DeepBlue

v 3.35i

DoTableHeaders

DropGlossary

Equivale a usare licona Copy source ( )] di Wordfast quando non viene proposta alcuna corrispondenza dalla memoria di traduzione. Wordfast deve eseguire in pochi secondi una ricerca di corrispondenze esatte o parziali nel file di TM, una eventuale ricerca esatta nel BTM, e un riconoscimento di terminologia su due possibili glossari. Oltre a ci, se nessuna delle ricerche precedenti porta a un risultato, Wordfast esegue una ricerca di espressioni utili nel file di TM. Sui sistemi pi lenti ci pu rallentare il funzionamento: cos la ricerca viene effettuata solo fino a un certo punto, per avere delle "buone probabilit" di trovare le espressioni. Usato su un computer potente (oltre 500 MHz) DeepBlue d istruzioni a Wordfast di portare a termine una ricerca esaustiva. Normalmente Wordfast non segmenta le tabelle che non si trovano nel documento principale (come intestazioni, pi di pagina, note ecc.), perch lesperienza insegna che le tabelle che si trovano in tali posizioni possono bloccare il programma. Ci accade specialmente con documenti RTF in Word97. Con questo comando si pu imporre a Wordfast di segmentare tali tabelle, ma va usato con prudenza. Con CTRL+ALT+G o licona Glossary per cercare un termine nel glossario o nei glossari, quando si trova una corrispondenza che sembra essere simile alle voci di glossario vicine, la lista a scomparsa del glossario viene lasciata aperta per una visione migliore. Premere INVIO sulla lista per chiuderla e tornare al documento.

Vedere la nota sulla larghezza della lista di glossario.


DropGlossaryAlways IncludeListNumbers Come sopra, ma la lista del glossario viene lasciata aperta sempre dopo una ricerca. Di solito Wordfast non include i numeri (seguiti da un punto) allinizio di una frase, perch normalmente fanno parte di un elenco numerato. Questo comando serve per includerli. Da notare che si possono escludere con CTRL+ALT+L se necessario. Se il documento di origine del segmento tutto in maiuscole, Wordfast cambia il segmento di destinazione che dovesse trovare nella TU in tutte maiuscole, perch di solito ci necessario. Questo comando disattiva tale comportamento. Quando il Wordfast cerca di importare del testo da un documento PDF, con questo comando si mantiene il tipo di carattere del documento PDF originale; sempre che quel determinato tipo di carattere sia presente nel sistema operativo. Quando il segmento di destinazione in caratteri CJK ma contiene del testo in caratteri latini, a tali porzioni di testo verr applicato il tipo di caratteri specificato al posto della scritta MyFont alla dimensione indicata al posto del numero 12. Al momento della pulizia, se in Wordfast/Setup/Col sono stati specificati dei colori, grazie alla funzione Auto sullintero documento vengono ripristinati i colori originali. Questo comando impedisce il ripristino dei colori originali. Dove X un numero. Limita il numero di riscontri per la ricerca contestuale a X proposte. Disabilita la funzione Fuzzy context search (che viene attivata se si inizia una ricerca contestuale senza evidenziare nessuna porzione di testo). Quando si lavora su una presentazione PowerPoint, questo comando impone a Wordfast di saltare le note allegate alle diapositive. Comando che riguarda segmenti brevi (di 2, 3 o 4 parole). Wordfast cerca di proporre segmenti brevi che "sembrano" contenere parole utili anche se il loro tasso di corrispondenza sotto la soglia. NoSubFuzzy disattiva questo comportamento. Se viene proposta una traduzione assolutamente irrilevante, basta usare CTRL+ALT+X per vuotare il segmento di destinazione e tradurre. Impone a Wordfast di aggiungere uno spazio dopo un tag, quando il tag viene copiato con la combinazione di tasti when the tag is being copied using the CTRL+ALT+GI o con licona CopyPlaceable. Usando CopySource tutta la terminologia nota del segmento di destinazione (ma solo se questa opzione attivata) viene sostituita dalla relativa traduzione. Funziona anche con lo strumento Translate [Traduci], ma solo per segmenti sconosciuti (che vengono sostituiti dal segmento originale tramite la funzione CopySource). Questa funzione utilizza il glossario n. 1 ( Glossary#1). Questo comando viene spesso usato assieme a CopySourceWhenNoMatch. Come il precedente, ma utilizza il glossario n. 2 ( Glossary#2). I due comandi si possono usare insieme. Dove X pu essere 0, 1, 2 o 3. 0 limpostazione predefinita: il tipo di lettere (maiuscole o minuscole) del glossario viene trasferito cos com. 1 trasferisce il termine al segmento di destinazione a tutte lettere minuscole.

KeepCaseAlways KeepPdfFonts LatinFont="MyFont,12" LeaveColors MaxContexts=X No_FuzzyContexts NoPowerPointNotes NoSubFuzzy

PlaceablePlusSpace Propagate1

Propagate2 PropagateCase=X

25

Wordfast - Manuale

v 3.35i
2 trasferisce il termine al segmento di destinazione a tutte lettere minuscole. 3 cerca di riutilizzare il tipo di lettere (maiuscole o minuscole) del termine originale. Normalmente, la propagazione avviene su una copia del segmento di origine. Questo comando, invece, inserisce tutta la terminologia riconosciuta (separata da uno spazio) nel segmento di destinazione vuoto. Se un singolo termine riconosciuto finisce con un carattere jolly, viene sostituita lintera parola e non solo la radice. Cos se un glossario francese/inglese contiene affect* = affecter e il testo originale contiene affection, il risultato finale sar affecter e non affection. Comando che dice a Wordfast in quale cartella salvare i vari rapporti (Cleanup, Analyse, Translate ecc.). Normalmente tutti i rapporti hanno lo stesso nome, e vengono sostituiti da quelli pi recenti. Questo comando dice a Wordfast di aggiungere unindicazione di data al nome di file del rapporto in modo che ciascuno di essi abbia un nome diverso. Comando che istruisce Wordfast a separare gli elementi del rapporto con tabulatori invece che spazi, per poterli copiare in una tabella Excel. Normalmente Wordfast non segmenta numeri isolati o altre porzioni di testo che non contengono nessuna lettera dellalfabeto. Questo comando impone a Wordfast di segmentare qualsiasi cosa. Quando si revisiona un documento segmentato e bilingue (tradotto con TM1) usando un altro file di memoria (che chiamiamo TM2), pu essere utile ricevere le proposte di traduzione da TM2 se queste hanno un valore di corrispondenza maggiore rispetto a quelle originalmente proposte da TM1. Se esiste una corrispondenza maggiore, essa viene visualizzata sopra il segmento. (MAIUSCOLE+ALT+S copia la proposizione del file TM2 sul segmento traduzione). WriteBetterMatch: lo stesso come sopra, ma la corrispondenza maggiore sostituisce direttamente il contenuto del segmento di destinazione esistente con la proposizione migliore. Anche il tasso di analogia viene sostituito con il nuovo tasso di analogia. DiscreteBetterMatch: lo stesso come sopra, ma il tasso di analogia esistente non viene sostituito dal nuovo tasso di analogia. Comando che abilita la visualizzazione del file di TM (per corrispondenze esatte o parziali) fin dallinizio della sessione di traduzione. Equivale a cliccare sullicona Memory subito dopo lavvio della sessione. Nei documenti gi segmentati e bilingui, tutti i segmenti che hanno un valore di corrispondenza maggiore di 99 verranno saltati. Si pu indicare un qualsiasi altro valore. Comando che esegue unoperazione di ricerca e sostituzione nel segmento di destinazione, come se si usasse la finestra di dialogo di Ms-Word TrovaSostituisci. Stext il testo da trovare, Rtext il testo che lo sostituisce. Parametri: /wc abilita lopzione Use wildcards [Usa caratteri jolly] /mc abilita lopzione Match case [Maiuscole/minuscole] /ww abilita lopzione Whole word [Solo parola intera] /x, dove /x pu essere: /1 significa che il comando viene eseguito quando arriva una proposta dal file di TM; /2 il comando viene eseguito quando si usa licona o la combinazione di tasti CopySource (o quando si usa nel vaso di Pandora il comando CopySourceWhenNoMatch, vedi sopra) /3 il comando viene eseguito in entrambi i casi precedenti (1 e 2) /4 il comando viene eseguito al momento della convalida (dopo che la traduzione finita e lutente si sposta al segmento successivo). /5 il comando viene eseguito nei casi 3 e 4. Il vaso di Pandora pu contenere diversi TargetFindReplace a piacimento. La sintassi TargetFindReplace= si pu anche sostituire con FR= (fa differenza tra maiuscole e minuscole). Sperimentare le diverse impostazioni di TargetFindReplace (usando la finestra di dialogo di MsWord Trova-Sostituisci) su un file di prova. Lesempio fornito da Wordfast mostra due comandi di Trova-Sostituisci che

PropagateOnlyKnown PropagateWhole

ReportFolder="C:\MyFolder" ReportMany ReportWithTabs SegmentAll ShowBetterMatch WriteBetterMatch DiscreteBetterMatch

ShowMemoryAtStart Skip>99 TargetFindReplace="Stext", "Rtext",/wc,/mc,/ww,/x

26

Wordfast - Manuale

v 3.35i
servono a cambiare i separatori delle migliaia e decimali in stile US nel loro corrispondente francese (spazio forzato/virgola) nei documenti finanziari. Questo invece un esempio che mostra come imporre uno spazio forzato prima di :;!? nel segmento di destinazione: FR="([a-z,A-Z,0-9]) ([\:\;\!\?])","\1\2",/wc/3 FR="([a-z,A-Z,0-9])([\:\;\!\?])","\1^s\2",/wc/3

TermFont=MyFont TransparentSegment UpdateOfficeWhenTranslate

UpdateWithQuickClean

Specifica quale tipo di carattere viene utilizzato nella visualizzazione della ricerca contestuale, glossari editati da Ms-Word o da +Tools. Sostituire MyFont con il nome del tipo di caratteri desiderato. Visualizza i segmenti senza il colore di sfondo (per schermi danneggiati o molto scuri). Quando si usa lo strumento Translate di Wordfast per pretradurre un documento Ms-Office (Excel, PowerPoint, Access), il processo di traduzione non rimanda indietro al documento Office i segmenti tradotti (in altre parole, non aggiorna il documento Office), come accadrebbe se lo traducessimo "a mano". Questo comando invece fa aggiornare il documento. Prima di un'operazione di Pulizia rapida viene chiesto se si vuole aggiornare la memoria di traduzione senza fare la pulizia. Rispondendo di no si pu andare avanti e procedere comunque con la Pulizia rapida, il cui utilizzo normale non viene quindi modificato.

La sintassi di questi comandi non semplice. Cos, invece di scriverli e cancellarli tutte le volte dal vaso di Pandora, pu valer la pena lasciarli l dove sono. Per escludere una funzione basta inserire un trattino alto o basso nel comando. In altre parole, AllowUndo attivo, ma Allow_Undo non attivo.

Quality check [Controllo Qualit]


Questa parte di Wordfast viene usata per impostare le azioni da fare durante il controllo qualit.

Se il Controllo qualit viene attivato durante la traduzione, i segmenti di destinazione vengono controllati in tempo reale prima della convalida (modalit in tempo reale), cio subito prima che l'utente abbia premuto Next ( ) ma subito prima che il segmento venga salvato nel file di memoria (TM).

Ricordare che si pu associare una propria macro al controllo di qualit digitandola in Setup/Ext. Vedi lAppendice III

per alcuni esempi. Attivando il controllo qualit fuori dalla sessione di traduzione: 1. 2. 3. Se il documento segmentato. Wordfast controlla il contenuto dei segmenti di destinazione alla ricerca di errori di traduzione (tipografia, termini presenti nella lista di esclusione) e confronta i segmenti di origine e di destinazione per eventuali errori di traduzione (glossario, termini intraducibili). Se il documento non segmentato. Wordfast controlla le frasi alla ricerca di eventuali errori tipografici o di termini presenti nella lista nera (di esclusione). In entrambi i casi: se il cursore si trova nella prima frase del documento, Wordfast chiede se si vuole fare il controllo di qualit dell'intero documento e generare un documento di statistiche o se si vuole procedere un segmento alla volta soffermandosi su ogni singolo problema, in modo da correggere gli

27

Wordfast - Manuale

v 3.35i

errori man mano che si incontrano. Se il cursore non si trova nella prima frase del documento viene data per scontata la seconda opzione (Controllo qualit passo per passo). I controlli ortografico e grammaticale sono disponibili solo in modalit controllo di qualit in tempo reale (durante la sessione di traduzione), non in modalit batch, quando si deve elaborare un rapporto.

Identical untranslatables [Intraducibili identici]. Wordfast pu verificare che i termini intraducibili (del tipo: Numero di Serie MMX-XZ00) siano identici sia nel segmento di origine sia in quello di destinazione. Termine intraducibile, in questo caso specifico, una qualsiasi sequenza di lettere o caratteri che contenga almeno un numero. Identical tags [Tag identici]. Wordfast pu verificare che ci sia corrispondenza tra i tag interni dei segmenti di origine e quelli dei segmenti di destinazione. Identical bookmarks [Segnalibri identici]. Wordfast pu controllare se c' lo stesso numero di segnalibri nei segmenti di origine e di destinazione. Ci particolarmente utile se il cliente vuole che nel segmento di destinazione siano presenti gli stessi segnalibri del segmento di origine. La casella Shrink bookmarks [Riduci segnalibri] d istruzioni a Wordfast su come gestire i segnalibri che si estendono oltre il segmento di origine (che cio cominciano prima del segmento di origine e/o finiscono dopo il segmento di destinazione). Se questa opzione selezionata Wordfast riduce il segnalibro in modo che esso rimanga entro i limiti del segmento di origine. Se non si seleziona questa casella, Wordfast ignora questi segnalibri traboccanti. Questa opzione comporta dei limiti. Se i segnalibri si estendono su pi segmenti e devono essere conservati, fare riferimento alla specifica sezione sui segnalibri. Durante la traduzione, i segnalibri originali vengono evidenziati su fondo grigio al 25%. Se un segnalibro ha lunghezza zero (inizia e finisce allo stesso punto), esso appare come se fosse lungo un carattere e viene visualizzato su fondo grigio al 50%. Al momento della convalida, Wordfast riporta questo tipo di segnalibro alla lunghezza originale (zero). Per copiare un segnalibro originale nel segmento di destinazione: posizionare il cursore all'interno del segnalibro da copiare e premere F2. Cos facendo si seleziona il segnalibro originale. Posizionare il cursore alla posizione in cui si vuole copiare il segnalibro originale. Se il segnalibro ha lunghezza maggiore di zero, selezionare la zona di testo dove va copiato il segnalibro. Premere F4. Nota: quando si copia un segnalibro che si chiama, per esempio, Bmk1, Wordfast rinomina il segnalibro originale OldBmk1 e chiama il segnalibro nuovo Bmk1.

Glossari

Formato di un glossario. Un glossario di Wordfast un file di testo delimitato da tabulazioni di 2 o 3 colonne (termine originale, traducente pi un eventuale commento). Colonne in un file di solo testo delimitato da tabulazione

28

Wordfast - Manuale

v 3.35i

significa che le voci sono separate da tabulazioni. Se viene aperto con Excel, le voci vengono distribuite in colonne. Se viene aperto con Ms-Word, bisogna selezionare il testo e usare il menu Tabella/Converti/Testo in tabella per vedere le voci in una tabella con le colonne. Oltre al formato universale TXT (testo delimitato da tabulazioni), Wordfast in grado di aprire direttamente glossari in formato Excel in cui la prima colonna contiene i termini di origine, la seconda colonna contiene i termini di destinazione e ci che contiene una terza colonna (facoltativa) viene considerato come commento. Wordfast in grado di aprire direttamente anche i glossari di Trados MultiTerm (MTW). Usando due volte la combinazione di tasti CTRL+ALT+G su un termine fa aprire una finestra che visualizza lintero record di MultiTerm, grafica inclusa. Usando il pulsante Select glossary per aprire un glossario MTW, Wordfast crea un file di export in formato TXT e usa quello invece del file MTW, che in questo modo rimane immutato e senza modifiche. Formattare durante il salvataggio: Se il glossario una tabella di Word, subito prima di salvarlo, selezionare lintera tabella (dal men Tabella/Seleziona/Tabella), dal men Tabella/Converti/Tabella in testo convertire la tabella in testo con il tabulatore come delimitatore. Salvare il documento come Solo testo, o Unicode se necessario. Se il glossario un foglio di Excel salvarlo come Testo (delimitato da tabulazione). Formato della terminologia I termini possono usare lettere maiuscole e minuscole. Se di uno stesso termine sono possibili diverse forme si pu usare l'asterisco * come carattere jolly alla fine del termine. Ecco un esempio di glossario italiano-inglese: manutenzion* intervist* salari* minim* maintenance* interview* minimum wage*

Durante una sessione di traduzione premere MAIUSCOLE+CTRL+G per caricare entrambi i glossari in una lista a scomparsa per una migliore visibilit. Lista di esclusione [Blacklist] Wordfast pu controllare i segmenti di destinazione alla ricerca di espressioni o parole non volute. Come per il glossario, la ricerca non fa differenza tra maiuscole e minuscole e si pu usare il carattere jolly * alla fine di una parola. Il formato Solo testo. Come specificare un glossario I due glossari possono essere scelti in Wordfast/Quality check/Glossaries [Wordfast/Controllo qualit/Glossari] Premere il pulsante Select glossary [Selezionare un glossario] per cercare e specificare il glossario da usare. Quindi premere il pulsante Sort [Ordinare] per far ordinare alfabeticamente il glossario da Wordfast. Il glossario pu essere visto/editato con Ms-Word o con +Tools (se stato installato). Luso di un glossario per il controllo di qualit (QC) Spuntare la casella Quality check [Contollo di qualit] che si trova sotto il pulsante Select glossary [Selezionare un glossario]. Dora in avanti, durante la sessione di traduzione, quando il traduttore convalida una traduzione, Wordfast effettua una ricerca di ciascun termine nel segmento di origine. Per ogni termine trovato del segmento di origine, Wordfast si aspetta di trovare il corrispondente traducente nel segmento di destinazione. Se ci non avviene, avvisa l'utente offrendogli la scelta tra modificare la traduzione o ignorare l'avviso. Aggiunta di terminologia Durante o al di fuori di una sessione di traduzione si possono aggiungere voci a uno dei glossari usando la combinazione di tasti CTRL+ALT+T: selezionare lespressione o il termine da aggiungere, selezionare il traducente (espressione o termine tradotto) e premere CTRL+ALT+T di nuovo. Ricerca rapida durante una sessione Posizionare il cursore su una parola, quindi premere CTRL+ALT+G per cercare il termine in entrambi i glossari durante o al di fuori di una sessione di traduzione (se si tratta di una espressione, selezionarla). I

29

Wordfast - Manuale

v 3.35i

glossari saranno caricati in una lista a scomparsa nella barra degli strumenti se la loro grandezza non supera i 200 Kbyte. Vedere la nota sulla larghezza della lista di glossario. Select/Unselect glossaries Usare il pulsante Select glossary per selezionare un glossario. Se si usa il tasto CANC nella finestra di dialogo File/Open, Wordfast chieder se si vuole annullare la selezionare il file corrente (il glossario attualmente selezionato). Da notare che Wordfast non utilizza alcun glossario se vengono soddisfatte le seguenti 3 condizioni: 1) non selezionata la casella Use for QC sotto il nome e il percorso del file; 2) non selezionata la casella Search glossary# in Terminology recognition; e 3) non stato attivato il corrispondente comando Propagate nel vaso di Pandora.

Riconoscimento di terminologia
Il riconoscimento di terminologia pu essere effettuato su uno o su entrambi i glossari. E' anche possibile impostare il numero minimo di caratteri delle parole da cercare (raccomandiamo un valore di 3). La funzione di riconoscimento di terminologia permette di cercare, durante la traduzione, tutte le parole o espressioni presenti nel segmento di origine nel glossario specificato. Se viene trovata una parola o espressione nel glossario, essa viene evidenziata su fondo blu. A questo punto l'utilizzo di CTRL+ALT+SINISTRA/DESTRA permette di selezionare i termini riconosciuti (e/o le porzioni intraducibili) nel segmento di origine. Quando viene selezionato un termine, esso viene incorniciato in un rettangolino rosso (e la sua traduzione leggibile nella barra di stato). L'utilizzo della combinazione di tasti CTRL+ALT+GI permette di copiare la traduzione del termine nel punto di inserimento (alla posizione del cursore). Ricerca di espressioni. Se Wordfast non trova una corrispondenza esatta o parziale, effettua una ricerca di espressione nel file di memoria (TM) che si sta utilizzando. Impostare il numero minimo di parole significative (in questo contesto, significative indica le parole con pi di 3 lettere) che definiscono un'espressione. Se la ricerca di espressioni ha successo, Wordfast visualizza lUnit di Traduzione (TU) in cui ha trovato un riscontro ed evidenzia in blu chiaro l'espressione originale come se si trattasse di un termine riconosciuto. Lo si pu distinguere da una voce di glossario perch: 1) di solito una espressione piuttosto lunga; 2) usando CTRL+ALT+SINISTRA/DESTRA per selezionare la voce, non appare nessuna traduzione nella barra di stato; 3) normalmente, stata tradotta da poco. Lo scopo principale della ricerca di espressione evitare di dover ribattere lunghe espressioni che si ripetono all'interno di un progetto; aggiungerle al glossario semplicemente un'opzione. Dato che lUnit di Traduzione (TU) che contiene l'espressione visibile, si pu fare un copia e incolla della traduzione dell'espressione. Vedere anche il comando DeepBlue nel vaso di Pandora.

Conteggio di parole e tariffe


Il modo di contare le parole di Wordfast un po' diverso dalle statistiche di Ms-Word. Per esempio, nel testo che segue:

Louis-Philippes money
Ms-Word conta 2 parole mentre Wordfast ne conta 4, conformandosi alle raccomandazioni di gran parte delle Associazioni Europee di Traduttori (anche Trados fornisce un conteggio molto simile). In media, Wordfast conta dal 5 al 15% di parole in pi rispetto a Ms-Word, a seconda della lingua. Raccomandiamo di chiarire la modalit di conteggio parole con il cliente prima di cominciare a lavorare su un progetto; va inoltre chiarito se il conteggio delle parole va effettuato sul documento originale o su quello tradotto.

Documenti di Excel, Access, Powerpoint, Html e PDF


HTML - Si pu usare Wordfast per tradurre ipertesti Html (e file Sgml/Xml vedi +Tools). E' per necessario avere gi installato l'applicativo +Tools.

30

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Subito prima di iniziare una sessione di traduzione, Wordfast controlla se il documento aperto in formato Html e chiede all'utente se al documento vanno aggiunti i tag. Rispondere di s. Wordfast aggiunge i tag al documento e lancia la sessione di traduzione. Chi non ha mai lavorato su un file con i tag prima d'ora, pregato di leggere la sezione sui file con i tag. Quando l'intero processo di traduzione completato, si deve procedere con la pulizia del documento. A questo punto Wordfast si rende conto che il documento era in origine un file Html, ne rimuove i tag e lo riporta al formato originale, pronto per l'uso. Excel, Powerpoint e Access Si dovrebbero fare delle prove su questa funzione, prima di cominciare a usarla, perch Wordfast pu avere difficolt a inizializzare i necessari collegamenti Ms-Office. 1. Avviare Excel (o Powerpoint o Access), aprire il foglio (o la presentazione o la tabella), posizionare il cursore nella cella (o nella diapositiva o forma oppure nel record o campo) dove la traduzione dovrebbe cominciare (NB: nella cella o forma o campo non si deve digitare come se si volesse modificarla: basta posizionarci sopra il cursore). Tornare a Ms-Word e vviare una sessione di traduzione con Wordfast su un documento vuoto.

2.

Se si riprende la traduzione dopo aver chiuso la sessione di traduzione, riaprire l'ultimo segmento nel documento Word e cliccare sull'icona Next ( riprendere a lavorare. Note: 1. 2. 3. 4. Il documento aperto in remoto non deve essere protetto da lettura/scrittura. Questa funzionalit utilizzabile in combinazione con la funzione Translate di Wordfast, Traduzione Automatica o lo strumento X-trans!. Con Excel, se si vogliono escludere dalla traduzione intere righe o colonne, occorre assegnare loro una larghezza o altezza pari a 0. Con PowerPoint,.raccomando di usare Word2000 che compatibile con lo schema di colori di PowerPoint (con Word97 si rischia di ridurre il numero di colori usato nella presentazione PPT). Se si vogliono escludere dalla traduzione le note delle diapositive, digitare NoPowerPointNotes nel Vaso di Pandora. Allapplicazione viene allegato un documento usato per tradurre un file Excel/PowerPoint/Access. Usare lopzione Unlink [Collega] (combinazione CTRL+ALT+U) su un documento per scollegarlo, o Relink [Ricollega] per ricollegarlo (combinazione CTRL+ALT+V) allapplicazione e al documento originale. ). Ci permette a Wordfast di "capire" da quale diapositiva, forma, o record

5.

File PDF
Quando si apre un file PDF con Acrobat Reader e si avvia una sessione su un documento Word vuoto, Wordfast cercher di importare il contenuto in testo del file PDF. Wordfast cerca di importare lintero documento PDF. Se si deve importare solo una porzione del file PDF, usare lo stesso metodo descritto per gli utenti Mac (vedi sotto), e copiare e incollare solo le parti necessarie. Utenti Mac: andare al documento PDF, cliccare lo strumento Text nella barra degli strumenti di Acrobat e usare Edit/Select All per selezionare lintero file PDF. Andare allMs-Word e incollare il contenuto del blocco appunti nel documento vuoto. Usare ALT+F8 (o Tools/Macro/Macros) per aprire la lista delle macro disponibili ed eseguire la macro WfTextToDoc, che cercher di ricostruire i paragrafi. Ci sono dei limiti: questa funzione non converte il testo in formato grafico (immagini di testo), che si trova spesso nei file PDF. Inoltre i paragrafi possono avere delle interruzioni al posto sbagliato, perch il testo importato dal PDF ha dei ritorni a capo forzati (segni di paragrafo) alla fine di ogni riga ed impossibile determinare accuratamente come dovrebbero essere ricostruiti i paragrafi; in breve, lordine in cui il testo viene trasferito non necessariamente lordine in cui esso appare nel formato PDF. Per mantenere i tipi di carattere originali del PDF anche in Word usare il comando KeepPDFFonts nel vaso di Pandora (ma va notato che non tutti i Sistemi Operativi hanno gli stessi caratteri di quelli presenti nel file PDF.

31

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Casi speciali
Lingue con caratteri non latini
E possibile scegliere se lavorare con il supporto unicode. Per utilizzare Unicode vedere i punti 1 e 2 della successiva sezione sulle lingue a 16-bit. Se non si vuole utilizzare Unicode e il sistema usato Windows NT4, Windows95, o Windows98, allora si pu avere la piccola seccatura della errata visualizzazione dei caratteri nei glossari e nelle caselle di messaggi. E consigliabile luso di Windows 2000 (o superiore) e Word 2000 (o superiore) con memorie di traduzione in formato Unicode, sebbene anche altre piattaforme possano andar bene.

Lingue a 16 bit (cinese, giapponese, coreano)


Se la piattaforma utilizzata la versione cinese o giapponese (CJK) di Windows 95/98 o Windows NT4 o se si lavora su Windows2000/WindowsXP con localizzazione di sistema predeterminata CJK (vedi la nota pi oltre), Wordfast lavorer solo in modalit doppio byte ( DBCS). Un piccolo limite sta nella visualizzazione dei caratteri nella lista a scomparsa, che potrebbe o non potrebbe essere possibile a seconda del carattere predefinito di sistema. Se si lavora con Window 98 SE/2000/XP con localizzazione di sistema predeterminata non-CJK si pu lavorare con una lingua CJK utilizzando lo standard Unicode. Se si lavora con Windows 2000/XP con localizzazione di sistema non-CJK e con localizzazione di sistema predeterminata non-CJK (per esempio un Windows 2000 impostato con US English come localizzazione di sistema), si pu lavorare con una lingua CJK usando memorie di traduzione Unicode e tipi di carattere Unicode per la visualizzazione. Per convertire un file di TM DBCS in un file di TM Unicode, aprirlo con Word (in un sistema CJK) e salvarlo come Unicode usando Word 2000 o superiore. Per usare memorie di traduzione Unicode attenersi a quando segue: 1. Nel creare una memoria di traduzione salvarla come Unicode (oppure Testo codificato) piuttosto che come Solo testo. (per convertire una preesistente memoria di traduzione di semplice testo in Unicode: aprirla con Ms-Word come se fosse un normale documento, quindi usare File/Salva con nome... per salvarla come documento Unicode o Testo codificato. Lo stesso principio si applica ai glossari) Salvare anche i glossari come Unicode.

2.

Le memorie di traduzione DBCS sono gestite come normali memorie di traduzione (in formato Solo testo). Per aprire una memoria di traduzione TMX (TMX uno standard unicode) in modalit DBCS seguire i semplici passi riportati qui di seguito: 1. 2. 3. Aprire la memoria di traduzione TMX con Word in un Sistema Operativo sorgente CJK come se fosse un normale documento. E possibile che sia necessario confermare che si tratta di un documento unicode, se il Word lo richiede. Se la lingua non viene visualizzata correttamente applicare il tipo di caratteri opportuno. Procedere oltre solo se la lingua viene visualizzata correttamente. Usare il men File/Salva con nome... per salvare la memoria di traduzione in formato Solo testo.

Aprire il file di TM cos creato con Wordfast e provarlo. Note: Per il giapponese e il cinese, selezionare e copiare (CTRL+C) il punto della lingua che si utilizza. Aprire Wordfast. In Wordfast/Setup/Seg, incollare il punto prima della punteggiatura gi presente (consigliamo di non cancellare la punteggiatura latina esistente). Per il giapponese e per il cinese, selezionare almeno la seconda regola in Wordfast/Setup/Seg, cos che la punteggiatura di fine frase non seguita da spazio possa essere riconosciuta comunque come fine di frase. Assicurarsi che la casella Update punctuation in Wordfast/Setup/Misc non sia selezionata.

32

Wordfast - Manuale

v 3.35i

In entrambi gli standard (Unicode o DBCS), perch tutti i segmenti di destinazione ricevano il tipo di caratteri specificato (che sia in grado di visualizzare caratteri CJK), usare Wordfast/Setup/Col per specificare il tipo di caratteri di destinazione. Perch sia la ricerca contestuale che i glossari vengano visualizzati con un tipo di caratteri specifico, andare a Wordfast/Setup/Misc/Pandora's box. Aggiungere il parametro TermFont="MyFont" dove al posto di MyFont va precisato il tipo di caratteri desiderato.

Rapidi consigli per la risoluzione di problemi: Voglio lavorare in modalit doppio byte (DBCS). Devo assicurarmi che: 1. Il mio sistema sia un sistema Windows 9x CJK o Windows 2000/XP con localizzazione di sistema predefinita CJK (vedi la nota pi oltre). Per esempio, uso un Windows 98 cinese o un Windows 2000 con il Cinese come localizzazione di sistema o localizzazione di sistema predefinita . 2. Uso Word 97, Word 2000 o superiore. 3. La mia memoria di traduzione in formato Solo testo (non Unicode) 4. Il mio tipo di caratteri va bene per una lingua CJK. Voglio lavorare in modalit Unicode. Devo assicurarmi che: 1. Il mio sistema sia un sistema Windows 9x non-CJK o Windows 2000/XP con localizzazione di sistema predefinita non-CJK (vedi la nota pi oltre). Per esempio, uso un Windows 98 francese o un Windows 2000 con lInglese americano come opzione regionale. 2. Uso Word 2000 o superiore. 3. La mia memoria di traduzione in formato Unicode o Testo codificato (non Solo testo) 4. Uso un tipo di caratteri Unicode per la visualizzazione. Nota: i sistemi Windows 9x hanno versioni locali (come il Windows 95 giapponese) mentre il Windows 2000 e lXP non hanno delle vere e proprie versioni locali (anche se i manuali/men/file di guida in linea ecc. possono essere tradotti nella lingua specifica). Il Windows 2000 e lXP sono in effetti dei sistemi universali. Per passare da una versione locale allaltra basta impostare dei parametri nella sezione Impostazioni internazionali del Pannello di Controllo. Per esempio, se si deve usare in Cina un Windows 2000 versione statunitense, andare alla sezione Impostazioni internazionali del Pannello di Controllo e impostare la propria localizzazione di sistema predefinita su US; cos facendo di manterr il layout di tastiera, il metodo di input e i tipi di carattere cinesi.

I file con i tag


Alcune agenzie di traduzioni, equipaggiate con programmi in grado di gestire i tag, possono chiedere ai propri traduttori indipendenti di lavorare su file contenenti tag. Sia le agenzie sia i traduttori indipendenti dovrebbero sapere che Wordfast compatibile con i pi diffusi formati tag, come Trados e RSW . Diamo di seguito alcuni consigli per tradurre questo tipo di documenti. Preghiamo di fare particolare attenzione ai consigli che seguono, perch i file con i tag possono causare problemi se non vengono maneggiati con la dovuta perizia. (Le agenzie che affidano per la prima volta file con i tag a un traduttore dovrebbero revisionare il file tradotto subito dopo il completamento del lavoro del traduttore, per assicurarsi che i tag siano stati ripristinati correttamente. Se necessario, andranno fatte delle messe a punto prima di proseguire nel progetto). Tag interni I tag rossi (normalmente con lo stile tw4winInternal) sono interni e si devono trovare dentro la traduzione. Esempio: si traduce in The <B>final</B> document. Il documento <B>finale</B>.

In questo esempio, <B> e </B> sono tag che comandano il carattere grassetto. Il traduttore ha posizionato i tag nella giusta posizione. Il testo tradotto non ha uno stile tw4winInternal (ma nemmeno tw4winExternal). Solo i tag hanno uno stile di tag, rosso o grigio. Gli stili sono importanti perch i programmi di aggiunta o rimozione tag si basano sugli stili per distinguere i tag dal testo tradotto. I tag interni non vanno mai modificati, editati o tradotti. Alcuni tag si possono aggiungere o cancellare se la traduzione lo richiede. Altrimenti, la regola d'oro che tutti i tag interni (di solito delimitati dai caratteri < e >)

33

Wordfast - Manuale

v 3.35i

presenti nel segmento di origine devono essere duplicati nel segmento di destinazione , correttamente posizionati. Per duplicare questi tag interni, Wordfast fornisce un insieme di combinazioni di tasti. CTRL+ALT+DESTRA seleziona il tag interno successivo; CTRL+ALT+SINISTRA quello precedente (nel segmento di origine); CTRL+ALT+GI duplica ("porta gi") il tag selezionato nel punto di inserimento nel segmento di destinazione. E' opportuno abituarsi a queste combinazioni di tasti. Non solo fanno risparmiare tempo; rendono anche il processo di traduzione molto pi affidabile. Se si copia il segmento di origine nel segmento di destinazione e lo si traduce scrivendoci sopra, o se si modifica un segmento di destinazione esistente, ci si deve assicurare che il testo tradotto non abbia uno stile di tag (rosso o grigio). Se il cursore si trova subito dopo un tag rosso (o grigio), tutto ci che viene digitato sar rosso (o grigio) e ci causer dei problemi in un secondo tempo. Per evitarlo, ricordarsi che se il cursore si trova subito dopo un tag rosso, con CTRL+BARRA si ripristina lo stile normale in quel punto, e il testo che verr digitato non avr uno stile di tag. CTRL+BARRA una combinazione di tasti di Ms-Word che serve a riportare lo stile a quello predefinito (Normal). Ecco alcuni esempi di unit di traduzione corrette e scorrette: Esempi di unit di traduzione The <B>final</B> document is here. Il documento <B>finale</B> qui. Note Questa TU va bene.

The <B>final</B> document is here. Il documento <B>finale</B> qui.

C' un problema: la parola tradotta finale ha uno stile di tag interno (la parola rossa)

The <B>final</B> document is here. Il documento <B>finale</B> qui.

C' un problema: il primo tag del segmento di destinazione ha perso lo stile di tag interno (non pi rosso).

The <B>final</B> document is here. Il documento <B>finale qui.

C' un problema: manca il secondo tag del segmento di destinazione (dovrebbe essere </B>, con uno stile di tag interno).

Wordfast ha un'opzione di controllo di qualit che si chiama: Identical tags in source/target segments [Tag identici nei segmenti di origine/destinazione ]. Raccomandiamo di attivarla durante il controllo di qualit. Per evitare falsi allarmi per i tag che sono veramente opzionali, digitare questi tag in Wordfast/Setup/Misc/Optional tags [Wordfast/Configurazione/Misc/Tag opzionali]. Tag esterni I tag esterni (stile tw4winExternal) vanno tenuti fuori dalla traduzione. Cos come i tag interni, anche questi non vanno modificati, tradotti ecc.

In caso di dubbio, fermarsi e chiedere al cliente o all'agenzia.

Collegamenti
Alcuni file contengono i cosiddetti collegamenti, composti da un riferimento che "punta" a un'altra parte del documento. Il riferimento un testo verde con sottolineatura doppia o semplice. Questo riferimento seguito subito dopo da un'espressione (senza spazi) in caratteri nascosti, come nell'esempio che segue: Vedere la Sezione Assistenza ClientiJump_To_CCS.

34

Wordfast - Manuale

v 3.35i

dove Sezione Assistenza Clienti il riferimento, seguito subito dopo dall'espressione, nascosta e senza spazi, Jump_To_CCS. Da notare che il punto finale non nascosto perch non fa parte del puntatore. Il riferimento pu essere tradotto, ma il testo nascosto non va tradotto perch si tratta di una riga di comando. Se non esiste una corrispondenza per il riferimento (segmento di destinazione vuoto), raccomandiamo di copiare nel segmento di destinazione quello di origine e tradurlo scrivendoci sopra in modo da riutilizzare gli stili esistenti. Tuttavia, se Wordfast trova una corrispondenza, gli stili dovrebbero essere applicati correttamente e questa procedura non necessaria.

I file di Guida (Help)


Alcuni file di Guida utilizzano note a pi di pagina per archiviare determinati elementi come le parole chiave ecc. Aprire il pi di pagina. Posizionare il cursore nel pi di pagina e tradurlo come al solito. Nota importante: le note a pi di pagine seguite dal segno di cancelletto o diesis ( # ) non vanno tradotte; ecco perch Wordfast le ignora.

Note a pi di pagina
Quando un segmento di origine contiene una nota (un numero all'apice, come questo 1), si comincia a tradurre il segmento di destinazione come al solito. Nel punto in cui deve comparire la nota nel tasto tradotto, selezionare e tagliare (CTRL+X o MAIUSCOLE+CANC) il numero di nota dal segmento di origine e incollarlo nel segmento di destinazione. In caso di errori usare la funzione di Annulla di Ms-Word. In altre parole, quando il segmento stato tradotto, le note a pi di pagine dovrebbero essere state spostate o trasferite dal segmento di origine a quello di destinazione, e il segmento di origine non deve pi contenere alcuna nota. Per tradurre il testo che compare nell'annotazione: uscire dalla sessione di traduzione, aprire la zona di testo dove sono posizionate le note (facendo un doppio click sul numero di nota o tramite il men Visualizza/Note) e tradurre le note.

Campi e oggetti
I documenti Word possono contenere campi o oggetti quali collegamenti ipertestuali, pulsanti, grafica ecc. Di solito i campi, non vanno tradotti (a meno che ci venga esplicitamente richiesto dal cliente, come nel caso dei campi di indice, per esempio), ma copiati e incollati nella traduzione. Da notare che le opzioni di visualizzazione in Strumenti/Opzioni.../Visualizza possono alternare le due modalit di visualizzazione dei campi: o il risultato del campo (il campo unistruzione lavorata da Word, di solito risultante nella visualizzazione di un qualche testo), o i codici di campo, che appaiono in questo modo: { DATECREATION \* FUSIONFORMAT }. Raccomandiamo lutilizzo dellicona che permette di passare da una visualizzazione allaltra (usare il men Visualizza/Barre degli strumenti/Personalizza... , cliccare sulla scheda Comandi, poi dalla lista scegliere Visualizza e trascinare licona {a} nella barra degli strumenti che si preferisce), oppure usare la combinazione di tasti di Ms-Word ALT+F9. Quando il testo di origine contiene dei campi e dal file di TM non arriva nessuna proposta di traduzione, pu valer la pena usare licona di Wordfast Copy source ( ) per copiare il segmento di origine su quello di destinazione e tradurlo scrivendoci sopra, lasciando invariati i campi o gli oggetti che esso contiene. Altrimenti occorre copiare e incollare con cura i campi e gli oggetti nel testo tradotto, nella posizione pi opportuna.

Campi traducibili
I campi hanno un codice (per visualizzare i codici di campo selezionare la casella Codici di campo in Strumenti/Opzioni.../Visualizza o usare la combinazione ALT+F9) e un testo visibile (il risultato visualizzato dal campo, che visibile quando non sono visibili i codici di campo). Campi dove va tradotto il testo visibile (ma non il codice). I collegamenti ipertestuali sono un buon esempio: questi campi vanno copiati manualmente dallorigine alla destinazione, poi tradotti manualmente. Assicurarsi di tradurre il campo stesso. Di solito questi campi appaiono di un certo colore, come il blu, il che rende facile vedere se si scritto sopra il campo, e solo sul campo. Campi che contengono un elemento traducibile nel loro codice.

35

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Per molti campi il codice non pu e non deve essere tradotto. Ci sono poche eccezioni a questa regola, per campi di indice e campi che contengono voci di sommario (campi TOC di tipo "EX", "XE" e "TC"). Tali campi hanno un elemento traducibile compreso tra parentesi come nellesempio che segue: {TE "Translatable text:Page 4 Figure 5" \b \r } dove "Translatable text:Page 4 Figure 5" va tradotto, il resto no. Assicurarsi che le opzioni di visualizzazione di Word ( Strumenti/Opzioni.../Visualizza) siano impostate in modo da visualizzare i codici di campo e il testo nascosto. Quando si apre un segmento con campi traducibili (e il file di TM non propone nessuna corrispondenza), si pu usare la funzione Previous/Next Placeable (o licona sulla barra degli strumenti o la CTRL+ALT+SINISTRA/DESTRA) per selezionare il campo nel segmento di origine e copiarlo gi (CTRL+ALT+GI) nella posizione opportuna nel segmento di destinazione. In quel momento Wordfast mostrer la finestra di dialogo Protected input contenente la parte traducibile del campo e attender di ricevere la traduzione (se viene trovata una corrispondenza nel file di TM, essa verr proposta). Una volta fornita o modificata, si convalida la traduzione con ALT+GI o INVIO. Unaltra possibilit usare la combinazione di tasti o licona CopySource ( ). Quando Wordfast copia un segmento di origine che contiene campi traducibili, si ferma ad ogni singolo campo per chiedere che venga fornita la relativa traduzione. Se si revisiona o verifica un segmento e si desidera modificare un campo traducibile, premere ALT+F8 con il cursore posizionato in qualsiasi punto allinterno del campo (nel segmento di destinazione). Cos si riaprir la finestra di dialogo Protected input; se il segmento di origine non corrisponde a quello di destinazione, usare CRL+ALT+SINISTRA/DESTRA per selezionare di nuovo il segmento di origine corrispondente. Modificare e premere INVIO.

Segnalibri
Wordfast fornito di una serie di combinazioni di tasti studiate per trasferire i segnalibri dal segmento di origine a quello di destinazione. Durante la sessione di traduzione la posizione dei segnalibri viene evidenziata su sfondo grigio per poterli vedere meglio. Posizionare il cursore dove si trova il segnalibro da trasferire (nel segmento di destinazione) e premere F2. Poi, nel segmento di destinazione, selezionare la porzione di testo che dovr ricevere il segnalibro e premere F4. Il segnalibro esistente rimane nel segmento di origine, ma cambia nome in Old+nome originale, e il segnalibro nel segmento di destinazione riceve il nome del segnalibro originale. Dopo la pulizia i segnalibri vengono nominati e posizionati correttamente. Se i segnalibri si estendono su pi segmenti, questa funzione non va usata. In caso di dubbio usare il metodo descritto qui di seguito. +Tools ha una funzione di aggiunta di tag ai segnalibri, che indica l'inizio e la fine di tutti i segnalibri. Durante la traduzione, questi tag vanno trasferiti al punto giusto nel segmento di destinazione (vedere la sezione I file con i tag). Dopo la traduzione e la pulizia, usare l'opzione Restore bookmarks [Ripristina i segnalibri] di +Tools per ricostruire i segnalibri nel documento tradotto. Si raccomanda di fare attenzione alla questione dei segnalibri prima di cominciare a lavorare su un progetto, perch la gestione dei segnalibri richiede tempo; se il problema viene sottovalutato, la ricostruzione a mano dei tag pu richiedere un notevole dispendio di tempo. I segnalibri possono trovarsi in diversi tipi di documento, ma sono in particolare i documenti contenenti riferimenti ipertestuali, indici o sommari. Il cliente che fornisce il testo da tradurre tenuto a informarvi della presenza di tali segnalibri.

Dizionario
(Solo per PC). Wordfast pu essere collegato praticamente a qualsiasi dizionario esterno, come il Collins Online, l'Harrap's Shorter, il Merriam Webster's, la Microsoft Encarta, e qualsiasi dizionario o banca dati su Internet, come il Trados Multiterm ecc. tramite il pulsante Select dictionary [Seleziona dizionario] nella scheda Setup/Folders [Impostazione/Cartelle]

36

Wordfast - Manuale

v 3.35i

La combinazione da digitare per l'accesso (pulsante Keys) definisce le combinazioni di tasti da usare per accedere al dizionario esterno, dove alcuni campi vengono rimpiazzati dai valori indicati dalla tabella seguente: Campo {SearchWord} [SourceSegment] {TargetSegment} {SL-CD} {SL} {SourceLanguage} {TL-CD} {TL} {TargetLanguage} {pause} {PAUSE} {pause=Zanic} {MsWord} da rimpiazzare con la parola che si sta cercando il testo del segmento di origine (senza tag, se ve ne sono) il testo del segmento di destinazione (senza tag, se ve ne sono) il codice di lingua delloriginale con variante locale il codice di 2 caratteri della lingua delloriginale il nome della lingua delloriginale il codice della lingua di traduzione con variante locale il codice di 2 caratteri della lingua di traduzione il nome della lingua di traduzione Interrompe l'esecuzione per 200 millisecondi Interrompe l'esecuzione per 4 secondi Interrompe finch il campo della finestra dell'applicativo contiene la parola Zanic. Non fa differenza tra maiuscole e minuscole. Tempo di pausa 10 secondi. Ritorna allapplicazione Ms-Word Esempio casa

IT-IT IT Italiano EN-US EN English

Per impostare questo parametro, avviare il dizionario e prendere nota della sequenza di tasti necessari ad eseguire la ricerca di una parola. Una volta fatto questo, premere il pulsante Keys [Tasti] e digitare il campo della finestra del programma dizionario seguito da un punto e virgola seguito dai tasti di cui avete preso nota. Per esempio, MyDic;{pause}{F3}{Escape}%e{SearchWord}{Enter} d istruzioni a Wordfast di cercare un applicativo il cui nome di finestra comincia con MyDic, attivarlo, fare una pausa di 200 millisecondi, quindi premere F3 seguito da un ESC, quindi ALT+E, poi cercare la parola voluta, infine premere INVIO. Tutti i tasti digitabili sono indicati cos come sono, in lettere minuscole. I tasti di funzione e altri tasti speciali vanno indicati come segue: A, B, C ecc INVIO ESC ALT CTRL GI PAGGI a, b, c ecc {Enter} {Escape} % ^ {Down} {PgDn} F1 ecc FINE TABULATORE MAIUSCOLE SU PAGSU INIZIO {F1} ecc {End} {Tab} + {Up} {PgUp} {Home}

Una volta impostato il dizionario, chiudere Wordfast. Posizionare il cursore su una parola o selezionare un'espressione e poi premere l'icona Dictionary [Dizionario] (o la combinazione di tasti CTRL+ALT+D per il primo dizionario o la combinazione di tasti CTRL+ALT+F per il secondo). Wordfast avvia il programma dizionario (o sceglie la finestra relativa se l'applicativo gi in funzione) ed esegue la sequenza di tasti definita in precedenza.

Ricerca contestuale
La ricerca di termini entro un contesto viene fatta innanzitutto sul file di memoria di sottofondo (BTM) (se presente), e dopo sul file di memoria normale. La ricerca viene avviata dalla combinazione di tasti CTRL+ALT+C o premendo l'icona Context [Contesto]. La ricerca riporta tutte le parole che iniziano come quella cercata, senza fare differenza tra maiuscole e minuscole. Dunque se si chiede di cercare multiplex verranno visualizzate le coppie (TU) che contengono multiplexer, MULTIPLEXING, Multiplexed ecc.

37

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Selezionando l'opzione Search sibling translation memories [Cerca in tutte le memorie associate ] in Wordfast/Quality check/terminology recognition [Wordfast/Controllo qualit/Riconoscimento terminologico], la ricerca contestuale viene estesa agli altri file di memoria presenti nella stessa cartella del file di memoria (TM) che si sta usando.

Gestione delle memorie di traduzione (TM)


La norma TMX costituisce un enorme progresso al confronto dei strani formati proprietari dei principali pacchetti di memorie di traduzione TM, ma ancora difficile da gestire. Wordfast segue una filosofia di potere-al-popolo e ha optato per il formato testo delimitato da tabulazione, che indubbiamente il formato di banca dati pi facile da gestire nel mondo. Per esempio, Excel pu aprire un file di memoria di traduzione di Wordfast e riconoscerlo naturalmente come file di testo delimitato da tabulazione. (se il file di memoria TM troppo largo per Excel, lo si pu comunque aprire con Ms-Access, Ms-Word, FileMakerPro, dBase 1, 2, 3, 4, FoxPro, Paradox ecc.). I file di memoria o porzioni di essi si possono revisionare, modificare, aggiungere, cancellare, incollare, fondere ecc. Perfino gli applicativi pi modesti quali Notepad, JustWrite, WordPad, SideKick sono in grado di aprire file di memoria TM di piccole o medie dimensioni. Consigliamo di creare file di memoria per una particolare coppia di lingue e per un determinato settore. Wordfast offre uno strumento che serve a cancellare determinate coppie (o Unit di traduzione) da un file di memoria. Sottoporre il file di memoria a... dieta o a regolari operazioni di sfoltimento lo rende efficiente e veloce (come pure il suo autore). Ecco alcuni utili consigli per fare ci: 1. A intervalli regolari (per esempio una volta al mese o alla fine di un progetto) consigliabile cancellare le Unit di traduzione (TU) che hanno un contatore di utilizzo pari a 0 (cio le unit che non sono mai state riutilizzate) e che sono pi vecchie di un mese. Le statistiche dimostrano che sono sempre le stesse coppie a essere riutilizzate molte volte, mentre altre non sono riutilizzate quasi mai. Fare una copia del file di memoria preferito e pi utilizzato, e cancellare tutte le coppie TU che hanno un contatore di utilizzo pari o minore di 3. Questo file di memoria pu allora essere usato come innesco se si ha bisogno di creare un nuovo file di memoria vuoto, meglio utilizzare una copia di quel file, perch contiene i I primi 50 del lavoro precedente. E' come inaugurare una pompa con un bicchier d'acqua.

2.

Registrazione
Una copia di Wordfast non registrata limita la dimensione del file di memoria a 256 TU. Per registrarsi, installare Wordfast , cliccare licona per avviare Wordfast e prendere nota del numero di installazione a sei cifre [install #] sotto il logo Wordfast. Collegarsi alla pagina di Wordfast (http://www.champollion.net oppure http://geocities.com/wordfast) e cliccare sulla voce registration.

Quando si riceve il numero di licenza, digitarlo nel campo license # [Numero di licenza] di fianco al numero di installazione e chiudere Wordfast. Se il numero di licenza corretto, vengono eliminate le limitazioni sulle dimensioni della Memoria di Traduzione. Una licenza valida per un singolo elaboratore. L'eventuale reinstallazione di Ms-Word pu cambiare il numero di installazione e invalidare la licenza. Per rinnovare una licenza cos invalidata, o per chiedere una licenza aggiuntiva per un altro elaboratore, seguire la stessa procedura della registrazione. Si possono rifiutare rinnovi di licenza in caso di evidenti abusi di questa politica, come nel caso di rinnovi molto frequenti.

38

Wordfast - Manuale

v 3.35i

I nuovi utenti registrati possono chiedere e ricevere gratis fino a cinque licenze. Quando si raggiunge questo limite, basta spedire un messaggio tramite posta elettronica a info@champollion.net spiegando perch si ha bisogno di pi di cinque licenze. Il credito verr allora esteso (a pi di cinque licenze). L'unico scopo di una siffatta procedura di evitare gli hacker o interessi nemici dall'utilizzo di automazioni che gonfiano costantemente le licenze. Costo della licenza: per i prezzi aggiornati riferirsi alla nostra pagina web (http://www.champollion.net oppure http://geocities.com/wordfast). L'autore e/o il proprietario di Wordfast declinano ogni responsabilit per l'utilizzo scorretto, o semplicemente per l'uso, di Wordfast. Registrandosi, gli utenti riconoscono di aver avuto tempo sufficiente per provare e testare Wordfast sul proprio sistema personale e che desiderano usarlo cos com'. Le specifiche descritte nel presente manuale possono in qualsiasi momento essere soggette a modifiche senza preavviso e non hanno valore di contratto.

Risoluzione dei problemi


Ho installato Wordfast ma non vedo la barra degli strumenti Se non c' alcun documento aperto, aprire un documento. Utilizzare il men Strumenti/Modelli e Aggiunte... per aggiungere il modello Wordfast alla lista dei modelli. Cliccare Wordfast nel men Visualizza/Barre degli strumenti. MsWord97 Un difetto, documentato dalla Microsoft in http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;EN-US;q162349 che, se il documento ha dei grafici che sono stati incollati (come spesso accade con catture di schermate), MsWord97 pu non avere le necessarie risorse per visualizzarli e i grafici possono essere sostituiti da caselle contenenti una croce rossa. Tutti i tentativi per ripristina i grafici falliscono. Questo probabile che avvenga se il documento stato creato, o manipolato, con una copia di Ms-Word97 non aggiornata con SR-1 (SR-1 il file di riparazione del difetto distribuito dalla Microsoft riferirsi al supporto Microsoft, non Wordfast). Inoltre, la situazione aggravata se la casella Consenti salvataggio veloce in Strumenti/Opzioni/Salva attivata. Raccomandiamo di disattivare la casella Consenti salvataggio veloce (effettuandolo manualmente e con frequenza - usare CTRL+S) con Ms-Word97, perch noto che questa caratteristica prosciuga le risorse di MsWord97. La finestra principale di setup di Wordfast non mostra nessun testo Accertarsi che il carattere Tahoma sia installato. Normalmente, quando si installa Ms-Word, la Microsoft aggiunge automaticamente al sistema operativo il carattere Tahoma. Vedo un mare di testo blu o rosso con una riga nel mezzo Escludere la modalit revisione. Togliere la protezione, se c' (menu Strumenti/Togli protezione) prima della traduzione. Wordfast dice "Sorry, this file is read-only"[Spiacente, un file di sola lettura] Significa che il file di memoria ha un attributo di sola lettura. Ci avviene di solito se il file di memoria stato intenzionalmente protetto da scrittura o se proviene da un CD-ROM. Con Esplora risorse cercare il file e cliccare sul file col pulsante destro del mouse, cliccare su Propriet e deselezionare la casella Sola lettura. Inoltre, su alcuni sistemi operativi recenti, certe cartelle sono protette da scrittura. Assicurarsi che il file di memoria in uso non si trovi in una cartella dellMs-Office o in altra cartella di sistema. Lideale sarebbe creare una cartella apposta per le memorie di traduzione. Comportamenti imprevedibili durante le sessioni di traduzione Alcuni comandi del vaso di Pandora vanno disattivati dopo lutilizzo, come WriteBetterMatch, Skip ecc. perch possono produrre risultati indesiderati su documenti diversi da quelli sui quali sono stati usati. La stessa considerazione si applica alle macro: disattivarle quando non ce n pi bisogno. Se non si usa mai nessun comando del vaso di Pandora non il caso di preoccuparsi.

39

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Comportamenti imprevedibili possono anche essere causati da alcune opzioni di Strumenti/Opzioni e Strumenti/Correzione automatica. Assicurarsi che alcune combinazioni di tasti di Wordfast non siano dirottate da qualche altro modello. Dopo una sessione di traduzione Ms-Word mostra segni di fine paragrafo o codici di campo o strani caratteri, o non visualizza le immagini ecc. Durante la traduzione Wordfast deve modificare alcune opzioni di visualizzazione per poter funzionare correttamente. Quando finisce la sessione di traduzione, le impostazioni di visualizzazione precedentemente impostate dovrebbero normalmente venire ripristinate. cliccare sul men Strumenti e poi su Opzioni, quindi scegliere la scheda Visualizza e selezionare o deselezionare le opzioni desiderate per ripristinare le impostazioni di visualizzazione originarie. Le combinazioni di tasti non rispondono Vedere la sezione Keys [Tasti]. Documenti dal comportamento anomalo 1. Certi clienti mandano documenti che erano originalmente collegati a un modello (e lo si pu verificare aprendo il documento e poi andando al men Strumenti/Modelli e aggiunte e controllando il nome che appare nella casella in alto). Se fa riferimento a un modello che non si trova sul vostro disco fisso, ci si possono aspettare dei problemi. Contattare il cliente. Di solito pu bastare cancellare il riferimento al modello inesistente, ma ci va fatto informando il cliente e col suo consenso, in modo da potere ripristinare, pi tardi, il collegamento a quel modello. 2. Se il documento Word ha molti campi (che si possono visualizzare con Strumenti/Opzioni/Visualizza) che rimandano a grafici, indici, collegamenti ipertestuali ecc. inesistenti, ci pu causare un comportamento imprevedibile del documento. Se il cliente non riesce a fornire gli oggetti a cui i campi fanno riferimento, assicurarsi che in Strumenti/Opzioni/Standard non venga chiesto al Word di aggiornare i collegamenti automatici all'apertura del documento. 3. Lunghi file RTF con una grafica e/o campi complessi, creati da un applicativo diverso, o anche soltanto da un'altra versione di Ms-Word, possono comportarsi in modo strano e addirittura portare ad arresti improvvisi di Ms-Word. Nei casi pi disperati provare a importare il documento problematico in un nuovo documento vuoto (usando il copia e incolla o Inserisci/File). Nel caso si debbano alterare i documenti, avvertire sempre il cliente. Avvisare sempre il cliente se si hanno dei problemi con i documenti. Ci che vogliamo dire che il cliente dovrebbe fornire al traduttore un documento pulito e stabile. Un buon terzo delle chiamate di aiuto al servizio di assistenza tecnica Wordfast causata in effetti da documenti che si comportano male, e un altro terzo dovuto a installazioni di sistema o di Word che non sono stabili. Modelli dal comportamento anomalo Vi invitiamo a usare Wordfast assieme ad altri modelli, ma occorre comprendere che non possiamo garantire laffidabilit di tale pratica. Molti conflitti tra combinazioni di tasti o misteriosi comportamenti con Ms-Word e Wordfast sono semplicemente dovuti alla presenza di altri modelli che monopolizzano le combinazioni di tasti.
I modelli e le aggiunte di Microsoft Word sono programmi che di solito contengono codice VBA. Ci sono molti modi di scrivere in VBA, alcuni dei quali non sono davvero professionali, col risultato di produrre applicativi molto instabili. A partire dal Word97 e versioni superiori, la Microsoft ha introdotto un ambiente molto pi affidabile e moderno grazie all'architettura VBA a 32 bit. Purtroppo, molti programmatori usano ancora le tecniche antiquate che risalgono al Ms-Dos (architettura a 8 bit) o al Windows 3 (architettura a 16 bit), usando per esempio numeri di file a I/O assoluto invece di usare la funzione FreeFile offerta dalla Microsoft o le funzioni di WORDBASIC. Perfino alcuni modelli provenienti da sviluppatori di strumenti di traduzione all'apparenza "affidabili", sono in realt molto instabili. Normalmente la mera presenza di un modello non dovrebbe monopolizzare le combinazioni di tasti, perch esse dovrebbero venire attivate solo nel momento in cui si utilizzino i servizi specifici di quel modello. Purtroppo molti modelli non posseggono questo elementare senso civico e vampirizzano lintero ambiente di lavoro di Word fin dal momento in cui vengono caricati.

E' stato chiuso un documento con un segmento aperto o mentre era in modalit bloccata: Se il problema non si risolve da solo riavviando la sessione, andare al segmento lasciato aperto e fare quanto segue: 1. Aprire la finestra di dialogo Segnalibro dal men Inserisci. Cancellare tutti i segnalibri che cominciano per Wf (come WfTU, WfSource, WfTarget ecc.).

40

Wordfast - Manuale 2. Cancellare tutti i segni di fine paragrafo all'interno del segmento che ha creato il problema.

v 3.35i

Salvare il documento e riprendere la sessione di traduzione. Voglio fare dei lavori sul mio file di memoria ma continuo a ricevere il messaggio:"This file is used by another process"[File attualmente in uso]. Molto probabilmente il file di memoria attualmente condiviso su una rete o da due sessioni contemporanee di Word, oppure la precedente sessione di traduzione non stata terminata in modo corretto. Non fare lavori su file di memoria finch sono condivisi su una rete. Se non si lavora in rete, chiudere Ms-Word. Con Esplora risorse, cercare la cartella dove si trova il file di memoria e cancellare quel file di memoria che ha l'estensione .net - e solo quel file. Il riconoscimento di terminologia non funziona: Effettuare questa serie di controlli: Che i glossari siano file di testo (e siano stati ordinati usando il pulsante Sort in Wordfast/Setup/Files), in cui le voci originali e i traducenti (e i commenti opzionali) sono separate da tabulatori. In Wordfast/Quality-check/Terminology recognition , siano state selezionate tutte le caselle di controllo necessarie. Lelaboratore rallentato o mi d messaggi di "memoria esaurita": Su elaboratori lenti (meno di 100 MHz e/o meno di 24 Mb di RAM, e/o schede video molto lente), raccomandiamo di usare alcune o tutte le seguenti accortezze: 1. Disattivare il controllo ortografico e grammaticale durante la sessione di traduzione. 2. Diminuire la profondit di colore del monitor a 16 a 256 colori, almeno durante le sessioni di traduzione. 3. In Strumenti/Opzioni di Ms-Word, deselezionare l'opzione Rimpaginazione per evitare che MsWord rimpagini continuamente il documento. 4. Escludere la funzione di Salvataggio automatico in Strumenti/Opzioni o Preferenze. Durante la traduzione, premere CTRL+S di tanto in tanto per salvare il documento. 5. Nei casi estremi, usare l'opzione Caratteri bozza nella scheda Visualizza del men Strumenti/Opzioni di Ms-Word; e nel men Visualizza, scegliere Normale piuttosto che Layout di stampa. 6. Con file di memoria molto grandi (pi di 50.000 Unit di Traduzione), riorganizzarli almeno una volta alla settimana con il pulsante Reorganize [Riorganizza]. Fare un po' di manutenzione dei file di memoria. 7. Escludere la funzione Consenti salvataggio veloce in Strumenti/Opzioni/Salva 8. Nei casi disperati, pretradurre il documento ( Wordfast/Tools/Translate [Wordfast/Strumenti/Traduci]) prima di lavorarci su. Difetti e blocchi Windows 9.xx, Millenium (e per certi aspetti anche Windows 2000), come pure il Mac OS 7, 8, 9, non sono sistemi operativi incorruttibili o a prova di bomba come per esempio Unix o Linux: sono varianti di sistemi operativi precedenti che giravano su risorse limitate tipiche "dello scorso millennio", con una architettura piuttosto primitiva. Tutti i programmi applicativi, ma specialmente Ms-Word, continuano a rubare pi risorse RAM per visualizzare i tipi di carattere, per le immagini, per le modifiche ai testi temporanei ecc. ogni volta che si aprono i documenti, che si fanno scorrere, che si digita, si modifica ecc. Inoltre, Ms-Word effettua tutta una serie di lavori (task) in sottofondo mentre tali sistemi operativi non sono veramente multitasking. Se Ms-Word si arresta con Wordfast attivo: riavviare il sistema e riprovare la stessa operazione sul sistema "fresco". Escludere provvisoriamente tutti i programmi che dovrebbero miracolosamente proteggere il sistema da blocchi, sovralimentazione, migliorare il desktop, deframmentare in sottofondo ecc. Mantenere solo lantivirus, ma disattivarlo provvisoriamente per provare. Escludere provvisoriamente tutti i modelli o aggiunte a parte il Wordfast (andare in Strumenti/Modelli e aggiunte e deselezionare tutti i modelli e le aggiunte, se si trovano nella cartella di Esecuzione automatica, spostarli provvisoriamente altrove). Se si riproduce lo stesso arresto (o blocco) sul sistema pulito, allora la causa del blocco potrebbe essere Wordfast. In caso di blocco provare la combinazione di tasti CTRL+PAUSA (o CTRL+BREAK su certe tastiere) e poi premere FINE se appare una finestra di dialogo.

41

Wordfast - Manuale

v 3.35i

In tal caso, assicurarsi di avere la versione pi recente di Wordfast (confrontare la propria versione con quella in http://www.champollion.net oppure http://geocities.com/wordfast). Se il blocco persiste anche con l'ultima versione di Wordfast, usare il servizio di assistenza su (http://www.champollion.net oppure http://geocities.com/wordfast) per comunicarmelo. Esaudir la richiesta il pi rapidamente possibile. La combinazione Windows 2000 + Ms-Word 2000 nota per essere sostanzialmente pi stabile. Nel mondo Mac, Ms-Word 2001 quello che interagisce meglio con Wordfast. Windows XP (che usa una versione di Word appositamente riscritta) o il Max OSX (non nel modo classico, ma con una versione riscritta di Word) costituiscono certamente un notevole progresso, perch le risorse di RAM e di processo sono strettamente gerarchizzate e il multitasking costruito proprio nel cuore del sistema. Con gli altri sistemi operativi... occorre scrivere con le dita incrociate e toccare... una tastiera di ferro! Wordfast non vuol saperne di partire Ci pu essere dovuto a uno di questi due motivi: 1. Anche se Ms-Word funziona bene, potrebbe trattarsi di una installazione incompleta. Certi moduli VBA potrebbero mancare o essere antiquati. Fare riferimento al manuale di Ms-Word per una sua installazione corretta e completa. In Word, possibile premere ALT+F11 per aprire la finestra di Visual Basic. Nel men Strumenti, cliccare sul primo sottomen e accertarsi che siano selezionati i seguenti 4 riferimenti: - Visual Basic for Applications - Microsoft Word X Object library (dove X pu essere uguale o superiore a 7) - Microsoft Forms 2.0 Object library - Microsoft Office X Object library (dove X pu essere uguale o superiore a 7) 2. Il file Normal.dot danneggiato. Uscire da Ms-Word. Con Esplora risorse di Windows cercare la cartella di installazione (pu essere sia Esecuzione automatica sia Modelli: per sapere dov' localizzata questa cartella, vedere il men Strumenti/Opzioni e la scheda Directory predefinite). Rinominare Normal.dot in Normal.bak. Riavviare Ms-Word e aprire Wordfast. Se anche cos non si risolve il problema, chiudere Ms-Word, cancellare il Normal.Dot appena creato e rinominare Normal.Bak in Normal.Dot. MacIntosh C' un solo difetto noto che presente solo su alcuni sistemi. Aprire e chiudere ripetutamente la finestra di setup di Wordfast pu causare il blocco di Ms-Word. Se ci avviene, raccomandiamo di chiudere e poi riavviare MsWord dopo ogni utilizzo della finestra di setup di Wordfast. Stiamo attivamente cercando di trovare soluzione a questo problema. I problemi appaiono spesso correlati ad una insufficiente allocazione di memoria per Ms-Word. Cliccare sull'applicazione Ms-Word sul disco rigido (per evidenziarla senza avviarla). Aprire il men File e cliccare sul sottomen Leggi Info. Allocare almeno 32000 per Ms-Word (meglio ancora 64000 o di pi, se possibile). Se Wordfast nella cartella di esecuzione automatica e non si vede la barra degli strumenti: usare Strumenti/Modelli e aggiunte per aggiungere il modello Wordfast e attivarlo. In alternativa, seguire i consigli che seguono (per i quali ringraziamo Edward L. da Fukuoka in Giappone): " Il file Wordfast nella cartella di Esecuzione automatica ha un attributo di simpletext sul Mac, cos ho cambiato il Type in W8TN e il Creator in MSWD (i parametri usati per i modelli Word). Adesso parte automaticamente quando si avvia Word, come in effetti dovrebbe fare. Per fare questi cambiamenti ho usato FileBuddy. Deborah S. ci scrive: "Posso solo riferirmi allOffice 98 citando dallarticolo del Servizio di Assistenza Microsoft numero Q179217 "Using First Run Installation to Troubleshoot Mac Office": Inizio della citazione: Quando si usa il processo di installazione al primo uso per verificare i problemi con lavvio di programmi Office, spesso utile rimuovere pi di quel solo file, perch ci potrebbe essere un danneggiamento di file. Si raccomanda di cancellare dalla cartella di Sistema tutti i file qui sotto indicati: Embedding Preferences (Preferences) PPC Registration Database (Preferences) Microsoft Component Library (Extensions)

42

Wordfast - Manuale Microsoft OLE Automation (Extensions) Microsoft OLE Library (Extensions) Microsoft Structured Storage (Extensions)

v 3.35i

Fine della citazione. Inoltre, togliere i file di Wordfast dalla cartella di Esecuzione automatica o dei Modelli e cancellare il modello Normal. Quindi far partire un qualsiasi programma Office che riconfigurer automaticamente le componenti sopra elencate. Ho letto in un forum MacFixit che Internet Explorer 5 installa una versione diversa (precedente) della Component Library rispetto a quella di cui ha bisogno lOffice 98, e (da certi problemi che sto avendo) sospetto una simile interferenza con Outlook Express. In altre parole, il problema pu essere un solo set di preferenze per cos tanti programmi diversi. Qualsiasi cosa stia succedendo, non dobbiamo necessariamente prendercela con Wordfast, che non fa altro che evidenziare il problema perch fa un uso massiccio di quelle particolari componenti. "

Appendice I
(Breve introduzione sulla segmentazione e sui file di memoria)

Segmentazione
Wordfast considera il documento come una serie di segmenti, e il segmento di solito una frase che finisce con un segno di punteggiatura di fine frase (ESP) quale il punto, il punto interrogativo ecc. (le ESP sono personalizzabili nella scheda di Wordfast Setup/Segs [Impostazione/Segmenti]) Naturalmente i segni di fine paragrafo, le interruzioni di pagina, i delimitatori di cella, i tabulatori ecc. indicano sempre la fine di un segmento. Abbiamo evidenziato i 10 segmenti presenti nell'esempio che segue: The mark-ups for retail are as follows: for class A stores, 10%. For class B stores, 15%. Please observe the following chart: Class Mark-up. No exceptions. Class A 10% Class B 15%

THESE MARK-UPS MUST BE APPLIED AT ALL TIMES.

Da notare che il 10% e il 15% isolati non sono considerati segmenti. Un segmento deve avere almeno un termine traducibile (almeno una lettera). Vedere un esempio di segmentazione. Perfino in assenza di una memoria di traduzione, un segmentatore fa risparmiare tempo e aumenta la produttivit. I problemi che si hanno traducendo dalla carta stampata sono: 1. 2. 3. Affaticamento della vista. Si devono continuamente muovere gli occhi dal documento su carta allo schermo dellelaboratore e viceversa. Gli occhi devono perci modificare la messa a fuoco diverse volte. Molti traduttori finiscono, dopo un certo numero di anni, per avere seri problemi di vista. Affaticamento mentale. Dopo aver tradotto una frase si deve tornare a guardare il foglio di carta e localizzare l'esatta posizione dell'ultima frase, per poi leggere quella successiva. Questo esercizio richiede attenzione e impegno di risorse mentali. Errori professionali. A causa del problema 2. avviene regolarmente di saltare una frase, per non parlare di un intero paragrafo, il che costituisce un grave errore professionale. Mettiamo che il documento sia composto da una serie di 100 frasi quasi identiche tra di loro, con parametri numerici lievemente differenti come Please apply the following mark-up for Class A: 10%: 10% Please apply the following mark-up for Class A: 10%: 12% but exclude zone TT-001 Please apply the following mark-up for Class C: 11.5% Please apply the following mark-up for Class F: 13%

43

Wordfast - Manuale Please apply the following mark-up for Class P: 9% e cos via per 3 pagine!

v 3.35i

4.

5.

6.

Se dimentica una sola riga, il traduttore diventa responsabile di un serio errore professionale. Lavorando con un segmentatore su un documento originale elettronico non c' da preoccuparsi nemmeno un minuto. Il segmentatore segmenta fedelmente il documento e chiede di tradurre ogni singolo segmento senza dimenticarne uno. Nell'esempio precedente, inoltre, una volta tradotto la prima riga Wordfast riconosce addirittura le righe successive e le pretraduce. Altri errori professionali. Guardiamo insieme la seconda riga, quella col parametro TT-001. Questo parametro non va tradotto, ma copiato fedelmente. Ora, assicuriamo di digitare Zero-Zero-Uno e non O-O-I. Vi sembra facile? I documenti tecnici sono pieni di simili parametri bizantini. A noi, danno solo fastidio. Per il cliente sono di vitale importanza. Sbagliatene uno e il cliente si ritrover in mano un manuale sbagliato. Wordfast ha un algoritmo di controllo di qualit che avverte l'utente se i parametri intraducibili non vengono copiati dal segmento originale a quello tradotto. Ha anche delle funzioni di controllo di qualit (QC) che aiutano a rispettare le specifiche del cliente in fatto di tipografia. Layout del documento. Diamo ancora un'occhiata all'esempio di segmentazione. Se si traduce dalla carta si deve ricreare quel simpatico layout combattendo con formati, tabelle, bordi, colori, caratteri ecc. Con Wordfast ogni singolo segmento di destinazione viene formattato come il segmento di origine (questo vero a livello di segmento, con il primo carattere del segmento di origine che definisce il formato del segmento di destinazione). Wordfast fa il possibile per duplicare gli stili di elementi intraducibili, per esempio; in certi casi, si devono applicare a mano il grassetto, corsivo ecc. all'interno del segmento). Conformit della terminologia. Su un lungo progetto (mettiamo di ricevere 50 pagine al mese in modo da lavorare per lo stesso cliente 5 giorni al mese per 12 mesi), tutte le volte che si lavora ci si deve ricordare del glossario di quel particolare cliente. Con Wordfast si digita il glossario nella memoria di traduzione di quel progetto. Wordfast avvisa tutte le volte che la terminologia del traduttore entra in conflitto con quella del glossario del cliente.

Memoria di Traduzione
Il naturale complemento di un segmentatore la memoria di traduzione (TM). Tutte le volte che si traduce un segmento, esso viene salvato in un file di memoria. Cos, il file di memoria una banca dati di coppie dette anche Unit di Traduzione (TU). Una TU registra i segmenti di origine e di destinazione, la data di creazione, le lingue usate e lidentificativo del traduttore che l'ha generata. Contiene anche un contatore di utilizzo che registra quante volte una TU viene riutilizzata. Pi si riutilizza una TU, pi alto il suo valore. La memoria di traduzione, specialmente con i documenti tecnici, permette di risparmiare un mare di tempo, perch Wordfast riconosce i segmenti che sono gi stati tradotti e li propone si devono solo controllare, convalidare e proseguire oltre. Quando Wordfast ha delimitato un segmento, esplora la propria memoria di traduzione alla ricerca di una corrispondenza esatta o approssimativa rispetto al segmento di origine. Se viene trovata una corrispondenza viene proposto il segmento di destinazione della TU (la traduzione registrata). Wordfast visualizza un numero che va da 0 a 100, e che indica il grado di somiglianza tra il segmento di origine del documento con il segmento di origine della TU. Una corrispondenza del 100% considerata esatta. Una corrispondenza al di sotto del 100% ma uguale o superiore alla soglia di accettabilit (definibile dall'utente) viene considerata parziale; al di sotto di tale valore, considerata non corrispondente e non viene proposta. Se viene proposta una traduzione, premendo la combinazione CTRL+ALT+M (o l'icona Memory [Memoria]) viene visualizzata la TU trovata durante la scansione del file di memoria. In caso di corrispondenza parziale, vengono evidenziate le differenze tra il segmento di origine del documento e il segmento di origine della TU. La sezione Gestione della memoria di traduzione TM contiene importanti informazioni aggiuntive. Se Wordfast ha trovato pi di una corrispondenza, premendo ALT+DESTRA/SINISTRA vengono mostrare le corrispondenze con un valore di analogia rispettivamente minore e maggiore. Se Wordfast non ha trovato nessuna corrispondenza, pu fare una ricerca nei file di TM di tutte le espressioni ricerca nei file di TM di tutte le espressioni presenti nel segmento di origine per fornire un aiuto.

Appendice II
Impostazioni di controllo ortografico

44

Wordfast - Manuale

v 3.35i

Ms-Word, in quanto programma di videoscrittura multilinguistico, pu effettuare il controllo ortografico in diverse lingue. La maggior parte delle installazioni di Ms-Word hanno il dizionario della lingua locale pi il dizionario inglese, che la lingua originale di Ms-Word. Si possono acquistare, trovare o creare altri dizionari. Immaginiamo che uno stesso documento contenga parti in italiano e parti in inglese. Se si selezionano le parti in inglese e si definiscono come Inglese (usando il men Strumenti/Lingua) e le parti in italiano si definiscono come Italiano, allora su ciascuna parte viene applicato il controllo ortografico della rispettiva lingua. Wordfast applica al segmento di destinazione la lingua di destinazione specificata (o la lingua predefinita, a seconda di cosa viene specificato in Setup/Gen [Impostazione/Gen]). Tuttavia, se viene scelta l'opzione my own way [a modo mio], Wordfast non definisce la lingua di destinazione.

Appendice III
Esempi di macro Le macro di solito vanno inserite in Normal.dot. Per fare ci usare leditor di Visual basic in Strumenti/Macro (o ALT+F11) per aprire la finestra VBA. Sul lato sinistro fare un doppio click su Normal. Se non c nessun modulo usare il men Inserisci per aggiungere un modulo. Di solito viene aggiunto un modulo dal nome Module1. Cliccarci sopra due volte, si dovrebbe aprire una finestra sulla destra: l che vanno copiate e incollate le macro riportate pi sotto, e modificate alla bisogna. Queste macro verranno salvate con il Normal.dot alluscita da Word. Il servizio di assistenza Wordfast non si estende al VBA e alle macro. Fare riferimento ai manuali o alla letteratura esistente sullargomento. In Wordfast/Setup/Ext digitare Normal.Module1.CheckLength se, per esempio, si vuole provare la prima macro tra quelle proposte qui sotto (sia come macro di QC sia come macro di postsegmentazione). Se la macro di QC o di postsegmentazione si rifiuta di convalidare il segmento (richiedendo allutente di correggere la traduzione), la macro dovrebbe aggiungere un segnalibro "WfStop" da qualche parte nel documento (basta aggiungere listruzione Selection.Bookmarks.Add "WfStop" prima della fine della macro). Se Wordfast trova tale segnalibro annulla la convalida del segmento, cancella il segnalibro e riporta lutente al segmento di destinazione. Ecco una tipica macro di QC. Controlla il segmento di destinazione per assicurarsi che non sia pi lungo di 80 caratteri (spazi inclusi) Se lo , avvisa lutente e lo riporta al segmento:
Sub CheckLength() If Not ActiveDocument.Bookmarks.Exists("WfTarget") Then Exit Sub If Len(ActiveDocument.Bookmarks("WfTarget").Range.Text) > 80 Then If MsgBox("Target > 80 signs! Stop and edit?", vbYesNo, "Wordfast") = vbYes Then Selection.Bookmarks.Add "WfStop" End If End If End Sub

La macro che segue confronta i segmenti di origine e di destinazione per assicurarsi che le virgolette siano coerenti (che siano dello stesso tipo e nello stesso numero):
Sub CheckQuotes() If Not ActiveDocument.Bookmarks.Exists("WfSource") Then Exit Sub Dim I As Integer, Src As String, Trg As String, Quotes As String, Uq As String Quotes = Chr(34) + Chr(171) + Chr(187) + Chr(147) + Chr(148) Src = ActiveDocument.Bookmarks("WfSource").Range.Text Trg = ActiveDocument.Bookmarks("WfTarget").Range.Text For I = 1 To Len(Quotes) Uq = Mid(Quotes, I, 1) If (InStr(Src, Uq) > 0 And InStr(Trg, Uq) = 0) Or (InStr(Src, Uq) = 0 And InStr(Trg, Uq) > 0) Then If MsgBox("Possible problem with quotes (" + Uq + "). Fix it?", vbYesNo, "Wordfast") = vbYes Then Selection.Bookmarks.Add "WfStop"

45

Wordfast - Manuale
End If Exit Sub Else If InStr(Src, Uq) > 0 Or InStr(Trg, Uq) > 0 Then If InStr(Src, Uq) > 0 Then Mid(Src, InStr(Src, Uq), 1) = "*" If InStr(Trg, Uq) > 0 Then Mid(Trg, InStr(Trg, Uq), 1) = "*" I = I - 1 End If End If

v 3.35i

Next End Sub

Tutti i marchi contrassegnati da sono di propriet dei rispettivi produttori. Word, Excel, Acces, PowerPoint sono marchi registrati della Microsoft Corp. Translator's Workbench un marchio registrato della Trados Corporation.

46