Sei sulla pagina 1di 5

1

La fine del mondo pu attendere di Luciano Drusetta


Un articolo giovanile che oggi probabilmente riscriverei in maniera piuttosto differente. Esce qui in Ungheria lUfmagazin, rivista mensile di ufologia e misteri con cui ho lonore di collaborare e che, per la variet e la qualit degli articoli che propone, paragonabile piuttosto al nostro Giornale dei Misteri. Nel senso che non tratta solo di UFO, ma di misteri vari; non disdegna di pubblicare anche articoli di astrologia e ospita volentieri gli interventi spontanei dei lettori. Nel settembre 1996 la rivista ha pubblicato un intervento firmato Susanna Mrczi dal titolo "La prova generale della fine del mondo", in cui lautrice presagiva le solite catastrofi di fine millennio appoggiandosi su alcuni versetti di Nostradamus e su determinate considerazioni astrologiche. Ecco i passi principali di quellintervento. [...] L11 agosto 1999 a mezzogiorno sar visibile qui in Ungheria, in una fascia che comprende le citt di Szombathely, Sifok sul lago Balaton e Szeged, uneclisse totale di sole, cosa che non avviene nel nostro paese da almeno 150 anni. Alle 12 precise assisteremo a un tramonto accelerato e vedremo il cielo oscurarsi nel giro di un quarto dora, mentre il paesaggio diventer grigiastro. Gli animali mostreranno segni di irrequietezza e le piante sembreranno appassire. Loscurit durer esattamente 2 minuti e 23 secondi. La temperatura si abbasser drasticamente, si leveranno potenti folate di vento. Sembrer che al posto del sole si formi un buco nero nel cielo. La luce sar spettrale, e se il cielo non sar coperto potremmo anche vedere sfrecciare diverse meteoriti. E si avr limpressione di assistere alla fine del mondo. [...] E non finisce qui! Mi sono anche chiesta come sar la configurazione astrologica di quel momento. Sentivo che avrei scoperto qualche aspetto particolare, raro, non propriamente benigno [...] E poi mi ricordavo di avere gi letto qualcosa riguardo al 1999 nella 72^ quartina della Decima Centuria di Nostradamus. [...] E vero che l si parla del "settimo mese", ma poich egli contava secondo il vecchio calendario, probabilmente il settimo mese vuol dire il nostro ottavo mese, cio agosto. Lintervento della Mrczi prosegue con lanalisi astrologica del tema natale stilato per il momento preciso in cui avverr leclisse: [...] Anche per un laico che non si occupa di astrologia salta allocchio il Gran Quadrato che troneggia in cielo, formato da pianeti che si trovano tutti in segni fissi: Leone, Scorpione, Aquario, Toro. Uno degli spigoli di questo quadrato dato dalla congiunzione Sole-Luna in Leone, legata a pianeti non proprio amichevoli: Marte in Scorpione,

Urano in Aquario e Saturno in Toro. Inoltre tre di questi pianeti (Sole, Marte e Urano) si trovano nel proprio domicilio, il che fa pensare a uninfluenza ancora pi forte. S, ma che tipo di influenza? - si chiede lautrice, che prosegue cos: Il 22 luglio 1995 si venuta a creare nel cielo una configurazione planetaria molto particolare, in cui i pianeti formavano una stella a sei punte, jantra (simbolo) della quarta chakra (punto di forza), la chakra dellAnaahata (cuore). [...] Con il quadrato che si verr formare al momento delleclisse siamo invece di fronte allo jantra della chakra pi bassa, detta Mulaadhaara. [...] Dobbiamo dunque pensare alla discesa di una forza negativa, distruttiva, anche se probabilmente necessaria a una successiva ricostruzione. [...] E possibile che la quartina di Nostradamus si riferisca alla nascita, o a una eventuale reincarnazione, di una qualche grande personalit, la cui sorte non sar facile e che godr forse di impopolarit. Ci che si forma in cielo riguarda ovviamente tutta la Terra, ma tramite questa eclisse noi ungheresi potremo prendere parte agli sviluppi benefici di questo evento [...] Forse la quartina di Nostradamus si riferisce a uninvasione di UFO? In ogni caso il bel trigono Venere-Giove compensa la gravit del Grande Quadrato. [...] La correlazione tra leclisse totale, la sua configurazione astrologica e le profezie di Nostradamus non pu essere casuale: vale sicuramente la pensa di studiarla ed approfondirla, ed anche per questo che mi chiedo se c qualcuno che ne sa pi di me e che pu darne una spiegazione pi precisa. Fin qui larticolo di Susanna Mrczi. Ecco ora il mio intervento, pubblicato sul numero di gennaio 1997 dellUfmagazin col titolo: "Oroscopi e pronostici". [...] Susanna Mrczi invita i lettori ad intervenire, chiedendosi "se c qualcuno" che pu dire la sua sullargomento. Io mi occupo di astrologia teorica e pratica da pi di ventanni e ho avuto modo di stilare moltissimi oroscopi. Non conoscendo molto bene le profezie di Nostradamus, preferisco limitare il mio intervento ad alcune questioni prettamente astrologiche. Larticolo analizza leclisse solare dell11 agosto 1999 secondo i dettami dellastrologia karmica, influenzata dalle religioni orientali. Desidero al proposito mettere in guardia i lettori di AstroLogica: nellastrologia moderna coesistono (non sempre pacificamente...) diverse correnti e diversi possibili approcci, tutti egualmente validi e interessanti. Io personalmente, da bravo italiano, mi sento a mio agio nella cultura e in parte anche nelle contraddizioni del mondo occidentale (tra parentesi ritengo che anche lUngheria appartenga a pieno diritto allEuropa occidentale), e forse per questo che ritengo che le filosofie orientali non sempre siano adatte o adattabili al modo di vita di noi occidentali. Anche se non escludo alcune stuzzicanti

possibilit dellastrologia karmica (come per esempio la possibilit di ottenere determinate informazioni sulle vite precedenti tramite unattenta analisi dei nodi lunari), normalmente per la stesura e linterpretazione dei miei oroscopi seguo i dettami dellastrologia occidentale, e pi precisamente mi baso sulle opere di maestri astrologi italiani (Foglia, Frisari, Alberti, Discepolo), tedeschi (Von Klckler, Sementovsky) e francesi (Volguine). Forse la principale caratteristica dellastrologia occidentale moderna il fatto di basarsi s su dettami tradizionali, ma dopo averli sottoposti a un attento vaglio statistico utilizzando oroscopi di migliaia di soggetti. Tutti casi reali, persone pi o meno famose, di cui possibile valutare la personalit e levoluzione personale e spirituale. Un buon astrologo non si occupa volentieri di avvenimenti possibili, eventuali, ma non certi, e preferisce piuttosto occuparsi di soggetti concreti, che possono essere persone ma anche enti o nazioni (si parla in questo caso di astrologia impersonale). Esistono inoltre, e le due cose vanno tenute ben separate, oroscopi personali da un lato e previsioni relative allintera umanit dallaltro. In questultimo caso forse non si pu nemmeno parlare di vero e proprio "oroscopo", se intendiamo per oroscopo lanalisi di un caso concreto calcolato in base al relativo giorno, ora e luogo - dunque normalmente questa tecnica viene utilizzata solo per la nascita di individui, o al massimo per la fondazione o la ristrutturazione di societ o stati. Pertanto se vogliamo capire come un certo evento celeste (come leclissi totale di sole dellagosto 1999) possa influenzare una persona o un ente o una nazione, necessario fare un confronto da un lato tra la situazione planetaria calcolata per levento in questione e dallaltro lato la mappa astrale relativa alla nascita (o alla fondazione) del soggetto. Per questi motivi mia opinione che la mappa astrale stilata da Susanna Mrczi (vedi immagine allegata) non sia adatta allanalisi e alle conclusioni a cui vuole arrivare lautrice, in quanto non abbiamo il termine di paragone, cio laltra mappa: un tema natale che si riferisce a una data persona o nazione. Se qualcuno pu farci avere il "tema natale" dellUngheria, lo si potrebbe confrontare con lo schema celeste delleclisse del 1999 e sicuramente si potrebbero scoprire alcune cose interessanti sullinfluenza che tale evento potr avere sullUngheria. Cos com invece lo schema stilato dalla Mrczi un oroscopo prettamente individuale, calcolato per un soggetto che si presuppone nascer a Szombathely l11 agosto 1999 alle ore 12. Personalmente ritengo altamente improbabile che qualcuno nasca esattamente nel momento preciso delleclisse, e proprio nella ristretta fascia in cui leclisse sar visibile e totale: ecco perch. Leclisse solare , astronomicamente parlando, un novilunio particolare (e lo stesso si pu dire delleclisse lunare, che un

plenilunio particolare), che avviene nelle vicinanze del gi nominato nodo lunare. E infatti eccolo l, il simbolo del Nodo Lunare Nord, detto anche Nodo Lunare ascendente o Testa di Drago, visibile nello schema astrologico allegato, nelle immediate vicinanze della congiunzione Sole-Luna al Medio Cielo. Ora, secondo alcuni astrologi praticamente escluso che possano avvenire nascite nel momento esatto del novilunio. Leggo infatti a pagina 47 del primo volume della "Pratica di astrologia" a cura di Serena Foglia (Armenia Editore 1983) che "nel momento della perfetta congiunzione Luna-Sole (che si verifica ogni 28 giorni) molto difficile se non impossibile che avvengano delle nascite. Fatto questo assai interessante che varrebbe la pena di approfondire dal punto di vista scientifico". Il concetto ripetuto a pag. 68: "Da notare che quando la Luna perfettamente piena si verifica lo stesso fenomeno che abbiamo indicato per la Luna nuova: difficilmente avvengono nascite." e precisato a pag. 76: "Si pu aggiungere che il maggior numero di nascite avviene poco prima del plenilunio e il minimo quando ci si avvicina al novilunio. La curva di natalit comincia a salire dal 12 al 14 giorno dopo il novilunio e decresce dal 16 in poi. Interessante infine notare che il 60% delle nascite si concentra nelle prime ore dopo la mezzanotte e il rimanente 40% si distribuisce nelle altre ore della giornata con un minimo attorno a mezzogiorno." A questo punto la cosa migliore da fare restare in attesa degli eventi, e vedere se davvero nascer qualcuno, e a quel punto ne potremo stilare loroscopo a seconda del luogo e dellora esatta di nascita. Infatti, chi ci dice che il soggetto nasca proprio a Szombathely, e perch proprio a mezzogiorno? Leclisse durer qualche minuto e sar visibile anche in altre localit. Se ipotizziamo che il giorno delleclisse sia una data importante per lumanit o per una nazione, a mio avviso lapproccio migliore quello di prendere in considerazione la posizione e il movimento dei principali corpi celesti (in sostanza, i loro transiti) rispetto ai segni zodiacali e tra di loro, tralasciando tranquillamente il luogo esatto di osservazione ed evitando di procedere alla domificazione, cio alla relativa suddivisione del tema nelle 12 case o campi. Inoltre sar opportuno prendere in considerazione solo i pianeti lenti. La Luna, il Sole, Mercurio, Venere e Marte hanno un moto relativamente veloce e rimangono in un dato punto per un lasso di tempo troppo breve da poter essere di particolare importanza per lumanit. In altre parole gli aspetti planetari che vedono coinvolti (anche) pianeti lenti durano cos poco da poter essere significativi solo per i soggetti che dovessero nascere in quel breve lasso di tempo. E anche uneclissi di sole non dura pi di sette minuti. Un aspetto planetario di transito pu rivestire un significato particolare per lumanit se formato esclusivamente da pianeti

lenti (Giove, Saturno, Urano e Plutone), in quanto tale aspetto pu durare settimane o addirittura mesi. E poich il "gran quadrato" evidenziato da Susanna Mrczi coinvolger due pianeti lenti (Saturno e Urano), due corpi celesti relativamente veloci (Marte e il Sole) e uno decisamente rapido (la Luna), non pu essere significativo per lintera umanit, ma solo per quelle persone che eventualmente dovessero nascere in quel preciso momento. Escludo infine che leclisse solare del 1999 possa indicare qualche tipo di catastrofe o addirittura la fine del mondo. Sia le fasi lunari che le eclissi (siano esse solari o lunari), e a pensarci bene il movimento di tutti i corpi celesti sono soggetti a cicli che si ripetono puntualmente. Nel passato venivano attribuiti significati malefici alle eclissi e alla comparsa di comete semplicemente perch non se ne conosceva ancora la periodicit. Lanalisi astrologica di un qualsiasi movimento ciclico esclude in pratica qualsiasi forma di catastrofe o fine del mondo. Chi cerca segnali apocalittici, non dovrebbe chiedere aiuto allastrologia. Lastrologia si basa sul concetto che nelluniverso regnano lordine, la periodicit e la ciclicit, e che tutti i cambiamenti sono progressivi e nella maggioranza dei casi indolori, anzi spesso tanto indolori da non essere nemmeno percettibili.

Testo di Luciano Drusetta tutti i diritti riservati