Sei sulla pagina 1di 6

Comunit di Piumazzo

Parrocchia di S. Giacomo
www.parrocchiapiumazzo.com

Anno XXXXIII n 5

Ottobre 2013

Ottobre, con Maria davanti a Ges


Lanno Pastorale partito. Ringraziamo Dio per i tanti segni di grazia, soprattutto dellentusiasmo con cui abbiamo iniziato il cammino. Lorganizzazione della catechesi, dei gruppi caritativi e liturgici; la ripresa delle questioni riguardanti la Chiesa, il Circolo e la Scuola Materna; la partecipazione allapertura del Congresso Eucaristico Vicariale; la comunione col Vescovo Carlo e con Papa Francesco nella veglia per la pace e udienza del 25 Settembre. Il Card. Caffarra, ricordando le istanze dellAnno della Fede, afferma : La priorit della chiesa in questi anni levangelizzazione e quando parlo di catechesi, non penso prima di tutto ai bambini, ma agli adulti. E come se il Signore, per mezzo suo, ci lanciasse una consegna, da raccogliere e realizzare. Ci sembrano non ancora maturi i tempi per iniziative nuove, ma possiamo vivere ogni piccola occasione, come adatta ad annunciare Cristo agli adulti. Il mese di Ottobre dedicato a coltivare i semi che sono stati piantati, ad irrigare i germogli di bene che sono nati, a portare avanti le iniziative annunciate, specialmente in ordine alla formazione dei catechisti, alla lode di Dio nella Messa, alla carit verso i poveri. Ci prendiamo cura di questo campo fertile con la preghiera del Rosario, invocazione umile e potente, che piace al Signore, e insegna Maria. Il sacramento che ci fa da guida, lEucaristia, questo anno soprattutto significa lavanda dei piedi, comandamento di carit e perdono, unito al sacramento della Confessione, cui ci siamo resi disponibili, ogni gioved pomeriggio, giorno dellEucaristia. Si comunica con quello che si dice; di pi con quello che si fa, di pi ancora con quello che si . La lotta fra la luce e le tenebre ha come campo di battaglia il cuore delluomo. Il mese di Ottobre molto importante, perch la pianta metta radici e il lavoro iniziato non si dissecchi. Allorizzonte stanno le Feste dei Santi e del Ringraziamento. Affidiamoci ai nostri defunti, perch ci guidino con sapiente amore verso una felice conclusione dellAnno della Fede il 24 Novembre 2013. Vogliamo vivere dunque un mese di Ottobre interiore, aperto a Dio e ai fratelli, in preghiera con Ges, decisi e affettuosi, con la forza dello Spirito e laiuto di Maria. Buona Feste dei Santi e del Ringraziamento. Don Remo Resca

Programma Ottobre Novembre 2013


1 M Incontro genitori classe 3 / Rosario ore 20,30 in cripta 2 M Incontro genitori classe 4 / Rosario ore 20,30 in cripta 3 G Incontro Gruppo Tecnico - Confessioni 16,00-19,00 / Genitori classe 5 4 V Riunione per la Festa del Ringraziamento ore 20,30 in Casa BV 5 S Incontro dei ragazzi Medie e Giovani: ore 15,00 17,00 / 17,00 19,00 6 Domenica Inizio anno catechistico Messe ore 9,30 e 11,00 / Battesimi ore 16,00 7L Tre Giorni Clero Vicariale - S. Messa ore 6,30 in cripta / Catechisti in Vicariato 8 M Tre Giorni Clero Vicariale - S. Messa ore 6,30 in cripta 9 M Tre Giorni Clero Vicariale - S. Messa ore 6,30 in cripta 10 G Sacerdote a disposizione per Confessioni 16,00-19,00 in teatro 11 V Mattina dedicata ai bimbi Scuola dellInfanzia - Rosario ore 20,30 in cripta 12 S Incontro dei ragazzi Medie e Giovani: ore 15,00 17,00 / 17,00 19,00 13 Domenica S . Messe ore 9,30 e 11,00 / Incontro Vicariale dei GIOVANI 14 L Incontro formativo vicariale dei catechisti alle Budrie ore 20,30 15 M Incontro Gruppo della Liturgia ore 20,30 Casa BV 16 M Rosario ore 20,30 in cripta dopo la Messa 17 G Sacerdote a disposizione per Confessioni 16,00-19,00 in teatro 18 V Mattina dedicata ai bimbi Scuola dellInfanzia - Rosario ore 20,30 in cripta 19 S Incontro dei ragazzi Medie e Giovani: ore 15,00 17,00 / 17,00 19,00 20 Domenica S . Messe ore 9,30 e 11,00 21 L Ore 20,45 Incontro formativo Vicariale dei Catechisti alle Budrie ore 20,30 22 M Rosario ore 20,30 in cripta / Gruppo Caritas 23 M Incontro catechisti Festa del Ringraziamento ore 20,30 Casa BV 24 G Mattina dedicata ai bimbi Scuola dellInfanzia - Rosario ore 20,30 in cripta 25 V Mattina dedicata ai bimbi Scuola dellInfanzia - Rosario ore 20,30 in cripta 26 S Incontro dei ragazzi Medie e Giovani: ore 15,00 19,00 27 Domenica S . Messe ore 9,30 e 11,00 28 L Preparazione incontro zonale Medie ore 18,00 Incontro Catechisti alle Budrie ore 20,30 29 M Ore 18,00 Incontro Genitori Asilo Rosario ore 20,30 in cripta 30 M Rosario alle 20,30 dopo la Messa 31 G Sacerdote a disposizione per Confessioni 16,00-19,00 in teatro Programma di Novembre 1 V Ogniss S . Messe ore 9,30 e 11,00 2 S Defunti S . Messa Cimitero ore 9,00 Prefestiva ore 18,00 - ora legale 3 Domenica S . Messe Ore 9,30 e 11,00 - Presenza del Confessore esterno. 4 L Incontro gruppo Bollettino ore 20,30 5M 6M 7 G Sacerdote a disposizione per Confessioni 16,00-19,00 in teatro 8 V Mattina dedicata ai bimbi Scuola dellInfanzia 9 S Incontro dei ragazzi Medie e Giovani: ore 15,00 17,00 / 17,00 19,00 10 Domenica FESTA DEL RINGRAZIAMENTO / Incontro Vicariale dei GIOVANI

Il Gruppo Liturgico Parrocchiale


Con il mandato ai collaboratori della parrocchia, stato istituito lo scorso anno il Gruppo Liturgico Parrocchiale (GL), formato da animatori e fedeli che, sotto la guida di don Remo, hanno a cuore la cura e la preparazione delle celebrazioni liturgiche. La celebrazione non un insieme di formule e riti da recitare a memoria, ma una REALT VIVA e sacra da costruire di volta in volta. Compito primario del GL quello di formare e sostenere l'assemblea dei fedeli, guidarla nell'ascolto della Parola e nella preghiera. Il GL prepara la comunit parrocchiale ad accostarsi nel modo migliore alla S.Messa, tale da suscitare nellassemblea non un senso di improvvisazione, ma piuttosto bellezza, decoro e partecipazione attiva alla sacralit del rito. Tra le tante persone coinvolte in una celebrazione liturgica ci sono innanzitutto i fedeli, poi gli animatori della Parola (lettori, commentatori), gli animatori musicali (coristi, salmista, strumentisti), chi presta servizio allaltare (diacono, accolito, chierici, ministranti che preparano loffertorio), chi si occupa dellaccoglienza, del riordino, dellabbellimento della chiesa (sacrestano, fioristi, volontari). Il nostro GL composto da rappresentanti di tutte queste categorie, persone sensibili e preparate, col desiderio di migliorare la qualit delle celebrazioni. Il nostro GL si incontra periodicamente per progettare sia l'attivit delle domeniche ordinarie, sia i momenti forti dell'anno liturgico (Avvento, Natale, Quaresima e Pasqua, mese mariano, veglie di preghiera, altre ricorrenze religiose). Uno degli obbiettivi che stato proposto lo scorso anno stato ottenere una composta conclusione della S. Messa: troppo spesso si assiste ad un fuggi fuggi generale, con sedie spostate e chiacchiericcio inopportuno; invece con la partecipazione di tutti al canto finale si offre la giusta lode al Signore, si crea anche un legame pi forte nella comunit parrocchiale, e ci si porta a casa quel senso di gioia che la partecipazione alla Messa ha suscitato. In occasione dellAnno della Fede si poi cercato di prestare particolare attenzione alla recita del Credo, secondo le indicazioni della Diocesi, e si cercato di dare adeguata importanza ai momenti di silenzio e di meditazione. Inoltre si cercato di valorizzare la Messa prefestiva del sabato, favorendo la partecipazione attiva alle letture e ai canti. Durante le principali celebrazioni dellanno sono stati preparati e distribuiti i fogli dei canti, per un maggiore coinvolgimento dellassemblea. E stato proposto un canto guida per il periodo di Avvento e Quaresima, comune a tutte le Messe, cos come richiesto dallUfficio Liturgico della Diocesi (alcuni di noi hanno partecipato a Bologna al Corso diocesano per la Liturgia). La presenza del Coro S.Giacomo durante le principali solennit rappresenta un valore aggiunto al servizio della celebrazioni e al supporto dellassemblea. Lauro Casali

Calendario prossimi appuntamenti vicariali per i catechisti: Luned 7 Ottobre ore 20.45 alle Budrie Relazione di Don Gianotti Lazione dello Spirito Santo nella vita del catechista Luned 14 Ottobre ore 20.45 alle Budrie Relazione di Don Erio Castellucci Lazione dello Spirito Santo nella vita della chiesa Luned 21 Ottobre ore 20.45 alle Budrie Incontro Formazione Catechisti Luned 28 Ottobre ore 20.45 alle Budrie Incontro Formazione Catechisti Domenica 17 Novembre Congresso Catechistico Vicariale

Papa Francesco ai Catechisti: 29 settembre 2013


Dio non ha paura! Sapevate questo voi? Non ha paura! E' sempre oltre i nostri schemi! Dio non ha paura delle periferie. Ma se voi andate alle periferie, lo troverete l. Dio sempre fedele, creativo. Ma, per favore, non si capisce un catechista che non sia creativo. E la creativit come la colonna dell'essere catechista. Dio creativo, non chiuso, e per questo non mai rigido. Dio non rigido! Ci accoglie, ci viene incontro, ci comprende. Per essere fedeli, per essere creativi, bisogna saper cambiare. Saper cambiare. E perch devo cambiare? E' per adeguarmi alle circostanze nelle quali devo annunziare il Vangelo. Per rimanere con Dio bisogna saper uscire, non aver paura di uscire. Se un catechista si lascia prendere dalla paura, un codardo; se un catechista se ne sta tranquillo, finisce per essere una statua da museo: e ne abbiamo tanti! Ne abbiamo tanti! Per favore, niente statue da museo! Se un catechista rigido diventa incartapecorito e sterile. Vi domando: qualcuno di voi vuole essere codardo, statua da museo o sterile? Qualcuno ha questa voglia? No? Sicuro? Va bene! Quello che dir adesso lo ho detto tante volte, ma mi viene dal cuore di dirlo. Quando noi cristiani siamo chiusi nel nostro gruppo, nel nostro movimento, nella nostra parrocchia, nel nostro ambiente, rimaniamo chiusi e ci succede quello che accade a tutto quello che chiuso; quando una stanza chiusa incomincia l'odore dell'umidit. E se una persona chiusa in quella stanza, si ammala! Quando un cristiano chiuso nel suo gruppo, nella sua parrocchia, nel suo movimento, chiuso, si ammala. Se un cristiano esce per le strade, nelle periferie, pu succedergli quello che succede a qualche persona che va per la strada: un incidente. Tante volte abbiamo visto incidenti stradali. Ma io vi dico: preferisco mille volte una Chiesa incidentata, e non una Chiesa ammalata! Una Chiesa, un catechista che abbia il coraggio di correre il rischio per uscire, e non un catechista che studi, sappia tutto, ma chiuso sempre: questo ammalato. E alle volte ammalato dalla testa.

TANTI CAMMINI..UNUNICA META


Sabato 28 Settembre sono iniziate le attivit del catechismo delle Medie e dellOratorio. Con i ragazzi delle medie abbiamo cominciato il nuovo programma C qualcosa di pi: qualcosa di grande: stato un pomeriggio allinsegna dellamicizia, dei giochi e del divertimento insieme. Prossimamente sar organizzato qui a Piumazzo un pomeriggio che coinvolger tutti i ragazzi delle medie delle parrocchie del comune di Castelfranco, una bella occasione per far conoscere loro i ragazzi delle parrocchie vicine. Per i ragazzi pi grandi iniziato il cammino Ci metto la faccia. Ci aspetta un programma ricco di appuntamenti e di incontri al sabato pomeriggio nelle Sale. Certamente uno degli appuntamenti che ci coinvolger maggiormente da qui a Natale il percorso Giovani in preghiera: si chiama cos la proposta della Pastorale Giovanile Diocesana ai giovani per lanno 2013-2014. Quando pregare? Come pregare? Dove pregare? Con queste domande si aperto il primo incontro vicariale dei Giovani in preghiera presso la parrocchia de Le Budrie, marted 24 settembre scorso. Queste domande ci accomunano. Pregare non sempre facilea volte ci si chiede se si davvero capaci di pregare, non solo con le parole, ma anche con il cuore, ci si chiede quali sono i momenti, i tempi, i luoghi, i modi per una preghiera che ci avvicini davvero al Signore Per cercare qualche risposta a queste domande e per provare a fare esperienza di una profonda e intensa preghiera, i giovani sono chiamati a vivere insieme - per cinque domeniche pomeriggio presso la parrocchia de Le Budrie - un breve itinerario di iniziazione alla preghiera e alla vita interiore, guidati da Don Ruggero. Vogliamo esserci anche noi, con il gruppo giovani della nostra parrocchia. I catechisti del Gruppo Giovani

OGNI UOMO E MIO FRATELLO


Domenica 29 settembre la nostra comunit ha vissuto in piena gioia la Festa ogni uomo mio fratello, il cui tema riguardava la nascita. Sono intervenute le varie comunit residenti a Piumazzo, supportate dagli amici e connazionali dei paesi vicini. La giornata si aperta con la celebrazione della Santa Messa multietnica, animata da un folto gruppo di fedeli provenienti dal Ghana, coordinati dal nostro parrocchiano Thomas, dalle gentili signore polacche e dalle numerose suore indiane che hanno rallegrato la cerimonia con i loro gioiosi canti e con i colori delle loro origini. Durante lOffertorio alcune ragazze piumazzesi hanno indossato, con eleganza, i bellissimi sari indiani e portato allaltare le fiammelle tipicamente usate e offerte nelle celebrazioni dellIndia. Nel pomeriggio si aperta la festa in cui tutte le comunit hanno partecipato con fantasia e generosit, ad allestire lo spettacolo di intrattenimento, sviluppando il tema scelto per questanno, ovvero la nascita e la maternit. I veri protagonisti sono stati i bambini che si sono esibiti in balletti, canti e musica. La comunit di Piumazzo ha lodato tutte le mamme intonando la celeberrima Son tutte belle le mamme del mondo, la comunit ghanese ha allegramente illustrato la cerimonia della imposizione del nome al neonato, che avviene coinvolgendo le famiglie di entrambi i genitori e il capo trib. LIndia stata rappresentata da balli a suon di citar; la Tanzania da esibizioni di ringraziamento e lode a Dio. La simpatica comunit olandese (tre elementi) ha deliziato il pubblico con musica dal vivo e divertenti gags, a seguire i suggestivi canti e balli del Burkina Faso. Il nutrito gruppo polacco ha cantato e danzato due filastrocche tipiche dei giochi dellinfanzia, animando la loro esibizione con maracas e tanta allegria. Ha concluso lo spettacolo la deliziosa sfilata in costumi tradizionali dei bambini marocchini e tunisini. La conclusione stata delle migliori: un ricchissimo banchetto allestito da tutte le comunit convenute, che hanno offerto i piatti tipici delle loro tradizioni. Gisella