Sei sulla pagina 1di 0

U

na perdita dello 0,30% all'anno in termini di rendi-


mento finanziario annuo composto: questa la sfor-
biciata che subir chi ha sottoscritto in passato una
polizza vita rivalutabile con il taglio della detrazione fisca-
le deciso dal governo con il decreto-Imu. La misura col-
pisce i contratti, finalizzati alla costituzione di un capitale o
di una rendita e sottoscritti entro il 2000, che dietro ad un
vincolo di durata di almeno 5 anni, godevano del vantag-
gio di una detrazione Irpef del 19% su un massimo di
2.500.000 lire l'anno (1.291,14 euro). Per le polizze stipula-
te dal 2001 lagevolazione non pi in vigore.
Dal 2013, salvo modifiche, la soglia massima per la de-
trazione passa da 1.291,14 a 630 euro. Fino al 2012, quindi,
grazie allagevolazione si otteneva un risparmio, in termini
di minore Irpef, di 245 euro (il 19% di 1.291). Dal 2013 il
vantaggio scende a 120 euro (il 19% di 630), con una diffe-
renza di 125 euro. Dal 2014 il limite massimo di detrazione
scender a 230 euro con
una riduzione Irpef di soli
44 euro.
Nella tabella qui sopra
abbiamo simulato lo svi-
luppo di una polizza vita
di durata 20 anni, stipula-
ta nel 2000 con versamen-
t o annuo cost ant e di
1.291,14 euro (2.500.000 li-
re, che erano la soglia massima per la detrazione fiscale),
un costo sul versamento del 7% (comprensivo dell'impo-
sta del 2,5% in vigore all'epoca) e un tasso di rivalutazione
del capitale maturato del 4% annuo (tasso minimo garan-
tito).
Con queste ipotesi dopo 20 anni nel 2020 il capitale ma-
turato sarebbe ammontato a 37.168 euro, a fronte di un
totale di versamenti di 25.882 e un rendimento finanziario
annuo composto del 3,35%. Senza il taglio della detrazione
portata dal decreto-Imu il risparmio fiscale sarebbe sta-
to in 20 anni di 4.906,40 euro per un versamento comples-
sivo netto di 20.917 euro. Il tasso di rendimento finanziario
annuo composto saliva, quindi, al 5,20%. Con il taglio della
detrazione per gli ultimi 6 anni di durata della polizza si
perdono 1.133,77 euro di minori tasse (22.050 euro il tota-
le dei versamenti netti). E cos rendimento finanziario an-
nuo composto scende al 4,89%, con una perdita dello 0,31
% l'anno.
PAOLO GOLINUCCI
RIPRODUZIONE RISERVATA
Budget Scende lo sconto Irpef
Assicurazioni Ania e consumatori contro la stretta tributaria
Un taglio che costa
lo 0,30% lanno
Il minor rendimento con il giro di vite
U
na gelata sulle polizze vi-
ta, che si stavano ripren-
dendo dopo la brusca fre-
nata accusata l'anno scor-
so. Si salva la casa, insomma, ma a
prezzo di colpire pesantemente il ri-
sparmio previdenziale.
E' l'effetto della norma, contenu-
ta nel decreto del 31 agosto che per
il 2013 cancella l'Imu sulle abitazio-
ni principali, ma riduce drastica-
mente le agevolazioni fiscali su que-
sti prodotti. Se la disposizione, gi
entrata in vigore, non sar modifi-
cata o eliminata durante la conver-
sione del decreto, la soglia massi-
ma di detraibilit del premio (il
19%) sar ridotta dagli attuali
1.291,14 a 630 euro per il 2013, e a
230 per il 2014 e le annualit succes-
sive (per la perdita in termini di
rendimento finanziario si veda lar-
ticolo qui sotto).
Retroattivit
La misura si applica alle polizze
che coprono contro i rischi di pre-
morienza, invalidit permanente ol-
tre il 5% e alle long term care (assi-
stenza di lunga durata), cio perdi-
ta dell'autosufficienza nella vita di
tutti i giorni. La disposizione, inol-
tre, interessa anche i contratti stipu-
lati o rinnovati prima del 2001, che
scontano l'imposta sui premi nella
misura del 2,5%.
Un drastico giro di vite, insom-
ma, che, per giunta, in deroga allo
Statuto del contribuente opera in
maniera retroattiva. E' una dispo-
sizione totalmente sbagliata e che
va eliminata ha sostenuto Aldo
Minucci, presidente dell'Ania, in un'
audizione dei giorni scorsi presso le
commissioni Bilancio e Finanza del-
la Camera . Penalizza rapporti as-
sicurativi caratterizzati da una rile-
vante finalit sociale, e incide in mi-
sura rilevante sui soggetti pi previ-
denti, a causa della condivisione di
un unico plafond di detraibilit an-
nua fra le diverse tipologie di coper-
tura.
Ma c' di pi. In questi ambiti
di copertura, negli ultimi anni le
prestazioni pubbliche si sono gra-
dualmente ridotte ha sottolinea-
to Minucci e si registra una mi-
nore diffusione dell'assicurazione
privata rispetto a molti altri paesi
europei, con una conseguente mag-
giore vulnerabilit delle famiglie.
La misura, invece, non si applica
ai Pip, i Piani previdenziali indivi-
duali di tipo assicurativo: questi
prodotti, infatti, sono soggetti allo
stesso regime fiscale previsto per i
fondi pensione, cio la deducibilit
dei contributi sino a 5.164,57 euro
l'anno. Proprio i Pip, caratterizzati
da costi medi pi elevati e quindi
pi remunerativi per gli intermedia-
ri, sono divenuti lo strumento previ-
denziale pi diffuso. In base ai dati
della Covip (Commissione di vigi-
lanza sui fondi pensione), nei primi
sei mesi del 2013 i Pip adeguati alla
riforma del 2007 hanno registrato
quasi 1,960 milioni di aderenti
(+10,3% rispetto al 2012), superan-
do di pochissime unit i fondi pen-
sione chiusi, aziendali o di catego-
ria, che nello stesso periodo hanno
accusato invece un calo dello 0,5%.
Gli andamenti
Sono confortanti anche i dati pi
recenti relativi alle polizze vita: se-
condo i dati dell'Ania, nei primi set-
te mesi dell'anno la nuova produzio-
ne stata pari a 6,111 milioni di eu-
ro, il 29% in pi rispetto al corri-
spondente periodo dell'anno scor-
so. La crescita stata trainata dai
prodotti di punta, le polizze rivalu-
tabili tradizionali, che sono aumen-
tate del 74% e rappresentano l'84%
del totale; sono andate bene anche
le unit linked, agganciate a fondi co-
muni d' i nvesti mento o si cav
(+14%), che incidono per il 14%.
La pensione integrativa rappre-
senta uno dei bisogni primari da
soddisfare a causa della minore co-
pertura che sar offerta dalla pen-
sione di base spiega Fabrizio Pre-
muti, presidente di Konsumer Italia
. Ma la scelta fra i vari prodotti
va fatta caso per caso, in base alla
situazione personale e alla propen-
sione al rischio. Se vi la necessit
di tutelare i propri cari o vi sono
prestiti e mutui in corso, la polizza
vita rappresenta lo strumento pi
adatto. Il giro di vite alle agevolazio-
ni fiscali previste per questi prodot-
ti profondamente sbagliato.
Fra le polizze in crescita vi sono
anche le unit linked, che rappresen-
tano il prodotto di punta di Skan-
dia vita. Le unit multimarchio so-
no efficienti dal punto di vista fisca-
le spiega Enzo Furfaro, ammini-
stratore delegato di Skandia Vita
perch la tassazione sulle plusva-
lenze riguarda la polizza, e non i
fondi sottostanti, e dal punto di vi-
sta operativo, perch lo switch fra
di loro avviene praticamente in
tempo reale. Nella nostra gamma il
sottoscrittore ha a disposizione un'
ottantina di fondi che fanno capo a
una ventina di societ, con commis-
sioni di gestione che oscillano dallo
0,5% al 2%.
Le polizze di Skandia offrono al-
cuni servizi opzionali, particolar-
mente utili per affrontare fasi tur-
bolente dei mercati: sono in partico-
lare lo stop loss, che nei momenti
critici di mercato riposiziona auto-
maticamente il portafoglio in una li-
nea di fondi monetari, e il ribilancia-
mento automatico, per ristabilire il
profilo d'investimento scelto che si
modificato a causa delle fluttua-
zioni dei mercati. Queste caratteri-
stiche incontrano il favore del pub-
blico: nei primi sei mesi dell'anno
Skandia vita ha raccolto premi per
oltre 700 milioni di euro .
www.iomiassicuro.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
DI ROBERTO E. BAGNOLI
Osservatorio Risparmio gestito
Polizze Lo stop del Fisco
E i Pip salgono sul trono
Il taglio alle detrazioni penalizza il vita. I piani pensionistici
corrono e diventano lo strumento previdenziale pi diffuso
1,96
milioni
Gli iscritti ai Piani pensionistici
individuali che hanno superato
i fondi pensione chiusi
125
euro
La perdita, in termini di maggiori
tasse, con il taglio della
detrazione Irpef sulle polizze vita
Il bilancio
Riforme discusse Aldo Minucci, presidente dellAnia,
e Fabrizio Saccomanni, ministro dellEconomia
30 CORRI ERECONOMIA LUNED 30 SETTEMBRE 2013
Codice cliente: 3261609