Sei sulla pagina 1di 48

Presentazione

l Antiquarium di Corciano, ci sono le tombe etrusche di Strozzacapponi, e il pi famoso Ipogeo dei Volumni, che getta una vivida luce su usi e costumi degli antichi progenitori degli umbri, e c Orvieto, lantica Volsinii, ricca dei resti del Tempio Belvedere, del Pozzo della Cava e della Necropoli del Crocefisso. E molto di pi. LUmbria, come si sa, fu terra degli Etruschi, che lasciarono nella regione le suggestive tracce monumentali di una civilt mai spenta nella memoria e nel carattere degli umbri. E se al viaggio sulle vestigia degli antichi padri sono dedicati gli itinerari storico-archeologici (consultabili anche su I-pod, Mp3 e cellulare) di Terre degli Etruschi, per riscoprire tombe e mura, sculture, fregi, ornamenti e suppellettili, una iniziativa di grande rilievo arriva ad accompagnare ed esaltare questi percorsi. un modo nuovo per riscoprire gli Etruschi: in bicicletta, per citt, borghi e campagne, per nutrirsi di archeologia non meno che di sport e paesaggio. questo il senso della guida che presentiamo, e che in sette tappe (da Corciano, attraverso Perugia, Bettona, Marsciano, Todi, per giungere infine ad Orvieto) costruisce itinerari per gli appassionati delle due ruote, indicando con

puntiglio tracciato e relative difficolt, e fornendo un road book provvisto di schede tecniche, altimetrie e planimetrie. Il road book naturalmente integrato da una scheda con i monumenti da visitare lungo il tracciato, siano essi a cielo aperto o custoditi nelle quiete stanze di un museo. Il volumetto (che fa da complemento alla Guida Archeologica sulle tracce degli Etruschi, nata per iniziativa della Regione e della Sviluppumbria) si ricollega, idealmente e praticamente, alle due guide gi esistenti per percorrere lUmbria in bicicletta, sia essa da strada o mountain bike. E se il progetto Terre degli Etruschi mira a far rivivere la grande eredit della civilt umbra, bello e significativo che ci avvenga anche attraverso lo sport, in armonia con lampio ed integrato ventaglio di opportunit turistiche offerte dallUmbria. Le testimonianze storico-archeologiche di un passato che ancora presente saranno una ulteriore occasione per scoprire e godere la natura, il paesaggio, le citt, la storia, larte, lenogastronomia. In una parola, tutto quanto fa larte di vivere nella nostra regione. Maria Rita Lorenzetti
Presidente Regione Umbria

Introduzione

on questa guida vogliamo favorire lincontro tra il ciclismo e la storia del nostro territorio, avrete cos la possibilit di percorrere le antiche strade e visitare i luoghi dove pi di 2000 anni fa vissero gli Etruschi. Un viaggio tra le verdi colline dellUmbria e la storia di questo antico popolo che ancora oggi ci affascina per la cultura e i suoi misteri. Si tratta di una guida in cui si incontrano due proposte turistiche: una, dedicata agli amanti delle due ruote, e che, con questo volume, arricchisce una piccola collana per il cicloturista in Umbria che copre tutto il territorio regionale, con una vasta scelta di percorsi e di diversi livelli di difficolt. Una seconda proposta invece rivolta al turista archeologico, che in Umbria pu scoprire le affascinanti vestigia degli antichi Etruschi non solo lungo i percorsi in bicicletta, ma anche, grazie ad una speci-

fica guida tematica, estendendo la visita nelle localit non accessibili alle due ruote, ma comunque ricchissime di testimonianze Etrusche. Si pensi alle citt di Orvieto e Perugia, con i loro monumenti e con i loro pregevoli Musei Archeologici, che conservano i reperti portati alla luce in diverse localit della Regione. Gli Etruschi si insediarono nella parte orientale della attuale Regione Umbria, occuparono tutta la Toscana, parte dell Emilia Romagna e del Lazio Roma compresa. Il controllo politico di tutto il territorio non era per di un solo individuo ma di una federazione di citt, chiamate Lucumonie. Volsini (lattuale Orvieto) era la citt sacra agli dei, fu eretto un gigantesco santuario che aveva un duplice scopo, in primis era il punto religioso pi sacro di tutta la federazione, inoltre aveva una valenza politica.

Ipogeo dei Volumni, tomba Bella

Introduzione

Qui infatti i capi delle citt, i Lucumoni, tessevano alleanze e linee di condotta comuni per tutta la federazione. Abbiamo cos loccasione unica di visitare in bicicletta una parte dellUmbria che al tempo era il centro dell Etruria, un vasto territorio che si estendeva dallAppennino Tosco Emiliano sino a Roma. Vedrete cos siti archeologici, necropoli e musei dove si conservano reperti unici e fondamentali per ricostruire levoluzione della nostra storia. Le antiche pietre delle nostre citt, narrano di un passato molto lontano, di una moltitudine di popoli di culture e lingue diverse che vivevano e si scambiavano rapporti commerciali nellattuale Valle del Tevere. Roma era comandata da sovrani provenienti da ricche famiglie etrusche, dopo un lungo periodo di pace e tolleranza questa citt decise di conquistare con la forza o con la

strategia commerciale tutte le popolazioni confinanti, cos sia gli Etruschi, sia i Sabini che gli Umbri adottarono ununica lingua ed ununica moneta, ma non cambiarono le loro tradizioni. Nella nostra Regione potrete vedere questo interessante cambiamento, le citt Etrusche non furono abbandonate, le necropoli continuarono ad ospitare defunti provenienti dalle stesse famiglie e nei templi si praticavano gli stessi rituali adorando le medesime divinit, inoltre interessante sottolineare che molte feste e tradizioni popolari cristiane risalgono proprio dal tempo degli Umbri e degli Etruschi. Linfluenza culturale degli antichi abitanti stata la base della nostra civilt e ancora oggi si pu vedere nelle nostre tradizioni, nellantica viabilit, nella nostra cucina e nello schema costruttivo delle antiche citt dellUmbria. Buon Viaggio

Panorama sulla valle orvietana

Da Corciano allIpogeo dei Volumni

Da Corciano allIpogeo dei Volumni


Partenza: Corciano Arrivo: Ipogeo dei Volumni (Perugia) Distanza: 34 km Dislivello: 390 metri Difficolt: media Fondo stradale: asfalto Bici consigliata: strada, ibrida, mtb Da vedere in zona: Corciano, Solomeo, San Mariano, Castel del Piano, Pila, San Martino in Colle, Perugia

rio vallonato, articolato in gran parte su strade secondarie e non molto trafficate, arriva allIpogeo dei Volumni di Ponte San Giovanni (Perugia), passando per la Necropoli Etrusca di Strozzacapponi. Il tracciato misura solo 34 chilometri e non presenta salite lunghe, ma i tre strappi che conducono a San Mariano, Pila e San Martino in Colle e le continue ondulazioni lo rendono di difficolt media e richiedono un livello minimo di allenamento.

l percorso parte dal borgo medioevale di Corciano, a pochi metri dallAntiquarium situato appena fuori dalle mura del centro storico, e attraverso un itinera-

Corciano, piazza Coragino

Da Corciano allIpogeo dei Volumni

Solomeo, panorama

In ogni caso, con un giusto passo, il percorso pu essere affrontato da tutti, sia con bici da strada che con mountain bike e bici ibrida, e permette di visitare tre siti etruschi di straordinaria bellezza. Partiamo dal parcheggio fuori dalle mura di Corciano, appena sopra lAntiquarium, e iniziamo a scendere per una ripida discesa seguendo le indicazioni per Magione e Arezzo. Allincrocio con la SS 75 bis (km 2,4) giriamo a sinistra in direzione di Perugia prestando particolare attenzione al traffico poich

stiamo percorrendo uno dei tratti pi trafficati del percorso, che per abbandoniamo gi al chilometro 3,4 girando per una strada secondaria a destra. Al chilometro 5,5 raggiungiamo il piccolo centro di Castelvieto e da qui proseguiamo per Solomeo pe-

Museo di Corciano, urne funerarie

Da Corciano allIpogeo dei Volumni

dalando in piena campagna e in totale tranquillit su un morbido saliscendi. Al chilometro 10 giriamo a sinistra, lasciando sulla de-

La chiesa di San Mariano

stra il bel borgo di Solomeo, e proseguiamo verso Perugia fino al chilometro 12,3, quando giriamo a destra verso San Mariano e iniziamo la prima salita del percorso. Giunti a San Mariano (km 13,7), giriamo a sinistra e in pochi chilometri raggiungiamo la Necropoli Etrusca di Strozzacapponi (km 16,2), visibile sulla destra. Da qui proseguiamo per Castel del Piano e iniziamo la parte pi difficile, ma anche panoramica del tracciato, superando le brevi, ma ripide, asperit che conducono a Pila (km 20,2) e San Martino in Colle (km 24,2). Da San Martino in Colle possiamo ammirare un bel panorama sulla valle sottostante, con vista su Deruta, Torgiano e Assisi, e poi iniziamo a scendere verso valle proseguendo in direzione di San Martino in Campo prima e di Perugia poi. Giunti a Madonna del Piano (km 29,9) giriamo a sinistra e poi a destra seguendo le indicazioni per lIpogeo dei Volumni, dove arriviamo in 4 chilometri completamente pianeggianti. Lunica insidia di questultimo tratto solo il traffico, decisamente pi intenso che nel resto del tracciato.

Da Corciano allIpogeo dei Volumni

DA VEDERE
Antiquarium di Corciano - Il museo ospita al suo interno una vasta raccolta di reperti appartenenti al territorio in varie epoche: dalla preistoria sino al periodo etrusco/romano. La collezione stata allestita con lo scopo di spiegare la storia del territorio compreso tra il comune di Corciano ed il Lago Trasimeno e delle popolazioni che lo hanno occupato. Sono ospitate al suo interno ricostruzioni di tombe etrusche di Strozzacapponi con i corredi originali posti al loro interno, materiali di scavo risalenti al sito archeologico di San Mariano ove in passato stata scoperta casualmente una sepoltura principesca con un ricco corredo in gran parte andato perduto. Corciano, via Cornaletto tel 075.5188256/7 fax 075.5188237. Museo di Corciano, carro cerimoniale Necropoli di Strozzacapponi - In questarea in antichit sorgeva un centro abitato adibito alle cave di marmo situate a Santa Sabina, non lontano da Strozzacapponi. Il marmo estratto venne utilizzato per la costruzione delle imponenti mura perugine e degli edifici principali della citt. In questarea vivevano molti cavatori le cui tombe sono state scoperte per caso durante la realizzazione di unabitazione. Recentemente, a seguito dei lavori di costruzione di una rotatoria sono state trovate altre tombe , alcune con corredi funerari bellissimi in fase di restauro e al momento non visibili al pubblico. La necropoli visitabile nei sotterranei della moderna abitazione e consiste in una serie di tombe a camera scavate nella roccia allineate secondo uno schema ben definito. Localit Strozzacapponi - tel 075.5140148/49. Per la visita chiedere al personale del Supermarket - ingresso gratuito. Ipogeo dei Volumni Antiquarium del Palazzone - Nella tomba principale, che custodisce in loco le urne della nobile famiglia da cui lipogeo prende nome, sono stati trovati moltissimi reperti, parte custoditi al museo archeologico nazionale di Perugia, parte invece allantiquarium del Palazzone. La tomba presenta ha pianta quadrata con varie camere poste ai 4 lati, la struttura ha le caratteristica di una tipica una casa etrusca,tra l altro molto simile alle ville romane di epoche successive. Ponte San Giovanni - Via Assisana, 53 tel 075.393329. Chiuso il 25/12 - 01/01 - 01/05. Ipogeo dei Volumni

Da Corciano allIpogeo dei Volumni

Cartografia ITER EDIZIONI, Subiaco (Roma). Scala 1:200.000

Corciano San Mariano

Castelvieto

Pila San Martino in Colle

Madonna del Piano Ipogeo dei Volumni

Altezza tracciato (m)

300

200 14
Distanza (Km)
KM 13,9 KM 14,6 KM 16,2 KM 17,8 KM 20,2 KM 24,2 KM 24,8 KM 26,9 KM 29,9 KM 30,2 KM 33,7 KM 34,2 Girare a sx verso Pila. Pila. Al se maforo proseguire diritti verso San Martino in Colle. San Martino in Colle. Allincrocio girare a sx verso Perugia. Girare a dx in direzione di San Martino in Campo. Alla rotonda proseguire a sx in direzione di Perugia. Madonna del Piano. Allincrocio con la strada principale girare a sx. Girare a dx in direzione dellIpogeo dei Volumni. Attenzione, traffico. Ponte S. Giovanni. Allincrocio girare a sx verso lIpogeo dei Volumni. Ipogeo dei Volumni. Fine itinerario. Proseguire sulla strada principale tenendo la dx in discesa. Allincrocio con la strada principale girare a dx. Attenzione al traffico. Sulla destra la Necropoli Etrusca di Strozzacapponi. Allincrocio girare a dx e subito dopo, al semaforo, a sx verso Castel del Piano.

10

12

16

18

20

22

24

26

28

30

32

34

KM 0

Partenza dal parcheggio appena fuori dalle mura di Corciano, proprio in corrispondenza del museo etrusco. Uscire a destra verso Ellera.

KM 0,2

Girare a dx in direzione di Magione. Attenzione alla discesa.

KM 2,4

Allincrocio con la SS75 bis, girare a sx verso Perugia. Traffico.

KM 3,4

Subito dopo la concessionaria e i vivai girare a dx in via Collelungo.

KM 5,5

Castelvieto. Allincrocio con via La Marmora girare a sx.

KM 6,2

Allincrocio con la strada principale girare a sx.

KM 7,3

Girare a dx in via del Piano in direzione di Solomeo.

Da Corciano allIpogeo dei Volumni

KM 9,2

Allincrocio girare a sx verso Solomeo.

KM 9,9

Girare a sx in via dellIndustria.

KM 10,5

Proseguire a sx in direzione di Ellera e Perugia. Poi ancora a sx.

KM 12,3

Girare a dx in direzione di San Mariano. Inizio salita.

KM 13,7

Allincrocio con via Menotti girare a sx. Fine salita.

10

DallIpogeo dei Volumni a Bettona

DallIpogeo dei Volumni a Bettona


Partenza: Perugia (Ipogeo dei Volumni) Arrivo: Bettona Distanza: 18 km Dislivello: 250 metri Difficolt: medio-facile Fondo stradale: asfalto Bici consigliata: strada, ibrida, mtb Da vedere in zona: Perugia, Ipogeo dei Volumni, Torgiano, Bettona

bilmente risalente al III sec a.C., e si conclude a Bettona, considerata uno de I Borghi pi Belli dItalia e antica roccaforte Etrusca sulla riva sinistra del Tevere. Il percorso misura solo 18 chilometri e presenta un dislivello di 250 metri, racchiuso nella breve salita che conduce a Torgiano e in quella, un po pi impegnativa, che porta fino al centro storico di Bettona. Nonostante queste due asperit, litinerario si pu considerare medio-facile (an-

a seconda tappa del nostro itinerario alla scoperta dei principali siti Etruschi dellUmbria parte dallIpogeo dei Volumni, tomba proba-

Ipogeo dei Volumni

DallIpogeo dei Volumni a Bettona

11

che in considerazione della sua brevit) e pu essere percorso da tutti con qualsiasi tipologia di bicicletta. Lunica accortezza che possiamo suggerire quella di lasciare qualche energia da spendere sulle ultime rampe che conducono a Bettona, cos da poter arrivare in vetta senza particolari problemi. Litinerario parte da Ponte San Giovanni, alla periferia di Perugia, da dove ci muoviamo seguendo le indicazioni per lA1 e per Montecorneo. Sebbene si abbandonino quasi subito le strade pi congestionate, per i primi 5 chilometri consigliamo di prestare comunque attenzione al traffico poich siamo ancora nella periferia della citt. Per i primi 7 chilometri ripercorriamo a ritroso il tragitto finale della prima tappa, ma quando arriviamo alla rotonda posta al chilometro 7,1 giriamo a sinistra verso San Martino in Campo e da qui proseguiamo seguendo le indicazioni per Torgiano. Al chilometro 10,5, in corrispondenza delle cantine Lungarotti, iniziamo la breve ascesa che conduce al centro del borgo (km 11,5) dove, tra le altre opere artistiche e architettoniche, possiamo visi-

tare i musei che conservano reperti etruschi e ammirare la bella vista che spazia sulle valli circostanti.

Torgiano, Torre Baglioni

12

DallIpogeo dei Volumni a Bettona

La salita che conduce a Bettona

Usciti dal centro storico percorriamo una breve discesa e riprendiamo a pedalare in direzione di Bettona, superiamo il ponte sul fiume Chiascio e al chilometro 15 iniziamo la salita che conclude litinerario: tre chilometri con pendenze tra il 5 e il 7% da affrontare con il giusto passo. Per riprendere fiato possiamo fermarci al chilometro 16,1, in corrispondenza di un tornante sulla sinistra, dove troviamo una

splendida tomba etrusca a camera. Da qui riprendiamo a salire verso il centro di Bettona, costeggiando le mura, anche queste di origine etrusca, e ammirando il magnifico panorama che si gode su Assisi, Perugia, il monte Subasio e tutta la valle sottostante. Entriamo allinterno del centro storico al chilometro 17,7 e poi saliamo fino a Piazza Cavour, in pieno centro, dove si conclude il nostro itinerario.

DallIpogeo dei Volumni a Bettona

13

DA VEDERE
Torgiano - Museo del Vino e Museo dellOlio. In questi 2 musei si possono riscoprire le antiche tecniche agricole della produzione e del trasporto del vino e dellolio che utilizzarono gli Etruschi, ma anche le successive civilt che occuparono la Valle del Tevere. Limportanza di questi alimenti era notevole viste le proprieta terapeutiche ed alimentari che gli antichi gli attribuivano. Il vino aveva persino un valore sacro, mentre lolio era ancor pi prezioso, oltre al consumo alimentare veniva utilizzato nellilluminazione e nella cura della persona sottoforma di unguento. Torgiano - tel 075.9880200/300. Chiuso il 25/12.

Museo di Torgiano

Bettona: Antica citt etrusca, di quellepoca conserva tratti della cinta difensiva e una piccola raccolta di reperti archeologici esposti alla pinacoteca comunale. Fuori citt, lungo la strada principale che collega Bettona a Torgiano, stata ritrovata una grande tomba a camera (foto in basso) appartenuta a una ricca famiglia. I preziosi corredi funerari per motivi di sicurezza sono esposti al museo archeologico nazionale di Perugia, mentre in loco sono custodite le urne dei defunti. Pinacoteca Comunale , Piazza Cavour 3 - tel 075/987306. Da novembre a febbraio chiuso il luned.

Bettona, Tomba a camera

14

DallIpogeo dei Volumni a Bettona

Cartografia ITER EDIZIONI, Subiaco (Roma). Scala 1:200.000

Ipogeo dei Volumni

Madonna del Piano

S. Martino in Campo

Torgiano

Bettona Tomba

400

Altezza tracciato (m)

300

200 8
Distanza (Km)
KM 11,5 Allincrocio prendere la prima strada sulla sx seguendo le indicazioni per il parcheggio n. 3. Torgiano, fine salita. Proseguendo diritti si pu entrare nel centro storico di Torgiano e visitare il Museo del Vino. KM 11,7 Proseguire diritti e al successivo incrocio ancora diritti. KM 12,3 Al semaforo proseguire a dx in direzione di Bettona. KM 13,1 Superare il ponte sul Chiascio e allincrocio proseguire diritti verso Bettona. KM 15 Inizio salita Bettona. KM 15,7 Girare a dx in via Etrusca seguendo le indicazioni per il centro di Bettona. KM 16,1 Tomba etrusca sulla sinistra. KM 17,5 Proseguire diritti verso il centro costeggiando le mura etrusche. KM 17,7 Girare a dx, entrare nel centro storico e poi proseguire sulla prima a sx. KM 18 Piazza Cavour, fine itinerario.

10

12

14

16

18

KM 0

Partenza dallIpogeo dei Volumni. Superare il passaggio a livello e dirigersi verso il centro di Ponte San Giovanni. Per i primi 4 chilometri prestare attenzione al traffico.

KM 0,4

Girare a dx seguendo le indicazioni per Montecorneo e A1.

KM 2

Proseguire diritti verso Montecorneo.

KM 4

Allincrocio girare a sx.

KM 4,2

Girare a dx verso Marsciano e SantAndrea dAgliana.

DallIpogeo dei Volumni a Bettona

KM 7,1

Alla rotonda girare a sx in direzione di San Martino in Campo.

KM 7,7

Alla rotonda proseguire diritti verso Torgiano.

KM 9,3

Allincrocio proseguire a dx verso Torgiano.

KM 11,3 Girare a dx in direzione degli hotel Le Tre Vaselle e Al Grappolo dOro.

15

16

Da Bettona a Marsciano

Da Bettona a Marsciano
Partenza: Bettona Arrivo: Marsciano Distanza: 24,5 km Dislivello: 140 metri Difficolt: facile Fondo stradale: asfalto Bici consigliata: strada, ibrida, mtb Da vedere in zona: Bettona, Torgiano, Pontenuovo, Deruta, Marsciano

tra quelli presentanti in questa raccolta, poich quasi completamente pianeggiante. Nel corso dellitinerario, oltre ai notevoli siti etruschi presenti a Bettona e gi descritti nella tappa precedente, si toccano il Museo della Ceramica a Deruta e il Museo del Laterizio a Marsciano. La terza tappa del nostro percorso prende il via da Piazza Cavour, nel cuore di Bettona, da dove iniziamo a scendere in direzione di Pe-

l percorso che va da Bettona a Marsciano, passando per Pontenuovo e Deruta, misura 24,5 chilometri e costituisce probabilmente litinerario pi facile

La campagna vicino Papiano

Da Bettona a Marsciano

17

Marsciano, Museo del Laterizio

rugia e Torgiano superando una serie di piacevoli tornanti. I primi 3 chilometri dellitinerario, infatti, sono tutti in discesa e permettono di cominciare la giornata in maniera molto soft. Al chilometro 5, prima del ponte sul Chiascio, giriamo a sinistra in direzione di Deruta e, superato un brevissimo strappetto, al

chilometro 7,4 raggiungiamo Pontenuovo. Da qui proseguiamo diritti in direzione di Deruta, dove arriviamo al chilometro 10,5: in realt la strada scorre ai piedi del centro storico che, per essere visitato, richiede una breve deviazione a sinistra e la necessit di superare circa un chilometro di salita. Da Deruta proseguiamo ancora diritti, superiamo un altro breve strappetto (km

18

Da Bettona a Marsciano

11,9) e poi continuiamo seguendo le indicazioni per Roma e Casalina. A Casalina (km 14,8) giriamo a destra in direzione

di Papiano, superiamo il ponte sul Tevere e per diversi chilometri pedaliamo su una strada completamente pianeggiante che scorre tra distese di campi coltivati. Arrivati in corrispondenza della ferrovia (km 17,1) giriamo a sinistra verso Caprareccia e proseguendo diritti su una tranquilla stradina di campagna dopo pochi chilometri ci reimmettiamo sulla strada principale (km 19,1) seguendo le indicazioni per Marsciano. Arriviamo alla periferia di Marsciano al chilometro 23,5 e alla seconda rotonda proseguiamo a sinistra verso il centro della citt superando il fiume Nestore: da qui in avanti occorre prestare un po di attenzione al traffico che in questo tratto si fa pi intenso. Proseguiamo sempre seguendo le indicazioni per il centro di Marsciano e al chilometro 24,2 giriamo a destra per entrare nella parte vecchia della citt. Al chilometro 24,5 giungiamo a Largo Garibaldi, dove si trova il trecentesco Palazzo Pietromarchi, sede del Museo del Laterizio, e dove si conclude il nostro itinerario.

Marsciano, un vicolo del centro storico

Da Bettona a Marsciano

19

DA VEDERE
Deruta - Museo della Ceramica. Da millenni in queste antiche acque viene estratta largilla, materia prima per fabbricare vasellame sia per uso domestico che per rituale o per decorare arredi. In questa piccola citt che si affaccia sulle rive del Tevere lattivit di realizzazione di manufatti in ceramica o in terracotta molto radicata nel territorio. Le ceramiche di Deruta, con le loro caratteristiche decorazioni pittoriche sono famose in tutto il mondo. In onore a queste maestranze stato allestito un museo al cui interno sono ospitati anche frammenti di vasi etruschi di varia provenienza. Museo Regionale della Ceramica Deruta, Largo San Francesco 1. tel 075.9711000. Da ottobre a marzo chiuso il marted, il 25/12 e 01/01. Marsciano - Museo Dinamico del Laterizio e delle Terrecotte. In tutta la zona della valle del Tevere la realizzazione di manufatti di terracotta sempre stata una consuetudine. In questo museo sono presenti reperti e tecniche della lavorazione di diversi tipi di manufatti. Gli Etruschi infatti utilizzavano la terracotta per la realizzazione di gran parte degli oggetti necessari alla preparazione e alla conservazione degli alimenti, ma non solo, anche alla decorazione degli edifici e alla costruzione dei tetti. La terracotta era come la plastica e il ferro dei giorni nostri, si fabbricavano una moltitudine di oggetti, molto simili a quelli che vengono utilizzati nel nostro tempo. Museo Dinamico del Laterizio e delle Terrecotte - Marsciano. Palazzo Pietromarchi - Piazzetta S. Giovanni - tel 075.8741152. Chiuso il 25/12 e 01/01.

20

Da Bettona a Marsciano

Cartografia ITER EDIZIONI, Subiaco (Roma). Scala 1:200.000

400 Bettona

Ponte Nuovo

Deruta

Casalina

Schiavo

Marsciano

Altezza tracciato (m)

300

200 10
Distanza (Km)
KM 13,5 KM 14,5 KM 14,8 KM 17,1 KM 18,5 KM 19,1 KM 22,3 KM 23 KM 23,5 KM 24,2 KM 24,5 Proseguire diritti. Superato il ponte sulla ferrovia, allincrocio, girare a sx verso Marsciano. Alla rotonda proseguire diritti. Alla rotonda proseguire a sx in direzione di San Venanzo e del centro di Marsciano. Prestare attenzione al traffico. Alla rotonda proseguire ancora in direzione del centro. Girare a dx in direzione del centro storico. Largo Garibaldi, Museo del Laterizio, fine itinerario. Proseguire tenendo la dx. Proseguire a dx in direzione di Casalina. Casalina. Girare a dx verso Papiano. Allincrocio girare a sx in direzione di Caprareccia.

12

14

16

18

20

22

24

KM 0

Partenza da Piazza Cavour. Uscire dal centro scendendo verso via XX Settembre.

KM 0,2

Usciti dalle mura della citt, allincrocio girare a dx e proseguire in direzione di Perugia iniziando la discesa.

KM 0,7

Allincrocio girare a sx verso Perugia.

KM 2,5

Allincrocio proseguire a sx continuando in discesa.

KM 5

Girare a sx in direzione di Deruta.

KM 7,4

Pontenuovo. Allincrocio proseguire diritti in direzione di Deruta.

Da Bettona a Marsciano

KM 10,5

Deruta. Proseguire diritti in direzione di Marsciano. Girare a sinistra per visitare il centro storico e il museo della ceramica.

KM 10,9

Al semaforo proseguire ancora diritti.

KM 11,9

Allincrocio girare a sx, superare un breve strappetto e in cima proseguire a dx verso Roma e Casalina. A fine discesa proseguire a sx.

21

22

Da Marsciano a Todi

Da Marsciano a Todi
Partenza: Marsciano Arrivo: Todi Distanza: 26 km Dislivello: 430 metri Difficolt: media Fondo stradale: asfalto Bici consigliata: strada, ibrida, mtb Da vedere in zona: Marsciano, Fratta Todina, Montemolino, Monte Castello di Vibio, Todi

a quarta tappa del nostro percorso conduce da Marsciano a Todi, attraverso un itinerario piuttosto vallonato che segue il corso del Tevere e culmina nei 4,5 chilometri

di salita che portano fino a Piazza del Popolo, nel centro storico di Todi. A Marsciano, come gi descritto nella scheda precedente, si pu visitare il Museo del Laterizio mentre a Todi possibile ammirare reperti Etruschi nel Museo Comunale. Lungo il percorso, in pi, oltre alle bellezze paesaggistiche si possono vedere i bei borghi di Fratta Todina, Monte Castello di Vibio (attraverso una breve ma impegnativa deviazione), Montemolino e Pontecuti. Il tracciato misura 26 chilometri e va classificato di

La campagna ai piedi di Montemolino

Da Marsciano a Todi

23

media difficolt, in considerazione della breve ascesa che porta a Fratta Todina, ma in particolare della ben pi impegnativa salita che conduce fino al centro storico di Todi, alle quali si aggiungono anche una serie di ondulazioni che contribuiscono ad un dislivello totale di 430 metri. Il percorso prende il via da Largo Garibaldi, in corrispondenza del Museo del Laterizio, da dove ci muoviamo a sinistra in via Umberto I prima di reimmetterci sulla strada principale in direzione di San Venanzo. Successivamente seguiamo le indicazioni per il percorso ciclabile, dove arriviamo al chilometro 1,5, da dove proseguiamo in direzione di Perugia. Alla rotonda posta al chilometro 2,3 giriamo a destra verso Fratta Todina imboccando la SS 397 che poi ci porter fino ai piedi di Todi. La strada non caratterizzata da un traffico intenso, ma essendo una via di importante collegamento comunque necessario prestare una certa attenzione. Al chilometro 8,2, al termine di una leggera salita di 1,4 chilometri arriviamo al borgo di Fratta Todina, da

dove continuiamo diritti in direzione di Todi scendendo verso il corso del Tevere. Al chilometro 10,7 incontriamo la deviazione per Monte Castello di Vibio, che

Todi, Piazza del Popolo

24

Da Marsciano a Todi

Todi, Santa Maria della Consolazione

per consigliamo di percorrere solo a ciclisti con un buon allenamento, mentre al chilometro 13 passiamo ai piedi di Montemolino. Proseguiamo in direzione di Todi, superando ancora una serie di ondulazioni e lasciando alle spalle il ponte sulla super strada E45 prima di arrivare a Pian di Porto (km 15,1). Allincrocio posto al chilometro 17 giriamo a destra e subito dopo proseguiamo diritti verso Orvieto sulla SS 448, prestando anche in questo caso attenzione al traffico. Dopo aver pedalato per un breve tratto in pianura, al

chilometro 21,4 lasciamo la strada principale e giriamo a sinistra verso Todi, superando il ponte sul Tevere e attraversando il borgo di Pontecuti, dove inizia limpegnativa salita che conduce fino a Todi. Una serie di panorami sulle valli circostanti anticipano larrivo alla magnifica Basilica di Santa Maria della Consolazione (km 24,9), alle porte di Todi. Qui giriamo a sinistra e proseguiamo in salita per un altro chilometro prima di raggiungere Piazza del Popolo, vero cuore culturale e artistico della citt.

Da Marsciano a Todi

25

DA VEDERE
Todi - Lantica citt di Todi sorge su unaltura che domina la Valle del Tevere. Fino alla conquista romana del 340 a.C. era un avamposto di confine per il controllo degli scambi commerciali che avvenivano sullarteria fluviale. Lorigine della fondazione della citt da parte delle popolazioni umbre, ma nel territorio circostante sono stati trovati reperti etruschi che testimoniano costanti rapporti tra le due culture. In lingua umbra la parola Tuder significa terra di confine e, proprio da questo vocabolo, discende il nome della citt: Todi. Di quel lontano passato rimane ben poco, sono presenti in zona di Porta Marzia tratti dellantica cinta muraria. Nel Museo Civico sono esposti reperti della sua storia, frontiera di scambio tra la civilt degli Etruschi e il popolo degli Umbri. Museo Civico - Todi Piazza del Popolo 29/30 - tel 075/8944148. Da aprile ad ottobre chiuso tutti i luned non festivi il 25/12 e 01/01.

Todi, il duomo

26

Da Marsciano a Todi

Cartografia ITER EDIZIONI, Subiaco (Roma). Scala 1:200.000

Marsciano

Fratta Todina

Pian di Porto

Pontecuti

Todi

Altezza tracciato (m)

400

200 12
Distanza (Km)
KM 14 KM 14,8 KM 15,1 KM 17 KM 17,2 KM 21,4 KM 23,8 KM 24,4 KM 24,9 KM 26 Allincrocio girare a dx verso Todi. Girare a sx in direzione di Perugia. Superato il ponte sulla super strada girare a dx verso Pian di Porto. Allincrocio girare a dx in direzione di Todi e Orvieto. Al successivo incrocio proseguire diritti verso Orvieto sulla SS 448. Attenzione al traffico. Allincrocio lasciare la strada principale e girare a sx verso Todi, superando il fiume Tevere e il piccolo borgo di Pontecuti. Inizio salita. Allincrocio proseguire diritti in salita in direzione di Perugia e Todi. Allincrocio proseguire a dx verso Todi. Basilica di Santa Maria della Consolazione. Allincrocio girare a sx verso il centro di Todi. Piazza Garibaldi, fine itinerario.

10

14

16

18

20

22

24

26

KM 0

Partenza da Piazza Garibaldi, di fronte al Museo del Laterizio. Partire a sinistra e proseguire in via Umberto I.

KM 0,25

Allincrocio con la strada principale girare a dx e poi proseguire in direzione di San Venanzo e Orvieto.

KM 0,6

Girare a sx in direzione di Collelungo e del ciclodromo.

KM 1,2

Girare a sx in direzione del ciclodromo.

KM 1,7

Alla rotonda proseguire diritti in direzione di Perugia.

KM 2,3

Alla rotonda proseguire a dx verso Fratta Todina. Attenzione al traffico.

Da Marsciano a Todi

KM 6,8

Inizio salita.

KM 8,2

Fratta Todina. Fine salita. Proseguire sulla SS 397 in direzione di Todi.

KM 9,9

Proseguire a dx in direzione di Todi.

KM 10,7

Allincrocio proseguire diritti in direzione di Todi. Girare a destra se si vuole visitare il centro storico di Monte Castello di Vibio.

27

28

Da Todi a Tenaglie

Da Todi a Tenaglie
Partenza: Todi Arrivo: Tenaglie Distanza: 30,5 km Dislivello: 750 metri Difficolt: difficile Fondo stradale: asfalto Bici consigliata: strada, ibrida, mtb Da vedere in zona: Todi, Fiore, Izzalini, Montecchio, Civitella del Lago, Tenaglie

a tappa che conduce da Todi a Tenaglie, pur essendo piuttosto breve, sicuramente la pi impegnativa tra quelle proposte in questa guida visto il profilo

altimetrico che presenta un dislivello totale di 750 metri, concentrato in gran parte nella lunga salita che porta verso il valico di Civitella del Lago. Questa frazione, per, oltre che essere la pi impegnativa sicuramente anche una delle pi suggestive da un punto di vista paesaggistico e naturalistico, poich attraversa la natura incontaminata dei monti che sovrastano il lago di Corbara da cui si possono godere panorami stupendi. La lunga salita che, passando per Fiore, conduce al

Montecchio

Da Todi a Tenaglie

29

Civitella del Lago, panorama sul lago di Corbara

valico di Civitella del Lago non presenta particolari pendenze, ma richiede un minimo livello di allenamento per non soffrire troppo. Importante, inoltre, saper gestire le energie lasciando la giusta dose di forze per affrontare lultimo tratto di questa ascesa, che forse il pi impegnativo e, infine, la breve ascesa che conduce al piccolo borgo di Tenaglie. Litinerario parte dalla Basilica di Santa Maria della Consolazione, appena fuori dal centro di Todi, da dove ci muoviamo in discesa verso

Orvieto. Al chilometro 1,1 giriamo a sinistra in direzione di Fiore e continuiamo ancora in discesa. Al chilometro 3,7 proseguiamo a sinistra in direzione di Camerata e iniziamo la

Veduta di Izzalini

30

Da Todi a Tenaglie

lunga salita che in 18 chilometri, intervallati da alcuni tratti di discesa e pianura, conduce ai 740 metri del bivio per Civitella del Lago.

Nel corso di questa lunga ascesa attraversiamo i borghi di Fiore e Izzalini, e sfioriamo quelli di Collelungo, Montecchio e Civitella del Lago, pedalando in un ambiente naturale incontaminato e potendo ammirare stupendi panorami sulle valli circostanti. Arrivati al bivio per Civitella del Lago si conclude la parte pi difficile dellitinerario, ma prima di iniziare a scendere verso Orvieto si pu optare per una deviazione a destra per visitare il pregevole centro storico di Civitella, da dove possibile dominare lintero lago di Corbara. Un panorama indimenticabile. Al chilometro 28 arriviamo al borgo arroccato di Montecchio, dove giriamo a sinistra e proseguiamo in direzione di Tenaglie, iniziando a scorgere allorizzonte, sulla destra, il profilo inconfondibile di Orvieto. Uno strappo breve (700 metri), ma impegnativo, ci porta fino al centro di Tenaglie dove si conclude la nostra tappa: qui, immersi nel silenzio e nel cuore della natura, possiamo visitare lAntiquarium e la Necropoli Etrusca.

Izzalini, la chiesa

Da Todi a Tenaglie

31

DA VEDERE
Necropoli del Vallone - In queste campagne sorgeva con molta probabilit un vasto insediamento militare e commerciale che controllava il territorio per conto della Lucumonia Volsinii (Orvieto). Di questo centro abitato abbiamo notizie anche da fonti storiche di epoca romana. I secoli hanno cancellato, o anche solo nascosto ai nostri occhi questa realt, ma laffiorare della necropoli e i successivi studi durante le campagne di scavo, hanno contribuito a mettere in luce importanti aspetti di questo territorio che fu occupato anche in et imperiale. A testimonianza di questi avvenimenti ricorrono i numerosi reperti ritrovati durante le campagne di scavo nel territorio che testimoniano la sorgenza di insediamneti abitati molto importanti a giudicare dalla grandezza delle necropoli. Alcuni dei manufatti sono conservati allAntiquarium di Tenaglie. Necropoli del Vallone, loc. S. Lorenzo - ingresso gratuito Antiquarium di Tenaglie, via del Barracano 1, Tenaglie - tel 0744.951698 montecchio@sistemamuseo.it

32

Da Todi a Tenaglie

Cartografia ITER EDIZIONI, Subiaco (Roma). Scala 1:200.000

800
Bivio Civitella Montecchio Tenaglie

Todi

Fiore

Izzalini

600

Altezza tracciato (m)

400

200 14
Distanza (Km)
KM 17 KM 21,5 KM 26,7 KM 27,9 KM 28,1 KM 28,2 KM 29,8 KM 30,5 Bivio Montecastrilli, proseguire diritti in direzione di Montecchio. Bivio Civitella del Lago, proseguire diritti in direzione di Montecchio. Fine salita. Allincrocio proseguire a sx in direzione di Montecchio. Montecchio. Girare a sinistra verso Tenaglie. Girare a sx seguendo la direzione obbligatoria e superare un breve strappetto. Girare a sx e poi proseguire ancora in direzione di Tenaglie. Proseguire in direzione di Tenaglie. Inizio salita. Tenaglie. Necropoli Etrusca. Fine salita. Fine tappa.

10

12

16

18

20

22

24

26

28

30

KM 0

Partenza dalla Basilica di Santa Maria della Consolazione a meno di un chilometro dal centro di Todi. Girare a dx in direzione di Orvieto e iniziare la discesa.

KM 1,1

Girare a sx in direzione di Fiore e Izzalini.

KM 3,7

Proseguire diritti in direzione di Camerata e Izzalini. Inizio salita.

KM 7,5

Fiore.

Da Todi a Tenaglie

KM 9,8

Bivio Camerata, proseguire diritti.

KM 10,6

Izzalini.

KM 13,2

Bivio per Collelungo. Proseguire a dx verso Montecchio.

KM 14,8

Proseguire sulla strada principale in direzione di Morre.

KM 16,1

Bivio Morre. Proseguire diritti in direzione di Melezzole, Montecchio.

33

34

Da Tenaglie a Orvieto

Da Tenaglie a Orvieto
Partenza: Tenaglie Arrivo: Orvieto Distanza: 28 km Dislivello: 250 metri Difficolt: facile Fondo stradale: asfalto Bici consigliata: strada, ibrida, mtb Da vedere in zona: Montecchio, Civitella d. Lago, Tenaglie, Baschi, Corbara, Lago di Corbara, Orvieto

a tappa numero 6 del percorso alla scoperta dei pi bei siti etruschi dellUmbria in bicicletta forse una delle pi facili tra le sette proposte in questa raccolta e, allo stesso tempo, anche una delle pi affascinanti e ricche di storia,

visto che conduce a Orvieto, una delle principali citt etrusche dItalia. Qui si possono visitare il Tempio Belvedere, il Pozzo della Cava, diversi tratti di antiche fortificazioni etrusche, la Necropoli del Crocifisso, il Museo Claudio Faina e Museo Civico e il Museo Archeologico Nazionale, nonch unincredibile serie di pozzi e gallerie probabilmente adibite allapprovvigionamento dacqua. Il tracciato misura 28 chilometri e presenta solo 250 metri di dislivello e per tale motivo pu essere considerato facile: unoccasione per recuperare un po di energie

Baschi

Da Tenaglie a Orvieto

35

dopo la tappa precedente e in vista dellultima frazione piuttosto lunga e impegnativa. Le uniche asperit della giornata si trovano dopo Corbara quando, prima di giungere ai piedi della rupe di Orvieto bisogna superare alcuni brevi strappetti. Il percorso parte dal centro di Tenaglie, da dove ci muoviamo in discesa in direzione di Orvieto e Baschi. Al chilometro 3, al termine della discesa, proseguiamo diritti in direzione di Baschi, Citt del Vino e Citt dellOlio, dove arriviamo dopo aver superato una leggera salita al chilometro 10,6. Da qui proseguiamo diritti in direzione di Orvieto e al chilometro 12,8 giriamo a destra in direzione di Todi, dirigendoci verso il lago di Corbara. In questo tratto, per circa due chilometri, la strada trafficata (anche da mezzi pesanti) e dunque necessario prestare particolare attenzione. Lasciamo la strada principale, e con essa il tratto pi trafficato, al chilometro 14,7 quando giriamo a sinistra in direzione di Corbara, piccolo borgo che d il nome al lago. Superiamo un suggestivo passaggio ai piedi dellimponente diga e arriviamo al

paese al chilometro 15,7, proseguendo poi a sinistra verso Orvieto. A questo punto proseguiamo su una strada secondaria quasi completamente priva di traffico, che ci propone lunica asperit della giornata: una breve salita di 1.500 metri dal chilometro 20,5 al chilometro 22. Da qui in poi non resta che pedalare in tranquillit in direzione di Orvieto, dove giungiamo dopo circa 5 chilometri. Superato il ponte sul fiume Paglia, ai piedi della rocca, possiamo girare a destra e raggiungere il parcheggio della funicolare (con cui poi salire al centro di Orvieto), oppure proseguire diritti salendo in bici fino al centro storico, affrontando per ancora alcuni chilometri di salita e facendo i conti con un traffico piuttosto intenso.

Corbara

36

Da Tenaglie a Orvieto

DA VEDERE

Tempio Belvedere

Orvieto - La citt medioevale ricalca il tracciato urbano dellantica Volsinii, una delle Lucumonie pi importanti della federazione delle citt stato etrusche. La rupe era probabilmente occupata da molti edifici sacri e anche pubblici in quanto sono stati trovati numerosi resti durante le operazioni di restauro delle chiese e delle strade cittadine. La rupe era una difesa naturale del popolo di Volsinii, durante gli assedi la citt era inattaccabile, lunico tratto murario esistente quello di Porta Maggiore che probabilmente era lingresso principale della citt. Tempio Belvedere - Fu scoperto casualmente durante i lavori per la realizzazione della via Cassia Nuova, dalle decorazioni in terracotta ritrovate si pu risalire alla divinit cui era dedicato: Tinia, corrispondente a Zeus in Grecia o al Giove Romano. I resti dei fregi decorativi sono conservati al museo Archeologico Nazionale di Orvieto, mentre in sito presente il solo basamento con la scalinata di accesso in quanto il resto delledificio, essendo costruito in legno andato distrutto nel corso dei secoli. Pozzo della Cava - Un esempio eccellente di soluzione al problema della scarsit dacqua sulla rupe. Fu scavato interamente a mano dagli Etruschi, ampliato e riutilizzato in epoche successive stato scoperto casualmente durante la ristrutturazione di un locale commerciale. Via della Cava 28 - Orvieto tel 0763.342373. Chiuso i luned non festivi.

Tomba Golini, particolare

Da Tenaglie a Orvieto

37

DA VEDERE
Area archeologica in via della Cava - Non lontano dal Pozzo della Cava possibile visitare un tratto dellantica fortificazione etrusca che fu eretta con lo scopo di difendere lunico punto debole della citt: la sua unica via di accesso. Via della Cava - tel 0763.341234 - 339.2489666. Ingresso gratuito - visita solo su prenotazione. Museo Archeologico Nazionale - Allestito a fianco del Duomo, il museo ospita una raccolta di preziosi reperti ritrovati in tutto il territorio orvietano. Di particolare importanza gli affreschi originali delle tombe Golini e il loro prezioso corredo funerario. Palazzo Papale, piazza Duomo - Orvieto - tel 0763.341039. Chiuso 01/05 - 25/12 - 01/01. Museo Claudio Faina e Museo Civico - I Conti Faina, nel loro nobile palazzo, allestirono una raccolta di numerose antichit a scopo collezionistico. Grazie allattivit di questi nobili sono stati salvati dal contrabbando numerosi reperti molto antichi che sarebbero stati venduti fuori dal territorio cui appartenevano. Lintera collezione oggi visibile a tutti, cos , nel palazzo Faina, possiamo ammirare oltre 3000 manufatti originari del territorio orvietano. Palazzo Faina, Piazza Duomo 29 - tel 0763.341216/341511. www.museofaina.it - fainaorv@tin.it - Da settembre a marzo chiuso il luned. Necropoli del Crocifisso Fuori del centro abitato posto sulla rupe tufacea sorgevano le necropoli. Ne troviamo una per ogni lato della citt. A sud troviamo il santuario/necropoli della Cannicella, non visitabile perch ancora in fase di scavo e studi di approfondimento in quanto risultata unarea di culto e di sepoltura molto antica ed importante. Dalla parte opposta sorge la Necropoli del Crocifisso, visiNecropoli del Crocifisso tabile ed aperta al pubblico, costituita da una serie di tombe costruite con blocchi di tufo. Le tombe sono disposte a somiglianza di un tracciato urbano, si pu quindi desumere come gli antichi etruschi costruissero le abitazioni delle loro citt.

38

Da Tenaglie a Orvieto

Cartografia ITER EDIZIONI, Subiaco (Roma). Scala 1:200.000

Tenaglie

Baschi

Corbara

600

Podere Palera

Fonte della Salce

Orvieto

Altezza tracciato (m)

300

200 12
Distanza (Km)
KM 20,5 Inizio salita. Fine salita. Ciconia, allincrocio girare a sx in direzione di Orvieto. Alla rotonda proseguire diritti in direzione di Orvieto e superare il ponte sul Paglia. Subito dopo il sottopassaggio girare a dx verso il parcheggio della funicolare e poi proseguire diritti. Parcheggio funicolare, fine itinerario. Da qui si pu salire al centro tramite la funicolare oppure tornare indietro e proseguire in salita fino al centro di Orvieto in bici. KM 22 KM 26,3 KM 26,7 KM 27,1 KM 28

10

14

16

18

20

22

24

26

KM 0

Tenaglie. Partire in discesa in direzione di Orvieto.

KM 0,8

Allincrocio con la SS 205 girare a dx verso Baschi e poi proseguire in direzione di Orvieto.

KM 1,8

Allincrocio proseguire diritti in direzione di Baschi, Orvieto.

KM 3

Allincrocio proseguire diritti verso Baschi. Fine discesa.

Da Tenaglie a Orvieto

KM 10,6

Baschi. Proseguire a dx in direzione di Orvieto.

KM 12,8

Allincrocio girare a dx verso Todi. Nei prossimi due chilometri prestare attenzione al traffico.

KM 14,7

Girare a sx in direzione di Corbara.

KM 15,7

Corbara. Allincrocio girare a sx in direzione di Orvieto.

39

40

Castel Viscardo e Porano

Castel Viscardo e Porano


Partenza: Orvieto Arrivo: Orvieto Distanza: 45,5 km Dislivello: 700 metri Difficolt: difficile Fondo stradale: asfalto Bici consigliata: strada, ibrida, mtb Da vedere in zona: Orvieto, Castel Viscardo, Castel Giorgio, Porano, Monte Peglia

Castel Viscardo e Porano, e di godere delle bellezze naturali di queste zone nonch di alcuni magnifici scorci panoramici su Orvieto e sulla sua rupe. Questultima frazione, unica con partenza e arrivo nello stesso luogo, caratterizzata dalla lunga salita che conduce a Castel Viscardo e, come la tappa da Todi a Tenaglie, si presenta piuttosto impegnativa oltre che la pi lunga tra quelle proposte in queste pagine: i meno allenati, dunque, dovranno prenderla con prudenza ma dalla loro parte potranno conta-

ultima tappa che vi proponiamo, con partenza e arrivo ai piedi di Orvieto, permette di toccare i siti Etruschi che si trovano sulle colline che circondano la citt, in particolare nei borghi di

Panorama di Orvieto

Castel Viscardo e Porano

41

re sul fatto che la seconda parte del percorso quasi completamente pianeggiante o in discesa. Litinerario prende il via dal parcheggio della funicolare da dove ci muoviamo in direzione del centro di Orvieto prestando particolare attenzione al traffico. Al chilometro 1,5 giriamo a destra in direzione di Castel Viscardo e continuiamo a seguire tali indicazioni anche al chilometro 4,6 e 4,9. A questo punto ci immettiamo in una strada decisamente meno trafficata, che ci permette di pedalare pi rilassati e di affrontare con serenit la lunga ascesa che inizia al chilometro 9 e che conduce fino ai 500 metri di Castel Viscardo (km 17), dove si pu visitare la Necropoli Etrusca. Da qui proseguiamo pedalando su un suggestivo altopiano fino a Castel Giorgio (km 22), situato nella estrema punta sud occidentale dellUmbria, appena prima del confine con il Lazio. A Castel Giorgio svoltiamo a sinistra in direzione di Orvieto (attenzione allincrocio pericoloso) e continuiamo a pedalare in un alternarsi di saliscendi tra i campi coltivati fino al chilometro 28,8,

quando raggiungiamo Poggio di Biagio e ci reimmettiamo sulla trafficata SS 71 svoltando a sinistra in direzione Orvieto. Da qui iniziamo a scendere per alcuni chilometri, ma dobbiamo prestare particolare attenzione al traffico fino

Orvieto, il Duomo

42

Castel Viscardo e Porano

al chilometro 34, quando svoltiamo a destra e ricominciamo a salire in direzione di Porano. Al chilometro 34,8, alla nostra sinistra, possiamo godere di una magnifica vista sul profilo di Orvieto, con il maestoso Duomo che si staglia inconfondibile allorizzonte, e solo qualche centinaia di metri dopo (km 35,5), raggiungiamo le tombe etrusche.bDa qui proseguiamo ancora in salita fino al chilo-

metro 37,3, dove giriamo a sinistra verso il centro di Porano e iniziamo a scendere in direzione di Orvieto (attenzione perch la discesa molto ripida e tortuosa e necessita prudenza). Arrivati a fine discesa proseguiamo seguendo le indicazioni per Orvieto Scalo, dove torniamo in poco tempo, prestando attenzione al traffico che negli ultimi chilometri torna ad essere piuttosto intenso.

La necropoli di Castel Viscardo

Castel Viscardo e Porano

43

DA VEDERE
Fanum Voltumnae - Questo era il tempio pi importante di tutta la federazione, ove tutti i capi si adunavano per i riti religiosi e le intese politiche. Decorato da statue in bronzo e da monili in oro, fu distrutto e depredato dai Romani durante lassedio alla citt nel III sec. a.C. I tesori custoditi allinterno furono esposti in Campidoglio ma il Fanum fu ricostruito e riutilizzato per riti esclusivamente religiosi sino allavvento del Cristianesimo. Dopo oltre 1500 anni di oblio stato ritrovato ed ora oggetto di unimportante campagna di scavo, quindi non visibile, ma possiamo avvicinarci al cantiere e vedere dalla recinzione le sue antiche rovine! Localit Campo della Fiera - Orvieto. Tombe di Porano - La particolarit di queste tombe la presenza di affreschi che narrano scene di vita quotidiana, preparativi di banchetti e il trapasso dei defunti nellaldil. La tomba della famiglia Hescana, ha gli affreschi invece ancora nella collocazione originaria al suo interno, ma per visitarla occorre una prenotazione, visto che, trattandosi di materiale deperibile, la tomba stata chiusa. Loc. Settecamini - Porano - prenotazione al 338/2929520. Ingresso gratuito. Necropoli delle Caldane (Castel Viscardo) - La presenza di pi di 40 sepolture testimonia che in antichit , nelle vicinanze, sorgeva un insediamento urbano dipendente dalla Lucumonia Volsinii. Dalla disposizione delle sepolture si pu risalire ad un antico tratto viario che collegava i territori etruschi con quelli romani. I reperti ritrovati sono visibili al museo archeologico nazionale di Orvieto. Localit Caldane - Castel Viscardo - tel 0763.361010. Ingresso gratuito.

La tomba degli Hescana, particolare

44

Castel Viscardo e Porano

Cartografia ITER EDIZIONI, Subiaco (Roma). Scala 1:200.000

600

Orvieto

Castel Viscardo

Castel Giorgio

Poggio di Biagio

Porano

Orvieto

Altezza tracciato (m)

400

200 20
Distanza (Km)
KM 28,8 KM 34 KM 37,3 KM 37,7 KM 38,3 Allincrocio girare a sx ancora in direzione di Orvieto. Attenzione al traffico per i prossimi 5 chilometri. Allincrocio girare a dx in direzione di Porano. Inizio salita. Allincrocio proseguire a sx verso Orvieto sulla SP 111. Fine salita. Porano. Proseguire a dx in direzione di Orvieto. Discesa pericolosa. Proseguire a sx sempre in direzione di Orvieto.

10

12

14

16

18

22

24

26

28

30

32

34

36

38

40

42

44

KM 0

KM 0,5

Partenza dal parcheggio della Funicolare. Uscire proseguendo a dx verso la strada principale. Proseguire diritti e poi a dx in direzione di Castel Viscardo. Traffico.

KM 1,2

Allincrocio proseguire diritti in direzione di Orvieto, Castel Viscardo.

KM 1,5

Alla biforcazione girare a dx in direzione di Castel Viscardo.

KM 4,6

Alla rotonda girare a dx in direzione di Castel Viscardo.

KM 4,9

Girare a sx verso Castel Giorgio e Castel Viscardo.

KM 14,9

Castel Viscardo. Alla rotonda girare a sx verso Castel Giorgio.

KM 42,6 Allincrocio proseguire a sx in direzione di Orvieto e al successivo incrocio tenere la dx sempre verso Orvieto. Attenzione al traffico. KM 43,4 Girare a sx verso Orvieto Scalo. Poi a dx ancora verso Orvieto Scalo. KM 44,1 Allincrocio girare a dx. KM 44,6 Alla rotonda girare a sx verso Arezzo e 200 metri dopo ancora a sx seguendo le indicazioni per il parcheggio della Funicolare. KM 45,5 Parcheggio funicolare, fine itinerario.

Castel Viscardo e Porano

KM 17,3

Alla rotonda proseguire a sx verso Castel Giorgio.

KM 18,5

Proseguire a sx in direzione di Castel Giorgio.

KM 21,2

Allincrocio girare a sx ancora in direzione di Castel Giorgio.

KM 22

Castel Giorgio. Allincrocio proseguire diritti.

KM 22,4

Allincrocio girare a sx iverso Orvieto. Attenzione, incrocio pericoloso.

45

46

informazioni turistiche

APT REGIONE UMBRIA Via Mazzini, 21 - 06100 Perugia Tel. 075.575951 - Fax 075.5736828 info@apt.umbria.it IAT del Comprensorio Perugino
(Comuni di Perugia, Corciano, Deruta, Torgiano) Piazza Matteotti, 18 - Loggia dei Lanari - 06100 Perugia Tel. 075.5736458 - Fax 075.5720988 Sede Amministrativa: Via Mazzini n. 6 - Perugia Tel. 075.5728937 - Fax 075.5739386 info@iat.perugia.it

IAT del Comprensorio Ternano


(Comuni di Terni, Acquasparta, Arrone, Calvi dellUmbria, Ferentillo, Montefranco, Narni, Otricoli, Polino, San Gemini, Stroncone) Via Cassian Bon, 4 - 05100 Terni Tel. 0744.423047 - Fax 0744.427259 info@iat.terni.it

IAT del Comprensorio Alta Valle del Tevere


(Comuni di Citt di Castello, Citerna, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Pietralunga, San Giustino, Umbertide) Piazza Matteotti - Logge Bufalini 06012 Citt di Castello Tel. 075.8554922 - Fax 075.8552100 Sede distaccata di Umbertide Tel. 075.9417099 - Fax 075.9417952 info@iat.citta-di-castello.pg.it

IAT del Comprensorio Amerino


(Comuni di Amelia, Alviano, Attigliano, Avigliano Umbro, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Penna in Teverina) Via della Rimembranza, 8 - 05022 Amelia Tel. 0744.981453 - Fax 0744.981566 info@iat.amelia.tr.it

IAT del Comprensorio Assisano


(Comuni di Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara) Piazza del Comune - 06081 Assisi Tel. 075.812534 - Fax 075.813727 info@iat.assisi.pg.it

IAT del Comprensorio Folignate-Nocera Umbra


(Comuni di Foligno, Bevagna, Gualdo Cattaneo, Montefalco, Nocera Umbra, Sellano, Spello, Trevi, Valtopina) Corso Cavour, 126 - 06034 Foligno Tel. 0742.354459 / 0742.354165 - Fax 0742.340545 info@iat.foligno.pg.it

IAT del Comprensorio Eugubino-Alto Chiascio


(Comuni di Gubbio, Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Valfabbrica) Via della Repubblica, 15 - 06024 Gubbio Tel. 075.9220693 - Fax 075.9273409 info@iat.gubbio.pg.it

informazioni turistiche

47

IAT del Comprensorio Orvietano


(Comuni di Orvieto, Allerona, Baschi, Castelgiorgio, Castel Viscardo, Fabro. Ficulle, Montecchio, Montegabbione, Monteleone di Orvieto, Parrano, Porano, San Venanzo) P.zza Duomo, 24 05018 Orvieto Tel. 0763.341772-Fax 0763.344433 info@iat.orvieto.tr.it

IAT del Comprensorio Spoletino


(Comuni di Spoleto, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dellUmbria) P.zza della Libert, 7 - 06049 Spoleto Tel. 0743.238920 / 0743.238921 - Fax 0743.238941 info@iat.spoleto.pg.it

IAT del Comprensorio Trasimeno


(Comuni di Castiglione del Lago, Citt della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Tuoro sul Trasimeno) P.zza Mazzini, 10 - 06061 Castiglione del Lago Tel. 075.9652484 / 075.9652738 - Fax 075.9652763 info@iat.castiglione-del-lago.pg.it

IAT del Comprensorio Tuderte


(Comuni di Todi, Collazzone, Fratta Todina, Marsciano, Massa Martana, Monte Castello di Vibio) Piazza del Popolo, 38-39 - 06059 Todi (Pg) Tel. 075.8956227 - 075.8942526 Sede Amministrativa: P.zza Umberto I, 6 - 06059 Todi Tel. 075.8943395 / 075.8945416 - Fax 075.8942406 info@iat.todi.pg.it

IAT del Comprensorio Valnerina-Cascia


(Comuni di Cascia, Cerreto di Spoleto, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Preci, SantAnatolia di Narco, Scheggino, Vallo di Nera) P.zza Garibaldi, 1 - 06043 Cascia Tel. 0743.71147 Sede Amministrativa: Via G. da Chiavano, 2 - 06043 Cascia Tel. 0743.71401 - Fax 0743.76630 info@iat.cascia.pg.it

INTERNET www.bikeinumbria.it www.regioneumbria.eu MAIL info@bikeinumbria.it turismo@regione.umbria.it TELEVIDEO Rai 3 - Rai regionale dellUmbria alle pagg. 524-525

48

Indice

1- Da Corciano allIpogeo dei Volumni 2- DallIpogeo dei Volumni a Bettona 3- Da Bettona a Marsciano 4- Da Marsciano a Todi 5- Da Todi a Tenaglie 6- Da Tenaglie a Orvieto 7- Castel Viscardo e Porano

4 10 16 22 28 34 40