Sei sulla pagina 1di 1

E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di parte di essi con qualsiasi mezzo, elettronico, meccanico, per mezzo di fotocopie, microfilms, registrazioni o altro

per mezzo di fotocopie, microfilms, registrazioni o altro Venerdì 10 luglio 2009 Vibo 23

Venerdì 10 luglio 2009

Vibo

23

L’exdg,sottopostoavisitacollegiale,dovràpresentarelesuecontrodeduzioni.Curiarestaalsuoposto

All’Asp due direttori generali

La Regione prende atto della decisione del giudice di reintegro di Stalteri

di GIANLUCAPRESTIA

LA sanità vibonese, nel mo-

mento in cui sta cercando di ri-

prendersidopoesserestatacol-

pita duramente nel passato da morti sulle quali sono in corso

processi,dadisfunzioni,caren-

ze di personale, adesso ha a che fare con un curioso caso nato a seguito della decisione del giu- dice del lavoro che ha ordinato il reintegro dell’ex direttore ge- nerale dell’Azienda Sanitaria, Domenico Stalteri, sospeso «in- giustamente» dopo il black-out avvenuto lo scorso settembre all’ospedale di Vibo. Ieri matti- na a Catanzaro si è tenuta la riunone di giunta regionale al termine della quale i compo- nenti della stessa hanno delibe- rato la presa atto della decisio- ne del magistrato Antonio Di Marco, datata 2 luglio, a cui il manager si era a suo tempo ri-

volto. E adesso co- sa succede? L’Asp di Vibo ha, di fatto, due direttori generali. Già, perchè se da

un lato è uffi-

ciale il reinte-

gro di Stalte- ri, dall’altro sulla poltrona

di palazzo ex

Inam siede

l’attuale dg

Rubens Cu-

ria, che aveva preso il posto del primo nel ruolo di com- missario straordinario

e che recente-

mente è stato nominato dal-

la Regione Di-

rettore Gene- rale con man- dato quin- quennale. Un caso co- me detto, quanto meno singolare, an-

Domenico Stalteri

che se c’è da dire che la stessa giunta regio- nale ha nominato una Commis- sione in seno al dipartimento

regionale della salute, che do- vrà valutare le condizioni di sa- lute dell’ex manager vibonese, sorte, a suo dire, a seguito dell’improvvisa sospensione dalla carica. Dunque, Stalteri è stato mandato a visita collegia- le ed entro sessanta giorni do- vrà presentare le sue controde- duzioni. Nel frattempo, martedì mat- tina, l’avvocato Giuseppe Poli-

caro,legalediStalteri,hadepo-

sitato gli atti necessari per pro-

cedere all’esecuzione coattiva

dell’ordinedireintegronelruo-

lo e nelle funzioni di Dg. Secondo lo stesso avvocato Policaro questa procedura po- trebbecomportarelanominadi un commissario ad acta che si sostituiràallagiuntaregionale nell’adozione degli atti ammi- nistrativinecessariperdareun seguito concreto all’ordine del- la magistratura. Sembrerebbe, pertanto, reale

l’ipotesi secondo la quale la Re- gione rischierebbe di pagare un prezzo altissimo in questa vicenda poichè potrebbe corri- spondereaStalterileindennità

dicaricaapartiredal22settem-

bre del 2008, giorno in cui ven-

nesospeso,finoal2luglioscor-

so, data della sentenza del giu- dice Di Marco. Nel frattempo, però, Rubens

Curia, che non ha voluto com- mentare la delibera di giunta regionale, continuerà a sedere al suo posto e potrà procedere

allanominadeidirettoriammi-

nistrativi e sanitari. Visto l’evolversi della situa- zione, è proprio il caso di dire:

“Una poltrona per due”.

è proprio il caso di dire: “Una poltrona per due”. Rubens Curia IL RESOCONTO “Guittando in

Rubens Curia

il caso di dire: “Una poltrona per due”. Rubens Curia IL RESOCONTO “Guittando in città”, bilancio
IL RESOCONTO “Guittando in città”, bilancio positivo Conclusa la cinque giorni di spettacoli musicali e
IL RESOCONTO
“Guittando in città”, bilancio positivo
Conclusa la cinque giorni di spettacoli musicali e teatrali
promossa dall’associazione culturale vibonese
gioiosi. Lodevole la versatilità di que-
sti
ragazzi che, entusiasmati dall'arte
in
genere, riescono, con maestria, ad
interpretare ruoli diversi non solo nel
campo del teatro, ma anche della mu-
di DANILATAVELLA
commedia brillante dal titolo “Il Letto
Ovale” che ha allietato e divertito con
sica e dello spettacolo.
L'associazione “I Guitti”, per creare
SI è chiusa con una rappresentazione
teatrale la cinque giorni di spettacoli
“Guittando in città” organizzata dal-
l'associazione culturale “I Guitti”.
I bravissimi attori, guidati dal diret-
tore del sodalizio vibonese, Giuseppe
Pugliese, hanno portato in scena una
lepiacevolievoluzionideltesto,ilpub-
ancora una volta sinergia tra vari tipi
blico vibonese accorso.
Gli attori, recitando in modo eccel-
lente, hanno saputo coinvolgere il
pubblico con la loro professionalità,
trascinandoli all'interno di una storia
ricca di avvenimenti appassionanti e
di
arte ha voluto coinvolgere, in occa-
sione della messa in scena di questa
rappresentazione,anchevalentipitto-
ri
provenienti dal diverse zone del ter-
ritorio della provincia che hanno alle-
stito una mostra con le loro creazioni
artistiche.
Le due manifestazioni si sono svolte
nellapalestradellascuolamediaGari-
baldi, dove sono state esposte le opere
deipittori.Diversificatiigenerideidi-
pinti esibiti che hanno saputo affasci-
nare gli appassionati con gli intensi
colori, gli effetti pittorici e plastici, di-
pinti poi, che hanno fatto da cornice
allo spettacolo comunicando contenu-
ti
densi di fascinosa bellezza e croma-
tica espressività, attirando l'attenzio-
ne del pubblico e degli appassionati
d'arte.Ipittorivibonesienonchehan-
no contribuito a rendere ancora più
bella la serata esponendo le loro crea-
zioni sono stati Antonella Di Renzo,
AmaliaAlia,ItaloCosenza,FrancoPe-
trolo, Giorgio Lepanto, Valerio Pre-
stia, Antonio Silipo e Roberto Gallo-
ro.
Un bilancio, dunque, più che positi-
vo
per l’associazione culturale vibone-
se
che si adopera con impegno e pas-
sione nel promuovere avvenimenti
musicali e teatrali di buon livello e di
particolare interesse, per gli appas-
sionati del genere, sul territorio citta-
dino.
Il presidente Giuseppe Pugliese

Comunali 2010. Interpartitica tra Prc, Verdi, Sd, Idv, Pdci e Partito Socialista

La sinistra assume l’iniziativa

Preso atto della fase di stasi del Pd, punta a un nuovo centrosinistra

di ANTONINOSCHINELLA

ALLA fine, secondo previsioni,

sièrivelataunasemplicemain-

testa e circostanziata riunione

interlocutoria. Nel corso della quale, come vedremo in segui-

to, sono emersi particolari e in- teressanti spunti politici. I rappresentanti politici del Prc, Verdi, Sinistra democrati- ca, Italia dei Valori, Comunisti Italiani e Partito Socialista si sono incontrati per avviare

«unariflessionesulleprospetti-

ve politiche» in vista delle ele-

zioni amministrative del 2010.

E si sono dati appuntamento a

due passi dal centro cittadino. Nella sede della Federazione provinciale di Rifondazione co- munista, in via Gagliardi. Dall'incontro, cui hanno pre-

so parte Antonio Callà e Renato

Giannini per Rifondazione co- munista, Lele Suppa e Silvestro Scalamandrè per i Verdi, Bar- bara Citton e Pino Tassi per Si- nistra democratica, Giovanni Bianco e Sergio Barbuto per Idv, Nicola Iozzo e Aurelio Ra- niti per il Pdci e Guido Arcuri e Domenico Romano per i Socia- listi di Nencini, è emersa una «forte preoccupazione» per la «condizione di immobilismo» del dibattito politico all'interno del centrosinistra che - è stato riferito a margine dell'inter- partitica - «ha mortificato il ruolo dei partiti, disatteso pro- grammi», producendo, così, «una grande confusione nello schieramento».

così, «una grande confusione nello schieramento». Barbara Citton (Sd) Durante la riunione, che si è protratta

Barbara Citton (Sd)

Durante la riunione, che si è protratta per oltre due ore, Prc, Verdi, Sinistra democratica, IdV, Pdci e Partito Socialista, dopo aver fatto anche autocriti- ca,hannopuntatoilditocontro il Partito democratica, la cui fa- se di stasi politica e ammini- strativa è ormai nota a tutti, e hanno bocciato l'operato del- l'amministrazione Sammarco, sebbene Italia dei Valori, con Michele Furci, in consiglio co- munalesiaparteorganicadella maggioranza. «Riteniamo - hanno fatto sa- pere i rappresentanti vibonesi di Rifondazione comunista, Verdi, Sd, Italia dei Valori, Co-

di Rifondazione comunista, Verdi, Sd, Italia dei Valori, Co- Silvestro Scalamandrè (Verdi) munisti Italiani e Partito

Silvestro Scalamandrè (Verdi)

munisti Italiani e Partito Socia- lista - sia necessario restituire contenuto e dignità alla politi- ca, chiarezza ai programmi e credibilità agli schieramenti». Callà, Giannini, Suppa, Sca- lamandrè, Citton, Tassi, Bian- co, Barbuto, Iozzo, Raniti, Ar- curi e Romano, dunque, inten-

donomettereincampo«unpro-

getto politico di centrosinistra nuovo. Autentico». Promuo- vendo - hanno detto - una ag- gregazione che parta dall'al- leanza tra Prc, Verdi, Sd, IdV, Pdci e Partito Socialista per poi coinvolgere altre forze politi- che e movimenti realmente ra- dicati e riconosciuti sul territo-

e movimenti realmente ra- dicati e riconosciuti sul territo- Renato Giannini (Prc) rio. Insomma, consapevoli che

Renato Giannini (Prc)

rio. Insomma, consapevoli che il Partito democratico viva una

precariafasepolitica,dalpunto di vista della proposta e orga- nizzativa, le forze della sinistra hanno deciso di prendere l'ini-

ziativa,invistadelleelezionico-

munali del prossimo anno. «Siamo impegnati su un ter- reno comune per evitare il ri- schio di consegnare il governo della città al centrodestra. Pen- siamo - hanno dichiarato i rap- presentanti delle forze di sini- stra - occorra un programma condiviso per costruire una proposta politica e di governo della città».