Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 3 ottobre 2013


anno XLVI (nuova serie)

numero 36 euro 1,20

36
13 Cesena
Intervista al ministro Nunzia De Girolamo
Cesena per inaugurare il Macfrut, non si A sottratta a domande andate ben oltre il mondo agricolo

Diocesi
Cinque incontri sul tema delleducazione
i tengono in Seminario a Cesena. Primo appunS tamento luned 7 ottobre alle 21, alla presenza dei coniugi Oreglia

Beatificazione
Rolando Rivi e la memoria riconciliata
abato 5 ottobre a Modena sar innalzato agli S onori degli altari. Ne traccia un ritratto larcivescovo Antonio Lanfranchi

Cesena
Pacchetto lavoro, proposte per i giovani
nvestimenti da parte del Comune con lobietI tivo di creare 500 nuove opportunit. Tempi di approvazione molto rapidi

14

Editoriale Francesco, il rivoluzionario


di Francesco Zanotti

Reportage dal peschereccio Madonna delle Grazie

nintervista del valore di dieci encicliche. Forse anche di pi. Ogni riga del lungo colloquio fra papa Francesco e il direttore della rivista dei Gesuiti Civilt Cattolica ha una forza travolgente. Al termine della lettura ci si sente abbracciati da un affetto paterno e da unattenzione cos particolari come si avvertisse la presenza del Pontece accanto a s. Lo stile colloquiale fa breccia, entra nei cuori e li scalda, come si augura Bergoglio a proposito della sua Chiesa. Ma chi questo Pontece venuto dalla ne del mondo? Sono un peccatore, dice di s il primo gesuita salito sul soglio di Pietro. E qui ci spiazza tutti. Il Papa parla di s, racconta della sua vita di glio di immigrati, di chi ha conosciuto la terra dorigine attraverso i racconti in famiglia e i lm di Fellini. Ricorda ancora la nonna Rosa, a cui deve molto in fatto di fede. Conosce le difcolt di chi vive nella periferia del mondo e sa alla perfezione che ci sono immensi deserti esistenziali da attraversare. Non dobbiamo ridurre il seno della Chiesa universale a un nido protettore della nostra mediocrit. La Chiesa Madre. La Chiesa feconda. La cosa di cui ha pi bisogno la Chiesa oggi la capacit di curare le ferite. Le persone vanno accompagnate e le ferite curate. Sogno una Chiesa Madre e Pastora, come un ospedale da campo. Una Chiesa capace di uscire da se stessa e andare verso chi non la frequenta. Ci vuole audacia, coraggio. Occorre il dono della profezia per parlare in questo modo. E' necessaria una libert interiore cos grande che solo chi vive a contatto quotidiano con Dio pu avere. Lo sguardo del Papa spazia ovunque, con una predilezione verso i poveri, gli ultimi, i pi abbandonati. Ha uno spirito missionario, senza conni, attento alle singole persone, quelle cui punta gli occhi mentre ne incontra centomila. In pochi mesi il Papa ha saputo mutare radicalmente lapproccio. Non indietreggiato un solo millimetro sulla dottrina, ma non la sguaina pi come difesa. Si fa prossimo a tutti e a ciascuno perch ha una certezza dogmatica: Dio presente in ogni persona. E il rovesciamento totale di prospettiva: dal sud del mondo, lesperienza cristiana assume un altro rilievo, quello ora necessario afnch la Chiesa tenda alla genialit e non alla decadenza. Il Papa si pone in dialogo con tutti, convinto che la Chiesa sia composta dalla totalit del popolo di Dio. La nostra vita quella di tutti noi, nessuno escluso, propone Bergoglio andare, camminare, fare, cercare e vedere. Non c pi tempo per la tiepidezza: bisogna essere impavidi, alla maniera di Francesco.

Ci vorrebbe il miracolo

RETE COLMA DI PESCE AZZURRO MENTRE VIENE ISSATA A BORDO

Non vanno bene gli affari per i pescatori di Cesenatico. Abbiamo trascorso una notte, e buona parte del giorno, a bordo della barca Madonna delle Grazie, specializzata nella cattura di pesce azzurro. Abbiamo vissuto da vicino limpegno, la passione e la fatica degli uomini di mare. Dopo tante ore di navigazione, una volta in porto, occorre selezionare le alici dalle sardine, unoperazione che richiede molto tempo. Ma tutto questo impegno non viene adeguatamente retribuito: allingrosso ogni cassa di pesce, circa 8 chilogrammi, pagata 5 euro. I consumatori dovrebbero conoscere di pi il nostro prodotto e valorizzarlo, afferma Fabio Lacchini, presidente della Cooperativa degli Armatori e giovane pescatore. Primo piano a pagina 5

Cesena 6 Nuovo parroco a Madonna del Fuoco Cesenatico 15 Giorni di festa in tre comunit locali

Scuola 11 Intervista al preside Camillo Giorgi Gambettola 16 Lesperienza in Africa di due giovani

PARTENZE SPECIALI VIAGGI MANUZZI


SPECIALE COSTA CROCIERE COSTA SERENA DA SAVONA Baleari, Spagna e Francia Partenze del 29 ottobre, 18 e 19 novembre
- 8 GIORNI

Informazioni e prenotazioni

da 249 euro
- 10 GIORNI

CESENA - Gall. Almerici, 3 - Tel. 0547 618511 www.viaggimanuzzi.it

COSTA FORTUNA DA SAVONA Spagna, Marocco e Portogallo Partenze del 2, 11 e 20 novembre

da 549 euro

CAPO VERDE - Isola di Sal Bravo Vila do Farol - all inclusive Partenze di ottobre CARAIBI - Santo Domingo - Bayahibe Veraclub Canoa - all inclusive Partenze di ottobre EMIRATI ARABI - Dubai Igv Club Al Hamra Fort - pens. compl. Partenze di ottobre, novembre e dicembre

da 591 euro

da 961 euro con bevande da 990 euro

Opinioni

Gioved 3 ottobre 2013

Pellegrini ad Assisi con papa Francesco


V

VATICANO, 29 SETTEMBRE: MESSA PER LA GIORNATA DEI CATECHISTI, IN OCCASIONE DELLANNO DELLA FEDE (FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR)

La gente e la politica
In questi giorni di tensione occorre pensare di pi al bene di tutti
eco del rumore delle armi sul campo di unaspra battaglia politica arriva nitido nei luoghi dove la gente vive, giorno per giorno, lincrociarsi della sofferenza e della fatica con la speranza e la fiducia. Leco viene da un campo di battaglia la cui lontananza non data da misure geografiche ma da misure umane, culturali e sociali. Se in questi giorni di tensione si fosse negli ospedali, dove un fiume umano scorre silenzioso e trepidante, ci si accorgerebbe della tristezza che quelleco comunica. Se in questi giorni di tensione si fosse nelle reti della solidariet, che sono pi che mai vive e presenti sul territorio, ci si accorgerebbe della povert umana che viene da quelleco. Se in questi giorni di tensione si fosse nelle scuole, dove il futuro seduto sui banchi, ci si accorgerebbe della pochezza intellettuale e culturale che quelleco trasmette. Se in questi giorni di tensione si fosse davanti ai cancelli delle fabbriche, dove langoscia si mescola alla rabbia, ci si accorgerebbe della delusione profonda che quelleco accresce. Se in questi giorni di tensione si fosse tra i nostri emigrati in Europa e nel resto del mondo, dove forte la fierezza di essere italiani, ci si accorgerebbe del senso di frustrazione che quelleco esporta. un suono che, seppur non arrivi con il vigore del grido mediatico, provoca ancor pi incredulit e disorientamento, perch in questi luoghi ci sono sensibilit umane e morali, che in altri non sono cos diffuse e accentuate. In questi luoghi c unumanit che si trova in prima linea a riflettere sullessenziale della vita e avverte immediatamente sulla propria pelle le conseguenze di una battaglia triste. Stare in questi giorni in mezzo alla gente e ascoltarla con rispetto consente di rendersi conto che proprio

La fotograa
Vaticano, 30 settembre: papa Francesco riceve in udienza i partecipanti allincontro internazionale per la pace promosso dalla Comunit di SantEgidio (Foto LOsservatore Romano (www.photo.va) / Sir

il suo amore semplice e genuino per questo Paese a chiedere di deporre quelle armi prima che sia troppo tardi e a trasformare uno scontro distruttivo in un confronto dove ci si misuri con la forza della politica e non con la politica della forza. Dalla gente che sta attraversando con sacrifici, responsabilit e fiducia una stagione difficile e convulsa simpara a guardare lontano e in alto. Anche la politica, dunque, deve uscire dal tempio e immergersi nelle periferie, anche la politica deve prendere atto che dalle periferie e non solo dal centro viene lindicazione della direzione da prendere insieme per uscire dalla crisi. Non potr, forse, essere unindicazione tecnica ma certamente sar unindicazione morale. Unindicazione di cui c assoluta necessit per non lasciare il Paese in bala dei venti e delle onde di uno scontro dagli esiti distruttivi. La gente non lo merita e ancor meno lo meritano le nuove generazioni che gi provate dalla mancanza di lavoro e dal conseguente furto di dignit tengono con mani ferme il timone di una nave che procede in un mare in burrasca. La gente ha scelto parole e fatti di responsabilit: come non augurare e augurarsi che la sua voce, come gi sembra profilarsi, spenga il rumore delle armi della guerra e accenda quello delle armi della ragione? Paolo Bustaffa

PARROCCHIA SACRO CUORE DI GES - MARTORANO

F E S TA D E L L A M A D O N N A DEL ROSARIO
6-13 OTTOBRE 2013

DIO CI ACCOGLIE NEL SUO CUORE


PROGRAMMA RELIGIOSO
Domenica 6 ottobre Marted 8 ottobre ore 11 S. Messa con gli anziani e malati ore 21 La carit muove i nostri passi incontro a un anno dallinaugurazione della sede della Caritas parrocchiale, per ricordare il diacono Consilio ore 21,15 ore 20,30 ore 15-18 Inaugurazione del parco giochi (segue rinfresco) PROCESSIONE con la statua della Madonna In chiesa, confessioni Mercoled 9 ottobre Venerd 11 ottobre Sabato 12 ottobre

Domenica 13 ottobre GIORNO DELLA FESTA ore 8,30 ore 11 ore 14,15 S. Messa Messa solenne, animazione della corale parrocchiale, conferimento del mandato ai catechisti ed educatori ACR recita del Rosario e litanie; benedizione eucaristica

PROGRAMMA RICREATIVO
Domenica 6 ottobre Sabato 12 ottobre Ore 12.30 Ore 21 PRANZO INSIEME (con prenotazione) Commedia brillante dialettale: La forza dlinteress a cura della compagnia filodrammatica parrocchiale Dria larnaz de fium; PRANZO INSIEME (con prenotazione) FESTA INSIEME con attrazioni varie: stand dei fiori (il ricavato sar devoluto alla missione di padre Bruno e suor Claudia), stand gastronomico, giochi per i ragazzi, pesca, musica con lassociazione Chorus e il gruppo parrocchiale Happy Band; mostra di auto e moto depoca, finali e premiazione dei tornei
Veduta aerea di Martorano con, al centro, il Santuario del Sacro Cuore (foto Giuseppe Mariggi)

Domenica 13 ottobre

Ore 12.30 Ore 15,15

Primo piano
Un delfino sotto la prua del Sirio La rete piena di pesce mentre viene salpata a bordo

Gioved 3 ottobre 2013

Lo sbarco del pescato

Reportage Abbiamo effettuato una battuta di pesca a bordo del peschereccio "Madonna delle Grazie", osservando da vicino le fatiche, i sacrifici, le soddisfazioni e le delusioni dei pescatori. Oltre 16 ore di duro lavoro per poi vedersi il pesce pagato 5 euro a cassa.Tutti gli accorgimenti per mantenere inalterata la qualit

Pesce azzurro, eccellenza povera


Cristiano Riciputi
lle 3,30 del mattino al porto di Cesenatico c gi movimento. Il mondo della pesca, a quellora, si prepara ad una lunga giornata di lavoro. Mercoled 24 settembre al Corriere Cesenate viene data la possibilit di imbarcarsi sulla "Madonna delle Grazie", un peschereccio che, accoppiato al "Sirio", effettua la pesca del pesce azzurro col metodo "volante a coppia": due imbarcazioni procedono trainando una rete sospesa a mezzacqua. Si va a caccia di alici e sardine. Maurizio Riccardi il comandante, Luigi Grassi il motorista, Claudio Lugaresi il marinaio. Fabio Lacchini con i suoi 28 anni il pi giovane dellequipaggio e, nonostante la fatica del mestiere, ha entusiasmo da vendere. Gli mancano solo due esami alla laurea in "Acquacoltura", ma lavorando fino a 19 ore al giorno non facile dedicarsi ai libri. Si salpa quando dal campanile di San Giacomo non sono ancora risuonati i quattro rintocchi. "Ieri sera abbiamo selezionato il pesce - dice Lacchini visibilmente stanco fino alle 22. La pesca stata da record, con 1200 casse di alici e sardine. Ma non facile riprendere dopo meno di 5 ore di sonno". Altre barche sono gi partite e si notano in lontananza le luci di posizione verdi e rosse. La zona di pesca di oggi a 30 miglia dalla costa, poco meno di 60 chilometri. Limbarcazione procede con una velocit di 9 nodi, per cui per raggiungere la zona prefissata servono pi di tre ore. Fino alle 6 del mattino la navigazione procede tranquilla; poi si alza il vento di maestrale e il mare si agita parecchio. Per i marinai quasi normale: Lacchini si sdraia e dorme sopra a un frigorifero a pozzo, il comandante continua in cabina a governare il peschereccio, Claudio e Luigi siedono e attendono. Chi scrive si rende conto che il mal di mare un pegno da pagare per chi, alla parola pesca, di solito associa un campo coltivato e non lAdriatico. "Nelle scorse settimane - tranquillizza il comandante - abbiamo avuto mare davvero mosso, tanto da non poter calare le reti. Oggi, tutto sommato, siamo nella norma". RETI IN MARE Lalba sorprende con il suo disco arancione, le piattaforme di estrazione del gas emergono dal pelo dellacqua scura e si elevano,

Alici e sardine prima della cernita (foto servizio Cristiano Riciputi)

Costi alle stelle ricavi bassi


La marineria di Cesenatico in crisi, al pari di quella degli altri porti dellAdriatico. Le imbarcazioni che si occupano della pesca del pesce azzurro ogni giorno lottano ore e ore per cercare di portare a casa un minimo di reddito. Non sempre ci riescono. In questo periodo una cassa di alici (circa 7-8 chilogrammi) viene pagata ai pescatori 5 euro. Attorno a 0,60 euro per un chilo di pesce. "Molto meno del letame per i fiori che si compra al supermercato" afferma Fabio Lacchini, pescatore e presidente della "Cooperativa Armatori della pesca", con un tono che varia fra larrabbiato e lo sconsolato. Le sardine invece sono quotate attorno a 4,5 euro la cassa. Nel giorno di pesca che abbiamo seguito a bordo del "Madonna delle Grazie", accoppiata al Sirio, stato pescato pesce tanto da riempire a un migliaio di casse. Ma stato un giorno eccezionale. In media si arriva a 500 per due motopesca e due equipaggi al lavoro. Ci che preoccupa sono i costi. Fra questi occorre inserire oltre 700 euro di carburante per ogni uscita in mare, 200 euro di ghiaccio, il costo delle casse in polistirolo di circa 350 euro. I marinai sono pagati a cottimo: tolte le spese, prendono una percentuale sul pescato oltre ad uno stipendio minimo. Fra le spese vanno conteggiati anche i costi per le riparazioni, senza contare che scafi e reti necessitano di manutenzione continua. Larmatore del Madonna delle Grazie era il nonno di Fabio Lacchini. Quando in porto, nel 1968, arriv questa barca, era una delle pi grandi con i suoi 19 metri di lunghezza e un motore da 400 cavalli. Oggi non pi cos. Le due imbarcazioni utilizzano una rete lunga 80 metri e questa intercetta i banchi di pesce che possono trovarsi verso il fondo o in superficie. La rete viene trainata dalle due barche e, pi queste sono lontane fra loro, pi la rete si adagia verso il fondo, come nel caso descritto nellarticolo a fianco, con le barche disposte a 400 metri luna dallaltra. Se il pesce si trova verso la superficie, come accade in estate, allora le due barche procederanno pi vicine cos la rete "lavora" a una profondit minore. Cr

imponenti e illuminate a giorno. Poco prima delle 9 il vento si calma e il mare lo imita. La pesca gi cominciata con la calata della rete tramite un argano. A bordo il rumore continuo, per via del motore sempre sotto sforzo e delle varie operazioni di pesca. Le barche procedono appaiate a una distanza di 400 metri. Dopo mezzora si avvicinano e vengono unite assieme da una grossa cima (fune). Le reti vengono salpate, cio tirate fuori dal mare e il sacco scaricato a bordo in una grande vasca che accoglie migliaia di alici e sardine. Alcune saltano ancora in un ultimo guizzo di vita. I due equipaggi "si danno la voce" e commentano la quantit del pescato. Si fa attenzione a non fare urtare le barche, a non aggrovigliare le reti, a non intrecciare le cime. Ognuno ha il suo compito e ogni tanto si urlano comandi, cercando di superare il frastuono dei motori e le grida stridule dei gabbiani che, numerosissimi, circondano le barche cos da approfittare del pesce che cade in acqua. Questo facile pasto attira anche delfini e tonni. Vuotato il sacco inizia la selezione e i pesci di altre specie, come triglie e piccoli sgombri, vengono messi in cassette a parte. Dalla vasca in acciaio si effettua una prima cernita: laspetto pi importante riporlo al fresco in breve tempo. In pochi minuti tutto viene stivato nei grandi frigoriferi a pozzo che ingombrano gran parte dello scafo. Alici e sardine vengono alternati a strati di ghiaccio, precedentemente stivato, in modo da garantirne la qualit e la freschezza. I pescatori sono molto attenti a questo

aspetto e non perdono neppure un attimo. Si utilizza acqua dolce per il lavaggio del pesce, una pratica che contribuisce a mantenerne consistenti le carni. GHIACCIO E QUALITA "Rispetto a 15 anni fa cambiato tutto - sottolinea Lacchini - per la conservazione del pesce. Usiamo cassette in polistirolo, abbondiamo col ghiaccio, abbiamo il serbatoio dellacqua dolce. Tutto ci serve per far arrivare sulle tavole dei consumatori un prodotto di qualit eccelsa, come appena pescato. Peccato che questa fatica e questo impegno non siano ricompensati: una cassetta di alici, di circa otto chilogrammi, allingrosso viene quotata solo 5 euro". Il lavoro continua con altre due calate di reti. E impressionante lenergia che gli uomini del "Madonna delle Grazie" e del "Sirio" mantengono dopo tante ore di impegno e cos poche di riposo. La navigazione riprende per il rientro in porto. A bordo non si perde tempo e si dividono le alici dalle sardine. Arrivati a terra, attorno alle 16, si sbarcano sulla banchina le cassette gi pronte, mentre a bordo si continua a selezionare il pescato. A sera ne saranno preparate quasi mille, ma in questi giorni c troppo prodotto e il rischio che non si riesca a venderlo. "Se la gente sapesse quanta fatica c dietro ad un piatto di alici del nostro mare, forse il nostro lavoro verrebbe pagato in maniera pi dignitosa", commenta Lacchini. E volge lo sguardo sconsolato al Portocanale, verso il campanile di San Giacomo.

Sul sito www.corrierecesenate.it possibile vedere il video e la fotogallery della giornata


Si ringrazia la Capitaneria di Porto di Cesenatico per il supporto e la disponibilit dimostrati nel disbrigo delle pratiche per ottenere i permessi necessari allimbarco

Gioved 3 ottobre 2013

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Nominato il nuovo parroco di Madonna del Fuoco


don Lorenzo Arakkathara, originario dellIndia
Domenica scorsa, durante la Messa delle 11 a Madonna del Fuoco, stata letta la lettera nella quale il vescovo comunica la nomina del nuovo parroco (amministratore parrocchiale) nella persona di don Lorenzo Arakkathara, originario dell'India, 45 anni, sacerdote dal 1997. Nella lettera il vescovo comunica, inoltre, che il territorio della parrocchia di San Tomaso sar inglobato in quello di Madonna del Fuoco cos da costituire una sola parrocchia. A San Tomaso sar mantenuta la celebrazione festiva dell'Eucaristia. Domenica 27 ottobre, a Madonna del fuoco alle ore 11, il vescovo presieder la Messa concelebrata dal nuovo parroco per l'inizio del suo ministero parrocchiale. Don Lorenzo continuer a svolgere il servizio di assistenza spirituale agli ammalati ricoverati presso l'ospedale "Bufalini" di Cesena

IL GIORNO DEL SIGNORE


Ascoltate oggi la voce del Signore
Domenica 6 ottobre - Anno C Ventisettesima Domenica T. O. Ab 1,2-3; 2,2-4; Sal 94; 2Tm 1,6-8.13-14; Lc 17,5-10
Si pu rispondere a questa domanda oppure dobbiamo sospendere ogni tipo di risposta? Le letture danno una risposta che, di primo acchito, ci lascia perplessi, per non dire delusi. la risposta di Dio al a domanda del profeta Abacuc, nella profeta Abacuc: Soccombe colui che non prima lettura, la pi seria che un ha lanimo retto, mentre il giusto vivr per credente possa rivolgere a Dio. E la sua fede. E il Vangelo, a sua volta, insiste chiss quante volte anche noi labbiamo sulla fede: una fede capace di compiere pensata: Perch mi fai vedere liniquit e miracoli che trascendono le leggi naturali. resti spettatore delloppressione?. Forse Ges risponde in modo enigmatico: se non neppure una domanda, ma la avessimo un minimo di fede, potremmo domanda delle domande: perch Dio ordinare a un gelso di piantarsi nel fondo permette il male? Perch non interviene del mare. Che razza di risposta questa? In prima a fermare la violenza, lingiustizia, che senso la fede la soluzione al gli omicidi, le stragi del sabato sera e problema del male? Lesempio del gelso soprattutto il dolore innocente? Non a non veicola unidea magica della fede. La caso, il silenzio di Dio un argomento fede non una sorta di anestetico con il spesso impugnato dai non credenti per quale si diventa insensibili al dolore, e sostenere la sua inesistenza. Il problema nemmeno un bonus che lenisce la del male nel mondo e dellimpassibilit di sofferenza. La fede la convinzione intima Dio attraversa molte pagine della Scrittura. che il cammino della vita non solitario, Il profeta Geremia, ad esempio, dice al ma accompagnato da un Padre che, nel Signore: Perch le cose degli empi Figlio, condivide tutta lesperienza umana. prosperano?. Giobbe, addirittura, arriva a Alessandro Forte criticare Dio: Perch vivono i malvagi?. Per errore, la scorsa settimana stato pubblicato il commento Ma il perch pi pesante e, per certi versi al Vangelo relativo a domenica 6 ottobre. Il commento alle pi drammatico, quello di Ges sulla letture di domenica 29 settembre si pu leggere al link croce quando, facendo sue le parole di un http://www.corrierecesenate.com/2013/09/26/ilSalmo, grida: Dio mio, perch mi hai commento-al-vangelo-di-alessandro-forte/. Ce ne scusiamo abbandonato?. Tutti questi perch con i lettori e lautore, il diacono Alessandro Forte che inizia raccolgono limmenso dolore che c nel cos la collaborazione con il settimanale diocesano. mondo; e il perch di Ges sulla croce Ringraziamo don Sauro Rossi che per tanti anni ha curato, raccoglie la sofferenza pi assurda e ogni settimana, il commento alle letture domenicali. incomprensibile: quella innocente.

La Parola di ogni giorno


luned 7 ottobre Madonna del Rosario At 1,12-14; Cant Lc 1,46-55; Lc 1,26-38 marted 8 san Simeone Gn 3,1-10; Sal 129; Lc 10,38-42 mercoled 9 santi Dionigi e c. Gn 4,1-11; Sal 85; Lc 11,1-4 gioved 10 san Daniele Comboni Ml 3,13-20; Sal 1; Lc 11,5-13 venerd 11 beato Giovanni XXIII Gl 1,13-15; 2,1-2; Sal 9; Lc 11,15-26 sabato 12 san Francesco dAssisi Gl 4,12-21; Sal 96; Lc 11,27-28

Festa di San Francesco, patrono dItalia


Venerd 4 ottobre alle 18 in Cattedrale
Il vescovo Douglas Regattieri presieder la Messa solenne di venerd 4 ottobre alle 18, in Cattedrale a Cesena, per la celebrazione della Festa di San Francesco, patrono dItalia. In preparazione alla festa, gioved 3 ottobre alle 20,30, nella chiesa delle Clarisse Cappuccine a Cesena, celebrazione del Transito; venerd 4 alle 7 Messa solenne (monastero Clarisse).

Giornata di inizio dellanno scolastico


Venerd 11 ottobre alle 14,30 al Liceo classico V. Monti
LUfficio diocesano per la Pastorale scolastica propone per venerd 11 ottobre una Giornata di inizio dellanno scolastico per una presenza cristiana nella scuola. Allappuntamento, alle 14,30 nellaula magna del Liceo classico V. Monti di Cesena, avr come tema Ricostruire lio. Saranno presenti la professoresa Valentina Bedin e alcuni studenti di Mirandola (Modena), che racconteranno come hanno ricostruito la loro scuola dopo gli eventi sismici della primavera 2012. Sar presente anche il vescovo Douglas. Allincontro sono particolarmente invitati alunni, docenti e genitori.

A MESSA DOVE
Roversano 9,00 Istituto San Giuseppe (corso U. Comandini) Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, Bulgaria, San Vittore, San Carlo, Ruffio, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa 9.15 San Martino in Fiume 9.30 Santuario dellAddolorata, Madonna delle Rose, Osservanza, Villachiaviche, SantEgidio, Bagnile, Casale, Montereale 9.45 Rio Marano, Bulgarn 10.00 Cattedrale, San Pietro, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta 10.30 Santuario del Suffragio, Casalbono 10.45 Ronta, Capannaguzzo 11.00 Basilica del Monte, Addolorata, San Pietro, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, SantEgidio, San Giovanni Bono, Villachiaviche, San Domenico, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, Bulgaria, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone 11.10 Torre del Moro 11.15 Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli 11.30 Cattedrale, Istituto Lugaresi, Osservanza, Case Finali, San Pio X 15.00 Cappella del Cimitero 18.00 Cattedrale, Osservanza, San Rocco, San Domenico 18.30 Cappuccini, San Pietro 19.00 San Bartolo

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Paolo, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, Cappuccini, San Bartolo, SantEgidio 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse), San Pio X, Torre del Moro 20.30 Villachiaviche, Gattolino

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 15.00 Cappella del cimitero 16.00 Formignano 17.00 Istituto Lugaresi, Cappuccini 17.30 Santuario del Suffragio, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, San Domenico, Osservanza, Case Finali, San Rocco, Santo Stefano, Villachiaviche, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, San Mauro in Valle, San Vittore, Torre del Moro, Borello 18.30 San Pietro, SantEgidio, Santa Maria della Speranza 19.00 San Giorgio 19.30 Bulgarn 20.00 San Pio X, Gattolino, Bulgaria, San Giovanni Bono, Calisese, Tipano, Ruffio, Pioppa, Ponte Pietra, Pievesestina

10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Sala; 11,15 Bagnarola, Gatteo a Mare, Santa Maria Goretti, San Giacomo, Boschetto; 17,30 Cappuccini; 18 Gatteo a Mare; 18,30 San Giuseppe, Zadina (Park Hotel), Valverde; 20,45 Gatteo a Mare; 21 San Giacomo, Boschetto Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19 Crocetta 20,30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, Longiano-Parrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30 Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8,30 / 10 / 11,15 / 18. Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30 Montiano ore 20.30 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20,30 (sabato, chiesina del castello), 11 Mercato Saraceno 10.00; San Romano: prefestiva sabato, ore 18,30 (chiesa Mulino di Sotto); Taibo: 10; Pieve di San Damiano

11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro: 18 (sabato), 11; Piavola: 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8,30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7 / 9 / 11 / 18; Tavolicci: 16 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8 / 11; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9,30; Quarto: 10,30; Pieve di Rivoschio: 15,30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9,30; Civorio 9,30

San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 18 (sabato); 8,30 / 11 / 18. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 18,30 (sabato); 8/ 11.15 / 18,30; Selvapiana: 11,15 (18 sabato); Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 16 (sabato), 9,15 (domenica); Balze (chiesa Apparizione): 8,15 / 11,15 / 18; Montecoronaro: 9,45; Villa di Montecoronaro (al sabato) 18; Trappola: 9,30; Capanne: 11

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive
7.00 Cattedrale 7.30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, Ponte Pietra, Villachiaviche 8.00 Basilica del Monte, San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Mauro in Valle, San Giorgio, Gattolino, San Pio X, San Giovanni Bono, SantEgidio, Calisese, Torre del Moro, Macerone, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo,

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Boschetto, Villamarina; 17,30 Conv. Cappuccini; 18 Gatteo a Mare; 18,30 San Giuseppe, Valverde; 19 Camping Cesenatico; 20,30 Santa Maria Goretti, Sala, Villalta; 21 San Giacomo, Boschetto Festivi: 8 San Giacomo, Bagnarola, Santa Maria Goretti, Gatteo a Mare; 8,30 Sala, Boschetto; 9 Cappuccini, San Giuseppe; 9,15 San Pietro; 9,45 Cannucceto; 10 San Giacomo, Villalta;

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche srl www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 35 del 27 settembre 2013: 7.540 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 19 di marted 1 ottobre 2013

Vita della Diocesi

Gioved 3 ottobre 2013

I colori del volontariato, quattro incontri per riflettere e condividere


i intitola I colori del volontariato il ciclo di quattro incontri promossi dalla Caritas diocesana, S presso il seminario diocesano, con inizio marted 8 ottobre alle 17. Dopo tanti anni di servizio di volontariato - si legge nellinvito - la motivazione di partenza pu diminuire perch entra in gioco labitudine. Cos il volontariato diventa solo un fare: svolgere il proprio servizio senza condivisione, n crescita interiore. Ecco dunque la proposta di un corso che ha come obiettivo quello di far riettere e mettere in evidenza la ricchezza del volontariato. I quattro incontri si svolgono nellauditorium del seminario, dalle 17 alle 20, con parte teorica e parte pratica. Quando e perch nasce il volontariato? il tema del primo incontro, marted 8 ottobre. Il marted successivo, 15 ottobre, riessione su Improvvisazione o in-formazione. Il volontariato deve essere competente?. A seguire, marted 22 ottobre, Oltre il fare... Il volontariato come opportunit di crescita personale. Lultimo incontro, marted 29 ottobre, sar dedicato alla condivisione, riessione, domande.

Primo appuntamento luned 7 ottobre alle 21 con i coniugi Oreglia


FOTO ARCHIVIO SIR

In breve
Nomina Cei Commissione Carit e Salute per il vescovo Douglas
l termine dei lavori A del Consiglio Permanente della Cei riunitosi la scorsa settimana, sono state comunicate diverse nomine. Fra queste, una riguarda il nostro vescovo Douglas entrato a far parte della Commissione Episcopale per il servizio della carit e la salute. La Commissione Cei presieduta da monsignor Giuseppe Merisi, vescovo di Lodi.

o i r a n i m e s n i i r t n o c n I

Sacramenti delliniziazione cristiana


Sabato 12 ottobre prossimo riparte il cammino catecumenale in diocesi. Un gruppetto di catecumeni passa al secondo anno del percorso verso i sacramenti delliniziazione cristiana. Un altro gruppetto si mette in cammino proprio da quel giorno per il biennio di formazione. Gli uni e gli altri, e i loro accompagnatori ed equipe formativa, desiderano essere sostenuti dalla preghiera delle comunit e dal loro prezioso interessamento. Per informazioni: 338 5613897.

Leducazione chiede il cuore


ei luned di ottobre e novembre si svolger presso il Seminario Diocesano un percorso formativo sul tema Educare cosa del cuore. Promuovono questo momento lufficio per la Pastorale familiare, la commissione diocesana per la Pastorale sociale Gaudium et spes ed il Servizio diocesano per la Pastorale giovanile. Litinerario unisce i tradizionali appuntamenti dei Seminari di studio dellUfficio di pastorale familiare e la Settimana sociale diocesana, cogliendo linvito del vescovo a porre tutti quanti a ogni livello lattenzione ai giovani. Il tema scelto quello delleducazione delle giovani generazioni, declinato in diversi modi e si rivolge a tutti gli educatori: genitori, educatori delle parrocchie, delle associazioni e dei movimenti, docenti, allenatori sportivi e tutti coloro che hanno a che fare con i ragazzi e i giovani. Apriranno la serie formativa luned 7 ottobre Davide e Nicoletta Oreglia, sposi, genitori e collaboratori dellUfficio nazionale per la pastorale familiare. Il loro incontro si caratterizzer come una testimonianza e una sollecitazione ai presenti a prendere sul serio linvito che papa Francesco ha rivolto ai giovani volontari in occasione della Gmg di Rio de Janeiro Molti predicano che non vale la pena fare scelte definitive, impegnarsi per tutta la vita. Io vi chiedo di essere rivoluzionari [] Abbiate il coraggio di essere felici. La seconda tappa

(luned 14 ottobre) I cinque incontri sono promossi vedr la presenza del professor Pietro dallUfficio per la Pastorale familiare, Lombardo, dalle Commissioni per la Pastorale sociale pedagogista, per un incontro sul e giovanile. tema della sessualit Il tema condiviso quello delleducazione come tesoro da scoprire e realt da delle giovani generazioni e si rivolge riproporre e a tutti gli educatori: genitori, animatori annunciare nella sua autenticit e nel suo in parrocchia, allenatori sportivi... pieno significato. Il terzo incontro (luned 21 ottobre) sar caratterizzato dalla docente di Storia della Pedagogia testimonianza allUniversit di un frate francescano degli Studi di Torino e relatore sul tema delleducazione nelle Settimane sociali dei cattolici: allamore come accompagnamento educare molto difficile nel discernimento vocazionale, e la famiglia si sente sempre pi perch, come scriveva isolata perch non considerata pi Giovanni Paolo II nella Redemptor cellula fondamentale della societ. hominis, luomo rimane per se Lultimo incontro rivolto stesso un essere incomprensibile, a tutti gli educatori la sua vita priva di senso e introduce lappuntamento se non gli viene rivelato lamore. del convegno diocesano, Il quarto appuntamento fissato per domenica 17 novembre, (luned 28 ottobre), durante il quale tutti gli educatori guidato dal professor (genitori, docenti, Stefano Zamagni, ordinario educatori, allenatori) di Economia politica saranno invitati presso lUniversit a incontrarsi e riflettere insieme. di Bologna tratter il tema La partecipazione delle politiche familiari ai seminari di studio per il bene comune gratuita, anche grazie e come la famiglia alla collaborazione della debba essere riportata al centro Cassa di Risparmio di Cesena. della politica nazionale: Per informazioni lei la prima impresa. rivolgersi a Sabrina e Andrea Le alleanze educative Delvecchio (Ufficio per la pastorale costituiranno il tema familiare), cell. 338 1424377; del quinto incontro William Casanova (Commissione (luned 11 novembre), per la Pastorale sociale) 339 3191586; guidato dal professor Ilaria Grafieti (Servizio per la Giorgio Chiosso, Pastorale giovanile) 346 3008218.

Corso in preparazione al Matrimonio


Nella Zona pastorale Cervese-Ravennate si terr un corso per danzati, in preparazione al sacramento del matrimonio. Gli incontri si tengono presso la parrocchia di Martorano di Cesena, alle 21, nei marted 15, 22 e 29 ottobre e 5, 12, 19 e 26 novembre. Per informazioni e iscrizioni: Terzo Foschi, 338 5697521, don Andrea Budelacci 333 3399383.

Percorso per fidanzati, coppie in costruzione


Vi chiedo di essere rivoluzionari di ribellarvi a questa cultura del provvisorio!. Con le parole di papa Francesco lUfficio Famiglia invita a un itinerario annuale tutte le coppie della diocesi che, iniziando a uscire insieme, desiderano approfondire la conoscenza reciproca, confrontarsi tra loro e insieme agli altri, crescere e condividere la vita. Gli incontri, a cadenza mensile, si svolgeranno presso il seminario diocesano. Il primo, dal titolo Tu sei tutta bella! La meraviglia dellincontro, sar domenica 6 ottobre alle 16,30 e si concluder con la condivisione della cena insieme. Per informazioni: Chiara e Francesco Tappi, tel. 0547 671869, ftappi79@gmail.com

Cammino spirituale per divorziati risposati


Coltivare la fede nella vita di ogni coppia il tema dellincontro rivolto a separati conviventi. Lappuntamento per sabato 5 ottobre dalle 18,30 alle 20, in seminario. Guider la riessione padre Mauro Peresico. Per informazioni: Sabrina e Andrea Delvecchio, 338 1424377, andreasabri@alice.it.

Gioved 3 ottobre 2013

Speciale

a pubblicazione del bilancio della Diocesi sta diventando ormai una tradizione. Lo facciamo per il terzo anno consecutivo. lo stesso vescovo Douglas che desidera questa trasparenza, per rendere conto a tutti lutilizzo dei fondi che la nostra Chiesa locale chiamata ad amministrare. Vediamo nel dettaglio alcune cifre. Partiamo innanzitutto dai grandi numeri: un milione e 759 mila euro in totale, in gran parte derivanti dallotto per mille. E questa la voce pi importante, suddivisa in tre capitoli di entrata e di spesa. Quasi 570 mila euro arrivano e poi sono destinati al culto e alla pastorale. Da notare 90 mila euro per il mantenimento delle attivit del Centro

BILANCIO 2012
Costi e ricavi della Diocesi per un bilancio in trasparenza
pastorale, 120 mila per lalbergo Monte Fumaiolo e 153 mila per lepiscopio. Spiccano anche i 50 mila euro andati a sostegno della parrocchia di Ardiano e del seminario. I 300 mila euro impiegati per i beni culturali nel 2012 sono andati tutti per lavori alla parrocchia di Balze e il restauro dellepiscopio. Fra i ricavi, risultano quasi ininfluenti i contributi provenienti dagli oneri di urbanizzazione secondaria dei Comuni. Si nota il Comune di Cesenatico che ha versato la quota di oneri in favore di servizi religiosi per oltre 17 mila euro. Si possono osservare anche i proventi degli affitti derivanti da propriet che ammontano a 227 mila euro e anche le offerte dalle parrocchie per quasi 58 mila euro. Fra le spese, i costi del personale superano di poco i 100 mila euro. Al capitolo Carit, oltre ai 120 mila euro per il centro di ascolto della Caritas, si segnalano i 280 mila euro a disposizione del vescovo che monsignor Regattieri ha interamente destinato e distribuito per le aumentate necessit di un periodo particolarmente difficile. Alla stessa voce si possono leggere i

numerosi interventi a sostegno di diverse associazioni impegnate in prima linea sul fronte delle emergenze: Centro di aiuto alla vita, il Disegno e il Cvs fra i principali destinatari, oltre alla San Vincenzo De Paoli, allassistenza ai carcerati di Forl e il Banco alimentare. Infine una parola sulle partite di giro. Le queste effettuate nelle chiese, da girare pari pari a Roma: si tratta di un importo notevole con quasi 320 mila euro (questue imperate). Poi le gestioni separate (in perdita) del Corriere Cesenate, lalbergo Montefumaiolo e la casa del clero. Da rilevare che i 29 mila euro di negativo del nostro giornale di poco inferiore al taglio (30 mila euro) dei contributi alleditoria subito nel dicembre scorso.

Ricavi AFFITTI Episcopio Cesena Episcopio Sarsina Immobili Eredit Salvi Complesso ex Provvidenza

COSTI

2.012,00
ASSEGNAZIONI U/2 COMUNI

2012 Contributo a Cesenatico


Contributo a Bagno di Romagna

2012
56.220,00

ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI

71.925,76 32.334,34 67.006,91 227.487,01

RENDITE Interessi da titoli (netti) Interessi bancari (netti)

18.015,95 1.970,53 19.986,48

QUESTUE PRO DIOCESI Quota su bilancio IDSC Quota su vendite Enti Offerte da parrocchie

CULTO E PASTORALE Centro Pastorale Iniziative pastorali particolari (Visita pastorale) Diocesi per ristrutturazione Albergo Diocesi per Cause dei santi Diocesi per ristrutturazione Episcopio Parrocchia di Madonna del Fuoco Parrocchia di Taibo Parrocchia di Ardiano Eremo di S.Alberico Seminario Vescovile Aula S.Apollinare.Istit.Scienze religiose Ufficio Arte Sacra Archivio Diocesano Centro Formazione Diaconato permanente Incaricato Sostegno Economico Consultorio Ucipem Centro Famiglia

71.808,00 14.074,00 57.910,74 143.792,74

90.000,00 8.000,00 120.000,00 153.218,87 25.000,00 10.000,00 50.000,00 20.000,00 50.000,00 10.000,00 5.000,00 10.000,00 4.000,00 2.000,00 9.000,00 1.500,00 567.718,87

15.000,00 10.000,00 25.000,00

PERSONALE Sipendi e oneri personale

101.136,97 101.136,97

CONSULENZE Consulenze fiscali Consulenze legali Consulenze tecniche

5.389,72 738,46 1.873,08 8.001,26

CARITA' A disposizione Mons.Vescovo per carit Centro Accoglienza Caritas Istituto di Bioetica Centro Volontari della Sofferenza Banco di solidariet Associazione sordomuti Centro Aiuto alla Vita Ass. Il Disegno - Handicap Centro Don Milani - disagio giovanile VAR Carceri Fo Banco Alimentare S.Vincenzo Fondo S.Matteo

280.826,58 120.000,00 2.500,00 10.000,00 5.000,00 500,00 10.000,00 10.000,00 2.500,00 2.000,00 3.000,00 3.000,00 3.000,00 3.500,00 455.826,58

RIMBORSI PRO PRATICHE Bollettino Stampati Pratiche di enti

SPESE DI FUNZIONAMENTO EPISCOPIO E CURIA Utenze Assic.post.bollati Cancelleria e tipografia Manutenzioni Affitto locali Imposte e tasse Varie

1.047,00 2.102,00 16.210,28 19.359,28

30.564,63 7.912,49 23.996,08 41.452,99 1.800,00 10.737,64 3.616,54 120.080,37

ACCANTONAMENTI

Fondi attivit diocesane

85.882,00 85.882,00

CONTRIBUTI DA CEI 8X1000 Culto e Pastorale Carit Beni Culturali Nuova Edilizia

568.351,43 456.094,32 300.000,00 1.324.445,75

FONDO COMPENSAZIONE

U2 NON EROGATE Somme da assegnare

40.795,00 40.795,00

BENI CULTURALI Contributo a Restauro Episcopio Contributo a Restaturo Balze

150.000,00 150.000,00 300.000,00


IMPEGNI DI SPESA NON EROGATI

DONAZIONI-LASCITI-EREDITA'

Somma da erogare

21.581,63 21.581,63

EDILIZIA CULTO

Totale costi

1.758.357,02 1.080,02 1.759.437,04

U/2 COMUNI E ALTRI ENTI PUBBLICI Comune di Bagno di R. Comune di Bertinoro Comune di Cesena Comune di Cesenatico Comune di Civitella Comune di Gatteo Comune di Gambettola Comune di Longiano Comune di Mercato S. Comune di Montiano Comune di Verghereto Comune di Sarsina

17.295,59 2.777,25 2.331,14 1.961,80 24.365,78


1.759.437,04

SPESE E ONERI GESTIONE EREDITA' Spese e oneri gestione eredit

Risultato d'esercizio
13.581,63 18.752,71 32.334,34

Accantonamento Nuova chiesa

Totale a pareggio

PARTITE DI GIRO QUESTUE IMPERATE Raccolta

2.012,00

GESTIONI SEPARATE CORRIERE CESENATE Perdita Perdita Perdita - 29.515,52 - 136.190,43 - 35.264,48 340.961,35 16.042,17

318.291,77 ALBERGO MONTEFUMAIOLO

SS.MESSE Raccolta

CASA DEL CLERO 12.255,00 CARITAS PALAZZO PROVVIDENZA

Totale ricavi

Vita della Chiesa


Il 27 aprile 2014
Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II saranno proclamati santi
I beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II saranno iscritti nellAlbo dei Santi il 27 aprile 2014, Domenica II di Pasqua, della Divina Misericordia. A decretarlo stato il Papa, durante il Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione dei due Papi, svoltosi luned mattina 30 settembre nella Sala del Concistoro del Palazzo apostolico vaticano. La data scelta da papa Francesco quella della festivit istituita da Giovanni Paolo II.

Gioved 3 ottobre 2013

Venerd 4 ottobre

papa Francesco sono stati installati 2 maxi schermi, davanti la Basilica superiore e Santa Maria degli Angeli. Numeri da capogiro per la visita di papa Francesco ad Assisi. Nella giornata che coincide anche con la festa del A pochi giorni dallevento i giornalisti accreditati sono oltre Santo di Assisi sono previsti oltre 100mila mille, 14 le nazioni che seguiranno da Assisi la visita, 53 le tv pellegrini, mentre 12mila giovani seguiranno e pi di 70 le agenzie fotograche che parteciperanno. lintero evento dalla piazza di Santa Maria degli Tantissime - commenta padre Enzo Fortunato, direttore Angeli, dove nel pomeriggio incontreranno il Papa. della sala stampa del Sacro Convento - sono le troupe Pi di 200 i volontari, 9 i maxi schermi installati in televisive giunte in questi giorni per un sopralluogo e per varie parti della citt. scovare la migliore postazione. In preparazione allarrivo di Per info: www.sanfrancesco.org.

Papa Francesco ad Assisi, previsti oltre 100mila pellegrini

LA DOMENICA DEL PAPA Francesco:Il catechista colui che custodisce e alimenta la memoria di Dio
l ricco non ha un nome, semplicemente un ricco. Il povero si chiama Lazzaro, che vuol dire Dio aiuta. La parabola, narrata da Luca nel suo Vangelo, vuole sottolineare il rapporto tra il credente e le ricchezze, e stigmatizza la spensieratezza di chi non si accorge di ci che gli accade attorno. Per usare unespressione di papa Francesco la globalizzazione dellindifferenza, e quel ricco, che veste abiti lussuosi, non pensa a chi sta seduto alla sua porta e desidera sfamarsi delle briciole che cadono dal suo tavolo. Nessun elogio della povert, della condizione di miseria: ma solo una messa in guardia di fronte al rischio che nella condizione di ricchezza e di benessere arrivi la spensieratezza che ci fa dimenticare laltro, la nostra condizione, e, soprattutto, ci fa dimenticare Dio. Papa Francesco celebra sul sagrato della basilica vaticana di San Pietro la messa per i catechisti, venuti dai cinque continenti. Cita il profeta Amos: Guai agli spensierati di Sion e a quelli che si considerano sicuri [] e non si curano dei problemi degli altri. Parole, afferma, che ci mettono in guardia da un pericolo che tutti corriamo, e cio il rischio di adagiarsi, della comodit, della mondanit nella vita e nel cuore, di avere come centro il nostro benessere. Quel ricco non ha nome perch Luca vuole sottolineare che il rischio dellindifferenza pu toccare ognuno di noi, fino ad arrivare a far credere che nellavere di che vivere e prosperare c una sorta di autosufficienza non solo

Chi corre dietro al nulla diventa nullit


materiale ma anche spirituale: non abbiamo bisogno di nulla, e non dobbiamo chiedere nulla a Dio. Nella povert di Lazzaro, invece, c un affidarsi totalmente al Signore, e tutto ha senso perch tutto ci riguarda. Rivolgendosi ai catechisti papa Francesco ricorda che se le cose, il denaro, la mondanit diventano centro della vita ci afferrano, ci possiedono e noi perdiamo la nostra stessa identit di uomini. Le cose che il ricco del Vangelo possiede sono il suo volto, non ne ha altri. Quando ci chiudiamo e mettiamo la nostra sicurezza nelle cose, che alla fine ci rubano il volto, perdiamo la memoria di Dio e tutto, afferma Francesco, si appiattisce, tutto va sullio, sul mio benessere. La vita, il mondo, gli altri, perdono la consistenza, non contano pi nulla, tutto si riduce a una sola dimensione: lavere. Il catechista colui che custodisce e alimenta la memoria di Dio. Torna, nelle parole di Francesco, il verbo custodire, che significa non solo proteggere, tenere nel proprio cuore, ma anche far crescere, portare con s, mostrare agli altri. il compito del catechista, dunque, custodire e fare memoria di Dio, custodirla e risvegliarla negli altri: Se perdiamo la memoria di Dio, anche noi stessi perdiamo consistenza,

anche noi ci svuotiamo, perdiamo il nostro volto come il ricco del Vangelo. Chi corre dietro al nulla diventa lui stesso nullit, perch afferma Francesco, siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio, non delle cose, degli idoli. Il brano di Luca ci dice anche qualche altra cosa sul destino ultimo dei due: Un giorno il povero mor e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Mor anche il ricco e fu sepolto. Che diversit. Pi ricca di dettagli la fine di Lazzaro, quasi un inciso la morte del ricco; forse per ricordarci che gli ultimi saranno i primi. Francesco ci aiuta con unaltra immagine: Maria che, davanti allazione meravigliosa di Dio nella sua vita, non pensa allonore, al prestigio, alle ricchezze, non si chiude in se stessa. Non solo accoglie lannuncio dellangelo e mette al mondo il figlio di Dio, ma va dallanziana Elisabetta, anchessa incinta, per aiutarla; e nellincontro con lei il suo primo atto la memoria dellagire di Dio, della fedelt di Dio nella sua vita, nella storia del suo popolo, nella nostra storia. La fede, afferma Francesco, contiene proprio la memoria della storia di Dio con noi, la memoria dellincontro con Dio che si muove per primo, che crea e salva, che ci trasforma. E il catechista un cristiano che mette questa memoria al servizio dellannuncio; non per farsi vedere, non per parlare di s, ma per parlare di Dio, del suo amore, della sua fedelt. Fabio Zavattaro

Sabato 5 ottobre a Modena la beatificazione del seminarista ucciso nel 1945

A colloquio con monsignor Antonio Lanfranchi, arcivescovo di Modena-Nonantola

Rolando Rivi e la memoria riconciliata


abato 5 ottobre si celebrer a Modena la beatificazione di Rolando Rivi (nella foto), un giovane seminarista di 14 anni che nellaprile del 1945 venne torturato e ucciso nei convulsi e turbinosi momenti del fine-guerra da un gruppo di partigiani comunisti. Ne parliamo con larcivescovo di Modena-Nonantola, monsignor Antonio Lanfranchi (gi vescovo di Cesena-Sarsina). Lintervista stata concessa a Settimana, settimanale di attualit pastorale edito dalle Dehoniane (testo integrale pubblicata sul numero 32 della rivista). Si pu parlare di martirio per un adolescente? Come quellevento drammatico pu connotare la sua vita? Fin dai primi tempi del cristianesimo la Chiesa non ha esitato a proclamare martiri dei bambini. SantAmbrogio nei suoi inni rimaneva incantato davanti alla giovanissima Agnese che, immatura per le nozze - cos diceva - gi matura per il martirio. Per la

Chiesa vi una et del fisico e una et dello Spirito. Ogni et pu essere matura per la santit. Essa si misura non sul calcolo del tempo, ma secondo i valori della virt. Non il frutto delliniziativa laboriosa delluomo, anche se certo chiede una qualche corrispondenza, ma frutto della grazia. Dio che rende santi e chiama alla sequela di Ges, che pu sfociare nel martirio anche per un adolescente. Come insegna anche la mia esperienza educativa, vi nelladolescenza e nella giovinezza il primo formarsi di quegli elementi che daranno orientamento alla vita futura. In un discorso ad Argenta il 23 settembre 1990, a proposito di sacerdoti e seminaristi martirizzati, Giovanni Paolo II diceva: let privilegiata per la crescita del tempo cristiano quella del primo affermarsi della coscienza: la fanciullezza e ladolescenza. Chiedo alle Chiese dellEmilia Romagna di concentrare qui il meglio dei loro sforzi. Quella di Rolando Rivi una vita semplice e normale, vissuta con una fede cos

come essa si pu esprimere nella fanciullezza. Per fede vera. Il martirio non il momento totalizzante che oscura la storia precedente, piuttosto il suggello di un orientamento. Non sarebbe stato possibile senza le scelte e i valori coltivati in precedenza. Esso non annulla la fragilit. Di fronte alla morte Rolando avr pianto e avr conosciuto la paura, come fanno pensare alcune delle sue espressioni finali che sembrano una implorazione ai suoi carnefici per risparmiargli la vita. Ma la forza dello Spirito lha sostenuto fino alla fine, quando ha chiesto di pregare prima dellesecuzione. Come colloca il martirio di Rivi nella santit di popolo della sua Chiesa? Quanto una santit locale definisce il carisma di una Chiesa? Mi rifaccio a un punto di riferimento che mi caro, alle intestazioni delle lettere di Paolo alle sue comunit. Titola, ad esempio, la sua lettera: alla Chiesa di Dio che in Corinto. Il di e

lin sono importanti perch mostrano un modello di Chiesa. La Chiesa di Dio e non di una citt o territorio. Si Chiesa perch si convocati attorno a Ges Cristo. Ma importante anche lin perch la Chiesa non vive a mezzaria. Essa sempre collocata in un contesto molto concreto, profondamente inserita in un territorio, in una storia e in una cultura. Dimensioni che non definiscono, ma certo contribuiscono a plasmarla. Esse le danno una coloritura particolare. Per quanto riguarda la mia Chiesa figure anche recenti di laici, preti, religiosi e sposati portano tutte un segno particolare di socialit e di concretezza. Non tutte saranno riconosciute ufficialmente, ma tutte hanno lasciato un segno importante nella Chiesa e nella societ modenese. In ordine alla santit locale parlerei di concretezza e globalit. Questultima nel senso di inglobare tutti gli stati di vita. Lorenzo Prezzi

10

Gioved 3 ottobre 2013

Attualit
Il cappellano don Sergio Peano presenter la pastorale carceraria della realt ravennate. Verr letto un messaggio augurale che le Monache Carmelitane e le Clarisse Cappuccine invieranno ai detenuti, i quali reciteranno il Rosario ed eseguiranno i sacri canti, coadiuvati dalle volontarie che svolgono servizio presso la struttura carceraria, guidate dalla responsabile della Caritas, Maria Flavia Brunetti. Sar presente il presidente della Federazione Italiana Settimanali Cattolici e direttore del Corriere Cesenate, Francesco Zanotti. Radio Maria doner agli ospiti del carcere radio transistor e corone del Rosario.

Radio Maria in diretta dal carcere di Ravenna


adio Maria, emittente cattolica internazionale, si R collegher - ed la settima volta - luned 7 ottobre alle 16,45 con la casa circondariale di Ravenna. Nellora di spiritualit si reciter il rosario, verr svolta lAdorazione eucaristica e la preghiera del Vespro. Presieder la liturgia larcivescovo di Ravenna-Cervia monsignor Lorenzo Ghizzoni.

SuperAbile
di Arianna Maroni

DA PISTOIA A LOURDES PELLEGRINAGGIO IN SIDE-BIKE


Destinazione Lourdes per Andrea di 13 anni e Elena di 42 a bordo di una bici carrozzina (side-bike) accompagnati da Federica e Giulio, genitori di Andrea, da alcuni volontari e da un gruppo di cicloamatori del circolo Oscar Romero di Pistoia. Entrambi i ragazzi sono affetti da un grave disabilit. Sono partiti tutti il 14 settembre dal santuario di Valdibrana, a Pistoia: Andrea ed Elena su side-bike, bicicarrozzine adattate, gli altri pedalando in sella alle loro bici. Unimpresa unica: hanno percorso oltre 1.200 chilometri in dodici giorni. Un pellegrinaggio davvero speciale, assicura Federica, mamma di Andrea: La vita sempre un dono: nostro figlio ci ha permesso di incontrare Dio. Perch Andrea si sveglia la mattina, ci sorride e ci dice: Io sono amore. Mentre Elena racconta di averlo vissuto come un viaggio emozionante, anche pieno di difficolt. Quando me lhanno proposto, l per l ho pensato: ma sono tutti matti! Poi per mi sembrata unidea fantastica. Unidea cos bella che quando mi hanno proposto di andare con loro, ho detto subito di s. Il 26 settembre, nella cittadina dei Pirenei assolata, hanno sfilato insieme alle loro bici durante la processione eucaristica, inserita nel pellegrinaggio nazionale dellUnitalsi. Con il ciclopellegrinaggio hanno voluto testimoniare la fede che ci accomuna, la preghiera per Maria. E poi lamore, quello che Andrea mette negli sguardi che d al suo babbo Giulio. Infine, lamicizia: la consapevolezza di avere amici come i nostri sempre pronti a sostenerti anche nelle salite pi dure, commenta Federica. Quella di Andrea per le due ruote una passione indubbia: con il suo casco rosso nel 2010 partecipa, in sella a una bici speciale guidata dal padre, alla Marcia della pace con una squadra di cicloamatori, da Pistoia ad Assisi. Lanno successivo raggiunge Loreto, mentre nel 2012 in tre giorni arriva a Roma, dove viene accolto dallex sindaco Gianni Alemanno. Siamo venuti in Campidoglio - spiega mamma Federica - perch volevamo dare allevento la massima risonanza, dimostrando che una persona con disabilit pu fare qualunque cosa. Il ragazzo nato con una rarissima malformazione genetica. La diagnosi? Non compatibile con la vita - ricorda Federica -. A noi sembr che il mondo si fosse fermato ed eravamo convinti che Andrea non avrebbe mai avuto una vita normale. Abbiamo pregato molto e Dio ha lasciato che il nostro Andrea superasse tutte le crisi e le difficolt che la sua fragilit fisica gli poneva. Quando ha cominciato a stabilizzarsi abbiamo cercato di fare tutte quelle cose che normalmente si fanno con i figli e dunque perch non fare delle belle girate in bicicletta, visto che il babbo ha una passione per il ciclismo?.

Stati Uniti/Iran Tra Obama e Rohani c un filo diretto


Dopo la telefonata fra i due leader, finalmente si profilano le condizioni per aprire un processo di negoziato e di costruzione di reciproca fiducia che tenga insieme il programma nucleare iraniano, la sicurezza di Israele e la guerra in Siria

LIran uno Stato-chiave per definire le caratteristiche dellordine in Medio Oriente e anche per provare a fare cessare la guerra civile in Siria, che gi costata pi di una brutta figura agli Stati Uniti

opo oltre trentanni di silenzio diplomatico, gli Stati Uniti e lIran hanno ripreso i contatti diretti attraverso una telefonata effettuata da Obama al suo corrispettivo, Hassan Rohani. Si tratta di un piccolo gesto con un grande valore simbolico. Finalmente, forse, le linee di politica estera dei due Paesi nemici giurati si stanno modificando, e potrebbe essere un bene per tutti. Da una parte, lIran di Stefano Costalli ormai in preda a una crisi economica molto grave, in parte provocata dalle sanzioni che la comunit internazionale ha imposto al Paese a causa del suo programma nucleare. La situazione impone una svolta, e questa svolta non pu che passare per la discussione con gli Stati Uniti, che hanno, com noto, uninfluenza fondamentale su Israele. Anche sul piano geopolitico regionale, lIran aspira a essere riconosciuto come un attore importante ai fini della definizione dellordine in Medio Oriente, ma non sembra avere la forza dimporsi come attore egemonico. Deve dunque perseguire una strategia diversa, meno diretta, quella dei negoziati e della

diplomazia. Rohani sembra la persona giusta per portare avanti questa strategia, lo avevamo detto al momento della sua elezione. Non mai stato un aperto oppositore dei Pasdaran e di Khamenei, ma non neppure un componente dellala pi conservatrice ed estremista del regime. Sta lavorando in sintonia con la Guida Suprema dellIran, ma in questi ultimi mesi ha rimpiazzato i vecchi funzionari che avevano lavorato ai negoziati sul nucleare con figure note in Occidente e conosciute per la loro moderazione. Sono segnali importanti che non fanno pensare a un bluff, ma piuttosto a un vero cambiamento di politica estera. Prova ne sia il fatto che al proprio ritorno in Iran dopo lAssemblea Generale delle Nazioni Unite, Rohani stato accolto da molti sostenitori che inneggiavano alla pace, ma anche da un centinaio di oppositori che gli contestavano la decisione di parlare con il Grande Satana americano. Dallaltra parte della staccionata, gli Stati Uniti sembrano aver finalmente capito che la linea della non comunicazione non paga e che potrebbe essere opportuno cogliere al volo questi segnali provenienti dallIran per apportare un cambiamento anche alla loro linea di politica estera. Da mesi, se non da anni, alcuni influenti commentatori ed esperti di politica internazionale facevano notare che durante la Guerra Fredda i presidenti degli Stati Uniti comunicavano con lUnione Sovietica, che pure era considerata il nemico numero uno del Paese e di tutto lOccidente. Oggettivamente, lIran uno Stato-chiave per definire le caratteristiche dellordine in Medio Oriente e anche per provare a fare cessare la guerra civile in Siria, che gi costata pi di una brutta figura agli Stati Uniti. Per quanto comprensibile alla luce di serie minacce alla sicurezza nazionale dello Stato ebraico nellera di Ahmadinejad, lappiattimento della politica estera americana sulla linea dura di Israele e soprattutto di Netanyahu non ha portato a una vera soluzione. Oggi potrebbero invece esserci le condizioni per aprire un processo di negoziato e di costruzione di reciproca fiducia che tenga insieme il programma nucleare iraniano, la sicurezza di Israele e la guerra in Siria. la vera occasione di Obama, e anche di milioni di persone nella regione. Chi pensa che la diplomazia sia obsoleta, si sbaglia di grosso.

il Periscopio

di Zeta
luned scorso durante lassemblea degli eletti del Pdl), ma si limita a comunicare decisioni prese a tavolino con Bondi, Verdini, Ghedini e la Santanch. A questo punto lecito domandarsi che partito sia il Pdl, o meglio, la nuova Forza Italia. Pare se lo domandino anche le cosiddette colombe, capitanate da Lupi, Alfano, Quagliariello, la De Girolamo e la Lorenzin, i cinque ministri dimissionari. Sabato scorso hanno obbedito al capo, poi in breve si sono pentiti. Ci ha provato ancora una volta Alessandro Sallusti a sferrare lattacco dalla prima pagina del Giornale. Questa volta, per, il vice di Letta e soci hanno alzato gli scudi e hanno ammesso, per difendersi, lesistenza di un metodo Boffo, quello adottato contro lex direttore di Avvenire costretto a dimettersi dopo una diffamatoria campagna di stampa durata unintera settimana. Il Paese, diciamocelo con candore, aspetta con estrema pazienza, quasi incredulo. Ascolta, vede, si scandalizza, si scalda, si vergogna anche, ma spera. S, nonostante tutto ognuno di noi in cuor suo spera esista un sussulto di dignit. Quello cui far ricorso per risparmiarci lennesimo tonfo a livello internazionale, e non solo quello. LItalia e gli italiani non meritano questo. (810)

Disoccupazione record in Italia, ma la politica si cura di vicende personali

Lintera nazione merita di pi

a disoccupazione non mai stata cos alta dal 1977: siamo al 12 per cento. I giovani senza lavoro arrivano al 40 per cento. Ormai uno su due condannato a restare in casa, con i genitori, per sbarcare il lunario. Questo lo specchio di unItalia che fa acqua sul versante-lavoro e arranca non poco nel riprendere la via dello sviluppo. Ci vorrebbe il concorso di tutti per rimettere in carreggiata lintera nazione. Invece assistiamo, da qualche giorno in particolare, a una sceneggiata che lascia sgomenti milioni di cittadini, soprattutto quelli occupati a fare quadrare i sempre pi risicati bilanci familiari. Il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, domenica scorsa non ha usato mezze misure per commentare la decisione di Silvio Berlusconi di fare dimettere dallesecutivo guidato da Enrico Letta i suoi cinque ministri. Una torta immangiabile di una crisi senza senso e senza costrutto, lha definita in prima pagina. Marted scorso, Gianfranco Marcelli ha rincarato la dose, ponendosi questa domanda: C ancora qualcuno che pensa di riconquistare il voto moderato dopo aver dato ancora una volta e con un simile spettacolo di irresponsabilit il colpo di grazia a una legislatura nata male, ma che poteva persino riuscire a offrire allItalia le riforme che attende e pretende?. E da irresponsabili aprire la crisi ora: lo hanno ripetuto a pi riprese i vescovi

ITALIANI ALLE PRESE CON IL CARRELLO DELLA SPESA (FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR)

italiani per bocca del presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, e del segretario, il vescovo Mariano Crociata. Non si pu anteporre una vicenda personale al pi alto interesse del Paese, specialmente quando tutti stanno vivendo momenti davvero difficili. Il Cavaliere si circonda solo dei cosiddetti falchi e non ascolta nessun altro (come avvenuto a Roma

Cesena

Gioved 3 ottobre 2013

11

Interviste ai presidi/3Camillo Giorgi da un anno il dirigente dei due istituti tecnici. AllAgrario c stato un boom di iscritti. A Geometri stato attivato un nuovo indirizzo

Scuole al centro dellattenzione


Barbara Baronio
istituto Agrario in continua crescita. Sono infatti 28 le classi formate questanno, ben quattro in pi rispetto al 2012/2013. Stabile invece listituto Geometri che ne mantiene 16. LIstituto tecnico agrario Garibaldi di Cesena, fondato nel 1882, conta 678 studenti ed lunico organismo scolastico di istruzione ambientale, agraria ed agroindustriale della provincia di Forl-Cesena. E dotato di azienda agricola di circa 60 ettari, distinta in quattro corpi, a vocazione frutticolo-viticola, di una moderna serra, di numerosi laboratori attrezzati per la didattica e di due aule multimediali. Non si fatto trovare impreparato listituto di Geometri Da Vinci che davanti allevoluzione dei sistemi costruttivi, favorita dal massiccio impiego delle nuove tecnologie, ha messo in campo un nuovo indirizzo. Oltre a quello generale "Costruzioni, Ambiente e Territorio" presente anche larticolazione "Geotecnico", reso possibile anche dalla collaborazione con il Gruppo Trevi, leader mondiale nellingegneria del sottosuolo. Abbiamo incontrato il preside Camillo Giorgi, da un anno alla guida dellistituto superiore Garibaldi che raccoglie i due istituti tecnici cesenati di Agraria e Geometri. Giorgi, laureato in ingegneria civile, era gi docente di Topografia generale presso listituto. Ha allattivo anche una lunga esperienza di docente allestero: in particolare per 5 anni stato in servizio presso il Ministero Affari Esteri come docente al liceo "Marconi" di Asmara, in Eritrea. Preside come si spiega questo boom di iscrizioni per listituto Agrario?

Veduta dallalto dellAgraria. Nel riquadro, Camillo Giorgi (foto Giuseppe Mariggi)

Ma i progetti non si fermano qui? Stiamo ragionando sulla possibilit di creare nuovi spazi per listituto Agrario. In particolare avremmo bisogno di una nuova palazzina con 8 locali fra aule e laboratori di cui esiste gi un progetto di massima redatto dallufficio tecnico della Provincia. Ma il progetto pi ambizioso riguarda il recupero dellantica cantina dellIstituto. Sotto ledificio principale abbiamo uno spazio di circa 180 mq con le originarie volte in mattoni. Vorremmo poterlo ristrutturare, magari conservando alcune antiche botti ancora in buone condizioni. Sarebbe lo spazio ideale anche in vista del nuovo indirizzo enologico. A fianco dellIstituto Agrario ancora attivo il convitto maschile

Agraria: probabile lattivazione del corso in viticoltura ed enologia


Questanno siamo riusciti a comporre ben 8 prime classi rispetto alle 6 dellanno scorso. In realt gi da diverso tempo che stiamo assistendo a un aumento dellutenza. Credo che merito di tale tendenza sia da attribuire alla crescita di attenzione per temi quali: la sostenibilit, il rispetto per lambiente e tutte le problematiche inerenti a tali ambiti. La nostra posizione in mezzo al verde, la presenza dellazienda agraria e la percezione che il settore agricolo, almeno nelle nostre

terre, sia un po pi al riparo dalla crisi economica sono stati altri elementi che possono aver consolidato linteresse per il nostro istituto. Stabili invece le iscrizioni allIstituto per Geometri? Visto quanto entrato in crisi il settore edile in questi anni, per noi laver mantenuto le stesse iscrizioni degli anni passati non una questione da poco. Abbiamo accolto tanti nuovi studenti che vanno a comporre le 3 classi prime e ci siamo assestati su una popolazione scolastica di 390 alunni. Quali sono le novit in cantiere per i due istituti cesenati? Entro il mese di ottobre formalizzeremo la richiesta per lattivazione di un terzo indirizzo per listituto agrario. Oltre a "produzioni e trasformazioni" e a "gestione dellambiente e del territorio"

vorremmo poter partire con lindirizzo specifico di "viticoltura ed enologia". La nostra terra ha una forte vocazione enologica, senza dimenticare che proprio a Cesena abbiamo la facolt universitaria di enologia e viticoltura. La presenza di questo nuovo indirizzo andrebbe a colmare un vuoto presente nel panorama dellofferta formativa provinciale. Riguardo allistituto per geometri, dal terzo anno i ragazzi potranno scegliere lindirizzo geotecnico che vede non solo unimportante formazione specifica in questo ambito, ma garantisce, in collaborazione con la Trevi spa, anche lezioni con tecnici dellazienda cesenate che ci ha sostenuti finanziandoci un nuovo laboratorio informatico che inaugureremo entro la fine dellanno.

Geometri: collaborazione con la Trevi per lindirizzo geotecnico


La struttura del convitto dispone di 100 posti letto tutti attualmente occupati. In generale i ragazzi che lo frequentano per il 60 per cento sono studenti allAeronautico di Forl, da sempre essendo uno dei pochi istituti di questo tipo in Regione, con un bacino di utenza molto vasto. Il restante 40 per cento frequenta, per la maggior parte, listituto Agrario. La provenienza di questi studenti la pi disparata. Abbiamo giovani dal Montefeltro, dallEmilia e dalla Toscana.

Gruppo archeologico | Nuove divise

Capannaguzzo | Incontro alla festa

Nuova divisa per il gruppo archeologico "Giorgio Albano" di Cesena. Lo scorso fine settimana il gruppo ha tenuto visite guidate durante le Giornate del patrimonio. I volontari del gruppo archeologico hanno potuto sfoggiare per la prima volta la nuova divisa ricevuta in dono dalla Bcc Sala di Cesenatico. Nella foto, da destra il presidente Dimitri Degli Angeli (a destra), il segretario Mario Mercuriali e un volontario.

Si conclusa due domeniche fa la festa parrocchiale a Capannaguzzo. La foto relativa alla serata organizzata il 19 settembre che ha avuto come relatore Roberto Buda, sindaco di Cesenatico. Al centro il parroco padre Pierluigi Cagliani, missionario della Consolata, che guida la comunit da un anno.

12

Gioved 3 ottobre 2013

Cesena
Martorano
La comunit di Martorano si appresta a vivere la settimana parrocchiale. Si parte domenica 6 ottobre con la messa dedicata agli anziani e agli ammalati, alle 11, cui seguir il pranzo comunitario negli spazi parrocchiali. Marted 8 ottobre, alle 21, si terr un incontro dedicato alla memoria del diacono Consilio, a un anno dallinaugurazione della sede della Caritas. Mercoled 9 alle 21,15, dopo la messa, si terr linaugurazione del nuovo parco giochi per bambini. Da venerd 11 ottobre la festa entra nel vivo: alle 15 in chiesa ci sar ladorazione eucaristica vocazionale, mentre alle 20,30 si terr la processione per le vie del paese con ritrovo in via Urbini. Sabato 12 ottobre dalle 15 alle 18 sar possibile confessarsi. Alle 21, nel teatrino, la compagnia parrocchiale Dria larnazz de um presenter la commedia brillante La forza dlinteress. Domenica 13, giorno della festa, la messa solenne sar celebrata alle 11. Nel pomeriggio festa nel cortile con musica dal vivo del gruppo Happy Band, giochi per bambini e ragazzi, tornei, stand gastronomico, mostra di auto e moto depoca.

Eventi nelle parrocchie di Villachiaviche, Ruffio e San Domenico


Commedia dialettale in una parrocchia (foto darchivio)

Le comunit invitano alla festa


a parrocchia di Villachiaviche in festa in occasione della Madonna del Rosario. La settimana parrocchiale, iniziata gi luned, prevede gioved sera lincontro con mons. Walter Amaducci, alle 21.15, sul tema: "Parrocchia: comunit aperta, accogliente e missionaria". Venerd sera i ragazzi delle medie e superiori metteranno in scena il famoso film "The Truman show". Sabato mattina e pomeriggio prevista lAdorazione Eucaristica con la possibilit di confessarsi, mentre alle 17.15 seguirannno il Santo Rosario, lomelia e canto delle Litanie e per finire la cena della comunit preparata dal gruppo cucina, con primi, piadina, pizza, patatine fritte, dolci. In serata musica con il "gruppo Cheope". Per loccasione stato allestito un grande tendone per poter svolgere le manifestazioni anche in caso di pioggia. Domenica 6 ottobre, giorno della festa, si celebrer la messa alle 7.30, 9.30 e 11. Alle ore 17 sar recitato il Santo Rosario con omelia finale. Dalle 17.45 animer la serata il gruppo musicale dei giovani della parrocchia "7 personaggi in cerca di un pubblico". Sar possibile cenare con primi, piadina, pizza, patatine fritte, dolci. Sabato e domenica sar attiva la pesca e il mercatino del centro anziani. Concluder la settimana parrocchiale, domenica alle 21.30 in chiesa, il recital poeticomusicale tratto dal libro "In nome della madre" di Erri De Luca, ideazione e regia di Liana Mussoni. Gli intrattenimenti di sabato e domenica sera saranno finanziati

dalla Banca Romagna Cooperativa, filiale di Villachiaviche. RUFFIO Festeggiamenti alle porte per SantAndrea Apostolo a Ruffio di Cesena. La tradizionale festa parrocchiale si svolger dal 3 al 6 ottobre e riempir le vie del paese con spettacoli, musica e celebrazioni. Alla Santa Messa con Adorazione Eucaristica di gioved 3 alle 20 seguir la processione di venerd 4 alle 20 condotta per le strade da don Agostino Tisselli, che si concluder con una grande maccheronata per i fedeli. Sabato 5 sar possibile confessarsi in chiesa dalle 14,30, alle 19 sono previste la recita del rosario e la Santa Messa. Gran finale della giornata sar la serata musicale con i gruppi giovanili alle 21,15. Domenica 6 la festa entra nel vivo. Dopo la messa delle 9, sar celebrata la solennit delle 11 e dal pomeriggio dalle 15 cominceranno i giochi a premi, mentre dalle 16 Bimbobell intratterr per tutto il pomeriggio i bambini. In conclusione, alle 21,15 la compagnia dialettale De Bosch chiuder i festeggiamenti con il suo spettacolo. Sabato e domenica sera saranno operativi gli stand gastronomici con i loro piatti caserecci. SAN DOMENICO Prosegue la festa parrocchiale a San Domenico. Gioved 3 ottobre alle 20.45 si svolger la processione della Madonna del Rosario per le strade della parrocchia (partenza da San

Domenico, via Pio Battistini, via IX Febbraio, via Mura Porta Fiume, viale Mazzoni e ritorno in chiesa). Il 4 ottobre alle 15.30 in programma la messa per gli anziani e gli ammalati della parrocchia poi la festa proseguir al Lugaresi con i tornei di calcetto e pallavolo alle 17.30 e il torneo di Burraco alle 20.30. Saranno attivi gli stand gastronomici con piadina e hot dog. Sabato 5 ottobre alle 16.30 ci sar la tradizionale fiorita dei fanciulli e dei bambini alla Madonna del Rosario poi il pomeriggio proseguir sempre negli spazi del Lugaresi con merenda del catechismo e giochi. Alle 17.30 riprenderanno i tornei di calcetto e pallavolo, alle 18 ci sar apertura dello stand gastronomico. Alle 18.30 previsto linizio del concerto che vedr alternarsi sul palco i gruppi: Fried Funk , Truffle Shuffle, The Finch. In serata alle 20.30 si potr assistere al torneo di maraffone. Domenica 6 ottobre festa della Madonna del Rosario le messe saranno alle 9, 11 e 18. Nel pomeriggio alle 15.30 rosario meditato e benedizione eucaristica. Dalle 16 la festa si sposter al Lugaresi con animazione, giochi, musica, tornei e stand gastronomici. In particolare alle 19 inizier la musica con il dj set, alle 19.45 in programma la proiezione fotografica "Un anno di Comunit: 2012-2013" e alle 20 la giornata di festa si concluder con lestrazione dei biglietti della lotteria e a la premiazione dei tornei. Il 7 ottobre alle 20.45 si svolger il rosario comunitario in chiesa. Bb

Al Bufalini
Assocuore di Cesena ancora una volta in prima linea per sostenere attivamente lo sviluppo dellospedale Bufalini. Lassociazione cesenate ha donato al reparto di Cardiologia un nuovo strumento del valore di 17mila euro per la valutazione diagnostica della sincope, la perdita improvvisa e transitoria della coscienza. Si tratta di un lettino da Tilt Test, un particolare letto dotato di un sistema computerizzato per il monitoraggio non invasivo della pressione arteriosa nei pazienti affetti da frequenti episodi sincopali.

Nuovi orti
Apprendisti - o esperti - pensionati ortolani dei quartieri Centro Urbano e del Ravennate, il momento giusto per pensare a come impiegare del tempo libero. Dalla prossima primavera, il Comune di Cesena mette a disposizione cento nuovi orti, il cui progetto di realizzazione stato presentato nei giorni scorsi dal sindaco Paolo Lucchi e dallassessore Maura Miserocchi. Di quaranta metri quadrati ognuno, gli orti andranno a occupare unarea di 5mila metri quadrati del podere SantAnna, sul retro della caserma dei vigili del fuoco, accanto alla pista ciclopedonale del Savio. Lintera area sar delimitata con rete metallica; tra i servizi, verranno realizzate due casette di legno per il ricovero degli attrezzi, una rete di distribuzione dellacqua (un punto fornitura ogni 8-10 orti), camminamenti e una piazzola di sosta esterna. Inserita una novit di valenza sociale nei criteri di assegnazione: una decina dei nuovi orti sar messa a disposizione di famiglie in difficolt economica, gi in contatto con i servizi sociali e con una sufficiente conoscenza in campo agricolo. I cento orti, operativi dai primi mesi del 2014, vanno cos ad aggiungersi al parco di 392 orti gi attivi in territorio comunale. Tra i quartieri a maggior vocazione verde il Cervese Sud (172 le aree in via Boscone e via Masiera a SantEgidio e in via Arzignano a Villachiaviche) e lOltresavio (55 orti tra via Adda e via Voltri). Per informazioni necessario rivolgersi presso le sedi dei quartieri Centro Urbano e Ravennate. Sabrina Lucchi

Nascita

ANNIVERSARIO
Luned 7 ottobre alle 18 presso la parrocchia Osservanza sar celebrata la Santa Messa di trigesima di VITTORIO PRETE

ANNIVERSARIO

Benvenuto FRANCESCO!
Tutti gli amici del

PARTECIPAZIONE
La grande famiglia del Corriere Cesenate si stringe allamico e collaboratore Maurizio Cappellini per la morte della carissima mamma

7 OTTOBRE 2006 - 9 OTTOBRE 2003 NELLO VAIENTI - CARMEN VECELLIO


Nei dieci anni da quando Carmen se ne volata via, seguita presto dal suo Nello Nel ricordo affettuoso, con lamore di sempre e sempre al nostro fianco S.Messa, SABATO 5 ottobre, ore 10,30 Chiesa di San Giuseppe in Corso Comandini (Porta Santi) Presso lIstituto Sorelle dei Poveri di Santa Caterina da Siena Pietro, Daniele con Livia e Valter, ringraziando chi si unir a noi

Corriere Cesenate
si congratulano con Luca Ravaglia, fotografo del Resto del Carlino, e con Denise per la nascita del secondogenito

MARIA
certi che ora sta contemplando la bont misericordiosa di Dio

Cesena

Gioved 3 ottobre 2013

13

Rispolverate le "borse-lavoro" per persone con problemi di marginalit sociale


obiettivo ambizioso: creare almeno 500 nuove opportunit di lavoro a Cesena. I tempi paiono insolitamente rapidi: a met luglio lappello alla citt, a met settembre la bozza, a breve il passaggio in Consiglio comunale per lapprovazione. Nel giro di unestate il Comune di Cesena ha preparato una "pacchetto lavoro" che mira a dare sostegno alla nuova imprenditoria, a includere persone svantaggiate, offrire nuove occasioni ai giovani e agli inoccupati in genere. Per il sostegno allimprenditoria, il Comune conferma il sostegno allincubatore dimpresa CesenaLab (70mila euro oggi, 100mila il prossimo anno), oltre alle aziende che stabilizzano precari. Sul fronte dellinclusione sociale, vengono rispolverate le "borse-lavoro" per persone con problemi di marginalit sociale (come i disoccupati di lungo corso in carico ai servizi o giovani vulnerabili) da inserire nella 12 cooperative sociali di tipo B presenti sul territorio. La met dei nuovi assunti dovrebbe arrivare, nelle intenzioni dellAmministrazione, da questo provvedimento. Lultima linea di azione sui tirocini formativi, sei mesi pagati a servizio della citt. A questi lAmministrazione destiner 200mila euro (di cui 81mila gi disponibili) per avviare una 70ina di progetti, per piccoli lavori nelle frazioni (piccoli sfalci, pulizie aree verdi) o nei

Lavoro:ilComune correairipari
contenitori culturali cittadini. "Abbiamo inviato la proposta di delibera a tutti i capigruppo - ha spiegato il sindaco Paolo Lucchi perch le forze politiche possano cominciare fin da subito a prepararsi per approfondire adeguatamente il tema. Poi, nei nostri intenti, il confronto dovr svilupparsi coinvolgendo lintera citt (sindacati, imprese, scuole, universit, associazioni). Vogliamo gettare le basi di unAlleanza per il lavoro, allinsegna

Il nuovo "pacchetto lavoro" del Comune di Cesena sosterr la nuova imprenditoria, includer persone svantaggiate e offrir nuove occasioni ai giovani

della massima concretezza". Se i tempi saranno rispettati, il pacchetto dovrebbe arrivare in Consiglio comunale entro la met di ottobre. Nel frattempo, sul tema intervenuta la consigliera provinciale Udc Maria Grazia Bartolomei che, in buona sostanza, appoggia il pacchetto, proponendo per interventi mirati. Non a caso lesponente centrista sollecitava da tempo un impegno pi incisivo sulloccupazione, tanto da chiedere (la scorsa primavera) di destinarvi le risorse di Icarus. "In campo economico - ha spiegato la Bartolomei - si potrebbero favorire maggiormente quei tipi dimpresa, come le piccole cooperative di produzione e lavoro che meglio costituiscono un freno alla perdita di occupazione e sostentamento a chi si rimette in gioco, divenendo limprenditore di se stesso. Altre azioni dorientamento al lavoro dovrebbero essere svolte nei settori pi dinamici in termini di sbocchi occupazionali, quali quelli a maggior contenuto dinnovazione, pi propensi allexport, operanti nel campo dei servizi alle persone e alle imprese". Per la consigliera, un occhio di riguardo dovrebbe essere riservato alle donne e agli ultracinquantenni che hanno perso il lavoro (fascia det che, nellultimo anno, ha visto crescere la disoccupazione del 13 per cento su base provinciale).

La sede stata chiusa e trasferita da alcune settimane. Sono 2800 le cause pendenti

Tribunale, per Cesena le speranze sono pochissime


Il taglio dei tribunali minori, e delle sezioni distaccate, scattato a met settembre come previsto dalla riforma Severino, ma la sezione di Cesena del tribunale di Forl si trasferita nel capoluogo, per ordine del suo presidente, gi da agosto. Unaccelerazione sui tempi paradossale, come paradossale il caso che, assieme a tanti piccolissimi uffici giudiziari, venga chiusa una sede distaccata con una mole di lavoro superiore alla sede principale. Di questa situazione si discusso anche alla Camera dei deputati, a seguito di uninterpellanza urgente presentata dallonorevole Bruno Molea (Scelta civica). Nel documento il parlamentare forlivese ha posto laccento sui criteri da considerare nella soppressione della sede, evidenziando che laccorpamento non tiene conto del numero di abitanti, dellestensione territoriale e dei carichi di lavoro degli uffici. Degli oltre 5mila processi pendenti ad oggi nella nostra provincia, infatti, circa 2800 riguardano la sede di Cesena. Con la soppressione del tribunale, inoltre, sono venuti meno tutti gli uffici giudiziari cesenati (compresi i giudici di pace di Cesena e di Bagno di Romagna). A Forl, nonostante i lavori di adeguamento del palazzo di giustizia, non ci sarebbe ancora spazio per tutti. Inoltre cittadini, forze dellordine e i 350 avvocati del comprensorio cesenate saranno costretti a spostamenti pi brigosi. A rispondere allinterpellanza stato il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri che ha evidenziato come il provvedimento sia finalizzato al contenimento della spesa pubblica. Il risparmio sarebbe di 17,3 milioni di Euro per il 2013 e 31 milioni di Euro per il 2014, per effetto della riduzione delle spese di gestione e di funzionamento delle strutture soppresse, oltre al recupero di 112 unit di personale amministrativo. Il sottosegretario ha garantito la necessit di opportune verifiche sugli effetti del provvedimento e il ricorso ad eventuali interventi correttivi. Uno spiraglio, dunque, niente di pi. Della vicenda si erano interessati anche, in precedenza, lonorevole Enzo Lattuca e la senatrice Laura Bianconi, oltre al Consiglio comunale di Cesena. Lassise cittadina aveva approvato allunanimit, a fine luglio, un documento di netta contrariet alla soppressione della sede di Cesena. Ma il Governo ha tirato dritto per la sua strada.

14

Gioved 3 ottobre 2013

Cesena

Intervista Nunzia De Girolamo, ministro alle politiche agricole alimentari e forestali, la scorsa settimana ha inaugurato il Macfrut. Le abbiamo chiesto anche del ruolo della donna

Importante la presenza femminile


Cecilia Gaetani
fermento negli uffici di Macfrut per larrivo del ministro. Telefoni che squillano, passi svelti in corridoio, laccoglienza da predisporre, fiori ovunque e il jet-set cesenate giunto con unora danticipo per posizionarsi in prima fila assieme alle numerose autorit presenti. Tutti in attesa della visita di Nunzia De Girolamo, ministro (fino a sabato scorso) delle politiche agricole alimentari e forestali (noto anche come Mipaaf), che con grande semplicit arriva in auto e con un sorriso incanta la folla presente. Tutti assiepati allingresso della fiera, dunque, per accogliere una giovane donna che desta grande curiosit e che appare elegante e affabile ma determinata. Al Corriere Cesenate ha concesso in esclusiva unintervista per parlare del ruolo della donna nella nostra societ.

territorio romagnolo e della sua gente? Conosco da molto tempo la Romagna e quando vengo qui mi sento a casa, proprio per il calore e la simpatia di questa gente e di questa terra che non solo cos ospitale, ma anche una delle zone pi ricche della nostra agricoltura. Un giudizio su Macfrut 2013? La fiera di Macfrut un evento notevole che sa mettere in risalto lo straordinario patrimonio della nostra ortofrutta. Nel corso del tempo questa fiera diventata un punto di riferimento per il settore sia a livello nazionale che internazionale e si affermata anche come un momento importante di riflessione sui temi di maggiore attualit. Ritengo sia fondamentale usare queste occasioni prima di tutto per confrontarsi con i

Il ministro Nunzia De Girolamo (classe 1975) fra gli stand di Macfrut

Quello agricolo un mondo tradizionalmente maschile. Come donna ha trovato difficolt ad operare al suo interno? Non posso negare di aver incontrato qualche diffidenza iniziale. Come Ministro sono impegnata ogni giorno a lottare per dare risposte concrete alle esigenze della nostra agricoltura e dei nostri imprenditori. In questi mesi abbiamo compiuto importanti passi in avanti. Ho verificato di persona che i protagonisti del comparto sono prima di tutto persone concrete e interessate a trovare risposte adeguate alle sfide che dobbiamo affrontare, proprio come lo sono io. Le differenze di genere sono passate in secondo piano perch abbiamo condiviso battaglie fondamentali, come quella che ha portato allabolizione dellImu agricola. Allo stesso tempo, per, dobbiamo

"Levento cesenate notevole e sa mettere in risalto lo straordinario patrimonio della nostra ortofrutta"
insistere sullaffermazione delle donne nel settore. Oggi possiamo dire che sono sempre pi numerose e la loro presenza fondamentale perch sono portatrici di innovazione e di modernit. Dobbiamo fare in modo che siano sempre di pi e che possano avvalersi di tutti gli strumenti necessari per gestire lattivit agricola. Pensa che la politica abbia promosso lemancipazione della donna? Ci sono ancora troppi

pregiudizi. Le donne hanno fatto importanti passi avanti anche in politica. Nel governo di cui faccio parte c una forte presenza femminile. Questa una prova del cammino intrapreso. Sono ancora tante le battaglie da affrontare. Battaglie che riguardano tutte e tutti, indipendentemente dal genere e dal colore politico perch si tratta di battaglie culturali e di civilt, di ogni cittadino. Dobbiamo dare a ognuno le stesse opportunit, annullando le discriminazioni. E questo vale a livello professionale, ma ancora prima a livello sociale. Discriminazioni che sconfinano spesso in violenza come testimoniano i numerosi episodi di "femminicidio" che hanno colpito lItalia La piaga della violenza sulle donne deve essere contrastata

senza se e senza ma. Segnali significativi in questa direzione sono stati la ratifica della convenzione di Istanbul (con cui finalmente la violenza sulle donne viene riconosciuta come violazione dei diritti umani e forma di discriminazione, ndr) e il decreto sicurezza che tutela i pi deboli e consente alle forze dellordine interventi immediati, accompagnando le vittime nel difficile percorso verso la libert dalle violenze. Come ho detto, si tratta di una battaglia culturale e per vincerla bisogna lottare non solo contro i comportamenti violenti, ma anche contro quegli atteggiamenti che allapparenza sembrano pi innocui, come un linguaggio sessista e gli stereotipi deleteri che limitano o negano una vera parit. Che impressione si fatta del

Non solo settore agricolo: al ministro anche domande sulla Romagna e la gente di Cesena
protagonisti del comparto e la mia visita a Cesena ha avuto proprio questo obiettivo. Tra laltro sono riuscita anche a incontrare i bambini, presenti per conoscere i benefici del consumo quotidiano di frutta e verdura, e a parlare con loro di come sia importante mangiare in modo sano ed equilibrato. stata unoccasione preziosa, perch proprio grazie a queste esperienze che si riescono a trasmettere valori e abitudini salutari ai nostri figli e, di riflesso, alle famiglie.

SAN GIORGIO (Cesena): in zona verde e tranquilla villetta a schiera centrale in pronta consegna con soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 3 bagni, tavernetta, cantina, ampia mansarda, ripostigli, garage e giardino. 380.000 / Rif. 0986 A DUE PASSI DAL CENTRO STORICO (Cesena): in piccolo contesto di sole 4 unit, appartamento su due livelli recentemente ristrutturato composto da ampio soggiorno/pranzo, cucina abitabile, studio, 2 bagni, camera matrimoniale con cabina armadio, 2 camere singole, garage e corte esterna. Ottime finiture, riscaldamento a pavimento, aria condizionata e pannelli solari. Trattativa riservata / Rif. 1370 CASE FINALI - RIO MARANO: in posizione verde e tranquilla nuova costruzione di villette bifamiliari con ampio giardino, ecocompatibili e ad alto risparmio energetico. Possibilit vendita di singoli lotti. Info in ufficio / Rif. 1241 SANTEGIDIO (Cesena): in piccola palazzina al secondo e ultimo piano appartamento in parte ristrutturato composto da soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi, cantina e garage. Impianti autonomi. 210.000 / Rif. 1254 SAN VITTORE (Cesena): in contesto residenziale del 2009 con ampi spazi verdi e dotato di ascensore, allultimo piano appartamento con ottime finiture composto da soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, bagno, 2 terrazzi, ampio sottotetto ad uso ripostiglio, cantina, garage e posto auto riservato. Predisp. per aria condizionata, aspirazione centralizzata e canna fumaria. 227.000 / Rif. 1332 ZONA SEMINARIO/OSPEDALE (Cesena): in palazzina immersa nel verde e nella tranquillit, appartamento al piano rialzato composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 3 camere da letto, 2 bagni, terrazzo, cantina e ampio garage. 230.000 / Rif. 1129 GAMBETTOLA: in palazzina di recente costruzione appartamenti con ottime finiture di diversa tipologia con possibilit di ingresso indipendente, corte esclusiva, sottotetto e garage. Pronta consegna. Informazioni in ufficio / Rif. 0178

CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso

Cesenatico

Gioved 3 ottobre 2013

15

Parrocchie

A Bagnarola il 16 ottobre si terr un concerto proposto dai cori delle quattro comunit dellUnit pastorale

San Giacomo
Grande pubblico per Antonino Zichichi
Tutto esaurito alla Sala del Palazzo del turismo venerd scorso per lincontro con il professor Antonino Zichichi (84 anni), scienziato di fama mondiale. Invitato dalla parrocchia di San Giacomo, Zichichi ha esordito ribadendo che la scienza e la fede sono entrambi dono di Dio, come gi aveva affermato Giovanni Paolo II. "Lateismo in realt un atto di fede, fede nel nulla. Non siamo gli del caos, ma di una logica rigorosa. Ogni scoperta scientica va a decifrare ci che scritto nel libro della natura". Lincontro stato organizzato a conclusione dellanno della fede e, a questo proposito, Zichichi ha detto che "la fede la pi grande conquista della ragione nel trascendente". A fare gli onori di casa il sindaco Roberto Buda. Presente anche il vescovo Douglas Regattieri.

LefesteproseguonoaSala, VillaltaeSantaMariaGoretti
empo di feste parrocchiali nella zona pastorale del Mare. Da Sala a Villalta fino a Santa Maria Goretti tanti sono gli appuntamenti in programma nelle prossime settimane. A Sala, dopo la grande festa del 6 (vedi articolo della scorsa settimana), si prosegue il 7 ottobre con la processione con limmagine della Madonna del Rosario (partenza da via Campone 86). Domenica 13 ottobre sar celebrata alle 11 la messa

Festa in una parrocchia (foto darchivio)

A Sala il clou si ha il 6 ottobre Domenica 13 a Villalta musica dal vivo con lorchestra Grande Evento
con unzione degli ammalati. Alle 12 ci sar il pranzo con gli anziani (per prenotazioni 0547/88493) cui seguir un momento di festa. A Villalta i festeggiamenti in onore di Santa Maria Ausiliatrice avranno inizio il 4 ottobre con la celebrazione comunitaria della confessione alle 20.30. Domenica 6 ottobre dopo la messa insieme ai nonni ci sar il pranzo per tutti. Luned 7 si svolger il quadrangolare di calcetto misto. Marted 8 ottobre si potr assistere alla testimonianza di una coppia di sposi e a quella di don Federico Grimaldi, coordinatore della pastorale giovanile della diocesi di Ravenna-Cervia. Venerd 11 ottobre alle 20.30 la messa sar presieduta dal vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri, presso la famiglia

Pollarini e seguir la processione fino alla chiesa. Sabato 12 al pomeriggio si terranno le confessioni e in serata alle 19.30 sar organizzata la cena con le specialit delle "Azdore". Alle 21 sar la volta della commedia dialettale de "La compagnia de Bosch". Domenica 13 ottobre alle 11 la messa sar celebrata da un padre cappuccino. Alle 15.30 in programma la gara delle torte e alle 17 musica con lorchestra "Il grande evento". Sabato e domenica oltre allo stand gastronomico saranno attivi la sottoscrizione a premi e il luna park. "Ci piace evidenziare - spiegano don Sauro Bagnoli e don Giovanni Barduzzi - che questanno il tema delle nostre feste parrocchiali si inserisce nel cammino della Chiesa universale che richiama il tema della fede e in particolare raccoglie lindicazione del nostro vescovo a porre attenzione ai giovani. Tanti appuntamenti significativi

che culmineranno a Bagnarola il 16 ottobre con una serata incentrata sul tema "La fede ci unisce tutti in Cristo". In particolare si terr un concerto musicale proposto dai cori delle quattro parrocchie dellUnit Pastorale per sottolineare il cammino unitario che il vescovo sta chiedendo alle nostre comunit". "Giovani: una speranza e una risorsa per la parrocchia": ecco il tema al centro della festa parrocchiale a Santa Maria Goretti di Cesenatico che ha preso il via lo scorso 29 settembre. Il carnet di appuntamenti continua il 3 ottobre alle 17 con rosario e messa per la comunit. Alle 19.30 in programma la cena comunitaria e animazione "quadretti di vita parrocchiale". Venerd 4 la messa e il rosario saranno alle 20 e sabato 5 ottobre seguiranno alle 17 il pomeriggio in festa coi ragazzi del catechismo, con spettacolo di burattini per

bambini e giochi organizzati per ragazzi. Alle 20.30 si potr assistere al concerto "Omaggio a Lucio Dalla" a cura del gruppo musicale "La sera dei miracoli". Nel pomeriggio sar attivo mercatino delle torte (il ricavato verr usato per il progetto di adozioni a distanza). A partire dalle 18.30 sar in funzione lo stand gastronomico curato dai cuochi della Grande Sfida con men ai sapori del mare e monti. Domenica 6 ottobre le messe saranno alle 8 e alle 11.15. Nel pomeriggio si terr la celebrazione comunitaria del battesimo. Il pomeriggio sar ricco di attivit: giochi e animazione per i ragazzi del catechismo (alle 16). Alle 17.30 in programma lEsibizione della scuola di ballo gruppo Kriterion e alle 20.30 ci sar quella delle "Santiagosister". In chiusura alle 22.30 saranno estratti i biglietti della lotteria a favore dei terremotati. Barbara Baronio

Cesenatico Cammina
Ogni marted e venerd

Passeggiare per prevenire linfarto: riprende "Cesenatico Cammina", passeggiate serali promosse dal gruppo Cesenatico Cammina. Lappuntamento ogni marted e venerd alle ore 20.30, con ritrovo in viale Roma, di fronte al Palazzo del Turismo. Il progetto realizzato dal Comune di Cesenatico, in collaborazione con lAusl di Cesena e i volontari Cai di Cesenatico.

16

Gioved 3 ottobre 2013

Valle del Rubicone

Lesperienza di due gambettolesi

Ferie trascorse a lavorare in missione in Tanzania


Piero Spinosi
nesperienza di volontariato in un ospedale missionario a Ikonda in Tanzania dal 26 agosto al 19 settembre. E stata questa la scelta per trascorrere le proprie "ferie" di due giovani gambettolesi: il ventottenne Nicol Pistoni, una laurea in ingegneria biomedica e unaltra in arrivo come Trsm (Tecnico sanitario di radiologia medica) e la ventenne Sofia Pedrelli, laureanda in Educazione professionale, corso triennale di Medicina e Chirurgia di riabilitazione psichica e fisica. Per diverso tempo hanno condiviso il ruolo di educatorianimatori al Vacanziere e, durante il periodo invernale, alla parrocchia Santa Maria di Cleofa a Budrio di Longiano con il biennio delle superiori nella sezione di Acg. Da tempo i due giovani collaborano con i missionari della Consolata di Gambettola, che gestiscono nellex seminario un centro per organizzare raccolte fondi destinate al sostentamento dei diversi centri realizzati dal loro Istituto in tutto il mondo: Colombia, Venezuela e Mozambico sono solo alcuni esempi, cos come lAllemanno Special School di Wamagana (Kenia) in cui trovano ricovero decine di

Sofia Pedrelli (20 anni) e Nicol Pistoni (28 anni) sono stati in Africa dal 26 agosto al 19 settembre. Hanno prestato servizio nellospedale e nella farmacia di Ikonda
bambini portatori di handicap mentali e fisici. "Il desiderio di partire per questa destinazione precisa Pistoni - avvenuto durante la visita natalizia di padre Sandro Faedi. Dopo avergli raccontato della mia carriera universitaria, mi ha proposto di dare una mano concretamente in uno dei tanti ospedali sparsi nel mondo nei quali, ogni giorno, i missionari offrono conforto e soccorso alle popolazioni pi povere. Fra le tante possibili destinazioni la scelta ricaduta sullIkonda Consolata Hospital, in Tanzania". In questo ospedale per diversi anni si recato in missione lattuale superiore della Casa di Gambettola, padre Daniele Armanni, e attualmente una delle strutture pi grandi ed attrezzate dellIstituto nel continente. "In Africa - continua - ho prestato servizio come tecnico nel reparto di radiologia dellospedale e ho messo a disposizione le mie conoscenze a chi fa questo stesso lavoro e non ha avuto una preparazione come la mia, maturata nelle tante ore di tirocinio prima e volontariato poi trascorse allospedale Bufalini di Cesena in tanti reparti, a Rimini in Radioterapia e a Forl in Medicina Nucleare". "Non avendo come Nicol la possibilit di svolgere una mansione inerente al mio corso di studio afferma Sofia Pedrelli - ho prestato aiuto alla farmacia interna e occasionalmente allasilo come animatrice. Rester indelebile il ricordo di quei bambini. Abbiamo affrontato gli ostacoli che ci siamo trovati di fronte donando per tre settimane tutto di noi, con il sorriso negli occhi e nel cuore, ogni giorno, in uno spirito di condivisione totale. Quanto sperimentato ci aiuter senzaltro a vivere al meglio le realt in cui siamo inseriti".

Interviene il sindaco Quintino Sabatini

Festa a Longiano
"Vitis vinifera in festa" a Longiano. Dopo lo stop dello scorso anno, torna, sabato 5 e domenica 6 ottobre, lappuntamento con la Sagra delluva, la cui formula si rinnovata, a partire dal nome, con manifestazioni per tutti i gusti e un esplicito rimando alla tradizione contadina. La kermesse, organizzata dalla Pro loco con il patrocinio del Comune, si svolger in piazza Tre Martiri e lungo le vie del borgo. Linaugurazione prevista per le 15,30 di sabato 5 ottobre. La giornata proseguir con i giochi della tradizione. Dalle 19,30 musica balcanica e gitana dal vivo con "Eusebio Martinelli & the Gypsy Abarth Orkestra". Domenica 6 ottobre la festa inizier la mattina con la "Camminata della vendemmia" alla scoperta del territorio longianese. Il ritrovo alle 9,30 in piazza Tre Martiri. Nel pomeriggio torneranno i giochi della tradizione con il "Palio dla mnarola" e la pigiatura delluva con i piedi. Dalle 18,30 in poi, musica italiana, animazione e spettacolo con il trio "Made in Italy". Matteo Venturi

Sogliano, tanti lavori in pista


Si prospettano molte opere pubbliche a compimento nei prossimi mesi nel territorio del comune di Sogliano al Rubicone. A darne notizia il primo cittadino, il sindaco Quintino Sabattini che domenica scorsa ha scritto una lunga lettere ai soglianesi postandola su Facebook. "Pur nel rispetto dei limiti del patto di stabilit, grazie allo sblocco da parte della Regione su richiesta del Comune, anche questanno a Sogliano si potranno affrontare con adeguate disponibilit le necessit di lavori pubblici che un territorio tanto vasto richiede. solo dal 2 luglio scorso che abbiamo avuto notizia di questa possibilit - sottolinea lamministratore - ma da allora iniziata una corsa contro il tempo da parte degli uffici ed amministratori per progettare e realizzare molte opere". Ed sempre il sindaco ad elencare alcune di queste. "La costruzione dellacquedotto Biancolino-Rontagnano, il rifacimento interno e messa in sicurezza sismica della palestra scuole medie capoluogo, la manutenzione straordinaria Canonica di Ponte Uso, che poi sar adibita a centro civico, il rifacimento della grotta ipogea sotto Palazzo Ripa, la costruzione nuovo depuratore di Ponte Uso, il recupero ex scuole di Montepetra Bassa gi collassate in occasione del "nevone" del 2012 e il recupero chiesa interna al cimitero di Massamanente". Ma ci sono altre opere in programma tra cui il contributo per inizio circonvallazione a "Lo stradone", la sistemazione impianti sportivi, gli interventi sui cimiteri, il consolidamento e la sistemazione della frana di Massamanente, il consolidamento e la sistemazione frana in localit Le valli di Rontagnano, il rifacimento dellarredo urbano alla casa di riposo, il nuovo parcheggio e area verde a Vignola fra il vecchio impianto Acer ed il nuovo, il parcheggio antistante scuola media, linstallazione di un circuito di video sorveglianza in punti nevralgici del Capoluogo e delle frazioni, in collegamento con le forze dellordine per dare sicurezza alla vita nel territorio. Per tutti questi lavori lamministrazione comunale sta impegnando oltre 4 milioni di euro. Cristina Fiuzzi

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

Valle del Savio

Gioved 3 ottobre 2013

17

Bagno di Romagna, monte della Crocina

Inaugurazione
Centro Sportivo a Mercato Saraceno
Sabato scorso il rinnovato Centro Sportivo di Mercato Saraceno stato invaso da centinaia di bambini e ragazzini che hanno potuto sperimentare diverse e nuove attivit sportive. La "giornata dello sport" ha visto linaugurazione del nuovo centro sportivo, con tutta una serie di impianti rinnovati e di nuova realizzazione. Ci sono stati gruppi impegnati col nuoto e con la break dance. Dalle 10,30 alle 12,30 i bambini hanno sperimentato una serie di discipline come pallacanestro, ginnastica artistica, parkour, tennis, pallavolo o calcio. Hanno collaborato alliniziativa i vari soggetti che gestiscono le strutture del Centro, e cio Body art, Due Emme Scot. Circolo Tennis. "La prima edizione si svolta due anni fa ha ricordato il vicesindaco Francesca Fabbri - e molti ragazzini hanno trovato lo stimolo per dedicarsi a qualche attivit sportiva. Lanno scorso lappuntamento non si potuto realizzare per i lavori in corso. Questanno si pu riprendere in strutture adeguate". Un primo intervento ha riguardato la riqualicazione delle opere di urbanizzazione del centro sportivo, in collegamento con le opere in corso di realizzazione di 23 appartamenti in edilizia convenzionata con il contributo della Regione. Il costo stato di 858mila euro e si realizzata una nuova viabilit, lampliamento del parcheggio, percorsi pedonali di collegamento col vicino centro commerciale, un nuovo campo polivalente (tennis, basket), unarea verde attrezzata.

Potenziata la web cam che scruta la valle


a webcam posta da qualche tempo sul Monte della Crocina, la vetta sovrastante labitato di Bagno di Romagna, stata recentemente potenziata. "La Compagnia della Crocina", che ne ha curato installazione e potenziamento, ne ha dato notizia a cittadini residenti e ospiti. E cos migliorata la possibilit di vedere in tempo reale il paese di Bagno e tutta lalta valle del Savio. "Per usufruire di questo servizio comunicano i promotori - basta inserirsi nel sito www.lacrocina.net. Si possono vedere in diretta le condizioni atmosferiche della nostra zona e leggere la storia della Croce posta in cima al monte, corredata con un ampio servizio fotografico". La webcam stata posta accanto alla Croce che svetta sul monte e che di notte si illumina come un faro per tutta la valle. La collaborazione tecnica per linstallazione della web cam e della trasmissione in streaming stata fornita da "Nibble Networking", col sostegno

Per collegarsi basta accedere al sito www.lacrocina.net. Non manca il supporto dei commercianti della zona
economico di operatori commerciali e turistici. Il funzionamento della web cam e la trasmissione sono possibili attraverso lutilizzo dellenergia fornita dai due pannelli solari che, di notte, alimentano lilluminazione della "Crocina". Il collegamento in link al sito della Crocina e alla web cam possibile anche dalla home page del sito turistico di Bagno di Romagna, che cos pu offrire questo ulteriore servizio a chi, navigando in internet, volesse immediatamente rendersi conto della situazione meteorologica. La tradizione della Crocina nasce con lAnno Santo del 1900, durante il quale venne collocata una croce di legno in vetta a questo monte, che divent comunemente chiamato come il Monte della Croce. "La Crocina - si legge nel sito - venne chiamata cos perch dal paese la vedevano piccola". Gli eventi della guerra e un fulmine fecero saltare pi volte la Crocina, ma i bagnesi hanno sempre provveduto a rimetterne una. Fino allultima, lattuale, portata a spalle in vetta al monte nel 1998 da un gruppo di volonterosi bagnesi. Lo stesso gruppo, nel 2010, ha realizzato limpianto a pannelli solari che ha consentito lilluminazione notturna della Crocina e, nel 2012, ha curato e sostenuto linstallazione della web cam. Alberto Merendi

Sarsina | Cammino di San Vicinio, inaugurato un rifugio


Il Cammino di SanVicinio si arricchisce di un altro tassello. Si tratta del rifugio/bivacco di Castellaccio in localit Montalto, nei colli di Sarsina. E stato inaugurato sabato pomeriggio. Per loccasione, oltre a un nutrito gruppo di camminatori che ha raggiunto la meta a piedi, al gruppo Alpini AltaValle del Savio e alla Pro Loco erano presenti Luigi Mengaccini, sindaco di Sarsina, Lorenzo Spignoli, presidente della Comunit Montana e il suo vice Oscar Graziani, il presidente dellassociazione Il Cammino di SanVicinio, Pierluigi Bazzocchi. Lopera, dal costo di 47 mila euro, stata in gran parte finanziata dalla Regione. (m.mosc.)

Foto Mm

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc) tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141 e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

ARREDI SACRI DI SEMPRINI


Gabriele e Severino
sas

Progettazione e fornitura chiavi in mano Impianti:


PETROLCHIMICI AGROALIMENTARI ECOLOGIA DEPURAZIONE ACQUEDOTTI METANODOTTI in ITALIA... nel MONDO

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

via Alberti, 3/a tel. e fax 0541 21424 Rimini

18

Gioved 3 ottobre 2013

Solidariet
elettrodomestici e pezzi di arredamento, giocattoli Tantissimo il materiale che occuper i banchi di una due giorni di solidariet, recupero e gusto vintage, per dare nuova vita a oggetti dimenticati e dormienti nei cassetti e per dare la possibilit a tutti di acquistare oggetti in buono stato e a prezzo modico. Il mercatino sar aperto con orario continuato sabato 5 ottobre dalle 8,30 alle 22,30, e domenica 6 ottobre dalle 8,30 alle 19. Lintero ricavato sar devoluto alla parrocchia per le necessit. Per info: Gino, tel. 0547 383699; Rosanna, tel. 0547 384760; Daniela, 0547 384617. SaL

A SantEgidio di Cesena il Mercatissimo dellusato


i terr sabato 5 e domenica 6 ottobre, nel cortile sul retro della S parrocchia di SantEgidio di Cesena, la terza edizione del Mercatissimo dellusato. Organizzato da un gruppo di volontari della parrocchia che da un anno raccoglie, seleziona, pulisce e aggiusta, al mercatino sar possibile trovare biancheria direttamente dai bauli delle nonne, capi dabbigliamento, borse pi o meno vintage, bigiotteria, macchine da cucire, argenteria, bici e cyclette, libri, quadri, piccoli

Cesena
Amici di Casa Insieme promuove stili di vita sani
Tra la seconda e la terza settimana di ottobre partiranno i Laboratori Benessere promossi dallassociazione Amici di Casa Insieme: percorsi di promozione della salute dedicati a persone con pi di sessantanni di et e in pensione, dove si lavorer sulla consapevolezza di ci che favorisce il mantenimento nel tempo della salute sica e mentale. I percorsi, pensati per essere stimolanti e coinvolgenti, sono realizzati in collaborazione con lAusl di Cesena e con il patrocinio del Comune di Cesena e Cesenatico e saranno attivi presso il Quartiere Borello, il Quartiere Centro Urbano e il Quartiere Al Mare, in collaborazione con i Quartieri e il Centro Risorse Anziani. Unaltra edizione partir a Sala di Cesenatico in collaborazione con la Consulta del Volontariato di Cesenatico, lassociazione Lalbero della Vita di Bagnarola, con il contributo della Bcc di Sala di Cesenatico. Per info e iscrizioni, telefonare al mattino allo 0547 691695 (Amici di Casa Insieme) o 320 6967089 (Mariagiovanna Bonasso, psicologa).

Sono stati venti i quintali di prodotti alimentari recuperati a chiusura della fiera ortofrutticola cesenate

Inaugurata a Calabrina di Cesena la nuova sede dellassociazione che aiuta famiglie in difficolt

Macfrut e Banco di solidariet La collaborazione funziona


nche questanno al termine del Macfrut - che si tenuto alla fiera di Cesena dal 25 al 27 settembre - stato possibile recuperare i prodotti ortofrutticoli in esposizione per ridurre lo spreco alimentare e aiutare le persone pi indigenti. I volontari del Banco di solidarietBottega Amica hanno provveduto al ritiro di circa 20 quintali di prodotto a partire dalle 16 di venerd pomeriggio presso la Fiera di Cesena. Tra le 18 e le 20 di venerd 27 settembre i prodotti raccolti sono stati ritirati da 80 volontari presso Bottega Amica hub alimentare ed iniziata immediatamente la consegna alle famiglie in difficolt a Cesena, Cesenatico e San Piero in Bagno Tutti i prodotti altamente deperibili sono stati distribuiti entro 48 ore dal ritiro.

Alzheimer: sostegno per i familiari dei malati


Nellambito del Progetto Aurora, organizzato in collaborazione con il Consultorio per la memoria dellAusl di Cesena e con il Comune di Cesena, lassociazione Caima organizza un Gruppo di sostegno psicologico gratuito rivolto ai familiari di malati di demenza. Il Gruppo si svolger una volta ogni 2-3 settimane a partire da venerd 4 ottobre no a venerd 13 dicembre, dalle 16,30 alle 18,30 presso la sala polivalente del Consultorio (via Gadda, 120), a Case Finali di Cesena. Per info: associazione Caima, via Gadda, 120, Cesena, tel. 0547 646583.

Mercatino di Solidariet in piazza delle Poste


Alcuni volontari presso gli stand di Macfrut
PI DI CENTO PERSONE VENERD 20 SETTEMBRE HANNO PARTECIPATO ALLINAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DEL BANCO DI SOLIDARIET, IN VIA MARIANA 3989 A CALABRINA DI CESENA. PRESENTI IL VESCOVO DOUGLAS REGATTIERI, IL SINDACO PAOLO LUCCHI, LASSESSORE SIMONA BENEDETTI, IL PRESIDENTE DI ROMAGNA SOLIDALE ARTURO ALBERTI, OLTRE A TANTI VOLONTARI E AMICI DELLASSOCIAZIONE. IL BANCO SERVE NEL COMPRENSORIO 600 PERSONE IN DIFFICOLT.

In occasione del Festival del Cibo di Strada Sapore 2013, riaprir il Mercatino di Solidariet al n. 17 di piazza delle Poste, stessa location utilizzata durante la era di San Giovanni a giugno. In vendita manufatti artigianali realizzati dalle volontarie di Orizzonti. Il ricavato andr a sostegno del progetto St. Marys Home of Charity per realizzare una casa di accoglienza a Madaka, villaggio vicino a Freetown, Sierra Leone, per bambini orfani e abbandonati.

Anteas: a Cesena lincontro regionale


LAnteas di Cesena ha ospitato le consorelle di tutti i territori della regione Emilia Romagna per illustrare i progetti che sta realizzando nel comprensorio di Cesena. stata anche loccasione per uno scambio di esperienze e di buone pratiche. Nella foto da sinistra: Antonio Brusa, presidente regionale Anteas, Roberto

NOTIZIARIO PENSIONATI
nazionale del 15,8 per cento. Sono infatti 394.406 i residenti in condizioni di povert (11.284 euro annui) e pi di 600mila quelli a rischio (13.541 euro annui). Le situazioni di difficolt sono determinate innanzitutto dalla crisi di vasti settori produttivi, dalla crescita della disoccupazione (9,4 per cento) e dallarretramento del sistema di welfare. Per i pensionati Cisl dellEmilia Romagna ci sono molti poveri in lista di attesa per diventare poverissimi, in quanto la povert un processo in continuo cambiamento e che interessa persone che mai avrebbero pensato di averci a che fare: appartenenti alla piccola e media borghesia che si chiedono quale futuro avranno i loro gli. In lista di attesa per diventare poveri sono i giovani che hanno iniziato a lavorare a met degli anni 90, destinati ad avere salari inferiori a quelli dei propri genitori e che matureranno pensioni inferiori ai 500 euro al mese, lattuale minimo Inps. Il rischio povert colpisce in modo esponenziale anche le donne: lavoratrici dentro o fuori casa, giovani o anziane, ancor pi se dedite alla cura di bambini o persone non autosufficienti e se separate o divorziate. Tra le donne pi anziane si autoalimenta un nesso tra difficolt nanziaria, solitudine ed emarginazione che determina la povert assoluta: pochi soldi, nessuna relazione sociale, mera sopravvivenza. Donne, giovani ed ex lavoratori (tra cui dirigenti) sono le I segretari generali delle organizzazioni sindacali dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil, Carla Cantone, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima, hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio Enrico Letta per richiamare lattenzione del Governo sulle difficili condizioni di vita della popolazione anziana del nostro Paese, fortemente penalizzata negli ultimi anni dal blocco della rivalutazione delle pensioni, dallaumento di tasse, imposte e tariffe e dai tagli al welfare e ai trasferimenti a Regioni e Comuni. Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil chiedono dunque al Presidente del Consiglio una decisa inversione di tendenza nelle politiche fin qui attuate garantendo lindicizzazione delle pensioni allinflazione e utilizzando la leva fiscale per restituire ai pensionati il potere dacquisto perso negli ultimi anni. A nome dei circa 6 milioni di pensionati che rappresentiamo unitariamente come organizzazioni sindacali dei Pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil, - spiegano Cantone, Bonfanti e Bellissima - chiediamo una decisa inversione di tendenza nelle politiche fin qui attuate. Deve essere garantita lindicizzazione delle pensioni allinflazione e si deve utilizzare la leva fiscale per

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Fnp, Spi e Uilp scrivono a Letta: il governo si occupi dei pensionati


restituire ai pensionati parte del potere dacquisto perso negli ultimi anni. necessaria - affermano ancora Cantone, Bonfanti e Bellissima - una grande operazione di giustizia e ridistribuzione della ricchezza del Paese, che deve essere attuata attraverso una profonda riforma fiscale, che faccia pagare chi non ha mai pagato e riduca le tasse sul lavoro e sulle pensioni. Se devono essere chiesti ulteriori sacrifici ai cittadini, si chiedano a tutti i possessori di redditi elevati, che provengano da retribuzioni, da pensioni o da patrimoni. Parallelamente, serve una radicale riforma della spesa pubblica, che elimini corruzione, privilegi, inappropriatezza, sprechi e razionalizzi lutilizzo delle risorse. I pensionati in tutti questi anni hanno sempre fatto la loro parte e contribuito in misura determinante alle manovre di risanamento dei conti pubblici. Oggi chiedono un segnale forte da parte del Governo e del Parlamento, che restituisca loro quella fiducia nelle istituzioni che purtroppo stanno perdendo. Spi, Fnp e Uilp hanno quindi deciso di riunire i propri organismi nazionali il prossimo 21 ottobre a Roma e di avviare un programma di iniziative e di mobilitazione su tutto il territorio nazionale.

Ambroni, presidente Anteas Cesena, Luigi Brancato, segretario generale Fnp Cisl Romagna che ha portato a tutti gli intervenuti i saluti della Fnp.

In regione povero il 9 per cento della popolazione


Anche in Emilia Romagna si prola una situazione in qualche modo inedita: i cittadini poveri sono il 9,18 per cento della popolazione contro il dato

MERCOLED 2 OTTOBRE LA FESTA DEI NONNI


La Fnp Cisl augura a tutti i nonni, che come angeli custodi vegliano sui loro piccoli e grandi nipoti, una felice festa in compagnia dei loro cari.

persone pi colpite dal fenomeno povert con conseguente spreco di risorse per lintera collettivit.

Pensionati e povert
Circa i pensionati, il progressivo e inesorabile sbancamento del loro

reddito conseguente al blocco della rivalutazione delle pensioni imposto dal governo Monti che colpisce pensioni appena al limite della soglia di povert e dallentit delle modeste pensioni erogate. Solo nel 2012 l86 per cento delle nuove pensioni liquidate sono sotto i 1000 euro mensili. Da qui la

richiesta a livello nazionale di Fnp insieme a Spi e Uilp Emilia-Romagna di sblocco dellindicizzazione delle pensioni, estensione della 14esima a fasce di reddito pi elevate, misure scali favorevoli per gli incapienti, diritto alla casa per i redditi esclusi dal mercato.

Cultura&Spettacoli
DaIl Ponte Vecchiouna nuova guida a cura di Paolo Turroni

Gioved 3 ottobre 2013

19

Cinema
Multisala Eliseo Cesena Uci Savignano

di Filippo Cappelli

La Biblioteca Malatestiana di Cesena I


n vista dellapertura della Nuova Malatestiana a met dicembre, non poteva mancare una nuova guida turistica sul gioiello di Cesena. Fresco di stampa il volume La Biblioteca Malatestiana di Cesena (Societ editrice Il Ponte Vecchio) a cura di Paolo Turroni, insegnante e giornalista, che attraverso una lettura piacevole e interessante ne presenta storia e curiosit, le opere darte e i pi importanti volumi custoditi, servendosi dei risultati pi recenti delle ricerche scientifiche. Anello di congiunzione fra cultura medievale e umanistica, la Biblioteca Malatestiana di Cesena fu voluta da Malatesta Novello, signore della citt, a met del XV secolo, proprio mentre a Magonza Johann Gutenberg dava vita al libro a stampa. Unica biblioteca

BLING RING
di Sofia Coppola Bling Ring, ovverosia ninnoli preziosi. il nome che la stampa americana diede alla banda di teenager che svaligiava le ville dei vip di Los Angeles. Un gruppo di graziose ragazze e un ragazzo della borghesia a stelle e strisce, armato di internet e nichilismo. Ossessionate quasi patologicamente dalla celebrit e dal look dei vip ammirati (Paris Hilton, Lindsay Lohan, Megan Fox, Orlando Bloom) le terribili ragazzine riuscirono in breve tempo a raccogliere una refurtiva di 3 milioni di dollari. Sofia Coppola, esperta in solitudini, dopo aver letto le inchieste e un reportage di Vanity Fair sulla storia vera di questi adolescenti, ladri improvvisati pi per il gusto di esserlo che per necessit, attirati come mosche fameliche dagli oggetti dei vip, ha scritto e diretto un film che rimane appunto sospeso in questo non-mondo. Le migliaia di paia di scarpe nel boudoir di Paris Hilton la villa davvero la sua che agli occhi eccitati dei neo-ladri paiono le gemme nella grotta di Ali Bab e scatenano leffetto Nirvana pi di qualsiasi altra sostanza stupefacente, sono l a rappresentare lansia per il tesoro impossibile di una societ possibile. La Coppola sceglie di non assumere una posizione giudicante, mantiene un occhio lucido e moderno e riesce a piegare perfettamente la sua regia alle esigenze e ragioni della storia che vuole raccontare. La parabola di Bling Ring viene narrata da Sofia Coppola in modo schematico e ripetitivo, proprio per ribadire la noia e il vacuum che appesta le esistenze di questi giovani. Il rischio, calcolato, quello di annoiare lo spettatore dopo 40 minuti (su 90) di situazioni reiterate. Ma la regista figlia darte, autrice di Lost in Translation e vincitrice del Leone d'oro con Somewhere, sa quel che fa: complice unottima colonna sonora, si affida a un ottimo cast dove spiccano Emma Watson, il giovane Israel Broussard e lantipatica per dovere di copione Katie Chang. Infine, allestisce un finale inquietante per la sua sonnolenta normalit, dove i genitori (quando la mano della legge si allunga verso i giovani ladri) non pensano nemmeno per un attimo a punire i figli, bens a proteggerli come pure a semplice propriet, affermando frasi come: Di qualsiasi cosa si tratti, troveremo una soluzione. Il Nulla che pulsa nei teenager criminali nasce dunque da lontano, dai loro genitori assenti, anestetizzati da un benessere nemmeno percepito, persino da pseudo-religioni fai da te miste di karma, new age ed evocazioni distorte di cristianesimo. Non vi distinzione tra la vita reale e quella sui social network, e persino dentro lo stess Bling Ring non vi mai un reale dialogo, gli affetti sono inesistenti, e lunico momento di comunicazione tra Marc e Rebecca quando il primo chiede alla seconda: Ma se non fossi pi mia amica, mi svaligeresti la casa?. Un film che non un capolavoro, ma si rivela a suo modo necessario. Non sarebbe male proiettarlo per le scuole.

del Quattrocento a essere giunta a noi intatta in ogni sua parte (edificio, arredo, libri), da oltre mezzo millennio questo luogo straordinario, fin dallinizio pubblico e aperto a tutti gli studiosi, rappresenta un punto di riferimento per la cultura italiana, e non solo, visto che nel 2005 lUnesco le ha attribuito il titolo di Mmoire du monde. Paolo Turroni inoltre autore del testo dello spettacolo su Malatesta Novello che andr in scena nel prossimo mese di novembre, per la regia di Corrado Bertoni, su un palcoscenico deccezione: la Biblioteca Piana. Si tratta di una biografia onirica, in cui ampio spazio dato al personaggio della moglie Violante, anticipa lautore. Francesca Siroli

Ventitre grandi oli esposti fino al 27 ottobre al Palazzo del Ridotto, a Cesena

Case e pittori, in mostra le opere di Carlo Cola


a galleria comunale darte del Palazzo del Ridotto, in centro a Cesena, ospita dal 28 settembre la personale del pittore cesenate Carlo Cola. Nato a Cesena nel 1957, si diploma allistituto statale darte di Forl nel 1975 e inizia quindi una intensa attivit artistica dedicandosi inizialmente al disegno e allacquaforte e quindi allacrilico e al pastello. del 1985 la sua prima esposizione, proprio nella saletta superiore di questo palazzo, dove lartista mostra gi una grande sensibilit nel saper cogliere i molteplici aspetti di ogni forma vitale della natura. Dal 1986 insegna arte presso il Centro Formazione Lavoro dellEnaip di Cesena e ama lavorare con i giovani disabili che segue con grande passione, lasciandoli estremamente liberi di esprimersi. Dal 2000 nei cataloghi di Art con stampe darte e dipinti. Negli ultimi anni ha esposto a Milano e in Francia. Vive fra Forlimpopoli e Cesena. Nellattuale mostra sono esposte

SVEZIA, STUDIO DI OSCAR, CM 100X100, OLIO SU TELA, 2010

ventitre opere dipinte a olio di grandi e medie dimensioni, la maggioranza delle quali stata realizzata negli ultimi quattro anni: interni di stanze, ville e architetture seminascoste dalla vegetazione appartenuti a personaggi famosi quali Picasso, Bacon, Chagall, Verdi, Renoir, Cocteau, Casanova e altri. Lartista attirato e incuriosito da questi personaggi, quindi familiarizza con loro dipingendo gli angoli delle case che a questi furono pi cari. Quasi mai Cola ha visitato direttamente i luoghi dipinti, ma li ha visti soprattutto in fotografie tratte da vecchie riviste: immagini che lui interpreta e rielabora mediante lapporto della sensibilit e della poesia che sono peculiarit del suo animo. Lartista non dipinge minuziosamente le cose e il disegno sostituito dal gioco delle luci e dei colori quasi irreali in quegli interni illuminati da una finestra aperta o parzialmente velata da una tenda: luci e colori che fanno palpitare tutta la tela e le stanze,

allapparenza prive di presenza umana, tornano ad animarsi grazie al ricordo, alla memoria, ai sogni. Cola rivela un temperamento meditativo volto a cogliere gli aspetti della realt con una tenera e malinconica partecipazione umana, e il suo originale linguaggio si risolve spesso in visioni suggestive e scenografiche sempre accompagnate da una equilibrata strutturazione delle scene. La mostra rimarr aperta fino al 27 ottobre con il seguente orario: mercoled e domenica 10-12,30, 16,3019,30; venerd e sabato 10-12,30, 16,30-23 (luned e gioved chiuso). Enrico Guidi

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
ROLANDO RIVI SEMINARISTA MARTIRE
Emilio Bonicelli - Ed. Shalom, 2010 (4 euro)

IL BEATO ROLANDO RIVI IO SONO DI GES!


Emilio Bonicelli - Piccola Casa Editrice, 2013 (14 euro)

BEATO ROLANDO RIVI SEMINARISTA MARTIRE TESTIMONE DI GES


Paola Giovetti - Ed. San Paolo (10 euro) In occasione della beatificazione di Rolando Rivi di sabato 5 ottobre a Modena, proponiamo tre testi che presentano la figura di questo ragazzo di 14 anni ucciso in odio alla Chiesa il 13 aprile 1945. Leditrice Shalom, in occasione del cinquantacinquesimo anniversario della morte, nel 2010 ha fatto uscire il libro Rolando Rivi seminarista martire con foto di Carla Canovi e storiche darchivio e testi di Emilio Bonicelli, che racconta di avere letto il 3 maggio 2001 dallagenzia Ansa la seguente notizia: A San Valentino di Castellarano (Reggio Emilia) si commenta come miracolosa la guarigione dalla leucemia di un bambino inglese di due anni nel cui lettino, sotto il guanciale, i genitori avevano posto una reliquia di Rolando Rivi, un seminarista ucciso a soli 14 anni da una frangia di partigiani il

13 aprile 1945. Bonicelli scrive: Anchio ho conosciuto Rolando attraverso la notizia dagenzia relativa alla guarigione del piccolo James. Mi sono recato nei luoghi del seminarista martire, ho iniziato un paziente lavoro di ricerca, ho parlato con i testimoni del periodo. nato cos in me il desiderio di far conoscere nel modo pi ampio questo tesoro di fede, di coraggio e di carit. Ho scritto per questo un primo testo dedicato a lui, un romanzo storico ispirato a quei fatti, dal titolo Il sangue e lamore [pubblicato dalla Jaca Book di Milano nel 2004]. Il testo di Bonicelli pubblicato dalleditrice Shalom non ha niente di romanzato e si attiene ai fatti, cos come sono stati raccontati da numerosi testimoni che hanno conosciuto Rolando. Nellultima parte del libro si trova un significativo invito alla recita del rosario secondo la modalit usata alla Pieve di San Valentino ogni seconda domenica del mese. Nella prefazione al libro monsignor Luigi Negri, allora vescovo di San MarinoMontefeltro, ha scritto: Per me Rolando Rivi uno dei segni pi singolari che la Provvidenza ha usato per ricordare a tutta la Chiesa che il nostro cuore deve stare di fronte a Cristo come quello di un bambino. Ed proprio rivolto ai bambini il secondo libro che presentiamo: Il beato Rolando Rivi Io sono di Ges! con le illustrazioni di Franco Vignazia e il testo di Emilio Bonicelli, pubblicato da Piccola Casa Editrice nel 2013. Nellintroduzione il vescovo di Reggio EmiliaGuastalla monsignor Massimo Camisasca ha scritto: Questo libro racconta la storia di unamicizia, unamicizia particolare che la

ragione e il modello di tutte le amicizie. Rolando Rivi era un bambino appassionato alla vita, ai giochi, alle avventure. Come tutti, anche lui desiderava degli amici. E ne aveva tanti. Ma a un certo punto, attraverso il suo parroco, ha scoperto lesistenza di un Amico pi grande, che gli voleva bene pi di chiunque altro: Ges. Il libro si chiude con un pensiero di papa Francesco sul valore del martirio. Il terzo libro Beato Rolando Rivi. Seminarista martire testimone di Ges, con presentazione di monsignor Massimo Camisasca, scritto da Paola Giovetti e pubblicato dalle edizioni Paoline nel 2013. Il libro molto ben documentato e riporta anche la lettera che Roberto, padre di Rolando, ha scritto qualche tempo dopo a don Alfonso Ugolini di Sassuolo per raccontare del figlio e della sua eroica morte, avvenuta anche perch non ha mai voluto abbandonare la veste talare, segno del suo amore per Ges.

20

Gioved 3 ottobre 2013

Cesena & Comprensorio


Cesena
Preghiera contro laborto
La Comunit Papa Giovanni XXIII invita al momento di preghiera contro laborto e a sostegno delle mamme in difficolt. Si tiene ogni primo venerd del mese alle 7 di fronte allingresso principale dellospedale Bufalini di Cesena. Il prossimo appuntamento per venerd 4 ottobre.

Mostre
Carlo Panzavolta
Chiuder il 20 ottobre al Palazzo del Monte di Piet a Forl in corso Garibaldi la mostra "Viaggiatori di periferia" dellartista cesenate Carlo Panzavolta. Si potr visitare dal marted al venerd dalle 16 alle 19; il sabato e la domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19.

Cesena

Festa del 4 ottobre


In Consiglio comunale stato approvato un ordine del giorno per sollecitare le scuole a riettere sul tema della pace nella particolare ricorrenza del 4 ottobre, festa di san Francesco dAssisi. Le scuole e le associazioni di volontariato sono invitate a collaborare per organizzare eventi.

Sogliano

Sandro Gozi, carica europea


Lonorevole del Pd Sandro Gozi, di Sogliano al Rubicone, stato eletto vicepresidente dellassemblea parlamentare del Consiglio dEuropa e non ha tardato ad esprimersi su temi particolarmente delicati in seguito alla sua nomina. Dobbiamo rimettere lItalia entro le regole dettate dal Consiglio dEuropa per quanto riguarda la situazione carceraria, ma anche sul fronte della giustizia e della gestione dei ussi migratori, ha dichiarato Gozi allAnsa.

Walter Faraoni
Avr luogo sabato 5 ottobre alle 17 alla casa "Zum Gugger" nella cittadina della Baviera, Bad Worishofen, linaugurazione della mostra del cesenaticense Walter Faraoni "Il fascino del mare". Rester aperta no a domenica 13 ottobre.

Cesena

Corso di archeologia
A cura della delegazione cesenate del Fai, marted 8 ottobre alle 17, nella sala "Luigi Einaudi" della Banca popolare Emilia Romagna in corso Sozzi, Maria Grazia Maioli terr la seconda lezione sul tema "La citt e il territorio in epoca romana repubblicana" gi prevista per marted 1 ottobre.

Mercato Saraceno
Nuova scuola a Bora

Gambettola

Spettacoli gratuiti

Per beneficenza
Chiuder sabato 5 ottobre nel foyer del Bonci a Cesena la mostra allestita dalla sezione cesenate della Croce rossa. Alle 16 conclusione in musica a cura dellIstituto "Arcangelo Corelli" di Cesena. Ingresso a offerta libera.

Sar inaugurata venerd 4 ottobre alle 16 la nuova scuola per linfanzia di Bora, struttura nella quale sono conuiti i bambini che, no allo scorso anno, frequentavano Borello e Bacciolino. Sar presente, fra le altre autorit, il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri.

Per festeggiare il lustro della propria attivit il negozio Fantaparty organizza, nel tratto di strada in via Pascucci 9 a Gambettola domenica 6 ottobre, "Vieni a conoscere Peppa Pig". Peppa Pig accoglier tutti i bambini per una foto ricordo con uscite alle 16 - 17 - 18 e 19. Fra ogni uscita animazione con truccabimbi, zucchero lato e spettacoli gratuiti.

Cesenatico

Spettacolo in parrocchia
Tutti in teatro a San Giacomo di Cesenatico. Lassociazione Touche presenter sabato 5 ottobre alle 21,30 il suo spettacolo "Pinocchio, le avventure di un piccolo grande anarchico" sul palcoscenico del teatro parrocchiale. Il biglietto di ingresso coster 5 euro e il ricavato della serata sar interamente devoluto in benecenza alla parrocchia.

"Dante Alighieri" Universit adulti Al via i corsi


Corsi per tutti i gusti al via per gli adulti che non vogliono smettere di imparare cose sempre nuove. Per il 13esimo anno consecutivo lassociazione culturale "Dante Alighieri" di Cesena organizza una serie di corsi e attivit serali, denominate "Universit per la formazione degli adulti". Vengono proposti, come negli anni passati, corsi di lingue straniere di vari livelli (inglese, spagnolo, tedesco, francese, giapponese), informatica di base e livello intermedio e avanzato, cultura generale (laboratorio di scrittura creativa, biblioterapia ovvero i libri come cura dellanima), laboratori artistici (corsi di disegno, di pittura di I^ e II^ livello, scultura, ceramica, cesteria, uncinetto creativo), corsi sul benessere (ginnastica posturale, pilates, training, laboratori di espressione corporea, psicomotricit, arteterapia) e ancora corsi vari

Cesena
Palazzo Ghini
Pienone a palazzo Ghini, venerd scorso in corso Sozzi a Cesena, per linaugurazione dei restauri del Salone, delle logge e dei dipinti. Un lavoro durato due anni per una spesa di 400mila euro sostenuti a met fra la propriet e la Fondazione della Casa di Risparmio di Cesena. In merito alla richiesta di alcuni disabili, fra cui la consigliera di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena Liviana Siroli, di infrastrutture adeguate ai portatori di handicap per laccesso allinterno del palazzo, il vescovo Douglas ha detto: "Se qualcuno oggi non potuto salire perch in carrozzina, io dico che a noi dispiace molto e chiedo a chi di dovere di fare ci che si deve per fare in modo che non accada pi". Nellarea del Ghini i lavori sono ancora in corso. Lex falegnameria stata puntellata e non improbabile che si possa installare un ascensore per disabili no al primo piano, autorizzazioni della sovrintendenza permettendo.

Cesena flash
Festival del cibo di strada
Nel centro storico si terr nelle giornate del 4, 5 e 6 ottobre "Sapore - il festival del cibo di strada". Protagoniste, oltre allEmilia Romagna, saranno Liguria, Monferrato, Puglia, Sicilia, Campania. Animeranno la serata di sabato 5 gli artisti di strada. In contemporanea allIppodromo del Savio previsto lVIII raduno Camper "Cesena citt malatestiana" con visite guidate, escursioni a Sarsina e a Bagno di Romagna.

(laboratorio-teatro, fotografia di I^ e II^ livello,vari corsi pratici di cucina,chitarra, pianoforte,balli irlandesi). Le novit di questanno riguardano, nellambito delle lingue straniere, i corsi per russo commerciale, portoghese (I^ livello) e survival english, per quanto concerne la cultura generale, i corsi di letteratura"In viaggio con Dante". Le iscrizioni si ricevono presso la sede dellAssociazione,via quarto dei Mille n. 175, Cesena, tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 19 (gli orari di apertura pomeridiana sono garantiti fino al 31 ottobre). Per informazioni tel.0547/330678 o 340556202 associazione alighieri@yahoo.it; sito web www.associazionealighieri.it.

Lezioni allUte
Sul tema "La poesia e la spiritualit" parler Giuseppe Betti, venerd 4 ottobre alle 15,30 nella sala Fantini in via Renato Serra. Marted 8 ottobre alle 15 sar padre Giorgio Busni a proporre una riessione su "La fede". A seguire la celebrazione della Messa a suffragio di Nello Vaienti e dei soci defunti.

Longiano
Asta pubblica

Longiano

Concerto al Petrella
Lanteprima della stagione teatrale 2013-2014 sar il debutto del gruppo rock "Virginiana Miller". Originario di Livorno e formatosi nel 1990, prende il nome da una pianta dellorto botanico di Pisa. Ingresso 12 euro, ridotto 10 euro.

Longiano
Incontro Acat

Film e lirica
Al Victor di San Vittore, gioved 3 ottobre alle 21, sar proiettato il lm di Regis Roinsard "Tutti pazzi per Rose". Ingresso 3,50 euro. Marted 8 ottobre alle 19,30, in collaborazione con Micromega, sar in visione dal Metropolitan di New York lopera lirica di Tchaikosky "Evgenij Onegin".

In Comune, alle 10 del 14 ottobre, si proceder allasta pubblica per la concessione in affitto del locale ad uso servizio di amministrazione di alimenti e bevande a Crocetta. Ha una supercie di circa 312 metri quadrati. Il canone annuo di 10.400 euro. La locazione dura 6 anni, rinnovabile per altri 6. La gara si effettuer con il metodo delle offerte segrete in aumento.

LAssociazione club alcolisti in trattamento ha organizzato un incontro su "Il Club e la sda della complessit: quale futuro?". Avr luogo al teatro Petrella, domenica 6 ottobre dalle 9 alle 13. Parler Paolo Dimauro.

Gatteo

Concerto di musica classica


Prender il via domenica 6 ottobre alle 17 alloratorio di San Rocco la rassegna musicale "Note darte". Giulia Borri al auto e Filippo Pantieri al clavicembalo eseguiranno brani di Mozart, Haendel, Marcello e Gluck. Sabato 5 ottobre alle 16 nella biblioteca comunale "Giuseppe Ceccarelli", a cura dellassociazione "Ars e Sonus", si terr un incontro di preparazione allascolto di quelle musiche del Settecento.

Gatteo

Dilettanti allo sbaraglio


Si svolger sabato 5 ottobre alle 20,30 al teatro parrocchiale Lina Pagliughi la corrida " Gat gatts talent" presentata dal gruppo Treppari & Giovanni Tomassini. La giuria composta dal sindaco Gianluca Vincenzi, dal presidente della Provincia Massimo Bulbi, da Luciano Poggi di Teleromagna, Matteo Giorgi, manager Treppari e dallassessore Stefania Bolognesi. Ingresso a offerta libera. Lincasso sar devoluto per Nicole e allAssociazione italiana sclerosi multipla. La serata verr ripresa da Teleromagna.

Gatteo

Corsi di musica
A cura dellassociazione culturale "Diffusione Musica" parte da ottobre la "Scuola di musica, canto e teatro". I corsi per bambini e adulti si terranno nel nuovo centro "Gli Antonelli" a Gatteo e nei locali della parrocchia a SantAngelo.

Il pittore Cancelli
Nella sala lignea della Malatestiana, venerd 4 ottobre alle 17,15, Roberto Casalini presenter il libro di Attilio Bazzani "Domenico Cancelli pittore" (Editore Il Ponte Vecchio-Cesena). Un appuntamento della rassegna "Incontro con lautore", a cura della Biblioteca malatestiana col contributo della Banca popolare DellEmilia Romagna. Interverranno lassessore Maria Elena Baredi e Massimo Rovereti, artista e architetto.

Montiano

Avventure alpinistiche
La sezione cesenate del Club alpino italiano ha organizzato per venerd 4 ottobre nella sala Monty Banks in corso Ubaldo Comandini una serata dedicata alla montagna. Lalpinista veneziano Francesco Santon presenter, in dialogo con Germano Bertin, il suo libro "La voce della montagna - In vetta, no alla prossima avventura". In programma proiezione di video.

Festa dei nonni

Bagno di Romagna
Ottobre selvapianese

Bagno di Romagna
Conferenza sullEgitto

A cura della Pro loco, si svolger domenica 6 ottobre dalle 16 nella sala parrocchiale "Don Alfredo Paganelli" la festa dei nonni. I brani pi belli della tradizione romagnola saranno proposti dal maestro Luigi Pianulli. Piadina con affettati accompagnata dal buon vino locale.

Prender il via con lanteprima di venerd 4 ottobre alle 20 al campo sportivo la 67esima edizione dell Ottobre a Selvapiana, a cura della Pro loco. A mezzogiorno nelle quattro domeniche del mese saranno aperti gli stand gastronomici. Nel pomeriggio musica dal vivo, animazioni, motoraduni di vespe e lambrette, gare podistiche, bancarelle con prodotti tipici: castagne, tartu e funghi.

Il Palazzo del Capitano, venerd 4 ottobre alle 21, per la terza edizione del ciclo di conferenze "Fra Cielo e Terra", ospiter Salima Ikram, docente di Egittologia allUniversit americana al Cairo. Tratter il tema "Le mummie dellAntico Egitto: dare vita ai morti "per leternit". Lingresso libero.

Sport

Gioved 3 ottobre 2013

21

Calcio serie B Luned scorso, nel posticipo con il Pescara, Cesena raggiunto nel finale (1-1) dopo un ottimo secondo tempo

Ciclismo
Giovani romagnoli sugli scudi
Grandi risultati per i giovani ciclisti romagnoli nelle ultime settimane. Nella terza e ultima tappa del giro internazionale della Basilicata, domenica 22 settembre, Antonio Gabriele Vigilante, categoria Juniores della squadra Sidermec F.lli Vitali, ha conquistato la maglia verde della montagna. La gara per allievi XV memorial Luciano Pezzi di domenica 22 settembre a Dozza Imolese andata al longianese Federico Orlandi della Fiumicinese Fait Adriatica. Ha percorso i 78 chilometri alla media oraria di 37,490, staccando tutti in salita e giungendo a braccia alzate al traguardo. Si tratta della sua settima vittoria stagionale. Al terzo posto si classicato il compagno di squadra Davide Casadei di Longiano. Un altro longianese, esordiente II anno, Lorenzo Casadei, del gruppo sportivo Fausto Coppi di Cesenatico, ha trionfato a Galliano (Firenze) nel VII memorial Brunetto Nencini, percorrendo i 40 chilometri della gara alla media oraria di 40. E il suo sesto successo questanno. Federico Caputo di Gambettola, stessa squadra, giunto quinto. Domenica scorsa la Fiumicinese Fait Adriatica ha sbancato a Sarnano (Macerata). Nella gara di 85 chilometri percorsi a una media di 39 orari, i longianesi Federico Orlandi e Davide Casadei sono saliti rispettivamente al primo e al secondo gradino del podio. Nelle ultime tre domeniche di settembre Orlandi ha vinto per distacco a Pianoro e a Dozza Imolese, in volata a Sarnano; Casadei giunto secondo a Sarnano e terzo a Dozza Imolese e Pianoro. La squadra registra la 18esima vittoria. Terzo Spada

Cesenaquartoinclassifica ConilSienaacacciadiconferme
cco di nuovo il Cesena al Manuzzi per il secondo impegno casalingo consecutivo. Dopo il pareggio di luned sera per 1-1 contro il Pescara, che vale sempre il quarto posto in classifica, i bianconeri di Romagna cercano lacuto da tre punti contro il Siena. Sabato 5 ottobre alle 15 in programma una gara importante contro unaltra fresca retrocessa dalla serie A. Di fronte ci sar una formazione toscana allenata dallex Beretta che dar sicuramente filo da torcere. Partiti con una penalizzazione di 3 punti i bianconeri senesi in 7 partite hanno raccolto 9 punti (che sarebbero quindi 12 sul campo). Una squadra da temere, ma che pu essere battuta se affrontata col giusto piglio. Il Siena viene da una retrocessione, ma vuole dire la sua anche in questo torneo cadetto. Nel turno precedente gli uomini di Beretta si sono sbarazzati del Trapani per 2-1 al Franchi, risalendo la classifica fino alla parte sinistra del tabellone. Il Cesena ha fallito una ghiotta occasione per issarsi al comando in compagnia della sorpresa Lanciano. E dire che la vittoria contro il Pescara di mister Marino sembrava ormai cosa fatta. Nel calcio per esiste limponderabile, e il

Esultanza dopo il gol. Sotto, il fallo da rigore su DAlessandro (foto Gianmaria Zanotti)

"monday-night" contro la formazione abruzzese ne stata lennesima testimonianza. Dopo un primo tempo piuttosto brutto e scorbutico, il match decolla nella ripresa. Al 57 DAlessandro viene atterrato in area con conseguente rigore ed espulsione del portiere ospite Pigliacelli: dal dischetto Succi si fa ipnotizzare dal secondo portiere Belardi (lo scorso anno a Cesena). Bisoli butta nella mischia Granoche al posto di uno spento Succi ed proprio luruguagio a siglare il vantaggio al 70. Quando meno te lo aspetti il Pescara gela il Manuzzi all88 col neoentrato Politano che sbaglia il cross mettendo beffardamente la sfera sul palo lontano di Campagnolo. Con la vittoria il Cesena sarebbe salito a quota 15 in testa, mentre ora insegue a sole due lunghezze dal Lanciano capolista, al quarto posto in solitaria dietro a Empoli e Varese. Dopo le prime 7 giornate, il campionato di serie B non ha ancora delineato i ranghi, ma con la loro buona partenza, i bianconeri potranno di certo recitare un ruolo importante. Con la zona play-off allargata allottava posizione lecito sperare in un mantenimento del rango allinterno della griglia che conta. Eric Malatesta

22

Gioved 3 ottobre 2013

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

on Lorenzo Milani diceva: Se la scuola perde quelli l (i difficili) non pi scuola. Diventa come un ospedale che cura solo la gente sana. La stessa cosa vale per le societ sportive: accettare solo quelli bravi, belli e buoni una tentazione reale. Per chi infatti ha la fortuna di avere fisico e talento, di essere uno di quelli che sanno giocare alla grande non un problema trovare una societ, lunica difficolt scegliere dove andare a giocare perch le societ sportive fanno a gara per contenderselo e per illuderlo che potrebbe diventare un campione. Chi invece non bravo a giocare ed anche uno di quei ragazzi che rompono le scatole, che danno fastidio, che sono maleducati, abituato a vedersi sbattere le porte in faccia e a sentirsi dire no grazie, abbiamo la rosa al completo.

RIFLESSIONI A INIZIO STAGIONE SPORTIVA |


La prevenzione - afferma Massimo Achini, presidente nazionale del Csi - la forma pi importante e significativa tanto nella sanit quanto nelleducazione. Eppure nel mondo esistono milioni di persone malate per mancanza di prevenzione, cos come esistono milioni di ragazzi non educati. Bisogna pensare a societ sportive che accolgono solo quelli educati, oppure a societ capaci di accogliere davvero tutti, a partire da quelli che nessuno vuole? Don Milani non avrebbe dubbi, come non li avrebbero

di Massimo Achini, presidente nazionale Csi

Le Societ Sportive aprono le porte a chi rimane escluso ed emarginato


San Filippo Neri e don Giovanni Bosco e nemmeno il Centro Sportivo Italiano. Da sempre le sue societ sportive sono luoghi di vera accoglienza, aperti a tutti. Nessuno, mettendo piede in una vera societ del Csi, si sentir dire da noi non c posto o te ne devi andare. Sogniamo spesso che da noi vengano a giocare i ragazzi pi difficili e complicati continua Achini - non perch siamo masochisti, ma perch con loro la sfida educativa diventa ancora pi appassionante. Sono ragazzi che hanno la stessa voglia di giocare di tutti gli altri, la stesso bisogno di avere qualcuno che gli voglia bene, che forse solo nello sport possono trovare la strada per seguire i veri valori della vita. Noi del Csi abbiamo la fortuna di avere allenatori e dirigenti competenti e preparati dal punto di vista tecnico e organizzativo, ma quasi sempre laureati in educazione sportiva. Si tratta di una laurea che si prende sul campo, in palestra, nello spogliatoio, conseguita con anni e anni passati a volere bene a ogni ragazzo, una laurea illuminata dal desiderio di seguire (nel nostro piccolo) lesempio di Ges. Accade cos che, allinizio della stagione sportiva, tante societ sportive del Csi siano impegnate a non cercare esclusivamente quelli bravi, quelli che ti cambiano una partita. vincere piace anche a noi, conclude il presidente nazionale del Csi, e, se arriva qualche ragazzo che se la cava bene, siamo felicissimi. Per il colpo della stagione andare a scovare quelli che nessuno vuole, che non giocherebbero da nessuna altra parte, che potrebbero creare un sacco di problemi e dirgli: Dai, vieni a giocare da noi, abbiamo fiducia in te.

Tredici squadre iscritte al torneo femminile. Dieci a quello maschile

In breve
3 Campionato di Beach Tennis indoor amatoriale
Nel mese di ottobre prender lavvio il 3 campionato di beach tennis indoor amatoriale: una disciplina giovane, che da pochi anni viene promossa sul territorio dal Csi Cesena, da sempre attento allo sviluppo di nuove discipline, allo scopo di favorire la ricchezza di una proposta basata sullautentica polisportivit. La competizione si svolger con gare di andata e ritorno presso i centri sportivi scelti dalle societ iscritte e interesser il doppio maschile, il doppio femminile e il doppio misto. Nellalbo doro del campionato, da registrare il successo nel doppio maschile del Team Adriatica (2011-12 e 2012-13); nel doppio femminile del Team Delno (2011-12) e del Team Bota (201213) e nel doppio misto dellUs Palle Cadenti (2011-12) e dellUs Come Vuoi Villa Rosa Beach (2012-13). Per informazioni: G. Corzani (3491875058, corzanigiuseppe@libero.it), G. Degli Angeli (3396852311) o la segreteria del comitato cesenate del Csi (0547 600383, info@csicesena.it).

vranno inizio luned 7 ottobre le competizioni di calcio a 5 femminile e maschile, organizzate dal comitato cesenate del Csi. Per il 24esimo campionato femminile, che rappresenta, vista la provenienza delle societ iscritte, come una competizione romagnola vera e propria, risultano iscritte 13 squadre, che daranno vita a un unico girone con gare di andata e ritorno. Le squadre iscritte sono: Virtus San Mauro Mare, Steward Team, Pro Loco Ranchio, Dinamo Rontagnano, Bar Fabio, Body Art, Pol. Osservanza (che si aggiudicata la vittoria nel-

Fischio di inizio dei campionati di calcio a 5 A

le stagioni sportive 1997/98, 2002/03, 2005/06, 2006/07 e 2008/09), Asd Citt del Rubicone (che ha conseguito il primato nelledizione 2010/11), Acd Miramare, Pol. 1980, Pol. Fiorenzuola, Romagna SportLongobarda e la Longianese. Nel campionato maschile, giunto alla sua 22esima edizione - che si configura come una competizione di ampio respiro poich interessa non solo il comprensorio cesenate, ma anche territori viciniori - da registra-

re la presenza di dieci formazioni che lotteranno per il successo finale in un solo girone, con gare di andata e ritorno Sono: Circolo United, Pol. Soglianese, Circolo Tennis Santagatese, Borgorosso Lokomotiv, Pol. Savio 5-4 Fighting, Dinamo Rontagnano, Asd La Torre, Borgorosso Fc Gitani, Pol. 1980, Parkins Cesenatico (che ha conquistato il titolo di categoria nelle stagioni sportive 2003/04 e 2007/08).

Csi story | Il Centro sportivo di ieri e di oggi


Le foto storiche di questa settimana ritraggono la partita degli arbitri di calcio Csi che si disputata il 28 maggio 2004.

12 Campionato di Calcio a 7 maschile


Luned 7 ottobre inizier il campionato di calcio a 7 maschile, promosso dal comitato cesenate del Csi e giunto alla 12 edizione. Si tratta, visto il numero rilevante delle squadre partecipanti (31), e lampia rappresentanza territoriale (le societ provengono infatti non solo dal comprensorio cesenate, ma anche da quelli del Rubicone, Forl, Ravenna e Rimini), di un vero e proprio campionato romagnolo di categoria. Risultano iscritte alla competizione e suddivise in tre gironi le seguenti societ: GroccaRocca Fc, Us Pagigi, Virtus Cesena, Us Sgumb, Galaxy Forl, Romagna Sport (che ha vinto ledizione 2011/12), Pol. Osservanza 1980, Atletico Passatore, Bellaria Monte, Real Mosquito Beach, Torpedo Montecastello, Collinello Calcio 1964 I (che il campione uscente) e II, Zenit San Pietro, As San Cristoforo 1985, Ritorno Autotrasporti Bragagni, Montiano-Montenovo, Gs Santa Paola, Gp Vigne Old, Virtus Cesena Young, Gp Vigne New, San Giorgio, Virtus San Mauro Mare, Fuori Orario Caff, Bar Rinascita Cervia, Pol. San Lorenzo, Lions San Piero, Romagnano, Us I grando del Piccolo, Salumicio del Fumaiolo e Gs Ponte Pietra.

Pagina Aperta

Gioved 3 ottobre 2013

23

Il direttore risponde
Gli insegnanti di sostegno scrivono e domandano pi attenzione per tutti

LOcchio indiscreto

aro direttore, sono la portavoce di un gruppo di insegnanti di sostegno che lavora nella scuola secondaria di I grado, stanchi di essere trattati come semplici numeri, soprattutto quando a rimetterci sono alunni diversamente-abili e le loro famiglie. Come si sa i tagli ci hanno obbligato in questi anni ad avere sempre meno ore di sostegno che significa dedicarci didatticamente sempre meno agli alunni pi bisognosi, ma questanno inoltre abbiamo dovuto assistere al balletto delle cattedre e all estrema pubblicizzazione delle immissioni in ruolo massicce sul sostegno... era ora! Ma c sempre il rovescio della medaglia! Le allego una lettera che insieme a loro ho scritto con la quale abbiamo cercato di spiegare le due questioni che ci stanno particolarmente a cuore in questo momento: - lapplicazione tardiva della Sentenza n. 80/2010 della Corte Costituzionale, che questanno ha provocato non pochi disagi, visto che abbiamo dovuto lasciare i nostri alunni per spostarci su altre scuole ricominciando tutto da capo, scoprendo poi che i nostri precedenti posti erano stati messi a disposizione dei supplenti annuali; e pensare che con un piccolo cambio, ci sarebbe stata comunque l'opportunit per tutti di lavorare, salvaguardando la continuit che la cosa che pi ci preme sottolineare; - le future immissioni in ruolo che sembrano imminenti almeno per la prima tranche... ci auguriamo che prima diano la precedenza allanomala situazione riguardante il rientro nella nostra provincia di alcuni docenti che da 9-10 anni attendono il trasferimento e che temono, prima o poi, di dover tornare sulle sedi

di titolarit (io ho lavorato un anno a Modena e le assicuro che non proprio comodo comodo!) . Rispetto a tale seconda problematica, abbiamo appena inviato una lettera al Ministro e per conoscenza agli Uffici Regionale dellEmilia Romagna e Provinciale sperando che leggano il nostro messaggio e anche i sindacati hanno inviato lettere ai vertici che sono a stretto contatto con il Ministero... Speriamo bene! La eventuale pubblicazione della lettera anche in forma ridotta o di un eventuale articolo sarebbe un aiuto per far sentire pi forte la nostra voce agli uffici competenti della Regione e Provincia, ma anche per spiegare meglio alle famiglie la questione... ....i meccanismi scolastici a volte sono complicati e come tali non facili da comprendere... La saluto cordialmente. Saba Tamburini Gentilissima signora, come vede lascio spazio alla sua lettera dalla quale traspare tutta la passione che lei e i suoi colleghi mettete in ci che fate. E questo vi fa onore. Anche la vostra richiesta di continuit mi pare vada nella medesima direzione, quella della massima attenzione verso chi vi sta davanti. Non sono per nulla tecnico per quel che riguarda le questioni scolastiche. Non entro nel merito, e ci mancherebbe altro. Mi limito a sollecitare chi di dovere a mettere in campo tutto ci che possibile perch anche la scuola possa essere sempre allaltezza delle attese degli studenti e delle loro famiglie. Ognuno chiamato a dare il meglio di s, sempre e comunque, a ogni livello di responsabilit. Buone cose per tutto. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it medio. Dopo approfonditi studi, ha ideato una tecnica definita Politzer crenoterapico solfureo secondo Silimbani. Questa procedura stata accolta dal Ministero della sanit e pertanto la suddetta tecnica curativa - con tale denominazione - si attua da anni in molti centri termali italiani. Il professore era molto fiero di questa sua scoperta. Fondatore del Centro di Sordit Rinogena di Castrocaro, ha scritto numerose pubblicazioni in proposito, come pure ha fatto diverse comunicazioni durante corsi e congressi della specialit. Personalit di buona cultura umanistica e musicale (ha fatto approfonditi studi sulla sordit di Beethoven), come pure inventore a dismisura di aforismi che si divertiva da quellumorista che era - a enunciare in svariate occasioni, in attesa di una pubblicazione che non mai avvenuta, nonostante i solleciti delle persone che gli erano pi vicine. Sua moglie Laura, fedele compagna di una vita, laveva incontrata durante uno dei suoi numerosissimi pellegrinaggi a San Giovanni Rotondo. Devotissimo di Padre Pio, con cui ha avuto diversi colloqui, ha vissuto dentro lalveo della sua spiritualit, mantenendo sempre viva la fede in Dio. Rester il ricordo di un uomo pacifico e gentile, nella memoria dei suoi collaboratori e delle migliaia di pazienti a cui ha alleviato tante sofferenze. Franco Casadei

Non solo mare per i gabbiani, ma anche incursioni (e sempre pi frequenti) verso lentroterra. Nei giorni scorsi, durante le operazioni di sfalcio dellerba medica, fra Cesena e Cesenatico ci siamo imbattuti in un gruppo di gabbiani che stava banchettando in un campo, approfittando degli insetti che si alzano in volo durante lo sfalcio. Non solo pesci, dunque: i gabbiani sono di bocca buona.

Fondi destinati al sostegno scolastico


Caro direttore, ho rinunciato, come gi in passato, allutilizzo della risorsa destinata al mio gruppo consigliare, destinandola per questanno, con la terza variazione di bilancio, ad aiuti per gli alunni disabili delle scuole superiori. Stando alle linee guida del Ministero della Pubblica Istruzione, gli insegnanti di sostegno dovrebbero seguire ciascuno due alunni disabili, ma sul nostro territorio non si riesce a rispettare neppure questa proporzione, che risulta nei fatti comunque insufficiente. Mentre lUfficio scolastico provinciale sta lavorando perch a Roma vengano sbloccati nuovi pagamenti e gli insegnanti e tutti coloro che operano con questi alunni mostrano unindiscutibile professionalit e seriet, ho maturato la decisione di dare il mio contributo, alimentando il fondo istituito in Provincia allo scopo con la medesima variazione di bilancio. Cordialmente Maria Grazia Bartolomei capogruppo UdC in Consiglio provinciale Carissima Maria Grazia, prendiamo atto e pubblichiamo volentieri. Rimando anche alla lettera riquadrata di Saba Tamburini. Mi pare emerga la medesima richiesta: maggiore attenzione allinsegnamento di sostegno, ai ragazzi e alle loro famiglie, perch la scuola possa essere sempre migliore, anche in tempi di risorse assai ridotte. Cordiali saluti. Fz

Il professor Achille Silimbani esempio per medici e non solo


Nei giorni scorsi venuto a mancare il professor Achille Silimbani (nella foto), storico fondatore del reparto di Otorinolaringoiatria dellospedale M. Bufalini di Cesena negli anni Sessanta. Originario del forlivese, laureato e quindi specializzato presso lUniversit di Bologna, ha svolto il ruolo di assistente presso il reparto Orl del SantOrsola di Bologna per alcuni anni e, dopo avere acquisito la libera docenza nella specialit, divenuto primario a Cesena, dove ha esercitato per un trentennio, fino al 1992. Nel corso degli anni ha dato sempre pi lustro al reparto, circondandosi di medici (Enrico Berti, Nello Pasini e il sottoscritto) che hanno dato gradualmente impulso alla otorinolaringoiatria cesenate, in particolare nellambito della chirurgia oncologica del collo e nella chirurgia funzionale ed estetica del naso. Oltre a un buon livello assistenziale, lequipe ha creato un ottimo esempio di sinergia fra colleghi medici e personale paramedico di reparto e di sala operatoria, in un contesto di grande armonia che ha fatto dellotorinolaringoiatria di Cesena un buon esempio di reparto ospedaliero; un modello sia dal punto di vista professionale che umano. Nellambito della specialit, Achille Silimbani ha avuto sempre un profondo interesse per lo studio della sordit rinogena, cio per quella patologia delludito conseguente alle infiammazioni nasali e quindi dellorecchio

Lavori stradali di domenica


Caro direttore, nel mio consueto giro mattutino, qualche domenica fa mi sono imbattuto in un gruppo di operai intenti al rifacimento della segnaletica stradale. Confesso che la cosa mi ha un po sorpreso dal momento che non si trattava di un lavoro inderogabile. Si poteva fare anche di luned per salvaguardare la giornata festiva. So anche che non sono dipendenti comunali, ma che lavorano per una ditta esterna. In proposito mi piacerebbe sapere se sono pagati secondo contratto, ma mi piacerebbe sapere anche perch il Comune permette che si lavori di domenica e sono anche curioso di sapere cosa ne pensano i consiglieri comunale, in proposito. Grazie per l'attenzione Vittorio Savoia Cesena Carissimo Vittorio Savoia, alla sua lettera mi permetto di aggiungere unosservazione: credo che i lavori stradali di domenica vengano commissionati per non recare disagi a noi utenti. Non pensa che ci sia pi traffico in citt nei giorni feriali rispetto alle tranquille mattine domenicali popolate quasi esclusivamente di ciclisti e amanti dellaria aperta? Lintento penso sia proprio quello aiutare i pi, anche se alcuni devono rinunciare alla giornata festiva. E un po quel che accade con chi manovra i treni, pilota gli aerei, tiene aperti gli ospedali, i ristoranti, i musei, i cinema A presto. Fz

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

REPORTAGE NOTTE DI PESCA IN ALTO MARE


Nostra intervista al ministro dellagricoltura
C.I.P . - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2013