Sei sulla pagina 1di 4

DIFESA DELLA PROPRIETA (VERBO II-a Parte.

Indicativo presente dei verbi regolari ed irregolari delle tre conIugazioni)


Materiale didactice, metode, mijloace: - joc de rol / Fare la spesa (se constituie grupe. Fiecare grup i alege un tip de magazin sau un raion pe care l descrie) Primo ascolto: A1 A2: T8, T15, T19, T27, T34, T38 Pierino alle prese con un altro tema: Ci che vedi della finestra della camera. Siccome Pierino odia i temi e ha fretta dandare a giocare, scrive: Svolgimento: Dalla finestra della mia camera vedo molte cose., poi chiude il quaderno e corre dagli amici che lo aspettano nel giardino. Da un punto di vista, diciamo, filosofico, il tema svolto, perche la parola cose/lucruri comprende tutto, non esiste vocabolo che meglio di questo abbracci luniverso, con esso indichiamo tutto ci che , sia nellordine reale, sia nellordine ireale. Diciamo mangiare cose sane/mncm lucruri sntoase (invece di cibi/mncare, hrn), ho molte cose da sbrigare/am multe lucruri de fcut (invece di facende/lucru), fu una cosa meravigliosa/a fost un lucru minunat (spettacolo/spectacol), mi propose una cosa vantaggiosa/mi propuse un lucru avantajos (affare/afacere), parla di cose difficili/vorbete de lucruri grele (argomenti/subiecte), hai fatto una cosa vergognosa/ai fcut un lucru ruinos (azione), circolano molte cose sul tuo conto/circul multe lucruri despre tine (chiacchere/brfe). Da questo vocabolo tuttofare abbiamo perfino ricavato un verbo tutto-fare, di uso familiare: cosare/limba romn nu are un termen specific, prin urmare funcie de context traducem n romn cu cuvntul potrivit.: Es: Lelettroauto cosava il motorino. Electricianul auto repara motocicleta. ...per dire che eseguiva unazione tecnica. Pertanto da questo punto di vista Pierino, filosofo senza sapere, non censurabile. Lo invece (col rischio di meritarsi un brutto voto) dal punto di vista della buona prosa la quale ama s la brevit, purch non danneggi la chiarezza. Modello classico di brevit congiunta alla chiarezza il gi citato: Veni vidi vici, di Giulio Cesare. La chiarezza si raggiunge attraverso la propriet, che consiste nellindicare le cose col loro nome specifico, non generico, e lazione del predicato con un verbo pure specifico, rifugendo da ogni nebulosa approssimazione. La strada che conduce alla propriet quella analitica, dal generale al particolare. Se Pierino non avesse avuto quella maledetta fretta, svolgerebbe il tema precisando: Dalla finestra della mia camera vedo gli alberi del giardino. Questi alberi sono avvolti da molti fiori. E poi vedo tanti uccelli che volano in cielo, e di fronte alla finestra il tetto della casa vicina. Non un granch, ma meglio di prima, vero? Ora, ad unanalisi attenta notiamo che il testo ha sofferto delle piccole modifiche al livello delluso del verbo. Il testo stesso diventato, non tanto pi espressivo, ma pi chiaro ed esplicito. Prima di usare i verbi in diversi ipostasi, di passato oppure di futuro, secondo noi diventa fondamentale che Pierino, e noi stessi in fin dei conti, sappesse/sapessimo coniugare i verbi al presente. Se guardiamo e ricorderemmo dora in poi la seguente regola di formazione dellindicativo presente, direi che ci siamo messi davanti ad una porta aperta, che poi ci condurr sulla via delloratoria.

Regola: Modo Indicativo Tempo Presente RADICE + TERMINAZIONI: I-a coniugazione (-are): -o,-i,-a, -iamo,-ate,-ano II-a coniugazione (-ere): -o.-i.-e,-iamo,-ete,-ono III-a coniugazione:(-ire): -o,-i,-e,-iamo, -ite,-ono CANTARE=A CANTA canto canti canta cantiamo cantate cantano VEDERE=A VEDEA vedo vedi vede vediamo vedete vedono PARTIRE=A PLECA parto parti parte partiamo partite partono

Come in lingua rumena, pure in italiano, funziona benissimo il sintagma: Leccezione fa la regola!.... vediamo cosa hanno da dire i verbi irregolari in questo senso. Rispettano o no, la regola? Per ogni coniugazione abbiamo scelto 4 (quattro) verbi da esemplificare, forse tra i pi usati nel linguaggio parlato. I-a coniugazione: -ARE ANDARE=a merge STARE=a sta vado sto vai stai va sta andiamo stiamo andate state vanno stanno II-a coniugazione: -ERE BERE=a bea VOLERE=a vrea Bevo voglio Bevi vuoi Beve vuole Beviamo vogliamo Bevete volete Bevono vogliono III-a coniugazione: -IRE Uscire= a iei Finire=a termina Esco finisco Esci finisci Esce finisce Usciamo finiamo Uscite finite Escono finiscono DARE=a da do dai da diamo date danno POTERE=a putea posso puoi pu possiamo potete possono Capire = a nelege capisco capisci capisce capiamo capite capiscono FARE=a face faccio fai fa facciamo fate fanno SAPERE=a ti so sai sa sappiamo sapete sanno Dire=a zice dico dici dice diciamo dite dicono

Lexic: Negozio
>Negozio/magazin, Supermercato, Latteria/lptrie, Salumeria/Magazin exclusiv de mezeluri, Macelleria/Mcelrie, Panificio/Brutrie, Negozio di ferramenta/Feronerie, Profumeria/Parfumeria, Negozio dei mobili/Magazin de mobil, Rappresentanza auto, Farmacia, Negozio per elettrodomestici/magazin electrocasnice, Libreria, Edicola/chioc de ziare Reparto/raion: abbigliamento/haine, calzature/pantofi, tapetti/covoare, eletrodomestici/electrocasnice >Commerciante/comerciant, commesso,a/lucrtor comercial,comand, lattaio/lptar, macellaio/mcelar, panettiere/brutar, farmacista, giornalaio/vnztor de ziare >Prezzo, costo, percentuale/procent, sconto/discount >Merce/marf Verbi: vendere/a vinde, svendere/a vinde la un pre sub cel de pia, essere in vendita/svendita/ a fi n vnzare, a fi la reducere, essere in promozione, comprare, acquisire, offrire, ricevere/a primi, esaurire/ a epuiza, costare, fare lo sconto, scontare/ a face un discount, reducere Espresioni: essere caro/a fi scump, essere meno caro/ a fi ieftin, essere in offerta, essere a buon prezzo, prezzo alletante/pre atrgtor, abbiamo ricevuto merce/am primit marf !!!! unele forme de activitate comercial, cel puin n Romnia zilelor noastre, au disprut!!!!

Conversazione:
- Mi dia, per favore, un chilo di riso, due di farina e due di zuccherro. - Per favore, tre etti di olive verdi. - Due fette, piuttosto grosse, di mortadella. - Mi pesi, per favore, un bel pezzo di parmigiano. - Una scatoletta di filetti di acciughe, per cortesia. - Vorrei una busta di mezzo chilo di caffbe tostato (ben macinato, in grani). - Eccola servita! Desidera altro? - S, due pacchi di spaghetti ed una fiasca di vino rosso, Chianti. Pago direttamente a Lei? - No, pagher alla cassa. - La ringrazio, arrivederLa!

Esercizi: 1. Joc de rol Gioco di ruolo: Imaginati un scurt dialog: la cumparaturi Joc de rol Gioco di ruoli Mimai o activitate . Colega/colegul de banc descrie n limba italian activitatea. 2.