Sei sulla pagina 1di 9

Il Siracusa ad una svolta contro lo Sporting Viagrande

A pagina quindici www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CALCIO

Lettera aperta ad Assenza Di Mauro e Boscarino


A pagina due e mail redazione@libertasicilia.com

TACCUINO

Commissione dinchiesta
La richiesta avanzata al Ministro
EDITORIALE

domenica settembre 2013 Anno XXVI 218 Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. Mosco Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 0, 50 sabato 17 29 marzo 2012 Anno XXV N. 64 N. Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX- 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via via Mosco 51 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

Cronaca

Inquinamento nel petrolchimico: Necessaria la bonifica

Mobilitazione. Questa la paro-

La protesta di lavoratori e sindaci

di Giuseppe Bianca

Lettera

la che pu sintetizzare la settimana appena trascorsa. Proteste, sit in, assemblee da parte di lavoratori di enti pubblici che si aggiungono a quelli di imprese private ormai senza pi voce dopo i licenziamenti, ma anche di sindaci i cui comuni sono ridotti alla canna del gas. La Provincia regionale in questo periodo quella che pi delle altre sta subendo i contraccolpi dellincertezza politica e soprattutto della mancanza di liquidit. Protestano i dipendenti dellente di via Roma e la loro protesta si accavalla a quella dei lavoratori di Siracusa Risorse, che ormai da diversi mesi reclamano lo stipendio che non arriva pi puntualmente.
A pagina tre

aperta dellon. Pippo Zappulla al ministro dellAmbiente Orlando e al governatorte Crocetta a proposito delle bonifiche dei siti dismessi dellarea industriale siracusana. Qui di segito alcuni stralci della missiva. Da qualche tempo le condizioni sono mutate: sono aumentati gli investimenti in nuove tecnologie, in innovazione, in interventi strutturali in grado di ridurre sempre pi limpatto ambientale, dellinquinamento sullaria, sul mare, sul terreno. Ma molto, ancora troppo resta da fare. Sono tre, a mio avviso, i filoni di intervento.
A pagina otto

Allindomani

della pubblicazione della sentenza del Tar di Catania, con la quale viene rigettato il ricorso avanzato dalla Sai 8.
A pagina cinque

Il Sindaco Senza Sai 8 ci attrezzeremo

Presunto rapinatore tradito da corporatura e tatuaggio

La corporatura robusta, larma utilizzata ed alcuni tatuaggi hanno

tradito un presunto rapinatore siracusano, al quale stato notificato il provvedimento restrittivo. Sono stati gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa, a recapitare al domicilio di Andrea Aliano di 31 anni, lordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del tribunale di Siracusa, Alessandra Gigli. E accusato di avere messo a segno una rapina relative il 25 gennaio
A pagina sette

29 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

Signor sindaco la presente per rivolgerle linvito ad occuparsi di una questione importante riguardante una fetta non indifferente della cittadinanza, gli agenti immobiliare, lindotto che gira attorno al settore artigiani commercianti etc, e soprattutto le casse del comune di Siracusa. Stiamo vivendo un momento storico che vede il mercato immobiliare fortemente depresso a causa della crisi finanziaria che nel nostro settore si va sempre pi infittendo anche a causa della pubblicit mediatica negativa sulla casa a cui tutti i giorni assistiamo: casa uguale Tasse, Imu, tarsu etc... La questione Premesso che Siracusa negli ultimi 30 anni si sviluppata anche troppo - con lo strumento delle cooperative ragion per cui sono nate vaste aree e nuove zone come La Pizzuta, il Villaggio Miano, la zona sud di Belvedere - Tremilia, la Mazzarona etc, pertanto oggi il mercato immobiliare di Siracusa per oltre 1\3 risulta composto da case provenienti da ex cooperative. Vendere una casa ex Cooperativa, per noi Agenti Immobiliari e per i proprietari davvero impossibile poich vige la regola del prezzo imposto ovvero esiste un divieto di alienazione del bene a prezzo maggiore di quello convenzionato, e si sa che il prezzo imposto, in via normale, fortemente pi basso di quello del mercato, e di conseguenza a queste condizioni difficilmente si concludono transazioni immobiliari, in quanto Le parti giungono al seguente dilemma: o dichiarare il prezzo politico pagando in nero la differenza ed in tal caso incor-

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

29 settembre 2013, domenica

Quando a protestare sono i dipendenti pubblici


Mobilitazione. Questa la parola che pu sintetizzare la settimana appena trascorsa. Proteste, sit in, assemblee da parte di lavoratori di enti pubblici che si aggiungono a quelli di imprese private ormai senza pi voce dopo i licenziamenti, ma anche di sindaci i cui comuni sono ridotti alla canna del gas. La Provincia regionale in questo periodo quella che pi delle altre sta subendo i contraccolpi dellincertezza politica e soprattutto della mancanza di liquidit. Protestano i dipendenti dellente di via Roma e la loro protesta si accavalla a quella dei lavoratori di Siracusa Risorse, che ormai da diversi mesi reclamano lo stipendio che non arriva pi puntualmente. Ma non tanto lo stipendio a preoccupare i lavoratori (peraltro importante ai fini di garantire la dignit) quanto lassenza di prospettive future. Mancano ormai pochi mesi allo scioglimento delle province, cos come predisposto dalla legge regionale, ma il quadro continua ad essere nebuloso, incerto. Quelli che sono maggiormente preoccupati sono i dipendenti che attendono di comprendere dove saranno destinati o se per loro pu definirsi del tutto esaurita lesperienza lavorativa. Escludiamo lultima ipotesi

EDITORIALE. Settimana campale quella appena trascorsa con sitn-in e proteste

Dalla Provincia regionale a Siracusa Risorse per passare ai sindaci che marted tornano a Palermo per parlare con il Governatore

Lettera aperta di appello al sindaco di Siracusa sulla questione del prezzo imposto nella rivendita delle case ex Cooperative e relativa proposta da parte di un Agente Immobiliare.
rere nella possibilit dellaccertamento di maggior valore da parte del Fisco con una sicura e pesante della sanzione amministrativa per tutte le parti coinvolte. In realt sig. sindaco lei Capisce bene che nessuno si assume tali responsabilit pertanto gli immobili nel 99% dei casi rimangono invenduti e leconomia siracusana non partorisce quel processo virtuoso che chiamasi sviluppo perche si sa la casa non fatta solo di mattoni ma di ferro, vetro ceramiche mobili servizi etc.. La Soluzione Per i cittadini proprietari di immobili in cooperativa che intendono vendere, perch non proporre la possibilit di riscattare ed eliminare il vincolo relativo al prezzo imposto dietro pagamento di una tassa/cifra corrispondente al riscatto della propria quota di Area e delle agevolazioni a suo

tempo godute? Gi altri comuni lo hanno fatto. Ogni proprietario sarebbe ben lieto di pagare un corrispettivo in proporzione al valore millesimale del proprio appartamento. Immaginiamo Ad esempio 3-5 mila euro per appartamento e garage per migliaia di case in cooperativa potrebbe portare nelle casse del comune milioni di Euro da utilizzare per la manutenzione delle aree e delle zone interessate, e per non parlare dellindotto lavorativo che potrebbe ripartire recuperando diversi numeri percentuali in termini di Pil Siracusano che cosi restando vengono a mancare allintera collettivit. ( per chi non lo sapesse le cooperative usufruiscono di una serie di agevolazioni: pagano minori oneri di urbanizzazione, e soprattutto vengono costruite su aree spesso non di propriet delle cooperative ma assegnata dal comune per 99 anni). Giovanni Tumolo Agente Immobiliare

In foto, la protesta dei lavoratori della Provincia regionale.

perch la politica non pu commettere un cos marchiano errore, ci si chiede dav-

vero quando arriver il momento di fare comprendere a questi lavoratori e alle loro

famiglie quale sar il loro futuro. Stessa cosa per Siracusa Risorse, un organismo

nato per volere della politica che rischia di implodere con il suo centinaio di dipen-

denti. E ora che si pensi davvero ad una razionalizzazione delle spese ma anche ad un conseguente impiego del personale pubblico. Ci sono i sindaci dei comuni piccoli e grandi della provincia ma anche della Sicilia che cercano una corresponsione finanziaria dalla Regione e dallo Stato. Per tutta risposta, la Regione ha ridotto di oltre la met i trasferimenti e quelli stessi non li stanzia perch finiti nella morsa del patto di stabilit. Ci riferiamo ai 60 milioni che il presidente Crocetta si precipitato a stanziare per i comuni siciliani. Sembra proprio uno spot, perch gli stessi sindaci sostengono che quelle somme stanziate sono soggette al vincolo del patto di stabilit e quindi non utilizzabili. Marted i sindaci tornano a Palermo, stavolta per incontrare Crocetta. Anche in questo caso dobbligo un chiarimento al di l di proclami politici. Giuseppe Bianca

Emergenza sbarchi: forte preoccupazione del sindacato


Le segreterie provinciali di Cgil
Cisl Uil e Ugl esprimono forte preoccupazione per le crescenti difficolt e il disagio che sta investendo il territorio a seguito dei sempre pi frequenti sbarchi di migranti, che dal mese di maggio stanno ineteressando lintero territorio siracusano alla frequenza di uno ogni 10 ore circa. Lemergenza scritto in un documento sottoscritto dai segretari di Cgil, Paolo Zappulla, Cisl, Paolo Sanzaro, Uil, Stefano Munaf ed Ugl, Tonino Galioto , che sta comportando notevoli problematiche concernenti laccoglienza, la prima assistenza e la tutela dei minori, fin dalla prima ora stata affrontata con le sole forze del territorio, come apparso evidente anche nellultima riunione in Prefettura in data 12 settembre. Bisogna dare atto al Prefetto e al suo staff di dirigenti e funzionari di avere svolto un importante ruolo di regia e di coordinamento fra le forze in campo istituzionali e di volontariato in questo clima di emergenza e straordinariet, nella pi totale assenza di aiuti in termini di risorse umane ed economicheda parte del Governo regionale e nazionale e nella consapevolezza della difficolt -visti i flussi continui a mantenere alta la risposta nella attivazione della accoglienza. La Prefettura si impegnata sin dai primi di maggio a garantire dignitose condizioni igienicosanitarie, in collaborazione con lASP e il Comune di Siracusa, anche attraverso il coinvolgimento di Emergency e Croce Rossa, per far fronte alla difficolt di sovraffollamento nelle strutture sanitarie locali, alla mancanza di personale socio-sanitario e di kit di medicinali utili alluopo. La stessa Prefettura si fatta promotrice di incontri finalizzati a siglare un accordo insieme ad Asgi, Arci e Tribunale dei minori per sveltire liter di individuazione di tutor per i minori stranieri non accompagnati che si occupino delle loro necessit mediche, legali e di inserimento nelle strutture di accoglienza; che ha dovuto risolvere problemi legati alla accoglienza stessa, specie dei minori non accompagnati, in strutture adeguate sia per la mancanza di posti, sia per la man-

Nota congiunta dei segretari provinciali generali di Cgil, Cisl, Uil ed Ugl

29 settembre 2013, domenica

Sollecitanouna concreta azione di presenza e di sostegno del Governo nei confronti della comunit, stroncando ogni tipo di interesse ambiguo

Senza Sai 8 sapremo come attrezzarci


Allindomani della pubblicazione della sentenza del Tar di Catania, con la quale viene rigettato il ricorso avanzato dalla Sai 8 entrando nel merito della vicenda e disponendo di fatto la restituzione degli impianti ai comuni del Siracusano, si dice soddisfatto il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo e tuttaltro che preoccupato di dovere riorganizzare la gestione del servizio idrico. Il primo cittadino siracusano rievoca le battaglie in Consiglio comunale per la pubblicizzazione del servizio idrico, ma tiene i piedi per terra per quanto riguarda la fine dellintricata vicenda Sai 8. La decisione del Tar di rigettare il ricorso presentato da Sai 8 non pu che rendermi soddisfatto dice il sindaco Garozzo Sulla questione acqua pubblica del resto, oltre alle tante battaglie da consigliere comunale, abbiamo imperniato la nostra campagna elettorale. E chiaro che la consegna degli impianti al comune da parte di Sai 8 comporter un problema di riorganizzazione del servizio. Ma abbiamo gi studiato un sistema per superare la fase intermedia e transitoria, affidandoci al consorzio Ato idrico, che ingloba i ventuno comuni della provincia. Questo ci permetter di attrezzarci per il futuro. Garozzo sostiene per che con la sentenza del Tar ancora non sia stata detta lultima parola. Con la sentenza del tribunale amministrativo regionale stato consumato un passaggio importante ma non sar lultimo dice C ancora il tassello relativo al ricorso al consiglio di giustizia amministrativa che, visto com andata fino ad oggi questa paradossale vicenda, visto anche che per ogni pur minimo contenzioso c stata una corsa alla carta bollata, avremo ancora altri capitoli da leggere. Alcuni sindaci della provincia siracusana storcono il naso e si dicono preoccupati per quanto potr accadere in sede di Cga. Non sono affatto preoccupato di questo dice il primo cittadino siracusano Credo nella serenit di giudizio della Giustizia italiana e ripongo il massimo della fiducia nellorgano competente, consapevole che si possa finalmente fare luce e massima chiarezza in una questione paradossale.

Il simndaco Giancarlo Garozzo illustra leventuale scenario del servizio idrico integrato

29 settembre 2013, domenica

Ci affideremo in una prima fase al consorzio Ato idrico, che ingloba i ventuno comuni della provincia. Questo ci permetter di attrezzarci per il futuro. Ma ancora lunga

In foto, la sede della Sai 8 in viale Santa Panagia.

In foto, uno degli ultimi sbarchi avvenuto a Siracusa.

canza di copertura economica da parte dei Comuni -gi in difficolt su cui gravano tali costi ; fermo restando il ruolo di competenza di mantenimento della sicurezza e dellordine pubblico con limpegno straordinario del-

le forze dellordine. Insomma, le Istituzioni e il volontariato siracusano sono rimasti soli ad arginare l emergenza drammatica di questa catena migratoria che senza soluzione di continuit ha scelto il territorio

Doppio sbaeco di immigrati

PORTOPALO

Nuovo doppio sbarco di immigrati in provincia di Siracusa. Alle

ore 19.30 di venerd sera al molo di Portopalo di Capo Passero, scortati da una motovedetta della Guardia Costiera, sono giunti 67 migranti (di cui 18 minori), tutti di sesso maschile, provenienti dal Gambia, Mali, Senegal, Somalia e Guinea. Alle ore 4.50 di ieri mattina, invece, sono approdati a Portopalo di Capo Passero, altri 117 migranti di provenienza sub-sahariana. Per il secondo sbarco, sono ancora in corso le consuete operazioni di identificazione e foto segnalamento.

siracusano e le sue coste come meta dei viaggi della disperazione . Nessuna risposta ad oggi, n presa in carico da parte del Governo regionale e nazionale, solo passerelle sotto i riflettori accesi, esternazioni di generica solidariet o giudizi trancianti, visite e sopralluoghi, ma nessuna iniziativa volta ad accelerare procedure strutturate, n interventi volti a reperire risorse umane per lassistenza medica o economiche per sopperire alle necessit di cibo, vestiario o medicine. Le segreterie provinciali, insieme alle relative segreterie regionali, fanno appello nei confronti del governo regionale, dapprima, e poi nazionale, affinch questi si impegnino ad operare insieme in una task force che affianchi i soggetti impegnati nel territorio, per trovare le risposte necessarie a questa che divenuta una emergenza di ordine pubblico, sanitario e civile da affrontare con senso di responsabilit, nelllinteresse e a tutela dei migranti e del territorio. Sollecitiamo, dunque, una concreta azione di presenza e di giusto sostegno del Governo nei confronti delle forze sane della comunit, stroncando sul nascere ogni tipo di interesse ambiguo o di business sulla disperazione di chi si muove per bisogno.

Signor sindaco la presente per rivolgerle linvito ad occuparsi di una questione importante riguardante una fetta non indifferente della cittadinanza, gli agenti immobiliare, lindotto che gira attorno al settore artigiani commercianti etc, e soprattutto le casse del comune di Siracusa. Stiamo vivendo un momento storico che vede il mercato immobiliare fortemente depresso a causa della crisi finanziaria che nel nostro settore si va sempre pi infittendo anche a causa della pubblicit mediatica negativa sulla casa a cui tutti i giorni assistiamo: casa uguale Tasse, Imu, tarsu etc... La questione: premesso che Siracusa negli ultimi 30 anni si sviluppata anche troppo - con lo strumento delle cooperative ragion per cui sono nate vaste aree e nuove zone come La Pizzuta, il Villaggio Miano, la zona sud di Belvedere - Tremilia, la Mazzarona etc, pertanto oggi il mercato immobiliare di Siracusa per oltre 1\3 risulta composto da case provenienti da ex cooperative. Vendere una casa ex Cooperativa, per noi Agenti Immobiliari e per i proprietari davvero impossibile poich vige la regola del prezzo imposto ovvero esiste un divieto di alienazione del bene a prezzo maggiore di quello convenzionato, e si sa che il prezzo imposto, in via normale, fortemente pi basso di quello del mercato, e di conseguenza a queste condizioni difficilmente si concludono transazioni immobiliari, in quanto Le parti giungono al seguente dilemma: o dichiarare il prezzo politico pagando in nero la differenza ed in tal caso incorrere nella possibilit dellaccertamento di maggior valore da parte del Fisco con una sicura e pesante della sanzione amministrativa per

Case coop: riscatto per i proprietari contro i vincoli del prezzo imposto

LETTERA APERTA AL SINDACO

tutte le parti coinvolte. In realt sig. sindaco lei Capisce bene che nessuno si assume tali responsabilit pertanto gli immobili nel 99% dei casi rimangono invenduti e leconomia siracusana non partorisce quel processo virtuoso che chiamasi sviluppo perche si sa la casa non fatta solo di mattoni ma di ferro, vetro ceramiche mobili servizi etc.. La Soluzione Per i cittadini proprietari di immobili in cooperativa che intendono vendere, perch non proporre la possibilit di riscattare ed eliminare il vincolo relativo al prezzo imposto dietro pagamento di una tassa/cifra corrispondente al riscatto della propria quota di Area e delle agevolazioni a suo tempo godute? Gi altri comuni lo hanno fatto. Ogni proprietario sarebbe ben lieto di pagare un corrispettivo in proporzione al valore millesimale del proprio appartamento. Immaginiamo Ad esempio 3-5 mila euro per appartamento e garage per migliaia di case in cooperativa potrebbe portare nelle casse del comune milioni di Euro da utilizzare per la manutenzione delle aree e delle zone interessate, e per non parlare dellindotto lavorativo che potrebbe ripartire recuperando diversi numeri percentuali in termini di Pil Siracusano che cosi restando vengono a mancare allintera collettivit. ( per chi non lo sapesse le cooperative usufruiscono di una serie di agevolazioni: pagano minori oneri di urbanizzazione, e soprattutto vengono costruite su aree spesso non di propriet delle cooperative ma assegnata dal comune per 99 anni). Giovanni Tumolo Agente Immobiliare

29 settembre 2013, domenica

29 settembre 2013, domenica

Regione e banca tesoreria responsabili del disagio


In merito alla vicenda dei ritardi nei pagamenti degli stipendi del personale della Provincia regionale e della societ in house Siracusa Risorse intervenuto l'On. Nicola Bono, gi presidente della Provincia, che ha dichiarato: Su questa vicenda si segnalano ogni giorno di pi tentativi di controinformazione, che hanno obbiettivi ben diversi da quelli di risolvere il problema dei lavoratori di ottenere come giusto che sia gli stipendi entro il 27 di ogni mese. Per evitare ulteriore confusione, e dare a tutti i soggetti che le hanno maturate le proprie responsabilit, ritengo doveroso intervenire. Tutto nato con lo sforzo, nel dicembre 2010, di procedere alla stabilizzazione del personale articolista della provincia da parte della mia amministrazione, unica in Sicilia, insieme a quella della provincia di Palermo, ad avere portato a termine tale processo. La risposta della Regione Siciliana, che ne era obbligata per legge, fu di negare dal 1 gennaio 2011 qualsiasi pagamento della quota a suo carico degli stipendi. Si tratta di un importo di oltre sei milioni di euro l'anno che venuto a mancare e che, da quel momento, stato anticipato dalle casse della Provincia, mese dopo mese, per assicurare la piena paga ai dipendenti, ma la cui erogazione ha naturalmente determinato un progressivo esaurimento dei saldi di tesoreria che, fino ad allora la Provincia aveva virtuosamente mantenuto sempre su una media annua di oltre venti milioni di euro. A tutt'oggi la Regione ha maturato un debito di oltre 16 milioni di euro, che continua a non onorare ed per questo che la Provincia ha chiesto e ottenuto decreti ingiuntivi di pari importo, per ottenere con sentenza dell'autorit giudiziaria, ci che per via politica e amministrativa non stato possibile avere. Leggere sulla stampa ,per, le dichiarazioni di auto complimentazione per avere ottenuto 588.000 euro dalla regione appare quanto meno fuorviante, penalizzante e non risolutivo della complessa problematica. Infatti a fronte della somma di 4.288.658 euro erroneamente erogata nel 2005 dalla Regione e furbescamente incassata dall'allora Amministrazione provincia-

Lex presidente della Provincia, Nicola Bono, dice la sua sui ritardi nei pagamenti

C il sospetto che a muovere le fila delle azioni sia pi il tentativo di occultare le chiare responsabilit della Regione siciliana

Rapinatore di supermercato tradito dalla corporatura


La

Gli uomini della squadra mobile lo hanno riconosciuto anche per il tatuaggio

Marted incontro con Borsellino


arted prossimo alle ore 19, presso il Salone Borsellino, al Palazzo Vermexio di Siracusa, Salvatore Borsellino, ospite del movimento civico 734, terr una conversazione pubblica dal titolo "La trattativa Stato-mafia e le stragi del 1992 . Interverranno, tra gli altri, Fabio Granata, gi Vice Presidente della Commissione Antimafia, e Marco Ravalli, portavoce del Movimento 734. L'incontro sar preceduto da un saluto del Sindaco di Siracusa . Il Movimento civico 734 ha altres rinnovato il suo esecutivo, confermando Enzo Lentini nel ruolo di coordinatore, eleggendo Marco Ravalli, portavoce e chiamando Barbara Blundo, Mila Caldarella, Angela D'Anna, Cetty Piccione, Francesco Arizza, Antonio Carbone, Francesco Cassone, Lino Elicona, Giuseppe Giunta a far parte del direttivo .

SIRACUSA

Il suo telefono stato sottoposto ad intercettazione e da alcune conversazioni emerso un quadro ben pi complesso

In foto, la protesta dei dipendenti provinciali. le, che pi volte la Provincia ha cosa ha impedito alla regione a riconosciuto dovuta e invitato tutt'oggi di pagare le somme rela regione a decurtare dal monte sidue del 2012 e del 2013? e perdebito, la regione ha risposto con ch qualche anima bella pensa di una richiesta mai documentata di accettare il diktat di riconoscere un debito di 5.360.822 euro. La un debito non dovuto per prendifferenza di oltre un milione di dere 588.000 euro, che non coeuro tra i due importi, sottoli- prono neanche la met dei fondi neo mai giustificata, ha impedito necessari a pagare gli stipendi ed che si chiudesse la vicenda. Ma i contributi di un mese del perso-

nale provinciale e di Siracusa Risorse? E soprattutto il promesso decreto sar esigibile o dietro l'affermazione di adoperarsi per ottenere la deroga al patto di stabilit, si nasconde la trappola dell'ennesimo inadempimento? In questa vicenda sembra aleggiare costantemente il sospetto che a muovere le fila delle azioni della gran parte dei soggetti interessati sia pi il tentativo di occultare le chiare responsabilit della Regione e quindi di tutti coloro che hanno un ruolo di rappresentanza e di governo, che dovrebbe essere esercitato a garanzia dei cittadini, piuttosto che la assunzione di azioni che abbiano una concreta efficacia risolutiva. Tra queste appare incomprensibile l'assenza di qualsiasi riferimento all'insopportabile autismo della banca tesoriera che, malgrado oltre trenta milioni di decreti ingiuntivi emessi in favore dell'Amministrazione Provinciale, rifiuta la concessione di anticipazioni di cassa per fare fronte ai bisogni dell'Ente Provincia e, in ultima analisi, rimane la principale responsabile di un disagio che in un Paese normale, non condizionato dai poteri forti non sarebbe potuto accadere.

Nomine lampoalla Provincia La Regione d ragione a Marziano


Adesso
che la Regione ha confermato la giustezza delle mie affermazioni sulle nomine lampo alla Provincia regionale spero che siano adottate le relative decisioni". Lo ha detto il presidente della Commissione attivit produttive, Bruno Marziano. "Intanto ringrazio il commissario alla Provincia Giacchetti per aver approfondito la mia denuncia sulle nomine a mio giudizio illegittime di direttore generale e capo di gabinetto rivolgendosi alla Regione. Avevo ragione quando ho detto che non c'era motivo di nominare un direttore generale e un capo di gabinetto con contratto da esterno all'Ente. Ora occorre essere conseguenti - afferma Marziano - intanto procedere con l'annullamento del provvedimento che assegna l'incarico di direttore generale

CRONACA

In foto, Alessandro Giacchetti.

come dice il parere della Regione

e poi rivedere il provvedimento di incarico al capo gabinetto che illegittimo perch redatto sottoforma di assunzione dio un dirigente esterno. Invece il capo di gabinetto dipendente dell'Ente non pu essere contrattualizzato come dirigente esterno. Il commissario Giachetti rivolgendosi alla Regione ha dimostrato di avere rispetto per l'istituzione che rappresenta - ha concluso il parlamengare regionale siracusano - . A questo punto mi chiedo non sarebbe stato meglio, piuttosto che sottoporre al commissario come un fulmine, immediatamente, queste due nomine ragionare su una governance condivisa alla Provincia senza cos creare tensione e dissenso tra i dipendenti facendo cos sentire tutti partecipi nel percorso di riforma?".

corporatura robusta, larma utilizzata ed alcuni tatuaggi hanno tradito un presunto rapinatore siracusano, al quale stato notificato il provvedimento restrittivo. Sono stati gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa, a recapitare al domicilio di Andrea Aliano di 31 anni, lordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del tribunale di Siracusa, Alessandra Gigli. E accusato di avere messo a segno una rapina relative il 25 gennaio del 2012 ai danni del supermercato Simply di viale Tisia. Luomo si trovava gi agli arresti domiciliari perch ritenuto responsabile, insieme ad un polacco, della rapina ai danni della sala Bingo di via Simeto a Siracusa, consumata nel luglio dello scorso anno. Lepisodio della rapina al supermercato risale alle prime ore della mattinata del 25 gennaio dello scorso anno, quando tre individui, col volto travisato, armati di fucile, pistola e coltello, hanno fatto irruzione allinterno del supermercato Simply di viale Tisia. Hanno rinchiuso tutti i dipendenti allinterno di un locale ed hanno costretto il direttore ad aprire la cassaforte. In quella circostanza, i rapinatori si sono impossessati del denaro contenuto per oltre 11 mila euro. Dalle dichiarazioni delle vittime della rapina, emerso il profilo di uno dei rapinatori che era di corporatura robusta

In foto, banditi in azione al supermercato Simply di viale Tisia.

con alcuni tatuaggi che hanno indirizzato gli investigatori verso lAliano, che era gi noto agli ambienti giudiziari. Il suo telefono stato sottopo-

sto ad intercettazione e da alcune conversazioni emerso un quadro ben pi complesso della vicenda. Gli investigatori si sono trovati al co-

spetto di un traffico di sostanze stupefacenti che Aliano ed altre persone al momento soltanto indagate a piede libero, finanziava attraverso il

bottino delle rapine. Tra gli ulteriori indizi, larma, una pistola la stessa utilizzata nelle due rapine che avrebbe consumato lindagato.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Bonifica dellarea industriale Lettera al Ministro Orlando


Lettera
aperta dellon. Pippo Zappulla al ministro dellAmbiente Orlando e al governatorte Crocetta a proposito delle bonifiche dei siti dismessi dellarea industriale siracusana. Qui di segito alcuni stralci della missiva. Da qualche tempo le condizioni sono mutate: sono aumentati gli investimenti in nuove tecnologie, in innovazione, in interventi strutturali in grado di ridurre sempre pi limpatto ambientale, dellinquinamento sullaria, sul mare, sul terreno. Ma molto, ancora troppo resta da fare. Sono tre, a mio avviso, i filoni di intervento e di fatto contestuali: intanto quello del risanamento e della bonifica dei danni e dei profondi guasti prodotti al territorio, il secondo riguarda gli investimenti importanti che devono essere realizzati dalle grandi industrie presenti nel territorio in grado di elevare la sicurezza degli impianti e di eliminare limpatto negativo sullambiente con prodotti sempre pi di qualit e competitivi, il terzo quello di rafforzare il quadro normativo sulle sostanze da monitorare e sulla capacit di realizzare i giusti controlli pubblici. Ebbene c urgenza di intervenire su tutti e tre i livelli. Mi rivolgo in primo luogo alle committenti presenti nellarea industriale siracusana. Per evitare il processo di deindustrializzazione e lidea malsana che per impedire linquinamento lunica soluzione quella di chiudere le industrie c solo un modo: la loro responsabilit al servizio del territorio, manutenzioni ordinarie e straordinarie adeguate, informazioni puntuali alle istituzioni e alle organizzazioni sindacali e sociali, uno sviluppo industria ecosostenibile. Non tutte le Industrie operano in tal modo e non sempre questo avviene e sta avvenendo. Le popolazioni di Siracusa, Melilli, Priolo, Augusta e non solo ormai da mesi denunziano cattivi odori, emissioni di gas nocivi, problemi respiratori, incidenti anche morali sul lavoro e altro ancora. Stillicidio quotidiano di denunzie e di proteste che non trovano riscontro sia in termini di adeguati interventi per impedire il perpetrarsi di simili feno-

Lha scritta il deputato nazionale Pippo Zappulla che si rivolge anche al governatore Crocetta

29 settembre 2013, domenica

vita di Quartiere

29 settembre 2013, domenica

La potatura da parte della ditta Igm di una siepe che ostruiva da tempo la visuale restituisce sicurezza. Il presidente della circoscrizione ringrazia

Risanamento e bonifica dei danni; investimenti da parte delle grandi industrie; rafforzare il quadro normativo sulle sostanze da monitorare

In foto, la zona industriale siracusana.

meni ma anche il drammatico e insopportabile silenzio sulle reali cause e responsabilit. Cos non si va da nessuna parte. Esistono le tecnologie per interviene sulle cause, si investa ancora di pi sugli impianti, si renda meglio lindustria al servizio della qualit della vita dei cittadini e dei lavoratori. Chiedo, in tal senso, al Ministro di nominare con carattere di obiettiva urgenza un commissione dinchiesta tecnica per verificare origini e responsabilit di quanto sta accadendo nellarea industriale siracusana. Questa richiesta per affrontare lemergenza dei miasmi , dei cattivi odori e dei gravi problemi respiratori, delle continue nubi tossiche che si sprigionano ormai ogni notte dagli stabilimenti industriali. Ma rimane aperto e insoluto il grande e strategico tema del risanamento e delle bonifiche. Un processo avviato gi nel 1995 con la definizione del Piano di Disinquinamento e Risanamento Ambientale delle aree ad altro rischio industriale della Sicilia e poi nel 2008 con la sigla presso il Ministero dellAmbiente dellAccordo di programma sulle bonifiche nellarea industriale siracusana. Opere importanti in s e fondamentali per liberare aree per nuovi insediamenti di piccole e medie imprese con produzioni

ecosostenibili. Lidea era e rimane quella di risanare il territorio e realizzare un grande distretto industriale dellambiente e delle produzioni ecosostenibili in un processo di continua ricerca sul terreno delle nuove tecnologie industriali e della cancellazione di ogni problematica ambientale. Tutto detto e financo scritto nelle intese e negli accordi di programma della chimica siglato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri il 22 dicembre del 2005 e con lo stesso Accordo di Programma sulle bonifiche del 2008 e successive modifiche ed integrazioni nel 2009. Dove sono andati a finire i 700 milioni di euro previsti per le opere? E di questi i primi 120 stanziati e pomposamente proclamati mediaticamente dal precedente governo nazionale e regionale dove sono? Solo per giusta memoria rammento che laccordo di programma del novembre 2008 prevedeva la bonifica e la riqualificazione ambientale del sito di Priolo per favorire lo sviluppo del tessuto produttivo nei territori Sin ( Sito dinteresse nazionale), per sostenere la realizzazione dellhub portuale di Augusta. E ancora : messa in sicurezza e bonifica delle acque di falda, messa in sicurezza e bonifica dei suoli e delle falde delle aree pubbliche, bonifica degli arenili e dei sedimenti delle aree

portuali e marino costiere, e altro ancora. Insomma opere strategiche per il territorio e le comunit locali. Caro Ministro E Caro Presidente, avete assunto quelle responsabilit da troppo poco tempo per addebitarvi particolari responsabilit ma, per evitarvi di essere accusati di puro continuiamo con il passato, Vi chiedo di attivare immediatamente una task force sulle bonifiche presso il Ministero dellAmbiente. Al ministro. Colgo loccasione per reinvitarla ad essere presente proprio nella provincia di Siracusa incontrando le parti sociali e le istituzioni possibilmente entro il mese di ottobre. La gente, i cittadini, i lavoratori ci chiedono se il Ministero e il Ministro con noi o un nostro avversario. Io ed altri sosteniamo di avere grandi alleati nel Ministro Orlando e nel Presidente Crocetta, nella difficile opera di bonifica e per affermare la necessaria compatibilit tra salute, ambiente e industria sostenibile. Ma se passa ancora del tempo verr sempre pi difficile da parte nostra e mia essere credibile. E lo dico a Lei caro Ministro cos come al Presidente della regione Crocetta, in tal caso, io star dalla parte della mia comunit e delle organizzazioni sindacali se sar costretta alla protesta, alla denunzia e alla mobilitazione.

n via modica pulizia all'incrocio con viale Scala Greca. Ennesima soddisfazione dopo una mia sollecitazione di intervento in Via Modica per la sicurezza stradale. Dopo anni stando a fondate testimonianze dei residenti in zona - che non si vedeva il segnale di prescrizione di obbligo di arresto allincrocio (il cosiddetto "Stop" nel parlare comune) che immette Via Modica su Scala Greca, segnale coperto dai rami

Tiche: Intervento notturno di pulizia allincrocio Via Modica-Scala Greca


e sterpaglia sporgenti dall'ormai chiuso Hotel Helios, ultimamente si registrato un importante intervento notturno di potatura e diserbo da parte dalla ditta Igm che ha ripristinato la visuale della segnaletica verticale e dato una evidente ripulita all'area. La circoscrizione ringrazia di cuore a nome dei residenti e delle tante persone che giornalmente percorrono Via Modica, dove insiste l'Istituto Insolera, l'assessore all'ecologia Francesco Italia. Da elogiare in particolare i rappresentanti della ditta Igm di Siracusa, vale a dire i signori Roberto Dicembre, Corrado Piazzese e gli operatori che hanno contribuito alle operazioni, sempre cordiali, disponibili e che giornalmente cercano di rendere pi vivibile e pulita la nostra citt, ottemperando alle innumerevoli richieste di intervento. A rappresentare gli elogi, in prima istanza, il vicepresidente della circoscrizione Tiche Santi Denaro. Tiche (Tyche, o Ticha) il nome di una delle circoscrizioni pi importanti e storiche della citt greca di Siracusa. Era infatti un quartiere residenziale dell'antica polis. Il suo nome che in greco significa fortuna, deriva per Cicerone dalla presenza di un tempio dedicato alla dea Fortuna; ne parla anche Diodoro. Probabilmente si trovava vicino alle Latomie dei Cappuccini. Secondo Diodoro fu fortificata inizialmente nel 463 a.C. (delle mura c' ancora un gradino, chiamato "muro di Gelone"). Oltre a Tiche e Neapolis esistevano anche il quartiere di Acradina e il nucleo pi antico dell'isola di Ortigia. Attualmente la sesta circoscrizione cittadina in cui suddivisa la citt di Siracusa. Situata nella zona nord-est, le tracce archeologiche sono interamente coperte dalle costruzioni successive.

l consigliere comunale Salvo Sorbello ha rivolto al Sindaco di Siracusa uninterrogazione per conoscere quali progetti siano stati presentati alla Regione Siciliana per chiedere il finanziamento dei cantieri di servizio per disoccupati ed inoccupati, che riceveranno una retribuzione per tre mesi. Il bando relativo risale al 22 agosto e, stando alle affermazioni dello stesso consigliere comunale Salvo Sorbello, nulla stato fino ad oggi reso noto sulle opere che si intendono realizzare e sui criteri di scelta delle stesse. Un coinvolgimento delle istituzioni e delle associazioni che operano nella nostra citt commenta Salvo Sorbello - sarebbe certamente stato auspicabile ed avrebbe garantito un minimo di trasparenza. Speriamo che nella fase di reperimento dei lavoratori da impiegare nei cantieri ci sia una informazione pi ampia. Si parla di "solidariet sociale" in riferimento ad attivit svolte dalle istituzioni per sollevare persone costrette ai margini della societ a causa di problemi economici (disoccupati, sottostipendiati, pensionati etc.) o di altro genere (malati, invalidi, stranieri immigrati etc.). La solidariet, quando viene esercitata durante il tempo libero dai singoli cittadini o da cittadini riuniti in associazioni no-profit, assume il nome di volontariato, attivit civile regolata da leggi concernenti le organizzazioni non lucrative di utilit sociale.

Citt: Cantieri di servizio per inoccupati e disoccupati ancora fermi al palo

10

29 settembre 2013, domenica

Come difendersi da-

Assicurazioni: Occhio alle truffe

Un fenomeno che sul piano nazionale miete migliaia di vittime lanno

S. Lucia: Tornano i concerti AGIMUS


29 settembre 2013, domenica

11

gli abusivi del settore assicurativo, dalle compagnie fantasma, i finti intermediari senza iscrizione al registro della Camera di Commercio e senza partita Iva? Dai procacciatori di polizze in saldo senza regole e senza costi. Un fenomeno in crescita dunque di cui risultano vittime da un lato milioni di cittadini dallaltro centinaia di subagenti onesti che di questo lavoro vivono. Per questo sono stati insieme per la prima volta agenti, i broker, intermediari da un lato e le associazioni di consumatori dallaltro per affrontare il delicato tema Il sub agente tra Ivass e intermediazione abusiva che ha avuto il titolo al Secondo Meeting nazionale Ulias, lunione liberi intermediari di assicurazione. Ad intervenire Sebastiano Spada, presidente

Prossimo lontano e prossimo vicino


Sfogliando un buon dizionario agevole apprendere che secondo la concezione ed il linguaggio dei cristiani, il prossimo indica ogni persona e tutto il genere umano, amici e nemici, considerato come una sola, grande famiglia di fratelli in Cristo. Volontariato e prossimo sono termini inscindibili, soprattutto quando si pratica lottima scelta di dedicarsi agli altri. Intervenire energicamente, anche tramite i Centri di assistenza, per agevolare le necessit dei bisognosi o dei sofferenti, non soltanto volere utilizzare efficacemente il proprio tempo libero, ma concedere un tangibile sollievo alla nostra intima esigenza di condividere i problemi altrui, con una partecipazione veramente attiva e disinteressata. Se valutassimo con pi attenzione i disagi dellumanit che ci circonda, comprenderemmo che essi sono veramente incalcolabili. Concorrere a risolverli o perlomeno ad alleviarli, anche soltanto con lefficacia della nostra buona volont, oltre che rasserenare un tantino la nostra coscienza, potrebbe farci emigrare in una dimensione diversa dalla nostra consueta e talvolta mediocre quotidianit. Troppo spesso, seppure con la massima dedizione, indirizziamo le nostre premure verso realt importanti e impegnative alquanto distanti, per, dal nostro abituale universo personale, gremito di contesti ugualmente rilevanti, ma forse da noi inconsciamente esclusi. Assorbiti del tutto dal nostro altruismo destinato ai disagiati lontani, non intuiamo di trascurare le urgenti evidenze di chi ci sta accanto. Tanti nostri vicini, magari anziani o infermi, potrebbero condividere serenamente qualche briciola delle nostre intense giornate, se volgessimo la nostra disponibilit a loro vantaggio. Chiss se ritroveremo il gusto, forse mai assaporato pienamente, di una cortese visita o di una telefonata, magari destinata a qualche nostro parente, ormai tale soltanto per delle sterili annotazioni anagrafiche. Sarebbe anche utile sollecitare discreti ragguagli sulla sua salute, i suoi eventuali bisogni, le sue attuali condizioni di vita, o addirittura apprendere se il suo essere fa ancora parte dei viventi su questa terra. Totalmente appagati dal sostegno ai lontani, alimentiamo il disinteresse per il nostro prossimo pi vicino, che continua a sfiorare la nostra ostinata e inefficace distrazione. Oltremodo entusiasti di poter attuare i nostri ambiti progetti, forse alla fine riceveremo un insperato aiuto dalla Provvidenza, sempre prodiga nellappianare le difficolt di quel nostro prossimo, talmente vicino a noi da essere stato del tutto ignorato. Nessun gioco di parole, soltanto unintensa delusione. Ci sorregge, per, la speranza di poter rimuovere, prima o poi, quanto ci trattiene dal sottrarci al gorgo della nostra pur dinamica routine.

Riprende, dopo la pau-

Ad esibirsi in viale Regina Margherita il chitarrista messicano Jos Miguel Suarez Carreola
2007 ha ottenuto il primo posto al Concurso Internacional Virtuosismo Guitarrstico del Festival Internacional de Guitarra de Morelia (Messico) e al Festival de Guerrero ha ricevuto menzioni speciali per la migliore interpretazione delle opere Tambourin, 2 movimento della Sonata per chitarra del compositore messicano A. Luna, e Taxco por siempre del compositore argentino J. Falu, che hanno fatto parte della giuria. E 'stato insignito dei riconoscimenti di seguito elencati: "Medaglia di benemerenza Ixtlahuaquense onore" concesso dal governo di Ixtlahuaca; "Presea Accademico Merit", assegnato dal Conservatorio; "Medaglia di benemerenza alla traiettoria artstica e profesional concessa dalla Universita de Ixtlahuaca. Ha fatto quatro produzioni musicali in Messico e la Polonia, e ha collaborato con presentazioni di Radio e TV per lo Stato del Messico, Morelos e Michoacan. Come

Il primo degli appuntamenti in agenda in nota per stasera alle 19,00 allistituto musicale Privitera

In foto, un contrassegno assicurativo scaduto. nazionale Ulias, Mas- nale, fornendo nel fe. La responsabilisimo Congiu, presi- corso dellincontro i t civile autoveicoli dente nazionale Una- dati relativi allabusi- (o Rca, o Rc Auto), pass, Luigi Viganotti, vismo professionale. n e l l ' o r d i n a m e n t o presidente nazionale Lesercizio di fatto giuridico italiano, si Acb, Marco Recchi, (abusivo) dellattivit riferisce alla responVice presidente Kon- assicurativa altera la sabilit giuridica per sumer Italia, Angela regolare concorrenza i rischi, avverso il Occhipinti, esecu- sul mercato, perch quale obbligatorio tivo nazionale Sna. le imprese non auto- garantirsi presso una Concluder i lavori rizzate non affronta- compagnia di assiculavvocato Milena no i costi del rispetto razioni autorizzata, Ciarci, fiduciario delle regole e si pre- derivanti dalla evenUlias. Un tema deli- sta con maggiore fa- tuali danni cagionati cato quello che i sub cilit anche al compi- a persone o cose, a agenti Ulias hanno mento di reati come causa della circoladeciso di portare levasione fiscale, il zione di autoveicoli allattenzione nazio- riciclaggio, le truf- su strada. La compagnia assicuratrice ha, a sua volta, obbligo a contrarre pagamento con tutti i possessori di veicoli a motore in circolazione nel territorio italiano, al fine di risarcire eventuali danni cagionati a terzi. Le polizze responsabilit civile auto in Europa sono spesso associate al meccanismo del bonus-malus. Il mercato viene segmentato per area geografica, et, anni di conseguimento della patente, tipologia di veicolo assicurato, in base all'entit e frequenza degli incidenti. In particolare quest'ultimo parametro, che solo uno degli indicatori che portano alla determinazione del premio, viene espresso secondo una scala costituita da varie posizioni, che possono essere perse o guadagnate dall'assicurato in base al numero dei sinistri.

sa estiva, la stagione concertistica dellAgimus di Siracusa,con un appuntamento di caratura internazionale. Si tratta del chitarrista messicano Jos Miguel Suarez. Perfezionatosi in Messico, Cuba e Olanda con i pi grandi concertisti del mondo, Nellaprile 2007 ha ottenuto il primo posto al Concurso Internacional Virtuosismo Guitarrstico del Festival Internacional de Guitarra de Morelia (Messico) e al Festival de Guerrero. Come solista ha suonato con l'Orchestra Giovanile Nazionale dello Stato del Messico, Orchestra Sinfonica Swientokrzyskie in "Witold Lutoslawski" Radio Polacca, nel V Festivale de la chitarra di Varsavia, diretto da Wojciech Rodek. Ha effettuato tourne esibendosi in concerti e festival musicali chitarra da vari stati della Repubblica Messicana, Cuba, Spagna, Svizzera, Italia, Polonia, Francia e Venezuela. Nel dicembre 2009 Jos Miguel stato colpito da una

terribile condizione neurologica chiamata distonia focale, che gli ha impedito i movimenti coordinati con la mano sinistra. Nel novembre 2011, dopo lunghe e faticose cure, ha ripreso normalmente la sua carriera concertstica con un giro di concerti in Venezuela e, recentemente in Germania. Durante il concerto, fissato per domenica 29 settembre alle ore 19 allIstituto Musicale Privitera,

presenter alcuni brani di autori messicani, inseriti nel suo ultimo lavoro discografico. Questa recensione descrive questo giovane chitarrista, originario di Ixtlahuaca (Messico), nato il 4 luglio 1985, ha studiato al Conservatorio Stato del Messico con R. Escobar e si perfezionato frequentando master class e corsi in Messico, Cuba e Olanda con i pi grandi concertisti del mondo. Nellaprile

solista ha suonato con l'Orchestra Giovanile Nazionale dello Stato del Messico, Orchestra Sinfonica Swientokrzyskie in "Witold Lutoslawski" Radio Polacca, nel V Festivale de la chitarra di Varsavia, diretto da Wojciech Rodek. Ha tourne esibendosi in concerti e festival musicali chitarra da vari stati della Repubblica Messicana, Cuba, Spagna, Svizzera, Italia, Polonia, Francia e Venezuela. Nel dicembre 2009 Jos Miguel stato colpito da una terribile condizione neurologica chiamata distonia focale, che gli ha impedito i movimenti coordinati con la mano sinistra. Nel novembre 2011, dopo lunghe e faticose cure, ha ripreso normalmente la sua carriera concertstica con un giro di concerti in Venezuela. Jos Miguel Suarez Carreola maestro in esecuzioni piene di contrasti, segnate da vertiginose sequenze ritmiche e la delicatezze sottili di armoniche combinazioni tra precisione tecnica ed eloquenza interpretativa.

LAnas pubblicher il relativo bando di gara per laffido dei lavori sulla gazzetta ufficiale di domani

omani, luned 30 settembre 2013 in Gazzetta Ufficiale un bando di gara da 1 milione e 100 mila euro per i lavori di realizzazione di barriere fonoassorbenti in tratti saltuari della Tangenziale di Catania. LAnas pubblicher quindi sulla Gazzetta Ufficiale di luned 30 settembre 2013, il bando di gara per laffidamento dei lavori di realizzazione di barriere fonoassorbenti sui tratti della Tangenziale di Catania allaltezza della bretella dello svincolo di San Gregorio al km 0,350, tra il km 2,750 e il km 2,900 e tra il km 3,700 e il km 3,900. Lappalto prevede un investimento complessivo di oltre 1 milione e 100 mila euro. Il termine stabilito per lesecuzione dei lavori di 180 giorni naturali e consecutivi dalla data del verbale

Viabilit: Appalto per barriere fonoassorbenti

di consegna dei lavori. Per tutte le gare dappalto le domande vanno fatte pervenire ad Anas Societ per Azioni Direzione Regionale per la Sicilia, Ufficio Organizzativo Gare Alcide De Gasperi 247, 90146, Palermo. Per informazioni dettagliate su tutte le gare dappalto possibile consultare il sito internet www.stradeanas.it.

L'Anas, il cui nome l'acronimo di Azienda Nazionale Autonoma delle Strade, una societ per azioni italiana, di propriet statale, avente per unico socio il Ministero dell'Economia e delle Finanze.. Essa, sotto la vigilanza tecnica e operativa del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, gestisce la rete stradale ed autostradale italiana di interesse

nazionale. L'azienda stata istituita con il d.lgs 27 giugno 1946 n. 38 ("Istituzione dell'Azienda Nazionale Autonoma delle Strade Statali (Anas).") sulle ceneri dell'Azienda Autonoma Statale della Strada (Aass) che gestiva la rete stradale italiana dal 1928. Nell'immediato dopoguerra, al principio degli anni cinquanta, l'Anas dovette far fronte ad una situazione grave, principalmente dovuta ai danni della seconda guerra mondiale, con la maggior parte delle infrastrutture viarie distrutte o danneggiate. La rete autostradale, ad esempio, era di soli 300 km ed ebbe bisogno di molti capitali e di molti anni di lavoro per giungere ai suoi primi 5 mila km nel 1975; la rete stradale invece era di 21.146 km, in gran parte da controllare e da ricostruire.

12

La delega fiscale, approvata in prima lettura dalla Camera, contiene indirizzi importanti, ma non crea le condizioni per una riduzione della pressione fiscale in tempi brevi. Le aspettative, che aveva legittimamente generato, rimangono in parte deluse soprattutto poich si deciso di destinare le risorse recuperate dallevasione fiscale, in via prioritaria, alla riduzione del debito pubblico e non alla riduzione della pressione fiscale, cos come sarebbe necessario. Lalleggerimento della tassazione sulle imprese e sul lavoro un presupposto irrinunciabile per consentire il cambio di fase delleconomia italiana. Lo si legge in un comunicato di Rete Imprese Italia. Il testo sottolinea Rete Imprese Italia nel corso del primo passaggio parlamentare stato arricchito di contenuti positivi, come gli incentivi alla fatturazione elettronica a fronte di una riduzione di adempimenti ed una rivisitazione della tassazione nel caso di cessione dimpresa a titolo oneroso per ridurre un eccessivo carico fiscale che ha bloccato, di fatto, i passaggi di imprese. Del ddl delega continua il comunicato apprezziamo in particolare la volont di rendere neutra, rispetto alla forma giuridica, la tassazione dimpresa; di rivedere in maniera sistematica gli adempimenti e i regimi fiscali in unottica di semplificazione; di fornire nuovi indirizzi in materia di riscossione coattiva e di riforma del sistema sanzionatorio. Ci aspettiamo, adesso, che il passaggio del testo al Senato consenta di accogliere conclude la nota di Rete Imprese Italia anche la richiesta di riconoscimento di un credito dimposta per

Rubrica a cura della Confesercenti di Siracusa


ne fiscale in tempi brevi. Le aspettative, che aveva legittimamente generato, rimangono in parte deluse soprattutto poich si deciso di destinare le risorse recuperate dallevasione fiscale, in via prioritaria, alla riduzione del debito pubblico e non alla riduzione della pressione fiscale, cos come sarebbe necessario. Lalleggerimento della tassazione sulle imprese e sul lavoro un presupposto irrinunciabile per consentire il cambio di fase delleconomia italiana. Lo si legge in un comunicato di Rete Imprese Italia. Il testo sottolinea Rete Imprese Italia nel corso del primo passaggio parlamentare stato arricchito di contenuti positivi, come gli incentivi alla fatturazione elettronica a fronte di una riduzione di adempimenti ed una rivisitazione della tassazione nel caso di cessione dimpresa a titolo oneroso per ridurre un eccessivo carico fiscale che ha bloccato, di fatto, i passaggi di imprese. Del ddl delega continua il comunicato apprezziamo in particolare la volont di rendere neutra, rispetto alla forma giuridica, la tassazione dimpresa; di rivedere in maniera sistematica gli adempimenti e i regimi fiscali in unottica di semplificazione; di fornire nuovi indirizzi in materia di riscossione coattiva e di riforma del sistema sanzionatorio. Ci aspettiamo, adesso, che il passaggio del testo al Senato consenta di accogliere conclude la nota di Rete Imprese Italia anche la richiesta di riconoscimento di un credito dimposta per gli oneri legati a nuovi adempimenti che dovessero essere imposti al sistema delle imprese

Fisco, la Camera approva la delega al Governo per la riforma del sistema


29 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

Per Rete Imprese Italia sono indirizzi importanti, ma serve la riduzione della pressione fiscale
finalizzati unicamente ad la pressione fiscale. attivit di controllo. Cercando le risorse in quella miniera di spese IVA: Se si vogliono pubbliche improduttirianimare rapidamen- ve che finora nessuno te i consumi lunica ha avuto il coraggio di strada bloccarne svuotare. laumento Nelle discussioni di que- Una stangata sui carsti giorni sta nascendo buranti: 5 interventi un madornale equivoco: in meno di 3 anni, che lo stop allIva sia al- accisa aumentata del ternativo ad una saggia 46% sul gasolio e del riduzione delle tasse sul 29% sulla benzina lavoro. In realt assai Aumentare laccisa non semplice constatare che pu essere la soluzione se si vogliono rianimare a tutti i mali del Paese, i consumi rapidamente dalla crisi libica allIVA. lunica via quella di Basta far cassa sui evitare laumento di carburanti, abbiamo unIva gi troppo alta. gi dato: in nemmeno Cos, in una nota, il vice tre anni laccisa stata presidente di Confeser- rialzata gi 5 volte, arricenti Massimo Vivoli fa vando ad aumentare di chiarezza sulla questio- quasi il 46% sul gasolio, ne Iva. Altre operazioni, del 29% sulla benzina e come quella eventuale del 17% sul gpl. Cos, e certamente seria sul in una nota, Martino cuneo fiscale continua Landi presidente di Vivoli non potranno mai Faib-Confesercenti, il dare risultati immediati, pi grande sindacato di perch non possono gestori carburanti dItarisolversi positivamente lia commenta lipotesi con interventi di appena di un nuovo ritocco, 1-3 miliardi, mentre si ovviamente verso lalto, dimentica che molti citta- dellaccisa sui carburandini hanno sacrificato in ti. Aumenti del genere questi anni di crisi quote danneggiano i consudei loro risparmi, e di matori, che si vedono conseguenza userebbe- costretti a tagliare sui ro parte degli eventuali rifornimenti, ma fanno benefici per ricostituire male anche alle attivit proprio quel risparmio produttive e ai gestori eroso dalla recessione degli impianti di rifornicon effetti ancor pi mento. Negli ultimi anni modesti sui consumi. la vendita di carburanti Lunica via quella di crollata del 30% sulla fermare un aumento rete stradale ordinaria e dellIva che, a parit di del 50% su quella autoreddito disponibile, sco- stradale; ed i gestori, che raggerebbe ancora di pi incassano sempre e coi consumatori, colpendo munque solo 4 centesimi le imprese che operano a litro, si trovano in una sul mercato interno ed situazione paradossale: allontanando la ripresa, guadagnano di meno mentre a farne le spese per il calo di vendite, ma saranno ancora una incassano di pi per lauvolta loccupazione e le mento dei prezzi. Soldi Pmi. Sul fisco non serve che devono tutelare la teatralit di richieste con grandi rischi, come perentorie. Serve un molte volte purtroppo tavolo con il Governo stato dimostrato dalla al quale le parti sociali cronaca per poi girarli portino le loro proposte a Stato e compagnie per una riorganizzazio- petrolifere. Non ci stiamo ne efficace e realistica pi: in Italia paghiamo di tutta la materia, con gi i carburanti pi cari lobiettivo di far calare dEuropa. Il tasso di occupazione delle donne in Italia insoddisfacente. Moria di imprese al femminile In Italia abbiamo un tasso di occupazione femminile assolutamente insoddisfacente: lo ha detto il ministro del lavoro e delle politiche sociali Enrico Giovannini, a New York per partecipare allAssemblea Generale delle Nazioni Unite. Commentando gli ultimi dati del Fondo Monetario Internazionale sul mondo del lavoro rosa, Giovannini ricorda di aver annunciato la costituzione di un gruppo di lavoro con lobiettivo di migliorare la conciliazione tra lavoro e tempi di vita delle donne, che in Italia un tema particolarmente sentito. Per quanto riguarda leducazione le donne hanno non solo raggiunto gli uomini ma anzi ottengono risultati anche migliori continua Dopo di che c una barriera allentrata, una segregazione, perch molto dellaumento del tasso di occupazione femminile, che pure c stato in questi anni, dovuto alla presenza in settori che avevano gi unalta intensit di donne. Il numero di donne nella forza lavoro resta al di sotto di quello degli uomini: le politiche fiscali e di spesa dei governi, cos come le regole del mercato del lavoro, possono essere riformate per spingere loccupazione femminile.Cos ieriil direttore generale del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, sottolineando che laumento della partecipazione femminile sul mercato del lavoro si tradurrebbe in benefici per tutti. Esprimiamo soddisfazione per le pa-

29 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

13

gli oneri legati a nuovi adempimenti che dovessero essere imposti al sistema delle imprese finalizzati unicamente ad attivit di controllo. Approvata in prima lettura alla Camera la legge delega al governo per la riforma del sistema fiscale. Lesecutivo avr 12 mesi di tempo per adottare i relativi decreti legislativi, ma almeno uno degli schemi di decreto dovr essere deliberato in via preliminare dal Consiglio dei ministri entro quattro mesi dalla data di entrata in vigore della delega. Tra le norme delegate stata introdotta una riforma del catasto, basata sulla determinazione del valore delle abitazioni non pi sul numero dei vani ma sui metri quadrati e riferita al valore di mercato e una regolazione pi stringente sulle sale giochi. Predisposto anche un monitoraggio dellevasione fiscale e la presentazione da parte del Mef di un rapporto annuale sulleconomia e sullevasione fiscale e contributiva. Viene

previsto poi dalla Camera che le maggiori entrate derivanti dalla lotta allevasione fiscale e allerosione fiscale debbano confluire nel Fondo per la riduzione strutturale della pressione fiscale al netto delle spese per ridurre il deficit del debito pubblico e si introduce una nuova disciplina, pi garantista per i contribuenti, sullabuso dei diritto e lelusione fiscale. Il governo stato demandato inoltre a delineare una nuova forma di gestione del rischio fiscale e della governance aziendale, la rateizzazione dei debiti tributari, la revisione della disciplina degli interpelli e incentivi sotto forma di minori adempimenti alla compliance fiscale. Delega al governo anche per la revisione degli adempimenti superflui o che diano luogo a duplicazioni e che risultino di scarsa utilit per lamministrazione finanziaria. Rivisto il sistema sanzionatorio amministrativo e penale con una depenalizza-

zione dei reati minori. Inoltre, si dispone la semplificazione dei centri di assistenza fiscale e degli intermediari fiscali, con il potenziamento dellutilizzo dei sistemi informatici. La delega prevede poi la revisione dellimposizione dei redditi dimpresa, di lavoro autonomo e sui redditi soggetti a tassazione separata e un riordino della disciplina e delle aliquote Iva per un completo recepimento della direttiva Ue del 2006, di bolli e accise. Nuove forme di fiscalit sono previste a sostegno dello sviluppo sostenibile e per la green economy. Dai decreti legislativi, prevede espressamente la delega, non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, ne un aumento della pressione fiscale complessiva a carico dei contribuenti. La delega fiscale, approvata oggi in prima lettura dalla Camera, contiene indirizzi importanti, ma non crea le condizioni per una riduzione della pressio-

role spese dal ministro Giovannini e lattenzione rivolta alle problematiche relative alla conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle donne, commenta Patrizia De Luise Presidente di Cnif, il Coordinamento Nazionale Imprenditoria Femminile di Confesercenti. La minore partecipazione delle donne al mondo del lavoro, infatti, soprattutto in questa fase prolungata di crisi economica, non rappresenta solo una questione femminile ma una perdita di opportunit per leconomia e la societ tutta. Non bisogna dimenticare, per prosegue De Luise- che non si tratta solo di una barriera in entrata per le donne nel mondo del lavoro ma anche di maggiori criticit per le imprenditrici a resistere sul mercato. Se continua cos, a fine 2013 avranno cessato lattivit quasi 17mila imprese femminili e solo nel settore dei servizi, dal commercio al dettaglio allalloggio e alla ristorazione. Le cessazioni di attivit guidate da donne rappresentano il 33,4% del totale di questi comparti, come segnalano i dati dellOsservatorio Confesercenti. Inoltre, sempre secondo i dati dellOsservatorio, il trend negativo appare in accelerazione: dal confronto tra iscrizioni e cessazioni delle attivit dei servizi nel biennio 20112013 emerge, riguardo alle imprese femminili, che da gennaio 2011 al primo semestre 2013 la percentuale di iscrizioni scesa dal 32,9 al 31,8 mentre la percentuale di cessazioni ha subito un aumento: dal 32,6 ha raggiunto il 33,4. Molte donne, inoltre prosegue De Luise scelgono la strada dellimprenditoria anche per fronteggiare la crisi occupazionale ma spesso si trovano ad operare in condizioni pi sfavorevoli, come dimostra la difficolt ad ottenere prestiti e a condizioni peggiori. Auspichiamo conclude la presidente di Cnif che il problema venga considerato, pi che come una questione di pari opportunit, come un nodo da sciogliere per

far ripartire leconomia reale. Chiediamo al Governo e alle Istituzioni di mettere in campo tutte gli strumenti necessari per favorire la creazione e lo sviluppo dellimprenditoria femminile, incentivando le politiche di conciliazione attraverso il potenziamento dei servizi per il welfare ed incoraggiando lavvio di nuove attivit dimpresa nei settori ad essi collegati e sostenendo laccesso al credito delle imprese femminili, attraverso una valutazione attenta delle politiche economiche di genere. PRESSO LA CONFESERCENTI SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER I NUOVI CORSI ABILITANTI E PREPARATORI Sono aperte le iscrizioni per frequentare i corsi abilitanti obbligatori per chi intende esercitare lattivit di vendita di generi alimentari, di somministrazione di alimenti e bevande, di ristorazione, di agente e rappresentante di commercio. Sono anche aperte le iscrizioni ai corsi preparatori obbligatori per sostenere gli esami abilitanti presso la Camera di Commercio per chi intende esercitare lattivit di agente immobiliare. I corsi per gli aspiranti commercianti nel settore degli alimenti, per chi intende esercitare lattivit di somministrazione e ristorazione hanno la durata di 100 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Luned, Mercoled e Venerd dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Per quanto riguarda gli aspiranti agenti e rappresentanti di commercio e gli aspiranti agenti immobiliari i corsi hanno la durata di 80 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Marted e Gioved dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Chi intendesse frequentarli pu recarsi presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8 (Tel. 0931/22001) e compilare la scheda di iscrizione.

Da stasera alla data del prossimo 2 ottobre il corollario finale degli eventi estivi che hanno animato la punta di diamante della vecchia piazzaforte aretusea.

14

29 settembre 2013, domenica

Ortigia: Ultimi appuntamenti presso larena Maniace


i seguito i prossimi appuntamenti in calendario allArena Maniace da stasera settembre a marted 2 ottobre 2013. Ricordiamo che la stagione dell'Arena Maniace proseguir fino al 5 ottobre, garantendo ogni sera un offerta artistica o d'intrattenimento diversa. Domenica 29 Settembre (oggi). Ali' pi Il Fratello, un live in agenda per le 22.00 con ingresso gratuito. Coshanno in comune Al e Il Fratello? Molto. Hanno condiviso esperienze, musicisti allinterno della propria line-up, amicizie e canzoni. Entrambi si affacciano quasi contemporaneamente al panorama emergente del neo-cantautorato, con un album ed un pugno di concerti. Entrambi siracusani. Entrambi con tanto da dire, ciascuno a suo modo. Entrambi si esibiranno, ancora una volta, insieme sullo stesso palco: domenica 29 settembre allArena Maniace di Siracusa, in Ortigia. Al il cognome di Stefano. Stefano Al un ragazzo siciliano nato nel 1978.

Fino a qualche mese fa, prima di diventare Al, Stefano vendeva fiori. Poi nei primi mesi del 2011 ha iniziato a scrivere e a comporre dei brani, alcuni dei quali adesso compongono La rivoluzione nel monolocale il suo primo disco, prodotto da Lorenzo Urciullo, gi alle prese con Colapesce e Albanopower. E come il pugile, dopo molti round si fatto conoscere. Questa prima uscita contiene 9 brani inediti e Il miglior sorriso della mia faccia, una cover di Paolo Conte. I brani si rifanno tutti alla

sua dimensione casalinga, ad esperienza di vita e visioni quotidiane. h t t p s : / / w w w. f a c e b o o k . com/stefanoalidallas; http://lavignadischi.bandcamp.com/album/la-rivoluzione-nel-monolocale. Il Fratello un progetto, una storia, un disco, un collettivo, apparentemente nuovo che ruota attorno alla figura di Andrea Romano (gi negli Albanopower). In realt, impossibile raccontarlo pensando solo allultimo anno, alle riprese degli ultimi brani o ai mix e alla stampa. Sarebbe come snaturare canzoni

n data primo ottobre 2013 alle 10.30 presso lAula Rostagno di Palazzo delle Aquile, per la presentazione del progetto VeganMed fest, primo festival euromediterraneo della sostenibilit alimentare e delle buone pratiche in favore del Pianeta. Durante la conferenza stampa

Dal prossimo 1 ottobre prende avvio il festival della sostenibilit


saranno presentati gli intenti del festival e il progetto grafico curato da Valeria Monti e Guido Mapelli. Interverranno, in rappresentanza dellorganizzazione del festival, Paola Castiglia e Diletta Stefania Di Simone. Sar presente il sindaco di Cefal, Rosario Lapunzina.

che dietro hanno molto di pi. Cos ti seduce il Fratello: attraverso unimmagine, una frase, una sensazione, un odore, un dolore, percepibili all'interno delle tracce, piccole sensazioni che diventano tue e del tuo vissuto. E' cos che ti ipnotizza, con questi dettagli, che ti si addossano in testa e a distanza di giorni sono ancora l, pronti a spingersi stabilmente nel muscolo cardiaco. https://www. facebook.com/IllFratello; http://www.youtube.com/ watch?v=JRODoHYMFtQ Luned 30 settembre. Lune di Donna presenta Rossella Cubeta e i suoi Donna Flor live set. Un evento in agenda per le 22.00 con ingresso gratuito. Ultimo appuntamento con la rassegna Lune di Donna che ha visto succedersi sul palco dell'Arena Maniace le migliori voci femminili e interpreti nostrane. Rossella Cubeta, una delle voci pi evocative del panorama musicale underground e che vanta collaborazioni con il meglio della scena sonora jazz e bossanova siciliana, si presenta a questo appuntamento con una formazione che ha totalmente ri-arrangiato brani del repertorio anni '60 italiano. Marted 1 ottobre. Carmelo Amenta Band; un live set in agenda per le 22.00 Ingresso gratuito. Carmelo Amenta e' un cantautore siciliano con all'attivo 2 album: L'Erba Cattiva (barbienojarecords/ engineofsaturationrecords) del 2010 che viene scaricato gratuitamente da oltre 16 milapersone e I gatti se ne fanno un cappero della trippa (redbirdsrec.)del 2012 che viene accolto e recensito da tutti i magazine nazionali in maniera entusiastica. A gennaio del 2014 uscira' il suo terzo album che verra' pubblicato da Altipiani, distribuito da Audioglobe/ Believe e promosso dall'ufficio stampa Lunatik. Il live che propone, in attesa del nuovo disco, e' un continuo alternarsi di momenti elettrici e acustici che trova le sue radici nel cantautorato delle nostre parti, nel rock pi sanguigno e nel blues d'altri tempi. Mercoled 2 ottobre. Enzo Diploma Quartet live set alle 22.00 Ingresso gratuito.

SPORT Siracusa

29 settembre 2013,domenica

15

Che il Viagrande facciail Sassuolo


Il bello del calcio sta proprio nella sua imprevedibilit. Mettete luned scorso il posticipo di serie A che opponeva il Napoli al Sassuolo, con i tifosi partenopei corsi al San Paolo per assistere ad una prevedibile goleada di Higuain e compagni e che invece si son dovuti accontentare di un risicato pareggio. Ecco perch, dalla ripresa degli allenamenti ,Orazio Pidatella non fa che predicare ai suoi la massima attenzione per tenere a bada le scorribande del Viagrande nella partita di oggi che, in chiave di pronostico, dovrebbe portare nel miserello carniere azzurro i primi tre punti. Pi tranquilla,invece, la settimana trascorsa da Enzo Butt , da tre stagioni sulla panchina ospite , che dallincontro del De Simone ha tutto da guadagnare e ben poco da perdere. Ha per le mani

Il fondato timore di Orazio Pidatella

Per neutralizzare leventualit il tecnico azzurro ha adottato alcuni accorgimenti


Le probabili formazioni
Siracusa-Viagrande Stadio Nicola De Simone - inizio ore 15,30 Siracusa (4-4-2) All. Orazio Pidatella Russo Chiariello Matinella DAngelo Miraglia Bufalino Napoli Calabrese Spampinato Bonarrigo (cap.) Mastrolilli Arbitro : Sig. Milos Tomasello Andulajevic (Messina) Assistenti : Luca Agnello e Martina Bonini (Ragusa) Strano Amante Basile (cap.) Cali Maesano Platania Patania Mauro Wanausek Trovato Colonna Viagrande (4-3-1-2) All. Enzo Butt una squadra giovanissima ma collaudata e affiatata, capace di correre per tutti i novanta minuti , forte nellanticipo e sbrigativa nelle ripartenze , ma che come tutte le squadre giovani pecca soprattutto di ingenuit. Com per lappunto avvenuto domenica scorsa col modesto Rometta che ha espugnato per 5-3 il Franco Russo. Necessario comunque qualche aggiustamento nella formazione ospite che potrebbe presentare al De Simone una squadra pi coperta a guardia di una difesa imperniata sullo slovacco Vanauseck, con un centrocampo rafforzato da un altro intenditore ma capace di approfittare dei capovolgimenti di fronte con i sapienti lanci del capitano e regista della squadra,Pietro Bsile , a cercare i due nuovi acquisti, lesperto Amante e lo sgusciante Luca Strano. Contro un siffatto schieramento anche Pidatella ha per preso le sue brave contromisure con la probabile riconferma di Chiariello in difesa accanto ai centrali DAngelo e Matinella, col centrocampo articolato sul regista Napoli e forte del rientro di Gigi Calabrese , con due esterni veloci come Spampinato a sinistra e Federico Bufalino a destra che dovrebbero assicurare i rifornimenti giusti per lacciaccato Mastrolilli che lo staff medico del Siracusa sta tentando di rendere utilizzabile per lincontro di oggi. Ultima novit, potrebbe essere quella dellimpiego di Bonarrigo non pi come seconda punta , ma come trequartista avanzato, pronto a sfruttare i varchi che dovessero aprirsi nella difesa ospite. Per finire una curiosit che sorge spontanea dopo la battaglia sullutilizzo del Leone nel logo sociale dello Sport Club , combattuta a suon di comunicati stampa fra Giuliano e Cutrufo : ma la simpatica e divertente mascotte che la domenica entra solitamente in campo travestita da leone, potr ancora tranquillamente farlo ? Armando Galea

Esordio in campionato questa sera per le Formiche. Sono Vincenzo Sgueglia di Civitavecchia e Giuseppe Rotunno di Milano gli arbitri designati dalla federazione nazionale per la prima partita delle Formiche domenica al Palazzetto dello sport di Siracusa contro lAtletico Belvedere di Cosenza. Al crono stato invece individuato per questo debutto nella massima serie del futsal rosa Giuseppe Di Gregorio di Enna. Tutto pronto quindi per linizio ufficiale del campionato delle aretusee, che questa sera saranno in Cit-

Calcio a 5/F."Ballo delle debuttanti" Calcio. Pidatella:"Dobbiamo superare tra Le Formiche e Belvedere le difficolt del momento"
tadella anche per alcune foto ufficiali, oltre che per allenamenti e rifiniture. C molta emozione allinterno del gruppo, che consapevole, in quest fase delicata dello sport cittadino, di portare una ventata di alto livello, anche se in uno sport minore ma emergente. Pur con le ristrette risorse a disposizione, ma con molta organizzazione, le Formiche ritengono di avere approntato una squadra che potr ben figurare anzitutto nel girone C che raccoglie tutte le formazioni meridionali. Il fischio di inizio atteso per le ore 16. Seduta di rifinitura ierimattina allo stadio Nicola De Simone per lS.C. Siracusa che oggi alle 15.30 ospiter lo Sporting Viagrande nella quarta giornata del Campionato di Eccellenza. Al termine dellallenamento, il tecnico Orazio Pidatella ha diramato la lista convocati. Portieri: Fornoni, Russo Difensori: Chiariello, DAngelo, Lombardo, Matinella, Miraglia, Peluso. Centrocampisti: Bufalino, Calabrese, Di Mauro, Figura, Lo Pizzo, Montalbano, Napoli, Petrullo, Spampinato Attaccanti: Bonarrigo, Lentini, Mastrolilli Sbagliamo se pensiamo che naturale che il Siracusa vinca facilmente ha detto mister Pidatella al termine della seduta di rifinitura . Dobbiamo superare le difficolt del momento e senza alibi. I ragazzi sudano tanto, ce la stanno mettendo tutta. Dispiace per loro se fino a questo momento non hanno ottenuto ci che meritano. Dobbiamo migliorare la fase di costruzione e conclusione. Oggi arriva il Viagrande? Punteremo sulla nostra voglia di ribaltare la situazione. Vogliamo essere cattivi quando entreremo in campo, nei contrasti e nellatteggia-

mento. Ai tifosi chiedo soltanto di stare vicini ai ragazzi. Siamo gente che lavoriamo e che non ha nessuna voglia di perdere tempo. Ci teniamo veramente a dare delle soddisfazioni alla gente di Siracusa. Ritengo sia il momento di stringersi attorno al Siracusa. Oggi sabato e stiamo bene, vorremmo poterlo dire anche domani pomeriggio. Siracusa Sporting Viagrande sar diretta dallarbitro Milos Tomasello Andulajevic di Messina; assistenti Luca Agnello e Martina Bovini di Ragusa. Calcio dinizio alle ore 15,30.

16

29 settembre 2013 DOMENICA