Sei sulla pagina 1di 1

GIORDANO BRUNO Nasce a Nola nel 1948.

A 15 anni entra nel chiosco dominicano con qualit eccezionali di memoria e ingegno ma a 18 anni inizia a scontrarsi con lambiente religioso. Gir Ginevra e Parigi, divenne maestro di arte lulliana (giochi con le parole e la memoria) va in Inghilterra alla corte di Elisabetta I. viene incarcerato a Venezia nel 1592, sta in carcere 7 anni e viene arso vivo a Roma nel 1600. Amore per la vita nella sua potenza dionisiaca con impeto lirico e religioso, predilezione per la magia e la mnemonica (arte lulliana). Il suo naturalismo una religione della natura, si allontana dalla prospettiva scientifica. Le religioni per lui sono credenze ripugnati e assurde, superstizioni contrarie alla natura. Fa una feroce satira anticristiana ma contrario anche alla riforma protestante. La religiosit dei teologi, dei dotti, il filosofare pratico, esiste una sapienza originaria tramandata da Mos che stata accresciuta dai filosofi del mondo occidentale e orientale, del mondo classico e cristiano e si rif ai presocratici. Dio mente al di sopra di tutto e presente in tutte le cose: 1. Il primo aspetto riguarda la trascendenza, inconoscibilit e ineffabilit di Dio. 2. Dio principio immanente del cosmo accessibile alla ragione umana e oggetto principale del discorso filosofico. Dio lanima del cosmo e opera tramite lintelletto universale. Lintelletto una forza seminatrice intrinseca nella materia. Dio causa e principio dellessere che plasma la materia del mondo. La materia di per se non pura potenza o assoluta passivit e non qualcosa di separato dalla forma (Dio). Se Bruno credesse o meno ad un Dio trascendente, ha comunque la propensione rinascimentale a vedere il divino nel mondo. Nelluniverso c la coincidenza degli opposti ed infinito. Mito di Atteone (cacciatore che diventa cervo contemplando Diana): lanima umana, cercando la natura, diventa essa stessa natura. Il filosofo il furioso assetato di infinito ed ebbro di Dio e arriva alla sovrumana immedesimazione con il processo cosmico (traduzione del concetto platonico di amore). Esalta i valori della fatica, dellingegnosit e del lavoro umano . La contemplazione di Dio non fine a se stessa ma un incentivo a fare come lui. Umanit divisa tra i pochi che possono accedere alla filosofia e il gregge del popolo che deve essere diretto. Giordano bruno giunge ad una nuova visione delluniverso che non deriva da osservazioni astronomiche o matematiche ma da una intuizione di fondo circa linfinit delluniverso, alimentata dal copernicanesimo. Se la terra gira intorno al sole, luniverso pu ospitare un numero illimitato di stelle / soli, centri di rispettivi mondi?. Questa convinzione viene passata ad un livello metafisico secondo cui il mondo avendo la sua causa in un essere infinito deve per forza essere infinito . combinando vari studi definisce tesi cosmologiche rivoluzionarie: 1. Abbattimento dei confini del cosmo: luniverso aperto in ogni direzione 2. Pluralit e abitabilit dei mondi, popolati da creature viventi razionali, forse pi stupendi del nostro mondo 3. Unificazione del cosmo, identit di struttura tra cielo e terra, supera il dualismo cosmico perch procedendo tutto da Dio non pu esserci discriminazione gerarchica 4. Geometrizzazione dello spazio cosmico che omogeneo, infinito e acentrico 5. Infinit e carattere divino delluniverso.