Sei sulla pagina 1di 2

Le profezie della mistica Emmerick e la rovina della Chiesa con due papi

20 giugno 2013 - Chiss se Giovanni Paolo II, nel 2004, avrebbe mai immaginato che un giorno neanche troppo lontano la monaca tedesca che si accingeva a beatificare sarebbe divenuta di grande attualit? Sono passati solamente 9 anni da quel 3 ottobre del 2004 quando, il grande Papa polacco, il pi grande canonizzatore della storia della chiesa, elev agli onori degli altari Anna Katharina Emmerick, monaca agostiniana tedesca vissuta tra il 1774 e il 1824, proclamandola beata. La Emmerick, nata da una famiglia di origini contadine, viene venerata dalla chiesa universale per le sue doti mistiche e di veggente. Grazie alle sue visioni tramandateci stata dissotterrata, vicino a Efeso, la casa che, secondo gli archeologi, avrebbe ospitato Maria e Giovanni in seguito alla morte di Ges. I diari La dolorosa Passione del Nostro Signore Ges Cristo rivelano alcuni particolari inediti relativi alla morte di Ges. Ma tra le visioni della monaca tedesca hanno spazio anche alcune profezie apocalittiche sul destino della chiesa. Innanzitutto, Katharina Emmerick fu, credo, la prima ad aver previsto alcuni aspetti della futura riforma liturgica: La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine. Ma ci che salta immediatamente allocchio, la sua previsione di un tempo futuro di coesistenza di due papi: Vidi anche il rapporto tra i due papi Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa. Lho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella citt (di Roma). Il clero locale diventava tiepido, e vidi una grande oscurit (13 maggio 1820). Su questo passo, il mondo cattolico pi tradizionalista e critico verso i mutamenti del magistero di Papa Francesco va a nozze. La chiesa che va formandosi, nella profezia emmerickiana, una chiesa falsa, dalla dottrina corrotta (pi avanti dir protestantizzata) e dallinfestazione di un clero tiepido. Ma tutto questo non imped alla chiesa di aumentare di dimensioni (il riferimento, per molti, al cosiddetto effetto Bergoglio, unondata di consensi, di chiese piene e code ai confessionali). Anche il cambio di dimora e la clausura di quello che oggi il Papa emerito sarebbero stati preannunciati: Vedo il Santo Padre in grande angoscia. Egli vive in un palazzo diverso da quello di prima e vi ammette solo un numero limitato di amici a lui vicini. Temo che il Santo Padre soffrir molte altre prove prima di morire. Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente (10 agosto 1820). Anche qui, ancora una volta, la popolarit e linfluenza della nuova chiesa a preoccupare la beata. Ecco, poi, la profezia sulla protestantizzazione della chiesa cattolica: Poi vidi che tutto ci che riguardava il protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza. La maggior parte dei sacerdoti erano

attratti dalle dottrine seducenti ma false di giovani insegnanti, e tutti loro contribuivano allopera di distruzione. In quei giorni, la Fede cadr molto in basso, e sar preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre (1820). E ancora, sempre sulla chiesa grande: Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la chiesa. Stavano costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante. Ma questa profezia non si ferma qui, preannuncia anche la dottrina che, dagli anni postconciliari, guida gran parte della pastorale ecclesiastica, quella dellecumenismo e della libert religiosa: Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti e avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione. Cos doveva essere la nuova chiesa Ma Dio aveva altri progetti (22 aprile 1823). Ma Dio aveva altri progetti. Progetti dei quali, naturalmente, ognuno di noi alloscuro: nessuno, infatti, in grado di dire se, come e quanto le profezie della beata Emmerick siano attuali o, addirittura, si stiano avverando. Di certo, per, stupisce la consonanza con molti aspetti, pi o meno oscuri, della chiesa di oggi. di Mattia Rossi - - FOGLIO QUOTIDIANO