Sei sulla pagina 1di 19

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

3 Serie A; ecco cosa successo nellultima giornata; 4 Fatto di Napoli; gli azzurri rallentano; 5 Scommettiamoci su e Indovina Chi; 6 Il punto sulla Serie A, accaduto nella 4 giornata; 8 La Moviola, tutti gli episodi della 4 giornata; 9 Fatto di Calciomercato, 10 Un occhio ai campionati esteri; 12 Campionato Primavera di Calcio; la 4 giornata

13 Uefa Youth League, inciampa la Juve, bene Napoli e


Milan; 14 Football Mundial; 15Sport e Cinema, avete mai visto Lo chiomavano Bulldozer? 16 Fatto di tutti gli sport, 19 Girling, il nuovo tormentone della danza

Nella quinta giornata di serie A il Napoli perde la vetta impattando contro la neo promossa Sassuolo. Nel match che non ti aspetti Dzemaili apre le marcature per i partenopei ma gli risponde Zaza dopo appena 5 minuti. Primato che conquistato dalla "corazzata giallorossa" guidata da Rudi (sergente) Garcia. La Roma affonda la Sampdoria con 2-0 in quel di Marassi e le firme portano i nomi di Benatia e Gervinho. Dodici i goal siglati dalla "Magica" e tutti nei secondi tempi. La seconda vittoria in trasferta di giornata della Juventus che espugna il fortino del Chievo. I bianconeri ancora una volta sono in versione "rincorsa": passano in svantaggio con Thereau per poi rispondere con Quagliarella e l'autogoal di Bernardini. La signora aggancia cos gli azzurri di Benitez e si portano a ridosso della Roma. Un Bologna amareggiato quello che lascia il campo del Renato Dall'Ara nel match pareggiato 3-3 contro il Milan. I felsinei vanno sotto con Poli per poi ribaltare il risultato 2 volte con Laxalt e con Cristaldo. I diavoli rossoneri, duri a morire, nel finale riagguantano il pareggio con i capelli grazie alle reti di Robinho e Abate. Risultato pirotecnico nella sfida tra Parma e Atalanta. Sette i goal siglati e tanto divertimento soprattutto per gli amanti del calcio. Mesbah apre le marcature per il Parma, ma Bonaventura riporta il risultato in parit. I giallobl spingono sull'acceleratore e vanno in rete con un doppio Parolo e Rosi. Quando sembra calare il sipario sul Tardini, Denis e Livaja accorciano le distanze; ma a nulla serve se non al divertimento dei tifosi neutrali. Vittoria casalinga anche per la Lazio ai danni del Catania per 3-1. Ederson Lulic ed Hernanes firmano la vittoria bincoceleste. Di Barrientos il goal etneo, e siciliani ultimi con un solo punto. Pareggio nella sfida tra Livorno-Cagliari. Sono gli amaranto di Nicola a passare con Luci, ma i sardi trovano il meritato pari nella ripresa con Ibarbo. Anche Torino e H.Verona si dividono la posta in palio con uno splendido Cerci, che timbra per 2 volte il cartellino, e Gomez e Jorginho tra le file dei veronesi. Nell'anticipo di mercoled i padroni di casa dell'Udinese battono il Genoa grazie a una punizione (complice una deviazione di Calai) del solito Tot Di Natale.
VINCENZO VITALE 3

Nella 5^ giornata di Serie A, nel turno infrasettimanale va in scena un pareggio che ha dellincredibile tra Napoli-Sassuolo, in un San Paolo stracolmo come non si era mai visto. La prima reduce da San Siro con una vittoria storica laltra da una sconfitta pesante contro lInter mentre la Roma gode del primato delle cinque vittorie consecutive e resta sola in cima alla classifica. Benitez pensa bene di far riposare qualche titolarissimo considerando il livello dellavversario.

Queste le formazioni: NAPOLI(4-2-3-1): Reina;Mesto;Cannavaro;Fernandez;Armero;Inler;Dzemaili;Merten s(Insigne); Hamsik; Pandev(Callejon); Higuain.


SASSUOLO(4-3-3): Pegolo;Longhi;Antei(Rossini); Acerbi; Bianco; Kurtic; Mangnanelli; Laribi; Schelotto(Marzorati); Zaza; Berardi(Missiroli). Nel primo tempo Napoli subito in vantaggio con un siluro di Dzemaili al 14, dopo cinque minuti Zaza pareggia. Un Napoli spaesato a casa propria e un Sassuolo in ottima forma. Nessuno avrebbe mai immaginato un pareggio con il Sassuolo ma daltronde larte di vincere la si impara nelle sconfitte. KARINA ORNELLA PALOMBA

Il campionato sembra aver gi stilato un pietoso verdetto dopo appena quattro giornate, il Milan subito uscito dalla corsa scudetto. Se ne sono ancorti subito, come era facilmente prevedibile, i bookmakers che hanno fatto schizzare alle stelle la quota dei rossoneri come vincitori della Serie A. Nel nostro speciale su i massimi tornei continentali nel pre-stagione, la squadra di Allegri, sempre secondo gli scommettitori, era la terza pretendente allo scudetto molto vicina al Napoli con Inter e Roma nettamente staccate. Ad oggi invece possiamo vedere che quelle quotazioni hanno subito notevoli cambiamenti: la Juventus, sempre strafavorita, sembra poter avere qualche difficolt in pi del previsto, il Napoli dal canto suo conferma e anzi migliora le previsioni della vigilia, Inter e Roma invece da possibili outsider entrano prepotentemente nell'ottica tricolore, stabile invece la Fiorentina. Trasferendoci sulle quote in multipla ci concentriamo sulla Premier Leaugue del prossimo Sabato. Lo United umiliato in malo modo nella stracittadina con il Manchester City avr l'obbligo di rialzarsi immediatamente e non c' niente di meglio di un semplice turno casalingo contro il mediocre West Bromwich Albion, che, per i Red Devils, sembrano l'avversario giusto al momento giusto per riprendere la corsa. Un altra squadra che ha bisogno di risollevarsi e di punti con il pane il Sunderland priva dell'esonerato Paolo Di Canio. Per i biancorossi invece l'impegno pi duro del previsto, infatti i Black Cats ospiteranno il Liverpool ma le nuove motivazioni potrebbero far riuscire ad interrompere l'emorragia di punti. In Bundesliga impegni casalinghi per Bayern Monaco e Borrussia Dortmund, le capoliste hanno due sfide sulla carta agevoli e alla lunga dovrebbero portare a casa la posta in palio. Allettante la quota sulla vittoria con Handicap degli uomini di Klopp ma attenzione si parte da meno2! In Olanda previste molte reti tra AZ Alkmaar e PSV. La nostra proposta: Nuove quote sulla Serie A: Manchester Un. - West Bromwich A. 1(1,25) Juventus(1,85) Napoli(3,50) Sunderland - Liverpool X(3,85) Inter(10,00) Roma(10,00) Bayern Monaco - Wolfsburg Over(1,28) Fiorentina(25,00) Milan(25,00) Borrussia Dort. - Friburgo 1Hand(-2)(2,15) Lazio(300,00) Altro(250,00) AZ Alkmaar - PSV E. Over(1,55) Con 5euro se ne potrebbero vincere 107,77 Antonio Greco Indovina chi una rubrica che mette alla prova la conoscenza calcistica dei nostri lettori. Come si gioca? Verranno scelte delle figurine di calciatori e allenatori che hanno militato nel nostro campionato, alle quali verr cancellato il nome. Saranno cos bravi i nostri cari lettori ad indovinarli lo stesso? Naturalmente saranno dati dei piccoli suggerimenti, non siamo poi cos cattivi.

La soluzione dello scorso numero


-Edgar Davids, centrocampista olandese , soprannominato il Pitbull, ha indossato , in Italia, la maglia di Inter, Milan e Juventus. Fu lanciato nel calcio che conta dallAjax. Si ritirer nel 2012. Da allora, allena il Barnet, in League Two Inglese, ultima squadra con la quale ha giocato. - Thomas Gravesen, lorco danese, uno che in campo ci scendeva per terrorizzare gli avversari . Ha fatto della grinta la sua caratteristica principale, ha giocato con Everton e Celtic. Con gli scozzesi ha avuto anche modo di realizzare la prima e unica tripletta della sua carriera, contro il ST Mirren. Si ritirato nel 2009.

Indizi: -Si tratta di un difensore e di un centrocampista, -Uno italiano, laltro brasiliano, -Uno dei due fu lanciato nel calcio che conta dallAtalanta, ma con la Juventus che si consacra definitivamente, restando in bianconero per ben 11 anni. Con i bianconeri vince 5 scudetti e una Champions League. Prima di chiudere la carriera a Brescia, gioca un anno in Spagna col Villareal; - Laltro ha giocato in Italia con Roma e Milan. I giallorossi lo pagarono 13 miliardi di lire, con i capitolini in sei anni vinse uno scudetto e una Supercoppa Italiana. Col Milan ha vinto il suo unico trofeo internazionale, la Champions League, nella stagione 2006-2007 - Uno dei due era soprannominato il Pendolino, laltro il Takky. -Uno dei due pochi giorni fa, si dimesso come tecnico della Pergolettese. -Di loro si detto ma che cha er motorino sto ragazzo (il suo allenatore) e bravo, molto bravo, gli servirebbe giusto una spuntatina ai capelli (il direttore generale della sua squadra).

La soluzione verr svelata solamente nel prossimo numero, intanto prova a giocare sulla nostra pagina Facebook FATTO DI SPORT

Roma e Napoli fanno 4 vittorie su 4 e confermano il grande inizio di campionato, mantenendo il +2 sulle inseguitrici, dimostrando una grande organizzazione di gioco unita ad un calcio spettacolare. Britos ed il Pipita Higuain sfatano il tab Meazza, imponendosi sul Milan per 1 a 2. Era dal 1986 che gli azzurri non superavano i rossoneri nella scala del calcio. Con la prova incolore diHamsik, il ruolo di tenore lo interpreta Reina che ipnotizza per la prima volta in carriera MarioBalotelli dal dischetto mandando in estasi i 12mila partenopei giunti al S. Siro. Super Mario dopo qualche minuto di depressione si riprende e fa tremare la traversa di Reina per poi trafiggerlo con una grande conclusione a giro dalla distanza. Rudi Garcia nella conferenza dello scorso sabato disse: il derby non si gioca, si vince!. E cosi la Rome scende in campo con grande autorit mandando nel pallone Hernanes e compagni per tutta la prima frazione di gara, per poi deciderla nella seconda frazione quando Totti dalla destra decide di mandare in gol Balzaretti che finisce in lacrime di gioia sotto la curva. Nel finale Ljajic su rigore si porta a casa il derby. Allo Juventus Stadium Cacciatore manda in vantaggio il Verona, poi i giallobl, orfani di Jorginho che per 90 minuti ha pensato solo a tenere a bada Pirlo, hanno subito limbarcata bianconera di palle gol, pi di 15 fissando un nuovo record europeo, ma solo due hanno gonfiato la rete: quella del pari del solito e sempre pi imprescindibile Carlos Tevez e di Llorente che con la sua incornata regala i tre punti alla Vecchia Signora che mantiene il distacco di due punti dalle capoliste. Inter e Fiorentina viaggiano insieme alla Juventus. I nerazzurri di Mazzarri, nel match del pranzo domenicale, si esaltano al Mapei Stadium superando il Sassuolo per ben 7 a 0 con le reti di Palacio,Taider, lautogol di Pucino, Alvarez, Milito, Cambiasso ed ancora una volta il principe Milito che con una doppietta festeggia il suo ritorno in campo dopo linfortunio dello scorso febbraio. I viola di Montella invece espugnano lostico campo degli Atleti Azzurri dItalia, superando lAtalanta con le reti di Fernandez e Giuseppe Rossi. Colpo del Torino che supera fuori casa il Bologna. Apre le marcature per i granata DAmbrosio poi raggiunti da Natali. Decisivo allo scadere del primo tempo il gol su rigore di Cerci. Prima vittoria in campionato per il Chievo: vittima illustre lUdinese che cade ai colpi di Pellissier e Rigoni dopo il vantaggio di Maicosuel dopo appena un minuto. Spettacolare il 2 a 2 tra Cagliari e Sampdoria. Ekdal alla mezzora manda in vantaggio i sardi, poi nel finale di gara Agazzi decide di riaprire la partita facendosi passare sotto la pancia unaconclusione a rete di Gabbiadini all89. Capitan Conti nel recupero fa urlare di gioia la sua tifoseria, zittita appena un minuto dopo, al 93, da De Silvestri. A reti bianche e tanta noia finiscono i match tra Genoa-Livorno e Catania-Parma: mentre per i primi il pareggio pu essere un buon risultato per i secondi la vittoria sarebbe servita per risollevarsi dai bassifondi della classifica. Ferruccio Montesarchio

Il 22 Settembre andato di scena allo stadio San Siro di Milano il posticipo valevole per la quarta giornata di campionato di serie A tra Milan e Napoli. La squadra di casa arriva dopo la vittoria in Champions contro un modesto Celtic, mentre i partenopei arrivano carichi per la vittoria contro i vice campioni dEuropa delBorussia Dortmund, la partita gi una di quelle da dentro o fuori, poich in caso di vittoria azzurra il Milan si ritroverebbe a -8 dalla vetta. Il Milan si presenta con un 4-3-1-2 con Birsa al posto dellinfortunato Kaka e Emanuelson sulla corsia mancina preferito a Constant, mentre il Napoli con gli stessi 11 di mercoled, eccezion fatta per Mesto, che prende il posto di un Maggio acciaccato. La partita inizia ed il Napoli subito in avanti e dopo 6 passa in vantaggio con Britos, che servito da Raul Albioltrafigge la rete di Abbiati, i padroni di casa cercano subito il pareggio con Balotelli su calcio di punizione, che termina a lato. Da questo momento fino alla fine del primo tempo il Napoli riuscir a combinare poco o niente, per limitando le offensive rossonere. Il primo tempo termina cosi, con il Napoli in vantaggio, che per non riesce a contrastare lavversario, che a sua volta non trova la giusta infilata per il pareggio. Inizia il secondo tempo, e come nel primo il Napoli a colpire ancora, infatti al minuto 53 Higuain, che da fuori area tenta una conclusione, che Abbiati non riesce a trattenere. Allegri decide di cambiare tattica, fuori Birsa e dentro Robinho per un 4-3-3 pi offensivo. Minuto 70, Albiolstende in area Balotelli e larbitro concede il penalty, sul dischetto si presenta Balotelli, che incappa nel suo primo errore dagli 11 metri, infatti prima di questo rigore litaliano aveva segnato 21 rigori su 21 calciati nella sua carriera, passa un altro minuto e sempre Balotelli colpisce la traversa. Allegri allora decide di giocarsi il tutto per tutto, fuori Poli e dentro Niang, per un 4-2-4 molto offensivo, ma niente da fare il muro partenopeo regge fino al minuto 91, quando Balotelli servito da Niang con un tiro a giro spettacolare riesce ad accorciare le distanze, ma la partita termina qui. Milan 1 Napoli 2, e mentre i napoletani festeggiavano,Balotelli si faceva espellere dallarbitro. Ora c il turno infrasettimanale, che vedr il Napoli giocare in casa contro il modesto Sassuolo, mentre il Milan a Bologna. Stefano Limongelli

Anticipo delle 18:00 Cagliari - Sampdoria: avrebbe potuto cambiare, sicuramente, landamento della gara, il goal annullato alla Sampdoria. Sull1 a 0 per il Cagliari, Gavazzi, crossa in mezzo per Wszolek che, chiude a rete. Alzata la bandierina per posizione di off-side del blucerchiato, ma in realt Perico a mantenere in posizione regolare il centrocampista. Sarebbe stato il goal che, avrebbe assegnato il pareggio alla Samp, di l la partita avrebbe preso una piega diversa.

Posticipo delle 20:45 Milan - Napoli: a scadere del primo tempo, quando il risultato sull1 a 0, a favore degli azzurri, Zuniga atterra il centrocampista Poli. Prima, il difensore spinge il milanista, facendolo tentennare e, poi, lo colpisce con la gamba sinistra. Il rigore cera, infatti, il difensore non colpisce la palla, ma solo, la gamba di Poli. Nel secondo tempo, il Milan recrimina, un altro rigore. Questa volta Mesto ad intervenire, nettamente in ritardo, su Balotelli. Anche in questo caso, il difensore, in ritardo, non colpisce la palla, agguantata da Super Mario, ma ne colpisce il ginocchio. Sempre Balotelli ad essere preso di mira; Britos viene graziato, solo, con un cartellino giallo, ma la sua entrataccia, sullattaccante rossonero, poteva costargli il cartellino rosso. Gare delle 15:00 Roma - Lazio: nel primo tempo, in area di rigore, durante la battuta di un corner, De Rossi viene atterrato da Cana. Il difensore cinge, con le braccia, a mo di cravatta, il romanista che, cos, si trova impossibilitato a saltare di testa. Eccessiva lespulsione del difensore laziale Dias. Il direttore di gara, mostra al laziale il cartellino rosso, per un fallo da ultimo uomo, ma in realt Totti, se lazione fosse proseguita e, il romanista avesse saltato Dias, cera un altro difensore che, avrebbe comunque potuto recuperare sullattaccante. Sassuolo - Inter: gli ultimi due goal, dei neroazzuri, erano da annullare perch segnati su una posizione di fuorigioco. Di certo su sette reti, due in meno, non avrebbero, comunque, cambiato landamento della gara. S.G

Juventus, Nainggolan ad un passo! Xabi Alonso pu arrivare per 6 milioni.

Piovono conferme su Radja Nainggolan (25 anni) alla Juventus come possibile erede di Andrea Pirlo. Secondo Tuttosport la Juventus farebbe partire questaoperazione quando il Cagliari raggiunger quota 23 punti in classifica, ovvero met salvezza. Il nazionale belga ha un costo di cartellino che si aggira intorno ai 13 milioni, ma Cellino (come suo solito!) ne chiede 18. Per quanto riguarda Xabi Alonso (32 anni) la Juventus sarebbe intenzionata a prenderlo a Gennaio offrendo 6 milioni di euro, visto che il suo contrato scade nel 2014. Marotta starebbe accelerando le trattative vista la concorrenza di Inter e Fiorentina per il regista spagnolo anche perch Pirlo non ha ancora rinnovato e non sembra intenzionato a farlo.

Inter, con Thohir arrivano 2 colpi. Secondo La Gazzetta dello Sport le firme sui contratti per la cessione dellInter arriveranno nella giornata di venerd. Nella nuova Inter ci saranno pochi cambiamenti a livello societario, lunico che sembra accreditato alladdio Marco Branca. Al suo posto dovrebbe tornare Leonardo in vesti di direttore tecnico . Per quanto riguarda il mercato il sogno Marco Verratti(20 anni). Il costo del suo cartellino di 15 milioni che per potrebbe salire fino a fine stagione. Si vocifera che sia proprio lui il regalo che Thohir vorrebbe fare ai tifosi neroazzurri. Come laterale destro si segue tantissimo Sime Vrsaljko(21 anni) che tanto bene sta facendo a Genoa con 4presenze e 1 assist. Il suo costo di 5 milioni e lInter potrebbe strapparlo al Genoa gi a Gennaio.

Milan, interessa Song del Barcellona. Giungono conferme per quanto riguarda linteresse del Milan nei confronti di Alex Song (26 anni). Il giocatore ex Arsenal, stando a quanto riporta il DailyExpress, sarebbe lobiettivo per rinforzare il centrocampo rossonero. Loperazione non delle pi semplici, infatti il giocatore camerunese ha un costo abbastanza elevato per le casse rossonere: 20 milioni. Ecco perch il Barcellona avrebbe chiesto in cambio niente di meno che El Sharaawy. Difficile dare risposte ma il Milan potrebbe tentare la strada del prestito con diritto di riscatto, tenendo conto anche del fatto che il Barcellona incapace di rivendere le sue stelle (vedi Ibrahimovic e Villa) e quindi accettare la proposta rossonera. GIUSEPPE MEMOLI

Premier League Terza domenica di fila con cambio della guardia in vetta per la Premier League, che dopo essere stata condotta da Chelsea e Liverpool nelle ultime due, passa ad una seconda londinese, l'Arsenal di Arsene Wenger. I Gunners si godono un primato pulitissimo, non sporcato neanche dalla contemporanea presenza del Tottenham a quota 12, avendo gli uomini di Wenger sconfitto quelli di Villas Boas nello scontro diretto di tre settimane fa. Le due londinesi vincono anche se in maniera molto diversa, assumendo cos al ruolo di leader del campionato, grazie al sorprendente ko del Liverpool ad Anfield Road contro il Southampton, che fa tornare gli uomini di Rodgers sulla terra. L'Arsenal vince e convincere invece, battendo 3-1 lo Stoke City grazie ai= gol dei difensori Mertesacker e Sagna e al solito immancabile sigillo di R=amsey. Per gli Spurs decisivo l'acuto di un centrocampista, il brasiliano P=aulinho, che risolve una gara che pareva destinata al pareggio regalando al= Tottenham due punti importanti a Cardiff. Dietro vince senza convincere il= Chelsea, che passa a Stamford Bridge contro il Fulham grazie alle reti di =Oscar e Mikel. Vince in maniera roboante e non una gara qualunque ma il der=by cittadino, il City di Pellegrini: poker allo United, confuso e ferito se=nza van Persie, a cui non basta il gol finale di Rooney. Sale alle spalle d=elle grandi l'Everton, giunto a un punto dai cugini del Liverpool grazie al= successo rocambolesco ottenuto a Londra contro il West Ham: segna due volt=e Baines ma il sigillo decisivo opera del neoarrivato Lukaku. Ottima v=ittoria esterna anche per l'Aston Villa, che ha la meglio sul Norwich grazi=e al primo gol in Premier League di Libor Kozak e continua a crescere anche= lo Swansea di Michu, salendo a quota 7 in classifica. Malissimo invece il =Sunderland, che caccia Di Canio dopo l'ennesima sconfitta pesante: 0-3 senz=a repliche dal WBA, che umilia ulteriormente le scelte di mercato dell'ex m=anager dei Black Cats grazie al primo gol con la maglia dei Baggies di Sess=egnons, venduto non pi tardi di tre settimane fa proprio dal Sunderland= al WBA. Avventura in Inghilterra finita per il mister italiano, almeno per= quest'anno.

Liga BBVA
Nessuna sorpresa clamorosa nel quinto turno di Liga, che vede proseguire la= marcia inarrestabile delle big. Comincia gi a delinearsi il solco inco=lmabile tra le tre grandi del campionato, Barcellona, Atletico Madrid e Rea=l Madrid, e il resto del campionato, che non pu tenere un simile passo.= I blaugrana di Tata Martino restano saldi in vetta alla classifica rifilan=do un netto 4-0 al Rayo Vallecano, sempre pi peggior difesa del campion=ato, grazie a una tripletta di Pedro. Vittoria facile, invece, per l'Atleti=co Madrid, che piega il Valladolid nella ripresa grazie alle reti di Raul G=arcia e Diego Costa. Blaugrana e colchoneros continuano a dividere la vetta= con due punti in pi rispetto al Real Madrid, che anche in questo turno= ha fatto il suo imponendosi per 4-1 nel derby con il Getafe (vittoria in r=imonta, visto che il vantaggio era stato siglato da Lafita). Alle loro spal=le inizia a perdere terreno il Villarreal, che dopo un avvio travolgente in=izia a pagare qualcosa. Solo 0-0 per il Sottomarino giallo in casa del Celt=a Vigo. Portano a casa un punticino a testa anche Real Sociedad e Malaga, c=he non vanno oltre lo 0-0 ma almeno muovono la classifica. Da segnalare anc=he il ritorno alla vittoria del Valencia, che regala qualche altra ora di r=espiro al tecnico Djukic imponendosi per 3-1 sul Siviglia, che dopo questo =turno ultimo in classifica da solo. Il Levante non va oltre il 2-2 con=tro l'Almeria, mentre Betis-Granada rappresenta il terzo 0-0 di giornata. I=n zona salvezza da segnalare laprima vittoria in campionato per l'Osasuna.= Vince l' Espanyol 3-2 il posticipo del Lunedi contro l' Athletico Bilbao.

10

Bundesliga
Dopo sei giornate di campionato si forma una coppia di testa in Bundesliga:= si tratta delle due rivali annunciate a inizio anno ovvero Bayern Monaco e= Borussia Dortmund. I bavaresi vincono in maniera netta il big match di Gel=senkirchen contro lo Schalke 04 segnando due gol per tempo. Accanto alla sq=uadra di Guardiola in testa c' il Borussia Dortmund che reduce dalla ba=tosta europea in casa col Napoli, vede interrompersi la striscia di vittori=e consecutive pareggiando in casa del Norimberga. Appena dietro al duo di t=esta ecco il Bayer Leverkusen intenzionato a inserirsi nella lotta al titol=o e fare da terzo incomodo fino al termine della stagione. Le Aspirine most=rano la propria forza vincendo in casa dell'ottimo Mainz di inizio stagione= senza mai soffrire e chiudendo in un tempo la pratica.Tre punti pi die=tro ecco l'Hannover che vince in rimonta, e grazie a un rigore al 90, l=o scontro diretto con l'Augsburg portandosi al quarto posto solitario in cl=assifica. Segue un folto e disparato gruppo di squadre i sorprendenti Mainz= e Augsburg che vengono affiancati in classifica da un Borussia Monchenglad=bach che sembra aver ritrovato una certa continuit di rendimento. Salgo=no a quota nove anche il Werder Brema che fa suo il derby con l'Amburgo a =cui non servito cambiare tecnico per risollevarsi in campionato, e il =Wolfsburg che trascinato da un Olic in grande forma batte in rimonta l'Hoff=enheim scavalcandolo in classifica.Nella seconda met della classifica p=reoccupa, oltre allo Schalke 04, anche l'Eintracht Francoforte che sembra s=offrire il doppio impegno fra Germania ed Europa e non va oltre il pari in =casa dello Stoccarda. Anche Friburgo e Norimberga non se la passano bene: i= primi pareggiano contro l'Hertha Berlino e mancano nuovamente l'appuntamen=to con la prima vittoria in campionato, stesso dicasi per i bavaresi che pe=r colgono un pareggio importante contro il Borussia Dortmund che potr e0 dar morale in vista delle prossime gare. Sempre peggio invece il neoprom=osso Eintracht Braunschweig che non riesce a dare continuit alle propri=e prestazioni venendo messo al tappeto dal poker del M'Gladbach nell'antici=po restando sul fondo della classifica con appena un punto.

Ligue 1
Il big match della sesta giornata tra le due squadre pi forti del campi=onato termina in parit. Paris Saint Germain e Monaco non vanno oltre l'=1-1. La squadra di Ranieri resta in testa dopo una gara fatta di sofferenza= con i parigini che hanno pi volte sfiorato la rete del K.O: Ibra e Cav=ani ci hanno messo del loro, sbagliando troppo sotto porta e permettendo a =Falcao e compagni di uscire dal Parco dei Principi con un preziosissimo pun=to, che consente al club monegasco di restare in vetta al campionato. Il PS=G aggancia invece il Saint Etienne, caduto a sorpresa in casa con il Tolosa=. Vincono e convincono Lione e Nizza: la squadra di Remi Garde vince 3-1 in= rimonta sul Nantes, mentre il Nizza liquida con un secco 4-0 la pratica Va=lenciennes. Male, malissimo Ajaccio e Sochaux, rispettivamente penultima ed= ultima in classifica. La squadra di Ravanelli cade sul campo del Rennes: a= questo punto la panchina dell'ex attaccante bianconero inizia a tremare. B=effato il Bordeaux che si fa rimontare dal Lorient: dopo una prima frazione= di gioco chiusa sul 3-1 per i girondini, arrivata la veemente reazion=e dei padroni di casa. Pari anche fra Reims-Guingamp e fra Evian-Montpellie= Lino Iorio

11

Nel girone A, a fare da padrona il derby della Mole. Il Torino, per tentare la fuga in solitaria, deve superare un avversario ostico: la Juventus. Un derby ricco di emozioni, ma accade tutto nel secondo tempo. A trovare il vantaggio sono i granata di Longo con il goal, al 7, di Ientile. Juventus in bambola, concede, anche, il doppio vantaggio ai cugini torinesi; dopo soli quattro minuti, Aramu ad insaccare la porta difesa da Citti. Tutto facile per il Torino, ma il calo di concentrazione costa caro ai granata. Un momento di black out, negli ultimi minuti di gara; consente alla Juventus di trovare, prima il goal del momentaneo 2 a1, con Marazouk (al 44) e, poi, il goal del pareggio, con Ceria (46). La partita sembra, quindi, terminata, ma nellulteriore recupero, concesso dellarbitro, che Sparacello spara in rete il goal che consente al Torino la vittoria nel derby, ma anche, la fuga in solitaria, nel girone. A mantenere la scia del Torino il Sassuolo, che nel derby emiliano, contro il Modena, vince, nettamente, rifilando al malcapitato Lanzotti, sei reti. Due, arrivati nel primo tempo, grazie a Fontaresi e Gozzi. Il secondo tempo si apre con la rete, di Gozzi che, sigla, cos, una doppietta. La doppietta, poi, di Sereni e, il goal di Maiorano, stendono, definitivamente i giallo-blu che, si accodano in penultima posizione, con soli tre punti. Lo Spezia, vincendo contro il Cesena per 3 a 2, sale a quota 9, a pari merito con il Sassuolo. La Sampdoria di Enrico Chiesa, non va oltre l1 a 1 con lEmpoli, terzo in classifica, in concomitanza con il Bologna (entrambe con 7 punti). Bologna che deve accontentarsi di un punticino, conquistato sul campo del Carpi. Doriani,dunque, terzultimi a soli 3 punti. Sorte peggiore, per i genoani che, chiudono il girone, ultimi, ancora, senza risultati utili e, con zero punti allattivo. Nel girone B, termina 1 a 1, lo scontro tutto neroazzurro; tra Atalanta ed Inter. Ad andare in vantaggio al 18 del primo tempo, lInter, con il goal del centrocampista Tassi. Al 23, sempre nel primo tempo, Caldara a trovare il pari per la formazione di Bonacina. Bergamaschi, che rimangono, comunque, primi in classifica, ma vengono agganciati, anche, dallaltra veronese; il Chievo. Chievo che, vince 3 a 0 contro il Pescara. LHallas Verona, non riesce ad approfittare del mezzo passo falso, commesso dallAtalanta, per poter portarsi, cos, primo in classifica. Veronesiche, pareggiano 1 a 1 contro il Milan di Filippo Inzaghi, in una gara che si sblocca, solo, nel secondo tempo e, tutto in tre minuti. Al 27, Barisic porta in vantaggio i rossoneri, ma poco dopo, arriva subito il pareggio veronese, con Boni. Milan che aggancia a quota 7, in classifica, il Varese, sconfitto in casa del Padova, per 1 a 0, per la rete subita di Coraini, a soli sei minuti dallinizio della ripresa. Varese nettamente in difficolt, infatti, non stato in grado di pareggiare, almeno, la gara. Nel girone, primi successi per Cagliari e Lanciano. I sardi conquistano i loro primi tre punti, contro lUdinese, grazie al goal del difensore diciassettenne; Russu. Lanciano che, dopo il pareggio nella seconda giornata contro il Varese; conquista la sua prima vittoria battendo la Ternana, con ilrisultato di 4 a 1. Nel girone C la Roma che, con il successo casalingo per 3 a 0 con la Juve Stabia, si porta primain classifica, a punteggio pieno. Primi, insieme al Livorno che, vince 5 a 0 con la Reggina. Giallorossi subito aggressivi, al 3 del primo tempo, vanno in vantaggio, con la giovane promessa Ferri. Sul tabellino, anche Battaglia che, al 41 trova il goal del vantaggio. Secondo tempo, tutto da gestire per i ragazzi di Alberto De Rossi e, al 34 arriva il goal, della sicura vittoria, di Capadrossi.Male, invece, la Lazio, sconfitta a Palermo, per 3 a 0. A Palermo, i biancocelesti lasciano la testa della classifica e, vengono agganciati, a quota 9 punti, proprio dai rosanero e dalla Fiorentina,vincente sul campo del Catania, per 4 a 2. Passo falso, anche, del Napoli, fermato in casa dal Latina, sul risultato di 1 a 1. In goal, per gli azzurri di Saurini, Tutino che, segna dal dischetto, un rigore, da lui stesso procurato, allinizio della ripresa. Il Latina, per, pareggia poco dopo, con Paressini. Nonostante le tante occasioni nel finale, il risultato non si sposta dal pari. ANNALISA MOCCIA

12

Con la Youth League, alla sua prima edizione, anche per Juventus, Milan e Napoli primavera, il marted e il mercoled da campioni. E la Juventus a dare il via alla neonata competizione e, anche, qui, il Copenaghen una vera bestia nera. Come gli uomini di Conte, anche, i ragazzi di Zanchetta, riescono, solo, a strappare un punto, dalla fredda capitale danese. Il match termina 2 a 2; bianconeri beffati da un cacio di rigore fischiato nellextra time, al 94. Al Parken la Juventus a partire forte; al 12, per, Marin, il terzino bianconero, nel tentativo di anticipare Christesen, centra la porta difesa dal suo portiere. Una deviazione involontaria che,consegna, cos, il vantaggio ai danesi. Di qui, tutta in salita per la formazione torinese e, comincia il valzer dei calcio dangolo e dei legni colpiti. Sfortunata la Juve che cerca, in tutti i modi, il goal del pareggio. Su un calcio di punizione, guadagnata da Di Benedetto, Garcia a calciare. Una punizione perfetta che, fa secco il portiere danese. Finalmente pari acciuffato, nella ripresa,poi, di nuovo la Juventus a fare il gioco. Al 62 Sakor a portare in vantaggio i bianconeri. Juve, meritatamente in vantaggio e, nettamente superiore alla squadra danese. Al termine della gara, con i bianconeri in 10, per lespulsione di Roussos per doppia ammonizione, al 94 un errore costa caro alla Juventus. Fallo da rigore e pareggio per il Copenaghen. Termina in parit, anche, la gara tra Real Madrid e Galatasaray: 1 a 1. Il Milan di Inzaghi, parte bene. A Sesto San Giovanni, i rossoneri vincono per 3 a 1 sul Celtic di Glasgow. Una partita che si indirizza a favore del Milan, gi a sei minuti dallinizio del match. Infatti, i rossoneri trovano il vantaggio, grazie alla rete di Pinato; il numero 7 milanista batte perfettamente una punizione al limite dellarea di rigore scozzese. Vantaggio che il Milan riesce a gestire, ma un amnesia difensiva, regala il pareggio al Celtic; al 44 McMullan fa partire un buon cross, Andrenacci va completamente a vuoto e, Lindsay insacca facilmente di testa. Un primo tempo che mostra un risultato bugiardo: il Milan ha creato tanto, ma bravi i ragazzi del Celtic a finalizzare lunica buona occasione. Il secondo tempo inizia, come per il primo tempo, con un Milan subito scatenato. A tre minuti dallinizio della ripresa,Findlay commetto fallo su Fabbro e, per larbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore. Dal dischetto va Pinnato che, con freddezza spiazza Oberschmidt e, Milan, nuovamente, in vantaggio. Al 20 Tamas, a segnare il goal della sicurezza. Tre punti fondamentali per mantenere la scia del Barcellona che, strapazza per 4 a 1 gli olandesi dellAjax. A Bisceglie d Aversa, il Napoli vince 1 a 0 contro i tedeschi delBorussia Dortmund. E Tutino a regalare ai partenopei tre punti fondamentali per la classifica. Partita che si sblocca, dopo il quarto dora. Un rigore concesso ai partenopei e, concretizzato daTutino, portano in vantaggio i ragazzi di Saurini. Non sono mancate, di certo, le occasioni da ambo la parti, ma la sfortuna dei legni colpi dal Borussia e, la capacit di difendere, il goal, hanno consegnato la vittoria, comunque sofferta agli azzurri. Pi che una gara, il match tra Napoli e Borussia, si trasformato in una vera battaglia. Durante lincontro sono ben quattro le espulsioni, due per parti e, conclusasi nove contro nove. Tra Marsiglia e Arsenal, invece, finisce 1 a 4 a favore dei gunners.

13
Annalisa Moccia

E proprio vero, nel calcio di oggi tutto un magna magna. Il famelico Zamparini colpisce ancora sbarazzandosi di mister Gattuso in un sol boccone. Il mangia allenatori, dopo lultima sconfitta del suo Palermo, ha rispedito a casa il Ringhio nazionale. Attraversiamo loceano per scoprire Dominic Oduro, calciatore dei Columbus Crew, che dopo il gol segnato esulta mangiando una bella fetta di pizza. Lattaccante ghanese batte il portiere dei Chicago Fire, corre a bordo campo e si gusta una squisita pizza placando cos la sua fame di gol. Restiamo negli Stati Uniti dove un recente studio ha rivelato che non solo dirigenti e calciatori hanno problemi col cibo. Una ricerca del Journal of Psychological Science ha stabilito che uneventuale sconfitta della squadra del cuore determina un consumo maggiore (del 28%) di cibo spazzatura. Sono stati monitorati 726 tifosi nel corso di due stagioni calcistiche. Il risultato? Lo studio ha rilevato un dato piuttosto curioso: di luned il tifoso presenta sbalzi dumore che genera un aumento considerevole di cibi calorici. Pierre Chandon, creatore della ricerca, afferma: nessuno mangerebbe broccoli dopo una sconfitta. Per gli appassionati di calcio, una cosa certa: meglio aspettare il marted per iniziare una dieta Ci trasferiamo in Romagna, dove un bomber che non ti aspetti ha collezionato ben 581 reti in carriera. Si chiama Mirco Casadei Parlanti, classe 1962. Lattaccante di San Pietro, frazione di Bagno di Romagna, non smette di stupire e continua a segnare valanghe di gol anno dopo anno. Nel 1984 lesordio in prima categoria con la maglia del Colonnella: Mirco dimostra di avere il fiuto del bomber con una media di 20 reti a stagione, tra Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda categoria. Nel 1992, in C2, segna le due uniche gioie tra i professionisti con la maglia del Rimini. Ora, a 50 anni, il Rella, cos chiamato ai tempi della scuola per il suo aspetto gracilino, ancora lincubo di tutti i portieri della Romagna. Nonostante i continui acciacchi dovuti allet, la punta romagnola non ha nessuna intenzione di appendere gli scarpini al chiodo. Voglio almeno arrivare a quota 600 gol. Quando sono in campo io provo ancora sensazioni a cui non riesco a rinunciare. Lattaccante dell Alfero, club del cesenate, continua a divertirsi correndo su e gi ogni domenica su un campetto di periferia: se a 50 riesco ancora a segnare almeno 10 gol a stagione perch dovrei smettere?. Valerio Castorelli

Non bastava il Brasilerao, la Coppa del Brasile, i vari campionati statali e le coppe internazionali adesso i 10 mesi no-stop del calcio brasiliano dovranno far spazio nel calendario anche alla madre di tutti gli eventi ovvero il Mondiale2014. L'annata si prospetta come un vero tour de force per i calciatori sudamericani che non ci stanno e promettono battaglia. Tramite Alfredo Sampaio, responsabile della federazione brasiliana calciatori(Fenapaf) i tesserati hanno fatto sentire la propria voce. Sampaio ha garantito che sono gi 70 i big che hanno aderito all'iniziativa. Molti "ex italiani" e non solo tra i ribelli del pallone primi fra tutti Pato, Dida, J.Baptista, Gilberto Silva e Juninho Pernambucano. Se la lega verdeoro non trover una soluzione praticabile e che metta daccordo tutti si prospettano scenari molto cupi e tristi per uno stile di calcio che ha sempre regalato gioia e allegria. Infatti al momento sembra che se la situazione non cambier il Brasilerao 2013 sar il campionato senza fine o meglio il torneo in cui non si disputeranno le ultime due giornate, ovvero quelle in cui previsto lo sciopero. Antonio Greco

14

Benvenuti amici al consueto appuntamento con la nostra rubrica. Nello scorso numero vi abbiamo parlato de "Le Riserve", un film divertente basato sul football. Oggi continueremo a trattare di palla ovale, ma la pellicola scelta sar di marca italiana. Si tratta di "Lo chiamavano Bulldozer" con Bud Spencer nei panni del protagonista. Tra i tanti attori possiamo riconoscere il giovanissimo comico napoletano Nando Paone che interpreta un giovane partenopeo magrissimo e buffo. La storia parla di un marinaio ed ex giocatore di football soprannominato Bulldozer(Bud Spencer) che, a causa di alcuni danni al motore della sua imbarcazione, costretto a fare tappa a Livorno. Nella citt toscana vi il sergente Kempfer di una vicina base americana che, insieme ai suoi militari, non perde occasione di fare il prepotente con dei ragazzi del luogo. Spesso le 2 parti vengono allo scontro, i primi usando la forza fisica e i secondi con la furbizia. Bulldozer si inserisce subito nel gruppo dei giovani ragazzi quando sfida e vince una scommessa a braccio di ferro proprio col sergente Kempfer. L'ex giocatore entra cos subito nelle grazie dei giovani. Bulldozer per solo di passaggio e vuole lasciare Livorno. Purtroppo per lui il pezzo di ricambio per la sua barca si trova nella base statunitense, e il sergente gli impedisce di averlo. Questa ripicca da parte di Kempfer non solo dovuta allo smacco ricevuto nella sfida persa ma soprattutto perch il sergente perse tutti i suoi risparmi a causa di una scommessa su di una partita di football, la stessa che Bulldozer non gioc perch decise di ritirarsi. Intanto i militari decidono di organizzare una partita regolare di football, con tanto di premio in denaro, che viene accettata immediatamente dai ragazzi. Sfida accettata in quanto quest'ultimi non devono vincere la partita ma segnare solamente un punto. Tutto il gruppo, scoperto il passato di Bulldozer, decide di chiedergli aiuto e di allenarli; ma il protagonista trova il pezzo per riparare il motore della sua barca ed deciso a partire. Tutto ci provoca grandi rimpianti nei giovani che vedono sfumare in men che non si dica il loro sogno,ma soprattutto perch credevano di aver trovato un amico. Quando per l'addio sembra certo si ha una svolta: Bulldozer salva Spitz(uno dei ragazzi) da un gruppo di picchiatori e, capendo l'importanza che quella partita ha per loro, decide di restare ad allenarli. Kempfer, venuto a conoscenza della notizia e dichiarandosi contento della permanenza dell'ex giocatore di football, decide di regalare magliette, caschi e protezioni a tutto il gruppo dei ragazzi. Purtroppo i giovani non sono uno "squadrone" e cos Bulldozer decide di aggiungere agilit e forza al gruppo aggregando 2 ragazzi: un piccolo ladruncolo di nome Genny e il forzuto Orso. Quest'ultimo ha picchiato Spitz, e il ragazzo non prende per niente bene il suo ingresso in squadra. Spitz decide, in un primo momento, di abbandonare il gruppo per poi ritornare sui suoi passi e riaggregarsi alla squadra. Arriva cos il giorno del match. I ragazzi scendono in campo tesi e impauriti. Come se non bastasse gli americani iniziano a praticare un gioco duro che fa a pezzi i poveri giovani. Infastidito da tale modo di giocare, Bulldozer indossa casco e maglietta e decide di scendere in campo. E cos che ne vedremo delle belle! Quindi mettevi comodi e godetevi lo spettacolo! Vincenzo Vitale

15

Si svolto a Roma il campionato italiano di calcio per vigili del fuoco, manifestazione alla quale hanno preso parte le rappresentative di Campania, Liguria, Lombardia, Lazio, Sardegna, Sicilia, Toscana e Piemonte; formazioni qualificate di diritto dopo il torneo dello scorso maggio a Muravera (Ca) nel torneo di futsal. In finale, i vigili laziali si sono imposti sui colleghi lombardi, campioni in carica, con il risultato di 2 a 0 con entrambi i goal realizzati nella secondafrazione di gara, in un match davvero entusiasmante, disputato a viso aperto da entrambe le compagini. Nella finale di consolazione, valevole per il terzo posto, Piemonte Liguria 2 a 0 e piemontesi sul gradino pi basso del podio. Gli altri piazzamenti sono stati il 5 posto della Toscana, il 6 della Sicilia, il 7 posto della Sardegna, alla sua prima partecipazione, ultimi gli sfortunati vigili campani, incapaci di ripetere quanto di buono avevano dimostrato a maggio. Le gare si sono disputate presso i campi dellArea Formazione Motoria Professionale e su quello del Comando Provinciale VVF di Roma dal 17 al 21 settembre. Lintera manifestazione stata dedicata alla memoria del vigile del fuoco volontario Francesca Passini, responsabile del distaccamento volontario VF di Pievepelago (Mo), deceduta, in servizio, in un incidente stradale l1 aprile 2012. Fabio La Nave

Il brasiliano pronto per una nuova sfida,ma questa volta lo far su un panno verde! Si, avete capito bene, il fenomeno dopo aver conquistato tutti nel mondo del calcio con le maglie di Milan,Inter,Barcellona,Real,Psv,Brasile ha deciso di esibirsi ai tavoli da gioco con il poker. Quindi sar in Italia il 24 ottobre al torneo di beneficenza a Sanremo, con lo sponsor di pokerstars sportstars. Il pallone doro sar in grado di driblare avversari sul flop,turn, e vincere il colpo al river? Per gli amanti del poker non rester che aspettare la famosa data ed allenarsi per sfidare il campione, che magari si presenter allo Showdowncon un poker di 9! Luigi Bruno

E' vero il clou sar Domenica ma per le gli amanti delle due ruote a pedali la settimana iridata gi iniziata. Si partiti con la cronosquadre uomini che ha visto per il secondo anno consecutivo trionfare l'Omega Quik step, squadra che ha nel proprio roster un certo Tony Martin uno specialista della corsa contro il tempo. La vittoria dell'edizione 2013 stata per il team belga a dir poco sudata, infatti al secondo posto la squadra australiana dell'Orica Green-Edge si piazzata solamente a 0''81 dai vincitori. Terzo posto per la Sky di Froome a 22'' mentre la formazione italiana la Liquigas Cannondale settima a 1'28''. Firenze deve aver proprio portato bene a Tony Martin che in poco meno di due giorni ha vinto il suo secondo titolo mondiale stagionale. Il tedesco per la terza volta consecutiva il campione anche della cronometro individuale battendo in un podio di stelle Sir Wiggins e Fabian Cancellara rispettivamente a 48'' e 49''. Buona prova degli italiani Pinotti e Malori piazzati in settima e ottava posizione. Nelle altre gare, la cronometro Juniores si conclusa con la vittoria del belga Decraene e quella donne Elite con quella dell'olandese Van Dijk. Ora si aspetta con ansia solo il 29 Settembre per la Gara a squadre su strada, waiting for Firenze 2013 e soprattutto Vincenzo Nibali. Antonio Greco

Con un 3-1 (23-25/25-20/25-22/26-21)in rimonata contro una buona Finlandia, l'Italia maschile di volley accede alla semifinale continentale della rassegna di Danimarca e Polonia. Alla vigilia era difficile azzardare questo risultato per la nostra nazionale alle prese con un deciso cambio generazionale e una nazionale imbottita di giovani. La generazione dei fenomeni finita da un p e il buon Gigi Mastrangelo stato l'ultimo pezzo a staccarsi dal puzzle azzurro e ora sono i soli Savani e Parodi(peraltro out per lievi infortuni contro la Finlandia) a capitanare la spedizione italiana. I nomi nuovi sono quelli dello "Zar" Zaytsev, il palleggiatore Travica e il buon Vettori ma, la palma del giocatore rivelazione va di certo a quel Beretta che fino a qualche mese fa giocava in A2 e ora da esordiente sta vivendo da protagonista il sogno europeo. Nell'ultima sfida propri i primi tempi del possente centrale sono stati decisivi a i fini della vittoria finale. In precedenza l'Italia ha battuto agli ottavi con il medesimo punteggio l'Olanda mentre nel girone eliminatorio brucia un p la sconfitta al tie-break contro il Belgio che ha costretto gli uomini del ct Berruto a qualificarsi come secondi proprio dietro ai fiamminghi. Sabato si va a Copenhagen alla conquista della finale aspettando chi troveremo sulla nostra strada. Antonio Greco

Ettore e Diego trionfano nei mondiali di Offshore classe 3000 svoltosi nello specchio delle acque campane dal 18 al 22 settembre; portano cos l'orgoglio partenopeo sul gradino pi alto del podio! Seguono ai due fratelli del team "Sorbino", il team finlandese "Johnsson Racing", Marcus Johnsson e Jussi Myllymaki, che nella gara hanno dato filo da torcere alla coppia napoletana, arrendendosi per alla superiorit e alla determinazione dei piloti di casa. Ultimo gradino del podio spetta infine agli svedesi Daniel Segenmark e Leif Sundberg. Ancor pi entusiasmante la vittoria per Ettore e Diego, non solo per il titolo mondiale ma per averlo conseguito nella propria patria, regalando al loro pubblico l'emozione di assistere a questo grande evento, quale risultato di duro lavoro e allenamento. I due fratelli vengono cos premiati della loro bravura e dopo un meritato brindisi, quale modo migliore di festeggiare per i neo campioni che tuffarsi nelle acque del golfo di Napoli che l'hanno accompagnati alla vittoria e cullati al trionfo? E allora tutti in mare! Nunzia Casolaro

Il Dramma dello sci alpino stagione 2012/2013 sembra abbia trovato un buon finale, cos la campionessa americana tweetta dallaltra parte del mondo, in Cile. Dopo 7 lunghissimi mesi di convalescenza durante i quali ha temuto ben informati i suoi fan sulla sua condotta fisioterapica, Lindsey Kildow, sposata Vonn, fa sapere al circo bianco che tornata in pista. Il rientro in competizione previsto per fine novembre nella tappa di Beaver Creek, Colorado. In tanto le quote scommesse iniziano a salire, dandola a 4,00 come vincitrice della prossima Coppa del Mondo. Lo stile e le doti naturali di questa atleta non lasciano spazio a grosse stime, capace di tutto! Possa questo concentrato biondo, di talento e forza di volont, essere lo stimolo per tutti quegli atleti che cadono vittimadegli infortuni costringendoli ad allontanarsi da vittorie e passione. La sua carica e la sua vitalit sono un valore aggiunto che sicuramente ha coadiuvato allottenimento dei suoi titoli mondiali ed olimpionici (113 contando anche i podi stagionali). Chiara Carrat

E uno sport di squadra con regole simili a quelle dellhockey. La differenza sostanziale che nel broomball non si pattina, ma si corre sul ghiaccio per mezzo di apposite scarpe speciali antiscivolo con una suola in gomma morbida. Anche la stecca diversa, costituita da un manico in legno o alluminio e allestremit una paletta in gomma. . Al posto del disco si usa una palla di gomma dura. Le squadre sono composte da 5 giocatori di movimento pi il portiere, e almeno altrettanti giocatori siedono in panchina, pronti a subentrare in qualsiasi momento, visto che si corre in continuazione e i cambi volanti sono indispensabili per recuperare tra unazione e laltra. Gli incontri durano due tempi di 20 minuti ciascuno. I giocatori oltre alla scopa sono dotati di parastinchi e altre protezioni idonee a ridurre i danni dalle inevitabili cadute sulla superficie dura del campo. Labilit in questo sport sta principalmente nel trovare l'equilibrio sul ghiaccio, cosa per niente facile che lo rende assai divertente. Eleonora Brangi

La danza nelle sue mille sfaccettature, talvolta anche in antitesi tra loro, continua a svilupparsi e dare vita a nuove discipline. L'ultima? Il Girling; un neo stile che rompe tutti gli schemi concettuali e va oltre il tradizionale immaginario. L'elemento fondamentale? Tacchi vertiginosi. Questa volta per ad indossarli non il "gentil sesso". Saranno infatti gli uomini a provare il brivido di innalzarsi di un bel po di centimetri e ballare in bilico dell'equilibrio.

Il Girling ha cominciato a spopolare grazie al singolo di Madonna "Girl Gone Wild" in cui, in vesti quasi da Cat Woman, circondata da un gruppo di ballerini in tacchi e calzamaglia, e a quanto pare tutto ci sembrerebbe molto attraente. Dopo il Girling allora c' d'aspettarsi di tutto, e perch no, magari anche una controproposta allo stesso Girling in versione femminile, il Boying.
Girling, Boying, Hip Hop, Moderna, Classica; la danza avr anche mille aspetti, seppur contrastanti, ma ha un essenziale e indispensabile principio di base che li accomuna tutti: PASSIONE! Quel fuoco nell'anima che accende i passi e mette in moto i movimenti! Nunzia Casolaro

Direttore: Cristiana Barone Editore: Antonella Castaldo Capo Redattore: Luigi Liguori Editing Grafica: Giuseppe Vecchione e Silvana Ventriglia Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo 2013 - Universit Parthenope di Napoli - Facolt di Scienze Motorie 19 Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008 del 28/02/2008 Seguici anche su Facebook sulla nostra pagina FATTO DI SPORT per rimanere sempre aggiornato.