Sei sulla pagina 1di 48

+%!z!;!=!

&

Sabato 14 settembre 2013

y(7HB5J1*KOMKKR(

OPINIONI NUOVE - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale

D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004, n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano

FONDATORE VITTORIO FELTRI

DIRETTORE MAURIZIO BELPIETRO ANNO XLVIII NUMERO 219 EURO 1,20*

AMATO GIOCA MPS PAGA


Il nuovo giudice della Corte costituzionale, che ha appena raddoppiato i suoi introiti portandoli a 60 mila euro al mese, intercettato mentre chiede soldi alla banca per il suo torneo di tennis. Intanto i partiti trovano il modo di tenersi i fondi
di MAURIZIO BELPIETRO
Non vero che tutto va male in Italia: c anche qualcosa che migliora. Ad esempio i redditi di Giuliano Amato, indimenticato presidente del Consiglio che ventanni fa debutt a Palazzo Chigi sottraendo di notte il 6 per mille a chiunque avesse un conto corrente. Per effetto del nuovo incarico ricevuto dal capo dello Stato, da ieri gli introiti del dottor Sottile sono raddoppiati e ci dimostra che il soprannome affibbiatogli da Eugenio Scalfari si attaglia alla perfezione alla sua capacit di passare indenne tra le bufere, ma non al suo portafogli. A forza di pensioni e buste paghe varie, gli incassi mensili si aggirano intorno ai 60 mila euro. Dunque, altro che sottile, semmai gonfio. Sar per questo che lex consigliere di Bettino Craxi si diletta a giocare a tennis? Forse. Di certo le sue partite, gi immortalate dai fotografi, ora passeranno alla storia anche per le intercettazioni che spuntano dallinchiesta Mps. Amato telefonava a Mussari, presidente della banca rossa, per sollecitargli la sponsorizzazione del suo torneo. Niente di penalmente rilevante, (...)
segue a pagina 3

Politica come impotenza

Pd e Pdl in gabbia la Caporetto della Repubblica


di GIAMPIERO MUGHINI

La politica come impotenza degli uni e degli altri, come schiamazzo di tutti contro tutti. Una politica da cui manca drammaticamente quel che ne costituisce nel bene e nel male la nobilt, ossia le decisione, sostituita da estenuanti agonie sempre le stesse. Due o tre giorni fa ascoltavo in televisione il deputato grillino che in aula spettorava giudizi da trivio su chi fosse pi gaglioffo tra i due partiti (...)
segue a pagina 7

Laltra faccia della pena

Il Cav trasformer i servizi sociali in un grande show

di FRANCESCO BORGONOVO
Spolverando una seggiolina con un fazzoletto nello studio di Michele Santoro, ha annichilito Marco Travaglio e ha incollato il pubblico allo schermo con risultati da record. Ora, immaginatevi che cosa potrebbe scatenare Silvio Berlusconi con una scopa in mano mentre d una pulitina al pavimento di un centro anziani durante (...) Il neo giudice della Corte costituzionale Giuliano Amato sul campo da tennis [Sestini]
segue a pagina 5

Intervista a Giorgio Faletti

Bruciati 40 milioni in due anni

Equitalia, buco nei conti: perde troppe cause


di GIULIANO ZULIN
Partiamo dai numeri. Equitalia ha 8100 dipendenti che costano 506 milioni lanno, circa la met del fatturato della societ di riscossione tributi. Fatturato che dato, semplicemente, dai soldi recuperati dagli evasori: la somma precisa del giro daffari (...)
segue a pagina 11

Ammortizzatori sociali per 1400

Il blitz dei giudici costa: cassa integrazione per Riva


di SANDRO IACOMETTI
Lunica certezza per ora che il governo, che sta ancora cercando di racimolare i quattrini per finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga, si dovr caricare sulle spalle altri 1.400 lavoratori. Rischiando di svuotare anche il fondo per la cassa integrazione (...)
segue a pagina 10

Lantipolitica? solo quella dei brigatisti rossi


di MARIO BERNARDI GUARDI

PROPOSTA PER CHI HA PI DI 65 ANNI

Una rendita vitalizia in cambio di un pezzo di casa


di ATTILIO BARBIERI a pagina 22

Lappuntamento per il 14, alle ore diciotto, in un locale mitico e non solo per i nostalgici di Sapore di mare: la Capannina di Forte dei Marmi. Levento, presentato da Serena Dandini, che, giuliva, sfarfaller in sinistrese, la quarantunesima edizione del Premio Satira Politica. (...)
segue a pagina 29

Le uccidono la figlia, lei scrive una lettera straordinaria

C unItalia bella: ce la spiega la madre di Eleonora


di MARIO GIORDANO
Missione, Dio, sacrificio, carit. E rosario. zeppa di parole desuete la lettera della mamma di Eleonora: la dottoressa bergamasca stata uccisa mentre soccorreva un indiano ferito da altri indiani, gente troppo accecata dalla violenza (...)
segue a pagina 17

Vittime in piazza, carnefici tutelati

Lipocrisia della privacy del mostro


di GIORDANO TEDOLDI
Le regole della privacy, in Italia, sono notoriamente una barzelletta. Esiste persino un garante apposito, immaginiamo lautamente stipendiato, le cui funzioni, competenze, nessuno conosce, se ne ignora persino il nome, pi privacy di questa! (...)
segue a pagina 19

* Con: ABBRONZATISSIMA - CD Le canzoni dellestate 7,0 0.

Prezzo allestero: CH - Fr. 3.00 / MC & F -

2.00 / SLO -

2.00.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

PRIMO PIANO

::: PORCINI DI STATO


Gli amici delle banche

Amato telefonava a Mps per farsi pagare il tennis


Dalle carte dellinchiesta emerge una richiesta del Dottor Sottile a Mussari: 150mila euro lanno per il torneo del suo circolo a Orbetello
::: BRUNELLA BOLLOLI
ROMA

QQQ Dicono che la vole sia il suo colpo migliore. In singolo o in doppio, Giuliano Amato fa la sua figura a tennis. Calzoncini bianchi e occhiali da sole, il nuovo giudice della Corte costituzionale risponde a ogni palla sulla terra rossa dellesclusivo circolo di Orbetello. E che lex premier sia uno specialista delle prese a volo lo testimonia la sua capacit di ottenere incarichi come fossero caramelle. La sua unarte, espressione del do ut des coniugata ai massimi livelli. Io ti aiuto a diventare presidente dei banchieri italiani e tu finanzi il mio torneo di tennis. Cos avrebbe detto a Giuseppe Mussari, capo del Monte dei Paschi di Siena. Lo scambio di battute risale al 14 febbraio 2010 ed contenuto negli atti dellinchiesta della procura di Siena sullacquisizione di Antonveneta e su altre operazioni del gruppo. Nelle carte emerge il solito intreccio di potere tra banche e politica che, nel caso Mps particolarmente stretto, visto che a Siena sempre stata la sinistra a governare. Dunque, il sistema era collaudato: richieste di finanziamento, raccomandazioni, aiutini per scalare posizioni. Finora non sembra ci siano indagati, ma la lente dei pm focalizzata sulla pratica, in uso dai politici di vario schieramento, nel mungere Mps con la promessa di una ricompensa sicura al presidente (oramai ex) Mussari. E stupisce scoprire che tra i nomi menzionati nei verbali compare Amato, neo giudice della Consulta, dunque, in teoria, espressione della terziet e di una condotta morale al di sopra di ogni sospetto. lo stesso Amato, secondo unintercettazione della Guardia di Finanza, a chiamare per primo Mussari per chiedergli se vera la voce circa la sua candidatura allAbi, lAssociazione bancaria italiana, in modo tale da fare qualcosa per sostenerlo. Laltro conferma (infatti la nomina arriver il 23 giugno dello stesso anno). Amato richiama Mussari il primo aprile. Mi vergogno a chiedertelo, esordisce, ma per il nostro torneo a Orbetello importante, perch noi siamo ormai sullosso, che rimanga immutata la cifra della sponsorizzazione. Ciullini ha fatto sapere che il Monte vorrebbe scendere da 150 a 125. Mussari risponde: Va bene, ma la compensiamo in un altro modo. Amato: Guarda un po se riesci, senn io non saprei come fare... Trova, ce lhai un gruppo? La trovi?. E Mussari sicuro: La

Q Mi vergogno a chiedertelo, ma per il nostro torneo a Orbetello importante che rimanga immutata la sponsorizzazione. Ciullini ha fatto sapere che il Monte vorrebbe scendere da 150 a 125...
GIULIANO AMATO A GIUSEPPE MUSSARI

Q Va bene, ma la compensiamo in un altro modo


GIUSEPPE MUSSARI A GIULIANO AMATO

trovo, contaci. Rapporto stretto, quello tra il Dottor Sottile e lex capo di Mps: il primo, con Luigi Berlinguer e Franco Bassanini, gi nel 2001 agevol lascesa del giovane avvocato calabrese alla guida di Rocca Salimbeni. Non si sa se abbiano mai giocato insieme a tennis, ma di sicuro Mussari, negli anni, ha partecipato alle premiazioni del torneo Atp Challenger del club toscano tanto caro ad Amato, che lo ha presieduto dal 96 al 2003 e oggi ricopre la carica di presidente onorario, insieme ad Aurelio Regina. Ad aprile, quando il nome dellex premier teneva banco come possibile successore di Napolitano, lui ha risposto ironico: Io presidente? Preferisco pensare che sia per il Tennis Club di Orbetello. L il neo giudice trascorre lestate con la moglie e su quei campi, nel 2000, avrebbe portato volentieri il suo omologo inglese Tony Blair per sfidarlo a un test di virilit nazionale, come scrissero i tabloid britannici. Ma poi il match divenne un doppio contro il presidente del-

la Rai, Roberto Zaccaria, e il padrone di casa di Blair, il principe Girolamo Guicciardini e si concluse con la vittoria dei due primi ministri, a San Gimignano. Anche allora Amato dimostr di saperci fare con la racchetta. Cos abile da avere portato nel prestigioso circolo la ricca sponsorizzazione di Mps, che solo questanno, visti gli scandali, ha cessato di fornire risorse. Per noi il Monte era uno sponsor storico, conferma Stefano Troncarelli, segretario e tesoriere del club. Prima il montepremi del Trofeo Stefano Bellaveglia, dedicato alla memoria del vicepresidente di Mps scomparso in Congo, arrivava fino a 100mila dollari, ora siamo scesi a 30mila dollari. Fortuna che ci sono altri sponsor come Enel, Lottomatica e Bnl. Amato unautorit di Monte Argentario e ha sempre cercato di fare arrivare risorse alla struttura sportiva in cui passato, tra i big del Pd, anche Enrico Letta. Circolo esclusivo, ma quota sociale alla portata di tutti: 120 euro. Paga anche il presidente onorario Amato.

QQQ Esordio con polemica per i nuovi vertici della Fondazione Mps, che proprio nel giorno in cui si voleva dare la sensazione del cambiamento si sono visti piombare sulla testa le dichiarazioni del sindaco di Siena, che ha chiesto al governo di intervenire per evitare che il territorio (ovvero la politica) perda il controllo della banca. Motivati e consapevoli delle difficolt che dovranno essere affrontare. Cos Antonella Mansi, neo presidente dellente senese descrive se stessa e gli altri 4 consiglieri della Deputazione amministratrice che ieri si riunita per la prima volta a Palazzo Sansedoni. Il momento serio, ha chiarito a chi pu avere ancora dubbi, non si scherza. Un messaggio che sembra destinato a molti senesi (lei che senese lo solo di nascita anche se ha preso la residenza in provincia come previsto dallo Statuto dellEnte), e in particolare alla politica che ancora continua a litigare pensando, forse, alla Fondazione che fino a pochi anni fa distribuiva milioni di euro a pioggia, forte della maggioranza del capitale di Mps. Un capitale oggi sceso al 33,5%, ma destinato a diluirsi drasticamente dopo la richiesta arrivata al Monte dallUnione europea di un aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro. Era gi un impegno sfidante, adesso lo ancor di pi, ha detto la 39enne, vicepresidente di Confindustria, che nei prossimi giorni incontrer i vertici di Banca Mps, Alessandro Profumo e lad Fabrizio Viola. A rovinare la festa ci hanno pensato le parole del sindaco Bruno Valentini che, poco ore prima dellinizio della riunione della Deputazione, ha diffuso

Nuova Fondazione, vecchie polemiche

E il sindaco Pd di Siena chiede ancora fondi pubblici

La sede del Monte dei Paschi [LaPresse]

il graffio
Alla fiera dellAstrid
Franco Bassanini con Giuliano Amato e Franco Gallo il centro studi Astrid fond. Ma poi Gallo alla Corte Costituzionale and e lAstrid lasci. Ma venne Amato che alla Corte prese il posto di Gallo che allAstrid torn. Alla fiera dellAstrid un topolino per 2 pensioni e 30mila euro al mese alla Corte Costituzionale arriv.

una clamorosa nota criticando le iniziative politiche demagogiche e sollecitando un intervento pubblico ha difesa di quel legame tra ente e banca, che tutti gli organismi di vigilanza nazionale e internazionale stanno cercando di spezzare. Bisogna chiamare il governo, ha detto il sindaco del Pd, ad assumersi la responsabilit di aiutare la Fondazione Mps a non scomparire nella compagine azionaria della Banca Mps, perch ci significherebbe privare lazionariato di riferimento di un socio pubblico affidabile e rappresentativo del territorio. In altre parole, Palazzo Chigi dovrebbe garantire con i soldi pubblici il mantenimento del

controllo politico della banca da parte degli enti locali, attraverso la Fondazione. Sono parole sue, ha detto la Mansi cercando di prendere le distanze dallimbarazzante sortita. Insieme a Giorgio Olivato, nominato ieri vicepresidente, e agli altri tre consiglieri (Alessandro Carretta, Camilla Dei, Flavia Galletti), limprenditrice sa di doversi impegnare molto per sollevare le sorti di una Fondazione che ha dovuto ridurre il proprio ruolo: lavoreremo perch lo riconquisti, magari non come prima, magari meglio, ha proseguito. Un ente che potr essere un p pi piccolo ma che dovr tornare ad essere un valore aggiunto sul territorio. Da imprenditore, ha spiegato ancora Mansi, so bene cosa vuol dire per il territorio avere un istituto di credito forte ed efficiente: se posso dare un contributo vero e fattivo indirettamente faccio un piacere anche al mio settore. I tempi sono stretti, entro il mese di ottobre la Deputazione amministratrice deve predisporre il piano annuale di indirizzo. Per il futuro ci vuole anche un p di fortuna. Lei, nonostante un collega dell'azienda di famiglia, la Nuova Solmine, le abbia regalato un cornetto rosso dopo la designazione, assicura di non essere superstiziosa, tanto che la prima riunione della nuova Da lha convocata di venerd 13. A tutti, invece, chiede di fare il tifo per la Fondazione e non tirare ognuno dalla propria parte. Intanto ieri stato nominato anche il presidente del Collegio dei sindaci revisori di Palazzo Sansedoni, Luigi Borr, che sar affiancato da Marco Grazzini e Filippo Mascia.
S.IAC.

PRIMO PIANO

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

::: PORCINI DI STATO


Cornuti e mazziati

Loro giocano, i soldi li mettiamo noi


Raddoppiano lo stipendio di Amato, pagano lennesimo commissario ai tagli anzich tagliare e i partiti si salvano i finanziamenti. Dai porcini di Stato ai porcini con le ali
::: segue dalla prima MAURIZIO BELPIETRO
.

DOTTOR SOTTILE Giuliano Amato, impegnato in un dritto. Lex ministro del Tesoro e dellInterno, ex garante dellauthority della concorrenza, ex presidente del Consiglio e neo-nominato giudice della Corte Costituzionale un appassionato di tennis [LaPresse]

(...) intendiamoci. Solo la richiesta di un piccolo favore e, come si sa, gli istituti di credito un favore non lo negano a nessuno, soprattutto a un ex presidente del Consiglio in procinto di sedersi su altre importanti poltrone. Ci detto, la ragione di premiare con un posto da giudice costituzionale un signore messo a riposo dalluniversit e dalla politica per noi resta misteriosa. Tuttavia Giorgio Napolitano lo ha voluto a Palazzo della Consulta e fra qualche tempo ce lo ritroveremo pure presidente della Corte, dato che ogni togato per prassi ha diritto prima del termine del mandato a ricevere il massimo stipendio, in modo da poter incassare il massimo assegno di congedo. Del resto, che per affrontare i temi spinosi del Paese, tra i quali primeggia la disoccupazione, il capo dello Stato pensasse di nominare un ultrasettantenne non stato per noi un fulmine a ciel sereno, in quanto la settimana scorsa avevamo anticipato la notizia. Per la verit, nellarticolo segnalavamo anche un pericolo e cio che una volta occupata la poltrona della Consulta, Amato facesse il salto su quella di Palazzo Chigi. Come noto, quando mesi fa Bersani non riusciva a far quadrare i conti del nuovo governo, il presidente della Repubblica aveva pensato di affidare lincarico al numero uno della Corte costituzionale Franco Gallo. Niente di pi facile dunque che in caso di dimissioni di Enrico Letta il capo dello Stato ripensi di dare le chiavi del Paese allunico che ha dimostrato di saperle usare come un grimaldello. Per di pi, essendo in crisi da astinenza perch una volta pensionato non gli era riuscito di tassare pi nulla, Amato tempo fa si ingegn per spiegare agli italiani come risolvere il problema della grande massa di debito pubblico. Sul Sole 24 ore apparve infatti un suo articolo in cui sosteneva che per abbatterlo sarebbe stata sufficiente una bella patrimoniale sul ceto medio, dimostrando cos di avere le migliori credenziali per fare il premier.

Ma oltre a sottolineare che qualcosa nel nostro Paese migliora, come per lappunto i redditi percepiti da Giuliano Amato, ci corre lobbligo di segnalare che anche sul fronte delloccupazione si registrano piccoli segnali. Non siamo ancora al cambio di tendenza e non si sono ancora recuperati i quasi 2 milioni di posti di lavoro persi negli ultimi anni, per qualche passo avanti c. Ad esempio quello del nuovo commissario alla spending review. Lincarico lasciato vacante da Enrico Bondi sar infatti presto ricoperto da un altro mani di forbice: ne hanno dato notizia ambienti vicini a Palazzo Chigi. Non si sa se la nomina servir davvero a ridurre gli sprechi e a trovare i miliardi che servono a tagliare le tasse, tuttavia si pu dire che almeno uno stipendio in pi assicurato e cos si dato un contributo decisivo nella lotta alla disoccupazione. Non finita. Tra le buone notizie va annoverata anche lindiscrezione riguardante i fondi ai partiti. Come noto, il contributo pubblico incassato dai vari gruppi avrebbe dovuto essere restituito, con gravi danni per le casse dei movimenti, tanto che alcuni tesorieri minacciavano gi il suicidio. Per scongiurare la moria di cassieri, le forze politiche paiono per avere escogitato un trucco per tenersi il malloppo. Niente restituzione dunque, almeno fino a nuovo ordine e questo dovrebbe tranquillizzare anche le centinaia di dipendenti del Pd che rischiavano di finire sul lastrico, licenziati a causa della cronica carenza di fondi. Infine, sempre in ambito partiti, c da registrare che in barba allimpegno di pubblicare on line tutte le spese dei gruppi parlamentari, in modo da evitare altri casi Fiorito, Lusi e Maruccio, in pochi hanno messo in rete gli scontrini, e tra i pochi a quanto pare non ci sono molti onorevoli a Cinque Stelle. Altro dunque che Porcini di Stato, come abbiamo titolato ieri raccontando le ultime sulla Casta. Qui siamo ai Porcini con le ali.
maurizio.belpietro@liberoquotidiano.it @BelpietroTweet

PRIVILEGI ETERNI

Bertinotti non ha solo lauto blu Gli manteniamo anche la scorta


GentileDirettore, nellarticolo LaBoldrinimolla lutilitaria e sale sulla super-Bmw, pubblicato a pagina 10 dal suo giornale il 13 settembre 2013, Ignazio Stagno afferma che Fausto Bertinotti continua a girare in auto blu. Ne avr diritto fino al 2018. Le due frasi contengono diverse inesattezze che la prego di rettificare. Fausto Bertinotti non gira in un auto blu, ma, in quanto ex presidente della Camera dei deputati, ha usufruito di una misura di sicurezza e protezione stabilita dal Ministero dellInterno che prevede un servizio di tutela con agenti di polizia. Questo servizio di tutela, che non un diritto, venuti meno i motivi che lo avevano reso necessario, sar interrotto, sempre su decisione del Ministero dellInterno, a partire dal 1 ottobre 2013. VITTORIO MUCCI Addetto stampa Fausto Bertinotti E noi che speravamo si trattasse solo di unauto blu.

La pretendeva dai medici del palazzo

Grillina blocca il Senato due giorni: voleva la pillola abortiva della Casta
::: LUCIANO CAPONE
QQQ Signor Presidente, desidero porre allattenzione dellAssemblea due episodi apparentemente lontani tra di loro, ma che hanno un punto in comune: la violenza sulle donne. Inizia cos, l11 settembre, lintervento in aula del senatore del M5S Maurizio Romani. Il tema delicatissimo e il parlamentare grillino lo affronta partendo da un episodio di cronaca nera che ha scosso lItalia, lomicidio a coltellate della psichiatra barese da parte di un suo paziente: Si tratta dellennesima violenza contro una donna da parte di un attentatore con una coscienza alterata. Secondo Romani non bisogna cadere nella banalizzazione perch in psichiatria la violenza molto rara, se confrontata con gli atti violenti della cosiddetta gente normale, quindi le cause della tragedia vanno ricercate altrove e precisamente nella responsabilit politica e morale di chi ha permesso che sistemi di cura cos delicati fossero sempre pi indeboliti da restrizioni di mezzi, di organico e finanziarie. A fianco al terribile omicidio compiuto a Bari, il senatore grillino affianca un secondo esempio di violenza sulla donna. A differenza del primo, si tratta di un crimine ancora sconosciuto allopinione pubblica, mi riferisco alla notizia che una nostra collega deputata non ha potuto usufruire di un servizio dovuto per legge continua Romani - quale la prescrizione della cosiddetta pillola del giorno dopo, presso lambulatorio di Montecitorio. Il delitto denunciato dal senatore grillino sarebbe lobiezione di coscienza di due medici che lavorano alla Camera dei deputati. Romani, che anchegli medico, va allattacco dei colleghi che fanno obiezione di coscienza: non se ne pu abusare, soprattutto se lo si fa per motivi di carriera interna, pi che per convinzione religiosa o ideologica. La legge 194 sempre pi osteggiata, a tutto danno dei diritti delle donne. La mancata prescrizione della pillola del giorno dopo alla deputata grillina non si esaurisce con il jaccuse di Romani,

URLATORE Beppe Grillo, leader e fondatore del M5s. Una delle sue deputate ha chiesto ai medici della Camera la prescrizione della pillola del giorno dopo [LaP] po. Una discussione surreale. Per due giorni a Montecitrio ha tenuto banco lanticoncezionale di una deputata, nella convinzione di parlare di violenza sulle donne. La quarantina di coltellate inferte nel corpo della psichiatra barese sono state paragonate allobiezione di coscienza di due medici. Nessuno ha indicato a Romani labisso che separa i due fatti. Ma Barani ha quantomeno mostrato unaltra contraddizione: Visto che non si pu essere anticasta a senso alternato, credo che anche i colleghi deputati potrebbero rivolgersi alle Asl e fare la fila, come tutti i cittadini, lasciando il servizio di Camera e Senato solo per le emergenze.

ma continua anche il giorno successivo con lintervento di Lucio Barani (Gal): Romani un medico e non so perch non sia intervenuto. Io sono un medico non obiettore di coscienza e mi metto a disposizione delle colleghe sia del Se-

nato che della Camera, poi Barani propone portare leducazione sessuale in Parlamento, ovvio che la parlamentare va anche istruita sul fatto che esistono metodi che fanno in modo di non richiedere lutilizzo della pillola del giorno do-

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

PRIMO PIANO

il governo appeso a un filo

NELLE MANI DI EPIFANI Falchi e colombe del Pdl concordano su un punto strategico, ovvero addossare tutta la responsabilit della crisi imminente sulle scelte dei democratici

Il Cav rispolvera il blitz in tv


Lex premier medita di andare in video prima della giunta di mercoled: Solo cos posso costringere Napolitano a intervenire. In Senato il M5S chiede il voto palese. Per il Pd tattica: Lo salvano col segreto e ci danno la colpa
::: SALVATORE DAMA
ROMA

QQQ Da Arcore in arrivo un nuovo ultimatum. Giusto in tempo per il voto di mercoled sera in Giunta per le Elezioni. I senatori del Pd devono sapere che il loro giudizio sulla relazione Augello (s o no ai ricorsi sulla legge Severino) andr ben oltre le settanta pagine confezionate dal parlamentare del Pdl. Non potremmo escludere conseguenze sul governo, di nuovo bellicoso il Cavaliere. Che considera una bestemmia il formarsi di un asse Pd-M5S ai suoi danni. Non lo pu tollerare. E chiama ancora in causa il Quirinale. Facendo indirettamente sapere al Capo dello Stato che tutti gli appelli alla responsabilit indirizzati al Pdl vanno rispediti al Partito democratico. il Nazareno che, con la sua ostinazione nel voler espellere il nemico di sempre dalla politica, sta per mandare in macerie le larghe intese. Dopo molti giorni di silenzio, lex premier pronto a calcare nuovamente la scena. Lo far probabilmente prima del d-day della Giunta. Per il Cavaliere necessario drammatizzare lo scontro, solo cos pu costringere il Quirinale ad alzare il telefono per frenare il formarsi dellalleanza antiberlusconiana in Giunta. E finalmente Silvio potrebbe tirare fuori dal cassetto il famoso dvd con il videomessaggio in cui minaccia tuoni e fulmini. Che poi, a cosa serve tutto questo agitarsi? Berlusconi se lo domanda, quando ci riflette su un po bene. La Giunta una macchina lanciata senza freni. Inutile provare a fermarla, il risultato della votazione scontato, gli dar torto. Allora, come suggerisce Denis Verdini, meglio concentrarsi sul voto dellassemblea, quando lAula di Palazzo Madama sar chiamata a ratificare o a respingere la decadenza del Cavaliere. Con il voto segreto. Proprio su questo argomento ieri si scatenata una rissa intorno alle intenzioni del Movimento 5 Stelle, novelli franchi tiratori o presunti tali. C chi cita il precedente di Bettino Craxi. Fu la Camera a negare lautorizzazione a procedere contro il leader socialista. E lo fece perch, con la procedura segreta, i leghisti votarono per difendere Craxi dai giudici salvo poi scatenare linferno fuori. Con manette e monetine. Una mossa luciferina confessata dallo stesso Umberto Bossi anni dopo. Ebbene, adesso c chi accusa i grillini di voler adottare la stessa

tattica. Salvare Berlusconi e poi dare la colpa al Pd. Linciucio. La melassa. I Cinque Stelle negano: ora di finirla una volta per tutte con il voto segreto. Sfidiamo tutti: Pd, Pdl, Scelta civica, Sel e Lega. Chi non ha nulla da nascondere voti la nostra proposta. Il Movimento 5 Stelle in Giunta e in Aula compatto voter per la decadenza immediata di Berlusconi. Ma i democratici non ci credono. Temono lagguato: M5S chiede il voto palese sapendo che il Pdl chieder quello segreto e loro voteranno per salvare Berlusconi dando resposabilit al Pd, accusa il senatore democratico Stefano Esposito. I grillini quando parlano del Pd lo fanno per esor-

cizzare i propri problemi visto che per ora sono stati la migliore assicurazione sulla vita politica di Berlusconi, dice il responsabile giustizia del Pd Danilo Leva, noi faremo il nostro dovere, loro non lo so. Fanno confusione per sviare quelli che ormai sono pi che sospetti sul loro conto. E mentre il Pd attacca i pentastellati, il Pdl se la piglia con i democratici. Il loro antiberlusconismo, mette in guardia Renato Schifani, rischia di arrecare al nostro Paese danni irreparabili. I ritmi impressi da questo partito ai lavori della Giunta, e le dichiarazioni dei suoi esponenti, danno il senso di una volont. Quella, attacca il capogruppo del Pdl a Palazzo

il graffio
In gulag ai Riva
Secondo Nichi Vendola (foto LaP) per risolvere la crisi dellIlva lo Stato deve generalizzare il modello commissariamento ed estromettere la famiglia Riva dalla gestione di tutte le societ del gruppo. E poi magari fargli anche un biglietto di sola andata per Novosibirsk.

Madama, di espellere immediatamente dal contesto parlamentare il nostro leader. Si rischia una ferita alla democrazia difficilmente riparabile. tutto nelle mani del Pd, ammette il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi. E gli azzurri non stanno tranquilli per niente. Decideranno, si confronteranno, la nostra posizione molto chiara. Sarebbe insopportabile, aggiunge il ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello, se il voto di mercoled in Giunta si trasformasse in una corrida o in un liquidazione. Spero invece che da parte di tutti ci sia la consapevolezza della complessit di una legge, la Severino, che viene applicata per la prima volta. Il Pd dimostri la stessa responsabilit avuta quando decidemmo di fare il governo insieme. Infine c chi invita luomo di Arcore a non farsi rosolare: Se la Giunta vota la decadenza del Cavaliere, twitta Augusto Minzolini, insensato attendere il voto dellAula perch il Pdl abbia una reazione adeguata. Si fa solo il gioco degli aguzzini e di chi vuole cacciarlo in silenzio. Daniela Santanch parla di ferita insanabile. Se Silvio decade, si deve tornare subito alle urne, anche se si dovesse votare a Natale. Interviste, videomessaggi, grancassa. tutto pronto per

scatenare la guerra. Per far venir gi governo e maggioranza. Ma poi Silvio ascolta i consigli dei figli che gli stanno vicino in questi giorni difficili. Poi vede il titolo Mediaset volare in Borsa. E pensa: ma come si fa...

PRONTO ALLO SCONTRO


In alto, il presidio del Carabinieri da sempre davanti allingresso di villa San Martino ad Arcore. Il 15 ottobre, se il Cav non avr scelto altrimenti, un militare potrebbe bussare alla porta per portarlo in caserma per le foto segnaletiche: linizio dei domiciliari [LaP]

Pm contro Mediaset

I legali sul sequestro di azioni Sarebbe un atto abnorme


La prima pagina di Libero di ieri

::: FRANCO BECHIS


QQQ Da qualche giorno pi fonti parlamentari assai vicine al Cavaliere riferivano di unimprovvisa preoccupazione emersa nelle ultime riunioni sia ad Arcore che a palazzo Grazioli: quella sulle sorti delle aziende del gruppo Fininvest-Mediaset. Secondo unindiscrezione raccolta da Libero qualche giorno fa e confermata da altre fonti nei giorni successivi, e apparsa pure su altri quotidiani (La Stampa e Il Fatto quotidiano), il timore che si stava ingigantendo era quello di un decreto di sequestro conservativo delle azioni intestate alla persona fisica Silvio Berlusconi nelle holding di controllo di Fininvest. Per questo motivo - riferivano le stesse fonti -, era allo studio una possibile divisione di quelle azioni fra i cinque figli, di cui spesso si parlato ma che per quei timori giudiziari si sarebbe fatta assai pi urgente. Ieri gli avvocati di Berlusconi, Nicol Ghedini, Piero Longo e Franco Coppi hanno sostenuto di non avere alcuna

conoscenza di un possibile provvedi- come noto, il presidente Berlusconi mento di sequestro azionario, e di non stato prosciolto con decisione conferaverne nemmeno sentito voce: Nulla mata dalla Corte di Cassazione. quindi tutto ci mai venuto a nostra co- di evidente che si tratta di una notizia noscenza. Ma siccome con i magistra- fuorviante e priva di ogni verosimiti non si sa mai, il collegio legale coglie glianza. loccasione di mettere le mani avanti: A dire il vero, come scritto non solo Comunque la possibilit di un seque- ieri da Libero, ma dalla relazione semestro, scrivono in un comunicato con- strale di Mediaset al 30 giugno scorso, giunto, del tutto esclusa e se le vicende tributarie collegate ai la notizia fosse vera si tratteprocedimenti penali sono rebbe di un provvedimenconcluse solo per un accerto abnorme e fuori da tamento con adesione reogni logica. lativo allanno 2003. Tutte I legali fanno gi comle altre restano aperte. prendere bene la linea di Fra queste due avvisi di difesa nel caso di un accertamento dellAgenprovvedimento che per zia delle Entrate che riguaral momento escludono (ridavano il 2001 (per velando per altro che il Cava15,6 milioni di euNiccol Ghedini [LaP] liere ha gi onorato la parte ciro) e il 2002 (per vile della condanna sui diritti tv 19,9 milioni di euMediaset): Nel processo concluso, ro), tutti impugnati davanti alla comscrivono Ghedini, Longo e Coppi, le missione tributaria provinciale di Milastatuizioni civilistiche sono gi state no. onorate integralmente dal presidente Per i 15,6 milioni del 2001 gi stata Berlusconi. Per quanto attiene le vicen- fissata ludienza al prossimo 9 ottobre. de tributarie, queste sono in stato di Restano inoltre aperti contenziosi per avanzata composizione e riguardano altri 8 milioni di euro oltre interessi e Mediaset e non gi Fininvest. Infine per sanzioni per tutte le annualit di bilanquanto attiene il processo Mediatrade, cio che vanno dal 2004 al 2011.

A PALAZZO MADAMA

Fuoriusciti grillini pi i vendoliani: nasce M5Sel?


A Palazzo Madama e alla Camera potrebbe nascere un nuovo gruppo formato dai dissidenti del Movimento a 5 stelle e dagli eletti di Sel. I pentastellati smentiscono sia via Twitter che su Facebook, ma lipotesi non peregrina. A Montecitorio sono 6 o 7 gli irrequieti del M5S, tre: Zaccagnini, Labriola e Furnari sono gi fuori nel gruppo Misto, ne basterebbe soltanto un quarto. Al Senato ne servirebbero dieci per formare un gruppo. Gli ex M5S Gambaro, De Pin, Mastrangeli e Anitori sono gi nel Misto assieme ai 7 di Sel, se si unissero potrebbero fare un gruppo autonomo. Alla Camera se la prendono con Zaccagnini da quando andato via vuole formare un gruppo.

PRIMO PIANO

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

VILLA ARZILLA La lettura dei giornali al mattino, la corte alle anziane ospiti e poi la domenica tutti in gita a San Siro a vedere il Milan: il Cav sarebbe una star

il governo appeso a un filo

INAUGURATA A LECCO

La prima sede di Forza Italia


Le bandiere sono quelle di una volta, lentusiasmo lo stesso, a cambiare solo le face: chi cera allora, nel 94, ha qualche capello bianco in pi. In ogni caso stata gran festa ieri a Lecco, in piazza XX settembre, per linaugurazione della prima sede sul territorio nazionale della rinata Forza Italia. Voluta fortemente dal commissario provinciale del partito, lex ministro Michela Vittoria Brambilla, la sede ha raccolto 200 tra giovani amministratori e militanti. Ha introdotto la serata Emilio Minuzzo, responsabile provinciale dei Giovani PdL e aderente della prima ora alla nuova Fi. [u.s.]

Silvio ai servizi sociali? Un grandioso reality show


Berlusconi non perda loccasione di trasformare la rieducazione in uno spottone Casa di riposo, comunit od ostello: ovunque farebbe impallidire i suoi nemici

La possibile nuova relatrice pd

Lex toga rossa Lo Moro liquider il Cav col sorriso


::: ROMA
re: Non esiste un magistrato che dice quello che far prima di QQQ Un passato con la toga, al ascoltare quello che gli altri hanno tribunale di Roma. E poi una lunga da dire. Lo Moro ha fatto quasi ilcarriere politica, da sindaco di La- ludere il Pdl quando ha affermato mezia Terme, da consigliere re- che s, competenza della Giunta, gionale e da parlamentare del Par- che organo giurisdizionale, tito democratico. Dicono che il ca- proporre leccezione di costituso Berlusconi potrebbe passare zionalit sulla legge Severino alla nelle mani di Doris Lo Moro, se - Consulta. Ma poi si fermata l. cosa certa - mercoled prossimo la Senza fare il passo successivo: Giunta per le Elezioni dovesse Dovremmo essere tutti folgorati bocciare la relazione di come San Paolo sulla via Andrea Augello. Il di Damasco per riprincipio quello mandare la legge aldellalternanza. Se la Consulta, ha la tesi della difesa detto in uninterviene cassata, alvista al Fatto. lora in Giunta la Daltronde Dopratica passa a ris era quella che uno dei senatori voleva rendere anche ha votato no. cora pi Non un falco, la Lo drastica la Doris Lo Moro [Ansa] Moro. Ma gli azzurri, donormativa vesse essere lei il succesanticorrusore di Augello, si fanno poche il- zione. Lincandidabilit per conlusioni. Dar il via libera al ploto- danne di primo grado: Lemenne desecuzione, ma lo far col damento alla legge era mio. Non sorriso sulle labbra, la previsio- pass e divent una proposta di ne dei colleghi senatori pidiellini legge a mia firma. Negli archivi fiche siedono in Giunta. Magra gura anche una sua interpellanza consolazione. Nelle dichiarazioni (a pi firme) incui chiedeva a Berdi questi giorni, la senatrice si lusconi di riferire in Aula sulle femantenuta molto cauta, a dire il ste private con le minorenni. Era il vero. Non molto distante dalle po- 2009 e il Cavaliere sedeva a Palazsizioni di Luciano Violante nel ri- zo Chigi. Curiosit: all epoca era conoscere a Berlusconi il diritto Lo Moro che contestava al prealla difesa. E, a differenza del col- mier la violazione della Carta per i lega Casson, non ha voluto dichia- diritti delluomo... SA.DA. rare preventivamente il suo pare-

::: segue dalla prima FRANCESCO BORGONOVO


.

(...) una mattinata di servizio sociale. Sarebbe uno spettacolo imperdibile, una fucina di gag, uno show talmente scoppiettante da far impallidire gli autori delle serie televisive pi alla moda. Ecco perch il Cavaliere non pu mancare loccasione. Deve farsi affidare ai servizi sociali e trasformarli nel pi grande reality show di tutti i tempi. Intendiamoci, mica sarebbe una passeggiata. Non si tratta di far volontariato, ma di scontare una condanna, quindi non ci permettiamo di far dellironia sulla pelle altrui. Per, ragazzi, ve lo immaginate? Berlusconi che arriva la mattina in una casa di riposo, inguainato in una tuta da ginnastica. Si comincia con un bel giro delle camere. Gli basterebbero due giorni per imparare i nomi di tutti gli ospiti del ricovero. Dopo due settimane, tutte le anziane ma ancor graziose signore sfoggerebbero al collo una luminosa farfallina piena di brillantini: Hai visto, Silvana? A me lha regalata azzurra, vuol dire che gli piaccio. Passami ladesivo per dentiere prima che mi veda. Il signore seduto al tavolino nellangolo, quello che legge ogni mattina lUnit e biascica maledizioni verso il centrodestra mentre trangugia il caff, in capo a un mese diventerebbe il suo miglior amico. Il Cavaliere gli leggerebbe ogni giorno il quotidiano fondato da Antonio Gramsci, ovviamente correggendo al momento tutti i pezzi. Gi li vediamo Silvio e il suo nuovo sodale, impegnati in una passeggiatina nel giardino, a tempo di girello. Il Cavaliere a distillare massime liberali, il vecchietto pronto a rispondere con Marx: Non mi ricordo il capitolo, ma sono sicuro che Carlo diceva proprio cos...; No, te lo ripeto, Giorgio, nel Capitale non si parla di conflitto dinteressi.

Poi, la domenica, tutti sul pulmino e via allo stadio, a vedere il Milan. Pranzo al sacco e cappellino in omaggio per tutti. Per non parlare del campionato di calcio regionale per over settanta: Silvio comprerebbe i migliori attaccanti dagli altri ospizi, e chi fatica a deambulare, in porta: non si trascura nessuno. Al primo anno, gi uno scudetto e la qualificazione in coppa. La coppa del nonno, ovviamente. Roba che frati, preti e buoni samaritani della Lombardia tutta si stanno gi scannando per farsi assegnare Berlusconi, millantando le bellezze delle proprie strutture assistenziali. Che, tra laltro, diventerebbero frequentate come non mai. Intere orde di parenti degli ospiti, che prima si facevano vedere giusto in prossimit del Natale, non mancherebbero un fine settimana: Dai ragazzi che si va a trovare il Cav... ehm, nonna Maria!. Le nipotine nel fior dei ventanni riscoprirebbero in un momento laffetto per la pelle vizza delle nonnine e si presenterebbero in massa, carrozzate da

il graffio
Brunetta anti-La7
Il capogruppo del Pdl Alla Camera, Renato Brunetta, ha deciso di querelare una giornalista di La7 colpevole di violazione di domicilio. La sedicente giornalista e il suo operatore si sono intrufolati nel comprensorio dove si trova la mia abitazione senza permesso e senza avvisarmi, violando il mio domicilio e la mia privacy. Ho dato mandato di procedere ai miei avvocati. A quanto pare si sarebbe trattato di una troupe di Piazza Pulita. Quella che ha voluto fare lex ministro.

competizione. Sai, metti che quello mi nota e mi fa fare un provino... Del resto la politica sempre stata la mia passione. Mettiamo un altro po di rossetto.... Il successo assicurato, che lo assegnino a una casa di riposo, a una comunit o a un ostello. Sessione di barzellette al mattino, piccolo comizio dopo pranzo, concertino al pianoforte per lora del the. Altro che servizi sociali: sarebbe praticamente un variet, e dei pi divertenti. Scherzi a parte, loccasione ghiotta anche sotto il profilo politico. Berlusconi sarebbe protagonista della pi sfavillante campagna elettorale di sempre. Ogni giorno ci sarebbe materiale per i cronisti. Foto spettacolari, dichiarazioni ficcanti, nuove gag e fuochi dartificio assortiti. Senza contare il lato commovente della faccenda, con Silvio intento a mostrare tutto laffetto di cui dispone ai suoi assistiti. Lamore vince sempre sullinvidia e sullodio, direbbe alla sciura Pina, abbracciandola dopo una lite con la sua vicina di divano. Vi siete perse la vostra soap opera preferita? Aspettate che chiamo Confalonieri e la faccio replicare subito. Niente falchi, pitonesse, colombe, piccioni e, soprattutto, passere. Sarebbe un Silvio show scatenato, in onda ventiquattrore su ventiquattro, a beneficio dei cronisti, mentre gli avversari politici si mangiano le mani. Ovvio, ci sarebbero anche le malelingue. Immaginiamo i titoli del Fatto: Scandaloso, Berlusconi serve un caff troppo bollente al signor Mario; Vergogna! Berlusconi dimentica lonomastico della signora Asdrubala; Raccapriccio! Berlusconi fa uninizione con linganno a nonno Giovanni. Ma senzaltro il Cavaliere saprebbe come rispondere, a colpi di slogan: E per questo inverno, cari amici del ricovero Villa Celeste, vi prometto meno tosse per tutti! Chiuderemo la porta che fa corrente!.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

PRIMO PIANO

il governo appeso a un filo

AUTOSTOP Marco ha rincorso lautomobile del capogruppo azzurro Renato Brunetta costringendolo a scendere. Il messaggio: Il Cav non si faccia fottere

Stupefacente Pannella: Epifani maiale


Il leader radicale, ospite a una manifestazione pro eutanasia, attacca il segretario democratico per il giustizialismo anti Silvio: uno zozzone, pericoloso avvoltoio. Verso il congresso Pd: sar Cuperlo la vittima sacrificale di Renzi
::: CHIARA PELLEGRINI
QQQ Uno, Marco Pannella, gli d, del gran zozzone, maiale e avvoltoio; laltro, Renato Brunetta, lo accusa di essere vigliacco e giacobino. Sar perch venerd 13 ma il buon giorno per il segretario del partito democratico, Guglielmo Epifani si visto dal mattino. avvelenato il leader dei radicali. Loccasione per linvettiva contro Epifani la consegna delle 65 firme alla Camera, per la proposta di legge a favore della legalizzazione delleutanasia, raccolte assieme allAssociazione Luca Coscioni. Davanti a Montecitorio prende di mira lex sindacalista, oggi un novello Saint Just, dice di lui. Concitato contesta ad Epifani il radicalismo giustizialista mostrato in tv nei confronti della vicenda di Silvio Berlusconi, lavversione ai referendum da lui proposti e le ipotesi di amnistia. Va gi duro contro lex leader della Cgil e gli d prima del gran zozzone, poi del maiale, infine dell avvoltoio. Peggio, Epifani - che gioved ha chiesto al Cavaliere responsabilit e di non far cadere il Governo, dando per scontata la decadenza dellex premier - per Pannella altro non che un Robespierre. Insomma un ghigliottinatore che voleva mettere sulla forca il re. Mette in guardia Berlusconi, circondato da falchi con listinto di avvoltoi. Si fanno passare per nobili uccelli ma sono gi pronti sul cadavere di Silvio. Tra uninvettiva e laltra, poi, rincorre e ferma lauto di Brunetta, costringendo il capogruppo Pdl a scendere per parlare dei referendum radicali. Guarda che scappa, scappa quello. Invece Brunetta si ferma. Parlano del Cav. Non si deve far fottere quello, dice Pannella. E Brunetta ma tu dagli i tuoi consigli che io gli do i miei. Berlusconi, il referendum, le firme, il rischio che il governo salti, la gravit della situazione politica, ma anche per leconomista del Pdl sul banco degli imputati c Epifani il giacobino che agita il cappio. Colui che ha dato vita a un incredibile scempio della moralit politica e della semplice umanit. Per Brunetta lo sprint innaturale cui sottoposta la procedura della Giunta per le elezioni che ha in carico il caso della decadenza del senatore Berlusconi uno scandalo. E ancora: Gettare addosso a Berlusconi la responsabilit della loro irresponsabilit indice di pura vigliaccheria, conclude. Epifani non replica e segue da lontano. Forse lo far oggi da Grossetto, dove si svolge la festa nazionale del Psi e dove incontrer anche il segretario di Sel, Nichi Vendola. Domani sar a Cortona, deve chiudere i lavori la tre giorni della sesta edizione della Scuola politica del Pd. Forse spiegher ai democratici in erba come mai il Pd non riesca ad accordarsi da mesi sul congresso, per trovare semplicemente una data. Se eleggeranno prima i segretari regionali, senza agganciarli alle primarie per il leader nazionale, cos da blindarli alla vecchia classe dirigente. Oppure, come vuole Renzi, nominarli dopo a primarie concluse. Chiss se chiarir finalmente il busillis del leader di partito candidato premier o meno. Laffaire congresso ancora in alto mare. Il giro di consultazioni in vista dellassemblea nazionale del Pd di venerd partito. Gianni Cuperlo, candidato alla segreteria del Pd, potrebbe cedere alle lusinghe di Pier Luigi Bersani e fare cartello fra ex ds contro Matteo Renzi e il suo endorser, Massimo DAlema. Chiss che non ne parlino proprio alla Festa dei Dem a Milano proprio oggi dove entrambi sono invitati a parlare in un dibattito. Poi c Enrico Letta, che sembra non abbia apprezzato, come anche Dario Franceschini, gli attacchi che Renzi ha fatto al governo, gioved sera nel salotto di Porta a Porta. Letta non gradisce, ma sulla questione congresso non interviene e non interverr, dicono i collaboratori del premier, interpellati a proposito. Quanto allipotesi di una candidatura di Filippo Andreatta, gli stessi assicurano: un esercizio di fantasia.

SCARAMUCCE TRA EX

Monti diserta la festa Udc: ho altro da fare


Tra i due i rapporti sono tesi, ed un eufemismo, da mesi. Ma ora arriva lo smacco ufficiale. Mario Monti, leader di Scelta Civica, ha respinto al mittente - Pier Ferdinando Casini, dirimpettaio dellUdc linvito alla festa della compagine cattolica: Ringrazio molto per il gentile invito che ho oggi ricevuto - scrive Monti in risposta -. Non mi sar purtroppo possibile partecipare, anche a causa della concomitante iniziativa di Scelta Civica a Caorle. Insomma, il Professore ha di meglio da fare. E, tanto per mettere le cose in chiaro (ovvero che lalleanza delle politiche morta e sepolta) il senatore a vita ha aggiunto: Sc e Udc sono due entit politiche diverse che a febbraio hanno fatto la scelta di avere un gruppo unitario. Ma adesso tutta unaltra cosa.

Alla Settimana sociale dei cattolici

Letta sulla famiglia predica bene ma su sgravi e gay razzola male


::: ROMA
QQQ Da Torino, alla 47esima Settimana Sociale dei cattolici italiani, il presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha riconosciuto il valore e limportanza della famiglia. Le famiglie italiane hanno attutito limpatto della crisi, hanno fatto s che tale impatto sia stato meno invasivo e meno intrusivo rispetto ad altri Paesi europei, pur essendo pi pesante che altrove, ha detto. Benissimo, bravo. Parole sante, anzi ecumeniche da parte del giovane ex democristiano che oggi siede a Palazzo Chigi. Ma quale famiglia? Dal premier non sembra essere arrivata una parola chiara su quale sia per lui la famiglia, se quella tradizionale tra uomo e donna, o quella che prevede unioni tra persone dello stesso sesso. Eppure, largomento stato sfiorato nel passaggio in cui ha chiesto alla platea: Cosa mi sembra pi problematico per il futuro dellItalia?. Risposta di Letta: Io non ho dubbi, una la caratteristica che racconta lItalia in difficolt. Siamo una societ sterile, che non fa figli e che sulla demografia sta perdendo la scommessa della societ, sta perdendo la scommessa vera quella della vita. Per il Pdl largomento necessita di approfondimento, non bastano le intenzioni. Il presidente del Consiglio ha opportunamente partecipato alla settimana sociale promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana, ha dichiarato il senatore Maurizio Sacconi, il cui presidente ha ribadito lunicit della famiglia naturale e dellistituto matrimoniale che la unisce in funzione della potenziale procreazione. Il premier Letta ha assunto impegni in favore della famiglia che sono condivisibili, ha aggiunto lex ministro, ma pu il governo essere indifferente ai contenuti della legge che proprio in questi giorni il Parlamento sta esaminando in relazione alla tutela della omosessualit?. Sulla stessa lunghezza donda il collega di partito Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato: Letta dice che la societ italiana sterile, non fa figli e quindi destinata a perdere la scom-

Enrico Letta ieri durante la 47 Settimana sociale dei cattolici italiani a Torino [Ansa] messa del futuro. A questo punto ci dica anche quali politiche per la famiglia intende sostenere. Si incomincia con lo scrivere genitore 1 e genitore 2 e si finisce con gli uteri in affitto per mercificare figli e darli alle coppie omosessuali. Per non parlare poi di proposte legislative che per contrastare lomofobia, in realt, introducono reati dopinione. Su questi temi, incalza Gasparri, chiediamo che il governo parli con una sola voce e dia delle garanzie a tutela della famiglia che nasce dallunione di un uomo e una donna. Abbiamo il dovere di uscire dallambiguit e dare indicazioni chiare. Per Eugenia Roccella, deputata azzurra, il giudizio del presidente Letta, espresso alle settimane sociali, sul ruolo della famiglia anche nellattutire gli effetti della crisi economica in Italia, esatto e del tutto condivisibile, ma per Roccella la famiglia italiana ha potuto esercitare questa funzione perch rappresenta ancora uneccezione nel panorama europeo: meno divorzi, maggiore stabilit, meno famiglie di fatto, meno figli nati fuori dal matrimonio, maggior tenuta dei legami orizzontali della rete parentale, e quindi della comunit. Insomma, pi tutela della famiglia tradizionale. Del resto, ieri, si fatto sentire anche il cardinale Angelo Bagnasco definendo la famiglia prima fondamentale palestra di virt, che ha bisogno di verit e di stabilit. Letta a Torino si soffermato anche sulla societ multietnica odierna. Oggi le scuole sono luoghi in cui i nostri bambini, se Dio vuole, imparano da subito la presenza di colori diversi intorno a loro e danno a noi adulti un messaggio di candore e semplicit che dobbiamo imparare a cogliere, ha spiegato. Ha spaziato cos tanto, nel suo intervento, che i presenti assicurano gli sia scappata una gaffe non da poco: Andavo a scuola io negli anni '70, ha dichiarato, eravamo tutti bianchi, direi quasi ariani. Forse voleva dire che in classe erano tutti bianchissimi e biondissimi, al massimo castani, ma se avesse usato unaltra espressione la sua battuta sarebbe stata meno infelice.
B. B.

RELAZIONE SULLA 194

Tanti obiettori, sempre meno aborti


Rimane altissimo il numero degli obiettori di coscienza in Italia che si rifiutano di praticare un aborto, ma il carico di lavoro dei ginecologi non obiettori comunque molto basso: ciascuno di loro ha a proprio carico 1,7 interruzioni di gravidanza a settimana. quanto emerge dalla relazione annuale al Parlamento sullapplicazione della legge 194. Nel 2012 sono state effettuate 105.968 Igv, in calo del 4,9% rispetto al 2011. Secondo il deputato del Pdl Eugenia Roccella, questi dati mostrano che non c contrapposizione fra accesso allaborto e diritto allobiezione, che un diritto alla libert interiore, costituzionalmente fondato, ed la prima e fondamentale libert di cui dispone ogni individuo.

PRIMO PIANO

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

IL CONFRONTO Almeno la Prima Repubblica aveva al suo attivo la ricostruzione economica del Paese e la vittoria contro due terrorismi, quello rosso e quello nero

il governo appeso a un filo

::: segue dalla prima GIAMPIERO MUGHINI


.

(...) maledetti dai grillini, il Pd e il Pdl. Ebbene le sue parole in aula hanno provocato il finimondo, e il presidente della Camera s impennata a bloccare il suo linguaggio, e i giornali dellindomani ne hanno parlato e straparlato, e durante i successivi telegiornali vedevo che giornalisti e cameramen accorrevano a intercettare questa nuova celebrit della odierna politica e registrarne i giudizi talmente rari e pregevoli. E tutto questo - tutta questa volgarit, tutto questo schiamazzo, questa corrida politica animata da nullit - mentre lItalia lunico Paese dEuropa che ancora non s sollevato dalla recessione; mentre le classifiche internazionali ci mettono al 49 posto in fatto di competitivit della nostra economia, superati anche dalle Isole Barbados; mentre le nostre aziende pagano il denaro almeno il doppio di quanto lo pagano le aziende tedesche loro concorrenti; mentre ascolto a una radio che sono 12mila le famiglie milanesi morose nel pagare il costo della mensa scolastica dei loro figli. Ho detto 12mila. A Milano, non a Catanzaro. Segno che la lotta per la sopravvivenza in Italia si gioca oggi anche sui pochi euro che costa il vitto di un ragazzo che mangia a scuola. La Seconda Repubblica alla sua Caporetto, al disastro totale delle sue cerimonie e della sua classe politica. Altro che la fine della Prima Repubblica, la quale aveva al suo attivo la ricostruzione economica del Paese e la vittoria contro i due terrorismi (quello rosso e quello nero) pur nel rispetto dei princip fondamentali della democrazia. La Seconda Repubblica era nata dalla specialissima emergenza provocata da

Pdl e Pd sono in gabbia Addio Seconda Repubblica


I due maggiori partiti si sono condannati allimpotenza, mentre lItalia si trova ancora in recessione. la fine peggiore dellera politica nata con Tangentopoli
una magistratura che aveva distrutto i partiti portanti della recente storia politica italiana, da una magistratura che ebbe lambizione di voler riscrivere quella storia a costo di rivoltare lItalia come fosse un calzino, e che fond in quegli anni la sua onnipotenza, cosa ben diversa dalla sacrosanta autonomia dei rispettivi poteri costituzionali. Nata male, la Seconda Repubblica si ritrov animata da una classe politica fatta di dilettanti e di seconde file sopravvissute alla decimazione di Tangentopoli. Non stava n in cielo n in terra che la coalizione detta di centro-destra mettesse assieme forze culturalmente e antropologicamente cos lontane come i leghisti e gli ex fascisti (e anche se la legittimazione di quellalleanza ebbe il merito di chiudere lo scontro frontale tra fascistieantifascisti, roba che nel 1994 era antiquariato allo stato puro), tanto vero che poco dopo fu Umberto Bossi a sgambettare il primo governo Berlusconi. E comunque il difetto della coalizione di centro-destra stava nel manico. Nel fatto che ad averne la leadership totale fosse un imprenditore tra i pi ricchi e creativi del Paese, uno che aveva interessi in tutti i campi ivi compresi settori cruciali delleditoria scritta e televisiva, uno i cui conflitti di interessi gli sarebbero prima o poi ripiombati sul muso da quanto enorme era il reticolato e dei suoi affari e dei suoi inte-

STRETTA PREVISTA NEL DECRETO FARE 2

5mila benzinai a rischio


.
in arrivo lanagrafe dei benzinai. La bozza del decreto legge Fare 2 prevede che i distributori comunichino i loro dati per dimostrare il rispetto delle norme di sicurezza: chi non lo fa dovr chiudere. L'obiettivo eliminare 5mila impianti in due anni cos da ridurre il gap di prezzo con lUe. [Fotogramma]

ressi. Capo di unazienda che in un anno versava allo Stato 560 milioni e passa di tasse, un giorno avrebbe beccato una sonante condanna definitiva per avere frodatoallo Stato poco meno di otto milioni. Condanna cui fa da pena accessoria la decadenza dalla carica parlamentare. E qui non ci sono

santi. Fra una settimana o fra un mese o fra sei mesi Silvio Berlusconi decadr da senatore, e tanto pi che purtroppo per lui sono in arrivo altre sberle giudiziarie e non di poco conto. Sarei stato felice se il passo indietro lo avesse fatto lui, se avesse deciso lui di ritirarsi dalla prima fila della politica e tanto pi che la sua storia po-

litica reale era giunta al capolinea gi due anni fa, al momento in cui il suo governo era stato rimpiazzato dal governo di Mario Monti. Berlusconi lasci perdere i ricorsi a Strasburgo che non porteranno niente, non ascolti i consigli affannati di quanti tra i suoi adepti lo vorrebbero senatore a vita, non ci pensi neppure per un attimo alla follia di capeggiare la carica del centro-destra a prossime e imminenti elezioni, e magari vincerle. Quella vittoria non varr niente perch nel frattempo lItalia sar divenuta un deserto quanto alle sue risorse e ai suoi conti, e ci ammazzeremo per strada per pochi euro. Lui faccia un passo indietro. Non nelle condizioni di chiedere una sorta di onore delle armi, questo no. Pu chiedere, questo s, rispetto umano, le garanzie pi ampie che merita ciascuno che si stia difendendo da accuse veementi, che vengano zittiti quelli della controparte che trattano da delinquente uno che stato tre volte capo del governo. Ci vorrebbe niente perch questo accadesse. Sono sicuro che siano tanti i dirigenti del Pd che sarebbero pronti ad accordargli quel rispetto e quelle garanzie. Solo che il Pd divenuto a sua volta una sorta di guazzabuglio. Il partito in cui sono stati in 110 a dire un no sonante a quel Romano Prodi che ne era stato una figura di gran rilievo, e di quei 110 nomi e cognomi a tuttoggi ne sappiamo pochissi-

mi. C una tragedia del berlusconismo e c una tragedia dellantiberlusconismo. Succede cos che un dirigente del Pd di gran prestigio, lex magistrato Luciano Violante, dica una cosa quanto di pi ovvio, e cio che ciascuno ha diritto di difendersi dalle accuse pi e meglio che pu, ed ecco che allinterno del suo stesso partito lo mettono in croce, e durante un dibattito pubblico Violante sul punto di scoppiare in lacrime da quanto lo stanno offendendo, e la volta dopo un compagno troglodita gli versa in testo il contenuto di una bottiglia dacqua minerale. Solo che se un troglodita dice delle cose da trivio contro il ministro Ccile Kyenge, tutti scattano (giustamente) a dire quanto sia troglodita. Il lanciatore dellacqua minerale, ne sono sicuro, avr avuto un bel po di pacche sulle spalle dai compagni che assistevano. C troglodita e troglodita. Il gruppo dirigente del Pd assediato dalle frange estreme del suo popolo e dal Nulla a 5Stelle. Ciascun dirigente del Pd ha paura di essere scavalcato a sinistra dal suo compagno di banco. Ecco perch nella politica italiana di oggi chi schiamazza pi forte ha la meglio, pur nel momento in cui ciascuno di noi dovrebbe camminare a passi felpati verso un futuro politico di cui non sappiamo nulla se non una cosa: che il tempo delle vacche grasse non torner pi. Porcellum o non porcellum, leventuale vincitore delle prossime elezioni non avr fiori e brioches da distribuire. Porcellum o non porcellum, i dati generali del nostro Paese e della nostra condizione economica sono pi lugubri che non una pagina di annunci mortuari. Politica italiana democratica e pluripartitica, se ci sei batti un colpo. O magari un colpetto. Basterebbe quello.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

ITALIA

::: NUOVI EQUILIBRI

Letta si sveglia: follia questo bicameralismo


Il premier vuole cambiare la seconda parte della Costituzione. I saggi presenteranno la loro riforma entro marted
::: ENRICO PAOLI
QQQ Enrico Letta ha rotto gli indugi, dicendo una cosa che a tanti del suo partito non andr a genio: La Costituzione italiana la pi bella del mondo, ma solo nella prima parte. Il premier ha parlato da Caorle (Venezia), dalla festa dei montiani. La Carta, nella seconda parte, quando prevede due Camere che hanno esattamente le stesse funzioni, e per di pi con una legge elettorale che prevede due maggioranze diverse, non logica, ha spiegato Letta, convinto che il bicameralismo perfetto sia una follia. Anche per riformare la Costituzione, il presidente del Consiglio ha chiesto un salto di qualit nel lavoro della coalizione: I partiti della maggioranza devono smetterla di vergognarsi del lavoro che fanno assieme. Talvolta mi sento in un campo di battaglia. Cos per non si va da nessuna parte. La prima fase della riforma della Carta, intanto, alla stretta finale: la conferenza conclusiva dei lavori della Commissione per le riforme costituzionali, dedicata alla stesura del rapporto definitivo, convocata per i giorni 15, 16 e 17 settembre, con un mese di anticipo rispetto alla data prevista del 15 ottobre. La Commissione dei saggi stata istituita l11 giugno da Letta ed presieduta dal ministro Gaetano Quagliariello. Ad affrontare il tema delle riforme costituzionali ci sar anche Fratelli dItalia 2.0, ovvero la costituente di una nuova formazione di centrodestra, alternativa a Forza Italia. Lobiettivo di Giorgia Meloni, Ignazio La Russa e Fabio Rampelli, illustrato ieri in un dibattito alla festa di Atreju, il presidenzialismo. Sar portato avanti grazie anche allinnesto di moderati come lex esponente dellUdc Luciano Ciocchetti, che domani ufficializzer lingresso in Fratelli dItalia.

Solo parole?

Alla festa di Atreju

EX NEMICI
Il giornalista di Libero Filippo Facci e il vicedirettore del Fatto Marco Travaglio ieri hanno discusso di giustizia ad Atreju [Ansa]

Non c giustizia per Facci e Travaglio


La firma di Libero: azzerare il rapporto magistrati-avvocati. Il vice del Fatto: parliamo delle vittime
::: ENRICO PAOLI
QQQ Perch devo essere tranquillo se a giudicarmi un magistrato che ha sbagliato?. Ecco, perch? E s, ci voleva Antonello Piroso, ex direttore del Tg de La7 e oggi direttore editoriale di Blogo.it, per tracciare la linea che interseca il ragionamento di Marco Travaglio e Filippo Facci sulla giustizia italiana. Che, paradossalmente, non funziona per nessuna delle tre firme riunite sotto lo stesso tendone da Giorgia Meloni, leader di Fratelli dItalia e vera anima di Atreju, la festa del Movimento che mira a raccogliere leredit di Alleanza Nazionale. E il punto dintersezione rappresentato dalla paradigmatica storia di Enzo Tortora, racconta da Piroso in uno spettacolo e riproposta allinterno del processo alla giustizia italiana, istruito dai giovani di Atreju. Non un dibattito, ma una parata di ego, dove io ho perso, dice Facci non volendo rinunciare alla polemica e alla sua cifra professionale. Forse, o forse no. Perch il confronto delle idee c stato eccome. A rappresentare laccusa tocca a Filippo Facci, editorialista di Libero, che si ritrova a duellare con Travaglio dopo un lungo tempo di rapporti gelidi, ma per favore non montiamo ancora il caso, passiamo oltre, dice la firma di Libero. Che passa davvero al di l dello steccato. La magistratura, in determinati ambiti, non fa politica, dice il giornalista, si solo sostituita alla politica laddove questa non ha fatto il suo mestiere. Per Travaglio, invece, il problema proprio la politica che in 20 anni ha prodotto 110 riforme, ottenendo lunico risultato di peggiorarla, di renderla sempre pi inefficiente. Pu darsi, il problema che queste presunte riforme nessuno le ha viste e, soprattutto, avvertite. E allora ci che servirebbe davvero allItalia un reset generale, capace di azzerare il rapporto perverso fra magistrati e avvocati, come sostiene Facci, che produce un danno enorme alleconomia. Insomma, buttiamo via le riforme fatte negli ultimi venti anni, 110 per lesattezza, ribadisce Travaglio e ripartiamo da capo. Ci che serve davvero, afferma il vicedirettore del Fatto Quotidiano, rimettere al centro del dibattito i diritti della vittima. Attenzione per, ci sono anche le toghe: Per quale ragione chiede Facci - non possibile conoscere i nomi dei magistrati puniti dal Csm, perch non c questa trasparenza? Forse perch la magistratura unultracasta, connivente con gli avvocati che hanno provveduto ad allungare a dismisura i tempi della giustizia?. Sullo sfondo, ovviamente, c lombra di Berlusconi, al quale non vengono fatti sconti. Il Cavaliere ai tavoli dei radicali per firmare i referendum, dice Facci, la dimostrazione che la sua politica sulla giustizia stato un vero fallimen-

to. Ancor pi diretto Travaglio. Io non sono la difesa della magistratura, intesa come insieme di 9mila persone, ne conosco molti che non meritano nessuna difesa, dice leditorialista del Fatto, essendo una corporazione molto solidale. Per ci sono numerosi casi di magistrati indagati da altri magistrati, mentre i politici si coprono fra loro. Per un punto resta in sospeso: Solo in Italia i magistrati non possono fare politica, dice Travaglio. E non torna anche unaltra questione. Per Travaglio la politica, in questi anni, ha volutamente reso inefficiente la giustizia, visto che colpiva i politici. Ovvero come leggere il caso Berlusconi da sinistra, colpevole di aver colpevolizzato le toghe. Infine il presidente dellAnm, Rodolfo Sabelli, ha difeso a spada tratta il lavoro delle toghe. Gi, ma Tortora pesa ancora: avvenuto 30 anni fa con un codice vecchio. Vero, ma gli errori di allora sono sempre gli stessi di oggi.

ITALIA

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

::: I NOSTRI SOLDI


Inversione di tendenza (fasulla)

Il debito scende grazie al trucco del governo


Per Bankitalia a luglio il rosso diminuito. Ma si tratta di un gioco contabile: calata la super liquidit del Tesoro ::: SANDRO IACOMETTI La polemica
QQQ Il debito sale, anzi scende. Proprio nei giorni in cui lItalia torna ad essere sorvegliata speciale dellEuropa, che inizia ad avere sempre pi dubbi sulla tanto decantata ripresina e sulla tenuta dei conti pubblici, i dati di Bankitalia fanno uscire allo scoperto i giochini contabili del governo, che da mesi maneggia sottobanco decine di miliardi di liquidit messe in cascina nella prima parte del 2013. Secondo quanto certificato da Via Nazionale il debito pubblico italiano a luglio si attestato a 2,072 miliardi, in diminuzione di 2,3 miliardi rispetto al mese precedente. A prima vista pu sembrare unottima notizia: finalmente uninversione di tendenza. In realt, come ci spiegano i tecnici della banca centrale, la riduzione riconducibile al significativo decremento (8,1 miliardi) delle disponibilit liquide del Tesoro, che ha pi che compensato il fabbisogno del mese (5,5 miliardi). La sostanza che il debito a luglio non affatto calato in termini di entrate ed uscite delle pubbliche amministrazioni. Il governo ha semplicemente tappato il buco del deficit con soldi che aveva messo da parte in precedenza, sempre caricandoli sul debito. Landamento del medio periodo rende tutto pi chiaro. Nei primi sette mesi dellanno, si legge nel bollettino di Bankitalia, il debito cresciuto di 84,2 miliardi rispetto alla fine del 2012. Di questi solo 50 miliardi sono dovuti alla copertura delle spese dello Stato. Gli altri 33,8 sono invece derivati dallaumento delle disponibilit liquide del Tesoro. Si tratta di risorse che arrivano dalla decisione del governo di emettere pi titoli di Stato del necessario nella prima met del 2013. Ma perch fare pi debito del dovuto? Tre giorni fa il sottosegretario allEconomia, Alberto Giorgetti, ha spiegato che i maggiori collocamenti rispondono al duplice scopo di tenere conto dellampliamento del programma di pagamento dei debiti pregressi delle Pa e di fornire il Tesoro di liquidit in relazione allandamento del fabbisogno registrato negli ultimi mesi. La realt che il

I conti sono anche in ordine Latitano riforme e politica


::: DAVIDE GIACALONE
QQQ Un giorno tutti incantati dalle sirene che cantano la melodia della ripresa, il giorno appresso tutti atterriti dalle sirene che strillano lallarme dei conti che non tornano. La classe politica non mette in scena uno spettacolo edificante, ma il resto della classe dirigente (uffici studi, giornalisti e opinion leaders compresi) impegnata a confermare che ciascuno ha il governo che si merita. Invece non ce lo meritiamo. Abbiamo forze e numeri migliori di quel che noi stessi raccontiamo. Ma abbiamo anche preso la pessima via di far finta di credere che ci sia un governo, la cui stabilit da preservarsi. Il governo non c. Olli Rehn, finlandese e commissario europeo agli affari economici, ha dato voce a quel che gli ambienti europei ripetono e prevedono: i conti italiani non sono in linea con le promesse e le previsioni. Ma quali conti? Quelli del deficit, certamente. La decrescita del prodotto interno lordo (alla faccia della luce in fondo al tunnel, la svolta imminente e la ripresa gi in atto) e la crescita della spesa pubblica (da ultimo la trovata delle assunzioni in massa, nella scuola) mettono in forse che il rapporto si fermi al 3%. Vero. Ma la Commissione europea, i partners dellUnione e i popoli della nostra Europa dovrebbero anche considerare che lItalia il solo Paese a essere in costante avanzo primario del 1995 (con leccezione del 2009). Il nostro debito pubblico continua a crescere, perch la cura delle purghe fiscali non funziona affatto, ma cresce assai meno di quelli altrui. Germania compresa. vero che non abbiamo fatto le riforme necessarie, perch governati da bambolotti imbambolati, arroganti e tremuli, ma anche vero che la Germania le fece portando il bilancio a un deficit superiore a quello consentito dai trattati (come anche la Francia), nonch rifiutandosi (giustamente) di farsi condizionare dalle autorit europee. Al tavolo dellUnione vorrei che sedessero ministri in grado di dire: gentili colleghi, noi stiamo aiutando i greci, donando loro soldi del nostro contribuente, mentre alcuni di voi, come gli amici tedeschi, prestando soldi ai greci guadagnandoci. Quindi, posto che quetEuropa squilibrata e squilibrante non va da nessuna parte, in tali condizioni, nel frattempo, se volete partecipare a un seminario sulla solidariet fra i popoli e il rigore di bilancio potete accomodarvi: noi diamo lezioni e voi prendete appunti. Invece no, sono anni che non solo facciamo i compiti a casa, non solo ci facciamo trattare da scolaretti, ma ci mettono anche le orecchie dasino e noi chiediamo scusa. Colpa nostra, perch qualche asino, in effetti, lo abbiamo mandato a fare un mestiere per cui non gli manca solo la preparazione, ma anche solo la vocazione. Per uscire da questo incubo non che si debba far saltare qualche tavolo europeo. Niente affatto: si deve far saltare il blocco mentale interno. LItalia destinata a beccare botte da orbi, che poi si traducono in meno ricchezza e pi tasse, se non prende pienamente coscienza della situazione in cui si trova. E per riuscirci dobbiamo finirla con questa gnagnera insulsa della stabilit: noi un governo serio dobbiamo ancora formarlo, non preservarlo. E per riuscirci bisogna anche che chi ha un pizzico dattributi e una spolverata di conoscenze storiche la smetta di vivere a dignit limitata, continuando a compitare articoli in cui si legge che il Quirinale il centro motore, la coscienza morale, il perno vitale dellItalia migliore: solo il luogo istituzionale non sottoposto ad alcuna verifica di fiducia e di capacit, oltre a essere lunico luogo ove la (mala)giustizia non pu mettere becco (ci prov, ma fu respinta con perdite, senza che nessun assennato osasse sostenere essere venuto meno lo stato di diritto). Gli italiani hanno pagato e pagano, soldo su soldo, il mantenimento di tutti gli impegni sui debiti. Le imprese italiane hanno retto i conti di tutti mantenendo e facendo crescere il nostro spazio nelle esportazioni. I cittadini di questaltra Italia, capace di correre e di non mollare, hanno un solo, grande e mortale difetto: non contano un piffero nellItalia politica e istituzionale. Il dramma della borghesia produttiva priva di rappresentanza e peso non nuovo. Sar meglio ricordare che porta male.
www.davidegiacalone.it @DavideGiac

governo, approfittando anche della discesa dello spread, ha preferito mettere da parte un gruzzolo da spendere per le emergenze. Labbellimento dei conti di luglio, considerate anche le fibrillazioni politiche estive, deve evidentemente essere stato considerato tale. Troppo poco, per, per rassicurare lEuropa, che da qualche giorno, sulla scorta dei pessimi dati su pil e produzione industriale (e ieri Bankitalia ha registrato un calo delle entrate a luglio del

14,5% pari a 35,5 miliardi), ha riacceso i riflettori sullItalia. Enrico Letta anche ieri ha detto che la ripresa c, ma bisogna afferrarla. Ma dalle parti di Bruxelles temono che il governo non riesca a mantenere gli impegni di finanza pubblica. Gli ultimi dati economici sulItalia non sono buoni, ha avvertito ieri mattina il commissario agli Affari economici, Olli Rehn, in occasione dellEurogruppo riunito a Vilnius, ribadendo anche limportanza della stabilit politica. Parole che sono rimbalzate

nel corso del summit e hanno costretto il governo a tornare sulla difensiva. Ci sono tutte le condizioni perch non si sfiori il 3%, ha fatto sapere Enrico Letta. Mentre il ministro dellEconomia, Fabrizio Saccomanni, anche lui a Vilnius, ha spiegato di aver rassicurato i partner europei sul fatto che non in discussione il rispetto del tetto del deficit. Intanto lo spread viaggia sui 260 punti, con la forbice con la Spagna che si allarga da 7 a 9 punti.
twitter@sandroiacometti

Il G6 dei ministri dellInterno


:::
ROMA

Alfano stringe per laccademia Ue di polizia


QQQ LItalia stata candidata ad ospitare laccademia europea di polizia. Lo ha detto il ministro dellInterno Angelino Alfano al termine del vertice dei ministri del G6. Il forum andato benissimo. Abbiamo fatto unottima figura al nostro Paese. Altro tema centrale del vertice stata limmigrazione. I migranti che arrivano in Italia devono rispettare le nostre leggi, cos come noi rispettiamo i loro diritti. netta la posizione del ministro Alfano, che ieri ha presieduto a Roma la riunione con i suoi omologhi di Spagna, Francia, Germania, Regno Unito e Polonia. Durante il summit stato segnalato anche il rischio che terroristi possano annidarsi nei flussi migratori. Esiste un nesso tra il terrorismo e alcune forme di immigrazione clandestina: la stragrande maggioranza degli immigrati spinta da ragioni economiche o politiche ma allinterno di alcuni flussi si annidano soggetti o cellule terroristiche. Ecco anche perch la frontiera europea va potenziata. Lo ha detto il vicepremier Alfano, durante la conferenza stampa a conclusione dei lavori del G6 dei ministri dellInterno. Per poi concludere: Noi facciamo ogni sforzo per identificarli allarrivo ma il Frontex deve funzionare ancor meglio, bisogna investire su di esso.

Alfano [Ansa]

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

10

ITALIA

::: POLITICA E IMPRESA


I sindacati: il governo deve intervenire

Cassa integrazione per Riva Paghiamo noi il blitz dei giudici


Pronti gli ammortizzatori sociali per i 1.400 operai lasciati a casa dopo il maxi sequestro sul caso Ilva. Il ministro Zanonato: possibile il commissariamento
::: segue dalla prima SANDRO IACOMETTI
.

(...) straordinaria, che in teoria non finanziato dal governo, ma potrebbe facilmente diventarlo se le risorse stanziate da imprese e lavoratori dovessero esaurirsi. Per il resto il caos sulla vertenza Riva non potrebbe essere pi totale. Il ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato, che nel giro di poche ore ha prima escluso e poi annunciato un possibile commissariamento, ha immediatamente spostato locchio del ciclone dal suo dicastero allintero governo, convocando un vertice straordinario a Palazzo Chigi con i vertici del gruppo, i sindacati, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Filippo Patroni Griffi, e alcuni dirigenti del ministero di Via Veneto. Il risultato un ventaglio di ipotesi dai contorni indefiniti. Non stata presa una decisione di merito, ha ammesso Zanonato al termine del summit, ci ritroveremo luned dopo aver studiato a fondo la vicenda che ha aspetti complessi. Il punto fermo che gioved lazienda chieder laccesso alla cassa integrazione. E il governo, ha annunciato il ministro, pronto a garantirla per tutti i dipendenti che perderanno il lavoro con la chiusura dei sette impianti del colosso dellacciaio. Messi al sicuro i lavoratori, il governo sta cercando di capire se possibile gestire Riva Acciai indipendentemente dal sequestro dei beni disposto dai pm oppure se necessario varare una norma che salvaguardi la volont dei giudici senza, per, bloccare lattivit delle aziende. In questo secondo caso, ha detto Zanonato, si po-

Il ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato [Splash] trebbe immaginare anche un commissariamento. Tesi opposta a quella che aveva sostenuto ieri mattina in unintervista a Repubblica prima e alla radio del Sole 24 Ore dopo. Per l'Ilva di Taranto, aveva detto il ministro, il commissariamento trovava la sua giustificazione nel disastro ambientale provocato dallo stabilimento siderurgico e dunque dalla necessit di utilizzare le risorse per rispettare i vincoli del risanamento ambientale prescritti dallAia, lautorizzazione integrata ambientale. Questultimo, invece, oggettivamente un caso diverso. Qualunque sia la strada che decider di seguire, il governo dovr fare in fretta. La tensione alle stelle. Il gruppo si difende. Lo stop degli impianti, si legge in una nota, non si trattato di una scelta aziendale, bens di un atto dovuto, cio della tempestiva esecuzione del provvedimento del gip che, ordinando il sequestro, ha sottratto alla propriet la libera disponibilit degli impianti e dei saldi attivi di conto corrente. I sindacati, per, sono sul piede di guerra. Accusano lazienda di tenere in ostaggio i lavoratori e chiedono allesecutivo interventi immediati. Insistiamo nel chiedere un provvedimento che, molto rapidamente, permetta la continuit produttiva di tutti gli stabilimenti, ha detto la leader della Cgil, Susanna Camusso, parlando davanti allo stabilimento di Cerveno (Bs), una delle aziende del gruppo Riva chiuse dopo il sequestro preventivo disposto dal gip di Taranto. Per il leader della Cisl, che parla di ignobile ritorsione dellazienda, il governo deve trovare una soluzione definitiva alla produzione dellacciaio in Italia che non pu essere lasciata in mano neanche alle decisioni autonome, ma talvolta discutibili della magistratura. Da luned, intanto, parte la mobilitazione. La decisione di fermare la produzione inaccettabile, si legge in una nota di Fiom, Fim e Uil, che si rivolgono a tutti i lavoratori degli impianti chiusi invitandoli ad avviare manifestazioni di protesta a partire dalle 9,30 di domani. Secondo le tre sigle necessario che gli impianti vengano riavviati al pi presto per impedire che un lungo stand-by produttivo degli stabilimenti faccia perdere ordinativi e clienti in un momento in cui molti Paesi concorrenti non aspettano altro.
twitter@sandroiacometti

ANTONIO TAJANI

Sui debiti della PA lItalia rischia le sanzioni della Ue


Sui debiti della Pubblica amministrazione lItalia rischia linfrazione. A lanciare lallarme il vicepresidente dellesecutivo Ue, Antonio Tajani: Roma deve rispondere entro il 4 ottobre ai rilievi della Commissione Ue sui mancati pagamenti della P.a. o, entro 10 settimane, sar obbligato ad aprire una procedura di infrazione. Secondo Tajani i punti critici sono due: il primo riguarda i tempi dei pagamenti, 30 giorni secondo la direttiva Ue, 60 in casi eccezionali; il secondo riguarda le prassi inique non menzionate nella legge italiana.

Lo sfogo di Bernardo Caprotti

RE DEI SUPERMERCATI Bernardo Caprotti, 88 anni, fondatore di Esselunga, colosso della distribuzione da 20mila dipendenti e 6,8 miliardi di fatturato [Fotogramma]

Mr Esselunga stanco di lottare: Non apro pi supermarket in Italia


::: NINO SUNSERI
QQQ troppo difficile fare impresa in Italia: abbiamo deciso di fermare tutti i nuovi progetti. lannuncio diBernardo Caprotti, 87 anni, fondatore e animatore solitario di Esselunga, una delle pi belle aziende di grande distribuzione esistenti in Italia: 6,8 miliardi di fatturato (in crescita del 3,2% nonostante la caduta dei consumi), 145 punti di vendita, 20.200 dipendenti aumentati lanno scorso di cinquecento unit a dispetto della disoccupazione dilagante. Un gioiello su cui, negli anni, hanno messo gli occhi tante multinazionali. Nonostante gli 87 anni Caprotti, per, non ha molla. Ha scritto un paio di giorni fa una lettera al Corriere della Sera. Una delle poche volte che ha accettato le luci della ribalta. Lha fatto per lamentare le difficolt che incontra ogni giorno nel suo cammino di imprenditore: La giungla di norme, regole, controlli, ingiunzioni, termini, divieti che cambiano continuamente col cambiare delle leggi, dei funzionari, dei potenti Eppure non vende. Pare che gli americani di Walmart avessero offerto un grattacielo di miliardi per comprare il suo gioiello. Eppure non ha voluto cedere. Una cocciutaggine assoluta che, probabilmente, alla base della lite con i figli finita anche in tribunale. Protesta per il fatto che, ogni giorno deve fare uno slalom gigante con le porte che vengono spostate mentre scendi. Un'azienda affondata nelle sabbie mobili italiane. Per non vende e questo sembra in contrasto con la stanchezza che traspare dalle sue parole. C ovviamente da chiedersi che cosa sarebbe successo se avesse potuto dispiegare fino in fondo le sue capacit imprenditoriali. Magari oggi anche il nostro sistema produttivo (soprattutto agro-alimentare) avrebbe potuto godere del supporto di una multinazionale della grande distribuzione. Esselunga, invece rimasta unazienda nazionale. Anzi multiprovinciale che neppure riesce ad insediarsi a Genova o a Modena, per non dire di Roma. Unazienda oberata da un esiziale carico fiscale destinato solo a sostenere tutto ci che nel Paese sovvenzionato. Cio quasi tutto. Certo le burocrazie comunali non hanno fatto nulla per aiutarlo. Cinque anni fa scrisse un libro per denunciare laffarismo delle amministrazioni locali. Laveva intitolato Falce e Carrello. Nel mirino gli intrecci fra le giunte rosse e le Coop che impedivano a Esselunga di espandersi nelle regioni dellItalia centrale. Fin con una raffica di querele che ancora aspettano la definizione finale. Resta il fatto che Esselunga ha potuto aprire il suo primo magazzino a Firenze dopo unattesa di quarantatr anni. Per non parlare di quanto accaduto a Novara. Il 26 giugno nel cantiere di Corso Vercelli dove sta per nascere il nuovo supermercato si sono presentati ben venti funzionari. Appartenevano ad

amministrazioni diverse: dallInail, alle Guardie Forestali, Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza. Per otto ore non c stata tregua: il cantiere stato ispezionato in lungo e in largo. Al termine della visita sono stati prodotti 10 verbali per un totale di 75 pagine. Dicono con orgoglio i collaboratori di Caprotti: Le osservazioni emerse sono state che il cantiere era regolare e in ordine, con la sola eccezione della mancata esposizione del cartellino identificativo da parte di qualcuno fra il personale presente e la mancata compilazione in tutte le sue parti del cartellino stesso. Comunque adesso sembra proprio essersi stancato. Forse let, forse le difficolt. Resta il fatto che non ci saranno nuove aperture Italia.

ITALIA

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

11

::: I NOSTRI SOLDI


Dal 2010 al 2012 bruciati 40 milioni

Equitalia ha un buco: perde troppe cause


La societ di riscossione tributi spende 51 milioni in avvocati e deve risarcire un esercito di contribuenti per i suoi errori Lanalisi ::: I NUMERI
8.100 I dipendenti in forza alla societ diretta da Attilio Befera (nella foto Splash) 5.678 Lavoratori autonomi assoldati da Equitalia attraverso un recente bando per assegnare in outsourcing i processi di amministrazione del personale. Per la maggior parte riguardano prestazioni legali 506 Imilionichecostail personale:ciooltrelametdel fatturato della societ di riscossione tributi 925 Il giro daffari totale, in milioni di euro, registrato dallagenzia nel 2012 ::: segue dalla prima GIULIANO ZULIN
.

450 Milioni spesi ogni anno per i servizi necessari a far funzionare il gruppo 8 I milioni di utile netto realizzato nel 2012 - 73 I milioni di perdita registrati nel 2011. Tra il 2010 e il 2012 le perdite sono state di 40 milioni UN QUARTO La quota del giro daffari perso da Equitalia in tre anni, dal 2010 al 2012: in questo periodo infatti gli aggi sono passati dai 1,224 miliardi, nel 2011 al 925 milioni del 2012. Le cartelle da incassare sono passate da 8,6 miliardi del 2011 a 7,5 miliardi nel 2012

Ricerca e farmaceutica Da qui si pu ripartire


::: BRUNO VILLOIS
QQQ Il caso della chiusura degli stabilimenti siderurgici del gruppo Riva, dovuta al sequestro della liquidit da parte della magistratura a parziale copertura dei danni ambientali relativi agli impianti di Taranto, ha fatto riemergere quanto sia assurdo che nel nostro Paese manchi, da oltre 20 anni, una politica industriale. Nel caso non si trovasse un immediata soluzione al blocco delle industrie Riva si rischierebbe lannientamento della siderurgia nostrana che, oltre ad essere al secondo posto in Europa, rappresenta uno dei pochi sistemi produttivi rilevanti ancora presenti nel nostro Paese. Prima la chimica negli anni 80, poi la contrazione delle produzioni di auto nellultimo decennio e adesso i rischi per la siderurgia, sono lemblema di come la politica non abbia saputo capire limportanza di realizzare un piano di politica industriale in grado di costituire lossatura dello sviluppo dellItalia. Tedeschi e francesi, i nostri due primi competitor industriali a livello comunitario, hanno basato la loro forza proprio su chiari criteri produttivi industriali, agricoli e dei servizi, idonei a modellare lo sviluppo in rapporto alla domanda e ai mercati a livello globale. Adesso, nel pieno della peggior crisi dellera moderna, si deve rincorrere e recuperare posizioni, in presenza di un mondo produttivo fortemente indebolito. Eppure le avvisaglie di potenziale declino erano tuttaltro che incomprensibili, ciononostante i governi, dagli anni 80 ad oggi, hanno saputo fare poco o nulla. La mancanza di indicatori relativi alla forza competitiva dei settori industriali presenti in Italia fa si che i rischi di un ulteriore depauperamento delle produzioni sia tuttaltro che remoto. Fin da subito sarebbe indispensabile identificare i comparti e i settori che li compongono, che sono in grado di costituire un asse portante produttivo e quindi occupazionale. Tra i settori che possono rappresentare un fiore allocchiello per il nostro Paese lelettronica elettromedicale, anche se di limitata incidenza in valori assoluti, andrebbe aiutata a crescere nelle produzioni entro confine. Ben di pi, pu incidere sia a livello di incidenza sul Pil, che a livello occupazionale, il settore chimico-farmaceutico, che ancora oggi pur se avversato e spremuto fiscalmente, uno dei nostri settori di eccellenza. Alcuni tra i maggiori player globali dellindustria farmaceutica

(...) 925 milioni di euro nel 2012. I dati non finiscono qua, perch i costi per i servizi (le spese per far funzionare il gruppo) raggiungono quota 450 milioni. E dunque, fatti quattro calcoli, la societ presieduta da Attilio Befera e vicepresieduta da Antonio Mastrapasqua (numero uno dellInps e presente in altre decine di cda) porta a casa un utile di appena 8 milioni. Molto meglio del risultato del 2011, che si era chiuso a quota meno 73 milioni. Complessivamente - scriveva Fabio Pavesi su Il Sole 24 Ore - tra il 2010 e il 2012 le perdite cumulate sono state di 40 milioni. Un risultato non molto incoraggiante per chi dovrebbe estirpare il male dItalia, ovvero levasione. Domanda: forse Befera non un bravo amministratore? Purtroppo non siamo in grado di dirlo perch si scopre da un articolo di Stefano Sansonetti per La Notizia che la deludente performance dovuta al costo per 5.678 lavoratori autonomi, che vale una parcella di 51 milioni, una cifra che emerge da un bando di gara che Equitalia ha predisposto di recente per assegnare allesterno i processi di amministrazione del personale. In realt la cifra potrebbe essere ben superiore a quella del bando. Lo spiega la stessa Equitalia intepellata da La Notizia: Nella categoria rientrano i soggetti che percepiscono redditi di lavoro diversi da quelli di lavoro dipendente. Redditi che, aggiunge il gruppo, per la maggior parte riguardano prestazioni legali e il pagamento delle spese legali in caso di soccombenza. E Lammontare di tali spese professionali varia a seconda dellandamento del contenzioso e delle relative soccombenze. Svelato larcano: Equitalia perde soldi perch perde troppe cause con il contribuente. A questo punto viene da chiedersi: o gli sceriffi delle tasse lavorano male e perdono in tribunale oppure anche loro sono vittime degli errori giudiziari. La realt che la crisi ha tagliato gli incassi degli agenti di Befera. Loro guadagnano soltanto quando riescono a recuperare la cifra contestata. E, fra recessione e aumento di rateazioni, gli aggi (che sfiorano il 10%) sono drastica-

mente calati. Nel 2010 ammontavano a 1,224 miliardi, nel 2011 sono scesi a 1,031 miliardi, nel 2012 sono precipitati a 925 milioni. In tre anni solari Equitalia ha perso un quarto del suo giro daffari. Daltronde anche i ruoli, ovvero le cartelle pronte da incassare, sono passate da 8,6 miliardi (2011) a 7,5 miliardi. Dal primo gennaio, inoltre, gran parte della

riscossione torner nelle mani degli enti locali: solo allora assisteremo a un vero e proprio crollo delle entrate per il gruppo. A quel punto i dipendenti di troppo saranno tanti. Ecco perch Befera sta provando a incentivare luscita volontaria di almeno 200 persone. Hai voglia per a risparmiare e licenziare se poi un giudice d ra-

gione al contribuente e cos devi rifondare, cio pagare profumatamente, lavvocato del cittadino-Davide che ha battuto lesattore-Golia. Ha detto bene Befera qualche giorno fa: Gli evasori non sono il vero nemico dellAgenzia delle entrate perch danno senso al nostro lavoro. Il vero nemico chi spreca denaro pubblico.

A SALA CONSILINA (SA) UN UOMO CERCA DI DARSI FUOCO

Taglio dei tribunali: proteste e blocchi


Il taglio dei tribunali entra nella fase operativa e in mezza Italia parte la protesta. , infatti, entrata in vigore, dopo il definitivo via libera ottenuto dalla Corte Costituzionale, la riforma che prevede il taglio di 1000 sedi giudiziarie tra tribunali, sedi distaccate, procure e uffici del giudice di pace. E da Salerno a Sulmona, da Camerino a Pinerolo, numerose sono state le proteste messe in atto da politici, amministratori e avvocati che si oppongono alla riforma. In particolare, a Sala Consilina, in provincia di Salerno, un uomo si cosparso di benzina e ha tentato di darsi fuoco davanti al Palazzo di giustizia (foto Ansa). L'uomo stato bloccato, ma ha minacciato di riprovarci se entro 24 ore il ministro Cancellieri non accetter le richieste dei manifestanti. A Rossano, Potenza, sono state erette barricate con sedie e banchi per bloccare lingresso al tribunale; a Potenza amministratori e consiglieri regionali hanno occupato la sala riunioni della giunta regionale della Basilicata insieme agli avvocati, a Torino una delegazione di avvocati a percorso il tragitto autostradale fino a Torino a passo d'uomo mentre a Camerino la ditta incaricata del trasloco del tribunale si trovata davanti una catena umana. Il blocco durato 5 ore.

hanno insediato in Italia impianti produttivi e di ricerca importanti e le poche grandi imprese a capitale italiano continuano a puntare sul nostro Paese per produrre e realizzare ricerca. Il numero delle grandi aziende, a capitale italiano, non supera le 10 unit e la prima di esse, la Menarini, con gli oltre 3,5 miliardi di fatturato, nel novero delle pi importanti a livello mondiale, anche se il suo fatturato pari ad un ventesimo della prima, la statunitense Pfizer. Tutte le altre di maggior rilevanza, a capitale nostrano, raggiungono la massimo il miliardo di euro di fatturato. Il comparto uno dei pi importanti a valore aggiunto e per lexport, la sua incidenza per le tasse pagate anchessa ai primi posti. Il numero di occupati con formazione superiore (laurea o scuola superiore) si pone al top delle classifiche nostrane . Roche, Novartis, Bayer e Glaxo, tutti nella classifica dei primi 10 a livello mondiale hanno siti produttivi e di ricerca da noi, e attraverso le loro controllate italiane versano al nostro erario ingenti tasse e pagano sostanziosi contributi previdenziali. Il trattamento riservato dai governi alle imprese del settore viste come galline dalle uova doro da spremere sta spingendo le aziende straniere e le maggiori italiane a guardare sempre pi oltre confine per produrre e fare ricerca. Gli effetti negativi che ne deriverebbero sarebbero ancora una volta devastanti. bene che la politica rifletta e modifichi atteggiamento nei confronti del settore. Proprio dalla farmaceutiche e dalla chimica farmaceutica possono nascere molteplici start up in grado di alimentare nuovi filoni di produzioni e occupazione di medio alto livello. Altrettanto importante il settore farmaceutico per la ricerca universitaria che, pur con carenza di risorse, riesce, grazie alla collaborazione con le aziende del settore, a sfornare brevetti e realizzare lazione sperimentale dei farmaci. Svizzeri, francesi e tedeschi, le locomotive della ricerca e produzione farmaceutica in Europa, hanno creduto nel settore e nei primi dieci gruppi mondiali ben 4 sono di questi stati. Finora, pur stringendo i denti, la fuga delle imprese farmaceutiche stata limitata, in futuro certo che si accentuer in assenza di sostanziali modifiche legislative. Elettronica, auto, chimica industriale, hanno gi traslocato, la siderurgia rischia la stessa fine, sarebbe un gran guaio consentire o peggio favorire lesodo della farmaceutica.

Sabato 14 settembre 2013

13

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

14

ESTERI

TENERE GLI STATI UNITI E LA LORO ECONOMIA SOTTO PRESSIONE

Zawahiri chiede attacchi stile Boston


::: GIANANDREA GAIANI
QQQ Corsa contro il tempo per salvare la Libia sullorlo del baratro. Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti inizieranno presto ad addestrare le reclute di Tripoli nel tentativo di fermare lo sfaldamento del Paese in atto dalla caduta di Muammar Gheddafi. Secondo quanto riferito allagenzia Adnkronos dallambasciatore italiano a Tripoli, Giuseppe Buccino Grimaldi, entro il 19 settembre il governo libico presenter una lista di 1.500 reclute destinate a frequentare corsi di formazione allestero. Di questi 400 verranno in Italia per 14 settimane di addestramento prima di tornare in Libia e prendere servizio. Il programma, approvato in giugno dal G8, prevede laddestramento di quasi 20 mila libici, 6 mila dei quali verranno istruiti dagli italiani in parte in strutture nazionali e in parte a Tripoli dove attiva la missione Cirene composta da qualche decina di istruttori delle forze armate e di polizia italiane. Il ruolo di primo piano di Roma voluto da Tripoli ma anche da Washington che ha chiesto al governo Letta di fare il massimo per stabilizzare la Libia. Richiesta paradossale se si considera che due anni or sono furono proprio le pressioni di Washington a obbligare un riluttante governo Berlusconi a partecipare alla guerra contro Gheddafi che ha lasciato la Libia in mano alle milizie tribali e agli estremisti islamici. La Cirenaica gi fuori controllo, feudo dei jihadisti dove gli uomini Ansar al Sharia si muovono liberamente nonostante gli statunitensi li accusino dellattacco al consolato che un anno or sono a Bengasi port alluccisione dellambasciatore Chris Stevens e di altri tre americani. Il governo del premier Al Zeidan troppo debole per arrestare o contrastare i qaedisti (coAnche Al Qaeda ha ricordato l11 settembre, a modo suo. In un messaggio audio diffuso mercoled, nel 12 anniversario dellattacco alle Torri Gemelle, il leader terrorista Ayman al Zawahiri ha esortato i lupi solitari a colpire gli Stati Uniti a casa loro. Secondo il medico egiziano bastano anche attacchi di piccola entit per scatenare il panico tra gli americani e danneggiare la loro economia. Zawahiri porta ad esempio lattentato alla maratona di Boston del 15 aprile in cui due fratelli ceceni, uccisero 3 persone e ne ferirono 264, facendo ripiombare nel terrore gli Usa con scarsissime risorse. Dobbiamo dissanguare economicamente lAmerica provocandola, in modo che continui a spendere massicciamente sulla sicurezza. Il punto deboledellAmerica leconomia, che sta iniziando a barcollare sotto il peso delle spese militari e per la sicurezza, ha chiarito Zawahiri [Foto Ap]

Tripoli sullorlo del caos

Ci tocca pure addestrare terroristi


Arrivano i primi 400 poliziotti libici per il training in Italia. Molti sono presi dalle milizie salafite
me chiede Washington) che quasi ogni giorno uccidono militari, poliziotti e funzionari. Le istituzioni deboli favoriscono il consolidamento delle grandi milizie come i Comitati supremi di sicurezza guidati dal filo-saudita Hashim Bishr che dice di avere oltre 100 mila uomini ai suoi ordini e vuole imporre la sharia. O come la Lybian Shield di Bengasi, composta da 20/30 mila miliziani, di ispirazione islamica, che sembra avere buoni rapporti con Ansar al-Sharia. Buona parte delle reclute che andranno ad addestrarsi allestero provengono proprio dalle milizie con lulteriore paradosso che lOccidente rischia di istruire militarmente jihadisti travestiti da militari. Anche a causa del continuo ricambio di ministri e vertici dellesercito (ora guidato da un colonnello promosso su due piedi generale di divisione) le istituzioni di Tripoli non hanno pi credibilit. Le diverse milizie assediano e bloccano ministeri e parlamento, controllano citt e quartieri e hanno fermato con scioperi e proteste la produzione di petrolio, unica fonte di valuta pregiata al punto che Tripoli costretta a importare gasolio (ennesimo paradosso). Ultimamente la produzione risalita a 230.000 barili al giorno dallunico terminal ancora in funzione (quello di Brega) contro 1,6 milioni ai tempi di Gheddafi. Il crollo dellexport di greggio priva il governo del denaro necessario a pagare gli stipendi, anche quelli dei miliziani, ufficialmente arruolati dallo Stato per garantire la sicurezza con paghe di 4.300 euro annui. In realt questi eserciti privati obbediscono solo ai loro capi e si arricchiscono con sequestri, violenze e ricatti. La settimana scorsa il Gran Mufti della Libia, Sheykh Sadiq al-Ghariani, ha chiesto le dimissioni dellesecutivo. Lautorit religiosa ha avuto lappoggio del Partito Giustizia e Costruzione (i Fratelli Musulmani libici) che ha minacciato di ritirare i suoi ministri dal governo. Stiamo seguendo la situazione in Libia molto da vicino ha detto ieri Michael Mann, portavoce dellAlto rappresentante Ue Catherine Ashton mentre Washington, temendo il collasso della Libia, ha schierato nella base siciliana di Sigonella 450 marines pronti a evacuare civili e diplomatici da Tripoli.

AFGHANISTAN

Attacco talebano a consolato Usa: uccisi in otto


Un commando talebano ha assaltato allalba di ieri il consolato americano a Herat, la citt dellovest dellAfghanistan in cui operano anche le truppe italiane ( il quartier generale del Comando regionale ovest di Isaf, attualmente guidato dal generale Michele Pellegrino, comandante della brigata Aosta). Lo ha riferito la tv locale Tolo. Dopo aver fatto esplodere due autobombe, i miliziani hanno ingaggiato una battaglia di due ore con i militari afghani e le guardie della sede diplomatica: cinque talebani sono stati uccisi e negli scontri sono morti anche due uomini della sicurezza e un civile afghano - un passante che si trovato sulla linea del fuoco. Illeso tutto lo staff del consolato americano mentre i feriti sono 18, quattro poliziotti e 14 civili. Nessun militare italiano rimasto coinvolto nellattentato ma i nostri sono intervenuti in zona. In seguito allattacco sono intervenuti diversi assetti, italiani e delle altre nazioni che costituiscono Rc West, il comando regionale di Isaf, hanno confermato fonti della missione. In particolare, gli specialisti del genio hanno verificato che la zona colpita fosse in sicurezza e che non ci fossero nellarea ordigni pronti ad esplodere, mentre il personale medico ha compiuto i primi interventi sanitari sul luogo dellattacco. Due elicotteri si sono alzati in volo per sorvegliare larea dellattentato.

La furbata del ras

CRISTIANI CON ASSAD Un soldato di Assad e un cameraman durante gli scontri per liberare da Al Qaeda la citt cristiana di Malula [Ap]

Assad bluffa a Ginevra Intanto spara sugli ospedali


::: CARLO PANELLA
QQQ E un po presto per credervi sulla parola: la sferzata di J.F. Kerry al suo collega russo Serghej Lavrov indica perfettamente gli scarsissimi esiti che alla fine potr avere la pur magistrale mossa russa di bloccare i raids americani mettendo in scena la trattativa di Ginevra sul disarmo chimico di Beshar al Assad. In buona sostanza, infatti, i russi, che hanno indubbiamente portato a termine un fulmineo contropiede sfondando la porta di Barack Obama, costretto a invischiarsi in una trattariva complessa e lunghissima, non possono che offrire parole e assicurazioni sul punto. Lo schema di gioco quello gi praticato con successo per anni con lAmministrazione Obama dagli iraniani anchessi spalleggiati da Mosca - ora alleati di Assad: invischiare la controparte in complessi meandri di accordo, e intanto proseguire impuniti i propri programmi oltranzisti. Accade cos che Assad, nel momento stesso in cui dichiara allOnu di voler aderire alla Convenzione che proibisce le armi chimiche, ha tutto lagio, come annuncia lautorevole Wall Street Journal, di spostare le armi chimiche in nuovi e imprendibili siti. Da parte sua lopposizione siriana denuncia il trasporto e la consegna di armi chimiche in Libano. Le forze del regime hanno fatto partire ieri 28 camion militari carichi di missili, casse e altro materiale sconosciuto, ha riferito ieri Hadi al Abdallah, membro del Consiglio generale della Rivoluzione. Il carico partito da una localit sulla costa siriana, diretto verso il Libano ed arrivato nella Valle della Beqaa. La trattativa di Ginevra tra Kerry e Lavrov. dunque lascia mano libera al regime siriano, mentre paralizza il fronte internazionale anti Assad. Resta e rester comunque irrisolvibile un nodo concreto: le migliaia di tonnellate di armi chimiche di Assad sono sparse in una cinquantina di siti ed esistono al mondo solo una dozzina o poco pi di team in grado di distruggerle, i quali, ovviamente, devono operare su uno scenario pacificato. Questo significa che Assad potr anche sottoscrivere se e quando lo far - tutti gli impegni che gli chieder Kerry- ben sapendo che poi nessuno potr renderli operativi. Per distruggere le migliaia di tonnellate di armi chimiche sparse nel Paese, infatti indispensabile un cessate il fuoco generale, che nessuno, da una parte o dallaltra, ordiner. Anche perch Assad continua a massacrare civili con armi convenzionali che per motivi tutti suoi Obama non considera motivo di intervento. Ieri, Human Rights Watch ha denunciato lesecuzione sommaria di almeno 248 persone nei villaggi di Bayda e Banias, mentre lOnu denuncia come arma di guerra del regime i

sistematici suoi attacchi ai centri sanitari: il governo siriano impedisce in maniera sistematica, come prassi, che i feriti provenienti dalle zone controllate dall'opposizione o vicine ad esse siano curati. Per questo conduce incursioni contro le unit mediche, ospedaliere e il personale sanitario. Per questo i caccia di Damasco colpiscono gli ospedali e anche gli ospedali da campo. Marted 11 sono stati i morti per il bombardamento dellospedale da campo dei ribelli ad al Bab, in provincia di Aleppo. Non a caso, persino il troppo prudente segretario dellOnu Ban Ki Moon ha attribuito ieri la responsabilit dei massacri e dellimpiego delle armi chimiche ad Assad e ha preannunciato un tribunale contro di lui: Assad si macchiato di molti crimini contro lumanit; ci sar un processo per accertare le sue responsabilit quando tutto sar finito.

Sabato 14 settembre 2013

15

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

16

ESTERI

Lavvertimento del regime


::: MAURIZIO STEFANINI
QQQ Due anni fa aveva scombussolato la Cina per una storia di gossip romantico; adesso il miliardario Wang Gongquan stato arrestato come incarnazione del massimo terrore del regime comunista cinese: quello che si forgi unalleanza tra imprenditori e masse, in grado di scatenare una rivoluzione liberale. Fondatore prima del colosso immobiliare Vantone e poi di una finanziaria con 5,5 miliardi di dollari di capitale di nome Cdh Venture Partners, magnate anche della New Economy dopo aver raccolto 175 milioni di dollari in un mese per il lancio del popolarissimo software anti-virus Qihoo 360, nel 2011 lallora 49enne Wang aveva allimprovviso aveva postato sul web una rovente confessione sentimentale. Non ce la faccio a resistere, rinuncio a tutto e scappo con Wang Qin. Che era una 34enne a sua volta imprenditrice rampante, fondatrice della societ di investimento privata Zhongfu. E subito il messaggio era saltato in testa alle occorrenze di Baidu, il motore di ricerca pi usato in Cina, con 60.000 rilanci e 30.000 commenti in poche ore. Non che ai cinesi faccia particolare impressione che un riccone riempia di corna la moglie con una ragazza pi giovane: le concubine, anzi, erano una sorta di istituzione tradizionale. Ma che lamante fosse non una segretaria ma una donna in carriera a sua volta, che la moglie venisse lasciata e che addirittura nel chiedere perdono alla consorte limprenditore di successo usasse toni da liceale innamorato, a

Miliardari cinesi in rivolta contro gli arricchiti di partito


Protestano per i favoritismi alle industrie di Stato, meno competitive e pi sovvenzionate. Ma Pechino li stronca: il loro leader ieri stato arrestato
hanno mandato venti poliziotti ad arrestarlo. Laccusa di aver radunato persone per disturbare l'ordine pubblico: proprio la stessa per cui era stato arrestato Xu. Se il governo non sostiene una societ aperta potr causare ancora pi danni e violenze. E questo non negli interessi del governo, aveva detto. Il fatto che in questo momento leconomia cinese sta avendo un rallentamento. S, sta sempre meglio degli altri Brics e di altri emergenti, il tasso di crescita resta sopra al 7% lanno, e adesso anche la produzione manifatturiera ripresa dopo quattro mesi di recessione. Ma ci sono sempre maggiori malumori da parte dei manager del privato verso quel modello oligarchico che concede grandi prestiti e sostegno alle ditte statali che brillano per inefficienza ma i cui manager sono gli alti papaveri del partito, e penalizza invece quelle ditte private, soprattutto piccole e medie imprese, che contribuiscono per oltre il 70% del Pil. E Wang in una recente intervista aveva appunto spiegato che con la crescente corruzione, ineguaglianza sociale e inquinamento, necessario che imprenditori e cittadini uniscano le loro forze per spingere al cambiamento.

A fuoco un manicomio: 37 morti in Russia


di 37 morti il bilancio dellincendio che ha distrutto ieri lospedale psichiatrico del villaggio di Luka, nella regione russa di Novgorod, a 220 chilometri da San Pietroburgo. Sul posto sono giunti oltre 130 soccorritori per scavare tra le macerie alla ricerca di superstiti. Al momento dellincidente nella struttura erano presenti circa sessanta persone, di cui 23 tratte in salvo. L'incidente - forse provocato da un paziente che fumava a letto - solo lultimo di una serie di casi analoghi verificatisi nei centri di igiene mentale nella Federazione. Ad aprile un rogo aveva distrutto un ospedale psichiatrico nella regione diMosca, causando 38 morti.

Inchiesta sui fondi neri alla campagna di Hillary


Le indagini federali contro un uomo daffari americano accusato di corruzione sono state estese anche a dei versamenti per la campagna di Hillary Clinton per vincere le primarie democratiche nel 2008. Lo scrive il Washington Post, citando fonti vicine alle indagini. Al centro della vicenda vi luomo daffari Jeffrey Thompson, accusato di aver versato fondi neri per 653mila dollari nelle casse della campagna elettorale dellattuale sindaco di Washington, Vincent Gray. Ma ora linchiesta federale stata allargata anche agli oltre 600mila dollari che Thompson avrebbe versato a Troy White, esperto di marketing di New York, per ingaggiare squadre pronte a distribuire in strada materiale elettorale per la Clinton durante le primarie del 2008.

Due enormi torte lunari, dolce diventato simbolo della corruzione in Cina [Ap] quello no che i cinesi non erano abituati! Ringrazio tutti per gli anni di cure e di assistenza e a tutti auguro felicit. Non sono in grado di affrontare le vostre attese e di onorare la vostra fiducia e non so come spiegarlo ad ognuno. Mi vergogno e per questo me ne vado senza salutare. Mi inginocchio e imploro perdono. Insomma, una piccola rivoluzione. Ma evidentemente Wang ci aveva preso gusto, e dalla rivoluzione dei sentimenti ha deciso dopo un po di passare a quella della politica. La penultima iniziativa che aveva preso era stata quella di iniziare una raccolta di firme on line in favore di Xu Zhiyong: il dissidente fondatore del Movimento del nuovo cittadino arrestato met luglio dopo aver chiesto che tutti i capi del partito comunista pubblicassero la lista delle loro ricchezze. Lultima stata rilasciare unintervista in cui ha proclamato: Non ho pi paura. Lo abbiano preso in parola o la paura sia venuta a loro, ieri mattina presto le autorit

ESTERI

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

17

Gli eroi normali di casa nostra

Che bella lItalia della mamma di Eleonora


Sua figlia ha dato la vita per salvare un indiano. Ora lei chiede allIndia di pensare ai nostri cari mar
::: segue dalla prima MARIO GIORDANO
.

(...) per poter cogliere il senso di un gesto damore. Ma nello scritto che sua madre ha consegnato al Corriere della Sera non traspare nemmeno un po di rabbia. Solo un repertorio di termini antichi, tracciati di memoria, espressioni che sembravano scomparse, che ormai non fanno pi parte dellagenda quotidiana, che non si stampano sui giornali, che non si pronunciano volentieri in Tv. Forse non fanno audience. Ma sono evidentemente ancora vive e forti nel nostro Paese, fanno parte non solo della nostra storia ma anche del nostro presente, hanno radici cos profonde che nemmeno una disgrazia immensa riesce a spazzarle via. Missione, Dio, sacrificio, carit. E rosario. Sicuro: recitava il rosario mamma Mariella quando le arrivata la notizia. E cos la prima cosa che ha pensato, nel suo dolore immenso, non stata la vendetta, o almeno la giustizia, lo sfogo o la riparazione. Macch: lei ha pensato agli angeli. Agli angeli, capite? Come le preghiere che cinsegnano a dire da bambini: angelo di Dio, che sei il mio custode... E c il profumo buono delle cose pulite, il bacio della buona notte, le coccole per chi non riesce a dormire, e adesso diciamo insieme le orazioni della sera. Angelo di Dio che sei il mio custode. A chiunque verrebbe da dire: ma che razza di custode sei, angelo mio? Doveri quella sera? Ti sei forse distratto? Giocavi con lo smartphone? Hai avuto una crisi di sonno celestiale? Come mai hai lasciato travolgere Eleonora da quella furia omicida? Perch non hai vigilato su di lei? Ma mamma Mariella non si fa queste domande. Lei recitava il rosario. Nessun sentimento negativo, dice. Ed straordinaria la forza di questa donna, perch non solo gela sul nascere ogni invettiva e la trasforma in messaggio di speranza, ma perch, nel farlo, tira fuori dal canestro della sua generosit pure un pensiero per i mar italiani detenuti in India dal febbraio 2012. Non ce lho con gli indiani, dice lei, anche se mi hanno appena ammazzato Eleonora. E allora chiss che in India leggendo la storia di mia figlia, che un intreccio di tragedia e umanit, qualcuno non pensi anche ai familiari dei nostri cari mar, che a casa piangono nellattesa del loro ritorno. E a questo punto anche le parole del commento cominciano a mancare:

STORIE COLLEGATE
A sinistra, Eleonora Cantamessa, la dottoressa uccisa da un indiano mentre cercava di soccorrere un altro indiano ferito. Sopra, i due mar, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre allaeroporto di Ciampino [Ansa e Fotogramma] zo, unItalia lontana anni luce dalle chiacchiere della politica, unItalia che vive di missione, Dio, sacrifici, carit e rosario. Noi ce ne accorgiamo solo una volta ogni tanto, quando la cronaca lacera violentemente il velo della nostra distrazione e ci costringe a guardare dentro quei tinelli, cos poveri eppure cos ricchi, dentro quei salotti cos scuri eppure pi illuminati di tutti noi. Noi ce ne accorgiamo solo una volta ogni tanto, ma quellItalia c. Ed molto pi grande di quello che immaginiamo. Ed grazie a lei, forse, se non siamo ancora caduti a pezzi.

che si pu dire di pi? Che si pu dire di meglio? Di pi nobile e alto? Chi di noi, alzandosi stamattina, ha pensato alle famiglie dei mar? E non vi pare straordinario che ci pensi una donna che ha appena perso, in modo cos tragico, una figlia? Sembra quasi impossibile che esista una persona cos, sembra quasi impossibile che esista una lettera cos, in cui si parla di papi senza pen-

sare alle olgettine ma piuttosto a un modo affettuoso di dire pap. E in cui si cita papa Francesco per una volta senza la retorica dellumilt, con la semplicit vera, quella vissuta tutti i giorni, attorno al tavolo del tinello, magari recitando il rosario. Sembra quasi impossibile che esista una persona cos, che parla in modo naturale di Luce di Dio, senza nemmeno tirarsela come Eugenio Scalfari (avr letto meno libri del Fondatore, ma com pi vera...). E anche quando definisce gli assassini della figlia disgraziati, si capisce subito che non un insulto, ma la

massima espressione damore: li considera infatti in disgrazia, come lei. Li mette sullo stesso suo piano di sofferenza e di dolore. Sembra quasi impossibile che possa esistere una donna cos. E invece la verit che esiste. Che ne esistono tante. La verit che c unItalia forte e meravigliosa, unItalia piena di fede e di valori, lItalia della figlia di Giangrande, lItalia dei militari morti in Afghanistan, unItalia che non conosciamo,che non sappiamo raccontare, che viaggia carsica, sepolta e nascosta ogni giorno dalle mille dichiarazioni inutili del Palaz-

Q Chiss che in India, leggendo la storia di mia figlia, intreccio di tragedia e umanit, qualcuno non pensi ai familiari dei nostri cari mar...
MARIELLA ARMATI

La ragazza violentata e uccisa sul bus

In 4 a morte per lo stupro bestiale di Nuova Delhi


::: SIMONA VERRAZZO
QQQ Una pena esemplare, per placare il malcontento di un intero Paesecontinete. Ieri, alle 14,30 ora locale, nel tribunale distrettuale di Saket a Delhi, il giudice Yogesh Khanna ha condannato a morte i quattro uomini accusati dello stupro, il 16 dicembre 2012, di una giovane morta successivamente per le gravissime lesioni interne riportate nellaggressione. La sentenza di colpevolezza per 13 reati riferisce il sito dellagenzia missionaria Misna era stata comunicata marted scorso, ma la lettura del verdetto era stata posticipata da mercoled a ieri. Oltre agli altri reati, io mi riferisco direttamente alla sezione 302 (omicidio) del Codice Penale. Questo evidenzia che la natura inumana dei condannati e la gravit del reato che hanno commesso non pu essere tollerata ha detto il giudice Khanna La sentenza di morte applicabile a tutti i quattro condannati. Parole pesantissime pronunciate per far capire agli indiani che la Giustizia ha preso le parti della vittima e non come in molti casi precedenti degli aguzzini; parole pesantissime per placare gli animi della popolazione che, allindomani dellaccaduto, scesa in piazza per protestare e chiedere un inasprini legislative, in programma per maggio 2014. La sentenza dovr essere confermata dallAlta corte di Nuova Delhi. Marted la corte aveva comunicato la colpevolezza dei quattro: il manovale Akshay Kumar Singh (28 anni), listrut-

Mukesh Singh, Akshay Thakur, Vinay Sharma e Pawan Gupta [Ap] mento delle pene, prendendosela anche con la classe politica, accusata di non fare abbastanza, tanto che a febbraio arrivato il decreto in cui, per gli stupri, viene contemplata la pena capitale. E ieri arrivata la condanna, proprio pochi mesi prima delle eleziotore di educazione fisica Vinay Sharma (20), il fruttivendolo Pawan Gupta (19) e il disoccupato Mukesh Singh (26). Lautista dellautobus e principale accusato si tolto la vita in cella prima del giudizio e un sesto, minorenne al tempo del crimine, stato condanna-

to il 31 agosto a tre anni di carcere, il massimo della pena prevista dal Tribunale dei minori. I legali dei quattro condannati a morte hanno comunicato che i loro clienti ricorreranno in appello contro la sentenza. Il 16 dicembre 2012 una giovane studentessa di fisioterapia, ribattezzata dai media Nirbhaya (coraggiosa), dopo essere andata al cinema in un quartiere a sud di Nuova Delhi, accett di salire con il fidanzato su un bus privato per tornare a casa. A bordo i sei imputati, dopo aver immobilizzato e malmenato luomo, violentarono in gruppo la ragazza, utilizzando anche una sbarra di ferro. I due ragazzi furono poi abbandonati seminudi al margine di una strada. Nirbhaya mor quasi due settimane dopo in un ospedale di Singapore per la gravit delle ferite riportate. I suoi genitori hanno espresso soddisfazione: la madre della ragazza ha dichiarato di essere in parte sollevata da questa tragedia perch giustizia stata fatta. Lanima di mia sorella pu ora riposare in pace, gli imputati non meritavano niente di meno della morte ha rincarato in tribunale uno dei due fratelli della vittima.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

18

ATTUALIT

Paradossi della giustizia

Picchia la moglie, arrestato Il giudice lo rimanda da lei


Un 39enne di Ragusa, denunciato per le percosse, va ai domiciliari Per evitare altre aggressioni, la donna e i figli hanno lasciato labitazione
::: ALBERTO SAMON
RAGUSA

A TOR VERGATA
per scongiurare quantomeno ulteriori violenze o liti. Di certo, per, la decisione di spedire loperaio agricolo ai domiciliari appare alquanto illogica e soprattutto non tiene conto proprio della necessit di tutelare lincolumit della vittima e dei figli minorenni della coppia. Tanto pi se si pensa che gi a febbraio la donna aveva presentato denuncia nei confronti del marito, proprio per altri episodi di violenza domestica di cui luomo si sarebbe reso protagonista: un rapporto matrimoniale ormai deteriorato, a causa del quale la coppia aveva, infatti, deciso di separarsi. Peraltro, quello di ieri il secondo arresto per maltrattamenti contro familiari o conviventi, avvenuto a Scoglitti dalla data di approvazione del Decreto legge con cui l8 agosto scorso, il Consiglio dei ministri ha previsto una serie di disposizioni volte a rafforzare gli strumenti di prevenzione e di contrasto della violenza di genere. Un rafforzamento degli strumenti preventivi e repressivi, che, per, almeno in questo caso, non pare proprio abbia funzionato alla perfezione; anzi, non avrebbe funzionato affatto. Laltro caso di violenza di cui era rimasta vittima una donna si era verificato un paio di settimane fa, quando gli stessi militari dellArma avevano arrestato un commerciante ventottenne di Vittoria, con laccusa di avere aggredito la propria convivente allinterno di un bar da lui gestito nella nota localit balneare ragusana.

Bimba morta per tracheotomia Ci sono 7 indagati


ROMA Sono almeno 7 gli indagati per la morte - avvenuta al Policlinico di Tor Vergata della bimba di 2 anni e mezzo, malata di anemia falciforme, deceduta dopo una tracheotomia sbagliata. Stando allesito dellautopsia effettuata ieri, una manovra errata o forse limperizia nella scelta del catetere avrebbe reciso una vena e questo avrebbe provocato il collasso di un polmone che stato letteralmente invaso di sangue. E ha poi provocato il decesso della piccola per arresto cardiocircolatorio. Il posizionamento di un catere venoso centrale, rivela allAdnkronos una fonte anonima testimone di quanto accaduto nel nosocomio, una procedura non esente da rischi, ma con basso margine di complicazioni, che di solito si effettua in mezzora. La piccola, invece, rimasta in sala operatoria 4-5 ore, sottoposta a numerosi tentativi per linserimento del catere. Come dimostrato poi anche dallautopsia, sono stati appunto i diversi tentativi andati a vuoto a provocare danni alla piccola. Da quello che si apprende, non escluso che la rottura della vena sia stata determinata dallinnesto di un catetere troppo grande. Per questo, i Nas hanno sequestrato macchinari e strumentazioni usati in sala operatoria. La presenza di unemoraggia, tra laltro, era stata confermata anche dalla radiografia eseguita a fine procedura. La lastra, infatti, mostrava un polmone pieno di sangue. Se la radiografia fosse stata controllata aggiunge la fonte anonima, si sarebbe potuto intervenire tempestivamente. Invece la bimba stata rimandata in reparto e dopo unora morta. La piccola quindi deceduta ancora prima diniziare il trapianto di midollo per cui dalla Sicilia era arrivata a Roma.

QQQ La giustizia italiana assomiglia sempre pi a un colabrodo, con situazioni contraddittorie che comportano carceri sovraffollate e inadeguate e, allo stesso tempo, delinquenti liberi di scorazzare e seminare il panico fra la gente perbene. Un caso di paradossale e incomprensibile irrazionalit giudiziaria arriva dalla Sicilia profonda, da Scoglitti, centro balneare di 3.500 anime nei pressi di Vittoria, in provincia di Ragusa. Qui, un uomo, dopo essere stato arrestato con laccusa di avere picchiato la moglie e di averla minacciata di morte, per punizione ha avuto concessi gli arresti domiciliari nella stessa casa dove vive insieme alla donna. Morale della favola, la malcapitata, oltre ad avere subito le violenze del marito - che durerebbero, peraltro, da diverso tempo - stata costretta a fare la valigia e andare via in fretta e furia dallabitazione, per evitare conseguenze ancora pi spiacevoli e per niente imprevedibili. Protagonista di questa assurda storia un operaio agricolo di 39 anni, che alcuni giorni fa ha malmenato la moglie, dalla quale si sta separando: scene di inaudita violenza domestica, avvenute davanti agli occhi dei tre figli minorenni della coppia. Non contento delle percosse, secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri intervenuti sul posto, lagricoltore avrebbe anche scagliato contro la consorte uno sgabello e le avrebbe rivolto minacce di morte. Dopo laggressione, la vittima stata accompagnata al vicino presidio territoriale demergenza del paese, dove i medici le hanno riscontrato contusioni al braccio sinistro e alla gamba destra, ma anche uno stato di profonda ansia, dovuto ovviamente alla paura per quanto aveva appena subito. Per luomo, invece, sono scattate le manette, ma la sua detenzione durata poco, anzi pochissimo, perch il giudice che ha convalidato il fermo per il reato di maltrattamenti in famiglia, lo ha subito

rispedito a casa, concedendogli i domiciliari. E cos, per la moglie, oltre al danno subito, anche la beffa di dover sopportare dentro alle mura domestiche la presenza del proprio aguzzino, lo stesso che laveva minacciata di morte e laveva

mandata al pronto soccorso solo poche ore prima. Un fardello troppo pesante da sopportare, al punto che la donna ha preso la decisione di trasferirsi nellabitazione di un parente e di portare con s i figli. Una scelta estrema, ma inevitabile,

RIMINI, IL PRIMO CASO IN EUROPA

Venivano maltrattati Liberati 4 delfini


RIMINI Il Corpo forestale dello Stato ha sequestrato 4 delfini al delfinario di Rimini. Il sequestro stato disposto dopo una serie di indagini eseguite dal Corpo forestale a fine luglio. Si tratta del primo sequestro di questo tipo in Europa. Diverse le irregolarit accertate a carico della struttura, tra queste: lassenza di riparo dal sole e dalla vista del pubblico, la carenza di un adeguato sistema di raffreddamento e pulizia dellacqua, vasche di contenimento irregolari non adatte a consentire un adeguato movimento dei delfini. Inoltre gli animali non erano sottoposti a un idoneo programma di trattamenti medici veterinari. In pi stato ipotizzato il reato di maltrattamento animale. I delfini sequestrati 2 femmine e 2 maschi - sono stati trasferiti allAcquario di Genova. [Ansa]

::: ALESSANDRO GONZATO


TREVISO

Da mago a rovinafamiglie

QQQ Il sensitivo rivela al cliente, un amico trentenne e futuro pap, che la moglie porta in grembo un figlio frutto di un tradimento. Luomo, scioccato, abbandona in fretta e furia lo studio del santone, rientra a casa, e chiede immediatamente alla consorte di sottoporsi al test del dna per verificare la reale paternit del nascituro. Lei non crede alle proprie orecchie, d in escandescenze, ripete a perdifiato che mai e poi mai si sarebbe solo sognata di andare con un altro uomo, ma alla fine, quasi per sfida nei confronti del consorte, decide di accettare tutte le analisi del caso. Robe dellaltro mondo, verrebbe da dire. E invece accaduto realmente. Non in qualche sperduta trib africana, tra riti tribali e statuine apotropaiche, ma nella civilissima Treviso, tra fabbriche e palazzoni, in una di quelle citt di quel Veneto che un tempo veniva definito la locomotiva dItalia. Non bastassero gi i normali problemi della vita quotidiana a compli-

Sensitivo al padre: Quel bimbo non tuo Lui vuole il Dna, la donna denuncia il medium
care i rapporti coniugali, soprattutto delle coppie pi giovani alle prese con mutui che forse non ce la faranno mai a finire di pagare, tra tasse, bollette, disoccupazione galoppante, e affitti da capogiro, ora i due ex piccioncini di Treviso devono pure affrontare le conseguenze delle visioni di un santone. E pensare che il marito, in passato, non aveva mai nutrito dubbi sulla fedelt della mogliettina. Non li aveva mai avuti nemmeno quando i due erano morosi, figuriamoci una volta sposati. La loro era una vita tranquilla. In citt, quella coppia, la conoscono tutti. La loro storia damore era una di quelle da film. Lattesa del primo figlio, poi, aveva portato ulteriore serenit e allegria in famiglia. Sennonch il medium, e la suggestionabilit dellamico, hanno fatto precipi-

:::

I NUMERI

MAGHI E CARTOMANTI Secondo unindagine condotta dallEurispes nel 2010, in Italia ci sono 155mila tra maghi, astrologi e cartomanti. Categorie che, complessivamente producono un giro daffari di circa 6 miliardi di euro, il 99% completamente in nero PI AL NORD La maggior parte dei fattucchieri si concentra nel Nord Italia (41%), mentre le province con il pi alto numero di maghi sono Milano, Roma, Napoli, Palermo, Torino e Bari 11 MILIONI Sono 11 milioni (allincirca il 18% della popolazione) stando allindagine targata Eurispes, gli italiani che si rivolgono a questi esperti

tare di colpo le cose. Dal giorno delle rivelazioni del santone, la vita di coppia dei due stata stravolta. Il marito come se fosse vittima di un sortilegio. certo che la moglie labbia tradito, non vuole sentire ragioni. Nemmeno quelle di chi gli dice da tempo che lamico-medium un cialtrone e che se lui gli presta fede ancora pi cialtrone di quel cialtrone. I due si conoscono da tempo. Il sensitivo, nel corso degli anni, diventato una sorta di padre spirituale dellamico-cliente. Inutile, dunque, fargli presente che queste presunte doti del mago trevigiano, se tenute in considerazione, rischiano di rovinare una famiglia ancor prima che nasca il bambino. Niente da fare. Il santone ha parlato: Il figlio che ha in grembo tua moglie non tuo. frutto di una relazione

extraconiugale. La tua donna ti ha messo le corna. E il marito, accecato da quelle rivelazioni, a sua volta ha messo la donna con le spalle al muro: O ti sottoponi al test del dna e dimostri che il figlio nostro o il matrimonio finisce qui. Inutile dire che lo stress subito dalla donna rischia di avere serie conseguenze sulla gravidanza. La salute della futura mamma e del nascituro, a rischio. La trentenne, una volta che si sar sottoposta al test imposto dal consorte, passer alle vie legali, denunciando il medium e chiedendo un sostanzioso risarcimento. Si parla di decine di migliaia di euro. Sempre che le rivelazioni del sensitivo si rivelino infondate. Se invece il tradimento sar confermato dalla scienza, oltre che dalla magia, toccher al marito fare i conti col misterioso Casanova trevigiano. E potrebbero essere dolori. La vicenda, quindi, in ogni caso destinata ad andare oltre il test del dna. Comunque vada qualcuno pagher il conto. E intanto il matrimonio dellex felice coppietta trevigiana sta andando a rotoli.

ATTUALIT

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

19

La privacy non uguale per tutti

Che ipocrisia, si tutela il mostro ma non la vittima


Gli inquirenti hanno protetto limmagine di Andrea Pizzocolo, il killer della romena. Nessuno per si preoccupato di Lavinia
::: segue dalla prima GIORDANO TEDOLDI
.

(...) Invece se parliamo al telefono, specialmente al cellulare, sappiamo che potremmo finire nei verbali di qualche inchiesta parallela, che non ci riguarda direttamente, per un reato attribuito a un individuo mai visto e conosciuto, eppure i gradi di separazione per gli origliatori legalizzati non sono mai troppi. Calpestata per i cittadini comuni, la privacy interviene con inflessibile rigore a favore di criminali confessi. IL MASSACRO Come Andrea Pizzocolo, lassicuratore di Arese che, in un albergo di Busto Arsizio per coppie, ha legato, stuprato, torturato, strangolato la diciottenne romena LaviniaSimona Ailoaiei e poi, in un albergo di Lodi, ha consumato rapporti sessuali con il cadavere. Dopo averla contattata su un sito di appuntamenti, il quarantunenne ha incontrata una prima volta la ragazza, probabilmente sperimentando gi i suoi giochi erotici con cavi e lacci, mentre nel secondo appuntamento, in camere dalbergo imbottite di microcamere a fibra ottica reperite in rete, ha compiuto il suo scempio, finito in due filmati lunghi complessiva-

Quelle strisce nere ci risultano abbastanza incomprensibili. Perch la ragazza di cui ha fatto scempio ci viene esibita in scatti sexy, mentre il mostro gode della tutela della privacy? Lunica spiegazione che ci soccorre che si vuole tutelare la figlia. Pizzocolo, infatti, ha una compagna e una figlia di cinque anni. Riconoscendo lui si pu risalire alla bambina. Ma nonostante questo, lintervento zelante di chi ha messo quella fascetta nera sullo sguardo del carnefice, risulta alquanto goffo. LA FASCETTA La fascetta, infatti, non ci sembra sufficiente a evitare il riconoscimento dellindividuo, che per i tratti somatici marcati, il codino, risulta di certo identificabile da chi lavesse gi visto, o avesse la sventura di vederlo in futuro. Sappiamo il suo nome e cognome. Insomma che ci sta a fare quella fascetta? Vuole forse dirci che luomo di una tale abiezione che meglio non vederlo? Cio la privacy ti difende quanto pi sei mostruoso? La vittima pu essere filmata e divorata dai media. Il mostro va difeso dal rischio che qualcuno possa additarlo, e parlarne male. Ci mancava, la tutela della privacy dellassassino stupratore.

mente quattro ore. Nella sua casa di Arese gli inquirenti hanno trovato dvd con ore di filmati di cosiddetti snuff movies, cio video di torture e sevizie il cui finale prevede luccisione della vittima, e da ci sospettano che Pizzocolo non sia stato colto da un raptus occasionale, ma sia un vero e proprio serial

VITTIMA E CARNEFICE
Lavinia Simona Ailoaiei, la romena strangolata e mostrata durante la conferenza stampa a Lodi; a lato il suo aguzzino, Andrea Pizzocolo, con la fascetta sugli occhi [Ansa]

killer. Tutto ci vi sia sufficiente per inquadrare il personaggio, la cui immagine per stata trattata dagli in-

quirenti con un curioso riserbo. Mentre la povera vittima stata spiattellata su giornali e siti in varie pose, una delle

quali in atteggiamento provocante, uno scatto evidentemente pubblicato negli annunci sui siti di incontri, e ci stata fornita anche la sua carta didentit, il carnefice si conosce solo per due fotografie segnaletiche della polizia scientifica di Lodi, frontale e di profilo, con una striscia nera che gli copre gli occhi.

delitti
Lassassinio di Brescia Giallo a Milano

Grigoletto confessa lomicidio di Marilia Ma per gli investigatori non dice la verit
::: LEONARDO PICCINI
sistito dagli avvocati Elena Raimondi e Renata Milani, ha sostenuto una versione diversa: non avrebbe QQQ Claudio Grigoletto ha ammesso di aver com- premeditato nulla, avrebbe agito dimpeto, uccimesso il delitto, ma ha dato una ricostruzione diversa dendo lei al 4 mese di gravidanza, durante una colche non ci soddisfa minimamente. Sono le prime luttazione, ma al culmine di una lite scaturita perch parole, pronunciate fuori dal carcere di Canton la giovane donna voleva che lasciasse moglie e figli. Mombello a Brescia, da Ambrogio Cassiani, il pm che Grigoletto ha poi aggiunto che c stata una colper oltre 3 ore ha ascoltato la confessione e la rico- luttazione, sono stato ferito al viso e alle braccia, a struzione dei fatti di Claudio Grigoletto. quel punto lho spinta, lei caduta e ha battuto la teLex pilota di aerei, accusato dellomicista sul pavimento. Luomo ha inoltre sostedio dellamante, la 29enne brasiliana Manuto di non aver strangolato lamante: i rilia Rodrigues Martins, uccisa a Gamsegni sul collo sarebbero dovuti al tenbara (Brescia), il 31 agosto, perch, setativo di fermare le convulsioni della condo laccusa, era rimasta incinta e ragazza una volta caduta a terra. Un il Grigoletto aveva la necessit di eliracconto, che non convince miniminare il problema rappresentato mamente ni magistrati ngli invedal fatto di essere il padre del bimbo stigatori, perch in forte contrasto che la giovane brasiliana aspettava e con alcuni dati oggettivi e coi rilievi questo avrebbe potuto crear problemi emersi dallautopsia: Marilia nella relazione con la moglie. Rodrigues infatti non morMarilia Rodrigues [web] La vittima, secondo il pm, stata soffocata per le ferite alla testa ma ta, dopo una violenta colluttazione e Grigoper soffocamento. letto - dopo aver versato dellacido muriatico nella Secondo lex pilota, invece, la donna sarebbe cabocca della sua amante - aveva perfino tentato di duta pi volte battendo violentemente il capo e lui darle fuoco. Un omicidio che secondo laccusa sta- sarebbe intervenuto per interrompere le convulsioto premeditato, visto che il pilota, qualche ora prima ni, forse dovute a unanossia celebrale. del delitto, aveva acquistato in un supermercato aciMa a colpire non soltanto la ferocia del delitto: in do muriatico, alcol etilico e una chiave inglese con un passaggio della sua confessione, Claudio Grigocui aveva svitato il tubo dello scaldabagno probabil- letto, ha fatto mettere a verbale: Una volta che mi mente per provocare una fuga di gas che avrebbe do- sono accorto della morte di Marilia, mi sono lavato e vuto - secondo i suoi piani - provocare lesplosione sono andato nel campo volo di Bedizzole, perch l dellufficio una volta saturo di gas. Ma Grigoletto, as- dovevo tenere una lezione di volo con unallieva.

Trovato sgozzato nel suo negozio di tappeti Si indaga su una rapina finita male
::: SALVATORE GARZILLO
QQQ Per accedere al negozio di Gorijan Parviz in piazza Tripoli 7, a Milano, bisogna scendere tre gradini. Non un vero negozio, una sorta di seminterrato ben allestito dove da anni conduce la sua attivit di venditore di tappeti. E l lo hanno trovato, disteso su uno splendido tappeto, con un taglio profondo alla gola e lesioni alla testa, segno di una possibile colluttazione con lassassino. Parviz, iraniano di 79 anni, era un commerciante conosciuto e stimato, che per molto tempo ha gestito con successo un negozio di tappeti in zona Bande Nere. Poi, circa 10 anni fa, aveva deciso di ridimensionare il suo lavoro perch let e la stanchezza iniziavano a farsi sentire. Ha trovato il seminterrato e lo ha trasformato nel suo atelier-ufficio, dove accogliere i clienti pi affezionati. I famigliari raccontano che le sue giornate lavorative non seguivano orari fissi, anzi spesso erano organizzate in base agli appuntamenti. Forse, ed una delle ipotesi dei carabinieri, a ucciderlo potrebbe essere stato proprio una persona con cui aveva fissato un incontro. Forse, ed una speranza degli inquirenti, lanziano ha registrato limpegno in una delle agende trovate nella stanza, tra faldoni di contabilit e tappeti da mostrare. Qualche risposta potrebbe arrivare dai filmati ripresi dalle telecamere di sorveglianza installate allesterno. In quei fotogrammi potrebbe esserci limmagine dellaggressore, luomo (o la donna) che hanno seguito allinterno il commerciante e poi lo ha ammazzato colpendolo al capo con un oggetto contundente e con qualcosa di tagliente, probabilmente un paio di forbici trovate sul posto. Gli inquirenti coordinati dal procuratore aggiunto Alberto Nobili e dal pm Alessandra Cecchelli, non escludono alcuna pista, compresa quella della rapina finita male. Secondo indiscrezioni la vittima sarebbe stata derubata del portafogli e del cellulare, anche se il dettaglio non confermato o smentito dai carabinieri del comando provinciale di Milano. C cautela perch potrebbe trattarsi di una messa in scena per nascondere il vero motivo dellomicidio. Chi conosceva Parviz dice che non aveva nemici, che era un uomo di alto profilo umano e professionale. Per di pi era una persona tranquilla, con una routine abbastanza consolidata. Per questo, quando gioved sera la moglie non lo ha visto tornare a cena allora solita, ha chiamato allarmata il figlio chiedendogli di passare a prenderla per andare a verificare di persona. Al loro arrivo in piazza Tripoli 7, varcato il cancello condiviso con unauto rimessa, hanno visto le tracce di sangue sui gradini e la porta con la grossa serratura aperta. Hanno capito subito.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

20

Stile
Dal Veneto agli Usa

SPRITZ SUPERSTAR
::: UGO BERTONE
QQQ Ogni giorno, in Veneto, si consumano 300.000 ombre di spritz. Il che fa 200 al minuto o, se preferite, 3 al secondo. Il calcolo contenuto in unanalisi che un ricercatore italiano del Marie Curie Research di Londra, Paolo Aversa, ha pubblicato nientemeno che sul Financial Times. Ma attenzione: c spritz e spritz come del resto sa benissimo Aversa, che alle spalle ha studi e ricerche con il vicentino Cuoa e luniversit di Padova. C lo spritz basic, eredit lasciata a Venezia dai soldati austriaci, che introdussero lusanza di allungare con lacqua frizzante il vino veneto, troppo forte per i loro gusti. Di l labitudine a spritzen, che sta per spruzzare che a poco a poco si diffusa dalle tre Venezie fino ai confini dellIstria e della Lombardia. Arruolando, lungo la marcia, nuovi colori ed ingredienti, dal Select alla China Martini fino al Campari. O allAperol. E qui si entra nella scienza del marketing. O anche pi. Un racconto che potremmo titolare: Softdrink, the Italian software. Gi, quella che Aversa racconta ai maghi del marketing della Bibbia delleconomia la storia di un successo che, varcati i confini del Veneto, ormai marcia spedito oltre quelli del Bel Paese, conquistando spazi nei bar pi chic (ma non solo quelli) in mezza Europa. La case history dellAperol Spritz, ovvero la marcia trionfale di un prodotto che, in dieci anni, ha moltiplicato per quattro le sue vendite fino a rappresentare nel 2012 l11 per cento del giro daffari del gruppo Campari. Per sette anni di fila il giro daffari delletichetta arancione ha registrato crescite a due cifre, con una punta del 40 per cento nel 2009, anno di crisi profondo per leconomia. Una success story che merita pi di una riflessione. Una storia che comincia nel 2003, quando la ditta milanese compra dalla Barbero il controllo della Barbieri di Padova, lazienda che nel 1919 aveva lanciato laperitivo arancione alla prima fiera campionaria patavina. Ed intuisce che, dietro quellaperitivo a bassa gradazione color arancio, c un destino: fin dalle origini la fortuna dellAperol legata allevoluzione dei costumi e, di riflesso, dei consumi. Negli anni Trenta, ad esempio, lAperol protagonista di una campagna

DE GUSTIBUS
Il Cliente Mascherato
La ristorazione italiana di secondi. La alta qualit gestita in mia Lei ha massima misura da fami- scelto Cosciotglie che hanno storia, tradi- to di maialino con verdurizione e intraprendenza. La ne allagrodolce, io Acciufamiglia Cordero, proprie- ghe al verde, poi, per entaria del Ristorante il Cen- trambi, Gnocchi di patate tro, oggi rappresentata da di Langa con funghi porcipap Enrico, mamma Eli- ni; a seguire per la mia Lei, de, coadiuvati dal figlio Tagliata di manzo, porcini Gianpiero, una di queste e pesche, per me Lumache e lo fa in un minuscolo pae- sgusciate ai profumi se di campagna, Priocca dellorto, infine Funghi fritdAlba, collocato a cavallo ti. La qualit degli ingretra Asti, Alba e il Roero. Ci dienti eccellente, ogni arriverete seguendo le indi- piatto talmente buono cazioni per che si vorrebSan Damiabe subito riRistorante no se venite peterlo, la da Torino o loro amalgaIL CENTRO statale Astima rispetta Via Umberto I 5 Alba se arrila tradizione, vate da sud. Il con tocchi di PRIOCCA dALBA ristorante innovazione, (Cuneo) ubicato in cos da allegTel. 0173 616112 una classica gerire i piatcasa di camti, buona la pagna, ingrespresentazioso raffinato, due belle sale ne. La carta dei vini di priluminose, che sanno dAn- ma grandezza, con tutti i tan, com giusto che sia vi- grandi, soprattutto piesta la tipologia di trattoria montesi, ma anche tanti di alta qualit. A ricevervi piccoli e promettenti viEnrico e Gianpiero, sapien- gnaioli, noi abbiamo scelto te, cortese e alla mano il Pelaverga di Verduno, un babbo, preparato e compe- signor vino poco conosciutente il figlio, a deliziare il to. Per chiudere meravivostro palato ci penser Eli- gliose pesche ripiene di de, che ha ereditato dalla Langa. Piatto Top per la suocera lo scettro della cu- mia lei: Tagliata di manzo, cina. per me, Acciughe al verde, I tavoli sono ben distan- indimenticabili. Punteggio ziati, apparecchiati con raf- 27/30. Rapporto qualitfinata semplicit, bicchieri quantit-prezzo: ottimo. di Riedel, comode poltron- Per antipasto, primo, secine. Il pane, molto buono, condo, dessert e un buona fatto in casa; come rustico etichetta pagherete 65/70 appetizer un Salame cotto, euro, meglio difficile da urlo. Il men basato su spenderli se volete mangia6 scelte di antipasti, primi e re da Principi Sabaudi.
ilclientemascherato@liberoquotidiano.it

Da intruglio strapaesano a fenomeno mondiale Laperitivo diventato marchio fa ricca Campari

CON GHIACCIO
A sinistra una locandina depoca del Campari. Sopra un bicchiere di spritz a cui si pu aggiungere una fetta di limone, darancia o unoliva e qualche cubetto di ghiaccio. Da poco una nota marca di bitter ha inventato la versione pre-miscelata [Oly] sui quotidiani in cui si vede una sarta che misura il giro vita di una cliente. Lo spot? Signora! LAperol mantiene la linea.... Un doppio messaggio, insomma: da una parte levoluzione del gusto estetico, dallesuberanza delle forme a misure pi armoniche, dallaltra la novit della clientela femminile al bar, perch nel nuovo galateo consentita la consumazione di un Aperol, in quanto aperitivo leggero. Solo storia? Le ricette antiche, certe volte, servono a risolvere problemi nuovi. Aversa sul Financial Times spiega come, gi ancor prima della crisi, Campari, cos come i concorrenti internazionali, si trov alle prese con un problema complesso, uno di quelli che non trovano soluzione nelle ristrutturazioni aziendali. I consumi di alcoolici, al ristorante come a casa, tendevano a ridursi,

:::

RICETTE

IN VENETO C lo spritz basic, eredit lasciata a Venezia dai soldati austriaci, che introdussero lusanza di allungare con lacqua frizzante il vino veneto, troppo forte per i loro gusti. La ricetta veneziana: 1/3 di vino prosecco, 1/3 di acqua frizzante o seltz 1/3 di bitter. NEL RESTO DITALIA Negli anni ha subito varie modifiche fino a renderlo un aperitivo consumato in tuttItalia. In tempi pi recenti alla forma originaria stato aggiunto il bitter (come Aperol, Campari o Select). La ricetta ufficiale IBA prevede: 6 cl Prosecco, 4 cl Aperol, una spruzzata di soda/seltz.

sia per ragioni economiche che per una maggior attenzione alla salute ad ai problemi della linea. Dopo il 2008, con linizio della crisi, la tendenza s aumentata: i consumatori, per scelta o necessit, hanno ridotto i consumi ma, in parallelo, si accentuata la ricerca della qualit, piuttosto della quantit. Niente di meglio, in questa cornice, che rilanciare alla grande il vecchio Aperol che, con la sua fetta di limone e lorlo del bicchiere imbevuto di zucchero, aveva comunque conservato una fascia rispettabile del mercato. Niente di meglio che spingere oltre frontiera limmagine dellAperol new look, inscindibilmente legato allo spritz: 4 cl di Aperol, 6 cl di prosecco e uno spruzzo di selz o soda. E poi, per dar vita ad un look internazionale, uno spot in un grande spazio versione garage, ad imitazione dei nuovi templi dellaperitivo, ormai il luogo deputato per il drink spesso in sostituzione della bottiglia di vino, very expensive, al ristorante. Che lezioni trarre da una, purtroppo non comune, storia di successo? Non sempre necessario innovare - sentenzia Aversa - certe volte il prodotto di successo esiste gi, ma ha bisogno di rivolgersi ad un nuovo pubblico. Ai pi giovani nel caso della Campari.

RICETTA
Pancetta di maialino al miele di castagno Ingredienti per pancetta: 1kg di pancetta fresca di maiale 2 cipolle 2 carote 3 gambi di sedano 8 spicchi daglio rosmarino brodo di carne vino bianco miele di castagno sale pepe Ingredienti per pur: patate latte burro parmigiano sale noce moscata. Preparazione: Preparo il soffritto, rosolando le verdure e gli aromi tritati finemente. A parte metto a rosolare la pancetta porzionata, quindi la aggiusto di sale e pepe. Unisco ora le verdure alle carni, innaffio con il vino bianco, porto in riduzione, quindi unisco un cucchiaio di miele e il brodo di carne. Passo in forno preriscaldato a 200C per 2 ore. Terminata la cottura passo al setaccio la salsa. Servire la pancetta con la sua salsa adagiata su pur di patate.

Sabato 14 settembre 2013

21

W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T

WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T

Maggiori informazioni su: www.ristorantidiroma.net "Dal 1995"

R ISTORANTI

DI

R OMA
CENTRO

oltre 300 ristoranti suddivisi per zona.

ROMA

NORD

KABAB

ANTICO FRANTOIO PROSSEDI (LT)

ROMA

Via di Grottarossa 52/52a


0630310231

Cucina iraniana. Locale di cucina persiana con sottofondo di musica Tipa Chiuso luned - 13/18,00.

VINO E CAMINO BRACCIANO

P.zza Mazzini 11 0699803433 Cambio di indirizzo. Nella bella stagione godibilissimo cortile con 40 posti/aperto anche a pranzo. Enoteca bella e curata con 300 etichette ben selezionate/ Una cucina genuina a base di zuppe e altri piatti di semplice e gustosa genuinit / Assortimento di salumi e formaggi / servizio attento e curato/ buona tappa anche per laperitivo. Si consiglia la prenotazione.

Via Roma 10 0773/956028 www.anticofrantoioprossedi.it Antico Frantoio ristrutturato e riempito di entusiasmo e simpatia da Emanuele Di Girolamo. Polpettine di funghi porcini in cestini di parmigiano, maltagliati al rag di bufala, strozzapreti funghi e tartufo, ravioloni di carciofi ripieni di gorgonzola e noci. Ancora, tagliata di bufala alla griglia e straccetti con rucola e pachino. Ottimi i dolci con tiramis artigianali e mille foglie Rosa del deserto.

MASSENZIO
06 6790706

GIGGETTO AL PORTICO DOTTAVIA


066861105

Largo Corrado Ricci 2-4-6

Via del Portico DOttavia, 21/A

www.massenzioaifori.it Fedele ai sapori della cucina romana e laziale senza rinunciare alla creazione di piatti a base di pesce, sua specialit, si presenta in una veste elegante e confortevole. Sale con aria climatizzata (capienza 70 posti)e un giardino esterno (160 posti). Forno a legna per ottime pizze.

Ambiente classico accanto alle colonne del portico. Piatti della cucina Romana con spunti della tradizione ebraica. Specialit carciofi alla giudia. Chiuso venerd. 25/28,00.

ROMA

EST

BISTEAK

GUSTO
Piazza Augusto Imperatore 9
06.3226273

Via di Pietralata n. 141


06.41792126

DA FRANCA
Via AppiaAntica 28
06.5136792

ROMA

SUD

LA CAVOLA DORO GROTTAFERRATA


Via Anagnina 35 06 94315755 www.lacavoladoro.it Un luogo ricco di storia e sapori genuini. Da oltre 40 anni offriamo ai nostri clienti i piatti pi caratteristici della tradizione Romana, una esperienza che arricchiamo giorno dopo giorno con tanti piccoli dettagli e premure che rendono la nostra cucina semplicemente unica. Ci occupiamo con precisione impeccabile di tutto il necessario per lorganizzazione di matrimoni, comunioni, meeting aziendali etcVi attendiamo nel cuore delle colline romane per offrirvi i sapori e i profumi della tradizione culinaria romana. Pane, formaggi, paste fresche, salumi, cacciagione, assaggiarli come assaggiare un po della nostra storia e della nostra terra. Mangiare bene noi ne abbiamo fatto il nostro motto e la nostra identit. Scoprite con noi pietanze della cucina tipica ravvivate dallestro e dalla creativit dei nostri chef. Chiuso Luned.

Osteria molto particolare: la casa della Sig.ra Franca, cucina casalinga con qualche piatto romano, dal minestrone di verdure allossobuco con i piselli. Da bere vino sfuso. Conto piccolo. Su prenotazione (min. 15 persone). Aperto anche a cena.

CECILIA METELLA
Via Appia Antica, 125
06.5136743

www.gusto.it A pochi passi dallAra Pacis troviamo questo bel indirizzo sviluppato su due piani arredato come una pent house Newyorkese, al piano terra pizzeria e ristorante di taglio giovane e al primo piano un ristorante di livello. In men tra le altre cose troviamo: insalata di polpo, tris di affumicati, baccal, tonno e salmone, bresaola di chianina, carbonara di anatra affumicata e julienne di zucchine. Per i golosi da non perdere il cestino croccante con mousse di yogurt e frutti di bosco.

www.bisteak.it American grill molto frequentato dedicato alla carne di qualit accanto a gustose proposte di pizzeria con forno a legna. Si puntato sulla qualit della carne a prezzi (e cotture) trasparenti al punto da fare il bis e aprire un nuovo indirizzo identico, ma senza la pizzeria, alla Piramide (Via di Porta Ardeatina n. 114 06.57288369). Carni danesi e argentine sulla brace. Carte di credito tutte.

W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S T O R A N T I D I R O M A . N E T W W W . R I S

www.ceciliametella.it In una classica ed incantevole cornice nel cuore archeologico dellAppia antica, al civico 125 troviamo uno dei ristoranti pi accoglienti di Roma. Cucina internazionale e Italiana con tutte le specialit romane. Inserito in un bellissimo giardino con ampio parcheggio proprio.

ARLU
Borgo Pio n 35 (Borgo)
066868936

IL CARROCCIO
Via del Carroccio 9 (Nomentano)
06.44237018

LA MOLA MOROLO (FR)


Via Recinto della Mola 67
0775 229059

Un angolo darcadia in ciociaria merito della famiglia MAROCCO: lasagne acqua e farina, taglioni ai gamberi di fiume, verdure e carne alla brace. Irresistibile il sorbetto al latte di capra e le ciambelline al vino.

www.ristorantearlu.com Bellindirizzo di Borgo Pio. Ambiente intimo e raccolto. Ottima cucina mediterranea rivista nei particolari, curata sempre con ingredientifreschi e genuini. Pesce fresco e gradevole sottofondo musicale. Specialit: risottino con vongole e peperoni/fettuccine con cozze al pesto/dolci fatti in casa. A pranzo prezzi leggeri e piatti unici (misto di verdure/variet di affettati/insalata greca etc.), orario non stop 11,30 - 18,30 novit happy hour 16,30 - 18,30 con bistrot e caffetteria, cena su prenatazione da 10 in su: Aria condizionata. Carte di credito tutte. Chiuso domenica.

Classica pizzeria napoletana con pizze cotte a legna e ben lievitate. Lambiente semplice ed informale, ideale per una serata in amicizia. Buoni antipasti (consigliato il tagliere di legno con affettati, formaggi ed altri sfizi), anche qualche piatto di cucina romanesca. Carte di credito tutte e bancomat.

ROMA

OVEST

ANTICO CHIOSCO ANGUILLARA SABAZIA (RM)


Via Eugenio Montale 7
06 99607444

DA FRANCHINO GROTTAFERRATA
Viale S. Nilo 19 06 9459172 Al centro del paese, a pochi passi dellabbazia millenaria di San Nilo, troviamo questo bel ristorante. Ambiente semplice, elegante e lineare sui toni del bianco e nero in un quadro autentico moderno in stile Shabby chic. Lo chef Franchino propone le sue specialit: tagliolini limone e pistacchi di Bronte, fettuccine fatte in casa gricia e porcini, straccetti alla brace ai carciofi, anatra allarancia, faraona e tanti altri piatti preparati con prodotti sempre freschi e genuini. 30/40. Chiuso mercoled.

PROFUMO DI MIRTO
Viale Amelia 8/A-B (Tuscolano)
06.786206

BERZITELLO
Via Quattro Fontane 32/B
0647824714

W W W . Da ritagliare e conservare LEGENDA: 1 rigo NOME - 2 rigo INDIRIZZO E TELEFONO - 3 rigo SPECIALIT - 4 rigo GIORNO DI CHIUSURA E PREZZO(Per informazioni su caratteristiche e specialit telefonare ainu Da ritagliare e conservare R I WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET WWW.RISTORANTIDIROMA.NET S

www.profumodimirto.it Ottimo posto per gustare la miglior cucina di tradizione sarda, un vero inno ai peccati di gola, perch non si resiste ai colurgiones (tipici ravioli sardi) tagliolini allastice, spaghetti con vongole e bottarga o gnocchetti sardi al granchio, i secondi sono davvero speciale, tutti a base di pesce: astice alla catalana, spigola di mare al sale, carpaccio di polpo. Per finire un buon bicchiere di mirto, da sorseggiare gustando seadas e dolcetti di pasta di mandorle.

www.ristoranteberzitello.com La cucina romana la fa da padrone in questo bel indirizzo di Via Quattro fontane, quindi carbonara, trippa, coda, abbacchio, pollo con i peperoni e una deliziosa cacio e pepe ma non solo, troverete anche i paccheri con la matriciana di mare (pancetta, spada e vongole), il tortino di alici, i calamari alla piastra, il polipo con patate. Dinverno zuppe a volont. I dolci da non perdere assolutamente con influenze napoletane, cantina con etichette classiche e laziali. Domenica chiuso

www.anticochiosco.com Il giovane locale di Anguillara fa parlare di s grazie alleredit culinaria tramandata dai tempi della nonna del titolare, ma soprattutto allottimo pesce di lago e di mare. In men spaghetti al nero di seppia e bottarga, passando per i filetti di luccio e persico fritti o arrosto, la tagliata di tonno o la grigliata di scampi e mazzancolle. Tutto servito fronte lago in un ambiente luminoso ed elegante. In estate si mangia anche nel grazioso giardino.

Borsa Milano-FTSE Mib

Borsa Londra-FTSE 100

Borsa Parigi-CAC 40
4.114,50

Petrolio - al barile

Euro/Dollaro
1,3295

Gli indici
grafica a cura di centimetri.it

17.547,91

-0,08%
6.583,80

-0,55%
112,1 $

+0,14%

+0,19%

+0,04%

Un piano per sbloccare il credito

Prestiti agli over 65 per un pezzo di casa


Lassociazione dei banchieri presenta la proposta in Parlamento: ipoteche leggere e facili da estinguere in cambio di liquidit. Potrebbe entrare come emendamento nel decreto sullImu
::: ATTILIO BARBIERI
QQQ Un prestito ipotecario, per gli over 65 che possiedono un immobile da dare in garanzia. la proposta presentata dallAbi nellambito delle audizioni sul decreto legge Imu, che sono in corso alle commissioni Finanze e Bilancio della Camera. L'emendamento che lAssociazione bancaria italiana propone di inserire nel provvedimento, prevede un finanziamento garantito da una propriet immobiliare residenziale, che consenta al proprietario di convertire parte del valore dellimmobile in contanti per soddisfare esigenze di consumo, senza che il proprietario sia tenuto a lasciare labitazione n a ripagare il capitale e gli interessi sul prestito fino alla scadenza del contratto. Gli interessi e le spese relative, spiega infatti lassociazione dei banchieri, sono capitalizzati periodicamente sul finanziamento originario e rimborsati alla data di decesso del mutuatario. Allo scadere del debito, puntualizza l'Abi, gli eredi - sempre che il proprietario non decida di rimborsare anticipatamente il finanziamento - hanno la possibilit di estinguere il debito nei confronti dalla banca e liberare l'immobile dall'ipoteca, venderlo oppure lasciare che sia la banca mutuataria a metterlo sul mercato per rimborsare il proprio credito. Rispetto al meccanismo in base al quale il proprietario vende casa, conservandone la nuda propriet, vale a dire il diritto di abitarla fino alla morte, spiega lassociazione bancaria, il prestito ipotecario vitalizio offrirebbe al mutuatario il vantaggio di non perdere la propriet dell'immobile e non preclude agli eredi la possibilit di acquisirne il possesso: figli e nipoti potrebbero decidere di rimborsare il credito della banca ed estinguere la relativa ipoteca. D'altra parte, aggiunge sempre lAbi, questo tipo di finanziamento pu essere estinto in via anticipata ed in qualunque momento su base volontaria. La proposta avanzata dallAbi, stante la carenza di risorse proprie delle banche per erogare finanziamenti a privati e a imprese, risponde in ogni caso a un bisogno del mercato. Nei primi sei mesi dellanno circa il 21% dei prestiti concessi in Italia stato

ANCE OTTIMISTA

I costruttori: dai nuovi mutui oltre 8 miliardi


Le norme sui mutui, contenuta nel decreto legge Imu, possono attivare un giro daffari del mercato immobiliare residenziale di 8,1 miliardi di euro e nuovi investimenti per 1,3 miliardi, con una ricaduta complessiva per lintera economia di 4,4 miliardi. La stima sugli effetti delle misure contenute nel provvedimento, allesame delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, arriva dallAnce. Nel corso dellaudizione lassociazione dei costruttori edili ha presentato un pacchetto di proposte che dovrebbero integrare il decreto legge. I costruttori propongono di includere nel concetto di fabbricati costruiti, esenti da Imu, anche quelli acquistati dallimpresa e ristrutturati per la vendita. Inoltre andrebbe applicata lesenzione parziale dallImu agli immobili costruiti per la vendita e concessi in locazione solo per una porzione dellanno. Lassociazione chiede poi lintroduzione del principio di deducibilit dellImu dal reddito dimpresa, relativamente a tutti gli immobili da questa posseduti.

richiesto per liquidit, il 20% circa per l'acquisto di un'auto usata o per la ristrutturazione della casa e solo l1,4% ha fatto richiesta per hobby personali o vacanze. I dati sono contenuti nellultimo report dellosservatorio Mutuionline, pubblicato lo scorso mese di luglio. Anche limporto medio dei prestiti, pari a

10.878 euro, sarebbe ampiamente soddisfatto dallaccensione di una ipoteca parziale sullimmobile di propriet. A differenza dei finanziamenti ipotecari classici, per, la nuova formula presentata in Parlamento dai banchieri scevra dei voncoli che solitamente rendono molto oneroso il rimborso

anticipato. Resta un unico, gigantesco sospetto. Non che i soldi degli ultrasessantacinquenni disponibili a ipotecarsi parte della casa servono loro per mantenere figli e nipoti incapaci di produrre autonomamente un reddito? Questo lo si potr scoprire solo a posteriori.

Commento

Ampliamo lidea con la Borsa delle abitazioni


::: GIULIANO ZULIN
QQQ C sempre da pensare male quando le banche fanno una proposta. E quella sugli over 65 - rendita vitalizia in cambio della cessione di una parte della propriet immobiliare - potrebbe nascondere non poche insidie. Per bisogna ammettere che lidea dellAbi interessante e che potrebbe essere ulteriormente migliorata e ampliata: perch non estenderla anche agli under 65? Facciamo un esempio concreto: un quarantenne padre di famiglia si trova in difficolt, per possiede una casa di propriet. Pu chiedere prestiti per tirare avanti, ma se non ha liquidit che gli entra, alla fine non riesce a far fronte alle rate. Se invece potesse quotare sul mercato un 30-40 o 60% della sua abitazione, incasserebbe un bel malloppo chegli consentirebbe di svoltare. Chi acquisterebbe quel 30-40 o 60%? Risparmiatori generici, quello che volgarmente chiamato popolo bue, il quale per una volta potrebbe anticipare i trend e guadagnarci e non entrare nei business quando i buoi sono gi scappati. Se i titoli della casa del 40enne fossero quotati si potrebbe creare una sorta di Borsa delle case, come per le classiche azioni. Si dir: esistono gi i fondi immobiliari. S, ma sono ancora troppo esclusivi. Finanziarizzare per guadagnarci tutti. la Reagonomics.

Altre tensioni sul mattone

Ma i 30-40enni non comprano pi


I figli del baby boom sono scomparsi dal mercato immobiliare e le quotazioni rischiano un altro flop
QQQ Nessuno ha il coraggio di dirlo chiaramente ma per il mercato del mattone le prospettive potrebbero essere tuttaltro che rosee. Le cifre ufficiali sulle quotazioni che perderebbero pochi punti percentuali in ragione danno, non convincono pi: se si escludono le citt metropolitane, nel resto del Paese le quotazioni sono arrivate a perdere anche il 50% rispetto al 2008. E da l si inizia la trattativa per la vendita, ma con ulteriori ribassi. Ebbene, se queste sono le premesse il futuro del mattone italiano rischia di tingersi a tinte molto cupe. Secondo uno studio di Bloomberg pubblicato da Wallstreetitalia, nonostante il calo dei prezzi, i 30-40enni non acquistano pi casa. E questo spiegherebbe il perch del fermo quasi assoluto delle costruzioni e la discesa delle quotazioni. Ma secondo lanalisi questa situazione sarebbe destinata a perdurare per almeno un decennio. Anche in presenza di un aumento delle compravendite che secondo Bloomberg dovrebbe manifestarsi gi dallanni prossimo, i valori al metro quadro continuerebbero a scendere. Per mancanza di acquirenti. In pratica resterebbero alla finestra i trentenni e i quarantenni, proprio le fasce di popolazione che storicamente sono state protagoniste del mercato immobiliare. Sono proprio i nuclei familiari da poco costituiti che si impegnano di pi nellacquisto dellabitazione. E la decisione di comperare casa matura proprio nel ventennio che si conclude col cinquantesimo anno di et. Basta la lettura del grafico che pubblichiamo in questa pagina per capire la stretta correlazione esistente fra landamento delle quotazioni e la propensione allacquisto da parte di questa fascia di popolazione. Finquando costoro hanno acquistato, anche con la sottoscrizione di mutui, i prezzi reali del mercato sono saliti. Poi, a partire dal 2008, quando la crisi li ha messi progressivamente allangolo, inducendoli a disimpegnarsi dal mattone, le quotazioni hanno iniziato a scendere. E il calo non si ancora concluso. Anzi: i protagonisti principali dovrebbero mancare dalle scene per altri dieci anni. Anche il portale Lavoce.info ha approfondito il fenomeno, studiando l'andamento del settore immobiliare

negli ultimi decenni. Lattenzione era focalizzata in particolare sui fattori che hanno favorito nel tempo il settore edilizio. Vale a dire sui motivi che hanno alimentato negli ultimi quindici anni il mercato delle nuove costruzioni. C'era una reale domanda di immobili, un reale desiderio di comprare casa con un finanziamento a lungo termine? La risposta, secondo Lavoce.info no. Si sarebbe verificata una vera e pripria bolla speculativa con effetti destinati a dispiegarsi ben oltre quelli della crisi da cui lEuropa sta faticosamente tentando di uscire. Il flusso di investimenti sul mattone ha dirottato la maggior parte degli gli impieghi bancari verso le costruzioni a scapito dell'industria.
A. BAR.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

23

QQQ Niente donne alla guida della banca centrale pi potente al mondo. Dopo mesi di indiscrezioni che davano in pole position Janet Yellen, attuale vice del presidente uscente Ben Bernanke, prende quota la candidatura di Lawrence Summers, classe 1954, politico, economista e accademico statunitennell'ultimo anno

Obama sceglie Summers per guidare la Fed


e mezzo della presidenza Clinton e rettore dell'Universit di Harvard dal 2001 al 2006. Molto vicino agli ambienti finanziari di Wall Street stato assieme ad Alan Greenspan, il predecessore di Bernanke, uno degli architetti della riforma finanziaria degli anni Novanta. Capace si di imprimere ai mercati una forte4 accelerazione. Ma pure di creare le basi per la bolla speculativa scoppiata nel 2008 che ha messo in ginocchio il mondo intero. La partita, comunque, non ancora conclusa. Le ombre, nel passato di Summers non mancano. A cominciare da quelle legate alla sua uscita di scena da Harvard, quando fu sostretto a lasciare per alcune affermazioni, poi parzial-

mente smentite, sulla inferiorit delle donne in alcune professioni intellettuali. Bernake scadr il 31 gennaio e i quattro mesi che rimangono a Obama per ufficializzare il successore del banchiere centrale potrebbero riservare nuove sorprese.
A.B.

Pace finita con le tute blu americane

:::

Per il 41% della Chrysler Marchionne lancia la sfida al potente sindacato Usa
La Uaw vuole 5 miliardi? Allora compri un biglietto della lotteria E si prepara a quotare in pochi mesi la Casa di Detroit in Borsa
::: UGO BERTONE
QQQ Il sindacato vuole 5 miliardi per la sua quota Chrysler? Allora compri un biglietto della lotteria.... Ovvero, andiamo a quotare Chrysler a Wall Street e vediamo cosa succede. Sergio Marchionne, a margine della conferenza per il restauro del faro della Vittoria che domina la collina di Torino, non esita a sfidare gli ex amici della Uaw, la United auto workers, il potente sindacato delle tute blu di Detroit con cui discute (meglio dire, litiga) da sempre sul prezzo per il 41,5 per cento di Chrysler assegnato nel 2009 da Obama al fondo previdenziale Veba (controllato dal sindacato) a fronte degli impegni nei confronti di pensionati e dipendenti. Negli ultimi giorni si sono moltiplicati i siluri a distanza tra le parti: il sindacato ha chiesto al giudice del Delaware, chiamato a decidere sul prezzo di una parte delle azioni (il 16,5% su cui Fiat vanta un diritto di prelazione ad un prezzo in teoria gi fissato) di rinviare la prossima udienza al 2015, ben sapendo che Marchionne ha ottime ragioni per accelerare i tempi della fusione tra Fiat e Chrysler. Ieri, per giunta, un anonimo portavoce dei pensionati della Casa Usa ha dichiarato alla Reuter che se Fiat vuole tutta Chrysler deve prepararsi a spendere non meno di 5 miliardi. La risposta di Marchionne non si fatta attendere: se non troviamo l'accordo, non resta che la strada della Borsa, gi sollecitata a gennaio proprio dal sindacato, che aveva al proposito fatto domanda di collocamento per una piccola quota in suo possesso. Se proprio lo volete,

Intervento

Antonio Banfi banchiere popolare


::: GIUSEPPE DE LUCIA LUMENO*
QQQ Trentanni fa una commissione voluta dallallora Ministro Andreatta e presieduta da Mario Monti, spiegava che non si possono realizzare miglioramenti delle istituzioni creditizie senza che la gestione degli intermediari possa svolgersi in un clima che favorisca comportamenti razionali o professionalmente corretti, sia alleviando il grado di coazione che viene talora esercitato sulle scelte che gli intermediari sono chiamati ad effettuare, sia rimuovendo quei fattori come il proliferare dei vincoli amministrativi che favoriscono le inefficienze e fanno deviare lattenzione verso il rispetto formale delle norme a scapito di una valutazione approfondita dei progetti da finanziare. Da allora stato un proliferare di norme, di regolamenti, di istruzioni, spesso contrastanti, ma in alcuni Palazzi romani c la convinzione che responsabili dei guasti che affliggono il Paese siano i banchieri, quelli veri, che operano sul campo e poco o nulla portati alle grandi alchimie della finanza. Queste poche riflessioni mi sono venute in mente nellapprendere della scomparsa di Giuseppe Antonio Banfi, gi direttore generale della Banca Popolare di Bergamo. Pino Banfi stato un grande banchiere, ma prima di tutto un uomo di rara umanit, di grande cultura, di superiore capacit professionale, fortemente legato al territorio e, quindi alla sua crescita. Per oltre mezzo secolo si dedicato alla Banca Popolare di Bergamo, nel solco di una tradizione di non comune longevit professionale, che ha avuto fra gli altri, come protagonisti Arrigo Fuzier, Luigi Agliardi, Guido Zanetti, Giacomo Bertacchi, Gaetano Gulinatti e Lorenzo Suardi. Nel suo operare stato scritto ha coniugato il concetto della guida, intesa come capacit di gestione e di governo ad alto livello, con la responsabilit della crescita professionale dei collaboratori, sempre considerata fattore determinante per il successo aziendale. Nel percorso che lo aveva portato ai vertici della Banca aveva acquisito la consapevolezza che, da un lato, la forza di una Popolare costituita dalla miriade di soci cui spesso fanno capo molte piccole e medie imprese e, dallaltro, che la loro banca di riferimento doveva essere pronta a sostenere quelli ricchi di iniziativa finanziando un equilibrato sviluppo delle loro aziende. Uno dei grandi meriti di Banfi fu la creazione, nel 1968, di una scuola di formazione per i futuri dirigenti, per accrescerne lo spirito di gruppo e renderli capaci di agire in maniera coordinata. Ne fanno fede le dinamiche aziendali e una frase che amava ripetere: Ho almeno dodici potenziali direttori generali in grado di sostituirmi. stato, un banchiere del territorio, voleva conoscere i preposti alle filiali, li stimolava ad incontrare i clienti per capirne i programmi. Erano gli stessi criteri che, interpretando la funzione di una banca localistica, applicava ogni giorno. Il suo rapporto con il territorio scandito dalle cariche ricoperte, fra cui componente la giunta della Camera di Commercio; Presidente della Misericordia Maggiore; Presidente della Fondazione dellOrchestra Stabile di Bergamo; Vice Presidente dellAteneo di Scienze Lettere e Arti di Bergamo. Nel 1985 lUniversit di Urbino, retta da Carlo Bo, gli confer la laurea honoris causa in Sociologia. Lattaccamento ai principi del localismo, della sussidiariet non ha mai ostacolato lattenta percezione di quanto stava mutando in banca per effetto dello sviluppo tecnologico, oltre che economico e sociale. Tanto che al momento di lasciare la carica favor un totale ricambio della direzione, anche dal punto di vista generazionale. Credo che il pi significativo giudizio su di lui sia quello espresso da Enzo Berlanda Ho conosciuto molti bancari e pochi banchieri, tra i banchieri uno si chiama Pino Banfi. * Segretario generale Assopopolari

Lamministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne [us.s] insomma, Wall Street sia. Entro la primavera perch tecnicamente ha detto ieri - una Ipo su Chrysler sarebbe possibile entro fine 2013 per il mercato al momento non pronto e quindi tendenzialmente si sposterebbe al primo trimestre 2014. Ma la preparazione della domanda da presentare alla Sec, lauthority di controllo della Borsa americana, gi iniziata: Stiamo finalizzando adesso il documento, dovremmo consegnarlo entro la fine del mese. Non la soluzione ideale, almeno per Fiat. La strada maestra, quella dell'acquisto del 100% del capitale Chrysler, potrebbe consentire di accelerare i tempi per la fusione Torino-Detroit, con grandi vantaggi industriali, di marketing e, soprattutto, finanziari: Chrysler ha in cassa almeno 12 miliardi di liquidit con cui Marchionne potrebbe accelerare la strategia di rilancio in Europa e il decollo del polo del lusso su scala globale. Per Marchionne, che non a caso nasce come controller, non intende pagare un sovrapprezzo per raggiungere l'obiettivo. Anche perch Fiat-Chrysler dovr fare i conti con le agenzie di rating, che minacciano di valutare il gruppo poco sopra il livello di junk (spazzatura). Guai, in questa situazione, a fare le cose in fretta per creare un colosso dai piedi di argilla. Di qui il possibile (anzi probabile) ricorso a Wall Street che ha il sapore di un poker o di un duello all'Ok corrall pi che di una lotteria. Marchionne, in qualit di ceo della Chrysler, promuover l'Ipo, fissando un lotto minimo in offerta. Poi,

tutto dipender dal mercato. Se la domanda sar ricca ed abbondante i sindacalisti della Uaw potranno vendere le loro azioni (salvo il 16% su cui Fiat ha la prelazione) al miglior prezzo. Fiat potr comprare sul mercato, per avvicinarsi almeno all'obiettivo del 75% (necessario per unificare la cassa di Detroit con quella di Torino ) oppure giocare con i suoi alleati di Wall Street per rastrellare azioni o tenere a bada scorribande di raider e speculatori, che gi annusano il buon affare. Una sfida vietata ai deboli di cuore, per intenderci. Nel frattempo, per, i colloqui con la Uaw continuano anche se le posizioni sembrano distanti anni luce. Marchionne non intende pagare pi di 1,8 miliardi per il 41,5%, tenendo conto che il contratto del 2009 prevedeva lesercizio di sei opzioni (tre gi esercitate) ad un prezzo gi fissato. La Uaw, che in questi giorni vive una luna di miele in Tennessee con Volkswagen (la prima azienda dellauto ad aprire le porte al sindacato in uno Stato del Sud), ha alzato mese dopo mese i suoi appetiti fino a 5 miliardi e pi. Gli analisti scommettevano su un prezzo fra 3 e 3,5 miliardi. Ma ancora una volta non hanno fatto i conti con Marchionne, uno che per la Fiat, potrebbe sfidare per un pugno di dollari anche Clint Eastwood.

Nuovo scooter a doppio anteriore

Quadro S, la sfida a tre ruote a Piaggio e Peugeot


::: TOMMASO LORENZINI
VACALLO (CH)

QQQ Precisione svizzera, qualit italiana. Quadro presenta 350S, il nuovo scooter a tre ruote con cui lazienda guidata da Riccardo Marabese lancia la sfida a Piaggio e Peugeot, in quello che ormai un segmento a s stante e dove la Casa di Vacallo (nata nel 2011) copre gi il 18% del mercato e una rete di 400 concessionari in 26 Paesi, di cui 37 in Italia.

Concepito intorno allesclusivo sistema basculante Hts (funzionante a gas e olio e senza necessit di manutenzione) il 350S vanta 21 aggiornamenti tecnici ed estetici rispetto alla versione D. Testato sulle impegnative e trafficate strade della Svizzera e del lago di Como (foto u.s.), il motore riprogettato da 350 cc (eroga 27 cavalli per una velocit di 140 km/h) rende la guida di S fluida a ogni regime, anche grazie ai soli 200 kg di peso e al

baricentro di 40 cm pi basso della media. Quasi immediato il feeling con il doppio anteriore, che trasmette grande sicurezza, di primordine limpianto frenante, distribuito su tre leve (compreso il pedale obbligatorio per legge). Quadro S ha nella leva di parcheggio (morbida e comoda da usare) uno dei punti di forza, tanto che il cavalletto diventa superfluo. Guidabile con patente B, sar in vendita a 6.990 euro f.c.

La maneggevolezza di Quadro 350S [u.s.]

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

24

Il petrolio italiano vale 2,5 miliardi lanno Insider trading, Catania via da Telecom
QQQ Le energie del governo sono rivolte verso uno sviluppo sostenibile della produzione nazionale di idrocarburi, rispetto al quale il nostro Paese ha enormi potenzialit. Questo si traduce in importanti benefici economici e di occupazione. Ad affermarlo in un nota Simona Vicari, sottosegretario allo Sviluppo Economico,rispondendo ad alcune interpellanze ed interrogazioni. Entro il 2020 il petrolio made in Itakly vale almeno 15 miliardi di investimenti e 25mila posti di lavoro. Con un taglio di due miliardi e mezzo lanno alla bolletta elettrica. QQQ Elio Catania ha rassegnato le dimissioni dalla carica di consigliere di amministrazione della Telecom Italia. Nella lettera di commiato dal Cda , Catania precisa di aver preso questa decisione per consentire un sereno svolgimento delle attivit del consiglio e del lavoro degli inquirenti, nel ribadire la piena correttezza dei miei comportamenti. Lannunciofaseguito alladecisioneassuntaieridal gipdiRoma Alessandro Baffi che ha lo ha sospeso per due mesi dal cda. Catania indagato in una inchiesta per insider trading nata dalla denuncia del presidente di Telecom Franco Bernab.

In Borsa fra dicembre e gennaio

Twitter varr 10 miliardi ma non svela i veri conti


La piattaforma di microblogging annuncia la quotazione a Wall Street Il bilancio per resta segreto grazie a una legge del 2012 che lo permette
::: NINO SUNSERI
QQQ Neanche a dirlo lo hanno annunciato con un tweet: Twitter si prepara a sbarcare in Borsa. Al momento non possibile capire se valga o meno la pena accaparrarsi qualche azione. Lazienda si avvale del cosiddetto Jobs Act (Jumpstart our business startups act) che consente procedure semplificate. una legge che permette alle compagnie pi giovani di fare domanda di quotazione senza svelare i dettagli dei propri bilanci fino a tre settimane prima delle presentazioni al mercato. Ma qualcosa sul valore di Twitter si riesce comunque a capire. Le prime stime parlano di 10 miliardi di dollari. Un bel pagare per un gruppo che, al momento, gode di grande visibilit mondiale ma scarsi introiti. Ma tutto provvisorio. Twitter vuole evitare lerrore di Facebook che nel maggio dellanno scorso era arrivata a Wall Street a 38 dollari. Un prezzo troppo alto che aveva determinato limmediato tracollo sul listino. Scesa a un minimo di 17,73 dollari ha poi cominciato una lenta risalita che allinizio di agosto lha riportata sopra il prezzo desordio. Ora viaggia intorno ai 45 dollari. Ma quanta sofferenza. Per evitare questi incidenti Twitter potrebbe scegliere un ingresso di basso profilo, con una valutazione iniziale molto prudente, a costo di incassare molto meno del previsto. Lappuntamento fissato per i prossimi mesi. Prima di compiere il grande passo, i vertici di Twitter vogliono migliorare ulteriormente il proprio modello di business in modo da garantire entrate costanti e affidabili. A dare forza al titolo la massiccia presenza pubblicit nel settore mobile, che rappresenta il 50% dei ricavi. Un aspetto che Facebook non aveva curato a sufficienza allarrivo a Wall Street. Le aziende che si avvalgono della procedura semplificata prevista dal Jobs Act devono aver totalizzato meno di un miliardo di dollari di fatturato nellultimo anno. Twitter stando alle stime, dovrebbe aggirarsi intorno ai 500-600 milioni di dollari nel 2013 e spera di arrivare al miliardo lanno prossimo. Di pi, per ora, non possibile sapere. E da una parte un bene per gli stessi affari di Twitter, fa notare lHuffington Post. In questo modo, infatti, Ali Rowghani, capo di Twitter [Epa] ma che ha fatto seguito il debutto confuso di Facebook, ormai pi di un anno fa. E poi, come fa notare lanalista Michael Pachter di Wedbush Securities, le azioni delle aziende del Web come LinkedIn e Pandora hanno visto i prezzi salire negli ultimi mesi. E anche le buone notizie dei giorni scorsi per il titolo Facebook - che ha raggiunto i massimi - suggeriscono a Twitter che questo sia un buon momento per sbarcare in borsa.

:::

MATRICOLE

ANNUNCIO Lannuncio del collocamento stato annunciato con il cinguettare di un tweet PROCEDURE La societ si avvarr della procedura semplificata che permette di tenere nascosti i conti fino alla vigilia del collocamento previsto fra dicembre e gennaio

lazienda non solo riesce a mantenere nascosti i conti da possibili competitor pi a lungo, ma riuscirebbe anche a evitare la confusione e i rumor che hanno accompagnato il problematico esordio di Facebook. Anche se daltra parte in questo modo pi difficile per gli investitori analizzare in dettaglio i conti certo che, malgrado la richiesta di Ipo confidenziale, ci si continua a chiedere quanto valga Twitter. Gli analisti si chiedono an-

che quando Twitter approder in borsa e perch abbia scelto di muoversi proprio ora. Sui tempi ancora non si sa molto: per alcuni, considerando le mosse di Facebook, plausibile pensare ad uno sbarco a Wall Street gi a dicembre, o al limite agli inizi del 2014. Mentre sul perch la piattaforma di microblogging abbia deciso proprio ora di diventare pubblica, la risposta pi probabile che Twitter voglia approfittare di questo periodo di relativa cal-

DOW JONES INDEX

Finmeccanica nellindice di sostenibilit


Eni e Finmeccanica sono state confermate nel Dow Jones Sustainability World Index, uno dei pi prestigiosi indici di sostenibilit a livello internazionale. Per il Cane a sei zampe si tratta del settimo anno consecutivo di presenza nel paniere dei titoli delle societ che puntano sulla sostenibilit del business in cui operano. Per Finmeccanica al quarto anno consecutivo. Il presidente di Finmeccanica, Gianni De Gennaro, esprimendo la soddisfazione di Finmeccanica per questo risultato, ha affermato: Questo prestigioso riconoscimento di livello internazionale la prova evidente della capacit del gruppo di operare, in modo etico e sostenibile, in un contesto globale di mercati fortemente competitivi. Nel settore petrolifero sono state selezionate 15 societ sulle 123 candidate ed Eni ha conseguito il punteggio pi elevato nellambito ambientale. Nel Dow Jones Sustainability World Index sono presenti anche Enel, Terna e Snam.

Fullsix sui massimi a Piazza Affari

Benatti raddoppia i dipendenti Sono il cuoco del digitale


::: GIULIANO ZULIN
QQQ Marco Benatti ha da poco compiuto sessantanni, ma a vederlo sembra un ragazzo della new economy. Quelli che in California sarebbero chiamati guru. In effetti guru lo anche lui. Da oltre 30 anni si occupa di comunicazione a tutti i livelli. E ora, in concomitanza con la crisi della old economy in Italia, ha letteralmente resuscitato Fullsix, societ quotata in Borsa (la vecchia Inferentia) passata dalla black list della Consob al raddoppio dei dipendenti. La ricetta? Siamo come dei cuochi, non inventiamo niente ma facciamo girare il cervello per trovare sempre nuove soluzioni per i clienti. Siamo la dimostrazione vivente che con il digitale si possono creare business e posti di lavoro. I numeri lo testimoniano: nel primo semestre di questanno tornato lutile, seppur di soli 132mila euro, figlio di un aumento dei ricavi (quasi 10 milioni) e di un balzo del margine operativo lordo (passato da 142mila euro a +740mila euro). Piccole grandi cifre di un gruppo che a Piazza Affari passato, in un anno e mezzo, dal minimo di 1,774 euro dell8 maggio 2012 al massimo di 2,5 euro dello scorso 5 settembre. C stato insomma un cambio di passo, certificato dal balzo degli occupati, appunto: 150 unit in pi rispetto ad agosto 2012. Merito anche dellacquisizione di due rami dazienda finiti in procedure di concordato a Roma e Milano. Le abbiamo recuperate e adesso siamo pi competitivi con Fullmobile, societ specializzata nello progettazione di reti cellulari e wi-fi in tutto il mondo. Per dire - spiega Benatti - abbiamo realizzato la rete di 60.000 punti wi-fi per Tim Brasil a Rio de Janeiro e San Paolo. Poi c Fulltechnology che concentrata sui mercati della sicurezza biometrica e sullo sviluppo di piattaforme tecnologiche. Ad esempio, in base al riconoscimento biometrico, si possono identificare oggetti smarriti o persone. Benatti fa dunque il pioniere di un nuovo mondo, cercando di guadagnare precorrendo i tempi. Daltronde, lui, negli anni 90 fu tra i fondatori di Virgilio.it, uno dei portali pi redditizi (ricordate la mega Opa di Telecom su Seat Pagine Gialle, proprietaria del portale arancione?) e gi sul finire degli anni 10 aveva intuito che solo il digitale avrebbe avuto un futuro. La crisi ci ha cambiato il portafoglio. Solo due anni fa gli utenti delle compagnie telefoniche spendevano 20-25 euro al mese per persona: ora la spesa scesa a 10 euro. Ci sono Skype, Whatsapp, Twitter, Facebook... La rivoluzione digitale porta allabbattimento dei ricavi tradizionali e al cambiamento del modello economico. La pubblicit e il marketing - sottolinea Benatti - continuano a vivere trend negativi, tranne alcuni singhiozzi di ripresa. Per cui, in momenti di crisi, si taglia sulla comunicazione, essendo un costo variabile. Una speranza per c. Il digitale offre ancora spazi. La scomparsa dei lavori tradizionali - commenta il numero uno di Fullsix - pi veloce rispetto a qualche decennio fa. Bisogna reinventarsi in poco tempo, solo che abbiamo una scuola impreparata perch la politica non punta sulla riqualificazione professionale. Tocca arrangiarsi dunque, trentenni e quarantenni per possono ancora farcela. LItalia famosa nel mondo per questo.

GURU Marco Benatti, 60 anni, patron di Fullsix, tornata in utile questanno [u.s]

Sabato 14 settembre 2013

25

Mercato Azionario
AZIONI PREZZO VAR% PREZZO CHIUSURA SU PR. RIF. MED. PON.
7,055 20,34 0,768 1,06 0,0404 0,0028 0,629 5,77 9,615 30,87 12,6 0,122 0,621 2,6 3,268 112,4 0,318 4,088 6,815 0,082 0,0032 1,48 6,3 9,375 15 11,92 15,15 17,64 16,27 0,7045 0,4692 1,125 1,793 2,01 9,4 3,16 0,2085 4,088 5,595 0,6025 0,4228 1,847 0,245 5,69 7,81 17,16 1,118 69,7 1,566 0,82 83,6 101,3 4,868 0,3136 0,2348 0,3317 0,492 1,248 0,2157 0,4784 3,49 0,337 79,8 49,96 22,69 3,06 36,02 0,9295 1,137 17,94 0,0819 24 11,29 6,2 4,18 4,04 1,347 1,31 0,84 0,8305 6,47 0,055 2,14 25,58 17 0,4238 0,9685 7,345 2,758 1,568 0,0537 0,273 0,2972 1,159 0,194 0,3682 0,54 0,048 0,6015 11,32 0,913 4,33 8,185 0,0257 0,1361 1,323 3,32 57 1,214 0,5725 21,86 14,75 56,3 6,635 1,32 0,751 11,41 34,59 9,905 31,12 -1,26 -0,2 -0,9 -5,02 0,5 -1,1 0,94 -0,68 -2,26 0,43 -0,79 -3,17 0,94 -0,94 2,56 1,9 0,47 -1,08 -0,92 -0,95 0,37 2,03 0,45 -0,11 -0,5 1,02 -0,63 1,07 -1,73 -2,01 -0,74 -0,98 1,37 0,08 -0,52 -0,13 -0,41 -0,18 -0,14 1,69 -0,06 -0,59 -0,86 0,03 0,21 1,75 0,1 4,87 -3,01 1,57 -2,24 1,57 0,57 -0,77 1,39 0,33 6,23 -0,17 1,11 0,09 -0,49 -4,43 0,54 -3,17 0,09 -0,08 0,06 14,75 1,38 3,61 -0,06 5,29 -0,91 0,03 -0,34 -1,82 -0,38 -0,18 -1,07 -0,61 -0,76 2,75 -8,47 0,92 0,71 -0,98 -0,35 0,83 1,37 0,81 -0,97 -0,08 -2,72 -2,4 -2,54 -0,05 0,39 7,0732 20,18 0,7664 1,0651 0,0402 0,0025 0,6288 5,8038 9,615 31,0529 12,6 0,122 0,6221 2,6002 3,2494 112,7825 0,3224 4,074 6,8474 0,082 0,0032 1,4706 6,2812 9,3003 14,9725 11,9075 15,0343 17,6113 16,2045 0,7003 0,465 1,092 1,793 2,0111 9,3348 3,182 0,2073 4,0944 5,5989 0,6052 0,4212 1,847 0,2451 5,6973 7,7747 17,1941 1,1129 69,47 1,5399 0,8412 83,6944 101,8287 4,9232 0,3129 0,2361 0,329 0,4903 1,2076 0,2188 0,471 3,515 0,3401 79,6995 49,6843 22,696 3,0538 36,0997 0,93 1,137 17,8921 0,0809 24,177 11,2587 6,1558 4,18 4,0436 1,347 1,3079 0,8284 0,8559 6,4482 0,0553 2,1274 25,1832 16,9461 0,415 0,923 7,2984 2,7073 1,547 0,0536 0,2644 0,2967 1,15 0,1943 0,3687 0,5395 0,049 0,6034 11,4042 0,9161 4,2936 8,1671 0,0251 0,1387 1,3202 3,32 56,9307 1,2269 0,571 21,603 14,6702 56,3 6,7087 1,3162 0,758 11,4836 34,6379 9,8714 31,0111

MINIMO 2011/2012
4,1 16,85 0,7405 0,621 0,0316 0,0015 0,525 4,44 8,88 22,98 9,305 0,122 0,525 1,016 2,92 101,5 0,265 3,56 5,9353 0,0781 0,0027 1,1 5,13 7,795 11,92 8,57 14,87 12,8 10,7695 0,39 0,3994 1,04 1,741 1,827 5,635 1,78 0,1656 3,73 4,288 0,582 0,3071 1,687 0,2172 4,83 7,3 12,92 0,885 64,85 1,385 0,7495 69,35 73,5 2,998 0,2447 0,1709 0,3151 0,4527 0,87 0,1901 0,429 2,39 0,1964 63,9 38,5 18,67 2,024 32,51 0,7215 0,926 9,74 0,0765 13,39 10,18 5,1 4,09 2,484 1,325 1,143 0,718 0,556 5,46 0,048 1,892 19,09 12,35 0,381 0,78 6,38 1,67 1,48 0,037 0,203 0,2648 0,7355 0,173 0,264 0,3669 0,048 0,5805 10,7 0,844 3,55 6,12 0,0255 0,1271 0,96 3,01 38,65 0,9245 0,3286 17,76 11,48 49,2 5,56 1,24 0,66 10,82 29,7 8,04 26,53

MASSIMO 2011/2012
7,37 27,61 0,815 1,116 0,0719 0,007 0,705 6,01 10,5 31,96 13,35 0,122 0,804 2,68 4,068 121,7 0,3458 4,31 7,3803 0,1893 0,0059 1,517 6,3 9,76 15,04 12,18 17 18,12 17,4 0,706 0,888 1,398 2,2 2,36 9,56 3,258 0,3 5,485 6,74 1,8117 0,583 3,03 0,272 6,74 7,975 19,55 1,563 75,8 1,691 0,927 89,85 103,9 4,94 0,3243 0,258 0,4305 0,5455 1,248 0,267 0,742 3,73 0,44 79,8 50,85 22,7 3,22 40,8 0,959 1,25 18,12 0,1021 24,55 13,23 6,59 4,95 4,188 1,519 1,365 0,907 0,8865 6,47 0,076 2,292 25,6 17,26 0,615 1,155 7,35 2,758 1,99 0,0717 0,292 0,45 1,163 0,2599 0,428 0,5495 0,048 0,75 14,69 1,355 4,596 8,355 0,041 0,2395 1,459 4,05 57 1,285 0,59 23,65 14,75 59,95 7,085 1,481 0,896 12,98 38,45 10,1 33

VAR% PR.UF. DAL 28/12/12


54,92 -11,95 1,05 72,5 -29,62 -54,84 13,33 20,96 -4,71 38,37 35,41 18,97 155,91 -10,42 7,77 28,12 8,9 8,71 -54,24 -41,82 16,17 24,51 20,04 9,73 37,25 -9,98 32,63 55,39 61,1 -39,1 -6,25 -6,22 2,76 69,98 61,97 -7,62 -6,67 6,98 -60,45 -6,46 8,97 -0,12 -4,93 11,1 32,92 -11,13 -2,31 15,32 -1,91 16,92 38,96 59,71 16,67 43,7 -2,24 10,29 43,12 14,86 -28,01 40,5 20,88 7,98 18,25 10,2 48,69 -0,77 26,55 17,22 83,91 -3,65 79,64 7,12 19,92 1,31 63,56 -5,47 12,06 -3,06 52,39 11,55 8,06 -0,28 30,84 45,55 13,65 -1,17 15,94 68,48 8,06 -8,98 12,02 1,71 45,88 -11,13 9,94 34,13 -3,45 -19,72 -21,7 4,79 34,95 0,78 -4,63 36,39 11,41 37,35 31,67 79,47 0,51 15,78 13,62 0,45 -1,49 12,09 4,49 4,79 15,85 2,77

DIVIDENDO CAPITALIZZAZIONE DATA (MLN/EURO)

AZIONI
DIGITAL BROS DMAIL GROUP

PREZZO VAR% PREZZO CHIUSURA SU PR. RIF. MED. PON.


1,279 3,9 0,9025 0,2793 27,76 16,39 1,428 0,7145 2,774 1,659 2,05 33,7 17,52 13,67 7,635 0,029 0,135 1,13 3,902 0,645 1,43 27,12 0,72 1,035 6,15 9,285 2,32 4,512 4,35 0,2044 1,619 128,8 1,37 2,42 0,0387 0,0023 4,5 18,15 2,392 1,647 1,645 14,93 2,03 21,53 1,505 0,3494 0,7995 0,5165 20,2 0,4236 3,39 13,09 7,2 5,785 1,087 8,665 0,28 0,3815 7,82 1,614 1,33 0,767 1,429 0,899 2,034 1,44 5,44 2,746 18,02 11,27 7,485 0,2048 171,8 1,28 1,23 2,926 0,916 0,429 125,4 40,01 0,048 142,1 1,212 9,97 0,1669 0,6945 3,392 4,956 5,45 0,0779 4,248 0,534 0,724 1,743 1,918 0,613 1,02 0,4391 0,273 0,0678 0,147 0,0786 141,8 3,712 2,676 3,584 4,774 0,74 0,279 8,76 0,39 -0,22 -0,11 0,58 1,17 -0,97 -1,45 0,29 0,97 -2,38 0,6 1,1 -1,23 -0,52 -0,74 2,73 -2,3 1,1 2,88 0,41 2,64 -0,58 -1,44 0,38 -0,34 0,27 -1,63 -1,68 0,37 0,94 2,09 1 -0,26 0,04 -0,27 0,5 0,43 0,73 0,79 0,05 -0,86 -1,52 0,95 -0,58 -0,49 0,47 -0,59 2,86 -1,11 -0,28 -0,97 -3,05 0,93 -0,64 -0,43 -0,15 -0,39 -0,21 -0,78 -1,97 -1,79 0,9 0,63 0,13 -0,78 0,08 -0,4 0,9 0,88 0,07 0,72 1,37 3,23 0,42 -0,16 2,31 -1,36 -2,11 3,73 -0,6 -0,91 -4,06 0,19 -0,62 -0,4 -0,16 -1,13 -0,97 -0,2 1,11 -1,6 0,68 1,42 0,16 -0,89 1,01 1,36 2,95 -1,63 1,2549 3,8802 0,9005 0,2775 28,0689 16,184 1,4402 0,7148 2,7682 1,6582 2,0507 33,449 17,4118 13,6447 7,6268 0,0274 0,1347 1,1127 3,9279 0,6439 1,38 27,0255 0,7179 1,0304 6,1379 9,2348 2,3257 4,5293 4,3736 0,2059 1,611 127,9679 1,355 2,363 0,0383 0,0023 4,5 18,1136 2,4094 1,6417 1,5878 14,8852 2,0309 21,661 1,5113 0,3462 0,7981 0,5124 20,1903 0,4266 3,4071 12,7884 7,137 5,7832 1,087 8,6507 0,2824 0,3768 7,8288 1,6037 1,3211 0,7798 1,43 0,8977 2,033 1,4653 5,4023 2,7386 17,8277 11,0698 7,4842 0,205 171,7667 1,27 1,226 2,9172 0,9155 0,4284 125,24 39,8877 0,0471 142,2052 1,205 9,8711 0,1665 0,6947 3,372 4,9565 5,4303 0,0779 4,1986 0,5298 0,7177 1,7184 1,9411 0,6132 1,0284 0,4363 0,2678 0,0693 0,147 0,0786 141,8667 3,7114 2,6943 3,5725 4,8375 0,74 0,2793 8,7608

MINIMO 2011/2012
1,079 2,04 0,8415 0,2613 21,07 14 0,995 0,53 2,304 1,358 1,841 25,84 15,29 11,94 6,705 0,0242 0,1315 0,7 3,17 0,4526 1,091 19,52 0,61 0,791 3,89 8,205 2,252 3,9 3,59 0,17 0,9835 79,4 0,693 1,856 0,0379 0,0006 4,354 14,1 2,348 1,092 1,021 11,92 1,857 17,59 1,24 0,3264 0,725 0,4778 14,6 0,4052 2,404 11,4144 5,275 4,442 1,05 5,575 0,2656 0,31 5,55 1,124 0,975 0,534 1,337 0,48 1,902 1,184 4,102 2,168 13,1 8,1 6,3 0,188 141,6 1,033 0,85 1,68 0,895 0,4 104,5 31,91 0,0417 120,5 0,589 7,97 0,1538 0,3901 1,46 3,78 3,922 0,074 4 0,3237 0,3719 1,323 1,625 0,4015 0,825 0,3846 0,252 0,0667 0,1431 0,061 132 2,9038 2,39 2,9015 2,3 0,695 0,2662 7,09

MASSIMO 2011/2012
1,331 5,305 1,443 0,3772 29,6 17,19 1,49 0,7875 3,258 1,729 2,1 33,7 19,48 14,72 8,15 0,05 0,3066 1,13 4,03 0,71 1,43 27,25 0,7895 1,14 6,45 9,755 2,92 4,946 5,15 0,235 1,678 133,4 1,455 2,5 0,062 0,0067 5,05 18,2 2,868 1,648 3,1 15,66 2,734 22,8 1,67 0,412 0,8519 0,7 20,35 0,5885 3,49 15,01 7,24 6,86 1,65 8,79 0,369 0,3964 8,26 1,635 1,35 1 1,548 0,915 2,344 1,51 5,89 2,9 19,25 12,2 7,8 0,2192 185,8 1,465 1,635 3 1,646 0,539 138 42,65 0,35 142,2 1,7892 10,38 0,1849 1,65 3,486 5,595 5,97 0,1 6,85 0,5475 0,819 1,779 2,256 0,66 1,293 0,592 0,3175 0,1059 0,1926 0,0957 157,5 3,86 2,87 3,7708 4,774 0,9975 0,319 9,14

VAR% PR.UF. DAL 28/12/12


2,4 84,83 3,5 -25,92 34,24 5,54 42,8 32,07 -11,6 18,08 2,5 33,57 -4,47 -3,26 0,13 24,46 16,68 28,41 15,79 13,16 29,65 42,74 15,76 6,32 62,27 12,48 15,1 -0,05 1,09 70,6 61,71 104,33 25,39 -30,89 -64,62 -9,09 18,32 -8 53,35 65,33 8,66 -6,62 25,17 22,96 -11,32 6,43 -1,9 40,28 -5,4 44,05 11,94 24,57 4,23 -24,51 23,79 -15,74 4,87 34,94 24,15 24,65 -3,4 1,64 94,93 -4,51 18,52 28,3 28,92 40,78 40,96 -0,2 -3,4 21,33 24,39 47,13 72,12 -38,11 -5,09 19,31 28,77 -13,82 2,9 16,14 26,2 -0,06 -47,94 117,99 6,31 42,15 6,86 -35,73 70,06 98,9 34,08 42,96 -9,09 -8,99 -1,44 -0,44 -19,05 -3,56 4,5 17,68 2,61 16,51 62,94 -25,81 3,99 4,91

DIVIDENDO CAPITALIZZAZIONE DATA (MLN/EURO)

AZIONI

PREZZO VAR% PREZZO CHIUSURA SU PR. RIF. MED. PON.


1,148 2,472 1,46 24,8 2,024 0,559 2,976 1,41 9,48 6,52 5,125 0,2141 1,92 0,5935 0,1689 0,2222 1,38 10,1 17,38 2,03 1,265 0,6095 0,3429 8,65 59,4 0,2015 40 0,4901 0,1729 0,2255 0,4843 1,184 25,56 12,4 6,94 6,225 13,89 16,26 23 25,18 72,15 54,7 0,965 10,19 13,9 0,0542 0,0017 0,71 3,5 7,35 87,05 0,111 0,822 3,53 36,22 2,95 5,8 2,17 0,261 146 6,895 1,836 0,127 0,48 0,607 0,4838 0,0949 0,1856 11,2 17,41 3,226 2,068 0,748 0,0392 0,0005 137,7 42,83 6,415 11,21 3,72 0,504 4,67 7,8 28,94 3,036 2,498 0,0005 0,0008 6,1 1,108 3,578 7,39 17,37 -1,96 0,49 0,83 -0,84 0,7 3,52 -0,8 0,71 1,12 0,15 -0,42 -0,34 -0,65 -1,02 -8 -1,46 0,64 1,3 -0,78 -0,89 -0,9 0,46 1,54 3,81 0,2 -1,05 -0,35 0,44 -1,62 -0,8 0,51 0,4 0,65 -0,25 -1,25 -0,07 -0,91 -0,46 -0,39 1,98 1,31 6,25 2,9 0,11 -1,34 -0,46 0,63 0,18 0,06 -1,44 1,72 2,47 0,09 -1,14 0,66 0,05 5,7 -1,3 -1 3,72 0,27 1,17 -0,68 0,19 -0,27 -0,07 0,45 0,63 5,26 -0,48 -0,09 0,58 0,59 0,53 1,96 14,29 1,67 -0,18 0,34 0,07 1,05 -1,27 1,17 0,23 1,1633 2,4638 1,4526 24,8143 2,0177 0,5577 3,0004 1,4039 9,4871 6,4811 5,1455 0,2162 1,9208 0,5958 0,1691 0,223 1,3335 10,1027 17,3314 2,0292 1,2568 0,6082 0,3426 8,601 59,4 0,2014 39,9091 0,4934 0,1661 0,2259 0,4888 1,184 25,5209 12,4798 6,8965 6,2096 13,7843 16,2616 23 25,3129 72,2007 54,7092 0,9624 10,1771 13,6819 0,0537 0,0016 0,71 3,4702 7,356 86,4273 0,1096 0,8102 3,5318 36,2349 2,965 5,7764 2,1593 0,2625 146 6,921 1,8307 0,127 0,4848 0,6027 0,4829 0,0963 0,1856 11,1397 17,3976 3,2084 2,0553 0,7513 0,0395 0,0005 138,2036 42,5601 6,3666 11,0194 3,7022 0,504 4,6374 7,7828 28,7378 3,0151 2,4785 0,0005 0,0007 6,1223 1,0999 3,5646 7,3605 17,1702 0,0824 0,295 0,157 0,29 25,9117 4,4824 0,0707 0,176 0,0043

MINIMO 2011/2012
1,021 1,732 0,725 20,25 1,842 0,531 2,68 1,338 7,11 5,71 3,944 0,2 0,94 0,5638 0,133 0,2035 0,62 8,59 14,03 1,95 1,096 0,1748 0,303 6,96 39,21 0,1041 20,92 0,44 0,1592 0,141 0,4477 0,9715 20,75 8,8 6,6 5,64 6,81 12,49 22 17,19 66,7 53,35 0,87 8,12 8,1 0,0518 0,0011 0,5 3,15 5,9415 76 0,0802 0,547 3,372 24,44 1,96 4,044 1,706 0,221 146 5,53 1,485 0,0111 0,4004 0,471 0,3749 0,0728 0,15 9,5 14,72 3,01 1,9 0,4597 0,0353 0,0005 96,6 35,24 4,19 6,315 2,69 0,504 3,238 7,27 28,26 1,561 1,36 0,0004 0,0006 3,72 0,94 3,088 4,996 14,21 0,0502 0,2259 0,157 0,2214 11,85 4,18 0,066 0,167 0,0035

MASSIMO 2011/2012
1,274 2,608 1,6 25,25 2,242 0,8935 3,396 1,779 10,06 6,95 6,325 0,2818 1,92 0,933 0,249 0,2848 1,5 10,25 17,87 2,292 4,4448 0,6995 0,37 8,975 63,5 0,2015 43,76 0,584 0,21 0,2595 0,538 1,28 31,76 12,5 7,83 7,17 16,2 32,36 35 26,01 87 64,8 1,154 10,4 13,9 0,1715 0,0058 1,27 3,76 7,495 87,9 0,135 0,94 3,86 36,82 3,016 5,8 2,222 0,4119 167,5 7,64 1,848 0,144 0,596 0,7645 0,65 0,18 0,27 11,6 17,74 3,598 2,32 0,8025 0,0473 0,0011 144,6 42,83 7,2 11,21 4,018 0,504 4,796 9,275 33,04 3,08 2,646 0,0041 0,006 6,1 1,11 3,58 7,5 17,37 0,0859 0,39 0,45 0,318 26,15 4,92 0,1043 0,216 0,0075

VAR% PR.UF. DAL 28/12/12


5,51 40,45 94,54 24,62 -0,3 7,27 0,2 -10,65 9,53 16,01 33,12 -19,21 97,84 -24,31 32,78 -7,03 10,4 9,19 15,79 4,1 -70,36 120,35 25,18 43,55 30,67 90,93 1,47 -2,65 34,23 -2,89 23,33 -18,18 40,91 0,29 11,16 108,4 -44,51 -34,29 51,32 1,91 -10,03 -2,53 20,66 72,46 -65,28 -63,04 -40,83 8,43 17,23 6,03 7,35 53,64 0,46 27,54 52,45 45 29,24 -36,33 -12,84 29 21,67 167,37 -2,89 -11,13 -19,03 -37,97 -23,27 11,44 11,75 6,68 -1,24 62,71 1,82 -50 43,96 9,79 58,79 77,94 6,1 26,01 -9,83 1,22 99,74 86,56 -88,1 -86,67 61,38 10,8 17,16 51,5 0,81 37,58 -30,56 -62,62 8,65 115,18 -0,62 -15,9 -6,89 -24,56

DIVIDENDO CAPITALIZZAZIONE DATA (MLN/EURO)

A
ACEA ACOTEL GROUP ACQUE POTABILI ACSM-AGAM AEDES AEDES 09-2014 W AEFFE AEGON AEROPORTO DI FIRENZE AGEAS AHOLD KON AICON AION RENEWABLES ALCATEL-LUCENT ALERION ALLIANZ AMBIENTHESIS AMBROMOBIL 14 W AMPLIFON ANSALDO STS ANTICHI PELLETTIERI ARENA ASCOPIAVE ASTALDI ASTM ATLANTIA AUTOGRILL AUTOS MERIDIONALI AXA AZIMUT A2A

20/05/13 26/05/03 02/05/06 27/05/13 07/05/07 07/05/07 18/05/09 15/08/13 13/05/13 26/04/13 19/04/13 24/05/10 04/06/07 27/05/13 08/05/13 11/06/12 11/06/12 13/05/13 20/05/13 26/05/08 24/07/00 20/05/13 03/06/13 23/09/13 20/05/13 21/05/12 16/04/12 09/05/13 20/05/13 24/06/13 21/05/12 21/05/12 13/05/13 13/05/13 06/05/13 05/05/08 18/05/09 06/05/13 21/05/12 16/04/12 23/05/11 09/05/11 06/05/13 12/04/13 14/05/12 20/05/13 23/05/11 29/04/13 18/06/12 29/04/13 20/03/13 06/05/13 20/05/13 06/05/02 25/06/12 13/05/13 04/07/11 12/05/08 05/08/13 15/05/13 21/05/13 26/04/10 20/05/13 20/05/13 19/08/81 04/02/08 13/05/13 19/05/03 20/05/13 20/05/13 20/05/13 06/05/13 13/05/13 17/05/10 20/05/13 21/05/12 19/05/08 20/05/13 05/05/08 02/05/13 20/05/13 25/07/11 20/05/13 20/05/13 13/05/13 11/05/09 21/05/01 21/05/12 10/05/10 21/05/12 06/05/13 06/05/13 07/05/12 20/05/13 20/06/11 19/05/03 19/05/03 10/06/13 11/04/13 27/04/09 07/11/11 07/11/11 02/05/13 13/05/13 29/04/13 24/05/13 17/05/13 20/05/13

1.502,5 84,8 27,7 81,2 40,8 40,8 67,5 910,6 86,9 72.595,8 1.501,8 13,3 10,8 6.025,5 142,4 51.018,4 29,5 29,5 915,8 1.226,7 3,7 5,6 346,9 620,1 825 9.927,4 3.032,4 66,3 36.852,8 2.330,8 2.207,1 1.020,4 2,9 23,7 235,2 505,8 493,6 2.407,1 1.259,7 1.867,8 130 1.365,5 54,9 165,9 63.114,1 51,5 1.967,2 1.971,9 64.342,1 95,5 14,6 63.899 1.200,4 53,5 113,8 31,7 66,3 942,8 11,7 16,2 16,3 95,6 12,1 48.039,2 45.568,3 98,5 79,5 202,6 41,8 1 1.198,1 64,5 1.632 1.866,8 252,4 37,5 316,5 16,8 157,4 105 651 3.757,8 17,8 98,4 18.031,4 965,5 5,2 109,1 124,9 438,9 15,7 12,1 25,2 53,6 919,5 20,5 35,7 388,4 3 28 698,7 430 1.439,3 18.222,6 4,1 4,1 44 53,8 54.980,9 100,3 206 893,6 596,3 28.927,1 387,8 404,7 112,3 1.705,8 19.746 43.198,9 1.739,9

03/12/12 19/05/08 22/04/13 20/05/13 20/05/13 20/05/13 03/06/13 24/06/13 20/05/13 15/07/13 10/06/13 20/05/13 06/05/13 20/05/13 20/05/13 21/05/12 06/05/13 24/06/13 23/04/12 28/05/12 18/04/11 22/04/13 20/05/02 07/05/12 23/05/11 23/05/11 03/06/13 24/05/10 24/05/10

18 6 99,4 12,2 784,6 79,1 90,4 117,1 26.084,9 8.295 36,5 421,3 63.670,9 27.353,7 1.147,7 1.147,7 22,5 463,6 204,5 11,4 50,8 6.677,8 37,4 301,6 7.690,7 11.351,6 11,9 190,2 2.515 2.515 88,9 1.490,4 164,5 97,8 27,1 10,7 10,7 202,1 39.814,6 34,4 2.419,8 6,2 23.244,1 526,2 3.744,3 2.021 15,7 278,2 278,2 22,4 743,9 144,2 1.364,3 21,1 818,4 3 25,5 17.861,2 96,7 19,1 851,4 25.019,4 1.240,2 4,9 40,2 1.062,4 35,7 11,4 963,5 289,5 399,7 184,2 291,6 206,4 21.742,2 27,3 40,7 90,7 103,1 29,1 75.542,6 19.099,2 5,1 69.620,1 370,3 663,3 79,1 12,9 4.006,7 4.267,8 4.004,3 4 17,9 983,8 74,2 153,2 406,6 136,6 251,4 11,6 41 8,8 3,8 1,6 29.268,1 146,7 310,4 27,4 18.145,7 10 9,5 22.901,7

P
PANARIAGROUP PARMALAT PARMALAT 2015 W PHILIPS PIAGGIO PIERREL PININFARINA PIQUADRO PIRELLI E C. PIRELLI E C. RSP POLIGRAFICA S.FAUSTINO POLIGRAFICI EDITORIALE POLTRONA FRAU PRELIOS PREMAFIN PREMUDA PRIMA IND 2013 W PRIMA INDUSTRIE PRYSMIAN

E
EDISON RSP EEMS EI TOWERS EL EN ELICA EMAK ENEL ENEL GREEN POWER ENERVIT ENGINEERING ENI E.ON ERG ERGYCAPIT 16 W ERGYCAPITAL ESPRESSO ESPRINET EUKEDOS EUROTECH EXOR EXPRIVIA

11/05/09 24/06/13 24/06/13 07/05/13 20/05/13 23/05/05 05/08/13 20/05/13 20/05/13 08/05/00 21/05/07 26/05/08 21/04/08 26/05/08 20/06/11 20/06/11 26/05/08 22/04/13 20/05/13 19/05/08 22/04/13 10/05/13 13/05/02 27/05/13 19/05/08 19/06/06 19/04/13 20/05/13 29/04/13 29/04/13 29/04/13 12/05/08 20/05/13 20/05/13 20/05/13 09/05/13 05/06/13 18/05/09 20/05/13 06/05/13 28/02/11 21/05/07 19/05/08 29/04/13 15/04/13 24/01/13 18/03/93 24/07/00 21/10/13 29/05/13 29/04/13 20/05/13 08/05/06 08/05/06 16/09/13 27/05/13 27/05/13 05/05/03 22/04/13 22/04/13 24/04/06 24/04/06 18/05/12 20/05/13 24/06/13 27/05/13 20/05/13 20/05/13 24/09/13 08/07/13 27/05/13 20/05/13 12/05/08 20/05/13 20/05/13 07/08/13 20/05/13 20/05/13 20/05/13 20/05/13 06/05/13 20/05/13 20/05/13 20/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13 14/05/13

52,1 4.446,4 4.446,4 24.115,8 730,5 22 89,8 70,5 4.510 79,9 6,1 28,3 269,3 164,5 69,3 41,7 41,7 87,4 3.729,6 55,5 537,5 17,9 26,7 1.808,9 16.925,3 76,1 370,7 80,5 14,1 182,9 64,2 13,7 13.378,2 143 101,8 45,9 45,9 858 7.175,5 2,6 4.240,6 94.915,2 67.049,2 917,7 100,5 769,2 7,5 27,3 0,5 95,2 1.672,1 79.581,4 4,7 96 11.937,2 21.033,9 344,7 526,1 1.038,9 22,1 0,3 6.279,2 249,8 249,8 20 8.144,1 2.915,4 137,3 1 52.696 20.553,1 6.484,2 77,8 80,1 73 73 4.214,9 101.584,5 450,3 66,3 3.354,5 80,5 27.035,6 18,9 49.624,2 1.348 683,2 683,2 683,2 63,8 33,4 156,7 497,9 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 20.326,5 1.484,8

R
RATTI RCS MEDIAGROUP RCS MEDIAGROUP RSP RCS MEDIAGROUP RSP B RECORDATI RENAULT RENO DE MEDICI REPLY RETELIT RICCHETTI RISANAMENTO ROMA A.S. ROSSS RWE

F
FALCK RENEWABLES FIAT FIAT INDUSTRIAL FIDIA FIERA MILANO FINMECCANICA FIRST CAPITAL 2016 W FNM FONDIARIA SAI FONDIARIA SAI RSP FONDIARIA SAI RSP B FULLSIX

B
B CARIGE B CARIGE RSP B DESIO BRIA RNC B DESIO E BRIANZA B IFIS B INTERMOBILIARE B M.PASCHI SIENA B P DI SONDRIO B P EMILIA ROMAGNA B POP ETRURIA E LAZIO B POP MILANO B POP SPOLETO B PROFILO B SANTANDER B SARDEGNA RSP BANCA GENERALI BANCO POPOLARE BASF BASICNET BASTOGI BAYER BB BIOTECH B&C SPEAKERS BCA FINNAT BE BEGHELLI BENI STABILI BEST UNION COMPANY BIALETTI INDUSTRIE BIANCAMANO BIESSE BIOERA BMW BNP PARIBAS BOERO BOLZONI BON FERRARESI BORGOSESIA BORGOSESIA RSP BREMBO BRIOSCHI BRUNELLO CUCINELLI BUZZI UNICEM BUZZI UNICEM RSP

S
SABAF SAES GETTERS SAES GETTERS RSP SAFE BAG 2013-2016 SAFILO GROUP SAIPEM SAIPEM RCV SALVATORE FERRAGAMO SANOFI SAP SARAS SAT SAVE SCREEN SERVICE SEAT PAGINE GIALLE SEAT PAGINE GIALLE RSP SERVIZI ITALIA SIAS SIEMENS SINTESI SNAI SNAM SOCIETE GENERALE SOGEFI SOL SORIN STEFANEL STEFANEL RSP STMICROELECTRONICS

G
GABETTI GABETTI 13 W GAS PLUS GDF SUEZ GEFRAN GEMINA GEMINA RSP GENERALI GEOX GTECH

15/05/06 15/05/06 27/05/13 25/04/13 30/04/12 18/06/07 18/05/09 20/05/13 20/05/13 20/05/13 03/06/13 07/04/08 20/05/13 20/05/13 28/04/08 27/05/13 21/05/12 20/05/13 20/05/13 20/05/13 20/05/13 14/08/08 09/05/11 09/05/11 13/05/13 20/05/13 20/05/13 18/06/01 03/06/13 01/07/13 28/05/12 02/02/09 20/05/13 20/05/13 06/06/11 06/06/11 03/06/13 04/11/02 02/05/12 21/05/12 10/06/13 23/05/11 07/05/13 20/05/13 29/04/02 28/11/13 16/05/11 27/05/13 22/04/02 21/05/12 19/11/12 20/05/13 11/05/09 26/04/10 26/04/10 28/02/11 23/05/11 28/02/05 22/05/06 20/05/02 19/05/03 26/04/13 06/05/13 27/05/13 04/05/12 04/06/07 10/05/04 06/06/13

H
HERA

I
I GRANDI VIAGGI IGD IKF 10-14 W IL SOLE 24 ORE IMA IMMSI IMPREGILO IMPREGILO RSP INDESIT INDESIT RSP INDUSTRIA E INNOVAZIONE ING GROEP INTEK GROUP INTEK GROUP RSP INTERPUMP INTESA SANPAOLO INTESA SANPAOLO RSP INVEST E SVILUPPO IRCE IREN ISAGRO IT WAY ITALCEMENTI ITALCEMENTI RSP ITALMOBILIARE ITALMOBILIARE RSP IVS GROUP

T
TAMBURI TAMBURI 2015 W TAS TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA RSP TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA MEDIA RSP TELEFONICA TENARIS TERNA TERNIENERGIA TESMEC TISCALI TISCALI 14 W TODS TOTAL TREVI TXT E-SOLUTIONS

C
CAD IT CAIRO COMMUNICATION CALEFFI CALTAGIRONE CALTAGIRONE EDITORE CAMFIN CAMPARI CAPE LIVE CARRARO CARREFOUR CATTOLICA ASSICURAZIONI CDC CELL THERAPEUTICS CEMBRE CEMENTIR HOLDING CENTRALE DEL LATTE TO CHL CIA CICCOLELLA CIR CLASS EDITORI COBRA COFIDE COGEME SET CONAFI PRESTITO CR BERGAMASCO CR VALTELLINESE CREDEM CREDIT AGRICOLE CRESPI CREVAL 2014 W CSP INTERNATIONAL

J
JUVENTUS FC

K
KERING KINEXIA K.R.ENERGY

L
LA DORIA LANDI RENZO LAZIO S.S. LOREAL LUXOTTICA GROUP LVENTURE GROUP LVMH

U
UBI BANCA UNI LAND UNICREDIT UNICREDIT RSP UNILEVER UNIPOL UNIPOL P UNIPOL P 2013 W UNIPOL 2013 W

M
MAIRE TECNIMONT MARR M&C MEDIACONTECH MEDIASET MEDIOBANCA MEDIOLANUM MERIDIE MID INDUSTRY CAPITAL MILANO ASS MILANO ASS RSP MITTEL MOLESKINE MOLMED MONDADORI MONDO TV MONRIF MONTEFIBRE MONTEFIBRE RSP MOVIEMAX MUNICH RE MUTUIONLINE

V
VALSOIA VIANINI INDUSTRIA VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VIVENDI

W
W COMPAGNIA DELLA RUOTA 2017 W PRIMI SUI MOTORI 2015 WARR DAMICO 12-16 0,0853 WARR ENERTRONICA 2013-2015 WARR HI REAL 2015 WARR INDUSTRIAL STARS OF ITALY WARR IVS GROUP 0,25 WARR MC-LINK 2013-2015 WARR NOEMALIFE 12/15 0,157 WARR SACOM 2013-2016 WARR SERV ITA 12/15 0,29 WARR SESA -

D
DADA DAIMLER DAMIANI DAMICO DANIELI & C DANIELI & C RSP DANONE DATALOGIC DEA CAPITAL DELCLIMA DELONGHI DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN

N
NICE NOEMALIFE NOKIA CORPORATION NOVA RE

Y
YOOX 25,65 4,492 0,0709 0,1769 0,0043

Z
ZIGNAGO VETRO ZUCCHI ZUCCHI RSP ZUCCHI 11-14 W

O
OLIDATA ORANGE

13/05/13 01/08/05 19/05/08 19/05/08

395,3 12,4 0,6 0,6

FTSE Mib
Titolo Rif. in
6,815 15 11,92 16,27 0,7045 0,2085 5,595 0,4228 1,118 11,29 6,47 31,12 2,774 1,659 17,52 27,12 6,15 9,285 4,35 1,619 14,93 21,53 1,614 40,01 3,392 4,956 5,45 2,472 9,48 17,38 16,26 25,18 3,53 6,895 0,607 17,41 3,226 137,7 3,72 4,67 ANSALDO STS ATLANTIA AUTOGRILL AZIMUT A2A B M.PASCHI SIENA B P EMILIA ROMAGNA B POP MILANO BANCO POPOLARE BUZZI UNICEM CAMPARI DIASORIN ENEL ENEL GREEN POWER ENI EXOR FIAT FIAT INDUSTRIAL FINMECCANICA FONDIARIA SAI GENERALI GTECH INTESA SANPAOLO LUXOTTICA GROUP MEDIASET MEDIOBANCA MEDIOLANUM PARMALAT PIRELLI E C. PRYSMIAN SAIPEM SALVATORE FERRAGAMO SNAM STMICROELECTRONICS TELECOM ITALIA TENARIS TERNA TODS UBI BANCA UNICREDIT -0,94 0,47 -1,08 0,37 2,03 1,07 -2,01 -0,98 -0,18 0,09 0,54 0,39 0,29 0,97 1,1 0,41 -1,44 0,38 -1,63 0,37 0,05 -0,43 1,37 3,73 -0,6 -0,91 0,49 1,12 0,64 -0,25 -1,25 0,06 0,66 -1,3 -0,68 0,19 -0,07 -0,48 -0,09

Titoli di stato
Var.% Titolo Ultima rilev.
99,989 99,982 99,949 99,931 99,911 99,893 99,871 99,859 99,815 99,759 99,725 99,66 99,634 99,489 99,38 99,2 99,067 99,08 100,205 100,748 101,155 101,664 102,397 102,594 105,191 103,649 101,13 101,793 101,751 104,438 103,054 101,85 101,31 103,47 99,6

Oro e monete
Ren. Titolo
0,42 0,27 0,4 0,36 0,39 0,4 0,5 0,53 0,6 0,66 0,66 0,75 0,74 0,87 0,97 1,04 1,14 1,21 0,46 0,6 0,86 1,1 1,15 1,27 1,45 1,58 1,72 1,85 1,95 2,04 2,08 2,13 2,18 2,37 2,43

Euribor
Denaro
30.48 468.97 1308.8 21.66 228.24 230.46 230.46 983.02 185.41 181.09 180.93 180.93 180.93 227.24

Ultima rilev.
103,39 105,94 99,95 103,75 105,78 105,76 107,69 101,22 105,12 100,65 104,94 99,89 103,28 104,37 103,1 103,79 102,44 101,01 99,35 99,3 104,4 105,02 107,38 107,26 100,14 102,78 94,78 135,49 99,17 103,12 98,93 124,17 116,73 98,91 103,27 111,73 108,86 99,68

Ren. Titolo
2,56 2,68 2,78 2,87 3,11 3,13 3,16 3,24 3,3 3,4 3,43 3,56 3,6 3,66 3,71 3,89 3,88 3,9 3,9 3,92 4,19 4,36 4,56 4,59 4,56 4,48 3,26 4,68 4,67 4,73 4,67 4,82 4,91 4,92 5,01 5,08 5,08 5,09

Ultima rilev.
88,33 98,75 98,02 81,84 93,29 100,12 99,749 98,83 98,21 97,62 96,38 100,88 94,65 94,8 97,74 99,988 99,745 99,28 98,562 98,076 96,458 101,671 101,14 104,15 101,4 101,04 100,12 100,21 96,98 99,56 94,38 96,82 84,7

Ren.
4,89 5,14 5,19 3,63 5,24 0,93 1,18 1,63 2,05 1,91 2,1 2,78 2,71 2,76 2,82 0,23 0,73 1,04 1,4 1,51 2,06 0,45 2,04 2,04 1,59 2,2 2,24 2 2,38 2,44 2,96 3,46 3,36

Titolo
ORO FINO (EURO/GR) ARGENTO (EURO/KG) LONDRA ($/ONCIA) ARGENTO LONDRA ($/ONCIA) STERLINA V.C. STERLINA N.C. (ANT.73) STERLINA (POST.74) KRUGERRAND MARENGO ITALIANO MARENGO SVIZZERO MARENGO FRANCESE MARENGO BELGA MARENGO AUSTRIACO 20 MARCHI

Lettera Titolo
33.33 552.62 1309.6 21.68 263.56 265.46 265.46 1084.87 210.72 209.22 208.71 208.71 208.71 246.86 1 SETT. 2 SETT. 3 SETT. 1 MESE 2 MESI 3 MESI 4 MESI 5 MESI 6 MESI 7 MESI 8 MESI 9 MESI 10 MESI 11 MESI 12 MESI

360
0.096 0.105 0.115 0.127 0.173 0.223 0.258 0.297 0.342 0.378 0.412 0.452 0.488 0.519 0.548

365
0.097 0.106 0.117 0.129 0.175 0.226 0.262 0.301 0.347 0.383 0.418 0.458 0.495 0.526 0.556

BOT
BOT 30.09.2013 (186) BOT 14.10.2013 (364) BOT 29.04.2013 (184) BOT 14.11.2013 (364) BOT 29.11.2013 (182) BOT 13,12,2013 (364) BOT 19.12.2013 (219) BOT 31.12.2013 (186) BOT 14.01.2014 (365) BOT 31.01.2014 (184) BOT 13.02.2014 (365) BOT 28.02.2014 (182) BOT 14.03.2014 (365) BOT 14.04.2014 (367) BOT 14.05.2014 (365) BOT 13.06.2014 (364) BOT 14.07.2014 (367) BOT 14.08.2014 (365)

BTP
BTP 01.11.2013 2,25% BTP 15.12.2013 3,75% BTP 01.04.2014 3% BTP 01.06.2014 3,5% BTP 01.07.2014 4,25% BTP 1.8.2014 4,25% BTP 15.11.2014 6% BTP 1.2.2015 4,25% BTP 01.03.2015 2,5% BTP 15.04.2015 3% BTP 15.06.2015 3% BTP 15.07.2015 4,5% BTP 1.8.2015 3,75% BTP 01.11.2015 3% BTP 01.12.2015 2,75% BTP 15.04.2016 3,75% BTP 15.05.2016 2,25%

BTP 1.08.2016 3,75% BTP 15.09.2016 4,75% BTP 15.11.2016 2,75% BTP 01.02.2017 4% BTP 01.05.2017 4,75% BTP 01.06.2017 4,75% BTP 1.8.2017 5,25% BTP 01.11.2017 3,50% BTP 01.02.2018 4,5% BTP 01.06.2018 3,5% BTP 01.08.2018 4,5% BTP 01.12.2018 3,5% BTP 1.2.2019 4,25% BTP 01.03.2019 4,5% BTP 01.09.2019 4,25% BTP 1.2.2020 4,5% BTP 01.03.2020 4,25% BTP 01.09.2020 4% BTP 01.03.2021 3,75% BTP 1.8.2021 3,75% BTP 01.09.2021 4,75% BTP 1,3,2022 5% BTP 01.09.2022 5,5% BTP 01.11.2022 5,5% BTP01.05.2023 4,5% BTP 01.08.2023 4,75% BTP 15.09.2023 2,6% BTP 1.11.2023 9% BTP 01.03.2024 4,5% BTP 01.03.2025 5% BTP 01.03.2026 4,5% BTP 1.11.2026 7,25% BTP 1.11.2027 6,5% BTP 01.09.2028 4,75% BTP 1.11.2029 5,25 BTP 01.05.2031 6% BTP 1.2.2033 5,75% BTP 01.08.2034 5%

BTP 1.2.37 4% BTP 01.08.2039 5% BTP 01.09.2040 5% EUR BTP 15.09.2041 2,55% BTP 01.09.2044 4,75%

CCT
CCT 1.3.2014 IND CCT 1.12.2014 CCT 01.09.2015 CCT-EU 15.12.2015 CCT 01.07.2016 IND CCT 1.03.2017 CCT-EU 15.06.2017 CCT-EU 15.10.2017 CCT-EU 15.04.2018 CCT-EU 01.11.2018

CTZ
CTZ 30.09.2013 CTZ 31.01.2014 CTZ 30.05.2014 CTZ 30.09.2014 CTZ 31.12.2014 CTZ 30.06.2015

Cross rates
Euro Gran Bretagna Giappone Svizzera Danimarca Canada Norvegia Svezia USA

Euro

1,000

1,191 1,000

0,755 0,634

0,808 0,679 1,070 1,000 6,026 1,110 6,358 7,034 1,074

0,134 0,113 0,178 0,166 10,000 0,184 1,055 1,167 0,178

0,728 0,611 0,964 0,901 5,428 1,000 5,728 6,336 0,968

0,127 0,107 0,168 0,157 0,948 0,175 10,000 1,106 0,169

0,115 0,096 0,152 0,142 0,857 0,158 0,904 10,000 0,153

0,752 0,632 99,609 0,931 5,609 1,033 5,919 6,548 1,000

G. Bretagna 0,840 Giappone Svizzera Danimarca Canada Norvegia Svezia Usa

BTP INDICIZZATI
BTPI 15.9.2014 2,15% BTP IT 26.03.2016 2,25% BTP IT 11.06.2016 BTPI 15.09.2016 2,1% BTP IT 22.10.2016 BTP IT 22.04.2017 BTPI 15.9.2017 2,10% BTPI 15.09.2018 1,7% BTPI 15.09.2019 2,35% BTPI 15.9.2021 2,1% BTPI 15.9.2026 3,1% BTPI 15.9.2035 2,35%
132,430 157,674 100,000 1,238 7,457 1,374 7,870 8,705 1,330 1,474 8,879 1,636 9,369 10,364 1,583 0,935 5,631 1,037 5,942 6,573 1,004

su www.liberoquotidiano.it l'aggiornamento delle borse ogni venti minuti

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

26

A tu per tu

di MATTIAS MAINIERO

::: le lettere
BERLUSCONI/1

lettere@liberoquotidiano.it

Le lettere via e-mail vanno inviate sottolineando nelloggetto: lettere. Via posta vanno indirizzate a: Libero - viale L. Majno 42 - 20129 Milano; via fax al n. 02.999.66.264.

Gli anni della finanza triste


Caro Mainiero, se cade il governo, a sentir Letta, siamo messi proprio male e i nostri debiti aumenteranno a dismisura. Mi chiedo: ma allora, quando avevamo governi balneari e non ed a ogni chiaro di luna cambiavamo assetto, andava cos bene? O non sono forse anche i pregressi che ci hanno cos rovinato? Umberto Brusco e.mail Sono i pregressi, caro Brusco, i presenti e andando di questo passo anche i futuri che ci hanno rovinato e continueranno a rovinarci. Siamo fatti cos, e pare che non ci sia nulla da fare, che niente sia in grado di cambiarci. Quando cerano i governi balneari lunica preoccupazione dei nostri politici era conservare la poltrona, anche se si trattava di una semplice sedia a sdraio. E per farlo non si esitava a regalare ombrelloni e secchielli e formine varie a destra e a sinistra. Logica conseguenza: il debito pubblico galoppava e tutti erano contenti. Loro, i politici, perch stavano sulla sdraio. Noi, cittadini, perch partecipavano alla giostra. Mangiavano loro. Per, ammettiamolo, mangiavano pure molti di noi. Condoni, leggine ad hoc per salvare questo o quello, sussidi, sovvenzioni a pioggia, assunzioni in blocco e alla spicciolata, ministeri ingolfati da gente che faceva poco o nulla, evasione fiscale, elusione e tutto il resto. E il debito pubblico continuava ad aumentare. Li chiamarono gli anni della finanza allegra. Quelli di oggi sono gli anni della finanza triste, ma i governi, anche se non sono pi balneari, non sono cambiati di molto. Limportante, come sempre, non fare: stare l. Obiettivo numero uno: tirare a campare, non mollare, rimanere aggrappati alla poltrona. E per farlo, visto che non ci sono pi tanti soldi da regalare, ecco il giochino della stabilit politica, dei mercati che vogliono continuit, dello spread che impazzirebbe in caso di crisi e dellEuropa preoccupata. E il debito, come i numeri confermano, continua ad aumentare, indipendentemente dalla durata dei governi. Con unaggravante: ora aumentano anche i debiti privati degli italiani. Dai governi balneari che ci inguaiavano ma ci facevano campare felici, carissimo Brusco, siamo passati ai governi che ci affogano e basta. Evoluzione della razza politica italiana. (Olycom) mattias.mainiero@liberoquotidiano.it

Dopo Silvio la compravendita


La legge uguale per tutti e deve essere applicata, non si possono fare sconti a Silvio Berlusconi solo perch ha ottenuto consensi elettorali, dice il Partito democratico. Certo che deve essere applicata, ma prima accertiamoci che sia costituzionale. La Costituzione al di sopra delle leggi risponde il Pdl. La legge Severino stata votata anche da voi, se pensavate che fosse incostituzionale perch lavete fatto? replica la sinistra. vero, ma perch volete eliminare attraverso la magistratura un vostro avversario politico senza nemmeno chiedere conferma alla Corte costituzionale? Perch tutta questa fretta? risponde la destra. Berlusconi il primo contribuente e con le sue attivit ha mantenuto molte famiglie dice la destra. Molte famiglie hanno mantenuto Berlusconi con il loro lavoro risponde la sinistra. La situazione bloccata, le due parti parlano ormai per slogan e nessuno tiene conto di ci che dice laltro, in questo modo non si fa un passo in avanti ed ognuno continua a ripetere le stesse cose. Stando cos le cose si andr sicuramente a quel mercato delle vacche che la compravendita dei senatori. Non ci resta che augurare Buon mercato, buoni affari e buone transazioni ai nostri politici di grande statura morale. Annibale Bertollo Cittadella (Padova)

fendere fino all'ultimo, pi semplice stendere un velo pietoso sullomert delle menti candide che tanto hanno fatto valere ben altri diritti in altre occasioni per difendere diritti di altri e far riempire i quotidiani di inutili argomentazioni strumentali in dosi massicce di bassa cucina politica. Oggi non conviene a nessuno difendere Silvio Berlusconi, il Caimano e cos lo si lascia al compimento del suo destino, gi scritto qualche anno fa. Francesco Montagner Treviso

GOVERNO

Troppi litigi fra Pd e Pdl


Sarebbe deprecabile disperdere la ritrovata credibilit dellItalia. I continui contrasti tra il Pdl e il Pd inquinano la fiducia che i cittadini pian piano stanno ritrovando. Gli interessi di partito prevalgono sempre sul bene del Paese. I responsabili dicono di no, anzi sostengono che lavorano giorno e notte per il nostro Paese. Speriamo sia cos. Leggere che Berlusconi sta preparando il discorso sulla rottura dellalleanza politica col Pd mi fa credere che si stiano gi spolverando le urne. Fabio Scari Bergamo

LEGGE SEVERINO

Cosa ne pensa il ministro?


Mi chiedo come mai nessun deputato, senatore o membro del governo (per esempio Alfano) abbia chiesto pubblicamente al ministro Severino di dichiarare pubblicamente quale deve essere linterpretazione autentica della legge da lei predisposta (retroattivit o non retroattivit), visto che come al solito le leggi italiane non sono mai chiare. Cosa aveva in mente la Severino quando ha predisposto la legge, lo ha chiarito al Parlamento che lha approvata? Merita ancora di essere ministro? Mario Rona e.mail

vernanti non hanno mai pensato ad una cosa semplice e indolore e redditizia: vendere la Rai. Questa mossa toglierebbe di mezzo una tassa inutile, darebbe allo Stato una grande entrata, toglierebbe unampia uscita e manderebbe a casa tutti i leccac... di partito. Poi si potrebbero vendere anche a titolo definitivo le frequenze tv in modo da avere altri soldi freschi ed evitare di avere il sistema televisivo statale pi costoso e fazioso del mondo. Perch i nostri governanti non ci hanno mai pensato? Forse perch devono mettere dentro a ogni tornata elettorale i loro amici e parenti. Tengono famiglia. Massimo Moletti e.mail

IMMIGRAZIONE/1

SCUOLA

Educazione senza regole fisse


Sono indignata! Per la terza volta nel corso di questo anno (14 febbraio: cambio data test ingresso facolt a numero chiuso, 7 giugno: nuovo cambio data, 9 settembre annullamento bonus) si sono cambiate le regole del gioco durante la partita. Ma in che Paese siamo? Ma che esempio di seriet danno questi nostri governanti? una vergogna che il ministro Carrozza e il presidente Letta gioiscano per questo nuovo decreto sulla scuola. Purtroppo palese che da bravi comunisti vogliono tenere il popolino nellignoranza per manovrarlo meglio piuttosto che dare spazio ai ragazzi meritevoli che si sono impegnati nel corso di studi della scuola superiore. E voi ministri Pdl cosa avete fatto per fermare questo loro agire? Forse sperate in questo modo di salvare Berlusconi? Fanno bene i giovani dotati ad abbandonare lItalia. Non vale la pena mettere al servizio di questo Paese la loro intelligenza e le loro doti. LItalia va lasciata agli albanesi, ai turchi e ai profughi extracomunitari cos ben accolti e foraggiati dal ministro Kyenge e compagni! Mariantonietta Cassiano Imperia

Dal barcone alla disoccupazione


Gli industriali, dopo anni di lotte con i sindacati, sono convinti di abbassare il costo del lavoro con una forte domanda da parte degli immigrati. Errore, la legge della domanda e dellofferta non vale in questo caso. Immigrazione oggi significa far entrare gente che non trover occupazione e questo urter con le loro aspettative. Credono i migranti che in Italia faranno fortuna, forse diventeranno ministri. Certo per moltissimi viene cancellata la precedente identit e i reati commessi in patria, gi un vantaggio. Pertanto si aprono davanti a loro due strade: la delinquenza o il sostegno con i contributi dello Stato. Ormai anche il lavoro nero diventato difficile poich saturo. Credo che sia ora di smettere questa follia alimentata altres dallansia di voto della sinistra che vede nei clandestini i futuri elettori. Tutta questa ipocrisia sta distruggendo lItalia. Una volta ne arrivavano una cinquantina al giorno, ora siamo a 700... quando arriveremo a 7000 se il Papa, la Boldrini, la Kyenge e compagni continuano a chiamarli? Giulio Rossi Valdisole Milano

SINISTRA

BERLUSCONI/2

Compagni senza memoria


proprio vero che i sinistri non imparano mai nulla dallesperienza perch hanno il cervello ottenebrato dalle sciocchezze ideologiche che hanno assorbito negli anni giovanili. Il governo di Mario Monti (contro i suoi stessi insegnamenti!) ha caricato di tasse gli italiani e il Pil calato fortemente mandando il Paese in recessione; il governo di Enrico Letta non ha praticamente ancora fatto nulla per raddrizzare la situazione e il Pil continua a calare veleggiando verso il meno 2%. Oggi apprendo che gli scienziati economici che guidano (si fa per dire) la nostra economia pensano di invertirne la tendenza con altre tasse. Ma allora questi sono proprio imbecilli! Santino Schiavini e.mail

Sul Cavaliere una voce mancante


In questi giorni di dibattito tecnico/giuridico sul caso Berlusconi manca uno degli attori che non hanno fatto mai mancare la propria presenza. Fateci caso: che fine ha fatto Nessuno tocchi Caino? Da quando esiste ha sempre fatto sentire la sua opinione, difendendo anche lindifendibile, andando contro ogni logica e dimostrando, a volte, di avere pure ragione tanto da modificare lopinione diffusa di colpevolezza. Persino Saddam Hussein sembrato, per breve periodo, una pseudo-colomba. Oggi, pi semplice lasciare che le cose avvengano senza complicazioni o spiegazioni alternative. Oggi, pur nel diritto di potersi di-

IMMIGRAZIONE/2

TV

La Kyenge sbaglia
Non certamente il colore della pelle ad ostacolare lintegrazione. A volte sono le persone stesse a farlo. Prendete la ministra Kyenge con natali congolesi: vuole por-

Vendere la Rai
Non riesco a capire perch i nostri illuminati e fenomenali go-

DISTRIBUTORE PER LITALIA E LESTERO

DIRETTORE RESPONSABILE Maurizio Belpietro


VICE DIRETTORI Massimo de Manzoni (vicario) - Franco Bechis Fausto Carioti - Pietro Senaldi DIRETTORE GENERALE Stefano Cecchetti REDAZIONE MILANO e AMMINISTRAZIONE Viale L. Majno, 42 - 20129 Telefono: 02.999.666 - Fax: 02.999.66.264 REDAZIONE ROMA Via Trinit dei Pellegrini, 12 - 00186 Telefono: 06.999.333 - Fax: 06.999.33.443

PRESS-DI Distribuzione Stampa e Multimedia Srl STAMPA LITOSUD SRL - Via Aldo Moro 2 - Pessano con Bornago (Mi) CENTRO SERVIZI EDITORIALI Srl - Via del Lavoro, 18 - Grisignano (Vi) LITOSUD SRL - Via Carlo Pesenti 130 - Roma MARTANO EDITRICE S.r.l. - Viale delle Magnolie - Modugno (BA) LUNIONE SARDA S.p.A. - Centro stampa Via Omodeo, 5 - 09030 Elmas (CA) S.t.s. S.p.A. - Strada V zona industriale, 35 - Catania TESTATA: Opinioni nuove - Libero Quotidiano Contributi diretti legge 7 agosto 1990 n. 250 n 219 anno XLVIII Registrazione: n 8/64 del 22/12/1964 - Tribunale di Bolzano

EDITORIALE LIBERO S.r.l. - Societ Unipersonale SEDE LEGALE: Viale Luigi Majno, 42 - 20129 Milano CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PRESIDENTE: Arnaldo Rossi CONSIGLIERI: Carlo Lancella - Stefano Cecchetti
CERTIFICATO N. 7376 DEL 10/12/2012 ISSN 1591-0423

segui la rubrica anche su

www.

La tiratura di sabato 14 settembre 2013 di 162.817 copie

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

27

Filo diretto con Maurizio Belpietro vai su www.liberoquotidiano.it e clicca

Su

Vi invitiamo a scrivere lettere brevi. La redazione si riserva il diritto di tagliare o sintetizzare i testi.

Posta prioritaria

di MARIO GIORDANO

Lantico odio per chi ha successo


Credo che lei abbia centrato un tema importante, caro Catalano: nellodio della sinistra contro Berlusconi c, evidentemente, anche lodio dei mediocri nei confronti delluomo di successo, c lodio di chi non sa far nulla contro chi ha costruito una fortuna, lodio dei meschini con chi ha saputo vivere tutto alla grande (persino i suoi errori li ha fatti con una certa grandeur). Il nostro Paese tutto intessuto di cultura catto-comunista per cui, in fondo, il denaro resta lo sterco del demonio o, peggio, linevitabile prodotto di un furto. Nelle culture anglosassoni, di matrice protestante, non cos: chi ha fatto i soldi uno bravo e dunque merita rispetto. Al massimo scatta lo spirito di emulazione: datti da fare, fatti valere, anche tu puoi diventare come lui. Ha presente il sogno americano? Ecco: in Italia non esiste, il successo non passa attraverso le proprie capacit e il proprio spirito di sacrificio, ma attraverso la camarille, le conventicole, i gruppi chiusi, i giusti club. Paghi la tessera, entri e ti assicuri un posto per la vita, anche se non sai combinare nulla di buono, o peggio sai combinare solo disastri (vedi alla voce Amato). Berlusconi, con tutti i suoi limiti e i suoi difetti, ha avuto un merito storico: ha rotto questo schema. Ha aperto le finestre della Repubblica italiana, ha fatto entrare una ventata daria fresca, ha mandato un messaggio positivo, ha detto tutti: ce la potete fare, enrichez-vous, come diceva il ministro Guizot, arricchitevi, se siete bravi ce la potete fare, non fatevi rinchiudere nella mediocrit dei circoli Arci, uscite dallo spirito oratoriale e pensate in grande, provate a volare, magari portando un sole in tasca che illuminer la vostra vita e quella di chi vi sta accanto. E questo, voi lo capite per la cultura catto-comunista un peccato mortale. Che gli stanno facendo pagare caro.
NORD: Aumenta la pressione sulle nostre regioni settentrionali e che garantir una giornata prevalentemente soleggiata su tutti i settori con poche nubi sparse, specie sui rilievi. Clima mite CENTRO: Aumenta la pressione sulle nostre regioni settentrionali e che garantir una giornata prevalentemente soleggiata su tutti i settori con poche nubi sparse, specie sui rilievi. Clima mite SUD: Aumenta la pressione sulle nostre regioni e che garantir una giornata soleggiata su quasi tutti i settori salvo addensamenti innocui tra Sicilia e Calabria. Clima mite di giorno.

Sono curioso di sapere, una volta fatto fuori Berlusconi, di cosa si parler in Italia e cosa cambier mai. Non mi risulta che tutto il sinistrume parassita che campa di politica da decenni abbia mai dato lavoro a migliaia di famiglie tramite decine di aziende; in Italia produrre ricchezza un reato; da noi il merito, Berlusconi o non Berlusconi, sar sempre subordinato alle amicizie influenti ed alle famiglie di provenienza. La cultura di questo paese basata su corporazioni cui si accede per furbizia e privilegio e sul procacciamento e mantenimento della sistemazione oziosa e parassita. Angelo Catalano via mail

tare gli usi e costumi dei suoi compatrioti africani da noi, in Italia. Non le passa neppure per il cervello che deve essere esattamente il contrario, ovvero che sono loro a doversi integrare con la nostra civilt, storia, cultura. Diversamente si avrebbe unintegrazione al contrario - simile ad un razzismo di ritorno - dove limmigrato impone allindigeno i propri desiderata e stili di vita. Con tutta la buona volont, difficilmente si potrebbero accogliere tali abnormit umane e sociali. Roberto Brambilla e.mail

ECONOMIA/1

ta, anzi addirittura una parte politica contenta di assistere ad un periodo di decrescita felice. Non stato fatto niente per il lavoro, il cuneo fiscale, la tassazione, i costi della politica, la riduzione del numero dei Comuni, Province e via di seguito. Ci raccontano che la Spagna da inizio anno, rispetto allItalia, ha ridotto il divario fino ad eguagliarlo in questi giorni: considerato che la Spagna non economicamente potente come invece dicono di noi, non per caso che in Italia i politici sono bravi solo a chiacchierare per poi non concludere niente? Giacomo Bastari Ancona

GENITORI

Il discendente 1 figlio di 2/1


con vero dolore che il discendente 1/1, il discendente 1/2 e il discendente 2/1 annunciano la triste scomparsa del genitore 1. Si uniscono al dolore per la triste scomparsa il discendente 1 di classe 1/1, il discendente 1 di classe 2/1, il discendente 2 di classe 1/1 e il discendente 2 di classe 2/1. Vogliamo inoltre ringraziare infinitamente gli amici tutti, in modo particolare un ringraziamento allamico 1/31 per laffetto dimostratoci. Luciano Capello e.mail

Ecco perch lo spread non cala


Da giorni i politici e gran parte della stampa non fanno altro che raccontare falsit sullo spread: dicono che dipende dallincertezza politica. Io invece credo che dipenda solo ed esclusivamente dallinettitudine della politica che finora non ha assolutamente fatto niente se non rinviare ogni provvedimento. Non stato fatto niente per uscire dal famoso tunnel della decresci-

ECONOMIA/2

OSLO

La ripresa che non si vede


Un citrullo del governo vede oggi la ripresa delleconomia italiana, un altro citrullo un anno e mezzo fa vedeva la luce in fondo al tunnel. Troppi citrulli nei posti chiave. Siamo spacciati! Sergio Vestri e.mail

La lezione norvegese
Le elezioni norvegesi vinte dal centrodestra hanno svegliato i radical chic europei. In Italia i giornalisti delle varie tv compresa Mediaset nel giro di mezza giornata hanno detto una serie di stupidate colossali, partendo dal fatto che il Breivik aveva frequentato per un periodo il par-

tito di destra del Progresso. Chiss perch i norvegesi aperti a tutto hanno reagito in questo modo cos netto, con una lucidit democratica che fa impressione. Ma come, il Paese del pacifismo, del Nobel, del welfare, reagisce in questo modo? Ecco come deve diventare Forza Italia, movimentista, chiara nelle linee politiche di centrodestra, radicale e dura. Basta democristianerie, basta con poteri deviati come e con chi si oppone alle riforme. Certo una fortuna di partenza la Norvegia lha avuta con lassenza di un Partito comunista che purtroppo in Italia ha lavorato per portarci sotto lUrss e ora vuol comandare ancora nonostante i disastri e i rischi di democrazia che ci ha fatto correre, altro che rischio Berlusconi. Roberto Zanella e.mail

NORD: Forte peggioramento al Nord con piogge e temporali diffusi su gran parte delle regioni. Precipitazioni intense sul levante ligure, tra Piemonte e Lombardia e poi sul Veneto, Friuli. CENTRO: Perturbazione da Ovest con forte peggioramento del tempo su Toscana, Nord Sardegna, Lazio, Umbria e con temporali e piogge intense specie sulle coste tirreniche. Fenomeni sparsi altrove SUD: Temporali subito su Ovest Sicilia poi il tempo peggiora dal pomeriggio/sera sulla Campania con piogge intense e temporali, specie sulle coste e settori settentrionali. Clima gradevole.

VATICANO

Le divisioni del Papa


Avete visto quante divisioni ha il Papa? Meditate, gente, meditate! Antonio Massioni Milano

NORD: Tempo molto buono su gran parte delle regioni con prevalenza di sole. Qualche foschia mattutina possibile sulle pianure piemontesi, liguri. Peggiora in nottata sul Friuli, con temporali CENTRO: La perturbazione si allontana dalle nostre regioni pulendo i cieli su tutti i settori e lasciandoli con delle nubi sparse ma oramai innocue. Foschie mattutine nelle valli appenniniche. SUD: Molto nuvoloso su coste tirreniche di Campania e Calabria con piogge diffuse che poi, entro la tarda serata, raggiungeranno anche il Nord della Sicilia. Piogge deboli anche sul Salento.

Temperature previste oggi


PUBBLICIT
Direzione Generale via C. Pisacane, 1 - 20016 Pero (MI) Tel. 02.3022 1/3837/3820 Fax 02.30223214 e-mail: direzionegeneralesystem@ilsole24ore.com Per le filiali di competenza territoriale: www.system24.ilsole24ore.com
O 12 O 6 O 3 O 12 O 6 O 3 O 12 O 6 O 3

Abbonamenti nazionali
mesi: 6 giorni mesi: 6 giorni mesi: 6 giorni mesi: 5 giorni mesi: 5 giorni mesi: 5 giorni mesi: 4 giorni mesi: 4 giorni mesi: 4 giorni
.................................. .................................. .................................. .................................. .................................. .................................. .................................. .................................. ..................................

Modalit di pagamento:
O versamento su C/C Postale n. 41953050

MIN MAX ANCONA AOSTA BARI BOLOGNA CAGLIARI CAMPOBASSO FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO

MIN MAX NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA PRATO ROMA FIUMICINO TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

290 155 85 250 130 70 205 105 60

O Bonifico banc. Unicredit s.p.a.

Largo Angelo Fochetti 16, Roma IBAN: IT43B0200805346000500035665 Per lattivazione si prega di inviare i dati precisi dellintestatario dellabbonamento, unitamente alla ricevuta del versamento effettuato, al Fax 02.999.66.279 Ufficio Abbonamenti e arretrati del quotidiano: Tel. 02.999.666 e-mail: abbonamenti@liberoquotidiano.it Orario: 10.00-12.30 (dal luned al venerd) Arretrati del solo quotidiano: disponibili, salvo esaurimento scorte, le copie dellultimo anno. 3,00 cad. con richiesta scritta, accompagnata dallimporto in valori bollati, indirizzata a Libero - Uff. Arretrati Viale L. Majno, 42 20129 Milano

PUBBLICIT ONLINE
Via Pisacane,1 - 20016 Pero (MI) Tel. 02 30223462 Fax 02 30223058 e-mail: marketing.websystem@ilsole24ore.com www.websystem.ilsole24ore.com

Il versamento dovr essere intestato a: Editoriale Libero S.r.l. Viale L. Majno, 42 - 20129 Milano
Numero verde

800-984824

15 11 17 14 17 10 14 17 11 13

26 22 27 27 27 23 26 24 22 24

17 19 12 10 14 17 13 11 12 14

26 28 24 22 26 25 23 25 23 24

Dati meteo a cura de iLMeteo.it,elaborazione grafica centimetri.it

28

Sabato 14 settembre 2013

Aldo Busi vince il Boccaccio


Si tiene oggi a Certaldo la cerimonia di premiazione della XXXII edizione del premio letterario Giovanni Boccaccio 2013. Nel settecentesimo anno dalla nascita dello scrittore, la giuria, presieduta da Sergio Zavoli, si pronunciata allunanimit sul nome del vincitore della sezione dedicata alla letteratura italiana, premiando Aldo Busi e la sua trascrizione del Decameron, edita Rizzoli.

Muore a 87 anni lo scrittore tedesco Loest


morto ieri a Lipsia Erich Loest, autore di romanzi incentrati sulla vita della Sassonia, colta nella sua asprezza attraverso uno stile realistico e ironico. Secondo le ricostruzioni della polizia locale, lo scrittore tedesco, ormai 87enne, si sarebbe suicidato gettandosi dal secondo piano della clinica universitaria in cui era ricoverato.

Lintervista

Lantipolitica roba da Brigate Rosse


Giorgio Faletti fa a pezzi la Casta: Il parlamento pieno di comici involontari. Sono come il mio Vito Catozzo. Ma chi non svolge il suo compito non mi fa nessuna simpatia
::: segue dalla prima MARIO BERNARDI GUARDI
.

VERSATILE Nella foto, Giorgio Faletti. Da star del programma comico Drive In diventato uno degli scrittori pi venduti in Italia grazie ai suoi corposi thriller. A Forte dei Marmi ha ricevuto il premio della Satira [Lapresse] Undici anni fa, Antonio DOrrico su Sette del Corriere della Sera le fece un bel lancio per Io uccido Gi, lo scrittore pi grande del mondo. Inutile mettersi a fare il modesto: lemozione, il piacere, la soddisfazione furono enormi. Io, che fino allora avevo scritto solo canzoni e sketch, avevo portato a punto unimpresa ciclopica: un libro di centinaia di pagine, che, stampato in 25.000 copie fu esaurito in un pomeriggio. Un esordio clamoroso S e dopo, perch le altre opere costituissero una conferma, ci fu una maratona rutilante.... Ma come si confeziona un bestseller? Io ho cercato di coniugare gli insegnamenti della scuola americana- perfetta architettura della storia e precisione meccanicacon quelli della scuola latina- ampia descrizione dei personaggi. Evidentemente il pubblico aspettava questo. Quali sono i maestri di Giorgio Faletti? Graham Greene, soprattutto con Il nostro agente allAvana. Mark Twain che sa cos bene costruire e raccontare storie. Ernest Hemingway: da giovane, il fascino eroico che emanava dai suoi libri mi entusiasm, poi lho affrontato con strumenti critici e la mia ammirazione non venuta meno. Che ne pensa Faletti di un personaggio che ha interpretato con successo e cio il professore carogna di Notte prima degli esami? Che non una carogna, ma una persona perbene. Sembra seminare tranelli, ma le sue sfide diventano opportunit. I suoi ragazzi li fa crescere: e cosaltro se non questo deve fare un prof. che si rispetti?.

(...) I premiati: Sergio Staino alla carriera (Mostra Antologica al Fortino fino al 6 ottobre); legiziana Dooa Eladl come migliore disegnatrice straniera; Pierfrancesco Diliberto (Pif) per la Satira in Tv (MTV); Roberto And (Viva la libert) nella sezione cinema; il gruppo Il Terzo Segreto di Satira, formato da Pietro Belfiore, Davide Rossi, Davide Bonacina, Andrea Fadenti e Andrea Mazzarella, per la Satira sul Web. E poi c un premio speciale Comici al potere, per Giorgio Faletti, che da comico di culto a Drive In di Antonio Ricci divenuto uno degli scrittori pi venduti dItalia, grazie alla fortunata serie di thriller iniziata con Io uccido. Ecco lintervista che ha rilasciato a Libero. Che vuol dire comici al potere? Che il potere deve andare ai comici? O che la classe politica al potere fa ridere? Mettiamola cos: il comico fa ridere quando vuole lui, i politici fanno ridere involontariamente. Un comico non lavora per diventare deputato o ministro, un politico s. Un comico fa delle battute, e fa ridere se le azzecca, un politico, battutista involontario perch confonde Darfur e Slow-food, fa pena. Il mio Vito Catozzo non aspirava a diventare un rappresentante del popolo italiano: ora di Vito Catozzo parlamentari o aspiranti tali ce ne sono un bel po. Dobbiamo augurarci una risata che seppellisca tutti? Ridere va bene e fa bene. Lo sberleffo intollerante non mi appartiene. Ad esempio, Fassino e Brunetta che entrano insieme in Parlamento, il riso lo strappano, ma in qualche modo il loro aspetto stimola anche alla simpatia. Nessuna simpatia, invece, per chi non svolge o stravolge le funzioni a cui chiamato. Dobbiamo indignarci? A cosa serve? Abbiamo la classe politica che meritiamo. La votiamo e torniamo a votarla. Negli altri Paesi cambiano le persone, da noi cambia il nome dei partiti.

LA POLITICA

Q Abbiamo la classe politica che meritiamo. La votiamo e torniamo a votarla. Negli altri Paesi cambiano le persone, da noi il nome dei partiti. Lantipolitica quella delle Brigate Rosse. In una democrazia si cambia con il voto. Il voto dovrebbe essere frutto della capacit di scelta e del buon . senso

Unica soluzione, lantipolitica? No, lantipolitica quella delle Brigate Rosse. In una democrazia si cambia con il voto. Il voto dovrebbe essere frutto della capacit di scelta e del buon senso. Ce lo dobbiamo aspettare da Grillo, il grande cambiamento? Non lo so, ma non sparerei sulla tattica attendista. Dal cunctator Fabio Massimo in poi qualche risultato lha dato. E oggi forse dobbiamo proprio aspettare di vedere come i primi della fila cadono nel burrone. Senza furori giacobini: con lo spirito critico sempre desto. Spirito critico, buon senso: che cosaltro? Il rispetto delle regole. Per tutti. Non ci sono quelli pi uguali degli altri. Al tempo di Drive In, lei faceva satira politica? In senso stretto, con riferimento a questo o a quel partito, no, non lho mai fatta. Mettevo, per, i miei perso-

naggi in quello che chiamerei un contesto di vita e di costume. Da questo punto di vista, Vito Catozzo, Carlino, Suor Daliso rappresentano un tempo, una cultura, uno spaccato della societ, un modo dessere, delle convinzioni diffuse. E questa non politica? E non lo la canzone Signor tenente, presentata a San Remo e ispirata alle stragi di Capaci e di via dAmelio?. Ritornando a Vito Catozzo, probabilmente oggi non le perdonerebbero lo sfott del figlio gay Io sono contro ogni forma di intolleranza. Ma se prendo in giro gli eterosessuali, non vedo perch non posso farlo con gli omosessuali. Fermo restando che, a mio avviso, anche le coppie gay debbono godere di tutte le forme di tutela. E questo non pu valere solo per quelle che si formano in Parlamento, dunque con palese discriminazione per tutti gli altri.

PARI DIRITTI

Q Io sono contro ogni forma di intolleranza. Ma se prendo in giro gli eterosessuali, non vedo perch non posso farlo con gli omosessuali. Fermo restando che, a mio avviso, anche le coppie gay debbono godere di tutte le forme di tutela. E questo non pu valere solo per quelle che si formano . in Parlamento

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

30

CULTURA

I saggi

La storia di Roma raccontata attraverso le borgate

Le borgate romane di fatto non esistono pi: nellultimo quarto di secolo si sono trasformate da isole urbanizzate in mezzo alla campagna in generiche (e anonime) periferie cittadine. Eppure linteresse per queste realt scomparse continua a essere vivo, come dimostra la recente uscita di due libri sullargomento. Il primo, Vita di borgata. Storia di una nuova umanit tra le baracche dellAcquedotto Felice a Roma (Ed. Ku-

rumuny, pp. 280, euro 14), la ristampa di un testo ormai introvabile risalente al 1980. Il sacerdote don Roberto Sardelli, oggi 78enne, vi racconta la sua esperienza di insegnante - iniziata nel 1968 e ispirata allazione di don Milani fra i baraccati di quella che era una delle zone pi povere di Roma, il Mandrione. Il secondo volume un accurato saggio di Luciano Villani, Le borgate del fascismo. Storia urbana, politica e

sociale della periferia romana (Ed. Ledizioni, pp. 380, euro 28), in cui si dimostra, grazie a documenti inediti, che i primi abitanti delle borgate furono solo in minima parte i deportati degli sventramenti compiuti dal fascismo nel centro di Roma, trattandosi per lo pi di immigrati meridionali, baraccati e sfrattati per fine locazione. GIUSEPPE POLLICELLI

MARCELLO MARCHESI
Il geniale Signore di mezza et che ha creato la comicit italiana
Bompiani pubblica Il Malloppo e Il dottor Divago, capolavori di umorismo di un geniaccio capace di rivoluzionare radio, cinema, giornalismo e televisione
Per gentile concessione delleditore pubblichiamo ampi stralci della prefazione di Oreste Del Buono a Il Malloppo (pp. 192, euro 10), romanzo autobiografico di Marcello Marchesi (1912-1978) che Bompiani rimanda in libreria la prossima settimana. Sempre Bompiani pubblica Il dottor Divago (pp, 200, euro 10), altro straordinario capolavoro di umorismo firmato da Marchesi, che raccoglie alcune delle sue migliori trovate. gato pi dun mese. Capisco che non stata una decisione facile. Lo Struzzo ha dovuto affondare maggiormente la testolina nella sabbia. Ma Anche le formiche nel loro piccolo sincazzano ha preso a vendersi a decine di migliaia di copie, poi a centinaia. Le vendite non si sono pi arrestate, volgarit su volgarit, volgarit continua, e la battuta di Marcello Marchesi stata assunta a simbolo di una situazione esistenziale. Come, daltronde, era gi capitato tante volte alle battute di Marcello Marchesi, battutista deccezione, eccezionale lavoratore della parola. Anche le formiche nel loro piccolo sincazzano una battuta de Il malloppo, il romanzo autobiografico di Marcello Marchesi che Bompiani pubblic nel 1971 e ripubblicato a ventanni di distanza. (...) per il giornale umoristico progettato dalla casa editrice di piazza Carlo Erba numero 6, ingolosita dal gran successo che riscuoteva a Roma il MarcAurelio di Vito De Bellis, foglio umoristico bisettimanale sorto sulle ceneri dei giornali satirici soppressi dalle leggi fascistissime del dopo delitto Matteotti. una delle poche occasioni in cui il malinconico Andrea Rizzoli pare aver riscosso la fiducia quasi completa del padre Angelo, che programmaticamente non stimava molto il figlio. Ma si capisce, quelli che fecero il Bertoldo erano coetanei di Andrea, in un certo senso era lui lesperto. Lo stesso Marcello Marchesi, comunque, ricordava di esser stato scoperto dal commenda: come riferimento era pi semplice e pi prestigioso. Angelo Rizzoli non ne sbagliava una. La possibilit di sbagliare era concessa, anzi demandata ad Andrea. Marcello Marchesi fu convocato nel 1935 per la prima seduta redazionale del Bertoldo, che avrebbe dovuto chiamarsi in un altro modo ed esser diretto da Cesare Zavattini, ma poi Cesare Zavattini era stato licenziato perch si era iscritto al sindacato dei giornalisti contrariamente al parere di Angelo Rizzoli. E il nuovo periodico umoristico fu affidato alla direzione e allanimazione di Giovanni Mosca e Vittorio Metz, rapiti a peso doro al MarcAurelio. (...) Nel Bertoldo la sua firma non compare tanto spesso quanto le sue idee, lui creava vulcanicamente battute su battute per rubriche e personaggi, che poi lasciava da sfruttare agli altri. E, quando Vittorio Metz, nevrastenico per lincompatibilit con Milano, decise di tornarsene a Roma, Marcello Marchesi lo segu e collabor sin dallinizio alla nascita del nuovo cinema comico italiano. Figura, infatti, tra gli sceneggiatori di Imputato, alzatevi! (1939), diretto da Mario Mattoli e interpretato da Macario, a met strada tra il nonsense e la rivista di variet. Presi dallentusiasmo riempimmo la sceneggiatura di tante battute che il pubblico non

di ORESTE DEL BUONO


QQQ Uno dei maggiori successi editoriali nel 1991 in Italia stato senzaltro il libretto di aforismi, citazioni, spiritosaggini, motti e balbettii di illustri e sconosciuti raccolti da Gino & Michele, che Einaudi ha edito sotto il titolo Anche le formiche nel loro piccolo sincazzano. (...) Che il titolo fosse urticante me ne sono accorto subito, quando, appunto come curatore dei Tascabili Einaudi, mi sono provato a sottoporre alle competenti autorit della casa editrice torinese il dattiloscritto Anche le formiche nel loro piccolo sincazzano. Non immaginavo, naturalmente, quel che mi sarebbe accaduto (ovvero di scontare il successo come una dimostrazione di volgarit). Daltra parte, avevo incontrato Gino & Michele un poco dispiaciuti perch il loro dattiloscritto non era stato preso in considerazione dalla casa editrice Mondadori che gi gli aveva pubblicato qualcosa, cos mi era parso doveroso atto di amicale cortesia provare a includere nei Tascabili Anche le formiche nel loro piccolo sincazzano. Naturalmente, il titolo verr cambiato mi stato obiettato subito dalle competenti autorit. Ma una frase di Marcello Marchesi, mi ha obiettato Gino o Michele. Insomma, a far scandalo ha cominciato il titolo. Quel verbo, nel titolo, risultava impossibile. Alla fine, come spesso capita nelleditoria, il verbo inquietante stato temporaneamente rimosso. Gino & Michele non avevano affatto cambiato idea. Solo qualche anima bella nelle conversazioni al proposito in casa editrice ha sostituito al sincazzano un magari luttuoso, ma pudico piangono e nei fogli del contratto si fatto ricorso per il ti-

tolo ai puntini di sospensione: Anche le formiche..., senza insistere sul resto. Naturalmente, c stato ancor pi da discutere per il testo quando qualcuno si deciso a leggere il dattiloscritto e lha fatto leggere a tutti gli altri, credo comprese le donne delle pulizie che, del resto, hanno il sacrosanto diritto di esternare le proprie opinioni. E, quindi, la battaglia per sostenere il rispetto del titolo stata solo una delle ragioni di turbativa. Una raccolta di battute, che volgarit! E poi il libretto negletto, quasi tenuto nascosto dai venditori, arrivato in libreria. Si esaurita la prima edizione fulmineamente, che volgarit! Per decidere di tentare la seconda si impie-

Milano e Roma
Marcello Marchesi uno di quegli italiani che ha conciliato Milano e Roma, non patendone lantiteticit, ma, anzi, alimentandosene. Sono nato a Milano, confid una volta al suo migliore intervistato, il giornalista Gian Mario Maletto, con accento romanesco. Laccento romanesco viene da moltissimi anni passati a Roma, e cresce o decresce secondo la frequenza con cui ci ritorno, degli incontri con gli amici di l. In fondo mi rimasta soprattutto la finta zeta di borza.... Sosteneva che aver due citt era indispensabile. E commentava: Oggi tutto non basta pi. Nato a Milano, a tre anni era stato provvisoriamente ospitato da uno zio milanese residente a Roma. Il provvisoriamente era risultato relativo. A Roma, infatti, Marcello Marchesi era restato sino ai diciotto anni ed era tornato a Milano solo dopo la morte del suo ospite. A Milano si era laureato, ed era gi inserito in un buon studio legale, quando durante uno spettacolo studentesco al Lirico era stato notato da Andrea Rizzoli, figlio del grande Angelo. Andrea reclutava gente

aveva il tempo di ridere, se rideva, ne perdeva met, una coprendo di risate le battute pari laltra le dispari... ricordava Marcello Marchesi.

La guerra
Seguirono altri film mattoleschi e macariani Lo vedi come sei (1939) e Il pirata sono io (1940). Questo film godeva di una produzione seria per ricchezza di costumi e scene, ma nacque in una particolare temperie. La troupe era negli stabilimenti di Tirrenia per il primo giro di manovella, quando fu convocata in cortile ad ascoltare dagli altoparlanti lannuncio di Mussolini dellentrata in guerra. Anche gli umoristi furono inviati al fronte: a Marcello Marchesi tocc lAfrica e il direttore del MarcAurelio Vito De Bellis ricevette da lui comunicazione del seguente tenore: Caro Direttore, avevo saputo che Anton Germano Rossi era stato decorato sul campo in Russia, con una medaglia di bronzo. Mi sono messo di buzzo buono anchio a fare la guerra per benino, e adesso la medaglia ce lho pure io. Ci influir sul mio stipendio, spero.... (...) Con le battute a volte si pu arrivare pi vicini (e Il malloppo lo prova per eccesso) a smontare le ipocrisie che ingabbiano la realt. Ma sulle parole dei battutisti si meno in-

Q Abolita la penombra nei night club greci Q Se non riuscite a fare la cacca comperatela bella e fatta Q Fero, fers, tuli, latum, frnet... Q Chi apre le inchieste le chiuda Q Minaccia di gettarsi dal Colosseo se non gli sparano
. MARCELLO MARCHESI

clini a riflettere, perch troppo rapide, troppo anelanti a sovrapporsi, a sopraffarsi. Quando torn in Italia, mentre la situazione nazionale precipitava sempre pi, Marcello Marchesi intensific il suo lavoro gi fervido per la radio e per il teatro di variet. Nelle sue riprese del vecchio cavallo di battaglia rivistaiolo ZaBum al Quirino scoprirono la loro vera vocazione i giornalisti Pietro Garinei e Sandro Giovannini. Ma Marcello Marchesi si occup soprattutto di cinema insieme con Vittorio Metz. Quanto cinema! La scuola dei timidi (1942), I due orfanelli (1947), Roma, citt libera, Fifa e arena (1948), Tot al giro dItalia, Tot le Mok, Tot cerca casa (1949), Tot cerca moglie 1950), tutto Tot, tutto Croccolo, tutto Chiari e altri, una sessantina di film comici scritti, chiuso con Vittorio Metz allalbergo Moderno oltre tanta rivista per non perdere la forma. Un lavoratore forsennato. Poi di colpo, addio cinema, addio rivista, addio Metz, facciamo arrivederci, non si sa mai. Siamo lunica coppia al mondo che si sia lasciata senza litigare. Forse perch del nostro buon lavoro artigianale eravamo fieri come lavoratori.... Ritorno a Milano, e nuovo lavoro: produttore televisivo per la Tv che stava nascendo: dopo un Te lo ricordi sperimentale,

CULTURA

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

31

Mondo piccolo
QQQ Questanno, passeggiando per Busseto, ci si aspetterebbe di sentire ad ogni pi sospinto le arie verdiane. Invece, niente musica. O quasi, perch un luogo dove al Va pensiero si uniscono i sapori e i profumi della Bassa, fortunata-

di EGIDIO BANDINI

La salsamenteria del Maestro


vecchie suppellettili, attrezzi agricoli, bottiglie e lampadari degni dun rigattiere fin de sicle; i tavoli apparecchiati con la carta paglia, le scodelle bianche per la Malvasia e i supporti inventati da un falegname locale su cui poggiano i vassoi

mente a Busseto c: la Salsamenteria Baratta. Sotto il portico di via Roma, al riparo di una vite che spande i suoi tralci dalle colonne alle volte, lantica osteria rimane quella di centocinquantanni fa: il soffitto ingombro di pendagli fatti di

colmi di salumi e schegge di parmigiano. Niente posate: qui si mangia con le mani. Verdi amava la salsamenteria, sostava nascosto dal grande canterano per evitare i curiosi ed assaporava ciccioli e lambrusco, alimentando gli aneddoti che il patron Abele racconta agli avventori al presente: come se il Maestro fosse ancora seduto l.

Festivalfilosofia
TALENTO INFINITO A fianco, Marcello Marchesi truccato per apparire in televisione, con i celebri baffi e gli occhiali. Oltre che per il piccolo schermo, Marchesi ha lavorato a lungo come sceneggiatore per il cinema, ha prodotto testi radiofonici e ha collaborato ad alcuni dei principali giornali umoristici italiani [dal web] che poi ho conservato per scaramanzia e inforcai un paio di occhiali dalla pesante montatura.... limmagine di Marcello Marchesi che almeno una generazione di utenti televisivi non ha dimenticato. Ma il Signore di mezza et ha fatto ben altro. Non si limitato a ricordare il passato, ha anticipato il futuro. Nel senso che ha creato una parte del linguaggio dei pi giovani. Sono stati i giovani ad adottare le definizioni di matusa o semifreddo. Marcello Marchesi, nonostante i baffi posticci e gli occhiali esagerati o proprio grazie ad essi, si rivel non pi persuasore occulto, ma confidente esplicito, quasi direttore di coscienza. Ricevette lettere di congratulazioni, di esaltazioni. E lui si esaltava a recitare, a pronunciare le proprie battute di fronte al pubblico invisibile ma crescente della televisione. (...)

Tutte le forme dellamore nel dialogo Aug-Reale


I due studiosi si confrontano sul tema della kermesse che apre oggi nelle piazze di Modena, Carpi e Sassuolo
::: GIANLUCA VENEZIANI
QQQ Organizzare un festival della filosofia sullamare pu suonare come un pleonasmo. come parlare di un amore della sapienza (filo-sofa) per lamore. Ma la ridondanza viene meno se si pensa che lamore della conoscenza spesso anche conoscenza dellamore. nata da questintuizione la tredicesima edizione del Festivalfilosofia di Modena, Carpi e Sassuolo (da oggi fino al 15 settembre), che cercher di definire la natura di una sostanza magmatica qual appunto il sentimento amoroso. Sul tema si cimenteranno, tra gli altri, lantropologo francese Marc Aug e il filosofo Giovanni Reale. Amare significa essere soli, esordisce secco ai nostri taccuini Aug, che terr una lectio magistralis intitolata La solitudine degli amanti. Questa forma di isolamento si pu intendere in un doppio senso. Gli amanti sono soli quando stanno insieme, in quanto godono di un mondo esclusivo, interdetto agli altri. Volendo ricorrere a una mia categoria, potrei dire che gli amanti vivono in un nonluogo, uno spazio che tutti ignorano e che per loro invece assume un valore assoluto. Ma gli amanti sono soli anche ciascuno per s, in quanto la passione sempre un moto individuale, unestensione del proprio egotismo, che prova a consumare laltro. Lesito dellamore totale, secondo Aug, dunque la conquista, il possesso, la distruzione del partner. Ma anche la declinazione inversa del rapporto affettivo, cio lofferta e il dono di s, pu comportare la scomparsa di uno dei due amanti. Sacrificarsi significa annullare il proprio Io a vantaggio dellaltro. In questo modo si replica la tendenza dellamore a fagocitare una delle due persone, riducendo la dualit a unit. un meccanismo che io associo alla morte. Anche lamore platonico, per Aug, va dunque inteso come una forma di affermazione del S o, al contrario, come un tentativo di autoannullamento. Landrogino (figura mitologica che assomma i caratteri sessuali maschili e quelli femminili, ndr) lespressione migliore dellamante autoreferenziale, che basta a se stesso. Viceversa, il

Il pubblico del Festivalfilosofia a Modena [uff. stampa] passaggio dallamore fisico alla ricerca dellUno, di cui parla Platone, si inserisce nellambizione alla rinuncia e alla distruzione dellIo. Difensore strenuo dellamore platonico piuttosto il filosofo Giovanni Reale che lo presenta come una delle versioni pi alte mai pensate alla luce della pura ragione, e sottolinea a proposito il successo ancora attuale del Simposio, che contribuisce a rendere Platone il pensatore pi letto di tutti i tempi. La scala damore presente in quel libro, per cui ciascun amante dovrebbe elevarsi dallattrazione verso i corpi fisici alla contemplazione del Bello, la conferma, secondo Reale, che lamore cresce quanto pi grande loggetto amato ed Eros la forza che ci d le ali per andare sempre pi in alto. Lamore platonico dunque pura contemplazione disinteressata, e non ha nulla da spartire con lelogio dellamore omosessuale, come molti studiosi hanno interpretato. Anzi, tiene a sottolineare Reale, Platone dice pi volte che il rapporto sessuale tra maschi contro natura. Lo afferma nel Simposio e lo ribadisce nelle Leggi, avvertendo che lomofilia deve lasciar perdere lunione carnale. C tempo anche per interrogare i due pensatori sulla lettera scritta da papa Francesco a Eugenio Scalfari, in cui Bergoglio accosta il concetto di caritas a quello di caro, di carne, quasi rivoluzionando la mentalit di chi guarda alla carit cristiana come a un amore disincarnato. la dimostrazione, rileva Aug, di una sostanziale ambiguit nella definizione cristiana dellamore. Il cristianesimo presenta numerosi aspetti corporali: lespressione Questo il mio corpo recitata durante leucaristia, linvito a riprodursi per dare continuit al genere umano, nonch la stessa unione fusionale con il Cristo e la Vergine presente nei racconti di molti mistici. Dal canto suo, Reale nota la lontananza tra il pensiero greco, che derubricava il corpo a una prigione da cui liberarsi, e il cristianesimo, che ha invece valorizzato la sacralit del corpo umano. Non , daltronde, lunico scarto tra leros greco e lagape cristiana. Le altre due differenze fondamentali, continua il filosofo, stanno nel fatto che, mentre lamore platonico acquisitivo e cresce quanto pi grande loggetto damare, lamore cristiano donativo e aumenta quanto pi piccolo il destinatario damore. Lo dimostra Ges, che si rivolgeva ai peccatori, o Madre Teresa di Calcutta, attenta agli ultimi e ai derelitti. Nondimeno ci sono delle affinit tra il concetto damore sviluppato dalla filosofia e quello promosso dal pensiero sacro. Sia Eros che Cristo, aggiunge Reale, sono dei mediatori. Eros un intermediario tra il dio e luomo, Cristo il Dio che si fatto Uomo. Perfino la figura trinitaria si pu spiegare alla luce di questa mediazione amorosa: oltre ai due Amanti, c infatti la Terza Persona, che lAmore stesso. Copia di Eros, infine, pure il filosofo, uomo sempre indigente, che cerca ci che gli manca e che per questo vuole acquisire. In questo senso amare, credere e sapere sono tre tensioni di un unico desiderio, che va incontro allAltro, per trovarne risposta e appagamento.

prima vera trasmissione: Invito al sorriso nel 1954, e poi sempre di pi Questo s, questo no (1955) Guarda chi si vede (1956), Ti conosco mascherina, La Piazzetta (1960), lancio di nuovi talenti, regia,tutto in crescendo. Unavventura, che ingolosiva Marcello Marchesi. Ma la televisione diventava sempre pi grossa e importante. Attirava la pubblicit. Come poteva Marcello Marchesi restare indifferente alle lusinghe di Carosello? Dopotutto, si trattava sempre di battute. Uno sketch dopo laltro, uno slogan dopo laltro. Ammetteva di averne escogitato qualcuno. Appena quasi tutti: Non vero che tutto fa brodo, Il signore s che se ne intende, Con quella bocca pu dire ci che vuole, Basta la parola, Come se niente fudesse a provare ad allinearne qualcuno dei mille e uno, si avverte il sospetto, se non la certezza che Marcello Marchesi sia stato il suggeritore occulto di buona parte della nostra vita di teledipendenti. Ma lui non si accontentava mai, andava avanti come in una vertigine in quel suo studio al seminterrato di via Livorno a Milano soffocato da migliaia di libri, dove passava le sue notti. Sinch un giorno non entrato in crisi, scoprendo di essere ormai un signore di mezza et. Lo era, come no? Cos divent anche attore, ma

come Il signore di mezza et non os ostentare la sua faccia di tutti i d. Se avessi dovuto presentare il Marcello Marchesi che tutti conoscevano, a faccia nuda, sarei caduto stecchito dalla vergogna. Mi feci applicare dei baffi neri, i primi che trovai sul tavolo del truccatore e

La politica
Non sinteressava molto di politica, proclamava con fermezza e consapevolezza di errori passati o futuri: Sono sempre stato un uomo di destra, con dubbi. Sono per il progresso, ma un progresso paternalistico. Ma la sua nomenclatura resta insuperabile. Andreotti: chi non muore, si risiede, La Pira: Happy ChristMarx, Gina Lollobrigida: il petto atlantico, Moro: il dottor Divago, Nenni: le confusioni di un ottuagenario... un pezzo di storia patria concentrato in pillole. A un certo punto scopr, per, che la sua crisi non era quella della mezza et, dato che aveva ancora energie sconosciute ai nuovi giovani. Cominci a dire: A far ridere gli altri, non ci si arricchisce n moralmente n finanziaria mente. Adesso vorrei soltanto capire gli altri e, attraverso loro, capire me stesso. (...) Mor nel 1978 annegato in poca acqua a Sinis in Sardegna. Poca acqua: una situazione comica che divent tragica prima che Marcello Marchesi potesse commentarla con qualche battuta folgorante.

Q Andreotti: chi non muore, si risiede; La Pira: Happy ChristMarx; Gina Lollobrigida: il petto atlantico; Moro: il dottor Divago; Nenni: le confusioni di un ottuagenario; Amintore Fanfani: brevi nanu; Mike Bongiorno: quizquilia; Giulio Andreotti: obtorto collo
. MARCELLO MARCHESI

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

32

SPETTACOLI

ROBBIE WILLIAMS Il re del pop preferisce lo swing


Con Swings Both Ways lex Take That prova a replicare il trionfo del 2001: Ho bisogno di parlare
Robbie Williams, 39 anni, torna con un nuovo album swing, in uscita il prossimo 19 novembre [La Presse/web]

::: GIOVANNI LUCA MONTANINO


QQQ Camaleontico, ribelle, trasgressivo. A volte perfino strambo. Fatto sta che con Robbie Williams non c rischio di annoiarsi. Solo un mese fa, lex Take That ha infiammato lo stadio San Siro con il suo spettacolare The Crown Stadium Tour (tratto dallalbum Take The Crown, 2013). Ora il cantante si prepara a tornare sulle scene con un nuovo lavoro discografico che celebra ancora una volta il suo genere musicale preferito: lo swing. un periodo decisamente prolifico questo per Robbie Williams: dopo appena un anno dalluscita dellultimo album e a 12 anni di distanza da Swing When Youre Winning, il cd pi venduto della sua carriera, il bad boy del pop inglese sta per pubblicare Swings both ways, disponibile dal 19 novembre nei negozi tradizionali e da oggi per il preorder su iTunes. Lalbum contiene una selezione di classici swing del passato e brani inediti, scritti con lo storico collaboratore Guy Chambers, qui in veste anche di produttore del disco, impreziositi dai duetti con Lily Allen, Michael Bubl, Kelly Clarkson, Olly Murs e Rufus Wainwright. A quanto pare, dunque, sono lontani i tempi in cui il fin troppo eccentrico Robbie se ne andava in giro travestito da gorilla a caccia di UFO. Lintensa attivit musicale, inoltre, testimonia che la pop star ha risolto la sua dipendenza da antidepressivi, di cui si scrisse profusamente nel 2005. Sar merito della paternit (Robbie Williams e lattrice Ayda Field, che si sono sposati in casa Williams a Beverly Hills il 7 agosto 2010, hanno avuto nel 2012 la loro prima figlia, Theodora Rose Wil-

liams): sta di fatto che Robbie, da buon capofamiglia, sembra voler mettere la testa a posto e lavorare sodo. Per prima cosa, volevo fare un album swing, perch volevo fare un album swing - ha dichiarato Robbie Williams a proposito del nuovo disco, nel suo solito stile irriverente -. Ho sempre saputo che dopo Swing When Youre Winning ne avrei fatto un altro e penso che questo sia il momento giusto. Mi piace lo showbiz e mi piace la mia vita; la mia idea che ogni volta che faccio uscire un disco debba es-

sere un evento. Linterprete della divertente hit Candy ha descritto il nuovo album come un tributo ben preciso e uno sguardo pieno damore verso un periodo di questo pianeta a cui non sono stato invitato, in cui non ero nato, ma avrei voluto esserci, con cui sento un legame davvero forte. Entrando in studio - ha continuato - pensavo che le cose sarebbero andate come lultima volta che ho fatto un album swing, ma poi ho capito, non era quello che volevo. Questo album diverso, non sono tutte co-

ver. Il disco, infatti, si apre con due brani inediti, Shine My Shoes e Go Gentle, per poi proseguire con un grande classico come I Wanna Be Like You - interpretato con Olly Murs - e con Swing Supreme e arrivare alla title track (anchessa inedita) Swings Both Ways, in collaborazione con Rufus Wainwright. Tra i brani classici in scaletta, anche Dream A Little Dream, in duetto con Lily Allen, che precede nel disco la collaborazione tra Robbie Williams e Michael Bubl nellinedito Soda

Pop. Nella tracklist anche Snowblind (altro nuovo brano), Puttin On The Ritz, un ritorno al passato nel duetto con Kelly Clarkson in Little Green Apples, Minnie The Moocher, If I Only Had A Brain e linedito No One Likes A Fat Pop Star. Avevo alcune canzoni che volevo far sentire al mondo, che volevo far entrare a far parte della vita delle persone, se ne avr la fortuna - ha spiegato ancora Robbie alla stampa anglosassone - Spero di portare un po di romanticismo nel mondo!.

SPOT REALE

William da Principe a regista


La paternit cambia la vita e il principe William ne sa qualcosa. Sono bastate poche settimane perch il futuro re dInghilterra decidesse di lasciare le armi, facendo dipanare da Kensigton Palace un comunicato ufficiale nel quale annuncia il proprio addio alla Royal Air Force. Dopo sette anni nellesercito, pilotare elicotteri non rientra pi tra le priorit del Principe che ha annunciato di volersi dedicare esclusivamente agli impegni regali, alla moglie Kate e al loro bambino. Ma, deposte le armi, il 31enne ha sentito il bisogno di una novit, unaltra e, come preannunciato da una nota del Palazzo (Il Principe allargher il suo lavoro al campo della conservazione, in particolare delle specie animali in pericolo, si leggeva), ha messo in cantiere un progetto dedicato alla salvaguardia dellambiente. O meglio, alla salvaguardia della vita selvatica. Cos William da principe si fa regista e, grazie allaiuto di alcuni volti noti, realizza uno spot pubblicitario. E lo fa con i personaggi di spicco dello sport internazionale. Lex calciatore britannico David Beckham e lex cestista cinese Yao Ming hanno partecipato alla realizzazione di alcune pubblicit progresso con cui contrastare il commercio di corni di rinoceronte e avorio.

Al via domani su Rai2

Quelli che il calcio come una volta


Il mattatore Savino: Domenica con pallone, musica e comicit. Tre motivi per cui vale la pena vivere
::: CLAUDIA CASIRAGHI
QQQ Ricominciamo dalle basi, dal 4-4-2, ricominciamo dalle origini, a quel clima che ha reso possibile la realizzazione di questo programma. Niente pi puntini di sospensione allora. Quelli che il calcio rientra in possesso del nome con cui stato lanciato nel 1993. Un ritorno al passato, ad una tradizione che, con Simona Ventura prima e Victoria Cabello poi,era statatrascurata.Ora,complice NicolaSavino, new entry alla conduzione del programma, e il suo essere spiccatamente interista, il calcio sar nuovamente protagonista: non ci saranno immagini delle partite, niente diretta televisiva, ma un filo teso tra lo studio e i campi da gioco assicurer comunque commenti e cronache in tempo reale, ricostruendo il sapore della radio. Presenti in studio, oltre a Savino, ci saranno anche questanno Massimo Caputi e Daniele Tombolini, insieme a Ubaldo Pantani che vestir i panni di se stesso e, occasionalmente, quelli di altri personaggi (tra cui un Del Debbio che, ad occhi chiusi, non distingueresti dalloriginale). Tanti ospiti, alcuni noti, altri meno, veri tifosi accomunati da una passione sincera per lo sport con lo scopo di esaltarne il valore e di far passare un messaggio importante, il tifo deve essere intelligente. Il tentativo di riallacciarsi alla natura originaria della trasmissione pi longeva della rete dopo la Domenica Sportiva non preclude per la possibilit di svecchiarne il look attraverso linserimento di una serie di novit. Prima su tutte la presenza di nuovi volti comici, Maria Di Biase e Corrado Nuzzo, ai quali spetta larduo compito di attutire quanto pi possibile il dispiacere conseguente alladdio di Virginia Raffaele. Poi Marta Zoboli, da Zelig, e uno stewart irriverente, Andrea Sambucco. Tra il pubblico, con il microfono in mano e una fascia gialla, da capitano, sul braccio sinistro, ha dato un assaggio di quello che vedremo sul piccolo schermo durante la conferenza stampa di ieri. Mi scusi Savino, qua i colleghi giornalisti vogliono sapere qualcosa, fare domande scomode. Ce lo dica dunque. Lei metrosexual? Si depila con la luce pulsata? E a che livello di Candy Crush?. Sport, comicit, ma anche musica, perch questi, in ordine sparso, sono tre dei motivi per cui vale la pena vivere, come spiega Savino che assicura metter in campo i miei punti di forza, la qualit e la leggerezza propri di una trasmissione di intrattenimento e se lInter dovesse prendere goal far finta di niente ma sar una pugnalata nelle costole. Lappuntamento per domani alle 13.50, con Xavier Zanetti e Nicola Sa- Ola Svensson a garantire il successo della prima vino [u. s.] puntata.

SPETTACOLI

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

33

La pi amata dagli italiani

CANNIBALE SABRINA
Umilia Hannibal e Jovanotti, imperversa negli spot: Ferilli show
::: GIORGIO CARBONE
QQQ Cosa avevamo scritto la settima scorsa? Ridateci la Ferilli. Non troppo sedotti dalleleganza androgina di Eva Riccobono, madrina dellultimo festival di Venezia, abbiamo voluto ricordare i bei tempi dello show business di sinistra, quando nel cinema e nella Tv , il partito democratico si faceva ben rappresentare dalle tette di Sabrina e dalle cosce di Alba Parietti. Le tette ce le hanno ridate subito e alla grande. Sabrina Ferilli, tornata baldamente in TV con lo sceneggiato Baciamo le mani il 2 settembre ha stracciato la serata Jovanotti su Raiuno e gioved ha inflitto un brutale Ko alla serie Hannibal (entrambi i concorrenti erano stati annunciati a rulli di tamburi). Un po di cifre. Sabrina batte Lorenzo per 4 milioni 485 mila spettatori a 2.946.000 (18.48 di share contro 13). Gioved la Ferilli si divora Hannibal (5 milioni 165mila contro un misero 1 milione e 607 mila) e lo share di Baciamo le mani intanto raggiunge quota 21%). La fiction a met percorso. probabile che lultima puntata veda lo share sopra il 30%). il bello che questa rivincita delle tette di sinistra non ci arriva dalla sinistra (cio da qualcuna delle reti Rai). Ma da Mediaset che in fatto di poppe non ha mai posto veti ideologici (Berlusconi sapeva? Certo, non poteva non sapere). Ci farebbe tanto piacere scrivere che questa rivincita della Ferillona noi lavevamo ampiamente prevista, ma mentiremmo spudoratamente. Per noi, fino a una settimana fa, la ragazza era ormai inseribile nella categoria degli has been, ex divi di primo piano. Per via dellanagrafe (il prossimo giugno gli anni sono 50). Per via delle ultime apparizioni televisive (giurata da Maria De Filippi, santo Dio) e cinematografiche (la sua apparizione in La grande bellezza si adeguava alla malinconia quasi funerea che accompagnava tutto il film). Poi, la comparsa nei palinsesti di Canale 5 di Baciamo le mani dove la Ferilli fronteggia ancora Virna Lisi, 12 anni dopo Le ali della vita (sai che goduria, gi quella fiction non era granch, e poi cosera lecito aspettarsi dalle due ragazze due lustri dopo?). E invece stato il boom. Alla faccia del sottoscritto che voleva stroncare la prima puntata e ha visto s e no la terza, occupato comera dietro lesordio di Hannibal la serie poliziesca pi adulta degli ultimi anni (parole dei colleghi americani). La prima puntata era stroncabile da quasi ogni punto di vista. L attacco sembrava la fotocopia di tanti sceneggiati mafiosi (mancava solo Gabriel Garko). E la Ferilli manteneva s la sua fama di bella donna, ma anche di burina senza rimedio. Per spiegare linsopprimibile accento romanesco, anco-

Just Dance arruola Fedez


Il gioco di ballo creato da Ubisoft e la star della musica italiana collaborano per il lancio del nuovo Just Dance, in uscita ad ottobre. Milioni di dancer potranno ora giocare e divertirsi sulle note della hit del momento di Fedez, Alfonso Signorini (Eroe Nazionale), presente tra le tracce di Just Dance 2014. Il videogioco di ballo piu famoso al mondo, che ha conquistato una platea di milioni di fan, con 41 milioni di pezzi venduti, incontra la star del rap italiano del momento che, con il suo ultimo album, sta scalando le classifiche italiane e spopolando sulle principali radio nazionali. Fedez si aggiunge alla lista dei nomi eccellenti e superstar internazionali gi protagonisti del mondo Just Dance.

A Cologno casting per i Velini


Sono cominciati ieri a Cologno Monzese i casting dei Velini per la nuova edizione di Striscia la Notizia che parte su Canale 5 il 23 settembre. Sono tutti rigorosamente belli e in mutande, tutti a chiedersi che razza di domande facciano, oltre ad altezza-larghezza-hobby a cui sono abituati. I ragazzoni del 2013 che sognano di sgambettare sulla scrivania pi famosa dItalia sono quasi tutti diplomati, o vanno alluniversit, e qualcuno lha pure finita. Mediaset ha lanciato il bando neanche una settimana fa e qui a Cologno si sono gi presentati in 400, e chiss quanti ne arriveranno prima che Antonio Ricci decida a chi dare la parte decorativa di una trasmissione che stavolta vede al comando due donne brillanti come Virginia Raffaele e Michelle Hunziker.

MILLE VOLTI
Nei riquadri Sabrina Ferilli in una scena della fiction Baciamo le mani, in onda su Canale 5 fino alla fine di settembre, e nella pubblicit dei divani. A lato lattrice romana, 50 anni da compiere il prossimo giugno [La Presse/web]

ra una volta gli sceneggiatori erano stati costretti a spiegare il matrimonio come avvenuto durante una vacanza capitolina del marito siciliano. E arriviamo al disastro ferroviario che consente a Sabrina e al figlioletto di cambiare identit e emigrare in Usa. Copiato spudoratmente dal plot di Ho sposato unombra di Cornell Woolrich uno dei testi sacri della narrativa poliziesca. A confronto, lintrigantissimo Hannibal dove il cannibale Lecter (grande Mad Mikkelsen) fa per il momento solo buone azioni, ma ogni atto lo fa sem-

brare minaccioso come una lama puntata. Pure, mamma Sabrina e mamma Virna hanno strabattuto il sofisticato criminale. Lennesima dimostrazione che ancor oggi dopo oltre mezzo secolo di fiction televisiva son sempre le mamme a trionfare. Anche se poi mamme come la Ferilli e la Lisi, nessuno nella vita si augurerebbe di averle. Sabrina, in Baciamo le mani una vera chioccia, possessiva e protettiva, se il piccolo Salvatore non viene su con un complesso di Edipo grosso cos quasi un

miracolo. La signora Agnese (Virna) poi un inquietante concentrato di due orride figure materne: la mammona italiana per la quale i i figli son bambini anche quarantenni e la mom americana dispotica e dispensatrice di nevrosi (se quella sbronzona della nuora la odia non ha tutti i torti). Pure, queste due calamitose figure sono destinate a occupare (senza rivali) le serate televisive fino a fine settembre (a questo punto i giochi son fatti: Mediaset ha vinto il primo round nella guerra stagionale delle fiction).

Ora il sottoscritto i successi ha imparato a rispettarli. E a cercarne di capirne i motivi. La trama non certo di prima mano, le protagoniste non parliamone, i colpi di scena non arrivano mai inattesi. Per questo assemblaggio dellusato funziona, eccome se funziona. Prendete il finale di gioved con quellincredibile prete killer che arriva dalla Sicilia per far fuori Sabrina e figlioletto. Abbiamo stretto, eccome abbiamo stretto, totalmente dimentichi dei massacri di Hannibal in comtemporanea su Italia Uno.

Alla Goggi 720mila euro, 600mila a De Sica

Belen a Novella 2000 Mi fate pena


Belen su Facebook dichiara guerra a Novella 2000. La rivista ha documentato linsofferenza della Rodriguez verso i paparazzi e lo stress accumulato in procinto del matrimonio, fai meno la diva, la conclusione. Ma Belen ha risposto per le rime sul suo profilo Facebook: Povera Novella 2000! Non vende pi una copia e per richiamare lattenzione deve denigrare i personaggi. Ho pensato di querelare ancora, ma col tempo ho capito che con un semplice messaggio la verit arriva pi in fretta. Cara Novella qui si parla di un argomento delicato, non una questione di stress come amate definirla voi, ma ben pi complicato.

La Rai resta Tale e Quale: fan discutere i compensi ai giudici


::: ANTONELLA LUPPOLI
QQQ Prima puntata ieri sera per Tale e Quale Show, il programma di Raiuno che questanno ha arruolato nomi di un certo calibro come Fabrizio Frizzi, Amadeus e Kaspar Capparoni. A condurlo sempre Carlo Conti. In giuria un trio eccezionale composto da Christian De Sica, Claudio Lippi e Loretta Goggi. I bene informati della rete, proprio in questi giorni, hanno fatto i conti in tasca ai tre giudici e al presentatore e Lippi, la sono venute fuori un po di sorprese. Goggi e De Infatti, le cifre non sono cos esigue Sica [Lacome i tempi di spending review riPresse] chiederebbero. Nello specifico, secondo il sito Tvblog, la Goggi avrebbe un stipendio di 60 mila euro a puntata - e le puntate previste sono 12 al momento - De Sica di 50 mila euro e infine Claudio Lippi solo 12,5 mila euro. Insomma, la regina della giuria solo per Tale e Quale Show porta a casa intorno ai 720 mila euro, lattore De Sica 600 mila e lex presentatore di Buona Domenica 150 mila euro. Ieri poi il giornalista di Excite.it Giuseppe Candela ha reso noto il compenso che i vertici di Viale Mazzini pagherebbero a Carlo Conti. Sono 40 mila euro a puntata, quindi 480 mila euro a cui si aggiunge poi lo stipendio de LEredit. Il presentatore Rai spera di replicare il successo dello scorso anno, ma gi ieri sera si scontrato con la fiction di Canale 5 Baciamo le mani, gi campione dascolti. Limpresa dunque si dice ardua, ma certamente anche lauta.

34

Sabato 14 settembre 2013

PALINSESTI

RAI UNO
8.00 8.25 9.00 9.05 10.05 10.10 11.05 TG1 - TG1 Dialogo Quark Atlante - Immagini dal pianeta TG1 Eco della Storia TG1 L.I.S. - Che tempo fa Linea verde Orizzonti Estate Prima tv Beata Provvidenza (Documentario, 2013) Regia di Alessandra Viola, Rosalba Vitellaro. La prova del cuoco Ospiti: Paolo Conticini ed Enzo Decaro. Condotto da Antonella Clerici TG1 Nuova edizione Easy Driver Prima puntata: si parte dalla Toscana Lineablu I grandi misteri del mare Che tempo fa TG1 A sua immagine Speciale Passaggio a Nord Ovest Reazione a catena TG1 Rai TG Sport Affari tuoi. Condotto da Flavio Insinna SuperCinema - Prima tv Rai Misure straordinarie (Drammatico, 2010) con Brendan Fraser, Harrison Ford, Keri Russell. Regia di Tom Vaughan. TG1 60 Secondi Nuova edizione Laltra - La Tv dautore di Renzo Arbore TG1 Notte - Che tempo fa Applausi Sabato Club A mezzanotte corre il terrore (Horror, 1942) con Bela Lugosi, John Archer. Regia di Wallace Fox.

RAI DUE
7.00 9.15 9.35 Cartoon Flakes Weekend Art attack Rai Parlamento Punto Europa Intervista al Ministro Carlo Trigilia Sulla via di Damasco Voyager Factory Meteo 2 Il nostro amico Charly Lite tra fratelli con Ralph Schicha La nostra amica Robbie Il microchip TG2 Rai Sport Dribbling Il big match tra Inter e Juventus Pechino Express Diario di viaggio Una mamma imperfetta con Lucia Mascino Prima tv Squadra Speciale Stoccarda Dimesso appena guarito Prima tv Squadra Speciale Lipsia Mezzogiorno di fuoco Nuova edizione Sereno variabile Puglia, alla scoperta dei Monti Dauni TG2 L.I.S. - Meteo 2 90 Minuto - Serie B Squadra Speciale Cobra 11 Per amore di Elli con Erdogan Atalay TG2 - 20.30 Prima tv Rai Castle Detective tra le righe Nuvoloso con possibili omicidi con Nathan Fillion Prima tv Elementary Dj Vu con Jonny Lee Miller TG2 Rai Player Rai Sport Sabato Sprint TG2 Dossier TG2 Storie - I racconti della settimana TG2 Mizar

RAI TRE
7.55 Una giornata particolare Michelangelo Pistoletto - Il Terzo Paradiso Fuori Geo Amanti senza amore (Drammatico, 1948) con Clara Calamai, Roldano Lupi. Regia di Gianni Franciolini. La bella mugnaia (Commedia, 1955) con Paolo Stoppa, Yvonne Sanson. Regia di Mario Camerini. TG3 - Meteo 3 TGR LItalia de Il Settimanale 2013 Kilimangiaro Album Kingdom TG Regione - Meteo TG3 TG3 Pixel Meteo 3 Caf express (Commedia, 1980) con Nino Manfredi, Adolfo Celi, Vittorio Caprioli. Regia di Nanni Loy. Rai Player Ruffian - Veloce come il vento (Drammatico, 2007) con Mark Adam, Lisa Arnold. Regia di Yves Simoneau. Prima tv I misteri di Murdoch Sfida fra inventori Meteo 3 TG3 TG Regione - Meteo Blob Prima tv Common Law Viaggio al Centro della Terra (Avventura, 2008) con Brendan Fraser, Josh Hutcherson, Anita Briem. Regia di Eric Brevig. TG3 - TG Regione Blob Nuova edizione Storie maledette Lho ucciso, sono innocente prima parte TG3

CANALE 5
6.00 7.55 8.00 9.10 9.50 10.00 11.00 13.00 13.40 16.00 Prima Pagina Traffico - Meteo.it TG5 Mattina SuperCinema Speciale The Chef scelgo e creo in cucina Melaverde Forum. Condotto da Barbara Palombelli TG5 - Meteo.it Squadra Antimafia 5 (Repl.) Motherhood - Il bello di essere mamma (Commedia, 2009) con Uma Thurman, Anthony Edwards, Minnie Driver. Regia di Katherine Dieckmann. TGCom - Navigare Informati (allinterno) Rosamunde Pilcher: Vento sul lago (Commedia, 2007) con Sophie Wepper, Martin Kluge, Irna Flury. Regia di Thomas Herrmann. TGCom - Meteo.it (allinterno) TG5 - Meteo.it Paperissima Sprint. Condotto da Giorgia Palmas, Vittorio Brumotti con il Gabibbo V stagione Italias got talent. Condotto da Simone Annicchiarico con Belen Rodriguez. In giuria: Maria De Filippi, Gerry Scotti, Rudy Zerbi Speciale TG5 SuperCinema TG5 Notte - Meteo.it Paperissima Sprint. Condotto da Giorgia Palmas, Vittorio Brumotti con il Gabibbo (Repl.) A Raisin in the Sun (Drammatico, 2008) con Sanaa Lathan, John Stamos, Sean Patrick Thomas. Regia di Kenny Leon.

ITALIA UNO
7.35 8.25 8.55 Tutto in famiglia A tutto ritmo A ciascuno... il suo ruolo! Motomondiale 2013 GP San Marino: Prove Moto3 (Diretta) Motomondiale 2013 GP San Marino: Prove MotoGP (Diretta) Motomondiale 2013 GP San Marino: Prove Classe Moto2 (Diretta) Mr. Bean Il problema di essere Mr. Bean con Rowan Atkinson Studio Aperto Meteo.it Motomondiale 2013 GP San Marino: Qualifiche Moto3 (Diretta) Motomondiale 2013 GP San Marino: Qualifiche MotoGP (Diretta) Motomondiale 2013 GP San Marino: Qualifiche Moto2 (Diretta) Smallville La profezia con Tom Welling Smallville Finale prima parte con Tom Welling Prima tv Life Bites con Luca Solesin Magazine Champions League Studio Aperto Meteo.it La vita secondo Jim Il ciccioversario Le avventure di Sammy (Animazione, 2010) Regia di Ben Stassen. Kung Fu Panda (Animazione, 2008) Regia di Mark Osborne, John Stevenson. Speciale Sport Mediaset Senza nome e senza regole (Azione, 1998) con Jackie Chan. Regia di Jackie Chan, Benny Chan. Sport Mediaset Studio Aperto La Giornata

RETE QUATTRO
6.30 6.50 7.40 9.30 TG4 Night News Mediashopping Caro maestro 2 Benvenuti a tavola Nord vs Sud La doppia vita con Giorgio Tirabassi Ricette allitaliana TG4 - Meteo.it La signora in giallo: Lultimo uomo libero (Giallo, 2001) con Angela Lansbury, Phylicia Rashad, Michael Jace. Regia di Antony Shaw. TGCom - Meteo.it (allinterno) TG4 - Meteo.it Lo sportello di Forum. Condotto da Barbara Palombelli Ieri e oggi in tv Speciale Perry Mason Campioni senza valore con Raymond Burr TGCom - Navigare Informati (allinterno) TG4 - Meteo.it Tierra de lobos Lamore e il coraggio con Alex Garca Tempesta damore Black Dawn Tempesta di fuoco (Azione, 2005) con Steven Seagal, Tamara Davies, Mike Baldridge. Regia di Alexander Gruszynski. TGCom - Meteo.it (allinterno) Codice: Swordfish (Azione, 2001) con John Travolta, Hugh Jackman, Halle Berry. Regia di Dominic Sena. TG4 Night News Ieri e oggi in tv Special Mediashopping Romanzo popolare (Commedia, 1974) con Ugo Tognazzi, Michele Placido. Regia di Mario Monicelli.

LA 7
6.00 TGLa7 - Meteo - Oroscopo - Traffico - Informazione Movie flash Omnibus - Rassegna Stampa TG La7 Omnibus meteo Omnibus. Condotto da Andrea Pancani, Alessandra Sardoni Coffee Break. Condotto da Tiziana Panella Otto e mezzo. Condotto da Lilli Gruber (Replica) Jane Doe - Doppio inganno (Giallo, 2005) con Lea Thompson, Joe Penny, William R. Moses. Regia di James A. Contner. TG La7 TG La7 Cronache. Condotto da Bianca Caterina Bizzarri Lispettore Barnaby Istinto animale con John Nettles The District La notte dellaquila Una verit scomoda con Jonathan LaPaglia La libreria del mistero Premonizioni (Giallo, 2005) con Kellie Martin, Clarence Williams III, Nina Siemaszko. Regia di Kellie Martin. TG La7 Otto e mezzo Sabato. Condotto da Lilli Gruber La Duchessa (Drammatico, 2008) con Keira Knightley, Ralph Fiennes, Charlotte Rampling. Regia di Saul Dibb. Lincarico (Thriller, 1997) con Donald Sutherland, Aidan Quinn, Ben Kingsley. Regia di Christian Duguay. TG La7 Sport

8.55 9.15

6.55 7.00 7.30 7.50 7.55

10.05 10.35 11.20 11.25

9.55

10.55

10.30 11.30 12.00

10.30

9.45

12.05 13.00 13.25

11.45

12.00

11.20

12.00 12.25 13.00 13.10 14.00 14.20 14.45 14.50 14.55

12.00 12.30

14.00 15.00

14.00 14.45

12.00

13.30 14.00

13.30

18.00

15.30 16.45

14.35

15.35

15.05

13.30 14.00

16.30 16.40 17.40 18.50 20.00 20.30 20.35 21.30

16.25

15.55 16.46

14.40

17.00

16.30 16.40

18.55 19.35

20.00 20.40

16.30

17.40 17.55 18.30 19.00 19.30

18.00 18.05 19.35

20.30 21.30

18.15

18.10

21.10

20.30 21.05

18.55 19.00 19.30 20.00 20.25 21.05

20.00 20.30

23.25

21.55

0.15 1.10 1.40 2.10

21.10

23.25

21.10

23.00 0.15

0.25 0.40 1.55

22.40 22.50 22.55 23.45 0.30 1.10

22.40 23.05 23.30

2.50

1.25 1.50 3.35 3.50

23.30

2.15 2.40

0.40

1.45

CANALI FREE DIGITALI


Rai 4
16.00 One Tree Hill Ciao Dan 16.45 Streghe Oh mie dee!! - prima parte 17.30 Rai News - Giorno 17.35 Veronica Mars Dietro le sbarre con Kristen Bell 18.20 Farscape Siamo proprio fottuti Terza parte: La bomba 19.10 Rai Player. Condotto da Francesca Lancini 19.15 Doctor Who Speciale quarta stagione: The Waters of Mars 20.25 Cera una volta Che cosa successo a Frederick? 21.15 Strike Back Episodio 3 con Richard Armitage 22.00 Strike Back Episodio 4 con Richard Armitage 22.50 The Manchurian Candidate (Thriller, 2004) con Denzel Washington, Meryl Streep, Liev Schreiber. Regia di Jonathan Demme.

Rai 5
17.50 Planet Ocean (Documentario, 2012) Regia di Yann Arthus-Bertrand, Michael Pitiot. 18.40 James May - Linvoluzione della specie 19.30 Food markets - Profumi e sapori a km zero 20.25 Rai Player. Condotto da Francesca Lancini 20.35 Roma. La storia dellarte 21.15 Omaggio a Gilberto Govi Colpi di timone 23.30 David Letterman Show

19.20 Rai Player 19.25 Fantozzi contro tutti (Comico, 1980) con Paolo Villaggio, Milena Vukotic. Regia di Neri Parenti, Paolo Villaggio. 21.15 Il generale Della Rovere (Drammatico, 1959) con Vittorio De Sica, Sandra Milo. Regia di Roberto Rossellini. 23.50 Vivere da vigliacchi, morire da eroi (Western, 1967) con Rod Taylor, Ernest Borgnine. Regia di Gordon Douglas.

22.50 La soldatessa alla visita militare (Commedia, 1977) con Edwige Fenech. Regia di Nando Cicero.

22.50 Highlights Anticipi

CLASS TV
Class TV
(Canale 27 del digitale terrestre) 15.00 The Guys (Drammatico, 2002) con Sigourney Weaver, Anthony LaPaglia, Irene Walsh, Jim Simpson, Charlotte Simpson Daughter. Regia di Jim Simpson. 16.30 TV Moda 18.40 Law & Order 21.00 Dead Man Talking 21.05 Criminal Mindscape 23.40 My Tech lab 20.45 CSI4* a Coruna 2013 Il Trofeo NH Hoteles 23.25 CSI4* a Coruna 2013 Il Trofeo Telefonica (Canale 180 di Sky)

MTV
16.20 Teen Mom 2 18.10 Teenager in crisi di peso 19.10 FriendZone: Amici o Fidanzati? 19.40 Scemo pi scemo Inizi cos... (Commedia, 2003) con Derek Richardson, Eric Christian Olsen. Regia di Troy Miller. 21.10 Snooki and Jwoww 22.00 Geordie Shore. Con Charlotte, Gaz 23.00 Turistas (Horror, 2006) con Josh Duhamel, Melissa George, Olivia Wilde. Regia di John Stockwell. 0.40 Skins con Joseph Dempsie

La5
15.50 Le ragazze della Casa Bianca (Commedia, 1999) con Kirsten Dunst. Regia di Andrew Fleming. 17.35 Beautiful Lies (Commedia, 2010) con Audrey Tautou, Nathalie Baye. Regia di Pierre Salvadori. 19.30 Extreme Makeover Home Edition 21.10 Matrimonio tra amici (Sentimentale, 2009) con Desmond Harrington. Regia di Jeff Stephenson. 23.10 Make me perfect

Class Moda
14.30 Milano Models Il docu-reality sul mondo della moda 16.00 Models New York 17.00 Ladies 18.00 Fashion Dream 18.15 Full Fashion Designer 21.00 Breakout 22.00 Full Fashion Designer 23.30 Fashion Dream

Iris
16.20 La mia Africa (Drammatico, 1985) con Robert Redford, Klaus Maria Brandauer, Meryl Streep. Regia di Sydney Pollack. 19.10 Action Jackson (Poliziesco, 1988) con Carl Weathers, Sharon Stone. Regia di Craig R. Baxley. 21.05 Pap dice Messa (Comico, 1996) con Renato Pozzetto, Teo Teocoli, Marta Forghieri. Regia di Renato Pozzetto.

Class Cnbc
14.20 15.30 16.00 20.00 22.40

(Canale 507 di Sky) Design&Living Sapori&Profumi Ride&Drive My Tech Art TV

Rai Storia
18.00 Res Gestae Fatti 18.30 Res Tore 19.30 Rai Educational Art News 20.00 Res Tore 21.00 Res Gestae Fatti 21.30 Res Tore 22.30 Italia in 4D

Class Life

(Cubo Vision, Web Tv, IP tv) Design&Living Il gusto del Made in Italy Top Lot Le aste in diretta Ride&Drive Le novit per un viaggio straordinario My Tech La tecnologia utile Tempo di Lusso Vivere e conoscere ci che fa la differenza Sapori&Profumi Ecco le eccellenze culinarie Art TV - Il mondo dellarte Class Life 7 Il meglio del lifestyleVenezia

Cielo
17.15 Mi ha lasciato... cambio vita! 18.30 Il boss del fai da te 20.15 Flipping Boston Seconda stagione, seconda puntata 21.10 Dimmi che non vero (Commedia, 2001) con Heather Graham. Regia di James B. Rogers.

Canale Italia
14.00 Shopping in TV Meteo (allinterno) 20.00 Cera una volta. Condotto da Chicco Fabbri 20.30 TG Canale Italia 20.55 Meteo 21.00 Cantando e Ballando 23.30 Cantando e Ballando - Story 0.00 Notte Canale Italia

Class Horse
(Canale 221 di Sky) 17.30 Master Class: Salto Ostacoli 17.45 Master Class: Reining 20.00 Sardegna Endurance Lifestyle 2013 Da Arborea, in Sardegna

Rai Movie
17.35 Ca$h (Commedia, 2008) con Jean Dujardin. Regia di ric Besnard.

PALINSESTI

Sabato 14 settembre 2013

35

SATELLITI
I FILM
15.45 Gli occhi del dragone Con Cung Le SCM 15.45 Die Hard 2 - 58 Minuti per Morire Con Bruce Willis SCH 15.50 Un giorno questo dolore ti sar utile Con Lucy Liu SCU 15.50 Harry Potter e la camera dei segreti Con Daniel Radcliffe SC1 16.05 In & Out Con Kevin Kline SCC 16.20 Ice Princess - Un sogno sul ghiaccio Con Joan Cusack SCF 17.00 In her shoes - Se fossi lei Con Cameron Diaz SCP 17.20 Top Gun Con Tom Cruise SCM 17.35 Hesher stato qui! Con Joseph Gordon-Levitt SCU 17.40 Vacanze di Natale 95 Con Massimo Boldi SCC 17.55 Ma come fa a far tutto? Con Sarah Jessica Parker SCH 18.00 Faccia a faccia Con Bruce Willis SCF 18.40 Harry Potter e il prigioniero di Azkaban Con Daniel Radcliffe SC1 19.10 I Fantastici 4 Con Ioan Gruffudd SCM 19.15 Lezioni di cioccolato 2 Con Luca Argentero SCP 19.20 Caramel Con Nadine Labaki SCU 19.25 Una bugia di troppo Con Eddie Murphy SCC 19.25 Teen Beach Movie Con Ross Lynch DY 19.30 Secret Window Con Johnny Depp SCH 19.40 Mucche alla riscossa Con Voci: Roseanne (Maggie) SCF 21.00 Margin Call Con Kevin Spacey SCU 21.00 Immaturi - Il viaggio Con Raoul Bova SCC 21.00 Koda fratello orso SCF 21.00 La Notte che non cincontrammo Con Kevin Anderson SCP 21.00 The Double Con Richard Gere SCM 21.10 Harry Potter e il calice di fuoco Con Daniel Radcliffe SC1 21.10 Millennium - Uomini che odiano le donne Con Daniel Craig SCH 22.30 Alvin Superstar 3 Si salvi chi pu! Con Jason Lee SCF 22.45 La seconda moglie Con Stefano Abbati SCP 22.45 Lake Placid 4 Capitolo finale Con Elisabeth Rhm SCM 22.50 Animal Kingdom Con James Frecheville SCU 23.00 A spasso nel tempo Con Christian De Sica SCC 23.45 Sparkle Con Jordin Sparks SC1 23.50 I soliti idioti Con Francesco Mandelli SCH 0.00 Hercules Il cane di Babbo Natale Con Hercules Rossi SCF 0.20 Sacrifice Con Cuba Gooding Jr. SCM 0.40 Stregati Con Francesco Nuti SCC 0.40 City Island Con Andy Garcia SCP

LO SPORT
9.25 Rugby, The Rugby Championship 2013 4a giornata All Blacks Sudafrica (Diretta) SP2 Da Praga (Repubblica Ceca) Canoa, Mondiali Slalom 2013 (Diretta) ES Rally, European Rally Championship 2013 Rally di Polonia: 1a tappa (Diretta) ES Rugby, The Rugby Championship 2013 3a giornata Australia - Argentina (Diretta) SP3 Da Praga (Repubblica Ceca) Canoa, Mondiali Slalom 2013 (Diretta) ES Golf, PGA European Tour 2013 Da Zandvoort (Olanda) KLM Open: 3a giornata (Diretta) SP2 Rubrica sportiva History Remix Inter vs Juventus SP1 Automobilismo, World Series by Renault 2013 Sliven (Bulgaria): Gara 1 (Diretta) ES Rubrica sportiva Serie B prepartita (Diretta) SP1 Rugby, Top 14 2013/2014 6a giornata Castres Olympique Tolone (Diretta) SP3 Calcio, Serie B 2013/2014 4a giornata Varese - Pescara (Diretta) SP1 Ciclismo, Vuelta 2013 20a tappa: Aviles - Alto de LAngliru, km 144,1 (Diretta) ES Pallavolo femminile, Campionato Europeo 2013 Finale 3/4 posto (Diretta) RS1 Rubrica sportiva Sky Calcio Show Prima parte (Diretta) SP1 Calcio, Serie A 2013/2014 Anticipo 3a giornata Inter - Juventus (Diretta) SP1 Rally, European Rally Championship 2013 Rally di Polonia: 1a tappa (Diretta) ES Motocross, Speedway Campionato Europeo 2013 Gorica (Croazia) (Diretta) ES Pallavolo femminile, Campionato Europeo 2013 Finale (Diretta) RS1 Rubrica sportiva Sky Calcio Show Seconda parte (Diretta) SP1 Motocross, Speedway Grand Prix 2013 Slovenia (Replica) SP2 Calcio, Serie A 2013/2014 Anticipo 3a giornata SP3 Inter - Juventus (Replica) Calcio, Serie A 2013/2014 Anticipo 3a giornata Napoli - Atalanta (Diretta) SP1 Golf, US PGA Tour 2013 Da Lake Forest (Stati Uniti) BMW Championship: 3a giornata (Diretta) SP2 Rugby, The Rugby Championship 2013 4a giornata All Blacks Sudafrica (Replica) SP3 Equitazione, Global Champions Tour 2013 Losanna (Svizzera) (Differita) ES Rubrica sportiva Sky Calcio SP1 Show Terza parte (Diretta) Calcio, Serie A 2013/2014 Anticipo 3a giornata Inter - Juventus (Replica) SP3 Rubrica sportiva Horse Racing Time ES Calcio, Brasilerao 2013 RS1 Ciclismo, Vuelta 2013 20a tappa: Aviles - Alto de LAngliru, km 144,1 (Replica) ES Rubrica sportiva Terzo Tempo, in onda con noi SP1 Golf, PGA European Tour 2013 Da Zandvoort (Olanda) KLM Open: 3a giornata (Replica) SP2
Canale disponibile anche in alta definizione

TELEFILM
20.05 Una mamma per amica Poteva essere tutto diverso FL 20.25 Ai confini della realt Al Denton nel giorno del giudizio FR 20.40 Austin & Ally Palude party DY 21.00 La signora in giallo Chi ha ucciso Sherlock Holmes? seconda parte FR 21.00 Anthology Criminal Minds Guardami! FC 21.00 Castle - Detective tra le righe Di nuovo amici FL 21.00 Touch Oltre il confine F 21.05 I maghi di Waverly Alex rivela il segreto Alex si ritira DY 21.50 Anthology Criminal Minds Doppia immagine FC 21.50 Castle - Detective tra le righe Paladini della giustizia FL 21.50 Touch La tempesta perfetta F 22.00 Life Bites Tavolino DY 22.00 Nero Wolfe Death on the Doorstep FR 22.10 Life Bites Lontananza DY 22.25 The Sleepover Club Amiche DY 22.40 ICarly NCK 22.45 Anthology Criminal Minds Luomo nel mirino FC 22.45 Hot in Cleveland Asta con sorpresa FL 22.45 True Blood Salvala F 22.50 The Sleepover Club Biglietti per due DY 22.55 Serpico Every Man Must Pay His Dues FR 23.05 Victorious La grande occasione di Beck NCK 23.15 In Tour www Fan DY 23.30 e-Band DY 23.30 Big Time Rush NCK 23.35 Dexter Una splendida giornata FC 23.35 Due uomini e mezzo La paura fa novanta! F 23.55 Starsky & Hutch Radio Taxi FR

SHOW E DOCUMENTARI
18.50 Affari al buio Il nuovo arrivato THC 19.00 Mega: Strutture Il Burj Khalifa NGC 19.05 Affare fatto! Cera una volta D 19.15 La storia maledetta I processi alle streghe di Salem THC 19.30 Hells Kitchen Undicesima stagione, 5a puntata SKU 19.35 Affare fatto! Il fumetto D 19.55 Mega: Strutture Khan Shatyr. Una tenda da record NGC 20.00 Affare fatto! Sta piovendo D 20.10 Affari di famiglia Auguri Chumlee! THC 20.20 Hells Kitchen Undicesima stagione, 6a puntata SKU 20.30 Affare fatto! Fine profonda D 20.35 Affari di famiglia Sorpresa per Chumlee THC 20.55 Prima tv 125 anni di esplorazione Antartica. Sfida al Polo Sud NGC 21.00 Affari a quattro ruote Ford Escort MK1 D 21.00 Da Garibaldi a Berlusconi THC 21.10 Americas Next Top Model Edizione All Stars: Andr Leon Talley SKU 21.50 Wild America Deserti: sopravvivere allestremo NGC 22.00 Affari a quattro ruote World Tour Gran Bretagna D 22.00 Americas Next Top Model Edizione All Stars: Portamento, fotogenia, personalit SKU 22.45 Best Ink Seconda stagione, episodio 3 SKU 22.55 Top Gear USA Piccole auto D 23.00 Storia dellUniverso Tecnologie aliene THC 23.15 Americas Next Drag Queen Sfilata di zucchero FL 23.40 Il miracolo delle Torri Gemelle Gli eroi di Ground NGC Zero

RAGAZZI
15.20 15.30 15.45 16.00 16.05 16.30 16.35 16.55 17.00 17.20 17.25 17.25 17.50 18.15 18.20 18.40 19.05 19.30 19.50 20.00 20.05 20.15 20.30 20.30 20.40 20.55 21.20 21.30 21.45 22.15 22.20 22.40 23.00 23.25 Wakfu CN I pinguini di Madagascar NCK Adventure Time CN Due fantagenitori NCK The Cleveland Show Caccia al tacchino F Bobs Burgers Avventura in alto mare F Leone il cane fifone CN I Simpson Accordi di bifolchi F Le tenebrose avventure di Billy & Mandy CN Spongebob NCK I Griffin Drizza le orecchie F Scooby Doo Mystery Inc. CN Kung Fu Panda Mitiche avventure NCK Transformers Prime 3: Beast Hunters CN Rocket Monkeys NCK Ben 10: Omniverse Seconda stagione CN DreamWorks Dragons: I Cavalieri di Berk CN Spongebob NCK Adventure Time CN I Simpson La paura fa novanta XII F Spongebob NCK Lo straordinario mondo di CN Gumball I Simpson Genitori sotto accusa F Kung Fu Panda Mitiche avventure NCK Adventure Time CN Teenage Mutant Ninja Turtles NCK Spongebob NCK CN Regular Show Spongebob NCK Due fantagenitori NCK Wakfu CN Gormiti Nature Unleashed CN Hero 108 CN Virus Attack CN

9.45

11.30

11.55

12.30

13.00

13.30 14.00

14.00 14.50

14.50

16.00

16.55

17.00 17.55

18.00

19.00

19.45 20.00 20.00 20.00

CANALI PREMIUM DIGITALE TERRESTRE


Joi
16.20 Dr. House - Medical Division Tredici porta fortuna Joy con Hugh Laurie 17.55 Friends La casa ideale con Jennifer Aniston 18.20 Big Bang Theory La disintegrazione di Rothman con Johnny Galecki 18.45 Affari di pancia 19.10 Better with you Meglio con le bugie con Joanna Garcia 19.35 Dr. House - Medical Division Il prurito Emancipazione con Hugh Laurie 21.15 Due uomini e mezzo Esmeralda governante tuttofare Las Vegas ciuca ciuca! 22.10 Mike & Molly 23.00 Joi Best 23.10 Suburgatory

Action
17.45 Fringe Mezzanotte con Anna Torv 18.40 Fringe La strada non presa con Anna Torv 19.35 Do No Harm La luce del mattino con Steven Pasquale 20.25 Do No Harm La trappola con Steven Pasquale 21.15 Primo episodio I stagione - Prima tv Chicago Fire Grazie, mon amour con Jesse Spencer 22.10 Revolution Kashmir con Tracy Spiridakos 23.00 Fringe Mezzanotte con Anna Torv 23.55 Fringe La strada non presa con Anna Torv 0.50 Rescue Special Operations Guerre del territorio con Daniel Amalm

Mya
15.15 Brothers and Sisters - Segreti di famiglia Padre ignoto Nel bene e nel male con Sally Field 16.55 Brothers and Sisters - Segreti di famiglia Oggi sposi con Sally Field 17.45 Nip/Tuck Bobbi Broderick con Dylan Walsh 18.40 Nip/Tuck Naomi Gaines con Dylan Walsh 19.35 Desperate Housewives Verit nascoste Contrattazioni Maschere Il cerchio si stringe con Teri Hatcher 22.55 E.R. - Medici in prima linea Pigiama party Aspettando il Natale con Noah Wyle 0.35 Mya Mag 0.45 Smash La star del cinema con Christian Borle

20.45

21.00

21.45

22.00

22.45 22.45

Premium Cinema
14.15 Quei bravi ragazzi (Poliziesco, 1990) con Robert De Niro. Regia di Martin Scorsese. 16.35 Zoom 16.45 Pride and Glory - Il prezzo dellonore (Poliziesco, 2008) con Edward Norton, Colin Farrell, Jon Voight. Regia di Gavin OConnor. 19.00 Gli spietati (Western, 1992) con Gene Hackman, Morgan Freeman, Clint Eastwood. Regia di Clint Eastwood. 21.15 Dark Shadows (Fantastico, 2012) con Johnny Depp, Michelle Pfeiffer. Regia di Tim Burton. 23.15 Botched - Paura e delirio a Mosca (Thriller, 2007) con Alan Smyth, Stephen Dorff, Norma Sheahan. Regia di Kit Ryan.

Studio Universal
15.40 Hollywoods best film directors 16.10 Superman (Fantastico, 1978) con Christopher Reeve, Gene Hackman, Ned Beatty. Regia di Richard Donner. 18.35 Close Up Angelina Jolie 19.05 Interceptor (Avventura, 1979) con Mel Gibson, Joanne Samuel, Roger Ward. Regia di George Miller (II), George Miller. 20.45 Who do You think You are? 21.15 FBI: Protezione testimoni 2 (Commedia, 2004) con Bruce Willis, Matthew Perry, Amanda Peet. Regia di Howard Deutch. 23.00 Universal Soldier: Regeneration (Azione, 2009) con Dolph Lundgren, Jean-Claude Van Damme, Andrei Arlovski. Regia di John Hyams.

Premium Calcio
14.00 Sport Mediaset 14.30 Serie B Live 15.00 Calcio, Diretta Premium Serie B 4a giornata 17.00 Serie A Live 18.00 Calcio, Serie A 2013/2014 Dallo stadio Giuseppe Meazza di Milano Anticipo 3a giornata Inter - Juventus (Diretta) 19.55 Serie A Live 21.45 Calcio, Diretta Premium Serie A 3a giornata 22.40 Serie A Live 0.00 Sport Mediaset 0.25 Calcio, Serie A 2013/2014 Dallo stadio Giuseppe Meazza di Milano Anticipo 3a giornata Inter - Juventus (Replica)

23.15 23.15 23.30

0.00 0.00

LEGENDA
CN Cartoon Network D Discovery Chan. HD DY Disney Channel ES Eurosport HD F - FR Fox HD - Fox Retro FC Fox Crime HD FL Fox Life HD NCK NGC RS1 SC1 SCC SCF SCH Nickelodeon National Geo.HD Raisport 1 HD Cinema 1 HD Cinema Comedy HD Cinema Family HD Cinema Hits HD

HD

SCM Cinema Max HD SCP Cinema Passion HD SCU Cinema Cult HD SF1 Sky Formula 1 HD SP1-2-3 Sky Sport 1-2-3 HD SKU Sky Uno HD THC The History Channel HD

Domani lesordio di Bale con il Real Madrid


Esordir domani sera (ore 22) contro il Villareal, in trasferta (Sky canale 205, Mediaset Premium canale 382), il nuovo acquisto del Real Madrid Gareth Bale, il giocatore pi costoso della storia: il club spagnolo lha prelevato dal Tottenham per la cifra record di 100 milioni di euro.

Sabatini: Osvaldo giocatore senza quiete


Osvaldo un giocatore straordinario che non ha mai trovato la sua quiete con se stesso e lambiente. Ha fatto cose, non abbastanza gravi, ma visibili e si messo dentro un tunnel. Cos il ds della Roma, Walter Sabatini, sulla cessione di Daniel Pablo Osvaldo al Southampton.

Snai, Italia campione del mondo a 13


Snai ha aperto le scommesse dedicate al piazzamento dellItalia nella Coppa del Mondo 2014. La vittoria nella finale di Rio de Janeiro quotata 13, mentre si scende a 6 per la qualificazione alla finale. Pi probabile la conquista della semifinale, quotata solo 3.

:::

Il pallone di Luciano

Lultima volta del presidente tradito dalla passione


::: LUCIANO MOGGI
QQQ Siamoappena allaterza di campionato, ma gi si entra nel vivo. Si potranno intravedere le forze di alcune squadre, nuove per concezione dei nuovi allenatori: il Napoli di Benitez, la Roma di Garcia, lInter di Mazzarri, poi la Fiorentina di Montella - questultima per il rinnovamento intelligente nei ruoli deficitari lo scorso campionato, davanti soprattutto -, e il Milan di Allegri, per aver rinforzato lattacco, lasciando per invariata la difesa che nel passato ha lasciato molto a desiderare. Queste le squadre in esame per stabilire chi potr contendere il titolo alla Juve, ancora grande favorita. Il tutto dopo una settimana di nazionali in cui i giocatori non hanno avuto possibilit di allenarsi: e molti (i sudamericani) costretti anche a trasvolate oceaniche e al cambio di fuso. sempre stato innamorato della sua Inter, ma come tutti gli innamorati rimaneva spesso deluso e allora cambiava, cambiava, fino a quando non si imbattuto in un mister, Mourinho, che i media hanno preso subito di mira perch dava titolo mettendo ovviamente da parte il patron e le sue uscite televisive sul portone della Saras in Galleria. Ed stato questo il periodo pi fortunato, foriero di successi. Memorabili le sue gaffe, memorabile il gesto dellombrello in tribuna donore. Quando si spegneranno i riflettori, rimarr il gentiluomo Moratti, un tifoso interista che andr allo stadio e sar uno come tanti, magari non nellanonimato, ma quasi: la legge spietata di questo sport che varr anche per lui, che ha dato tutto per far grande la squadra, non badando a passare sopra a chiunque si frapponesse sulla sua strada, a mezzo di compagni di viaggio che un gentiluomo dovrebbe evitare, che spesso lhanno anche indotto in errore soprattutto nel giudicare alcune persone.

221
Gli incontri ufficiali tra Inter e Juventus

416.750.000
euro in campo: lInter vale 194 mln, la Juve 222.750.000

1400
euro richiesti per un posto in tribuna donore

TUTTO ESAURITO A SAN SIRO (ORE 18)

Gi il sipario
Si apre il sipario proprio su Inter-Juve, che il grande Brera defin derby dItalia. Contemporaneamente sta quasi per abbassarsi il sipario su di un personaggio caro a tutti i tifosi interisti, che per lungo tempo ha fatto le fortune e le sfortune del club, il presidente Massimo Moratti: un personaggio pittoresco, sempre apparentemente con modi gentili, in un ambiente dove non si guarda troppo per il sottile, ma con tanta forza alle spalle, vedi Telecom, Guido Rossi etc, tanto da andare avanti a spallate, per di pi portate avanti dai suoi collaboratori, pi che da lui stesso. Sicuramente mancher al calcio italiano la sua signorilit, ma rester sempre scolpita nella mente dei tifosi nerazzurri la sua figura di ultras che ha speso una fortuna per dare lustro alla squadra. Mancher, e tantissimo, anche agli avversari di sempre, poich la sua gestione sportiva, salvo una breve parentesi grazie a Calciopoli, stata quasi sempre deficitaria, al punto da diventare una garanzia costante per i competitor: lo dimostrano i 33 punti di distacco dalla Juve nel passato campionato. Finito, infatti, lalone di Calciopoli, il rientro nellanonimato stato immediato, frutto ovviamente di scelte spesso sbagliate. Sotto la sua gestione sono passati centinaia di giocatori tra cui Sukur e West, che non erano tra i peggiori, e anche decine di allenatori.

::: MATTEO SPAZIANTE


MILANO

Test probanti
Passando alla partita e conoscendo Mazzarri, si vedr unInter indomita, agonisticamente preparata ad affrontare la Juve, consapevole di essere inferiore per numero mezzi: unInter quasi provinciale, che aspetter i bianconeri per poterli trafiggere in contropiede. Sar uno scontro di forze pi che un incontro, un pareggio potrebbe essere il risultato pi probabile. Il Napoli ha cambiato pelle e con lavvento di Higuain, Callejon e Albiol gioca da squadra, a differenza di quando aveva Cavani. Il Pipita non segner altrettanti gol ma ha un potenziale di 15 reti e li far segnare agli altri. Lavversario di oggi, lAtalanta, sar un test importante per i napoletani, ovviamente favoriti. Il Milan far visita al Toro con i nuovi innesti Matri e Kak, mentre la difesa passer al collaudo di Immobile e Cerci. Rossoneri favoriti. Stesso discorso per la Fiorentina (in casa col Cagliari) in una gara che dovrebbe vederla vittoriosa per il tasso di classe superiore. La Roma se la vedr con il Parma: la mano di Garcia si gi vista, pi squadra meno individualit, e luned potrebbe anche vincere.

QQQ Prima nemici, ieri alleati, oggi rivali e domani chiss. I protagonisti di questo balletto non possono essere altro che Massimo Moratti e Andrea Agnelli, presidenti di Inter e Juve, che oggi si sfideranno sul campo in quello che potrebbe essere la loro ultima partita da avversari in prima linea. La storia di Moratti e della societ nerazzurra, infatti, potrebbe cambiare entro breve. La trattativa con Thohir vicina alla conclusione, siamo entrati nella fase finale che nel giro di qualche settimana dovrebbe portare alle firme e alla ratifica dellaccordo. Con molta probabilit quindi (visto che linserimento del gruppo di cinesi di cui si vociferato ieri non stato confermato) quello di oggi sar il 44 e ultimo Derby dItalia per il patron nerazzurro, che contro la Juve non ha mai avuto vita facile. Il bilancio delle 43 partite gi disputate dal febbraio 1995, quando Moratti acquist lInter, parla infatti di un netto dominio bianconero: 17 le vittorie della squadra torinese, contro le 11 nerazzurre e i 15 pareggi. Nonostante una situazione negativa, sono tanti i successi che il presidente difficilmente dimenticher: dal netto 3-0 a Torino nel 1996/97 fino al 3-1 dello Juventus Stadium nella scorsa stagione, passando per la Supercoppa del 2005 vinta sempre in trasferta per 1-0 e per la vittoria 2-0 a San Siro nellan-

La Serie A sinfiamma con Inter-Juve, 221 Derby Con Agnelli per mai cos tanta intesa contro il
no del triplete. Certo non sono mancate le partite pessime, su tutte quella del rigore negato a Ronaldo al Delle Alpi nellaprile 1998, che si concluse sull1-0 per la Juve con il contorno delle polemiche che si trascina fino ad oggi. Il rapporto con i bianconeri non era certo dei migliori e la stagione 1997/1998 non fece che peggiorare le cose. Scontri che sfociarono poi in Calciopoli, con Mazzarri, 51 anni, al primo anno di Inter [LaP] lInter che in qualche modo usc pulita al contrario della societ torinese. La successiva risalita in A e larrivo al vertice della Juve di Andrea Agnelli non ha fatto altro che aumentare il conflitto e la rivalit, soprattutto a partire dalle richieste di revoca e restituzione degli scudetti. I battibecchi non sono mancati, dal botta e risposta sulla multietnicit dellInter (meglio essere multietnici che comprare le partite, le parole di Moratti) fino al Giovin signore, la formula con cui il presidente nerazzurro defin Agnelli dopo lennesima polemica. Nonostante questo, per, i due si sono ritrovati spalla a spalla nella lotta per i diritti tv, firmando insieme a Fiorentina, Roma, Sampdoria, Sassuolo e Verona una lettera per chiedere approfondimenti e riflessioni prima di prendere qualsiasi decisione sul nuovo ciclo di vendi-

Ceravamo

Il mister dei nerazzurri

Sento la pressione dei nostri tifosi A me piace, mi d una gran carica


::: MILANO
Lei da poco qui, ma ha gi percepito la rivalit che c tra Inter e Juventus? Ogni giorno i tifosi trasmettono questo sentimento, si percepisce. Ma queste cose fan bene allo sport, danno carica, e a me personalmente piace quando c pressione. Conte ha detto che i tre punti valgono pi per lInter, daccordo? I tre punti non so per chi valgono di pi. Io lavoro soprattutto sulla prestazione, una squadra come la nostra deve prima pensare a fare una prestazione di livello. A volte gli episodi fanno la differenza. Sono i bianconeri i favoriti del campionato? Non c bisogno che lo dica io, ma il calcio bello perch a volte non vince la pi accreditata e questo mi d ancora pi carica. Avete previsto meccanismi per limitare Pirlo Avremo dei meccanismi tesi a limitarlo. Quali sono le condizioni di Milito? Ho parlato col ragazzo, sappiamo tutto io e lui. Lo convoco, ma la forma non ancora quella migliore.

SPORT

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

37

LANTERNA DI FUOCO Samp-Genoa: guerra Rambo spia Delio Rossi


A due giorni dal derby, il preparatore dei portieri del Grifone beccato in mimetica a Bogliasco. Preziosi lo sospende

tanto odiati
dItalia. Moratti alladdio dopo 18 anni di veleni Palazzo. E tra Mazzarri e Conte inedito fairplay
mento non di poco conto (in ballo ci sono oltre 1000 milioni di euro da spartirsi) in cui Inter e Juve lottano insieme. Come insieme Moratti e Agnelli sono gli ultimi discendenti delle grandi famiglie ai vertici del nostro calcio. Da una parte sono arrivati, nei 31 anni di presidenza tra Angelo e Massimo, 23 trofei su 39 complessivamente conquistati dalla societ nerazzurra; dallaltra, gli Agnelli ta. Una lotta intestina alla Serie A, con queste sette sorelle che spingono per una rivoluzione per il triennio 2015/2018, con lobiettivo di migliorare la vendita dei diritti televisivi su scala nazionale e internazionale, allontanando gli odierni advisors Infront e MpSilva perch, a detta loro, nuovi advisor sarebbero in grado di vendere il prodotto Serie A in maniera pi adeguata e redditizia. Insomma, un argosono al timone del club bianconero da 90 anni, e hanno preso in mano la squadra quando il palmars contava solamente uno scudetto. Oggi potrebbe essere lultima sfida in campo tra le due pi importanti famiglie del calcio italiano: forse meglio non pensarci. Antonio Conte, 44 anni, due scudetti da tecnico Juve [LaP]

Luca De Pr, uomo del Genoa beccato a spiare la Samp, che ha messo la foto sul proprio sito [web]

::: TOMMASO LORENZINI


QQQ Altro che Ljajic, se Delio Rossi avesse beccato il Rambo che spiava le prove tattiche della sua Samp, a due giorni dal derby, sarebbe diventato lui, lincubo peggiore del Berretto Verde. O meglio, del berrettino rossoblu, perch Luca De Pr, luomo sorpreso in mimetica e scarponi seduto fra le piante che sovrastano il campo superiore del centro sportivo Mugnaini, fa il preparatore dei portieri del Genoa Primavera, oltre a essere il nipote del famoso Giovanni De Pr, un portiere leggendario che con il Grifone vinse anche due scudetti. Laccaduto sa di commedia. De Pr viene avvistato e raggiunto fra gli arbusti dal team manager della Samp Giorgio Ajazzone, che lo riconosce immediatamente (tra i due c un buon rapporto): Paracadutista, cosa fai l? Ti ho beccato!, intima scherzosamente Ajazzone. De Pr rimane di sasso mentre qualcuno lo fotografa col telefonino ma cerca subito di sdrammatizzare: Dai, lo facciamo tutti, sono qui per lavoro. Mica dico niente - la replica - ma ti ho beccato con le mani nella marmellata. De Pr a quel punto lascia il Poggio, dove peraltro si trovava senza aver commesso nessuna infrazione, dato che il luogo sopra il campo di Bogliasco pubblico e tutti possono assistere da lass agli allenamenti dei blucerchiati. Ovvio come siano state violate leggi non scritte, ma la Samp non ha fatto drammi

se non un ironico comunicato sul proprio sito accompagnato dalla foto del nemico: Unautentica missione segreta quella architettata dai generali di Villa Rostan, unazione militare intrapresa con tanto di abbigliamento e attrezzatura dordinanza, tuta mimetica e scarponi da montagna. Poteva finire l, visto che comunque lepisodio non aveva guastato il clima della vigilia, ma anzi aveva strappato sorrisi e innescato prevedibili sfott. Invece, il Genoa ha sorpreso tutti sottolineando con una nota ufficiale che si trattata di una iniziativa personale. Tale procedura non mai stata utilizzata in passato e non fa parte del modus operandi ascrivibile al nostro club. La Societ rende

Il mister dei bianconeri

ULTIMI RITOCCHI

Voglio la massima attenzione Loro sono un ottimo gruppo


::: TORINO
LInter di Mazzarri assomiglia alla sua prima Juve? Arriva da una stagione deludente, ma non che avesse una rosa scarsa. Potrebbe accadere, anche se mi auguro di no. LInter non gioca per lo scudetto? I nerazzurri possono ambire a fare un ottimo campionato, poi per vincere lo scudetto serve saper gestire al meglio tutte le situazioni. Dal punto di vista tecnico penso che sia una delle squadre migliori. Se loro vincessero contro di noi alzerebbero molto il livello dellautostima, come successo a noi due anni fa con il Milan; acquisimmo consapevolezza anche se da l a vincere lo scudetto passava ancora tanto. Per questo domani (oggi, ndr) dovremo fare moltissima attenzione. Se allenerei i nerazzurri? Io sono felice di essere qui, ho ancora un altro anno di contratto, mi basta e mi avanza. Llorente? I miei attaccanti sono sullo stesso piano, poi io devo fare delle scelte.

Le prove tattiche dei due mister Liverani rischia


GENOVA finito 10-1 il test in famiglia giocatosi ieri tra la Sampdoria e gli allievi nazionali. In evidenza Costa e De Silvestri che hanno segnato ciascuno una doppietta. Sfida in famiglia anche per i rossobl di Liverani (a rischio la sua panchina in caso di sconfitta), in vista del derby di domani sera (ore 20.45). Nellamichevole contro la Primavera, terminata 10-0, Gilardino stato autore di una tipletta.

noto che De Pr stato sospeso con effetto immediato dallincarico in attesa che vengano fornite eventuali spiegazioni. Insomma, Rambo silurato. Eppure, proprio i rossobl erano stati recentemente vittime a loro volta di spionaggio, pratica da sempre diffusa con le pi disparate tecniche, ufficiali (come gli emissari che Antonio Conte ha spedito in tribuna al seguito delle tourne estive dei grandi club dEuropa per avere un Dossier Champions) o meno. Il re degli 007 si chiama Claudio Nitti, fido osservatore di Walter Mazzarri. Ad aprile, Nitti era stato sorpreso a sbirciare lallenamento del Grifone vestito come un passante, una busta della spesa in mano e un telefonino puntato sul campo nellaltra. Non era la prima volta. La scorsa estate, alla vigilia della Supercoppa di Pechino Juve-Napoli, Nitti fu trovato insieme a un altro collega sotto le tribune dello stadio dove si allenavano i bianconeri. Qualche tempo prima fu beccato a Vinovo (centro sportivo dei bianconeri) dove era riuscito a convincere una signora a mettergli a disposizione il balcone della sua casa vicina allo Juve Center. A Casteldebole, dove si allena il Bologna, nel 2010 fu sorpreso mimetizzato da cicloamatore, e si racconta che Walter Novellino lo abbia perfino pescato dentro gli spogliatoi. Eppure, Oronzo Can vestito da giardiniere per spiare lUdinese di Zico, rimane senza rivali.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

38

SPORT

GIGI LENTINI Sar un pareggio con gol Toro subito dopo le 7 sorelle
Cerci pu far molto male alla difesa del Milan, sar sugli spalti Io e Ricky molto simili, lasciai i granata per una questione di soldi
::: SILVIA GILIOLI
TORINO

NAPOLI-ATALANTA

Ferrara: Rafa ok Ma serve rispetto per Cannavaro


MILANO NapoliAtalanta, InterJuventus e Genoa-Samp: un weekend molto difficile per il cuore di Ciro Ferrara. [foto LaPresse] Ma al sangue partenopeo non si comanda e lex difensore azzurro (da domani impegnato su Cielo nel nuovo programma Stop&Gol in onda alle 17) si fa prendere dal fascino del derby con un altro campano emigrante: il dg dei bergamaschi Pierpaolo Marino. Un banco di prova importante per il Napoli di Benitez: C grande entusiasmo attorno a questa squadra: una spinta ma anche un pericolo, avvisa Ferrara, il tecnico spagnolo ha stravolto la squadra dandole una connotazione pi europea, ma ha mantenuto la competitivit dello scorso anno. La vittoria su un campo sempre ostico come quello di Verona un bel segnale, nonostante la sofferenza (2-4 col Chievo, ndr). Benitez annuncia un po di turnover dopo le Nazionali e prima della Champions mercoled c il Borussia - ma non pu rinunciare ad Higuain nel suo modulo. Sostituire Cavani non era semplice, ma uno che arriva dal Real sa sopportare la pressione, assicura Ciro, Gonzalo non far i gol del Matador, ma aiuter quelli che gli giocano dietro. Come Callejon e Hamsik (destinato alla panchina con Mertens al suo posto, ndr) che ormai uno dei migliori giocatori del mondo. E Insigne. Uno scugnizzo come il giovane Ferrara, chiamato a far sognare la propria citt: Lorenzo sar lago della bilancia di questa squadra, parola dellex ct di Under 21 e Samp, una grossa responsabilit giocare da napoletano con la maglia azzurra. Non ti puoi permettere nemmeno quel calo fisiologico che capita a tutti in una stagione. Ma ti d anche soddisfazioni immense. E Insigne si sta gestendo bene anche nella vita fuori dal campo, che importantissima per essere profeti in patria. Un ruolo che sembra aver perso Paolo Cannavaro, ormai seconda scelta in difesa e lontano dal rinnovo di contratto: Mi ha sorpreso come la societ ha trattato Paolo che pur sempre il capitano, rivela lex difensore azzurro. F.PER.

Gianluigi Lentini, mister Giampiero Ventura allergico a due temi. Si portato troppi giocatori dal Bari: Gillet squalificato per le scommesse, ma sono rimasti Masiello, Gazzi, Barreto e Meggiorini, ai quali si aggiungono il portiere Padelli e Bellomo. Non conta la provenienza, limportante che diano un contributo positivo. lallenatore pi vecchio della serie A, con i suoi 65 anni. Invecchiare d noia a tutti. Occorre continui a far bene, al di l dellet. Passiamo in rassegna i nuovi? Partiamo dal difensore Moretti, 32 anni. Nel Genoa non era sempre titolare. Non ho ancora visto il Toro, per cui non esprimo giudizi. Sar allo stadio per la sfida col Milan. Le altre novit sono il centrocampista svedese Farnerud e il mancino Pasquale, in avanti Immobile. Il centravanti sar penalizzato dal passato juventino? Ha giocato nella primavera bianconera, debuttando in serie A, ma si affermato al Pescara e consolidato al Genoa. Insomma, non un passaggio diretto. Quale range di piazzamento prevede, per questa stagione? Un Toro da met classifica o gi di l. Lo toglierei dalle prime 7, ma prevedo un avanzamento. Facile, considerato il 16 posto scorso. Per gran parte del campionato per aveva offerto buon calcio. Torniamo a 21 anni fa. Lentini non poteva restare al Torino? Era il mio desiderio, non sarei voluto andare al Milan. Per chiedevo un trattamento economico da grande giocatore, perch tale ero allepoca, ma questo non era nelle possibilit del club. Il presidente di allora, Gianmauro Borsano, ha 67 anni, nel 2011 stato arrestato per bancarotta (crack Aiazzone). Lha pi rivisto? No, mai. Nel totale di 8 annate toriniste, quale fu il punto pi alto? La finale Uefa con lAjax del 1992. Ancora oggi la gente ci ricorda per quella sfida, per un niente sfugg qualcosa di inedito: arrivammo terzi in campionato e secondi in coppa, senza perdere; pareggiamo 2-2 al Delle Alpi e poi 0-0, ad Amsterdam. Entr anche Gianluca Sordo. Nel 2005 fin in coma. Perch il mondo del calcio lha dimenticato? Finch dai, la gente ti sta vicino. Quando non sei pi protagonista, non ti viene pi riconosciuto nulla. un mio amico quasi fraterno, sono andato a trovarlo in ospedale, anche durante la convalescenza, ma il nostro rapporto andava al di l del campo. Quel Toro cosaveva di speciale? Eravamo giovani o scarti di altre

DOPPIO EX
Gianluigi Lentini, 44 anni, cresciuto nel Torino di Mondonico. Con i granata ha raggiunto la finale di Coppa Uefa nel 1992. Il 30 giugno di quellanno firm per il Milan del presidente Berlusconi. Il suo cartellino fu pagato 18,5 miliardi di lire, cifra record per lepoca. Ha vestito per 13 volte la maglia della nazionale. Ha esordito in azzurro nel febbraio del 1991, nellamichevole Italia-Belgio. [Ap, LaPresse]

squadre, di l la nostra grandezza. Cera un bel blocco: Mussi, vicecampione del mondo nel 1994, e Bruno, poi Annoni e Cravero, Policano e Fusi, il belga Scifo e lo spagnolo Martin Vasquez. Ventura ha qualcosa di Mondonico? Non lo conosco di persona. Il Mondo un tecnico vecchio stampo, di quando il calcio era diverso: tirava fuori il meglio da ciascuno, motivava al massimo. Silvio Berlusconi pag 18 miliardi e mezzo per il suo cartellino. Lo ricordo positivamente, mi ha dato tanto. Nel quadriennio rossonero ebbe

Fabio Capello e luruguagio Tabarez. Per un solo mese, perch passai allAtalanta. Con Capello il rapporto era splendido, ero un suo beniamino: ebbi qualche problema dopo lincidente stradale, volevo giocare e invece non ero in grado; da ragazzo non hai la maturit per valutare. AllEuropeo 2012 Ogbonna rappresentava il Toro. Al Mondiale ci sar un granata, 20 anni dopo Mussi? Lunico pu essere Cerci. fra quanti possono completare il gruppo, saranno decisivi gli ultimi 2-3 mesi di campionato.

Nel Milan in chi si rivede? Kak ha forza e potenza, caratteristiche simili alle mie, spero che il suo ritorno sia positivo. El Shaarawy pi agile, ma anche gracile rispetto a me. Caratterialmente aveva qualcosa di Balotelli? Ho sempre tenuto un comportamento diverso dal suo, senza peraltro volerlo criticare. Conta il campo, l dimostra di essere grande, a dispetto degli scettici. Torino-Milan come finisce? In pareggio con gol.

Il Diavolo allOlimpico

La scelta di Max: Kak s, Faraone no


Brasiliano titolare, El Shaarawy in panca: Ma non un caso. Davanti Matri con Balo
::: FRANCESCO PAOLO GIORDANO
MILANO

QQQ Per una notte, i riflettori di uno stadio saranno puntati tutti su un giocatore. Il debutto bis di Kak con la maglia del Milan basta, da solo, a rendere affascinante la trasferta dei rossoneri di questa sera contro il Torino. Galliani e Allegri non hanno bisogno di stendere un velo di segretezza sul piatto forte della serata: S, partir titolare, pronunciano allunisono, e sulla sponda rossonera gi pregustano il momento. Torino-Milan la partita di Kak, inutile girarci attorno. Il fatto di rivederlo in campo con i colori rossoneri mette da parte tutto il resto, dallennesima esclusione di El Shaarawy ai problemi in difesa. Il brasiliano si piazzer dietro le punte Balotelli e Matri, nel 4-3-1-2 che Allegri ha rispolverato in occasione della sfida interna contro il Cagliari. Kak lo abbiamo ripreso per una questione di cuore, ma soprattutto per motivi tecnici, ha fatto chiarezza Galliani. Il suo arrivo si reso indispensabile con la partenza di Boateng, quando abbiamo deciso di ritornare a giocare con il nostro vecchio modulo. Il ritorno al vecchio modulo, tanto caro ad Allegri (La sua disposizione tattica preferita, aveva precisato Tassotti), per

una cattiva notizia per El Shaarawy, che il tecnico rossonero impiegava sistematicamente nel 4-3-3. Con le due punte, il Faraone (che ieri nella rifinitura ha accusato un piccolo problema muscolare) sceso nella gerarchia degli attaccanti: contro il Cagliari era partito titolare Robinho, mentre questa sera Matri lindiziato numero uno per affiancare Balotelli: Ma non c nessun caso El Shaarawy, avverte Allegri. In una grande squadra non si pu pensa-

re di non avere concorrenza. Una concorrenza che costa cara a Niang, non convocato per Torino. Il tecnico livornese pi preoccupato dei guai in difesa, dove mancheranno ben quattro elementi (Abate, De Sciglio, Silvestre e Bonera), tanto da dover ricorrere a Zaccardo ed Emanuelson sulle fasce. Ma anche lui si accoda al tono entusiastico del Kak day: Non al top della condizione, ma si allenato bene. un giocatore di grandi qualit, con unintelligenza calcistica superiore alla media. Chiss se torner gi utile per aprire in due la difesa torinista. Allegri non si fida del 3-5-2 di Ventura e ricorda le difficolt contro i granata nella gara a San Siro dello scorso anno: In quella partita, fondamentale per la corsa Champions, abbiamo rischiato. Le squadre di Ventura sono sempre ben organizzate, bisogna stare molto attenti. Per il Toro, dopo una vittoria e una sconfitta, il match contro il Milan unimportante verifica, secondo Ventura. La nostra crescita non dipende tanto dal risultato, bens dalla prestazione. Dobbiamo provare a fare ci che sappiamo. I granata si aggrappano a Cerci (Fin quando abbiamo giocato con il 4-3-3 labbiamo seguito, rivela Galliani): in fondo, ognuno ha il proprio Kak.

SPORT

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

39

SERGIO SCARIOLO Il genio di Beli e Gentile per battere la Croazia


LItalia si gioca i quarti dellEuro-basket, lex ct della Spagna: Vedo gli azzurri fra le big. Io in nazionale? Non interferisco
::: VANNI ZAGNOLI
.
QQQ Il primo matchpoint svanito, ne restano due e il meno complicato oggi. LItalia resta vicina ai quarti degli Europei di basket, comanda il girone F con Slovenia e Croazia: hanno una vittoria di vantaggio su Spagna, Grecia e Finlandia; ne passano 4, per la qualificazione matematica serve un altro successo. Sergio Scariolo, alle 14.30 (RaiSport1, Lubiana) gli azzurri sfidano la Croazia. Tony Kukoc si ritirato, non hanno giocatori della Nba ma c lottimo ct Repesa, campione dItalia 2005 con la Fortitudo Bologna e vice lanno dopo a Roma. battibile? un match complicato. Hanno preso una scoppola dalla Spagna racconta lex ct bresciano delle furie rosse - per poi inanellare successi. Lasse portante il trio Ukic (playmaker), Bogdanovic (guardia) e Tomic (pivot). Il ct Simone Pianigiani ancora suo antagonista? La rivalit si cre due anni fa. Con Siena vinse lo scudetto contro la mia Milano, il suo staff decise di non darci la mano dopo una finale, le relazioni si congelarono perch quella frontiera non si dovrebbe mai superare. Luned alle 17,45 il girone si chiude contro la Spagna campione dEuropa nel 2009 e nel 2011. Il lungo ct Orenga la far rimpiangere? Fra i 12 giocatori, ne ha confermati 11 del mio gruppo. Arrivato in parit con gli Usa al 35 della finale olimpica... Quellargento non era scontato. Ho vissuto un ottimo ciclo, con atleti di forza e qualit, capaci di resistere alle pressioni. A dicembre perch ha lasciato? Un anno prima di Londra avevo gi comunicato la mia intenzione. Quattro stagioni con il doppio incarico sono logoranti, la famiglia ne risente. Arrivai alla finale russa con il Chimki, poi con Milano. E poi pensava di vincere con lOlimpia... Ma ora sono nei Paesi Baschi, guido il Kutxa Laboral Baskonia, lex Tau Vitoria. Ci presenta il quintetto della favorita Spagna, ma gi battuta da Slovenia e Grecia? Perno resta il centro Marc Gasol: per mani e cervello, trascurando la parte atletica: fra i pi grandi che abbia allenato, assieme a Sasha Djordjevic (alla Fortitudo Bologna, ndr) e a Pepe Sanchez. E gli altri tre dellNba? Il play di Minnesota, Ricky Rubio d effervescenza, laltro regista Jos Calderon, a Dallas, d esperienza e serenit, lala Claver di Portland talentuosa quanto atletica. Fra gli azzurri chi lha colpita? Sono orgoglioso di Alessandro Gentile e Melli, apprezzati allEa7 Armani. Il figlio di Nando compie passi da gigante verso la maturazione, Nicol era sopravvalutato, adesso sottovalutato, ma a 22 anni in piena ascesa. Con la Slovenia sono riapparse le forzature di Belinelli... Qualche licenza gli va concessa per il talento, non pretendiamo

MATCH IN DIRETTA ALLE 14.30


A sinistra, Sergio Scariolo (52 anni): questanno allener i baschi del Kutxa Laboral. In carriera ha guidato Milano e la Spagna, con cui ha vinto gli Europei 2009 e 2011. In basso, Alessandro Gentile (20) e Marco Belinelli (27), oggi in campo contro la Croazia alle 14.30 (dir. Raisport1) [Ansa]

Cavallo Libero

Alta moda e stile alle prossime aste dei puledri italiani


::: ANTONIO TERRANEO
QQQ Si avvicinano le Aste Selezionate del galoppo, quelle in cui gli allevatori italiani devono vedere premiati i loro sforzi nellaver pensato, generato e cresciuto i puledri (yearling), la futura generazione di campioni. Il 20 settembre a Settimo Milanese, sfileranno i virgulti equini figli di grandi stalloni e rinomate fattrici. Tra i vari stalloni rappresentati ce n uno, Pounced, che opera presso lAllevamento SAB di Besnate e che molto atteso come produzione. uno stallone giovane di attivit, sauro di manto, un bel modello, che a 2 anni si esibito in grandi performances in pista. Poi, causa un infortunio stato ritirato in razza, data la genealogia importante: figlio di Rahy e Golden Cat (Storm Cat), con una quantit notevole di sangue di Nearco e la presenza sempre affascinante di Secratariat come bisnonno materno. Questanno le Aste sono attese con molta ansia dagli allevatori, perch le contingenze non sono favorevoli. La crisi ippica si sente e nel tentativo di avvicinare lippica a nuovi appassionati o rinvigorire quelli usuali, il portale web Galoppo&Charme, ha voluto dare prova tangibile dellinteresse ancor vivo verso questo mondo da parte di brand importanti trasformando per un giorno Pounced (4 corse a 2 anni, 2 vittorie e 2 secondi posti, sesto miglior 2 anni del mondo nel 2009) nella veste di stallone fashion e testimonial per la presentazione di alcune eccellenze: Aston Martin (storica Casa inglese, famosa per le auto di James Bond, da poco acquisita da un fondo italiano che detiene anche lIppodromo di San Siro Galoppo), coi modelli V8 Vantage S e Rapide S (show-room in viale Monterosa 91 a Milano); la linea di abbigliamento Whos Who (flagship store in Corso Venezia 8, a Milano) brand italiano in forte espansione; Cantina Le Due Querce di Franciacorta (sede a Provaglio di Iseo) con la linea Troisor. I tre marchi sono cos diventati attori ed artefici per un giorno del mondo ippico ma soprattutto a favore dellallevamento italiano.

MARQUEZ PRIMO NELLE PROVE DEL MOTOGP

Rossi terzo, delude suo fratello


MISANO (RIMINI) Marc Marquez davanti a tutti al termine del venerd di prove libere al Simoncelli di Misano per il gran premio di San Marino e Riviera di Rimini. Il leader con 134200 si mette tutti dietro, primo fra tutti il compagno di team Dani Pedrosa, staccato di 99 millesimi. Le due Yamaha del Factory Racing sono subito dietro: terzo Valentino Rossi (134458), quarta laltra Yamaha dello spagnolo Jorge Lorenzo (134495). Soddisfatto Valentino delluso del nuovo cambio seamless della Yamaha, siamo pi vicini alle Honda, ha commentato. Nella Moto3 ha invece debuttato suo fratello Luca Marini, di soli 16 anni. Deludenti i suoi tempi: nella prima sessione di prove libere si classificato 21, nella seconda addirittura 28. che giochi da scolaretto. Il 6 posto (7 se davanti ci fosse la Spagna) qualificherebbe lItalia al 3 mondiale degli ultimi 6, dopo le 5 olimpiadi mancate su 7... Si tornerebbe alla normalit, deve sempre essere presente. Datome diventer il nostro numero uno nella storia della Nba? un ottimo giocatore. Lei per non si allarghi... . Dieci anni fa il bronzo europeo, nel 2004 largento olimpico con Recalcati. Il podio utopia per gli azzurri? No, concluderebbero il campionato al massimo delle possibilit. C molto equilibrio, manca una nazionale dominatrice. Con la Grecia lex canturino Trinchieri non pi da medaglia? Ha battutola Spagnacon unagara molto intelligente, reagendo al vortice di polemiche tipico delle nazioni latine. A lei hanno mai offerto lItalia? Non rispondo quando andrei a interferire con loperato di un collega. Ultima curiosit. A 52 anni mette ancora il gel sui capelli? Sempre.

Ciclismo, nonno Horner in rosso

Nibali beffato, ma a decidere la Vuelta sar il terribile Angliru


::: ROBERTO CENSI
OVIEDO (SPA)

QQQ Gioved aveva rischiato, ieri ha dovuto cedere: Nibali non pi la maglia rossa della Vuelta. A Oviedo, la citt in cui nato Fernando Alonso, Horner ha messo la freccia di sorpasso sul capitano dellAstana. Decisivi sono stati gli ultimi 500 metri in salita, in cui il 42enne statunitense ha allungato, superando in classifica generale di 3 il ciclista siciliano. La tappa, che era composta da 2 gpm di terza categoria, stata vinta, grazie a uno strepitoso scatto nellultimo chilometro, da Joaquim Rodrguez del team Katusha. Lo spagnolo ha chiuso con un vantaggio di 11 su Diego Ulissi (LampreMerida), Daniel Moreno (Katusha) e Samuel Snchez (Eu-

La salita allAlto de Angliru ha picchi di pendenza del 24% [web]

DA LUNED SUL CANALE 214

Bike Channel gratis su Sky


MILANO Da luned Bike Channel, il canale dedicato a tutti gli appassionati di ciclismo, entra nel bouquet Sky sul canale 214 senza nessun costo aggiuntivo. Saranno visibili, tra le tante proposte, Bike Test, il primo programma in cui si maltrattano le bici e tutto il portfolio Red Bull legato a mtb e downhill.

skaltel). A preoccupare tutti la tappa di oggi: una delle pi toste in assoluto del ciclismo. Un percorso corto, solo 142 km, ma pieno di insidie e soprattutto fatiche. Gli ultimi 12 km per raggiungere lAlto de Angliru sono infatti da panico: una salita, o meglio dire salitona, con una pendenza media del 10%. Ma a a far venire maggiormente i brividi sapere linclinazione massima della montagna: 24%. Cose da supereroi insomma. Tenendo presente il fatto che prevista anche pioggia, e una temperatura tuttaltro che da fine estate: allarrivo in cima il termometro potrebbe dare i 7/8. Nibali chiamato allimpresa pi dura della sua carriera. Non pu farsi battere da un nonno. Diretta Eurosport dalle 16.

40

Sabato 14 settembre 2013

[NEL BRESCIANO]

Trentanni e due figli Donna scompare nel nulla


LEONARDO PICCINI a pagina 45

I NUMERI DI IERI
::: ::: ::: :::

[REGIONE]

7 Rapine 0 Borseggi 28 Furti in appartamenti e negozi 7 Autovetture recuperate

::: ::: ::: :::

31 Scippi 9 Truffe 24 Furti dauto 1 Arresti

Venti milioni per gli impianti Il Pirellone finanzia lo sport


CARLO BERTI a pagina 43

Redazione cronaca: viale Majno 42, 20129 Milano; telefono 02.999666; fax 02.99966227; email: milanocronaca@liberoquotidiano.it; Pubblicit: SYSTEM24, via C. Pisacane, 1 - 20016 Pero (MI); Tel. 02.3022 1/3837/3820 - Fax 02.30223214

:::

Candidati sindaco

Stangate senza fine

SALVINI SI FA AVANTI MA PER PRENDERE MILANO


SERVE UNA VERA SQUADRA
::: RENATO BESANA
QQQ Ho un solo sogno nel cassetto, quello di diventare sindaco di Milano: sono parole di Matteo Salvini, pronunciate ieri nel corso dun programma su Telelombardia. Un sogno, il suo, che molti milanesi sarebbero lieti di condividere. Tasse al massimo, servizi al minimo, citt sempre pi sporca e insicura: i primi due anni della giunta Pisapia non hanno prodotto che disastri senza fine. Toccato il fondo, diceva Woody Allen, si comincia a scavare. Di qui alle prossime amministrative mancano ancora poco meno di tre anni. Prima di proporre candidature, indispensabile formare una squadra capace di parlare agli elettori. Lopposizione, infatti, latita: dopo che Masseroli ha preferito abbandonare il consiglio comunale e Gallera ha pensato bene di farsi eleggere in Regione, lunica voce dissonante rimasta quella di De Corato, veterano di tante battaglie. In rete, sincontrano i volonterosi del blog Mammamiapiasapia e della newsletter Il bandolo della matassa. C poi liniziativa di Cadeo e altri ex assessori della Moratti impegnati a costituire una sorta di governo-ombra, sullesempio inglese. Per il resto, oltre ai battibecchi in aula, resta ben poco. Il Pdl, per evidenti incapacit organizzative, neppure riusc a raccogliere le 30mila firme necessarie per il referendum abrogativo di Area C. I banchetti spuntati nelle piazze e nei mercati per i referendum sulla giustizia una battaglia cara al Cavaliere - ci sarebbe piaciuto vederli anche per spiegare alla sciura Maria le malefatte arancioni. Sulla grande stampa non si pu far conto: se la non rimpianta Letizia avesse combinato anche solo la met dei pasticci che il suo successore ci obbliga a subire, sarebbe stata crocefissa. Le cronache, al contrario, dispensano incenso e reverenze. Per fortuna, a farsi opposizione da s pensano i Maran e i DAlfonso, con i loro inesausti colpi di genio. Salvini uomo determinato: speriamo che assecondi le sue ambizioni. Dietro di s ha un paesaggio di macerie: il centrodestra, Lega compresa, ha perso malamente tutti i Comuni in cui si votato dal 2011 in poi, salvo eccezioni marginali. finita la stagione durante la quale Berlusconi e Bossi prendevano voti a beneficio di chiunque militasse sotto le loro insegne. Adesso tocca rimboccarsi le maniche con il dovuto anticipo. Buon lavoro, Matteo.

Pisapia non si ferma pi Aumenti di tasse fino al 2015


La previsione del Comune: i tributi cresceranno di altri 160 milioni nei prossimi 2 anni
AVVOCATI E PADRI SEPARATI IN FILA DI NOTTE PER CIBO E VESTITI
QQQ La manovra lacrime e sangue appena compiuta non basta. Dal pacchetto che comprende Imu e addizionale Irpef, la giunta conta di incassare 140 milioni in pi nel 2014 e altri 10 nel 2015. Non solo. Dalla tassa di soggiorno, sfruttando il volano di Expo, le entrate attese del Comune schizzano in due anni da 27 a 60 milioni. Il ritocco del biglietto Atm, annunciato questestate, viene fissato in calendario il primo settembre 2014. Gli aumenti alle tariffe degli impianti sportivi di Milanosport, gi discussi dai partiti di maggioranza, sono messi nero su bianco nel dossier dellassessore al Bilancio Francesca Balzani e verranno con ogni probabilit approvati nei prossimi mesi.
MASSIMO COSTA a pagina 43

PREMIER IN VISITA AI CANTIERI

Da Rho a New York Letta in tour per Expo


di MARIANNA BAROLI

Enrico Letta ha visitato i cantieri di Expo, insieme al sottosegretario Maurizio Martina e al commissario unico Giuseppe Sala. Obiettivo della visita: controllare come procedono i lavori. Ce la faremo, ha concluso il premier. a pagina 44

INSEGUIMENTO FOLLE IN BRIANZA

In San Babila la coda dei nuovi poveri


QQQ Avvocati, genitori in difficolt, senzatetto di lunga data, venditori di rose, ragazzi che non arrivano a fine mese. Nella fila per la busta con il cibo offerto dai City Angels c unumanit variegata. Aspettano in piazza San Babila quando i negozi chiudono e le luci della moda si fanno pi fioche. C chi non mangia da due giorni, chi ha bisogno di una mano per i conti di casa. Tutti hanno storie che di giorno nessuno vede perch nascoste da un cartone in un angolo della strada o da un abito firmato, ricordo di un passato felice. [Garzillo]
SALVATORE GARZILLO a pagina 42

Sedicenne al volante sfonda 3 posti di blocco


di LAURA MARINARO

Un inseguimento con dieci auto delle forze dellordine, partito da Mariano Comense e proseguito per Giussano, Seregno, Desio, fino a terminare in uno schianto nel centro di Muggi. Al volante, una ragazzina di 16 anni. a pagina 45

Tre colpi in 24 ore a Brescia


::: MASSIMO DE ANGELIS
QQQ Una tenuta decisamente insolita. Oppure era convinto di essere invulnerabile e possedere magici poteri. Ma per un ladro cubano trentaduenne il travestimento da eroe dei fumetti finito ben presto, dopo esser stato colto in flagranza di reato dai solerti carabinieri di Brescia. Il bizzarro caraibico, residente nella citt lombarda, commetteva infatti scippi e

In manette lo scippatore travestito da Superman


rapine solo ed esclusivamente indossando magliette da Superman, forse pensando di interpretare il protagonista di un film hollywoodiano. Ma al terzo colpo in ventiquattro ore luomo finito direttamente in gattabuia. Nel pomeriggio di ieri ha aggredito, in pieno centro, un basito 56enne, strappandogli la collana doro, per poi fuggire a bordo di una bicicletta. Le forze dellordine non hanno comunque faticato molto a bloccare il furfante, che ancora portava uno sgargiante completo blu con leffige di Superman. Dopo larresto i militari sono riusciti a scoprire che il malandrino aveva compiuto altri due furti in mattinata. Il primo ai danni di una giovane donna ucraina, mentre nel secondo caso aveva depredato un signore di 54 anni. Come da manuale, non per riuscito a fuggire volando sopra i palazzi della Leonessa.

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

42

CRONACA

La piazza di notte cambia volto

NIGUARDA

Avvocati e precari Coda in San Babila per un pezzo di pane


Sotto i portici decine di nuovi poveri in cerca daiuto Noi vittime della crisi. Dai City Angels cibo e vestiti
::: SALVATORE GARZILLO
QQQ C una citt che riemerge quando negozi e uffici chiudono e le strade si svuotano. la Milano affamata, che si mette in fila per un panino dove un tempo cerano i paninari che ostentavano abiti griffati. Piazza San Babila, che di giorno attraversata da soldi e glamour, di sera diventa il punto di ritrovo dei poveri che chiedono cibo e abiti ai City Angels. Un popolo di disperati (quasi 100 a sera) variegato e rivelatore della situazione economica. Ci sono senzatetto di lunga data, tanti ragazzi dellest Europa, diseredati, venditori cingalesi, ma anche padri separati, lavoratori part-time che non arrivano a fine mese, mamme in difficolt. Barboni e vicini di casa insospettabili. C Paolo, che indossa un completo di alta sartoria, una cravatta di Marinella e mocassini da fare invidia. un uomo alto, distinto, ha un buon profumo, e quando si avvicina alla fila di affamati che attendono il loro turno davanti al furgoncino dei City Angels, tutti immaginano che passi oltre lanciando uno sguardo di disprezzo. Invece si mette in coda, chiacchiera con gli altri, aspetta il suo turno per la busta con il cibo: latte, riso, brioche, panino col formaggio o salame. Accanto a lui ci sono un ragazzo romeno con i pantaloni sporchi e strappati, una donna che tossisce rumorosamente, e un venditore di rose che non si regge in piedi dalla stanchezza. Tutti i loro vestiti (e ci che hanno nelle tasche) non valgono quanto la sola giacca di Paolo. Eppure nessuno lo guarda con sorpresa. Chi vive la strada sa riconoscere la sofferenza anche se nascosta sotto abiti firmati. Paolo dice di essere un avvocato e parlando con lui appare evidente che non sta mentendo. Elfo, nome in codice del volontario che guida la squadra, cerca di raccogliere qualche indizio. La conversazione come un tango, con un passo indietro per farne due in avanti. Quando Elfo si accorge che si sta spingendo oltre rallenta, e allora Paolo si scioglie. Dice che stato segretario particolare di un sottosegretario a Roma, che ha conosciuto Raul Gardini quando lavorava a Milano, che aveva cos tanti soldi che nelle boutique di via Condotti lo conoscevano per nome, che aveva una Porsche 911. Poi, 4-5 anni fa, un inciampo della vita. Da un giorno allaltro gli confiscano tutto (non ci spiega perch) e gli restano solo i vestiti, la memoria e la sua professione.

Barista cinese ferito alla gola dal rapinatore


Si presentato gioved notte allospedale Niguarda con una profonda ferita alla gola, con la carotide recisa da un coccio di bottiglia usato da un rapinatore. Il ferito un cinese di 44 anni, proprietario di un bar in viale Suzzani, aggredito da banditi che volevano portargli via lincasso serale. Quando arrivato in ospedale stato necessario operarlo durgenza per evitare conseguenze drammatiche. Nel frattempo, la figlia ha raccontato alla polizia che aveva soccorso il padre subito dopo la presunta rapina, quando ormai i malviventi si erano allontanati lasciando luomo da solo. Pochi i dettagli raccolti, anche perch lunico testimone il 44enne con la gola tagliata, che ora dovr aspettare un po di tempo prima di poter parlare. Intanto, i medici hanno fatto sapere che loperazione riuscita perfettamente e che ora fuori pericolo sebbene ancora in prognosi riservata. Dei suoi feritori non c traccia SAL.GAR.

NEL CUORE DI MILANO

I volontari dei City Angels distribuiscono pasti e vestiti tutti le sere in diversi punti della citt. In piazza San Babila la fila raggiunge sempre un centinaio di persone, molte delle quali sono persone che non arrivano a fine mese. [Garzillo] Dove tieni gli abiti, chiede Elfo. Vivo in un monolocale dietro la Scala che mi stato messo a disposizione da un vecchio cliente. Per la ripresa difficile, questa busta mi aiuta molto. Come diceva Gianni Agnelli la vittoria ha cento padri, la sconfitta orfana. Significa che quando va bene hai tanti amici, quando perdi sei solo. E io lo so bene. Ora scusate, vado a salutare Marco. Marco avr 50 anni, camicia e gran sorriso. A vederli sembrano due bancari nellora di pranzo. Lavvocato gli regala il suo latte perch tu ne hai pi bisogno. Marco sorride e porta a casa. Domani lavoro, faccio solo 4 ore come custode di un albergo. Non arrivo a fine mese, ho bisogno di un aiuto. Dietro di loro c Luc, apolide e con mille patrie. Forse un matto, forse un illuminato. Arriva dalla Romania e va in giro in bicicletta, a volte indossando una veste su cui ha disegnato lo stemma dei cavalieri dellordine di Malta. Loro - e indica i volontari - sono angeli veri. Dio, qualunque sia, li benedica. Olga, invece, gode di un servizio a domicilio. Riposa su un letto di materassi bassi posati sulle grate della metropolitana Duomo, una sorta di pompa di calore sotto le stelle. Oggi sono andata dal parrucchiere. Taglio e piega 45 euro, racconta. arrivata anni fa dalla Bielorussa per seguire un amore, sfidando lostilit della madre del suo uomo. Una battaglia che ha perso e che lha spinta in strada, dove invecchiata prima e peggio dei suoi coetanei quarantenni. Oggi ho comprato un anello, e scava tra le mille borse che la circondano. Tira fuori un anellino blu di plastica. Sapete, passato un ragazzo di colore che mi sembrava in difficolt e gli ho dato 3 euro. Detta cos, senza aver visto come vive Olga, questa frase ha meno valore. I volontari sorridono al pensiero che il cuore della donna sia meno duro di molti altri, ma quando racconta la storia del filetto di maiale c qualcuno che quasi si commuove. Dei ragazzi che lavorano in un ristorante qui vicino mi hanno regalato un filetto di maiale alla salsa verde. Era buonissimo, anche se un po pesante. Ne ho mangiato met, poi ho visto dei piccioni affamati e lho diviso con loro. Mi facevano tenerezza. Prima di andare via una volontaria le regala una borsa di plastica dura con delle rose stampate sopra. Lei la osserva, la prende e con lo sguardo pi serio del mondo le dice: Questa la borsa pi bella che abbia mai visto in vita mia. Grazie. Una bugia, detta per esprimere il massimo della riconoscenza per quel dono. Questa Olga, la donnona allapparenza scontrosa che vive allombra del Duomo. Milano anche sua.

VIALE CORSICA

Non denuncia il marito violento Lo amo troppo


Per anni ha picchiato la compagna e madre del suo bambino di 6 anni. Lei ha resistito perch voleva tutelare il rapporto ma alla fine, dopo lennesimo pestaggio, la ventottenne di El Salvador ha chiesto aiuto alla polizia e ha fatto arrestare il suo convivente, un 35enne di Santo Domingo, pregiudicato e con permesso di soggiorno in attesa di rinnovo. Gli agenti lo hanno ammanettato con laccusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni dopo essere intervenuti alle cinque e mezza del pomeriggio di gioved nel loro appartamento in viale Corsica. Luomo ha aperto la porta ammettendo la lite avvenuta poco prima, mentre alla donna bastato mostrare la faccia livida e i segni sul corpo per far capire chi aveva avuto la peggio. Dopo essere stata accompagnata allospedale Policlinico, la donna ha spiegato ai poliziotti che non si era mai ribellata perch anche se lui mi tradisce ed violento, io sono innamorata. E poi devo proteggere mio figlio. SAL.GAR.

Grave quarantenne nel Lodigiano

Aggredisce col machete i due cognati: indiano in manette


::: FILIPPO CAVAZZA
LODI

:::

LA VICENDA

QQQ Poteva essere una nuova strage in stile Kabobo, quella verificatasi la scorsa notte a Ospedaletto Lodigiano a colpi di machete. Intorno alla mezzanotte di gioved scoppiato un violentissimo litigio allinterno di una famiglia indiana residente in via Pagani. Protagonista un uomo di 44 anni che non voleva saperne della decisione della moglie di andarsene di casa insieme ai due figli minorenni. La donna, trentasettenne, stanca per le continue angherie e i maltrattamenti del consorte, aveva chiesto aiuto ai due fratelli per poter scappare. E proprio i due parenti della donna si sono presentati in casa per portarla via. Giunti sul posto, tuttavia, si sono imbattuti nella furia cieca del 44enne. Dopo aver brandito un machete, infatti, il marito si scagliato contro i due fratel-

ARMATO Intorno alla mezzanotte di gioved, a Ospedaletto Lodigiano, un indiano di 44 anni ha aggredito i due fratelli della moglie, ferendone uno in maniera grave. VIOLENZE DOMESTICHE I due fratelli erano intervenuti per soccorrere la donna, che aveva deciso di lasciare il marito dopo aver subito per diverso tempo le sue violenze domestiche. Il marito, furioso, rifiutava di essere abbandonato. La coppia ha due figli di 15 e 16 anni.

li, ferendone gravemente alla testa uno. Solo il pronto intervento dei carabinieri di Orio Litta e di Casalpusterlengo ha posto fine alla barbara aggressione. Insieme alle forze dellordine intervenuto anche il 118 per prestare soccorso

ai due fratelli. Il pi grave dei due, il 40enne S.S.P., residente a Bertonico (Lodi), stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia dellospedale San Raffaele di Milano. L'altro, il 40enne S.S., di Villanova del Sillaro (Lodi), se l cavata con ferite superficiali. Dopo laggressione il marito stato arrestato dai carabinieri di Orio Litta per tentato omicidio e per lui si sono aperte le porte del carcere di Lodi. L'uomo dovr anche rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia, di cui vittima la moglie, 37enne indiana, ora a casa dei parenti insieme ai due figli di 15 e 16 anni. Lepisodio di Ospedaletto ha riportato alla memoria la macabra esecuzione a colpi di piccone perpetrata dallimmigrato ghanese Mada Kabobo, alle prime ore dellalba dello scorso 11 maggio a Milano, in zona Niguarda. In quelloccasione furono uccise 3 persone e altre due rimasero ferite.

CRONACA

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

43

Stangata senza fine

Pisapia aumenter le tasse fino al 2015


La previsione del Comune: i tributi cresceranno di altri 160 milioni nei prossimi 2 anni. Il centrodestra: vergogna
::: MASSIMO COSTA
QQQ La manovra lacrime e sangue appena compiuta non basta. Il documento di previsione finanziaria triennale compilato dalla giunta arancione in vista dellapprovazione del bilancio 2013 spinge ancora sul pedale delle entrate fiscali: dai tributi diretti, ovvero dal pacchetto che comprende Imu e addizionale Irpef, la giunta conta di incassare 140 milioni in pi nel 2014 e altri 10 nel 2015. Avendo gi pianificato i prossimi sprechi attacca il capogruppo leghista Alessandro Morelli, la giunta sta pensando a raccattare altri soldi dalle tasche dei milanesi. Non solo. Dalla tassa di soggiorno, sfruttando il volano di Expo, le entrate attese del Comune schizzano in due anni da 27 a 60 milioni. Il ritocco del biglietto Atm, annunciato questestate, viene fissato in calendario il primo settembre 2014. Gli aumenti alle tariffe degli impianti sportivi di Milanosport, gi discussi dai partiti di maggioranza, sono messi nero su bianco nel dossier dellassessore al Bilancio Francesca Balzani e verranno con ogni probabilit introdotti anchessi nei prossimi mesi. Tabelle, relazioni, numeri. Gli allegati alla delibera sul bilancio previsionale, consegnata due giorni fa ai consiglieri comunali, racconta la via crucis dei conti di Palazzo Marino. Alle minori entrate da parte dei trasferimenti statali, infatti, non corrisponde una spending review di uguale portata. Dai tagli proclamati ma non effettuati dellera-Tabacci si passati ad un blocco delle spese non necessarie che per non ha evitato i nuovi prelievi.

ALTRE 3 ZONE

Si allarga la raccolta dellumido


Da luned parte la raccolta differenziata dellumido nel quadrante nord-est di Milano, che comprende lintera zona 2 e una parte delle zone 3 e 9: Porta Venezia, Citt Studi, Lambrate, Rubattino, Niguarda, Greco, Crescenzago, Loreto, via Padova e i quartieri sullasse di viale Monza, Gorla, Turro e Precotto, sono le principali aree interessate. Amsa consegner circa 16.500 cassonetti marroni condominiali e 230.000 kit per lumido entro il 6 dicembre. Il kit comprende un cestello da 10 litri con istruzioni per luso e una fornitura gratuita di sacchetti ecologici. La raccolta obbligatoria dellumido dovrebbe interessare tutta la citt entro il 2014. La distribuzione dei kit stata annunciata via posta e le squadre Amsa (tutte con pettorina e tessera identificativa) stanno gi consegnando i primi cestini. Per evitare possibili truffe, Amsa fa sapere che la consegna assolutamente gratuita e gli operatori non necessitano di entrare in casa per la consegna. Milano diventer per Expo 2015 la capitale europea della raccolta differenziata, e gli ottimi risultati gi raggiunti dimostrano che questo traguardo possibile, ha dichiarato lassessore comunale allambiente Pierfrancesco Maran.

Una raffica mai vista: su la Tares (per via delle maggiori spese dovute alla raccolta dellumido senza un impianto di propriet); aumentati gli abbonamenti dellAtm; spinte verso lalto le aliquote dellImu (tolta sulla prima casa dal governo); moltiplicati i prelievi delladdizionale Irpef comunale ai redditi pi alti e decurtazione introdotta anche per i redditi medio-bassi (si prevde battaglia in consiglio comunale anche allinterno della mag-

gioranza). I numeri snocciolati dai documenti economici della giunta fanno lievitare le imposte comunali fino a quota 2 miliardi di euro nei prossimi 24 mesi, quasi 160 milioni di prelievi in pi rispetto a questanno. Nel dossier, la Balzani sottolinea che dallanno prossimo sui conti incider lintroduzione da parte del governo dellimposta municipale secondaria, che dovrebbe sostituire Cosap e imposta comu-

nale sulla pubblicit. Figureranno nelle entrate tributarie anche alcune entrate di natura patrimoniale come la Cosap scrive la Balzani. Il centrodestra, contrario a nuovi aumenti, gi sul piede di guerra: Il bilancio di previsione triennale tutto una stangata attacca lex vicesindaco Riccardo De Corato. Questa giunta sa solo imporre tributi e balzelli, lunica misura che conosce e che applica per ripianare il debito mostruoso che ha creato.

Nei giorni scorsi, il centrodestra ha anche contestato le voci relative alle spese: Le uscite dei singoli assessorati non sono in diminuzione, ma aumentano da 2.478 milioni a 2.548. Solo lo spostamento dei fondi di riserva e degli accantonamenti fanno calare le spese. La maratona del consiglio comunale, nelle prossime sedute, dovr approvare la sventagliata di rincari. A dar retta alle previsioni della giunta, non sar lultima.

Le attivit partono in ritardo

Lultima figuraccia di Palazzo Marino Niente doposcuola alle elementari


QQQ Sar un mese difficile per i genitori lavoratori. L'ennesima delusione arancione tocca nel profondo le famiglie milanesi con figli in et scolare. Se, infatti, fino all'anno scorso a salvare mamme e pap in carriera ci pensava il doposcuola, quest'anno le cose andranno un po' diversamente. Il servizio di Giochi Serali, infatti, prender il via solo il prossimo 23 settembre, con pi di dieci giorni di ritardo rispetto all'avvio dell'anno scolastico. Questo ritardo, l'ennesimo della giunta di Giuliano Pisapia, finir ancora una volta per gravare sulle tasche delle famiglie milanesi, gi tartassate dalla crisi e dagli aumenti aran- Francesco Cappelli cioni, che si vedranno costrette a cercare babysitter e costose soluzioni alternative per i propri bambini. In un primo momento, i vari plessi non riuscivano neppure a ipotizzare la data di inizio e solo a fronte delle prime proteste delle famiglie si potuto apprendere che il giorno previsto dal Comune per la partenza del servizio sar il 23 settembre ha precisato Marco Osnato, consigliere di Fratelli d'Italia. Secondo Osnato, il ritardo nell'attivazione di prescuola e dopo-scuola la cifra dellincapacit di Pisapia nell'affrontare persino la normale attivit del Comune. Tutto ci va a pesare ancor di pi sulle famiglie milanesi, che sono martoriate da un'imposizione fiscale asfissiante, e sui nostri bambini, privati di un supporto didattico e sociale determinante. Anche Mariolina Moioli, consigliere per Milano al Centro, punta il dito contro il ritardo, giustificato dalla giunta come necessario a causa della tardiva approvazione del bilancio. Una giustificazione irricevibile, sottolinea [Ftg] Moioli, che ricorda come i Giochi Serali esistono da decenni, e sono perfettamente finanziabili anche con la gestione provvisoria. Un falso per coprire i pasticci e i ritardi di questa giunta. Il risultato? Dieci giorni di caos per genitori e scuole: baby sitter da pagare, nonni da mobilitare e organizzazione scolastica a carte quarantotto per le prime due settimane di scuola.
M. BAR.

Primo stanziamento della Regione

Venti milioni per impianti e palestre Il Pirellone sogna la cittadella olimpica


QQQ Lassessore regionale allo Sport Antonio ciazionismo, motore sul territorio dellattivit Rossi ha annunciato ieri, nel corso dellaccordo motoria. di programma quadro per lo sviluppo e il rilancio Lassessore dedica una battuta anche ad Expo, dello sport in Lombardia, lo stanziamento di affermando che i progetti che coinvolgeranno 18,93 milioni di euro per lo sport da parte del Pi- lExpo saranno interventi chiave e che proprio rellone, a cui si aggiungono 80mila euro dellUf- larea Expo potrebbe divenire il sito adatto per ficio scolastico regionale, 500mila euro realizzare la cittadella olimpica, perch del Coni e 171mila euro del Comitato credo che Milano e la Lombardia abitaliano paralimpico. Fondi che serbiano tutte le carte in regola per canviranno a finanziare il triennio didarsi alle Olimpiadi del 2024 e sportivo 2013-2015 e che verranospitarle. no destinati allimpiantistica Lassessore allo Sport del Cosportiva, allo sport nella scuola, mune, Chiara Bisconti, definisce alla pratica sportiva come fattore una notizia positiva lo stanziadi benessere, prevenzione e coesiomento di quasi 20 milioni da parte ne sociale e infine agli eventi sportivi del Pirellone. connessi a Expo 2015. Intanto il capogruppo Antonio Rossi [Fotogr.] Regione Lombardia, ha detto Rossi, della Lega Nord a Palazzo punta a riqualificare limpiantistica Marino, Alessandro Morelsportiva, a favorire lutilizzo delle palestre scola- li, ricorda che neanche il prossimo anno il Giro stiche anche in orari extracurriculari da parte dItalia 2014 passer da Milano: Fanno della bici delle societ sportive e ad ammodernare lesi- il fiore allocchiello e poi non tentano neppure la stente. Si collocano in questa linea anche il soste- volata per avere il simbolo del ciclismo nella nogno ai programmi di educazione fisica nella stra citt, perdendo indotto economico e di imscuola primaria, la valorizzazione e promozione magine. Pisapia ha voluto la bicicletta, ma non dei percorsi di orientamento sui temi legati ai ha mai iniziato a pedalare. C. BER. corretti stili di vita e il coinvolgimento dellasso-

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

44

CRONACA

Anche la Francia aderisce alla kermesse

CITT STUDI

Da Rho a New York Letta in tour per Expo: Rispettiamo i tempi


Visita lampo del premier ai cantieri dellesposizione: Ce la faremo A fine mese missione di 3 giorni negli Usa per pompare levento
::: MARIANNA BAROLI
QQQ Una visita programmata in sole 36 ore e che voleva essere un blitz per controllare di persona landamento dei lavori. Cos, ieri, il premier Enrico Letta ha descritto la sua visita a Milano presso i cantieri in cui sorgeranno i padiglioni di Expo. Dopo il sopralluogo nellarea di Rho-Pero, Letta, che era accompagnato dal sottosegretario Maurizio Martina, dal commissario unico Giuseppe Sala e dai vertici di Mm ed Expo, ha spiegato di avere avvertito con poco anticipo per capire a che punto sono le cose, per vedere se i tempi sono rispettati Risultato: Siamo in condizione di dire a tutti che ce la faremo e ce la faremo bene. Un riscontro positivo, quello ottenuto dal premier che ha precisato come il dottor Sala ha passato lesame. Per Letta, infatti la certifica sui tempi e leffettiva situazione positiva di recupero del tempo perduto in passato sembra possano fare guardare con fiducia allappuntamento dei 595 giorni che mancano allapertura. Nonostante sul terreno che ospiter i padiglioni dellesposi-

Piazza Bernini Siglato lo stop al parcheggio


Stop al parcheggio di piazza Bernini, via libera alla circolazione di piazza Novelli. In attesa del nuovo piano parcheggi, annunciato nei giorni scorsi, la giunta chiude due capitoli del dossier parcheggi in zona Citt Studi. Ieri stato infatti firmato laccordo definitivo per la rinuncia da parte delloperatore per la realizzazione del parcheggio di piazza Bernini, opera al centor di un lungo contenzioso tra la cooperativa privata e lamministrazione comunale. Nello stesso quartiere, terminata anche la sistemazione superficiale di piazza Novelli, dove i box sono stati terminati da tempo, che riapre alle auto. Laccordo di piazza Bernini conferma il vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, prevede la rinuncia da parte delloperatore alla realizzazione con la tutela dei cittadini, che avevano versato acconti per lacquisto dei box. In piazza Novelli, dove da qualche giorno stata riaperta la circolazione intorno allanello rotatorio dopo molti anni, la viabilit era stata pesantemente condizionata per via dei lavori del parcheggio. Agiunge la De Cesaris: A fine autunno, durante la stagione idonea per le piantumazioni, saranno ultimati i lavori relativi allarea verde con la sistemazione di alberi e arbusti.

CORSA PER I PADIGLIONI


A sinistra il premier Enrico Letta e il commissario straordinario di Expo Giuseppe Sala. Qui sopra il cantiere di RhoPero che ospiter lesposizione universale [Fotogramma]

zione universale non vi siano ancora segni tangibili di strutture per Expo, il premier si detto ottimista riguardo il completamento dei lavori, sottolineando come lattuale stato dei lavori un segno che le scadenze aiutano sempre noi italiani. Letta ha anche evidenziato come la scadenza imminente ci sta facendo correre e ho verificato con mano che, soprattutto se il tempo ci assiste come in questi giorni, i tempi saranno rispettati. Un messaggio positivo che porter a Milano e in Italia un enorme flusso di visitatori da tutto il mondo. Giuseppe Sala,

commissario unico di Expo 2015, ha snocciolato numeri che potrebbero essere il primo tra i segnali di ripresa. Oggi hanno infatti aderito allesposizione ben 132 paesi da tutto il mondo (ieri a Roma la firma della Francia). Tra questi, sessanta hanno confermato la presenza con un proprio padiglione. Un dato importante, ha sottolineato Sala, considerando che a Shanghai su 190 paesi partecipanti quelli con padiglione proprio sono stati 42. un segno che Expo e il suo tema piacciono e sono attrattivi. Quanto ai lavori sul sito, confermato lobiettivo

della consegna di 30 lotti ai Paesi partecipanti sul lato est del decumano entro la fine dell'anno. Gi a novembre, invece, sar consegnato il lotto dedicato alla nascita del padiglione Italia. Prossimo appuntamento importante per Expo, ha spiegato Letta, sar il 20 settembre la riunione delle parti sociali per mettere a punto lestensione della questione flessibilit per il lavoro, daremo pi forza alla produttivit che Expo pu portare sulleconomia dellarea e italiana, perch l'obiettivo far crescere leconomia e dare del Paese unimmagine attratti-

va e Dio sa quanto c' bisogno di occasioni per dare unimmagine positiva dellItalia al mondo. Il presidente del consiglio sar poi presente a Torino fra il 2 e il 4 di ottobre all'annuale International partecipants meeting per incontrare i rappresentanti di tutti i 132 Paesi partecipanti. Tappa fondamentale per Expo sar una tre giorni straordinaria il 24-25 e 26 settembre a New York a fine settembre per pompare al massimo levento Expo e cercare di portare a casa una serie importante di risultati. Il tour di Enrico Letta, insomma, appena cominciato.

LOMBARDIA

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

45

:::

LA CORSA

Scomparsa nel Bresciano

ALT Alluna di notte di gioved i carabinieri fermano una Nissan che era partita a folle velocit da Mariano Comense: lauto non rallenta e schizza via SECONDO STOP Dopo un inseguimento di 3 km la Nissan, diretta a Desio, forza un altro posto di blocco e poi tira dritto verso nord SCHIANTO A Desio c un nuovo posto di blocco: superato in direzione Muggi, lauto si schianta contro due auto dei carabinieri che riescono a tagliarle la strada e a bloccarla

Trentanni e due figli Lex assessore sparisce nel nulla


::: LEONARDO PICCINI
DELLO (BS)

In alto a destra, la mappa dellinseguimento di 15 km in Brianza [Fotogramma]

Cinque carabinieri contusi

Sedicenne a lezione di guida sfonda tre posti di blocco


Fuga folle di 15 km. La madre seduta di fianco alla minorenne: Doveva fare pratica
::: LAURA MARINARO
GIUSSANO (MB)

QQQ Un folle inseguimento, con una decina di pattuglie di carabinieri e polizia stradale, partito da Mariano Comense e finito a Muggi con due auto delle forze dellordine danneggiate e cinque carabinieri in ospedale. Una scena da far west quella alla quale hanno dovuto assistere passanti e automobilisti dalle 12.45 di mercoled. Il dettaglio pazzesco che l'auto inseguita era una piccola Nissan Micra con una sedicenne al volante, la mamma seduta a fianco e il fidanzato

nel sedile posteriore. La giovane, M.C, classe 1997 e residente a Brenna (Co) stata denunciata per guida senza patente e si stanno verificando eventuali tracce di alcol o droghe nel sangue; la mamma, nata nel 1976, stata invece soltanto redarguita per aver commesso la pericolosa imprudenza. Sembra infatti che si sia giustificata con i militari spiegando: Volevo farle fare qualche guida, ma le avevo detto di andare piano... Poi quando vi ha visto ha perso la testa. Fingendo di ignorare che lei non avrebbe potuto permetterle di guidare per 15 km fuori citt. Tutto iniziato a Mariano

Comense, sulla strada che porta a Giussano. La pazza corsa della minorenne in Micra iniziata in via Cavour, dove tra manovre azzardate e velocit esagerata la giovane non si fermata al primo alt dei carabinieri comaschi. Non contenta, tre chilometri pi avanti ha ignorato il secondo posto di blocco e gettato quasi a terra un militare che le agitava la paletta davanti. A quel punto la centrale operativa ha lanciato l'allarme ed iniziato un inseguimento con pattuglie dei carabinieri di Mariano Comense e di Giussano, alle quali, man mano che

l'utilitaria avanzava, si aggiungevano colleghi di Seregno e Desio e due auto della Polizia stradale di Milano, oltre che altre della Polizia locale. Auto potenti che per fermare la folle corsa della minorenne hanno dovuto speronarla, danneggiandosi non poco, e bloccarla in centro a Muggi, dove due passanti hanno rischiato di essere investiti. Il bilancio non stato lieve per i militari: quattro hanno riportato un colpo di frusta e lievi lesioni, mentre il fidanzato della minorenne al volante, seduto dietro di lei, ha riportato ferite lievi. Per la ragazza scattata la denuncia.

QQQ Sparita, inghiottita nel nulla. Da mercoled sera non si hanno pi notizie di una giovane donna, Elisa Birbes, madre di due bambini. Trentunanni, Elisa originaria di Dello, un paesino alle porte di Brescia. Di lei non si hanno pi notizie: il cellulare spento non d segnali; nemmeno dal bancomat o dalla carta di credito risultano movimentazioni utili alla sua ricerca. Lultima volta stata vista a bordo della sua auto, una Fiat Punto bianca targata EG 113 DK. ma anche lauto finora non stata n segnalata n ritrovata. Elisa lultima volta che stata vista era appena uscita da un negozio, e doveva rientrare a casa per accudire i due figli (due anni il pi grande, sette mesi, il piccolo). Il marito Matteo ha rivolto un appello pubblico sui media locali: Elisa torna a casa, per favore, siamo angosciati, ma con il passare delle ore, attorno a questa vicenda aumentano i dubbi e gli interrogativi. La donna molto conosciuta nel paese di Dello perch stata un amministratore locale ricoprendo anche lincarico di assessore ai Servizi Sociali fino ad aprile nella giunta del sindaco Ettore Monaco. Elisa descritta da tutti come una ragazza solare, sempre sorridente, occhi chiari e capelli lunghi fino sulle spalle. Per cercarla si sono mossi i carabinieri della stazione locale, la protezione civile e i vigili del fuoco. Anche i tanti amici della giovane hanno deciso di dare il loro contributo e di aiutare in qualche modo le ricerche, postando sulle pagine personali di Facebook questo annuncio: Richiesta di aiuto per le ricerche di una ragazza sparita a Dello (Bs) con la sua macchia. Per favore diffondete questo messaggio il pi possibile.... Da ieri mattina, dopo la denuncia di sparizione fatta dal marito e dai genitori della ragazza, sono scattate le ricerche, con squadre di volontari che battono palmo a palmo le campagne della Bassa bresciana, le anse del fiume Mella e con il nucleo radiomobile del Comando provinciale dei carabinieri che la ricerca in tutto il territorio di Brescia.

46

Sabato 14 settembre 2013

MILANO E LOMBARDIA

Sabato 14 settembre 2013 @ commenta su www.liberoquotidiano.it

47

Oggi

Mercati

TuttoMilano
GARIGLIANO - Piazzale Minniti - zona 9 MARTESANA - Piazzale Martesana - zona 2 OGLIO - Largo Oglio - zona 4 OLMI - Via degli Ulivi - zona 7 OSOPPO - Via Osoppo - zona 7 PAPINIANO - Piazza S. Agostino - zona 1 P. NUOVA - Bastioni di p.ta Nuova - zona 1 ROGOREDO - Via Rogoredo - zona 4 TABACCHI - Via Tabacchi - zona 5 TRASIMENO - Via Trasimeno - zona 2 V. PERONI - Via Pascal - zona 3 ARPINO - Via Ferrieri - zona 7

Farmacie
V Giornate. Termine: 15 Settembre 2015. Viale Abruzzi - Dei Mille - Piceno: chiusura della carreggiata centrale per opere propedeutiche alla terza fase dei lavori (realizzazione corsia riservata linea 92). Via Parenzo: (tratto da via Chiodi a via Rossi): traffico difficoltoso con istituzione di senso unico di marcia in direzione di P.za Negrelli per lavori A2A Teleriscaldamento.Termine lavori previsto: 31 dicembre 2013. Via Olgettina: con restringimento della carreggiata per lavori. Termine lavori previsto: 30 settembre 2013. S.S. 33 Del Sempione, Via Gallarate, Molino Dorino: traffico difficoltoso in ingresso citt dal Comune di Pero e dalla Tangenziale Ovest, per modifica della viabilit, nell'ambito dei lavori Expo 2015. Probabili accodamenti nella fascia oraria 07.00 09.30. Fino al 31 dicembre 2013.

ARCANGELI - Via Arcangeli - zona 7 ARDISSONE - Via Ardissone - zona 8 ASMARA - Via Asmara - zona 9 BENEDETTO M. - Via Benedetto M. - zona 3 BORDIGHERA - Via Bordighera - zona 5 CICCOTTI - Via Ciccotti - zona 9 DARSENA - Zona Darsena - zona 1 DELLA RONDINE - Via Rondine - zona 6 FALCK - Via Falck - zona 8 FAUCHE - Via Fauch - zona 8

Luned

CAMBINI - Via Cambini - zona 2 CESARIANO - Viale Elvezia - zona 1 DE PREDIS - Via J. da Tradate - zona 8 GHINI - Via Ghini - zona 5 KRAMER - Via Goldoni-Via Kramer - zona 3 MORETTO DA BRESCIA - Via Reni - zona 1 PALMI - Via Forze Armate - zona 7 PISANI DOSSI - Via Pisani Dossi - zona 3 PONTI ETTORE - Via Ponti Ettore - zona 6 SAN MARCO - Via San Marco - zona 1 SANTA TERESA - Via Santa Teresa - zona 5 TRECHI - Via Trechi - zona 9 ZAMAGNA - Via Zamagna - zona 7

Chiusura al traffico: Viale Lodovico Scarampo: rallentamenti causa grandi lavori stradali. Termine dei lavori previsti per il 2015. Via Ronbon: Chiusura al traffico del ramo di svincolo in entrata (dir. A1-Bologna). Termine: 30 settembre 2013. Viale Monte Nero: chiusura altraffico in direzione p.za Medaglie d'Oro. Termine lavori previsto 30 settembre 2013. Sottopasso Parravicini: Fino a domenica 15 dicembre 2013, causa lavori di ristrutturazione, verr chiuso al transito veicolare e pedonale il sottopasso da via Sammartini a via Aporti. Via Morgantini: Chiusura al traffico della strada per lavori A2A Teleriscaldamento.Termine lavori previsto: 30 settembre 2013. Traffico difficoltoso in: Corso XXII Marzo: possibili rallentamenti causa lavori di manutenzione tra L.go Marinai d'Italia e Piazza

(dalle ore 8,30 alle ore 21,00) CENTRO p.za Duomo, 21; v. Solferino, 25; c.so di P.ta Romana, 68; c.so Magenta, 96; v. Plinio, 11. NORD v.le Espinasse, 30; v. Lessona, 2; v.le Zara, 38; v. Rimembranze di Greco, 40; v. Zanoli, 3. SUD v. Lagrange 2; v. dei Guarnieri, 24; v. Marochetti, 9; p.za Miani, 3. EST v. Mecenate, 8; p.le Piola, 1; v. Casoretto, 1; v. Anfossi, 9; v. Bellotti, 1; v.le Monza, 126; v. Illirico, 11. OVEST v. Washington, 98; v. Giambellino, 150; v. Nikolajewka, 3; v. Novara, 3; v. Pagliano, 1/a; v. Falck, 19/a; p.za Gioisia Monti, 9; v. Pier della Francesca, 38; v. C. Farini, 5.

Turno diurno

Turno notturno (dalle ore 21 alle ore 8,30) v. Boccaccio, 26; p.za Cinque Giornate, 6; c.so Magenta, 96; p.za Clotilde, 1; Ripa di Porta Ticinese, 33; C.so P.ta Ticinese, 50 v.le Zara, 38; v. Stradivari, 1; v.le Lucania, 10; c.so S. Gottardo, 1; v. Buonarroti, 5; v. Canonica, 32; v.le Ranzoni, 2. p.le Stazione Porta Genova 5/3 ang. via Vigevano 45. Aperte 24h: p.za Duomo, 21; Stazione Centrale (Gall. Delle partenze); Stazione Garibaldi (P.za S, Freud); v. R. Di Lauria, 22; v.le Testi, 90;

::: le lettere
PORTOGHESI IN METR/1

Le lettere via e-mail vanno inviate a: milanolettere@liberoquotidiano.it sottolineando nelloggetto: lettere a LiberoMilano. Via posta vanno indirizzate a: LiberoMilano - viale L. Majno 42 - 20129 Milano; via fax al n. 02.999.66.227. Vi invitiamo a scrivere lettere brevi. La redazione si riserva il diritto di tagliare o sintetizzare i testi.

::: appuntamenti
Debutta nel weekend Curare la mente la festa del gorgonzola con la musicoterapia
EVENTO Due giorni di puro delirio caseario: a Gorgonzola tutto pronto per la 15esima edizione della sagra nazionale dedicata a uno dei formaggi pi conosciuti al mondo, che viene prodotto in grande quantit nelle umide distese pianeggianti del Nord Italia. Un prodotto legato a doppio filo alla storia e alla tradizione di questo centro alle porte di Milano, che ha dato i natali al formaggio erborinato prodotto dal latte intero di vacca. E cos, la manifestazione prevista questanno nel fine settimana del 14 e 15 settembre, non solo un viaggio gastronomico, ma un percorso di valorizzazione culturale, di elogio ai mestieri tradizionali e di educazione nutrizionale. Il tutto attraverso un ricco programma di eventi che spazia dai convegni alle mostre, dai laboratori didattici alle rassegne di artigianato artistico, dai concerti agli spettacoli. INCONTRO In occasione del festival MiTo, arriva al Teatro Franco Parenti lo spettacolo Musica e cervello: curare con la musica: una giornata dedicata al cervello e alla musica che si concluder con il concerto dellOrchestra Sinfonica Esagramma: 40 giovani disabili accompagnati da 35 musicisti professionisti. Un pomeriggio dedicato alluso della musicoterapia come metodo per la cura di disagio fisico, psichico o sensoriale. Alle ore 15 una tavola rotonda con ospiti neurochirurghi, psichiatri e professori. A seguire, giovani con grave disagio psichico e mentale accompagnati da musicisti professionisti si esibiranno su brani di Grieg, Mahler, Dvork e Beethoven nelle rielaborazioni orchestrali di Pierangelo Sequeri, con la partecipazione del Coro di Voci Bianche Clairire del Conservatorio della Svizzera italiana.

PORTOGHESI IN METR/2

Servono misure efficaci


Lidea di ripassare il biglietto dai tornelli per uscire dal metr doveva impedire ai profittatori di viaggiare a sbafo. Cos dopo gli investimenti, modesti o meno, per lattuazione della pensata e i mesi per sperimentarla, sembra conteggiare soltanto una modesta flessione di portoghesi in quanto (ma non lo sapevano i cervelli dellAtm?) chi gi in entrata li ignorava dun balzo, salta i tornelli anche andandosene. I dipendenti Atm non sono pubblici ufficiali e non possono intervenire: osservano, conteggiano, riferiscono. A chi? Ai cervelli di cui sopra, quelli del proviamo poi vediamo. Maurizio Careggio e.mail

Evasione da combattere
Se vero, come sembra, che gli addetti al controllo della metropolitana nelle loro cabine non possono fare nulla o quasi per fermare i portoghesi, allora a che cosa servirebbe il timbro in uscita? Davvero, me lo devono spiegare. Pesano realmente che chi entrato senza biglietto poi, nelluscire, si fermi alla macchinetta e paghi una penale per acquistare il ticket? Che cosa dovrebbe cambiare dallentrata alluscita per questi personaggi? Entrano saltando, escono sempre saltando; entrano in coda a me, escono in coda a un altro. In compenso, quando io (pagante) arrivo a Romolo con il passante che sta per partire, lo perdo regolarmente perch c fila ai tornelli per uscire. Bel modo questo di ringraziare chi riempie le tasche ad Atm pagando regolarmente abbonamenti e biglietti. E per non farsi mancare niente, ecco che i prezzi aumentano. Se proprio hanno bisogno di soldi, che prima vadano a recuperarli dagli evasori del ticket, con misure di sicurezza decenti. Poi, se ancora non basteranno, potranno chiederli a me. Marco Donati e.mail

Organo da record al Festival di Stradella


CONCERTO Il Festival Ultrapadum 2013 continua a Stradella per un evento eccezionale dal titolo La Musica in Chiesa nellepoca Serassi. Location scelta per la tappa di Stradella la Chiesa Parrocchiale dei SS. Nabore e Felice, dove torner a suonare con tutta la potenza e la magia di cui capace un organo Serassi Opus 544 di pi di 2300 canne risalente alla fine del Settecento e restaurato di recente. Ad eseguire lo Stabat Mater di J. G. Rheinberger e altre sorprendenti pagine vocali-strumentali del repertorio ottocentesco lorganista Simone Quaroni e il Coro Schola Regina Pacis diretto da Enrico Vercesi. Un organo realizzato nel 1797 da maestri artigiani di Bergamo e restaurato due anni fa per fermarne il degrado causato dai secoli e dallumidit. Un lavoro durissimo per riportare in vita uno strumento di inestimabile valore.

Commenta anche su Fb e su Twitter @liberomilano

______________________
Oggi e domani, Gorgonzola. Ingresso libero

______________________
Oggi, dalle 15, via Vasari 15. Ingresso libero

______________________
Oggi, ore 21.15, Stradella (Pv). Ingresso: offerta libera
UCI CINEMAS PIOLTELLO

MILANO
VIA MILAZZO, 9 - TEL. 026597732
La variabile umana The Spirit of '45 L'arbitro L'intrepido 15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 15.00-16.50-18.40-20.30-22.30

ANTEO SPAZIOCINEMA

APOLLO SPAZIOCINEMA

15.00-17.30-20.15-22.30

GALL. DE CRISTOFORIS 3 - TEL. 02780390


L'intrepido 13.00-15.30-17.50-20.15-22.30 Che strano chiamarsi Federico - Scola racconta Fellini 13.00-15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 Una fragile armonia 13.00-15.30-17.50-20.15-22.30 La variabile umana 15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 Il mondo di Arthur Newman 13.00-15.30-22.30 Vogliamo Vivere! 13.00-17.50-20.10

Percy Jackson - Il mare dei mostri 12.00-14.30-17.00-19.30-0.25 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 22.10 Elysium 12.00-14.30-17.00-19.30-22.00-0.25 Comic Movie 12.30-15.00-17.30-19.50-22.10-0.20 One Direction - This is us 3D 12.20-14.30-16.50-19.20 L'Evocazione - The Conjuring 21.30-0.05 Monsters University 12.00-14.35-17.10-19.45-22.20 Il potere dei soldi 12.10-14.35-17.00-19.30-21.55-0.15 Shadowhunters - Citta' di ossa 14.00-17.00-22.15 L'Evocazione - The Conjuring 19.50 Riddick 11.50-14.20-17.00-19.40-22.15 Come ti spaccio la famiglia 22.10 L'Evocazione - The Conjuring 19.30

ORFEO MULTISALA

Turbo 14.30-17.15 Red 2 22.15 One Direction - This is us 3D 14.30-17.10-19.45 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 00.50 Percy Jackson - Il mare dei mostri 14.30-17.10-19.50 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 22.35 Elysium 14.30-17.00-19.40-22.15-00.45 Come ti spaccio la famiglia 14.15-17.00-19.40-22.15-00.45 Comic Movie 22.45 Monsters University 14.40-17.20-20.00 Riddick 14.10-17.00 Shadowhunters - Citta' di ossa 19.40-22.30 Il potere dei soldi 15.00-17.30-19.50-22.15-00.45

VIALE CONI ZUGNA, 50 - TEL. 0289403039


Percy Jackson - Il mare dei mostri 15.15-20.05 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 17.40-22.30 Monsters University 15.0017.30 Elysium 20.00-22.30 Come ti spaccio la famiglia 15.00-17.30-20.00-22.30

HINTERLAND
ASSAGO
VIALE MILANOFIORI - TEL. 892960
Monsters University 14.15-17.15-20.00-22.40 Elysium 14.15-17.10-19.45-22.20-00.55 Red 2 19.40-22.10 Riddick 00.50 Turbo 14.20-17.05 Shadowhunters - Citta' di ossa 14.05-17.00-19.50-22.40 Percy Jackson - Il mare dei mostri 14.40-17.20-20.05 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 22.45 Il potere dei soldi 15.10-17.40-20.10-22.40-01.00 Monsters University 14.50 Percy Jackson - Il mare dei mostri 01.00 L'Evocazione - The Conjuring 22.20 One Direction - This is us 3D 17.30-20.00 Riddick 14.10-17.00-19.50-22.40 Comic Movie 15.00-17.30-19.50-22.15-00.45 Come ti spaccio la famiglia 14.20-17.05-19.45-22.25-01.00

Turbo 14.50-17.15 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 19.40 Red 2 22.05-0.50 Il potere dei soldi 14.55-17.20-19.45-22.10-0.40 Percy Jackson - Il mare dei mostri 15.10-17.35-20.00-22.25-0.50 Monsters University 3D 14.05-16.45-19.25 Elysium 22.05-0.45 Monsters University 14.40-17.20-20.00 L'Evocazione - The Conjuring 22.40 Shadowhunters - Citta' di ossa 16.30-19.30-22.30 Elysium 14.00-16.35-19.15 L'Evocazione - The Conjuring 21.55-0.35 Riddick 14.15-17.05-19.55-22.45 Turbo 14.10

PIOLTELLO

VIA SAN FRANCESCO, 33 - TEL. 892960


Monsters University 14.00-17.00 L'Evocazione - The Conjuring 19.40-22.15-00.50 L'intrepido 14.10-17.00-19.35-22.15-00.50 Riddick 14.10-17.00-19.50-22.30 Elysium 15.30-18.30-21.30-00.20 Il potere dei soldi 15.00-17.30-20.00-22.30-00.50 Mood Indigo - La schiuma dei giorni 14.00-16.55-19.40-22.30 Percy Jackson - Il mare dei mostri 14.20-17.00-19.40-22.20-01.00 Come ti spaccio la famiglia 14.40-17.20-20.00-22.35 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 20.05-22.30-00.50 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 14.50-17.30 Monsters University 14.30-17.20-20.00-22.35 Red 2 22.05-00.45 One Direction - This is us 3D 14.35-17.15-19.40 Elysium 22.00-00.40 Turbo 14.20-17.00-19.30 Shadowhunters - Citta' di ossa 14.00-16.55-19.45-22.35 Comic Movie 14.20-17.00-19.30-22.00-00.30

LISSONE
VIA MADRE TERESA - TEL. 892.960

UCI CINEMAS LISSONE

UCI CINEMAS FIORI

ARCOBALENO FILMCENTER

VIALE TUNISIA 11 - TEL. 199208002


L'arbitro L'intrepido Monsters University In Trance 15.30-17.50-20.20-22.30 15.00-17.30-20.00-22.30 15.00-17.20-19.45

PALESTRINA

VIA PALESTRINA, 7 - TEL. 026702700


Il caso Kerenes

ARIOSTO
VIA ARIOSTO, 16 - TEL. 0248003901
Una canzone per Marion

21.40 15.40-18.20-21.00

PLINIUS MULTISALA
VIALE ABRUZZI, 28/30 - TEL. 0229531103
Elysium Percy Jackson - Il mare dei mostri Il potere dei soldi Monsters University R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' Turbo Il mondo di Arthur Newman Riddick Comic Movie

16.30-18.45-21.00
15.30-17.50-20.20-22.30 15.00-17.30-20.00-22.30 15.30-17.50-20.20-22.30 15.00-17.30 20.00-22.30 15.30-17.50 20.10 22.30

ARLECCHINO CENTRALE MULTISALA

VIA S. PIETRO ALL'ORTO, 9 - TEL. 0276001214-899678903


Mood Indigo - La schiuma dei giorni 15.00-17.30-20.00-22.30

VIA TORINO 30/32 - TEL. 02874826


Royal Affair La religiosa 14.10-16,50-19.30-22.00

Riddick 14.30-17.10-19.50-22.30 Il mondo di Arthur Newman 22.20-00.40 Monsters University 14.30-17.10-19.50 Shadowhunters - Citta' di ossa 14.15-17.00-19.45-22.30 Monsters University 15.00 Red 2 22.30-01.00 One Direction - This is us 3D 17.30-20.00 Elysium 15.00-17.30-20.00-22.30-01.00 Percy Jackson - Il mare dei mostri 15.00-17.30-20.00-22.30-01.00 Come ti spaccio la famiglia 15.10-17.40-20.10-22.30-01.00 Il potere dei soldi 15.20-17.40-20.10-22.30-00.50 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 20.00-22.20-00.40 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 14.30-17.00 L'Evocazione - The Conjuring 20.00-22.30-01.00 Turbo 15.10-17.30 Comic Movie 15.20-17.40-20.10-22.30-00.50

ROZZANO

THE SPACE CINEMA ROZZANO

C.SO PERTINI, 20 - TEL. 892111


Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 14.00-16.45-19.30-22.10-0.45 Come ti spaccio la famiglia 15.30-18.30-21.30-0.15 One Direction - This is us 3D 15.00-17.20-19.40 L'Evocazione - The Conjuring 22.10-0.50 Turbo 14.30-17.00-19.30 Il mondo di Arthur Newman 22.00-0.35 Percy Jackson - Il mare dei mostri 15.30-18.30-21.30-0.15 Monsters University 14.50-17.25-22.40 L'Evocazione - The Conjuring 20.00 Shadowhunters - Citta' di ossa 14.05-16.45-19.25-22.05-0.45 Riddick 14.00-16.45-19.35-22.25 Comic Movie 15.00-17.30-20.00-22.30 Monsters University 3D 14.00-16.40-19.20 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 22.05-0.35 Elysium 14.10-16.50-19.30-22.10-0.50 Il potere dei soldi 15.00-17.30-20.00-22.30-1.00 Come ti spaccio la famiglia 14.30-17.15-20.00-22.40

COLOSSEO
L'intrepido Elysium Come ti spaccio la famiglia L'arbitro Monsters University In Trance

15.00-17.30-20.00-22.30
15.00-17.30-20.00-22.30 15.15-17.40-20.05-22.30 15.30-17.50-20.10-22.30 15.30-17.50-20.20-22.30 15.30-17.50

UCI CINEMAS BICOCCA


VIALE SARCA, 336 - TEL. 892960

15.30-17.50-20.20-22.30

MELZO

ARCADIA MULTIPLEX

VIA MARTIRI DELLA LIBERTA` - TEL. 0295416444


Monsters University 15.10-17.25-20.00 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 22.35 Come ti spaccio la famiglia 15.20-17.40-20.15-22.10 Percy Jackson - Il mare dei mostri 15.00-17.30-20.10 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 22.30 Riddick 19.50-22.20 Turbo 15.30-17.35 Elysium 14.50-17.20-20.20-22.40

V.LE MONTE NERO, 84 - TEL. 0259901361-899678903

BELLINZAGO LOMBARDO
C.C. LA CORTE LOMBARDA - TEL. 02954164445

ARCADIA

DUCALE MULTISALA
PIAZZA NAPOLI 27 - TEL. 199208002
L'arbitro Monsters University La grande bellezza Turbo In Trance L'intrepido

20.20-22.30
15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 15.00-17.20-19.45 21.40 15.00-16.50-18.40 20.30-22.30

ELISEO MULTISALA

15.00-17.30-20.00-22.30

VIA TORINO 64 - TEL. 0272008219-899678903


La variabile umana 15.30-17.50-20.20-22.30 Che strano chiamarsi Federico - Scola racconta Fellini 15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 Una fragile armonia 15.30-17.50-20.20-22.30 L'intrepido 15.00-17.30-20.00-22.30

GLORIA MULTISALA

CORSO VERCELLI 18 - TEL. 0248008908


L'intrepido Elysium 15.30-17.50-20.10-22.30

MEXICO
VIA SAVONA, 57 - TEL. 0248951802
Viaggio sola

15.20-17.40-20.00-22.30 15.15-16.50-18.25-21.00

ODEON - THE SPACE CINEMA

L'intrepido 14.10-17.10-19.45-22.20 Percy Jackson - Il mare dei mostri 01.00 Elysium 14.00-17.00-19.55-22.30 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 20.10-22.35 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 14.10-16.50 Il potere dei soldi 15.00-17.30-20.00-22.30-00.55 Come ti spaccio la famiglia 00.50 Riddick 22.05 One Direction - This is us 3D 14.30-17.15-19.45 L'Evocazione - The Conjuring 14.40-17.20-20.00-22.35-01.00 L'arbitro 14.10-17.00-19.45-22.30-00.50 Comic Movie 15.15-17.40-20.05-22.30 Mood Indigo - La schiuma dei giorni 00.50 Elysium 01.00 Monsters University 14.30-17.10-19.50-22.30 Monsters University 14.00-16.40 Now You See Me - I maghi del crimine 19.45-22.25 Turbo 14.00-16.45-19.30 Wolverine - L'immortale 22.15 Il mondo di Arthur Newman 19.50 In Trance 22.30 Turbo 14.30-17.15 Mood Indigo - La schiuma dei giorni 14.00-16.50-19.45-22.30 Shadowhunters - Citta' di ossa 16.10-19.10-22.20 Riddick 14.00-17.00-19.50-22.35 Come ti spaccio la famiglia 14.30-17.10-19.50-22.30 Percy Jackson - Il mare dei mostri 14.40-17.20-20.00-22.35 Red 2 14.30-17.15-20.00-22.40

Come ti spaccio la famiglia 15.00-17.25-20.05-22.30 Monsters University 14.40-16.00-17.10-18.20-20.00 Percy Jackson - Il mare dei mostri 15.15-17.40-20.10 Turbo 15.20-17.30 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 22.40 Shadowhunters - Citta' di ossa 22.25 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 20.30-22.40 L'Evocazione - The Conjuring 22.15 Il potere dei soldi 15.30-17.50-20.25-22.35 L'intrepido 14.45-17.15-19.55-22.20 Riddick 15.10-17.45-20.15-22.50 One Direction - This is us 3D 14.50-17.20-19.50 Comic Movie 20.40-22.50 Elysium 15.05-17.35-20.20-22.45

SAN GIULIANO MILANESE


One Direction - This is us 3D Elysium Percy Jackson - Il mare dei mostri Comic Movie Turbo Come ti spaccio la famiglia Monsters University Riddick

MOVIE PLANET
17,20-20,00 22,30 17,00-19,50-22,30 20,00-22,30 17,20 17,00-19,50-22,30 17,00-20,00

S.S. 9 VIA EMILIA - TEL. 02 98245409 - 899 552578 (PREN.)

PADERNO DUGNANO
VIA OSLAVIA, 8 - TEL. 029189181
L'intrepido Mood Indigo - La schiuma dei giorni

AREA METROPOLIS
16.30-18.45-21.15

16.45-19.00-21.30

PADERNO DUGNANO
VIA BRASILE, 4 - TEL. 0291084250

LE GIRAFFE

BUSNAGO

MOVIE PLANET C.C. GLOBO


17,10 20,00-22,30 19,50-22,30 17,20 16,50-19,50-22,30 17,10-19,50-22,30 17,20-20,00-22,30

TEL. 039 695182 (PREN.) - 039 6956516 (PROGRAMMAZIONE)


Monsters University R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' Elysium Turbo Riddick Percy Jackson - Il mare dei mostri Comic Movie Come ti spaccio la famiglia

17,10-19,50-22,30

CERRO MAGGIORE THE SPACE CERRO MAGGIORE


VIA TURATI, 62 - TEL. 892111
Come ti spaccio la famiglia 14.15-16.55-19.35-22.15-0.55 Comic Movie 14.45-17.25-19.50-22.20-0.45 One Direction - This is us 3D 15.00-17.20-19.40 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 22.00-0.35

UCI CINEMAS CERTOSA

VIA SANTA RADEGONDA, 8 - TEL. 892111


Come ti spaccio la famiglia 11.55-14.25-16.55-19.30-22.00-0.30

VIA STEPHENSON, 29 - TEL. 892960


Riddick 19.45-22.35

Il potere dei soldi 15.10-17.30-19.30-21.30-23.30 Comic Movie 15.40-17.50-20.30-22.45 Turbo 14.40-16.40-18.40-20.30 L'evocazione - The Conjuring 22.40 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 15.20-17.30-19.30-21.30-23.30 One Direction - This is us 3D 14.30-16.30-18.30 Percy Jackson - Il mare dei mostri 3D 20.30-22.50 Monsters University 15.00-17.15-19.50-22.15 Riddick 14.50-17.15-20.20-22.50 Elysium 14.50-17.00-19.15-21.30-23.50 Il mondo di Arthur Newman 15.10-17.30 Now You See Me - I maghi del crimine 20.30-22.40 Monsters University 15.30-17.45-20.10 Red 2 22.45 Come ti spaccio la famiglia 14.15-16.30-18.40-21.15-23.40 Turbo 15.20-17.30-19.30 Shadowhunters - Citta' di ossa 21.30-23.50 Percy Jackson - Il mare dei mostri 15.00-17.30-20.30-22.40

22,30

SESTO SAN GIOVANNI


C/O CENTRO SARCA - TEL. 0224860547

SKYLINE MULTIPLEX

Mood Indigo - La schiuma dei giorni 11.15-14.00-16.40-19.35-22.15 Il potere dei soldi 11.15-13.25-15.40-18.00-20.20-22.40 Il mondo di Arthur Newman 13.30-15.40-17.50-20.10-22.20 Percy Jackson - Il mare dei mostri 11.15-15.20-17.45-20.10-22.35 Monsters University 11.15-13.20-15.30-17.45-20.20 Comic Movie 22.35 Riddick 11.15-14.45-17.20-20.00-22.35 One Direction - This is us 3D 11.15-13.20-15.30-17.35 Elysium 19.40-21.50 R.I.P.D. - Poliziotti dall'aldila' 11.15-13.30-15.35-20.15-22.30 Turbo 11.15-17.40 Come ti spaccio la famiglia 11.15-15.00-17.30-20.00-22.30 Elysium 11.15-15.15-17.35-20.15-22.35

Sabato 14 settembre 2013

Potrebbero piacerti anche