Sei sulla pagina 1di 5

Alessandra Lanciotti

La Corte Penale Internazionale


e la repressione delle gravi violazioni del diritto umanitario

G.GIAPPICHELLI EDITORE

INDICE
pag.
Premessa CAPITOLO PRIMO
1

LA CREAZIONE DI UNA CORTE PENALE INTERNAZIONALE A CARATTERE PERMANENTE


1. Lapprovazione dello Statuto di Roma istitutivo della Corte penale internazionale apre un nuovo capitolo nel diritto internazionale penale La struttura del trattato istitutivo e gli accordi ad esso complementari Le caratteristiche della Corte penale. Precisazioni preliminari in ordine alla sua competenza e differenze rispetto ai preesistenti tribunali internazionali penali Giustizia penale internazionale e giustizia penale interna: il rapporto tra la competenza della Corte penale e le giurisdizioni nazionali. Il principio di complementarit e i parametri per lammissibilit del caso I limiti alla competenza della Corte: laccettazione da parte degli Stati e i criteri di giurisdizione (trigger mechanism) Lattivazione della giurisdizione della Corte penale su iniziativa del Consiglio di Sicurezza Il blocco dellattivit della Corte penale su iniziativa del Consiglio di Sicurezza La struttura della Corte Il ruolo del Procuratore e la discrezionalit dellesercizio dellazione penale. Cenni sullo svolgimento del processo

3 6

2. 3.

4.

11 15 18 20 21 23

5. 6. 7. 8. 9.

VI

Indice

pag.
CAPITOLO SECONDO

I CRIMINI INTERNAZIONALI DI COMPETENZA DELLA CORTE PENALE


1. Brevi considerazioni sui crimini dellindividuo nel diritto internazionale 2. Lestensione della competenza della Corte penale ratione materiae 3. Il rispetto del principio di legalit. Il ruolo degli Elements of Crimes 4. I crimini di guerra 5. (segue) Le varie categorie di crimini di guerra descritte nellart. 8 6. I crimini contro lumanit 7. Il crimine di genocidio 8. Limportanza dellelemento soggettivo del reato (mens rea) 9. Il crimine di aggressione 10. La posizione dellItalia rispetto ai crimini di competenza della Corte penale internazionale 29 31 33 37 39 44 48 51 53 60

CAPITOLO TERZO

LARRESTO E LA CONSEGNA DELLE PERSONE RICERCATE DALLA CORTE PENALE


1. Lobbligo di cooperazione e assistenza giudiziaria 2. Lesecuzione dellobbligo di consegna dellaccusato in rapporto ai limiti previsti dal diritto interno per lestradizione 3. Il problema delle richieste concorrenti 4. (segue) Ipotesi di concorso tra mandato darresto europeo e richiesta di consegna proveniente dalla Corte penale internazionale 67 71 73

75

Indice

VII

pag.
CAPITOLO QUARTO

LE IMMUNIT DEGLI ORGANI DALLA GIURISDIZIONE NELLO STATUTO DELLA CORTE PENALE
1. Il principio che sancisce lirrilevanza della qualit ufficiale rivestita dalla persona responsabile dei crimini di competenza della Corte penale 2. Le norme di diritto internazionale generale sullimmunit degli organi stranieri dalla giurisdizione penale e la deroga prevista nello Statuto 3. Le immunit previste dal diritto interno 4. Le immunit previste dal diritto internazionale generale e la soluzione dellart. 98 dello Statuto 5. I mandati di cattura emessi su referral del Consiglio di sicurezza e limmunit personale dei capi di Stato estero 6. Le immunit previste dal diritto internazionale convenzionale. La soluzione dellart. 98, par. 2, dello Statuto 7. Le immunit dalla giurisdizione dei funzionari delle organizzazioni internazionali

77

80 83 84 86 88 90

CAPITOLO QUINTO

I PRIVILEGI E LE IMMUNIT DELLA CORTE PENALE E DEI SUOI ORGANI


1. Laccordo sui privilegi e le immunit 2. I principali obblighi assunti dagli Stati con la ratifica dellAccordo sui privilegi e le immunit della Corte penale 93 95

CAPITOLO SESTO

IL SISTEMA SANZIONATORIO
1. Il principio del nullum crimen, nulla poena sine lege nello Statuto di Roma 2. La scelta dei criteri per la determinazione delle pene. Lesclusione del riferimento ai parametri previsti dai sistemi penali nazionali 99

101

VIII

Indice

pag.
3. Il dibattito sullesclusione della pena di morte 4. La condanna al carcere perpetuo 5. La commisurazione della pena, i fattori di aggravamento e riduzione della pena, le condanne plurime 6. Pene pecuniarie e pene accessorie 7. Lesecuzione della pena e la revisione della sentenza di condanna (cenni) 105 107 109 113 113

APPENDICE
Statuto della Corte penale internazionale Legge 20 dicembre 2012, n. 237, norme per ladeguamento alle disposizioni dello Statuto istitutivo della Corte penale internazionale 119

177