Sei sulla pagina 1di 9

Sorprende due ladri in casa: ma viene sopraffatto

A pagina sei www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Isab nel mirino


EDITORIALE

domenica settembre 2013 Anno XXVI 212 Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. Mosco Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 0, 50 sabato 17 22 marzo 2012 Anno XXV N. 64 N. Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX- 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via via Mosco 51 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

A pagina quattordici e mail redazione@libertasicilia.com

Orgoglio Umilt e Fede

TACCUINO

Commercialisti

Sospetti su due dipendenti che non avrebbero impedito sversamenti

Sequestrata nuova area inquinata


Siracusa vincente soltanto insieme a Catania e Ragusa
di Giuseppe Bianca

Anche la seconda rata del-

a candidatura di Siracusa e del Sud Est della Sicilia a capitale europea della cultura per il 2019 potrebbe avere quella carta vincente, il classico asso nella manica, qualora si riuscisse a fare convergere attorno al progetto anche le citt e i territori vicini. In tal senso arrivano dichiarazioni importanti da Catania e da Ragusa per non parlare di Enna. Territori a noi limitrofi che potrebbero costituire quel valore aggiunto per consentire a Siracusa di avere punteggi importanti nella scalata alle vette delle citt concorrenti. Si profilerebbe uno scenario in cui a Catania con il suo settore di eccellenza costituito dal polo tecnologico.
A pagina tre

la Tares, cos come accaduto per la prima, potr essere versata oltre il termine senza incorrere nel pagamento della mora. Lo dichiara il sindaco, Giancarlo Garozzo. La prossima scadenza prevista per il 30 settembre afferma il sindaco per cui consiglio ai cittadini che non avessero versato la prima rata di farlo adesso e di rinviare la seconda. Intanto il consiglio comunale, convocato su questo punto per il 3 ottobre, dovrebbe decidere se fare slittare gli altri versamenti a primissimi mesi del 2014.
A pagina quattro

I carabinieri hanno tratto in ar-

Rubano ferro alla Cogema Tre arrestati

Redditometro giusto ma con molta cautela

Il nuovo redditometro consente di scovare levasione spudorata,

resto tre persone, che si erano introdotte allinterno di aziende dismesse del petrolchimico di Priolo.
A pagina otto

ma nella gran parte dei casi - nei confronti dei contribuenti corretti costituisce uno stimolo alladempimento spontaneo (dichiarazione dei propri redditi reali). pur vero per che deve essere applicato con grande prudenza, ricordando che onere dellAgenzia delle Entrate provare che la situazione reddituale ipotizzata dagli elementi indicatori di capacit contributiva.
A pagina sei

TRIBUNALE DI SIRACUSA
22 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

PROSSIMA INSERZIONE:

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI


Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente (che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e recapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode. La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

25/09/2013
LE VENDITE GIUDIZIARIE

COME PARTECIPARE

inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione. Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catastale sono interamente a carico della procedura. Per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione. Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lesecuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni. Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

22 settembre 2013, domenica

Siracusa capitale solo coinvolgendo le altre


a candidatura di Siracusa e del Sud Est della Sicilia a capitale europea della cultura per il 2019 potrebbe avere quella carta vincente, il classico asso nella manica, qualora si riuscisse a fare convergere attorno al progetto anche le citt e i territori vicini. In tal senso arrivano dichiarazioni importanti da Catania e da Ragusa per non parlare di Enna. Territori a noi limitrofi che potrebbero costituire quel valore aggiunto per consentire a Siracusa di avere punteggi importanti nella scalata alle vette delle citt concorrenti. Si profilerebbe uno scenario in cui a Catania con il suo settore di eccellenza costituito dal polo tecnologico, a Ragusa, con il suo forte comparto agricolo, Siracusa con il polo petrolchimico ma anche con i giacimenti archeologici rappresentano un coacervo di grande forza propulsiva che potrebbe innescare investimenti e finanziamenti europei. Non mancano le idee. A Matera, dove stata ufficializzata la candidatura di Siracusa a capitale della cultura europea per il 2019, lassessore Alessio Lo Giudice ha presentato un dossier che va anche oltre le bellezze endogene della citt e dellintera provincia. Una foto, in particolare lemblema, il simbolo della creativit

EDITORIALE. La candidatura del Sud Est siciliano importante per il risultato

www.astetribunale.com

MOTOPIU' STRANIERE CAUSA inutilizzo vendo Honda Chiocciola125, anno 2004, batteria e gomme nuove, E 950 tratt. Passaggio di propriet a carico dellacquirente Tel. 334/9017645 dopo le 16.30 CUSTOM Hyosung Aquila 250 bicolore, imm. 07/07, km 2000, consumi bassissimi, allarme con telecomando di riserva, orologio, schienale + una seconda batteria comprata nuova e mai utilizzata. Il tagliando sar fatto a spese del venditore in unofficina scelta dallacquirente Tel. 333/7129665 HARLEY Davidson 883 Iron, nero opaco, 8000 km, con scarichi aperti, sellino artigianale e centralina + molti alti accessori E 8000 tratt Tel. 368/3122932 HONDA Hornet 600, anno2002, km 13.000, colore blu, come nuova Tel. 0931/67527 - 339/7939768 HONDA Deauville, 650, anno 2003, km 15.000, usato pochissimo, E 1500 tratt Tel. 333/3354923 333/8098102 HONDA Hornet 600, anno 2003, km 26.000, vendesi per mancato utilizzo, in perfette condizioni E 1300 tratt Tel. 327/6860265 HONDA F-RV, monovolume 6 posti come la Fiat Multipla. Motorizzazione 2.2 diesel 140 CV, 6 marce. Immatricolata gennaio 2006, 130.000 km. Regolarmente tagliandata presso lofficina Honda ed meccanicamente perfetta e con gomme all80Tel. . La carrozzeria graffiata nei paraurti e quello anteriore leggermente danneggiato ma non da sostituire. La guarnizione dellalzavetro anteriore lato guida da rivedere. Il prezzo fissato di E 8000 trattabili Tel. 392/4985077 HONDA Sh 125, colore nero, con antifurto E 800 Tel. 347/9997007 HORNET 600 E 1000 tratt Tel. 380/1577736 K AWA S A K Y Z R 7 , anno 2005, colore blu, ottimo stato. E 1500 Tel. 320/1660350 MOTO Deauville 600,

INSERZIONI GRATUITE

poco usata, prezzo affare. O cambio con Quad Tel. 349/8115266 MOTO Bmw, modello Gs 650, km 18.000, blu metallizzato, con bauletto, ottime condizioni. Prezzo affare E 3000 Tel. 347/4439498 MOTORINO elettrico, completo di tutto, come nuovo Tel. 347/2722471 SCOOTER Mbk 125, Majesty, km 10000, ottime condizioni E 900 tratt Tel. 349/2544949 SCOOTER Honda Forza 250, versione Ex, anno 2005, km 20000. Ottime condizioni E 1700 tratt Tel. 334/7299061 SUZUKI V-Strom 650, anno 2006, tagliandata ogni anno, condizioni eccellente, visibile a Siracusa E 2900 tratt Tel. 340/4299887 VENDESI suzuki catapusa 1300 anno 04 unico proprietario, km 3000 prezzo affare Tel. 347/6549854 YAMAHA TT 600 anno 2000, km 15.600, ottimo stato, tenuta in garage Tel. 320/2589388 YAMAHA R1, nera, anno 2007, km 22.000, con molti accessori estetici in carbonio e parti racing, unico proprietario, pi bella e prestazionale del nuovo, tagliandi in regola, accessori originali compresi nel prezzo. E 7000 non trattabili. No permuta Tel. 393/1773844 PRIOLO KAVASAKY 500R5, anno 2004, gommata nuova, km 18.000, condizioni da vetrina, causa inutilizzo E 1200 Tel. 333/8097444 SCARABEO Aprilia Piaggio, come nuovo, usato poche volte, con pochi km E 1100 Tel. 334/7188622 ROSOLINI PIAGGIO Liberty 125 4t, colore blu, anno 2010, km.2880, E 1.600 compreso paravento originale, casco e catena, praticamente nuovo Tel. 333/2983173 ACCESSORI MOTO LUCCHETTONE AU per moto Abus E 40 Tel.

340/3649554 VESPA 50 Pk anno 87, buone condizioni, colore bianco, prezzo interessante Tel. 333/6816929 BAULETTO per Chiocciola, ancora imballato E 30 Tel. 345/8051783 BAULI laterali originali per Beverly colore blu scuro met., affare da non perdere Tel. 333/6797445 MOTO Quad 250cc, nuovo, km 0, benzina, 4 tempi, 4 marce + retromarcia, non omologato E 1550 Tel. 349/2544949 PORTA caschi E 50 Tel. 328/6049486 VENDESI bauletto honda chiocciola 250, colore grigio, E 60 tratt Tel. 0931/68437 VENDESI bauletto grigio met. capienza x 2 per chiocciola honda E 70 tratt Tel. 0931/68437 VENDESI bauletto SH 150, colore verde mare met + marmitta honda sh 300 Tel. 348/9007995 VESPONE Piaggio, modello T5, anno 1985, km 20.000, restaurato da due anni E 1500 Tel. 328/6184756 BICIPIU' BICICLETTA Btwin, misura 28, tipo city bike, bianca, usata pochissime volte. Prezzo 140 E non trattabili Tel. 348/3354375 telefonare dopo le ore 18.00 GOMME bicicletta nuova 37-622 (28) E 20 Tel. 340/3649554 SELLA bici corsa (come nuova) Fizik Anteres 180gr E 65 Tel. 340/3649554 BICI da corsa Atala SLR 200 in condizioni da vetrina, agosto 2012, misura S. Usata solamente una volta ed ha percorso 32km totali! Con la bici regalo pedali look marca KEO del valore di 60 E e scarpe marca Vittoria complete di attacco look del valore di 80 E, anche esse usate solo una volta. E 450 Tel. 327/7985122 BICI elettrica assistita, marca Trafic Bike E 300 Tel. 388/3577428 CERCO bicicletta da passeggio Tel. 333/8318633 MOUNTAIN bike, affarone da non perdere E 30 Tel. 333/6797445

VENDESI per inutilizzo bicicletta modello americano cruiser, misura 26, cromata, assemblata con telaio in alluminio, sette rapporti, manubrio largo, sellino largo, usata pochissime volte. Prezzo 450 E non trattabili Tel. 348/3354375 telefonare dopo le ore 18 VENDESI bicicletta professionale mountain bike marca atala, con ammortizzatore davanti, compresa di luce anteriore e posteriore, usata solo una volta. Affarone da non perdere Tel. 333/6797445 VENDESI n. 2 bici in buone condizioni E 35 cadauna Tel. 380/3878879 SCAFI, VELE BARCA Open modello Blumax 560, con motore Mercury 40/60 Efi 4 tempi (50 ore di moto), tutto anno 2008, in condizioni pari al nuovo. Optional: luci di via, pompa di sentina, impianto autoclave acqua dolce, ecoscandaglio, musone di prora e dotazioni di bordo, carrello non omologato nuovo. Richiesta E 8.000 tratt Tel. 328/6588325 BARCA in vetroresina Trimarano 3mt con motore da 4,5cv E 800 Tel. 347/5919019 BARCA in vetroresina 3,50, seminuova, prezzo interessante Tel. 333/6816929 CANOA Sevylor Pointer K 2, posti, in tela rivestita, con camera laterale, sedili regolabili, si smonta e si richiude in una copertura a cerniera, vendo n 2 giubbotti salvagente E 300 affare Tel. 333/6618053 CERCO barca in alluminio Tel. 347/5939019 MOTORE marino Mercury anno 2009, gambo lungo, poche ore di navigazione E 1150 tratt Tel. 349/2544949 MOTORE Marino Mercury, 8 cv, 4 tempi, bicilindrico, anno 2008, usato pochissimo, condizioni pari al nuovo, gi tagliandato E 1300 tratt Tel. 328/6588325 VETRORESINA barca vendesi anno 1980, posti 6, cantiera almarine, lunghezza mt 5, motore

AVVISO DI VENDITA PROC. ESEC. IMM. N. 579/95 R.G.E. Si rende noto che il 22/11/2013 alle ore 11.30, dinanzi al Giudice delle Esecuzioni Dott. Gurrieri, nella sala di udienze del Tribunale di Siracusa, si terr la vendita allasta senza incanto o nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo, in data 29/11/2013, ore 11.30 si terr la vendita allasta con incanto del seguente immobile: 1) terreno coltivato ad agrumeto in Francofonte, C.da Mastrocciardo, di ha 00.50.40, in Catasto al f. 37, p.lla 666. Prezzo base dasta ribassato di 1/4 11.250,00 con offerte in aumento minimo di 500,00 in caso di vendita con incanto. Limmobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, cos come identificato, descritto e valutato dallesperto nella relazione di stima. Ogni offerente, per partecipare, dovr depositare in cancelleria, entro le ore 12 del giorno precedente a quello fissato per la vendita, domanda in bollo in busta chiusa contenente assegno bancario non trasferibile intestato alla procedura, quale cauzione pari al 10% del prezzo proposto (o in caso di vendita con incanto al 10% del prezzo base dasta). Nel caso di vendita senza incanto lofferente dovr depositare, altres, nel termine suddetto dichiarazione contenente lindicazione del prezzo, del tempo e modo del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dellofferta. Il versamento del resto del prezzo dacquisto, dedotta la cauzione, dovr essere effettuato entro 90 giorni dallaggiudicazione per la vendita senza incanto ed entro 60 giorni dalla aggiudicazione per la vendita con incanto su un libretto bancario intestato alla procedura e vincolato allordine del giudice; in mancanza si provveder a norma dellart. 587 c.p.c. Avviso di vendita, ordinanza di vendita e relazione dellesperto sono disponibili sul sito internet www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni in cancelleria. Siracusa, l Il Cancelliere mariner 150 fuoribordo, carrello stradale ellbi mt 6 targato E 2000 Tel. 348/2419041 GOMMONI E ACCESSORI GOMMONE Joker boat coaster 650 solo gommone, prezzo affare E 7500 Tel. 360/655284 GOMMONE Marshall 60 mt 4,50, con tubolari e tagliolato da revisionare, motore Mercury cv 25, anno 92, efficientissimo, avviamento elettrico e manuale, comandi alla consolle centrale, batteria e serbatoio lt 25, E 1000 Tel. 348/2419041 VERICELLO idraulico per ritiro rete mare Tel. 0931/712041 ore pasti ROULOTTES E CAMPER CAMPER Laika Ecovip 2.1 mansardato, anno 2003, Km 53.000, 6 posti letto, accessoriatissimo: Forno, frigo grande con congelatore, motorizzazione Iveco 2.8 turbodiesel, tendalino veranda esterno, doppio boyler, riscaldamento Trumann utilizzabile anche in movimento, gruppo elettrogeno 2,8 KW, aria condizionata cabina e interno, in ottime condizioni. E 32.000 Tel. 335/7759071 CAMPER Fiat 238, alimentazione benzina e gpl, catena di distribuzione appena rifatta. E 5.000 tratt Tel. 392/7342409

TRIBUNALE DI SIRACUSA-SEZIONE ESECUZIONI

Mentre Palermo si arroccata su se stessa, la candidatura del capoluogo appoggiata da Catania, Ragusa ed anche Enna

In foto, piazza Duomo.

e della forza solidale che riesce ad esprimere la nostra citt. E quella che ritrae

un barcone in legno, con una scritta araba sulla fiancata, ormeggiata insieme ad al-

tri barconi a ridosso della banchina del porto grande, Riesce ad essere la sintesi di

Siracusa e dei siracusani. Innanzitutto perch simboleggia larrivo ormai inces-

sante ed incalzante di immigrati clandestini dallAfrica, ma allo stesso tempo la forza della solidariet espressa dalla nostra gente ed ancora quella esigenza di avere collegamenti sempre pi fitti con lEst europeo e lAfrica, da sempre vicini e legati alla Sicilia dal mar Mediterraneo. In questa speciale graduatoria, Siracusa dovr competere con grandi citt europee ed italiane. Senza escludere la citt di Palermo che gi da alcuni mesi che opera in maniera costante con lobiettivo di raggiungere lambito riconoscimento. Ma per Palermo il discorso diverso. Il sindaco Orlando aveva chiesto lappoggio di tutte le citt siciliane al progetto palermitano. Con la contestuale candidatura di Siracusa, il fronte siciliano si spacca, a tutto vantaggio per Siracusa che ha un presentato un progetto che non guarda solo ed esclusivamente alla citt. Giuseppe Bianca

Sversamento di idrocarburi Sequestrata area di Isab Nord


Una nuova area di pertinenza di
Isab Nord stata posta sotto sequestro dai poliziotti del commissariato di Priolo, impegnati nel controllo amministrativo per la salubrit dell'ambiente nella zona industriale siracusana insieme a quelli del commissariato Ortigia. Le indagini, iniziate nel mese di luglio, mirano ad individuare le cause degli sforamenti delle emissioni di sostanze inquinanti e degli sversamenti di idrocarburi ed hanno portato, nei giorni scorsi, alla denuncia del sindaco di Melilli ed al sequestro di alcune aree ritenute contaminate. Nella giornata di ieri, stata sequestrata unaltra area, pari a circa 200 metri quadrati, sempre allinterno dellimpianto Isab Nord, poich ad una verifica risultata essere contaminata da prodotti derivanti da idrocarburi. Al momento al vaglio degli investigatori la posizione di due dipendenti della societ Isab Nord che non avrebbero impedito la fuoriuscita di idrocarburo e quindi la contaminazione del terreno. Laltro episodio, come si ricorder, risale al 5 settembre scorso quando unarea di pertinen-

Loperazione eseguita dai poliziotti dei commissariati di Priolo e di Ortigia

22 settembre 2013, domenica

Due dipendenti sono sospettati di non avere evitato la fuoriuscita di idrocarburo e quindi la contaminazione del terreno su unarea di 200 mq

Commercialisti: Redditometro giusto ma applicazione prudente


Il
nuovo redditometro consente di scovare levasione spudorata, ma nella gran parte dei casi - nei confronti dei contribuenti corretti costituisce uno stimolo alladempimento spontaneo (dichiarazione dei propri redditi reali). pur vero per che deve essere applicato con grande prudenza, ricordando che onere dellAgenzia delle Entrate provare che la situazione reddituale ipotizzata dagli elementi indicatori di capacit contributiva fa al caso del contribuente accertato. Posizioni contrapposte sono emerse al Convegno tenutosi alla Camera di Commercio di Siracusa, organizzato dallOrdine dei Commercialisti, dal titolo Il nuovo redditometro accertamento per laccertamento di falsi poveri e presunti ricchi: riflessioni per unapplicazione ragionata alla presenza di un folto pubblico, tra i quali erano presenti anche giudici tributari, funzionari dellagenzia delle entrate. Da un lato il Direttore dellAgenzia delle Entrate di Siracusa Gianfranco Antico, dopo avere illustrato le novit di recente emanate in materia, ha ribadito che per lerario lo strumento redditometrico costituisce una presunzione legale relativa e, dunque, consente allufficio impositore di procedere allaccertamento senza altri supporti probatori; al contribuente consentito tuttavia nel contraddittorio preventivo di dimostrare la provenienza delle somme con le quali ha sostenuto le spese intercettate dallanagrafe tributaria. Dallaltra il prof. Franco Randazzo, Associato di Diritto Tributario dellUniversit di Catania, ha ricordato come un procedimento legittimo qual quello previsto dalla legge per il redditometro non si traduce automaticamente in un accertamento fondato se non vi sono altri elementi di supporto che integrino la presunzione semplice portata dagli indici di capacit contributiva. Occorre dunque che lufficio impositore sul quale grava lonere della prova fornisca altri elementi utili; altrimenti il giudice tributario non potr che annullare latto impositivo. Dopo i saluti di rito del Vice Presidente della Camera di Commercio Giuseppe Gianninoto e del

Questo emerso da un convegno che si tenuto ieri mattina alla Camera di Commercio

22 settembre 2013, domenica

I contribuenti che hanno un tenore di vita in linea con le proprie spese quotidiane redditi ha dichiarato il Presidente Conigliaro non hanno nulla da temere dalla norma

za della Raffineria Isab Sud di Priolo. La verifica ha ed il successivo riscontro hanno indotto i poliziotti del Commissariato di pubblica sicurezza di Priolo Gargallo, a seguito di accerta-

In foto, poliziotti in azione a Priolo. Sotto, il materiale ferroso sequestrato dai finanzieri.

menti di Polizia Giudiziaria, a sequestrare unarea pari a circa 4 mila metri quadrati, sita allinterno dellimpianto Isab Sud. Larea in questione risultata essere stata contaminata da prodotti deri-

Stavano rubando cavi di rame in una zona gi sottoposta a sequestro. Larrivo della pattuglia dell Guardia di Finanza ha fatto desistere due malviventi, che sono scappati a piedi per le campagne circostanti, sfuggendo alla cattura. Il fatto accaduto nellarea ex Enaoli di Priolo, comprensorio gi sottoposto a sequestro per violazioni alla normativa ambientale. Una pattuglia delle fiamme gialle appartenenti alla tenenza di Priolo-Melilli, ha intercettato la presenza di due individui che, alla vista dellauto di servizio, hanno tagliato la corda per le campagne circostanti. I finanzieri hanno rinvenuto sul posto ben 400 chilogrammi di rame, il famoso oro rosso, del quale i due ignoti stavano per impossessarsi. Adesso le indagini vertono a scoprire chi sia lautore del tentativo di furto di cavi di rame, che sono stati sequestrati. I finanzieri hanno effettuato in questi ultimi mesi interventi mirati nella zona industriale di Priolo e di Melilli, riuscendo a recuperare refurtiva per oltre 1.500 chili di rame.

Stavano rubando cavi di rame Scoperti dalle fiamme gialle

CRONACA

vanti da idrocarburi. Gli operatori di Polizia hanno riscontrato la presenza di liquidi di natura idrocarburica sversati dalla condotta fognaria che confluisce al Tas (trattamento acque di scarico), in unarea di pertinenza dellIsab Sud. Gli investigatori, avvalendosi della collaborazione del personale dellArpa di Siracusa, hanno eseguito un campionamento del liquido. Le successive indagini hanno consentito di accertare che levento sarebbe stato causato da una cattiva manutenzione degli impianti di raffinazione e di stoccaggio del prodotto raffinato, oltre alle carenze strutturali del sistema di ritenzione e smaltimento dei prodotti idrocarburici presenti nella sala pompe additivi. In quella circostanza, lazienda puntalizz che levento il risultato dellallagamento determinato dal nubifragio di eccezionale entit (chiaro evento di forza maggiore) che si abbattuto sulla zona di Siracusa il 22 agosto scorso nelle prime ore del mattino e che ha determinato una situazione di emergenza nellintero territorio; il flusso dacqua eccezionale ha fatto saltare alcuni tombini della Raffineria e tracimare la fogna nel punto oggetto dellevento. R.L.

In foto, un momento dei lavori di ieri in Camera di Commercio.

Presidente dellOrdine dei Dottori Commercialisti Massimo Conigliaro, vi stata lintroduzione dellavv. Vito Branca, Vice Presidente dellAssociazione Nazionale Tributaristi Italiani e professore di diritto tributario nella Link Campus University di Catania nonch lintervento del dott. Carlo Nocera, pubblicista del Sole 24 Ore e docente della Scuola Supe-

riore Economia e Finanze, che ha illustrato . I contribuenti che hanno un tenore di vita in linea con le proprie spese quotidiane redditi ha dichiarato il Presidente dellOrdine dei Dottori Commercialisti di Siracusa non hanno nulla da temere per due ragioni: perch non dovrebbero essere disturbati dallinvito a fornire chiarimenti

Si accelerano i tempi di attesa

ASP 8

Il commissario straordinario dellAsp di Siracusa Mario Zappia

e il direttore sanitario Anselmo Madeddu hanno disposto listituzione di un gruppo di lavoro che in tempi rapidissimi dovr analizzare le cause residuali allorigine delle maggiori criticit che ad oggi, nonostante gli sforzi gi intrapresi, si rilevano nelle liste di attesa per alcune prestazioni di cardiologia, gastroenterologia e radiodiagnostica e che soprattutto dovr mettere in atto nellimmediato ogni soluzione organizzativa per garantire ad ogni cittadino della provincia il diritto allassistenza sanitaria con accesso a tutte le prestazioni nei tempi dovuti. In realt lAzienda si gi attivata con programmi di riduzione delle liste di attesa, avviando gli accessi ambulatoriali programmati per ordine di priorit clinica, la pulitura delle liste e listituzione del sistema telefonico automatico smart cup recall che gi in due mesi ha consentito di anticipare 1240 prestazioni sulla base dei posti resisi disponibili in seguito alla rinuncia di altri cittadini. Ma oltre a queste iniziative lAzienda adesso intende completare lattivit progettuale di abbattimento delle liste di attesa rimodulando lofferta con appositi progetti.

da parte del Fisco ovvero, in caso di richiesta, potranno fornire gli elementi giustificativi delle proprie spese (risparmi pregressi, disinvestimenti, aiuti familiari, ecc.). Nei casi pi articolati, potranno dimostrare che le medie Istat applicate non si attagliano alla propria posizione personale. E chiaro che preferibile conservare la documentazione utile a fornire tali giustificazioni. Le medie statistiche precisa il Presidente dellOrdine dei Dottori Commercialisti di Siracusa non sempre colgono nel segno. I controlli sui falsi poveri sono doverosi e sicuramente lo strumento del redditometro consente unazione mirata del Fisco sulle posizioni di maggior rischio. Non vorremmo, per, che in un momento di grave crisi economica i contribuenti diventino tutti benestanti se non addirittura presunti ricchi agli occhi del Fisco. Per tale motivo abbiamo voluto stimolare un confronto preventivo tra i principali interpreti della vicenda, invitando autorevoli esponenti del mondo delle professioni, dellaccademia e dellamministrazione finanziaria. Gli spunti emersi sono stati costruttivi ed interessanti. Speriamo che adesso si traducano in unapplicazione pratica prudente e ragionata.

22 settembre 2013, domenica

22 settembre 2013, domenica

82 sbarchi dallinizio dellanno per un totale di 9 mila profughi


Con quello di ieri mattina, salgono ad 82 sbarchi di profughi dallinizio dellanno nel nostro territorio. Un vero e proprio esodo com possibile riscontrare dal numero degli immigrati giunti sul litorale siracusano che ammonta ad oltre 9 mila persone in cerca di speranza, molti dei quali donne e bambini. Venerd si verificato lo sbarco con il pi alto numero di migranti avvenuto in provincia. Ben 299 immigrati, tra i quali 128 fra donne e bimbi, che, partiti dalle coste dellEgitto, come testimoniato dal barcone daltura sul quale hanno trovato a fatica posto, hanno attraversato il Mediterraneo in fuga da stenti e violenze. Non ce lha fatta Izdihar Mahm Abdulla, la ventunenne siriana, partita insieme al padre alla ricerca di una nuova patria. Ha trovato la morte lungo il tragitto in mare, molto probabilmente a causa del diabete che la affliggeva. Il padre ha vegliato il corpo di quella sua sventurata figliola per settantaquattro ore fino a quando il barcone stato intercettato a largo delle coste siracusane e la salma stata presa in consegna dalle forze dellordine e trasportato su una pilotina fino al porto grande, da dove stata poi trasferita allobitorio dellospedale Umberto primo di Siracusa per essere sottoposta ad unispezione cadaverica, disposta dalla Procura di Siracusa ed eseguita in mattina dal medico legale Francesco Coco. Per la sfortunata ragazza siriana, che avrebbe compiuto 22 anni il prossimo 12 dicembre, si prevede adesso linumazione presso il cimitero del capoluogo, che avverr luned prossimo a totale carico del Comune di Siracusa. E la terza donna che muore durane la traversata in mare. Le altre due volte avvenuto agli inizi di settembre. In entrambe le circostanze a morire sono state donne di nazionalit siriana, entrambe partite dallEgitto insieme ai rispettivi mariti e figli. Particolare il caso della donna, la cui salma stata trasportata poi con il contributo del Comune di Siracusa, a Malta dove la vittima ha dei parenti. Un dramma nel dramma, quindi, che rende lidea della disperazione in cui precipitata questa gen-

Sono questi i numeri dopo il nuovo sbarco di immigrati avvenuto ieri mattina a Portopalo

Il Comune di Siracusa pagher le spese di inumazione della ventunenne siriana, deceduta durante la traversata in mare a causa del diabete

Rubano materiale ferroso dalla Cogema: arrestati


I carabinieri hanno tratto in arresto tre persone, che si erano introdotte allinterno di aziende dismesse del petrolchimico di Priolo. Le manette sono scattate ai polsi di Orlando Franchino 46enne, Andrea Basiric, 24enne e Paolo Boscarino, 60enne, arrestati dai Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo per tentato furto aggravato in concorso allinterno della ex ditta Cogema-Fazzino, in contrada Biggemi. I tre, avvalendosi di un autocarro e di una pala meccanica gommata di propriet del Franchino, hanno dapprima creato un accesso secondario lungo la strada interpoderale che costeggia una vicina cava e, dopo aver raggiunto il perimetro aziendale della ditta ed abbattuto la recinzione, si sono introdotti allinterno per cominciare a far razzia di materiale ferroso. Uno di loro, con tanto di fiamma ossidrica e bombole di propano, ha iniziato a sezionare una grande vasca in ferro. Era talmente concentrato sul lavoro in corso che non si nemmeno accorto della presenza alle sue spalle dei Carabinieri. Ancora una volta si rivelata fondamentale la capacit di osservazione dei militari dellArma, che si sono avvicinati alla zona perch insospettiti da una macchina insolitamente parcheggiata nelle vicinanze della ditta, in luogo defilato e generalmente non frequentato. Ad un controllo pi approfondito la vettura si rivelata essere

Larresto operato dai carabinieri nel territorio industriale di Priolo

Estorsione Ritorna libero Amato


tornato libero, con il solo obbligo di di presentazione alla Pg, Antonio Amato, il 27enne siracusano, che ha rimediato la condanna a 4 anni di reclusione nellaprile scorso a seguito del reato di tentata estorsione aggravata, danneggiamento e lesioni aggravate ai danni delle titolari della cartoleria Epipolis del Villaggio Miano a Siracusa. E stato il Gip del tribunale, Michele Consiglio ad accogliere una specifica richiesta avanzata dal legale difensore, Junio Celesti. I fatti risalgono al 20, 28 agosto e lultimo il 3 settembre 2012. Danneggiamenti, minacce ai danni delle titolari della cartoleria Per pi di un anno, a partire dal 2011 avrebbe minacciato le due donne, intimando loro di andare via dal luogo di residenza e allo stesso tempo facendo richieste in denaro per evitare ulteriori conseguenze dannose.

SIRACUSA

In tre erano riusciti ad introdursi nellazienda e con ruspa e autocarro stavano cercando di recuperare i pezzi in disuso

In foto, i soccorsi venerd sera al porto grande di Siracusa.

te, costretta ad affrontare lignoto anzich continuare a sopravvivere nei luoghi di nascita. Al dramma si aggiunge lemergenza, quella che si vive ogni giorno a Siracusa, dove i centri di accoglienza stanno scoppiando per la presenza massiccia di immigrati. Gli oltre trecento giunti ieri sera, sono stati suddivisi tra listituto Umberto primo della Pizzuta e quello di Priolo. Ma ben presto, continuando di questo

passo, non ci sar pi posto per alcuno. Terminate intorno alle ore 23 circa le operazioni, lequipaggio della motovedetta della Capitaneria di Porto di Siracusa, alle ore 4.30 ha mollato nuovamente gli ormeggi per raggiungere, unitamente alla motovedetta della Capitaneria di Porto di Pozzallo, un fatiscente barcone, in procinto di affondare a circa 35 miglia a sud est da Portopalo con a bordo

124 migranti irregolari sedicenti siriani, monitorato in zona da due motopescherecci e da un mercantile dirottati sul posto in attesa dellarrivo delle guardiacoste. Giunte sul posto le motovedette della Guardia Costiera hanno effettuato il trasbordo dei sedicenti migranti siriani per dirigere nel Porto di Portopalo dove, giunti in banchina alle ore 10, hanno ricevuto laccoglienza da parte del personale militare.

In foto, Orlando Franchino, Paolo Boscarino ed Andrea Basiric.

in uso al Boscarino, ed essendo questi gi noto allArma per precedenti specifici, i militari hanno deciso di proseguire nelle verifiche ritenendo

che potesse essere in atto un evento delittuoso. Dopo essere stati bloccati, i tre sono stati condotti presso le rispettive abitazio-

ni, in regime di arresti domiciliari. Ora dovranno rispondere di tentato furto aggravato in concorso. Il materiale ferroso stato recuperato e

restituito allavente diritto; lautocarro, la pala meccanica gommata e la fiamma ossidrica con le bombole di propano sottoposti a sequestro.

Scopre due ladri in casa sua Ma viene sopraffatto


Due
individui hanno messo a segno un furto in appartamento agendo in pieno giorno e dopo una colluttazione con il proprietario, rientrato in casa proprio mentre cerano i due ladri in piena azione. Lennesimo episodio di cosiddetta criminalit diffusa si verificato alle ore 11.30 in via Pitia, nella zona alta del capoluogo. Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle unit Volanti, intervenuti sul posto a seguito della segnalazione della vittima della rapina, due malviventi erano riusciti a scassinare la porta dingresso di un appartamento e ad intrufolarsi allinterno. Proprio mentre stavano rovistando alla ricerca di soldi e preziosi, rientrato in casa il proprietario di 45 anni. Luomo ha tentato di reagire ai due rapinatori ingaggiando una colluttazione, nella quale ha avuto la peggio. I due rapinatori lo hanno, comunque, sopraffatto e sono riusciti a scappare impossessandosi di alcuni oggetti in oro, custoditi nellabitazione della vittima. E sempre in tema di criminalit diffusa, due persone sono state denunciate a piede libero per-

CRONACA

ch ritenute responsabili di un furto avvenuto il mese scorso in una gelateria a Siracusa. I poliziotti delle unit Volanti della Questura di Siracusa hanno denunciato in stato di libert il siracusano G.M. di 42 anni, ed un giovane cittadino polacco G.D. di 21 anni, entrambi gi noti alle forze di polizia. I due devono rispondere del reato di furto aggravato in concorso. I due indagati, in effetti, sono ritenuti gli autori del furto del registratore di cassa, avvenuto il 28 agosto scorso in una gelateria sita in via Amalfitania.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Siracusa Risorse senza stipendi? Colpa della Regione Sicilia


Esprimo tutta la mia vicinanza

Queste le precisazioni dellex presidente della Provincia, Nicola Bono

22 settembre 2013, domenica

vita di Quartiere

22 settembre 2013, domenica

Nellincontro con il comandante della PM dott. Vincenzo Miccoli in commissione decentramento gettate le basi per organizzarne la gestione nei quartieri

Bono se la prende con il segretario della Filcams Cgil, Gugliotta che lo ha accusato di non avere adottato le giuste misure nella vicenda

e solidariet ai dipendenti della Provincia Regionale e, in particolare, ai lavoratori di Siracusa Risorse per i ritardi che stanno subendo nel pagamento degli stipendi, a causa esclusivamente delle responsabilit della Regione Siciliana. A parlare lex presidente della Provincia regionale, Nicola Bono, il quale intervenuto anche perch tirato per i capelli dalle dichiaraziioni delle organizzazioni sindacali. Non altrettanto posso fare nei confronti di alcuni sindacalisti dice infatti Bono - che, more solito, sembrano interessati pi che a risolvere i problemi dei loro iscritti, a fare politica e, nella fattispecie, controinformazione per depistare i lavoratori dalla esatta individuazione dei veri responsabili del loro disagio. In particolare, in questa opera di disinformazione scientifica, si distingue il signor Stefano Gugliotta, esponente della CGIL che, in evidente imbarazzo per i ritardi accumulati dalla Regione, e quindi di un governo e di una maggioranza di stretto riferimento politico, si permesso, mentendo sapendo di mentire, di accusare di irresponsabilit la mia Amministrazione, colpevole di avere chiesto lemissione di un decreto ingiuntivo alla Regione Siciliana, ottenendo come unico effetto il blocco totale delle risorse regionali destinate alla Provincia per circa 9 milioni di Euro. A parte che il decreto ingiuntivo era di oltre quindici Milioni di euro, cosa avrebbe dovuto fare la mia Amministrazione di responsabile, forse continuare a chiedere inascoltata alla Regione che onorasse i suoi impegni, che vengono disattesi dal 1 Gennaio 2011, riguardanti il pagamento del 60% degli stipendi del personale stabilizzato dalla mia Amministrazione, che in tutti questi anni, nellinteresse dei dipendenti, sono stati anticipati dalla Provincia fino a esaurire le cospicue giacenze di cassa? E tutto ci - continua lex presidente della Provincia - , mentre la Regione, in questi anni, ha pagato miliardi di Euro a decine di migliaia di soggetti precari, di cui rimane incerta lesatta ricaduta sociale delle loro attivit.

In foto, un momento della protesta dei lavoratori di Siracusa Risorse.

Per Gugliotta e chi si associa a tali strumentalizzazioni, sarebbe stato pi responsabile non pagare le quote della Regione sugli stipendi del personale della Provincia, oppure limitarsi a fare sterili dichiarazioni di protesta nei confronti di un Ente che, proprio grazie unicamente ai decreti ingiuntivi, siamo riusciti a stanare. E che sia cos con-

fermato dal fatto che, pur avendo raggiunto un accordo transattivo, grazie proprio allesistenza dei decreti ingiuntivi, in base al quale la Provincia avrebbe revocato i decreti, a condizione che la Regione avesse pagato l'importo concordato, a tuttoggi la Regione non ha adempiuto. Per fortuna che laccordo, fino a quando la Regione non pagher, non

vincolante per la Provincia, e i decreti ingiuntivi sono rimasti in vigore in tutta la loro efficacia. Questa la verit. Tutto il resto solo demagogia e squallidi tentativi di occultare precise responsabilit del Governo Regionale e di una deputazione di maggioranza incapace di difendere i diritti dei lavoratori della Provincia Regionale e di Siracusa Risorse.

Nonostante le dichiarazione dellAssessore al ramo, secondo cui i lavori di Via Calatabiano erano gi iniziati, questa mattina recandomi sul sito, a me ben noto, in quanto a suo tempo avevo proceduto a chiudere la scuola, progettare la nuova, reperire i finanziamenti e appaltare i lavori, ho dovuto prendere atto, mio malgrado e con sommo dispiacere, che i lavori non sono mai iniziati. Lo dichiara lonorevole Vincenzo Vinciullo, gi Vicesindaco e Assessore allEdilizia Scolastica della Citt di Siracusa, che ritorna sulla questione della scuola che continua a

Un bluff la costruzione della scuola di via Calatabiano

LON. VINCIULLO

non essere realizzata. La politica degli annunci, se poi non viene seguita dai fatti, rischia di delegittimare coloro che la mettono in atto perch le menzogne hanno sempre le gambe corte e gli amministratori non possono correre il rischio di essere chiamati pinocchi dai cittadini - afferma il parlamentare regionale - Eppure, la cosa pi semplice da fare iniziare i lavori perch, come dicevo, c il progetto, ci sono i soldi, c il terreno, c la ditta che si aggiudicata i lavori. Forse perch troppo banale questa Amministrazione trova tanta difficolt.

l consigliere comunale, avv. Fabio Rodante, i consiglieri di circoscrizione Nicoletta Abela e Antonio Cappuccio, insieme al Comitato Giovani per Siracusa, presieduto dallo studente Alessandro Maiolino, presenteranno un atto di indirizzo rivolto allAmministrazione comunale e a tutti i consigli di circoscrizione sul monitoraggio del nostro patrimonio storico, monumentale e naturale e sulla sicurezza urbana. Un intervento condiviso dalle forze pi attive della societ civile ha spiegato il consigliere Rodante che punta al potenziamento della vigilanza del territorio, alla tutela del nostro patrimonio materiale ed immateriale, nonch alla prevenzione e repressione di atti di microcriminalit. In commissione decen-

Citt: Verso listituzione del servizio di polizia di prossimit


tramento, dopo aver incontrato il Comandante della PM, si convenuto di istituzionalizzare un vero e proprio servizio di polizia di prossimit, per fornire maggiori informazioni alla utenza e creare nuove e pi efficaci modalit di intervento a tutela del cittadino. Nellottica di perseguire e migliorare il progetto di decentramento della Polizia Municipale di Siracusa, abbiamo ritenuto di coinvolgere i consigli di circoscrizione in unattivit di monitoraggio dei siti sensibili presenti sul territorio e soprattutto in unattivit di coordinamento tra le Istituzioni e la Polizia Municipale. Un atto di indirizzo sul tema sar votato in tutti i consigli di circoscrizione, su proposta dei consiglieri di Progetto Siracusa. Per polizia di prossimit s'intende un servizio di polizia caratterizzato da presenza capillare delle forze di polizia sul territorio, organizzato in modo da avvicinarle (donde la prossimit) alla comunit di riferimento. Sono caratteri ed elementi tipizzanti di questo servizio, ma non solo, il "poliziotto di quartiere", l'apertura di commissariati di quartiere, la disponibilit di uffici per le relazioni con il pubblico, servizi per denunce a domicilio riservati ad anziani e portatori di handicap. Il concetto di polizia di prossimit in senso moderno deriva da quello della polizia di comunit, sperimentata negli Stati Uniti d'America, ma certamente, soprattutto per quanto attiene alla figura del poliziotto di quartiere, trova noti esempi sin dall'inizio del Novecento in servizi di community policing garantiti da corpi di metropolitani statunitensi e nel classico "Bobby" inglese. L'esperienza francese degli Anni '80 ha concretizzato nuove modalit operative di polizia radicate sul territorio. Il modello francese stato poi ripreso dai Paesi Bassi, dal Belgio e dalla Spagna. L'approccio operativo, ispirato dall'esigenza di avvicinare le forze polizia ai cittadini, ha la sua figura tipica nel carabiniere, poliziotto o vigile di quartiere, che si associano nel controllo del territorio all'attivit svolta dalle altre pattuglie "automontate". Per questo motivo questi operatori sono collocati nell'organico dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico (Upgsp) della Questura, per quanto attiene alla Polizia di Stato, e dei Comandi Stazione Carabinieri, per quanto riguarda l'Arma. Le "zone" o "quartieri" di pattuglia sono individuate in sede prefettizia e delimitate per aree aventi una popolazione non superiore ai 30 mila abitanti circa. La "vicinanza fisica" al cittadino il carattere pi evidente, visibile di questo modello, che tende a garantire al cittadino-utente, adeguate forme di comunicazione e collaborazione, cos da coinvolgerlo nel processo di produzione della sicurezza, attraverso il radicamento territoriale, la conoscenza diretta dei problemi locali e la costruzione di un rapporto di conoscenza e fiducia con i cittadini. La polizia di prossimit incarna il concetto di una sicurezza partecipata, che si estende oltre i fatti penalmente rilevanti, sino a comprendere manifestazioni di diverso genere.

l servizio stato disposto per la prima volta in Italia a partire dal 2003, ma gi nel 2010 si registrava un sostanziale abbandono del progetto. A Torino il servizio stato sostituito nel 2011 dall'Ufficio Controllo del Territorio. Nella saggistica dell'Istituto Superiore di Polizia, ci si riferisce a questo servizio come quello che garantisce una polizia community oriented. A garantire il servizio era chiamato personale della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Polizia municipale, che fornivano i poliziotti, i vigili ed i carabinieri di quartiere. Circa la presenza di questi ultimi, va ricordato che, dopo il decadimento degli effetti dell'Accordo Carcaterra, grazie al generale Giovanni De Lorenzo i Carabinieri avevano riguadagnato negli anni '60 la presenza sui territori metropolitani ed urbani in genere, nei quali classicamente si espletano le funzioni di prossimit nell'accezione moderna. Tali figure professionali sono nate nel dicembre 2002, dapprima in forma sperimentale in 28 province, per poi estendersi progressivamente su tutto il territorio nazionale. In Italia le nuove politiche della sicurezza (quelle ispirate alla "nuova prevenzione") sono indirizzate verso il sistema dei Protocolli dintesa, ossia da un variegato insieme di iniziative e forme di partenariato che il Ministero degli Interni sta sviluppando intensamente con gli Enti locali, in primis le Regioni.

Una tipologia di attivit di assistenza al cittadino promossa in primis dai comuni

10

22 settembre 2013, domenica

stesso Vicepresidente Vicario della Commissione Bilancio e Programmazione dellArs, On. Vincenzo Vinciullo, con uninterrogazione al Presidente della Regione Siciliana, denuncia il rischio di sovraffollamento nelle aule scolastiche a causa dell inosservanza della normativa vigente in materia. Premesso che nella normativa scolastica vigente si legge nellinterrogazione dell On. Vinciullo un problema molto dibattuto rappresentato dalla fissazione del numero minimo e massimo di alunni indispensabili per la formazione delle classi, basata sul parametro risultante dal rapporto alunni e superficie. Il limite di 26 persone, massimo affollamento ipotizzabile, viene gi superato adesso in tantissimi casi senza che vengano soddi-

Lo

Citt: Incognita sovraffollamento

Nessuno strappo alla regola alunni per superficie nelle nostre scuole

Tiche: Tutti insieme strada facendo


22 settembre 2013, domenica

11

Prossimo lontano e prossimo vicino


Sfogliando un buon dizionario agevole apprendere che secondo la concezione ed il linguaggio dei cristiani, il prossimo indica ogni persona e tutto il genere umano, amici e nemici, considerato come una sola, grande famiglia di fratelli in Cristo. Volontariato e prossimo sono termini inscindibili, soprattutto quando si pratica lottima scelta di dedicarsi agli altri. Intervenire energicamente, anche tramite i Centri di assistenza, per agevolare le necessit dei bisognosi o dei sofferenti, non soltanto volere utilizzare efficacemente il proprio tempo libero, ma concedere un tangibile sollievo alla nostra intima esigenza di condividere i problemi altrui, con una partecipazione veramente attiva e disinteressata. Se valutassimo con pi attenzione i disagi dellumanit che ci circonda, comprenderemmo che essi sono veramente incalcolabili. Concorrere a risolverli o perlomeno ad alleviarli, anche soltanto con lefficacia della nostra buona volont, oltre che rasserenare un tantino la nostra coscienza, potrebbe farci emigrare in una dimensione diversa dalla nostra consueta e talvolta mediocre quotidianit. Troppo spesso, seppure con la massima dedizione, indirizziamo le nostre premure verso realt importanti e impegnative alquanto distanti, per, dal nostro abituale universo personale, gremito di contesti ugualmente rilevanti, ma forse da noi inconsciamente esclusi. Assorbiti del tutto dal nostro altruismo destinato ai disagiati lontani, non intuiamo di trascurare le urgenti evidenze di chi ci sta accanto. Tanti nostri vicini, magari anziani o infermi, potrebbero condividere serenamente qualche briciola delle nostre intense giornate, se volgessimo la nostra disponibilit a loro vantaggio. Chiss se ritroveremo il gusto, forse mai assaporato pienamente, di una cortese visita o di una telefonata, magari destinata a qualche nostro parente, ormai tale soltanto per delle sterili annotazioni anagrafiche. Sarebbe anche utile sollecitare discreti ragguagli sulla sua salute, i suoi eventuali bisogni, le sue attuali condizioni di vita, o addirittura apprendere se il suo essere fa ancora parte dei viventi su questa terra. Totalmente appagati dal sostegno ai lontani, alimentiamo il disinteresse per il nostro prossimo pi vicino, che continua a sfiorare la nostra ostinata e inefficace distrazione. Oltremodo entusiasti di poter attuare i nostri ambiti progetti, forse alla fine riceveremo un insperato aiuto dalla Provvidenza, sempre prodiga nellappianare le difficolt di quel nostro prossimo, talmente vicino a noi da essere stato del tutto ignorato. Nessun gioco di parole, soltanto unintensa delusione. Ci sorregge, per, la speranza di poter rimuovere, prima o poi, quanto ci trattiene dal sottrarci al gorgo della nostra pur dinamica routine.

Un Progetto promosso dallazienda sanitaria provinciale contro i disturbi dellapprendimento

In foto, linterno di unaula scolastica. sfatti i requisiti che t di affollamento la normativa prevede prevista dalla norper il suo superamen- mativa ai fini della to (e cio: porte di funzionalit didattica larghezza 1.20 metri e dellagibilit delle e opportuno verso di aule, non garantendo apertura, assunzio- quella che la superne di responsabilit ficie minima/persocon apposita dichia- na che la normativa razione, da parte del prevede (basti pensaDirigente scolastico re infatti che, ad es., del Comune o della per avere 30 alunni Provincia; modesto in una aula, quindi 31 incremento nume- persone, questa deve rico). In tantissimi avere una superficie casi, gi adesso, non di 56 mq nella scuoviene rispettata asso- la dellinfanzia-elelutamente la densi- mentare-media e di

61 mq alle superiori). Le aule sovraffollate spiega lOn. Vinciullo - oltre ad essere poco igieniche ed insicure, causano negli alunni/utenti anche uno scarso rendimento scolastico andando ad inficiare la qualit dell'offerta formativa di ogni scuola. Le inadeguatezze e soprattutto l'erroneo rapporto fra il numero di alunni e gli indici minimi previsti, sono state pi volte evidenziate durante l'effettuazione delle prove di evacuazione che spesso sono anche inefficaci per la mancanza delle vie di fuga nelle aule sovraffollate. E, quindi, auspicabile conclude lOn. Vinciullo - che le istituzioni scolastiche, nella formazione delle classi si attengano, alla luce di una evoluzione del quadro normativo di riferimento, anche a tutte le altre disposizioni legislative che garantiscono la sicurezza e ligiene sia agli alunni che ai lavoratori della scuola. Occorre perci che il Governo si attivi, nominando degli ispettori con il compito di verificare se i limiti e le condizioni previste dalle normative vigenti in materia siano state rispettate o meno, nellanno scolastico in corso.

e difficolt di apprendimento rappresentano uno dei problemi pi rilevanti in ambito scolastico e psicopedagogico. Tale problema risulta spesso alla base dellinsuccesso e del conseguente abbandono scolastico. LUnit operativa di Neuropsichiatria infantile di Siracusa diretta da Paola Iacono realizza anche questanno un progetto, coordinato da Bartolo Santoro, per lidentificazione precoce e la prevenzione del rischio di difficolt di apprendimento. Liniziativa, che denominata Strada facendo, giunta alla settima edizione, vedr la partecipazione dei 16 Istituti comprensivi della citt di Siracusa con il coinvolgimento di circa 1100 bambini nati dal primo gennaio 2008 al 30 aprile del 2009. I contenuti del progetto saranno illustrati ai dirigenti scolastici degli Istituti comprensivi luned 23 settembre alle 10 nella sala riunioni del Servizio di Neuropsichiatria infantile di Siracusa in viale Epipoli 72. Con la

Lillustrazione della proposta in agenda per domani alle 10 in viale Epipoli 72


sigla Dsa si intendono i disturbi specifici di apprendimento, definiti anche con la sigla F81 nella Classificazione Internazionale Icd-10 dell'Organizzazione mondiale della sanit e compresi nel capitolo 315 del Dipartimento d Salute Mentale-IV americano e annoverate dalla Legge 8 ottobre 2010, n. 170: "Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico" pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010. Fanno parte della famiglia dei Disturbi Evolutivi Specifici. Si tratta di disturbi nell'apprendimento di alcune abilit specifiche che non permettono una completa autosufficienza nell'apprendimento poich le difficolt si sviluppano sulle attivit che servono per la trasmissione della cultura, come, ad esempio, la lettura, la scrittura e/o il far di conto. I disturbi specifici di apprendimento si verificano in soggetti che hanno intelligenza almeno nella norma, con caratteristiche fisiche e mentali nella norma, e la capacit di imparare. Per la diagnosi di Disturbo Specifico di Apprendimento, necessario: - Funzionamento Intellettivo nella Norma - Almeno No.2 prove diagnostiche con valori sotto le -2 DS - Funzionamento scolastico deficitario. I disturbi specifici di apprendimento pi solitamente riscontrati sono: dislessia (F81.0/315.02); disgrafia; disortografia; disturbo specifico della compitazione (F81.1/315.2); discalculia (F81.2/315.1). Nei paesi anglosassoni la definizione comprende anche: disturbo specifico del linguaggio (F80.0-F80.2/315.3); disprassia; disturbo dell'elaborazione auditiva; disturbo dell'apprendimento non verbale In un soggetto

n seguito all'approvazione da parte della Giunta Municipale degli atti propedeutici al Bilancio e all'approvazione della delibera sul Bilancio il Sindaco avv. Orazio Scalorino indice una Con-

Conferenza stampa in nota per domattina alle 12,15


ferenza stampa presso la Sala Congressi della Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea a Floridia Piazza del Popolo per domani, Luned 23 settembre alle 12,15.

si possono verificare anche pi disturbi insieme, si ritiene che abbiano la stessa origine di tipo neuropsicologico e solitamente hanno carattere ereditario. La Legge 8 ottobre 2010, n 170 riconosce la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali disturbi specifici di apprendimento, denominati "Dsa". Il diritto allo studio degli alunni con disturbi specifici dellapprendimento ed garantito mediante molteplici iniziative promosse dal Ministero dellistruzione, dellUniversit e della Ricerca e attraverso la realizzazione di percorsi individualizzati nell'ambito scolastico. Ai sensi dellart. 7, comma 2, della Legge 170/2010, le modalit di formazione dei docenti e dei dirigenti scolastici, le misure educative e didattiche di supporto utili a sostenere il corretto processo di insegnamento/ apprendimento fin dalla scuola dellinfanzia, nonch le forme di verifica e di valutazione del soggetto.

Circa 50 professionisti di viaggi

Eventi: 50 professionisti del turismo internazionale


che prenderanno parte al Bts 2013 . Partendo da un'analisi delle specialit presenti sul territorio, - spiega Francis Pullicino , manager Yasmyne Limited, - identificheremo con questi ospiti internazionali, unitamente agli operatori alberghieri locali, gli elementi che in termini di marketing e comunicazione turistica risultano di interesse e di appeal per il mercato. Gli elementi individuati formeranno, quindi, la base su cui elaborare la strategia di mercato e di comunicazione. Liniziativa sar presentata ai giornalisti venerd 20 settembre, alle ore 10,30, a Villa Principe di Belmonte alla presenza dei partner istituzionali e commerciali. Nel corso dellincontro con la stampa saranno resi noti i particolari della tre giorni , nonch i tour previsti.

Obiettivo la promozione del sud est siciliano alla BIT ambrosiana e presso le altre vetrine di prestigio

internazionali provenienti da 15 paesi, accuratamente selezionati, hanno aderito allinvito della Expo Trade Service, societ in joint venture tra la Yasmine Limited di Malta e Ideamente Srl di Modica con ladesione di Federalberghi Sicilia, di Soaco (Aeroporto di Comiso), Virt Ferries, del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica, per lappuntamento del 4, 5, 6 ottobre prossimi in provincia di Ragusa per una tre giorni di incontri al Villa Principe di Belmonte (Ss ModicaIspica). Un imperdibile appuntamento per l'industria turistica siciliana che vuole incontrare i buyer del mercato internazionale. Una agor di incontri fra domanda ed offerta, organizzata da un vero e proprio sistema di business B2B.

Tre giorni di contrattazioni per le aziende ricettive siciliane per costruire e pianificare la commercializzazione del Prodotto Sicilia sui mercati mondiali, per conoscere le novit dell'offerta e individuare prodotti inediti, per trovare nuovi

partner e siglare accordi. Per la ricchezza delle sue offerte turistiche la Sicilia si conferma una vera e propria motivazione di viaggi e tour a tema e numerose sono le iniziative messe in campo da parte degli operatori turistici regionali

12

Se siamo daccordo che il lavoro non si crea per decreto, allora i provvedimenti per loccupazione debbono intrecciarsi con misure per rilanciare leconomia e incentivare i consumi. Lo ha affermato Ivan Malavasi, presidente di Rete Imprese Italia, di fronte alla Commissione Lavoro della Camera nel corso di una indagine conoscitiva sulle misure per affrontare lemergenza occupazionale, in particolar modo giovanile. Rete Imprese Italia ritiene ha aggiunto Malavasi che le politiche del lavoro vadano riorientate verso limpresa diffusa e i sistemi dellartigianato e del terziario di mercato, sistemi che impiegano la maggioranza degli occupati italiani. A tale proposito, la ripresa delloccupazione e lincremento della produttivit, secondo Rete Imprese Italia, non possono prescindere dalla flessibilit degli orari di lavoro e dalla possibilit per le imprese di ricorrere a tutte le forme contrattuali disponibili. Queste esigenze di flessibilit ha sottolineato Malavasi sono particolarmente sentite dalle imprese dellartigianato e del terziario di mercato, che necessitano di strumenti contrattuali in grado di far fronte alla produzione nei picchi di attivit. Per connettere il Paese allExpo Milano 2015, inoltre, Rete Imprese Italia considera decisivo introdurre, nel biennio 2014/2015, una disciplina del contratto a tempo determinato che elimini le causali oggi richieste per i contratti a termine superiori ai 12 mesi. E infine necessario ha concluso Malavasi un intervento sui costi complessivi del lavoro e, in particolare, dellapprendistato, riducendone le aliquote contributive, e dei contratti a termine trasformati in contratti a tempo indeterminato, per i quali andrebbe prevista la restituzione integrale delladdizionale Aspi.

Rubrica a cura della Confesercenti di Siracusa

Rete Imprese Italia: per incentivare loccupazione occorrono flessibilit negli orari e contratti innovativi
22 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

Se siamo daccordo che il lavoro non si crea per decreto, allora i provvedimenti per loccupazione debbono intrecciarsi con misure per rilanciare leconomia e incentivare i consumi
Non avere escluso dallImu capannoni, laboratori, negozi e alberghi, per questanno ancora equiparati alle abitazioni di lusso, un grosso errore che, nella situazione attuale, rende le imprese pi vulnerabili. Pagheranno, infatti, oltre 9 miliardi con il rischio di superare il non invidiabile traguardo del 68% di imposizione sulle imprese. Lo ha affermato Sergio Silvestrini, Segretario Generale della Cna, intervenuto a nome di Rete Imprese Italia allaudizione sulla Conversione in legge del Dl 102/13, tenuta oggi di fronte alle Commissioni riunite 5a e 6a della Camera. Rete Imprese Italia ritiene inaccettabile che si continui a tassare in maniera cos pesante gli immobili strumentali e ne chiede quindi lesenzione dallImu. Nel frattempo, chiede di assicurare la deducibilit dellImu pagata dalle imprese. D atto al governo, per, di aver mantenuto limpegno di abolire lImu sugli immobili invenduti. Anche le modalit per rifinanziare gli ammortizzatori in deroga ha continuato Silvestrini appaiono non condivisibili. Ancora una volta sono le imprese, attraverso il prelievo delle risorse destinate alla decontribuzione del costo del lavoro, a sostenere una prestazione che dovrebbe gravare sulla fiscalit generale. Rete Imprese Italia domanda al Parlamento di controllare il rispetto del termine perentorio di 30 giorni, entrato in vigore il primo gennaio scorso, previsto per i pagamenti della Pubblica amministrazione. Rete Imprese Italia, infine, chiede al Parlamento di vigilare sullimpianto della Service tax, la nuova imposta sui servizi comunali che scatter nel 2014. La storia recente del federalismo ha spiegato Silvestrini dovrebbe avere reso evidente a tutti che la tassazione locale inesorabilmente cresciuta anno su anno ed venuto il momento di Procedere a una vera e propria rivisitazione di tutti i tributi locali al fine di evitare ingiustificate duplicazioni. Per una riforma vera della tassazione locale non basta cambiare nome ai tributi esistenti. Lavoro occasionale e famiglia: quando non necessario assolvere agli obblighi nei confronti dellInps Il Ministero del Lavoro, con propria circolare del 10 giugno 2013, n. 37, ha fornito indicazioni sulla corretta interpretazione della normativa relativa a prestazioni di natura occasionale non retribuite rese dal familiare nellambito di realt imprenditoriali appartenenti ai settori dellartigianato, dellagricoltura e del commercio. Si ammette la possibilit per limprenditore, rientrante in uno dei citati settori, di utilizzare lattivit dei propri familiari, parenti o affini a titolo di collaborazione meramente occasionale, non retribuita, senza necessit di assolvere gli obblighi nei confronti dellistituto previdenziale competente. Si intendono per parenti gli ascendenti e i collaterali dellimprenditore sino al terzo grado e per affini gli ascendenti e i collaterali del coniuge sino al terzo grado. Diversa disposizione vale per il settore dellagricoltura che contempla i rapporti di parentela e affinit sino al quarto grado. La parentela o il vincolo coniugale da cui deriva laffinit devono essere riferiti allimprenditore individuale o associato, sia in forma di societ a carattere personale (S.N.C. e in accomandita) sia di societ a responsabilit limitata. In ragione delle possibili attivit esercitate, disposizioni diverse valgono per le imprese artigiane e agricole. In particolare per il settore artigiano limpresa pu essere esercitata in forma individuale e di societ, a responsabilit limitata (Circ. INPS 126/1997), in nome collettivo (Circ. INPS 94/1987) e in accomandita semplice (Circ. INPS 126/1997 e 179/1997) restando esclude le societ per azioni e in accomandita per azioni. Figure tipiche di lavoro occasionale dei familiari La circolare, individua due categorie di familiari le cui prestazioni lavorative possono essere ritenute, sulla base di una presunzione relativa, di natura occasionale. Si fa riferimento a prestazioni rese nellimpresa da: familiari, parenti o affini titolari di trattamento pensionistico; familiari, parenti o affini impiegati full time presso altro datore di lavoro. In tali ipotesi, le prestazioni vengono considerate quali collaborazioni occasionali di tipo gratuito, escluse dallobbligo di iscrizione presso lEnte previdenziale e non riconducibili allarea della subordinazione. La presunzione appare tuttavia superabile in presenza di precisi indici sintomatici di una prestazione lavorativa in senso stretto che dovranno essere dimostrati mediante puntuale e idonea documentazione probatoria di carattere oggettivo e incontrovertibile. Il lavoro occasionale dei familiari in generale La circolare individua altres dei parametri di applicazione generale per lindividuazione della natura occasionale della prestazione lavorativa rese da familiari che non rientrano nelle due categorie sopra descritte. Il quadro normativo di riferimento costituito: dallart. 21, comma 6 ter, d.l. 269/2003 per il settore dellartigianato; dallart. 74 del d.lgs. 276/2003 per il settore dellagricoltura; dallart. 29 della l. 160/1975 per il settore del commercio. Prendendo le mosse da tali disposizioni la circolare individua loccasionalit/ non abitualit della pre-

22 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

13

modo che diventi facili investire sotto il profilo fiscale e normativo e che possano sin da subito districarsi allinterno di un complesso di norme che a volteappaiono indistricabile per chi non conosce il nostro Paese e per chi lo conosce. Confesercenti: tre buone ragioni per dire no allaumento dellIVA Laumento dellIva, che ormai sembra essere sempre pi certo, un triplo errore che va assolutamente scongiurato: in primo luogo perch peggiora la competitivit del nostro Paese in Europa, soprattutto rispetto alle grandi nazioni come Francia, Germania e Spagna. LItalia, inoltre, raggiungerebbe la Slovenia ad un poco inviabile quinto posto nellarea dellEuro. Cos, in una nota, Confesercenti ribadisce la propria posizione sullaumento dellaliquota IVA ordinaria dal 21 al 22%, previsto per il prossimo primo ottobre. Siamo pi che mai convinti scrive Confesercenti che il gettito caler e quindi loperazione aumento Iva, che sia palese o che sia mascherato attraverso la formula degli spostamenti dei beni fra le aliquote, divenga un boomerang che contribuir ancora di pi a fare del nostro Paese lunico ancora in recessione. Infine conclude la nota laumento dellIva dar un altro duro colpo ai redditi delle famiglie ed ai consumi, moltiplicando i rischi di chiusure di imprese e disoccupazione. La strada maestra per far rimanere il rapporto deficit Pil entro il 3% unaltra: ridurre la spesa pubblica colpendo gli sprechi e dando vita d una vera rivoluzione istituzionale. Gli immobili strumentali devono essere esentati dallImu. Nel frattempo, vanno rese deducibili le somme gi pagate

Pronti oltre 50 interventi normativi per incentivare gli investimenti nel nostro Paese Nel Piano Destinazione Italia ci sono 50 interventi normativi, o 51-52 con le indicazioni che abbiamo ricevuto oggi in una ampia discussione nel corso della riunione del Consiglio dei ministri, che mirano ad agevolare lattivit imprenditoriale lungo tutta il ciclo della vita di un investimento in modo che il paese sia attrattivo per gli investimenti dallestero ma anche per gli investimenti delle nostre imprese. Ad affermarlo il ministro dello Sviluppo Economico, FlavioZanonato, sottolineando che lobiettivo del piano quello diportare in Italia investimenti dallestero. Un Piano, aggiunge, fortemente voluto dal premier Enrico Letta e che il frutto di un lavoro condiviso da parte di molte pubbliche amministrazioni e da molti ministeri. Tra le iniziative previste dal Piano, sottolineaZanonato, cil completamento degli interventi di liberalizzazioni della finanza dimpresa, in modo che le pmi possano

accedere con pi facilit a fonti di finanziamento alternative al credito bancario. Tra gli obiettivi c anche quello di rivitalizzare il mercato azionario facilitando laccesso anche attraverso benefici fiscali e per le societ che si quotano tramite aumento di capitale. Laumento di capitale considerato come un valore che va premiato; attuare la Strategia energetica nazionale; favorire le ristrutturazioni aziendali attraverso la costituzione di un meccanismo di reazione rapida che faciliti gli investimenti in aziende italiane caratterizzate da squilibri patrimoniali e finanziari. Insomma aziende che sono in grado di produrre ma che sono in difficolt per motivi finanziari. Ma non solo. Tra gli obiettivi del Piano c anche quello di agevolare gli investimenti in ricerca e sviluppo;semplificare la normativa fiscale, favorire uninterlocuzione rapida tra chi vuole investire e il sistema che poi chieder di pagare letasse. In modo che siano prevedibili le

tasse da pagare. Questa misura nella delega fiscale e quindi dovremo attuarla con una certa rapidit. Inoltre, aggiungeZanonato, vogliamo semplificare tutte le procedure autorizzative per gli investimenti; piano di dismissione di patrimonio pubblico che oggi non si utilizza; semplificare la normativa del mercato del lavoro; favorire gli investimenti nel settore immobiliare; ottenere risorse per realizzareinfrastrutture nel nostro paese; vogliamo attrarre talenti nel nostro paese; valorizzare alcuni asset che caratterizzano lItalia come la cultura; velocizzare le procedure doganali e attuare un ampio sistema che consenta di ottenere rapidamente i visti per entrare nel nostro paese. Di estrema importanza sia per quanto riguarda gli aspetti di carattere turistico ma ancor pi affinch le aziende possano avere il loro manager quando vengono in Italia. La missione fondamentale, quindi, quella di accompagnare gli investitori nel nostro Paese. Fare in

stazione quale elemento comune e dirimente al fine di escludere lobbligo di iscrizione allEnte previdenziale e il conseguente versamento contributivo relativo allattivit svolta dal familiare a titolo gratuito allinterno dei tre settori. Tale occasionalit/non abitualit viene determinata sulla base di un parametro convenzionale di natura quantitativa di 90 giorni, intesi come frazionabili in ore, ossia 720 ore nel corso dellanno solare. Nel caso di superamento dei 90 giorni, il limite quantitativo deve considerarsi comunque rispettato anche laddove lattivit resa dal familiare si svolga soltanto per qualche ora al giorno, fermo restando il tetto massimo delle 720 ore annue. Il mancato rispetto del parametro quantitativo dovr evidentemente essere dimostrato dal personale ispettivo mediante la rigorosa acquisizione di elementi di natura documentale o testimoniale, in assenza dei quali non potr ritenersi provato il superamento del limite dei 90 giorni ovvero delle 720 ore annue. Sempre il Ministero del Lavoro con nota del 5 agosto 2013 prot. N. 37/0014184 ha precisato che le indicazioni di cui alla circolare 37/2013 sono riferite agli obblighi di carattere previdenziale nei confronti dell INPS. In relazione agli obblighi INAIL restano ferme le indicazioni dellIstituto che, a prescindere deal settore in cui operi il collaboratore, hanno inteso evidenziare la sussistenza di tali obblighi ogniqualvolta la prestazione sia ricorrente e non meramente accidentale. Al fine di fornire un parametro oggettivo lo scrivente Ministero d intesa con INAIL ritiene che vada considerata accidentale una prestazione resa una/ due volte nellarco dello stesso mese a condizione che nellanno le prestazioni complessivamente effettuate non siano superiori a 10 giornate lavorative. Limpostazione del Ministero del Lavoro appena descritta non limita in nessun modo la valutazione dei fatti che pu compiere il giudice del lavoro. E noto, infatti, che non consentito nel nostro ordinamento giuridico negare la qualificazione giuridica

di rapporti di lavoro subordinato a rapporti che oggettivamente abbiano tale natura, ove da ci derivi linapplicabilit delle norme inderogabili previste [] per dare attuazione ai principi, alle garanzie e ai diritti dettati dalla Costituzione a tutela del lavoratore subordinato (Corte cost. 121/1993). Ci significa che in caso di contenzioso e allorquando il contenuto concreto del rapporto con le relative modalit operative di svolgimento siano coincidenti con quelli propri del lavoro subordinato, il giudice del lavoro potrebbe imputare quella prestazione a un contratto di lavoro subordinato, ordinando la conversione e lapplicazione delle tutele giuslavoristiche e previdenziali-contributive. PRESSO LA CONFESERCENTI SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER I NUOVI CORSI ABILITANTI E PREPARATORI Sono aperte le iscrizioni per frequentare i corsi abilitanti obbligatori per chi intende esercitare lattivit di vendita di generi alimentari, di somministrazione di alimenti e bevande, di ristorazione, di agente e rappresentante di commercio. Sono anche aperte le iscrizioni ai corsi preparatori obbligatori per sostenere gli esami abilitanti presso la Camera di Commercio per chi intende esercitare lattivit di agente immobiliare. I corsi per gli aspiranti commercianti nel settore degli alimenti, per chi intende esercitare lattivit di somministrazione e ristorazione hanno la durata di 100 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Luned, Mercoled e Venerd dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Per quanto riguarda gli aspiranti agenti e rappresentanti di commercio e gli aspiranti agenti immobiliari i corsi hanno la durata di 80 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Marted e Gioved dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Chi intendesse frequentarli pu recarsi presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8 (Tel. 0931/22001) e compilare la scheda di iscrizione.

Giorno 24 incontro con lIZS per fare il punto sulla tragedia. Ciononostante il consorzio IGP con uno stand al Macfruit dal 25 al 27 settembre e giorno 29 su Raiuno

14

22 settembre 2013, domenica

Pachino: Inizio della stagione agricola del tutto disastroso


inizio della stagione disastroso. Se continuiamo cos lagricoltura si avvia sempre pi velocemente verso il collasso. Lallarme senza mezzi termini proviene dal Direttore del Consorzio Indicazione geografica di provenienza del pomodoro di Pachino , Salvatore Chiaramida, che commenta i primi dati della nuova stagione agraria del pomodorino, ci prendendo atto di una crisi che si assesta sempre pi a discapito dei produttori: Anche questanno i prezzi liquidati ai produttori sono molto bassi e si aggirano tra gli 80 e i 90 centesimi al chilo per un prodotto di eccellenza, certificato con marchio Igp. Ad aggravare questo dato giunge la considerazione che queste sono le cifre nonostante la produzione, a causa della crisi, sia notevolmente diminuita. La quantit di prodotto che circola veramente esigua e nonostante questo il mercato non risponde come dovrebbe. Questo un ulteriore segnale che i meccanismi a cui siamo sottoposti nei confronti della Grande Distribuzione sono destinati ad affonda-

re la nostra agricoltura. Il Consorzio comunque non si arrende di fronte alle difficolt dei mercati e procede nella sua azione di valorizzazione. Uno stand del pomodoro ad indicazione geografica di provenienza di Pachino coordinato dal vice-presidente Massimo Pavan sar presente, allinterno di quello della Regione Sicilia, al Macfrut in programma a Cesena dal 25 al 27 settembre prossimo. Si tratta di una manifestazione a cui partecipiamo da tanti anni- spiega il Presidente del Consorzio Sebastiano Fortunato - e dove ci confrontiamo con gli stakeholder nazionali e internazionali pi importanti del mondo dellagricoltura per dare maggiore visibilit e sostegno al nostro pomodoro. Nel contempo

la famosa trasmissione di RaiUno Linea Verde, domenica 29 settembre, mander in onda un servizio proprio sulle qualit organolettiche e sulle capacit nutrizionali del Pomodoro di Pachino ad indicazione geografica di provenienza Sul fronte invece della tutela del prodotto, stato convocato per marted 24 settembre un incontro con lIzs, lorganismo di controllo incaricato dal Mipaaf, al fine di fare il punto della situazione dal punto dei vista dei controlli e delle verifiche presso le aziende iscritte allalbo tenuto dalla societ di certificazione. Quello di Pachino un territorio che fonda la sua economia essenzialmente sull'agricoltura. Nel XIX secolo si era sviluppata la coltivazione del

cotone, ma gi dalla fine dell'Ottocento si diffuse e si consolid la coltura della vite: il territorio pachinese aumenta l'importanza dell'esportazione di mosti e vini destinati ai mercati del nord Italia e della Francia come vini da taglio. A Marzamemi viene costruito in localit Fossa il Porto Grande, con una profondit tale da permettere l'attracco dei "vapori" che cos potevano caricare direttamente il vino, tramite apposite tubazioni che originavano dal vicino palmento Rudin. Le navi cosi cariche partivano alla volta di Marsiglia dove scaricavano il prezioso carico. Attivit poi proseguita "su ferro" fino alla fine degli anni sessanta; infatti dalla Stazione di Pachino partivano per le dette destinazioni numerosi lunghi treni di carri ferroviari cisterna, spinti da una o due sbuffanti locomotive a vapore, carichi del robusto ed apprezzato vino locale. Negli anni settanta la viticultura pachinese ha attraversato un periodo di crisi, che ha portato all'abbandono e all'estirpazione di molti vigneti, sostituiti da colture in serra di prodotti ortofrutticoli che costituiscono oggi la produzione prevalente. Questo mercato genera un elevatissimo fatturato e occupa almeno 4000 persone solo nel circondario pachinese. Come negli altri casi, anche l'ortofrutta sta vivendo momenti di difficolt, dovuta a crisi di mercato e infrastrutturali. Oggigiorno si assiste ad una ripresa dei vigneti, dedicati per a produzioni di qualit come il Nero d'Avola e altri vini Doc. Famosa anche la produzione locale della bottarga di tonno rosso, che viene prodotta artigianalmente, secondo antiche tradizioni arabe, a Marzamemi. Sviluppata anche la conservazione, artigianale, di prodotti ortofrutticoli, e del pescato locale, custode di tradizioni culinarie antiche, e oggi molto ricercate. Sostanzialmente la maggior parte dell'economia ancora vincolata alla produzione dell'ortofrutta, nella quale spiccano il Ciliegino di Pachino (Igp) e il "costoluto", ma le speranze degli agricoltori sono indirizzate alla ripresa della viticultura e, soprattutto, alla produzione di vini di qualit. Il comune di Pachino fa parte dell'associazione Citt del Vino.

SPORT Siracusa

22 settembre 2013, domenica

15

Ma quella di Taormina non sar una gita turistica


Atmosfera diversa sui due fronti con la squadra di De Cento forte del fattore campo e gli azzurri ancora alla ricerca di identit e di buoni risultati
Per i siracusani la Perla dello Jonio stata da sempre sinonimo di gita turistica , meno che nella circostanza di oggi in cui la squadra del cuore affronta al Bacigalupo la formazione di Saro De Cento, reduce dalla sconfitta di Rometta , ma euforica per il migliore assetto societario garantito dallarrivo dei fratelli Marcello e Lorenzo Gullo a dare una mano a Peppe Gullotta , dinamico presidente della societ biancoceleste.Per il Taormina, del resto, il campionato di Eccellenza costituisce la massima aspirazione anche se qui c ancora chi ricorda i fasti di un lontano torneo Interregionale nel quale la squadra milit per due tornei consecutivi , memorie tirate a lucido in occasione dellincontro di cartello col Siracusa che ha consigliato alla societ di pra-

Trasferta insidiosa per un Siracusa in emergenza

Le probabili formazioni Taormina-Siracusa Stadio Valerio Bagigalupo inizio re 15,30 Taormina (4-4-2) - All. De Cento Vecchio DEmanuele Mancuso Messina Filistad Ulma Laquidara Strano La Corte Tosto Mangano -------------------------------------------------Arbitro : Sig. Antonio Fabiano di Catanzaro Assistenti : Filippo L.Scannella e Nicola Miceli -------------------------------------------------Bonarrigo Mastrolilli Montalbano Calabrese Di Mauro Napoli Miraglia DAngelo Peluso Chiariello Russo Siracusa (4-3-3) All. Pidatella
ticare un prezzo unico di cinque euro per favorire il maggior afflusso di tifosi, fra i quali , nonostante il brutto esordio interno col Vittoria di domenica scorsa, una nutrita rappresentanza siracusana. Nessun problema di formazione per De Cento che riconfermer quasi del tutto la squadra battuta dal Rometta , ma protagonista nella ripresa di una robusta rimonta che la port vicina al pareggio se il

Pallamano A1. Partenza a "razzo" Calcio. Le convocazioni per i ragazzi di mister Vinci di Pidatella
Albatro Benevento 26-24 (p.t. 12-14) Teamnetwork Albatro: Vasquez, Mincella, Calvo A. 6, Brancaforte 10, Giannone 3, Conigliaro 3, Ragusa, Calvo M. 2, Prestia, Corsico, Sinopoli, Quattrocchi, Di Stefano 2, Russello. All: Giuseppe Vinci Benevento: Ferrara, Luciani L. 3, Luciani R, Sangiuolo A. 6, Iannotti, Sangiuolo G. 3, Buonocore 2, Testa 2, Grande, De Cristofaro, De Luca, Taurian 8, Chiumento, La Ferlita. All: Zoran Cvjektovic Arbitri: Savarese Bocchieri. Debutto vincente per lAlbatro di mister Vinci costretta a recuperare nel secondo tempo lo svantaggio di due lunghezze accumulato nel primo parziale. Un primo tempo di studio e di emozione per Vasquez e compagni che nel finale grazie alla buona preparazione atletica ed alla difesa che ha costretto la formazione campana a tirare solo dalla lunga distanza. Finale 26-24 con un strepitoso Brancaforte che ha debutta con 10 lunghezze. Siamo partiti- ha commentato il presidente Laudani- un poco contratti. Sono mancate le nostre ripartenze in seconda fase, caratterista fondamentali del nostro gioco. Nel secondo tempo i ragazzi sono entrati in campo pi sciolti e determinati riuscendo a imprimere il nostro gioco e con una buona difesa che ha costretto il Benevento a tirare solo da fuori. Migliore in campo sicuramente Brancaforte. Salvatore Cavallaro Vigilia dellincontro Taormina Siracusa, valido per la terza giornata di andata del Campionato di Eccellenza, girone B. Gli azzurri si sono ritrovati ieri mattina allo stadio Nicola De Simone, per la tradizionale seduta di rifinitura del sabato al termine della quale il tecnico Orazio Pidatella ha diramato la lista dei convocati. Portieri: Fornoni, Russo Difensori: Chiariello, DAngelo, Lombardo, Matinella, Miraglia, Peluso, Pirrotta Centrocampisti: Bufalino, Calabrese, Di Mauro, Figura, Lo Pizzo, Montalbano, Napoli, Petrullo Attaccanti: Bonarrigo, Lentini, Mastrolilli, Spampinato Il calcio dinizio previsto alle ore 15,30. Arbitrer il sig. Antonio Fabiano di Catanzaro, assistenti Scannella e Miceli di Caltanissetta. Il costo del biglietto dingresso allimpianto di gioco sar di euro 5,00.

bomber Mangano non avesse colpito a pochi minuti dalla fine la base del palo avversario. E proprio su Mangano , ben sostenuto dal peperino Tosto, poggiano le speranze dei locali di superare la difesa ospite. Problemi di un certo spessore invece per Orazio Pidatella che, volente o nolente, sar costretto a rivoluzionare la squadra, sia per la partenza di Tot Avola, che non lascia tuttavia , sulla scorta di quel che ha lasciato vedere , eccessivi rimpianti, sia per le condizioni di Matinella per il quale lo staff medico scioglier le riserve solo allultimo momento. E anche se gli arrivi di Figura, di Galizia e di Federico Bufalino potrebbero far pensare a problemi di abbondanza , Pidatella , per andare sul sicuro , sa di poter contare , si e no, su una rosa di tredici uomini validi dai quali ve-

rosimilmente verr fuori lundici che affronter il Taormina. Si fa comunque strada lipotesi di un cambio di modulo nelle file azzurre che passerebbe dal tradizionale 4-4-2 ad un 4-3-3 elastico che dovrebbe creare nelle intenzioni del tecnico, maggiori possibilit per Mattia Mastrolilli di andare a rete. Che fra le file azzurre ci sia il fermo proposito di tornare con tre punti in tasca , non ci sono dubbi. Lo testimonia il desiderio espresso dai giocatori , in silenzio stampa per non essere distratti dalla loro concentrazione sulle strategie da adottare per aver ragione dei padroni di casa, desiderio subito rispettato dalla stampa sportiva siracusana che ha anche proposto di protrarlo il pi a lungo possibile. Per la loro tranqullit, naturalmente. Armando Galea

16

22 settembre 2013 DOMENICA