Sei sulla pagina 1di 20

2 readingclub

Chiusa una storia, ce ne


GIUGNO 2009

facciamo subito un’altra!


per lo stile di scrittura (ricordo “diranno la loro” per e-mail. Prossimo romanzo: La
che il giovane autore ha fre- di Elisabetta
MennularaNubi Hor-
all’orizzonte.
quentato la scuola di scrittura Quindi, a quanti vogliono nby, ed. Feltrinelli
Holden di Baricco), chi in-
vece per le vicende dei due
protagonisti, Alice e Mattia.
È partito il primo reading Caratteristica insolita del
club lo scorso 14 maggio nella nostro club è incontrarsi di
stanza rossa del Centro di volta in volta in luoghi gentil-
lettura GlobeGlotter. mente offerti da uno dei lettori
Eravamo abbastanza in- del gruppo e per questo, un
certe e titubanti circa le ade- grazie a Marilia che ci ha ospi-
sioni che sarebbero arrivate. tato per il primo commento a
Abbiamo, infatti, atteso il metà romanzo.
giorno e l’ora stabilita chie-
dendoci a quanti lettori an- Esperti di gruppi di lettura
dasse di condividere partico- riferiscono che nel tempo si
lari emozioni che solo tra le dimezzano. Quello di Trinita-
pagine di un romanzo si pos- poli, attualmente, sta crescen-
sono provare. do. Controcorrente? Sete di
Alle otto di sera, il citofono letture? Chissà. Ad un centro La canadese Jenny J. con i bambini della GlobeGlotter, che leggono circa
di Via Staffa ha trillato una di lettura non può che far ono- 12 libri l’anno (media nazionale 3 libri a testa).

volta, due poi tre fino ad aprire re.


la porta 14 volte! E tutti con unirsi in questa lettura collet- Per chi vuol saperne di più:
il libro selezionato già tra le Da perfetta contemporanea, tiva “a distanza”, dico di con- www.globeglotter.it
mani. 14 lettori desiderosi di poi, ho esteso l’invito al mon- tattarci al
“farsi una storia”! Quale? La do dorato di facebook…ho tro- Centro di lettura A fine estate incontro col
solitudine dei numeri primi, vato altri amici lettori che han- GlobeGlotter, reading club di Bisceglie.
premio strega 2008, scritto da no aderito pur non essendo Via Staffa, 4 Trinitapoli Ne leggeremo delle belle!
Paolo Giordano. conterranei. tel.0883634071 - 3401206412
Resoconto: 10 su 14 hanno Alcuni, infatti, si sono libriamo.trinitapoli@libero.it ROSA TARANTINO
apprezzato molto il libro, chi iscritti da altre città e ci

IMPORTANTE!!!
Anno V - Numero 2 - GIUGNO 2009 Il Peperoncino Rosso
è on-line
Direttore Responsabile Fotografie
Nico Lorusso Autori vari
Vice Direttore Impaginazione grafica

per leggerlo digitare


Antonietta D’Introno Mario di Bitonto
Segretaria di Redazione Stampa
Veronica Tarantino Grafiche Del Negro
Editore Via Cairoli, 35 - Tel. 0883.631097

www.globeglotter.it
Centro di Lettura “GlobeGlotter” Trinitapoli Fg
delnegrolina@virgilio.it
Registrazione
Iscr. Reg. Periodici Trib. Foggia Direzione e Redazione
n. 414 del 31/03/2006 Via Staffa, 4 - Trinitapoli Fg
Tel. 0883.634071 - Cell. 340.1206412
Distributore volontario info@globeglotter.it
Gigino Monopoli

Il Peperoncino Rosso si trova nelle seguenti edicole:


• BAR SPORT Via Vittorio Veneto • BAR GABRIELLA Via Vittorio Veneto
EDICOLA CAPODIVENTO Corso Trinità • EDICOLA RAGNO Via Papa Giovanni XXIII
• EDICOLA CAMPAGNA FRANCESCO Via XX Settembre • EDICOLA GORGOGLIONE Via Vitt. Emanuele
Per i numeri arretrati rivolgersi a: Circolo MPS Corso Trinità
Centro di Lettura GLOBEGLOTTER Via Staffa
3

La deriva dell’italiano
GIUGNO 2009 pacchettosicurezza

cattolico medio
Che cosa vuoi che importi Via con gli insulti all’Alto com- vengono a bussare da noi. È un poveri che si mettono contro i
all’italiano cattolico medio di missariato dell’Onu per i rifugiati problema mondiale che non si poveri, dando sostanza alla locu-
quello che avviene sul serio in (che non sarà il massimo può ignorare e non si può ridurre zione latina: mors tua, vita mea.
giro per il mondo? Non gliene dell’organizzazione, ma certo solo a una questione di sicurezza Tutti i tabù, soprattutto quelli
importa nulla. Anzi, meno di non è «disumana e criminale», per avere i voti della gente. È che hanno rappresentato una par-
nulla, specie in questi tempi di come nella definizione inquie- ovvio che, se facciamo crescere te importante della nostra civiliz-
crisi economica. E anche se tante, per lui, del ministro della la gente con la paura, alla fine è zazione, vengono violati. In una
gliene importasse, basta asse- difesa, Ignazio La Russa). Via questo che chiede». scuola di Pessano con Bornago,
stargli tre, quattro manganellate con la presa di distanza del mi- Una deriva che non ha più nel milanese, sono stati lasciati
mediatiche e il gioco è fatto. nistro dell’interno, Roberto Ma- argini. A Castelfranco Veneto, a digiuno 22 ragazzini, quasi tutti
Dev’essere da questi pre- roni, da ogni ipotesi di Italia in provincia di Treviso, figli di immigrati, perché le fa-
supposti che sono partiti i nostri multietnica; presa di distanza un’azienda, la Global Garden miglie erano da qualche mese
governanti — il governo Ber- subito sostenuta dal presidente (quella che, per prima, aveva morose nel pagamento delle ret-
lusconi, giusto per intendersi — del consiglio. riservato al suo interno uno spa- te. A Massa, la destra ha orga-
nell’apprestarsi a varare il La Conferenza episcopale ita- zio per la preghiera islamica), ha nizzato una serie di ronde battez-
“pacchetto sicurezza”, tutto in- liana ha già bocciato l’impianto dato il “la” a un’innovazione, zate “Sss” (Soccorso sicurezza
centrato su una visione apoca- del pacchetto sicurezza. Di più. pericolosa in sé e ancor di più se sociale), con chiara evocazione
littica dell’immigrazione e delle Attraverso il suo segretario ge- esportata fuori dai suoi capanno- nazista. E via raccontando...
sue conseguenze sul suolo ita- nerale, mons. Mariano Crociata, ni: il licenziamento deciso per Il governo, con la complicità
lico, sul reato di clandestinità e ha ricordato che l’Italia multiet- discriminazione razziale. dei media, rende plausibile ogni
sulla scommessa che battere il nica e multiculturale è un valore L’azienda ha fatto sapere ai suoi cosa e ridicolizza chi si scanda-
tasto della paura gioverà al e, di fatto, già esiste. E non è dipendenti con contratto a tempo lizza invano. Ci vogliono far cre-
consenso elettorale (alle europee male ricordare che mons. Gio- pieno che non poteva assumere der che l’improbabile linea Ma-
e alle amministrative). Infatti, vanni Nervo, fondatore della Ca- i “terministi”, quelli che, a norma ginot sulle coste libiche sarà in
un costituzionalista arguto come ritas italiana (e a cui Nigrizia fa di legge, dopo 36 mesi di con- grado di arginare la fame dei
poveri. Quando, invece, a Roma
sanno benissimo che chi scappa
dalla miseria più nera troverà
altri porti da cui partire e a cui
approdare, come quelli algerini
e quelli sardi, ad esempio. Ci
vogliono far credere che è pos-
sibile controllare i flussi mi-
gratori in presenza di un’abissale,
crescente differenza fra il mondo
dei ricchi e il mondo dei poveri.
L’ipnosi profonda in cui
siamo sprofondati, il buio della
ragione che ha azzerato le nostre
difese civiche e del buon senso,
ci stanno trasformando in untori
fanatici. In creduloni spaventati,
che accettano come verità le più
paradossali fesserie. Come quelle
raccontate dal premier, per il
quale nei barconi che attraver-
sano il Mediterraneo vi sono
prevalentemente “criminali”.
Giuliano Ferrara accusa gli
“umanitari” di farla facile. E di
crogiolarsi nella solita idea
dell’Africa di povericristi,
sprofondati nell’inferno. Il pro-
blema, afferma il giornalista, è
che quando si è tentato di portare
la democrazia in quei paesi,
forzando anche il corso della
storia, gli umanitari e la chiesa
si sono opposti. La sorte ha vo-
luto che, proprio il giorno in cui
è uscito l’editoriale
dell’elefantino sul Foglio, è stato
reso pubblico il rapporto del Sipri
Valerio Onida ha scritto che del gli auguri per i suoi 90 anni), ha tratti a termine avevano diritto di Stoccolma, che denuncia come
nuovo reato resta solo «un effetto fatto questa istantanea del feno- all’assunzione a tempo indeter- gli aiuti dell’Occidente all’Africa
annuncio, non già nei confronti meno migrazioni: «Una mucca minato. «O voi o loro», ha detto viaggiano spesso con i carichi di
degli stranieri, ma nei confronti europea gode di due dollari e ai garantiti. Così, in quell’azienda armi. Sugli stessi aerei. È questo
degli elettori». mezzo al giorno di contributi, sono stati mandati via i precari il contenuto della democrazia da
E, quindi, via con la saraban- mentre due miliardi e mezzo di del SenegaI, della Tunisia, del esportare?
da dei respingimenti dei barconi persone hanno meno di due dol- Ghana e del Marocco. Tutti ope-
carichi di migranti, senza diritti, lari al giorno per vivere. È questa rai che avevano maturato diritti. (Dal mensile Nigrizia,
sulle accoglienti spiagge libiche. la ragione per cui gli immigrati L’apartheid in fabbrica. Con i giugno 2009)
4 pacchettosicurezza

A colloquio con Don Mimmo


GIUGNO 2009

Abbiamo incontrato Don Mim- ni, 2001. L’impegno sociale e civile dei ziali della vita. Bisogna ritornare
mo Marrone, sacerdote della par- cattolici va attenuandosi alle grandi domande di senso: per-
rocchia S. Ferdinando Re di San In questo periodo di “Basso nell’indifferenza così come opaco chè si vive, si ama, si spera, si lotta,
Ferdinando di Puglia che da anni Impero”, è stato partorito il Pac- è ormai il ruolo culturale dei par- ecc. ecc. ecc.? Il culto dell’evasione
accoglie diseredati e immigrati, chetto Sicurezza. Quale è la sua titi politici. Concetti trasversali rende i ragazzi idrorepellenti
senza che il permesso di soggiorno opinione? come “etica”, “rigore morale”, all’impegno sociale e culturale e
costituisca un impendimento alla Il Pacchetto Sicurezza viola i “tolleranza” e “solidarietà” di- talvolta anche la chiesa cerca di
sua opera umanitaria. diritti fondamentali dell’uomo. La ventano sempre più merce rara. conquistare la sua “fascia di clienti”
Oltre al suo impegno pastorale, è chiesa difende sempre l’uomo senza Che fare? attraverso iniziative di pura ricrea-
anche autore di numerosi libri tra cui: aggettivi: immigrato, povero, italia- Fondamentali sono la formazione zione. È la paura del piccolo gregge.
Scuola popolare e formazione no, albanese, marocchino non han- integrale e il recupero dell’interiorità Ha ragione il Papa, quando afferma
degli adulti. L’esperienza di San no alcun significato. dell’uomo. L’impero della tecnica e che l’unico aspetto positivo di que-
Ferdinando di Puglia. 1947-1972. L’aggettivo “clandestino”, poi, del consumismo deprivano soprattut- sta crisi economica è l’opportunità
Progredit, 2006; è un oltraggio alla dignità umana. to i giovani del loro “essere”. di recuperare l’interiorità
Don Tonino Bello e il suo mes- Già nel momento in cui si viene Che fare? Riprendere decisa- dell’uomo. Insomma, meno
saggio. Le linee portanti di un ma- alla luce si esce dal buio della clan- mente i contatti con il proprio inti- “averi” e più “esseri”, umani, si
gistero profetico. San Paolo Edizio- destinità. Semplicemente si è. mo, valorizzando gli aspetti essen- intende.

Bambini invisibili
per legge!
Tra le pericolose novità contenute nel “Pacchetto Sicurezza” c’è una
norma che rischia di pregiudicare gravemente il futuro dei bambini
stranieri nati in Italia e delle stesse comunità migranti.
È quella che rende di fatto impossibile per i genitori migranti
“irregolari” l’iscrizione all’anagrafe dei figli. La legge in discussione
prevede che tra i certificati da presentare al Comune per iscrivere i
nascituri è necessario esibire il permesso di soggiorno.
La conseguenza immediata di questo provvedimento è che le “mamme
clandestine in Italia” non vorranno più partorire negli ospedali e che,
qualora riuscissero a dare alla vita i propri figli in casa, non li iscriveranno
all’anagrafe per non rischiare l’espulsione.
L’organizzazione Terres des hommes ha promosso una raccolta di
firme per chiedere la cancellazione di questa norma e pertanto invito
tutte e tutti a firmarla in internet al seguente indirizzo:
www.terredeshommes.it/bambiniinvisibili.php.
Se la norma passasse quei bambini resterebbero senza identità e senza
diritti. Ma è evidente il rischio di dare quei bambini in adozione alla
malavita che lucrerebbe anche su queste giovani vite inserendole nel Foto: Francesco Mele
giro della compravendita di bambini se non di organi. Straziante per
chiunque nutra ancora un sentimento di umanità.
DON TONINO DELL’OLIO

Foto di compleanno a
Palazzo Sarcina, oggi
sede della GlobeGlotter.
Da sinistra:
Giuseppe Torraca,
Maddalena Romano,
Donna Isabella Sarcina
(la padrona di casa),
Giacomo Uva,
seminascosta Angela
Di Leo,
Carmela Marino,
Rosetta Di Fidio,
signorina Bianchina,
Pia Uva,
Don Guglielmo
Marino.
I bimbi da sinistra:
Francesca Torraca,
Maria Rosaria Uva,
Anna Maria Torraca.
GIUGNO 2009 inbreve 5
Il P.T.O. in lotta per Padre Ruggero
l’occupazione: di chi? & Suor Giuditta
Il gruppo consiliare di opposizione L’Alternativa promuove un Il gruppo consiliare L’Alternativa, nell’ambito della discus-
incontro/dibattito riservato agli assessori ed ai consiglieri di maggio- sione sul regolamento d’uso dell’Auditorium dell’Assunta, ha
ranza che conoscono i risultati raggiunti dal Patto Territoriale per avanzato la proposta di far utilizzare la struttura comunale anche
l’occupazione Nord Barese-Ofantino. In particolare saranno richieste alle coppie di sposi che scelgono di sposarsi con il rito civile.
risposte dettagliate ai seguenti quesiti: Nulla di eccezionale se si pensa che molti dei palazzi comunali
Quali e quante sono le imprese beneficiarie dei fondi assegnati italiani hanno decorato e addobbato le stanze più belle, per
in seguito a presentazione di progetti? rendere, coreograficamente, ogni cerimonia più decorosa. La
Nel 2007 (leggasi bilancio) è stato erogato agli amministratori foto del matrimonio, del resto, rimane per sempre e si trasmette
del P.T.O. la somma di 17.650 euro. Perchè?
Chi paga e chi non paga le quote consortili? di padre in figlio e con essa anche il luogo dove è stata scattata.
Quanti trinitapolesi lavorano nello staff dell’ufficio consortile Nel mondo, in Italia, anche nella BAT succede tutto questo.
e di quale direttivo di partito fanno parte questi lavoratori? A Trinitapoli no.
Innanzitutto abbiamo appreso con stupore dalla maggioranza
che il matrimonio civile viene scelto solo dagli “indigenti” che
optano per il comune perché la chiesa è troppo cara. Poi con
Accidenti, se avessimo sempre maggiore incredulità abbiamo scoperto che l’opportunità
di sposarsi civilmente nell’Auditorium non può essere concessa
4 autovelox! alle coppie nubende perché (udite udite) il sindaco Ruggiero
Di Gennaro e la consigliera Giuditta Giannattasio so-
no….cattolici.
La convenzione con l’ACI prevede 4 autovelox da sistemare alle In virtù di questa dichiarazione di fede, Padre Ruggiero e
quattro entrate del paese. Suor Giuditta non consentono che in una chiesa “sconsacrata”
Attualmente ne è in funzione solo uno, di proprietà del comune, si possano celebrare matrimoni civili, proprio nello stesso luogo
che i cittadini hanno con affetto ribattezzato “Il peripatetico” perché dove, però, si autorizzano proiezioni cinematografiche, perfor-
scortato da due vigili, offre i suoi servigi “un po’ di qua e un po’ di
là” a seconda delle direttive superiori. Da gennaio a maggio, sono mance teatrali di autori inseriti nell’Index librorum prohibitorum
stati “pizzicati” 563 autisti (124 in più dello scorso anno), alla folle e dibattiti che di sacro hanno ben poco.
velocità di 60/65 km all’ora ed hanno pagato 174 euro con gioia, Se “cattolico” significa considerare “sacra” una chiesa
perché come dice il sindaco “il comune non ci rimette una lira”. sconsacrata, bisogna estendere questa sacralità ad ogni evento
Nel bilancio preventivo dell’Unione dei Comuni è previsto un ivi organizzato.
incasso annuale di 680.000 euro e quindi bisognerebbe affrettarsi: Ci piacerebbe, comunque, leggere la lista di ciò che è sacro e
400/500 multe al mese sarebbero una vera manna dal cielo. di ciò che è profano per questi due cattolici fondamentalisti che,
A gennaio scorso, dopo il manifesto con il titolo in inglese, a al pari dei loro colleghi islamici, considerano gli infedeli
firma del comando dei V.V.U.U., si è dato il via ad un’operazione dell’opposizione persone da eliminare con la sola forza del numero.
denominata mo’ avàst. E pensare che l’ex chiesa dell’Assunta (ridotta a deposito di
I vigili urbani, pertanto, non chiuderanno più un solo occhio vino e olio per decenni) è stata resa fruibile dall’amministrazione
bensì li apriranno tutti e due, per punire le infrazioni al codice Sannicandro (comunista) che si battè fieramente negli anni
della strada.
In conclusione, oltre al provvidenziale autovelox, da gennaio a ottanta contro i cattolici fondamentalisti dell’epoca, contrari
maggio, le multe per divieto di sosta & altro, nelle strade cittadine, alla sua destinazione d’uso come Auditorium.
sono cresciute da 197 a 298. Pazienza, aspettiamo fiduciosi che passi quest’altra “nottata”
Cittadini, tutti in bici, please! medievale del nostro paese.

Domenica, 21 giugno 2009 Credere


Primo giorno d’estate
Foto Francesco Mele combattere
obbedire
Corre voce che i consiglieri
comunali del P.D., Silvestro
Elia, Pasquale Lamacchia e Ro-
sanna Izzillo, stanno per essere
“allontanati” dal Partito Demo-
cratico per aver osato esprimere
opinioni divergenti dalla
“intellighenzia” al potere.
Difficile capire quali sono
i criteri di selezione per aderire
al P.D.. Di certo, il rispetto di
leggi e regolamenti non deve
essere un titolo di merito nel
curriculum dei nuovo adepti.
Determinante per far parte
del direttivo P.D. è chiedere
dapprima che cosa pensa il sin-
daco, ad esempio su l’A.C.I., e
poi imparare a memoria lo slo-
gan “Credere, combattere,
obbedire”. Così i rischi di essere
messi alla porta diminuiscono.
6 inregione

Nonostante i tagli nazionali,


GIUGNO 2009

più soldi per il diritto allo studio


In arrivo i nuovi fondi per il diritto (mensa, trasporto e altri interventi), e paritarie) nella misura pari a ovvero 300mila euro in più rispetto
allo studio. La giunta regionale, nonché per l’acquisto di scuolabus 1.400 euro a sezione, in caso di allo stanziamento del 2008. I
su proposta dell’assessore e per garantire contributi per la assenza nel territorio di scuole contributi, che dovranno essere
Domenico Lomelo, ha approvato copertura parziale delle rette degli dell’infanzia statali, e di 1.300 utilizzati dai Comuni entro il 2009,
il piano di riparto dei fondi studenti dei convitti nazionali. euro negli altri casi. Per tutti gli saranno liquidati agli enti
regionali destinati a tutti i Comuni Contributi di gestione sono stati interventi programmati, la Regione beneficiari entro le prossime
pugliesi per la realizzazione dei previsti anche a favore delle scuole ha impegnato la somma settimane.
diversi servizi scolastici essenziali dell’infanzia non statali (comunali complessiva di 12.300.000 euro,

Accelerare il “Piano Assessori regionali


Nazionale di senza auto blu
edilizia abitativa” L’assessorato al Bilancio e Programmazione comunica che in
questi giorni si sta provvedendo al cambio del parco auto di servizio
In vista della ripresa del tormentato iter attuativo del “Piano nazionale a disposizione degli assessori regionali. Il primo lotto di autovetture
di edilizia abitativa”, si è tenuta una riunione presso l’Assessorato è stato già consegnato: si tratta di Volkswagen Passat diesel di
all’Assetto del Territorio convocata dall’Assessore Angela Barbanente cilindrata 2.000, acquisite con la formula del noleggio a lungo termine.
e dal Presidente dell’Anci Puglia Lamacchia. Oggetto dell’incontro, la “Nel fatto – spiega l’assessore Michele Pelillo – si tratta di una scelta
verifica dello stato di avanzamento dei progetti per accedere ai 200 di sobrietà e di risparmio perché si è ritenuto di scegliere vetture di
milioni di euro destinati a interventi di immediata fattibilità di competenza cilindrata e classe inferiore a quelle già in uso. Inoltre, il catalogo
di Comuni ed ex Iacp, per interventi di edilizia residenziale pubblica Consip, per le auto berlina di categoria medio-grande è praticamente
sovvenzionata. Vi hanno partecipato i Comuni interessati dagli interventi limitato a questo modello”. Le precedenti vetture erano infatti berline
prioritari individuati dalla Delibera di Giunta Regionale dell’ottobre di rappresentanza tipo Lancia Thesis di 2.400 di cilindrata, di segmento
2007, gli Iacp in quanto soggetti attuatori e le rappresentanze sindacali. superiore (pari a altri modelli come Bmw e Mercedes, ad esempio)
L’Assessore Barbanente e il Presidente Lamacchia hanno sottolineato rispetto alle Passat e tuttavia recentemente uscite di produzione. “Il
l’importanza della immediata fattibilità degli interventi, non solo perché risparmio – prosegue Pelillo – è circa del 20% rispetto al precedente
richiesta dal decreto ma anche per rispondere alla impellente domanda contratto di noleggio a lungo termine. Abbiamo voluto così dare un
di alloggi e concorrere ad alleviare la crisi economica in atto. Com’è segnale di freno alla spesa anche in un settore come quello delle
noto, infatti, il “Piano nazionale di edilizia abitativa”, approvato dal Cipe cosiddette “auto blu”.
l’8 maggio u.s., prevede il finanziamento di interventi di competenza
degli ex IACP o dei comuni, già inclusi nel Programma straordinario di
edilizia residenziale pubblica approvato dal Governo Prodi, regolarmente
inoltrati al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, caratterizzati da
Piove, governo ladro!
immediata fattibilità e ubicati nei comuni ove la domanda di alloggi Un problema che l’Amministrazione comunale
sociali risultante dalle graduatorie è più alta. non è riuscita a risolvere. Ogni anno si aggrava
sempre di più. Come mai?

Foto Francesco Mele


GIUGNO 2009 lettere 7

La redazione ha ricevuto tante lettere sul disservizio della nettezza


Riceviamo dal Sig. Enzo e volentieri pubblichiamo urbana: quartieri periferici mai puliti, erbacce nelle strade cittadine,

Gli strafalcioni delle targhe


distribuzione sempre più rara delle buste della raccolta differenziata,
la cessazione del ritiro dei bidoni della carta dagli uffici, ecc. ecc.
ecc.

viarie di Trinitapoli
Molte, indirizzate al sindaco, ci arrivano con la speranza forse
di essere prese in considerazione.
La critica è sicuramente uno stimolo a fare meglio, in questo
Invio l'elenco di alcuni strafalcioni scoperti casualmente nel leggere caso, però, si tratta di una vera e propria protesta popolare.
le targhe viarie di Trinitapoli. Abbiamo scelto, tra le tante pervenute, una lettera di una classe
Questo il campione: di 5ª elementare perché le domande dei bambini sono sempre le più
Pietralcina (Pietrelcina) veritiere.
d'Azelio (Massimo d'Azeglio)
Salvatore Rosa (Salvator Rosa) • • • • • • •
Duca Abruzzi (Duca degli Abruzzi)
Cosenza (Cosenz Enrico). Questa Via è un dilemma che nemmeno Egregio Signor Sindaco,
Shakespeare avrebbe saputo dipanare. Infatti, da un lato è indicato siamo gli alunni della V B della Scuola primaria “Don Lorenzo
Via Cosenza e dal lato opposto Via Cosenz. Milani”.
Parocchia (Parrocchia) Forse non si ricorderà di noi, preso come crediamo dai suoi mille
Veneto (Vittorio Veneto o Veneto, la Regione?). N.B. la targa apposta impegni, ma ci ha ricevuti presso il suo ufficio al Municipio l’autunno
nei pressi dell'ex Bar Napolitano è del tutto fuori stile rispetto alle scorso. Eravamo curiosi e le rivolgemmo tante domande riguardanti
altre. il suo lavoro e l’esperienza di giovane studente e lei, paziente,
De Bellis (Padre Giovanni De Bellis). A proposito di questa Via c'è ascoltava e rispondeva ad ognuno.
da segnalare che è stata sostituita la targa senza necessità alcuna Ora che la scuola sta per finire, noi vorremmo tornare, prima di
perchè quella esistente era già nuova. In compenso hanno sottratto intraprendere altri studi, a giocare all’aria aperta, a pedalare per le
(intelligentemente!) qualsiasi segno di riconoscimento. Siamo alla vie del nostro paese senza dover inciampare in cumuli di buste lacerate
solita contrapposizione tra l'essere (un povero padre cappuccino al e disperse dai cani randagi, a saltare, con le nostre corse con il pallone,
servizio della comunità) e l'avere (le giuste raccomandazioni, cfr. senza sollevare polveroni.
Via Cap. Di Gennaro e tutto quel che segue). I cassonetti colorati per la raccolta differenziata poi, hanno intorno
Credo che l'elenco comunque sia incompleto. È, infatti, il frutto di una cornice di lattine, cartoni, abiti smessi e…. polvere!
passeggiate casuali (perlopiù funerali) e non di una ricerca più Ma dove sono finiti i netturbini?
accurata, strada per strada, che andrebbe fatta per non far apparire Forse è uno dei mestieri scomparsi come l’arrotino e l’ombrellaio?
Trinitapoli una città di ignoranti. Ci piacerebbe rivedere per queste strade, a tratti interrotte ora da
Ma chi è che fornisce i dati alle ditte appaltanti e, soprattutto, chi è lavori in corso, ora da rifiuti di ogni genere, gli spazzini, magari con
che controlla l'esecuzione dei contratti? le vecchie scope di saggina a dar man forte ai venti di primavera per
sgombrare marciapiedi e vie da inutili cartacce.
Signor Sindaco, non ce ne voglia per questa lamentela, ma se non
ci rivolgiamo a lei a chi potremmo farlo?
Aiuti i cittadini, lei che presiede il Comune.

Gli alunni della V B


Distinti saluti
Gli alunni della V B
Falco Erika, Rosa d’Alessandro

in visita al Comune
di Trinitapoli Loreta,
goditi la
pensione!
Loreta Capacchione, la
mitica centralinista del
comune, va in pensione dal
prossimo 1° Luglio. Per
anni ha collegato il
Municipio al mondo, via
cavo. Seduta nel gabbiotto,
al primo piano, allegra e
socievole, riusciva ormai a
riconoscere anche i sospiri
di tutti i cittadini ed
impiegati che la salutavano
ogni giorno. Grande e
gioiosa la festa che i suoi
colleghi le hanno dedicato
con rime in vernacolo e
coro finale sulla musica de
I migliori anni della nostra
vita di Renato Zero.
8

Il passato e il futuro
leinterviste GIUGNO 2009

delle vostre scarpe


La società dei consumi ha tra- alla scoperta dei mestieri di una capita, di fare delle
volto una miriade di abitudini im- volta prendendo come riferimento, scarpe su misura”,
ponendo nuovi stili di vita. Nascono in questo primo appuntamento, la ha affermato Gen-
e vanno affermandosi, in maniera figura del calzolaio. naro mostrando dei
molto rapida, nuove esigenze che Si tratta di un mestiere che non modelli che sta rea-
comportano cambiamenti radicali è del tutto tramontato anche se, lizzando, “ma oc-
in diversi ambiti. mentre fino ad una ventina di anni corrono circa tre
Come è ben noto se cambia la fa il calzolaio era un artigiano di giorni di lavoro (e a
domanda cambia anche l’offerta. primo piano nel paese -riusciva non volte anche più, in
Da qui è facile dedurre che se i solo a riparare le scarpe usate, ma base all’esperienza
consumi impongono acquisti fre- le faceva a mano su misura- oggi dell’artigiano) ed il
netici, sempre più basati sul mo- si limita, nella maggior parte dei cliente non spende
dello ‘usa e getta’, la gente corre casi, ad effettuare riparazioni, rifa- più di 150 euro”.
ad acquistare nuove cose rinun- cendo i tacchi o le mezze suole. Nicola, poi, ci ha
ciando a farle ‘aggiustare’ o A Trinitapoli abbiamo visitato fatto notare come le
‘sistemare’ per riutilizzarle. due botteghe artigiane: quella di nuove tecnologie
Una possibile conseguenza di Michele Mangano (foto a pag. 17) abbiano apportato dei
tale stile di vita è la scomparsa di e quella di Gennaro e Nicola Parente. cambiamenti nel Il ventiseienne calzolaio Nicola Parente.
lavori che in passato erano ritenuti Due realtà simili come tipologia mestiere del calzo-
indispensabili. di lavoro, eppure diverse. Da una laio, soprattutto per quanto riguarda al passo con i tempi.
Si tratta di mestieri non più parte, infatti, c’è Michele che con- i materiali utilizzati. Infatti, se una Inoltre, la bottega oltre ai tradi-
apprezzati, che non attirano i gio- tinua a lavorare da solo e la cui volta tomaie e suole erano tenute zionali servizi, offre ai clienti tutta
vani e che sono praticati da persone attività, quasi sicuramente, sarà saldamente assieme con cuciture una serie di prodotti specifici per
in età avanzata. Mestieri in via di destinata a chiudere quando lui de- fatte con spago ritorto reso scorre- calzature, come plantari in diversi
estinzione dei quali, nella maggior ciderà di abbandonarla; dall’altra, vole con la cera d’api, oggi si uti- materiali, solette, antiscivolo ed
parte dei casi, resta solo qualche invece, c’è Gennaro che lavora con lizza un semplice filo di nylon ce- accessori vari.
testimonianza in fotografie in- il figlio Nicola, un ragazzo di 26 rato. Non è detto che ‘il nuovo che
giallite. anni che, pur avendo studiato, ha Ma è proprio dalla passione e avanza’ non possa trovare un punto
Anche nel nostro piccolo paese scelto di continuare la tradizione e dalla determinazione di Nicola che di equilibrio e, perché no, un arric-
di provincia i cambiamenti hanno da quattro anni è in bottega con il emerge la possibilità di una evolu- chimento, con i mestieri e le tradi-
fatto e continuano a fare il loro corso. padre. zione nel mestiere di calzolaio che, zioni di una volta.

Odifreddi: il matematico inpertinente


Il Peperoncino Rosso è andato “È possibile, e qualche volta con le dovute innovazioni, può stare DANILA PARADISO

Si dice spesso che un uomo to fin dalle elementari uno spiccato anni si iscrisse in seminario, lo da lui sostenuto nel libro Perché
riveli già da bambino ciò che di- interesse per la storia naturale, non frequentò per quattro anni ed in non possiamo essere cristiani,
venterà da adulto. Se questo é vero é affatto vero per Piergiorgio Odi- seguito si dedicò allo studio della avrebbe in origine il significato di
per Charles Darwin, che ha mostra- freddi (in foto), che all’età di nove matematica diventando, nel 2003, 'cristiano’. Poi la contrapposizione
p r e s i d e n t e tra ordine e disordine presente an-
dell´unione degli che nelle parole caso e caos, causa-
atei e degli agnostici lità e casualità, dove cambiando di
razionalisti. Lo posto singole lettere (metatesi) il
scienziato piemon- senso cambia totalmente. Ed é pro-
tese, che il 17 prio tra causalità e casualità, che
maggio scorso è Odifreddi colloca il terzo escluso:
stato ospite a Foggia la sincronicità, ossia la connessione
della prima edizione fra eventi che avvengono in modo
del Festival delle sincrono e tra i quali non vi é una
Idee intitolato Col- relazione di causa-effetto ma una
loquia, ha affrontato evidente comunanza di significato.
–tra aneddoti, bat- Infine il matematico ha affrontato
tute e provocazioni- il tema piú controverso, ossia la
il tema della ma- casualità rapportata alle religioni,
nifestazione: Ordi- soprattutto quelle monoteistiche
ne, disordine ed che tendono ad affermare la centra-
equilibrio. lità dell’ordine, affidata ad una en-
“Quando usia- tità esterna e superiore all’uomo e
mo le parole do- all’universo stesso. A tal proposito
vremmo essere Odifreddi ha sottolineato le con-
consci del loro si- traddizioni tra le religioni istituzio-
gnificato, cono- nali ed il pensiero scientifico, so-
s c e r n e stenendo che basterebbe una
l´etimologia”, ha semplice constatazione -e cioè che
affermato Odifred- di scienza ce n’é una sola al mondo,
di; questo per evi- ed é la stessa ovunque, mentre di
tare errori, come nel religioni ce ne sono tante e tutte
caso tanto discusso diverse tra loro- per farci scegliere
della parola 'cretino’ la prima nei confronti delle seconde.
Il matematico Piergiorgio Odifreddi a Foggia con il giornalista di TeleBlu che, secondo quanto DANILA PARADISO
9

Ottavo: non dire falsa


GIUGNO 2009 figliefoglidelcasale

testimonianza
Avvertenza per il lettore. Avvalendoci quasi esclusivamente del fascicolo processuale cortesemente
fornitoci dal noto Agostino, di questa storia narriamo la ”verità giudiziaria”. Essa potrebbe quindi
non collimare perfettamente con la “verità vera”.
di accuse, ingiurie, oltraggi, false te- mo, può aver visto. Di certo con disap-
I protagonisti stimonianze, arresti, condanne, libertà punto.
Michele Mastropierro sindaco provvisorie, clamori, scompiglio Seccatuccio, l’assessore si giusti-
Francesco Carbonaro assessore nell’amministrazione municipale, ec- fica: “Ho dato il libero passaggio a due
Luigi Falcone consigliere comunale (teste) cetera. autovetture in quanto andavano di fretta
Vincenzo Capodivento teste Secondo la denuncia che il vigile dovendo portare i socialisti a Foggia
Raffaele Saracino teste urbano Pietro Giancaspro presenta ai per il congresso”.
Giacomo Meo comandante vigili urbani (teste) Carabinieri la sera stessa del 15 gennaio,
Pietro Giancaspro vigile urbano la miccia sta nella mano destra “E NOI CHE FACCIAMO,
Giuseppe Maltone vigile urbano (teste) dell’assessore Carbonaro: nel senso che I PUPI?”
Leonardo Giuliano autista questi l’agita “dal di dietro in avanti”
Leonardo Di Biase autista (teste) per invitare gli “autisti di piazza” ad Trentasettenne in carne, collo tau-
Giuseppe Muriglio autista (teste) ignorare il divieto, prendere a bordo i rino, mascella forte, baffi curatissimi,
Raffaele Terlizzi autista (teste) compagni e - muoversi, muoversi - voce stentorea, sguardo che non perdo-
Antonio Calò teste partire a tutto gas. Attraversa, con tre na, il vigile gli risponde a tono: “E noi
Pasquale Di Biase teste passeggeri, una prima macchina guidata qui che facciamo, i pupi?”
Giuseppe Ventura teste da Leonardo Giuliano; a seguire, ma Ed è esattamente questo che, cal-
Francesco Di Pace teste ancora senza ospiti, la seconda, quella lidamente, l’assessore gli addebiterà:
Giuseppe Lamacchia teste di Leonardo Di Biase ed infine una di aver fatto il pupo muto, di non aver
Francesco Basanisi teste terza e una quarta i cui conducenti fatto quello che era suo dovere fare:
Michele Filannino carabiniere, teste (Giuseppe Muriglio e Raffaele Terlizzi) “contravvenzionare” gli autisti. E infatti
Erasmo Campanale maresciallo maggiore dei Carabinieri racconteranno, e lo stesso farà il loro il 17 gennaio 1961, ossia due giorni
Ernesto Schiralli pretore collega Di Biase, di essersi semplice- dopo la denuncia presentata dal Gian-
mente accodati al Giuliano, il primo ad caspro nei confronti di Carbonaro, questi
avventurarsi e il primo a mettersi nei si querela contro il primo.
IL PALCOSCENICO ministrative. Legatissimo alla moglie guai. Egli testimonierà (falsamente, In sintesi, questa la “versione
Concetta, tutta casa e figli, tre, fisica- sospetta il giudice Schiralli) di aver Carbonaro”. Le affermazioni del vigile
Corso Trinità fra la Chiesa di mente simili a lui e da adolescenti un violato il divieto non già a seguito sono false e destituite di ogni fondamen-
Sant’Anna (con il suo sagrato mutilato) tantinello irrequieti. (Si dice che a tavo- dell’intervento dell’assessore ma perché to. Nessuno è stato da me indotto o
e la cosiddetta “piazza della sciurnoite la, ma stentiamo a prenderlo per oro sospinto dai tre socialisti trasportati. I autorizzato ad attraversare la zona vie-
o della promessa” le cui pietre, a volerle colato, talvolta si trasformassero in abili quali daranno il loro placet confirmato- tata. Al contrario, è vero che sono stato
“auscultare”, restituiscono anche le lanciatori di posate che per gioco si rio alla sua versione. Stando a queste io, nella qualità di assessore, a rimpro-
vibrazioni della passione politica che scagliavano l’un l’altro mirando dritto compatte testimonianze, l’assessore non verargli “a scopo correttivo” di non aver
ha animato, suppergiù fino alla sanni- alla testa. Il papà interveniva e loro la aveva concesso alcun lasciapassare. multato i trasgressori, ricevendomi in
candriana, generazioni di militanti o smettevano quasi subito, caso contrario Diviene allora “comprensibile” il moti- cambio una ingiuriosa rispostaccia co-
simpatizzanti dei variopinti partiti le metteva mano alla pagnotta: la sua cla- vo per cui, come vedremo, il Carbonaro stituente oltraggio giacchè sono un pub-
cui sedi vi si affacciavano: attori e va). A dispetto del proverbio secondo darà in escandescenze verso il Gianca- blico ufficiale (“Tu sei una marionetta
spettatori di un agone raramente in- cui fra i due litiganti il terzo gode, sarà spro. e non sei capace di fare l’assessore, vai
terrotto e sovente infuocato da urla e proprio lui che, terzo estraneo, subirà ad imparare”), un’accusa falsa (“Sei
strepiti, specialmente in occasione di le conseguenze più gravi dei fendenti “CIASCUN UOMO HA stato proprio tu ad avere autorizzato il
campagne elettorali. che si scambiano un vigile urbano e un IL PROPRIO FISCHIETTO” transito”) ed un rifiuto (“Io la contrav-
politica e persino banale, la cummèdie assessore comunale reciprocamente de- venzione non la faccio”). Egli va punito
originerà tra l’altro “una paradossale nunciatisi. Il vigile, piazzato alla estremità secondo le norme del codice penale.
situazione che riteniamo unica negli del sagrato di Sant’Anna, ad una man- Aggiungasi che il vigile, dichiarandolo
annali della giustizia italiana” (così LA MANINA ciata di metri dal luogo dell’infrazione, espressamente, si è immediatamente
Federico Kuntze) e si riverbererà co- TRASGRESSIVA: “FACIOIME vede. Vede ma non contesta, non com- allontanato abbandonando il servizio
munque sui partiti e sulle sorti SUBETE” pila il “rapporto contravvenzionale”, (anche per questo fatto il comando dei
dell’amministrazione comunale di si- non fa uso neanche del fischietto perché vigili avvierà un procedimento discipli-
nistra, retta dal sindaco comunista Ore 9 di domenica 15 gennaio non lo possedeva (a riguardo verrà con- nare nei suoi confronti).
Michele Mastropierro. Il “rituale” agli 1961. Non si può transitare su di una traddetto dal proprio comandante, Gia- A questo punto, e subito dopo il
atti lo qualifica “aggiustatore parte di Corso Trinità perché vi si tiene como Meo, il quale attesterà, e non si rapporto dei Carabinieri, le cose si met-
meccanico”. Mest Micheloine per gli il “mercato settimanale”. A indicare il scorge motivo per dubitarne, che di e tono male per l’agente. Cui infatti, in
amici, cioè per tutti o quasi tutti, era divieto sono ben visibili appositi “dischi per norma “ciascun uomo ha il proprio base all’esposto, gli organi inquirenti
in effetti uno dei più stimati meccanici mobili”. Approntate le bancarelle, i fischietto”). imputano due reati: l’oltraggio
del circondario (nelle sue mani, motori venditori sono all’opera: mostrano, of- Anche a Giuseppe Maltone, l’altro all’assessore e l’omessa compilazione
a scoppio, trattori e macchine treb- frono, invitano a gran voce tra gorgheggi vigile di servizio al mercato, non sfugge del “rapporto contravvenzionale”.
biatrici d’anteguerra ridiventavano come cantilenanti. l’accaduto nonostante stia parlando con L’oltraggio, sissignore, è tutto da pro-
di fabbrica). Nato nel ‘903 a Molfetta, A Foggia si svolge il congresso il sindaco Mastropierro a qualche passo vare (intanto perché è da vedere se
bassino, rotondetto, somigliava vaga- provinciale del PSI. Deve parteciparvi dalla sezione del PCI, vale a dire a l’assessore abbia agito o meno quale
mente all’attore americano Mickey una delegazione di compagni casalini. poche decine di metri dal limite nord pubblico ufficiale, ma soprattutto perchè
Rooney. Di poche parole, disponibile, Francesco Carbonaro, assessore socia- della “zona non transitabile”. nella propria denuncia il Carbonaro non
concreto, equilibrato, retto, bonario ma lista all’annona (classe 1917, commer- Da diversa distanza, Maltone da indica alcun testimone, né mai ne emer-
fermo di carattere, veniva unanime- ciante, voce in falsetto, occhi gelidi in un lato e Giancaspro dal lato opposto geranno, a sostegno dell’accusa). E’
mente considerato un prudente e lun- orbite infossate, capelli ingrigiti anzi- hanno dunque constatato la violazione invece pacifica e certa l’omissione
gimirante mediatore politico che, sor- tempo, nenniano di prima fila) ne mo- del codice della strada consumatasi nel dell’atto dovuto: il verbale non l’ha
retto dal contributo “pedagogico” del bilita alcuni. Data la situazione, le auto mezzo. Ma è il solo Giancaspro ad in- fatto, lo ammette per forza di cose lo
partito, dai libri e da collaboratori noleggiate per la bisogna hanno diffi- dividuare la “manina trasgressiva” stesso Giancaspro; e tuttavia non è per
“giusti” (ci vengono in mente Lillino coltà a raggiungere il punto di raccolta dell’assessore Carbonaro. Avvicinatolo, niente scontato che si tratti di un reato
Valerio, Nicolino Larovere, Nicolino sul Corso Trinità, davanti alla sezione fa presente che non sembra “lecito il da lui volontariamente commesso in
Samele, Saverio Giannattasio, Gigino del PSI, poco oltre il limite del mercato. suo operato in quanto il transito era assenza di “esimente”, che possa cioè
Mastromatteo), dava eccellente dimo- Ed è qui che cominciano le grane, vietato”: lo prescriveva un’ordinanza trattarsi di inescusabile omissione dolo-
strazione delle proprie capacità am- aggrovigliatesi in crescendo tra incroci del primo cittadino che, non lontanissi- sa.
10 figliefoglidelcasale GIUGNO 2009

Sempre a questo punto, ma siamo restringe nel tentativo di menare la Maltone si trovava a circa dieci metri di della Pretura di Trinitapoli. E’ (era)
in fase embrionale, di responsabilità questione nell’alveo che in definitiva distanza”, in un nutrito capannello. situata al primo piano del Palazzo di
dell’assessore non se ne individuano. le è proprio. Nel corso del dibattimento, Capodivento, diversamente dai Città. Al secondo piano, con affaccio
A dimostrazione, le dichiarazioni sia però, dichiarerà e insisterà nel dichiarare compagni Falcone e Mastropierro, di- su Piazza Municipio, trova posto
degli autisti da lui impegnati (i quali che quando l’assessore si è avvicinato chiara che, sì, l’assessore diede del l’ufficio del sindaco, di fianco alla
per giunta preciseranno, aggravando la a lui e al gruppetto dei suoi, il vigile cretino al Giancaspro (poi cambierà Sala Consiliare. Al piano terra, al lato
posizione del vigile quanto a responsa- Maltone si trovava ad una decina di versione ma ritratterà ritornando dub- sinistro di chi guarda, l’ufficio dei
bilità disciplinari e contabili, che, se metri di distanza. biosamente alla primitiva: e sarà la pur vigili urbani e, sul retro, il carcere
multati, non avrebbero esitato a pagare), Al contrario, Maltone dichiarerà, ingarbugliata ritrattazione a mandarlo “mandamentale”; dall’altro lato, i
e sia di quei compagni socialisti che e anch’egli insisterà nel dichiarare, che esente da sanzioni penali). In altri ter- locali della Tipografia Centonze, già
occupavano la prima autovettura. (Di- si trovava non a dieci metri ma “a mez- mini Capodivento si “schiera” con il adibiti a carceri. (Rinomata stamperia
chiarando che “è stato il Carbonaro a zo metro”. Non soggetto ad amnesie,
organizzare la partecipazione al ricorda perfettamente un particolare
congresso”, quegli stessi compagni, sia più che rilevante: ha sentito l’assessore
pure limitatamente a questa circostanza, oltraggiare ripetutamente il collega
finiscono per sconfessare il “loro” as- Giancaspro, destinatario di frasi del
sessore. Non è vero quindi – osserverà tipo: “Tu sei un ignorante, maleducato
il giudicante – che egli si trovava presso e cretino forte ”.
il mercato “a causa e nell’esercizio Da questo non sanato contrasto
specifico delle funzioni pubbliche a lui testimoniale scaturisce la singolare
delegate dal sindaco”. Dirigente e atti- disavventura giudiziaria anche del
vista del PSI, questo e non altro in realtà sindaco: causa o concausa, secondo i
faceva e fece quella mattina in Corso beninformati, scatenante la fine della
Trinità. Il reato di oltraggio origina- sua carriera politica. (Nel marzo del
riamente ascritto al Giancaspro viene ’63 non verrà rieletto. Al Comune di
perciò derubricato in quello, più lieve, Trinitapoli si insedia una amministra-
di ingiuria.) zione di centrosinistra: il centrosinistra
d’allora, si capisce. Sindaco, il demo-
“CALMA, SILENZIO, cristiano Nunzio Sarcina. Mastropierro,
NON È SUCCESSO NIENTE” ormai in penombra ma compianto an-
che dagli avversari di un tempo, morirà
Ora puntiamo i riflettori sulla se- il 27 maggio del 1971).
zione del PCI. Lì davanti vi troviamo
il sindaco Mastropierro, i suoi compagni
Luigi Falcone e Vincenzo Capodivento, SFILANO I TESTIMONI.
nonché - secondo il Giancaspro ma non SÌ. NO. FORSE CHE SÌ,
solo - il vigile Maltone, che, diciamolo FORSE CHE NO. NULLA SO.
subito, convaliderà le dichiarazioni del
collega. Lo fa, come d’abitudine, con Il Giuliano ed i socialisti a bordo
un fil di voce, ma è inesorabile nello della sua autovettura (Antonio Calò
smentire la testimonianza del sindaco, detto la mazurca, Pasquale Di Biase
che a sua volta non si schioda neanche e Giuseppe Ventura, che nulla sanno
sotto minaccia. Risultato: seri grattacapi o dicono riguardo a quanto avvenuto
per entrambi. Ma non anticipiamo trop- nei pressi della sezione del PCI) sca-
po. gionano l’assessore e imbrigliano il
Porte le sue rimostranze vigile. Che chiede il soccorso di tre
all’assessore, che a dire del Giancaspro testimoni. Ma quelli, ahilui, non gli
ha preso immediatamente ad insultarlo, lanciano il salvagente.
anzi ad oltraggiarlo (è indubbio che Sono: il fioraio Giuseppe La-
egli rivesta la qualifica di pubblico macchia, il meccanico Francesco Ba-
ufficiale nell’esercizio delle proprie sanisi ed il carabiniere in pensione
funzioni), l’agente, mugugnando, rag- Francesco Di Pace.
giunge il sindaco lamentando la con- L’ex carabiniere dice di non aver
dotta del componente della sua Giunta udito o visto nulla. E amen.
e dello spettacolo offerto in palcosce- Il meccanico si limita a dire di
nico sì affollato. aver visto gesticolare i due ma “senza
Fiutata l’aria tempestosamente intercettare alcuna” frase, eccezion fatta
greve le cui conseguenze avrebbero di quella pronunciata dal Giancaspro:
potuto rovesciarsi sull’Amministrazione “Assessore, vi prego di correggervi nel
comunale (i socialisti erano sempre più parlare”. Da sinistra: i vigili Giancaspro, Norscia, Sarcina e Galasso.
bizzosi e alquanto “nervosi” perché la Il fioraio, anch’egli non molto
DC faceva sempre più occhiolino al loquace e forse deboluccio d’udito, “di
PSI), Mastropierro tenta di rimediare aver visto litigare tra loro Carbonaro e vigile, in soccorso del quale spunta il sì, ma anche “rifugio” di maggiorenti
alleggerendo e assolvendo: “Se l’ordine Giancaspro “senza però essere in grado supertestimone Raffaele Saracino. Fi- politici d’ogni colore che, prima di
è partito dall’assessore, non devi di precisare altro” se non che “vicino nalmente un teste che si diffonde. Ma darsi battaglia lassù al secondo piano,
preoccupartene”. al sindaco si trovavano Falcone Luigi, anche si confonde, si contraddice e in vi sostavano come per ossigenarsi di
Ma Giancaspro eccepisce rivendi- Capodivento Vincenzo e il vigile parte ritratta. Riferisce di aver visto originali e mai sguaiate barzellette, di
cando il suo ruolo: ”E allora noi cosa Maltone”. l’assessore autorizzare arbitrariamente gustosi aneddoti e soprattutto
facciamo, i pagliacci?” Ma c’è uno che gli lancia una ci- il transito, di essere sicurissimo che dell’ironia sottilmente sfottente del
Bonus pater familias, il sindaco ma. Ha gli occhi di lince ed è un appun- Giancaspro aveva raggiunto Carbonaro titolare, don Angelo, degno emulo di
ribadisce il concetto: “Va bene così, tato dei carabinieri che il giudice ritiene non dal lato sud del mercato bensì dal don Vincenzo suo padre.)
non è successo niente. Calma, la gente essere “l’unico teste del quale si può lato nord (ma in un secondo momento, Tutti gli interessati, tranne Capo-
guarda”. avere piena fiducia”. (Di lui si racconta, riacquisito il senso dell’orientamento, divento, confermano le dichiarazioni
Sopraggiunge l’assessore. E’ in- ma lo assumiamo con beneficio puntualizzerà che il vigile si avvicinò verbalizzate dai Carabinieri. Ma. C’è
candescente. Con aria e toni che non d’inventario, che da giovane si sia reso all’assessore non da nord ma da sud, e un ma, anzi molti ma.
ammettono repliche, dardeggia gli occhi “famoso” per un rapporto in cui scrive- cioè dalla Chiesa di Sant’Anna, esatta- Uno. Il sindaco Mastropierro giura
in quelli del vigile e: “Tu devi moderare va: “I due vennero alle mani con i mente come sostengono tutti gli altri). che in sua presenza l’assessore non ha
le parole e ti ripeto che l’ordine di piedi”). Trovandosi a far compere al Evidenzia di avere (chissà perché) se- ingiuriato od oltraggiato il Giancaspro
attraversare la zona vietata al libero mercato, da un centinaio di metri indi- guito passo passo i litiganti quando “si (assistito dall’avv. Giuseppe Salerno)
transito delle autovetture non l’ho dato vidua con assoluta certezza che il vigile sono portati dal sindaco” e di aver di- e che il vigile Maltone distava dieci
io alle macchine transitate”. Maltone faceva parte del gruppo com- stintamente udito le espressioni offen- metri dal gruppo.
“Visto che la discussione si accen- prendente Giancaspro, Carbonaro, Ma- sive dell’assessore nei riguardi del vi- Due. Capodivento, in difformità
deva tra di loro - conclude il sindaco stropierro nonché Luigi Falcone e Vin- gile. dalle risultanze del verbale dei Carabi-
(verbale di interrogatorio dei Carabinieri cenzo Capodivento, detto u musse nieri (confermato dal maresciallo Cam-
in data 29 gennaio 1961) - li invitai a tagghioite, le cui deposizioni divergono. IL PROCESSO. QUALCUNO panale quando in aula viene posto a
smetterla e così tutto ebbe fine”. Falcone avalla le dichiarazioni del NON LA CONTA GIUSTA. diretto confronto con il teste), tenta di
Sembra un lieto fine. Ma così non “suo” sindaco: “in mia presenza nessuno fornire una seconda e diversa versione
è. E’ evidente che il sindaco stringe e ha pronunciato parole ingiuriose e il vigile 30 giugno 1961, aula d’udienza dei fatti ma, messo alle strette troppo
GIUGNO 2009 figliefoglidelcasale 11
strette, desisterà dall’iniziativa e se la lavoro”. Un mesto e cupo brusio si Scuole mobilitate e indottrinate, parate, una grande Città della Scienza. Vi abi-
caverà dall’incriminazione per falsa diffonde in una Piazza Municipio che inno di Mameli diventato una fissa, tano e studiano scienziati e tecnici di
testimonianza. va riempiendosi di amici, compagni, uffici pubblici svuotati per la felice primordine. E certamente sa che in
Tre. Leonardo Giuliano, l’autista, semplici curiosi. Nella sezione del PCI ricorrenza. Financo preti sorridenti a Unione Sovietica le scuole sono gratuite
sconfessando Saracino insiste c’è chi pensa ad una manifestazione di benedire monumenti. Hanno fatto pre- ed obbligatorie per tutti, proprio come
nell’affermare che l’assessore non lo piazza, chi di andar dritto alle vie di sto a dimenticare che quelli, gli eroi dice la nostra Costituzione non saprei
autorizzò a transitare in zona vietata. fatto. Altri, per fortuna adeguandosi al nazionali venerati come santi, erano dire quanto osservata. Lì ci tengono sul
Quattro. Saracino capovolge il pensiero del Mastropierro, invitano a tutti massoni anticlericali che qualche serio alla pubblica istruzione ed ai ser-
senso di provenienza del Giancaspro e, non perdere la testa e starsene buoni anno prima di Porta Pia hanno fatto vizi resi dallo Stato”.
smentendo l’autista ed i suoi trasportati, buoni. A trarre dall’impiccio il gruppo man bassa di terre e palazzi della Chie- “E bravo il nostro informatissimo
dice e ridice che l’assessore non solo dirigente, che aveva prudentemente e sa: tutto allo Stato unitario. La libertà, e convertito cancelliere! Che non sa,
ha fatto segno a Giuliano di fregarsene riservatamente organizzato il “servizio l’indipendenza. Ma cosa vanno cian- per esempio, che lì di ricevere la posta
dei “dischi mobili” ma (stavolta smen- d’ordine interno”, giunge il risoluto e ciando? Si sono accorti gli italiani che te ne puoi dimenticare… ”
tendo il sindaco, l’assessore stesso ed risolutivo ordine della federazione fog- abbiamo la Russia alle porte?” “E da noi no? Di là nella mia stan-
il consigliere comunale Falcone), ha giana: restare di ghiaccio, non alitare “Va be’, giudice, se è per questo za conservo ancora una “relata” di un
sicuramente ricoperto il vigile di paro- neppure, non fornire alcun pretesto alla gli americani ce li abbiamo in casa da postino che dice: ““Non è stato possibile
lacce ed epiteti ingiuriosi. reazione, alla repressione (in tutta se- un bel po’. E si sentono, pesano sulla consegnare il plico in quanto la Pretura
Cinque. Maltone, contrapponen- gretezza il maresciallo Campanale ha politica italiana interna ed estera. Ricor- destinataria si è trasferita altrove senza
dosi eclatantemente alle testimonianze allertato un piccolo ma congruo con- da che un paio d’anni fa, nella primavera lasciare indirizzo””. Giudice, cambiamo
di Mastropierro e Falcone, non ha dub- tingente di polizia). del ’59, abbiamo sottoscritto con loro discorso per favore”.
bio alcuno sul fatto di trovarsi ad appena È da poco passata l’ora di pranzo. il trattato sui missili a media gittata da “E sia: cambiamo discorso. Ma
mezzo metro dal sindaco, e di aver Si dice che alla vista di questo po’ po’ piazzare sul nostro territorio? E quello sappi che quel Castro a Cuba non ci
assistito a quello che reputa essere un di ospiti il custode dell’angusta e par- che ha detto Mattei del petrolio e delle starà per molto. Gli americani prima o
oltraggio del collega Giancaspro da zialmente occupata prigione sia stato Sette Sorelle acchiappatutto? Suvvia: poi lo fanno fuori”.
parte del Carbonaro. colto dal panico. E adesso dove li metto non esageriamo con l’Unione Sovietica. “Può darsi, ma intanto qualche
Chi propina menzogne? Mente questi qua? Non ci sono tavolacci per Diciamola tutta: se quella vasta umanità giorno dopo il primo volo nello spazio,
Carbonaro o non la conta giusta Gian- tutti, e neanche di coperte ne ho a suf- dalle tante e diverse nazionalità e lingue, che è avvenuto esattamente il 12 aprile
caspro, i due imputati che proprio perché ficienza. E che gli dò da mangiare? se cioè i russi di tutte le Russie aizzati scorso, gli anticastristi le hanno buscate
tali non sono punibili per falsa testimo- Ma perché non li portate a Lucera, il dall’Occidente capitalistico non vengo- di brutto alla Baia dei Porci”.
nianza? Chi fra i cinque testimoni so- carcere è grande. Compare Peppe, Mbà no tenuti a bada nel loro stesso interesse, “E tu sembri goderne. Credimi:
spetti racconta frottole? E’ il sindaco Pe’ - esclama notando il vigile Maltone finiranno per sbranarsi tra loro e torne- hai bisogno di riconciliarti con Cristo
Mastropierro a servirne di preconfezio- - poure segnerì ‘n galore? Mamma mia ranno al punto di partenza, a prima della ed il suo Vicario in Terra. Leggi la
nate per evitare sconquassi politico- bella, ma cudde ié mest Micheloine! rivoluzione del ’17, quando erano veri Mater et magistra, l’enciclica papale
amministrativi, o a farlo è il vigile Mal- Ma non era l’assessore sotto processo, e propri schiavi di aristocratici nullafa- fresca di stampa: ti farà bene”.
tone per non danneggiare il collega? che c’entra il sindaco? Sindaco, acco- centi e succhiasangue che li vendevano “La leggerò. E a mia volta mi
Bugiardo è soltanto quel Capodivento modatevi, fate largo voialtri, fate pas- insieme con le terre, loro esclusivo permetto di suggerire Cervantes nel cui
che sbanda a destra e manca finendo sare, due spaghetti aglio e olio, o prefe- appannaggio. D’altra parte, sempre me- Don Chisciotte si legge: “Se talvolta
per prendersela con i Carabinieri che rite un panino con la mortadella? glio della Germania di Hitler, le pare?” inclinassi la bilancia della Giustizia, fa’
avrebbero “sbagliato” il verbale, o lo D’appetito devono averne avuto “No. E lasciami dire che i cosid- che ciò avvenga non sotto il peso dei
è anche Giuliano che però par dubbio poco o punto, gli arrestati. E di fiato detti compagni sono come le malattie doni, ma per un impulso di
dica il falso sol perchè ingaggiato dai anche. Tutti, come increduli ed impau- infettive. Un paio di mesi fa a Milano misericordia”.
socialisti? E infine c’è quel Saracino riti, tacciono. Qualcuno piange. La leg- prima, poi a Genova e poi a Firenze “Molto bello. Con misericordia
dai punti cardinali intercambiabili a genda vuole che Mastropierro abbia hanno costituito le giunte di centrosini- hai detto? Lo sottoscrivo. Beh, adesso
piacimento che però descrive con cer- profferito una sola frase all’indirizzo stra. Ecco dove siamo arrivati. Fra non bando alle ciance: prima della ripresa
tosina precisione Carbonaro mentre di Capodivento: “Compagno, ti voglio molto l’epidemia colpirà Roma, poi vorrei riguardare qualche cartuccella.
“autorizza” la violazione (“braccio leg- bene ma te lo debbo dire: sei uno stron- Napoli, e si estenderà a Bari, a Palermo, Scommetto la toga che gli avvocati di
germente obliquo all’asse del corpo, zo!”. al resto della Penisola. Un’invasione. quei cinque rinunceranno ai termini a
palmo della mano in avanti e movimenti De Gasperi De Gasperi, dove sei?” difesa. Perché se li chiedono, i loro
dal di dietro in avanti”) e recita una INTERVALLO. “È morto da parecchio”. assistiti dovranno restare in gattabuia
furiosa litania contro il vigile. Un rebus. CE MANGE GALLUCCE “Lo so, vuoi che non lo sappia? per tutto il tempo concesso per appron-
I cinque vengono invitati dal giu- E CE GNOTTE VELOINE. Pensavo a De Gasperi e alla vittoria tare le difese. Vedrai, si andrà al rito
dice a ricordare meglio “appartati sotto dell’aprile del 1948: del Fronte Popolare direttissimo”.
la custodia dei carabinieri perché non Eseguito l’arresto, l’udienza viene socialcomunista ha fatto strame. Che
comunichino tra loro”. Se non direte sospesa. coraggio, che uomo, che galantuomo”. A VOI LA SENTENZA.
la verità e nient’altro che la verità, am- Il numero degli imputati si è dun- “Sì, non c’è dubbio. Ma, per caso, SINDACO MASTROPIERRO:
monisce a muso duro il magistrato, que notevolmente infoltito: non più Togliatti non è stato ministro della Giu- TU DEVI RIPOSARE
verrete immediatamente arrestati. due soltanto, ma sette: Giancaspro, stizia nel Governo De Gasperi? E non PER DUE ANNI.
Carbonaro ed i cinque dietro le sbarre, fu quel governo che volle l’ammnistia
VOI, DICO A VOI CINQUE: cui è stato formalmente contestato il anche per i crimini fascisti? Giudice, le E così sarà: rinuncia dei termini
TUTTI DIETRO. reato di falsa testimonianza. Si ripren- cose cambiano”. a difesa e processo immediato. Lo sug-
derà nel tardo pomeriggio: il sindaco “In peggio. Hai visto cosa è suc- geriscono tutti i difensori (tra cui gli
E siamo al tonfo fragoroso, al ful- e gli altri quattro devono poter confe- cesso nello spazio?” allora giovanissimi avvocati Giuseppe
minante colpo di scena. Quelli, tutti e rire con i difensori nominati a tambur “Oddio no: cosa è successo nello Lamacchia, Emanuele Montanaro e Mi-
cinque, insistono sulle rispettive testi- battente. spazio?” chele Di Staso) e lo chiedono i cinque
monianze. E il pretore, senza ulteriori Il pretore si ritira nel proprio uffi- “Quel Turi, come si chiama? Buri, nuovi imputati. Che anche in questa
approfondimenti e senza alcuna appa- cio in compagnia del cancelliere. Dal Suri, accidenti a loro, Iuri …” nuova veste ribadiranno quanto in pre-
rente esitazione nonostante sappia che quale si apprendono alcuni particolari “Jurij Gagarin?” cedenza dichiarato (con le sole precisa-
fra loro molto probabilmente vi sono (voci, attenzione, voci tramandate). Si “Ecco, proprio lui, hai visto cosa zioni e rettifiche di Capodivento e
degli innocenti, ordina ai Carabinieri narra del frugale pasto consumato dai ha fatto?” Saracino).
di mettere seduta stante i ferri e le catene due (panini, ricotta, tocchetti di prosciut- “Non saprei. Una rapina a mano Sia i legali che il Pubblico Mini-
a tutti e cinque, e di tradurli nel carcere to crudo, mele, modica quantità di vino armata?” stero (le cui richieste l’avv. Kuntze
là sotto (Kuntze, durissimo, parlerà di rosso), della predilezione del magistrato “Quasi. Ha scippato gli americani. definirà sagge) chiedono l’assoluzione
intollerabile “coazione morale”). Fatto. per le canzoni napoletane (tra sorsi e E anche i tedeschi se vogliamo. Spettava di tutti e sette gli imputati perché, a
Tra lo sbigottimento dei presenti che, bocconi, e nient’affatto turbato o im- a loro, agli americani, andarci per primi, seconda dei casi, il fatto non sussiste o
ammutoliti, gremiscono l’aula. La cit- pensierito si direbbe, non gli riuscì di erano lì lì per riuscirci. E poi, a prescin- non costituisce reato o per insufficienza
tadina viene lestamente attinta dal tam- non canticchiare “Anema e core”), di dere da altri grandi meriti, hanno vinto di prove.
tam popolare che, come sempre accade, qualche chiacchiera (di)vagante, qual- la guerra”. Sono le tre di notte quando il Giu-
non tutti percepiscono allo stesso modo. cuna come mina in mare. “È una gara fra due colossi. Il dicante si pronuncia. (Il codice in vigore
La fantasia ha libero sfogo, e non manca “Ah, caro il mio cancelliere, po- primo round l’hanno perso gli america- nel 1961 prevedeva che il pretore fosse
chi si frega le mani per la “disgrazia” vera la nostra Italia. Ricordi a marzo ni. Magari alla fine la perdono i russi, allo stesso tempo autorità inquirente e
capitata al sindaco. Provvidenziale se- scorso? Tutti a festeggiare il centenario chi può dirlo. D’altronde, anche i russi giudice di primo grado. Scriverà taglien-
condo qualcuno a corto d’argomenti, dell’Unità d’Italia. Libri, riviste, mani- hanno vinto la guerra. Erano alleati, e te Kuntze: “La sentenza rivela
schiude un nuovo scenario quanto meno festi a iosa, tutti soldi sprecati. Viva il hanno avuto 25 milioni di morti, 25 un’esasperazione accusatoria in senso
a livello locale. La notizia giunge ai Risorgimento con tanto di erre maiu- milioni dico: molti di più dei morti unilaterale, che lascia sospettare che il
giornali. E ancor prima alle famiglie scola. Viva Mazzini, osanna a Garibaldi, americani, ebrei, francesi e inglesi messi giovane magistrato che l’ha redatta siasi
dei reclusi che, sgomente, accorrono a Vittorio Emanuele II, a Cavour e chi assieme. Ma poi, scusi, secondo lei lasciato suggestionare da condizioni di
sul posto. L’imprevisto ed imprevedibile più ne ha più ne metta. Tutti a comme- non ce ne sono di scienziati in Russia? ambiente tali da determinare in lui pe-
scossone percuote “il mondo del morare, ad abbracciarsi. Viva l’Italia. Sembra che in Siberia sia stata costruita ricolosi preconcetti”.)
12 figliefoglidelcasale GIUGNO 2009

Ne assolve quattro (il denunciante


e denunciato Giancaspro, nonché i testi
Maltone, Giuliano e Capodivento) e
condanna gli altri tre (il denunciante
e denunciato assessore Carbonaro
nonché i testi Mastropierro e Saracino).
Giancaspro. Non ha commesso
né il reato di oltraggio né quello di
ingiuria, e va assolto per
“insufficienza di prove sul dolo” in
ordine alla omessa contestazione della
contravvenzione. Non l’oltraggio
perché l’assessore “nel momento del
litigio con il Giancaspro non esplicava
le funzioni di pubblico ufficiale” anche
perché “egli non esplica funzioni di
sorveglianza diretta bensì di predi-
sposizione della vigilanza alla quale
sono in pratica addetti i vigili urbani.
Manca poi ogni prova del fatto ed anzi
si ha la certezza che fu il Giancaspro
a risentirsi” ed esprimere “per primo
al sindaco il proprio disappunto”. Non
l’ingiuria “perché nessun teste ha ri-
ferito che Giancaspro abbia pronun-
ciato parole offensive del decoro e
dell’onore del Carbonaro”. Quanto
all’omissione, che sussiste, va con-
siderato che sia la distanza ed il senso
di marcia delle autovetture e sia “un
attimo di perplessità sul da farsi”
possono aver reso “molto difficile se
non impossibile e la contestazione e
il rilevamento del numero di targa”.
1957. Primo anno della Befana del Vigile. Da sinistra: Giancaspro detto Giancazzidd, Galasso, Maenza, Bruno,
Maltone. Non ha detto il falso. Peppino Leone, Samarelli, Catino, Pina Calvello, il sindaco Michele Mastropierro, l’avvocato Emanuele Montanaro,
Assolto, va scarcerato immediata- prof. Sarcina detto ’U Zingaridd, Raffaele Di Biase detto Papaum, Cecchino Norscia, Ruggero Sarcina detto Lannodd,
mente. Faceva parte del gruppo che Peppino Caiaffa.
attorniava il sindaco (come risulta
dalla ritenuta più che credibile testi- Maltone (così cercando implicitamente gia, e se sarà il caso s’andrà in Cassa- Carbonaro con un gesto del braccio
monianza del carabiniere Filannino e di minarne la credibilità) si trovava zione. Riparliamone quando tutto sarà diede ad un autista l’autorizzazione ad
dalla testimonianza di altri, meno at- non a mezzo metro ma a dieci metri finito. Per il momento il sostituto non attraversare il tratto di strada inibito
tendibili su altri punti ma attendibi- da lui, mente. E ha continuato a mentire può che essere uno dei nostri. Consi- al transito, ma non ha precisato chi fu
lissimi su questo), e ha esattamente nonostante diffidato e arrestato. derate, inoltre, che fra meno di due questo autista. E poiché gli autisti
riferito le frasi oltraggiose del Car- Così è deciso. In nome del popolo anni ci saranno le elezioni. Ma poi, furono almeno tre, il Giuliano, Di Biase
bonaro all’indirizzo del collega italiano. scusate, la legge cosa prevede in questi Leonardo e Muriglio Giuseppe, è pro-
Giancaspro. Il 7 luglio 1961 il pretore ne casi? Prevede la surroga temporanea babile che il gesto involontario del
non è stato l’assessore ad autorizzare informa il prefetto. Il quale, prendendo del sindaco con l’assessore anziano. Carbonaro sia stato interpretato dal Di
il transito vietato. Assolto e rimesso atto della pena accessoria comminata Chi è l’assessore anziano? È Leonardo Biase e dal Muriglio come autorizza-
immediatamente in libertà. Le persone a Mastropierro (l’interdizione per due Del Negro, comunista. Ma allora dov’è zione al transito, o, quanto meno, come
da lui trasportate hanno riconosciuto anni dai pubblici uffici), lo sospende il problema, di che parliamo? tale interpretato dal Saracino. Il Di
che furono loro e non l’assessore a dalle funzioni di sindaco. Digrignano i socialisti, ma fu Del Biase ed il Muriglio, sentiti dai Cara-
dargli il via libera o meglio a sospingerlo Negro a svolgere le funzioni del sin- binieri di Trinitapoli, non furono pre-
a passare nonostante non si potesse. VADO IO. NO, TU NO. daco fino a quando, completamente cisi sul gesto compiuto dal Carbonaro,
Capodivento. Assolto, vada pure scagionato dal Tribunale l’11 novem- per cui, in mancanza di altri elementi,
a godersi la libertà guadagnata con la I rapporti tra socialisti e comunisti bre del 1961, Mastropierro non verrà non resta al Collegio che ritenere at-
ritrattazione che lo scagiona: dopo sono andati incrinandosi. All’assessore reintegrato nella carica. tendibile e non falsa la deposizione
l’arresto ha ammesso che in effetti Carbonaro e al suo modo d’essere i del Saracino”.
Carbonaro offese il vigile. comunisti attribuiscono le responsabi- TRE COLPEVOLI? Pur mitigando le sanzioni inflitte
E veniamo ai condannati. lità delle traversie dell’intero partito NO, UNO SOLO. dal pretore (le circostanze attenuanti
Carbonaro. Otto mesi di reclu- e del Mastropierro, vittima sacrificale VE LO DICE IL TRIBUNALE. generiche vengono ritenute prevalenti
sione, pagamento spese processuali in offerta e offertasi in pasto ad un pretore sulle aggravanti), il Tribunale condan-
solido con Saracino e Mastropierro, che, vox populi, altro non aspettava. Disattendendo la richiesta del na il Carbonaro a “quattro mesi di
risarcimento danni e rimborso delle Nel panorama nazionale reg- Pubblico Ministero (del grado reclusione e pagamento delle spese
spese in favore della parte civile (ossia gono le giunte rosse (in Emilia Roma- d’appello) che chiede la conferma della sostenute in questo grado dalla parte
di Giancaspro). Libertà provvisoria se gna, Toscana, Umbria), ma è ormai sentenza appellata dai tre condannati civile Giancaspro”. Gli concede i
non detenuto per altra causa. dietro l’angolo la svolta socialista che in primo grado, con sentenza del 27 benefici della “pena sospesa per cinque
L’oltraggio sussiste: le testimonianze tra tempestosi abbandoni di eminenti novembre 1961 il Tribunale di Foggia anni e della non menzione della con-
credibili sono concordi in tal senso ed personalità condurrà fatalmente (presidente Michelino Cassano, esten- danna nel certificato del casellario
il vigile oltraggiato era nell’esercizio all’abbraccio democristiano. sore Luigi Di Taranto) assolve sia spedito a richiesta dei privati”.
delle sue funzioni di pubblico ufficiale. Il vice sindaco socialista, Caressa, Mastropierro (difeso dagli avvocati
Saracino. Sei mesi di reclusione, avanza pretese: ci vado io al posto di Kuntze e Lamacchia) che Saracino CASSA E PASSA
pagamento spese processuali in solido, Mest Micheleine. E’ normale che il (difeso dall’avvocato Montanaro) con
interdizione per due anni dai pubblici vice sostituisca il titolare quando questi formula piena, e cioè per non aver Ricorre in Cassazione il Carbo-
uffici, libertà provvisoria. Se è vero resti impedito nell’esercizio del suo commesso il delitto loro ascritto. naro, e viene ripulito del tutto dal
come è vero che, come hanno di- mandato. D’altronde, e lo diciamo con “Il Mastropierro - scrive il giudice fatidico colpo di spugna (l’amnistia
chiarato Giuliano ed altri tre testimoni, tutto rispetto, Mastropierro lo ha fatto di secondo grado - disse che il Maltone, del gennaio del 1963). La sua nottata
non è stato l’assessore ad autorizzare per due volte il sindaco. Un volto nuo- pur stando alla distanza di alcuni metri, è passata: il 14 novembre dello stesso
la violazione, ha mentito lui affer- vo ci vuole, e deve essere del Partito ben poteva sentire le frasi pronunziate anno il reato viene dichiarato estinto
mando e riaffermando il contrario. Socialista, vero e attuale ago della dal Carbonaro. Sull’effettiva distanza e la sentenza impugnata viene quindi
Mastropierro. Sei mesi di reclu- bilancia politica italiana. del Maltone può esservi stata qualche cassata.
sione, pagamento spese processuali in Compagni, Caressa non pare pos- leggera inesattezza, ma, poiché tale Ma - misericordia o no - cassata
solido, interdizione per due anni dai sa rappresentare una novità. Badate: imprecisione è ininfluente ai fini e passata è anche l’Amministrazione
pubblici uffici, libertà provvisoria. Può noi comunisti e voi socialisti non pos- dell’accertamento della verità, non può Mastropierro.
anche non aver sentito o non ricordare siamo permetterci di litigare. Non sot- parlarsi di falsa testimonianza”.
che l’assessore abbia insultato il vigile, tovalutate il fatto che il processo non “Per quanto riguarda la pretesa Trinitapoli, 22 giugno 2009
ma un fatto è stato accertato senza si è definito e tra non molto si discuterà falsa testimonianza del Saracino si
alcun dubbio: quando dice che il in appello davanti al Tribunale di Fog- osserva che questi ha asserito che il MICHELE di BIASE
13

Maddalena Romano:
GIUGNO 2009 leinterviste
È sempre un piacere incontrare
persone di una certa età, attive e
determinate, e poter chiacchierare

81 anni di coerenza
con loro di ogni cosa.
È quanto è accaduto con la
signora Maddalena Romano, classe
1928, capelli bianchi, occhi vispi
ed una risata comunicativa, che ci
ha accolto a casa sua, intorno ad prime votazioni”. E
un tavolo di ricordi, documenti, continua: “mi piace
fotografie ed ideali. Pannella, perché è una
Tra le carte anche la sua pagella, persona seria, istruita, ha
relativa all’anno scolastico 1936/37, promosso e promuove i
dove tra le materie si legge ‘lavori referendum”.
domestici e manuali, igiene e cura La signora Romano,
della persona’. Maddalena parla infatti, afferma di aver votato
degli ottimi voti conseguiti che le a favore dei due referendum:
valsero anche un premio: la vacanza quello del 12 maggio 1974
a Salsomaggiore Terme. sul divorzio e quello del 17
La signora non frequenta le maggio 1981 sull’aborto.
parrocchie e a chi le chiede se è È stata dunque una
credente risponde di essere paladina sia del divorzio -
“cattolica non praticante”, perché aveva vissuto
riprendendo la famosa espressione l’esperienza di donne,
di Enzo Biagi –ultimamente amiche e conoscenti,
avvalorata anche da Nichi Vendola costrette a vivere con i
- appuntata su un foglio e mariti, a fare figli, a non
memorizzata dopo aver ascoltato lavorare, a subire violenze-
un’intervista televisiva. sia dell’aborto, in quanto in
All’età di 81 anni Maddalena quei tempi erano diffuse
ha dignità da vendere, guarda pratiche pericolose per la
programmi come Ballarò ed Anno salute delle donne.
Zero e partecipa alla vita politica Ancora oggi Maddalena
Maddalena Romano con la pagella della quinta elementare.

facendo le sue scelte, sempre tiene al suo voto, è


coerenti. indipendente ed autonoma e, bisognerebbe semplificarlo”. sono lontani dalla politica”.
Alla domanda “crede nella soprattutto, sa chi votare. In merito ai giovani di oggi non Ed aggiunge: “forse è per via
politica oggi”, la signora risponde Anche se riconosce che il ha dubbi: “hanno un’altra dei tempi che sono cambiati. Noi
in maniera convinta: “Io si, ci sistema attuale di voto “è un po’ mentalità, pensano ad altro, come eravamo abituati al sacrificio”.

Riflettere sulla crisi economico-


credo. Da dopo la guerra, dalle complesso, ci sono troppe schede, ad esempio i soldi e il divertimento; DANILA PARADISO

politica con Massimo Cacciari


Il filosofo veneziano è stato di merci, cresce in maniera espo- ecocompa-
ospite a Foggia, giovedi 11 giugno nenziale. tibilità e la
presso la Biblioteca ‘Magna “L'aspetto piú difficile del siste- distribuzio-
Capitana’, per parlare di un tema ma è -come ha sottolineato l’ex ne degli
quanto mai attuale: la crisi econo- sindaco di Venezia- garantire la approvvi-
mico-politica. 'concordia', l'armonia, tra momento gionamenti
“Per intendere la crisi é neces- di produzione e momento di consu- energetici),
sario collocarla in un contesto piú mo. Molto spesso tale armonia cela le politiche
ampio ed evitare di considerare le meccanismi perversi come, ad fiscali e re-
cose che capitano come assolute esempio, la possibilità di chi acqui- distributive,
novità”, ha affermato Cacciari, ri- sta di indebitarsi”. Questo accade la forma-
cordando che i principi elementari perché quando il capitalismo fun- zione del
di funzionamento dell'attuale siste- ziona, cioè produce e vende a pieno capitale
ma sociale di produzione, e cioè il ritmo, non ha bisogno di regole, umano.
capitalismo, costringono ad un an- anzi trova in esse una forma di Se la
damento ciclico. impedimento. “Il capitalismo é un responsabi-
“Mentre l'avaro vuole accumu- sistema straordinario che mescola lità della
lare denaro, il capitalista vuole anarchia e tutela”, ha affermato politica é
spendere quel denaro per ottenerne Cacciari, riconoscendo che é questo trovare le
dell'altro e per questo motivo deci- il sistema che domina il mondo risorse ed
de di investirlo. Ma piú perché funziona meglio degli altri. utilizzarle
l'investimento é grande e comples- Ciò non toglie, però, che anche il nella ma-
so, piú si ha bisogno di intermedia- capitalismo possa avere periodi di niera giusta,
zione finanziaria”, ha spiegato Cac- crisi per uscire dai quali Cacciari Cacciari si
ciari. Il problema, molto delicato, ritiene che sia necessario: iniettare chiede se “i
é che chi dispone dei soldi per in- liquidità nel sistema finanziario, nostri eroi
vestire e chi, invece, acquista le controllare che la liquidità arrivi a sapranno
merci non é la stessa persona. Da chi produce (e quindi ai lavoratori), affrontare Il Prof. Cacciari tra i professori Cipriani e Pinto Minerva.
qui deriva il rischio del capitalista imporre delle norme. q u e s t e
che, in momenti come quello che Altri fattori cruciali, strettamen- sfide”, senza però dimenticare che ognuno di noi.
stiamo vivendo, in cui la domanda te legati ai tempi attuali sono la l'esito di tali sfide dipende anche
é compressa e c'é un'abbondanza questione energetica (i costi della dai comportamenti soggettivi di DANILA PARADISO
14 incomune GIUGNO 2009

Parcheggi a pagamento e autovelox a Trinitapoli:

l’Antitrust dichiara la palese illegittimità


della Convenzione con l’A.C.I.
Abbiamo fortemente contrastato dell’operato della nostra ammini- della amministrazione comunale noi convenzione richiama in maniera spe-
in consiglio comunale la convenzione strazione comunale, rilevando evi- chiederemo nuovamente di discuterne cifica l’articolo 15 della legge 241,
con l’Automobil Club di Foggia, denti contrasti con la normativa na- in consiglio comunale. che attiene agli accordi tra pubbliche
sollevando tutte le nostre perplessità zionale e comunitaria posta a tutela E speriamo di mettere la parola amministrazioni per disciplinare atti-
sia nel merito che nella forma con della concorrenza e del mercato. FINE a questa convenzione! vità di interesse comune, e su quello
cui si è voluto fare questo atto. La In particolare è oggetto di critica ho espresso il parere positivo. Quando
convenzione istituisce nelle strade il mancato ricorso ad una gara ad • • • • • successivamente viene proposta la
trinitapolesi parcheggi a pagamento, evidenza pubblica per l’affidamento revoca e nella revoca si pongono,
autovelox ed altri dispositivi di rile- del servizio, essendo anche l’ACI Trascrizione fedele dalla delibera come motivazioni, motivazioni di
vazione di infrazioni al codice della assimilabile ad una impresa commer- consiliare n. 2/2009 degli incredibili legittimità sulle procedure previste
strada con modalità attuative di ciale quando presta una attività eco- interventi a sostegno della conven- dal 113, non ho fatto altro che ribadire
dubbia finalità istituzionale, ma di nomica. zione: che l’atto su cui io mi sono espresso
sicuri riflessi di mero lucro per le È esattamente quanto i consiglieri e ho dato parere positivo è un ac-
società controllate/collegate all’ACI. “dissidenti” avevano sostenuto a gran SINDACO: Sono state rilevate cordo tra pubbliche amministrazio-
Nonostante un dissenso trasver- voce nel consiglio comunale del 3 una serie di eccezioni giuridiche ni ai sensi dell’articolo 15 della
sale tra maggioranza ed opposizione, febbraio scorso tenutosi presso alle quali magari poi l’assessore legge 241.
il parere contrario del revisore dei l’Auditorium, che concordemente al Brandi, che è avvocato, potrà ri-
conti, una forte disapprovazione fra revisore dei conti, hanno asserito spondere meglio di me. Il Segreta- VICESINDACO DI FEO: quelli
la cittadinanza concretizzata nella l’improponibilità di quel tipo di atto. rio, pure, potrà rispondere meglio dell’opposizione, perché a loro co-
firma di una petizione, un ricorso Ma nemmeno l’autorevole parere del di me. Ma, comunque, io colgo munque va dato atto che devono fare
ancora pendente al T.A.R. Puglia revisore ci ha evitato di essere tacciati l’essenza di queste cose, l’essenza un po’ di caciara, soltanto perché
proposto dal CODACONS (nota persino di presunzione per esserci delle parole che ha detto la consiglie- alla fine devono essere ascoltati.
associazione a tutela dei consumatori) posti fermamente in contrasto con il ra Tarantino. Dice: guarda che stai
non è stato possibile convincere il parere del Segretario Generale del facendo un atto per il quale, proba- ASSESSORE BRANDI: Questa
consiglio comunale della bontà di Comune che aveva espresso la piena bilmente, dovevi fare la gara e non è chiarezza, questa è la democrazia,
quanto sostenuto da più parti. conformità della convenzione ACI l’hai fatta. Allora se ci sono aspetti questo è il confronto. Io mi meraviglio
Questa biasimevole convenzione alla legge 241/90. giuridici da sanare li saniamo e an- che molto spesso si viene in Consiglio
l’abbiamo portata a conoscenza anche Oggi, leggere il prestigioso parere diamo avanti, ma non mi pare che Comunale e si viene a dire: non c'è
dell’Autorità per la Vigilanza sui dell’Antitrust conferma che non c’è sia questo. Perché se ci sono delle il parere, c'è il ritardo del parere, non
contratti Pubblici e dell’Autorità mai stata presunzione da parte nostra, cose da sanare a livello giuridico io c'è quell'altro parere. Oggi c'è un
Garante della Concorrenza e del l’unica vera superbia ormai sta solo non lo so, penso di no, mi sono fatto parere articolato da parte del Segre-
mercato. nella pretesa di voler amministrare il una convinzione. tario Comunale…. E se abbiamo sba-
La prima ha l’istruttoria ancora paese a colpi di maggioranza. gliato io mi fido, mi sono sempre
in corso, l’altra, l’AGCM, il 4 giugno Dopo le illegittimità rilevate SEGRETARIO: E quindi io mi fidato perchè all'interno del Consiglio
2009 si è espressa a totale condanna dall’Antitrust nella condotta tenuta sono espresso sulla convenzione. La Comunale, contrariamente a quanto
qualcuno vuol dire, io faccio il
semplice Consigliere Comunale e
faccio il politico, quindi mi attengo
alle dichiarazioni altrui. E posso
dire che posso dormire sonni
tranquilli con l'apposizione del
parere fatto dal Segretario…
Nell’evidenziare che la con-
venzione non può essere ritenuta
semplicemente quale affidamento
di servizio pubblico, occorre ribadire
che l’ACI provinciale di Foggia è
ente autonomo di carattere asso-
ciativo senza fini di lucro, che
persegue finalità istituzionali di
interesse pubblico e quindi è abili-
tato a concludere accordi ex articolo
15 della legge 241/90 con una
pubblica amministrazione …Per
quanto innanzi, e soprattutto per
il parere tecnico del 30 gennaio
del 2009, di cui all’articolo 49,
testo unico 267/2000, del Segre-
tario Comunale, di conformità
dell’azione amministrativa alle
leggi, allo statuto ed ai regola-
menti di cui all’articolo 97 del
medesimo testo unico, sono am-
piamente convinto di aver fatto
bene ad approvare la convenzione
con l’ACI, per realizzare la riqua-
lificazione della circolazione e la
regolamentazione della sosta cit-
tadina, e soprattutto per rendere più
vivibile la nostra cittadina.
GIUGNO 2009 incomune 15

Va’ dove ti porta


ASSESSORE TEDESCO. Esa- c’è tra noi, il nostro partito e l’intera
sperare gli animi dei cittadini con cose cittadinanza.
non vere è molto pericoloso …. Poi

…la poltrona
che ci siano delle motivazioni tecni- RAGNO: Ecco, allora, perché di-
che, legali, degli avvocati, non è com- cevo: Sindaco, su questa pagina Lei
petenza nostra. Se il Segretario Co- non ha torto, Lei ha visto giusto; Lei
munale dice che l'atto è legittimo, ha visto la possibilità di poter miglio-
ebbene, noi a chi dobbiamo credere? rare quelle che sono le condizioni di
Non è che l'atto l'abbiamo fatto oggi, vivibilità del nostro paese, che ci por-
per cui il Segretario non ha avuto il tano a regolamentare la sosta e il traf- All’ultimo consiglio comunale abbiamo salutato l’ingresso di
tempo; il Segretario e il dirigente, fico, senza addossare ancor di più un nuovo consigliere eletto nella lista di opposizione della Casa
gli alti dirigenti del nostro Comune quelle che sono le spese, i costi cui i
che sono molto capaci, hanno avuto cittadini di Trinitapoli vanno incon- delle Libertà, trasmigrato di recente nelle fila dell’Unione di
tutto il tempo di consultare le leggi, tro….I cittadini di Trinitapoli vogliono Centro.
gli avvocati. Quindi hanno avuto mol- che questa amministrazione vada a Quindi ci è apparso naturale toglierci ogni dubbio ed al nuovo
to tempo per verificare queste situa- casa? I cittadini di Trinitapoli vogliono consigliere comunale Ruggiero Capodivento, per quanto transitorio,
zioni. E quando alla fine di tutto questo che allora arrivi un commissario? I abbiamo chiesto una dichiarazione di appartenenza alla maggioranza
studio hanno deciso che è un atto cittadini di Trinitapoli vogliono che o all’opposizione.
legittimo, abbiamo avuto la confer- ci siano le elezioni anticipate? No. Il La sua risposta ha superato ogni nostra ragionevole aspettativa.
ma anche dell'avvocato Brandi, che mio futuro è già assicurato, non ho In sintesi ci è stato comunicato, guardandoci dritto negli occhi
tra l’altro abbiamo con noi, quindi, bisogno che me lo dia lei. Io sono e con un sorriso beffardo, che non eravamo titolati a conoscere
figuratevi. A questo punto mi volete convinto di quello che dico, e lo sono la sua collocazione in consiglio comunale per la motivazione
dire qual è il problema? convinto nel cuore. autorevole che lui è stato eletto dal popolo e basta. Di più non ha
ritenuto di dover spiegare.
ASSESSORE LAMACCHIA GIANNATTASIO: dopo aver Non possiamo dargli torto. Abbiamo chiaramente compreso
SAVERIO: Beh, a parte che questo ascoltato l’ampia discussione sul con tutti i recenti trasformismi dei consiglieri comunali che essere
non è un parere del revisore dei conti punto proposto da alcuni Consiglieri eletto in una lista di destra o di sinistra non è determinante. Di
e sono delle osservazioni, è totalmente in merito alla revoca della delibera sicuro, comunque, non è più un problema di coerenza.
diverso. Dice: osservazione del revi- numero 29, ribadisco quanto già con- Ma il carro dei vincitori ha delle sirene dal canto così irresisti-
sore unico, che non c'entra nulla col fermato in quella sede, in quel Con- bile… che è bastata la richiesta di sospensione di 10 minuti del
parere, non c'entra nulla, prima cosa. siglio Comunale nella mia dichiara- consiglio comunale da parte del sindaco per una riunione della
Secondo, quando troverò il revisore zione, e cioè l’opportunità del maggioranza per far svanire tutti i dubbi: il consigliere Capodivento,
gli chiederò amichevolmente: scusa- provvedimento che noi con consape- come un fulmine, ha raggiunto per primo la stanza dell’incontro!
mi, caro revisore, avevi la compe- volezza e responsabilità abbiamo Insomma assistiamo ogni giorno a migrazioni da una coalizione
tenza per fare queste osservazio- approvato. E a questo aggiungo que- all’altra che alterano i risultati di elezioni democratiche.
ni?.............. Io dico che l’epoca di chi sta sera non soltanto l’opportunità, Al potere per il potere fine a se stesso.
non capiva è terminata; per fortuna la visto e considerato che sono state
cultura è arrivata in tutte le famiglie, sollevate una serie di eccezioni anche Come nell’ultima campagna elettorale. Il figlio del nostro
che hanno, almeno nei figli, un mini- dal punto di vista giuridico, dopo vicesindaco viene eletto consigliere provinciale, con una lunga
mo di livello scolastico, e che sanno aver letto anche il parere, condivido serie di comizi (padre e figlio insieme sui palchi) in cui hanno
prendere la convenzione e leggerla. la piena legittimità dell’atto e per criticato aspramente l’amministrazione comunale. Il giorno dopo
Dopodiché ci possiamo incontrare di questi due motivi esprimo parere l’elezione del figlio, il vicesindaco, con totale nonchalance, rinnova
nuovo e poi possiamo dire se abbiamo contrario in merito alla revoca. la piena fiducia al sindaco e alla giunta approvando il bilancio di
detto bugie o verità. Qualcuno ieri si previsione e il consuntivo.
vantava di aver raccolto 500 firme. In verità ci saremo aspettati una giusta e indignata reazione da
Beh, io dico, al di là del fatto che Che cosa è parte del sindaco di Gennaro. Invece? Niente di niente! Quisquiglie
siamo 14.500 abitanti a Trinitapoli, l’autorità garante se i partner di giunta parlano male in pubblico dell’amministrazione
sono 500 firme, io dico, estorte a e del sindaco in particolare. È più importante concentrare il potere,
cittadini ignari che non hanno letto della concorrenza richiamando nuove forze, magari distribuendo incarichi e molti-
la convenzione. Invito quei cittadini e del mercato plicandoli e spezzettandoli fra vari consiglieri. Come è successo
a non credere al Sindaco, a Saverio detta antitrust? con l’assessorato della sig.ra Rosanna Izzillo (dimessasi dall’incarico
Lamacchia, alla Giunta e al Consiglio di assessore con nemmeno una nota di ringraziamento) diventato
Comunale, ma a credere a quanto sta buono per altre tre persone: vicepresidenza del Gal a Maria
L'Autorità va ricompresa tra
scritto nella convenzione. Montuori, delega all’agricoltura a Geremia Buonarota e delega
le “Autorità Indipendenti”, che
svolgono la propria attività e pren- all’attività produttive a Piero Samarelli.
VITALE: Dunque io, Presidente, Tre al posto di uno, una trovata geniale per accontentare tutti!
dono decisioni in piena autonomia
prima di fare la dichiarazione di voto L’ultimo atto incredibile e paradossale è stato consumato in
rispetto al potere esecutivo.
volevo fare solo una precisazione, se consiglio comunale il 15 giugno scorso con tutta la nostra veemente
All'indipendenza
è possibile. Volevo rasserenare gli disapprovazione: un aumento del numero degli assessori nell’unione
dell'Autorità contribuiscono, tra
animi e quindi tranquillizzare un po' dei comuni Tavoliere Meridionale.
l'altro, le modalità di nomina e i
tutta la cittadinanza per una semplice Una unione di due comuni Trinitapoli e Margherita di Savoia
requisiti del Presidente e dei
ragione: non ci sarà crisi amministra-
tiva, non ci sarà crisi politica, noi la Componenti, i quali sono nomi- che non ha funzioni o servizi delegati, eccetto quello della polizia
sera riteniamo di andare a dormire nati congiuntamente dai Presi- municipale che Margherita di Savoia ha revocato da tempo,
denti di Camera e Senato e non all’interno della quale già gli assessori presenti non hanno nulla
tranquilli, perché essendo dei cani possono essere confermati nella da fare. Appare chiaro quindi che aumentare il numero degli
sciolti ed essendo delle persone che carica alla scadenza dei sette anni. assessori, senza delegare alcuna attività, serve esclusivamente a
ragionano con il proprio sentimento In particolare, il Presidente viene riequilibrare la distribuzione delle poltrone e non a riorganizzare
e la propria coscienza, non ci tute- scelto tra persone di notoria indi- i servizi per ottenere economie di scala.
liamo di bastoni, di capi bastoni e pendenza che abbiano ricoperto Negli ultimi cinque anni abbiamo percepito oltre € 700.000,00
quant’altro. Trenta anni fa si costru- alte cariche istituzionali; i quattro di contributi dello stato per il suo funzionamento, denaro con il
iva solo se si indirizzava il tutto ad Componenti sono scelti tra per- quale si è finanziata una scatola vuota. Con il nuovo statuto avremo,
uno studio di ingegneria, altrimenti sone di notoria indipendenza da così, 9 assessori da dividersi tra Trinitapoli, Margherita di Savoia,
la casa non la facevi. Noi siamo con- individuarsi tra magistrati del che ha ritirato l’unica delega esistente (la Polizia Municipale) e
trari alla revoca dell’atto deliberativo Consiglio di Stato, della Corte
del 29/11/2008 avente ad oggetto la dei Conti o della Corte di Cas- San Ferdinando di Puglia che non ha ancora aderito.
convenzione con l’ACI di Foggia per
sazione, professori universitari E il risparmio e la maggiore efficienza nei servizi che fine
la regolamentazione sperimentale del- hanno fatto?
ordinari e personalità di alta e
la sosta nel centro cittadino di Trini- Tutto serve per la sopravvivenza della attuale casta politica.
riconosciuta professionalità
tapoli e per la rilevazione delle viola- E il caso di dire: va’ dove ti porta …la poltrona.
provenienti da settori economi-
zioni al Codice della Strada. Noi ANNA MARIA TARANTINO
ci.
crediamo nel rapporto di fiducia che
16 incomune GIUGNO 2009

Pubblichiamo le considerazioni critiche del Revisore dei Conti sul Bilancio di


Previsione 2009 e sul Bilancio Consuntivo 2008 votati dal Consiglio Comunale

Bilancio di previsione 2009


In relazione alle motivazioni levato: cio di Previsione; fronte allo strumento di finanza
specificate nel presente parere, 1) che non è stato rispettato • pertanto, riserva, il parere derivata-swap, cosi come, en-
richiamato l’articolo 239 del Tuel il termine di pubblicazione, di favorevole, oltre trambi i punti, sono descritti nella
e tenuto conto: almeno 60 giorni, del Programma all’adempimento del punto 1) relazione.
• del parere espresso dal re- triennale e dell’elenco Annuale precedente, ad un aumento dello Il Consiglio Comunale vorrà
sponsabile del servizio finanziario dei Lavori Pubblici, ai sensi stanziamento del fondo per la adeguarsi ai suggerimenti e al
• delle variazioni rispetto dell’art. 128 del d.lgs.163/2006, raccolta e lo smaltimento dei ri- parere proposti dal Revisore o
all’anno precedente il Programma e l’Elenco costitu- fiuti, nonché, ad un adeguato ac- motivare il mancato adeguamen-
• l’organo di revisione ha ri- iscono parte integrante del Bilan- cantonamento della spesa per far to.
Nel Consiglio del 9 giugno 2009 hanno votato a favore: di Gennaro, di Feo, Samarelli, Lamacchia Saverio, Aquilino,
Brandi, Tedesco, Giannattasio, Vitale, Montuori, Ragno, Buonarota, Marcellino. Hanno votato contro: D’Introno,

Bilancio Consuntivo 2008


Tarantino. Non hanno partecipato al voto: Elia, Izzillo, Lamacchia Pasquale. Astenuto: Triglione. Assente: Miccoli.

Relazione della giunta tivo o di servizio, con esclusione dei per 300.000,00 euro; canone software considerato che per le spese di ma-
al rendiconto beni infrastrutturali. per 40.993,40 euro, il cui costo sem- nutenzione i risicati ricavi si azzerano
L’organo di revisione attesta che Il piano triennale dovrà essere bra eccessivo. e in molti casi addirittura sono mi-
la relazione predisposta dalla giunta reso pubblico con la pubblicazione Vi sono delle spese che, per la nori. Insufficiente è l’azione per il
è stata redatta conformemente a nel sito web. loro consistenza devono essere recupero degli oneri “zona 167”, si
quanto previsto dall’articolo 231 del Dalla relazione annuale che do- “osservate” meglio: lo sportello riportano in bilancio 350.000,00
T.U.E.L. vrà essere trasmessa alla Sezione “ìnformagiovani” (euro 29.150,00): euro, ma quasi nulla è stato fatto per
Nella relazione sono evidenziati regionale di controllo della Corte dei esiste una relazione sull’attività valutare la consistenza e la fonda-
i criteri di valutazione del patrimonio Conti dovranno emergere i risparmi svolta? - le spese per ricovero cani tezza della somma, è opportuno che
e delle componenti economiche, ottenuti. randagi (euro 31.422,80): perché l’Ente documenti con urgenza tutta
l’analisi dei principali scostamenti Si invita l’Ente a provvedere pri- l’attività non viene costantemente la situazione. Considerati i crediti
intervenuti rispetto alle previsioni. ma dell’approvazione del bilancio- monitorata e non esiste una di dubbia esigibilità: Formazione
Alla relazione non sono allegate rendiconto 2008. “anagrafe” seria della situazione? Professionale euro 152.793,00;
le relazioni di tutti gli assessori: è
opportuno adempiere.
Alla relazione del rendiconto non
sono allegate le relazioni degli
obiettivi di tutti i responsabili dei
servizi, così come non tutti i re-
sponsabili di servizio hanno redat-
to la relazione sui residui. Ovvia-
mente, è opportuno che prima
dell’approvazione del rendiconto si
provveda all’adempimento.

Albo dei beneficiari


di contributi e benefici
di natura economica
L’ente, inoltre, non ha provve-
duto, ai sensi dell’articolo 1 del
d.p.r. del 7 aprile 2000,
all’aggiornamento dell’albo dei be-
neficiari a cui sono stati erogati
nell’anno 2008 contributi, sovven-
zioni, crediti, sussidi ed altri bene-
fici di natura economica.
Tale albo dovrà essere pubblicato
sul sito web del Comune e, in ogni
caso, assicurando l’accesso allo stes-
so.
È opportuno che l’albo venga,
anche, allegato al bilancio-rendiconto
Poltroncine per Unione dei Comuni: modello scontenti.
2008 prima dell’approvazione.
Per le entrate, esiste il grande SlCEL-MonopoIi 258.497,42 euro;
Piano triennale di Rilievi, considerazioni problema della lotta all’evasione da - Banco di Napoli euro 179.698,73;
contenimento delle spese e proposte prendere in seria considerazione. l’avanzo contabile diventa virtuale,
L’ente, ai sensi dell’art.2, commi Dall’analisi del bilancio risulta Si potrebbe iniziare da un riscon- è indispensabile una relazione tec-
da 594 a 599 della legge 244/07, non che alcune spese devono essere ra- tro tra l’ufficio gas-ufficio urbanistico nica che dimostri la esigibilità di
ha adottato il piano triennale per zionalizzate sia trovando soluzioni e ufficio tributi. Basterebbe uno questi crediti altrimenti occorre
individuare le misure finalizzate alla interne all’Ente (anche mediante as- scambio di informazioni tra i tre eliminarli.
razionalizzazione dell’utilizzo di: sunzioni part-time, a progetto ecc.) uffici comunali per evitare qualsiasi Occorre, sostanzialmente, una
- dotazioni strumentali, che cor- sia facendo delle ricerche di mercato. forma di evasione dei tributi e delle gestione politica economico-
redano le stazioni di lavoro Questa problematica riguarda alcune tasse comunali. I beni immobili pro- amministrativa più puntuale ed in-
nell’automazione d’ufficio; spese, in particolare: spese legali per ducono dei fitti irrisori: o si rivedono cisiva, che valuti globalmente le
- dei beni immobili ad uso abita- 159.999,99 euro; incarichi esterni i fitti, oppure è consigliabile venderli, risorse dell’Ente, e soprattutto le
GIUGNO 2009 incomune 17
valorizzi per raggiungere gli obiettivi
In merito allo Swap
Dichiarazione a verbale
di programma e rendere l’azione
amministrativa efficace, efficiente
ed economica. Nella gestione di com-
petenza questi risultati non sono stati

del gruppo L’Alternativa


centrati in modo sufficiente.
In ogni caso, dall’analisi del bi-
lancio risulta:
• la valutazione dei risultati fi-
nanziari ed economici generali e di
dettaglio della gestione dell’ente;
• la qualità delle procedure suffi- Nel consiglio comunale del 15 bilancio preventivo. Si fa presente market datato 26 maggio prevedeva
cienti ma le informazioni tra uffici giugno il gruppo L’Alternativa ha che nel contratto con le due banche 644.452 euro, ben 171.532 euro in
non sufficienti; verbalizzato questa dichiarazione è chiaramente scritto che il mark più.
• l’adeguatezza del sistema con- che ribadisce la proposta di chiude- to market deve essere comunicato, Le banche, pertanto, non rispet-
tabile e un sufficiente funzionamento re celermente i due contratti di fi- su richiesta, entro 3 giorni al fine tano il contratto e dalle informazio-
del sistema di controllo interno; ri- nanza derivata: di consentirne la eventuale rescis- ni che ci hanno fornito, non sembra
spetto del principio di riduzione della «Chiediamo di chiudere con sione più favorevole per l’ente. che né l’ufficio finanze del comune
spesa di personale; celerità i due contratti SWAP così È successo che alla fine di mar- e né il legale, al quale è stata affi-
• rispetto del patto di stabilità. come sostenuto in più occasioni e zo il mark to market fosse di data la pratica SWAP, abbiano con-
verbalizzato in commissione a mar- 472.920,78 euro (la cifra più bassa testato questa inadempienza».
CONCLUSIONI zo, nella fase di elaborazione del di quest’anno) mentre il mark to
L’organo di revisione, allo stato

Il calzolaio Michele Mangano


dei documenti in possesso, ritiene
che la situazione dei residui, come
meglio dettagliata nella relazione,
vada affrontata con urgenza e deter-
minazione e che:
- punto 1- i residui stessi vanno
vincolati fino al loro effettivo incas-
so;
- punto 2- l’avanzo non vincolato,
va accantonato vincolandolo per la
risoluzione dello strumento di finanza
derivata in corso -swap;
- punto 3- l’avanzo, in ogni caso,
va vincolato stante anche l’esistenza
dei crediti di dubbia esigibilità;
- punto 4- vanno presentate le
relazioni mancanti dei responsabili
dei servizi con una informazione
completa degli obiettivi iniziali e i
programmi realizzati;
• non si esprime parere sul conto
del patrimonio per mancanza di un
sistema di rilevazione contabile ade-
guato.

Tenuto conto di tutto quanto


esposto, rilevato e proposto si attesta
la corrispondenza del rendiconto alle
risultanze della gestione e si esprime
parere favorevole per l’approvazione
del rendiconto dell’esercizio finan-
ziario 2008 con le prescrizioni di
cui ai punti l-2-3-4, oltre
all’aggiornamento dell’Albo dei be-
neficiari di contributi e al Piano trien-
nale di contenimento delle spese,
come riportato nella relazione.

Il Consiglio Comunale, vorrà


adeguarsi ai suggerimenti, osserva-
zioni, riserve e prescrizioni proposti
dall’organo di Revisione o motivare
i1 mancato adeguamento.

Nel Consiglio del 15 giu-


gno 2009 hanno votato a
favore: di Gennaro, di
Feo, Samarelli, Lamac-
chia Saverio, Aquilino,
Brandi, Tedesco, Giannat-
tasio, Vitale, Buonarota,
Marcellino. Hanno votato
contro: D’Introno, Taran-
tino, Miccoli, Ragno.
Astenuto: Montuori, Ca-
podivento. Assente: Tri-
glione.
18 vent’annidiattivitàculturali

Se ho visto più lontano è perché


GIUGNO 2009

stavo sulle spalle di giganti


Fotografia, lingue stranie-
re, matematica, teatro, lettura.
Quest’anno ce n’era per tutti
i gusti e per tutte le età.
Dalla mostra fotografica
riScatto, in cui abbiamo mes-
so in luce i mestieri delle don-
ne di Trinitapoli, ai corsi di
inglese con docenti madrelin-
gua. Dai rompicapo matema-
tici e giochi d’ingegno a tre
full immersion di studio su
alcuni maestri del teatro.
Il filo conduttore, come
sempre, è stato la lettura, i
libri promossi, gli incontri
con autori e, attualmente in
corso, il reading club.
Abbiamo studiato nomi
quali Roland Barthes, Hugo,
Sander per la fotografia;
Pinter, Beckett, Eschilo,
Shakespeare, Benni, Pennac
e Bisio per il teatro; Seifeld,
Newton per la matematica e
tanti giovani autori vincitori
di prestigiosi premi (v. Paolo
Giordano, premio strega
2008). Dopotutto, questo il
motto GlobeGlotter 2008/09: 1990. Prima festa GlobeGlotter con i bambini
dei corsi di inglese e teatro.
Se ho visto più lontano è per-
ché stavo sulle spalle di gi-
ganti.

Sette mesi, da novembre


a maggio, di struscio continuo
da Via Staffa, 4 a Via Cairoli,
23 le due sedi del Centro di
Lettura GlobeGlotter di Tri-
nitapoli. E il campanello suo-
na ancora, il telefono squilla
spesso e di e-mail che arriva-
no non ne parliamo. Giovani
e adulti e bambini che ci chie-
dono di iscriversi o essere
informati delle nostre attività.
Un consiglio per tutti: vi-
sitando il sito
www.globeglotter.it, oltre a
conoscere dettagliatamente
le nostre iniziative passate e
future, troverete in home page
un link che vi consentirà di
lasciare i vostri dati. Compi-
lando il breve modulo, vi in-
formeremo di tutto.

Oppure, se preferite, veni-


te personalmente in Via Staf-
fa, 4 a Trinitapoli dal lunedì
al venerdì.

A proposito, a breve av-


vieremo un gruppo di piccoli
L’attore Aldo Reggiani uno dei conduttori
lettori. Ma di questo vi infor-
meremo più in là!
dei laboratori organizzati nel 1999
dalla GlobeGlotter.
GIUGNO 2009 vent’annidiattivitàculturali 19
L’attore Roberto Petruzzelli recita Shakspeare
(weekend in palcoscenico Marzo-Aprile 2009).

Butterfly 2009:
corso di Inglese
per bambini.

Il giocologo Sarcone con i suoi


rompicapi durante il laboratorio
di MateMagica - Marzo 2009.
1989-2009: la GlobeGlotter
compie 20 anni
20 Foto Francesco Mele
unacittàchefaacquadatutteleparti GIUGNO 2009

E gli assessori stanno a guardare…


Foto Francesco Mele

Interessi correlati