Sei sulla pagina 1di 2

SIATE IL DIVINO DENTRO DI VOI

Un bellissimo messaggio di Djwal Kool (D.K)


Breve estratto dal libro Viaggio a Shambhalla di Anne e Daniel Meurois-Givaudan
Spesso mi giunge leco delle domande degli uomini della Terra: s s, va bene, ma qual La Via? Si dice che le vie siano molte e portino tutte alla stessa meta, che si adattino ai temperamenti, ai climi; se devo essere chiaro, Fratelli, e per venire al sodo, vi dir che non c nessuna Via. Riconoscere che c una Via equivale ad affermare che la luce lontana dagli uomini, che come un punto, un fulgore allorizzonte. Ora, soprattutto, non dovete mai crederci. Non c affatto da camminare, non bisogna affatto proiettarsi nel futuro: il Grande Sole gi qui, in ognuno, intorno ad ognuno, e parlare di cammino un modo per parlare di avvenire: e questa nozione solo unaltra illusione. LEterno Presente detiene la chiave: immobilizzate, o per meglio dire cristallizzate lAmore in voi, e il Tempo si disintegrer con tutto il suo corteo di progetti. Il vostro corpo di gloria attende semplicemente che lo guardiate in faccia, ovvero che smettiate di farne un qualcosa di ipotetico e vago quale un altro voi stesso da fabbricare. LUomo sonnecchia nelluomo. Qui viviamo il Risveglio; ci siamo semplicemente ritrovati, e ci che chiamate meraviglie sono solo la logica conseguenza dell Essere, e non pi dellesistenza. LEssere chiamato Maestro dagli uomini, semplicemente colui che pu proclamare Io Sono in tutto il suo splendore, cio in tutta la sua impersonalit, o meglio la sua capacit dinglobare il Tutto e fondersi in ogni forma di vita. Tutto ci che vi ho detto ora non n una lezione da imparare n una ricetta per vivere unera felice, giacch non v alcuna tecnica n risposta razionale per risolvere il problema del Come Essere. La razza umana crede di trovarsi davanti ad un labirinto, ignorando che esso limmagine illusoria della proiezione dei pensieri: bisogna tuttavia smettere di decentrarsi, perch c solamente un passo dal s al S, un passo che solo il nostro ego ci impedisce di compiere. Lanima ha il volto di questego: lanima ha vissuto ci che doveva vivere, ora di lavarla e dissolverla nello Spirito da cui essa deriva. Dite pure io voglio, Fratelli, ma questo vostro io sia un Io divino, e il vostro volere sia una nota nellarmonia delle sfere e cos sar poich lo gi! A nulla o a ben poco vi serviranno le vostre conoscenze: chi ha mai visto unenciclopedia sfogliarsi da sola? La scienza in conserva indigesta. Il vostro amore, se Amore, non si trasformer mai in equazione n in definizioni metafisiche.

Prendere una biro, ribattere un chiodo, preparare un pranzo, sono i gesti quotidiani degli uomini: se per voi sono insignificanti, sono anche la confessione del vostro smarrimento. Divengano invece le vostre preghiere di vita, cos resterete al centro di voi stessi. No, Fratelli, non si tratta di credere; non un problema di fede come spesso vi viene detto. un problema che riguarda il non attaccamento, la liberazione rispetto a ci che si crede di aver acquisito. Non bisogna credere ma agire, o meglio lasciar agire la forza divina in s. Cos non una tensione che si richiede alluomo, ma piuttosto il rilassamento delle sue maschere. [] Il piombo e loro nascondo il medesimo essere: il grande segreto consiste nel far ammettere al piombo che deve far vibrare la sua pesante cappa. Allo stesso modo, ogni bambino gi in potenza un adulto compiuto: non un energia fondamentalmente nuova, ma una forza senza et che viene dal Sole, si copre di scorie, e di nuovo cerca il Sole. Cos, sappiano gli umani che non si possono disdegnare il corpo e la materia nella loro totalit senza appesantirsi ulteriormente da s. La materia il vostro trampolino, ovvero uno degli aspetti della vita a cui dovete far ritrovare la sua divinit o la sua luce originale.