Sei sulla pagina 1di 1

2013

I CONSIGLI DELLUNI ENTE NAZIONALE DI UNIFICAZIONE PER UN USO SICURO IN STRADA DELLA BICICLETTA
Spostarsi in bicicletta una sana abitudine che permette di fare un po di movimento senza inquinare lambiente. Bisogna per ricordare che si tratta pur sempre di un mezzo a due ruote soggetto a delle regole e che deve rispettare determinati criteri di sicurezza. Per identificare le biciclette a norma bisogna verificare che sul telaio ci sia la marcatura EN 14764 (per le biciclette da citt e da trekking) EN 14765 (per le biciclette da ragazzo) EN 14766 (per le mountain bike) ed EN 14781 (per le biciclette da corsa). Vediamo i consigli dellUNI (Ente Nazionale di Unificazione) per pedalare senza problemi: Buona norma considerarsi alla pari di tutti gli altri mezzi circolanti: stessi diritti e doveri, evitare incertezze, soggezioni e senso di inferiorit che potrebbero causare manovre incomprensibili agli altri veicoli risultando pericolose. Indossare il casco quando opportuno. Controllare costantemente il perfetto funzionamento dei freni, delle luci, dei catadiottri, del campanello e dei pneumatici della bicicletta. Inviare segnali precisi e con buon anticipo agli altri utenti della strada con il braccio ad esempio per segnalare una svolta o il campanello per segnalare la propria presenza quando necessario. Solerzia la parola dordine: importante essere sempre vigili nel traffico senza distrarsi con cuffie o cellulari. In un incrocio semaforizzato difficile si pu svoltare a sinistra anche in due tempi: attraversare lincrocio stando sulla destra, attendere il verde nellaltra direzione e proseguire. Non passare mai con il semaforo rosso. Cercare di non percorrere strade dissestate o molto trafficate. Una rotonda pu essere pi pericolosa di un incrocio! Quando si in prossimit del ramo duscita e si intende rimanere nellanello, molto utile alzare il braccio sinistro per comunicare la direzione di marcia. Rendersi sempre ben visibile. Di sera le luci sono obbligatorie, come lo il giubbino riflettente fuori citt dopo il tramonto. A stop e semafori non fermarsi mai a fianco dei veicoli, ma mettersi davanti o dietro; tenersi a distanza e soprattutto dai mezzi pesanti come furgoni, autocarri, autobus che potrebbero non vedere il ciclista a causa dellangolo cieco dei loro specchietti retrovisori. Attenzione: alle rotaie (lideale passarci sopra di traverso, con un angolo di almeno 30, senza frenare bruscamente quando piove); ai veicoli parcheggiati con qualcuno alla guida, il quale potrebbe aprire la portiera o muoversi in quel momento; agli scooter e ai motorini, che spesso superano a destra.