Sei sulla pagina 1di 12

Elaborazioni

Osservazioni Le osservazioni utilizzate (che sono solo una parte di quelle disponibili) provengono dalla pubblicazione n. 17 (in pi volumi) del Servizio Idrografico Dati caratteristici dei corsi d'acqua italiani, che contiene, tra le altre informazioni, i massimi annuali della portata media giornaliera e quelli della portata al colmo (qui indicati con il simbolo Q). Ciascun volume della pubblicazione contiene in genere i dati relativi a un decennio (l'ultimo volume pubblicato si riferisce al decennio 1961-1970). Il Servizio Idrografico stato sostituito per breve tempo dal Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale. Attualmente i compiti dei diversi compartimenti del Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale sono svolti dalle diverse Agenzie Regionali per la Protezione dell'Ambiente (ARPA).

Calcolo dei parametri della distribuzione di Q con il metodo dei momenti Applicando il metodo dei momenti, dal campione di massimi annuali della portata al colmo Q dell'Adda a Fuentes (composto di 24 elementi) si ricavano innanzi tutto le stime della media m(Q) e dello scarto quadratico medio s(Q) della variabile Q. Lo scarto quadratico medio la radice quadrata della varianza indistorta (cio calcolata dividendo la somma dei quadrati degli scarti dalla media per la dimensione N del campione diminuita di uno). Si ottiene m (Q ) = 618,0 m3s-1, s(Q ) = 247,2 m3s-1. Quindi si stimano i valori dei parametri e u della funzione di probabilit della distribuzione di Gumbel P(Q) = exp{-exp[-(Q - u)]}, utilizzando le espressioni

= 1,283/(Q),
u = (Q) - 0,450(Q), che legano i parametri ed u alla media (Q) e allo scarto quadratico medio (Q). Il calcolo di e u si effettua sostituendo a (Q) e a (Q) le rispettive stime m(Q) ed s(Q).

Si ottengono cos i seguenti valori dei parametri: 1,283 = 247,2 = 0,005190 sm-3, u = 618,0 - 0,450 247,2 = 506,8 m3s-1.

Calcolo delle frequenze ed esecuzione del grafico Per controllare la bont dell'adattamento alle osservazioni della distribuzione individuata si riportano sulla carta probabilistica di Gumbel le osservazioni e la retta che rappresenta la distribuzione. Innanzi tutto si ordinano le osservazioni in ordine crescente e si calcola la frequenza F di non superamento di ogni osservazione con la formula di Weibull F ( Q i) = i , N+1

dove Qi l'i - esima osservazione (in ordine crescente) ed N la dimensione del campione (qui uguale a 24). Le frequenze calcolate sono riportate nella tabella che segue. i 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 Q [m3s-1] 225 329 334 418 429 443 457 502 502 510 517 517 F 0,040 0,080 0,120 0,160 0,200 0,240 0,280 0,320 0,360 0,400 0,440 0,480 i 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 Q [m3s-1] 525 541 581 682 688 759 860 863 930 1000 1060 1160 F 0,520 0,560 0,600 0,640 0,680 0,720 0,760 0,800 0,840 0,900 0,940 0,980

Nella carta probabilistica di Gumbel allegata al testo l'asse destinato alla variabile (la portata Q) quello verticale. Tutte le osservazioni debbono poter essere riportate nel grafico e i relativi punti debbono riempire al massimo lo spazio disponibile. D'altra parte occorre scegliere una scala di agevole lettura. Poich la graduazione gi riportata sulla carta copre una lunghezza totale di 16 cm, mentre i valori di portata vanno da 225 a 1169 m3s-1, la scelta pi opportuna di far corrispondere alla portata di 100 m3s-1 una distanza misurata sulla scala di 1 cm.

Le tre scale orizzontali sono destinate, rispettivamente, alla probabilit di non superamento P, al tempo di ritorno T e alla variabile ridotta y. Le relazioni tra i valori di T, P e y letti su una stessa verticale sono dunque T= 1 , 1-P

y = -ln(-ln P). Poich la frequenza F un'approssimazione della probabilit P, l'asse delle probabilit P si assume anche come asse delle frequenze F. Per tracciare la retta che rappresenta la distribuzione di probabilit stimata basterebbe naturalmente, in linea teorica, calcolare due soli valori, corrispondenti a due valori assegnati della variabile ridotta y, e riportare i due punti corrispondenti sulla carta probabilistica. Allo scopo pratico di avere un controllo della correttezza del tracciamento per opportuno usare non due ma tre punti, che debbono risultare allineati, in assenza di errori di calcolo o di disegno. Occorre inoltre scegliere le ascisse dei punti in modo che l'ordinata resti compresa nello spazio del grafico. La portata Q risulta fornita dalla relazione y Q=u+ . Per esempio si possono adoperare i tre punti corrispondenti ai tre valori 0, 3 e 5 della variabile y, le cui coordinate (espresse approssimando le portate Q al metro cubo al secondo), sono y 0 3 5 Q [m3s-1] 507 1085 1470

Calcolo dell'altezza idrometrica corrispondente alla portata con tempo di ritorno di 200 anni e della quota della sommit dell'argine La relazione tra tempo di ritorno (espresso in numero di osservazioni) e probabilit di non superamento P=1-1 . T Trattandosi di massimi annuali, per definizione osservati una volta sola all'anno, il tempo di ritorno espresso in anni uguale al tempo di ritorno espresso in numero di osservazioni.

Al tempo di ritorno di 20 anni corrisponde quindi la probabilit di non superamento P=11 = 0,995. 200

Poich la probabilit di non superamento P legata alla portata Q dalla relazione P(Q) = exp{-exp[-(Q - u)]}, la portata Q fornita in funzione della probabilit di non superamento P dalla relazione inversa Q= u - 1 ln(-ln P) = u + 5,2958 . Si ottiene cos per la portata con tempo di ritorno di 200 anni il valore (arrotondato al metro cubo al secondo) di 1527 m3s-1. La scala delle portate fornita da due diverse espressioni, a seconda che l'altezza idrometrica sia inferiore o superiore a 0,83 m. Trattandosi di piene, assumiamo inizialmente che l'altezza idrometrica corrispondente alla portata calcolata di 1527 m3s -1 sia superiore a 0,83 m, e utilizziamo l'espressione valida in quel campo di altezze idrometriche. (Se l'altezza idrometrica trovata dovesse poi risultare inferiore a 0,83 m, occorrerebbe ripetere il calcolo, utilizzando l'altra espressione.) Dalla formula Q = 168,66(h - 0,1)1,634314 si ricava h = 0,1 + Q 1,634314. 168,66 Utilizzando l'espressione di h in funzione di Q si ottiene quindi h = 0,1 + 1527 1,634314 = 3,95 m. 168,66 Il valore di h ottenuto superiore a 0,83 m, conformemente all'ipotesi, e quindi si accetta. La quota z del pelo libero si calcola sommando all'altezza idrometrica la quota dello zero idrometrico. Si ottiene z = 3,95 + 198,02 = 201,97 m s.l.m.
1 1

La quota della sommit dell'argine za si calcola infine sommando alla quota del pelo libero con tempo di ritorno di 200 anni il franco assegnato (1 m). Si ottiene za = 201,97 + 1 = 202,97 m s.l.m.

'ADDA A FUENTES' 'PORTATE AL COLMO MASSIME ANNUALI' 'PERIODO 1927-1950' '***' 1 '1927' 1160 '1228' 860 '1929' 502 '1930' 517 '1931' 517 '1932' 581 '1933' 688 '1934' 429 '1935' 1000 '1936' 525 '1937' 930 '1938' 418 '1939' 759 '1940' 502 '1941' 443 '1942' 863 '1943' 329 '1944' 510 '1945' 541 '1946' 682 '1947' 457 '1948' 1060 '1949' 225 '1950' 334

*************************************************** ADDA A FUENTES PORTATE AL COLMO MASSIME ANNUALI PERIODO 1927-1950 OSSERVAZIONI NUMERO D'ORDINE, ETICHETTA, VALORE 1 1927 1160.00 2 1228 860.00 3 1929 502.00 4 1930 517.00 5 1931 517.00 6 1932 581.00 7 1933 688.00 8 1934 429.00 9 1935 1000.00 10 1936 525.00 11 1937 930.00 12 1938 418.00 13 1939 759.00 14 1940 502.00 15 1941 443.00 16 1942 863.00 17 1943 329.00 18 1944 510.00 19 1945 541.00 20 1946 682.00 21 1947 457.00 22 1948 1060.00 23 1949 225.00 24 1950 334.00 ___________________________________________________ PER L'ANALISI STATISTICA SONO STATE ADOPERATE TUTTE LE OSSERVAZIONI ___________________________________________________ OSSERVAZIONI IN ORDINE CRESCENTE NUMERO D'ORDINE, FREQUENZA, VALORE 1 F = .040 X = 225.00 2 F = .080 X = 329.00 3 F = .120 X = 334.00 4 F = .160 X = 418.00 5 F = .200 X = 429.00 6 F = .240 X = 443.00 7 F = .280 X = 457.00 8 F = .320 X = 502.00 9 F = .360 X = 502.00 10 F = .400 X = 510.00 11 F = .440 X = 517.00 12 F = .480 X = 517.00 13 F = .520 X = 525.00 14 F = .560 X = 541.00 15 F = .600 X = 581.00 16 F = .640 X = 682.00 17 F = .680 X = 688.00 18 F = .720 X = 759.00 19 F = .760 X = 860.00 20 F = .800 X = 863.00 21 F = .840 X = 930.00 22 F = .880 X = 1000.00 23 F = .920 X = 1060.00 24 F = .960 X = 1160.00 ___________________________________________________

PARAMETRI CALCOLATI DALLE OSSERVAZIONI UTILIZZATE MEDIA = 0.61800E+03 SQM = 0.24722E+03 *************************************************** DISTRIBUZIONE DI GUMBEL ALFA = 0.51898E-02 U = 0.50675E+03 TEST CHI QUADRO NUMERO CLASSI 4 X2 = 2.333 P1 = 0.506 P2 = 0.127 MASS. LIV. SIGN. = 0.316 ___________________________________________________ VALORI CORRISPONDENTI AI TEMPI DI RITORNO ASSEGNATI T = 200.0 X = 0.15272E+04 ___________________________________________________ VALORE, PROBABILITA' CALCOLATA X = 225.00 P = .013 X = 329.00 P = .081 X = 334.00 P = .086 X = 418.00 P = .205 X = 429.00 P = .224 X = 443.00 P = .249 X = 457.00 P = .274 X = 502.00 P = .359 X = 502.00 P = .359 X = 510.00 P = .374 X = 517.00 P = .387 X = 517.00 P = .387 X = 525.00 P = .403 X = 541.00 P = .433 X = 581.00 P = .507 X = 682.00 P = .668 X = 688.00 P = .677 X = 759.00 P = .763 X = 860.00 P = .852 X = 863.00 P = .854 X = 930.00 P = .895 X = 1000.00 P = .926 X = 1060.00 P = .945 X = 1160.00 P = .967 ___________________________________________________