Sei sulla pagina 1di 3

DIURETICI

OMNIA UNIVERSITATIS

FARMACOLOGIA

DIURETICI
ACQUA E DIURETICI OSMOTICI
Le sostanze dotate di effetto diuretico in base ad azione osmotica passano liberamente attraverso il filtro glomerulare, subiscono un limitato riassorbimento tubulare e sono farmacologicamente inerti. La somministrazione di acqua in eccesso rispetto ai fabbisogni organici determina un aumento della produzione di urine. Si tratta di un vero e proprio diuretico fisiologico. I diuretici osmotici sono in genere indicati nella profilassi dellinsufficienza renale acuta, nella regolazione della pressione del liquido cerebrospinale e dellumor acqueo, nel riassorbimento di edemi, nella promozione della poliuria per facilitare leliminazione di sostanze tossiche. I diuretici osmotici sono costituiti per lo pi da zuccheri da somministrarsi per via endovenosa in soluzioni acquose (in genere si utilizzano soluzioni al 5-10% che sono infuse al ritmo di 4 ml/min, ad una dose di 1-2 mg/Kg). Il mannitolo lo zucchero pi impiegato a scopo diuretico scarsamente riassorbito a livello tubulare non penetra nelle cellule e non metabolizzato. Altri zuccheri impiegati come diuretici osmotici sono: glucosio, saccarosio, sorbitolo, isosorbitolo. Di solito si utilizzano soluzioni ipertoniche. I tubuli renali non riescono a riassorbire tutto lo zucchero che eliminato e pertanto aumenta la quota di acqua eliminata che richiamata anche dai tessuti e dagli spazi interstiziali.

ELETTROLITI
Cloruro di sodio: (utile soprattutto nelle urolitiasi) aggiunto nella dieta ed accompagnato dalla disponibilit di acqua di bevanda assicura un aumento della diuresi. Bicarbonato di sodio: determina un effetto diuretico solo se somministrato a dosi elevate, ma comporta il rischio di provocare alcalosi. Solfato di sodio: se somministrato per via parenterale induce un aumento del volume urinario come conseguenza della limitata capacit di riassorbimento del sale da parte dei tubuli renali. La diuresi che ne deriva caratterizzata da marcato aumento delleliminazione di calcio ed altri cationi bivalenti. Sono ormai praticamente abbandonati. I sali acidificanti come il cloruro dammonio, il nitrato dammonio ed il cloruro di calcio provocano acidosi ed un effetto diuretico transitorio.

DIURETICI MERCURIALI
I diuretici mercuriali (calomelano, meralluride, mersalil) hanno ormai unimportanza esclusivamente storica. Il loro meccanismo dazione si basa sulla liberazione di piccole quantit di mercurio che si combina con i gruppi SH della cisteina. Il loro abuso pu provocare insufficienza renale acuta.

INIBITORI DELLANIDRASI CARBONICA


Lanidrasi carbonica un enzima presente in elevata concentrazione nelle cellule epiteliali di tubuli. In condizioni fisiologiche lenzima catalizza la conversione dellanidride carbonica e dellacqua in acido carbonico con conseguente disponibilit di ioni idrogeno che si possono cos scambiare con il sodio ed il potassio presenti nella preurina. I farmaci che inibiscono lanidrasi carbonica impediscono il meccanismo di scambio ionico (sodio-idrogeno) e determinano eliminazione di sodio. A scopo compensativo si verifica uno scambio tra ioni potassio e ioni sodio che sono parzialmente riassorbiti dalla preurina. Lincremento delleliminazione dellacqua e, di conseguenza, un effetto diuretico. Tale effetto si protrae per qualche giorno (fino a quando si ricostituito un adeguato patrimonio di ioni idrogeno). In medicina veterinaria sono utilizzati soprattutto nel trattamento delledema mammario e del glaucoma cronico. Tra questi farmaci vanno ricordati lacetazolamide, la Diclorfenamide e la Metazolamide, impiegati a dosi giornaliere di 1-4 mg/Kg per via orale od intramuscolare. Tutti sono caratterizzati da rapido assorbimento e rapida 1 eliminazione per via renale.

DIURETICI

OMNIA UNIVERSITATIS

FARMACOLOGIA

DIURETICI TIAZIDICI
La maggior parte di questi farmaci deriva dalla Clorotiazide o dalla Idroclorotiazide. Tutti questi farmaci, che si differenziano tra loro per potenza e durata dazione, operano primariamente sul tubulo contorto prossimale prevenendo il riassorbimento del sodio. Alcuni tiazidici sembrano interferire anche sullazione dellanidrasi carbonica. Sono impiegati nel trattamento delle epatopatie e nefropatie croniche e degli edemi da insufficienza congestizia cronica. Nome principio att. Clorotiazide Idroclorotiazide Flumetiazide Idroflumetiazide Bendroflumetiazide Benzotiazide Triclorometiazide Metilclotiazide Politiazide Ciclotiazide Nome comm. Diuril Hydrodiuril, exidrix, Oretic Ademol Saluron Naturetin Aquatay, Edemex Naqua Enduron Renese Anhydron, Fluidil Dose (mg/Kg) Via di somm. Tempo (h) 12-15 Os 12 1 Os, ev 12 12-15 Os 12 1 Os 12 O,15 Os 12 0,10-0,15 Os 12 0,10-0,15 Os 12 0,10-0,15 Os 12 0,10-0,15 Os 12 0,10-0,15 Os 12

XANTINE
Lattivit diuretica delle Xantine (tra cui: Teofillina, Teobromina e Caffeina) conosciuta da tempo. Le Xantine stimolano lattivit cardiaca e sembra che, in parte, lazione diuretica sia dovuta ad aumento del flusso renale e del filtrato glomerulare. Poco usati perch meno efficaci dei moderni farmaci diuretici.

ANTAGONISTI DELLALDOSTERONE
Tra gli antagonisti dellAldosterone lunico composto che possiede un reale significato pratico lo Spironolattone. Lo Spironolattone somministrato per via orale, spesso in associazione con un diuretico Tiazidico: lassociazione potenzia gli effetti diuretici e riduce gli effetti collaterali negativi dei Tiazidici. Lo Spironolattone, vero antagonista competitivo dellaldosterone, potenzia direttamente il riassorbimento del sodio nelle zone prossimali del tubulo contorto distale. Il tempo di latenza lungo e leffetto farmacologico non dose dipendente (e perci non cresce al crescere delle dosi). La dose dimpiego (per via orale) di solito compresa tra 0,5 e 1,5 mg/Kg. Lo Spironolattone impedisce leliminazione del potassio e quindi non va somministrato contemporaneamente a terapie potassiche. Nel corso di terapia con Spironolattone laumento della kaliemia (ossia della ritenzione del potassio) stimola la liberazione dellaldosterone che, a sua volta, stimola lescrezione del potassio. Tale meccanismo sembra essere alla base della mancanza di fenomeni di iperkaliemia durante trattamenti protratti con Spironolattone.

DIURETICI ANTI-KALIURETICI
Il Triamterene lunico Antikaliuretico di rilievo clinico. Si suppone che agisca direttamente sul trasporto tubulare del sodio. Si impiega per via orale alla dose di 0,5-3 mg/Kg, con un tempo di latenza di 2-3 h ed una durata dazione di 6-8 h.

DIURETICI DANSA
Prendono il nome di diuretici dansa tre composti che agiscono primariamente alterando il riassorbimento del sodio nel ramo ascendente dellansa di Henle. I diuretici dansa agiscono anche a livello dei tubuli prossimali e distali. Fanno parte di questo gruppo la Furosemide, lacido etacrinico e la Bumetanide. Sono gli unici diuretici in grado di esercitare un effetto su soggetti con funzione renale compromessa.
2

DIURETICI

OMNIA UNIVERSITATIS

FARMACOLOGIA

Questi farmaci sono rapidamente assorbiti a livello gastroenterico, si accumulano solo in sede epatica e sono eliminati in massima parte per via biliare. Dopo somministrazione endovenosa la loro eliminazione avviene per circa il 60% con le urine e per la restante quota con la bile. Abusi dimpiego possono provocare alcalosi metabolica, per lescrezione di cloro, potassio e di idrogeno. Tutti i farmaci di questo gruppo sono potenti diuretici-saluterici che possono provocare disidratazione e squilibri elettrolitici. Indicazioni terapeutiche di questi farmaci sono: edemi, congestioni polmonari, asciti, idrotorace e in generale, tutte le condizioni cliniche caratterizzate da accumulo di essudati. La Furosemide senza dubbio il diuretico dansa pi utilizzato ed uno dei diuretici pi diffusi in medicina veterinaria. Presenta un gruppo carbossilico che la differenzia dai diuretici Tiazidici: si ritiene che la sua attivit sul trasporto del sodio sia legata alle propriet acide del composto. Posologia: 5-10 mg/Kg per via orale nel cane e nel gatto. Tempo di latenza: 30 minuti. Somministrazione: ogni 8 h. 1,5 mg/Kg per os nel cavallo. La somministrazione parenterale causa un intenso ed immediato effetto diuretico. Lacido Etacrinico presenta un meccanismo dazione del tutto identico a quello della furosemide. Fondamentalmente tale meccanismo dazione si basa sullinibizione della sintesi aerobica di ATP e dellattivit di ATP e dellattivit dellATPasi Na+-K+ dipendente. Il suo abuso pu provocare ipokalemia. Edisponibile in preparazioni farmaceutiche orali e parenterali. Posologia: 5 mg/Kg nel cane e nel gatto. La Bumetanide un diuretico dansa ancora poco usato in medicina veterinaria. Si ritiene che la sua potenza dazione circa 40 volte superiore a quello della furosemide.