Sei sulla pagina 1di 3

CHEMIOTERAPIA

OMNIA UNIVERSITATIS

FARMACOLOGIA

INTRODUZIONE ALLA CHEMIOTERAPIA


MICRORGANISMO: essere vivente di dimensioni estremamente piccole, non visibile ad occhio nudo, distinguibile in: - Eucariota con diametro 5-10 nm; - Procariota con diametro 0,5-1 nm.

CELLULA EUCARIOTA
- Maggiori dimensioni rispetto alla procariota; - Presenza del nucleo (materiale genetico); - Presenza del reticolo endoplasmatico (ribosomi); - Presenza di mitocondri (funzioni respiratorie); - Presenza dei lisosomi (funzioni litiche). FUNGHI: parete cellulare spessa: - Muffe: colonie filamentose; - Lieviti: cellule singole ovali-tonde. PROTOZOI CELLULE OSPITI (MAMMIFERI).

CELLULA PROCARIOTA
- Materiale genetico non raccolto nel nucleo; - Citoplasma immobile non ci sono ribosomi dispersi; - Solitamente circondata da una struttura parietale (cell-wall) rigida o semirigida. BATTERI: variamente classificabili (ciano-batteri, mixobatteri, eubatteri) colorazione di gram: - Positivi: viola scuro; - Negativi: rosa. PARASSITA: microrganismi vegetali od animali e macrorganismi animali (metazoi = platelminti, nematelminti; artropodi) che si associano ad individui di specie diversa traendo tutti i profitti ed i vantaggi dalla associazione a spese dellospite. La struttura microbica costituita da: - Una membrana citoplasmatica; - Una parete batterica, pi consistente nei gram + (> 60% di mucopeptidi contro il 10% circa presente nei gram -); - Una componente della parete costituita da uno strato lipopolisaccaridico, presente solo nei gram -; - Uno strato mucillaginoso esterno (capsula). Ne consegue che lazione antimicrobica delle penicilline sulle cellule gram possibile in presenza di caratteristiche di liposolubilit degli antibiotici che consentono il superamento della barriera lipopolisaccaridica della parete. Ma anche il passaggio attraverso la membrana esterna.

MICRORGANISMI PARASSITI
COMMENSALI: costituiscono la normale flora (cutanea, enterica, ecc) di un individuo. Possono divenire patogeni opportunisti ossia portatori di malattia. PATOGENI: generatori e trasmettitori di malattia. Devono possedere i seguenti requisiti: - Trasmissibilit: capacit di passaggio da un individuo ad un altro; - Infettivit: capacit di prevaricare le difese naturali dellospite; - Virulenza: capacit di provocare la malattia (tale caratteristica dovuta a volte alla produzione di esotossine (gram + o -) o di endotossine (solo gram -) costituite dai lipopolisaccaridi.

CHEMIOTERAPIA

OMNIA UNIVERSITATIS

FARMACOLOGIA

PRINCIPALI MICRORGANISMI PATOGENI


GRAM + COCCHI GRAM Staphylococcus aureus Streptococcus Neisseria gonorrhoeae Neisseria meningitidis Bacillus anthracis Bacillus cereus Clostridium Corinebacterium diphteriae Lysteria monocytogenes Mycobacterium Acinetobacter Bacteroides Bordetella bronchiseptica Brucella Eschericchia coli Haemophilus influenzae Klebsiella pneumonie Legionella pneumophila Pasteurella multocida Proteus Providencia Pseudomonas aeruginosa Pseudomonas mallei Salmonella Serratia Shigella Vibrio cholerae Yersinia pestis Mycoplasma Borrelia Leptospira Treponema hyodysenteriae Actynomices israelii Nocardia asteroides Candida albicans Cryptococcus neoformans Aspergillus fumigatus Aspergillus niger Cephalosporium Epidermophyton Madurella Microsporium Penicillium Sporotrichum Trichophyton

GRAM +

BATTERI BACILLI

GRAM -

MICOPLASMI SPIROCHETE ACTINOMICETI LIEVITI

FUNGHI MUFFE (E DERMATOFITI)

CHEMIOTERAPIA

OMNIA UNIVERSITATIS

FARMACOLOGIA

ANTIPARASSITARIO
E un farmaco a struttura chimica ben definita: - Parassiticidi: agiscono provocando la morte del parassita (battericida, coccicida, fungicida, ecc); - Parassitostatici: agiscono impedendo la moltiplicazione del parassita (batteriostatico, coccidiostatico, fungistatico). Importante il fenomeno della resistenza per: A) Utilizzo di dosi non idonee; B) Terapia protratta per tempi troppo brevi; C) Vie di somministrazione non adatte; D) Errato impiego. Attivo: - come tale in vitro; - dopo trasformazione (profarmaco). Pu essere: - strettamente specifico (isoniazide = M. tuberculosis); - specifico (attivit su parassiti similari); - aspecifico (disinfettanti). Lazione pu essere: - generale: assorbito e distribuito nellorganismo. Pu essere anche locale; - locale: agisce solo nel punto di applicazione; - ambientale: agisce sui parassiti che si trovano nellambiente. Un antiparassitario si comporta in vitro da parassitostatico o da parassiticida in funzione della sua concentrazione nel mezzo. Un antiparassitario non pu comportarsi nello stesso modo in vivo. Infatti un parassiticida pu indurre parassitostasi a ridotte dosi terapeutiche, mentre non pu avvenire il contrario per i possibili gravi danni che ne possono derivare allospite.