Sei sulla pagina 1di 23

1

PREMESSA ALLA COMPILAZIONE DEL POS


Procedura
1 firmare il contratto di appalto 2 (se il Piano di Sicurezza e Coordinamento non allegato al contratto) chiedere la Committente il nome ed il telefono del Coordinatore per la Sicurezza 3 chiamare il Coordinatore e chiedere (possibilmente per e-mail) copia del PSC 4 redigere il POS 5 consegnare il POS (possibilmente per e-mail) al Coordinatore chiedendo la autorizzazione allingresso in cantiere 6 attendere le controdeduzioni del Coordinatore al POS ovvero la autorizzazione 7 in caso di richiesta di documenti o integrazione del POS da parte del Coordinatore, integrare quanto richiesto 8 ricevuto la autorizzazione allingresso in cantiere da parte del Coordinatore, iniziare i lavori alla data di inizio dei lavori opportuno un incontro con il Coordinatore per una valutazione in cantiere dei rischi effettivi e delle modalit per ovviare

cosa un POS
D.Lgs 81/2008:art. 89 :OMISSIS.documento che il datore di lavoro dell'impresa esecutrice redige, in riferimento al singolo cantiere interessato, ai sensi dell'articolo 17 comma 1, lettera a), i cui contenuti sono riportati nell'allegato XV; ..OMISSI.

Contenuti minimi del piano operativo di sicurezza


Allegato XV Capitolo 3 del TU 81/2008 1. Il POS redatto a cura di ciascun datore di lavoro delle imprese esecutrici, ai sensi dellarticolo 17 del presente decreto e successive modificazioni, in riferimento al singolo cantiere interessato; esso contiene almeno i seguenti elementi: a) i dati identificativi dellimpresa esecutrice, che comprendono: il nominativo del datore di lavoro, gli indirizzi ed i riferimenti telefonici della sede legale e degli uffici di cantiere; la specifica attivit e le singole lavorazioni svolte in cantiere dallimpresa esecutrice e dai lavoratori autonomi subaffidatari; i nominativi degli addetti al pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori e, comunque, alla gestione delle emergenze in cantiere, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, aziendale o territoriale, ove eletto o designato; il nominativo del medico competente ove previsto; il nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione; i nominativi del direttore tecnico di cantiere e del capocantiere; il numero e le relative qualifiche dei lavoratori dipendenti dellimpresa esecutrice e dei lavoratori autonomi operanti in cantiere per conto della stessa impresa; b) le specifiche mansioni, inerenti la sicurezza, svolte in cantiere da ogni figura nominata allo scopo dallimpresa esecutrice; c) la descrizione dellattivit di cantiere, delle modalit organizzative e dei turni di lavoro; d) lelenco dei ponteggi, dei ponti su ruote a torre e di altre opere provvisionali di notevole importanza, delle macchine e degli impianti utilizzati nel cantiere; e) lelenco delle sostanze e preparati pericolosi utilizzati nel cantiere con le relative schede di sicurezza; f) lesito del rapporto di valutazione del rumore; g) lindividuazione delle misure preventive e protettive, integrative rispetto a quelle contenute nel PSC quando previsto, adottate in relazione ai rischi connessi alle proprie lavorazioni in cantiere; h) le procedure complementari e di dettaglio, richieste dal PSC quando previsto; i) lelenco dei dispositivi di protezione individuale forniti ai lavoratori occupati in cantiere; j) la documentazione in merito allinformazione ed alla formazione fornite ai lavoratori occupati in cantiere.

CHECK LIST SCHEDA DI CONTROLLO DEL VOSTRO POS


NR Contenuto minimo del POS come previsto dall allegato XV Capitolo 3 del Dlgs. 106/2009 nel vostro POS sono presenti i seguenti le seguenti informazioni? Nominativo del datore di lavoro Indirizzi e riferimenti telefonici della sede legale Indirizzi e riferimenti telefonici del cantiere Descrizione della specifica attivit e le singole lavorazioni svolte in cantiere da lavoratori autonomi subaffidatari 5 Descrizione della specifica attivit e le singole lavorazioni volte in cantiere dallimpresa esecutrice 6 nominativi degli addetti al pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori e, comunque, alla gestione delle emergenze in cantiere 7 nominativo del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, aziendale o territoriale, ove eletto o designato 8 nominativo del medico competente ove previsto 9 nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione 10 nominativi del direttore tecnico di cantiere e del capocantiere 11 numero e le relative qualifiche dei lavoratori dipendenti dellimpresa esecutrice operanti in cantiere per conto della stessa impresa 12 numero e le relative qualifiche dei lavoratori autonomi operanti in cantiere per conto della stessa impresa 13 specifiche mansioni, inerenti la sicurezza, svolte in cantiere da ogni figura nominata allo scopo dallimpresa esecutrice 14 descrizione dellattivit di cantiere 15 descrizione delle modalit organizzative 16 descrizione dei turni di lavoro 17 elenco dei ponteggi, dei ponti su ruote a torre e di altre opere provvisionali di notevole importanza, delle macchine e degli impianti utilizzati nel cantiere 18 elenco delle sostanze e preparati pericolosi utilizzati nel cantiere con le relative schede di sicurezza SPE esito del rapporto di valutazione del rumore 20 individuazione delle misure preventive e protettive, integrative rispetto a quelle contenute nel PSC quando previsto, adottate in relazione ai rischi connessi alle proprie lavorazioni in cantiere 21 procedure complementari e di dettaglio, richieste dal PSC quando previsto 22 elenco dei dispositivi di protezione individuale forniti ai lavoratori occupati in cantiere 23 documentazione in merito allinformazione ed alla formazione fornite ai lavoratori occupati in cantiere 1 2 3 4 specifica presente SI NO

ESEMPIO DI POS di colore rosso sono evidenziate le parti variabili del POS ---------------------------------------------------------PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA
REDATTO AI SENSI DEL DLGS 106/09

Ns. rif. Pratica nr. 1022 Oggetto: manutenzione straordinaria di tetto Indirizzo: Via Pesciatina, 132 - Capannori Committente: Giusti Francesca Appaltatore: La Perfetta srl

Firma del Datore di Lavoro

-------------------------------------------REDATTO IL 15/03/2011 AGGIORNATO IL AGGIORNATO IL AGGIORNATO IL AGGIORNATO IL

LA PERFETTA srl Viale Europa, 8/a Capannori 08218930468 Tel. 0583 444737 cell 328 9440696

050.00 SCHEDA DATI CONOSCITIVI (individuazione dei soggetti con compiti di sicurezza) NR. PRATICA

1022
Ns. rif. Pratica nr. 1022 Oggetto: manutenzione straordinaria di tetto Indirizzo: Via Pesciatina, 132 - Capannori Committente: Giusti Francesca Appaltatore: La Perfetta srl

DATI IDENTIFICATIVI

Giusti Francesca Via Pesciatina Romana, 132 - Capannori C.F. GST FNC 74S50 E715S RECAPITI TELEFONICI/@ COMMITTENTE INDIRIZZO IMPORTO BASE ASTA 12.000,00 oltre ad 1.000,00 per costi per la sicurezza

Geom. Giuseppe Bonini PROGETTISTA/DL Via Pesciatina, 127 - Capannori INDIRIZZO RECAPITI TELEFONICI/@ tel. 0583 944597 fax 0583 944435 Arch. Norberto Catelani Viale Europa, 155 55013 LAMMARI - CAPANNORI C.F. CTL NBR 52A13 E715N RECAPITI TELEFONICI/@ Tel. 0583 436236 fax 0583 1900127 cell 348 6032727 norbertocatelani@alice.it CSP/CSE INDIRIZZO LA PERFETTA srl Viale Europa, 8/a Capannori P.I. 08218930468 RECAPITI TELEFONICI/@ Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 APPALTATORE INDIRIZZO

100.00 DESCRIZIONE DEL CANTIERE E DELLE LAVORAZIONI


Il cantiere sorger allinterno di un fabbricato di non recente costruzione.. Il fabbricato ha una altezza da terra di 6 mt. e fa parte di una pi lunga schiera di fabbricati. Il tetto in parte a capanna a due falde ed in parte a capanna ad una falda, ha una inclinazione del 30% circa. Il tetto in parte di tipo a struttura portante in legno ed in parte in struttura portante in laterizio ed ha manto di copertura realizzato con tegole in laterizio. Il fabbricato confina a nord con Via pubblica, a sud con corte comune e ad est ed ovest con fabbricati di altra propriet. Lungo i lati sud e nord dovr essere installato un ponteggio, mentre lungo i lati sud e nord dovranno essere installati parapetti. Le strutture verticali portanti del fabbricato sono in muratura ordinaria. Il fabbricato rimane abitato durante i lavori come pure lo saranno quelli contigui. Il fabbricato ha a piano terra un passaggio a tunnel che consente di accedere dalla corte comune alla via pubblica. Il fabbricato nel suo complesso in buono stato di manutenzione, mentre sono in mediocre stato di manutenzione il manto oltre alle gronde. Il tetto necessit di riparazioni in quanto nei sottostanti locali vi infiltrazione di acqua.. Le opere e lavorazioni da eseguire si possono cos sinteticamente descrivere: 1 formazione del cantiere ed installazione delle opere provvisionali 2 installazione del ponteggio 3 rimozione e messa a terra del manto di copertura, e della coibentazione. 6 riparazione e rifacimento di comignoli e opere murarie varie 7 messa in opera del nuovo manto di copertura 8 opere di lattoneria in rame 8 riparazione delle gronde 9 tinteggiature esterne 10 smontaggio del ponteggio 11 rimozione delle strutture provvisionali di cantiere

200.00 - ANAGRAFICA DELLIMPRESA AFFIDATARIA Denominazione Impresa LA PERFETTA srl Con sede in Viale Europa, 8/a Capannori Partita IVA 08218930468 Recapiti telefonici/e-mail Tel. 0583 444737 cell 328 9440696

310.00 320.00 330.00 340.00 350.00

Posizione C.C.I.A.A. Posizione INAIL nr. Posizione INPS nr Posizione CASSA EDILE nr Legale rappresentante Indirizzo Recapiti telefonici/e-mail

LU 118391 22512387 3304476741/00 3223/15 Verdi Giovanni Viale Europa, 8/a Capannori Tel. 0583 444737 cell 328 9440696

360.00

ELENCO LAVORATORI PRESENTI IN CANTIERE Nominativo lavoratore Qualifica 1 Verdi Giovanni datore di lavoro 2 Gialli Fabrizio Operaio qualificato 3 Rosa Ermanno Operaio manovale 4 Bruni Federico Operaio qualificato 2 livello Gli ulteriori dati personali e la data di assunzione sono rilevabili dal Libro Matricola. ELENCO DELLE IMPRESE SUBAFFIDATARIE I dati relativi alle Imprese saranno di seguito inseriti non appena selezionate Denominazione Con sede in LA TERMOIDRAULICA srl Via dei Bocchi, 31 - Capannori PI 00994950368 Recapiti telefonici/e-mail 339 6321332 Incaricata di eseguire queste opere lattoneria (canale e discendenti pluviali) Denominazione Con sede in PI Recapiti telefonici/e-mail Incaricata di eseguire queste opere MONTATORI srl Via delle Ville, 33 - Capannori 00884950368 339 4421332 installazione di ponteggio

370.00

380.00

ELENCO DEI LAVORATORI AUTONOMI PRESENTI IN CANTIERE I dati relativi ai Lavoratori Autonomi saranno di seguito inseriti non appena selezionati Denominazione Con sede in PITTORI FULVIO Via Cesare Battisti, 1 Capannori PI 00994859667 Recapiti telefonici/e-mail 339 3599928 Incaricata di eseguire queste opere imbiancatura facciate

400.00 RISPONDENZA DEL PRESENTE POS AI CONTENUTI MINIMI DEL DLGS 106/09 NR Contenuto minimo del POS come previsto descrizioni dall allegato XV Capitolo 3 del Dlgs. 106/2009 1 Nominativo del datore di lavoro Verdi Giovanni Viale Europa, 8/a Capannori Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 2 Indirizzi e riferimenti telefonici della sede Vedi Capitolo 050,00 DATI CONOSCITIVI legale 3 Indirizzi e riferimenti telefonici del cantiere Vedi Capitolo 050,00 DATI CONOSCITIVI 4 Descrizione della specifica attivit e le Le lavorazioni che i lavoratori autonomi devono eseguire sono le singole lavorazioni svolte in cantiere da seguenti: lavoratori autonomi subaffidatari imbiancatura esterna 5 Descrizione della specifica attivit e le Le lavorazioni che lImpresa deve eseguire la seguente: 1 formazione del cantiere ed installazione delle opere provvisionali singole lavorazioni volte in cantiere 2 rimozione e messa a terra del manto di copertura, e della dallimpresa esecutrice
coibentazione. 3 riparazione e rifacimento di comignoli e opere murarie varie 4 messa in opera del nuovo manto di copertura 5 riparazione delle gronde 6 rimozione delle strutture provvisionali di cantiere

10

11

12

13

nominativo del rappresentante dei lavoratori ADDETTO ANTINCENDIO per la sicurezza, aziendale o territoriale, ove Verdi Giovanni eletto o designato Viale Europa, 8/a Capannori Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 ADDETTO PRONTO SOCCORSO Verdi Giovanni Viale Europa, 8/a Capannori Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 nominativo del rappresentante dei lavoratori Gialli Fabrizio per la sicurezza, aziendale o territoriale, ove Via della Valli, 21 S.Colombano - Capannori eletto o designato 348 6226122 nominativo del medico competente ove Dr. Giovanni Medici previsto Via Fillungo, 21 55100 LUCCA tel 0583 32566/439277 nominativo del responsabile del servizio di Verdi Giovanni prevenzione e protezione Viale Europa, 8/a Capannori Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 nominativo del direttore tecnico Verdi Giovanni Viale Europa, 8/a Capannori Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 nominativi del capocantiere Verdi Giovanni Viale Europa, 8/a Capannori Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 numero e le relative qualifiche dei lavoratori I lavoratori dipendenti dellImpresa sono nr. ___4__di cui: dipendenti dellimpresa esecutrice operanti in nr. _1__con qualifica di datore di lavoro cantiere per conto della stessa impresa nr. _1___con qualifica di operaio qualificato nr. _1___con qualifica di operaio specializzato 2 livello nr. _1___con qualifica di operaio manovale numero e le relative qualifiche dei lavoratori I lavoratori autonomi operanti in cantiere nr. ______di cui: autonomi operanti in cantiere per conto della nr. __1__con qualifica di imbianchino stessa impresa nr. ____con qualifica di _________________________________ nr. ____con qualifica di _________________________________ nr. ____con qualifica di _________________________________

14

specifiche mansioni, inerenti la sicurezza, svolte in cantiere da ogni figura nominata allo scopo dallimpresa esecutrice

15

16

17

18

Il Direttore Tecnico di Cantiere ha la responsabilit della gestione tecnico-esecutiva dei lavori, cos come risultano nel Programma di esecuzione dei lavori e negli allegati ad ogni Fase lavorativa del presente Piano. Egli illustrer a tutto il personale il Piano e verificher che venga attuato quanto in esso contenuto o regolato dalle leggi vigenti e dalle norme della buona tecnica. Il Direttore Tecnico di Cantiere presieder normalmente allesecuzione delle Fasi lavorative ma, in sua assenza, fornir ai preposti tutte quante le istruzioni necessarie alla prosecuzione dei lavori in sicurezza; disporr per che non vengano comunque eseguiti lavori con rischi particolari o non sufficientemente programmati. Provveder affinch tutte le macchine e le attrezzature siano mantenute in efficienza ed utilizzate in modo corretto e curer laffissione della segnaletica di sicurezza, di volta in volta, secondo le esigenze Le Imprese subappaltatrici ed i lavoratori autonomi - per non creare interferenze pericolose - dovranno conoscere ed agire nel rispetto del presente Piano, che sottoscriveranno prima dellinizio dei lavori. descrizione dellattivit di cantiere Lattivit di cantiere consiste essenzialmente nelle opere di demolizione del manto di copertura e nella sua nuova messa in opera. Sar inoltre demolita la coibentazione esistente e sar messa in opera nuova coibentazione. Le gronde in laterizio con rifinitura di intonaco verranno riparate secondo necessit. descrizione delle modalit organizzative Terminata la installazione del pontegigo a cura di Impresa incaricata dal Committente, si provveder alla installazione del cantiere in unarea posta a sud del fabbricato in contiguit del cantiere. Larea ad oggi gi recintata e necessita solo della installazione di cancello provvisionale. Al tetto si accede attraverso il ponteggio. I materiali demoliti verranno posti a terra in parte in cassoni (per la porzione da smaltire) ed in parte su pancali per la porzione da recuperare. descrizione dei turni di lavoro Lorario di lavoro andr dalle ore 8 alle 12 e dalle ore 13 alle ore 17, nei giorni feriali compreso il sabato. Il turno di lavoro unico con una sola squadra durante lorario. elenco dei ponteggi, dei ponti su ruote a torre SI attrezzi manuali e di altre opere provvisionali di notevole SI trapano elettrico e avvitatore importanza, delle macchine e degli impianti SI Passatoie ed andatoie utilizzati nel cantiere SI Ponteggio per facciata. SI Scale e mano SI Martello demolitore elettrico SI Cannello del gas SI Flessibile SI Betoniera elettrica SI Carriola/montacarichi SI Autocarro

19

elenco delle sostanze e preparati pericolosi Non sono utilizzate sostanze e materiali pericolosi utilizzati nel cantiere con le relative schede di 1 sicurezza 2 3 4 5 6

20

esito del rapporto di valutazione del rumore

21

22 23

individuazione delle misure preventive e protettive, integrative rispetto a quelle contenute nel PSC quando previsto, adottate in relazione ai rischi connessi alle proprie lavorazioni in cantiere procedure complementari e di dettaglio, richieste dal PSC quando previsto elenco dei dispositivi di protezione individuale forniti ai lavoratori occupati in cantiere

Per la messa in opera di ogni materiale per il quale vi sia rischio sanitario, ci si dovr attenere alle prescrizioni sanitarie indicate nella scheda fornita del produttore del materiale. Ai sensi Dlgs. 106/09 si proceduto alla determinazione della esposizione quotidiana personale dei lavoratori al rumore , facendo riferimento ai tempi di esposizione e ai livelli di rumore standard individuati da studi e misurazione la cui validit riconosciuta dalla commissione prevenzione infortuni. A tal fine si preso a riferimento lo studio effettuato da: CPT di Torino e Provincia - ristrutturazioni - muratore polivalente 80 < lep,d <85 dB (a) Si precisa che il livello di rumore di ogni attrezzatura e per ogni condizione di esercizio rimane sempre inferiore a 140 db (a) . Si precisa che il livello di rumore di ogni attrezzatura e per ogni condizione di esercizio rimane sempre inferiore a 140 db (a) . Non previste

Non previste Tutti i lavoratori dovranno avranno a disposizione e dovranno utilizzare secondo necessit: SI Scarpe antinfortunistica SI Elmetti SI Cuffie auricolari SI Mascherine respiratori SI Guanti SI Cinture di sicurezza

I DPI vengono forniti periodicamente e all'inizio del cantiere vengono integrati secondo necessit. 24 documentazione in merito allinformazione ed alla formazione fornite ai lavoratori occupati in cantiere 1 In allegato al presente POS vi il Verbale di Formazione ed Informazione periodica dei lavoratori impiegati nellImpresa In allegato al presente POS vi il Verbale di Formazione ed Informazione dei lavoratori impiegati nel cantiere, inerente agli specifici rischi dello stesso

I lavoratori sono soggetti a periodica Formazione ed Informazione secondo necessit e in ottemperanza dal D.lgs. 106/09. 450.00 VALUTAZIONE RISCHIO CHIMICO Non previsto lutilizzo di sostanze e preparati pericolosi. Per la loro messa in opera di ogni materiale per il quale vi sia rischio sanitario, ci si dovr attenere alle prescrizioni sanitarie indicate nella scheda fornita del produttore del materiale. Durante le demolizioni in cui vi sia polvere i lavoratori dovranno utilizzare mascherine respiratorie. Livelli di azione giornaliera a valori limite per lesposizione a vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio e al corpo intero Vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio (HAV) Livello dazione giornaliero di esposizione A(8) = 2,5 m/s Valore limite giornaliero di esposizione A(8) = 5 m/s

500.00

VALUTAZIONE RISCHIO DA VIBRAZIONE

Vibrazioni trasmesse al corpo intero (WBV ) Livello dazione giornaliero di esposizione A(8) = 0,5 m/s Valore limite giornaliero di esposizione A(8) = 1,15 m/s

Attivita di Cantiere Esposizione a Vibrazioni Il Dlgs. 106/09 sulle prescrizioni minime di sicurezza e salute relative allesposizione dei lavoratori ai rischi derivanti da vibrazioni meccaniche prescrive specifiche metodiche di

10

individuazione e valutazione dei rischi associati allesposizione a vibrazioni del sistema mano-braccio (HAV) e del corpo intero (WBV ) e specifiche misure di tutela. E previsto che la valutazione dei rischi possa essere effettuata sia con misurazioni conformi agli standard ISO-EN, sia consultando appropriate informazioni reperibili dal costruttore e/o banche dati accreditate (BDV, ISPESL, CNR, Regione). PER GLI ADDETTI ALLE ATTREZZATURE In previsione di un imminente approfondimento tecnico, la consultazione preliminare della banca dati ISPESL produce i seguenti valori di esposizione in tema di: HAV (Mano-Braccio) uso delle macchine (Trapano Avvitatore Mola - ecc) 1) Trapano: a(w)sum = 2,5 con A(8)<2,5 m/s per le prime 7 ore e A(8)>2,5 m/s e <5 m/s per lultima ora 2) Avvitatori: a(w)sum = 1 con A(8)<2,5 m/s per tutte le 8 ore 3) Mola: a(w)sum = 3,5 con A(8)<2,5 m/s per le prime 4 ore e A(8)>2,5 m/s e <5 m/s per le restanti 4 ore - Nelle ore lavorative, previsto un uso alternato tra il personale dellattrezzatura - Utilizzo durante le lavorazioni di opportuni guanti per le vibrazioni Ai sensi Dlgs. 106/09 si proceduto alla determinazione della esposizione quotidiana personale dei lavoratori al rumore , facendo riferimento ai tempi di esposizione e ai livelli di rumore standard individuati da studi e misurazione la cui validit riconosciuta dalla commissione prevenzione infortuni. A tal fine si preso a riferimento lo studio effettuato da: CPT di Torino e Provincia SCHEDA 79 - ristrutturazioni - muratore polivalente 80 < lep,d <85 dB (a) Si precisa che il livello di rumore di ogni attrezzatura e per ogni condizione di esercizio rimane sempre inferiore a 140 db (a) . Si precisa che il livello di rumore di ogni attrezzatura e per ogni condizione di esercizio rimane sempre inferiore a 140 db (a) .

550.00

VALUTAZIONE DEL RUMORE

. 700.00 MANTENIMENTO DELLE CONDIZIONI ORDINATE E SALUBRI Le aree funzionali del cantiere qui elencate devono essere ben individuate, devono stare separate ed ordinate: area per magazzino area per la preparazione delle malte viabilit, area di sosta e manovra di automezzi area per le lavorazioni CONDIZIONE DI MOVIMENTAZIONE DEI VARI MATERIALI I materiali posti su pianali verranno scaricati con mezzi dotati gru . La movimentazione allinterno del cantiere avverr avvalendosi di carriole e il sollevamento avverr con montacarichi. Il carico massimo che ogni lavoratore potr sopportare per movimentazioni a mano dei materiali di kg. 25 per i lavoratori uomini e 15-20 per i lavoratori donne.

710.00

11

720.00

PROGRAMMI DI MANUTENZIONE E DI CONTROLLO DEI VARI DISPOSITIVI Prima dellinizio dei lavori dovr essere controllata la perfetta efficienza delle attrezzature. In particolare dovranno essere controllate : - le parti elettriche delle macchine - il buon funzionamento degli interruttori differenziali magnetotermici dei quadri elettrici PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRA LAVORATORI AUTONOMI E LE VARIE IMPRESE Saranno promossi incontri , in accordo con il Direttore dei Lavori per informare Imprese e lavoratori autonomi eventualmente incaricati di opere in subappalto sui rischi del cantiere INTERAZIONI CON LE ATTIVITA CHE AVVENGONO SUL LUOGO, ALLINTERNO O IN PROSSIMITA DEL CANTIERE Non vi il rischio conseguente ad interazioni con le attivit che avvengono sul luogo, allinterno o in prossimit del cantiere ORDINE NELLA TENUTA DEL CANTIERE - Gli accumuli di sporcizia e di macerie dovranno essere allontanati immediatamente dal cantiere - Le macerie dovranno essere leggermente bagnate nella fase di demolizione o rimozione per lo smaltimento - I materiali dovranno essere ben accatastati ad evitare il crollo o il ribaltamento - I detriti e le macerie verranno caricate su un cassone metallico o sul cassone di un camion e trasportate a discarica. CONDIZIONI DI RIMOZIONE DEI MATERIALI PERICOLOSI Non vi sono materiali pericolosi per cui prevista la rimozione MANUTENZIONE E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI E DISPOSITIVI VERIFICHE DA EFFETTUARE - Verifica giornaliera: mantenimento in efficienza delle attrezzature, pulizia dei baraccamenti - Verifica settimanale: approfondita pulizia del cantiere, riordino e verifica attrezzature, verifica dei DPI e cassetta di pronto soccorso - Verifica mensile: cavi elettrici, interruttori differenziali - Verifica semestrale: impianto di terra, impianto elettrico, recinzione e baraccamenti SCALE A MANO Le scale portatili devono essere utilizzate essenzialmente per consentire al lavoratore il passaggio da un piano ad un altro. Di norma la scala a mano non deve essere utilizzata come postazione di lavoro. Le scale a mano devono essere in perfette condizioni, complete di tutti i pioli e per quelle in legno, prive di pioli con nodi. Le dimensioni devono essere appropriate alluso. Le scale devono sporgere almeno 1 mt. oltre il piano di arrivo. Linclinazione non deve essere superiore al 75%. Le scale devono essere provviste di dispositivi andisdrucciolo alle estremit inferiori dei montanti. Le scale non devono avere eccessiva flessione a causa della loro lunghezza. Le scale devono essere fissate alla estremit superiore in corrispondenza del piano di arrivo. CADUTA DALLALTO Su ogni spazio prospiciente il vuoto dovr essere realizzato adeguato parapetto. Il parapetto dovr avere: - tavola ferma piede - sbarre orizzontali a distanza non superiore a cm. 60 - dovr resistere ad una spinta orizzontale pari a kg. 100/ml. Tali opere provvisionali dovranno essere poste in particolare lungo i pozzi e rampe scale, ove non vi sia ponteggio di protezione, etc. SERVIZI IGIENICO ASSISTENCIALI Limpresa utilizzer i servizi igienico assistenziali in un esercizio pubblico vicino al cantiere oppure saranno utilizzati locali messi a disposizione dal Committente.

730.00

740.00

750.00

760.00

770.00

780.00

790.00

800.00

12

805.00

LINEE ELETTRICHE AEREE E CONDUTTURE SOTTERRANEE Non vi sono linee elettiche aeree o condutture sotterranee che possano interferire con la attivit di cnatiere. IMPIANTO ELETTRICO DI CANTIERE E DI TERRA I quadri elettrici saranno del tipo ASC con IP non inferiore a 43, mentre le prese e spine non saranno inferiori a 44, i cavi elettrici dovranno essere del tipo FROR in caso di posa mobile. Qualora il quadro di distribuzione debba essere posto ad una distanza superiore a mt. 2.50 dal punto di erogazione, dovr essere installato un QUADRO DI EROGAZIONE DI ENTRATA (comunemente denominato salva-linea) anchesso del tipo ASC munito di interruttore magnetotermico. Limpianto di terra sar costituito da una o pi dispersori collegati da treccia di rame nudo da mmq. 30 e da cavi rivestiti da mmq. 16. Le masse metalliche presenti in cantiere dovranno essere messe a terra se la loro resistenza verso terra sia superiore a 20 OHM. Tutti i mezzi e macchine per le quali il costruttore abbia prescritto la messa a terra dovranno essere collegate al relativo impianto.

810.00

850.00 FASI DI LAVORO FASE NR: DESCRIZIONE FASE:

010 - FORMAZIONE DEL CANTIERE Vengono recintate le aree di lavoro, viene creata la viabilit interna di cantiere, vengono installate le baracche, vengono realizzati gli impianti elettrici e vengono installate le macchine DESCRIZIONE SUB-FASI trasporto in cantiere di utensili ed attrezzature installazione di impianto elettrico e di messa a terra realizzazione e/o completamento delle recinzione realizzazione di baraccamenti realizzazione delle viabilit principali installazione di cartelli antinfortunistica e di cantiere UTENSILI ATTREZZATURE attrezzature di uso comune UTILIZZATE MATERIALI UTILIZZATI E pali di ferro, pali di legno, rete metallica, rete in plastica, dispersori di terra, cavi MOVIMENTATI elettrici, quadri elettrici, utensili e attrezzature VEICOLI camion RISCHI caduta da scale a mano (lieve) urto e schiacciamento da parte dei veicoli o attrezzature (lieve) urto a seguito di movimenti anomali di carichi sospesi (lieve) schiacciamento per caduta di materiale accatastato (alto) caduta di carichi sospesi (lieve) elettrolocuzione (alto) PRESCRIZIONI OPERATIVE Fare attenzione ai rischi derivanti da attivit sovrapposte ed in particolare durante la sub-fase di realizzazione dellimpianto elettrico Avvertire i lavoratori sui rischi della elettrolocuzione in fase di installazione dellimpianto elettrico ed in fase di primo utilizzo Avvertire lelettricista dei rischi connessi con le interferenze effettuate dai lavoratori dellImpresa. Disconnettere gli impianti elettrici civile nelle aree di lavoro ed utilizzare unicamente limpianto elettrico di cantiere. Controllare la stabilit delle strutture ed in particolare quelle da demolire, effettuare puntellature a sostegno di strutture pericolanti. DPI Scarpe antinfortunistica, guanti, caschi, indumenti spessi da lavoro ADDETTI ALLA FASE NR. 3 FASE NR: DESCRIZIONE FASE: 020 MONTAGGIO E SMONTAGGIO DEI PONTEGGI montaggio di ponteggio regolamentare per facciata costituito da elementi metallici ad H e/o tubi Innocenti, completo di pianali metallici o in legno DESCRIZIONE SUB-FASI verifica di resistenza e sistemazione delle aree di appoggio assemblaggio del ponteggio ancoraggio del ponteggio alla struttura del fabbricato UTENSILI ATTREZZATURE utensili e attrezzature di uso comune, trapano elettrico, carrucola

13

UTILIZZATE MATERIALI UTILIZZATI E MOVIMENTATI VEICOLI RISCHI

elementi metallici e tavole di legno

camion, autogr caduta dal ponteggio (alto) urto da parte di movimenti anomali di carichi sospesi (lieve) schiacciamento per crollo di materiale accatastato (alto) schiacciamento per caduta di materiale accatastato (alto) PRESCRIZIONI OPERATIVE nel caso di utilizzo di teli sar fatto il calcolo statico di resistenza al vento gli impalcati non dovranno essere utilizzati per deposito materiale il ponteggio sar ancorato alla struttura edilizia almeno ogni 22 mq. nel caso di lavoro sul tetto, il montante del parapetto superer cm. 100 la gronda le botole del ponteggio devono rimanere chiuse il passaggio delluomo. il ponte deve avere un sistema adeguato di scale di accesso il ponteggio deve avere tavole fermapiedi anche sulle teste degli impalcati tutti impalcati del ponteggio distanti oltre cm. 20 dal muro devono avere il parapetto il parapetto deve avere sbarre orizzontali a distanza non superiore di cm. 60 non devono essere realizzati piani di lavoro utilizzando pannelli per casseri in cls. i lavoratori devono montare/smontare il ponteggio con casco e cinture di sicurezza il ponteggio deve avere un sistema adeguato di appoggio a terra i piedini devono essere regolabili nel caso di utilizzo di impalcati in legno devono essere realizzati i sottopiani gli intavolati del ponteggio devono essere posti a non oltre 20 cm. dalla muratura le scale per laccesso ai piani non devono essere poste luna in prosecuzione dellaltra. DPI scarpe antinfortunistica, guanti, casco e cintura di sicurezza ADDETTI ALLA FASE NR. 3 FASE NR: DESCRIZIONE FASE: 040 - SMANTELLAMENTO DEL MANTO DI COPERTURA smantellamento del manto di copertura costituito in elementi di laterizio (tegole ed embrici) viene rimosso dalla superficie del tetto e posto a terra. DESCRIZIONE SUB-FASI puntellatura dei solai in legno ( rimozione del manto di copertura messa a terra del manto di copertura pulizia ed accatastamento del manto di copertura trasporto a discarica del materiale di risulta dalla pulizia UTENSILI ATTREZZATURE utensili e attrezzatura di uso comune, montacarichi UTILIZZATE MATERIALI UTILIZZATI E pali di legno, puntelli di ferro ( ove si rilevino instabilit degli elementi strutturali MOVIMENTATI portanti), elementi di laterizio VEICOLI RISCHI camion caduta da scale a mano (lieve) caduta dal ponteggio (medio) caduta dal tetto (medio) elettrolocuzione (medio) caduta per sprofondamento nel solaio per cedimento di strutture (alto) schiacciamento per caduta di carichi sospesi (lieve) schiacciamento per crollo dei solai (lieve) PRESCRIZIONI OPERATIVE Accertarsi sulle condizioni statiche dei solai prima di montare sulla superficie del tetto DPI scarpe antinfortunistica, guanti, casco ADDETTI ALLA FASE NR. 4 lavoratori FASE NR: DESCRIZIONE FASE: 110 - REALIZZAZIONE DI COIBENTAZIONE, IMPERMEABILIZZAZIONE E MANTO DI COPERTURA DEL TETTO sul solaio del tetto messa in opera di materassino coibente termico tipo stiferite, messa in opera di soprastante guaina in elastomero bituminoso armata con fibra di veto e posa in opera di manto di copertura in elementi di cotto pulizia del piano di appoggio della coibentazione ed eventuali livellamenti messa in opera mediante semplice appoggio o incollo con colla tipo Keracol H40 di

DESCRIZIONE SUB-FASI

14

pannelli di schiuma di polistirene espanso estruso (tipo POLYPAN) messa in opera a fiamma di guaina in elastomero bituminoso messa in opera di manto di copertura in elementi di cotto UTENSILI ATTREZZATURE attrezzatura di uso comune, fiaccola con bombola da 15 kg. di Gas Propano UTILIZZATE Liquido, mola, montacarichi MATERIALI UTILIZZATI E colla per polistirolo tipo Keracol H40 MOVIMENTATI pannelli di schiuma di polistirene espanso estruso guaina in elastomero bituminoso malte e tegole tipo portoghese VEICOLI camion RISCHI caduta da scale e mano (lieve) caduta dal ponteggio (medio) caduta dal tetto (medio) elettrolocuzione (medio) urto e schiacciamento da parte di veicoli e attrezzature (lieve) urto da parte di movimenti anomali di carichi sospesi (lieve) schiacciamento per caduta di carichi sospesi (lieve) incendio per fuoriuscita accidentale di gas dalla bombola (trascurabile) PRESCRIZIONI OPERATIVE Evitare di rimanere eccessivamente esposti ad irraggiamento solare nelle giornate soleggiate. Ficcare bene ad elementi fissi la bombola di GPL, i rotolo di guaina ed i pancali sul tetto. Evitare di depositare sul tetto rotoli gi guaina oltre lo stretto necessario Installare alluscita del gas della bombola un dispositivo di bloccaggio del gas in caso di fuoriuscita repentinea dello stesso. Mettere un telo contro il parapetto dellultimo impalcato del ponteggio ad evitare la caduta di materiali ed attrezzature DPI scarpe antinfortunistica, guanti ADDETTI ALLA FASE NR. 3 lavoratori FASE NR: DESCRIZIONE FASE: DESCRIZIONE SUB-FASI 112 - REALIZZAZIONE DI OPERE DI LATTONERIA messa in opera di canale, discendenti pluviali, scossaline, converse trasporto in cantiere dei manufatti semilavorati adattamento dei manufatti alle esigenze di cantiere istallazione dei manufatti (canale, discendenti pluviali, scossaline in rame e converse in piombo) UTENSILI ATTREZZATURE attrezzatura di uso comune, avvitatore elettrico, scale, cavalletti metallici, tra UTILIZZATE battelli. ponteggio per facciata, piattaforme elevatrici, cesorie manuali, tronchese MATERIALI UTILIZZATI E MOVIMENTATI VEICOLI RISCHI lastre di piombo, lamiere in rame, etc.

autofurgone caduta da scale a mano (alto) caduta da ponteggio di servizio o trabattello (alto) caduta da piattaforma elevatrice (alto) elettrolocuzione (trascurabile) caduta dal tetto (alto) tagli e abrazioni conseguenti alla lavorazione delle lamiere in rame (lieve) lesioni agli occhi per schegge di detriti (lieve) caduta dal ponteggio per facciata (alto) ustioni (lieve) caduta di materiali dallalto (trascurabile) inalazione di gas e vapori (trascurabile) danni per movimentazione dei carichi (trascurabile) PRESCRIZIONI OPERATIVE Utilizzare le cinture di sicurezza durante luso di trabattelli e piattaforme elevatrici. E opportuno un periodico corso di informazione e formazione sui rischi specifici conseguenti alle attivit della presente scheda. DPI ADDETTI ALLA FASE NR. calzature di sicurezza, guanti, cinture di sicurezza, schermo, occhiali, casco 2 lavoratori

15

FASE NR: DESCRIZIONE FASE: DESCRIZIONE SUB-FASI

070 - DEMOLIZIONE DI INTONACI spicconatura di intonaci per facciata installazione di ponti di servizio allinterno del fabbricato - demolizione degli intonaci con martello demolitore e con martello e scalpello - messa a terra del materiale demolito con pulizia delle aree di lavoro - trasporto dellintonaco demolito a pubblica discarica UTENSILI ATTREZZATURE mantello demolitore, piccone, martello e scalpello, cannarole UTILIZZATE MATERIALI UTILIZZATI E detriti di intonaci MOVIMENTATI VEICOLI camion RISCHI caduta da scale a mano (lieve) caduta dal ponteggio per facciata (alto) caduta dal ponte di servizio (lieve) inalazioni di polveri calcaree (lieve) lesioni agli occhi per schegge di detriti (lieve) PRESCRIZIONI OPERATIVE DPI scarpe antinfortunistica, guanti, mascherine respiratorie, guanti, occhiali ADDETTI ALLA FASE NR. nr. 2 lavoratori

FASE NR: DESCRIZIONE FASE:

125 - REALIZZAZIONE DEGLI INTONACI (con macchina intonacatrice) realizzazione di intonaco civile con malta preconfezionata (tipo Fassa Bortolo) impastata con macchina intonacatrice DESCRIZIONE SUB-FASI scarico da automezzo della macchina intonacatrice, sua posizionamento, collegamento alla rete elettrico e sua messa a punto, attivazione della macchina montaggio dei piani di lavoro con tavole e cavalletti metallici scarico con autogru e posizionamento a fianco della macchina intonacatrice dei ballini di cemento messa in opera di guide sui muri schizzatura dei muri e soffitti mano/i di rinzaffo stesura di intonaco fine smontaggio della macchina, caricamento della macchina e dei residui di lavorazione su camion e trasporto fuori cantiere UTENSILI ATTREZZATURE attrezzatura di uso comune, macchina intonacatrice UTILIZZATE MATERIALI UTILIZZATI E intonaco fine pronto tipo secco, profili metallici zincati MOVIMENTATI VEICOLI autogr RISCHI esplosione dei tubi per eccesso di pressione (basso) caduta nel pozzo scale (medio) caduta dal ponte di servizio (medio) elettrolocuzione (medio) urto o schiacciamento da parte dei veicoli o attrezzature (lieve) urto da parte di movimenti anomali dei carichi sospesi (lieve) schiacciamento per caduta dei carichi sospesi (lieve) PRESCRIZIONI OPERATIVE Realizzare impalcati di lavoro su cavalletti di larghezza non inferiore a mt. 0.90 e porre i cavalletti ad un interasse non superiore a mt. 1.80. Non sollevare a mano carichi il cui peso superiore a kg. 25 per i lavoratori uomini e 15-20 per i lavoratori donne.. Qualora si utilizzino prodotti chimici quali additivi nella malte sar opportuno valutare preventivamente le schede sanitarie dei prodotto impiegati. DPI scarpe antinfotunistica, guanti, cuffie auricolari ADDETTI ALLA FASE NR. 3 lavoratori FASE NR: DESCRIZIONE FASE: DESCRIZIONE SUB-FASI 200 - TINTEGGIATURA ESTERNA realizzazione delle imbiancature esterne confezionamento delle vernici preparazione delle superfici da verniciare

16

UTENSILI ATTREZZATURE UTILIZZATE MATERIALI UTILIZZATI E MOVIMENTATI VEICOLI RISCHI

stesura sulle pareti e soffitti delle vernici utensili ed attrezzature di uso comune, spatole, pennelli, secchi, ponteggio per facciata vernici, barattoli, pennelli

autofurgone caduta dal ponteggio (lieve) intossicazione da venrici (lieve) PRESCRIZIONI OPERATIVE Utilizzare barattoli di vernice il cui peso sia inferiore a kg. 20. DPI scarpe antinfortunistica, guanti ADDETTI ALLA FASE NR. 4 lavoratori FASE NR: DESCRIZIONE FASE: 300 - SMOBILIZZO DEL CANTIERE Vengono rimosse le recinzioni delle aree di lavoro, viene rimossa la viabilit interna di cantiere, vengono smontate le baracche, vengono rimossi impianti elettrici e macchine

DESCRIZIONE SUB-FASI

rimozione di impianto elettrico e di messa a terra rimozione delle recinzione rimozione delle viabilit rimozione dei baraccamenti rimozione di cartelli antinfortunistica e di cantiere pulizia delle aree di lavoro e trasporto dei materiali di risulta a pubblica discarica trasporto fuori cantiere di materiali, utensili ed attrezzature UTENSILI ATTREZZATURE utensili e attrezzature di uso comune UTILIZZATE MATERIALI UTILIZZATI E pali di ferro, pali di legno, rete metallica, rete in plastica, dispersori di terra, cavi MOVIMENTATI elettrici, quadri elettrici, utensili e attrezzature VEICOLI RISCHI camion e autogr

caduta da scale a mano (lieve) urto e schiacciamento da parte dei veicoli o attrezzature (lieve) urto a seguito di movimenti anomali di carichi sospesi (lieve) schiacciamento per caduta di materiale accatastato (lieve) caduta di carichi sospesi (lieve) elettrolocuzione (medio) PRESCRIZIONI OPERATIVE Non lavorare su conduttori elettrici in tensione. DPI scarpe antinfortunistica, guanti e casco. ADDETTI ALLA FASE NR. 2 lavoratori

17

900.00 MACCHINE ED ATTREZZATURE


ATTREZZI MANUALI Prevenzione Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale con le relative informazioni d'uso. Prescrizioni Esecutive: Verificare periodicamente la condizione degli attrezzi. Usare i dispositivi di protezione individuale forniti. Guanti * calzature di sicurezza * casco * occhiali

Rischio punture, tagli, abrasioni

Dispositivi Protezione Individuali

Rischio Contatti con gli organi in movimento

Elettrocuzione

Polvere

Proiezione di schegge

Rumore

Dispositivi Protezione Individuali

TRAPANO ELETTRICO Prevenzione Prescrizioni Organizzative: Verificare che gli utensili siano dotati delle protezioni regolamentari e che l'avviamento sia del tipo a uomo presente. Prescrizioni Esecutive: Non usare abiti svolazzanti, non rimuovere le protezioni. La zona di lavoro deve essere mantenuta in ordine e liberata da materiali di risulta. Prescrizioni Organizzative: L'alimentazione deve essere fornita tramite quadro elettrico collegato a terra e munito dei dispositivi di protezione. Utilizzare utensili a doppio isolamento (Cl II). I cavi devono essere a norma CEI di tipo adatto per posa mobile. Verificare lo stato di conservazione dei cavi elettrici. Prescrizioni Esecutive: Posizionare i cavi in modo da evitare danni per urti e usura meccanica. Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale con relative informazioni d'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale forniti (mascherina). Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale con relative informazioni d'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale forniti (occhiali o schermi). Prescrizioni Organizzative: In funzione della valutazione del livello d'esposizione personale fornire dispositivi di protezione individuale con informazioni d'uso. Prescrizioni Esecutive: All'occorrenza usare i dispositivi di protezione individuale. Guanti * calzature di sicurezza * casco * occhiali * cuffie

Rischio Caduta di persone dall'alto

Contatto con parti taglienti Movimentazione manuale dei carichi

Dispositivi Protezione Individuali

SCALE A MANO Prevenzione Prescrizioni Organizzative: Fornire scale semplici con pioli incastrati o saldati ai montanti e con le estremit antisdrucciolevoli. Le scale doppie non devono superare i 5 metri di altezza. Verificare l'efficienza del dispositivo che limita l'apertura della scala. Prescrizioni Esecutive: Posizionare le scale e verificarne la stabilit prima di salire. Usare le scale doppie in posizione completamente aperta. Non usare le scale semplici come piani di lavoro senza aver adottato idonei sistemi anticaduta. Prescrizioni Organizzative: Fornire i dispositivi di protezione individuale (guanti) e informazioni d'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale forniti. Prescrizioni Organizzative: Impartire agli addetti le necessarie informazioni per la corretta movimentazione di carichi pesanti e/o ingombranti. Prescrizioni Esecutive: Rispettare le istruzioni impartite e assumere la posizione corretta nella movimentazione dei carichi. calzature di sicurezza * casco *

18

Rischio Prescrizioni generali (Martello demolitore elettrico) Cesoiamenti, stritolamenti, impatti, lacerazioni Contatti con gli organi in movimento

MARTELLO DEMOLITORE ELETTRICO Prevenzione Prescrizioni Organizzative: Gli ambienti, i posti di lavoro ed i passaggi devono essere illuminati con luce naturale o artificiale in modo da assicurare una sufficiente visibilit. Prescrizioni Esecutive: E' vietato l'avvicinamento, la sosta ed il transito di persone non addette alle lavorazioni. Prescrizioni Esecutive: Il lavoratore deve indossare indumenti aderenti al corpo, evitando accuratamente parti sciolte o svolazzanti, come sciarpe, cinturini slacciati, ecc. Prescrizioni Organizzative: Verificare che gli utensili siano mantenuti in condizioni di buona efficienza. Prescrizioni Esecutive: Impugnare saldamente gli attrezzi. Non abbandonare gli utensili prima del loro arresto totale. Non rimuovere le protezioni presenti. La zona di lavoro deve essere mantenuta in ordine e liberata da materiali di risulta. Prescrizioni Organizzative: Fornire utensili di cl. II (con doppio isolamento). Verificare lo stato di conservazione dei cavi elettrici. L'alimentazione deve essere fornita tramite quadro elettrico collegato a terra e munito dei dispositivi di protezione. I cavi devono essere a norma CEI di tipo per posa mobile. Prescrizioni Esecutive: Posizionare i cavi in modo da evitare danni per usura meccanica. Segnalare immediatamente eventuali danni ai cavi elettrici. Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale (maschere) con relative informazioni sull'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale forniti. Irrorare le macerie con acqua. Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale (occhiali o schermo) con relative informazioni sull'uso. Disporre cautele nei confronti delle persone presenti nelle vicinanze. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale forniti. Usare cautele nei confronti delle persone presenti nelle vicinanze. Prescrizioni Organizzative: In base alla valutazione del livello di esposizione personale fornire idonei dispositivi di protezione individuale (otoprotettori) con relative informazioni all'uso. Effettuare periodica manutenzione. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Esecutive: Il lavoratore, durante il funzionamento del martello demolitore, deve tenere ben saldo l'utensile ed assumere una corretta posizione di equilibrio. L'area circostante il posto di lavoro dovr essere sempre mantenuta in condizioni di ordine e pulizia ad evitare ogni rischio di inciampi o cadute. Prescrizioni Esecutive: Prima di utilizzare la macchina su qualsivoglia struttura e/o materiale, deve verificarsi l'assenza di tensione su di essi o, comunque, che non vi siano impianti tecnologici attivi. Prescrizioni Organizzative: Ove il tipo di lavorazione o la macchina impiegata sottopongano il lavoratore a vibrazioni intense e prolungate, dovranno essere evitati turni di lavoro lunghi e continui. Prescrizioni Esecutive: Prima di iniziare la lavorazione, devono essere controllati tutti i dispositivi atti a ridurre le vibrazioni prodotte dalla macchina. calzature di sicurezza * casco * guanti * occhiali * cuffie

Elettrocuzione

Inalazione polveri

Proiezione di schegge

Rumore

Scivolamenti e cadute

Scoppio Vibrazioni

Dispositivi Protezione Individuali

Rischio Caduta di persone dall'alto

Dispositivi Protezione Individuali

TRABATTELLO, PONTE SU CAVALLETTI Prevenzione Prescrizioni Organizzative: Verificare che i ponti siano regolarmente allestiti e usati. In presenza di dislivelli superiori a 2 metri, per la presenza d'aperture, provvedere ad applicare parapetti regolamentari. Prescrizioni Esecutive: La salita e la discesa dal piano di lavoro devono avvenire tramite regolamentari scale a mano. Bloccare le ruote dei ponti mobili durante le operazioni. E' vietato lavorare su un singolo cavalletto anche per tempi brevi. E' altres vietato utilizzare, come appoggio delle tavole, le scale, i pacchi dei forati o altri elementi di fortuna. calzature di sicurezza * casco

19

CANNELLO A GAS Rischio Prevenzione Prescrizioni Esecutive: Il lavoratore deve indossare indumenti aderenti al corpo, evitando accuratamente Abbigliamento del lavoratore parti sciolte o svolazzanti, come sciarpe, cinturini slacciati, ecc. Inalazione fumi e vapori Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale con relative informazioni all'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Organizzative: Sul posto di lavoro deve essere sempre presente un estintore efficiente. Incendi o esplosioni Prescrizioni Esecutive: Verificare che nella zona di utilizzo del cannello non vi sia presenza di materiali infiammabili. Nel posizionare le bombole, bisogner evitare che la distanza tra esse ed il cannello scenda al di sotto dei 10 m. e che sia, comunque, distante da qualsiasi fonte di calore e/o dai raggi solari. Le bombole dovranno essere ubicate in luoghi sicuri ma non ristretti, al riparo da possibili urti e comunque sempre in posizione verticale. Sia nelle pause di lavoro che al termine del turno, si dovr provvedere a spegnere la fiamma chiudendo le valvole d'afflusso del gas. Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale (guanti e calzature Ustioni antinfortunistiche) con relative informazioni all'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale. Dispositivi Protezione calzature di sicurezza * casco * guanti Individuali

Rischio Caduta di materiale dall'alto o a livello

Cesoiamenti, stritolamenti, impatti, lacerazioni Contatti con gli organi in movimento

Elettrocuzione

Inalazione polveri, fibre, gas, vapori

Proiezione di schegge

Runore

Scivolamenti e cadute Ustioni Dispositivi Protezione Individuali

FLESSIBILE Prevenzione Prescrizioni Organizzative: I percorsi e i depositi dei materiali devono essere realizzati in modo sicuro e tale da evitare pericolo per gli addetti che operano o transitano in luogo. Fornire i dispositivi di protezione individuale (scarpe antinfortunistiche) con le relative informazioni sull'uso. Prescrizioni Esecutive: Non ostacolare i percorsi con attrezzature o materiali. Usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Organizzative: Fornire i dispositivi di protezione individuale (guanti e calzature antinfortunistiche) con le relative informazioni sull'uso. Prescrizioni Esecutive: Gli addetti devono lavorare in modo coordinato. Usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Organizzative: Autorizzare all'uso solo personale competente Verificare che l'utensile sia dotato della protezione del disco e che l'organo di comando sia del tipo ad uomo presente. Prescrizioni Esecutive: Non indossare abiti svolazzanti, non rimuovere le protezioni. Attenersi alle istruzioni sul corretto uso dell'utensile. Il luogo di lavoro deve essere in ordine. Prescrizioni Organizzative: L'alimentazione deve essere fornita tramite regolamentare quadro elettrico collegato elettricamente a terra. I cavi elettrici devono essere rispondenti alle norme CEI e adatti per posa mobile. Verificare lo stato di conservazione dei cavi elettrici. Prescrizioni Esecutive: Posizionare i cavi elettrici in modo da evitare danni per urti o usura meccanica ed in modo che non costituiscano intralcio. Segnalare immediatamente eventuali danni riscontrati nei cavi. Prescrizioni Esecutive: In ambienti piccoli e poco ventilati vanno evitate lavorazioni che comportino la produzione di polveri come taglio, smerigliatura ecc.. Nel caso che tali condizioni non possano essere soddisfatte, obbligatorio l'uso di maschere a filtro appropriate. Prescrizioni Organizzative: Fornire i dispositivi di protezione individuale (occhiali o schermo) con informazioni sull'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Organizzative: In base alla valutazione del livello di esposizione personale fornire idonei dispositivi di protezione individuale (otoprotettori) con le relative informazioni sull'uso. Effettuare periodiche manutenzioni. Prescrizioni Esecutive: All'occorrenza usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Esecutive: L'area circostante il posto di lavoro dovr essere sempre mantenuta in condizioni di ordine e pulizia ad evitare ogni rischio di inciampi o cadute. Prescrizioni Esecutive: Durante la lavorazione, ed al suo termine, si deve evitare, in ogni caso, di toccare a mani nude gli organi lavoratori dell'utensile e i materiali lavorati, in quanto surriscaldati. calzature di sicurezza * casco * guanti

20

Rischio Caduta di materiale dall'alto o a livello Contatto con gli organi in movimento

Elettrocuzione

Investimento e ribaltamento

Rumore

Scivolamenti e cadute Dispositivi Protezione Individuali

BETONIERA A BICCHIERE Prevenzione Prescrizioni Organizzative: I posti di lavoro e di passaggio devono essere idoneamente difesi contro la caduta o l'investimento di materiali in dipendenza dell'attivit lavorativa. Prescrizioni Organizzative: Verificare che la macchina sia dotata di tutte le protezioni degli organi in movimento ed abbia l'interruttore con bobina di sgancio. Prescrizioni Esecutive: Non rimuovere le protezioni. Non indossare abiti svolazzanti. Non introdurre attrezzi e/o arti nel bicchiere durante la rotazione. Prescrizioni Organizzative: L'alimentazione deve essere fornita tramite quadro elettrico collegato a terra e munito dei dispositivi di protezione. Prescrizioni Esecutive: Collegare la macchina all'impianto elettrico in assenza di tensione. Posizionare i cavi in modo da evitare danni per usura meccanica cos che non costituiscano intralcio. Prescrizioni Organizzative: Posizionare la macchina su base solida e piana. Prescrizioni Esecutive: Non spostare la macchina dalla posizione stabilita. La stabilit della betoniera su ruote gommate deve essere garantita mediante l'utilizzo degli appositi freni e/o di cunei in legno. Prescrizioni Organizzative: In base alla valutazione del livello di esposizione personale fornire idonei dispositivi di protezione individuale (otoprotettori) con relative informazioni all'uso. Prescrizioni Esecutive: All'occorrenza usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Esecutive: L'area circostante il posto di lavoro dovr essere sempre mantenuta in condizioni di ordine e pulizia ad evitare ogni rischio di inciampi o cadute. calzature di sicurezza * casco * guanti

Rischio Caduta dall'alto Caduta di materiale dall'alto o a livello

Cesoiamenti, stritolamenti, impatti, lacerazioni Elettrocuzione

Getti o schizzi Ribaltamento Scivolamenti e cadute

Rumore

Dispositivi Protezione Individuali

AUTOCARRO Prevenzione Prescrizioni Esecutive: Non utilizzare la macchina come piattaforma per lavori in elevazione. Prescrizioni Esecutive: Assicurarsi che il carico da trasportare sia sempre ben sistemato. Non caricare materiale sfuso oltre l'altezza delle sponde. E' vietato usare la macchina per trasportare oggetti che non siano stati adeguatamente fissati ad appositi supporti o opportunamente imbracati. Assicurarsi sempre della corretta chiusura delle sponde. Non caricare la macchina oltre i limiti indicati dal costruttore e utilizzare idonei teli (o simili) per la copertura del carico. Prescrizioni Organizzative: Predisporre adeguati percorsi per i mezzi. Segnalare la zona interessata all'operazione. Prescrizioni Esecutive: Tenersi a distanza di sicurezza dai mezzi operativi in movimento. Prestare attenzione alle segnalazioni acustiche e/o luminose ed alla segnaletica di sicurezza. Prescrizioni Organizzative: Non possono essere eseguiti lavori in prossimit di linee elettriche aeree a distanza minore di m 5 a meno che, previa segnalazione all'esercente le linee elettriche, non si provveda ad una adeguata protezione atta ad evitare accidentali contatti o pericolosi avvicinamenti ai conduttori delle linee stesse. Prescrizioni Esecutive: Assicurarsi che nella zona di lavoro, le eventuali linee elettriche aeree, rimangano sempre ad una distanza non inferiore ai cinque metri. Prescrizioni Esecutive: All'inizio di ciascun turno di lavoro va accuratamente verificata l'integrit dei tubi flessibili e dell'impianto oleodinamico in genere. Prescrizioni Organizzative: I percorsi non devono avere pendenze trasversali eccessive. Prescrizioni Esecutive: Rispettare i percorsi indicati. Prescrizioni Esecutive: Non salire o scendere mai dalla macchina quando questa in movimento. Non trasportare persone sulla macchina, a meno che non siano stati predisposti idonei dispositivi atti ad evitare le cadute. Prescrizioni Organizzative: In funzione della valutazione del livello d'esposizione personale fornire dispositivi di protezione individuale con informazioni d'uso. Prescrizioni Esecutive: All'occorrenza usare i dispositivi di protezione individuale. calzature di sicurezza * casco * guanti

21

Rischio Andatoie e passerelle: requisiti generali. Caduta dall'alto Dispositivi Protezione Individuali

ANDATOIE E PASSERELLE Prevenzione Prescrizioni Esecutive: Le andatoie e passerelle devono essere allestite a regola d'arte, utilizzando buon materiale, risultare idonee allo scopo ed essere conservate in efficienza per l'intera durata del lavoro. Prescrizioni Organizzative: Applicare regolari parapetti, o sbarrare le aperture prospicenti il vuoto, se l'altezza di possibile caduta superiore m.2 calzature di sicurezza * casco *

Rischio Colpi, tagli, punture, abrasioni

Movimentazione manuale dei carichi

Scivolamenti e cadute Dispositivi Protezione Individuali

CARRIOLA Prevenzione Prescrizioni Organizzative: Fornire idonei dispositivi di protezione individuale con relative informazioni all'uso. Prescrizioni Esecutive: Usare i dispositivi di protezione individuale (guanti e calzature di sicurezza). Verificare con frequenza le condizioni. Prescrizioni Organizzative: Impartire agli addetti le necessarie informazioni per la corretta movimentazione di carichi pesanti e/o ingombranti. Controllare la pressione dei pneumatici della carriola. Prescrizioni Esecutive: Rispettare le istruzioni impartite e assumere la posizione corretta nella movimentazione dei carichi. Per carichi pesanti e/o ingombranti la massa va movimentata con l'intervento di pi persone al fine di ripartire e diminuire lo sforzo. Prescrizioni Organizzative: I manici della carriola prevedono all'estremit manopole antiscivolo. calzature di sicurezza * casco * guanti * occhiali * cuffie

PONTEGGIO METALLICO FISSO Prevenzione Prescrizioni Organizzative: Sorvegliare l'operazione di montaggio e smontaggio del ponteggio. Fornire idonei dispositivi di protezione individuale (cinture di sicurezza) con relative informazioni all'uso. Durante la fase di montaggio e smontaggio del ponteggio delimitare l'area interessata. Vietare la presenza di personale non addetto all'allestimento ed allo smontaggio del ponteggio. Fornire i dispositivi di protezione individuale (caschi). Prescrizioni Esecutive: Seguire scrupolosamente le istruzioni ricevute. I non addetti al montaggio devono tenersi a distanza di sicurezza. Indossare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Organizzative: Impartire precise disposizioni per l'imbracatura ed il sollevamento dei Caduta di materiale dall'alto o a livello materiali. Fornire idonei dispositivi di protezione individuale (casco e guanti) con relative informazioni all'uso. Prescrizioni Esecutive: Eseguire corrette imbracature secondo le disposizioni ricevute. Usare i dispositivi di protezione individuale. Prescrizioni Organizzative: Le strutture metalliche degli edifici e delle opere provvisionali, i recipienti e Elettrocuzione gli apparecchi metallici, di notevoli dimensioni, situati all'aperto, devono, per se stessi o mediante conduttore e spandenti appositi, devono risultare collegati elettricamente a terra in modo da garantire la dispersione delle scariche atmosferiche. vietato il montaggio o l'utilizzazione di ponteggi posti ad una distanza inferiore a 5 metri da linee elettriche aeree, se non dopo che siano state prese opportune precauzione atte ad evitare contatti accidentali. Instabilit della struttura Prescrizioni Organizzative: Disporre e verificare che la realizzazione degli ancoraggi, la posa dei distanziatori e degli elementi degli impalcati si svolga ordinatamente nel senso del montaggio o dello smontaggio. Prescrizioni Esecutive: Seguire scrupolosamente le istruzioni ricevute. Non gettare materiale dall'alto. Prescrizioni Organizzative: Impartire agli addetti le necessarie informazioni per la corretta Movimentazione manuale dei carichi movimentazione di carichi pesanti e/o ingombranti. Prescrizioni Esecutive: Rispettare le istruzioni impartite per un'esatta e corretta posizione da assumere nella movimentazione dei carichi. Per carichi pesanti e/o ingombranti la massa va movimentata con l'intervento di pi persone al fine di ripartire e diminuire lo sforzo. Dispositivi Protezione calzature di sicurezza * casco * guanti * cinture di sicurezza Individuali Rischio Caduta dall'alto

22

VERBALE DI FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI RELATIVO AI RISCHI GENERALI DELLATTIVITA DELLIMPRESA (ai sensi D.Lgs. 03/08/2009, n. 106) In data 15/03/11, si sono riuniti il Datore di Lavoro ed i lavoratori dellImpresa NOME E RAGIONE SOCIALE LA PERFETTA srl CON SEDE IN Viale Europa, 8/a Capannori CF 08218930468 RECAPITI TELEFONICI Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 signori: 1 Verdi Giovanni datore di lavoro 2 Gialli Fabrizio Operaio qualificato 3 Rosa Ermanno Operaio manovale 4 Bruni Federico Operaio qualificato 2 livello al fine di effettuare attivit di formazione ed informazione in ordine ai rischi presenti nella attivit lavorativa dellImpresa. Il datore di lavoro ha illustrato (avvalendosi di mezzi audiovisivi) i rischi di sinistro conseguenti alle attivit lavorative e le procedure per ridurli. Gli argomenti trattati si possono cos sinteticamente elencare: 1 - Scavi profondi e rischio di seppellimento 2 - Caduta dallalto e modalit di protezione con parapetti e linee vita 3 - Uso delle comuni attrezzature di cantiere e rischi conseguenti 4 - le modalit di utilizzo dei DPI

Dopo aver verificato che tutti i presenti hanno ben compreso quanto illustrato, la riunione stata sciolta. Firma del datore di lavoro --------------------------------------------------------Firma dei lavoratori dipendenti ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

23

VERBALE DI FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI RELATIVO AI RISCHI DELLO SPECIFICO CONTIERE (ai sensi D.Lgs. 03/08/2009, n. 106) DATI IDENTIFICATIVI Ns. rif. Pratica nr. 1022 Oggetto: manutenzione straordinaria di tetto Indirizzo: Via Pesciatina, 132 - Capannori Committente: Giusti Francesca Appaltatore: La Perfetta srl In data 15/03/11, si sono riuniti il Datore di Lavoro ed i lavoratori dellImpresa NOME E RAGIONE SOCIALE LA PERFETTA srl CON SEDE IN Viale Europa, 8/a Capannori CF 08218930468 RECAPITI TELEFONICI Tel. 0583 444737 cell 328 9440696 signori: 1 Verdi Giovanni datore di lavoro 2 Gialli Fabrizio Operaio qualificato 3 Rosa Ermanno Operaio manovale 4 Bruni Federico Operaio qualificato 2 livello al fine di effettuare attivit di formazione ed informazione ed in particolare al fine di valutare i rischi presenti nel cantiere in oggetto. Il datore di lavoro ha illustrato: 1 - le procedure di accesso ai luoghi di lavoro 2 - le modalit con cui dovr essere mantenuto e utilizzato il ponteggio. 3 - I rischi relativi alla caduta dallalto 4 - I rischi nellutilizzo delle bombole a gas e di fiamme libere 5 - i rischi connessi con lutilizzo delle macchine e attrezzature 6 - le modalit di utilizzo dei DPI Dopo aver verificato che tutti i presenti hanno ben compreso quanto illustrato, la riunione stata sciolta. Firma del datore di lavoro --------------------------------------------------------Firma dei lavoratori dipendenti ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------