Sei sulla pagina 1di 6

Sommario

PARTE 1 NOZIONI PRELIMINARI 1 Che cos leconomia? 1


I pregiudizi sulleconomia 1 Il costo opportunit e Internet 39 Economia, scarsit e scelta 3 La scarsit e lindividuo 3 La scarsit e la societ 4 La scarsit e leconomia 5 Il mondo delleconomia 5 Microeconomia e macroeconomia 6 Economia positiva ed economia normativa 6 Perch studiare economia? 7 Per capire meglio il mondo 7 Per acquistare fiducia in se stessi 8 Per cambiare la societ 8 Per prepararsi ad altre carriere 8 Per diventare economisti 8 Il metodo delleconomia 9 Larte di elaborare modelli economici 9 Ipotesi e conclusioni 10 Due ipotesi fondamentali 10 Alcune considerazioni sulla macroeconomia 12 Lausilio della matematica 12 I principi fondamentali delleconomia 13 Come studiare economia 14 Lallocazione delle risorse 32 La propriet delle risorse 36 I tipi di sistemi economici 37

3 La domanda e lofferta 45
I mercati 46 La dimensione dei mercati 46 La concorrenza nei mercati 46 La domanda 48 La legge della domanda 49 La scheda di domanda e la curva di domanda 49 Variazioni della quantit domandata 50 Variazioni della domanda 51 Lofferta 55 La legge dellofferta 56 La scheda di offerta e la curva di offerta 57 Variazioni della quantit offerta 57 Variazioni dellofferta 58 Linterazione fra domanda e offerta 62 Che cosa succede quando cambiano le condizioni? 64 Il principio dei mercati e lequilibrio 67 Lintervento dello Stato nei mercati 68 Il tetto al prezzo 68 Il prezzo minimo 70 Il principio fondamentale dei trade-off in politica economica 71 Il modello della domanda e dellofferta e leconomia normativa 72 Anticipare una variazione di prezzo 72 Appendice: Lelasticit della domanda 77 Il calcolo dellelasticit della domanda rispetto al prezzo 78 La classificazione dei beni in base allelasticit 80 Elasticit e spesa totale 82

2 Scarsit, scelta e sistemi economici 17


Il concetto di costo opportunit 17 Il costo opportunit e lindividuo 17 Il costo opportunit e la societ 19 Il principio del costo opportunit 19 Le frontiere delle possibilit di produzione 20 Alla ricerca di un pasto gratuito 23 I sistemi economici 26 La specializzazione e lo scambio 27

III

IV

Sommario

PARTE 2 LE DECISIONI A LIVELLO MICROECONOMICO 4 Le scelte del consumatore 87


Il vincolo di bilancio 88 Variazioni della linea di bilancio 90 Le preferenze dei consumatori 92 La teoria agli inizi 92 Razionalit 95 Gusti 95 Il processo decisionale del consumatore 96 Cosa succede quando cambiano le condizioni? 100 Variazioni di reddito 100 Variazioni di prezzo 102 I consumatori nei mercati 106 Dalla domanda individuale a quella di mercato 107 Le sfide alla teoria del consumatore 107 Migliorare listruzione 109 Appendice: La teoria del consumatore con le curve di indifferenza 116 La mappa di indifferenza 118 Il tasso marginale di sostituzione 119 Il processo decisionale del consumatore 120 Le curve di indifferenza e la curva di domanda individuale 122 Il motivo della forma della curva del costo marginale 142 La relazione tra i costi medi e il costo marginale 143 La produzione e i costi nel lungo periodo 145 La relazione fra i costi di lungo e di breve periodo 147 La spiegazione della forma della curva LRATC 150 Le curve dei costi e la riforma economica in Russia 154

6 Il processo decisionale delle imprese: la massimizzazione del profitto 161


Lobiettivo della massimizzazione del profitto 162 Il profitto 162 Le due definizioni di profitto 162 Come si originano i profitti? 164 I vincoli di una impresa 165 La curva di domanda per una impresa 165 Il ricavo totale 167 Il costo totale 167 Il livello di produzione che massimizza il profitto 168 Lapproccio del ricavo totale e del costo totale 168 Lapproccio del ricavo marginale e del costo marginale 169 La massimizzazione del profitto con lausilio dei grafici 171 E i costi medi? 174 Le decisioni al margine: una prospettiva pi ampia 175 Minimizzare le perdite: la regola della cessazione dellattivit 177 Lobiettivo dellimpresa rivisitato 179 Il problema principale-agente 179 Il problema principale-agente nellimpresa 180 Lipotesi della massimizzazione del profitto 181 Fallimenti e successi 183 Il fallimento: la Franklin National Bank 184 Il successo: la Continental Airlines 185

5 La produzione e i costi 125


La natura delle imprese 126 I tipi di impresa 127 Perch assumere dipendenti? 129 I limiti dellimpresa 131 La produzione 131 Il breve e il lungo periodo 132 La produzione nel breve periodo 133 I rendimenti marginali del fattore lavoro 135 I costi 136 I costi irrecuperabili sono irrilevanti 137 Costi impliciti e costi espliciti 137 I costi nel breve periodo 138 Il calcolo dei costi nel breve periodo 139

Sommario

PARTE 3 MERCATI, PREZZI E ALLOCAZIONE DELLE RISORSE 7 La concorrenza perfetta 191


Che cos la concorrenza perfetta? 192 Le tre condizioni della concorrenza perfetta 193 La concorrenza perfetta realistica? 194 Limpresa perfettamente concorrenziale 196 La curva di domanda per una impresa 197 I costi e i ricavi di unimpresa concorrenziale 197 Come trovare il livello di produzione che massimizza il profitto 198 La misura del profitto totale 200 La curva di offerta di una impresa nel breve periodo 202 I mercati concorrenziali nel breve periodo 205 La curva di offerta di mercato nel breve periodo 205 Lequilibrio nel breve periodo 205 I mercati concorrenziali nel lungo periodo 208 Il profitto, la perdita e il lungo periodo 208 Lequilibrio di lungo periodo 209 Distinguere i risultati del breve periodo da quelli del lungo periodo 211 La nozione del profitto nullo nella concorrenza perfetta 212 La concorrenza perfetta e le dimensioni dellimpianto 213 Un riepilogo del comportamento dellimpresa concorrenziale nel lungo periodo 214 Che cosa succede quando cambiano le condizioni? 215 I segnali di mercato e il sistema economico 216 Le innovazioni tecnologiche 218 La discriminazione di prezzo 251 Le condizioni della discriminazione di prezzo 252 Gli effetti della discriminazione di prezzo 253 Le quattro strutture di mercato: un poscritto 256 La discriminazione di prezzo praticata dagli istituti universitari statunitensi 257

9 I mercati del lavoro e i salari 263


I mercati del lavoro 264 La definizione di mercato del lavoro 265 I mercati del lavoro concorrenziali 266 I mercati del lavoro concorrenziali e il salario di equilibrio 267 Perch i salari differiscono? 269 Un mondo immaginario 269 I differenziali compensativi 271 Le barriere allentrata 277 La determinazione dei salari da parte dei sindacati 280 Contrattazione sindacale e disoccupazione 281 La discriminazione e i salari 283 Il pregiudizio dei datori di lavoro 284 I pregiudizi dei dipendenti e dei clienti 285 La discriminazione statistica 286 Come affrontare la discriminazione 286 La discriminazione e i differenziali salariali 287 Il salario minimo negli Stati Uniti 289

8 Il monopolio e la concorrenza imperfetta 223


Il monopolio 224 Le origini del monopolio 224 La massimizzazione del profitto del monopolio 227 Il profitto e la perdita 229 Il monopolio nel lungo periodo 232 Un confronto tra il monopolio e la concorrenza perfetta 232 Il declino del monopolio 235 La concorrenza monopolistica 236 La concorrenza monopolistica nel breve periodo 237 La concorrenza monopolistica nel lungo periodo 238 Concorrenza non di prezzo 240 Loligopolio 241 Come si originano gli oligopoli 241 Il comportamento degli oligopoli 244 Il comportamento cooperativo nelloligopolio 248 I limiti delloligopolio 250

10 Lefficienza economica e il ruolo dello Stato 295


Il significato di efficienza 295 I miglioramenti paretiani 296 I pagamenti compensativi e i miglioramenti paretiani 298 I miglioramenti paretiani potenziali 299 Lefficienza economica e la concorrenza perfetta 300 Le curve di domanda e di offerta viste in unaltra prospettiva 300 Perch i mercati perfettamente concorrenziali sono efficienti 301 Linefficienza e la concorrenza imperfetta 304

VI

Sommario

Il ruolo dello Stato nellefficienza economica 306 Le infrastrutture istituzionali di una economia di mercato 306 Il sistema legale 307 La regolamentazione 311 Considerazioni su legislazione e regolamentazione 311 I fallimenti del mercato 312

La concorrenza imperfetta 313 Le esternalit 314 I beni pubblici 320 Considerazioni sullefficienza e il ruolo dello Stato 324 Il crollo del comunismo 324

PARTE 4 MACROECONOMIA: CONCETTI FONDAMENTALI 11 Introduzione alla macroeconomia 331


Gli obiettivi della macroeconomia 332 Rapida crescita economica 332 Piena occupazione 334 Prezzi stabili 336 Lapproccio macroeconomico 337 Laggregazione in macroeconomia 338 Le controversie macroeconomiche 339 Studiando macroeconomia 340 I problemi relativi alla misurazione della disoccupazione 369 Il PIL scelto dalla societ 373

13 Il sistema monetario, i prezzi e linflazione 379


Il sistema monetario 379 La storia del dollaro 380 Perch la carta moneta accettata quale mezzo di pagamento 381 La misura del livello dei prezzi e dellinflazione 382 I numeri indice 382 Lindice dei prezzi al consumo 383 Landamento del CPI 384 Dallindice dei prezzi al tasso di inflazione 384 Lutilizzo del CPI 385 Le variabili reali e gli aggiustamenti compensativi degli effetti dellinflazione 386 Linflazione e il calcolo del PIL reale 387 I costi dellinflazione 388 Il mito dellinflazione 388 Il costo redistributivo dellinflazione 390 Il costo dellinflazione in termini di risorse 393 Il grado di precisione del CPI statunitense 394 Le cause di un CPI errato 395 Le conseguenze di una inflazione sovrastimata 396 Il futuro del CPI 397 Appendice: Il calcolo dellindice dei prezzi al consumo 400

12 Produzione, reddito e occupazione 343


La produzione e il prodotto interno lordo 344 Una definizione di PIL 344 Lapproccio della spesa al PIL 348 Altri approcci al PIL 355 Un riepilogo della misurazione del PIL 357 PIL reale e PIL nominale 357 Limportanza dei valori reali: un principio fondamentale 358 Lutilizzo del PIL 358 I problemi relativi al PIL 360 Occupazione e disoccupazione 361 La tipologia della disoccupazione 362 I costi della disoccupazione 365 Come si misura loccupazione 367

PARTE 5 IL COMPORTAMENTO DEL SISTEMA MACROECONOMICO 14 Crescita economica e innalzamento del tenore di vita 403
Limportanza della crescita 404 I fattori che portano alla crescita dei sistemi economici 406 La crescita delloccupazione 407 Come aumentare loccupazione 410 Crescita delloccupazione e produttivit 412 Lincremento dello stock di capitale 413 Linvestimento e lo stock di capitale 413 Il mercato dei fondi mutuabili 414 Come incrementare gli investimenti 418

Sommario

VII

Il capitale umano e la crescita economica 423 Il progresso tecnologico 425 La crescita economica negli Stati Uniti 426 Il costo della crescita economica 427 I costi di bilancio 427 I costi in termini di consumo 428 I costi opportunit in termini di tempo dei lavoratori 430 Il sacrificio di altri obiettivi socialmente desiderabili 431 La crescita economica nei Paesi in via di sviluppo 431

Come la Banca Centrale riduce lofferta di moneta 478 Alcune condizioni importanti a proposito del moltiplicatore dei depositi a vista 479 Altri strumenti per controllare lofferta di moneta 480 Il mercato monetario 481 La domanda di moneta 482 Lofferta di moneta 485 Lequilibrio del mercato monetario 486 Che cosa succede quando cambiano le condizioni? 490 Come la Banca Centrale modifica il tasso di interesse 490 Gli effetti delle variazioni dei tassi di interesse sul sistema economico 491 Gli spostamenti della curva di domanda di moneta 494 Banche Centrali a confronto 497 Il Federal Reserve System (Fed) 497 La struttura della Fed 498 Il Federal Open Market Committee 500 Le funzioni della Federal Reserve 500 La Fed in azione 501 La Banca Centrale Europea (BCE) 503 La struttura della BCE 503 Le funzioni della BCE 503 Gli obiettivi della BCE 504 La BCE in azione 504 La politica della Federal Reserve in pratica 504 La risposta della Fed alle variazioni della domanda di moneta 505 La risposta della Fed agli shock di spesa 506

15 I boom e le recessioni 441


La spesa e le fluttuazioni economiche 443 La spesa per il consumo 444 La funzione di consumo 445 Gli spostamenti della funzione di consumo 448 Per ottenere la spesa totale 450 La spesa per linvestimento 450 La spesa pubblica 451 Le esportazioni nette 451 La somma che d la spesa totale 452 La spesa totale e il PIL di equilibrio 453 Che cosa succede quando cambiano le condizioni? 454 Una variazione della spesa per linvestimento 454 Il moltiplicatore di spesa 456 Il moltiplicatore al contrario 458 Altri shock di spesa 458 Le variazioni delle imposte nette 459 Gli shock di spesa nella storia recente degli Stati Uniti 460 Gli stabilizzatori automatici 461 La politica fiscale anticiclica 463 La recessione del 1990-91 negli Stati Uniti 465 Appendice: Il caso particolare del moltiplicatore di imposta 469

17 La domanda aggregata e lofferta aggregata 513


La curva di domanda aggregata 514 Il livello dei prezzi e il mercato monetario 514 Il livello dei prezzi e le esportazioni nette 515 La curva di domanda aggregata (AD) 515 Gli spostamenti lungo la curva AD 516 Gli spostamenti della curva AD 516 Gli spostamenti lungo la curva AD e gli spostamenti della curva AD: un riepilogo 519 La curva di offerta aggregata 519 I prezzi e i costi nel breve periodo 520 La curva di offerta aggregata 523 Gli spostamenti lungo la curva AS 524 Gli spostamenti della curva AS 525 Gli spostamenti lungo la curva AS e gli spostamenti della curva AS: un riepilogo 526 Linterazione tra AD e AS: lequilibrio di breve periodo 527 Che cosa succede quando cambiano le condizioni? 528 Gli shock di domanda nel breve periodo 528 Gli shock di domanda: gli aggiustamenti nel lungo periodo 532 La curva di offerta aggregata di lungo periodo 535 Alcune importanti condizioni a proposito del processo di aggiustamento 536 Gli shock di offerta 537 La recessione e la ripresa del 1990-92 negli Stati Uniti 540

16 Il sistema bancario, la Banca Centrale e la politica monetaria 471


Che cosa si considera moneta? 471 Le componenti dellofferta di moneta 472 Il sistema bancario 473 Gli intermediari finanziari 473 Le banche commerciali 474 Le riserve bancarie e il coefficiente di riserva obbligatoria 474 La Banca Centrale e lofferta di moneta 475 Come la Banca Centrale aumenta lofferta di moneta 475

VIII

Sommario

PARTE 6 ECONOMIA INTERNAZIONALE 18 Il vantaggio comparato e il commercio internazionale 545


La logica del libero scambio 546 La teoria del vantaggio comparato 547 Il costo opportunit e il vantaggio comparato 548 La specializzazione e la produzione mondiale 549 I vantaggi del commercio internazionale 549 Le ragioni di scambio 551 Convertire il guadagno potenziale in guadagno effettivo 551 Alcune condizioni importanti 553 Le fonti del vantaggio comparato 554 I motivi degli oppositori del libero scambio 556 Limpatto del commercio nel Paese esportatore 558 Limpatto del commercio nel Paese importatore 558 Gli atteggiamenti nei confronti del libero scambio: un riepilogo 559 Le restrizioni al libero scambio 559 Le tariffe doganali 560 I contingenti di importazione 561 Il protezionismo 562 I pregiudizi sul libero scambio 562 Le argomentazioni complesse a favore del protezionismo 564 Le restrizioni al commercio internazionale 565 Le restrizioni negli Stati Uniti 565 Cosa accade in Europa? La politica agricola dellUnione Europea 567

19 La nuova Europa 571


Innanzitutto un po di storia 572 Le istituzioni europee 572 Verso il mercato unico 574 Tassi di cambio e regimi di cambio 574 Dal Sistema Monetario Europeo allUnione Monetaria Europea 577 Il Sistema Monetario Europeo 577 Il trattato di Maastricht 579 La crisi dello SME 582 Le fasi di realizzazione dellUME 585 Tasso di cambio fisso e valuta unica 585 La teoria delle aree valutarie ottimali 586 Limportanza degli shock asimmetrici 589 L'ottimalit dellarea valutaria: ex-ante o ex-post? 590 Federalismo fiscale 591 Costi e benefici dellintegrazione 591

Appendice matematica 595 Glossario 602