Sei sulla pagina 1di 2

Problema 1 liceo scientifico PNI esame di stato 2009 pag.1 di 2

© Giancarlo Albricci2009

f

(

x

)

Per

=

 

 

la

f

'

(

x

1

)

Problema 1 punto 1

+

x

+

2

x

2!

+

derivata

=

 

 

1

+

x

+

si

2

x

2!

+

+

n

x

n !

e

 

x con n intero positivo e x

R

applica

la

+

x

n

1

(

n

)

1!

e

 

regola

x

 

1

+

x

del

+

2

x

2!

prodotto

+

+

n

x

n !

di

funzioni

n

e

x

x

=

e

n

!

x

PUNTO 2

massimi, minimi e limitazione con n dispari

e

si

riduce:

Se n è pari la derivata risulta negativa per x π 0 e si annulla in x = 0 dove ha un punto di flesso con

tangente orizzontale. La funzione è quindi decrescente nell’intervallo da a + • . I limiti agli

estremi dell’intervallo a causa della prevalenza dell’esponenziale e pochè n è pari sono:

lim

f

(

x

)

= +•

e

lim

f

(

x

)

= 0

Non ci sono dunque né massimi né minimi, né

x

x

+•

assoluti né relativi.

Se n è dispari la derivata risulta positiva per x < 0 , si annulla in x = 0 ed è negativa per x > 0 dove

ha un punto di massimo assoluto con tangente orizzontale e coordinate (0 ; 1). I limiti agli estremi

dell’intervallo a causa della prevalenza dell’esponenziale e pochè n è dispari sono:

C’è quindi un punto di massimo assoluto e non ci

sono punti di minimo né assoluti né relativi. L’ordinata del punto di massimo assoluto è 1, il che prova

che per n dispari vale la disequazione f (x) 1

lim

x

f

( )=

x

lim

x

+•

f

(

x

) = 0

e

x

R

PUNTO 3

La derivata prima è:

studio della funzione

g

(

x

)

=

 

1

+

x

+

2

x

2

e

 

x

g

'

(

x

)

=

2

x

2

e

x per quanto detto in precedenza la funzione è sempre

decrescente e ha un flesso a tangente orizzontale con coordinate (0 ; 1).

I limiti agli estremi sono:

lim

x

g

(

x

)

= +•

orizzontale di equazione y = 0 quando x

La derivata seconda è:

g

'' ( )

x

=

xe

x

+

e

lim

x

+•

g

(

x

) = 0

per cui la funzione ha un asintoto

+• . Non ci sono altri asintoti.

2

x

2

e

x

=

1 x

(x
2

e

2

2 x)

g''(x) > 0 in ( , 0)(2 , + • ) per cui la concavità è rivolta verso l’alto

g''(x)< 0 in (0 , 2) per cui la concavità è rivolta verso il basso

Ci sono dunque due punti di flesso con coordinate: (0 ; 1)

e

2

;

e 5  

2

Il grafico della funzione è riportato nella pagina seguente.

Problema 1 liceo scientifico PNI esame di stato 2009 pag.2 di 2

© Giancarlo Albricci2009

PUNTO 3

grafico della funzione

g

(

x

)

=

1

+

x

+

2

x

2

e

x

g ( x ) =     1 + x + 2 x 2

PUNTO 4

Calcolo dell’integrale

2

0

g(x) dx

L’interpretazione geometrica dell’integrale definito da calcolare è che corrisponde all’area sottesa dalla curva grafico della funzione e l’asse delle ascisse in corrispondenza dei due punti di flesso. In altre parole, è l’area della regione di piano compresa tra il grafico della funzione, l’asse delle ascisse, la retta di equazione x = 0 e la retta di equazione x = 2

Il calcolo dell’integrale (effettuato per parti) fornisce il seguente risultato:

2 2

0

=

g


(

x

)

3

dx

e

x

=

0

2

 

 

1

+

xe

x

x

2

x

+

2

2

x

e

2

 

e

x

x

2

dx

=

0

=

2

0

3

 

e

2

e

x

4

+

e

2

xe

x

+

2

x x

2

e

2

e

2

+

3

0

+

  

0

dx =

=

3

9

e

2