Sei sulla pagina 1di 117

abbaiare alla luna, al vento abbandonare il campo abbandonare il mondo abbandonare labito a briglie abbandonate averne abbastanza di qualcuno

o di qualcosa in abbondanza nuotare nellabbondanza essere sullorlo dellabisso prendere labito gettar labito alle ortiche labito non fa il monaco abortire un progetto aborto (di natura) non conta unacca; non sapere unacca di

affaticarsi invano a protestare, consigliare, comandare smettere di combattere, desistere dalla lotta morire; anche, entrare in un ordine religioso lasciare la vita ecclesiastica. a corsa sfrenata non poterne pi (anche assol.: ne ho a.!) pi del necessario. assol. ricchezza perdizione morale veste particolare che portano le persone investite di una dignit, spec. Ecclesiastica di sacerdote, religioso o seminarista che abbandona la vita religiosa secolarizzandosi lapparenza non indizio delle qualit interiori. non portare a compimento di persona dallaspetto ripugnante o deforme. Dal fatto che la lettera h in italiano non ha suono proprio, simbolo di assoluta mancanza o inconsistenza (nulla, niente), spec. in espressioni di giudizio o di constatazione nello sport: abbandonarsi a virtuosismi inutili. far rabbrividire, far venire la pelle doca guardare con tenerezza, compiacimento o anche desiderio. andarne in cerca a bella posta legare con la cavezza, incavezzare infiammato di un sentimento (con la prep. di) rustico e grosso (anche, di persona rozza o dai lineamenti sgraziati) termine di paragone o simbolo di robustezza, resistenza, tenacia simbolo di freddezza o insensibilit di persona molto magra stare molto stretti e pigiati fargli qualche danno, dispiacere o beffa. azione di fuoco dellartiglieria che precede e appoggia un attacco di fanteria o di carri armati.

fare dellaccademia far accapponare la pelle accarezzare con lo sguardo, con gli occhi accattare brighe accavezzare lasino alla mangiatoia essere acceso d'ira, d'amore, di passione fatto/ tagliato con laccetta forte come lacciaio; avere nervi dacciaio, una volont dacciaio sguardo dacciaio; ha il cuore come lacciaio essere unacciuga(scherz.) star come le acciuge accoccarla a qualcuno tiro di accompagnamento

accompagnare qualcuno con lo sguardo, con il pensiero accompagnare la porta accorciare la distanza accorciare le distanze

seguire seguirla con la mano, chiudendola, perch non sbatta nel pugilato, combattere a distanza pi ravvicinata nello sport, ridurre il distacco da un avversario nel punteggio della gara o della classifica nei rapporti sociali e gerarchici, tendere a mettersi e considerarsi alla pari, a superare barriere che ostacolano un dialogo paritario come forma di rimprovero, di larvata minaccia a chi si ostina a ignorare i buoni consigli riceverli del tutto incapace di formulare un discorso compiuto stare in ozio, essere inoperoso (lo stesso che scaldare i banchi). giovanili del vino che comincia a inacetire astenersi dal formulare un parere o dal prendere una posizione. ostilit maligna e stizzosa di chi simula quiete e sotto sotto lavora per riuscire nei suoi fini; estremamente palese provocare malintesi e contrasti s da poter pescare nel torbido (procacciarsi vantaggi illeciti profittando della confusione generale) fare o dire una cosa scontata essere in condizioni allarmantiunazienda che fa acqua da ogni parte) orinare (anche, scherz.: cambiare a. alle olive, al merlo, al canarino). acquazzone pioggia improvvisa e dirotta bagnarsi sotto la pioggia adesso viene il bello con moderazione, senza esagerare (per biasimare gli eccessi) il suo livello la direzione di una corrente superficie placida e tranquilla per mare o per fiume

accorciare le distanze

Te ne accorgerai!

accostare ai Sacramenti non sa (o non riesce ad) accozzare due parole acculattare le panche (scherz.) gli anni acerbi prendere daceto Non metterci n sale n aceto lacidit di una risposta, di una recensione. Le acque chete rovinano i ponti (proverbio) chiaro come lacqua intorbidare le acque

scoprire lacqua calda Fare acqua fare un po dacqua rovescio dacqua scossa dacqua prender lacqua, un po dacqua, un monte dacqua Eccoci allacqua! sintende acqua, non tempesta! il pelo dellacqua il filo dellacqua specchio dacqua andare per acqua

trovarsi, navigare in cattive acque mettere (o stare) a pane e acqua acqua in bocca! sentirsi venir lacqua (pi com. lacquolina) in bocca come bere un bicchier dacqua affogare in un bicchier dacqua aver lacqua alla gola

trovarsi in difficolt, spec. finanziarie senza altro cibo n bevanda (per punizione o per eccesso di parsimonia) esortazione scherzosa a tacere provar pungente desiderio di un cibo, di una leccornia di cosa facilissima smarrirsi di fronte a problemi facilissimi a risolversi essere in procinto di affogare, cio di rovinarsi, non aver pi un secondo da perdere fuori del proprio ambiente (con un senso accentuato di impaccio o addirittura di goffaggine) darsi da fare invano;

essere (o sentirsi) come un pesce fuor dacqua fare un buco nellacqua o pestar lacqua in un mortaio o tirar su lacqua con un paniere portar lacqua al mare assomigliarsi come due gocce dacqua il sangue non acqua

portar roba a chi ne ha, quindi: la. va al mare, la roba va a chi pi ne ha di persone o cose somigliantissime fra loro a proposito di persona paziente s, ma che alla fine si adira (anche, a proposito del fatto che non si pu ignorare il vincolo del sangue)

tirar lacqua al proprio mulino

fare il proprio interesse anche a svantaggio degli altri buttare acqua sul fuoco calmare, sedare frigger con lacqua lesinare acqua passata non macina pi quel che stato stato essere un acquaio di chi mangia di tutto con ingordigia essere come il diavolo e lacquasanta a proposito di persone o cose incompatibili. acquistare terreno prendere vantaggio in una corsa (fig., migliorare la propria posizione, diffondersi, a proposito di idee, movimenti sociali, politici, religiosi, ecc.) avvantaggiarsi o anche rinviare una decisione. di cibo che eccita lappetito (persona)al pensiero o alla vista di un cibo appetitoso trovarsi in stato di arretratezza procrastinarne o rallentarne lesecuzione venir meno ad un impegno assunto accomiatarsi farsi religioso

acquistare tempo far venire lacquolina in bocca sentirsi (avere) lacquolina in bocca Essere, restare addietro lasciare addietro un lavoro tirarsi addietro Dire addio dire addio al mondo

addirizzare la testa a qualcuno addirizzare le gambe ai cani Addormentare in piedi Addormentare nel Signore star bene addosso Avere molti anni addosso tagliare i panni addosso a qualcuno vivere addosso a qualcuno farsela addosso

Mettere per la buona strada, rimettere nel giusto, correggere imporsi compiti impossibili avere molto sonno morire cristianamente, in grazia di Dio. dellabito che vada a pennello essere vecchio sparlarne alle spalle sfruttarlo di chi si fa prendere dalla paura, dal panico o dallo scoraggiamento (propr., di bambini o malati che fanno i loro bisogni nei panni di cui sono vestiti). picchiarlo o, con altro senso, catturarlo

metter le mani addosso a qualcuno Stare addosso a qualcuno

dominarlo, opprimerlo, ma anche stimolarlo, sollecitarlo levarsi qualcuno daddosso liberarsene tirarsi addosso un guaio procacciarselo gli piovuta addosso quella disgrazia lo ha colpito inaspettatamente aver largento vivo addosso avere il diavolo addosso detto per lo pi di bambini che non riescono a stare un minuto fermi essere posseduto dal demonio (fig., essere di pessimo umore) essere sfortunatissimo

avere il malanno, la maledizione addosso fare afa dar noia, infastidire essere affamato di onori, di ricchezze Avido, bramoso

farsi gli affari propri

scherz. In crisi da astinenza dal sesso badare a s, non interessarsi ai fatti degli altri

non lho visto affatto; niente affatto per nulla afferrare loccasione affilare le armi affogare i dispiaceri nel vino affogare in un bicchier dacqua affogare nelloro bere o affogare cogliere il momento opportuno prepararsi alla lotta ubriacarsi per non pensare o per dimenticare. smarrirsi di fronte alla pi piccola difficolt avere molto denaro (pi com. nuotare nelloro) essere costretti a scegliere fra due condizioni o situazioni ugualmente spiacevoli o dolorose far fallire parlare di un argomento che procura molto dolore spingerlo a fondo, premerlo al massimo

affondare un progetto, un piano affondare il coltello nella piaga affondare lacceleratore

affondare le radici affondare un pugno

avere le proprie origini nel pugilato, colpire con particolare violenza.

affondare i piedi nel fango; spingere dentro, far penetrare, immergere, affondare la vanga nella terra; sprofondare affondare i denti nella carne; gli alberi affondano le radici nel terreno lascialo perdere quellaggeggio! fare aggio ora ti aggiusto io! aggiustare uno per le feste fare un aggravio essere di aggravio a qualcuno Infilar gli aghi al buio cercare un ago in un pagliaio dare un ago per avere un palo menare il can per laia tirare laiolo prendere un brutto aire spiegare le ali raccogliersi sotto le ali di qualcuno Persona che non d nessun affidamento per la sua inettitudine o volubilit essere calcolato di pi (anche fig., avere maggior potere o prestigio). conciare in malo modo, anche in espressioni di minaccia scherzosa conciarlo per le feste. offesa, danno incomodo parlare di cose che non si conoscono tentare una cosa impossibile, o anche affaticarsi inutilmente dare, concedere poco per ricevere molto in cambio rimandare continuamente una conclusione o una decisione esalare lultimo respiro, morire una brutta piega muovere ad unardita impresa sotto la sua protezione (dal fatto che i pulcini in caso di pericolo si raccolgono sotto le ali della chioccia) con allusione al rapido propagarsi della fama, diffondersi, dominare acquistare autonomia, sicurezza soffocare in qualcuno il libero sviluppo delle sue doti e dei suoi mezzi correre a perdifiato principio, inizio dal principio alla fine a menadito il controllo di quel che si dice confortare, consolare, rasserenare, tranquillizzare spendere o regalare con prodigalit spendere troppo in ansia, timore, apprensione esclamazione o canto di gioia, acclamazione vecchissimo lasciare pi libert a qualcuno dare prova di generosit fare del bene a chi poi ci render del male.

battere le ali mettere le ali tarpare le ali aver le ali ai piedi lalba del secolo, della vita. dallalfa allomega sapere qualcosa come lalfabeto perder lalfabeto allargare il cuore allargare la mano allargare nelle spese mettersi in allarme gli alleluia della folla esultante vecchio quanto lalleluia allentare il freno allentare i cordoni della borsa allevarsi la serpe in seno

restare, rimanere come un allocco gli alloro di qualcuno allungare gli orecchi allungare il collo allungare la mano allungare le mani andare allaltare condurre allaltare mettere sugli altari avere un po dalterazione a giorni alterni altezza danimo essere allaltezza della situazione andare a testa alta tenere alto il morale Fare alto e basso aver la testa altrove alzare alle stelle alzare gli occhi al cielo alzare i bicchieri alzare il gomito alzare i tacchi alzare la cresta alzare le mani alzare le spalle alzare le vele Non alzare un dito restar con la bocca amara dopo il dolce vien lamaro c della. fra loro parlare senza tante ambagi lasciare il trotto per lambiadura un'enciclopedia ambulante un tipo ameno Allamericana partenza allamericana

intontito, instupidito le sue vittorie, i suoi trionfi protendersi nellascolto, origliare essere costretto a unattesa eccessiva chiedere la carit, lelemosina cercare di impossessarsi di qualcosa, rubare del sacerdote che va a celebrare la Messa, o che celebra la sua prima Messa prendere in moglie, sposare onorare esageratamente qualche linea di febbre un giorno s e uno no magnanimit saperne valutare la gravit, affrontando e risolvendo le difficolt che presenta sicuro della propria onorabilit infondere coraggio, fiducia in un luogo, spadroneggiarvi pensare ad altro esaltare senza misura, incensare, osannare manifestare sollievo oppure sofferenza, fastidio, rassegnazione brindare bere eccessivamente, ubriacarsi andarsene rapidamente, svignarsela insuperbirsi fare atto di arrendersi, oppure percuotere, picchiare dimostrare noncuranza e quasi disprezzo salpare non fare niente rimanere scontento, deluso, disgustato dispiacere, amarezza del rancore con risoluta chiarezza il certo per lincerto (scherz.)di persona molto erudita strano, bizzarro secondo il costume americano quella tipica delle gare atletiche di velocit, in cui latleta, piegato sulle gambe e con le mani a terra e il corpo proteso in avanti, sfrutta la spinta iniziale di tutti e quattro gli arti (com., partenza molto veloce) stile di salto in alto con scavalcamento dorsale dellasticella desistere da unimpresa affascinare, sedurre

salto allamericana ammainare le vele quella donna lo ha ammaliato; fu ammaliato dalla sua bellezza.

portare il cervello allammasso

aderire supinamente a unidea, a un partito, o seguire incondizionatamente le altrui direttive. impegnarsi in qualcosa per non stare senza far nulla, per non annoiarsi di chi non fa del male a nessuno ingiuria romanesca equivalente a va al diavolo. ridurre una persona in gravi condizioni colpendola ripetutamente stancare molto, estenuare, sfiancare, sfinire, stremare, stroncare affaticarsi eccessivamente, sfacchinare fino a perdere la salute riconoscerlo e ripararlo pentirsene per bene, savio, prudente darsi da fare senza costrutto n risultati. non utilizzarlo, non ricavarne alcun vantaggio.

ammazzare il tempo, la noia non ammazzerebbe una mosca Va a mori ammazzato! ammazzare qualcuno di botte, di pugni questo caldo mi ammazza ammazzarsi di fatica, di lavoro fare ammenda di un fallo fare ammenda dei propri peccati un ragazzo ammodo fare ammoina tenere qualcosa ad ammuffire per amor (o per lamor) di Dio

gratis, o (come inter.), in nome di Dio, ma anche per esprimere vivace impazienza o consiglio accorato damor e daccordo in perfetta armonia far lanacoreta (o vita da anacoreta) vivere solitario, appartato da tutti, rifuggire da qualsiasi contatto coi propri simili. camminare come unanatra, parere di chi cammina con i piedi in fuori dimenando i unanatra fianchi brutto anatroccolo di adolescente goffo e complessato che porti tuttavia le premesse del proprio futuro sbocciare (come il piccolo cigno dellomonima favola dello scrittore danese H. Ch. Andersen, 1805-1875). anda e rianda andare a fondo andare in fondo, fino in fondo andare a male andare a monte andare a Patrasso stancante ripetizione di progetto, attivit, ecc., fallire, fare fiasco continuare unindagine fino a scoprire tutte le responsabilit e i ruoli di generi alimentari, avariarsi, guastarsi di gioco o di altra attivit, venire annullato, sfumare (pop.)morire; finire male, andare in malora (alterazione scherzosa o eufemistica dellespressione biblica ire ad patres raggiungere gli antenati, cio morire, accostato al nome della citt greca di Patrasso) di imbarcazione, essere trascinata passivamente dalla corrente; fig., subire gli eventi senza reagire sposarsi

andare alla deriva

andare allaltare

andare addosso andare attorno andare a zonzo andare a tempo andare di (o per) traverso andare dentro andare diritto andare in bianco

andare per i fatti propri andare a donne andare a puttane andare a nozze andare liscio Va da s andare con i piedi di piombo andare alle stelle ma sei proprio andato! fare da anello di congiunzione essere in un mare di angustie darsi anima e corpo a qualcuno (o a qualcosa) anime gemelle regger lanima coi denti dar lanima per qualcosa volto senzanima

urtare, investire qualcuno o qualcosa girovagare, girare girovagare senza una meta precisa in musica, tenere il ritmo indicato di cibi, rimanere nella gola finire in prigione, essere incarcerato operare con decisione verso uno scopo non riuscire in qualcosa (con un senso di amara delusione o di scorno); fallire in un approccio o in un rapporto sessuale occuparsi solo dei propri affari cercare di avere facili avventure amorose frequentare le prostitute; fig., di progetto, attivit, ecc., finire male, fallire trarre grande piacere o soddisfazione da qualcosa, gradirla moltissimo procedere senza ostacoli o difficolt ovvio, chiaro, evidente procedere con cautela e attenzione salire notevolmente, crescere moltissimo, spec. di un prezzo ammattito, fuori di testa fare da intermediario dolorosa costrizione psicologica dovuta a cause esterne abbandonarvisi ciecamente o dedicarvisi completamente di due persone che vivono in perfetta armonia

tenersi in vita come per miracolo dare anche la vita per ottenerla senza espressione; dellartista che infonde vita, forza, sentimento nelle proprie opere volersi un bene dellanima amarsi intensamente gli occhi sono lo specchio dellanima dei sentimenti intimi sudar lanima romper lanima avere sullanima qualcosa raccomandarsi lanima a Dio morte dellanima dannarsi lanima o dare lanima al diavolo anima dannata non cera anima viva essere un animale toccare lanimo mettersi lanimo in pace star con lanimo sospeso, fare una gran fatica seccare, infastidire oltre ogni limite esserne o sentirsene colpevole sentirsi prossimo alla morte lo stato di peccato morire in stato di peccato (fig., mettercela tutta nel far qualcosa: si dannato la. pur di riuscire) malvagio nessuno di persona stupida, ignorante, rozza. commuovere rassegnarsi in ansiosa incertezza

di buon animo di mal animo perdersi danimo su ragazzi, animo! annaspare la vista annegare i dispiaceri nel vino annegare in un mare di guai annodare unamicizia; annodare una relazione sentimentale con una collega di lavoro. annusare il pericolo; annusare un imbroglio il vino gli annuvola il cervello dare ansa a commenti malevoli. essere, stare in ansia drizzare le antenne, stare con le antenne ritte fare due ore di anticamera capire lantifona stare, abitare agli antipodi essere agli antipodi da antologia morire anzitempo rimanere a bocca aperta

volentieri controvoglia scoraggiarsi coraggio! forza! confonderla, offuscarla ubriacarsi per dimenticare sprofondare stringere rapporti umani, allacciare

tenere gli occhi aperti a cuore aperto a viso aperto

essere allapice della felicit, della potenza visione apocalittica; uno spettacolo terribile, atroce, catastrofico apocalittico essere allapogeo del successo, della punto o momento culminante, apice felicit. mangiare a tavola apparecchiata di chi vive in famiglia senza contribuire alle spese per il proprio mantenimento. fare una vita appartata proprio di chi vive in solitudine, senza la compagnia di altri appendere qualcuno alla forca impiccarlo appendere il cappello al chiodo sposarsi convenientemente, sistemarsi. appendere la bicicletta, i guantoni (al abbandonare il ciclismo, il pugilato chiodo) appendersi a una sbarra afferrarsi con le mani a un sostegno, attaccarsi scansare uno come un appestato appiasticciare le parole appizzare gli orecchi evitarlo di proposito e con ogni mezzo. pronunciarle molto confusamente ascoltare con attenzione

intuire, captare, percepire, presagire, presentire, subodorare offuscare, annebbiare appiglio, spunto, pretesto preoccupazione persistente mettersi sullavviso, prestare particolare attenzione a certe notizie che vengono date o ai discorsi che si fanno intorno. luogo di attesa o addirittura di attesa Il senso, pi o meno coperto, di un discorso in un luogo molto distante o periferico pensarla in modo totalmente opposto. esemplare, perfetto prematuramente rimanere stupito, meravigliato, attonito, o avere unimprovvisa incertezza o amnesia nelliniziare un discorso stare in guardia con sincerit senza reticenze n simulazioni, oppure con fermezza, decisione, coraggio colmo, punto o momento culminante

appoggiare la voce (sopra una parola elevarne il tono o sillaba) andare appresso a una persona starle sempre dintorno, spec. per corteggiarla o adularla appuntare gli occhi, lo sguardo su guardarli fissamente qualcuno o qualcosa laprile degli anni, della vita (poet.) la giovinezza aprire nuove vie al commercio offirgli nuovi sbocchi, nuove possibilit di sviluppo e di espansione aprire gli occhi stare bene attento, stare in guardia, oppure capire la realt di una situazione, disingannarsi, ricredersi) aprire gli orecchi per meglio udire o prestare attenzione non essere unaquila di persona di mediocre intelligenza; con riferimento alla vista, che in antico si credette capace di sostenere i raggi del sole arare il mare o in riva al mare compiere una fatica inutile (in quanto lalta marea cancellerebbe qualsiasi solco fatto sulla riva). arbitro delleleganza, della moda questa casa unarca di No. archiviare un problema, un affare nellarco di due mesi ha subto ben tre operazioni arco della vita, arco degli anni aveva gli occhi ardenti per la febbre un amore ardente, una passione ardente con gli argani dargento nozze dargento Avere gli occhi dArgo aver paura dellaria campare, vivere daria aria fritta persona che stabilisce i criteri del gusto ambiente pieno di confusione e di disordine accantonare definitivamente spazio di tempo circoscritto la parabola dellet delluomo Infiammato, arrossato (per la fatica, lemozione, ecc.); luccicante di manifestazione affettiva di sentimento, ecc., appassionato, intenso con molto sforzo, con difficolt bianco o lucente come largento, argenteo il venticinquesimo anniversario del matrimonio di persona cui nulla sfugge nel sorvegliare o vigilare temere di tutto e di tutti, stare sempre in apprensione mangiare pochissimo greve, pesante (fig.: aria fritta, a proposito di cose risapute, luoghi comuni, ecc.) n troppo in basso n troppo in alto (fig., come loc. attr., reticente, evasivo, indeciso: promesse a mezza) svagatamente, distrattamente supino, con un senso di rilassatezza o di ozio soddisfatto

a mezzaria

camminare col naso in aria stare a pancia allaria

mandare a gambe allaria andare a gambe allaria mandare allaria qualcosa andare allaria buttare allaria far castelli in aria c qualcosa nellaria discorsi, parole campate in aria darsi delle arie prenderla ariosa impugnare le armi, affilare le armi passare per le armi dare unarma in mano a qualcuno, levargli larma di mano

far cadere (con un vistoso capitombolo) cadere allimprovviso, spec. allindietro rinunziarvi o addirittura impedirne il compimento non aver pi luogo, n effetto mettere sossopra, in disordine fantasticare, vagheggiare cose impossibili si annuncia qualche mutamento importante senza fondamento darsi importanza di chi trattando un argomento lo prende molto da lontano prepararsi alla lotta far giustizia sommaria di qualcuno dargli, o precludergli, la possibilit di nuocere

correre alle armi prepararsi al combattimento venire alle armi a battaglia mettere in arma un paese, un popolo incitarlo alla guerra persona arpia arrampicarsi sugli specchi persona avida e malevola; donna brutta e cattiva tentare di dire o di fare cose difficili o impossibili, ricorrendo a espedienti o trucchi carrierista ambizioso e privo di scrupoli. malmenare, conciare per le feste ritrarlo per stizza, fastidio, disgusto o disprezzo. rabbrividire per lorrore, lo spavento, il ribrezzo. conseguimento di un fine, successo definitivo molta apparenza e poca sostanza sbagliarsi, confondersi, fare un pasticcio. digrignarli pronunciarla come erre moscia (o anche, al contrario, pronunciarla molto marcata) parlare male di qualcuno pronunciarle fra i denti, minacciosamente. di persona, arrabbiarsi, irritarsi far si che una faccenda si complichi e si imbrogli.

arrampicatore sociale ora ti arrangio io! arricciare il naso sentirsi arricciare i peli, i capelli punto darrivo pi fumo che arrosto, molto fumo e poco arrosto fare un arrosto arrotare i denti arrotare la erre arrotare la lingua arrotare le parole arruffare il pelo arruffare la matassa arruffare una questione

Complicare, confondere, imbrogliare, ingarbugliare mettersi a unarte, esercitare unarte intraprendere, fare un determinato mestiere

essere dellarte

esperto o competente nellambito di un mestiere o di una professione fatto, eseguito a regola darte in modo tecnicamente corretto impara larte e mettila da parte nella vita ogni esperienza o conoscenza pu sempre tornare utile non avere n arte n parte essere incapace di un lavoro qualificato, oppure non avere unoccupazione in grado di fornire mezzi sicuri di sussistenza larte di Michelaccio (mangiare, bere, l'ozio andare a spasso) sei proprio un bellarticolo di persona, col sign. di tipo e simili fatto con lascia di lavoro rozzo e appena sgrossato; anche, di persona sgraziata o goffa. a occhi asciutti, a ciglia asciutte senza piangere, senza commuoversi a piedi asciutti senza bagnarsi a bocca asciutta, a denti asciutti restare a bocca a., rimanere deluso, a mani vuote essere, rimanere allasciutto senza un soldo, in bolletta, al verde; nel calcio, senza aver realizzato da tempo una rete.

essere un asino; comportarsi da di persona rozza e ignorante asino; essere un asino calzato e vestito; duro, testardo come un asino qui casca lasino qui lostacolo, la difficolt credere, far credere che un asino voli cose impossibili far come lasino del pentolaio far come lasino che porta il vino e beve lacqua lavar la testa allasino legar lasino dove vuole il padrone fermarsi a tutti gli usci lavorare lasciandosi sfruttare

darsi da fare senza frutto eseguire passivamente gli ordini, pur di non aver fastidi raglio dasino non giunse mai in cielo le proteste o le imprecazioni di un ignorante sono prive di efficacia rilasciare o dare un assegno in fidarsi ciecamente di qualcuno, o esporsi a un bianco gravissimo rischio avere lasso nella manica disporre di mezzi sicuri di riuscita non ha un atomo di cervello quantit minima e appena consistente occhio, sguardo, volto atono privo d'espressione avere un atout, dei buoni atout disporre di ottimi mezzi o argomenti, avere buone probabilit di successo. attaccare (un) bottone trattenere, seccare qualcuno con chiacchiere frivole o noiose, oppure iniziare a parlare con lui per tentare un approccio attaccare la bicicletta, la racchetta, i ritirarsi definitivamente dallattivit sportiva guantoni, gli scarpini al chiodo simboleggiata dai relativi strumenti (ciclismo, tennis, pugilato, calcio) attaccare il cappello al chiodo sistemarsi, accasarsi convenientemente. essere in (dolce) attesa aspettare un bambino, essere incinta

un attimino in un attimo un attimo mettere, porre, tradurre in atto fare atto di presenza

appena un po in un batter docchio un poco effettuare, concretare, realizzare, attuare presentarsi per un momento in un luogo (vuol dire che lidea di presenza riassume o sostituisce quella di azione, partecipazione) proprio nel momento (fu sorpreso nella. di rubare) quando si tratta di passare dal dire al fare atmosfera la fanciullezza. perdere loccasione propizia al primo posto, in posizione notevolmente avanzata, progredita. recarsi di persona o mandare a rendersi conto di qualcosa o delle intenzioni di qualcuno campare alla meglio, vivere pi o meno stentatamente provvedervi da solo prendere una iniziativa, affermarsi (talvolta con mezzi illeciti) in brevissimo tempo, in un lampo benissimo, a memoria essere di umore nero, capriccioso essere nervoso, irritato non sopportare qualcosa o qualcuno, non poterlo soffrire essere stufo di qualcosa o qualcuno, non sopportarlo pi

nellatto, sullatto all'atto pratico unaura di serenit, di mistero laurora della civilt; laurpra della vita perdere lautobus essere all' avanguardia andare, mandare in avanscoperta

andare, tirare avanti tirare o mandare avanti la casa, la famiglia, lazienda farsi avanti in men di unave sapere qualcosa come lavemmaria avere le lune avere un diavolo per capello avere sullo stomaco averne le tasche piene, le scatole piene (o, volg., le palle piene)

avere a che fare(con) avere un rapporto con qualcuno parole avvelenate; animo avvelenato astioso, rabbioso, rancoroso avere il dente avvelenato contro (o con) qualcuno per lavvenire, nellavvenire, in avvenire metter sullavviso star sullavviso azzeccare una risposta non ne azzecca una principe azzurro portargli profondo rancore, non perdere occasione per dirne male o criticarlo nel futuro, da oggi in poi attenzione, allarme (in guardia) allerta, bene attento cogliere nel segno, indovinare di chi fa tutto a rovescio o fallisce costantemente nei suoi scopi lo sposo ideale sognato dalle fanciulle

cose che non hanno n babbo n mamma a babbo morto

prive di fondamento a proposito di prestiti che i figli contraggono con limpegno di restituire il dovuto alla morte del padre (anche, pi generic., a proposito di compera a debito); oggi, in Toscana, quasi esclusivamente nel senso di indolente o svogliato avere idee bislacche, assurde, senza senso far parlare di s, suscitare scalpore farne una pubblicit vistosa ed esagerata (favorevole o sfavorevole)

avere il cervello becato, la mente becata far baccano far baccano per qualcuno o qualcosa (o intorno a qualcuno o qualcosa) essere il padrone del baccellaio gli amici di Bacco gli effetti di Bacco baciarsi i gomiti

essere a capo di tutto gli ubriaconi lubriachezza essere al colmo della soddisfazione e della contentezza baciare la polvere ritrovarsi sopraffatto e umiliato baciare la terra dove uno passa per significare deferenza verso di lui e riconoscimento della propria inferiorit Bacio le mani! formula di ossequio semifeudale, ancora in uso nellItalia meridionale (spec. in Sicilia) essere baciato dalla fortuna essere molto fortunato far la badessa di donna che si d arie di superiorit sembrare, parere una badessa di donna prosperosa coi baffi coi fiocchi, eccellente un pranzo coi baffi; cosa da leccarsi i squisita, molto appetitosa baffi un uomo con tanto di baffi notevole, particolarmente in gamba ridere (o ridersela) sotto i baffi tra s, maliziosamente mi fai un baffo me ne infischio bagnarsi la bocca, la gola (scherz.: bere, spec. vino o alcolici bagnarsi il becco) bagnarsi le mani di sangue commettere un omicidio, rendersi responsabile di un crimine gravissimo sembrare un pulcino bagnato comportarsi con impaccio e timidezza, quasi vergognandosi Se non zuppa pan bagnato di cose che si equivalgono in modo evidente. piovere sul bagnato essere tra baiante e ferrante non valere un baiocco in un baleno tenere a balia di cose (favorevoli o sfavorevoli) che capitano a chi gi ne ha abbastanza. fra due parti di egual forza. non valere nulla in men che non si dica, in un attimo. di chi manda in lungo lesecuzione di un progetto o di un lavoro

far da balia a qualcuno

aiutarlo, seguirlo, proteggerlo, specialmente agli inizi di unattivit o professione frase risentita di richiamo allordine a chi si prende troppe confidenze aver indosso un vestito che rende goffo fandonia, frottola esultare, gioire imporgli la propria volont o i propri capricci adesso viene il bello, eccoci al punto in brevissimo tempo, in quattro e quattrotto, in men che non si dica eufemismi per indicare raduni erotici, con lintervento rispettivamente di eterosessuali e omosessuali giovanissimi in campo, in discussione (riferito a cose o persone) essere in questione anche, trovarsi impegnato in un affare senza potersi pi tirare indietro non stare un momento fermo rovesciarsi, ribaltarsi sei ammattito? attendere il momento opportuno sfruttare abilmente loccasione favorevole in modo rapido e inatteso in contanti e senza tirare sul prezzo tener testa monopolizzare lattenzione vincere il tetto massimo di cui dispone il banco. cambiare opinione o partito disertare prenderne possesso fare il doppio gioco; nello sport: gol, punto della b., lunico segnato da una squadra che ha subto una sconfitta, spec. se con uno scarto notevole

non siamo stati a balia insieme parere una balla di cenci non raccontar balle ballare dalla gioia far ballare qualcuno Ora si balla! fare una cosa in un balletto (o in quattro balletti) Balletti rosa, balletti verdi

tirare, mettere in ballo essere in ballo in ballo la mia reputazione avere il ballo di san Vito dar balta; dar di balta tha dato di balta il cervello? aspettare la palla al balzo cogliere la palla al balzo di un balzo pagare come un banco tener banco contro tutti tener banco far saltare il banco mutar bandiera abbandonare la bandiera piantare la bandiera in un luogo stare, militare sotto due bandiere

bandire la croce addosso a qualcuno eccitargli tutti contro, quasi predicare una crociata contro di lui. bando alle chiacchiere, bando agli vivaci inviti al realismo e alla praticit scrupoli cercare, trovare (o non trovare) il il mezzo per superare una difficolt bandolo (della matassa) avere un piede nella bara esser prossimo a morire piantar baracca e burattini piantare in asso ogni cosa fare la barba dallimmagine della rasatura, a proposito di un attrito leggerissimo e fuggevole

mangiare alla barba di qualcuno servire uno di barba e capelli far venire la barba mettere le barbe una barcata di soldi a barcate essere, sembrare un barile a barrocciate pigliare in barzelletta a base di di base volare basso colpo basso essere in acque basse scendere, cadere in basso guardare dallalto in basso gli alti e bassi della vita bastare a s stesso mi basta lanimo (o il cuore) di portare il basto da basto e da sella sembrare un cane bastonato mettere il bastone tra le ruote a qualcuno non temere il bastone usare il bastone e la carota

a sue spese (con un senso di sfruttamento o di rivalsa) conciarlo per le feste annoiare stabilirsi in un luogo gran quantit in grande quantit di persona grassa e tozza in gran quantit non prendere sul serio a proposito di una preparazione o di un trattamento essenziale, fondamentale comportarsi o esprimersi in maniera meschina e volgare colpo, tiro mancino, dato a tradimento a corto di quattrini per indicare degrado morale o civile con aria di sprezzante superiorit o dindifferenza le alterne vicende essere economicamente indipendente sono capace di, ho il coraggio di accollarsi le incombenze pi noiose e pesanti di persona in grado di svolgere le pi diverse mansioni avere unaria afflitta, avvilita, mortificata creargli ostacoli il castigo usare forza e blandizie insieme per costringere qualcuno a fare quello che si desidera ambiente in cui regnano un disordine o una confusione indescrivibili cessare unattivit scappare, svignarsela chiedere denaro andare avanti svogliatamente approfittare delle circostanze favorevoli per ottenere quanto si desidera fare chiassosa pubblicit, dare grande diffusione a una notizia esprimere un forte disappunto o dispiacere per un errore irreparabile non sapere a chi n dove rivolgersi o a quale partito appigliarsi trovarsi improvvisamente davanti qualcuno o qualcosa

campo di battaglia chiudere i battenti Battersela battere cassa battere la fiacca battere il ferro finch caldo battere la grancassa battere il capo (o la testa) nel muro Non sapere dove battere il capo battere il naso

in un batter docchio non battere ciglio battere le ali battere i tacchi battere la strada del vizio battere il marciapiede

in un attimo rimanere impassibile volare mettersi sullattenti darsi al vizio esercitare la prostituzione per strada, prostituirsi

far battere il cuore mettere in apprensione o fare innamorare scoprire le proprie batterie rivelare le proprie intenzioni essere stato battezzato di domenica essere uno sciocco (perch il sale, necessario alla cerimonia, la domenica non si vendeva) in un battibaleno far da battistrada a qualcuno in un attimo, in un batter docchio precederlo facendogli da guida o preannunziandone larrivo; anche, agevolarlo, favorirlo (spesso con senso ironico) porgere la massima attenzione agli inizi di bambino paffuto e grazioso essere fuori di s per lira togliere la libert di parola, impedire di esprimere la propria opinione prendere in giro di chi di solito si trova sempre circondato da donne (in famiglia, sul lavoro, ecc.) bene in carne tacere rimanere escluso dal godimento di qualcosa. neanche un soldo per ornamento (senzaltra giustificazione) per indicare quantit notevole, straordinaria per esprimere singolarit che colpisce piacevolmente la vista ed eccita il gusto concludere (un discorso, unopera, unattivit) in modo degno di memoria spassarsela con calma e tranquillit, lemme lemme, piano piano arrangiandosi in qualche modo morire sullistante non accorgersi di nulla comincia a capire andare o mandare al diavolo energie psicofisiche

non perdere una battuta essere alle prime battute (o pare) un batuffolo avere la bava alla bocca mettere il bavaglio prendere per il bavero beato tra le donne grasso come un beccafico tenere il becco chiuso restare a becco asciutto non avere il becco di un quattrino per bellezza la bellezza di che bellezza di finire in bellezza darsi al bel tempo bel bello alla belle meglio fare un salto e un belo aver la benda agli occhi gli caduta la benda dagli occhi andare o mandare a farsi benedire rimanere senza benzina

bere avidamente le parole di qualcuno bere con gli occhi bere il calice fino alla feccia bere il sangue a qualcuno come bere un bicchier dacqua berle grosse bersela bersi il cervello

seguirle con grande attenzione, lasciarsene conquistare fissare intensamente e a lungo, quasi con volutt sopportare il dolore fino in fondo, con rassegnazione sfruttarlo disumanamente di cosa facilissima essere credulone credere a una fandonia comportarsi in modo insensato, rimbecillire (non necessariamente per abuso di alcolici).

O bere o affogare fare berlicche e berlocche mettere alla berlina o in berlina avere il bernoccolo della musica

non avere unalternativa essere volubile, mancare di parola esporre allo scherno generale spiccata inclinazione naturale per unarte, una disciplina, unattivit alla bersagliera con slancio e spavalderia far la bertuccia imitare goffamente, scimmiottare darsi alla bertuccia arrabbiarsi dire lorazione delle bertuccia borbottare, bestemmiare fra i denti. entrare, essere nel bertuello (o in un Impiccio, imbroglio bertuello) vivere, mangiare, dormire come le in condizioni di grande avvilimento o di abiezione bestie fisica o morale lavorare, sudare come una bestia piegandosi alle pi dure fatiche materiali morire da bestia (o come le bestia) brutta bestia divenire una bestia avere le virt della betonica conosciuto pi della betonica far venire i capelli bianchi a qualcuno andare in bianco distinguere il bianco dal nero non distinguere il bianco dal nero far nero il bianco e bianco il nero dire bianco oggi e domani nero guardare nel bianco degli occhi mettere nero su bianco idee in bianco e nero di punto in bianco biblioteca ambulante o vivente affogare in un bicchiere dacqua senza i conforti della religione cosa pessima arrabbiarsi oltre misura avere molte buone qualit di persona o cosa molto conosciuta dandogli preoccupazioni o dispiaceri a non finire fallire in un tentativo il vero dal falso non capir nulla, essere ottuso, ignorante alterare la verit, invertire il vero significato delle cose contraddirsi in continuazione fissare intensamente (e per lo pi con intenzione ostile) una persona mettere per scritto chiare e distinte dun tratto, improvvisamente. persona eruditissima non riuscire a superare la minima difficolt.

pesare qualcosa con la bilancia

sottoporre ad attento esame ai fini di una scelta o di una decisione fare il bilancio della propria vita, Il confronto fra gli aspetti positivi e negativi di della situazione unattivit crepare dalla bile rodersi di rabbia essere verde dalla bile essere al colmo dellira o dellinvidia liscio come un biliardo di superficie completamente piana calvo come una palla da biliardo senza neppure un capello essere, trovarsi su un binario morto senza possibilit di proseguire nellassunto intrapreso fare bingo ottenere un risultato sperato, avere un colpo di fortuna. una birba ragazzo vivace, furbo ma impertinente (correre)a tutta birra a grande velocit con risultati brillanti avere ancora della birra in corpo risorse, forze da spendere dare la birra a qualcuno batterlo nettamente farci la birra non sapere cosa fare di qualcosa essere a un bivio nella necessit di dover fare una scelta decisiva a bizzeffe avere (o prendersi) una fifa blu essere al giro di boa restare a bocca asciutta restare, rimanere a bocca aperta a bocca piena levarsi il pan di bocca storcere la bocca avere la bocca cattiva lasciar la bocca dolce lasciare qualcuno a bocca dolce far la bocca a qualcosa di bocca caffa di bocca buona stare a bocca chiusa con la bocca e non col cuore far sapere qualcosa per bocca di qualcuno aver sempre in bocca qualcuno o qualcosa essere sulla bocca di tutti non aver n bocca n orecchi chiudere la bocca a qualcuno passar di bocca in bocca largo di bocca in quantit sovrabbondante spaventarsi a morte alla met di un lavoro, quindi a un momento di verifica, a una svolta decisiva rimanere privo di qualcosa, quindi deluso immobile, per stupore o ammirazione di chi ha ancora il boccone in bocca fare sacrifici per qualcuno per dimostrare che qualcosa non gradito per cattiva digestione di cibi ingeriti con soddisfazione lasciarlo soddisfatto considerarla quasi gi conseguita o realizzata di gusti difficili di chi mangia di tutto (fig., di chi si accontenta facilmente) in silenzio a parole ma senza sentimento per mezzo di altre persone non stancarsi mai di parlarne oggetto dei discorsi o delle chiacchiere della gente rifiutarsi di parlare e di ascoltare farlo tacere, con qualsiasi mezzo (anche violento) di notizia che circola sboccato (ma di bocca larga-avido)

lasciarsi sfuggire qualcosa di bocca mettere bocca in qualcosa venire alla bocca acqua in bocca!

dire cosa che non si dovrebbe intromettervisi senza esserne richiesti venir detto spontaneamente invito al silenzio e alla complicit (dal consiglio, dato a una donna linguacciuta, e moglie dun uomo manesco, dempirsi dacqua la bocca, quando il marito sarrabbiava). a situazione chiara e definita giovane attraente e desiderabile privarsi del necessario per aiutare qualcuno dargli poco da mangiare per avarizia umiliazione, grave dispiacere o disappunto annientarlo con la propria superiorit di forze o di merito a pi riprese e irregolarmente poco e in fretta avere appena finito di mangiare infamato, disonorato focoso, impulsivo, passionale senza quattrini, al verde ci che si sta preparando pi o meno segretamente di persona di temperamento impulsivo o presa da una violenta passione, o anche che nel vigore delle forze provocare una pericolosa tensione notizia inattesa e sensazionale riprendere il filo principale del discorso dopo una divagazione quello esercitato negativamente da una campagna pubblicitaria sullazienda committente. chiasso, baccano cambiare argomento, recedere, svignarsela del gran mondo che ha una ricca e importante clientela trattenervisi a lungo (ospite non troppo gradito) secondarlo, dargli mano (spec. in azioni poco pulite) rabbrividisco, raccapriccio spaventose, raccapriccianti aver molti quattrini far quattrini spendere con liberalit pagare in contanti

a bocce ferme che bocconcino levarsi il boccone di bocca contare i bocconi a qualcuno boccone amaro mangiarsi qualcuno in un boccone fare una cosa a pezzi e bocconi mangiare un boccone avere ancora il boccone in gola, col boccone in gola restare bollato a vita avere il sangue bollente essere in bolletta quello che bolle in pentola il sangue gli bolle nelle vene

innescare una bomba una notizia bomba tornare a bomba effetto boomerang

finitela di far bordello! virare di bordo gente dalto bordo prostituta dalto bordo piantare il bordone in qualche posto tener bordone a qualcuno mi (ti, ecc.) vengono i bordoni cose da far venire i bordoni! aver la borsa piena (o gonfia) empirsi la borsa aprire, sciogliere, allargare la borsa metter mano alla borsa

tener la borsa stretta o la borsa o la vita! borsaro nero

essere spilorcio tradizionale ingiunzione minacciosa di briganti e grassatori chi esercita il mercato clandestino di generi contingentati in tempi di scarsit o di carestia di preparazioni gastronomiche cucinate con laggiunta di funghi far perdere le proprie tracce, rendersi irreperibile, spec. per sfuggire alla giustizia di persona che sa adattarsi a tutte le situazioni o ai mestieri pi diversi l per l, sotto limpressione dellaccaduto insistere, perseverare manifestazione inattesa, intensa e sconcertante non prendere posizione netta al sicuro di chi cerca di ottenere vantaggi tra loro contrastanti, o senza spesa per lodare o consolare persone di piccola statura per scusare un risultato poco soddisfacente, che tuttavia il massimo per le capacit e possibilit di chi lha ottenuto i calzoni sbottonati di colpo, improvvisamente, immediatamente

alla boscaiola rendersi, essere uccel di bosco essere da bosco e da riviera a botta calda tener botta una botta di vita dare un colpo al cerchio e uno alla botte essere in una botte di ferro volere la botte piena e la moglie ubriaca nelle botte piccine sta il vino buono ogni botte d il vino che ha

avere la bottega aperta di botto in un botto attaccare un bottone a qualcuno

tutta un tratto, in un sol colpo trattenerlo a lungo parlando per lo pi di cose futili, banali e noiose far bozzo disonorare, avvilire chiudersi nel proprio bozzolo appartarsi, disinteressarsi di ci che avviene allintorno calare (o calarsi) le brache cedere o sottomettersi per paura, per conformismo o opportunismo gli cascano le brache di chi si perde danimo davanti a un pericolo o a una difficolt a braccetto col braccio sotto il braccio di unaltra persona (segno di particolare affetto, spec. fra uomo e donna, o di familiarit) stringere qualcuno tra le braccia abbracciarlo gettar le braccia al collo di qualcuno abbracciarlo con slancio gettarsi nelle braccia di qualcuno stendere le braccia a qualcuno a braccia aperte darsi in braccio affidarglisi offrirgli aiuto o protezione con desiderio e con manifestazioni di simpatia abbandonarsi, divenir preda

essere in b. al sonno (scherz.: essere dormire in b. a Morfeo) sentirsi cascar le braccia avvilirsi, perdersi danimo, vista linutilit di ogni sforzo farsi di brace arrossire intensamente soffiare nella brace attizzare passioni ostili e violente cascare dalla padella nella brace da un guaio in un altro peggiore allo stato brado a proposito di persone che conducono una vita libera, allaperto, rifuggendo dagli obblighi sociali; quindi, a volte anche poco socievole, quasi selvatico. fare il bravo fare lo spavaldo, lo spaccone alla brava con spavalderia o con negligenza ostentata (portare il cappello alla b.), oppure con franchezza, sicurezza ed eleganza (superare un ostacolo alla b.) morire o cadere sulla braccia nelladempimento del proprio dovere o nellesercizio delle proprie funzioni essere (o rimanere) sulla braccia continuare ad esercitare la propria attivit con energia e successo; anche, mantenere con tenacia e vigore i propri principi e ideali far braccia nellanimo, nel cuore di riuscire ad ottenerne simpatia, affetto, amore. qualcuno esser briaco di fatica non poterne pi per la stanchezza parlare a briglia sciolta senza freno lasciar le briglie sul cavallo lasciar libera una persona di far quello che vuole o ci che si sente di fare tenere a briglia qualcuno controllarlo severamente contare quanto il due di briscola poco (o niente), in quanto il due la minore delle briscole antico, vecchio quanto il brodetto di cosa vecchia o sorpassata, oppure conosciuta da tempo immemorabile lasciar cuocere (o bollire) qualcuno non curarsi di quel che fa o dice nel suo brodo tutto fa brodo tutto serve a qualcosa gallina vecchia fa buon brodo a proposito di cose sorpassate o di persone anziane che si rivelano ancora utili e molto in gamba essere di bronzo, avere un cuore di simbolo di eccezionale resistenza o durezza bronzo faccia di bronzo di persona sfrontata e impudente a bruciapelo a pochissima distanza, vicinissimo (espressione della caccia, per indicare un colpo sparato tanto vicino allanimale da bruciargli il pelo, estesa a ogni possibile bersaglio di arma da fuoco portatile) bruciare il paglione bruciare i ponti mancare a una promessa, andare via senza pagare rompere definitivamente un contatto, una relazione

bruciare le tappe bruciarsi le cervella gli brucia la terra sotto i piedi sentire odore, puzzo di bruciaticcio sentir puzzo di bruciato tempi bruschi tra lusco e brusco

stringere i tempi, procedere in fretta in unimpresa uccidersi sparandosi alla testa di chi in una situazione di pericolo o ha grande fretta di andarsene subodorare qualche imbroglio

sospettare un pericolo o un inganno difficili con riferimento allespressione del viso, fra mite e severo essere come un bruscolo in un occhio di persona che dia ombra o sospetto far dogni bruscolo una trave avere le mani bucate non valere un soldo bucato fare il bucato alla coscienza esagerare limportanza di cose minime spendere senza criterio, sperperare non valere niente confessarsi dei propri peccati o riparare il mal fatto sdrucciolare su una buccia di banana cadere in un errore facilmente evitabile riveder le buccie a qualcuno buccia, buccia fare un buco nellacqua non tutte le ciambelle riescono col buco non cavare un ragno da un buco peggio la toppa del buco farsi un buco esaminarne scrupolosamente e severamente loperato o il lavoro fatto esternamente, in superficie un tentativo inutile non tutti i tentativi vanno a buon fine

non concluder nulla il rimedio peggiore del male nel gergo dei drogati- iniettarsi una dose di stupefacente con la siringa arrivato a buco appena in tempo lavorare come un bue sodo e senza riposo mettere il carro innanzi ai buoi fare qualcosa, a proprio rischio e pericolo, prima del dovuto chiudere la stalla quando i buoi sono arrivare troppo tardi col rimedio scappati essere al buio di una cosa ignorarla tenere al buio qualcuno tenerlo alloscuro, non informarlo di qualcosa; anche, mistero, estrema incertezza di buonavoglia piantar baracca e burattini dare un po di burro a qualcuno bussare a tutte le porte bussare a quattrini perdere la bussola buttare all'aria volentieri andarsene improvvisamente piantando ogni cosa in asso adularlo chiedere aiuto a tutti quelli che potrebbero darlo chiedere soldi in modo sfacciato e insistente confondersi, perdere il controllo di s mettere sottosopra, scompigliare

buttare a mare buttare gi buttare in mezzo a una strada far venir la cacaiola va a cacare far cacare cacare sangue, le budella, lanima cacare il cazzo cacarsi addosso, sotto sei proprio un cacciavite alto quanto un soldo di cacio essere pane e cacio con qualcuno venire, cascare come il cacio sui maccheroni un cadavere ambulante viso cadaverico, faccia cadaverico cadere dalle nuvole

disfarsi senza tanti scrupoli di qualcuno o qualcosa screditare, deprezzare mandare in rovina, gettare sul lastrico incutere una gran paura espressione di insofferenza, fastidio o rifiuto nei confronti di qualcuno essere brutto, mal riuscito, di qualit scadente penare, faticare molto infastidire, seccare moltissimo avere una grandissima paura, farsela sotto. persona buona a nulla di persona molto piccola (di solito un bambino) andare perfettamente daccordo di cosa o persona che giunge a proposito di persona emaciata e pallidissima pallidissimi a causa di un grosso spavento o di una perdita notevole di sangue. rimanere molto sorpreso, mostrarsi o anche fingersi del tutto ignaro e meravigliato di ci che accaduto essere ottenuto con grande facilit, per lo pi in espressioni negative per sottolineare che qualcosa costa lavoro e sacrifici passare da una situazione difficile a una ancora peggiore, andare di male in peggio concederla sottolineando pesantemente lo sforzo o il sacrificio che costata rimanere inascoltato uscire bene da una situazione difficile, cavarsela con poco o nessun danno morire nelladempimento del proprio dovere. del comportamento di qualcuno, o di situazione, provocare sconforto o avvilimento, deludere clamorosamente, scoraggiare, demoralizzare di persona dalla carnagione scura o molto abbronzata dal sole o, pi com., di pessimo umore, coi nervi a fior di pelle in declino, in decadenza o anche in difficolt dopo un lungo sforzo compiuto essere troppo remissivo per debolezza o vilt

cadere dal cielo

cadere dalla padella nella brace far cadere una cosa dallalto cadere nel vuoto cadere in piedi cadere sulla breccia far cadere le braccia

esser nero come un calabrone

essere in fase calante calare (o calarsi) le brache

cala il sipario calare di tono aver il cervello nei calcagni avere uno alle calcagna mettere qualcuno alle calcagna stare alle calcagna batter le calcagne calcare le orme di qualcuno calcare la mano in calce dare un calcio alla ricchezza, alla fortuna prendere a calci qualcuno dar calci alla greppia dar calci allaria, al vento il calcio dellasino

per indicare la conclusione, la fine definitiva di una vicenda perdere di vigore, di prestigio, di qualit comportarsi senza giudizio n discernimento che insegue da vicino che spii o sorvegli sempre dietro a vigilare o molestare darsi alla fuga imitarlo, seguirne lesempio esagerare nel fare qualcosa (spec. punire con eccessivo rigore) in fondo, a pi di pagina non sapere approfittare delle occasioni favorevoli trattarlo in maniera villana e strafottente restituir male per bene prendersela inutilmente con uno cui non si pu nuocere (scherz., finire impiccato) offesa recata a chi non pi in grado di difendersi (con allusione a una nota favola di Fedro in cui un asino prende a calci un vecchio leone infermo) fare un miscuglio di cose o argomenti eterogenei per sottolineare l'opportunit d'insistere in una azione quando i primi risultati sembrano pi che soddisfacenti tener sempre disponibile in attesa del momento opportuno: tenere in c. un progetto; per quel lavoro mi stanno tenendo in c. da mesi abituarvisi esortazione a non precipitare invito alla riflessione e alla cautela affrontare qualcosa senza eccessiva fretta o senza preoccuparsi eccessivamente rappacificarsi mantenere di tutto, sostentare che interamente tale di persona mediocre, priva di personalit e di scarse capacit o qualit detenere il potere nellambito di una famiglia invito perentorio a smetterla di ripetere sempre le stesse cose spec. come minaccia, picchiarlo fino a renderlo irriconoscibile mutare idee, opinioni, caratteristiche, ecc

metter tutto nello stesso calderone battere il ferro quand' caldo

tenere in caldo

fare il callo a qualcosa calma e sangue freddo! calma e gesso! prendersela con calma fumare il calumet della pace vestire e calzare calzato e vestito mezza calzetta portare i calzoni cambia disco! cambiare i connotati a qualcuno cambiare pelle

cambiare le carte in tavola giocarsi la camicia rimetterci (anche) la camicia venderebbe la camicia darebbe via, si leverebbe anche la camicia esser nato con la camicia sudare sette camicie camicia di Nesso farla pi lunga della camicia di Meo uova in camicia fumare come un camino camminare sul velluto camminare con le proprie gambe pare un morto che cammina darsi, buttarsi alla campagna ha fatto le sue campagne sordo come una campana sentire tutte e due le campane far la testa come una campana a qualcuno stare in campana vivere o tenere sotto una campana di vetro allevare i figli sotto una campana di vetro campare d'aria tirare a campare mettere in campo mangiare quanto un canarino cancellare dalla faccia della terra cancellare dalla memoria, dalla mente struggersi come una candela tenere o reggere la candela il gioco non vale la candela fare, servire da candeliere cane da pagliaio cane grosso vita da cani solo come un cane

contraddire quanto detto o stabilito in precedenza tutto ci che si ha perdere tutte o quasi le proprie sostanze di chi farebbe qualsiasi cosa per i soldi di persona molto generosa di persona molto fortunata sottoporsi a una lunga, estenuante fatica per conseguire uno scopo insopportabile costrizione non farla pi finita affogate (cotte cio senza il guscio in acqua bollente). esageratamente non incontrare ostacoli procedere autonomamente di chi molto mal ridotto fisicamente alla latitanza o al brigantaggio di chi ha avuto molte avventure amorose completamente sordo le ragioni di ambedue i contendenti stordirlo di chiacchiere all'erta di chi usa esagerati riguardi alla propria salute o allaltrui evitando che vengano in contatto con gli aspetti pi crudi e sgradevoli della vita mangiare pochissimo; pop.restare in vita, vivere di chi bada a sopravvivere e basta addurre, portare a sostegno pochissimo uccidere, annientare dimenticare di chi dimagrisce rapidamente per malattia, per un profondo dolore o per altra ragione favorire con la propria presenza incontri amorosi di rischio o fatica sproporzionati allo scopo da raggiungere essere presente a un fatto o a una discussione, senza prendervi parte di persona coraggiosa a parole e non a fatti persona di molto potere o prestigio dura, miserabile abbandonato da tutti

morire come un cane sfortunato come i cani in chiesa non c nemmeno un cane voler raddrizzare le gambe ai cani esser come cane e gatto menare il can per laia essere come una canna al vento tremare come una canna fare il diavolo in un canneto andare a Canossa canta che ti passa lasciar cantare uno mettere, buttare in un canto due cuori e una capanna! pancia mia fatti capanna! aver pi pensieri (o debiti) che capelli avere un diavolo per capelli averne fin sopra i capelli mi (ti, gli, ecc.) si rizzano i capelli afferrare la fortuna per i capelli far venire i capelli bianchi tirare qualcuno per i capelli a far qualcosa non toccar (o torcere) neppure un capello a uno capire l'antifona capire fischi per fiaschi avere voce in capitolo chinare, abbassare il capo grattarsi il capo non sapere dove battere il capo lavata di capo mettersi in capo una cosa

nella tristezza e nellangoscia, senza conforto alcuno perch ne sono scacciati a suon di calci; in imprecazioni e ingiurie constatazione che accentua un senso di desolazione o dimpotenza voler fare limpossibile non potersi soffrire a vicenda divagare per guadagnar tempo o far credere di sapere ci che si ignora volubile al massimo per freddo o per paura fare un grande strepito addivenire a una ritrattazione o sottomissione umiliante invito a non preoccuparsi, a non dare eccessiva importanza a fatti spiacevoli lasciare che si sfoghi senza prenderlo in considerazione mettere in disparte, disinteressandosi il vero amore si contenta di poco espressione dingordigia nellaccingersi a consumare un lauto pasto a non finire essere di pessimo umore o addirittura infuriato essere stufo di qualcosa o di qualcuno per lorrore o il forte stupore approfittare delloccasione favorevole proprio allultimo momento per le preoccupazioni o i dispiaceri costringervelo non fargli alcun male cogliere unallusione in un discorso intendere a rovescio, cadere in un grossolano equivoco, fraintendere godere di prestigio e di autorit in una comunit, fra colleghi e simili sottomettersi o rassegnarsi dimostrando indecisione, preoccupazione, perplessit non sapere cosa fare o a chi rivolgersi violento rimprovero affezionarvisi (con una sfumatura di caparbiet)

togliere qualcosa dal capo a qualcuno frullare, passare per il capo perdere il capo per qualcuno o per qualcosa mettere il capo al partito Fare (prendere) una cappella

fargli cambiare opinione (in maniera brusca e perentoria o dopo lunga opera di persuasione) di idee (spesso bizzarre) che vengono alla mente allimprovviso desiderarlo fortemente

metter giudizio commettere un errore grossolano, fare o dire qualcosa a sproposito far (tanto) di cappello a qualcuno o a riconoscerne la superiorit o il merito qualcosa avere il cappio al collo essere costretti a fare o a subire qualcosa far vita da cappuccino poverissima e molto appartata arrampicarsi come una capra essere di unagilit non comune nellaffrontare i luoghi pi impervi questioni di lana caprino di poca importanza, che rappresentano solo una perdita di tempo fare, essere un carabiniere comportarsi in modo severo e autoritario esser nero come il carbone di persona cui si legge in volto una forte contrariet o irritazione da segnare col carbone bianco a proposito di cosa molto rara, inattesa avere gli occhi come due carboni lucidi, sfavillanti (di gioia, di vitalit) accesi caricare la mano insistere in modo inopportuno, esagerare caricare le tinte esagerare limportanza o la drammaticit di un fatto vivere a carico di qualcuno dipendere da lui per il proprio sostentamento carit pelosa in carne e ossa carne della propria carne metter troppa carne al fuoco non essere n carne n pesce non carne per i suoi denti uscir di carreggiata rimettersi in carreggiata tirar la carretta mettere il carro innanzi ai buoi essere lultima ruota del carro salire sul carro del vincitore Ben carrozzata laiuto che si d in vista soltanto di un proprio utile futuro in persona i propri figli accingersi a troppe cose in una volta, rischiando di compromettere tutto mancare di personalit, di carattere, oppure di un ruolo o posto definito di cosa impossibile divagare o commettere errore ritornare sulla buona strada o riprendere il filo del discorso fare un lavoro faticoso e ingrato anticipare inopportunamente qualcosa nello svolgimento di unattivit non avere alcun peso n autorit schierarsi con chi ha vinto per opportunismo o ambizione personale di donna dalle forme vistose, dal fisico prosperoso

mandare a carte (o a carta) quarantotto avere le carte in regola far carte false dare (avere) carta bianca aver buone carte giocare a carte scoperte mettere le carte in tavola giocare lultima carta la carte vincente sparare lultima cartuccia mezza cartuccia metter su casa riportar la pelle a casa essere a casa propria a casa mia essere (tutto) casa e chiesa casa del diavolo zuppa alla casalinga cascare bene (o male) caschi il mondo Qui casca lasino! fare casino piantare un casino; combinare un casino batter cassa avere un sogno nel cassetto prendere in castagna cavar (togliere) le castagne dal fuoco (con la zampa del gatto) fare castelli in aria mettere in castello stare, sedere, montare in catedra farsi cattiva sangue esser di cattivo umore passare sotto le forche cudine

mandare allaria qualcosa avere le qualit e la possibilit per raggiungere un determinato scopo non guardar tanto per il sottile pur di conseguire uno scopo ampia libert dazione buone possibilit di riuscire senza finzioni dire chiaramente il proprio pensiero fare un estremo tentativo lelemento risolutivo valersi degli estremi rimedi uomo da poco o di piccola statura sposarsi, metter su famiglia tornar vivo da una guerra esser molto pratico di qualcosa secondo il mio modo di vedere di costumi integerrimi e molto legato alla famiglia luogo di gran frastuono e confusione alla buona, senza tante cerimonie trovarsi in una buona (o cattiva) situazione a qualunque costo ecco la vera difficolt confusione, fracasso, baccano situazione ingarbugliata, pasticcio, problema chiedere soldi un desiderio o una speranza cogliere in fallo fare il proprio vantaggio esponendo altri al rischio disegni fantastici, progetti irrealizzabili mettere nello stomaco parlare con presunzione e con un tono che non ammette repliche arrabbiarsi, arrovellarsi nervoso, irrequieto, scostante esser costretto a una grave umiliazione (dallignominia del passaggio sotto il giogo, inflitta dai Sanniti a un esercito romano sconfitto nel 321 a.C., presso Caudio). cedere in una controversia, discussione, ecc. cercare di dominare e di volgere a proprio favore una situazione molto difficile dal gergo delle caserme, di cosa prestata e non resa o in altro modo perduta o sfumata

dar causa vinta cavalcare la tigre passare (o andare) in cavalleria

far la cavalletta a qualcuno correre la cavallina essere a cavallo

frodarlo appropriandosi di quanto di diritto gli spetterebbe abbandonarsi a una vita spensierata e disordinata essere sicuri di raggiungere un determinato scopo, avendo superato le maggiori difficolt tra un momento finale e quello iniziale successivo

stare a cavallo cavallo di battaglia

lopera o la parte pi confacente al talento di un attore cavare le parole di bocca a qualcuno faticare per farlo parlare cavare sangue da una rapa non cavare un ragno dal buco cavarsi gli occhi cavarsi un dente cavarsi la camicia tenere a cavezza qualcuno rompere o strappare la cavezza cavolo riscaldato andare a ingrassar cavoli entrarci come il cavolo a merenda bella cazzata hai fatto!; non dire cazzate! testa di cazzo non capire un cazzo; non me ne importa un cazzo star sul cazzo far cecca pretendere da una persona quello che non in grado di dare non concludere nulla affaticare la vista nel decifrare una scrittura o nel fare un lavoro di precisione risolvere un problema spinoso dare generosamente tutto ci che si ha per qualcosa in rigida soggezione darsi a vita sfrenata cosa vecchia presentata per nuova o ripetuta fino alla nausea morire di cosa intempestiva, inopportuna Comportamento o frase di una stupidit sconcertante; errore madornale Simbolo di stoltezza e inefficienza di quantit o importanza minima o nulla rimanere antipatico, odioso fare una stecca (di un cantante o suonatore) e far civetta (di chi abbassa il capo per schivare un colpo) non riuscire a mantenere un segreto esser sordo o fare il sordo di persona presuntuosa o scaltra, oppure vanitosa e azzimata, o singolarmente amena o stramba

non saper tenere un cece in bocca avere il cece nellorecchio (o assol. avere il cece) bel cece

cedere il campo a qualcuno farlo subentrare al proprio posto cedere il passo a qualcuno ritirarsi, per non essergli di ostacolo cedere la mano, la destra a qualcuno riconoscergli una preminenza cedere le armi desistere dal fare qualcosa, darsi per vinto

diventar bianco come un c. (ovviamente lavato) andare, ridurre in cenere valere un centesimo una volta su cento essere sicuro al cento per cento non star l come un ceppo! struggersi come la cera volto, viso di cera cercare il pelo nelluovo

pallidissimo, per malattia o paura andare, mandare in rovina quantit minima di denaro, valore o prezzo irrisorio molto raramente del tutto Persona tarda e imbambolata di cosa che si consuma rapidamente o di persona che dimagrisce in modo allarmante esangue, pallidissimo dimostrare uneccessiva pedanteria o pignoleria nel giudicare qualcuno o qualcosa

cercare un ago in un pagliaio dare un colpo al cerchio e uno alla botte passare il cerino acceso

tentare una ricerca o unimpresa impossibili barcamenarsi tra due contendenti o tra due comportamenti antitetici liberarsi di compiti difficili e rischiosi trasferendone ad altri la responsabilit avere un cervello di gallina, di grillo, essere di poco giudizio ecc. non avere il cervello a posto dar segni di squilibrio avere il cervello nei piedi o nelle esser privo di discernimento calcagna andar via, uscire di cervello ammattire gli ha dato di volta il cervello impazzito il vino gli ha dato al cervello gli ha turbato le idee c da perdere il cervello a proposito di qualcosa che turbi o confonda profondamente le idee andare in cesta ubriacarsi fare a qualcuno il capo come un rintronarlo con chiacchiere cestone entrare, andarsene alla chetichella di nascosto, senza farsi scorgere n udire acqua cheta una vittoria chiama laltra; quelle nuvole chiamano la pioggia cantare a chiare note i chiaroscuri della vita entrare per il buco della chiave chiudere a sette chiavi mettere, enere, essere sotto chiave avere o tener le chiavi del cuore di qualcuno essere fuori chiave fare il chilo di persona che dissimula per abitudine Attirare, attrarre, tirarsi dietro, portare come conseguenza parlare con franchezza, senza peli sulla lingua alternanza di gioie e dolori comparire allimprovviso custodire gelosamente sotto gelosa custodia oppure in prigione essere in grado dinfluenzarne la volont o i sentimenti dir cose inopportune (anche, non sentirsi del tutto bene; pi com. essere fuori fase riposare dopo aver mangiato

essere, mettersi su una brutta china volgersi al male chinare la testa, il capo, la fronte correre al chino esser magro come un chiodo battere il chiodo (o sempre sullo stesso chiodo) non batter chiodo chiodo scaccia chiodo attaccare (la bicicletta, i guantoni, le scarpe, ecc.) al chiodo roba da chiodi! sottomettersi, rassegnarsi andare in rovina magrissimo insistere in continuazione sulla stessa cosa o argomento rimanere inattivo e senza guadagno un male ne fa dimenticare un altro abbandonare lattivit sportiva o atletica

per sottolineare la stranezza o singolarit di un fatto o un comportamento inconcepibile o riprovevole chiudere la porta in faccia a qualcuno respingerlo, rifiutarsi di aiutarlo chiudere la borsa limitare drasticamente le spese, spec. negando prestiti o doni chiudere gli occhi addormentarsi chiudere la bocca a qualcuno metterlo nella condizione di non parlare o di non replicare Chiudi! (o, come tr. pron., chiuditi) la invito brusco e perentorio a tacere bocca!, pi com. chiudi il becco! chiudere lo stomaco chiudere gli occhi a qualcosa chiudere un occhio su qualcosa provocare una sensazione di inappetenza e nausea

non voler tenere in considerazione far finta di niente, lasciar correre per connivenza o per indulgenza chiudere bottega, chiudere i battenti cessare unattivit chiudere i conti con qualcuno chiudere in bellezza tenere la bocca chiusa starsene a bocca chiusa a occhi chiusi stare sul chi vive andare, dare in ciampanelle cibare daria grattar la pancia alla cicala tirare a far ciccia regolare definitivamente i rapporti con lui terminare con un successo, per lo pi un lavoro o la carriera tacere, conservare il segreto, non rivelare quello che si sa senza intromettersi in una conversazione o in un dialogo con assoluta fiducia o con estrema facilit, oppure alla cieca stare allerta vaneggiare, dire o fare cose strane o assurde, per ubriachezza o rimbambimento mangiare pochissimo indurre uno a parlare per conoscerne il pensiero o le intenzioni abborracciare, acciarpare; anche, con altro senso, cercare di far quattrini a pi non posso, senza tanti scrupoli

fare il cicerone essere nellocchio del ciclone

fare il saccente al centro dellattenzione generale, esposto agli attacchi di tutti tirar colpi alla cieca allimpazzata trovarsi in un vicolo cieco in una situazione che non consente alcuna soluzione o via duscita cose che non stanno n in cielo n in incredibili, assurde terra portare, sollevare al cielo esaltare al di sopra di tutto e di tutti toccare il cielo con un dito sentirsi soddisfatti appieno per aver raggiunto quanto si sperava o desiderava piovere dal cielo giungere inaspettato (di persone e di cose) far cadere qualcosa dal cielo concederlo esagerandone limportanza o le difficolt apriti cielo! a proposito di un fatto straordinario, imprevisto in un batter di ciglia senza batter ciglio a ciglio asciutto diventar rosso come una ciliegia una ciliegia tira laltra in un attimo con fermezza o impassibilit senza piangere n commuoversi arrossire vistosamente di cose che si susseguono senza interruzione, che si ripetono in serie (con allusione al fatto che quando si comincia a mangiare le ciliegie non si smetterebbe mai)

lamico ciliegia

accennando a persona nota per la sua furbizia (con allusione scherzosa al baco che spesso si trova nel frutto) la ciliegina sulla torta tocco finale averne fino alla cima dei capelli essere ai limiti di sopportazione di qualcuno o di una situazione essere (o andare) in cimbali (anche in lasciarsi andare a incontrollate manifestazioni cimberli) dallegria per il troppo vino bevuto cingere di alloro stringere o tirare la cinghia essere la (o fare da) cinghia di trasmissione stare o starsene con le mani alla cintola (o in cintola) dormire come un ciocco rimanere come un ciocco mangiare pane e cipolle raggiungere la gloria (ovviamente dei calzoni), soffrire la fame o affrontare una serie di privazioni essere lelemento di connessione, lintermediario fra pi persone o cose rimanere inoperoso, non collaborare sodo, profondamente intontito, inebetito vivere con una frugalit prossima allindigenza, non aver niente di meglio con cui sfamarsi riferito a moneta, dar corso legale (estens., di notizie o idee, diffondere, divulgare)

mettere in circolazione

togliere dalla circolazione

riferito a monete, annullarne il corso legale (estens., riferito a persone, metterle in prigione ) venire meno alle aspettative o a un impegno assunto verso altri far da richiamo (perch luccello viene usato come zimbello) proteso e ricurvo abbassare il capo di colpo per evitare una percossa di persona che lascia fortemente dubitare delle sue facolt mentali per qualche stravaganza o mania essere dotato di notevole intuito e perspicacia esser testardo pentimento vano o tardivo (perch il coccodrillo, secondo un pregiudizio popolare, verserebbe lacrime dopo aver divorato un uomo) ritirarsi mogio mogio quando una o pi circostanze impreviste compromettono la riuscita di qualcosa di chi, non avendo la coscienza tranquilla, si adombra per ogni discorso ritenuto allusivo di cosa sconclusionata un circolo vizioso lultimo per merito o importanza prendere in giro, deridere trarne i meritati vantaggi

ciurlare nel manico fare (o essere) la civetta per le allodole naso a (becco di) civetta far civetta essere un caso clinico

avere locchio clinico avere la coccia dura lacrime di coccodrillo

andarsene con la coda tra le gambe il diavolo ci ha messo (o ficcato) la coda aver la coda di paglia non aver n capo n coda un serpente che si morde la coda fanalino di coda cogliere luva cogliere le gioie, i piaceri della vita; cogliere il frutto (o i frutti) del proprio lavoro, delle proprie fatiche cogliere il pi bel fiore cogliere unopportunit al volo; cogliere unoccasione cogliere l'attimo cogliere la palla al balzo cogliere nel segno rompere i coglioni e far girare i coglioni levarsi dai coglioni avere qualcuno sui coglioni stare sui coglioni averne i coglioni pieni mi girano i coglioni uno coi coglioni

scegliere il meglio sfruttarla, non lasciarsela sfuggire non lasciar passare il momento giusto approfittare di una circostanza fortunata indovinare o riuscire in pieno seccare, infastidire, disturbare lasciare in pace, andarsene non poterlo soffrire stare molto antipatico averne abbastanza, esserne stufo sono irritato, infastidito o preoccupato per qualcosa uno che sa il fatto suo, capace, deciso e scaltro

essere, parere un colabrodo oro colato mettersi il collare buttar via il collare tirare il collo a una bottiglia allungare il collo far allungare il collo a qualcuno star sul collo avere (o mettere) il laccio al collo prendere per il collo essere nei debiti fino al collo rompersi il collo (o losso o il nodo del collo) salvare il collo andare, venire, correre a rotta di collo gli affari vanno a rotta di collo rimetterci losso del collo mettersi un sasso al collo a collo tordo avere la testa sul collo capitare tra capo e collo perdere la collottola avere il colmo di dolore; essere colmo di bile tirar sassi in colombaia colorarsi di giallo senza colore dirne di tutti i colori

presentarsi crivellato di fitti colpi verit ineccepibile, assoluta, indiscussa farsi prete spretarsi stapparla per sforzarsi di vedere o nellattesa di qualcosa tenerlo a lungo in sospeso prima di concedergli qualcosa assoggettare a una dominazione tirannica trovarsi (o ridurre) in una condizione di opprimente dipendenza imporre gravi condizioni o prezzi esosi trovarcisi immerso fare una caduta mortale (anche, rovinarsi) la vita allimpazzata di male in peggio rovinarsi finanziariamente in unattivit affogarsi con vile ostentazione di deferenza essere assennato, sapere il fatto proprio, aver buon senso allimprovviso, inaspettatamente perdere la vita la pazienza al limite prendere iniziative che tornano a proprio danno di situazioni o eventi, diventare oscuri e misteriosi privo di vita, di originalit dire tutto il male possibile di qualcuno, oppure mandare tutte le imprecazioni possibili sperimentare ogni sorta di incidenti e di vicissitudini riferito a persona, ferirla o impressionarla profondamente; riferito a cosa, metterla in crisi nelle basi, nelle fondamenta ottenere il risultato voluto o indovinare, azzeccare toccare il punto di maggiore sensibilit, dove uno pi suscettibile annullare un debito, una pendenza, risolversi a dimenticare un torto subito a prima vista, subito innamoramento improvviso

passarne di tutti i colori colpire al cuore

colpire nel segno colpire nel vivo dare un colpo di spugna a colpo docchio colpo di fulmine

tutto di un colpo, tutto in un colpo dare una coltellata (alle spalle) a qualcuno avere il coltello dalla parte del manico avere il coltello alla gola prendere il coltello per la lama mettere, prendere in commedia far da comparsa esser solo una comparsa giungere a compieta per completare lopera conca fessa concedere la mano roba da far concio firmare la propria condanna

improvvisamente, tutto a un tratto tradirne la fiducia avere la possibilit di nuocere impunemente, essere in una situazione favorevole trovarsi in una situazione molto precaria e rischiosa provocare il proprio danno in burla intervenire a riunioni, convegni, ritrovi, ecc., senza prendervi parte attiva di chi in una organizzazione o situazione ha funzioni del tutto secondarie o irrilevanti al termine di qualcosa a proposito di un evento negativo o dannoso che venga ad aggiungersi ad altri persona cagionevole acconsentire al matrimonio da buttar via comportarsi in modo da farsi necessariamente dichiarare o riconoscere colpevole

condurre qualcosa in porto portarlo a termine condurre la barca (o la nave) in porto realizzare qualcosa, portarlo a compimento felicemente dire, recitare il confiteor riconoscere le proprie colpe ha un cuore di coniglio simbolo di timidezza e timore, di pavidit e vilt cambiare i connotati a qualcuno conoscere i propri polli sfigurargli il volto a suon di pugni sapere con chi si ha a che fare e quindi sapersi regolare di conseguenza conoscere qualcuno biblicamente (o avere avuto rapporti sessuali con lui in senso biblico) dare, prendere per moneta contante per vero contare il centesimo contare i soldi in tasca a qualcuno contare i minuti, le ore, i giorni contano come il due di picche (o come il due di briscola) contare sulle proprie braccia a conti fatti alla fine dei conti uno che sa il conto suo avere un conto in sospeso con qualcuno essere avaro, parsimonioso cercare di sapere quanto denaro possiede struggersi nellattesa, aspettare con impazienza non avere alcuna autorit fare affidamento su s stessi. tutto considerato infine, da ultimo esperto nella sua professione proporsi di riceverne soddisfazione

fare i conti con qualcuno

fare i conti col tempo fare i conti in tasca (o addosso) a qualcuno

far valere le proprie ragioni (spesso in tono di minaccia: faremo i conti!); ma anche, sempl., tenere nella dovuta considerazione averne poco per fare qualcosa interessarsi su quanto uno guadagna e quanto spende (per lo pi in frasi di malevola critica riguardo a uneffettiva o presunta sua prodigalit) domandare ragione a qualcuno del suo operato al momento in cui ognuno deve pagare le conseguenze del proprio operato accorgersene, assumerne coscienza prendere una decisione o far supposizioni senza avere interpellato la persona pi direttamente interessata o qualificata fare assegnamento su qualcosa dipotetico, non ancora conseguito prender nota a suo nome illecitamente, di nascosto russare dal timbro molto grave resistergli, opporglisi per il verso sbagliato, cio irritarlo, indisporlo sindacarne o criticarne loperato con malevola pignoleria alla sprovvista

chiedere conti essere alla resa dei conti rendersi conti di qualcosa fare i conti senza loste

fare i conti sulla pelle dellorso (prima di averlo ucciso) tener conti per conto di qualcuno di contrabbando fare il contrabbasso voce di contrabbasso contrastare il passo a qualcuno prendere uno di contropelo fare il contropelo (o il pelo e il contropelo) a qualcuno prendere qualcuno in contropiede andare controvento

procedere in contrasto con le opinioni, le idee dominant mangiare quel che passa il convento contentarsi di quello che c in casa convitato di pietra presenza silenziosa ed inquietante (con riferimento alla statua sepolcrale che compare nel Don Giovanni di Mozart) sposarsi di nascosto, mettendo avanti un pretesto coonestarne le male azioni con la propria presenza o autorit in maniera non spontanea, nel modo previsto proteggerlo, difenderlo andarsene, scappar via ogni pazienza ha un limite

convolare a nozze, a giuste nozze sotto coperta far da coperta a qualcuno parlare, comportarsi secondo copione coprire le spalle a qualcuno tirare, mollare la corda; mettere la corda al collo tira tira la corda si strappa

aver la corda al collo

trovarsi in una situazione difficile o pericolosa, dalla quale non sembra possibile uscire senza danno, o in una condizione di costrizione o schiavit senza scampo di cosa che abbia perduto ogni validit o efficacia fiacco, avvilito averlo in antipatia far larrogante cedere, umiliarsi infliggergli una severa sconfitta o lezione aver la peggio in unimpresa affrontare risolutamente un problema, una difficolt dare, prendere consistenza finch avr vita una incontenibile irrequietudine annullando le distanze, allarma bianca abbandonandosi con tutto il peso riparare a unaffermazione goffa e involontariamente offensiva desiderarlo, cercare di averlo darsi alla bella vita senza preoccuparsi del futuro essere incapace di vedere al di l delle apparenze spicciarsi per venire al fatto, per farla breve troncare un discorso, por fine a esitazioni scarseggiarne cedere improvvisamente allo stress di persona aggrondata e intrattabile di chi preannuncia disgrazie persona dalla carnagione molto scura e dai capelli neri oppure dallaspetto sinistro, da iettatore a rischio di in ogni modo, a qualsiasi condizione bastonarlo di santa ragione imporgli di continuo la propria presenza o sottoporlo a continua vigilanza esserne oppresso, infastidito, preso di mira essere resistente a fatiche e malattie o (pi com.) essere insensibile zotico, rozzo di chi non sente o non vuole sentire usargli troppe attenzioni ed eccessivi riguardi

mostrar la corda esser gi di corda aver qualcuno sulle corni alzare, rizzar le corni abbassare le corni rompere le corni a uno rompersi le corni prendere il toro per le corni dar corpo, prender corpo finch avr fiato in corpo avere il diavolo in corpo a corpo a corpo a corpo morto correggere il tiro correre dietro a qualcosa correre la cavallina essere di vista corta andar per le corti per farla corta tagliar corto essere a corto di qualcosa andare in cortocircuito esser nero come un corvo corvo del malaugurio sembrare un corvo

a costo di a ogni costo, a tutti i costi rompere le costole, spianare le costole a uno stare, mettersi alle costole di qualcuno avere alle costole qualcuno aver la cotenna dura uomo di grossa cotenna avere il cotone negli orecchi tenere uno nel cotone

birbante di tre cotte non esser n crudo n cotto

matricolato di persona indecisa o priva di carattere, e anche di questione o affare non ben definito

chi la vuole cotta e chi la vuole cruda le opinioni e i desideri degli uomini sono discordanti, antitetici, opposti cascare come una pera cotta cadere pesantemente, di schianto cascarci come una pera cotta cadere da sprovveduti in un inganno, in un tranello cotto e mangiato di cosa pensata e fatta allistante calzare il coturno scrivere o (meno com.) recitare tragedie qui gatta ci cova! qui c sotto qualche ragione misteriosa, qualche imbroglio cogliere, prendere uno al covo sorprenderlo dove si credeva sicuro o dove si era certi di trovarlo cozzare la testa contro il muro intestardirsi nel tentare limpossibile fare ai cozzi risultare in aperto contrasto, in evidente contraddizione far cravatte prestar denaro a usura; anche, fare una concorrenza sleale non credere ai propri occhi rimanere attonito, sbalordito di fronte a una cosa inaspettata o insperata a crepapelle smodatamente, a pi non posso, quasi da scoppiarne alzar la cresta metter su superbia abbassare la cresta sottomettersi essere sulla cresta dellonda aver successo, godere della stima e del favore generale far la cresta sulla spesa di chi si trattiene una parte del denaro avuto per fare la spesa, alterando a proprio favore i prezzi di acquisto la mortal creta il corpo umano non aver la cria di una cosa non averne affatto con tutti i crismi perfettamente in regola addormentarsi in Cristo morire nella grazia divina non c cristi non c verso, possibilit alcuna mettere uno in croce infastidirlo di continuo, tormentarlo gridar la croce addosso a qualcuno dirne male, aizzargli contro gli altri fare una croce su qualcosa star con le braccia in croce nudo e crudo farne (o dirne) di cotte e di crude da raccattarsi col cucchiaino vecchio come il cucco bassa cucina cucire la bocca a qualcuno cucirsi la bocca rinunciarvi, non pensarci pi star senza far nulla puro e semplice (anche se difficile e ostile) farne (o dirne) di cotte e di crude di persona stremata, affranta di cosa o persona che ha fatto il suo tempo lavoro umile ed oscuro obbligarlo a tacere imporsi di non parlare o di non replicare a qualcuno

cucire qualcosa addosso a qualcuno

attribuirgli qualcosa che si adatta perfettamente (talvolta soltanto in apparenza) alle sue caratteristiche essere cucito a doppio filo con essere in accordo perfetto con lui o esserne qualcuno succubo avere le labbra cucite non dire nulla, non parlare (per omert o reticenza) far come il cuculo adoperare la roba altrui prendere una cuffia innamorarsi uscirne per il rotto della cuffia da una situazione incresciosa, precaria o pericolosa, cavarsela senza danno, ma con difficolt fin dalla culla dalla nascita prendere per il culo prendere in giro dare un calcio nel culo a qualcuno licenziarlo o estrometterlo in modo brusco o truffaldino essere culo e camicia con qualcuno andare perfettamente daccordo con lui, spalleggiarlo in tutto levarsi qualcosa di culo riuscire a esimersi con eleganza da un compito ingrato rifilandolo ad altri farsi il culo, un culo cos faticare duramente muovi il culo! sbrigati, datti da fare culo di pietra persona che sta continuamente seduta ad una scrivania essere, avere una faccia da (o di) culo di persona sfrontata e impudente mandare uno a fare in culo (o a mandarlo al diavolo prenderlo nel culo, o a dar via il culo) fare il culo a qualcuno imbrogliarlo in un affare, batterlo in una gara con mezzi illeciti (nel gergo scolastico, bocciare, classificare con un voto scadentissimo) non esitare a venire a compromessi anche indegni rimaner gabbato, imbrogliato, oppure deluso e scornato essergli antipatico, dargli noia, fastidio il colmo del disprezzo o dellindifferenza in bocca al lupo riferito a persona, tenerla a lungo in attesa di una notizia, risposta non preoccuparsene minimamente, farlo arrangiare da solo crudele un cruccio tormentoso tormentarsi unemozione improvvisa finch non si vede con i propri occhi, non si soffre

dar via il culo per ottener qualcosa prenderlo nel culo stare sul culo a qualcuno andare in culo In culo alla balena! cuocere a fuoco lento lasciar cuocere qualcuno nel suo brodo cuore di tigre avere una spina nel cuore rodersi il cuore sentire un tuffo al cuore occhio non vede, cuore non duole

avere il cuore sulle labbra curvare la schiena curvare il capo, la testa, la fronte

essere sincero, franco sottomettersi ubbidire, piegarsi, cedere al volere altrui, senza reagire

Il dado tratto dannarsi lanima

il gioco fatto perdere la propria anima, meritando le pene dellinferno; turbarsi, tormentarsi far dannare qualcuno (o far dannare farlo disperare, angosciarlo lanima a qualcuno) pelle di dante pelle conciata di daino o di cervo menare la danza manovrare le fila di un intrigo, di una burla dare una mano aiutare dare il sangue sacrificare la propria vita per qualcosa dare lanima al diavolo essere disposto a tutto per ottenere qualcosa dare un occhio della testa dare a Cesare quel che di Cesare dare carta bianca dare credito dare esca al fuoco dare fiato alle trombe dare forfait darla vinta dare il benservito dare in pasto dare un calcio al passato dare un occhio dare i numeri darsi la zappa sui piedi dare una lezione a qualcuno pagare un prezzo molto elevato riconoscere a ciascuno ci che gli spetta accordare completa libert di azione concedere fiducia, credere peggiorare una situazione gi difficile diffondere una notizia con clamore dichiarare di non volere partecipare a qualcosa dare ragione a qualcuno, spec. in seguito a una discussione licenziare ; lasciare troncando una relazione riferito a una notizia, spec. delicata o riservata, renderla pubblica mutare completamente stile di vita, abitudini, ecc controllare rapidamente; prendersi cura, badare; fare cose incomprensibili o, anche, arrabbiarsi molto danneggiarsi, recarsi un danno picchiarlo, malmenarlo o anche sconfiggerlo clamorosamente in una competizione fare o dire cose prive di senso, impazzire lavorare con vigore, impegno e applicazione assidua cambiare attivit o mestiere adoperarsi per ottenere qualcosa, impegnarsi a fondo in un lavoro, un compito, unattivit divertirsi senza misura, godersela mangiare rimaner digiuno o deluso

dare di volta il cervello darci dentro darsi allippica darsi da fare

darsi alla pazza gioia mettere sotto i denti restare a denti asciutti

non pane per i miei (tuoi, suoi) denti armato fino ai denti mostrare i denti avere il dente avvelenato contro qualcuno a denti stretti stringere i denti difendere coi denti rompersi i denti nei denti

di cosa difficile a ottenere o a realizzare armato di tutto punto (con un accento minaccioso) assumere un atteggiamento risoluto o minaccioso dimostrare apertamente e con insistenza il proprio rancore verso di lui a malincuore, con evidente sforzo impegnarsi allo spasimo, resistere con tutte le proprie forze con accanimento fallire, rimanere scornato battendo lindice negli incisivi, per sottolineare un risoluto diniego (mi presti duecento euro? Nei denti!) con estrema franchezza, a muso duro stare a mala pena in piedi, per debolezza o malattia, o riuscire a mala pena a sopravvivere per mancanza di mezzi finanziari privarsi del necessario, sacrificarsi oltre ogni limite in favore di qualcuno abbandonarsi al corso degli eventi, per incapacit di reagire o di amministrarsi parlare invano, tra lindifferenza generale, senza essere ascoltati minutamente, particolareggiatamente da un buon inizio si pu prevedere lo svolgimento favorevole di unopera o di unimpresa e, detto di persona, chi da giovane mostra buona disposizione far sicuramente buona riuscita rifiutarne irosamente la compagnia o la collaborazione in rovina, a male non volerne pi sapere di cose inconciliabili o di persone che si odiano cordialmente tanto sono astute e scaltre a proposito di cosa o persona bruttissima di persona che si resa invisa a tutti per il suo comportamento ambiguo di persona trista fare un chiasso o una confusione insopportabile, o anche suscitare un pandemonio per far valere le proprie ragioni

dire una cosa fuori dei denti regger lanima coi denti

togliersi il pane dai denti andare alla deriva parlare, predicare al deserto in dettaglio il buon d si conosce dal mattino

mandare al diavolo qualcuno andare al diavolo mandare qualcosa al diavolo essere come il diavolo e lacqua santa le donne ne sanno una pi del diavolo non lo vorrebbe (o prenderebbe) neanche il diavolo non essere n di Dio n del diavolo il diavolo labbia in gloria! fare il diavolo a quattro

far la parte del diavolo tentare al male avere il diavolo addosso, un diavolo essere di pessimo umore per capello darsi al diavolo dannarsi o rinunciare a ogni speranza di salvazione abitare a casa del diavolo sapere dove il diavolo tiene la coda andar dietro a qualcuno farsi correre dietro andare, essere a diletto a diletto, a bel diletto prendere a diletto qualcosa per dindirindina molto lontano e fuori mano conoscere ogni sorta di inganni

seguire farsi pregare o desiderare a spasso a bella posta farsene beffe per esprimere collera o stupore, o per rafforzare unaffermazione sembra dipinto, pare dipinto di cosa che colpisca per la sua rara bellezza o per la perfezione delle linee e dei colori dire pane al pane e vino al vino parlare apertamente e chiaramente in men che non si dica in un batter docchio, in un attimo non farselo dire due volte non farsi ripetere di fare qualcosa a dirla in breve per raccontare brevemente laccaduto dirne tante, troppe raccontare sciocchezze dirne un sacco e una sporta affermare numerose malignit su qualcuno dirne quattro rimproverare duramente, spec. Insultando avere a che dire con qualcuno litigare con lui per diritto o per traverso in un modo o nellaltro, in qualsiasi maniera cambiare disco cambiare discorso, spec. quando questo sia insistente e noioso restare, rimanere, essere, trovarsi al in condizione svantaggiosa rispetto a un altro disotto starsene, tenersi in disparte di chi non ha ambizioni stare in paradiso a dispetto dei santi piccarsi a restare in un posto o in un ambiente dove non si graditi a distesa ininterrottamente e a lungo suonare a distesa suonare le campane con rintocchi lunghi e ininterrotti cantare a distesa a voce spiegata toccare il cielo con un dito provare una gioia grande e insperata mettere il dito sulla piaga individuare il vero motivo di una situazione incresciosa non muovere un dito in favore di guardarsi bene dallaiutarlo o dal difenderlo qualcuno si contano sulle dita della mano di cose o persone in numero assai limitato avere qualcosa sulla punta delle dita saperlo alla perfezione legarsela al dito mordersi le dita roba da leccarsi le dita non dimenticarsi di unoffesa o di un torto (per vendicarsene al momento opportuno) per rabbia o cattiva scelta ottima, squisita

come nascondersi dietro un dito il dito di Dio diventare matto diventare di tutti i colori

divertirsi alle spalle o a spese di qualcuno divorare con gli occhi vivere come un doge veder doppio (o vederci doppio) cucire a filo doppio

di chi cerca di dissimulare qualcosa in modo cos maldestro da renderlo invece evidente il castigo divino perdere la testa, disperarsi cambiare colore in volto, impallidendo e poi arrossendo, per rabbia, vergogna o altra emozione violenta prendersi gioco, burlarsi di lui guardare intensamente e con bramosia sontuosamente avere le traveggole, per la fame o per aver troppo bevuto essere legato a filo d., essere profondamente legato a qualcuno da interessi o affetto vigilare, stare attento anche durante il sonno profondamente (dal nome della terza dormita dei bachi da seta) cadere dal sonno non avere alcun motivo di sospetto o timore, essere tranquillo rinviare una decisione per pensare con calma sul da farsi annoiare essere morto godersi un meritato riposo bastonarlo di santa ragione fare atto di sottomissione darsi alla fuga prestare attenzione, stare attenti, spec. durante lascolto di fatto evidentissimo di cosa che non finisce mai, di cui non si riesce a venire a capo insensibile che non vuol capire con perentoria risolutezza mostrarsi irremovibile di quanto opponga serie difficolt esser resistente alle fatiche o alle avversit non lasciarsi piegare, non cedere criticare molto aspramente ripetere per burla le ultime parole o sillabe proferite da altri fare opera inutile o di poca durata

dormire con un occhio solo dormire della grossa dormire in piedi, a occhi aperti dormire fra due guanciali dormirci sopra far dormire dormire il sonno eterno, (o il sonno dei giusti) dormire il sonno del giusto spianare il dorso a qualcuno piegare il dorso volgere, mostrare il dorso drizzare le antenne (o le orecchie) come due e due fanno quattro essere come lopera del duomo duro di cuore duro dorecchio a muso duro fare il muso duro un osso duro aver la pelle dura tener duro andarci gi duro fare leco edificare sulla rena, sulla sabbia

edificare sulla roccia avere il tatto di un elefante avere la memoria di un elefante fare di una mosca un elefante esser nel proprio elemento entrare in campo entrare in scena entrare in tasca entrare da un orecchio e uscire dallaltro fare epoca in erba far dogni erba un fascio dar lerba trastulla esalare lanima, lultimo respiro gettare lesca, prendere allesca pigliar fuoco come lesca dar esca a una passione metter lesca accanto al fuoco aggiungere esca al fuoco esercitare la pazienza di qualcuno avere locchio esercitato avere lorecchio esercitato per espresso essere lombra di qualcuno essere tuttuno con qualcuno essere tuttorecchi essere a cavallo

dare vita a qualcosa destinato a rimanere nei secoli essere privi di delicatezza e riguardo verso gli altri ottima interpretare o riferire qualcosa con vistose esagerazioni nel proprio ambiente, trovarsi a proprio agio intervenire, spec. in una discussione intervenire in unimpresa, cominciare ad agire di denaro, essere guadagnato di discorso, non venire ascoltato n preso in considerazione, essere dimenticato subito di fatto o avvenimento notevole, destinato a un duraturo successo di persona assai giovane o al primo inizio di una carriera mettere insieme con discutibile indiscriminazione cose disparate colmare di lusinghe, di promesse vane morire a proposito di allettamento volto a ingannare qualcuno esser facile allira, alle passioni fomentarla fornire ad altri o a s stesso loccasione di innamorarsi o di adirarsi dar nuovi motivi a passioni o disordini metterla a dura prova esser molto perspicace avere una buona sensibilit musicale rapidamente, espressamente seguirlo ovunque essergli molto legato stare molto attento, ascoltare con attenzione avere la certezza di riuscire in qualcosa, spec. perch si gi svolta una parte cospicua del lavoro non avere pi risorse, spec. Economiche non avere unoccupazione, essere disoccupato essere molto contento, estasiato perdere valore, credibilit, stima trovarsi al suo posto stare per accadere, essere imminente

essere a secco essere a spasso essere in brodo di giuggiole essere in ribasso essere nei panni di qualcuno essere nellaria

essere sulla bocca di tutti

di notizia o di fatto, essere noto a molte persone, diventare argomento di conversazione generale seguirlo individuando tracce, indizi, ecc. non andare daccordo, litigare in punto di morte di lavoro che si protrae troppo a lungo e che di solito richiede soldi a non finire fare qualcosa che non ha basi solide indaffarato di chi non prova vergogna alcuna di persona non conosciuta mostrarsi turbato, accigliato mostrarsi irato e minaccioso averne lardire uscire apparentemente indenne da una situazione socialmente scabrosa finto cambiare idea, partito apertamente, con estrema franchezza e talvolta a muso duro rinfacciare sostenere quasi in atto di sfida lo sguardo altrui tirar diritto per la propria strada, senza scrupoli n rispetto per nessuno esclamazione scherzosa o ironica di lode a tuo marcio dispetto laspetto nascosto e inquietante di una questione andare a genio al momento giusto, opportuno andarsene per evitare il peggio vivi e penetranti insicura, imbarazzante (spec. in senso morale) azione sventata, errore di chi ricorre a qualsiasi mezzo, anche disonesto o illecito, pur di raggiungere uno scopo di quanto risulti in stridente contrasto con lambiente o il contesto in cui viene a trovarsi far cadere il discorso su un argomento scabroso o inopportuno presentarne esclusivamente gli aspetti deteriori di persona bruttissima

essere sulle orme di qualcuno essere come cane e gatto essere ridotto agli estremi essere (o diventare) la fabbrica di San Pietro fabbricare sulla sabbia essere in faccende faccia tosta (o faccia di bronzo) faccia nuova fare (o avere) la faccia scura fare (o avere) la faccia feroce aver la faccia di fare qualcosa salvare la faccia uomo a due faccie voltar faccia dire le cose in faccia (o sulla faccia) gettare in faccia guardare in faccia non guardare in faccia a nessuno viva la faccia di alla faccia tua! laltra faccia della Luna andare a fagiolo capitare a fagiolo far fagotto occhi di falco essere, trovarsi in una posizione (o situazione) falsa passo falso farebbe carte false

essere una nota falsa

toccare un tasto falso mettere in falsa luce qualcuno o qualcosa brutto come la fame

lungo come la fame

di persona secca allampanata o di cose che sembra non debbano mai aver fine o giungere a una conclusione fanciulle in fiore le giovanissime gettar fango su qualcuno o qualcosa dirne le cose pi disonoranti, denigrarlo cadere nel fango; trascinare nel fango frutto di fantasia fare il callo fare il gioco fare la pelle non fa n caldo n freddo farne di tutti i colori tutto fa brodo fare tanto di cappello fare lindiano fare acqua fare piazza pulita fare tabula rasa farsi strada abiezione, disonore cosa del tutto priva di fondamento assuefarsi a qualcosa di spiacevole agevolare qualcuno volontariamente o meno nel raggiungimento dei suoi obiettivi uccidere, ammazzare non destare alcuna emozione o interesse commettere tantissimi errori o creare tanti guai tutto pu tornare utile congratularsi, felicitarsi con qualcuno, riconoscendone i meriti fingere di ignorare cose di cui si bene informati o fingere di non capire trovarsi in pessime condizioni, in profonda crisi eliminare del tutto, annientare finire o portare via ogni cosa, far sparire tutto

riuscire nella vita o nella carriera, superando problemi e ostacoli farsi bello vantarsi, pavoneggiarsi, spec. a sproposito sul far del giorno, sul far della notte al principio del giorno, della notte. non farina del suo sacco di lavoro di cui si neghi a qualcuno la paternit

spacciare semola per farina darla a intendere essere ancora in fasce allo stadio iniziale, sul nascere fasciarsi il capo prima di romperselo preoccuparsi per qualcosa di negativo che non si sa se accadr far dogni erba un fascio considerar tutto alla stessa stregua avere le mani fatate riuscire a fare tutto con grande facilit una fatica dErcole dimpresa difficile che richiede il massimo impegno e uno sforzo fisico o mentale notevolissimo far faville riscuotere un successo eccezionale e inatteso essere la favola della gente, del paese bere il calice fino alla feccia mangiarsi, rodersi il fegato farsi venire il mal di fegato essere sulla bocca di tutti (come oggetto o argomento di pettegolezzo, scherno o derisione) subire fino in fondo dolori e umiliazioni consumarsi per la rabbia prendersela troppo per qualcosa

fermare la voce

darle una sicura intonazione e renderla capace di tenere la nota per tutto il suo valore non portare a compimento unattivit tra due parti di ugual forza profittare tempestivamente del momento favorevole ben a sicuro per scaramanzia eccezionalmente resistente (fisicamente o moralmente) agire con inflessibile risolutezza

fermarsi a met strada essere fra baiante e ferrante battere il ferro finch caldo essere in una botte di ferro toccar ferro di ferro avere il pugno di ferro, governare con mano di ferro stomaco di ferro cuore di ferro essere ai ferri corti mettere a ferro e fuoco diventare di fiamma

che digerisce tutto sanissimo o duro, insensibile come i duellanti, allo scontro decisivo saccheggiare, devastare, distruggere arrossire violentemente per vergogna, pudore o per una forte emozione sprizzare, mandar fiamme dagli occhi rivelare attraverso lo sguardo lagitazione dellanimo o lintimo sdegno far fuoco e fiamme strepitare, tentare tutti i mezzi per raggiungere uno scopo accendersi come un fiammifero di persona che per un nonnulla sinalbera e va in collera far fiasco insuccesso, esito negativo ficcare gli occhi addosso a qualcuno guardarlo fissamente, con intensit ficcare il becco, il naso ficcarsi in testa, in capo, in mente far fico far le nozze coi fichi secchi non valere un fico (secco) intingere la penna nel fiele sputar fiele contro qualcuno esser senza fiele alla fin della fiera figlio unico di madre vedova occuparsi indebitamente delle faccende altrui, impicciarsi, intromettersi mettersi in testa, ostinarsi in unidea, fissarsi fallire in un tentativo dar prova di meschina parsimonia o grettezza proprio nulla scrivere con astio contro qualcuno dirne di cotte e di crude contro di lui, denigrarlo

di persona dal carattere dolce e mansueto alla fin fine, dopotutto (scherz.) di qualsiasi oggetto degno di particolare riguardo o attenzione mezza figura di personaggio di secondo piano, di secondaria importanza al tempo (o ai tempi) che Berta filava quando il mondo e i suoi costumi erano del tutto diversi da ora (con un senso di rammarico o di presa in giro) sembra un film di avvenimento o situazione cui non si riesce a credere, pur avendolo vissuto

avere il filo diretto con qualcuno essere con lui in stretti rapporti star ritto con i fili essere estremamente debole muovere, manovrare i fili di qualcosa esserne lispiratore occulto dar del filo da torcere a qualcuno essere attaccato a un filo fare il filo a qualcuno scoprire un filone doro uscir dalluscio e rientrare dalla finestra o mangiar questa minestra o saltar questa finestra aprire a qualcuno una finestra sul tetto finire i propri giorni ostacolarlo in ogni modo in una situazione o condizione accentuatamente precaria fargli la corte trovare una via per arricchirsi facilmente e rapidamente ricomparire in modo inaspettato dopo essere stato cacciato o escluso scegliere per necessit il male minore creargli motivo di svantaggi e difficolt

morire; (scherz.)cessare definitivamente di funzionare, diventare del tutto inservibile mettersi in fiocchi in ghingheri prendere fischi per fiaschi capire, interpretare alla rovescia fissare gli occhi su qualcosa desiderare di averlo, spec. Acquistandolo aver buon fiuto capacit di intuizione pronta e vantaggiosa riconoscere al fiuto a prima vista rendere pan per focaccia male per male avere gli occhi, gli orecchi foderati di non vedere, non sentire bene o non voler vedere, prosciutto non voler sentire essere ben foderato essere provvisto di denaro in abbondanza al cader delle foglia con allusione allautunno della vita tremare come una foglia per paura non si muove foglia non c un alito di vento mangiare la foglia intuire le intenzioni subdole di qualcuno fondare sulla sabbia fare qualcosa che non ha basi solide prendere qualcuno per i fondelli (pop.)prenderlo in giro toccare il fondo di qualcosa sperimentarlo completamente senza fondo insaziabile raschiare il fondo del barile sfruttare tutto il recuperabile essere a corto di fondi (scherz.) aver pochi soldi in tasca una fontana di lacrime efflusso copioso arnese, pendaglio da forca di persona capace dogni malvagit (scherz., di ragazzo che ne combina di tutti i colori far forca marinare la scuola essere una buona forchetta un robusto mangiatore parlare in punta di forchetta in modo eccessivamente ricercato stuzzicare, molestare il formicaio procurarsi noie o preoccupazioni andando a disturbare chi sta tranquillo pensieri foschi che non promette nulla di buono scavarsi la fossa esser causa del proprio danno o della propria rovina saltare il fosso prendere una risoluzione importante mandare qualcuno a farsi fottere mandarlo al diavolo

Va a farti fottere! Fottiti! non franca la spesa dar campo franco farla franca saltar di palo in frasca buona frasca e cattivo vino ma va a farti frate! star coi frati e zappar lorto essere o andar per le fratte andar per fratte avere molte freccie al proprio arco doccia fredda far venir freddo, mettere il freddo addosso non fare n caldo n freddo fare qualcosa a freddo aver le fregna mordere, rodere il freno (propr. dei cavalli impazienti) star fresco mandare qualcuno a farsi friggere andare a farsi friggere cantare come un fringuello fare una frittata fritto e rifritto far frollare qualcuno in carcere prendere uno a frullo intendere a frullo far come il fiaccheraio che cominci dalla frusta essere alla frutta, arrivare alla frutta cogliere il frutto quand maturo un buon fucile a scappa e fuggi fuggire come un fulmine colpo di fulmine

va allinferno, va al diavolo, va a quel paese espressione ingiuriosa che esprime rabbia o disappunto verso qualcuno non compensa la spesa, non vale la pena lasciare ad altri piena libert dazione uscire indenne da una situazione rischiosa cambiare argomento allimprovviso e ingiustificatamente le apparenze ingannano (euf.)ma va al diavolo, allinferno (pop.)conformarsi alla volont e alle decisioni degli altri (tosc.)versare in condizioni molto disagiate (gerg.)appartarsi per amoreggiare disporre di buoni e solidi argomenti o di valide possibilit alternative improvvisa e inaspettata delusione far rabbrividire di paura o di orrore lasciare del tutto indifferente coi nervi perfettamente a posto, senza collera, commozione, entusiasmo essere di cattivo umore subire di malanimo uno stato di soggezione morale o politica, essere insofferenti alla disciplina esser nei guai (euf.)mandarlo al diavolo (euf.), andare al diavolo, andare in rovina, andare alla malora, finire male con voce limpida, armoniosa e gorgheggiante combinare un grosso guaio, non sempre riparabile ripetuto fino alla noia tenervelo a lungo abbordarlo incontrandolo per caso capire a volo cominciare a rovescio, dalle rifiniture allo stremo, alla fine approfittare delloccasione al momento giusto un abile tiratore in fretta e furia simbolo di rapidit, impeto, violenza innamoramento improvviso

mi fuma la testa, il cervello

quando non si riesce pi a connettere bene le idee a causa di un eccessivo sforzo intellettuale di persona molto in collera fare pace, riconciliarsi rimbecillire, impazzire di persona detestabile millantare un presunto credito rovinare, dissolvere venir meno, scomparire di cose che nascono alla svelta o che rapidamente si moltiplicano cedere facilmente allira o a una passione prova rischiosa e decisiva garantire in modo netto e impegnativo avere una devozione e dedizione assoluta per qualcuno, essere disposto a qualsiasi sacrificio coprire dinfamia, di vergogna impegnarsi in un numero eccessivo di attivit rosso per lira o la vergogna terribili o straordinarie con calore entusiasmo, passione o reazione effimera motivo di pericolo che si sviluppa in segreto mettere in atto ogni mezzo per raggiungere uno scopo fomentare passioni o contrasti col pericolo, coi sentimenti (spec. amorosi) sragionare, rimbecillire battere i denti per il freddo o trovarsi in gran miseria. di persona magrissima esagerare, ingrandire a bella posta cambiare opinione o partito, per lo pi allimprovviso, per volubilit o per interesse (scherz.)ambiente disordinato e caotico in una situazione che, pur offrendo benefici o privilegi, limita nella libert di persona o cosa assai leggera risultare evidente, in modo imprevedibile e inatteso guadagnar quanto basta per vivere e per far fronte agli impegni uscire indenne da una situazione rischiosa di persona di scarsa intelligenza o poco senno

gli fuma in naso fumarsi il calumet della pace fumarsi il cervello come il fumo negli occhi vender fumo mandare in fumo andare in fumo crescere, spuntare, venir su come i funghi pigliar fuoco prova del fuoco mettere la mano sul fuoco buttarsi nel fuoco per qualcuno

bollare a fuoco metter troppa carne al fuoco diventar di fuoco cose di fuoco parlare (o recitare) con fuoco fuoco di paglia fuoco che cova (sotto la cenere) far fuoco e fiamme soffiar nel fuoco scherzare col fuoco essere, dare di fuori battere la furafantina sembra un fuscello far dun fuscello una trave voltar o mutar gabbana

gabbia di matti vivere in una gabbia dorata pesa quanto una galla venire a galla tenersi a galla rimanere a galla avere un cervello di gallina

gallina vecchia fa buon brodo

per indicare lesperienza che deriva dallet, ma specialmente a proposito di donna matura ancora appetibile sul piano sessuale per indicare somiglianza coi genitori, soprattutto negli aspetti negativi del carattere prestissimo scrittura illeggibile le rughe che si formano agli angoli degli occhi

chi di gallina nasce convien che razzoli andare a letto con le galline raspatura di galline zampe di gallina al canto del gallo essere il gallo della Checca fare il gallo

allalba incontrare il favore delle donne imbaldanzirsi, inorgoglirsi, darsi arie di conquistatore avere buona gamba essere un buon camminatore esser di gamba lesta svelto stare in gamba essere in piena salute essere in gamba star bene, avere un aspetto florido (fig., avere buone capacit e spirito diniziativa) non avere pi gambe essere stanchissimo gli tremano le gambe per la debolezza o per paura andare a gambe allaria cadere allindietro (fig., andare in rovina) mettersi la via fra le gambe incamminarsi di buona lena mettersi le gambe in capo (o in collo) correre a precipizio diventare, esser rosso come un gambero camminare, fare come i gamberi mangiare a quattro ganasce per vergogna, ira, sforzo intenso, emozione improvvisa o per una prolungata esposizione al sole regredire, andare indietro con avidit e ingordigia (anche fig. con riferimento a comportamenti illeciti a fini di lucro, spec. di funzionari pubblici) cio lasciando cadere il liquido nella bocca senza accostare il recipiente alle labbra; (estens.) bere in modo scomposto e abbondantemente c qualcosa sotto assumersi un impegno fastidioso, senza alcun obbligo n tornaconto (in) pochissimi non potersi soffrire a vicenda, provare una reciproca e, per cos dire, atavica antipatia o inimicizia grandi e malinconici con allusione alla velocit nella corsa provare un incontenibile senso di orrore o di paura essere insensibile

bere a garganella

gatta ci cova pigliare una gatta a (o da) pelare essere (in) quattro gatti essere come cane e gatto

occhi di gazzella correre come una gazzella sentirsi gelare (o sentirsi gelare il sangue) avere il cuore di gelo

far gemere i torchi capire, intendere il gergo parere un Ges morto gettare acqua sul fuoco gettare alle ortiche gettare il guanto gettare la maschera gettare la polvere negli occhi gettare la tonaca alle ortiche gettare le braccia al collo gettare sul mercato gettare ombra gettare sul lastrico gettare luce gettare in faccia gettarsi ai piedi di qualcuno restare, rimanere ghiacciato essere di ghiaccio essere un pezzo di ghiaccio avere le mani, i piedi di ghiaccio rimanere di ghiaccio rompere il ghiaccio in ghingheri dormire come un ghiro far giacomo giacomo amico del giaguaro

stampare, dare alle stampe (per lo pi scherz.) capire, intendere lallusione nascosta in una frase di persona pallidissima ed emaciata smorzare, calmare una situazione abbandonare del tutto, lasciare sfidare a duello; (estens.) lanciare una sfida smettere di simulare, mostrare apertamente le proprie intenzioni illudere facendo vedere o intendere pi di quanto realmente lasciare i voti religiosi, spretarsi abbracciare con slancio mettere in vendita a basso prezzo o in notevole quantit mettere in cattiva luce, screditare, compromettere privare allimprovviso di ogni sostentamento rendere chiaro, chiarire, spiegare dire in faccia, rinfacciare umiliarsi di fronte a lui, implorarlo improvvisamente deluso o sbigottito, incapace dogni pur minima reazione insensibile agli affetti e alle passioni intirizzito dal freddo o sessualmente frigido freddissimi improvvisamente deluso o sbigottito superare uno stato di esitazione, imbarazzo, riserbo di persona vestita con vistosa eleganza profondamente (perch lanimale dinverno cade in letargo) (pop.)delle gambe che cedono per paura o debolezza (scherz.) chi con le azioni o con i discorsi sembra sostenere pi le posizioni degli avversari di un amico che lamico stesso loggetto della predilezione propria o generale con prodigi di valore da entrambe le parti compiere rapidi progressi o avanzamenti inginocchiarglisi dinanzi per manifestargli umilmente la propria riconoscenza o per implorarne il perdono oppure una grazia umiliarsi di persona o situazione che riesca tediosissima vincere, abbattere

la pi bella rosa del giardino guerra, battaglia di giganti far passi di (o da) giganti cadere (o gettarsi) alle ginocchia di qualcuno piegar le ginocchia far venire il latte alle ginocchia mettere in ginocchio

giocare a carte scoperte giocarsi la camicia

agire senza misteri o riguardi scommettere fino allultimo soldo, rischiare tutto al gioco giocarsi la testa essere assolutamente certo gioco da ragazzi cosa facilissima a farsi essere in gioco correre un rischio, un pericolo esser giocoforza essere inevitabile passare sotto il giogo assoggettarsi a una dura umiliazione chiaro come il giorno evidentissimo ci corre quanto dal giorno alla notte di cose inconciliabilmente diverse esser giovane di mente, di spirito, di conservare la freschezza dellingegno e dei cuore sentimenti, la vivacit di carattere propria della giovent gli manca qualche gioved di persona che dimostri di non essere proprio in senno come il (o peggio del) gioved di persona che sempre tra i piedi (dato che il gioved il giorno di mezzo della settimana) pare una giraffa far girare la testa prendere in giro andar gi andare in brodo di giuggiole mandare in brodo di giuggiole correr le giumenta giungere in porto il sonno del giusto lavorare per la gloria essere (o andare) in gloria aspettare a gloria far lo gnorri spianare la gobba a qualcuno avere qualcuno sul gobbo persona alta e sgraziata o dal collo eccezionalmente lungo frastornare qualcuno a forza di chiacchiere o farlo innamorare prendersi gioco, canzonare deperire; deprezzarsi; (in frasi negative), ripugnare, nauseare andare in solluchero, gongolare mandare in solluchero, deliziare (arc.) lo stesso che correr la cavallina riuscire nel proprio intento; dimpresa, di lavoro, ecc., concludersi con successo sonno profondo e tranquillo (scherz. o iron.) senza alcun compenso materiale in estasi con impazienza ansiosa e vivo desiderio fingere furbesca indifferenza o ignoranza (pop.) bastonarlo di santa ragione subirlo contro voglia, non poterlo vedere o soffrire

somigliarsi come due gocce dacqua di persone o cose somigliantissime la goccia che fa traboccare il vaso il punto di rottura di una situazione intollerabile

rimanere senza una goccia di sangue (iperb.) per turbamento o paura bere il calice fino allultima goccia a goccia a goccia provare fino in fondo ogni sorta di amarezze e umiliazioni senza interruzioni (con una sfumatura di lentezza talvolta deprimente)

mettere alla gogna prendere per la (o alla) gola

trovarsi con lacqua alla gola fare un peccato di gola far gola alzare il gomito pallone gonfiato

svergognare, esporre al ludibrio di tutti costringere con le minacce o la violenza a far qualcosa; praticare o imporre condizioni da usuraio prossimo alla catastrofe cedere a un desiderio che sarebbe stato pi conveniente reprimere di tutto ci che suscita un intenso desiderio (estens. e fig.) eccedere nel bere di persona che si crede molto pi importante e capace di quello che , oppure stimata e apprezzata molto di pi di quello che vale essere in preda a una disperazione a malapena contenuta in modo quanto mai soddisfacente, ottimamente di affronto o sgarbo che non si riesce a dimenticare, o di persona che riesca quanto mai antipatica creare fastidiose complicazioni impegnarsi in una chiassosa propaganda (scherz.) stuzzicare qualcuno perch parli in fondo in fondo, a ben considerare, tutto sommato (fam.) rimanere in ozio affidarglisi con abbandono e fiducia in suo potere, in sua balia far sapere a tutti qualcosa che sarebbe meglio tenere segreto (scherz.) morire; (fig.) simbolo di magrezza e di scarso vigore (pare un g.; mangia quanto un g.) essersi macchiato di un omicidio assoggettarsi rassegnatamente a un lavoro duro o avvilente (iron.) bastonarlo trovarsi ridotto in condizioni fisiche, morali o finanziarie pessime di argomenti che non stanno in piedi farlo sospirare o prenderlo in giro subire le offese senza reagire essere al sicuro da preoccupazioni o da rischi stare a perfezione, adattarsi perfettamente (spec. di calzature che aderiscono bene al piede)

avere, sentirsi il cuore gonfio andare, procedere a gonfie vele avere, restare sul gozzo

piantare una grana battere la grancassa grattarsi il corpo alla cicala gratta gratta grattarsi la pancia gettarsi in grembo a qualcuno mettere in grembo a qualcuno gridare qualcosa ai quattro venti andare a sentir cantare i grilli

avere le mani grondante di sangue piegare il groppone accarezzare il groppone a qualcuno esser sulle grucce reggersi sulle grucce tenere qualcuno sulla gruccia porgere laltra guancia dormire tra due guanciali calzare come un guanto

ladro in guanti gialli

che ruba elegantemente, senza destare il minimo sospetto (espressione attribuita al Giusti e derivata da quella francese gants jaunes, riferita agli elegantoni) trattare uno coi guanti con maniere piene di riguardo con mano di ferro e guanto di velluto di azione energica ma rispettosa delle forme guardare storto, di sbieco, di traverso, in cagnesco guardare dallalto in basso guardare di buon occhio guardare di mal occhio stare a guardare con rancore, ostilit con superbia o disprezzo con simpatia, con buona disposizione danimo

con malanimo seguire lo sviluppo di una situazione senza intervenire, per pigrizia o per prudenza guardarsi alle spalle stare in guardia contro possibili tradimenti non guardarsi pi non frequentarsi pi, non avere pi alcun rapporto, in seguito alla rottura di unamicizia o di un amore mettersi, stare in guardia in atteggiamento di difesa contro eventuali insidie o pericoli guastare (o guastarsi) la digestione, il far arrabbiare (o arrabbiarsi), provocare (o sangue, la salute, il fegato procurarsi) uno stato di turbamento, di fastidio guastare (o guastarsi) il sonno causare (o procurarsi) uno stato di grande preoccupazione e angoscia farsi il sangue guasto arrovellarsi per qualche contrariet avere il sangue guasto con qualcuno avercela a morte con lui a guisa di, in guisa di a somiglianza di (con un risalto maggiore o pi suggestivo dellaffinit rispetto al semplice come)

sepolcro imbiancato imbottire il portafoglio buttarsi sull'imbraca imbrattarsi le mani di sangue impattarla con qualcuno all'impazzata parlare di corda in casa dellimpiccato all'impronta per incanto, come per incanto incipriarsi il naso incrociare le spade, le armi

persona falsa e ipocrita (dallinvettiva rivolta ai farisei da Ges) far quattrini (fig.) di persona che cerca di fare il meno possibile o il minimo indispensabile commettere un omicidio (fam.) reggerne il confronto, risultare di pari valore. a velocit pazzesca o con violenza indiscriminata parlare inopportunamente di argomenti imbarazzanti per linterlocutore improvvisando, l per l in modo improvviso e imprevedibile, come per magia sniffare cocaina (fig.) avere una disputa con qualcuno

incrociare le dita incrociare le braccia tra lincudine e il martello

(fig.) fare gli scongiuri (fig.) astenersi dal lavoro, scioperare tra due pericoli ugualmente gravi o davanti a due alternative ugualmente difficili e imbarazzanti uno dietro laltro chiudersi in un atteggiamento falsamente assorto o distratto, fingere di non capire allontanare, emarginare per veri o presunti motivi di convenienza sociale sottrarsi a un impegno o a una promessa (fig.) peggiorare, regredire (fig.) essere ancora lontani dal punto previsto o prestabilito, difettare di preparazione nello studio, mancare del dovuto aggiornamento; (fam.), essere scarsamente sveglio o progredito attenuare la portata sgradevole di un fatto presentandolo in modo non del tutto negativo che suscita una violenta emozione (fam.) in imprecazioni che sottolineano profonda irritazione o insofferenza giovane donna compunta e remissiva solo in apparenza essere costretto a tollerare un fatto o una situazione molto spiacevole partire a spron battuto, imprimere unaccelerazione alla propria azione (scherz.) morire commettere un delitto a proposito di persone lasciate alloscuro di quanto normalmente dovrebbero essere a conoscenza scrivere frasi piene di astio, di acrimonia. provocare intenzionalmente una situazione confusa per trarne profitto ripresentare qualcosa di gi noto come se fosse originale proporgli qualcosa che gradisce particolarmente in straordinaria quantit (arc.) assolutamente nulla sragionare riservare o avocare a s risolutamente o gelosamente fam. (iron.), invito a cambiar mestiere rivolto a chi si dimostri incapace in un lavoro o in una professione

in fila indiano fare lindiano mettere allindice tirarsi indietro andare indietro (o allindietro) essere indietro

indorare la pillola

di infarto mandare, andare allinferno madonnina infilazata ingoiare il rospo, ingoiare un boccone amaro ingranare la quarta (o la quinta) andare a ingrassare i cavoli insanguinarsi le mani allinsaputa di

intingere la penna nel fiele intorbidare le acque inventare lacqua calda invitare qualcuno a nozze a iosa non valere uno iota avere il cervello in ipoteca mettere unipoteca a (o su) qualcosa datti allippica!

unistituzione

di persona o abitudine emblematica di un certo ambiente avere un colpo di fortuna

pescare il jolly avere il cuore sulle labbra

di persona straordinariamente sincera e comunicativa pendere dalle labbra di qualcuno ascoltarlo o seguirlo con la massima partecipazione e senza riserve mettere il laccio al collo di qualcuno costringerlo a fare ci che si vuole asciugar le lacrime a qualcuno lacrime di coccodrillo ladro di cuori vergognarsi come un ladro (colto in flagrante) andarsene come un ladro trattare uno come un ladro andar vestito come un ladro tempo da ladri esser come Cristo fra i due ladroni lama a doppio taglio lambiccarsi il cervello questione di lana caprina partire lancia in resta spezzare una lancia prendere lucciole per lanterne dare a intendere lucciole per lanterne cercare con la lanterna (o, pi com., col lanternino) le lanterne andarsele a cercare col lanternino consolarlo tardo pentimento, e talvolta solo apparente (scherz.) dongiovanni, rubacuori restare annichilito dalla vergogna alla chetichella, con noncuranza e scortesia in modo villano in modo sciatto e indecoroso pessimo circondato da gente malvagia e infida azione che potrebbe tornare a danno di chi la promuove scervellarsi alla ricerca di una soluzione di poca importanza, che rappresenta solo una perdita di tempo affrontare con estrema decisione una prova o un impegno prendere le difese di qualcuno o di qualcosa cadere in un equivoco clamoroso una cosa per laltra, ingannare, far cadere in errore a proposito di una cura scrupolosa nella ricerca di cose introvabili (scherz.) gli occhi, spec. se grandi o sbarrati; anche, gli occhiali di chi si procura ininterrottamente fastidi o guai per sventatezza o per voler fare di testa propria (pop.) sanissimo, in perfetta salute non dargli quanto saspettava farlo rimanere stupefatto abbandonarlo senza preavviso non disturbarlo abbandonarlo in miseria interromperla senza averla terminata

esser sano come una lasca lasciare qualcuno a bocca asciutta lasciare qualcuno con un palmo di naso lasciare qualcuno in asso lasciare qualcuno in pace lasciare qualcuno sul lastrico lasciare una cosa a met

lascia il tempo che trova lasciarsi andare lavare i panni sporchi in casa (o in famiglia)

del tutto ininfluente cedere a un sentimento o a un vizio, trascurarsi risolvere questioni spinose senza farlo sapere al di fuori dellambiente in cui ci si trova

lavare il capo (o la testa) a qualcuno rimproverarlo aspramente lavare la testa allasino lavarsene le mani lavata di capo lavorare di cervello lavorare di ganasce lavorare per la gloria fare un bel lavoro trattare, evitare uno come un lebbroso leccare i piedi (volg., il culo) a qualcuno leccarsi i baffi, le dita leccarsi le ferite adoperarsi per qualcuno che non lo merita esimersi da ogni responsabilit al riguardo di qualcosa rimprovero risentito e umiliante fare uso dintelligenza o furbizia (scherz.) mangiare in abbondanza e voracemente (iron.), senza alcun compenso (iron.)combinare un grosso guaio tenerlo a distanza, quasi fosse un essere immondo adularlo in modo servile

apprezzare molto un cibo o altro cercare di consolarsi di una delusione, di un insuccesso, di un dolore legarsi qualcosa al dito, o legarsela al tenere a mente un torto con lintenzione di dito ripagarlo al momento opportuno asino vestito della pelle del leone di un pusillanime che ostenta qualit eroiche che non ha la parte del leone il pi e il meglio, ottenuto con la sopraffazione lunghia del leone esser come Daniele nella fossa dei leoni giovani leoni loriginalit e il valore in grave pericolo i ricchi figli di pap, noti per la loro arroganza e le loro stravaganze; con altro senso, i giovani ambiziosi e carrieristi qui sta il punto (scherz.) piombare in un sonno profondissimo

qui giace la lepre andare, cadere in letargo rimanere lettera morta a chiare lettere levare il capo levare qualcuno al cielo levare il pane di bocca a qualcuno

restare senza effetto alcuno apertamente, senza giri di parole insuperbirsi farne gli elogi pi sperticati privarlo della possibilit di poterselo guadagnare, ridurlo in miseria levare le parole di bocca a qualcuno anticiparlo, prevenirlo nel dire parlare come un libro stampato (iron.) di chi tratta un argomento con estrema precisione o competenza, anche con una sfumatura di pedanteria

essere un libro aperto segnare uno nel proprio libro essere nel libro nero

di persona sincera, leale, trasparente nei rapporti sociali e famigliari tenerlo ben presente nella memoria godere di cattiva fama, o essere malvisto e tenuto in disparte in un determinato ambiente di persona che venga messa da parte dopo che se ne sia tratto ogni vantaggio possibile di chi sparla del prossimo per abitudine di chi parla troppo, senza riflettere, o anche quando sarebbe meglio tacere una grande facilit di parola parlare con estrema franchezza, senza riguardi per nessuno alludendo ai danni che pu recare la diffamazione o la calunnia sparlare di tutto e di tutti

limone spremuto una mala lingua aver la lingua lunga aver la lingua sciolta, pronta non aver peli sulla lingua ne uccide pi la lingua che la spada avere una lingua che taglia e cuce

aver qualcosa sulla punta della saperlo, ma non ricordarlo sul momento lingua tenere a freno la lingua, mordersi la sforzandosi di rimanere indifferente, di tacere, lingua oppure pentendosi con amara stizza di aver detto qualcosa parlare la stessa lingua comprendersi, intendersi parlare lo stesso linguaggio intendersi, essere delle stesse idee, andare daccordo non valere una lira assolutamente nulla lisciare il pelo a qualcuno adularlo sfacciatamente, o anche, per antifrasi, bastonarlo, picchiarlo di santa ragione passarla liscio farla passare liscio a qualcuno alla lontana uscire indenne da una situazione pericolosa, farla franca evitargli una punizione (spec. in frasi negative) per indicare assenza di partecipazione diretta o immediata, oppure indeterminatezza e genericit una cosa per unaltra (a proposito di uno spacciatore di frottole o di chi resta vittima di un vistoso abbaglio) crogiolarsi al sole di persona molto magra perch abituata a mangiar pochissimo o perch ha ben poco da mangiare la fortuna (secondo il pregiudizio popolare) essere perseguitato dal destino, dalla sfortuna esserne in balia con paziente e scrupolosa diligenza

dare a intendere o prender lucciole per lanterne stare al sole come le lucertole campare di lucertole

trovar la lucertola a due code essere ludibrio della sorte divenire ludibrio della tempesta cercare col lumicino

chiari di luna finire in bocca al lupo in bocca al lupo crepi il lupo tempo da lupi mettere il lupo nellovile

tempi difficili, spec. per difficolt economiche in balia di qualcuno (nemico, strozzino, ecc.) augurio a chi sta per affrontare una prova difficile risposta terribile, inclemente porre qualcuno in una situazione di cui pu indiscriminatamente abusare a proprio vantaggio chiedere aiuto (per burla) fare esperienza delle durezze e dei pericoli della vita adularlo bassamente, in modo servile di quanto risulti singolarmente tempestivo e opportuno clandestinamente per sfuggire a una cattura o partecipare a un movimento di resistenza non cedere a inviti o a lusinghe (pop.) essere di pessimo umore (pop.) particolarmente grandi o intensi come calco di unespressione araba solenne, la pi grande o la pi importante tra le cose indicate dalla determinazione ambito dominato da forze estranee a quelle della comune esperienza (fam.) va abbastanza bene, procede in modo soddisfacente di chi vive ai margini della societ o dedito a imprese losche o criminose con fatica, a stento a proposito di chi fa sempre previsioni pessimistiche; menagramo, iettatore le canaglie vivono pi a lungo dei buoni di persona insopportabile che sempre tra i piedi con un senso pi o meno accentuato di rincrescimento dimagrire in modo impressionante, ridursi pelle e ossa nudo prive di senso come scongiuro per fatti spiacevoli che potrebbero capitare una persona stravagante, un po matta malmenarlo provocandogli lesioni

gridare al lupo provare il morso del lupo lustrare le scarpe a qualcuno essere, cadere, cascare come il cacio sui maccheroni alla macchia vivere, darsi alla macchia star saldo al macchione aver le madonne avere una fretta (o una fame, un freddo) della Madonna la madre di tutti (o tutte)

cerchio magico Non c malaccio! di malaffare a malapena uccello del malaugurio la malerba non muore mai cresce come la malerba a malincuore ridursi una malombra come lo ha fatto mamma cose senza n babbo n mamma ci mancherebbe altro! gli manca una rotella, un venerd mandare qualcuno allospedale

mandare qualcuno al diavolo, allinferno, a quel paese mandare qualcuno al camposanto, in paradiso mandare allaria mangiare la foglia mangiare pane a ufo mangiare il contratto a qualcuno

toglierselo di torno a male parole farlo morire

far fallire accorgersi di un inganno farsi mantenere da altri bloccare la carriera di un collaboratore, privandolo di ogni incremento nel tempo mangiare il vento di veliero che con la propria posizione impedisca a un altro di usufruirne lasciarsi mangiare il remo permettere che lacqua trattenga la pala mangiare qualcuno di baci baciarlo con foga appassionata mangiare (o mangiarsi) qualcuno con guardarlo con bramoso desiderio gli occhi mangiare (o mangiarsi) vivo rimproverarlo con violenza qualcuno mangiare (o mangiarsi) il fegato consumarsi dalla rabbia mangiare (o mangiarsi) le mani tormentarsi per il rimorso mangiare (o mangiarsi) unoccasione perdere unopportunit favorevole in maniche di camicia rimboccarsi le maniche avere lasso nella manica essere, entrare nella manica di qualcuno esser di manica larga o stretta un altro paio di maniche ciurlare nel manico il difetto sta nel manico senza badare alletichetta accingersi di buona lena a un lavoro disporre di un mezzo capace di risolvere al momento opportuno una situazione incerta goderne o acquistarne il favore indulgente o rigoroso, spec. nel giudicare a proposito di una prospettiva completamente diversa venir meno a un impegno, a una promessa nellimpostazione piuttosto che nellesecuzione, ovvero la colpa di chi dirige o comanda bastonare starsene inoperoso, con le mani sui fianchi nel gergo degli avieri e degli automobilisti, essere un pilota o un guidatore provetto pericolo gravissimo incombente, anche, simbolo di regime tirannico e sanguinario per rabbia o dispetto in segno di saluto o per suggellare un patto o un accordo domandarla in sposa declinare ogni responsabilit garantire dellonest e delle capacit di una persona o della qualit o verit di una cosa tenerlo in grande considerazione

benedire col manico della scopa far la pentola a due manichi essere un manico esser sotto la mannaia mordersi le mani darsi, stringersi la mano chiedere la mano di una fanciulla lavarsi le mani di qualcosa metter la mano sul fuoco per qualcuno o per qualcosa portare qualcuno in palmo di mano

a man salva di prima mano dare il primo, lultimo giro di manovella donna da marciapiede battere il marciapiede far marciare qualcuno promessa, giuramento da marinaio marinaio dacqua dolce

a tutto spiano, a pi non posso direttamente dalla fonte iniziare, terminare le riprese di un film meretrice esercitare la prostituzione farlo rigare diritto, costringerlo alla disciplina e allimpegno che certamente non saranno mantenuti (scherz.), di chi presta servizio su mezzi destinati alla navigazione lacustre o fluviale e (fig.), persona sprovvista di solida competenza specifica in unattivit dormir sodo e a lungo essere di origine contadina (dial.) eufemismo per coglioni trovarsi tra due pericoli ugualmente gravi o di fronte a due alternative ugualmente scomode o pericolose simbolo di sapore delicato o di carattere inoffensivo rivolgendosi a qualcuno che vorrebbe dare ad intendere una cosa per unaltra provare una forte stizza repressa o un risentimento persistente per una sopraffazione subita complicare le cose cercare la maniera migliore per uscir fuori da una situazione imbrogliata o risolvere una questione complicata la prima giovinezza superarlo, vincerlo, giocarlo dastuzia (scherz.) quello che si balla abbracciati strettamente, seguendo un ritmo molto lento e spostandosi pochissimo laspetto negativo, celato dietro le apparenze prendere in giro che indulge a una ridicola teatralit negli atteggiamenti e nel comportamento nel patetico o nel ridicolo (scherz.) dormire o morire benissimo, alla perfezione prenderlo in giro, ingannarlo sparlare, spettegolare picchiare, spec. Abitualmente scervellarsi per capire o risolvere qualcosa benissimo, ottimamente

dormire come una marmotta venire dalla marra non mi rompere i marroni! essere tra lincudine e il martello

sembra (di) marzapane ti conosco mascherina! masticare amaro, masticare veleno

arruffare la matassa cercare, trovare il bandolo della matassa il mattino della vita dare scacco matto a qualcuno ballo del mattone

il rovescio della medaglia prender per le mela personaggio da melodramma cadere nel melodramma riposare le stanche membra a menadito menare qualcuno per il naso menare la lingua menare le mani spremersi le meninge a meraviglia

fare orecchi da mercante (o di mercante) a buon mercato entrarci come i cavoli a merenda mescolare le carte dire la messa aspettare il messia credersi il messia avere il mestolo in mano fare il mestolo (o, pi com., il mestolino) chi pi ne ha pi ne metta mettere bocca mettere una pulce nellorecchio di qualcuno mettersi in animo qualcosa mettersi in testa qualcosa mettere nero su bianco mettere mano a qualcosa mettere fretta a qualcuno mettere in buona, in cattiva luce qualcuno mettercela tutta mettersi nei panni di qualcuno dar fuoco alla miccia uomo senza midollo grande come un grano di miglio pietra miliare

far finta di non sentire (fig.) senza grave danno o senza fatica di quanto risulti estraneo e inopportuno confondere le cose celebrarla attendere con ansia, a lungo, inutilmente credersi lunico in grado di risolvere una situazione complicata avere la facolt di fare e disporre a proprio modo, comandare dispoticamente di bambini quando stanno per piangere (perch sporgono labbra e mento, arricciandoli) e via dicendo interloquire, intromettersi instillargli un sospetto avere intenzione di farlo volerlo realizzare ad ogni costo o convincersene, crederlo vero stendere per scritto, ufficializzare cominciarlo incalzarlo, sollecitarlo presentarlo in termini positivi o negativi impegnarsi al massimo immedesimarsi in lui passare decisamente a unazione di forza apatico, senza volont n iniziativa di cosa piccolissima di quanto venga ritenuto cos importante da segnare una tappa fondamentale nel corso storico di una evoluzione o di uno svolgimento fam. (tosc.) andare a spasso (parlando a bambini) trovarsi, consapevolmente o no, in una situazione oltremodo difficile e rischiosa che richiede eccezionale cautela a proposito di quanto suggerisce lidea di uninsopportabile monotonia di cosa ormai passata e superata che si cerca di far rivivere ottenere senza sforzo qualcosa per cui altri abbiano prima lavorato o penato insieme confuso ed eterogeneo non particolarmente brillante, dimesso di orologio esattissimo (anche, di persona puntualissima negli appuntamenti)

andare a mimmi camminare su un terreno minato

sempre la solita minestra minestra riscaldata trovare la minestra belle pronta far tutto un minestrone in tono minore spaccare il minuto

guardare al minuto (o stare al minuto) essere nel mirino pianger miseria

di persona molto esigente in fatto di puntualit essere tenuto docchio, sottoposto a vigilanza minacciosa (fam.) lamentare con piagnucolosa ostentazione una povert spesso pi presunta che reale interiezione pop. di disappunto studiarne il comportamento e valutarne le capacit per neutralizzarne le intenzioni o le manovre ragazzino petulante e presuntuoso favorire con la propria presenza una relazione amorosa o assistervi lultimo seguace di unidea ormai sorpassata di persona difficile da trattare o di notizia di assai dubbia attendibilit persona senza carattere n forza di volont in malora

porca miseria! prender le misura a qualcuno

non dar retta a quel moccioso! reggere il moccolo essere lultimo dei Moicani da prendersi con le molle pappa molla andare in mona, mandare in mona pagare in moneta sonante beati i monocoli in terra di ciechi

in contanti a proposito di chi a mala pena emerge da una generale mediocrit montare in cattedra fare il saccente, pontificare montare in superbia insuperbirsi montare la mosca al naso irritarsi di colpo, stizzirsi montare il sangue alla testa perdere il controllo, avere un attacco dira, infuriarsi montare in collera, in bestia andare su tutte le furie andare, cercare per monti e per valli per ogni dove e senza requie promettere mari e monti mandare o andare a monte fare uno morbido fare promesse a non finire che poi non saranno mantenute per significare unimprovvisa e dannosa interruzione massacrarlo di botte o, con altro significato, frastornarlo con una quantit intollerabile di chiacchere e di discorsi impedirgli di dire ci che pensa essere insofferente a costrizioni, essere al limite della sopportazione soccombere in un combattimento (estens., subire una clamorosa sconfitta, restare scornato) di azione o esperienza consumata rapidamente pentirsi per essersi lasciato sfuggire unoccasione irripetibile

mettere la mordacchia a qualcuno mordere il freno mordere la polvere

mordi e fuggi mordersi le mani, le dita

mordersi la lingua, le labbra esser preso in una morsa pestar lacqua nel mortaio pare un morto che cammina star sulle mossa mettersi in moto di motuproprio mozzare la parola in bocca a qualcuno metter tutti in un mucchio parere, sembrare un mugnaio tirar lacqua al proprio mulino; ogni mulino vuol la sua acqua combattere con i mulini a vento stai attento, come un mulino a vento cocciuto come un mulo murato vivo mettere con le spalle al muro mettere al muro guadagna pi coi muscoli che col cervello non avere muscoli, essere senza muscoli mostrare i muscoli metter la museruola a qualcuno rimanere in mutande (di tela) nascere bene

contenersi a stento dal rispondere per le rime in una condizione o situazione da cui non facile o addirittura impossibile liberarsi affaticarsi invano di persona assai malandata e deperita di persone, esser sul punto di partire adoperarsi, darsi da fare di propria iniziativa impedirgli di continuare a parlare considerare alla stessa stregua, senza discriminare o distinguere (scherz.) di chi vistosamente ricoperto di polvere simbolo del vantaggio personale con nemici immaginari simbolo dincostanza e volubilit simbolo di ostinazione e testardaggine di chi segregato dal mondo termine di riferimento di situazioni o condizioni relative a costrizione giustiziare per lo pi mediante fucilazione simbolo di capacit o efficienza, per lo pi meramente materiale di cosa o persona priva di energia e di nerbo dare una dimostrazione di forza e di autorit, gener. per intimidire qualcuno impedirgli di dire liberamente ci che pensa, ridurne la libert dazione senza un quattrino, rovinato

da famiglia nobile e facoltosa, ma, anche, con ottime doti, soprattutto intellettuali nascere con la camicia avere tutte le fortune nascere sotto una buona stella, sotto avere un destino favorevole o avverso una cattiva stella poeti si nasce si per natura, per qualit innate nascere imparato non avere lumilt di apprendere da persone esperte vedere nascere qualcuno conoscerlo sin da bambino non sono nato ieri non sono ingenuo, sprovveduto gettare il sasso e nascondere la lanciare unaccusa o compiere unazione cattiva o mano illecita senza scoprirsi nascondere la testa sotto la sabbia non voler vedere che cosa accade intorno nascondere dietro un dito rifiutarsi di guardare in faccia la realt

di nascosto aver buon naso negli affari giudicare a naso o a lume di naso restare con un palmo di naso arricciare, storcere il naso avere una gran puzza sotto il naso avere il naso per aria non mettere il naso fuori di casa essere al nastro di partenza durare da Natale a santo Stefano

senza che altri si accorga o venga a sapere, furtivamente simbolo del fiuto o della sagace intuizione in modo istintivo, sommario, provvisorio sopraffatto dallo stupore e incapace di reagire in senso di schizzinoso ribrezzo chiudersi abitualmente in un altezzoso riserbo

essere distratto non uscire pronto per iniziare una attivit per pochissimo tempo, dato che il giorno di santo Stefano quello immediatamente successivo al giorno del Natale navigare in cattive acque passarsela male navigare con il vento in poppa, a vele godere di un momento particolarmente felice o spiegate fortunato fare il negro lavorare molto e duramente per una retribuzione modesta fare il nesci far finta di ignorare qualcosa, fingendosi magari tonto mani di neve simbolo di bianchezza immacolata capelli sparsi di neve (fam.) che cominciano a incanutire un nido di vipere ambiente in cui regnano invidia e malvagit verso il prossimo perdersi fra ninnolo e nannoli perdere il tempo in cose ridicole, infantili fra ninnolo e nannoli alla belle meglio non vale un nocciolo (fam.) simbolo di cosa o fatto irrilevante non far di nccioli fare sul serio esser come due anime in un nocciolo di persone legate da una consuetudine di affetto a tutta prova aver le noce in bocca parlare male come borbottando o a stento camminare sulle noce di persona che cammina goffamente mettendo male i piedi a nome di, in nome di per conto di o invocando la testimonianza di perdere il nord far nottata lorientamento passarla senza chiudere occhio (lavorando o assistendo un infermo, o in divertimenti) ci corre quanto dal giorno alla notte a proposito di grande differenza fra due cose o persone peggio che andar di notte a proposito di situazioni molto pericolose o confuse la paura fa novanta (scherz.) rivolgendosi a persona che ha preso un grande spavento andare a nozze fare una cosa con grande piacere e soddisfazione invitare a nozze offrire il pretesto o loccasione di fare ci che da tempo si desidera di fare

far le nozze coi fichi secchi

a mani nude a occhio nudo

che numero quel ragazzo! passare nel numero dei pi nuotare come un pesce vivere tra le nuvole aver la testa fra le nuvole cadere dalle nuvole pagare lobolo a Caronte camminare come unoca (o a oca) passo dell'oca porca loca! ha il cervello di unoca

intraprendere qualcosa senza i mezzi necessari (con un senso di ridicola inferiorit o di gretta parsimonia) senza usare attrezzi senza occhiali n il sussidio di strumenti ottici di ingrandimento o di avvicinamento (fig., con assoluta evidenza) (fig. o pop.), a proposito di una scena o persona che provochi ilarit morire benissimo al di fuori della realt essere distratto trasecolare, restar sbalordito (estens.) morire coi piedi volti in dentro il modo di marciare in parata a gamba tesa, proprio della fanteria tedesca interiezione popolare di origine eufemistica, che indica impazienza simbolo di goffaggine e di ottusit o anche di sconcertante superficialit, spec. in una ragazza o in una donna pu anche solo implicare fretta o saltuario controllo o vigilanza acquistare o conferire una conoscenza insospettata o definitiva addormentarsi o anche morire (anche, rifiutare di rendersi conto di una realt difficile) lasciar correre chiuderne uno (di solito il sinistro) in segno di tacita intesa o con intenzione maliziosa rovinarsi la vita fantasticare guardare con intensit simbolo di stretta pertinenza alla persona valore grande o addirittura insostituibile al centro dellattenzione generale o nel momento pi critico e rischioso di una situazione o di una vicenda strizzare locchio in segno dintesa o con intenzione maliziosa dare occasione o motivo di essere criticato o di essere oggetto di pettegolezzi da ogni lato o parte lena, impegno in un lavoro, spec. Manuale

dare un'occhiata aprire gli occhi chiudere gli occhi

chiudere un occhio strizzare locchio cavarsi gli occhi sognare ad occhi aperti mangiare, divorare con gli occhi per me sei come il fumo negli occhi lho pagato un occhio trovarsi nellocchio del ciclone

fare locchiolino offrire il fianco alle critiche, alle chiacchiere dognintorno olio di gomito

liscio come lolio zitto come lolio gettare olio sul fuoco

simbolo di calma, regolarit, assenza di contrasto simbolo di silenzio con riferimento allimpiego per lalimentazione della fiamma, di aggravamento dei perniciosi effetti di una passione o di un contrasto essere alla fine, agli estremi esagerare, eccedere dal principio alla fine in auge di persona che si comporta in maniera poco seria, o anche di avvenimento irreale, ridicolo (un matrimonio da operetta) (scherz.) di donna dallaspetto florido, formoso, imponente stare alzato (lavorando o divertendosi) fino a notte inoltrata (iperb.) di persona invasa dal furore o in preda a viva meraviglia (scherz.). linsieme simultaneo di suoni sgradevoli di fatti spiacevoli e purtroppo consueti e attuali

essere allolio santo andare troppo oltre dallalfa allomega essere sulla cresta dellonda di operetta

campagne opulente far le ore piccole con gli occhi fuori delle orbite che orchestra di clacson! essere allordine del giorno drizzare gli orecchi

di persona, prestare particolare attenzione a quanto viene detto avere gli orecchi lunghi comportarsi come un asino andarsene con gli orecchi bassi di persona, ritirarsi mogio mogio mettere una pulce nellorecchio insinuare un dubbio o sospetto parole che entrano da un orecchio ed a cui si presta scarsa attenzione o che escono dallaltro volutamente si lasciano cadere dalla memoria a orologeria di situazione o avvenimento molto ben congegnato o, anche, destinato ad evolvere negativamente simbolo di goffaggine e di sgraziata pesantezza fare conto su qualcosa che ancora non si ha pensare agli affari propri, pi per un senso di modestia e un desiderio di quieto vivere che per egoismo a proposito di un cammino o di unimpresa tuttaltro che agevole o a breve scadenza rinunciare ad ogni iniziativa personale, uniformandosi allambiente circostante caricare o riempire eccessivamente non averne la pi pallida idea ridurlo in mal modo simbolo di magrezza

camminare, ballare come un orso vendere la pelle dellorso prima di averlo ucciso coltivare il proprio orto

non la via dellorto star coi frati e zappar lorto caricare lorza essere alloscurit di una cosa mandare uno allospedale ridursi pelle e ossa

farsi le ossa

raggiungere una sufficiente robustezza; impratichirsi son come due cani attorno a un osso motivo di accanita contesa posa losso!, sputa losso! fare i conti senza loste invito vivace o risentito a restituire, a confessare. prendere decisioni su cose che dipendono dalla volont altrui senza interpellare la persona interessata o non tenendo conto di fatti essenziali che potrebbero impedirne la realizzazione simbolo di ermetica riservatezza simbolo di ingordigia o di ubriachezza simbolo di obesit simbolo di vanit e boria negli agi e con ogni riguardo di donna che partorisce un figlio al suo uomo di generazione in generazione (a proposito della continuit e della peculiarit di una tradizione) mandare al diavolo, allinferno ovunque esistono il bene e il male batterlo al gioco o in una qualsiasi gara ricambiare il male ricevuto con altro male rimetterci la vita vendicarsi, pareggiare i conti di persona che sempre sospetta o si adombra in seguito alle parole o agli atteggiamenti altrui perch non ha la coscienza a posto esporre a tentazioni difficilmente superabili simbolo di scarsa stabilit o consistenza vile miserabile. (pop.) quanto necessario per il mantenimento a proposito di un fatto che allimprovviso si presenti sostanzialmente diverso a proposito di buongustai aver esperienza di teatro approfittare di una occasione favorevole un buon affare sentirsi in forma, in salute

chiuso come unostrica rimpinzarsi come un otre; pieno di vino come un otre sembra un otre gonfiarsi come un otre; essere un otre pieno di vento allevare nellovatta render padre di padre in figlio

mandare a quel paese tutto il mondo paese dar la paga a qualcuno pagare della (o con la) stessa moneta pagare con il sangue farla pagare aver la coda di paglia

mettere la paglia accanto al fuoco uomo di paglia cochin (o cocchin) pagliardo lavorare per la pagnotta un altro paio di maniche avere buon palato, un palato fine aver respirato la polvere del palcoscenico prendere la palla al balzo quella casa una palla essere in palla

mettersi, rimettersi in palla riacquistare lefficienza, la salute essere una palla al piede di qualcuno essere di grave impedimento allo svolgimento della sua attivit averne piene le palle (di qualcuno o esserne stufo, non poterlo pi sopportare qualcosa) farsi due palle (cos) faticare a pi non posso o annoiarsi a morte che palla! per esprimere insofferenza, fastidio, noia far cascare le palle per il disgusto o lo sconforto averci le palle simbolo di straordinaria personalit o consumata abilit giocare a palline comportarsi in modo vano e inconcludente, spec. di fronte a una difficolt andare a pallino avere un esito favorevole o, al contrario, sfavorevole tenere, portare qualcuno in palma di farlo oggetto della propria stima e della propria mano considerazione a preferenza di ogni altro mangiare a due, quattro palmenti restare con un palmo di naso a palmo a palmo (anche, palmo a palmo) restare al palo essere sordo come un panchetto con ingordigia, a pi non posso ingannato o deluso con metodica e ostinata lentezza di persona o di situazione che non progredisce (pop. tosc.) (forse per la durezza del materiale col quale fatto), essere completamente sordo di allenatore che viene esonerato dal suo incarico rimanere inattivo a pancia allaria (con un senso di beata o indifferente oziosit) parlar con chiarezza, senza falsi pudori di persona di carattere mite o di buon cuore a pochissimo prezzo (con un senso che implica una desolante svalutazione) di quanto risulti superiore alle proprie capacit o possibilit ricambiare un torto con un torto ancor pi grave andare di perfetto accordo (con una sfumatura di rustico buon senso) a proposito di differenze irrilevanti impresa costosa e di esito incerto ostacolare i suoi piani far cosa inutile, non concludere un bel niente in momentanea impossibilit di agire per indicare vistosa esultanza

perdere la panchina grattarsi la pancia in panciolle dir pane al pane buono come il pane per un pezzo di pane non pane per i miei (tuoi, ecc.) denti rendere pan per focaccia essere pane e cacio con qualcuno se non zuppa pan bagnato un paniere senza fondo rompere o guastare le uova nel paniere a qualcuno fare la zuppa nel paniere essere, trovarsi in panne non stare pi nei propri panni

stare ai panni di qualcuno essere, mettersi nei panni di qualcuno tagliare i panni addosso a qualcuno i panni sporchi si lavano in famiglia

stargli accanto, andandogli dietro (con un senso di assiduit talvolta molesta) nelle sue condizioni, nella sua situazione (per lo pi a proposito di condizioni non buone, di situazione difficile, imbrogliata) farne oggetto di maldicenza o di malignit

le vergogne, il disonore o le mancanze non vanno fatti conoscere sapere di che panni uno vesta conoscerlo bene e soprattutto sapere quanto sia deciso, risoluto a ogni morte di papa assai raramente andare a Roma e non vedere il papa tralasciare la cosa pi importante morto un papa se ne fa un altro nessuno insostituibile (talvolta con una sfumatura amara pi che polemica) figlio di pap (con una sfumatura ironica o spregiativa), di giovane che tutto deve alla ricchezza o al prestigio sociale della famiglia sembra un papasso simbolo di presunta gravit e autorit volere, pretendere, trovare la pappa tutto pronto senza dover durare nessuna fatica scodellata mangiare la pappa in capo a essere pi alto di lui (fig., notevolmente pi in qualcuno gamba) far da paracadute a qualcuno evitargli in qualche modo di subire le conseguenze di un errore avere qualche santo in paradiso godere dellappoggio di persone influenti stare in paradiso a dispetto dei santi rimanere in un posto dove non si ben visti andare, mandare in paranoia parare il colpo pare ieri a proposito di ammirazione entusiastica e quasi fanatica far fronte ad atteggiamenti ostili o a situazioni difficili per esprimere meraviglia nel constatare che un fatto ritenuto recente avvenuto da tempo per esprimere stupore nel constatare che un fatto ritenuto remoto avvenuto da poco contraccambio, di intonazione ironica o risentita dire qualcosa senza essere ascoltati conversare su argomenti di scarsa importanza, spec. per passare il tempo avere opinioni completamente discordanti, non riuscire a trovare un accordo avere la stessa opinione, intendersi, concordare

pare un secolo

rendere la pariglia parlare al vento, allaria, al deserto parlare del pi e del meno parlare due lingue diverse parlare la stessa lingua

partire dal nulla, da zero

partire in quarta partire soldato, per le armi partirsi da questa vita, dal mondo

cominciare unattivit, una carriera, ecc., senza contare su risorse materiali o su altri aiuti, ma solo sulle proprie capacit gettarsi in unazione, in unimpresa o in una discussione con grande foga ed entusiasmo andare in guerra o a fare il servizio militare morire

mettere la testa o il cervello a partito lespressione moderna che allude allassunzione di un comportamento positivo e costante dopo una serie di errori o di leggerezza donna di partito che tutti possono scegliere, quindi prostituta

la montagna ha partorito un topolino a proposito di risultati ridicolmente inferiori alle aspettative o alle promesse vivere come un pasci in espressioni allusive al lusso e allagiatezza di passaggio prendersi un passeggio (o dei passeggi) passare sul (o sopra il) corpo, sul (o sopra il) cadavere di qualcuno passare a miglior vita passare un brutto quarto dora passare le acque passare per le armi passare sotto silenzio passarla liscia fuggevolmente, incidentalmente, brevemente (merid.) permettersi delle libert con una donna, allungare le mani essere pronto ad azioni o decisioni incontrastabili e senza scrupoli, essere pronto a tutto morire vivere un momento difficile sottoporsi a un trattamento idroterapico giustiziare, spec. Fucilando tacere di qualcosa, non parlarne, non menzionarlo uscire da una situazione senza subire conseguenze dannose o punizioni, scamparla, cavarsela sono cose ormai trascorse, che non hanno pi importanza progredire in maniera eccezionale non progredire affatto agire entro i limiti delle proprie possibilit cominciare a orientarsi in unattivit o in una disciplina aggiornarsi (fam.) avere cognizione o esperienza notevole; anche, maneggiare a proprio tornaconto di persona priva di carattere, volont, decisione lasciarsi cadere tutto di mano

acqua passata fare passi di (o da) gigante fare un passo avanti e uno indietro fare il passo secondo la gamba muovere i primi passi mettersi al passo con i tempi aver le mani in pasta in qualcosa

essere una pasta frolla avere le mani di pasta frolla

combinar pasticci siamo in un bel pasticcio dar pastura alla mente, al corpo trovar buona pastura spirito di patate cascar gi come un sacco di patate patata bollente mandare (andare) a Patrasso fare un patto col diavolo

faccenda o situazione accentuatamente imbrogliata o complicata scandaloso sovrapporsi di irregolarit spec. amministrative alimentare, nutrire buon profitto spiritosaggine insulsa o scherzo stupido simbolo di goffaggine associata a inerzia o a stupidit questione difficile, scottante, scabrosa uccidere (morire) o, mandare (andare) in malora

a proposito di persona disposta a tutto pur di ottenere ci che vuole, o, anche, che riesce a conservare la propria giovinezza a dispetto degli anni fare il pavone compiacersi eccessivamente di s stesso coprirsi, farsi bello, con le penne del attribuirsi meriti non propri (con riferimento alla pavone favola esopica del corvo che sadorna con le penne del pavone) esser nero come la pece essere scuro in volto, avere i nervi a fior di pelle aver lanima nera come la pece Hai voluto la bicicletta? Pedala! di persona malvagia invito a proseguire con costanza sulla via che si volontariamente scelta, anche se comporta difficolt o disagi (scherz.) (pop.) a piedi, di uno spostamento da compiersi necessariamente a piedi (tosc.) con modi ingiuriosi, senza riguardo in superficie astenersi da qualsiasi forma o tentativo di violenza

alla pedona trattare come un pellaio in pelle in pelle, a fior di pelle non torcere (nemmeno) un pelo non aver peli sulla lingua

esprimersi con franchezza anche a costo di esser giudicato polemico e scortese cercare il pelo nelluovo minuzia, piccola imperfezione avere il cuore col pelo o avere il pelo dar prova di freddezza e di insensibilit o di sullo stomaco aggressivit e spregiudicatezza (forse per un sottinteso raffronto con un abitatore della giungla) prendere qualcuno per il verso del pelo a pelo dellacqua pendaglio da forca pendere dalle labbra di qualcuno lusingarlo per ottenere quel che si desidera lestremo livello superiore di un liquido delinquente, persona degna di essere impiccata (con un accento di repulsione) ascoltarlo con grande attenzione e interesse, talvolta anche con riverente soggezione; essere condizionato da ci che dice subire un grave danno o un grave scacco; anche, morire

rimetterci le penne

occhio alla penna!

avvertimento al timoniere a non lasciarsi sorprendere da un salto di vento; (com., formula di avvertimento con una sfumatura furbesca) a proposito di voci o previsioni relative a fatti non sicuri n definiti, ma non trascurabili o addirittura preoccupanti borbottare, parlare in continuazione con voce monotona essere insulso, banale simbolo di briosa o piccante vivacit (pop.) termine di paragone di naso grosso e paonazzo, o anche del rossore provocato da una violenta emozione, da uno sforzo intenso e prolungato o da una lunga esposizione al sole a proposito di cedimento improvviso e vistoso (per es. alla fatica o alla passione) o addirittura letale persona incapace, buona a nulla; una figura meschina non riuscire pi a parlare per paura, spavento, forte emozione, ecc. essere tormentati da un problema, angosciarsi non riuscire pi a controllarsi, dare di matto, impazzire arrabbiarsi senza riuscire a controllare le proprie reazioni, adirarsi non riuscire ad avere il controllo delle proprie azioni restare interdetto, disorientato, senza parole non riuscire a riconnettersi a quanto detto in precedenza, spec. dopo una pausa o una divagazione; non seguire pi lo sviluppo di un ragionamento, confondersi non dare peso eccessivo a qualcosa o qualcuno, non tenere in considerazione, tralasciare di coraggio, abbattersi, avvilirsi, demoralizzarsi, deprimersi, sconfortarsi, scoraggiarsi trovarsi in difficolt di fronte a problemi elementari per sottolineare lemissione acutissima o sguaiata della voce (gridare a perdifiato) oppure una velocit tale da mozzare il respiro (correre a perdifiato) fin dove locchio pu giungere

qualcosa bolle in pentola

sembrare una pentola di fagioli non sapere n di sale n di pepe una ragazza tutto pepe diventar rosso come un peperone

cadere come una pera cotta

fare una figura da peracottaio perdere la voce perdere il sonno perdere la testa, la ragione perdere le staffe perdere la bussola, la tramontana perdere la parola perdere il filo

lasciar perdere

perdersi danimo

perdersi in un bicchier dacqua a perdifiato

a perdita docchio

avere la mano pesante

colpire con forza, duramente; fig., agire grossolanamente, mancare di misura, esagerare; anche, giudicare o punire con eccessiva severit riflettere bene prima di dire qualcosa, valutare bene cosa dire esaminare con grande scrupolo, anche eccessivo di cibo, non riuscire a essere digerito farsi mantenere approfittare di situazioni caotiche per trarne un vantaggio personale di persona o cosa priva di carattere simbolo o termine di confronto della buona salute simbolo del silenzio non sapere a che partito appigliarsi rimaner neutrale fra due partiti opposti cogliere al volo unoccasione propizia (nello sport anche nome di salto o tuffo con la testa in avanti e il corpo orizzontale) trovarsi a disagio in una certa situazione o in un dato ambiente trattare qualcuno con modi sgarbati e villani rivestire un ruolo primario (o secondario) fare qualcosa di inutile ostacolarne le mire o i propositi, suscitandone il dispetto o il risentimento di persona insistentemente molesta criticarlo in modo maligno e impietoso molto male emettere un profondo sospiro di sollievo pentirsi per attestare la propria onest o lealt

pesare le parole pesare con la bilancia dellorafo (o del farmacista) pesare sullo stomaco pesare sulle spalle di qualcuno pescare nel torbido non essere n carne n pesce sano come un pesce muto come un pesce non saper che pesci pigliare fare il pesce in barile buttarsi a pesce su qualcosa

essere un pesce fuor dacqua prendere a pesci in faccia il pesce grosso mangia il pesce piccolo pestare lacqua nel mortaio pestare i piedi (o i calli) a qualcuno quel ragazzo una peste dir peste (e corna) di qualcuno qui si mangia di peste allargare il peto battersi, picchiarsi il petto mettersi una mano sul (o al) petto prendere per il petto qualcuno

metterlo alle strette costringendolo a fare quanto necessario o quanto si vuole petto a petto luno di fronte allaltro mettere una pezza rimediare in qualche modo donna di piacere prostituta A Dio piacendo se Dio vorr, se sar possibile piangere addosso di abito, cadere male sulla persona piangere come una vite tagliata copiosamente, a dirotto piangere dietro rimpiangere qualcuno perch ci ha lasciati piangere il cuore dispiacere, rincrescere piangere in cinese, in greco, in turco mostrare disperazione, spec. fingendo, per convincere qualcuno a dare il proprio aiuto piangere sul latte versato dolersi in ritardo e inutilmente, avere tardivi rimpianti

piangere sulla spalla di qualcuno far piangere piangersi addosso

cercare conforto in lui, sfogarsi con lui commuovere, rattristare, turbare commiserarsi in continuazione, con lamenti che sfiorano il ridicolo piangere lacrime di coccodrillo fingere ipocritamente di pentirsi dopo aver commesso una colpa piangere il morto e fregare il vivo simulare di passarsela male essendo in realt pronti a prevaricare gli altri di sana pianta in modo completo e radicale piantare carote raccontare frottole, bugie piantare chiodi fare debiti, indebitarsi andare a piantare cavoli ritirarsi a vita privata (con un senso di fallimento e desolazione) piantare gli occhi addosso, in faccia a rivolgergli lo sguardo in modo insistito, guardarlo qualcuno fissamente piantare le tende fermarsi, stabilirsi definitivamente o per lungo tempo in un luogo piantare baracca e burattini abbandonare del tutto ci che si era intrapreso avere sangue di piattola una piattola; non fare la piattola! mancare di coraggio, essere un vile persona noiosa e fastidiosa, o che di tutto ha paura far piazza pulita fare sparire in modo radicale (spec. a proposito di cibi) far piazza fare spazio rispondere picche opporre un atteggiamento di risoluta e indisponente ostilit o negazione picchiare a tutti gli usci, a tutte le cercare disperatamente un aiuto da tutti quelli che porte lo possono fornire farsi piccino piccino di chi cerca di passare inosservato per vergogna, confusione, timore sentirsi piccino di fronte a qualcuno sentirne (con un notevole disagio) la superiorit tirar sassi in piccionaia prendere due piccioni con una fava andare a picco levarsi dai piedi prendere iniziative che tornano a proprio danno ottenere due vantaggi in un colpo solo andare in rovina modo inelegante per allontanarsi, andarsene, cio non impedire n intralciare pi con la propria presenza o il proprio ingombro, lasciar libero di andare e venire simbolo di stabilit e solidit anche interiore imporgli duramente la propria volont posizione di particolare considerazione, favore, privilegio

stare con i piedi per terra mettere i piedi sul collo a qualcuno mettere qualcuno su un piedistallo

cogliere in pieno a piene mani un cuore di pietra mettere una pietra sopra essere la pietra dello scandalo stare a pigione in un luogo non sapere che pesci pigliare dar di piglio una pigna verde aver le pigne in testa ingoiare, indorare la pillola essere a piombo, tenere in piombo cadere a piombo non ci piove tanto tuon che piovve piovere sul bagnato

centrare il bersaglio (fig., indovinare il giusto, azzeccarla) con prodigalit simbolo della durezza, spec. in quanto insensibilit (fam.) non pensare pi a una cosa, dimenticare (spec. offese o fatti incresciosi) il primo responsabile del male trattenervisi pi del dovuto, causando impaccio o fastidio non sapere come comportarsi afferrare con prontezza e decisione (scherz.) di persona avara (roman.) avere delle idee strane, delle fisime motivo di spiacevole contrariet perpendicolare, verticale allimprovviso e rovinosamente cosa certa, sicura per sottolineare limmancabile verificarsi di quanto era minacciato da tempo con riferimento a guai o disgrazie, capitare a chi ne ha gi in abbondanza; con riferimento a fortune, capitare a chi gi fortunato di qualcosa di positivo, capitare inatteso e senza fatica da parte di chi ne riceve beneficio avere una gran paura ridere in modo irrefrenabile disprezzare qualcosa del naso, essere ricurvo e pendere sulla bocca tornare a mani vuote; rimanere delusi, scornati di chi o di quanto risulti intollerabilmente noioso di chi sa mantenere un volto impassibile nelle diverse circostanze ottenere ottimi risultati nel giardinaggio appena buio comportarsi in modo vistosamente ridicolo saper bene con chi si ha da fare (con una sfumatura di furbesco compiacimento) (iperb.) in tutto il mondo massacrarlo di botte, conciarlo per le feste (fig., ridicolizzarlo, ridurlo allimpotenza o al silenzio)

piovere dal cielo

pisciarsi sotto pisciarsi sotto dal ridere pisciarci sopra pisciare in bocca tornare con le pive nel sacco che pizza quel film! avere una faccia da poker avere il pollice verde andare a letto quando vanno i polli (o con i polli) far ridere i polli conoscer bene i propri polli dalluno allaltro polo far polpette di qualcuno

testare il poslo a qualcuno

cercare, conducendo abilmente la conversazione, di conoscerne le intenzioni; anche a proposito di indagine sommaria e non impegnativa su fatti, fenomeni, situazioni illuderlo, facendogli vedere pi di quanto realmente pentirsi amaramente di qualcosa essere pi veloci di lui in senso proprio, oppure rivelarsi nettamente superiore nei suoi confronti in attivit, iniziative, ecc venire atterrato, vinto, sopraffatto dal nemico: quindi (lett.), simbolo di sconfitta subita annientarlo, spec. in espressioni di minaccia

gettar la polvere negli occhi a qualcuno cospargersi i capelli di polvere far mangiare la polvere a qualcuno

mordere la polvere

ridurre in polvere qualcuno

stare, essere seduti su una polveriera trovarsi in una situazione di imminente, gravissimo pericolo fare, alzare, sollevare un polverone creare confusione e disorientamento, suscitare una gran quantit di polemiche, allo scopo di allontanare la verit farsi prendere a pomodorate fare pessima figura mettersi in pompa magna (scherz.) vestirsi con labito delle grandi occasioni fare il pompiere tagliare, bruciare i ponti far ponti doro a qualcuno n passata dacqua sotto i ponti! avere il popone sei proprio un gran popone! navigare col vento in poppa gettare le perle ai porco porgere laltra guancia porre mente porre gli occhi, lo sguardo porre mano porre in essere porre il caso porsi allopera avere il portafoglio gonfio portare avanti fare opera di pacificazione fra due litiganti interrompere bruscamente un rapporto o una linea dazione o di condotta procurargli grossi vantaggi e agevolazioni trascorso tanto tempo dal momento di cui si sta parlando (scherz.) la gobba di persona sciocca, buona a nulla procedere in unattivit con facilit e fortuna affidare cose preziose a chi ne indegno o non ne comprende il valore sopportare affronti, ingiurie, ecc., senza reagire o vendicarsi concentrare la propria attenzione su qualcosa, considerare attentamente volere qualcosa o qualcuno, desiderare afferrare qualcosa per usarlo realizzare, attuare, spec. nel linguaggio giuridico ammettere, supporre cominciare a fare qualcosa, iniziare di persona danarosa far progredire una determinata attivit o occupazione, far procedere, sviluppare

portare in alto portare acqua al proprio mulino portare i frutti portare in porto posare le armi posare losso fare la posta a qualcuno la posta in gioco era la vita a poventa in parole povere essere in preda predicare bene e razzolare male

far raggiungere alti livelli, procurare successo sfruttare qualcosa per il proprio tornaconto senza badare alle conseguenze per gli altri determinare un certo risultato, spec. Positivo condurre a termine, a buon esito smettere di combattere, cessare le ostilit lasciare, restituire ci che non ci appartiene (estens.) mettersi in agguato per spiarlo o sorprenderlo quanto si pu acquistare o si rischia di perdere in unimpresa al riparo dal vento senza perifrasi, in termini chiari e precisi esser sopraffatto da una forza di straordinaria violenza o intensit prodigarsi in consigli sul comportamento altrui senza per applicarli nella propria condotta tentare inutilmente di persuadere qualcuno di qualcosa, dare consigli inascoltati

predicare al vento, al deserto, ai muri essere in predicato di

indica come prossimo o probabile, in quanto tutti ne parlano o lo affermano, il conferimento di una carica o di un titolo prendere il toro per le corna affrontare una situazione con decisione e fermezza prendere qualcuno per il collo imporgli condizioni, spec. economiche, molto gravose, approfittando della situazione di necessit in cui si trova prendere qualcuno per il bavero, per canzonarlo, deriderlo, schernirlo il naso, per i fondelli, per il fondo dei pantaloni (o, volg., per il culo) prendere con le molle, con le pinze tenere nei confronti di qualcuno o di qualcosa un atteggiamento prudente e di cautela raggiungere due obiettivi in una volta sola sorprendere in azione di reato cogliere in errore assumere consistenza, concretarsi, delinearsi riprendersi dopo un periodo stressante e difficile, risollevarsi adirarsi facilmente avere una malcelata reazione di dispetto, diventare astioso

prendere due piccioni con una fava prendere in flagrante, sul fatto, con le mani nel sacco prendere in castagna prendere corpo, forma prendere fiato prendere fuoco prendere daceto

prendere labito, i voti prendere una brutta (o cattiva) piega, prendere una buona piega far prendere aria a qualcosa prendere il volo prendere le misure prendere il giorno per la notte prendere per il verso giusto

entrare a far parte di un ordine religioso evolversi negativamente, positivamente

portarla inutilmente in un posto senza servirsene fuggire, scomparire, svanire valutare con atteggiamento critico le caratteristiche di qualcuno, inquadrarlo sconvolgere lordine naturale delle ore conducendo una vita sconsiderata saper trattare qualcuno nel modo pi adatto

prendere a calci (nel sedere o, volg., trattare in malo modo, spec. con insulti e ingiurie in culo) prendere a pesci in faccia, a torte in trattare irriguardosamente, maltrattare faccia prendere di mira fare oggetto di continue critiche e maltrattamenti, tormentare prendere di petto affrontare apertamente, con forza e decisione prendere in giro presentare il fianco presentarsi bene (o male) canzonare, schernire, deridere esporsi a giudizi negativi fare unimpressione favorevole (o sfavorevole) per laspetto, il modo di parlare, il comportamento stare attento, fare attenzione ascoltare attentamente credere esporsi a qualcosa di negativo dare man forte, collaborare fare in fretta, alla svelta considerare come probabile, prevedere di chi si intromette dappertutto di cosa la cui importanza minima o addirittura nulla In espressioni relative a una vita agiata, brillante, spensierata, dispendiosa squisitamente (scherz.) ammutolire, per la sorpresa o il disappunto indicante limminenza di unazione o di un fatto in vistosa abbondanza fare grandi promesse senza la possibilit o la volont di mantenerle di chi non sente o non vuol sentire ottenere leffetto contrario di quello desiderato

prestare attenzione prestare orecchio prestare fede prestare il fianco prestare una mano gettare in pretelle mettere in preventivo essere come il prezzemolo entrarci come il prezzemolo stare, vivere come un principe; far vita da principe mangiare da principe restare, rimanere di princisbecco in procinto di a profusione promettere mari e monti avere le orecchie foderate di prosciutto levarsi la sete col prosciutto

a tutta prova (iperb.: a prova di bomba) a provo mi prudono le mani mi prude la lingua

per indicare qualit del tutto sicure, eccezionale solidit o resistenza vicino, accanto, appresso ho voglia di picchiare, di fare a botte ho voglia di parlare, di rivelare qualcosa o di rispondere a tono stuzzicare, toccare qualcuno dove gli provocarlo toccando un suo punto debole prude pugnalare qualcuno alla schiena, alle colpirlo a tradimento, attaccarlo slealmente spalle mezza pugnetta uomo da nulla rimanere con un pugno di mosche a mani vuote (con una intonazione accentuata di stizza o una sfumatura di ridicolo) pugno di ferro (tenere in pugno qualcuno bagnato come un pulcino; sembra un pulcino nella stoppa pulire il portafoglio, le tasche a qualcuno avere le mani pulite pungere qualcuno nel (o sul) vivo avere un nome, una risposta sulla punta della lingua stare alle punte puntare il dito, lindice contro qualcuno puntare sul cavallo perdente (o vincente) mettere i puntini sulle i far punto punto e basta! perdere punti simbolo di perentoria, inflessibile durezza ad una forma ben salda di possesso, dominazione simbolo, in alcune frasi, di aspetto o condizione di buffo disagio portargli via tutti i soldi, derubarlo non essere coinvolto in azioni disoneste offenderlo, urtarlo riguardo a qualcosa cui particolarmente sensibile averli ben chiari nella mente ma non riuscire a formularli battere il marciapiede dare a qualcuno la colpa di qualcosa, accusarlo compiere una scelta sbagliata (o giusta) mettere in chiaro, precisare, rettificare por termine a unazione perentorio invito a non proseguire o non ripetere

nel senso di sfigurare o addirittura screditarsi in una vicenda o in un confronto punto di vista modo particolare di intendere o di valutare una realt in punto esattamente in un punto nello stesso momento di tutto punto completamente non fare il pupazzo! di persona che si comporti con leggerezza e incostanza mettere in purgo una notizia nel senso di accantonare, mettere da parte, in attesa di momenti pi favorevoli questo lavoro sta andando a puttana in malora figlio di puttana avere la puzza al naso persona infida e disonesta di persona altezzosa e scostante

essere pi di l che di qua quadrare la testa (o il cervello) a qualcuno i conti non quadrano fare quadrato da mettersi in (un) quadro

pi morto che vivo (pi nellaltro mondo che in questo) indurlo a ragionare, convincerlo con le buone o con le cattive a comportarsi in modo ragionevole c qualcosa che non va coalizzarsi per difendersi dagli attacchi degli avversari, far causa comune di cosa da conservare e custodire allammirazione o a ricordo dei posteri (per lo pi in senso ironico) per sottolineare la bellezza, la perfezione, larmonia di linee e di colori di qualcuno o di qualcosa notevole cambiamento in meglio di qualcosa

pare un quadro!

salto di qualit

andare, mandare a carte quarantotto in malora partire in quarta iniziare con grande slancio o entusiasmo unazione o reagire in modo eccessivamente impulsivo cosa di pochissimo valore o entit divulgare senza ritegno da solo a solo, con segretezza o complicit sempre utile consigliarsi con qualcuno prima di prendere decisioni importanti con rapidit e facilit inconsueta a fare una breve passeggiata una conversazione amichevole una somma da nulla pochi e poco importanti adoperarsi con ogni mezzo per aiutarlo gli faccio una sgridata un gran fracasso formula che, inserita nel discorso, lo conferma e lo disdice a un tratto, puntualmente (scherz.) parlare o comportarsi con affettazione

non lo stimo un quattrino gridare ai quattro venti star chiuso tra quattro mura; parlare a quattro occhi quattrocchi vedono meglio di due in quattro e quattrotto uscire a fare quattro passi quattro chiacchiere quattro soldi siamo quattro gatti farsi in quattro per qualcuno gliene dico quattro fare il diavolo a quattro qui lo dico e qui lo nego

stare sul quinci e sul quindi stare, agire dietro le quinte

manovrare, dirigere con efficacia, ma senza n apparire n scoprirsi tondo come la luna in quintadecima di persona bene in carne e dal faccione tondo

raccogliere col cucchiaino, col cucchiaio

(iperb.) (fam.) prestare soccorso a chi ridotto male, spec. a causa di un incidente; anche, tirare su il morale a qualcuno, confortare, rincuorare

raccogliere i frutti raccogliere il guanto raccomandare lanima a Dio

raccontarne delle belle, di tutti i colori, di cotte e di crude raddrizzare le ossa a qualcuno raddrizzare le gambe ai cani veder lerba dalla parte delle radici fare ragione calze ridotte a una ragnatela non saper cavare un ragno dal buco muoversi, camminare, agire al rallentatore diventar verde come un ramarro va a ramengo! ramo secco portare un ramoscello dolivo attaccarsi a tutti i rampini giocar di rampini gonfio come una rana canta come una rana cammina come una rana ha le gambe come una rana una rana voler cavare sangue da una rapa una (testa di) rapa essere rapire dalla morte stare sul filo del rasoio

ottenere i risultati di qualcosa che si fatto accettare una sfida, spec. rispondendo a una provocazione prepararsi a morire, usato spec. con valore iperb. per riferirsi a una situazione rischiosa o per minacciare qualcuno narrare cose sorprendenti o incredibili bastonarlo, picchiarlo impegnarsi in un compito inutile o impossibile esser sepolto, morto far conto, stimare logore e sfilacciate dimostrare inettitudine o incapacit anche nelle cose pi facili con lentezza eccessiva e quasi comica per la rabbia va al diavolo di persona o attivit improduttiva, del tutto inutile farsi portatore di pace sfruttare ogni appiglio rubare di persona boriosa e tronfia in modo stridulo e stonato saltelloni piegate in fuori brutto e deforme pretendere risultati apprezzabili da chi palesemente incapace di produrli persona sciocca e insulsa o (pi com.) dallintelligenza molto limitata morire a proposito di una situazione quanto mai rischiosa o precaria o di unazione ai limiti della legalit non rinunciare a nessun appiglio (arc.) comportarsi con malfida ipocrisia di scrittura quasi illeggibile essere incapace di mantenere un segreto frequentarlo assiduamente, cercarne volentieri la compagnia o lamicizia sfuggire compagnie e amicizie e anche essere unico, costituire un caso particolare proclamare lonest e la rettitudine e comportarsi da disonesto

attaccarsi ai rasoi tenere il rasoio sotto il manto e il riso in bocca una raspatura di gallina non aver rattenitiva far razza con qualcuno far razza a s predicare bene e razzolare male

essere pi realista del re a tempo di record lasciar le redini ad altri reggere lanima coi denti reggersi la pancia (dalle risa) reggere la celia non reggere il cuore, l'animo cambiare, mutar registro avere le carte in regola mettere in regola le proprie cose regolare un conto o i conti con qualcuno tirare i remi in barca a buon rendere rendere lanima a Dio rendere pan per focaccia, la pariglia

di chi sostiene un diritto o una teoria con pi zelo degli stessi interessati nel pi breve tempo immaginabile rinunciare a un posto di governo versare in condizioni di salute penosamente precarie ridere a crepapelle, sbellicarsi stare allo scherzo non avere il coraggio di fare qualcosa assumere un tono, un atteggiamento diverso avere i requisiti richiesti mettere ordine nei propri affari personali venire a un chiarimento finale, spec. vendicandosi di un torto o di un affronto subito

desistere da unimpresa, cessare unattivit si dice impegnandosi a restituire un favore morire vendicarsi di un torto subito arrecando al responsabile un torto analogo rompere, spezzare le reni a qualcuno batterlo, vincerlo (con un senso di tracotante certezza o di presunzione) fare repulisti, fare un repulisti far piazza pulita, in riferimento a furti o a prove di straordinaria voracit essere come laria che si respira essere indispensabile o addirittura vitale respirare laria nativa vivere o trovarsi nel luogo di nascita restare sulla breccia continuare con successo unattivit restare indietro essere in ritardo nello svolgimento di una data attivit restare a galla riuscire a barcamenarsi in una situazione critica restare a bocca aperta restare a bocca asciutta restare a piedi restare con un palmo di naso restare di stucco, di sasso, senza fiato restare (o restarci) secco essere, stare alla retroguardia rialzare la testa, il capo riaprire una piaga, una ferita salire alla ribalta sbalordirsi, stupirsi, meravigliarsi non poter godere di un vantaggio o di un profitto essere escluso da qualcosa rimanere profondamente e inaspettatamente deluso o sbalordito essere colto da stupore morire allimprovviso, rimanerci per indicare un comportamento di estrema cautela nei rischi o nei contrasti riprendere coraggio rinnovare un ricordo doloroso di persona che assuma improvvisamente o in modo clamoroso un ruolo importante e faccia parlare di s perdere di stima e di prestigio, attraversare un periodo di crisi

essere in ribasso

sentirsi ribollire il sangue nelle vene essere in preda allira, allo sdegno ributtarsi gi ricacciare (o, come tr. pron., ricacciarsi) un urlo in gola ricacciare (o, come tr. pron., ricacciarsi) le lacrime in gola ricacciare in gola gli insulti ma questo un ricatto! chiudersi a riccio; un riccio ricondurre allovile la pecorella smarrita ricondurre qualcuno alla ragione ricoprire doro ricadere in uno stato di avvilimento trattenersi dal gridare per paura soffocare le lacrime far pentire amaramente qualcuno degli insulti detti (scherz.) per sottolineare limpossibilit di rifiutare quanto ci viene chiesto del termine per indicare atteggiamento o persona schiva e ritrosa rimettere sulla retta via chi in colpa o in errore indurlo a riflettere, a essere ragionevole fare a qualcuno regali frequenti e preziosi, spec. permettendogli di condurre una vita piena di ricchezza (scherz.) di persona smemorata in espressioni di tono spregiativo per sottolineare unassoluta mancanza di vigoria fisica, intellettuale, morale incapaci di reggere qualcosa a forza di insistere, continuando a ostinarsi forzatamente, contro voglia con abbandono compiaciuto in maniera non aperta e con una punta di malizia fra una cosa e laltra ridere moltissimo, in modo sguaiato e rumoroso assumere atteggiamenti ridicoli prenderlo in giro a sua insaputa metterlo in ridicolo, canzonarlo deriderlo apertamente, sbeffeggiarlo espressioni con cui ci si dissocia in modo sprezzante da ci che viene detto o fatto da altri non prendersela, sdrammatizzare, minimizzare cercare di sdrammatizzare una situazione a carico venire addosso, capitare tra capo e collo essere in pessime condizioni fisiche aspettare fino alla fine di fare qualcosa, trovandosi a doverlo fare in tutta fretta confondere o annoiare con discorsi inutili e prolissi

non si ricorda dal naso alla bocca sei fatto di ricotta?

mani di ricotta dagli e ridagli, dai e ridai ridere a denti stretti ridere di gusto ridere sotto i baffi ridendo e scherzando ridere a crepapelle, morire dal ridere, scoppiare dal ridere far ridere i polli ridere alle spalle di qualcuno ridere dietro a qualcuno ridere in faccia a qualcuno Ma fammi ridere!, non farmi (o fatemi) ridere! riderci sopra, riderci su prenderla (o metterla, buttarla) sul ridere avere qualcuno a ridosso venire a ridosso ridursi uno straccio ridursi allultimo (momento) riempire la testa

riempirsi gli occhi riempirsi la bocca

godere della visione di qualcosa compiacersi di ci che si sta dicendo, spec. perch pieno di paroloni e di formule ridondanti arricchirsi, spec. in modo illecito recuperare una stima o un credito perduti o gravemente compromessi mangiare o bere qualcosa di buono, spec. per togliere un cattivo sapore di bocca tornare a vedere qualcosa di bello tornare a farsi sentire a dirotto, in gran quantit (pop.) essere morto tornare a rivolgerla, a fissarla su qualcosa essere famoso non per meriti propri ma per quelli di una persona con cui si in stretto rapporto al centro dellattenzione (scherz.) (pop.) renderlo irriconoscibile a furia di percosse, per lo pi come minaccia cogliere in uno scritto o in un discorso quanto vi dinespresso o di sottinteso ordine determinabile come conformit al dovere o al senso del retto agire o, anche, come conformit o adeguamento a un determinato comportamento cercare di stargli alla pari aggiornarsi culturalmente o adeguarsi alla mentalit corrente di comportamento o atteggiamento caricato, enfatico, eccedente la norma insistere su una questione spiacevole dopo molti e vani tentativi di persona che sprizza salute da tutti i pori a tono, ribattere con pari vivacit e come linterlocutore si merita (arc.) restare restare senza soldi aver finito il denaro di rimando affrontare un lavoro con impegno e seriet, darsi da fare a proposito di un improvviso e inaspettato cambio delle modalit o delloggetto del contendere in una trattativa risolvere una situazione critica morire andare incontro a un fallimento totale

riempirsi le tasche rifarsi una verginit rifarsi la bocca rifarsi locchio, gli occhi rifarsi vivo a rifascio non rifiatare pi rificcare la mente brillare di luce riflessa

essere sotto i riflettori riformare i connotati a qualcuno leggere tra le righe rimettere in riga qualcuno

mettersi in riga con qualcuno mettersi in riga coi tempi sopra le righe rigirare il coltello nella piaga gira e rigira gli riluce il pelo rispondere per le rime essere del rimanente rimanere al verde, allasciutto rimanere a secco di rimbecco rimboccarsi le maniche rimescolamento di carte

rimettere a posto rimetterci la vita, la pelle, le penne, le cuoia rimetterci la testa, la camicia

farsi rimorchiare tirarsi dietro a rimorchio, andare a rimorchio rincarare la dose

accettare passivamente le iniziative degli altri

costringere, o adattarsi, a un atteggiamento di passiva conformit aggravare un danno o un dispiacere arrecati a qualcuno aggiungendo ulteriori accuse, ingiurie, botte, ecc di rinforzo in sostegno, in aiuto rinfrescare la memoria indurre qualcuno a ricordare ci che vorrebbe dimenticare dare una rinfrescata alla propria (scherz.) integrarne sommariamente le lacune cultura create dal tempo alla rinfusa confusamente e senza ordine o distinzione ringraziare Dio, il Cielo, il Signore espressioni familiari di soddisfazione per il verificarsi di un fatto positivo o di sollievo per un pericolo scongiurato rinunciare ai piaceri, ai beni mondani darsi a una vita ascetica e di rinunce ci rinuncio volentieri ripagare della (o con la) stessa moneta riparare le spalle a qualcuno Paganini non ripete! (iron.) ne faccio volentieri a meno ricambiare il male ricevuto con altro male difenderlo da attacchi e accuse con la propria autorit e influenza loc. con la quale si rifiuta linvito a replicare unazione o un discorso, con allusione scherzosa al fatto che Paganini non concedeva il bis a forza dinsistere assumere un atteggiamento riflessivo, meditativo, per lo pi pessimistico abbandonarsi allindolenza in seguito alleuforia di un successo essere morto goda (o godano) della quiete eterna esente da problemi, routinario, di ordinaria amministrazione prendersi una pausa da unattivit, un lavoro, ecc. mangiare tutto ci che vi contenuto, senza lasciare avanzi portargli via tutti i soldi, spec. al gioco insegnargli a ragionare in modo pi logico superare con fatica una situazione difficile con allusione spreg. a cose vecchie che si gabellano per nuove (fam.) a proposito di un rapporto troncato che qualcuno vorrebbe riallacciare esporsi a un grave rischio, finire in una situazione pericolosa

picchia e ripicchia ripiegare su s stesso riposare sugli allori riposare in pace riposi (o riposino) in pace di tutto riposo riprendere fiato ripulire il piatto ripulire le tasche a qualcuno riquadrare la testa, il cervello a qualcuno risalire la china, la corrente minestra riscaldata non mi piace la minestra riscaldata rischiare losso del collo

risparmiare il fiato con rispetto parlando

evitare di parlare, spec. Inutilmente (fam.) per scusarsi di adoperare termini o frasi ritenuti volgari o troppo realistici rispondere picche (fam.) rifiutare decisamente una proposta, unofferta, ecc. in ristretto riassumendo, sommariamente risuscitare un morto (iperb.) usato spec. al cond., per indicare leccellenza e il gusto di cibi, bevande, ecc. risuscitare dal peccato ritornare in grazia di Dio, redimersi ridere a scoppio ritardato, capire una non immediatamente, in ritardo barzelletta a scoppio ritardato ritirare in ballo ritirarsi in s ritirarsi dal mondo ritirarsi dalle scene Ritrati! battere in ritirata ritornare in s camminare, andare a ritroso non ha n ritto n rovescio essere, giungere a riva Chi non muore si rivede! rivedere il sole, la luce rivedere le bucce servito e riverito fare di nuovo riferimento a qualcuno o a qualcosa chiudersi in s stesso, nei propri pensieri; raccogliersi in s entrare in un ordine religioso abbandonare un incarico pubblico (fam.) vatti a nascondere, vatti a riporre recedere da un tentativo, da una pretesa, da una richiesta ridiventare ragionevole, rinsavire a proposito di tendenze o di atteggiamenti contrari allevolversi dei tempi di persona insulsa o inetta, che non ha senso (poet.) termine, pi o meno coincidente con uno scopo (scherz.) saluto rivolto a persona che non si incontra o non si frequenta da molto tempo tornare in libert dopo un periodo di reclusione controllare minuziosamente loperato di qualcuno (scherz.) (iron.) di chi fatto oggetto di cure molto premurose e viene esaudito in ogni desiderio e richiesta (lett.) dellanima, tornare a dare forma al corpo di persona capace di adattarsi a ogni situazione (arc.) prendere dimora in un luogo sottoporre qualcuno a puntigliosi ed estenuanti interrogatori o inchieste esaminare a fondo, analizzare minuziosamente provocare unimpressione di repulsione e disgusto, spec. a livello morale (iperb.) provare raccapriccio, inorridire, detto di persona morta, spec. Famosa

rivestire le membra, la carne, il corpo essere da bosco e da riviera prendere riviera rivoltare come un guanto rivoltare come un calzino rivoltare lo stomaco, le budella rivoltarsi nella tomba

rivoltolarsi nel fango rizzare la cresta rizzare la testa (o il capo) rizzare gli orecchi (o le orecchie), rizzare il pelo saldo, forte come una rocca una roccia rodersi il fegato, lanima un osso duro da rodere rodere il culo pagare alla romana, (o fare alla romana) rompere il fiato rompere il ghiaccio

condurre una vita viziosa, immorale assumere un atteggiamento superbo o vanitoso sollevarla per guardare qualcuno o qualcosa; farsi valere, ribellarsi mettersi sul chi vive per sospetto o interesse (lett.) in alcune espressioni riconducibili allidea di fermezza e saldezza morale persona di eccezionale robustezza e resistenza fisica o morale provare rancore, rabbia; adirarsi una persona o cosa difficile da affrontare (volg.) di qualcuno, avere la luna storta, essere irritato e intrattabile contribuire alla spesa in parti uguali (impropr., pagar ciascuno per proprio conto) entrare in partita sbloccare unatmosfera di disagio e imbarazzo, spec. legata al primo incontro con una persona picchiare violentemente, riempire di botte, massacrare procurare un grande fastidio, spec. con rumori molesti o con insistenze inopportune; assillare assordare, rintronare, frastornare sconvolgere, mandare allaria i progetti di qualcuno scervellarsi alla ricerca di una soluzione, arrovellarsi lavorare eccessivamente, affaticarsi oltremodo

rompere il muso, il grugno, le corna rompere il capo, la testa

rompere i timpani rompere le uova nel paniere rompersi la testa rompersi la schiena

rompere lanima, le scatole, le tasche procurare grande fastidio, stufare, assillare (o, volg., i coglioni, il cazzo, le palle) rompersi lanima, le scatole (o, volg., stufarsi di fare qualcosa, averne abbastanza, i coglioni, il cazzo, le palle) scocciarsi rompere le file, le righe allontanarsi dopo la fine di un determinato impegno sembra una rondine di persona dal cammino svelto e leggero ronzare intorno (o attorno) cercare insistentemente di stare vicino a qualcuno, spec. con riferimento allassiduit di un corteggiamento allacqua di rose di cosa la cui efficacia risulti molto attenuata, palliativo veder tutto rosa peccare di ottimismo ingoiare il rospo accettare controvoglia un fatto spiacevole sputare il rospo di sfogo lungamente represso

uscire dalle rotaie gli manca qualche rotella andare a rotoloni a rotta di collo per il rotto della cuffia che rottura di scatole! dar de calci al (a) rovaio rovesciare il sacco alla rovescia il rovescio della medaglia non ha n ritto n rovescio mi voglio rovinare mettere a ruba andare a ruba rubare a man salva ruberebbe il fumo alle candele! rubare con gli occhi una cosa o una persona rubare il cuore mettere i bastoni fra le ruote essere lultima ruota del carro a ruota libera fare un ruzzolone (o il ruzzolone)

comportarsi in modo diverso dal normale o dal lecito di persona dal comportamento quanto mai strano e bizzarro in rovina, con riferimento a un insuccesso clamoroso in rovina, in malora per un pelo, a stento, a malapena seccatura, fastidio insopportabile, spec. in espressioni volgari di tono risentito di persona impiccata vuotare il sacco a proposito di un andamento del tutto contrario a quello normale e tradizionale laltro aspetto, cio quello peggiore, di una persona o di una situazione n capo n coda frase con cui limbonitore accompagna le proprie offerte saccheggiare a proposito di merci che ottengono uno straordinario successo di vendita con disinvolta spavalderia, incoraggiata dallimpunit (iperb.) di chi ha uninsopprimibile inclinazione al furto guardarla con desiderio, concupirla, bramarla fare innamorare qualcuno perdutamente fare un maligno ostruzionismo occupare una posizione del tutto marginale in maniera scevra di timori o inibizioni a proposito di un improvviso tracollo professionale, economico, politico (fam.) far tardi inutilmente per sottolineare ironicamente che una cosa di l da venire o non avverr mai la punizione divina, anche se non immediata, non pu mancare fare opera vana perch non duratura a proposito di cose inevitabilmente effimere in una situazione pericolosissima, per lo pi senza via duscita raggirarlo di quanto si afferma (o si mette in dubbio) essere opera propria (o altrui) passare i limiti, spec. della sopportazione

far sera e sabato sabato che viene! Dio non paga il sabato costruire sulla sabbia scrivere sulla sabbia essere nelle sabbie mobili mettere qualcuno nel sacco essere (o non essere) farina del proprio (o dellaltrui) sacco colmare il sacco

vuotare il sacco reggere, tenere il sacco cogliere qualcuno con le mani nel sacco agire, fare le cose con la testa nel sacco fare il sacco a qualcuno

sfogarsi, lasciandosi andare a confidenze o confessioni farsi complice di un furto o di unazione illecita in flagrante reato sventatamente ripiegargli per scherzo il lenzuolo di sotto a met, s che entrando a letto non possa distendere le gambe infastidirlo non poterne pi col massimo scrupolo e impegno possibile darsi al bere avere un rapporto sessuale disinteressarsi completamente di qualcosa o non volersene immischiare rimanere allibiti essere scarso dintelligenza o di giudizio scipito, insignificante con un po di discernimento assumere, spec. a sproposito, toni o atteggiamenti da maestro o da moralista schierarsi in maniera opportunistica dalla parte del pi forte frivolo, superficiale ammannire sempre la stessa cosa sotto aspetti diversi massacrarlo vivere in una grassa abbondanza tralasciare qualcosa passando oltre aggredire verbalmente qualcuno di qualcosa, riapparire, essere trovato, spec. dopo un periodo in cui risultava smarrito; intervenire in un discorso esprimendo qualcosa di inatteso, uscirsene; farsi avanti, presentarsi; di informazione o notizia inaspettata, diventare conosciuta, essere saputa costringerlo a unattivit senza tregua, farlo lavorare duramente di qualcosa, manifestarsi in modo chiaro ed evidente, essere palese perdere il controllo prorompendo in uno scatto dira di idee, pensieri, desideri, spec. strani e bizzarri, manifestarsi, comparire in modo improvviso

rompere le saccocce a qualcuno averne le saccocce piene fare una cosa con tutti i sacramenti sacrificare a Bacco sacrificare a Venere non metterci n sale n olio restar di sale aver poco sale in zucca senza sale intendere con un grano di sale salire in cattedra, sul pulpito salire sul carro del vincitore da salotto cucinare, condire in tutte le salse far salsiccia di qualcuno legare le viti con le salsicce saltare a pi pari saltare addosso saltare fuori

far saltare qualcuno saltare agli occhi saltare i nervi saltare in mente, in testa

saltare la mosca al naso saltare lostacolo salto nel buio fare i salti mortali salvare la pelle salvare le apparenze, la faccia

perdere la pazienza, spazientirsi, impermalirsi superare una difficolt, spesso aggirandola tentativo avventuroso o rischioso fare limpossibile per raggiungere uno scopo riuscire a sottrarsi a un pericolo di morte; anche, sottrarre qualcuno alla morte riuscire a non perdere la considerazione o la stima altrui facendo apparire minore un proprio errore, una propria colpa o mancanza trovare allultimo momento una via duscita da una situazione imbarazzante o pericolosa pretendere limpossibile dalle capacit o dalle risorse di qualcuno depauperare o sfruttare spietatamente essenza vitale o energia umore o anche disposizione naturale o congenita per paura o spavento per collera o furore nellimpeto dellentusiasmo o della passione con fredda deliberazione un trattamento brutale o di uno scontro armato lo scopo di un furore vendicativo o distruttivo incline a eccessi di collera di persona anziana che conserva una salute eccezionale aiuto o rimedio utilissimo per quanto lungo il giorno, sempre come espressione dimpazienza e contrariet essere molto furbo e astuto; anche, essere esperto di qualcosa essere molto astuto essere in grado di badare a s stessi, di cavarsela; essere molto bravo ed esperto nel proprio mestiere o in una data attivit non trovare appigli o soluzioni possibili a un problema di una bellezza femminile naturale, non inquinata dai cosmetici

salvarsi in corner

cavar sangue da una rapa succhiare il sangue non aveva pi una goccia di sangue farsi cattivo sangue; il riso fa buon sangue sentirsi rimescolare o gelare il sangue fare andare o sentirsi salire il sangue alla testa a sangue caldo a sangue freddo battere a sangue aver sete di sangue essere di temperamento sanguigno essere sano come un pesce; sano e vegeto mano santa tutto il santo giorno saperla lunga saperne una pi del diavolo sapere il fatto proprio

non sapere che pesci pigliare una bellezza acqua e sapone

far sentire il sapore del bastone un sonno saporito a mia saputa per saputa star fitti, pigiati come le sardine lanciare un sasso nello stagno

sasso in bocca duro come un sasso

(scherz.) prendere a bastonate profondo per quanto ne so io er sentito dire trovarsi in una calca quasi impossibilitati a muoversi provocare in una situazione tranquilla uno stato di turbamento che si diffonde con rapidit e d avvio a discussioni simbolo del silenzio omertoso simbolo di durezza, interpretabile anche come caparbiet o difficolt nellapprendere di cose molto commoventi lascivo e malizioso valutare male una situazione, prevedendo in modo eccessivamente ottimistico o fiducioso che si verifichi qualcosa di inverosimile saltando i gradi intermedi, di punto in bianco a intervalli irregolari, senza continuit (scherz.) prendere una cotta, innamorarsi perdutamente rischiare tutto per tutto vivere a stento, tirare avanti con molti sacrifici e rinunce di chi o di quanto sottoposto a inchiesta o giudizio impedire a qualcuno con fermezza lo svolgimento di unattivit o il raggiungimento di un dato obiettivo spalancarli, sgranarli per una forte emozione, per stupore o terrore non sapere come fare a venire a capo di una situazione difficile o complicata fare in prima persona unesperienza spiacevole che aiuta a comprendere una verit o un fatto negativo dire a qualcuno qualcosa di negativo e spiacevole in modo aperto e provocatorio rifiutarsi in modo deciso e netto di prestare aiuto a qualcuno mettere in prigione allontanare qualcuno da un gruppo, da unassociazione, ecc., di cui faceva parte ridere in maniera irrefrenabile, a crepapelle risolvere un problema o una situazione complicata

far piangere i sassi un sorriso satiresco sbagliare i propri calcoli, sbagliare i conti

di sbalzo a sbalzi prendere una sbandata gettarsi allo sbaraglio sbarcare il lunario essere alla sbarra sbarrare la strada

sbarrare gli occhi non sapere dove sbattere la testa sbattere il naso

sbattere in faccia sbattere la porta in faccia sbattere dentro sbattere fuori sbellicarsi dalle risa (o dal ridere) sbrogliare una (o la) matassa

sbudellarsi dalle risa scacciare i grilli dalla testa tenere in scacco il nemico ricevere, subire uno scacco dare scacco matto a un avversario andare a vedere il sole a scacchi

ridere a crepapelle, sbellicarsi dalle risa reprimere desideri capricciosi e bizzarri metterlo in difficolt, costringendolo alla difesa una diminuzione del proprio prestigio in un confronto infliggergli una sconfitta umiliante o clamorosa (scherz.) andare in prigione, con allusione al disegno che formano le sbarre dellinferriata di cose disposte in ordine crescente (o decrescente) di altezza frequentare la scuola senza impegno n interesse

a scala scaldare il banco scaldare la sedia, il posto

occupare un posto di lavoro in modo improduttivo e senza impegno Dio ci scampi!, Dio ci scampi e liberi!, formule per scongiurare unevenienza spiacevole, Dio ce ne scampi! negativa, pericolosa a scanso eliminazione preventiva passare, essere promosso a grazie a una particolare indulgenza degli scapaccioni insegnanti o degli esaminatori a scappa e fuggi in fretta e furia di qui non si scappa a proposito di una situazione che non consente alternative n vie duscita scappare di bocca sfuggire parlando scappare di mente essere dimenticato, uscire di mente esser promossi a scappellotti (fam.) grazie allindulgenza degli esaminatori fare a scaricabarili avere le batterie scariche essere una scarpa essere una scarpa vecchia avere il giudizio sotto la suola delle scarpe fare le scarpe a qualcuno scaricare, riversare luno sullaltro responsabilit, colpe, o competenze a proposito di uno stato di depressione fisica o mentale (fam.) di persona buona a nulla di persona invecchiata, sorpassata o inutile di persona priva di senso pratico e di discernimento tramare a suo danno pur dimostrandogli amicizia

non esser degno di legare le scarpe a essergli di gran lunga inferiore qualcuno rimetterci anche la suola delle scarpe subire una spesa o una perdita rovinosa morire con le scarpe ai piedi levarsi, togliersi un sasso dalla scarpa fare la scarpetta di morte violenta (anche: metter le scarpe al sole) esprimere unopinione o prendere una decisione, liberandosi in tal modo da un peso o da un fastidio (fam.) raccogliere lintingolo nel piatto con una mollica di pane

scassare le scatole (o, volg., le palle, i provocare grande fastidio o noia a qualcuno coglioni, il cazzo) rompere le scatole a qualcuno (pop.) (espressione eufemistica al posto della pi volgare rompere i coglioni), infastidirlo fino a fargli perdere la pazienza averne piene le scatole essere esasperato levarsi dalle scatole levarsi di torno scavare la fossa preparare degli intrighi ai danni di qualcuno, tramare ai suoi danni fare scena muta rimanere in silenzio di fronte alle domande, per incapacit di rispondere colpo di scena rivolgimento clamoroso scendere dal pulpito, dalla cattedra abbandonare un atteggiamento di ostentata e boriosa superiorit scendere in campo entrare in politica candidandosi alle elezioni; anche, impegnarsi attivamente su una particolare questione scendere in piazza mobilitarsi per manifestazioni di protesta essere una scheggia, andare come muoversi a grande velocit una scheggia avere uno scheletro nellarmadio a proposito di prove inconfutabili (di una mancanza, di uno scandalo, ecc.) astutamente occultate a salvaguardia della propria onorabilit scherzando e ridendo scherzare con il fuoco, con la morte rimanere alla schiaccia schiacciare (o, come tr. pron., schiacciarsi) un pisolino, un sonnellino schiaffare in faccia, sul muso schiarire le idee rompersi la schiena a schifio avere la schiuma alla bocca schizzare fuori dalle orbite sciacquare la bocca avere lo scilinguagnolo sciolto sciogliere lo scilinguagnolo fare la scimmia senza accorgersene agire spavaldamente sottovalutando un rischio restare invischiato in una situazione difficile farsi una breve dormita

brutto come una scimmia

dire in modo brutale far capire meglio qualcosa a qualcuno ammazzarsi di lavoro in malo modo, nel peggiore dei modi essere in preda a un accesso di rabbia degli occhi, spalancarsi in un impeto di collera violenta ripetere con pesante e sospetta insistenza una parola, unespressione, ecc. essere di parola pronta e vivace decidersi a parlare, o indurre qualcuno a parlare dopo un lungo, ostinato silenzio di chi solito, per malignit o per mancanza di originalit, imitare il comportamento o latteggiamento degli altri simbolo di bruttezza, agilit, indole dispettosa e maligna

fare lo scimmiotto sciogliere i cordoni della borsa sciupare il fiato scivolare sopra, addosso

imitare, ripetere gesti o atteggiamenti altrui decidersi a spendere o a donare parlare inutilmente, senza ottenere niente di fatto, avvenimento, ecc., non avere alcuna influenza sul carattere, sulle idee o sul comportamento di qualcuno a proposito di chi per indolenza o inettitudine preferisce far fare agli altri quanto invece spetterebbe a lui essere fermamente convinto di qualcosa essere perseguitato dalla sfortuna secco allampanato (iron.) di cosa che tutti sanno senza timori n vergogna agire senza nascondere le proprie intenzioni comportarsi in maniera non limpida n retta essere in condizioni di salute eccellenti ridere a crepapelle rivelare i segreti di qualcuno esporsi a critiche, attacchi, ecc. rivelare le proprie intenzioni, i propri piani presentare come nuove o originali cose note e risapute di persona che in caso di bisogno pu prestare aiuto essere impaziente, ansioso di andarsene da un luogo con riferimento allavarizia tradizionalmente attribuita agli scozzesi atteggiarsi a giudice, salire in cattedra riuscire a sottrarsi a una situazione gravosa, problematica, spiacevole di pelle, stretti alle cosce e al ginocchio opporsi con unanime risentimento restare impigliato in mezzo ai pericoli o alla difficolt privo di risorse economiche (pi com. restare a secco) espressione del linguaggio familiare, per esprimere una rinuncia a qualcosa, in quanto ritenuta definitivamente perduta, o limpossibilit di porvi un rimedio restar digiuni o delusi in unaspettativa

volere la pappa (belle) scodellata

scommettere la testa (o, volg., le palle) avere la scomunica addosso magro come una scopa che (bella) scoperta! a fronte scoperto giocare a carte scoperte lasciare il fianco scoperto alle critiche scoppiare di salute scoppiare dalle risa, dal ridere scoprire gli altarini scoprire il fianco scoprire le carte scoprire lacqua calda, scoprire lAmerica fare da ruota di scorta scottare la terra sotto i piedi tirchio come uno scozzese sedere a scranna scrollarsi di dosso calzoni alla scudiera fare unalzata, una levata di scudi trovarsi, rimanere nelle secche lasciare qualcuno in, sulle secche restare in secca E buonanotte al secchio!

rimanere a denti secchi

essere, restare, lasciare in secco o a secco rimanere a secco di qualcosa murare a secco sedere su due poltrone sedere in cattedra tenere qualcuno a sesere mettere qualcuno a sedere prendere a calci nel sedere avere sedere segnare il passo lasciare il segno dare, cogliere, colpire nel segno andare a segno per filo e per segno seguire la corrente

senza denari, senza risorse, senza possibilit di proseguire in unattivit esaurirlo mangiare senza bere avere contemporaneamente due uffici o incarichi, spec. ben retribuiti avere un atteggiamento saccente e presuntuoso impedirgli di svolgere la sua normale attivit, tenerlo in ozio privarlo di una funzione o di una carica trattare o respingere in malo modo (fam.) essere fortunato subire un rallentamento o un arresto, non andare avanti, non progredire rimanere impresso nella memoria, avere conseguenze durature indovinare, ottenere leffetto voluto aver buon esito, ottenere il risultato sperato minutamente e con ordine di persona, uniformarsi alle idee o alle posizioni dominanti peccando di conformismo prenderlo a esempio, imitarlo estrometterlo da un grado o da un ufficio conservare la propria posizione di preminenza (euf.) prendere in giro conservare come unico esemplare rimasto adoperarsi inutilmente, spec. impegnandosi in un lavoro infruttuoso deviare dallargomento in discussione, divagare recriminazione inutile sul come si poteva prevenire o limitare un danno offrire protezione e benevolenza a persona infida o indegna rifiutarsi di affrontare un argomento o di fare qualcosa per indifferenza o insensibilit essere perfettamente a proprio agio in un dato luogo o in una certa situazione rinunciare a servirsi di qualcuno o qualcosa rimanendo impassibile di persona o cosa ormai dimenticata, con allusione a una completa inattualit evento inatteso e per lo pi sgradito

seguire le orme di qualcuno sbalzare qualcuno di sella restare in sella prendere per il sellino tenere qualcosa per seme seminare sulla (o nella sabbia) uscire dal seminato, o fuori del seminato il senno di poi scaldarsi la serpe in seno non sentirci da un orecchio

sentirsi a casa propria fare senza senza batter ciglio morto e sepolto fulmine a ciel sereno

essere un fiore di serra

di persona di salute talmente delicata da aver bisogno di cure e attenzioni a non finire

serrare il cuore essere peggio duna serva servire qualcuno di barba e capelli, a dovere, per le feste rimettersi in sesto

opprimere, tormentare di persona ciarliera e pettegola conciarlo per le feste, dargli la punizione che si merita tornare a una condizione di normalit sul piano economico o della salute portare, levare qualcuno ai sette cieli esaltarlo oltre misura, al di l dei suoi meriti effettivi essere al settimo cielo al colmo della felicit sfasciare il muso, la testa a qualcuno picchiarlo violentemente, malmenarlo a sfascio usare la sferza (fam.) in abbondanza, in gran quantit adottare metodi duri e drastici nel reprimere o nello stimolare sfido!, sfido io! (fam.)per sottolineare lovviet di un fatto o linevitabilit di una conseguenza sfiorare con lo sguardo, con gli occhi guardare fuggevolmente sfogliare la margherita essere indeciso se fare una cosa o non farla (dal gioco dei giovani innamorati di togliere a uno a uno i petali a una margherita dicendo volta per volta mama, non mama per dedurne se il proprio amore corrisposto o no) sprecare tempo o energie per compiere unazione inutile o gi portata a termine essere particolarmente felice in previsione di un evento positivo (pi com. fregarsi le mani) di situazione, diventare difficilmente controllabile servirsene senza scrupoli a proprio esclusivo vantaggio prendere il suo posto con mezzi sleali e disonesti

sfondare una porta aperta sfregarsi le mani

sfuggire di mano farsi sgabello di qualcuno dare, fare lo sgambetto a qualcuno essere agli sgoccioli sgranare gli occhi

esser prossimi alla fine, allesaurimento spalancarli per la meraviglia, lo stupore, lincredulit sgranare il rosario farne scorrere tra le dita i grani, recitando la preghiera per sgravio, a sgravio a proposito di responsabilit morali di cui ci si vuol liberare o di giustificazioni a discolpa sguazzare nelloro, nellabbondanza essere molto ricco, disporre di larghi mezzi signorina buonasera da, per signorine (scherz.) annunciatrice della televisione poco faticoso o poco duro

non rispondere, non capire neppure una sillaba a singhiozzo, a singhiozzi essere in sintonia con qualcuno canto di sirena, voce di sirena slargare il cuore slentare le briglie a qualcuno smarrire il filo (del discorso) smuovere le acque snodare la lingua

restarsene muto, non riuscire a sentir nulla a sbalzi, con frequenti interruzioni e riprese perfetto accordo dincantevole dolcezza rallegrare, confortare, rianimare lasciarlo libero di esprimere la sua personalit non ricordarsi pi di quanto si stava dicendo, non riuscire a proseguire intervenire in una situazione stagnante per risolvere una questione incominciare a parlare in modo prolungato e spedito; anche, indurre qualcuno a parlare, spec. con la forza scrivere o recitare commedie morire in seguito a una grave malattia (scherz.) inutile perch tardivo forte, violento fomentare discordie, risentimenti, contrasti essere in preda allaffanno, avere il respiro affannoso (iperb.) sopportare grandi patimenti (fam.) accaduto davvero abbandonarsi alla propria immaginazione fantasticando cose improbabili o irrealizzabili (fam.) assolutamente no esclamazione che si ripete con intonazione dincredulit, di fronte a una realt del tutto inimmaginabile deviare o divagare (scherz.) di persona molto piccola di statura pochi risparmi da poco prezzo in modo approssimativo ma molto semplice e chiaro essere in prigione vantarsi di meriti non propri di persona sottoposta a continui lavori pesanti venire a una conclusione (fam.) grave danno o sconfitta: (fam.) dormire meno del necessario darsi arie da padrone, da superiore. per giunta, per di pi (non com.) per giunta, oltre a tutto il resto intirizzire dal freddo sbalordirlo o dargli filo da torcere in maniera inaspettata

calzare il socco soccombere al male il soccorso di Pisa darle, prenderle sode soffiare sul fuoco soffiare come un mantice soffrire le pene dellinferno non me lo sono mica sognato! sognare a occhi aperti

neanche, nemmeno per sogno mi pare un sogno!

uscire dal solco alto quanto un soldo di cacio aver quattro soldi da parte roba da pochi soldi in soldoni vedere il sole a scacchi farsi bello del sole di luglio bestia da soma tirare le somme prendere una sonata rubare le ore al sonno fare il sopracci, da sopracci per soprammercato per soprappaga diventare un sorbetto far vedere i sorci verdi a qualcuno

essere sordo come una campana fare il sordo parlare ai sordi essere sospeso a un filo avere un conto in sospeso a ogni pi sospinto stare sempre attaccato alla sottana della mamma farsela sotto mi sento sottosopra spaccare il centesimo in due spaccare il cuore spaccare il grugno, il muso, la faccia, la testa spaccare il minuto spaccare le pietre spaccare il capello in quattro o la va o la spacca

non sentire affatto fingere di non sentire o di non capire senza alcun effetto essere in una condizione di estrema precariet una questione, una faccenda da regolare continuamente, ogni momento, molto spesso a proposito di una evidente incapacit di emancipazione dalla tutela materna per significare una gran paura in uno stato di agitazione e sconvolgimento essere eccessivamente parsimonioso o avaro suscitare pena e compassione, commuovere prendere a pugni con violenza, malmenare, picchiare, spec. in espressioni di minaccia essere puntualissimo, in perfetto orario del sole, essere cocente, torrido essere eccessivamente pignolo, pedante per esprimere una ferma risoluzione nellaffrontare una situazione rischiosa o pericolosa disporsi alla lotta con grande impegno e accanimento combattere desistere dalla lotta mostrarsi meravigliato o spaventato ascoltare con molta attenzione provare stupore e sbigottimento accogliere, accettare amorevolmente; mostrare rassegnazione, impotenza osservare, ascoltare con molta attenzione rimanere fortemente sorpreso o stupito per richiamarne lattenzione in segno di protezione o di affetto

sguainare la spada difendere, difendersi a spada tratta cingere la spada riporre la spada spalancare gli occhi spalancare gli orecchi spalancare la bocca spalancare le braccia stare con gli occhi, con gli orecchi spalancati restare a bocca spalancata battere sulla spalla di qualcuno mettere una mano sulla spalla di qualcuno avere un peso sulle spalle; avere buone spale

per sottolineare una notevole resistenza alla fatica, o capacit di assumersi responsabilit non comuni alzare le spalle, stringersi nelle spalle in segno di noncuranza, indifferenza, o anche impotenza di fronte a una difficolt campare alle spalle di qualcuno a sue spese accarezzare le spalle a qualcuno bastonarlo lavorare di spalle farsi largo essere di spalle tonde (o di spalla (tosc.) non aver voglia di far nulla tonda)

voltare le spalle alla fortuna mettere qualcuno con le spalle al muro buttarsi qualcosa dietro le spalle sparlare alle spalle di qualcuno far da spalle a qualcuno fare spallucce

non saperne approfittare metterlo alle strette disinteressarsene, o prenderla alla leggera quando non presente fiancheggiarlo, dargli man forte in unimpresa

stringersi nelle spalle, generalmente per esprimere disinteresse o disprezzo spappolarsi dalle risa ridere smodatamente, a crepapelle spararle grosse raccontare bugie sparare a zero dire o scrivere tutto il male possibile su qualcuno o qualcosa sparire dal mondo, dalla terra, dalla morire faccia della terra non avere nulla da spartire non avere o non voler avere alcun rapporto con una persona allo spasimo al limite estremo di tolleranza spazzolare la schiena di qualcuno bastonarlo di santa ragione spedire qualcuno allaltro mondo i soldi sono fatti per spendere spendere e spandere spendere un occhio della testa spezzare il cuore spezzare le catene, i ceppi spezzarsi il cuore spezzarsi in due spezzarsi ma non piegarsi spianare la strada, la via ucciderlo, ammazzarlo per procurare comodit e soddisfazioni scialacquare, sperperare denaro (fam.) una somma esorbitante o eccessiva provocare un forte dolore o una profonda commozione, far soffrire intensamente riconquistare la libert provare grande dolore o commozione, soffrire intensamente adoperarsi in ogni modo per un dato obiettivo o a favore di qualcuno essere disposto a subire gravi danni pur di non abbandonare le proprie convinzioni agevolare qualcuno o rendere pi facile il compimento di unazione rimuovendo ogni ostacolo o impedimento percuotere qualcuno di santa ragione controllare qualcuno in modo continuo e oppressivo, essere pronto a criticarlo o a rimproverarlo al minimo errore andarsene da un luogo o da un ambiente per acquistare la propria indipendenza; fuggire da un luogo per non essere catturato o imprigionato, scappare a uno a uno o a piccoli gruppi punzecchiatura, malignit sottile e pungente in piccole quantit e poco per volta stato ansioso o apprensivo

spianare le costole stare con il fucile spianato

spiccare il volo

alla spicciolata colpo di spillo a spilluzzico essere, stare sulle spine

o di spinte o di sponte a spizzico spogliare con gli occhi fare la spola fare la spoletta spolverare le spalle, la schiena sporcarsi le mani farla sporca fare qualcosa per sport sprecare il fiato spremere le lacrime spremere il sugo di una cosa sprizzare salute da tutti i pori a spron battuto dare un colpo di spugna a qualcosa

o per amore o per forza in piccole quantit per volta fissare qualcuno con desiderio e attrazione sessuale andare ripetutamente da un luogo a un altro muoversi avanti e indietro (scherz., non com.) bastonare, picchiare qualcuno di santa ragione compromettere la propria integrit morale trattando persone o questioni poco oneste (fam.) commettere unazione spregevole o scorretta per puro divertimento, senza ricavarne utile alcuno parlare inutilmente, senza essere ascoltati far piangere, muovere al pianto, commuovere trovarne il significato profondo godere di ottima salute, essere in forma smagliante con sollecita immediatezza porre fine a ogni motivo di contrasto o di risentimento, come dimostrazione di buona volont simbolo di eccezionale capacit di sopportare lalcol rinunciare a proseguire in unimpresa riconoscendo la propria incapacit non dimostrare alcuna gratitudine per chi ci ha fatto del bene o per chi provvede al nostro sostentamento fare una grande fatica, assoggettarsi a gravi sacrifici per conseguire uno scopo sfiatarsi a parlare rivelare qualcosa che si tenuto lungamente e faticosamente segreto e che motivo di preoccupazione pronunciare malignit e cattiverie nei confronti di qualcuno offenderlo in maniera sanguinosa a tutta voce rendere manifesto qualcosa che si vuole tenere segreto o nascosto con sguardo burbero o rabbioso con vistosa affettazione prendersi una pausa dagli affari o dalle incombenze quotidiane

beve come una spugna gettare la spugna sputare nel piatto in cui si mangia

sputare sangue sputare i polmoni sputare il rospo

sputare veleno ricoprire qualcuno di sputi a squarciagola squarciare il velo del mistero, della superstizione, dellignoranza, della corruzione a squarciasacco parlare in quinci e squinci (o in squinci e squindi) staccare la spina

essere col piede nella staffa perdere le staffe tenere il piede in due staffe dalle stelle alle stalle

pronto a partire perdere il controllo di s, cedendo alla collera mantenersi calcolatamente in buoni rapporti con entrambe le parti opposte per indicare il passaggio brusco da una condizione di agiatezza o favore popolare a una di miseria o dimenticanza (scherz.) di persona pigra, apatica, indolente non intromettersi in una situazione che non ci compete aiutare una persona in un momento difficile fare pressioni su qualcuno, incalzare, assillare

nato stanco stare al proprio posto stare accanto, vicino stare addosso stare al fianco di qualcuno stare dietro non stare n in cielo n in terra

sostenerlo, appoggiarlo (fam.) fare la corte a qualcuno, corteggiare di una situazione, essere assurda, incredibile, inaccettabile stare con il fiato sul collo fare pressioni continue su qualcuno stare sulle spine essere irrequieto, agitato non stare (pi) nella pelle, nei propri essere in preda a una forte emozione panni, in s come fare uno starnuto di cosa facilissima a farsi e sullistante fare o prendere una stecca di cantanti o di strumenti, stonare lasciare la stecca a qualcuno andarsene lasciando ad altri il compito di fare quanto spettava a noi fare stecca, tutta stecca lavorare senza intervallo tanti quante sono le s. in cielo frequente in espressioni iperboliche allusive a una moltitudine o quantit grandissima vedere le stelle sperare nello stellone (fam.) provare un dolore fisico momentaneo molto acuto nella fortuna, con riferimento scherzoso alla sorte propizia che assist lItalia risorgimentale dimenticare in fretta un fatto spiacevole, passarci sopra ritenere qualcosa estremamente improbabile o inverosimile (con allusione alle reliquie dei santi), di persona che lascia molto a desiderare in fatto di moralit trattarlo in malo modo morire, tirar le cuoia adularlo servilmente in espressioni eufemistiche per sottolineare risentitamente un senso di fastidio o seccatura

stendere un velo (pietoso) stentare a credere non uno stinco di santo

prendere uno a calci negli stinchi allungare gli stinchi lustrare gli stivali a qualcuno non mi rompere gli stivali!

dei miei stivali uno stivale avere qualcuno sullo stomaco fare qualcosa contro stomaco essere una nota stonata

(spreg.) di persona buona a nulla (arc.) di persona incapace, stolta non poterlo sopportare contro voglia di fatto o elemento che appare inopportuno, inadatto alla situazione o che non si armonizza con il resto creando una sgradevole discordanza

prendere una stoppa (dial.) ubriacarsi voler raddrizzare le gambe agli storpi tentare unimpresa impossibile a straccabraccia di straforo a strafottere strappare il cuore, le lacrime fiaccamente, svogliatamente in modo furtivo, di nascosto; di sfuggita; indirettamente in grande quantit, in abbondanza commuovere profondamente, suscitando una reazione immediata e convinta di assenso o di partecipazione; impietosire ricerca a ogni costo di un responsabile da offrire in pasto allopinione pubblica in seguito a fatti sconcertanti o scandalosi essere eccessivamente parsimonioso nello spendere o nel dare forzatamente, controvoglia, malvolentieri rendere pi rigida una disciplina, una norma, un regolamento, ecc. resistere a una situazione difficile o dolorosa causare un senso di soffocamento privando della capacit di parlare in fin dei conti, tutto sommato, in conclusione mettere in grave difficolt ostentare noncuranza o incapacit di fronte a un problema, fare spallucce di chi digerisce anche i cibi pi pesanti (per labitudine dellanimale di ingoiare corpi estranei e di macinarli lentamente nel ventriglio) di chi per paura di affrontare una situazione difficile o pericolosa finge dignorarla sbalordito, senza parole dirgli senza tanti sottintesi come stanno le cose assimilare fin dai primi anni di vita, acquisire, apprendere trarre avidamente vantaggio, mediante usura o altro, dalla condizione di bisogno di qualcuno provare forte timore, ansia o paura

caccia alle streghe

tenere la borsa stretta a denti stretti stringere i freni stringere i denti stringere la gola stringi stringi stringere allangolo, alle corde stringersi nelle spalle avere uno stomaco di struzzo

far come lo struzzo rimanere, restare di stucco sturare gli orecchi a qualcuno succhiare col latte (materno o della mamma) succhiare il sangue

sudare freddo

sudare sangue, sudare sette camicie dover lavorare o faticare moltissimo per ottenere qualcosa non far tanto la suocera! di persona autoritaria e bisbetica suonare l'ora in espressioni dintonazione solenne, giungere il momento e buonanotte suonatori! (fam.) per sottolineare la definitiva conclusione di un fatto o di una questione svanire nel nulla scomparire senza lasciare traccia dare la sveglia a qualcuno richiamarlo bruscamente o perentoriamente a un maggiore impegno nelladempimento dei suoi doveri puntualit svizzera simbolo di estrema precisione e notevole rigore

sonar le tabelle dietro a qualcuno diventar rosso come un tacchino

(arc.) beffeggiarlo arrossire violentemente (con allusione ai bargigli dellanimale che durante il corteggiamento diventano di color rosso vivo) a proposito di atteggiamenti di vanit ed ostentazione svignarsela nel gergo delinquenziale o mafioso, toglierlo di mezzo, ucciderlo adoperarsi affinch passi sotto silenzio parlarne male, sparlarne andarsene via alla chetichella, spec. per evitare una situazione sgradevole o per sottrarsi a un impegno; svignarsela, battersela essere una persona pettegola o maldicente del vento e del freddo, colpire intensamente e acutamente, sferzare sostituire la dirigenza di unazienda, un ente, ecc.

far la ruota come il tacchino alzare i tacchi, battere il tacco far tacere qualcuno mettere a tacere qualcosa tagliare i panni addosso a qualcuno tagliare la corda

avere una lingua che taglia e cuce tagliare la faccia tagliare la testa tagliare la testa al toro

mettere fine perentoriamente a una questione complicata da tagliare col coltello (o che si taglia spesso, fitto, denso col coltello) tagliare le braccia, le gambe a togliergli la possibilit di agire, gettandolo in uno qualcuno stato dimpotenza tagliar i viveri a qualcuno (fam.) non dargli pi soldi, spec. privandolo dei mezzi di sussistenza tagliare corto andare subito al dunque piangere come una vite tagliata a dirotto darci un taglio interrompere bruscamente un discorso, una questione o un rapporto

arma a doppio taglio cieco come una talpa sei proprio una talpa aver la pancia come un tamburo farne pelle da tamburo a tamburo battente filare per la tangente partire per la tangente tappare un buco, una falla tappare la bocca a qualcuno

mettere, portare una questione sul tappeto far da tappezzeria averci il tarlo con qualcuno tarpare le ali a qualcuno cane da tartufi

starsene con le mani in tasca fare i conti in tasca a qualcuno

azione doppiamente nociva o tale da ritorcersi a danno di colui che la compie simbolo di cecit o di vista corta simbolo di scarsa o torpida intelligenza dura e tesa ridurre uno a mal partito o trattare qualcosa senza riguardo immediatamente svignarsela in gran fretta (soprattutto quando le cose si mettono male) perdere il filo del discorso o il controllo di s stesso rimediare alla meglio a una situazione complicata; anche, pagare un debito impedirgli di parlare, di esprimere liberamente il proprio pensiero; (estens.) uccidere qualcuno perch non riveli cose che possono nuocere ai suoi assassini portare in discussione un problema di interesse comune a proposito di ragazze che in una festa da ballo nessuno invita a ballare (arc.) serbargli rancore frustrarlo, impedirgli di sviluppare le sue naturali capacit o qualit persona estremamente curiosa o interessata, sempre alla ricerca di notizie tenute gelosamente nascoste senza far nulla giudicarne le possibilit finanziarie in base ad una supposta conoscenza di quanto guadagna arricchirsi, per lo pi illecitamente non ci guadagno nulla conoscere a fondo, perfettamente (pop. fam.) per indicare noia o fastidio (pop.) abbindolare essere ingannati profondamente cercare di scoprire le reali intenzioni o possibilit finanziarie di qualcuno cercare di conoscerne le intenzioni dichiarare apertamente le proprie intenzioni fallire un risultato in astratto, in teoria

riempirsi le tasche non me ne viene nulla in tasca conoscere come le proprie tasche non mi rompere le tasche; ne ho piene le tasche metterlo in tasca prenderlo (o prenderla) in tasca dormire come un tasso tastare il polso a qualcuno dare una tastata a uno metter le carte in tavola far tavola a tavolino

esser come la tela di Penelope

di lavoro che non finisce mai (con riferimento al racconto omerico secondo il quale Penelope disfaceva di notte la tela tessuta di giorno) stabilirvisi; spesso scherz., a proposito di un ospite che non si decide ad andarsene andarsene di chi si apparta, ritenendo di aver ricevuto un torto mettere a dura prova durante un esame, tartassare portare avanti due relazioni sentimentali senza decidersi per luna o per laltra; pi in generale, continuare a portare avanti due attivit, a militare in due parti, ecc., spec. fra loro inconciliabili assumere un ruolo centrale in una assumere un ruolo centrale in una conversazione riuscire a far fronte a una situazione complicata e piena di problemi conviene sempre provare a ottenere qualcosa, piuttosto che rinunciarvi in partenza (eufem.) morire; (scherz.) di un oggetto, non funzionare pi, essere inutilizzabile a proposito di cosa molto difficile a realizzarsi

piantare le tende in qualche luogo levar le tende ritirarsi sotto la tenda tenere sotto tenere il piede in due staffe

tenere banco

tenersi a galla tentar non nuoce

terminare i propri giorni come vincere un terno al lotto ci corre quanto dal cielo alla terra

(fam.) di cose enormemente distanti o inconciliabili cose che non stanno n in cielo n in (fam.) a proposito di cose incredibili o di errori terra madornali cercare per mare e per terra (iperb.) in ogni luogo sentirsi mancare la terra sotto i piedi vedersi perduto gettare, buttare uno a terra mettere uno a terra essere a terra stare con i piedi per terra sentirsi mancare il terreno sotto i piedi non saper dove sbattere la testa battere la testa lavata di testa tagliare la testa al toro essere la testa di turco avvilirlo, screditarlo rovinarlo economicamente profondamente avvilito o senza un soldo aderire alla realt, astenendosi dalle fantasie per indicare smarrimento improvviso e angoscioso trovarsi in una situazione di estrema incertezza subire unesperienza negativa, una dura lezione energico rimprovero troncare una questione in maniera risolutiva il bersaglio, la vittima

gridare, predicare dai tetti i tetti bassi grattar la tigna avere un cuore di tigre tigre di carta essere in tilt esser duro di timpani, esser di timpani grossi tirare per i capelli tirare i remi in barca tirare in ballo tirare acqua al proprio mulino tirare via tirare la carretta, la carriola tirare gli orecchi (o le orecchie) a qualcuno tirare la cinghia tirare la corda tirare la cuoia tirare le somme tirare a campare

far sapere a tutti una notizia (fam. tosc.) i fanciulli, soprattutto in frasi dove si esorta a un linguaggio pi moderato ridurre a mal partito a furia di botte simbolo di crudelt e ferocia un nemico solo apparentemente pericoloso essere in uno stato di debolezza fisica o di confusione mentale (fam.) sentirci poco indurre qualcuno a fare qualcosa controvoglia abbandonare unimpresa o unattivit, desistere rendere partecipe qualcuno in una data situazione, coinvolgerlo fare il proprio vantaggio fare qualcosa in modo frettoloso e privo di attenzione lavorare intensamente per guadagnarsi da vivere rimproverarlo, redarguirlo, riprenderlo risparmiare il pi possibile per indisponibilit economiche insistere eccessivamente in una situazione contribuendo a renderla molto tesa (fam.) morire arrivare alle conclusioni in un discorso o in unattivit vivere senza darsi pensieri o problemi; (estens.), lavorare il minimo indispensabile per sopravvivere venire meno a un impegno o a una decisione gi presa di persona in preda al nervoso, incavolatissima persona empia, scellerata non stare in s dalla gioia fare gli scongiuri impietosire, commuovere arrivare al culmine del fallimento o della disperazione per esprimere lineluttabilit della buona e della cattiva sorte, che colpiscono ora qualcuno ora qualcun altro far abbandonare a qualcuno un proposito, dissuadere privarlo del necessario per vivere

tirarsi indietro nero come un tizzone tizzone dinferno toccare il cielo con un dito toccare ferro toccare il cuore toccare il fondo a chi tocca tocca

togliere dalla testa togliere il pane di bocca a qualcuno

togliersi un peso dallo stomaco

liberarsi da una situazione gravosa e preoccupante; anche, affermare in modo diretto e brutale ci che si pensa togliersi dai piedi, di mezzo, di torno andarsene da un luogo dove la propria presenza dimpiccio o motivo di fastidio dalla culla alla tomba simbolo di morte stare con un piede nella tomba simbolo di morte essere muto come una tomba (iperb.) con allusione al silenzio in attestazioni di riservatezza farla tonda (tosc.) lo stesso che farla franca far la fine del topo rimaner preso in trappola topo dalbergo ladro specializzato in furti nei grandi alberghi topo di biblioteca mettere una toppa lettore o consultatore indefesso di libri rimediare, ricorrere a un rimedio provvisorio

fare toppe da scarpe di una persona trattarla in malo modo, senza alcun riguardo della sua dignit torcere il collo a un pollo (iperb.) spec. come minaccia, uccidere una persona dare del filo da torcere creare ostacoli, difficolt; anche, combattere a lungo prima di cedere non torcere un capello non fare alcun male, non toccare neppure tornare in galla di una determinata questione, ricomparire, ripresentarsi tornare sui propri passi rivedere le proprie decisioni, cambiare idea tornare in s riacquistare la ragione, rinsavire tornare in vita riprendersi dopo un periodo difficile, una malattia, ecc. forte come un toro (fam.) simbolo di grande forza fisica prendere il toro per le corna affrontare direttamente una difficolt tagliare la testa al toro troncare una questione risolvendola definitivamente veder tutto rosso come i tori essere di natura impetuosa e irascibile torre davorio simbolo di onest inattaccabile; o di aristocratico isolamento intellettuale un tipo tosto (dial.: una capa (region.) cocciuto, testardo tosta) faccia tosta impudenza, sfacciataggine essere sempre tra i piedi espressione che denota assiduit fastidiosa trovarsi tra lincudine e il martello; compresenza di due pericoli essere tra due fuochi dormire tra due guanciali sicurezza essere tra la vita e la morte incertezza o rischio dare il traballone ruzzolare, andare in rovina essere la goccia che fa traboccare il essere la causa che finisce per far precipitare una vaso situazione gi molto critica far traboccare la bilancia da un lato intervenire in modo da risolvere in un dato modo una situazione incerta mangiare il pane a tradimento (fam.) senza esserselo guadagnato

di trafugo perdere il tram attaccarsi al tram

di nascosto la buona occasione modo per esprimere, anche in frasi dintonazione risentita, invito a rassegnarsi o ad arrangiarsi (scherz.) confondersi, impappinarsi; anche, perdere il controllo di s, dei propri nervi vivere stentatamente nelle sofferenze o nella miseria avere qualcosa come conseguenza, implicare (scherz.) per indicare un vano promettere e lusingare come formula di cortesia, congedarlo per non fargli perdere tempo di persona che, intenzionalmente o per tendenza allesagerazione, ingrandisce enormemente limportanza delle cose in modo ostile, malevolo, iroso con arroganza o scortesemente interpretarla male, oppure rimanere offeso di chi sta a letto a poltrire o perch costrettovi da malattia perdere il controllo di s, confondersi la buona occasione lultima occasione a proposito di chi intraprende azioni o impartisce disposizioni nuove ogni momento, sempre pronto a cambiare idea con rapidit e prosperamente esortazione a completare quanto gi stato fatto in gran parte di persona in continua, intensa e movimentata agitazione (iperb.o scherz.) a proposito di famiglie numerose guardare languidamente con appassionato desiderio (arc. o lett.) a proposito di chi con indisponente prosopopea formula i propri giudizi cadere nel ridicolo o nel grossolano, per prosopopea o presunzione divulgare la fama di qualcosa (fam.) superare con grande velocit interrompere qualcuno impedendogli di continuare a parlare impegno di breve durata di persona instancabile nella sua attivit

perder la tramontana trascinare la vita trascinare con s dar lerba trastulla non trattenere qualcuno fare dun fuscello una trave, ogni bruscolo gli pare una trave guardare di traverso rispondere a traverso o di traverso prendere qualcosa di traverso (stare a) contare i travicelli perdere la trebisonda perdere il treno lultimo treno ogni momento gli parte un treno

andare come un treno abbiamo fatto trenta, facciamo trentuno ballare il trescone saluti a tutta la trib fare locchio di triglia sedere sul tripode, sentenziare dal tripode cadere, cascare nel tritello sonar le trombe passare in tromba troncare le parole in bocca trotto dellasino sembra una trottola

tovare la morte venire, trovarsi a tu per tu essere a tu per tu con la morte parlare a tu per tu prendersi a tu per tu non capire un tubo; non me ne importa un tubo; discorso a tubo buttarsi a tuffo su qualcosa

morire allimprovviso, spec. per un incidente a faccia a faccia, per lo pi con atteggiamento ostile lottare per sopravvivere in tutta confidenza battibeccarsi termine usato come eufemismo di cazzo a proposito dellavidit con cui si afferra un oggetto o dellimmediatezza e decisione con cui ci si getta in unimpresa o si sfrutta unoccasione favorevole (scherz.) alludendo al verificarsi di un evento atteso da molto tempo faccia a faccia, direttamente a quattrocchi, confidenzialmente parlare in modo incomprensibile moltissimo (tosc.) a proposito di chi si cura solo di guadagni considerevoli, tralasciando quelli piccoli con allusione alla loro vivacit impacciato, impedito

tanto tuon che piovve a tuppert parlare a tuppert parlar turco fumare come un turco non uccellare a pispole

vispo come un uccello sembra un uccello uscito dal nido uccel di bosco

di persona senza obblighi e libera di andare e venire rendersi uccello di bosco rendersi irreperibile per sfuggire al danno o al pericolo uccelli del malaugurio la civetta, il corvo, la cornacchia, che nella credenza popolare sono ritenuti apportatori di sventure essere o fare luccello del malaugurio il menagramo, lo iettatore a ufo vivere a ufo allundicesima ora unire lutile al dilettevole cercare il pelo nelluovo a sbafo alle spalle degli altri appena in tempo fare qualcosa che oltre a servire piacevole a proposito di un atteggiamento di critica eccessivamente minuziosa meglio un uovo oggi che una gallina meglio il poco sicuro che il molto incerto domani luovo di Colombo a proposito di una soluzione semplice di un problema ritenuto insolubile facile come bere un uovo di cosa molto semplice da realizzare rompere le uova nel paniere a mandare allaria i suoi piani, i suoi disegni qualcuno esser pieno come un uovo essere sazio

essere a uscio e bottega trovarsi fra luscio e il muro uscire dai binari uscire dai gangheri uscire dal seminato uscire dagli occhi uscire di scena uscirne per il rotto della cuffia cantare come un usignolo a usura

(fam.) essere vicinissimi di casa e talvolta in dimestichezza essere alle strette modificare una linea di condotta precedentemente stabilita arrabbiarsi, infuriarsi allontanarsi dallargomento previsto, divagare (iperb.) essere gi stato sperimentato in abbondanza, essere venuto a noia perdere un ruolo di prestigio, ritirarsi riuscire, farcela a malapena a evitare un pericolo con voce melodiosa, nitida e dolcissima in maniera o quantit molto superiore al necessario o al dovuto essere distratto simboli rispettivamente dellabbondanza e della carestia darsi da fare inutilmente non avere alcun valore; di persona, non avere alcuna dote, qualit o capacit essere molto prezioso; di persona, avere molte doti, qualit e capacit per declinare ogni responsabilit circa la veridicit di quanto si dice o sottolineare incertezza o scarsa fiducia di risultati per quanto si fatto di atti o lavori il cui risultato non adeguato allo sforzo prepararsi ad andarsene o senzaltro andarsene per indicare le componenti finali o accessorie di un fatto o di un problema equivalente di a caso, con un senso accentuato di sconsideratezza e sciatteria (scherz.) il capo di una azienda (fam.) con gran celerit di persona soggetta ad ammalarsi per un nonnulla far cose inutili, in quanto lisola era uno dei maggiori centri della produzione di vasi fittili della Grecia antica (fam.) provare un acuto dolore fisico (fam.) essere costretti a subire un forte dolore fisico

avere il cervello in vacanza mettere le vacce al giogo; le sette vacce grasse e le sette vacce magre portare acqua con un vaglio non valere unacca, un accidenti, un cavolo, un corno, un fico secco, una lira valere tanto oro quanto pesa, un occhio della testa, un patrimonio, un Per, un tesoro dare una cosa per quel che vale

il gioco non vale la candela fare le valigie scendere, rovinare a valle a vanvera il padrone del vapore a tutto vapore essere un vaso di coccio portare vasi a Samo

vedere le stelle vedere i sorci verdi

si vede a occhi chiusi, lo vedrebbe anche un cieco vedere lontano vedere rosa vedere (tutto) nero vedere rosso non vedere a un palmo dal naso

evidente, ovvio

essere lungimirante essere ottimista essere pessimista essere in preda allira avere una mentalit conservatrice, dalle vedute ristrette vedi Napoli e poi muori frase proverbiale per sottolineare che non c citt pi bella di Napoli vederne di cotte e di crude, di tutti i prendere parte o assistere a situazioni inconsuete colori o anche pericolose far vita vegetativa vivere pigramente, senza iniziative e attivit a gonfie vele poca vela giocare sul velluto non aver sangue nelle vene sentirsi bollire il sangue nelle vene non avere pi, non rimanere pi sangue nelle vene vendere bene la propria merce vendere cara la vita, la pelle vendere anche la camicia vendere fumo vendere la pelle dellorso prima di averlo ammazzato vendere lanima (al diavolo) gli manca qualche venerd ; non ha tutti i venerd da che pulpito viene la predica! procedere con sicurezza, senza intoppi a proposito di unevidente insufficienza non rischiare niente, trovarsi in una posizione di assoluto vantaggio mancare di energia o di coraggio a proposito di violenta emozione a proposito di spavento o emozione che tramortisce saper valorizzare le proprie doti difendersi strenuamente prima di cedere allavversario essere ridotto sul lastrico spacciare per vere cose inesistenti, spec. millantando meriti che non ci spettano fare affidamento su qualcosa che non si ancora realizzato eccedere qualunque limite morale pur di raggiungere i propri scopi di persona che si comporta stranamente, tanto da far dubitare delle sue facolt mentali espressione usata quando chi muove rimproveri non esente dalle colpe che stigmatizza in altri essere giunto al successo avendone scalato tutti i gradi cominciando dal pi basso essere reso noto, essere rivelato simbolo di inutilit, inconsistenza propalare una notizia che dovrebbe restar segreta essere moralmente ripugnante in espressioni dirette a sottolineare la propria vergogna o la propria inferiorit

venire dalla gavetta venire alla luce parlare al vento; fatiche gettate al vento gridare ai quattro venti essere un verme sentirsi un verme

lucertola verminara versare il proprio sangue versare sangue innocente versare fiumi dinchiostro stuzzicare un vespaio suscitare un vespaio cantare il vespro a qualcuno vestire i panni mettersi in vetrina esser di vetro

usata come termine di paragone di persone magre e pallide perdere la vita per qualcosa, sacrificarsi, immolarsi con riferimento a sangue altrui, uccidere persone innocenti scrivere o pubblicare molto eccitare risentimenti, malumori, pettegolezzi, ecc. provocare pettegolezzi, scandali, ecc. dirgli chiaro e tondo, a muso duro, quel che si pensa di lui immedesimarsi in qualcuno, identificarsi, calarsi mettersi in mostra, pavoneggiarsi in pubblico

delicato, fragile o, con altro senso, suscettibilissimo tremare come una vetta di persona, per freddo o paura fare la Via Crucis passare da una persona allaltra per essere ascoltati, con fatica e umiliazione e spesso senza risultato viaggiare col cavallo di San Francesco (scherz.) a piedi fare un viaggio a vuoto fare un viaggio e due servizi lo scemo del villaggio i fiumi del vino avere una lingua di vipera a vista docchio adorare il vitello doro vivi e lascia vivere! non lasciar vivere qualcuno vivere alle spalle di qualcuno vivere daria tagliare i viveri a qualcuno mangiarsi uno vivo non conseguire quanto desiderato o programmato ottenere due vantaggi con una sola operazione lo zimbello di tutti lubriachezza persona irascibile, maligna, velenosa per quanto locchio pu raggiungere perseguire i beni mondani e il denaro esortazione a permettere a ognuno di vivere secondo i propri principi e gusti rendergli la vita difficile farsi mantenere da lui avere bisogno di pochissimo per vivere, spec. con riferimento al cibo cessare di dargli denaro sopraffarlo con la violenza o ritenere di superarlo in una competizione con estrema facilit (iperb.) in seguito a spavento oppure per un grave incidente nessuno dar notizie di s (fam.) per amore o per forza c un silenzio assoluto

esser pi morto che vivo non c anima viva farsi vivo con qualcuno volere o volare non si sente volare una mosca

volare senzali

lanciarsi in imprese e attivit senza averne le necessarie capacit e competenze prendere una volata andare in collera voglio rovinarmi quando si sta per compiere una spesa elevata o che si finge tale Dio voglia (o volesse), volesse il cielo espressioni con cui si manifesta la speranza che qualcosa avvenga Qui ti voglio! (o ti volevo!) aspettavo di vederti alla prova in una situazione difficile volgere le spalle abbandonare qualcuno, spec. bisognoso di aiuto voltare le spalle lasciare qualcuno senza il proprio appoggio, abbandonare voltare pagina cambiare definitivamente comportamenti e abitudini voltare gabbana, casacca, mantella mutare opinione o anche fazione per convenienza e opportunismo avere la maschera al volo essere un ipocrita far vomitare, far venire da vomitare (iperb.) essere repellente, disgustoso, bruttissimo non sapere a che santo votarsi vuotare il sacco vuotare le tasche, la borsa cadere nel vuoto lora x, il giorno x non sapere a chi rivolgersi per trovare aiuto dare libero sfogo nel parlare a quanto si lungamente taciuto indurre qualcuno a spendere tutto il denaro di cui dispone non ottenere leffetto sperato lora, il giorno stabiliti ma ancora non resi noti (e per lo pi associati allidea di momento determinante o cruciale) persona di cui non si conosce o non si vuol render noto il nome per indicare unintromissione astuta e non manifesta quando qualcosa va a finire (anche solo inaspettatamente) in maniera del tutto diversa dal previsto di persona insopportabile per la sua petulanza o asfissiante assiduit sottile e penetrante nuocere a s stesso, per lo pi contraddicendosi involontariamente invito rivolto polemicamente a chi si dimostra incapace di lavori delicati e impegnativi averne in abbondanza (non com.) affaticarsi inutilmente

un certo signor X.

ficcare, mettere lo zampino deve averci messo uno zampino il diavolo essere molesto, noioso come una zanzara vocina da zanzara darsi la zappa sui piedi vai a zappare!, andate a zappare!

zappare i quattrini zappare nellacqua

stare coi frati e zappare lorto

(scherz.) rimettersi, stando in compagnia, in tutto e per tutto alle decisioni altrui, oppure rinunciare, per calcolo, a qualsiasi autonomia

zara a chi tocca! nuovo di zecca

equivalente a chi ha il danno se lo tenga di oggetti acquistati e non ancora usati, e anche di quanto si viene ad apprendere o si appreso per la prima volta dalla alla zeta dal principio alla fine fare, condurre una vita zingaresca errabonda, irrequieta, senza aver mai una dimora n unoccupazione stabile sperare nello zio dAmerica, trovare sperare in unimprovvisa fortuna o vedersela lo zio dAmerica capitare inaspettatamente alla zitta alla chetichella sembrare uno zoccolo persona rozza, ottusa, buona a nulla accendersi come uno zolfanello di persona facile allira andare a zonzo camminare senza meta o scopo preciso, per svago o per passare il tempo; (arc. scherz.) a proposito del cervello, impazzire agli zoppi grucciate espressione proverbiale per sottolineare laccanirsi della sfortuna e di disgrazie su chi gi ne ha in abbondanza aver del sale in zucca avere ingegno, buon senso fare alle zuccate (col muro) ostinarsi inutilmente

Interessi correlati