Sei sulla pagina 1di 17

Misura indiretta della portata massica: flow computer

a volumeric portata
) , (
V con
V T p m

=
2 2 2 2 2

i i i i i i
FC p T
V
m
+ + + + =

V

p
T
Flow Computer
Misura diretta della portata massica
x
y
z
v
r
O
t
_
q

TERNA FISSA
concio elementare
di fluido dm
O
t
la velocit angolare del moto di trascinamento
v
r
la velocit relativa (media) del fluido rispetto al condotto che fermo
rispetto alla terna mobile
TERNA MOBILE
CONDOTTO
Senso antiorario
Misura diretta della portata massica
v
r
O
t
a
c
2
c t r
a v = O
C c
dF a dm =
accelerazione di Coriolis
o complementare
C c
F ma =
La presenza dei due vettori O
t
e v
r
genera un
vettore accelerazione detto di Coriolis:
a
c
determina sulla massa m di fluido contenuta nella tubazione di misura
linsorgere di una forza dinerzia detta di Coriolis pari a:
Misura diretta della portata massica
x
z
O
t
v
r
in
out
Driver (moto di eccitazione)
Sensori optoelettronici
(fotodiodi)
Tubo vibrante
Asse di rotazione
Asse di TORSIONE
Il misuratore ad effetto Coriolis costituito:
Condotto di diametro appropriato in cui scorre il fluido di cui si vuole
misurare la portata massica;
Trasmettitore elettronico che mantiene costante loscillazione cui
sottoposta la tubazione ed effettua i calcoli per ottenere la misura desiderata.
La forma del condotto pu variare anche di molto, ma la funzione
che deve svolgere sempre la stessa.
Misuratori di portata massica ad effetto Coriolis
Su un tratto di tubazione in cui scorre un fluido dotato di velocit
media v, si induce un moto rotatorio di trascinamento: il fluido
subir leffetto di unaccelerazione complementare o di Coriolis.
O
t
la velocit angolare del moto di trascinamento
v
r
la velocit relativa del fluido supposta coincidente con quella media
TUBAZIONE DI
MISURA ad U
L
R
2
c t r
a v = O
Il misuratore posto in oscillazione
con velocit angolare O
t
(attorno
allasse x-x) mediante driver
Misuratori di portata massica ad effetto Coriolis
ASSE DEL MOTO DI OSCILLAZIONE
Se al suo interno il fluido non
in moto, la deformazione che si
osserva simmetrica senza
torsione.

Esaltazione del moto f=f
risonanza
Driver(moto di eccitazione)
_
O
t
Misuratori di portata massica ad effetto Coriolis
Se il fluido scorre allinterno del misuratore con velocit media v
r

allora si osserva una torsione del tubo attorno al cosiddetto asse
di misura (twist axis)
ASSE DEL MOTO DI MISURA
(COPPIA DI CORIOLIS)


Misuratori di portata massica ad effetto Coriolis
Le forze dinerzia alternate di Coriolis sono ortogonali al piano individuato
dai vettori O
t
e v
r
e modulo dato da mod(O
t
v
r
sen|), dove | langolo
compreso tra la velocit angolare del moto di trascinamento e la velocit
media del fluido.
F
C

v
r
O
t

dm
|
v
r
F
C

O
t

dm
|
0
t r c
v F O =
Fase di salita
L R
u
La misura diretta della portata massica
del fluido avviene grazie alla misura dello
sfasamento temporale fornito dai due
sensori di posizione collocati a destra e
sinistra della tubazione di misura
left
right
con si indicata la variazione dell'angolo di deflessione cui si risale
mediante la misura dello sfasamento temporale t
e con k la costante elastica del tubo vibrante
m k u u = A A
A
Il moto del tubo in ogni suo punto
descritto da unonda sinusoidale.
Quando il fluido scorre al suo interno
si osserva uno sfasamento tra le
onde sinusoidali relative ai due lati
della U.

Misuratori di portata massica ad effetto Coriolis
a
c
determina sulla massa m di fluido contenuta nella tubazione di
misura linsorgere di forze dinerzia alternate di Coriolis pari a:
r t C
v m F O = 2
k la costante elastica dipendente dalle propriet
elastiche e dalla geometria dei tubi risonanti, mentre u
langolo di deflessione dei tubi, misurato tramite
trasduttori di posizione e provocato dallinsorgere
delle forze alternate di Coriolis.
Attraverso la misura degli spostamenti prodotti dalla forza di
Coriolis allinterno della tubazione di misura attraversata da un
fluido, possibile risalire alla misura della portata massica del
fluido stesso.
u A = k m

Gli spostamenti sono dellordine di 25m a fondo scala corrispondenti ad


angoli di sfasamento di circa 4 in oscillazione dampiezza di 2-3mm.
COMPENSAZIONE
) , ( p T k k =
TEMPERATURA
riduce la rigidit della tubazione,
ci comporta la lettura di una
portata sovrastimata: k (Fattore di
correzione) <1
PRESSIONE
aumenta la rigidit della
tubazione, ci comporta la lettura
di una portata sottostimata: k
(Fattore di Correzione) > 1
Il problema dellinfluenza della temperatura e della pressione del fluido
effluente nella tubazione di misura sullelasticit della tubazione stessa k,
eliminabile mediante la mano-termo compensazione realizzata per via
elettronica.
Il microprocessore corregge in tempo reale k (attraverso un algoritmo
standard) dalla misura di p e T fornita da due appositi sensori (Pt100,
trasduttore capacitivo.).
Misuratori di portata massica ad effetto Coriolis
Per ottenere deformazioni in campo elastico e di piccola entit necessario
che:
i tubi siano di piccolo spessore e diametro (svantaggio: elevate perdite di carico,
costi).
I tubi siano costituiti di materiale pregiatodelevata qualit (svantaggio elavati
costi).
Il problema delle perdite di carico si pu, in parte, risolvere utilizzando i tubi
gemelli risonanti in controfase: avviene un bilanciamento, anche
dinamicamente, del sistema vibrante nella sua globalit.
Inoltre ladozione di tubi gemelli produce un effetto benefico sul
bilanciamento dinamico del sensore, rendendo il tubo di misura come un
sistema sismico ovvero insensibile alle vibrazioni esterne.
La deformazione dovuta alla forza di Coriolis rimane nel campo elastico.
Tubi gemelli risonanti in controfase
Si valuta la posizione relativa tra i due tubi, in modo che linfluenza delle
vibrazioni esterne sui singoli tubi venga compensata
VANTAGGI: oltre la possibilit di misurare
direttamente la portata massica del fluido
1. HP: incertezze di misura (accuracy) variabili tra 0.15%(liquidi) e
0.50%(gas);
2. Ampia rangeability: anche > 25:1
3. Ripetibilit della misura tipicamente 0.05% (liquidi), 0.05%(gas).
4. Misuratori bidirezionali.
5. Non presentano problemi di misura di fluidi particolari grazie alla completa
indipendenza del principio di funzionamento dal regime di moto (nessun
limite su Re): adatti alla misura di impasti, fanghi, schiume e, almeno in
teoria, flussi bifase.
6. Buona vita media (>10 anni) dei tubi vibranti.
7. Adatti per misure anche ad elevate pressioni (fino a 270bar con tubi
Hastelloy) e temperature (fino a 200C).
8. Elettronica intelligente (a microproccessore).

SVANTAGGI
1. Introducono una perdita di carico non trascurabile a FS.

2. Costi dacquisto medio alti (dipende dal tipo di tubo vibrante).

3. Necessitano di compensazione (k=k(T,p)).

4. Soffrono eventuali occlusioni dei tubi vibranti (spillamento) in presenza
di fluidi particolari.

5. Accuracy dipendente dalla zero stability (offset).