Sei sulla pagina 1di 49

Un libro per amico

1
Indice
Introduzione Pag.3
Capitolo 1 Diario di bordo Pag 4
Capitolo 2 I nostri incontri Pag.13
Capitolo 3 Il nostro PW Pag.25
Capitolo 4 Considerazioni Pag.42

2
Il nostro Project Work si chiama “ Un
libro per amico “ e i realizzatori sono gli
studenti del Gruppo Enotri.
Gli Enotri erano una antica popolazione
che visse nelle meravigliose terre della
Puglia e Basilicata Jonica.
Il contesto è un master universitario
presso l’Unitus di Viterbo.
Il gruppo si propone di sviluppare “ il
piacere di leggere “ nei ragazzi in età
adolescenziale, per arricchire il loro
bagaglio culturale e incrementare le
capacità immaginative e critiche.
L’ambiente di lavoro è una piattaforma
Moodle e la metodologia di
comunicazione è l’E-Learning.
La nostra meravigliosa Tutor si chiama
Lidia Faraldi.
Questo è il nostro url :
http://www.masterel.org/enotri/

3
Capitolo 1

Diario di bordo

By Rita Rossetto

4
Data: 20 January 2009
Oggetto: PW - ENOTRI - Fase 1: Assegnazione ruoli, scadenze e compiti.
Annotazione: Il primo incontro in chat degli Enotri si è tenuto il 20 gennaio 2009, alla presenza
della Tutor Lidia e dei componenti Gian Maria Leone, Francesco Reale, Rita Rossetto.
I ruoli di Coordinatore, Segretario e Diarista (diario di bordo), sono stati assegnati, fino al 28
febbraio, rispettivamente a: Francesco Reale - Coordinatore, Gian Maria Leone - Segretario, Rita
Rossetto - Diarista. Per i mesi successivi è stata concordata l'assegnazione, dei ruoli suddetti, a
rotazione tra tutti i componenti del gruppo.
La data di scadenza della 1^fase è stata fissata per il 31 gennaio 2009. Tale fase prevede la
stesura del documento definitivo su "Informazioni generali del PW", costituite da:

1. Componenti del gruppo;


2. Titolo del pw;
3. Idea progettuale;
4. Macro-obiettivo del pw;
5. Destinatari (profilo e contesto)
6. Tipologia di formazione (blended, solo in rete)
7. Durata del corso.

Tale documento sarà stilato in modo collaborativo da tutti i componenti del gruppo. A tale scopo
si utilizza il wiki del gruppo. Ciascun componente inserirà il proprio intervento usando il colore
con cui il suo nome compare nel wiki, colore diverso per ciscun componente. La stesura del
documento nel wiki inizia contestualmente, durante la chat, con il supporto della Tutor Lidia

5
Data: 29 January 2009
Oggetto: PW - Enotri Fase 1 – Confronto
Annotazione: Giovedì 29 gennaio, in aula virtuale, si sono incontrati tutti i componenti del
gruppo Enotri, alla presenza dell'insostituibile Tutor Lidia Faraldi.
La discussione verteva sul concordare, tutti insieme, come completare la 1^ Fase del PW
(Informazioni Generali).
Dopo ampia discussione si è concordato quanto segue.
-Titolo. Da concordare con discussione nel forum, considerando le proposte già presenti nel wiki.
-Idea Progettuale. Sul wiki del gruppo tutti gli Enotri sono stati invitati a precisare le
motivazioni della scelta del progetto;
-Obiettivo del PW. Diffondere, seminare, coltivare il vizio di leggere.
-Destinatari. Ragazzi di età compresa tra i 14 e i 20 anni (dall'ultimo anno della scuola media
inferiore al completamento delle superiori).
-Tipologia di formazione. Solo in rete, essendo possibile, con tale scelta, prevedere Eventi anche in
un momento successivo.
-Durata del corso. La proposta è stata di un corso continuo, con invito ad una eventuale
discussione nel forum.
Il completamento dei lavori della 1^ Fase è stato previsto per il 4 febbraio 2009.

Data: 4 February 2009


Oggetto: PW - Enotri - Fase 1: Conclusione - Fase 2: Inizio
Annotazione: La 1^ Fase si è conclusa. Il Coordinatore, Francesco Reale, il 4 febbraio 2009, ha
postato tra i documenti del gruppo il file pdf: Informazioni generali del PW.
Ha ora inizio la 2^ Fase -Analisi, che prevede la stesura di:

6
1. Documento di Analisi dei fabbisogni formativi
2. Documento di Fattibilità economica
3. Altri aspetti eventualmente richiesti dallo specifico PW
4. Documento di Definizione del Team - Descrizione del ruolo e delle funzioni delle varie
figure professionali da coinvolgere nel progetto.

Nell'area Moduli la Tutor consiglia di leggere il file pdf "Impatto organizzativo", estratto dal
Vademecum CNIPA, in particolare pg. 28 e Cap 2.4 pgg. 30-32 "Organizzazione di un progetto in
e-learning di qualità".
Vedere ancora "Fasi della progettazione di e-learning" - Studio di fattibilità (versione interattiva).
La Tutor ancora suggerisce di iniziare la Fase 2 con l'Analisi dei fabbisogni formativi.

Data: 23 February 2009


Oggetto: Enotri - Incontro in aula virtuale - Ore 21.00 - 23.00
Annotazione: Lunedì 23 febbraio, ore 21.00 circa, si sono riuniti in aula virtuale gli Enotri.
Erano presenti: Gian Maria, Francesco, Valentina, Rita.
Obiettivo
Confronto e discussione su Analisi dei fabbisogni formativi - Fase 2 - 1^ parte

Data: 25 February 2009


Oggetto: Enotri - Fase 2 - Distribuzione compiti per completamento fase 2
Annotazione: Mercoledì 25 febbraio, in un incontro in aula virtuale, tutto il gruppo degli Enotri:
Francesco, Gian Maria, Valentina, Concetta e Rita, con il supporto della Tutor Lidia, ha definito
i compiti di ciscuno per concludere la Fase 2.

1. Valentina e Rita. Redazione di un test da proporre ai destinatari del PW, con l'obiettivo
della rilevazione dei fabbisogni formativi, da aggiungere al Documento di Analisi dei
fabbisogni formativi;
2. Gian Maria, Francesco e Concetta collaboreranno al Documento di Analisi di fattibilità
economica e al Documento di Definizione del team

7
Data: 28 February 2009
Oggetto: Questionario per rilevazione fabbisogni formativi
Annotazione: In data odierna Valentina ha già stilato il questionario da proporre ai destinatari
del PW. Si procederà quanto prima alla somministrazione dello stesso, ad alcune classi campione.

Data: 4 March 2009


Oggetto: Enotri - Fase 2 Incontro su Avanzamento lavori fase 2
Annotazione: Incontro in aula virtuale. Annullato per problemi diversi dei componenti del
gruppo.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Data: 8 March 2009


Oggetto: Enotri - Chiusura fase 2
Annotazione: La fase 2 dovrà concludersi non più tardi dell'8 marzo.

Data: 11 March 2009


Oggetto: Aula virtuale - Documenti finali fase 2
Annotazione: Alle 21.30 si sono incontrati la tutor Lidia, Francesco, Gian, Valentina e Rita.
Dopo un confronto sui documenti prodotti dai vari componenti del gruppo, relativamente alla fase
2, la tutor Lidia ha distribuito i compiti.

1. Valentina
Sistemare il materiale già prodotto relativamente a:
- idea progettuale,
- obiettivo del PW,
- destinatari (profilo e contesto),

8
- analisi di fattibilità dei fabbisogni formativi, con inserimento nel wiki del questionario
predisposto da Valentina ed, eventualmente in allegato, dei risultati della
somministrazione del questionario stesso, forniti da Rita;
2. Francesco
Sistemazione del documento di fattibilità economica;
3. Gian Maria
Rielaborazione tramite reciproca integrazione, quando necessario, dei due documenti
presentati da Valentina e Rita sulla definizione del team.
4. Rita
Continua ad aggiornare il diario di bordo.

Data: 14 March 2009


Oggetto: PW - ENOTRI Inizio ufficiale Fase 3
Annotazione: La Tutor Lidia dà le prime indicazioni sulla fase 3, in particolare sui materiali da
visionare per progettarla.

Data: 6 April 2009


Oggetto: PW - Enotri Incontro in aula virtuale - Fase 3
Annotazione: Ore 21.30. Con l'aiuto prezioso della Tutor Lidia, il gruppo degli Enotri, con
qualche difficoltà di connessione per Valentina e poi, al suo arrivo, per Cettina, si è chiarito alcuni
dubbi sul lavoro da completare riguardo al PW.
Il completamento della terza fase è richiesto dalla Tutor per la fine di aprile.
Dal 20 aprile circa, però, verrà messa a disposizione una piattaforma (Moodle o altro su richiesta
del gruppo), per implementare tutti gli strumenti/documenti previsti.

9
Data: 27 April 2009
Oggetto: Enotri in aula virtuale - Confronto sul completamento Fase 3
Annotazione: Alle 21.30 s'incontrano in aula virtuale Lidia, Franceso, Rita e Valentina con
grossi problemi di connessione.
La tutor Lidia dà le seguenti indicazioni.

• Per la Progettazione tecnologica inserire:


- breve introduzione sulla piattaforma scelta e potenzialità
- tutti gli strumenti utilizzati, Form, Blog, Calendario, ecc., anche quelli esterni,
Facebook, aNobii, Ning, contestualizzando ciscuno strumento cioè specificando lo scopo, il
fine dello stesso.
• Per la Progettazione didattica:
- una griglia contenente l'impianto didattico generale (Fasi e Tempi, Modello didattico e
Tutoring; Contenuti e Materiali, Strumenti da utilizzare.
• Ricordare di inserire una Bibliografia.
• Nella piattaforma Moodle, nel Corso ideato dagli Enotri, inserire:
- nello Step 1 (Introduzione alla piattaforma) il manuale di Moodle (formato .pdf) e Forum
par la discussione, con funzione di Help Desk;
- nello Step 2 (Accoglienza), il questionario già predisposto, al fine di avere un primo
scambio di opinioni sulle letture, gusti, abitudini di lettura e per aumentare la motivazione
nonché la conoscenza reciproca tra corsisti.

Alle ore 23.00 l'incontro si conclude.

10
Data: 6 May 2009
Oggetto: Incontro in aula virtuale: Lidia e i coordinatori dei suoi gruppi
Annotazione: Ore 21.30 - Si sono incontrati tutti i coordinatori dei gruppi di Lidia, con la Tutor
coordinatrice, per un confronto sul lavoro svolto e da svolgere nei PW.
L'incontro si è concluso alle 23.00.

Data: 9 May 2009


Oggetto: Incontro in Skype Francesco – Rita
Annotazione: Sabato pomeriggio, dalle 19.00 alle 20.00 circa, Francesco e Rita hanno avuto modo
di sperimentare l'utilità della comunicazione tramite Skype e si sono scambiati opinioni
sull'impostazione della piattaforma.

Data: 11 May 2009


Oggetto: 2° Incontro con Skype
Annotazione: Lunedì pomeriggio, ore 17.40 - 18.45 circa, Francesco, Cettina e Rita hanno
conversato tramite Skype, producendo nuove idee per la realizzazione del lavoro in piattaforma.
Idee che verranno proposte alla restante parte del gruppo, per eventuale correzione e/o
condivisione.

Data: 15 May 2009


Oggetto: 3° incontro su Skype
Annotazione:
Alle ore 14.30 s'incontrano su Skype Lidia, Francesco, Rita.
Lidia osserva i progressi del PW-Enotri in piattaforma e ci dà preziosi suggerimenti.
La conversazione si protrae fino alle 16.00.

Data: 21 May 2009


Oggetto: 4° incontro su Skype
Annotazione: Alle 18.00 s'incontrano su Skype Francesco e Rita. Lidia ci raggiunge subito dopo e
in attesa dell'arrivo degli altri Enotri, Lidia osserva il lavoro fatto. Come al solito si chiedono lumi
alla instancabile Lidia, sempre disponibile e attenta. Poco prima delle 19.30 si aggiunge
Valentina, ma la linea cade ripetutamente. Gli altri Enotri non sono riusciti a raggiungerci per

11
problemi vari.
Alle 19.45 si va tutti a cena, o a preparare la cena .

Data: 25 May 2009


Oggetto: PW - Enotri Incontro in aula virtuale
Annotazione: Alle 21.30 si sono riuniti Lidia, Francesco, Valentina, Rita e Cettina.
Purtroppo Cettina ha avuto subito problemi di connessione ed ha dovuto abbandonare la riunione.
Lidia ha preso visione del lavoro svolto in piattaforma ed ha dato alcune indicazioni in merito.
Alle 23.50 l'incontro si è concluso.

Data: 30 May 2009


Oggetto: Incontro su Skype
Annotazione: Ci siamo incontrati per caso di sabato mattina, Lidia, Francesco, Valentina e Rita.
Abbiamo parlato degli aggiustamenti da apportare al pw.

Data: 3 June 2009


Oggetto: Ancora su Skype
Annotazione: Lidia, Francesco, Valentina e Rita hanno avuto modo di considerare le ultime
piccole modifiche da apportare al pw, su suggerimento di Lidia.

12
Capitolo 2

I nostri incontri

By Gian Maria Leone & Francesco Reale

13
Enotri: Verbale Chat del 20/01/2009

Il primo incontro in chat si è svolto il 20 gennaio 2009 alle ore 21,00.


Erano presenti :
Lidia Faraldi
Rita Rossetto
Francesco Reale
Gian Maria Leone
All’ordine del giorno i seguenti argomenti:

*Come fare le faccine in chat :-)


*Incarichi per il primo mese di PW
*Tempi e impostazioni della prima Fase di PW

• Come fare le faccine in chat

I valorosi Enotri si sono sbizzarriti in una gara di faccine strane, a partire dalle più classiche :-) ;-) :-( :-D
arrivando a quelle più complesse B-) :-P ma stupisce tutti e vince Lidia con Eh?! Faccina di difficile
comprensione :-)

• Incarichi per il primo mese di PW

Rita si candida per tenere il diario di bordo.


Gian Maria propone la rotazione dei ruoli che incontra il favore di Lidia e Rita.
Lidia spiega in cosa consiste il diario di bordo :“Fare un report periodico, che sarà utile per tenere traccia del
vostro lavoro e anche per chi eventualmente resterà lontano dalla piattaforma in qualche periodo”.
Gli altri ruoli da assegnare sono Coordinatore e Segretario. Non essendo presenti altri candidati vengono
nominati Francesco coordinatore e Gian segretario. Al segretario spetterà l’amaro compito di compilare il
verbale della serata…
Gli incontri di chat non compariranno nel Diario di Bordo, ma nei relativi verbali. Gli incontri di chat restano
comunque in archivio e pertanto sono sempre consultabili.
Lidia su richiesta di Rita precisa cosa intenda per Diario: “il diario è la vostra memoria, serve per sintetizzare
il lavoro svolto in un certo periodo, dire quali sono stati i passi più importanti, le decisioni prese, e anche le
eventuali difficoltà incontrate. Non è necessario scrivere "romanzi", ma le cose essenziali, pensando per
esempio a chi per un certo periodo resta assente e leggendo il diario è aggiornato sul lavoro fatto”.
Rita chiede se il diario è un wiki e Lidia risponde che non si tratta di un wiki, ma di uno strumento comunque
di semplice utilizzo: per scrivere un nuovo evento basta cliccare su "aggiungi" e si apre l'editor del nuovo
"record", la data è inserita in automatico.
Gian Maria vuole sapere quanto durerà questo primo turno. Lidia suggerisce 3 o 4 settimane. Viene proposta
come durata fino alla fine di Febbraio. La proposta è accolta all'unanimità.

• Tempi e impostazioni della prima Fase di PW

Gian Maria chiede se il gruppo è in ritardo sulla tabella di marcia.

14
Enotri: Verbale Chat del 20/01/2009
Lidia risponde che il gruppo non è troppo in ritardo, ma dovrebbe darsi una prima scadenza per la definizione
delle “Informazioni generali” (Prima Fase del Pw)
Rita chiede quali siano le cose da fare nella Prima fase, le rispondono Lidia e Gian:
• Elaborazione di un documento con informazioni generali riguardo:
• Componenti del gruppo (ID e nome completo)
• Titolo del PW
• Idea progettuale
• Obiettivo del PW
• Destinatari (Profilo e contesto)
• Tipologia di formazione (blended, solo in rete)
• Durata del corso (espressa in mesi ed ore equivalenti, ad esempio: 6 mesi, 240 ore)
Lidia propone come scadenza della prima fase il 31 gennaio 2009 per poi passare alla Fase 2 :Analisi.
Nonostante l'iniziale ansia da parte di Rita e Gian, si decide di accettare la scadenza proposta da Lidia.
Lidia spiega che il documento di informazioni generali dovrà contenere solo indicazioni essenziali e che può
essere fatto attraverso il wiki di gruppo in modo collaborativo. Gian propone di iniziare il lavoro sul wiki che
potrà essere modificato e integrato da Valentina e Cettina.
Lidia suggerisce di usare colori diversi per ognuno dei partecipanti e di fornire una legenda all'inizio del
documento, così non vanno perse le varie versioni. Inoltre consiglia di usare la prima pagina del wiki come
Indice, inserendo il titolo tra doppia parentesi quadra questo diventa un link che apre una nuova pagina su cui
si può intervenire (Esempio nella prima pagina ora è presente il primo titolo "Informazioni generali di PW"
inserito scritto così : [[Informazioni generali di PW]], in questo modo si creano collegamenti ipertestuali tra
varie pagine. Aprendo "Informazioni generali di PW" si possono vedere altri collegamenti creati nello stesso
modo. Per modificare le singole pagine basta cliccare sul nome della pagina o, se non sono ancora presenti
testi per quella pagina, sul punto interrogativo a fianco del nome.)
Gian Maria chiede se il verbale dovrà essere inserito anche nel wiki o in documenti. Lidia risponde che il
verbale dovrà essere allegato nel forum e una volta approvato da tutti i presenti, spostato nei documenti con
titolo chiaro preceduto dal nome del gruppo (esempio Enotri:verbale chat del ...)
Rita domanda come si approva il verbale. Lidia replica che basta rispondere al post che Gian metterà nel
forum e che con una buona organizzazione i lavori si svolgeranno agevolmente e proficuamente.
Francesco intanto sta già lavorando sul wiki per inserire il primo titolo.
Il primo titolo viene inserito e funziona tutto!
Lidia spiega che nella prima pagina possono essere inseriti i titoli in riferimento a tutto ciò che serve, per
esempio anche "agenda" dove inserire gli appuntamenti...insomma per quello che ci pare oltre che per la
stesura dei documenti istituzionali.

Ovviamente, per inserire nella prima pagina un nuovo titolo-link, basterà cliccare su "modifica" e salvare.

Gian Maria chiede "se inseriamo titoli all'interno di altre pagine diventano sottopagine?"
Lidia risponde affermativamente "i titoli-link si possono inserire anche nelle varie pagine, nell'ottica
ipertestuale".
Rita chiede se il diario si può modificare. Lidia risponde di sì, basta cliccare sulla "manina" in basso
(modifica).C'è anche la possibilità di eliminare del tutto una pagina di diario. Anche nel diario è bene scrivere
un titolo chiaro, per esempio "costruzione documento di informazioni generali" oppure "fase 1".

15
Enotri: Verbale Chat del 20/01/2009
Lidia controlla il lavoro svolto da Rita e scrive che va benissimo.
Intanto Gian Maria e Francesco lavorano al wiki e inseriscono i titoli delle varie sezioni della temuta Fase 1.
I nomi dei componenti del gruppo vengono inseriti in prima pagina, ogni nome viene scritto in un colore
diverso che sarà il colore di riferimento per i singoli interventi sul wiki.
Lidia scrive"stasera sono state prove generali moto ben riuscite, ma potete divertirvi con gli strumenti con tutta
calma"

Gian Maria chiede come fare per spostare un titolo-link da una pagina all'altre e Lidia risponde che basta
cancellarlo e scriverlo in un'altra pagina.
Rita saluta e lascia la chat (22:30)
Gian Maria annuncia che entro il 21 gennaio 2009 ultimerà il verbale in modo che anche gli assenti possano
essere aggiornati tempestivamente.
Lidia consiglia di annunciare sul forum le nomine fatte, perchè anche se già presenti nel diario, è sempre
meglio dare le comunicazioni importanti anche nel forum.Inoltre suggerisce a Francesco di pensare ad una
data per il prossimo incontro in chat.
Alle 22:34 tutti i presenti si salutano e lasciano la chat.

16
Aula virtuale 29 Gennaio 2009

Il 29 gennaio 2009 alle ore 21,15 è stata programmata una riunione in Aula virtuale.
Erano presenti Valentina Baldini, Cettina Cosenza, Lidia Faraldi, Gian Maria Leone,
Francesco Reale e Rita Rossetto per il Gruppo Enotri. Ha inoltre assistito alla riunione
Fabio Navanteri.

• Si è discusso dell’andamento del PW e delle tempistiche per terminare la prima


fase.

• Si è deciso di orientare il Pw verso la fascia di età 14 -20 per poter inglobare sia
l’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado che tutti gli anni della scuola
secondaria di secondo grado. Valentina ha avanzato la proposta di progettare per
una fascia più ampia, che comprendesse sia bambini che genitori. Si è deciso di
restringere il campo per evitare problemi di progettazione, dovuti alla quantità di

17
elementi diversi da dover poi gestire.

• Rita ha proposto di dedicarci quest’anno alla fascia giovanile e, se l’interesse


dovesse persistere, di realizzare un progetto per la fascia più adulta, il prossimo
anno.

• Lidia ha fornito indicazioni sulle varie parti della Fase 1 da completare e ha


fissato come termine ultimo per la conclusione della Fase il 4 febbraio (?).
Francesco ha preso l’impegno di stilare una bozza delle parti da completare da
inserire nel forum per essere discusse e successivamente inserite nel Wiki di
gruppo.

• Cettina ha posto l’attenzione sull’uso dei Social Network per la realizzazione del
progetto.
Grazie a questo ora siamo tutti linkati su Facebook! :-P

Si è deciso anche che la tipologia di formazione sarà solo in rete. Con questa scelta resta
aperta la possibilità di organizzare Eventi (in presenza), anche in un secondo momento.
Inoltre Lidia ha invitato tutti a scrivere, nelle "informazioni generali"/Idea progettuale,
le proprie motivazioni per la scelta di questo PW. Cioè come è nata l'idea in ciascuno e
quali bisogni si pensa che tale progetto soddisfi.

Il verbale presenta numerose lacune dovute al pessimo funzionamento della mia


connessione (che probabilmente faticava a sostenere la mia cam in trasmissione e 2 cam
in ricezione) chiedo cortesemente a tutti di integrare le parti mancanti.

18
Verbale Aula Virtuale 23/02/2009
Presenti:
Rita Rossetto
Valentina Baldini
Francesco Reale
Gian Maria Leone

Odg: Analisi dei Bisogni formativi

Si è discusso su come impostare l’analisi dei bisogni formativi in vista dell’incontro in aula virtuale
del 25 c.m.
Dopo alcune discussioni generali, su cui si è ritenuto opportuno al momento soprassedere, si è
stabilito che ognuno scriva sul wiki, nella parte relativa all’analisi dei bisogni, quella che ritiene
essere l’esigenza formativa. Si procederà nella serata di mercoledì ad arrivare ad una formulazione
condivisa. Volutamente si è deciso che ognuno scriva senza essere necessariamente esaustivo. La
completezza si raggiungerà in aula insieme.
Inoltre, avendo chiarito che i ragazzi hanno delle competenze informatiche di base, si è pensato di
non fornire documenti di alfabetizzazione informatica, ma eventualmente dare agli utenti solo
indicazioni relative agli strumenti informatici in uso nel progetto, lì dove si rivelino particolari
difficoltà. Quindi tra i prerequisiti ci devono essere competenze informatiche di base.

Questo è un mega riassunto…purtroppo abbiamo avuto diversi problemi e quindi mi è capitato di


perdere intere conversazioni…Come sempre integrate se potete!

19
Gruppo Enotri
Verbale incontro in aula virtuale
6 Aprile 2009

Oggetto: Stato avanzamento lavori fase 3

Ore 21.30, s'incontrano in aula virtuale Lidia, Francesco, Valentina, Rita.


Lidia illustra il significato di
• Learning Object (LO): contenuto didattico autoconsistente, documento digitale o aggregato
di documenti digitali su uno specifico argomento, il cui contenuto costituisce un'unità di
apprendimento didatticamente significativa;
• Exe-learning: ambiente freeware opensource per la costruzione di Pacchetti formativi (anche
in formato SCORM); elearning XHTML editor (eXe) è un ambiente di authoring per
assistere insegnanti e studiosi nel design, sviluppo e publishing di materiali per
l'apprendimento/insegnamento in ambiente web. Consente la produzione di Learning Object.
• SCORM: Sharable Content Object Reference Model (SCORM) è un insieme di standard
e specifiche per web-based e-learning. SCORM è una specifica dell'Advanced Distributed
Learning (ADL), del Dipartimento della Difesa e Ministero del Lavoro USA.
Il formato SCORM garantisce la compatibilità con le piattaforme di maggior uso.

A questo punto arriva Gian e dopo un po' si aggiunge anche Concetta.


Lidia prosegue nel ricordare che nel PW, sezione Progettazione tecnologica, dobbiamo specificare
gli strumenti tecnologici previsti, con adeguate motivazioni, e le strategie del tutoring.
Continua sottolineando che ogni fase deve essere precisata in tutte le sue parti, inserendo le possibili
attività, con dettaglio di contenuti, materiali e indice completo. Inoltre sollecita a specificare
sempre lo scopo, il fine degli strumenti previsti nel progetto.

Nella progettazione tecnologica il gruppo concorda d'inserire anche strumenti di social network
quali ad es. aNobii, Ning, blog ... e decide la durata del corso proposto nel PW: anno scolastico,
settembre-maggio.
L'attività dei corsisti di una annualità proseguirà oltre la durata del corso, tramite una comunità di
pratica, con un moderatore.
Si conviene di presentare i contenuti didattici per moduli, ogni modulo un genere.

Lidia ricorda che un'area della piattaforma dovrà essere dedicata alla bibliografia, anche filmati,
gulpini o altro dovranno essere inseriti in bibliografia. Oltre a ciò si dovranno definire in dettaglio le
strategie e gli strumenti per monitoraggio e valutazione.
Per il 30 marzo tutta la progettazione dovrà essere completata.

Riguardo alle piattaforme il gruppo ha scelto di sperimentare Dokeos e Atutor e Lidia fa presente
che nel materiale della sezione Laboratori è disponibile una griglia di valutazione delle piattaforme,
in formato Excel, che può essere utile per la progettazione tecnologica. Alla fine della fase di
sperimentazione delle piattaforme, il gruppo presenterà una tabella comparativa di quelle
sperimentate.
Alle ore 23.30, stremati, si va tutti a dormire.

20
Verbale aula virtuale 26 Aprile
Ordine del giorno :
• stato di avanzamento dei lavori di progettazione
• esplorazione della piattaforma-enotri

Dopo il solito scambio di saluti e una piccola chattata introduttiva, si comincia a fare il punto
situazione. Manca veramente poco per stilare il “ Documento di progettazione “ che conclude la
fase 3 del nostro progetto.
Difatti il wiki è stato , a detta di Lidia, sufficientemente implementato di tutte le indicazioni
riguardanti tipologia di formazione, approccio metodologico, e materiali da utilizzare in
piattaforma; A questo punto basterà fare il solito sunto per quanto concerne la prima parte del
documento ( e la progettazione Didattica è fatta ) .
Contestualmente ai suddetti parametri , dovremo redigere anche la parte tecnologica, soffermandoci
sugli strumenti da utilizzare per mettere in pratica quanto detto prima. Cioè fare una breve
descrizione sulla piattaforma scelta e su tutte le attività , blocchi e risorse che utilizzeremo in essa
per soddisfare i parametri stabiliti in fase di progettazione didattica …e anche il documento di prog.
Tecn. è fatto ( che fatica! ).
Sulla stessa linea va tracciata la parte “monitoraggio e valutazione”, avvalendosi del prezioso
supporto schematizzato dal buon Gian prima di dileguarsi sulla nuvoletta .
Passiamo ora alla piattaforma .
Abbiamo convenuto che una immediata familiarizzazione e un primo piacevole impatto sui nostri
discenti, può risultare determinante per la riuscita del nostro progetto. Da buoni padroni di casa
dobbiamo far sentire subito a proprio agio i nostri ragazzi, onde evitare una fuga immediata. Si è
pensato a sondaggi o questionari introduttivi, e a un Help Desk fornito di breve guida d’uso di
moodle con un tutorial in Pdf . Infine potremmo metterci anche qualche trovata simpatica e
divertente per rompere il ghiaccio, a base di musica o video .
Il percorso di esplorazione verrà proseguito insieme , sempre avvalendosi delle minuziose
indicazioni proposte dal diagramma prima citato di Gian.
Io come coordinatore esorto tutti a scendere in campo, saggiare il terreno e vagliare le potenzialità
di moodle. Io ho potuto constatare che è molto divertente e produttivo mettere in pratica quello che
abbiamo studiato e del resto la maniera migliore per fare un buon pane è sporcarsi di farina, cioè
fare più pratica possibile e mettere le mani in pasta.
Giovedì farò la prova per amministrare l’aula e presto dovremo rivederci , tra l’altro Lidia ci ha
fatto notare che dovremmo incontrarci più spesso. L’interazione è fondamentale nella nostra CdP, e
così abbiamo fatto felice anche il buon Trentin.
Prossimi steps:
La prossima settimana , forse Mercoledì ci sarà un incontro in aula fra i coordinatori dei gruppi,
sempre sotto la super visione della nostra Chioccia . Mi vestirò da spia del Kgb e riporterò
fedelmente agli Enotri tutto quello che riuscirò a carpire per il bene della nostra causa.
Dulcis in fondo : 45 49 65 70 . Non ve li giocate al lotto , sono solo pagine da riguardare sul file “
Progettazione e realizzazione “ nel Thread Moduli .
Vi saluto e vi abbraccio tutti .
Francesco

21
1/10 GLIENOTRIERANOIN
2/10 CHATPERCHIUDERELAFAS
3/10 EANALISIEREDIGEREILDOCUMENTO

4/10 FINALERIGUARDANTEIFABBISOGNIFORMATIV

5/10 IIFABBISOGNIECONOMICIELADEFINIZIONEDELTEA

6/10 MPRESENTIGALAXISRITAFRANCESCOGIANVALENTINAE

7/10 ILFANTASMADICETTINADOPOLESOLITESCARAMUCCIECONMIC

8/10 ROFONICUFFIEERUMORIDIFONDOLARIUNIONEHAPRESOLAPIEGAPIACEV

9/10 OLEESCORREVOLEDELLEULTIMEVOLTEESONOSTATIFATTIIPUNTISITUAZIONE

10/10 ESONOSTATESTABILITELELINEEGUIDERIGUARDANTIIPIANIFUTURILIDIAHAASSEGNATOICOMP

11/10 ITISUCCESSIVIELARIUNIONESIESCIOLTAPERCHEILFANTASMADICETTINAHARAPITOVALENTINAESIEFATTONOTTECIAO

22
Verbale aula virtuale coordinatori

Cari Enotri
la nostra chiacchierata in aula con Lidia si è conclusa come è nelle buone abitudini oltre le
23.00 , ma mi premeva mettervi a conoscenza delle news quanto prima. Spero che il sonno
non mi annebbi le idee , tuttavia cercherò di fare del mio meglio.

• Hanno partecipato alla riunione Rachele Murzio ( Aurunci) , Luca Del Col ( Apuli ),
F.Navanteri ( Lucani ) , M. Valeri ( Sabine) e il sottoscritto ( mitici Enotri ).
• Dopo i saluti di rito , abbiamo iniziato a descrivere i rispettivi progetti e a discutere
sulla piattaforma scelta. Pare che tutti abbiamo adottato moodle , anche se per
qualche gruppo la decisione è stata più contrastata e travagliata, a differenza della
nostra compattezza e unione d’intenti.
• A seguire siamo entrati più nello specifico, ed in particolare sulla creazione dei corsi.
Lidia ci ha spiegato che si possono usare due linee guida. La prima prevede la
formulazione di un unico corso nella Home Page e la creazione di Categorie di corso
che rappresenterebbero i diversi moduli ( i Famosi percorsi a tema ). La seconda
invece somiglia alla nostra impostazione , con alcuni corsi nella Pagina iniziale dove
ognuno di essi sarebbe un modulo/percorso tematico . Va bene in entrambi i modi,
ma va perfezionato.
• Gli Apuli essendo già “smaniconi” hanno distinto i ruoli in piattaforma , con la
figura di un Learning Administrator e sviluppatori ( ricalcando alla lettera quanto da
loro progettato nella tabella ruoli ). Lidia ha detto che non è obbligatorio per gli altri.
• Concluso il seminario Trentin avremo circa un mese per terminare il lavoro. Lidia ha
ribadito che esistono ampiamente i tempi per incrementare e realizzare il progetto.
Tuttavia si è notato che è diffusa una forma di “timidezza” nei confronti di moodle, e
c’è stata una sincera esortazione a non avere remore nell’inserire tutto quello che ci
sembra idoneo. Il percorso verrà modellato strada facendo.
• Avrete notato nel PW che fra gli Utenti è apparso oltre ad admin anche demo. Bene,
grazie a questo nuovo utente tutti i partecipanti al master potranno entrare nella
nostra piattaforma. Non abbiate paura verranno solo a visitarci, e allo stesso tempo
anche noi possiamo entrare negli altri lavori e curiosare in “Casa Altrui”. Lidia vuole
che ci sia la massima interazione fra Lavori, intesa solo come confronto e
condivisione di conoscenza. Ricapitolando per farlo dovrete digitare questi url :
http://www.masterel.org/apuli/
http://www.masterel.org/aurunci/
http://www.masterel.org/sabine/
http://www.masterel.org/lucani/
Username: demo Password: demo.

23
• Adesso arriva la parte finale più bella !!! Tutti noi dobbiamo prendere in mano
calendario e agenda impegni, e dobbiamo comunicare a Lidia la nostra completa
disponibilità per la data di presentazione del lavoro finale ( grosso modo fra 10-15
Giugno ). A seguito delle nostre indicazioni verrà stabilito il giorno della nostra scesa
in campo. La presentazione del PW dovrebbe durare circa 20 minuti x gruppo, ma in
passato pare si siano sempre dilungati. Saranno presenti Lidia, Leonetti e Roncaglia e
naturalmente tutti gli Enotri al gran completo e tirati a lucido. Uno di noi ( da
stabilire ) farà da guida tracciando le linee essenziali del progetto , i contenuti e i
destinatari e fara da Guida-mouse a Leonetti. Verrà comunque fatta una prova
generale nei giorni precedenti con la sola Lidia.
• Cosa dobbiamo produrre per allora ? Naturalmente lavoro di PW “ Un libro per
amico “ completo in tutte le sue parti . Rassetto generale dei documenti di gruppo (
vanno integrati ) e compilazione di un unico maxi-Pdf che contenga gli stessi
documenti , da inserire a sua volta nella raccolta.
• Prossimamente Lidia ci darà indicazioni su un rapporto individuale che saremo
chiamati a compilare. Si tratterà di un vero e proprio diario personale , nel quale
raccontare la nostra esperienza al master ed esprimere giudizi e considerazioni .
• Inoltre dobbiamo realizzare una sorta di presentazione del lavoro complessivo,
ripercorrendo tutte le tappe. Una cosa breve e sintetica in Power point ( 8-10 slide )
oppure in audio/video o un gulpino. (chissà perché ho la sensazione che questo
lavoro toccherà a me !!! )
• Si è parlato anche della nostra valutazione come singoli. Verrà tracciato dalla nostra
celestiale ( speriamo lo legga ) tutor un rapporto dettagliato sull’andamento
scolastico di ognuno di noi. Tutto ciò all’attenzione del Supervisore Leonetti che
giudicherà il progetto nell’insieme e si soffermerà singolarmente sui discenti ( non so
in che modalità ).
• In conclusione si è chiacchierato di una eventuale proiezione esterna dei progetti,
cosa del resto assolutamente non obbligatoria e da non considerarsi come oggetto
didattico del nostro corso.
• Rachele ha proposto la creazione di un ulteriore forum specifico sulle problematiche
derivanti dall’uso delle piattaforme.
• Lidia sarà assente la prox settimana , ma vorrebbe fissare un nuovo incontro fra
coordinatori fra il 18-22 Maggio . Il rappresentante degli Enotri potrebbe essere
anche un altro/a. Dal mio canto , vi dico che è molto interessante e istruttivo e
affermo che sarebbe ingiusto che solo io beneficiassi di tanta grazia.
• Prima del 15 Giugno è previsto un maxi incontro in aula con tutti i partecipanti ( più
di trenta ) allo scopo di incontrarci, ubriacarci e fare baldoria e socializzazione tutti
insieme. Un mega festino di saluto on-line , insomma.
• Ho notato che altri gruppi interagiscono in Skype e la cosa potrebbe essere valutata
per il nostro Gruppo.
• Infine lidia ha ribadito le potenzialità dell’insegnamento attraverso il metodo E-
Learning e ha espresso il suo compiacimento per la perfetta interpretazione da parte
nostra della nuova forma di comunicazione-apprendimento.
• Spero di non aver dimenticato niente, e in tal caso provvederò a farlo attraverso i
nostri soliti canali. Vi abbraccio e vado a letto .

Francesco
24
Capitolo 3

Il nostro PW

By Valentina Baldini & Cettina Cosenza

25
INFORMAZIONI GENERALI DI PW
Rita Rossetto
Cettina Cosenza
Valentina Baldini
Gian Maria Leone
Francesco Reale
Lidia Faraldi ( tutor )

"Costruire biblioteche come granai, per combattere l'inverno dello spirito..."

Idea progettuale:
Il progetto si propone di sviluppare “ il piacere di leggere “ nei ragazzi in età adolescenziale, per
arricchire il loro bagaglio culturale e incrementare le capacità immaginative e critiche. Il fine è quello di
inserire piacevolmente la lettura nella fase dello sviluppo , accostandola alle molteplici attività
caratterizzate da una forte componente multimediale.

Macro-obiettivo del PW
L'obiettivo è finalizzato alla promozione della lettura per stimolare e coinvolgere i soggetti al piacere di
leggere.

Destinatari (profilo e contesto)


Studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado in età compresa fra i 14 e 20 anni.

Tipologia di formazione
Solo in rete
Durata del corso
Continuo

26
27
UN LIBRO PER AMICO

La nascita del lettore non avviene consigliando libri


che piacciono agli adulti, ma offrendo ai ragazzi la possibilità di scegliere tra
libri diversi. “Roberto Denti”

Idea Progettuale:

Il progetto si propone di sviluppare il “piacere di leggere” negli alunni in età


adolescenziale che vivono in un contesto socio-culturale in cui la televisione,
l’attività sportiva, i videogames, le uscite con gli amici occupano gran parte del
tempo libero dagli impegni scolastici, mentre la lettura viene considerata,
generalmente, un’abilità strumentale per studiare le “lezioni” scolastiche.
Il fine è quello di inserire piacevolmente la lettura nella fase dello sviluppo,
accostandola alle molteplici attività caratterizzate da una forte componente
multimediale.

Obiettivi:
FINALITA’ FORMATIVE

• Suscitare e potenziare il piacere alla lettura per far acquisire l’abitudine


alla lettura, come mezzo insostituibile per accedere a più vasti campi del
sapere, per soddisfare nuove personali esigenze di cultura, per la
maturazione delle capacità di riflessione

• Far accedere gli allievi con graduale consapevolezza ad un patrimonio


consolidato nella tradizione, quale quello letterario scientifico e filosofico

• Allargare i confini della realtà attraverso una serie di messaggi che


corrispondono ad altre sensibilità, ad altri contesti culturali e sociali, ad

28
altri tempi e ad altri luoghi, acquisendo anche le dimensioni del simbolico
e dell’immaginario

• Utilizzare le nuove tecnologie informatiche come mezzo di comunicazione

• Acquisire abilità di ricerca e uso dell’informazione (Information retrieval e


information skills)

OBIETTIVI EDUCATIVI

• Motivare alla lettura di varie forme espressive come attività piacevole,


libera e personale.
• Motivare alla lettura come occasione di crescita sociale e culturale.
• Motivare alla lettura come occasione di sviluppo dell'autonomia di
giudizio e della capacità di giudizio critico.
• Motivare alla lettura come potenziamento della creatività espressiva.

OBIETTIVI SPECIFICI

• Saper compiere letture diversificate


• Saper leggere un testo con espressione
• Saper transcodificare
• Saper formulare ipotesi sull’ideologia dell’autore
• Saper utilizzare le tecnologie informatiche come mezzo di comunicazione
• Stimolare la curiosità, l'interesse, la capacità di confronto e di critica, la
conoscenza.
• favorire l’integrazione tra i nuovi media e gli strumenti di comunicazione
e di informazione tradizionali (libri, giornali etc.)
• individuare le forme più idonee per promuovere la lettura attraverso il
multimedia.
• mettere in relazione la multimedialità con le altre attività espressive
valorizzandone le potenzialità creative
• promuovere l’accesso a internet e alla multimedialità intesa non solo
come apprendimento delle tecniche ma come appropriazione di una
nuova cultura.

29
Costo previsto Costo previsto per
Tipologia costo (fisso quantità fattore Unità di
Macro-Attività Attività per unita fattore totale fattore
o variabile) impiegato misura
impiegato impiegato

Cordinamento scientifico corso Variabile 40 h 40,00 1600,00

Esperto Letteratura Adolescenti Fisso 20 H 50,00 1000,00


Produzione
Formazione docenti per attività di
Fisso 10 h 30,00 300,00
coordinazione sulla piattaforma
Equipaggiamento 5 ea 500,00 2500,00
Attività uffici 5 ea 250,00 1250,00
Totale costi di produzione 6650,00
Motivazione e coinvolgimento allievi Fisso 10 h 20,00 200,00
Coordinamento erogazione corso Variabile 25 h 30,00 750,00
Supporti tecnici per attività in aula Fisso 15 h 20,00 300,00
Erogazione Tutoring on-line Variabile 40 h 30,00 1200,00
Attività formativa on-line Variabile 30 h 30,00 900,00
Software piattaforma Fisso 1 ea 250,00 250,00
Impiego strutture e materiali 10 ea 250,00 2500,00
Totale costi di erogazione 6100,00
Valutazione formativa 25 h 30,00 750,00
Valutazione
Valutazione organizzativa 25 h 30,00 750,00
Totale costi di valutazione 1500,00
TOTALE COMPLESSIVO COSTI 14250,00

Documento di fattibilità economica

30
DEFINIZIONE DEL TEAM
PROGETTO “UN LIBRO PER AMICO”
Ruolo Requisiti Professionali Compiti

Project manager - Conoscenza della lingua ➡ Pianificazione e coordinamento degli


inglese specifici interventi, valutando i fabbisogni
- Esperienza nel settore formativi, valorizzando le risorse umane,
risorse umane considerando le motivazioni e le inclinazioni
- Capacità progettuali dei singoli
➡ definire la struttura del progetto;
➡ interpretare le esigenze dei giovani studenti;
➡ gestire le attività proposte;
➡ coordinare e controllare l’immissione dei
contenuti in rete.

Educational - Diploma di Laurea in ➡ interpretare i fabbisogni del committente;


analyst - Scienze dell’educazione ➡ adeguare i contenuti informativi alle esigenze
Instructional - Esperienza nell’ambito degli studenti
designer della formazione ➡ progettare strategie ludiche di apprendimento;
➡ definire le fasi e le metodologie del percorso
formativo
➡ analizzare i libri proposti e i percorsi formativi

Sviluppatore - Diploma di Laurea ➡ progettare la piattaforma didattica in


della piattaforma specialistica in siti web conformità con le esigenze dei destinatari
- capacità di gestione di ➡ pubblica i contenuti
siti web ➡ garantisce i servizi di rete
- conoscenza lingua ➡ coordina la community e l’accesso da parte
inglese degli studenti
➡ facilita l’uso della piattaforma

Esperto dei - diploma di laurea ➡ controllare le novità editoriali proposte dalle


contenuti Lettere, Scienze della case editrici
(docente/ tutor) Formazione, Beni librari ➡ scegliere libri adatti alla fascia di età prevista
2 docenti - Master o corsi dal progetto
specializzati in ➡ sviluppare contenuti informativi e interattivi
letteratura per Ragazzi sui singoli testi
➡ interpreta i desiderata degli utenti
➡ progetta con essi una lista dei libri più graditi
➡ comunicare con gli utenti circa le letture
effettuate
➡ valutazione e monitoraggio dell’attività del
singolo

31
Documento di
progettazione

Gruppo Enotri

32
La Progettazione didattica

Struttura didattica del corso di formazione


Fasi e tempi Materiali
Modello didattico e
del processo Attività Strumenti
strategie del tutoring e contenuti
formativo

Video sulla
classifica dei libri
più venduti
Apprendimento assistito Interazione con la Slides sulla Voki
piattaforma Moodle. piattaforma
Modulo 1 Tutor di percorso Forum Help desk
Moodle
Interazioni di gruppo Quiz conoscitivo sulla
Ben arrivato! lettura Quiz
Manuale di
Il tutor funge da
3 settimane Moodle Forum sul quiz
facilitatore e promuove Forum
la discussione Quiz Facebook
Link al gruppo
Enotri, un libro
per amico
Facebook

33
Apprendimento assistito Quiz introduttivo sui Quiz Voki
fumetti
Modulo 2 Tutor formatore e di Strisce di fumetti Quiz
rete Forum
Evviva i fumetti Articolo di Forum
Tutorship di tipo Compito: Cerca un Wikipedia
6 settimane fumetto in internet SCORM/AICC
Pull push

Apprendimento assistito Forum fantastico Voki


Bibliografia
Modulo 3 Tutor formatore e di Quiz Forum
rete Articoli di
Libri fantasy e Compiti: ricerca di film Wikipedia Quiz
non solo Tutorship di tipo o fumetto o libro che
possa essere in Quiz- gioco finale Chat
6 settimane Pull push argomento
SCORM/AICC
Attività in Chat
ANobii

Apprendimento assistito Quiz Bibliografia Voki


Modulo 4 Tutor formatore e di Compito relativo alla Video Forum di
rete bibliografia discussione
Leggi il cinema Pagine di
Tutorship di tipo Compito nel wiki Facebook Quiz
6 settimane
Pull push Wiki
Facebook

Apprendimento assistito Forum: La poesia? Video Voki


Parliamone
Modulo 5 Tutor formatore e di Link a pagine web Forum di
rete Attività in Chat discussione
Poesia Link ad
Tutorship di tipo Compito: ricerca su Anobiibooks Chat
6 settimane
Anobii
Pull push Anobii

34
L'attività dei corsisti di una annualità
proseguirà oltre la durata del corso,
tramite una comunità di Pratica . Allo
scopo in piattaforma si creerà un
collegamento a Ning.

35
La Progettazione tecnologica

Struttura tecnologica
La piattaforma utilizzata è Moodle
Moodle (www.moodle.org)
Moodle è una piattaforma LCMS (Learning Content Management System) open source. È un
progetto che intende creare un ambiente educativo esplicitamente fondato sui principi pedagogici
del costruttivismo sociale. È compatibile con sistemi operativi come Unix, Linux, Windows, Mac
OS X e si integra con diversi tipi di database. La piattaforma si presenta con un’interfaccia
semplice, leggera e usabile, con un’attenzione particolare alla sicurezza dei dati e alla privacy degli
utenti, alla flessibilità e accessibilità.
Moodle consente una gestione stratificata della piattaforma con i ruoli (admin, docente, editor,
tutor, ecc.) e un'ampia offerta delle attività previste in un corso, rispondendo pienamente alle
esigenze sia dell'utente (Forum, Diari, Blog, Quiz, Risorse, Compiti, Chat, Workshop) che
dell'amministrazione. Oltre alla gestione delle iscrizioni, consente infatti a docenti e tutor valide
possibilità di monitoraggio, valutazione, tracciamento delle attività degli allievi e crea in automatico
report dettagliati. Supporta gli standard dei Learning Object, come SCORM, e si integra molto bene
con LAMS (Learning Activity Management System) per la creazione di percorsi formativi fondati
sui principi del Learning Design.

36
Strumenti interni

Calendario In esso saranno segnati tutti gli eventi significativi; lo studente potrà quindi avere
sempre a portata di mano tutte le informazioni sulle scadenze per lui interessanti.

Chat Importante strumento per incontri sincroni che gli studenti potranno organizzare
autonomamente o con il docente. Poiché costituirà in qualche caso un'attività
specifica proposta, con la presenza del tutor, costituirà un momento di
monitoraggio ma anche di valutazione.

Forum Sarà uno strumento fondamentale nelle varie fasi del corso.
• Nel 1° Modulo “Ben arrivato”, avrà la funzione di un Help Desk, nel quale
gli allievi potranno chiede chiarimenti al tutor, sull'uso della stessa.
Costituirà un importante strumento per la discussione sulla presentazione
del corso, sul questionario che saranno chiamati a compilare, sulla
conoscenza reciproca. Il tutto con il supporto del tutor, che provvederà
anche ad informare i corsisti sulle regole di netiquette che ciascuno sarà
tenuto a rispettare.
• Per ciascun altro modulo sarà il luogo di scambi di opinioni, riflessioni,
apprendimento condiviso oltre, naturalmente, che di interazione con
l'esperto che presenta il modulo.
• La partecipazione a diversi forum nell'attività didattica sarà inoltre oggetto
di valutazione da parte dei docenti/tutor, attraverso l'analisi del feedback
ricevuto.
• A conclusione del corso sarà la sede della circolazione di conoscenza non
esplicita ed esplicita tra tutti gli ex-corsisti, in una comunità di pratica
allestita allo scopo, che vedrà il tutor nel ruolo di facilitatore.

Quiz Sarà usato, dove previsto, come strumento di monitoraggio riguardo alle
competenze relative all'argomento in oggetto, ma a volte anche come strumento
valutativo.

Wiki Previsto per attività specifiche, sarà usato a scopo di monitoraggio e valutazione
relativi alle competenze acquisite.

37
Strumenti esterni

Anobii aNobii (così chiamato dal nome dell'Anobium punctatum, il "tarlo della carta") è una rete
sociale su Internet (Internet social network) dedicata ai libri.Gli utenti iscritti possono
mettere in linea la propria libreria attraverso i codici ISBN, condividendo recensioni,
commenti, votazioni, dati sull'acquisto e sulla lettura, lista dei desideri e suggerimenti
con altri utenti, direttamente o attraverso gruppi. Tale rete permette anche lo scambio e la
vendita di libri tra utenti. aNobii consente la visualizzazione delle librerie degli altri
utenti ed esegue un calcolo di compatibilità con la propria espresso in percentuale. Tale
manovra consente di individuare le librerie simili e di tenere d'occhio quelle più affini ai
propri gusti, per scoprire nuovi libri e nuovi autori. (fonte Wikipedia)

Il corso tratterà di libri e quindi gli studenti saranno invitati a costruire in Anobii la loro
libreria, a confrontarsi con altri utenti, a fare specifiche attività.

Facebook Popolare sito di social network. Il nome del sito si riferisce agli annuari (facebook) con le
foto di ogni singolo membro che alcuni college e scuole preparatorie statunitensi
pubblicano all'inizio dell'anno accademico e distribuiscono ai nuovi studenti ed al
personale della facoltà come mezzo per conoscere le persone del campus. (fonte
Wikipedia)

I corsisti saranno invitati ad iscriversi al gruppo appositamente costituito: Enotri, un libro


per amico, per consentire le comunicazioni tra loro e il tutor e un ulteriore arricchimento
e condivisione, anche al di fuori di un contesto istituzionalizzato quale la piattaforma del
corso. Ma saranno previsti anche altri collegamenti con Facebook.

SCORM: Sharable Content Object Reference Model (SCORM) è un insieme di standard e


SCORM/AICC
specifiche per web-based e-learning. SCORM è una specifica dell'Advanced Distributed
Learning (ADL), del Dipartimento della Difesa e Ministero del Lavoro USA.
Il formato SCORM garantisce la compatibilità con le piattaforme di maggior uso.
AICC: Aviation Industry Computer-Based Training Committee

Voki Voki è un originale servizio che consente, previa registrazione di un account gratuito, di
realizzare direttamente online animazioni personalizzate, … il tutto attraverso
un'interfaccia realizzata in flash. Ci sarà un avatar a dare il benvenuto in ogni modulo.

Wikipedia Wikipedia è un'enciclopedia online, multilingue, a contenuto libero, redatta in modo


collaborativo da volontari e sostenuta dalla Wikimedia Foundation, un'organizzazione
non profit.

Ning Ning è un'applicazione web multilingua, ideata dal programmatore di Marc Andreessen,
che permette di creare siti web sociali o reti sociali (social network) senza avere
cognizioni di programmazione.

38
Monitoraggio e valutazione

Strumenti Metodi
Misurazione numero accessi alla piattaforma
per allievo (monitoraggio quantitativo)
Tempi passati sulla piattaforma per allievo
Database della piattaforma
Pur essendo una misurazione quantitativa può
essere interpretata in termini di interesse al
progetto (misurazione qualitativa).
Monitoraggio
formativo
L'analisi statistico-quantitativa dei messaggi
consiste nell'analizzare i dati relativi alla
quantità di messaggi letti e postati per ogni
singolo corsista (dimensione partecipativa),
Messaggi ma permette anche di monitorare la coesione
del gruppo e il senso di appartenenza allo
stesso(dim. sociale). (Trentin)

Si analizza: cosa si è detto, come lo si è detto,


quali sono stati il processo e le strategie
Messaggi adottate nel trattare i contenuti (Trentin); ma
anche, nei forum, la capacità dei singoli di
Wiki relazionarsi con il gruppo e di confrontarsi
Valutazione
costruttivamente con esso, nel rispetto della
netiquette.

I quiz proposti costituiranno generalmente


Quiz
strumenti di auto-valutazione.

39
VS

ANALISI COMPARATIVA DELLE PIATTAFORME DI


E-LEARNING GRUPPO ENOTRI
(rif.: http://www.edutools.info)
Strumenti per la fruizione dei corsi
Peso Moodle Voto Dokeos Voto
Strumenti di comunicazione
Forum 3 9 27 8 24
FAQ 2 8 16 8 16
Chat 2 8 16 8 16
Bacheca 2 9 18 8 16
Supporto Audio 1 9 9 7 7
Mail 2 9 18 8 16
Annotazioni 1 8 8 8 8
News/newsletter 1 7 7 7 7
Calendario/Eventi 2 7 14 8 16

Strumenti di produttività
Bookmark 1 8 8 8 8
Monitoraggio attività 2 8 16 7 14
Orientamento e guida 1 8 8 7 7
Funzioni di ricerca 1 8 8 8 8
Lavoro offline 1 7 7 7 7

Stumenti per l'accrescimento della motivazione


Lavori di gruppo 1 7 7 7 7
Autovalutazione 2 8 16 7 14
Collaborazione in tempo reale 1 8 8 7 7
Portfolio 1 8 8 7 7

Strumenti di supporto e amministrazione


Strumenti di amministrazione
Autenticazione 1 8 8 8 8
Registrazione 1 8 8 8 8
Gestione utenti 1 8 8 8 8
Gestione ruoli 1 8 8 8 8
Personalizzazione interfaccia 1 6 6 7 7

40
Strumenti di gestione, progettazione e monitoraggio dei
corsi
Gestione dei corsi 1 8 8 8 8
Iscrizione ai corsi 1 8 8 8 8
Gestione di gruppi/classi 1 8 8 8 8
Erogazione dei corsi 1 9 9 8 8
Gestione dei contenuti del corso e accesso alle altre risorse
1 8 8 8 8
corsuali
Monitoraggio dei corsi e tracciamenti 1 8 8 8 8

Strumenti per la gestione di materiali e test


Editing dei materiali 1 7 7 7 7
Condivisione e riuso dei contenuti 1 8 8 7 7
Gestione questionari e test 1 8 8 7 7
Importazione/Esportazione Learning Object 1 8 8 8 8

Specifiche tecniche
Hardware/Software
Installazione 1 8 8 8 8
Requisiti lato utente 1 8 8 8 8
Software lato server 1 8 8 7 7
Sistema operativo lato server 1 8 8 8 8
Supporto multilingue 1 8 8 8 8
Standard internazionali 1 9 9 9 9
Usabilità e accessibilità 1 9 9 8 8
Integrabilità 1 8 8 8 8

Prezzi/Licenze
Versione del software 1 8 8 8 8
Prezzo per download 1 10 10 8 8
Open source 1 10 10 8 8
ASP (Application Service Provider) 1 7 7 7 7

Profilo della società 1 9 9 8 8

Totale Voto 447 424

41
Capitolo 4

Considerazioni

By Gruppo Enotri

42
R ita Rossetto

Questo primo anno del Master in e-learning è stato per me una splendida,
affascinante avventura. Non conoscevo nulla dei temi trattati nei diversi moduli e
seminari offerti, né tanto meno delle varie attività proposte. Così tutto è stato una
continua scoperta. Mi sembrava di essere Alice nel paese delle meraviglie. E mi son
divertita tantissimo. A partire dal seminario del prof. Pian, così entusiasmante, con
la creazione e animazione di una storia che mai avrei pensato di saper creare, fino
al seminario del prof. Trentin, che è stato una sorta di folgorazione per me. Si,
perché in ogni tema, attività o percorso, ho trovato una quantità incredibile di
spunti per il mio lavoro d'insegnante. Sono felicissima di quanto ho appreso,
perché è veramente tanto. C'ho messo impegno, passione e tanta curiosità e sono
stata pienamente ripagata. Il project work, poi, è stato un' esperienza che mi ha
permesso di verificare personalmente la valenza formativa del lavoro di gruppo.
Anche in questo frangente sono stata molto fortunata. Ho incontrato compagni
con cui è stato un piacere lavorare. Il lavoro in piattaforma è stato incredibilmente
divertente e appagante. Credo che imparare divertendosi sia il massimo che si
possa desiderare, al momento dell'apprendimento. Un grazie ai colleghi del
gruppo, che ci hanno messo competenza e, quando è stato possibile incontrarci,
simpatia. Un ringraziamento particolare al nostro coordinatore, Francesco,
lavoratore indefesso, creativo e generoso, che è sempre stato disponibile e che mi
ha aiutata e incoraggiata moltissimo nell'implementazione in piattaforma, anche
quando temevo di non farcela. Ma il lavoro dell'intero anno non sarebbe stato
possibile senza la nostra carissima tutor Lidia. La sua presenza costante ma
discreta, la sua serenità e disponibilità continua, ci hanno aiutati a superare gli
ostacoli quasi senza accorgercene. E' stata il nostro angelo custode. Sempre
attenta, sempre premurosa e rassicurante, ci ha condotti per mano quasi senza
parere. Insomma, quest'anno ho vissuto grazie al master un'esperienza ricchissima
per contenuti e attività, ma ancor più ricca dal punto di vista umano.

43
G ian Maria Leone

Devo ammettere che questo primo anno è stato parecchio impegnativo!


Molte le lezioni e gli spunti che ci sono stati dati e molte le cose su cui
riflettere e da digerire nell'estate
Ho appreso molto su quello che è l'e-learning in genere e quello che è a
livello europeo (i suoi possibili e probabili sviluppi), argomenti questi di cui
ero digiuno.Come competenze tecniche ho imparato a creare Gulpini
(strumenti davvero utili e interessanti, oltre alla bellissima riflessione sulla
narrazione che ne è scaturita), ad muovermi un poco su Moodle e a
sperimentare uno strumento potente come Exelearning. Mi sono
appassionato molto a queste attività più "tecniche" sia per tendenza mia
personale allo "smanettare" sia perchè vedendo l'applicazione pratica mi
diverto di più
Il lavoro collaborativo è molto interessante e molto proficuo. Il gruppo in cui
mi sono trovato è stato un ottimo gruppo da ogni punto di vista. Ci siamo
mossi proprio come una squadra, dove ognuno ha apportato il suo
contributo. L'unica difficoltà l'ho trovata nel riuscire a far coincidere i miei
tempi con i tempi del gruppo, difficoltà dovuta soprattutto a problemi di
sovraffollamento di impegni miei, sia personali che lavorativi. Ho la tendenza
a lavorare nei ritagli di tempo e quindi da questo punto di vista l'esperienza
della piattaforma è stata molto comoda e utile.

44
V alentina Baldini

La scorsa estate ero alla ricerca di un master che potesse soddisfare la mia
esigenza di coniugare interessi prettamente scolastici con il desiderio di
acquisire e/o implementare competenze nella comunicazione e nella
pubblicizzazione di attività culturali organizzate da centri di documentazione.
Grazie ad un’amica, ex corsista, mi affacciai alla pagina web in cui era
presentato il master attraverso il video di Roncaglia, le cui parole mi
incuriosirono e mi spinsero ad effettuare l’iscrizione. Poco conoscevo dell’e-
learning e delle occasioni che il mondo multimediale offre per dare vita a un
nuovo e, oserei dire, entusiasmante modo di insegnare, che determina un
rapido e più coinvolgente apprendimento da parte degli studenti, rapiti dalle
nuove tecnologie di cui è nutrita la loro vita. Ho sicuramente acquisito
competenze tecniche e conoscenze riguardo ai nuovi strumenti e imparato a
conoscere ed usare software utili alla progettazione di corsi e lezioni. Il
continuo supporto del tutor e dei docenti ha facilitato il percorso di studio dei
seminari e mi ha consentito, grazie a consigli, suggerimenti, e giudizi, di
effettuare un’autovalutazione delle nozioni acquisite. Inoltre, lavorare in
gruppo, in sintonia con altri colleghi, ha reso il tutto più piacevole e ha
migliorato le mie capacità di interazione con gli altri, finalizzate alla
definizione di elementi e dati utili alla realizzazione di progetti, e dagli stessi
colleghi ho acquisito input utili a non far sopire la creatività. A conclusione
di questo primo anno di Master manifesto un’ampia soddisfazione riguardo
alle attività proposte e alle competenze acquisite, che mi auguro di poter
potenziare durante la seconda annualità.

45
F rancesco Reale

Mi sono iscritto a questo master senza averlo programmato, a testimonianza


di quanto poco conoscessi l'E-Learning.
Sono stato spinto dalla sensazione che il corso potesse essere dinamico e
versatile, in contrasto con la staticità e la mancanza di interazione che ha
contraddistinto il corso di laurea da me sostenuto.
Al termine del primo anno ne ho avuto la certezza e ho assunto la
consapevolezza che lo studio della comunicazione e delle attività didattiche,
inserite nel contesto multimediale, sono a giusta ragione l'avanguardia nelle
nuove tecniche di educazione-apprendimento. Premetto che non ho nessuna
esperienza come insegnante , ma grazie alla grande passione verso il Web 2.0
mi sono sentito ( copiando una frase di Cettina ) più proiettato verso l'E che
verso il Learning. Riguardo alle conoscenze acquisite ho sicuramente
imparato tanto dal punto di vista tecnico. Oggi sono capace di spaziare nella
rete, adoperando alcune delle infinite potenzialità e il mio grado di
conoscenza è sicuramente accresciuto rispetto all'inizio del corso.
Ho apprezzato molto il progetto svolto insieme ai miei compagni di viaggio,
ed ho potuto constatare che il raggiungimento degli obiettivi è stato frutto
dell'apporto di tutti. Sono anche convinto che in gruppo l'acuto del singolo
sia sempre merito della spinta collettiva. Inoltre penso che tutti abbiamo
avuto la sensazione di lavorare distanti, ma virtualmente vicini. Allo stesso
tempo la super-visione di Lidia credo sia stata fondamentale nella nostra
crescita. La definirei quasi la Mano invisibile, tanto è stata presente nei
momenti necessari, quanto tacitamente impercettibile nelle situazioni
scorrevoli.
Concludo esprimendo un compiacimento a me stesso, nell'aver investito il
proprio tempo libero in questa piacevole e costruttiva attività.

46
C ettina Cosenza

Ho conosciuto il master grazie al mio lavoro di redazione delle news per il


sito Ciber e per la Newsletter del comitato, lo pubblicizzavo trovandolo
davvero interessante, avevo avuto modo di discuterne anche con una collega
del Caspur che ha completato il secondo anno lo scorso anno.
A novembre ho avuto la fortuna di poterlo frequentare e posso affermare che
si trattava davvero di una “pubblicità progresso”, posso confermare che è
stata una occasione di crescita e di arricchimento sotto molti punti di vista.
Conoscevo poco l’Elearning e forse poco ha a che vedere con la mia realtà
quotidiana, considerato che non sono un’insegnante, ma avendo a che fare
con una comunità virtuale che punta anche allo scambio ed all’arricchimento
professionale ne sono stata affascinata, l’ho considerato un nuovo modo di
comunicare. Ogni modulo è stato uno stimolo continuo a sperimentare
nuove tecnologie ed approfondire argomenti sconosciuti. Ho imparato la
differenza fra raccontare e comunicare ed ho riempito parenti ed amici di
gulpini per festeggiare vari eventi. Ho approfondito software come Anobii,
Think Tag. Ho posato uno sguardo sul mondo vario di iniziative di eLearning
in Europa. E poi chi lo sapeva di far parte di una Comunità delle migliori
pratiche ? Volevo ringraziare i miei compagni di viaggio che hanno messo a
disposizione del Project Work le loro competenze senza risparmiarsi, grazie
particolare va soprattutto a Francesco che ha coordinato l’attività
egregiamente ed ovviamente a Lidia sempre paziente, presente e rassicurante
nei momenti di crisi.

47
Grazie Lidia
48
Ollio..mi sa che
per quest’anno il
Master e’ finito. Ci vediamo per il
secondo anno.
ARRIVEDORCI

Francesco Reale
49