Sei sulla pagina 1di 3

NOTAIO ALFONSO ROSSI LE MIE REGOLE PER SALVARE L'ITALIA 1) Ridurre le spese militari, richiamando le missioni estere, riducendo

gli acqu isti militari e non partecipando a guerre inutili ed esterne (ad esempio in Libi a), in proposito si precisa che la Germania mica ci e' andata in Libia e la Sviz zera non fa guerre da anni e non ha problemi economici; 2) Tassare in modo sostanziale le rimesse che emettono all'estero in valuta preg iata e precisamente in Euro gli stranieri che lavorano in Italia anche tramite M oney Transfert perche' poi dopo questi soldi noi li paghiamo nelle "istanze di c ompensazione" internazionali e questi soldi che escono in valuta dall'Italia ci impoveriscono svuotandoci dall'interno; 3) Tassare in modo sostanziale (ad esempio con un 30%) il prelievo in banca di s oldi contanti in modo tale da costringere tutti ad effettuare preferibilmente so lo pagamenti tracciabili riducendo quasi del tutto a zero l'evasione fiscale ed evitando eccessivi controlli e stato di polizia per la cosiddetta "caccia" all'e vasione fiscale e in conseguenza semplificare gli adempimenti fiscali privilegia ndo tassazioni "presuntive" (ossia ad esempio per gli immobili privilegiando la tassazione in base alle rendite catastali sia pure "rivisitate" eventualmente no n solo verso l'alto ma eventualmente anche verso il basso tenuto conto della cri si attuale del mercato immobiliare); 4) A far pagare (per gli immobili di cui sono titolari: palazzi e quant'altro) l 'IMU a Banche, Fondazioni bancarie, Istituti di credito, Collegi e Istituti priv ati, Istituti scolastici, Istituti religiosi e ai sindacati per azzerare al cont empo in cambio l'IMU sulla prima casa per piccole superfici, per famiglie non ab bienti e famiglie numerose; 5) Eliminare i bonus ai funzionari dell'Equitalia e ad altri funzionari fiscali cosi' da assicurarci di pi la loro imparzialit e per evitare che per conseguire i loro bonus vengano commessi troppi errori dolosi che li rendono odiosi ai cittad ini (tenuto conto che questi bonus spettano a questi funzionari a prescindere se poi la pretesa fiscale venisse a seguito di ricorso annullata per cui hanno tut ta la convenienza a promuovere azioni anche se non fondate); 6) Abolire del tutto le Provincie, dimezzare personale e strutture di Regioni e Comuni (ossia fare in modo che Consigli Regionali o Comunali siano composti da m et dei componenti attuali ma ridurre anche sostanzialmente il personale alle dipe ndenze); 7) Tassare con imposte elevate l'iscrizione annuale i beni di lusso (barche, Fer rari e quant'altro) trattandosi di imposte indirette non vanno poi a essere tras ferite sugli altri cittadini (inserire analoghe imposte per eventuali barche bat tenti bandiera estera che stazionano nei porti italiani o auto di lusso targate all'estero che siano presenti nel territorio italiano per pi di un tempo signific ativo ad esempio tre giorni); 8) Tassare le prostitute facendole iscrivere alla C.C.I.A.A. e obbligandole ad e mettere fatture; 9) Azzerrare vecchi benefici fiscali introdotti da vecchie normative ormai super ate (centri storici, normativa dei pescatori, agricoltura e quant'altro); 10) Ridurre a zero gli oneri aggiuntivi sul costo del lavoro utilizzando gli int roiti di cui sopra, eliminando dall'IRAP il costo del lavoro (sarebbe da elimina re dall'IRAP anche le passivit aziendali); 11) Pagare i debiti dello Stato e degli Enti Pubblici in titoli di stato; 12) Provvedere al dimezzamento dei parlamentari, abolire i rimborsi elettorali ( prevedere che comunque eventuali somme che venissero gestite dai partiti siano a mministrate da organi collegiali con decisioni a maggioranza e posti sotto a un controllo contabile trasparentissimo), allineare il compenso dei parlamentari (c omprensivi di oneri aggiuntivi quali i costi dei portaborse, per alloggi e viagg i) ai costi europei e trasformare il loro sistema pensionistico parificandolo a quello dei comuni cittadini, vendere almeno il 70% delle auto blu, tanto sono in utili, ridurre i 1500 impiegati del Quirinale del 70%, tanto molti sono parassit i e imboscati;

prevedere per le cariche di dirigente pubblico un limite massimo di compenso (sa rebbe il caso di prevederlo anche per incarichi di Enti quali Banche, Assicurazi oni o comunque di rilievo o influenza pubblica); prevedere tra i incarichi sia pubblici che di rilevanza e influenza pubblica (Ba nche, Assicurazioni, Ferrovie e quant'altro) non solo un limite di compenso ma a nche il divieto di doppio incarico per evitare cumuli di compensi; prevedere per la nomina di dirigenti e funzionari la necessita' di requisiti tec nico o professionali (per evitare che siano nominati per tali cariche degli "ex politici" privi di ogni competenza tecnica, solo allo scopo di dargli, dopo l'in carico politico, una "poltrona"; 13) Sarebbe da riformare il sistema elettorale con lo sbarramento del 5% alla te desca, un doppio turno alla francese, collegio uninominale alla britannica cosi' da assicurare un sano bipolarismo dell'alternanza e le elezioni dei migliori e non dei nominati; prevedere per le elezioni che i partiti indicano precedenti primarie con libero accesso, previa iscrizione al partito, escludendo soltanto che si possono presen tare alle primarie i condannati per reati conto la pubblica amministrazione o co munque contro il patrimonio (per altri reati, qualora definitivi, basta che la p ena stata scontata); prevedere infine in caso di sfiducia la cosiddetta "sfiducia costruttiva", ossia la necessit, previamente alla presentazione di una mozione di "sfiducia", di ave re un nuovo previo schieramento maggioritario per assicurare una continuit di gov erno; 14) Sarebbe da riformare il lavoro con contratti di accesso per i primi due anni piu' leggeri facendo si che l'articolo 18 possa essere utilizzato per le sole d iscriminazioni vere (razza, sesso, religione) e riducendo in proposito l'eccessi va discrezionalit per applicarlo che si sono presi i giudici perche' l'articolo 1 8 non pu essere usato per tutelare ladri, delinquenti, parassiti e scansafatiche il cui cattivo esempio pu danneggiare anche gli altri lavoratori; 15) Ci sarebbe da imporre a livello scolastico che l'ultimo anno o di universit o di istituti tecnici lo studente debba fare un tot di ore presso i teorici futur i luoghi di lavoro; nel sistema scolastico bisogna prevedere sia dei riconoscimenti ai migliori (a p rescindere dal reddito) sia dei sussidi per i soli studenti "bravi ma poveri"; 16) Ci sarebbe da riformare la magistratura separando le carriere tra Giudici e Pubblici Ministeri (pur lasciando questi ultimi indipendenti del potere politico ) stabilendo sistemi di nomofiliachia per assicurare la certezza del diritto ed evitando che un giudice di una citt decida in modo diverso da quello di un'altra (ad esempio negli USA dove vige la regola del precedente, ossia dello stare deci sis) stabilendo inoltre una responsabilit vera e reale per gli errori giudiziali (come per i medici e gli altri professionisti e non come ora che in vent'anni pe r gli errori hanno pagato di tasca propria solo quattro giudici mentre i medici che hanno pagato di tasca propria, sia pure tramite assicurazione, sono stati pi di ottomila), ci sarebbe da ancorare la competenza del PM rigorosamente al terri torio (attualmente i PM si sono presi un potere che la norma all'origine non dav a, ossia quello di indagare da un luogo solo tutta l'Italia, mentre se non sono competenti territorialmente dovrebbero prima spogliarsi subito del loro potere a ltrimenti un PM di Napoli indaga tutta l'Italia), ci sarebbe da abolire le corre nti nella magistratura altrimenti lesa l'immagine di imparzialit del magistrato, ci sarebbe da allargare e rendere pi vincolanti i casi di astensione dei magistra ti (vedi numerosi figli di giudici che trovano misteriosamente lavori importanti in aziende importanti e chiss perch?); 17) Ci sarebbe da smantellare lo stato di polizia in cui realmente stiamo vivend o (obbligo di segnalazione di quasi tutto alla Guardia di Finanza con la scusa d ell'antiriciclaggio ma in realt viene effettuata ai fini di controllo fiscale ed eccessi di intercettazioni con costi elevatissimi per favorire poche aziende mon opoliste che si arricchiscono) uccidendo di fatto la nostra libert, la nostra dem ocrazia, la libert di parola e di comunicazione; 18) Bisogna imporre la rotazione in tutte le cariche politiche, pubbliche e di p otere e nella magistratura per non pi di cinque anni (troppo potere logora chi lo

esercita troppo a lungo, specie se esercita troppa discrezionalit che rischia di rimanergli appiccicata).