Sei sulla pagina 1di 1

16 CRONACHE

IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE

MARTED 13 AGOSTO 2013

Ventidue anni in cella: era innocente Ora lo Stato gli dia 55 milioni
CERTALDO (Firenze)

LA VICENDA
Lincubo
Era il 27 gennaio 1976 quando allinterno della caserma dei carabinieri di Alcamo Marina (Trapani), vennero uccisi i militari Carmine Apuzzo e Salvatore Falcetta. Del duplice delitto furono accusati Giuseppe Gulotta e altri tre giovani del posto

Caso Gulotta a Certaldo: depositata la richiesta del maxirisarcimento


UN MILIONE DI EURO per ogni anno di vita rubata. A cui si aggiungono irrimediabili danni patrimonili, biologici, morali, esistenziali e chance lavorative perdute. Lerrore giudiziario che ha tenuto in carcere per 22 anni con condanna allergastolo il muratore di Certaldo Giuseppe Gulotta, dovr essere risarcito con 55 milioni di euro. E questa la cifra definitiva che gli avvocati Pardo Cellini e Baldassare Lauria hanno formalmente chiesto allo Stato Italiano, depositando la richiesta alla Corte dAppello di Reggio Calabria. La prima stima parlava di 69 milioni. Ma adesso, con calcoli e perizie di esperti alla mano, si arrivati alla cifra esatta. Pi che un errore giudiziario spiega il legale Lauria si trattato di una vera e propria contraffazione della verit. Questuomo ha subto il furto della propria vita. A diciotto anni, era il 1976, ricorda lavvocenda durata trentasei lunghissimi anni, fino al 13 febbraio dello scorso anno, quando finalmente al termine di un lungo iter di revisione stata pronunciata la sentenza di assoluzione. Per ognuno di questi anni chiediamo allo Stato un milione di euro. Alla cifra di 55 milioni, poi, si arrivati conteggiando tutto ci che Gulotta ha perso dai 18 ai 55 anni. Dal 76 al 78 stato sottoposto a custodia cautelare in carcere. Quindi uscito per decorrenza dei termini e con un provvedimento di soggiorno obbligato stato costretto a trasferirsi lontano dalla Sicilia, arrivando in Toscana a Certaldo. Qui ha provato a ricostruirsi una vita: aveva messo su una piccola impresa edile con alcuni operai. Allepoca della condanna definitiva, arrivata nel 1990, con la sua ditta ben avviata guadagnava dai 30 ai 40 milioni di lire netti allanno. Non solo: nel 1976, prima dellomicidio dei due carabinieri, Gulotta aveva fatto anche domanda per entrare nella Guardia di Finanza e cerano buone possibilit che fosse preso dato che aveva gi superato una prima selezione. Poi laccusa e tutto and in fumo. Al momento il risarcimento pi alto pagato dallo Stato Italiano di 4,6 milioni: lo ha ottenuto Daniele Barill, scambiato nel 1992 per un trafficante internazionale di droga. Barill, condannato a 18 anni, ne ha passati 7 in carcere, da innocente. Ludienza per la valutazione della richiesta di risarcimento prevista in autunno. Siamo fiduciosi, lo Stato ha sbagliato e dovr pagare, chiosa lavvocato Lauria. Irene Puccioni

La liberazione
Gulotta, condannato definitivamente allergastolo nel 1990, stato assolto nel febbraio del 2012 dopo un iter di revisione iniziato nel 2010. Decisive le dichiarazioni di un ex carabiniere che raccont come la prima confessione venne estorta con le torture

Giuseppe Gulotta

LE PAROLE DELLAVVOCATO

DONORATICO Gioca 5 euro al lotto Ne vince 482mila


DONORATICO (Livorno)

Accusato senza prove di aver ucciso due carabinieri, questuomo ha subto il furto della propria vita
cato stato accusato delleccidio di due carabinieri nella casermetta di Alcamo Marina in provincia di Trapani, senza alcuna prova, ma solo sulla base di una confessione estorta con le torture. La tremenda vi-

IL LOTTO bacia la Toscana. A Donoratico, localit balneare sulla costa degli Etruschi, con una giocata di 5,5 euro ne sono stati vinti 482.500. Si tratta della somma pi alta, a livello nazionale, elargita per questo tconcorso. Il fortunato giocatore ha scelto di puntare sulla ruota di Bari 1 euro sullambo, 0,50 centesimi sul termo e quattro euro sulla quaterna, centrando cos sei ambi, quattro terni e una quaterna. I numeri giocati sono stati 6, 10, 86 e 90. La vincita nella ricevitoria di via Matteotti.

Lultimo atto
Il muratore alcamese ha scritto un libro insieme a Nicola Biondo che racconta la sua vita in carcere da innocente e le difficolt attraversate negli anni. Ora pronto a chiedere il conto allo Stato per mettere la parola fine alla sua assurda vicenda

Ciclisti, avrete mille chilometri di piste


FIRENZE

Mondiali & turismo a due ruote: gli obiettivi dellassessore regionale


territorio in bicicletta. I dati che raccontano il volto ciclabile della nostra regione iniziano con un milione e trecento mila toscani, dai 14 ai 70 anni, che usano abitualmente la bici, mentre le piste sono 350 chilometri e 100 chilometri quelle dedicate a percorsi cicloturistici. Lobiettivo di realizzare mille chilometri di viabilit leggera, equivalente alla distanza tra Firenze e Parigi. La Regione ha deciso di creare un sistema ciclabile con sei percorsi: la via dellArno, dal Casentino alla foce pisana per 270 chilometri di tracciato e nove milioni di euro in tre anni gi previsti in bilancio; la ciclopista Tirrenica, che attraversa tutta la costa; la Francigena, lungo lantica via dei pellegrini; la Due Mari, che da Grosseto, Siena e Arezzo arriva allAdriatico; la Valtiberina, in collegamento con lUmbria. La Regione si occuper anche di mobilit in ambito urbano e intermobilit tra bici e treno con nove ciclostazioni. La legge 27/2012 ha previsto gi due milioni di euro per gli interventi sulla mobilit ciclabile per il 2014, mentre dal 2015 almeno l8% della spesa per le infrastrutture sar destinato alle due ruote. E in fase di preparazione un decreto che destiner 50mila euro a tre associazioni per uno studio di fattibilit delle principali piste ciclabili regionali. Ricordiamo che le infrastrutture legate alla bici portano ai paesi leader del settore, dai 70 ai 90 milioni di euro lanno. Laura Tabegna

Il progetto prevede 270 km di pista ciclabile sulla via dellArno

GINETTACCIO Bartali trascin in fuga lItalia del dopoguerra, per poi lasciare il testimone a campioni come Magni, Nencini, Ballerini. Da sempre la Toscana terra di grandi ciclisti, professionisti o amatoriali, e adesso si prepara a diventare una delle mete europee pi importanti di cicloturismo. Con il campionato mondiale alle porte, la Regione Toscana ha annunciato lobiettivo di raggiungere mille chilometri di piste ciclabili, il doppio della viabilit leggera attuale, e di rendere la via dellArno interamente pedalabile, dalla sorgente alla foce, come il Danubio. E stato lo stesso assessore regionale ai trasporti e presidente del Comitato istituzionale del mondiale, Vincenzo Ceccarelli, a presentare ieri la campagna promozionale Terra di ciclisti, alla vigilia del campionato previsto nella settimana dal 22 al 29 settembre. Saranno affissi megaposter e diffusi opuscoli in 13 aree di servizio autostradale presenti nelle province interessate dal mondiale. Linformazione si rivolge a chi arriver in Toscana per lavvenimento e invita gli appassionati del settore a tornare per visitare il

ESTAV NORDOVEST ENTE pER i SERVizi TEcNicO AmmiNiSTRATiVi Di AREA VASTA


AVViSO Di GARA pER ESTRATTO
ESTAV Nord Ovest Toscana indice una procedura aperta ai sensi dellart. dellart. 124 del D. Lgs 163/2006 per laffidamento del servizio di prevenzione e protezione per lEnte medesimo, per un importo a base dasta (importo massimo insuperabile a pena desclusione) di 60.000,00 + iVA per una durata di tre anni. Opzioni: facolt di rinnovo per un ulteriore anno. Le offerte dovranno pervenire nel rispetto delle modalit specificate nella documentazione di gara entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 16/09/2013 (termine perentorio) presso ESTAV NORD OVEST UOc Acquisizione Servizi e Attivit Territoriali - Ufficio Protocollo - via Aurelia 335, Lido di camaiore - (allinterno del pO della Versilia - Azienda USL12). La documentazione di gara disponibile sul sito internet allindirizzo www.estav-nordovest.toscana.it, men bandi. per ulteriori informazioni tel. 0584.6059502 fax 0584.6059501. Le offerte non vincolano Estav Nord-Ovest. il Direttore del Dipartimento Acquisizione Beni e Servizi f.to dott. Massimo Santini