Sei sulla pagina 1di 18

Il Menu

Unico Strumento

Di Marketing
Autore Raffaella Aschieri
www.menutrix.it menu con le calorie consulenti per la Ristorazione

Primo Passo

La Clientela

Il menu non deve riflettere i gusti del proprietario ma solo quelli della clientela che si desidera conquistare.

Una volta stabiliti i criteri generali della attivit si studia uno schema generale del menu in cui si decise quali siano i bisogni primari della clientela che si intendono soddisfare.

Lesempio dato dalle grandi catene della ristorazione che si servono di figure professionali specifiche per: a- La revisione dei menu b- Il controllo della produzione c- La ricerca e verifica delle migliori caratteristiche nutrizionali delle pietanze da presentare.

Per programmare un menu si analizzano 3 punti a- Tipologia di Clientela b- Cosa si intende proporre c- Prezzo di vendita

Analisi di Mercato e della Concorrenza

Le Tipologie di Menu Il menu del giorno (la proposta del giorno) Il menu la carte (tipico dei ristoranti commerciali) Il menu la grande carte (tipico di alberghi e ristoranti di prestigio) Il menu turistico (tipica offerta delle osterie in localit turistiche)

Il menu degustazioni (assaggi guidati in piccole razioni) Il menu concordato( definito prima per banchetti o buffet) Il menu programmato (menu ciclico o rotativo)

Pianificazione del Menu: si stende in 6 punti

- Nutrizionale - Igienico - Gastronomico -Economico - Grafico - Pubblicitario

Aspetto Nutrizionale: Consiste nel concertare un menu in cui non manca l indicazione calorica e dei principali nutrienti dei singoli piatti con segnate grammature e ingredienti. Aspetto rassicurante per il cliente e criterio di risparmio per leconomato della cucina. In questo senso si possono allegare, al menu principale cosi elaborato, una serie di carte con menu specifici per:

Soggetti sportivi - Soggetti anziani - Per l infanzia Soggetti con particolari patologie come allergie e intolleranze.

Aspetto Gastronomico L aspetto gastronomico rappresenta lidea che lo Chef ha del mondo, la sua sensibilit, la sua filosofia. In questo ambito si valorizzano gli ingredienti e i sapori della terra di provenienza di ogni singolo piatto.

La soggettivit fa da padrona sempre in sintonia con i colori e con una presentazione che tiene conto dellaspetto del locale stesso delle stoviglie, dei tovagliati e dei colori di rifinitura dellambiente.

Aspetto Igienico Corretta applicazione del Manuale HACCP per le regole che riguardano la sanificazione degli ambienti, delle attrezzature e delle tecnologie. Nonch la perfetta conservazione degli alimenti e ingredienti riguardo alle temperature di refriggeramento.

Aspetto Economico Per il ristoratore fondamentale avere delle linee guida di carattere economico, utili a formulare il prezzo di vendita del proprio lavoro.

In questi termini possibile segnalare sul menu ciclicamente il prezzo di mercato di particolari ingredienti e dare giustificazione corretta dei prezzi sul menu.

Aspetto Grafico Laspetto grafico del menu racchiude tutti i punti espressi sino a questo momento. La grafica del menu il massimo strumento di vendita dei vostri prodotti. La grafica deve essere: - Chiara - Attraente - Rassicurante - Convincente

Le sue caratteristiche devono essere coerenti con quelle del locale quindi: Tipologia di carta Colori Formato e impaginazione Immagini La grafica in Psicologia porta il consumatore cliente a questi due aspetti: Legge di Supremazia: Nella scelta, la prima attenzione verso un piatto, viene mantenuta risultando determinante per la scelta di un piatto.

Legge di Reggenza Volont di affidarsi alla cucina del locale senza preferenza alcuna.

Aspetto Pubblicitario La divulgazione del proprio menu la migliore pubblicit. Siti WEB e applicazioni da scaricare su telefoni portatili sono strategie pubblicitarie insuperabili, dopo il passaparola dei clienti.