Sei sulla pagina 1di 27

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

TUBO NEURALE Pieno di liquido cerebrospinale o cefalorachidiano

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

Si incurva indietro come il corno di un montone!

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

- Telencefalo o cervello - Diencefalo - Mesencefalo - Metencefalo (che comprende ponte e cervelletto) - Mielencefalo (o midollo allungato o bulbo)

L'encefalo contiene circa 35 miliardi di neuroni, ognuno dei quali pu ricevere informazioni contemporaneamente da 80000 sinapsi; i neuroni sono organizzati in gruppi con ampie interconnessioni tra loro che, attraverso interazioni eccitatorie (SINAPSI ECCITATORIE) o inibitorie (SINAPSI INIBITORIE), assicurano una risposta variabile a seconda del cambiamento della circostanze.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

CAVITA ALLINTERNO DELLENCEFALO

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

IL TELENCEFALO:I DUE EMISFERI

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

CAPSULA INTERNA: le fibre di proiezione collegano la corteccia cerebrale al diencefalo, al tronco cerebrale e al midollo spinale. Tutti gli assoni ascendenti o discendenti devono stazionare nel diencefalo nel loro percorso da o verso le aree sensoriali, motorie o associative della corteccia cerebrale. L'intero insieme di fibre afferenti ed efferenti prende il nome di CAPSULA INTERNA.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

I neuroni della corteccia motoria primaria, chiamati cellule piramidali, controllano la muscolatura volontaria, esercitando la loro azione sui neuroni motori presenti a livello del tronco cerebrale (mesencefalo + metencefalo + mielencefalo) e del midollo spinale. La via che svolge il controllo della muscolatura volontaria detta via corticospinale o sistema piramidale (o della motilit volontaria).

I neuroni presenti in questa regione ricevono informazioni sensoriali somatiche che partono da recettori tattili, pressori, dolorifici, gustativi e termici, che gli giungono attraverso centri inferiori del cervello e del midollo spinale.

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

I neuroni presenti in questa regione ricevono informazioni sensoriali somatiche che partono da recettori tattili, pressori, dolorifici, gustativi e termici, che gli giungono attraverso centri inferiori del cervello e del midollo spinale.

Stimolazione elettrica sperimentale!!! CELLULE PIRAMIDALI

SOLCO POSTCENTRALE Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15 SOLCO PRECENTRALE

I neuroni presenti in questa regione ricevono informazioni sensoriali somatiche che partono da recettori tattili, pressori, dolorifici, gustativi e termici,

O CORTECCIA PREMOTORIA responsabile della coordinazione delle risposte motorie apprese

INTELLETTO E PERSONALITA

che gli giungono attraverso centri inferiori del cervello e del midollo spinale.

CORTECCIA OLFATTIVA (profondamente)

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

E' da ricordare che ogni emisfero cerebrale riceve informazioni sensoriali e genera comandi motori che concernono il lato opposto del corpo: cio l'emisfero sinistro controlla il lato destro, e viceversa.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

- Telencefalo o cervello - Diencefalo - Mesencefalo - Metencefalo (che comprende ponte e cervelletto) - Mielencefalo (o midollo allungato o bulbo)

L'encefalo contiene circa 35 miliardi di neuroni, ognuno dei quali pu ricevere informazioni contemporaneamente da 80000 sinapsi; i neuroni sono organizzati in gruppi con ampie interconnessioni tra loro che, attraverso interazioni eccitatorie (SINAPSI ECCITATORIE) o inibitorie (SINAPSI INIBITORIE), assicurano una risposta variabile a seconda del cambiamento della circostanze.

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

Il diencefalo svolge importanti funzioni di collegamento nelle vie sensoriali e motorie. La maggior parte del tessuto nervoso del diencefalo si trova nei due talami che circondano il terzo ventricolo. I nuclei talamici sono centri di controllo di informazioni sensitive e motorie. Le informazioni sensoriali ascendenti, provenienti dal midollo spinale e dai nervi cranici, sono processate nei nuclei talamici prima di essere trasportate al telencefalo o al tronco cerebrale. Il talamo rappresenta un'importante stazione per le informazioni sensoriali ascendenti che saranno proiettate alla corteccia sensoriale primaria (centro di raccolta corticale della informazioni) . Esso agisce come una sorta di filtro, permettendo il passaggio di solo una parte delle informazioni che vi arrivano. Il talamo coordina inoltre le attivit dei sistemi piramidale (conscio) ed extrapiramidale (subconscio). I nuclei talamici sono correlati principalmente con le stazioni delle informazioni sensoriali dirette verso i nuclei cerebrali e la corteccia cerebrale. Tutti gli assoni ascendenti o discendenti devono stazionare nel diencefalo nel loro percorso da o verso le aree sensoriali, motorie o associative della corteccia cerebrale.

In sintesi si pu affermare che esiste: - un talamo filtro della sensibilit specifica (riceve informazioni tattili, propriocettive, termiche specifiche, dolorifiche specifiche, della vista, dell'udito e del gusto; - un talamo filtro della sensibilit aspecifica (riceve informazioni termico-dolorifiche aspecifiche); - un talamo impropriamente detto motorio (riceve informazioni dal cervelletto); - un talamo associativo (fornisce informazioni alla corteccia)

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

IL DIENCEFALO

NUCLEI DELLA BASE

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

- Telencefalo o cervello - Diencefalo - Mesencefalo - Metencefalo (che comprende ponte e cervelletto) - Mielencefalo (o midollo allungato o bulbo)

L'encefalo contiene circa 35 miliardi di neuroni, ognuno dei quali pu ricevere informazioni contemporaneamente da 80000 sinapsi; i neuroni sono organizzati in gruppi con ampie interconnessioni tra loro che, attraverso interazioni eccitatorie (SINAPSI ECCITATORIE) o inibitorie (SINAPSI INIBITORIE), assicurano una risposta variabile a seconda del cambiamento della circostanze.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

IL MESENCEFALO

il nucleo rosso integra informazioni provenienti dal cervello e dal cervelletto e indirizza comandi motori per il mantenimento del tono muscolare e della postura.

La substantia nigra invece, gioca un ruolo importante nel regolare le efferenze motorie dai nuclei cerebrali

30/01/2013

Il mesencefalo organizzato in una serie di Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15 nuclei e in particolare contiene anche il "quartier generale" della formazione reticolare (rete diffusa di sostanza grigia che si estende lungo tutta la lunghezza del tronco cerebrale) che, in seguito a specifici stimoli, in grado di produrre un gran numero di risposte motorie involontarie. In particolare il nucleo rosso integra informazioni provenienti dal cervello e dal cervelletto e indirizza comandi motori per il mantenimento del tono muscolare e della postura. La substantia nigra invece, gioca un ruolo importante nel regolare le efferenze motorie dai nuclei cerebrali

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15 Il mesencefalo organizzato in una serie di nuclei e in particolare contiene anche il "quartier generale" della formazione reticolare (rete diffusa di sostanza grigia che si estende lungo tutta la lunghezza del tronco cerebrale) che, in seguito a specifici stimoli, in grado di produrre un gran numero di risposte motorie involontarie.

In particolare il nucleo rosso integra informazioni provenienti dal cervello e dal cervelletto e indirizza comandi motori per il mantenimento del tono muscolare e della postura. La substantia nigra invece, gioca un ruolo importante nel regolare le efferenze motorie dai nuclei cerebrali

La sostanza reticolare svolge un ruolo importante nellalternanza dello stato di veglia e delle coscienza, e nei vari stati di sonno e di rilassamento.

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

I nuclei presenti nel mesencefalo processano anche informazioni visive e uditive e generano risposte motorie somatiche involontarie a questi stimoli. Questa regione contiene anche alcuni centri coinvolti nel mantenimento della coscienza.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

- Telencefalo o cervello - Diencefalo - Mesencefalo - Metencefalo (che comprende ponte e cervelletto) - Mielencefalo (o midollo allungato o bulbo)

L'encefalo contiene circa 35 miliardi di neuroni, ognuno dei quali pu ricevere informazioni contemporaneamente da 80000 sinapsi; i neuroni sono organizzati in gruppi con ampie interconnessioni tra loro che, attraverso interazioni eccitatorie (SINAPSI ECCITATORIE) o inibitorie (SINAPSI INIBITORIE), assicurano una risposta variabile a seconda del cambiamento della circostanze.

10

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

Il termine ponte deriva dal fatto che esso connette gli emisferi cerebellari (del cervelletto) al tronco cerebrale. Il ponte si trova tra il mesencefalo e il midollo allungato e in esso sono presenti tratti ascendenti, tratti discendenti (che connettono tra loro altre parti del SNC) e tratti trasversi. Su ogni lato del ponte attaccato il cervelletto attraverso i peduncoli cerebellari medi, collegati tra loro attraverso delle vie trasverse che attraversano la superficie anteriore del ponte. Queste fibre permettono la comunicazione tra gli emisferi cerebellari di entrambi i lati. Nel ponte sono anche presenti nuclei sensoriali e motori di alcuni nervi cranici che innervano i muscoli della mandibola, delle mascelle, della superficie anteriore della faccia, uno dei muscoli estrinseci dellocchio e gli organi di senso presenti nellorecchio interno. Vi si trovano inoltre nuclei che processano ed inviano comandi motori che arrivano attraverso i peduncoli cerebellari medi. Contiene inoltre centri per il controllo involontario della respirazione.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

IL PONTE

11

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

- Telencefalo o cervello - Diencefalo - Mesencefalo - Metencefalo (che comprende ponte e cervelletto) - Mielencefalo (o midollo allungato o bulbo)

L'encefalo contiene circa 35 miliardi di neuroni, ognuno dei quali pu ricevere informazioni contemporaneamente da 80000 sinapsi; i neuroni sono organizzati in gruppi con ampie interconnessioni tra loro che, attraverso interazioni eccitatorie (SINAPSI ECCITATORIE) o inibitorie (SINAPSI INIBITORIE), assicurano una risposta variabile a seconda del cambiamento della circostanze.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

IL CERVELLETTO

12

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

Nel cervelletto si distinguono: -due lobi anteriori (che costituiscono il paleocerebello; tono posturale); -due lobi posteriori (che costituiscono il neocerebello; coordinazione muscolare); -due lobi flocculonodulari (che costituiscono l'archicerebello; equilibrio) si trovano anteriormente e inferiormente agli emisferi cerebellari.

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

13

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

Nel cervelletto si distinguono: -due lobi anteriori (che costituiscono il paleocerebello; tono posturale); -due lobi posteriori (che costituiscono il neocerebello; coordinazione muscolare); -due lobi flocculonodulari (che costituiscono l'archicerebello; equilibrio) si trovano anteriormente e inferiormente agli emisferi cerebellari.
RUOLO DEL CERVELLETTO CORREGGERE AUTOMATICAMENTE LE ATTIVITA MOTORIE SULLA BASE DI INFORMAZIONI SENSORIALI E SULLA BASE DEL RICORDO DEI MOVIMENTI GIA ESEGUITI. CONTROLLARE POSTURA, EQUILIBRIO, I MOVIMENTI RIPETITIVI E CONTROLLARE LA PRECISIONE GEOMETRICA DEI MOVIMENTI VOLONTARI

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

- Telencefalo o cervello - Diencefalo - Mesencefalo - Metencefalo (che comprende ponte e cervelletto) - Mielencefalo (o midollo allungato o bulbo)

L'encefalo contiene circa 35 miliardi di neuroni, ognuno dei quali pu ricevere informazioni contemporaneamente da 80000 sinapsi; i neuroni sono organizzati in gruppi con ampie interconnessioni tra loro che, attraverso interazioni eccitatorie (SINAPSI ECCITATORIE) o inibitorie (SINAPSI INIBITORIE), assicurano una risposta variabile a seconda del cambiamento della circostanze.

14

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15 IL MIDOLLO ALLUNGATO

il nucleo gracile e il nucleo cuneato trasmettono informazioni sensoriali somatiche al talamo; i nuclei olivari connettono informazioni dal midollo spinale, dalla corteccia, dal diencefalo alla corteccia cerebellare.

Nucleo cuneato

il bulbo connette l'encefalo col midollo spinale e molte delle sue funzioni sono correlate con questa sua posizione; ad es tutte le comunicazioni tra midollo spinale ed encefalo coinvolgono tratti che salgono o scendono nel bulbo. Nel bulbo informazioni sensoriali vengono indirizzate al talamo e agli altri centri del tronco cerebrale; inoltre esso contiene i principali centri per lintegrazioni delle funzioni autonome, come la frequenza cardiaca, la pressione ematica e lattivit digestiva. Esso contiene anche nuclei dei nervi cranici

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

15

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

CIRCOLO DI WILLIS

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

16

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

N E R V I

C R A N I C I

17

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

N E R V I

C R A N I C I

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

N E R V I

C R A N I C I

18

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

19

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N I): NERVO OLFATTIVO

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N II): NERVO OTTICO

20

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N III): NERVO OCULOMOTORE

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N IV): NERVO TROCLEARE

Fessura orbitaria superiore

21

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N V): NERVO TRIGEMINO

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

22

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N VI): NERVO ABDUCENTE

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N VII): NERVO FACIALE

23

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N VIII): NERVO STATOACUSTICO O VESTIBOLOCOCLEARE O UDITIVO

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N IX): NERVO GLOSSOFARINGEO

Forame giugulare tra le ossa occipitale e temporale

24

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N X): NERVO VAGO

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N XI): NERVO ACCESSORIO

Foro giugulare

25

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

(N XII): NERVO IPOGLOSSO

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

26

30/01/2013

Martini, Timmons Anatomia Umana Capitolo 15

27