Sei sulla pagina 1di 37

La vera storia di Phoenix e Andromeda Due fratelli guerrieri.

Capitolo 1 Titolo: Una pace sofferta. La battaglia nel regno dei morti giunta alla fine, Athena con i suoi poteri ha riportato alla vita i Saint doro; mentre la divinit sta aiutando gli altri cavalieri Phoenix avverte unessenza cosmica provenire da una stanza poco lontana ed illuminata del palazzo di Hades, o meglio di quello che ne rimane. <<Cavaliere che succede?>> Domanda la Dea. <<Milady ho sentito qualcosa, lei vada pure con gli altri ho avvertito come se qualcuno avesse bisogno di aiuto>>. In quello stesso istante anche il fratello si alza. <<Lho avvertito anche io, vengo con te>> aggiunge Andromeda. Phoenix annuisce <<ma stammi vicino, non sappiamo se un trucco>>. <<Possibile che tu non riesci mai a fidarti?>> <<Preferisco dire che sono prudente>> continua il cavaliere. Attorniati da quel nauseabondo odore di morte e distruzione giungono in una stanza dove poco lontano scorgono due sagome per terra, rallentano il passo, sono sempre pi distinguibili. <<Sono sacerdotesse!>> sentenzia Andromeda, chinandosi vicino a quella dai capelli rossi corti alle spalle, sente il polso assicurandosi che sia ancora viva, fortunatamente cos. Tentennando anche Phoenix fa lo stesso con la giovane dai capelli neri lunghi, anchella si salvata. Le prendono in braccio allontanandosi da quel luogo di menzogne e tristezza. <<Fratello le avevi mai viste quando eri Hades?>> <<Non mi ricordo di loro, no, non mi pare>> Andromeda ha come un velo di tristezza in volto. <<Ehy, non essere triste dobbiamo solo pensare a costruirci un nuovo destino chiaro?>> lo scuote Phoenix. Andromeda sospira, intanto vuole occuparsi di quella giovane sacerdotessa. Non passa molto tempo che la compagnia arriva nel luogo dove atterrato laereo giunto in loro soccorso, le sacerdotesse vengono portate alla Clinica delle Grande Fondazione. Andromeda seduto nella sala daspetto mentre Phoenix in piedi di fianco a lui, le misteriose ragazze sono sotto i ferri. Il cavaliere della Fenice prova una sensazione di smarrimento, preoccupazione; non comprende la sensazione di brivido che gli corre per la schiena da quando lha presa tra le braccia per portarla in salvo. Cosa nascondono? Sirio, Crystal e Pegasus non sanno che dire per confortare i due amici in evidente stato di preoccupazione.

<<Ragazzi ascoltate, ci fa piacere che siate qui con me e Andromeda ma andate, anche voi siete stanchi se c qualche novit ve lo faremo sapere>>. <<Va bene Phoenix, allora ci vediamo ragazzi>> lo saluta Pegasus. <<A presto>> replica Andromeda. Passano circa un paio di ore quando la luce rossa della sala operatoria si spegne, entrambi si avvicinano per domandare le condizioni di salute delle straniere. <<La ragazza dai capelli rossi era in fin di vita, le abbiamo rimesso a posto anche il braccio sinistro, mentre quella dai capelli corvini lunghi ci ha dato del filo da torcere, ha rischiato di morire, ma siamo intervenuti appena in tempo>>. <<Capisco, e non avete scoperto i loro nomi?>> domanda Phoenix. <<No, avevano dei bracciali con il loro nome inciso, immagino, ma erano illeggibili>> replica il medico. Non aggiungono altro ed attendono di poter entrare nella stanza dove sono state ricoverate le due. Alcuni giorni dopo verso per prime luci del mattino, le due giovani si stanno riprendendo, proprio la rossa la prima che apre gli occhi, si trova, accanto che dorme a braccia conserte, un bel giovane dai capelli castani chiari. Si volta estraniata, non riconosce quel posto, vede che nel letto accanto, la sorella ancora nel mondo dei sogni. Sta per chiamarla quando entra un ragazzo alto, con i capelli tendenti al blu scuro e occhi blu. <<Almeno tu sei sveglia>> commenta Phoenix, che le si avvicina. <<Ciao>> replica timidamente. Phoenix prende una coperta e la pone sul fratello che si desta di scatto. Andromeda resta sbalordito dagli occhi chiari della ragazza, che arrossisce. <<Allora ci dici come ti chiami?>> domanda senza mezzi termini il cavaliere dellIsola della Regina Nera. <<Kaory, ma voi chi siete?>> <<Il mio nome Andromeda e lui mio fratello, Phoenix>>. <<E lei chi ?>> domanda fratello del Saint della Fenice. <<Mia sorella maggiore, il suo nome Dafne siamo sacerdotesse fedeli a Zeus ed Athena, siamo state mandate dal Sommo Re degli Dei per aiutarvi contro Hades ma siamo state prese alla sprovvista da Radamanthis>>. Mentre parlano, Phoenix si accorge che Dafne si sta riprendendo. Al suo risveglio raccontano laccaduto anche a lei. <<Capisco, grazie cavalieri di aver salvato la vita a mia sorella e a me>>, replica Dafne.

Intanto il medico consiglia ai cavalieri di lasciarle riposare e che presto potranno tornare a casa, c un problema, non hanno un luogo dove andare, ma a quello c una soluzione. <<E se venissero a vivere da noi? Potrebbero stare nella camera che prima era di Sirio e Crystal>> domanda Andromeda. Phoenix ci pensa un po, successivamente acconsente. Quella sera i due fratelli si stanno rilassando, Andromeda sta leggendo un libro, mentre Phoenix cerca un programma decente alla tv ma niente, la spenge gettando alla sua destra il telecomando <<Ah non c niente di ch in tv, senti fratellino e se ce ne andassimo in qualche locale? Ti sempre piaciuto andare allAngel & Devil>>. <<Stasera no Phoenix>>. <<Ora basta, ti rammollisci a stare l, cos solo perch quella stupida di Nemes ti ha lasciato non devi rifarti una vita?>>. <<Non sono fatti che ti riguardano>> replica Andromeda <<e poi non ricordi il venerd il locale chiuso>> aggiunge. <<Ascoltami fratellino>> Phoenix gli mette le mani sulle spalle <<perch non andiamo a trovare quelle ragazze, infondo saranno nostre coinquiline>> gli propone infine. <<Va bene>> replica Andromeda chiudendo il libro di storia del Giappone che stava leggendo. Entrambi si cambiano, salgono sulla macchina ed in poco tempo arrivano allospedale. Nel frattempo Kaory e Dafne stanno parlando. <<Che ne pensi di Andromeda? Ho notato sorellina che lo guardavi in un modo ... >> <<Beh, s, insomma molto carino>> replica Kaory. <<Io devo ammettere che Phoenix come me lo immaginavo, misterioso e sexy>> commenta Dafne. <<Me ne ero accorta che quel cavaliere ti piace, per abbiamo un problema>>. <<E quale sarebbe sorellina?>> <<Dove andremo a vivere una volta che ci saremmo riprese?>> <<Troveremo un posto, a quello penso io, lo sai che la tua cara sorella maggiore pensa a tutto, tu devi solo stare tranquilla>> replica la sacerdotessa della Lince. Le sorelle vengono interrotte da uninfermiera che fa entrare i due cavalieri. <<Mi fa piacere vedere che state meglio>> commenta Phoenix mentre entra nella stanza e si siede su una sedia posta tra i letti delle giovani guerriere.

Anche Andromeda ne prende una e si siede cominciando a conversare. <<Come mai non vi siete mai mostrate ad Athena, lei sapeva di voi?>> domanda Andromeda a Kaory. <<No, nessuno sa di noi>> replica la sacerdotessa della Volpe. <<C un motivo per il quale siete intervenute>> commenta Phoenix. Alcuni attimi di silenzio avvolgono i quattro. <<In realt s>> interrompe Dafne. <<Sorella non mi sembra il caso e poi non detto che accada>> la ferma Kaory. <<Che intendi dire Dafne>> chiede il cavaliere della Fenice. <<C una leggenda su un probabile attacco al Divino Zeus da parte delle divinit egizie, per la precisione credo che i due che cospirano siano Ra ed Anubi, doveva accadere tutto durante la vostra lotta contro Hades ma stranamente non successo>> replica la sorella maggiore di Kaory. Phoenix si alza raggiungendo la finestra e lasciandosi muovere leggermente i capelli da una leggera brezza, poi si volta verso Andromeda, Kaory e colei che ha attirato la sua attenzione: Dafne. <<Sentite visto che questo attacco di cui parli non avvenuto direi che non c da preoccuparsi, o sbaglio>> pronuncia queste ultime parole guardando Dafne negli occhi, riesce anche a farla arrossire. Poi le si avvicina e la guarda. <<Cerca di goderti questa pace, anche se breve, stando a ci che dici>>. <<Cambiamo discorso che meglio, so che tra qualche giorno sarete dimesse ed io e mio fratello vorremo che veniste a vivere da noi, abbiamo posto a sufficienza, se vi fa piacere>> propone Andromeda. <<Vi lasciamo il tempo di pensarci>> si intromette Phoenix, poi assieme ad Andromeda vanno via. In macchina i due fratelli parlano del pi e del meno. <<Credi che accetteranno?>> chiede Andromeda. <<S, lunico posto dove possono nascondersi>> replica Phoenix. <<Tu, ci credi? Insomma pensi che Anubi e Ra vogliano darci battaglia?>> <<Non lo so tutto cos confuso, ma sento che non mentono, Dafne era spaventata mentre raccontava>> commenta il cavaliere della Fenice. <<Gi, lho notato anche io>> replica il fratellino mentre cerca un cd da mettere. <<Bello questo>>. <<Me lo ha fatto Crystal, sai che non che sia un vero patito di musica quindi ho chiesto a Cry se aveva qualche canzone decente>>. <<S e con decente conoscendoti intendi Rock anni 70?>> chiede sorridendo Andromeda. <<Appunto>> conferma Phoenix.

Mentre guida il cavaliere della Regina Nera canticchia la canzone, che risuona dallautoradio, dal titolo Black in Back degli AC DC. Entrando in casa, Phoenix lancia le chiavi sul tavolo del salotto mentre Andromeda si toglie il piumino. Il maggiore dei due va in camera e, dopo essersi preparato per la notte, si lascia cadere di peso sul letto; anche Andromeda molto stanco, cos affaticato che crolla in un sonno tranquillo. La stanchezza li avvolge come una calda coperta, i cavalieri che non conoscevano riposo da un bel po non avvertono che una sagoma li spia, che sia lennesima imboscata del male? Il giorno successivo Phoenix va a trovare Dafne. <<Ciao, posso entrare?>> domanda il giovane. <<S, vieni>>. <<Dov tua sorella?>> <<Linfermiera lha accompagnata un po in giardino, e tuo fratello?>> <<A casa, sta studiando>>. <<Non pensavo che aveste tutti, tempo per fare qualche attivit, tipo studiare>> commenta Dafne. <<Mio fratello studia per diventare avvocato, e io lavoro in unofficina poco lontano da casa>>. <<Ho notato che siete molto legati>>. <<Lui tutta la mia famiglia>>. Nel frattempo Andromeda, terminato il libro di storia del diritto, prima di andare in biblioteca per alcune ricerche passa dalla Clinica. <<Ehy, come ti senti?>> domanda Andromeda a Kaory. <<Meglio e tra due giorni ci dimettono>>. <<Prepareremo tutto per voi>> gli dice il giovane mentre le porge una margherita. <<Sei dolce>>. <<Anche tu, non so, quando ti guardo mi trasmetti tranquillit, pace>> commenta Andromeda. I due si scambiano un dolce sguardo. Intanto Phoenix guarda fuori, aiuta Dafne ad alzarsi per mostrare i due che amoreggiano. <<Che carini>> commenta la ragazza. Phoenix la guarda si sente attratto, ma non si vuole buttare a capofitto cerca di essere sempre freddo, distaccato, ma lo sguardo malinconico della giovane lo intenerisce.

Capisce che anche lei deve averne passate tante, e che sicuramente ha il peso di aver cresciuto una sorella da sola. <<Capisco cosa senti>> interviene Phoenix rompendo quellimbarazzante silenzio. <<Di che parli?>> chiede Dafne. <<So che non avrei dovuto usare i miei poteri, ma ho sbirciato nella tua mente>> confessa Phoenix. Lei lo guarda dolcemente, se fosse stato un altro si sarebbe infuriata e lo avrebbe preso a calci, ma Phoenix ha qualcosa in quello sguardo misterioso, sensuale ed accattivante che la attrae. I giorni passano, e finalmente le due giovani donne vengono dimesse. <<Ecco ragazze, spero che qui con noi vi troviate bene>> commenta Andromeda. <<S grazie>> replica, timidamente, Kaory. Dafne si mette a proprio agio infilandosi una comoda tuta, come Kaory. <<Senti sorella dobbiamo ringraziare i nostri nuovi amici, perch non gli cucini qualcosa? Insomma io ti posso aiutare, sai che non so cucinare bene, anche se quando si parla di far dolci sono una maga>>. <<Cucinare per loro? Non voglio essere una cameriera>>. <<Non ho detto questo, e poi ho notato come guardi Phoenix>> commenta maliziosamente Kaory. <<E va bene, mi hai convinto, ma dobbiamo fargli una sorpresa>>. Kaory le sorride e si mette a leggere. Nel frattempo, Phoenix, seduto sul divano, stranamente, malinconico, prende un album di foto, da quando erano bambini a qualche settimana prima di partire per la missione contro Hades. <<Ciao>> lo saluta Dafne. <<Ehy, vi siete sistemate? Siete a vostro agio?>> <<S, grazie>> la giovane ragazza un po impacciata <<senti mi faresti vedere la cucina?>> <<Perch?>> domanda Phoenix. <<Vorrei sdebitarmi con te e tuo fratello>>. <<Andiamo>>. Intanto Andromeda e Kaory stanno parlando del pi e del meno. <<Anche a te non piace combattere quindi>> chiede Andromeda. <<S, anche se mi sento costretta ogni qual volta il grande Zeus chiama, so che il mio dovere di Sacerdotessa della Volpe, ma se la pace su questa terra deve essere tutelata, io devo scendere in campo>>.

<<Sei una ragazza coraggiosa>>. <<Grazie. Che studi? Ho notato dei libri di diritto>>. <<Sto studiando Legge, sono al terzo anno purtroppo fuori corso, sai tra i nemici e tutto>>. <<Gi. Anche a me piacerebbe fare qualcosa di normale>> Kaory turbata. Andromeda le si avvicina e la abbraccia accarezzandola dolcemente. <<Perch non provi a metterti a studiare, magari domani, io e te potremo fare un giretto per le facolt>>. <<Mi aiuteresti?>> <<Certo, perch non dovrei>> le risponde Andromeda. Insieme vanno al computer per guardare i siti di alcune universit. Intanto Phoenix e Dafne stanno spignattando in cucina e la cosa buffa vedere Phoenix con le mani impastate ed entrambi sporchi di farina, con, sul tavolo, un libro di cucina. Andromeda e Kaory rimangono sbalorditi, mai avevano visto Phoenix, per quanto riguarda Andromeda, e Dafne, per quanto riguarda Kaory, comportarsi come due fidanzati, o comunque due persone normali. Phoenix e Dafne rimangono un po impacciati ed imbarazzati, il tutto viene condito con sane, giovanili perlopi spensierate risate. Quello un momento felice, niente nemici, forze del male, insomma, quelle due ragazze hanno portato una ventata di freschezza. Andromeda e Phoenix stanno apparecchiando la tavola, mentre le ragazze stanno finendo di cucinare. <<Che profumino>> commenta Phoenix. <<Assaggia>> le dice Dafne porgendogli un cucchiaio di legno con del sugo ros. <<Mhmm che bont, complimenti>> Phoenix, dopo aver detto ci, le fa locchiolino. Seduti in attesa di cenare Andromeda e Kaory stanno parlando. <<Mi pare che quei due si piacciano, tu che dici Kaory?>> <<Gi, hai ragione Andromeda, ma mia sorella cos testarda>>. <<Io dico che quei due hanno bisogno di sentirsi meno tesi, hanno bisogno di tranquillit>>. <<E se gli proponessimo di prendersi una serata e smetterla di stare con noi?>> <<Bella idea Kaory, ora andiamo a mangiare>>. Intanto fuori il cielo ammantato da milioni di stelle, Kaory ed Andromeda sono seduti in terrazzo e finalmente sono riusciti a convincere Phoenix e Dafne ad uscire e svagarsi un po.

<<Siamo stati bravi, mio fratello e tua sorella si meritavano una serata tranquilla>>. <<Lo so>> replica Kaory. La ragazza continua a guardare il vento che scompiglia leggermente i capelli castani chiari di Andromeda, specie il suo profilo, quello proprio un sogno, delicato ed illuminato dai raggi lunari. Essa sospira sognante. <<Che ti prende?>> chiede Andromeda. <<Niente, ti stavo guardando>> commenta la ragazza mentre gli passa una mano tra i capelli. <<Sei bellissima>>. I due sono sempre pi vicini, le loro labbra stanno per avvicinarsi quando il suono del campanello li interrompe. <<Scusa un attimo, vado a vedere chi >>. Andromeda apre la porta, rimane pietrificato di fronte a lui c Nemes. <<Ciao, un brutto momento?>> chiede Nemes. Contemporaneamente compare Kaory <<Andromeda chi ?>> Laria si raggela. <<Nemes, non abbiamo pi niente da dirci, mi dispiace, credo che tu debba andare ora>> commenta Andromeda con lo sguardo gelido. Silenziosamente la ragazza va via, dentro di lei cresce sempre di pi la rabbia. Kaory si avvicina ad Andromeda. <<Era Nemes>>. Andromeda annuisce <<tra me e lei finita, da un po. Credo non che accetti il fatto che non lamo pi>>. <<Se non sono indiscreta come mai finita tra voi?>> <<Si messo di mezzo un altro ragazzo, una persona che credevo mi fosse amico>>. <<Ok, se non vuoi raccontarmelo lo capisco>> replica la ragazza. <<No, no, credo sia giusto che tu sappia, in poche parole lho trovata con Reda>>. <<Ma terribile, come ha potuto farti questo?>> domanda Kaory <<Me lo sto ancora chiedendo, insomma io lamavo, con tutto me stesso>>. Lasciamo i due a confidarsi qualche segreto e guardiamo che fanno Phoenix e Dafne. <<Che bella serata, non mi sentivo cos non sai da quanto, per una volta senza pensieri>> commenta la ragazza. <<Anche io la penso cos, per la prima volta in tanti anni mi sento vivo e con tanta voglia di cominciare una nuova vita, voglio sposarmi avere dei figli, insomma vivere in modo normale come tanti ragazzi della mia et>>.

<<Abbiamo gli stessi sogni a quanto pare>> risponde la sacerdotessa. <<Parlami un po di te e tua sorella, non che mi hai detto molto>> interviene Phoenix. <<Io e mia sorella veniamo da Atene, siamo Greche e diciamo che siamo state costrette a diventare sacerdotesse, i nostri genitori sono scomparsi quando io avevo circa tre anni ed hanno lasciato me e mia sorella alle pendici del grande tempio>> Dafne si interrompe singhiozzando. Poi riprende il racconto <<ci hanno cresciuto una coppia che abitava non lontano dalle rovine e poi ci hanno mandato al campo di addestramento per sacerdotesse, siamo state scelte da Zeus>>. Phoenix sa che non deve aver passato uninfanzia felice cos continua a tenerla tra le sue braccia. I due sono seduti in spiaggia, mentre la luce della luna illumina i due in atteggiamenti amorosi, i loro sguardi sincrociano timidamente, le labbra sono sempre pi vicino e le mani del Saint della Fenice iniziano ad esplorare il corpo della coinquilina. Vengono inondati da unonda di passione, Dafne si lascia andare a quelle carezze proibite ed intriganti di Phoenix. <<Non smettere>>. <<Puoi giurarci ragazza, sei mia!>> Nel frattempo Andromeda e Kaory sono ammutoliti e non che abbiano combinato granch, ma sicuramente hanno parlato per ore intere. <<Sai sono gi le due di notte e di mia sorella e Phoenix non c traccia>> si agita la giovane. Il cavaliere, tramite di Hades, compie un gesto che, non capisce perch, gli viene naturale. Lattira a se, abbracciandola, lei si perde in quegli occhi verdi come pietre preziose, la bacia. Inizialmente dolce e sensuale, soprattutto molto rallentato, le sfiora il braccio e lei risponde al bacio. Pian piano raggiungono la stanza di Andromeda finendo nel morbido e comodo letto a due piazze. I vestiti di entrambi sono sparsi per la camera. Dopo quel tornado di passione la nuova coppia di eroi della giustizia sono abbracciati senza staccare gli occhi luno dallaltra. <<E la prima volta che sento unattrazione cos intensa per una ragazza. Mi sei entrata nellanima>>. <<Io, al contrario di te, non so che significa amare, ma se questo il significato di questa parola allora avverto la stessa sensazione per te>> replica la giovane sacerdotessa tra le braccia delleroe di Athena. Kaory al settimo cielo. Anche Dafne avvinghiata al bel cavaliere tenebroso.

10

<<Che dici, torniamo a casa?>> Chiede Phoenix. Lei annuisce. Scuotono gli abiti cercando di far cadere la sabbia finita nei vestiti. Labitazione non lontana dalla spiaggia, una volta rientrati il Saint della Fenice sbircia in camera del fratello, con un gesto chiede alla sacerdotessa della Lince di avvicinarsi. <<Guarda>>. Lei sa non che dire. <<Ehy, sembri sorpresa>>. <<Gi, mia sorella non ha mai avuto una relazione>>. <<Mio fratello ha avuto solo Nemes, ma lei lo ha tradito nel peggiore dei modi, comunque non credo che sia giusto parlare della vita sentimentale di Andromeda>>. <<Concordo. Devo ammettere che sono una bella coppia>> commenta lei infine. <<Suggerisco di lasciarli stare, magari potremmo seguire il loro esempio>> suggerisce Phoenix ammiccando con linfallibile occhiolino e il mezzo sorrisino. Non la lascia nemmeno rispondere prendendola per mano accompagnandola nella sua stanza dalle pareti bianche, un letto matrimoniale con lenzuola blu, come i suoi occhi.

11

Capitolo 2 Titolo: Nuovi amori. La mattina successiva, un po imbarazzati i teneri amanti (Andromeda e Kaory) si precipitano in cucina e decidono di preparare la colazione: il fratello di Phoenix prepara il caff allamericana e mette a scaldare il latte. Lei prepara la tavola e mette anche un bel vaso di fiori. <<Meno male che non sono rose>> commenta, scherzosamente il Saint dellIsola di Andromeda, mentre le da un bacio sulla guancia. <<Spiritoso>> replica lei mentre sistema i bei tulipani rossi con striature gialle. Un po assonnati entrano nella sala Phoenix e Dafne, con sorpresa della sorella della giovane. la prima volta, dopo anni di sofferenze che la vede rilassata e senza preoccupazioni. <<Sei un fiore stamani>> sussurra allorecchio della sorella maggiore. <<Anche tu e si vede>> replica Dafne. La colazione trascorre serena e tranquilla, proprio mentre di tanto in tanto le coppie si scambiano occhiate sensuali. Verso le dieci del mattino i quattro si recano a Villa Kido. <<Sacerdotesse di Zeus Come mai non ho mai sentito parlare di voi?>> Domanda Isabel. <<Dea Athena, il grande Zeus non ama che i suoi guerrieri rimangano troppo allo scoperto. Quando venuto a conoscenza della guerra contro Hades ci ha ordinato di intervenire>> spiega Dafne. <<Dove alloggiate?>> <<Phoenix e Andromeda, sono stati cos gentili da ospitarci>> aggiunge Kaory. <<Capisco>> commenta Isabel. <<Vi consiglio di rilassarvi>>. <<Va bene. Grazie per averci ricevute>> saluta Dafne. <<Qualsiasi cosa vi possa servire, non esitate a chiedere>> <<In realt avremo bisogno di qualche consiglio>> chiede la sacerdotessa della Lince. <<Immagino che parliate di vestiti>> soggiunge Phoenix <<quindi vi aspettiamo a casa>>. <<A pi tardi>> saluta Kaory con un gesto della mano. Phoenix e Andromeda decidono di passare da casa di Pegasus. Il Saint sorpreso nel vederli ma felice. Con un gran sorriso stampato in volto li fa accomodare <<come va, ragazzi?>>

12

<<Bene, ma anche tu a quanto pare>> commenta Phoenix osservando lappartamento dellamico, le stanze sono tirate a lucido. Lultima volta che vi era stato quel posto era tipico di un ragazzo che abita da solo. <<S, da quando Patricia tornata questa casa ancora pi ordinata>> confessa sorridendo il Saint del Cavallo alato <<e voi? Ho saputo delle nuove coinquiline>>. <<Tutto a posto>> replica Andromeda. <<Hai notizie di Sirio e Crystal?>> Soggiunge Phoenix. <<Sirio tornato ai Cinque Picchi ma sono sicuro che torni tra un paio di settimane con Fiore di Luna. Per quanto riguarda Crystal dovrebbe essere in Siberia. Ma sapete com fatto, non un tipo che si sbottona facilmente>>. <<Speriamo che torni>> commenta infine il fratello del Saint della Fenice. Patricia porta del t agli ospiti ed il fratello, unendosi a loro. <<Come procedono i tuoi esami?>> Chiede Pegasus. <<Bene, sto cercando di recuperare il tempo perso. Legge una facolt tosta, ma non mi spaventa>> confessa Andromeda. <<A forza di sentirlo ripetere ogni lezione comincio ad imparare qualcosa anchio>> commenta Phoenix scherzosamente. <<Io ho provato a convincerlo a segnarsi, ma lui continua a dire che troppo grande>> aggiunge il ventiduenne cavaliere mentre guarda il fratello maggiore. <<E vero, Phoenix. Hai solo 25 anni, potresti iscriverti e frequentare le lezioni serali>> suggerisce leroe del Cavallo Alato. <<Non ho pi voglia di rimettermi a studiare, gli unici libri che preferisco leggere sono quelli gialli, o di Ken Follett o John Grisham, per non parlare di Agatha Christy>>. <<Invece per quanto riguarda me, sono stato accettato alla scuola di Polizia>> annuncia il fratello di Patricia. <<Congratulazioni Pegasus>> esclama Andromeda. <<Anche Sirio la frequenter, appena torna>>. <<A proposito di Crystal.>> Soggiunge il tramite di Hades <<lo sapete che sta frequentando una scuola di cucina?>> <<Ce lo vedo>> ammette Phoenix, lui sa che al cavaliere del Cigno piace cucinare, poi guarda lorologio <<si fatto tardi fratello, andiamo?>> <<S>> sussurra. <<Ci vediamo Pegasus>> saluta Andromeda. <<Ciao ragazzi, a presto>>. Nel profondo regno degli inferi qualcuno sta cercando di trovare le forze per reagire.

13

<<E tu chi sei?>> Esclama a fatica lo spectre della Sfinge che, miracolosamente, ancora vivo dopo i colpi ricevuti dagli avversari fedeli alla Dea Athena. <<Il mio nome non affar tuo, sono una sacerdotessa che vuole lottare contro i cavalieri di Athena>>. Pharaon sta per rispondere quando viene interrotto da una sagoma dalla testa di Sciacallo. <<Voi due!>> tuona la misteriosa figura dallimmenso cosmo oscuro. <<Inchinatevi!>> Quella voce li spaventa e li fa prostrare davanti a lui. <<Io e mio fratello, il dio Ra, vogliamo dare battaglia ad Athena, solo che necessitiamo di guerrieri e sacerdotesse che vogliano allearsi con noi>>. Il cavaliere oscuro Pharaon e la misteriosa sacerdotessa, dai lunghi capelli biondi ed occhi azzurri, accettano. Successivamente svaniscono con la divinit oscura Egizia. A Nuova Luxor i giorni trascorrono tranquilli; le sacerdotesse fedeli a Zeus hanno cominciato a vivere. Dafne lavora con Isabel e la sorella della sacerdotessa della Lince si iscritta alluniversit, alla facolt di Archeologia, Lettere e Filosofia. Andromeda seduto nel salotto di casa, guarda lanello che la ragazza le ha ridato silenziosamente. Sta vagando nel mare dei ricordi, quando chiese alla sacerdotessa del camaleonte di diventare la sua compagna di vita. I due stanno passeggiando per la darsena, le mani sono come incollate luna nellaltra, il cielo limpido, e il tramonto incantevole. <<Nemes, sono anni che io e te ci conosciamo>> lui tira fuori una scatolina che apre di fronte alla ragazza. <<Vuoi sposarmi?>> Lei stupita <<S, mille volte s>>. Quei dolci ricordi vengono infranti, il ragazzo viene riportato alla realt della bellissima Kaory. <<Ciao, tutto a posto?>> lei nota che il Saint sta piangendo silenziosamente. <<Scusa, non volevo che mi vedessi cos, brutti ricordi, ma ora sto bene, vieni qua>> la attira a s <<come vanno gli studi?>> <<Bene>> dolcemente si baciano. <<Sei fantastica.>> <<Anche tu>> replica <<sei turbato, avanti confidati>> propone mentre ancora seduta sulle sue gambe.

14

<<Non voglio annoiarti>> <<Scommetto che ripensi a Nemes>>. <<Non posso nascondertelo>> commenta Andromeda. <<Ma anche ad altro>>. <<Gi ad Hades a volte avverto il suo spirito dentro di me>>. <<No, non cos>> tenta di consolarlo. <<Sembra che voglia nuovamente impossessarsi di me>>. <<Devi combatterlo, se proprio lo senti>>. Intanto Phoenix sta andando dove lavora la coinquilina con Isabel, le cose stanno prendendo la piega giusta nella sua vita. Il fratello vivo, le forze del male debellate e tanta voglia di mettere su una famiglia tutta sua, anche se linterrogativo che gli vaga in testa continua ad assillarlo <<chiss se realmente i nostri genitori sono vivi>>. Pensare alla lettera di quellinvestigatore consigliatogli da Lady Isabel. Diceva che qualcuno li vide in una casa, mentre la donna partoriva un maschio. <<E se fosse vero? Io e Andromeda abbiamo un altro fratello.>> Pensa sempre <<devo dirglielo, non posso nasconderglielo ancora>>. <<Phoenix!>> Lo saluta con la mano la bella Dafne. <<Ciao, com andata in ufficio?>> <<Alla grande>> replica dopo averlo baciato con passione. <<Sei felice>>. <<S, come non mai>>. Sirio e Crystal sono tornati in Giappone e hanno iniziato una vita normale, per quello che pu voler dire questa parola nella vita di un Saint di Athena. Nel Regno del male a Ra ed Anubi si alleano a loro sempre pi guerrieri, specie tra cavalieri di bronzo traditori e sacerdotesse. Anche vecchie conoscenze tra cui: Reda, Salzius, Nemes, Jango, Asher (scomparso durante la guerra contro il Signore degli Inferi) e molti altri ancora. <<Allora? Sono ancora vivi tutti?>> <<S, Reda>> lex fidanzata di Andromeda si avvicina <<il piano sta andando come il grande Anubi se lo aspettava>> aggiunge la sacerdotessa. <<Bene>>. Lui la bacia. Risate malefiche si espandono nel nascondiglio dei nuovi nemici dei Saint di Athena.

15

Quella sera le ragazze dividono la stanza che una volta dividevano Crystal e Sirio, da molto tempo che non parlano di progetti per il futuro, ora sentono di averne uno. <<Sono anni che sogno una vita cos, senza nemici>> confessa Kaory <<io ho ripreso gli studi e tu hai la tua carriera>>. <<Gi>> replica la sorella, ma non del tutto convinta che il pericolo sia scampato. Nella camera di Andromeda questultimo pensieroso, qualche giorno che sente una voce che continua a chiamarlo. Non comprende se sia di un uomo o di una donna, e sinceramente una cosa che lo spaventa molto. preoccupato perch potrebbe essere lo spirito di Hades che lo rivuole, anche se stato sconfitto non detto che la sua anima non tenter di riprendersi ci che gli spetta di diritto: il corpo di Andromeda. Si alza e raggiunge il piccolo terrazzo del salone dellappartamento situato al terzo piano di uno stabile in una zona molto tranquilla, non lontano dalla darsena. Il vento scompiglia leggermente i suoi capelli mentre la luna gli illumina i suoi tratti molto fini. <<Perch?>> continua a domandarsi tra se <<perch continuo ad avere questo timore eppure Athena lo ha sigillato con i suoi poteri in quellanfora>> torna in camera sua e si lascia, nuovamente, cadere sul letto cercando di farsi cullare da pensieri positivi. Nelle viscere degli inferi c una donna sdraiata su un altare, priva di sensi. Di fronte ad esso qualcuno inginocchiato di fronte ad una delle divinit. <<Sommo Anubi, lei sicuro che Lady Pandora si ridester?>> <<S, Radamantis sar nuovamente tra noi e molto pi potente>> Tuona <<Sar lei che ridester lo spirito di Hades, e ci permetter di uccidere Athena una volta per tutte, e vi dico di pi due di loro saranno costretti a unirsi a noi>> risate sataniche si spargono per il regno emergente delle nuove minacce. Cosa nascondo i nuovi avversari? E chi tra i cavalieri sono i loro obiettivi? Sanno qualcosa che nemmeno i cavalieri sanno? Alcuni giorni pi tardi i cavalieri, una sera, si recano al the Siberian il ristorante aperto da Crystal. <<Complimenti Crystal, tutto mi sarei immaginato, ma che fossi bravo in cucina proprio no>> commenta Pegasus.

16

<<Vi piacer quello che assaggerete stasera, ne sono convinto>>. Isabel e gli altri eroi di Athena si siedono, sono presenti anche Fiore di Luna, Kaory, Dafne e Patricia. La cena sembra andare per il verso giusto quando Crystal esce fuori dalla cucina raggiungendo il tavolo dei suoi commensali donore. Si avvicina a Phoenix. <<Sorprendente, sei proprio meglio di Milock>> commenta il Saint della Fenice scherzosamente. <<Mi fa piacere. Devo chiederti un favore Phoenix>> lo prende da parte senza che gli altri sentano <<so che ti diverti a cucinare e lo fai anche bene, avrei urgentemente bisogno di un cuoco, ti prego, ti prego, ti prego>>. <<E va bene>>. <<Grande, ti aspetto di l>>. Terminata la cena i commensali tornano tutti alle rispettive dimore, i 4 coinquilini: Phoenix, Andromeda, Dafne e Kaory sono riuniti nel terrazzino dellappartamento. <<Ragazze, io e mio fratello dobbiamo annunciarvi che >> Il cavaliere di Andromeda viene interrotto da Phoenix. <<Partiremo per qualche tempo, io devo tornare allIsola della Regina Nera, e lui a quella dove ha ricevuto linvestitura>>. <<Perch c pericolo in vista?>> Domanda Dafne. <<No, niente di irreparabile, ma io ho una promessa che feci ad una cara amica. Lisola da cui provengo stata distrutta dalla furia dei cavalieri doro.>> Termina la spiegazione il fratello minore di Phoenix. <<E visto che avete bisogno di un posto dove stare, rimarrete qui a casa nostra>>. Aggiunge il cavaliere della Fenice. <<Grazie, per tornerete?>> Chiede Kaory ad Andromeda. <<S, ma il viaggio sar lungo e anche il tempo della nostra assenza da qui>>. Spiega il Saint che Hades scelse. Un paio di giorni dopo i due fratelli salutarono sia le coinquiline che gli amici salendo su due navi differenti. Sdraiato sul letto della cabina, Andromeda osserva pensando a quello che gli aspetta una volta arrivato sullisola, comprende che l rivedr Nemes, e alcuni dei vecchi compagni darmi, alcuni sicuramente non saranno felice di vederlo. <<Fratello, gi sento la tua mancanza, ma forse hai ragione, devo fare ci che ho promesso anche in memoria del mio venerato maestro che perito in combattimento contro i cavalieri doro>>.

17

Trascorsi ormai molte settimane da quando i fratelli si sono dovuti separare, Phoenix ha trovato comunque il modo per comunicare con il fratellino. Ha con se una chiavina internet e un portatile, anche se la ricezione non un granch. <<Ehy allora c anche lui>>. Phoenix saluta Andromeda dalla chat di Facebook. <<Fratello! Come stai?>> chiede Phoenix. << Phoenix! Beh innanzitutto che mi trovo bene sull'Isola, insieme a Nemes sto ricostruendo quello che Fish e Scorpio avevano distrutto come era nel mio progetto iniziale per sento come se mi mancasse qualcosa mi sento incredibilmente vuoto questo forse perch tu non sei qui con me>>. << Andromeda, so che ti manco e anche io qui sto cercando di riportare le cose al meglio, sto combattendo con i fantasmi del mio passato che mi tormentano. Anche tu mi manchi non posso nascondertelo>>. << Dici davvero? Sono triste fratello mio, perch mi manchi moltissimo, se ti potr rivedere di nuovo allora il mio cuore si rimarginer dalle ferite di questa separazione forzata>> Phoenix leggendo quelle parole non si rende conto che alcune lacrime solcano il suo volto segnato dalle sofferenze. << S non posso partire adesso ma ... ti giuro su Atena che ci riabbracceremo>>. Risponde il Saint della Fenice. << Non vedo l'ora che quel momento arrivi presto>>. Scrive entusiasta Andromeda. << Arriver e quando meno te lo aspetti Andromeda>>. << So che non te lo dico sempre ma non mi stanco di dirtelo ti voglio bene fratello>>. Risponde picchiettando il tramite del dio degli inferi. << E io non te lo dico abbastanza. Ti voglio bene! In realt tu me lo dici sempre ;-)>> replica Phoenix. << In effetti vero lo dico a te come lo dico a Crystal e agli altri>>. Spiega Andromeda. << A me lo dici in modo speciale per, non cos?>> Chiede Phoenix. <<Questo perch tu sei mio fratello e sei anche un padre per me>>. Quellultima frase del fratellino lo fa proprio commuovere. << Sei riuscito a farmi commuovere lo sai? Gi. solo tu ci riesci.>> Ammette il cavaliere dallarmatura eterna. << Davvero?>> <<S fratellino. Se Pegasus mi vedesse direbbe " Beh allora un cuore ce l'hai">>.

18

<< Io lo so come sei e un cuore ce l'hai sempre avuto>>. Commenta Andromeda. << Per te e la mia compianta Esmeralda il mio cuore sar sempre vostro e solo vostro, so che a Nuova Luxor ci attendono Dafne e Kaory, ma loro sono il nostro futuro>>. Spiega Phoenix. << Fratello, tu non puoi vedermi ma non sai come sto bagnando la tastiera del computer di lacrime in questo momento>>. << Lo so. Ora tardi, meglio che vada la ricezione non un granch qui all'isola della Regina nera. Ci sentiamo domani. Notte! Ti voglio bene Andromeda>>. << Notte mio adorato fratello ti voglio bene!>> <<Aspetta un attimo, devo dirti una cosa. Non fare troppo tardi con Nemes, sai che intendo. >>. Commenta il cavaliere di Phoenix. << Ti piacerebbe eh? Peccato che con Nemes non ci sto pi da tanto tempo e lo sai che ora c unaltra ragazza nel mio cuore>>. Confessa Andromeda. << Beh sai magari farai riaccendere la fiamma, credimi fratello lei secondo me ti vuole ancora. Notte ;-)>>. << Sono io che non voglio pi mettermi con lei>> ribadisce il fratello di Phoenix << notte Phoenix! >>

19

Capitolo 3 Titolo: Ombre e soggioghi. Andromeda saluta il fratello , spegne il computer e si lascia cadere sul letto, la sua mente viaggia verso lIsola della Regina Nera, ma sente che Phoenix manterr la promessa. Come se fossero in collegamento telepatico anche il Saint della Fenice, dopo aver chiuso la connessione, stacca il portatile, lo posa sul tavolo andando verso il frigo, prende un po dacqua versandola in un bicchiere bevendone un sorso. - Andromeda sospira c qualcosa che non v nellaria. Credo che ti far una bella sorpresa mio caro fratellino commenta guardando la foto scattatagli assieme al fratello prima della partenza verso le rispettive isole. Isola di Andromeda. Nemes bussa alla porta con garbo. - Chi ? - Andromeda, sono Nemes. - Entra. - Scusa se ti ho svegliato si giustifica la giovane devo parlarti. - Di cosa? - Del nostro rapporto- Non c pi nulla che ci unisce Nemes, questo devi capirlo una volta per tutte, sai che non mi piace essere troppo duro con te. - Ne sei sicuro la ragazza si avvicina con fare sensuale e gli passa un dito sul braccio leggermente. - Senti, ora ho sonno, ne parliamo domani tenta il Saint di Athena di allontanarla. Senza ribattere la giovane sacerdotessa esce, ma non prima di fargli un occhiolino con fare da gatta morta. -------------------------------------*------------------------------------Allisola Nera il sonno, o meglio gli incubi che assillano i sogni di Phoenix, rivede il combattimento tra lui e gli altri cavalieri (nel periodo in cui era al servizio di Arles), inoltre il modo crudele con cui la sua Esmeralda ha perso la vita sempre presente. Il cavaliere si sveglia di scatto, gridando No!!!!!!!! Esmeralda!!!!! Si guarda intorno accendendo la luce del comodino ancora quellincubo! Prende la foto della giovane amore mio sospira che devo fare? Ormai ho cercato da tutte le parti ma non c niente qui.

20

Riposa la foto poi continua a pensare a voce alta Continuo ad avvertire una forza oscura! Dal nulla, come una luce angelica, una figura femminile appare ai piedi del letto del cavaliere della Fenice, essa ha capelli biondi. - Phoenix - Chi sei? - Amore mio! Perch sei tornato? - Esmeralda! - S sono io. Ho poco tempo. - Mia dolce Esmeralda! - Ti prego lascia che ti riveli ci che ho avuto lordine di dirti Stai cercando nel luogo sbagliato. Lisola della Regina Nera sotto linflusso di Athena, te lo posso assicurare - Ma - Credimi. Al pi presto devi raggiungere Andromeda allisola dove ha ricevuto laddestramento Suggerisce la ragazza. - Che centra Andromeda? - Troverai tutte le risposte da lui. Il male sta cercando altre Isole da conquistare. Come apparsa cos svanisce senza lasciargli il tempo di ribattere e chiedere ulteriori spiegazioni. Verso le quattro di notte, dopo essersi rigirato molte volte, si alza e si prepara per lasciare la Regina Nera per raggiungere il fratellino. Trova un cargo che va allIsola di Andromeda che partir verso le sette. -------------------------------------*------------------------------------Nel frattempo il fratello di Phoenix si sveglia verso le sei e come ogni mattina va al molo a correre. La brezza marina e laria frizzante scompigliano i capelli del ragazzo, che , alcuni chilometri pi avanti, si ferma perdendosi nellosservare il panorama. - Fratello - sussurra spero che tu venga presto. Inoltre avverto qualcosa, una forza molto determinata ed oscura, anche se non ne riesco a capire la provenienza. E se mi sbagliassi? - Sei sempre il solito, eh? Lo riporta alla realt uno dei vecchi compagni darmi durante il periodo delladdestramento. - Salzius! Che piacere rivederti, temevo non riuscissi a venire. - Beh lo sono anche io, e come vedi ce lho fatta. Andromeda guarda il volto del ragazzo notando la ferita che lui stesso gli aveva procurato il giorno in cui Nemes tent di fermarlo per impedirgli di partire per combattere i cavalieri dOro.

21

- Mi rincresce per quella ferita Salzius, non volevo credimi si giustifica Andromeda. - Beh ormai quel che fatto, fatto. Non pensiamoci pi, eravamo noi in torto confessa il giovane e dimmi hai notato che Nemes si comporta in modo strano? - Che intendi dire? - ha una strana luce negli occhi non trovi? E se ci fai caso anche la sua essenza cosmica ha qualcosa che non va. - Secondo me ti sbagli, mi sembra la solita Nemes e inoltre non gli ancora andata gi il fatto che lho lasciata. Salzius si alza, saluta lamico e lascia solo Andromeda, ma sul volto, senza che il tramite di Hades lo nota, gli si stampa un ghigno malefico. -------------------------------------*------------------------------------Phoenix, intanto, proprio mentre sta per salire avverte come una sensazione, un cosmo che conosce bene. - Pegasus? Che ci fai qui? - So che ti sembrer strano ma devo parlarti urgentemente. - Non potevi attendere che tornassi a Nuova Luxor? Io sto per partire, devo raggiungere Andromeda allisola dove ha ricevuto laddestramento commenta Phoenix. - No! una questione importante e inoltre credo che ti riguardi, inoltre riguarda anche tuo fratello, o meglio forse prende fiato nostro fratello. Quelle parole lo fanno girare e sussultare. - Come sarebbe a dire nostro fratello. A quanto pare dovr rimandare la mia partenza. Scende dalla nave e senza dirsi molto conduce Pegasus dove vive sullIsola il cavaliere della Fenice. - E un posto spartano commenta Pegasus. - Gi, ma c il necessario prende due sedie e li mette in opposizione luna con laltra. ora mi spieghi perch hai detto nostro fratello? Se ti sei fatto tutte queste miglia per dirmelo avrai un buon motivo mi auguro, perch non ho tempo da perdere. Il giovane ventenne sospira, poi confessa il sogno che lo sta tormentando da un paio di mesi. In pratica da prima della loro missione nel regno di Hades. - Capisco replica Phoenix a Patricia lo hai detto? - No, Phoenix. Si sta riprendendo e non voglio darle un dispiacere o provocarle uno shock se sapesse che non mia sorella, almeno di sangue. - Quello che mi hai detto, del modo in cui tu sei nato, identico a ci che c scritto qui passa un foglio al cavaliere di Pegasus. La donna di cui parla anche lei, come nel tuo sogno, ha una foto di me e mio fratello da piccoli.

22

Pegasus la legge e resta totalmente ammutolito, specie quando arriva al punto che ipoteticamente lo riguarda. - E proprio quello che succede nel mio sogno, esattamente quello che ho visto, se cos possiamo definire ci che ho sognato. - C solo una cosa che possiamo fare per toglierci tutti i dubbi: il test del DNA propone il Saint dalleterna armatura infuocata. - c un ospedale sullIsola? - S , piccolo ma grazie a Isabel ora attrezzato. Ci andremo pi tardi, credo che sia meglio per entrambi fare una bella dormita. La stanza di fronte alla mia quella degli ospiti. Pegasus, anche se si sente un po spaesato, entra. Posa lo zaino e appena tocca il letto si addormenta. Trascorrono un paio dore prima che i due cavalieri si ridestino. Phoenix va a svegliare Pegasus per recarsi alla clinica per quellesame. Non aspettano molto tempo. Il Cavaliere della Fenice ha in mano la busta con la risposta, guarda verso il Saint del Cavallo alato La apro io o vuoi farlo tu? - Fallo tu. Con attenzione legge il risultato e lo ripete ad alta voce Lanalisi del dna dei due soggetti compatibile, ci conferma che i due soggetti sono nati da stessa madre confermato, Pegasus, siamo fratelli. - Fratelli chi lavrebbe mai detto. Il risultato lo ha sconvolto un po. Mai se lo sarebbe immaginato che proprio Phoenix ed Andromeda potessero essere suoi fratelli. - Senti Andromeda deve saperlo e poich devo raggiungerlo partir con te o senza di te stasera. - Vengo con te. Andiamo. In poco tempo preparano i bagagli. Verso le 20:00 salgono sulla nave diretta allIsola di Andromeda. -------------------------------------*------------------------------------Il viaggio si prospetta un po lungo, sui due o tre giorni. In quel periodo, cos breve, Andromeda passa molto tempo in spiaggia perdendosi in ricordi e nella visione dello splendido orizzonte. I suoi pensieri indugiano sulle battaglie contro tutti i nemici e divinit che gli hanno ostacolato il cammino verso una pace assoluta. Specie quella contro Nettuno. Si chiede dove siano svaniti Julian Kedives ed il Generale del mare Cavaliere di Scilla, il suo nome celeste era Siria.

23

In lontananza, tre giorni dopo, scorge il cargo che attraversa la costa in direzione del porticciolo. Lo guarda come se avvertisse un cosmo amico. - Fratello! sussurra Dove sei? Quanto vorrei che Phoenix fosse qui. Lui saprebbe consigliarmi al meglio, mi sento perso. - Mi volevi? Domanda una voce conosciuta. Andromeda si volta, alzandosi di scatto ed abbraccia il fratello, con le lacrime agli occhi che solcano il viso delicato. - Ma come mai ci sei anche tu, Pegasus? Non che non sia felice di vederti. - Qui possiamo parlare? Chiede Phoenix. - Certo. Nessuno ci pu disturbare. Si siedono in spiaggia mentre il fratello spiega laccaduto al tramite di Hades. Andromeda allinizio incredulo ma sapendo che aveva perso le speranze di trovare il terzo componente della loro famiglia lo fa gioire, specie sapendo che il cavaliere del Cavallo alato. - Questa tua scoperta, fratello, ha dellincredibile e pensare che ormai avevamo perso le speranze di trovarlo. Invece? sempre stato con noi. - E tu che mi dici? Passi spesso il tempo qui in spiaggia? Domanda Pegasus. - Ultimamente ci vengo sempre, la mattina a correre, e il pomeriggio a pensare. -A cosa? Sei turbato? Si informa Phoenix. - Alle battaglie che abbiamo combattuto. Mi chiedo anche se sono realmente finite o ce ne aspettano altre. - Ahg, secondo me non ci devi pensare! Suggerisce Pegasus Guardati attorno! Qui regna la pace e anche grazie a te, sei riuscito a mantenere la promessa che hai fatto al tuo maestro, o sbaglio? - Sar strano ma la penso esattamente come Pegasus. Mi ha proprio tolto le parole di bocca. Inoltre sono venuto qui perch ho intenzione di tornare a Nuova Luxor, costruirmi un nuovo destino assieme a Dafne. - Partir anchio. Qui la mia opera finito, non me la sento pi di stare ancora qui, specie stare a contatto con Nemes, mi sento a disagio con lei ultimamente. I tre fratelli non avvertono la presenza di alcune sagome che li stanno seguendo e spiando. - Bene sussurra la sagoma femminile Andromeda ha deciso di andarsene era quello che stavamo aspettando. - Gi. Perfetto! Possiamo dare inizio al piano del Sire Anubi aggiunge della maschile tu devi fare in modo che alcuni suoi pensieri diventino dubbi, sai che intendo. Devi far emergere la sua malvagit repressa. Ghignando le sagome spariscono.

24

A Nuova Luxor la vita procede tranquillamente, Dafne e Kaory attendono il ritorno definitivo dei loro amori: Andromeda e Phoenix. Athena, mentre cammina sulla spiaggia in compagnie delle fidate amiche Lania e Patricia confida i suoi turbamenti. Specie della strana ombra che vede nei suoi sogni e che ha avvertito quando era prigioniera dellanfora di Hades. Non ne ha parlato a Pegasus per. - Isabel la tranquillizza Lania secondo me non devi dare peso a questi sogni, sei ancora stanca per lultima missione contro Hades, hai rischiato di morire credo che sia normale che tu non abbia sonni tranquilli purtroppo, ma sono sicura che svaniranno appena Pegasus torner, la sua presenza manca a tutti mi sa. - Concordo con Lania lappoggia Patricia. Le tre ragazze continuano la loro passeggiata. -------------------------------------*------------------------------------Nei meandri degli inferi. - Lady Pandora - si inchina un cavaliere dalle vestigia Infernali Mi fa piacere vederla in piedi. - Radamantis. Dove mi trovo? Ed il sommo Hades? - Nel palazzo di Hades, ovviamente, ma di Hades-Sam non si sa dove sia stato sigillato. Il suo spirito stato nascosto dalla dea Athena in persona prima di andare via da qui. Non si disperi, ho avviato una collaborazione con una divinit proveniente dallantico Egitto. Mi ha assicurato che ci aiuter a farlo ridestare e rimpossessare del corpo del cavaliere di Andromeda. Dietro i due agenti del male appare lombra di una Testa di Sciacallo con in mano una chiave della vita. -------------------------------------*------------------------------------Il momento della partenza dallIsola di Andromeda giunto. Andromeda, preceduto da Phoenix e Pegasus, saluta Nemes e gli altri compagni che con lui divisero gioie e dolori delladdestramento ma senza tirarle per le lunghe. Si gira verso di loro unultima volta, accenna un saluto. - Andromeda, ora lo scuote Phoenix. Il cavaliere saluta nuovamente e per lultima volta lisola che lo ha visto diventare cavaliere di Athena. Il ricordo del maestro Albione lo avvolge ed un sorriso malinconico si forma sul viso. - Maestro pensa ora potete riposare in pace. LIsola di Andromeda tornata sotto linflusso di Athena. Lanimo del giovane si risolleva, anche se dei dubbi vi sono ancora.

25

Mentre la nave lascia il porto, Andromeda e Phoenix stanno guardando loceano, in silenzio. Entrambi vengono accarezzati dalla brezza oceanica e dal sole. - Sei taciturno. Non da te fratellino. - Sto bene Phoenix, che sto cercando di capire la situazione con Pegasus. Il fatto che nostro fratello. - Sicuro che sia solo questo il motivo? - S. Inoltre so che ho fatto tutto quello che era in mio potere per portare pace sullIsola di Andromeda. Ora devo andare avanti come te. Non posso continuare a struggermi per tutti i nemici che ho sconfitto e ai quali, purtroppo, ho dato solo la morte. Sono un essere umano che ora ha solo bisogno di una donna con cui condividere la vita e Kaory la donna giusta per me, ne sono sicuro. Lo sguardo di Andromeda si fa pi deciso Difendere la giustizia anche togliere la vita. Detto ci senza lasciare il tempo a Phoenix di ribattere si ritira nella sua cabina. Il Saint della Fenice un po perplesso per quellultima frase. Cera quasi un pizzico di malvagit ma appena accennata. La cosa veramente strana per il Cavaliere di Phoenix. come se per una millesimo di secondo avesse scorto una minima sensazione oscura. Ma che sto pensando! impossibile. Hades stato sigillato da Isabel. Allora perch in quelle parole ho sentito la sua presenza, non era proprio Andromeda che ha parlato. Anche Phoenix raggiunge i due fratelli mentre la notte avanza. -------------------------------------*------------------------------------Anubi appare in una grotta dove inginocchiati vi sono : Nemes, Reda, Salzius ed altri ex allievi del maestro Albione. Improvvisamente appare loro Anubi nella sua grandezza e maestosit con accanto Ra. - Miei seguaci un altro Saint che serv in passato Athena si unito alla nostra causa: Asher dellUnicorno. - Assieme annienteremo quei rammolliti dei cavalieri di Lady Isabel! Distruggeremo lei e anche il regno di Zeus! Una risata malefica aleggia nel luogo segreto situato proprio sullIsola di Andromeda. -------------------------------------*------------------------------------A Nuova Luxor: Phoenix, Andromeda e Pegasus sono ritornati in patria, quella sera sono tutti a cena da Lady Isabel. - Sono felice che siate tornati e anche sorpresa della notizia ma ho una brutta notizia. - Che successo? Domanda Andromeda.

26

- Asher scomparso, non se ne hanno pi notizie e nemmeno gli altri cavalieri lo hanno visto. Spiega la Dea. - Che sia stato rapito? Suppone Pegasus. - No, altrimenti ci avrebbero chiesto un riscatto. Replica Isabel. E svanita anche la sua armatura. - Questo s che strano interviene Phoenix. - Che suggerisce di fare Lady Isabel? Chiede Crystal. - Per ora ho incaricato alcuni investigatori di rintracciarlo, ma non so ho un brutto presentimento miei cavalieri, mi rincresce dirvelo ma ho paura che le forze del male ci stiano mandando un messaggio. Suppone Athena. - Milady io sono convinto che Asher torner tranquillizza tutti Sirio. - S, lo credo anche io, sappiamo bene che uno spirito libero e ha la sua vita, evidentemente ha pensato bene di andarsene per un po. Ma quando meno ce lo aspettiamo ricomparir appoggia lidea di Sirio il cavaliere del cavallo alato. La cena trascorre al quanto tranquilla, e gli ospiti si fermano a dormire al palazzo di Isabel. Con molti dubbi alcune delle coppie si sistemano nelle stanze per gli ospiti, una di queste quella dove dormono Dafne e Phoenix. - Ehy Dafne accarezza un braccio al Saint dalleterna armatura che hai? - Niente lattira a se baciandola con tanta passione. - Wow. Tesoro, mi spieghi che ti successo allIsola della Regina Nera? - Mi apparsa lei, ma come se le avessi detto addio, la mia vita ora devota a te. Esmeralda ora sta riposando in pace e veglia sulla Regina Nera. Non comprende queste parole di sfogo ma capisce che Phoenix la ama, e molto. Lo abbraccia e si scambiano un pegno damore che dura quasi per tutta la notte. Anche quasi tutti gli altri sono con le rispettive compagne tranne Crystal, che dorme beatamente un sonno quasi ristoratore, se non fosse che qualcuno bussa a notte fonda alla sua camera. Chi sar che vuole il suo aiuto? Lo saprete nel prossimo capitolo.

27

Capitolo 4 Titolo: Destini avversi. Crystal si rigira nel letto mille volte, a dare il colpo di grazia al poco sonno il continuo bussare. Si trascina verso la porta e con sua sorpresa il fratello di Phoenix (il tramite di Hades). - Andromeda, non un po tardi? - Scusa ma devo parlare con qualcuno entra con irruenza. - Che ti prende? - Ho avuto un incubo. - Centra Hades, non cos? - No ma la cosa strana che mi vedo mentre, con un coltello in mano, tendo alla vita di qualcuno su ordine di un serpente al quanto strano. Il nome Apophis. Egli continua a sussurrarmi di eliminare qualcuno. - Tu stai male, stai delirando mette una mano sulla fronte dellamico. - Non scherzare, sto dicendo sul serio e con me c anche Nemes, che ghigna. - E ufficiale, stai farneticando. ribadisce il Saint padrone delle energie fredde. - Ti mentirei? - No di certo, Andromeda, secondo me devi solo andare di l, abbracciare la tua Kaory e lasciare che la notte faccia il resto, capisci che intendo? Silenziosamente il tramite dei Dio degli Inferi torna nella stanza che condivide con la bella Kaory. Leggermente scosta le coperte e labbraccia, lei lo accarezza ed iniziano una danza damore appassionata. Nella stanza accanto anche Phoenix, sta accoccolato con accanto la bella giovane dai capelli corvini. -------------------------------------*------------------------------------Alcuni giorni dopo ogni cavaliere torna nella propria abitazione, anche se Dafne e Kaory si fermano ancora per alcune settimane al palazzo di Isabel, lo fanno per lasciare il tempo a Pegasus di legare con i fratelli, specialmente con Phoenix. - Eccoci a casa commenta Phoenix posando le chiavi su di un comodino. - Credo di non aver mai visto casa tua e di Andromeda confessa il Saint del cavallo alato. - Vieni, ti faccio vedere la tua stanza propone Andromeda. Dopo che i tre si sono rifocillati, Andromeda in cucina a sgranocchiare qualcosa assieme a Pegasus.

28

- Phoenix non cena? - Credo che stasera non abbia molto appetito. Replica Andromeda. - E strano, insomma Ho sempre pensato di avere una sorella, e invece? Ho addirittura due fratelli, alle volte non riesco ancora a capacitarmi. - Forse per il fatto che eri in fasce, alla tua famiglia adottiva, sembrato giusto non rivelarti la verit. - Pu darsi. Commenta Pegasus Patricia mi ha sempre raccontato che la cicogna mi aveva lasciato in un lenzuolo di fronte alla porta, anche sei era piccola e non ricorda bene quel periodo. - Ci rimasta male quando le hai detto la verit e del sogno? domanda il ventiduenne. - Un po, ma per me rester una sorella. Nella sua stanza, Phoenix, continua a leggere tutte le lettere trovate dallinvestigatore scritte dai loro genitori ad Alman di Toule. Alcune descrivono del sospetto che dei sicari li stavano cercando per punire, altre raccontano del viaggio dei due, dopo che i bambini erano stati dichiarati scomparsi. Una addirittura parla della nascita di Pegasus, dicevano che assieme ad Andromeda e Phoenix erano predestinati, ma non rivela a cosa. Andando pi avanti parlano del pericolo di una possessione. Un potere malvagio. Sospira, appoggiando i fogli e piegando la testa leggermente indietro e socchiudendo gli occhi. Questo momento di pura riflessione viene interrotto da qualcuno che bussa. - Chi ? - Phoenix, sono Pegasus, posso entrare? - Entra. Aiutato da Andromeda, che gli apre la porta, il Saint di Pegasus appoggia un vassoio sulla scrivania di Phoenix. Ti ho portato la cena, fratellone. Commenta sorridendo. - Che hai fatto? Phoenix si avvicina Nighiri di Sushi? I miei preferiti. Come lo sapevi? - Me lo ha detto Andromeda Pegasus sta per uscire, quando Aspetta Pegasus commenta Phoenix guardandolo diritto negli occhi per alcuni minuti, poi sorride grazie. Finito di cenare il cavaliere della Fenice riporta il vassoio in cucina, prima di tornare nella sua stanza, bussa alla porta del fratello. - Ehy, allora piaciuta la cena? - S, ti ringrazio. Senti devo parlarti. Commenta senza mezzi termini il Saint dalleterna armatura.

29

I due si siedono. - Andromeda sa che i nostri genitori sono ancora vive e che li sto cercando, volevo solo che lo sapessi anche tu spiega Phoenix. - Sul serio? - S. - Hai scoperto dove sono? - Non proprio, ma devi sapere che erano protettori di Atena. Nostra madre indonesiana ed appartiene alla stirpe delle sacerdotesse della Luce e nostro padre lui era il precedente cavaliere della Fenice. - Si blocca per un attimo, sospirando. - Come mai ha rinunciato allarmatura? - Dovevano, entrambi. Mamma aspettava me e, in quegli anni, era proibito per i cavalieri e tantomeno per le sacerdotesse avere figli, figuriamoci sposarsi. Fuggirono entrambi e si nascosero qui a Nuova Luxor, Alman li conobbe una notte e li aiut. - Capisco. - Per sei anni abbiamo vissuto, non dico nel lusso ma stavamo bene. Io venni cresciuto attorniato dai nonni paterni e materni e mi insegnarono a parlare sia in Giapponese che in Francese ed Inglese. Cosa che insegnai anche ad Andromeda, quando era piccolino. - Quando hai scoperto di avere un altro fratello? Si informa Pegasus. - Solo da qualche anno. Mi sono sentito responsabile, dovevo trovare il mio secondo fratellino. Quando scoprii che, forse, eri tu mi sono spiegato moltissime cose, tra cui il tuo grande legame con Andromeda e i nostri diverbi. - Chiamali diverbi? Commenta scherzosamente il cavaliere del cavallo alato. Le ore trascorrono tranquille, quella notte sar diversa. Ore 01:35. Andromeda si agita. Rigirandosi nel letto in modo discontinuo, digrigna i denti e strige, sofferente, le coperte. La voce sensuale di Nemes continua a riecheggiare nella sua mente; il tramite di Hades vede qualcosa. Lincubo si fa sempre pi cupo e spaventoso, circondato da strane creature. Come in trance apre gli occhi, sotto uno strano raggio ipnotici, raggiunge il balcone rivolgendo lo sguardo alla luna.

30

Come sa si fosse acceso un sensore telepatico , Phoenix si alza. - Andromeda, ma che hai? Il cavaliere si avvicina scuotendo il ventiduenne, egli lo guarda fisso negli occhi quando, improvvisamente, perde i sensi anche se prontamente il fratello gli evita di cadere, lo riporta nella sua stanza. Dopo averlo coricato, sveglia Pegasus. - Dio mio, ma scotta! Sentenzia Pegasus come successo? Il fratello maggiore racconta laccaduto. - Non capisco. La cosa non si spiega il cavaliere fa su e gi per la camera di Andromeda. - Il suo sguardo era simile a quando Hades possedeva il suo corpo, era freddo, distaccato e malefico. - Non ho avvertito il cosmo di Hades. Confessa Pegasus. - Nemmeno io, non vorrei che ci stesse riprovando ma in qualche altro modo. suppone Phoenix. Il Saint della Fenice non sa perch ma crede che gli sia sfuggito qualcosa quando erano allIsola di Andromeda. -------------------------------------*------------------------------------Isola di Andromeda La galleria posta dalla parte nord rispetto al luogo di addestramento dove Andromeda ricevette larmatura, la via di accesso per il regno di Anubi. Seduto sul trono il Dio dei Morti Egiziano sta istruendo i suoi seguaci, vecchi e nuovi. - Il collegamento telepatico stato stabilito riferisce Salzius Nemes manda a dire che molto presto Hades riavr il suo corpo. - Molto bene risate malefiche e profonde si spandono, rimbombando tra le tenebre. -------------------------------------*------------------------------------Il mattino seguente Andromeda si alza di buonora; Phoenix lo segue alcuni minuti dopo. - Buongiorno. - Ehy. Come stai? - Bene fratello, perch me lo chiedi? Si informa Andromeda. - Non te lo ricordi? Sei svenuto ieri sera, anzi durante la notte. - No non mi ricordo, forse hai sognato? - No, credimi avevi anche la febbre molto alta, deliravi. Il cavaliere ha proprio un vuoto totale di memoria.

31

Durante quel primaverile fine settimana lo stesso Saint di Phoenix consiglia il fratello di andare con Kaory alla baita di montagna. Con laiuto dellinvestigatore, Phoenix, era riuscito a rientrare in possesso degli immobili che appartenevano alla loro famiglia. - Sicuro? Non che voi due vi scannate? - No. Lo rincuora il cavaliere di Pegasus. - Controller io commenta scherzosamente Dafne. La coppia di fidanzatini parte. Phoenix, Pegasus e Dafne rincasano. - Non ti dispiace se prima passiamo da Patricia? Chiede Pegasus. - No, anzi sai che ti dico? Chiedile se vuole stare da noi, questo fine settimana suggerisce infine il cavaliere della Fenice. Sul viso del Saint del cavallo alato si stampa un mega sorriso. I quattro raggiungono la nuova casa di Pegasus. - Complimenti, proprio un bellappartamento confessa Patricia. Sia Dafne che colei che per anni Pegasus ha considerato sua sorella vengono invitate a rimanere per la notte. -------------------------------------*------------------------------------Il panorama dalla baita incantevole Che bella arietta che c. Confessa Kaory mentre il vento le scompiglia i capelli. - Ti piace? Chiede il cavaliere mettendole le braccia intorno alla vita e dandole un bacio tenero sulla guancia. I due si trovano luno di fronte allaltra, la luna illumina le due figure abbracciate teneramente. - Come mai noto nei tuoi occhi un velo di tristezza? - Kaory, sono solo un po stanco. Ogni volta che vengo qui la mia mente si svuota dai pensieri negativi. - Basta! Devi voltare pagina proprio come ha fatto Phoenix. - Forse hai ragione commenta Andromeda. - Ti va di mangiare qualcosa. - S. Non aggiunge altro prendendo la giovane per mano, entrambi si mettono dietro i fornelli, ridendo e scherzando sul fatto di essere anche un po imbranati in cucina, decidono di uscire fuori a mangiare. Il locale un po rustico, ma si respira comunque aria di casa. Mentre mangiano del sushi, Andromeda si lascia andare. Vede solo lui e Kaory. Sa bene che la conosce da poco tempo e per di pi per un periodo sono stati separati, ma sente che lei quella giusta. Finita la cena vanno a fare una passeggiata.

32

Le ricerche delle dormienti forze oscure egizie rinvengono lAnfora dove Atena ha rinchiuso lo spirito guerrafondaio di Hades. Anubi spezza il sortilegio, inferto dalla figlia di Zeus, con formule millenarie. - Maledizione! Sbraita lanima risorta del dio degli Inferi greco Andromeda era quasi nelle mie mani. - Mio signore si prostra Radamanthis. - Chi si rivede, allora sei ancora vivo, la cosa mi fa piacere. - S. Anche Lady Pandora e Pharaon sono vivi. - La cosa mi fa molto piacere. Ora voi pensate a portarmi quel cavaliere, solo lui pu contenere la mia forza ed essenza. Ordina con voce tonante Hades. - Ai suoi ordini. Anubi, dopo che la divinit greca guardiana degli Inferi ritorna allinterno del suo scrigno, ordina che il Saint venga rapito. Nel frattempo in una buia prigione una sacerdotessa dai lunghi capelli si sta riprendendo Takashi sussurra quasi impercettibilmente. Non lontano dalla donna, che giace nella stessa cella, vi un uomo svenuto, il suo volto rivolto a terra. -------------------------------------*------------------------------------Nuova Luxor. Phoenix e Pegasus sono nel terrazzo di casa dei tre, un silenzio imbarazzante li avvolge, specie il Saint del Cavallo Alato. Raccogliendo il coraggio proprio il giovane dalla bruna capigliatura a parlare erano anni che non vedevo Andromeda cos felice. - Concordo. Kaory lo ha cambiato in meglio, sembra quasi pi sicuro di se. Aggiunge il fratello maggiore. - E di te e Dafne? Che mi dici? - Che vuoi sapere? Chiede Phoenix, contrariato. - Beh che progetti hai? E non dirmi che non sono fatti miei, insomma siamo fratelli e cerchiamo di comportarci come tale. Il Saint dalleterna armatura tace per alcuni secondi Ti dir Pegasus Mi sto frenando. - Ahg! Devi smetterla con il tuo autocontrollo, si vede in miglio lontano che ti ama commenta e anche tu sei molto. Che il fratello abbia ragione? Il Saint di Phoenix confuso allo stesso tempo deciso a scoprire se la sacerdotessa ricambia il suo amore. Sono anni che non apre il suo cuore.

33

Si alza e voltandosi alcuni attimi dopo verso Pegasus Buona notte. commenta con il suo solito tono distaccato anche se si intravede un mezzo sorrisetto. - Aspetta lo blocca il Saint del Cavallo Alato. I due si guardano per alcuni minuti poi Phoenix aggiunge Dormi bene Fratello. Quelle parole bloccano Pegasus. La parola fratello detta da colui che ha affrontato in passato gli fa venire un brivido che non riesce a spiegarsi. Sa solo che quella frase: Dormi bene fratello sincera ed stata de tta con il cuore e con lo stesso tono con il quale lo dice ad Andromeda. Ora ne sicuro anche se non al cento per cento, si sente parte della famiglia. -------------------------------------*------------------------------------Intanto Dafne e Patricia stanno chiacchierando. - Parlami di te, hai solo una sorella? - In realt, no. Io e Kaory abbiamo una sorella. La gemella di Kaory per lappunto. Prima di essere mandate da Zeus in aiuto di Atena stavamo cercando Sayaka. - Sul serio? - Gi. -------------------------------------*------------------------------------Nella baita achea Kaory si confessa con il suo splendido fidanzato. - Una gemella? Chiede Andromeda. - Gi. Ho sempre saputo di lei, stata rapita da alcuni cavalieri dalle armature con dei geroglifici egizi e in un cartiglio credo che vi fosse scritto il nome Anubi. - Perch questi cavalieri ce lavrebbero con voi? Domanda il Saint di Andromeda. - Loro, le Divinit Egizie vogliono impadronirsi del regno di Zeus e di Hades per non parlare di quello di Atena. Lei, la vogliono eliminare pi degli altri due. - Capisco. Laria di preoccupazione avvolge entrambi. Andromeda non riesce ancora a dimenticare ci che Hades gli ha fatto e ha fatto compiere a lui stesso. La notte, dicono che porti consiglio, ma in quelloccasione porta solo il vagare dellanima del Dio degli Inferi greco.

34

come se i cosmi di Hades e di Andromeda si stessero cercando. Come in trance, si reca sul terrazzo della baita mentre, tranquilla, Kaory dorme profondamente. - Dove sei? Andromeda! risuona accompagnato dal vento una cupa voce. - Sono qui! Replica il Saint sotto evidente stato di ipnosi attraverso la sua essenza cosmica che risplenda, la cosa strana che non si accorge che essa ha un alone nero come la pece, ed un sorriso malefico gli si stampa in volto. Hades rientra nel corpo del Saint, nascondendosi nella parte pi nascosta dellanimo di Andromeda. Torna a dormire. Non ricorda niente della sera prima. La mattina successiva, anche se si sente un po stordito, si alza di buon umore e si mette a preparare la colazione e non avverte che cinque ombre lo stanno sorvegliando. - Dobbiamo agire, il capo vuole che Andromeda sia portato da lui per il rito, altrimenti non potr completarlo. Commenta colui che ha le effigi di Tutankhamon, la sua arma ricorda la lira di Orfeo, ma molto pi lunga. Gli altri non aggiungono altro venendo ingoiati dalla foresta. -------------------------------------*------------------------------------- Buongiorno tesoro! Augura Andromeda quando vede arrivare la dolce fidanzata. - Sei di buon umore a quanto pare. - Gi. Prima di sedersi lafferra baciandola appassionatamente. Terminata labbondante colazione, prendono la via di casa. Il cavaliere della Fenice si appena svegliato, stranamente anche lui di buon umore, avverte per uno strano turbamento non capisce per quale sia il motivo. Fa spallucce e si alza iniziando a preparare il caff. Nel frattempo Pegasus, che di suo solito non certo avvezzo ad alzarsi di buonora, si sveglia e raggiunge in cucina il fratello. - Non pensavo fossi un tipo mattiniero - Ci sono cos tante cose che non sai di me. Replica scherzosamente Phoenix. - Avverto un turbamento. - Gi. - Qualcosa non va? Domanda Pegasus. - E per Andromeda commentano allunisono, rimanendo poi in silenzio per alcuni secondi.

35

I due non aggiungono altro in quanto Dafne e Patricia entrano nel soggiorno per unirsi a loro. Silenziosamente fanno colazione parlando di argomenti molto pi futili del solito, e la cosa pare tranquillizzare Phoenix. - Ho una voglia di vedere qualche bel film, tanto che non vado al cinema confessa Dafne. - Magari potremmo andarci stasera, visto che Andromeda e Kaory dovrebbero tornare propone Pegasus. Finita la colazione sia il cavaliere di Pegasus che della Fenice salutano lospite Ci vediamo Patricia. Torna quando vuoi a trovarci. - Lo far. Salutatemi Andromeda e Kaory. - Presenter. Replica con tono caldo il Saint di Pegasus. Ti raggiungo pi tardi che vengo a trovare i ragazzi del collegio. - Va bene commenta sorridendo Patricia. Chiusa la porta, mentre Dafne sta riassettando nota linquietudine del suo compagno. Gli va accanto abbracciandolo ed appoggiando la testa sul torace del giovane venticinquenne. Lo accarezza Il tuo sguardo offuscato da pensieri cupi a quanto pare. - Come fai a saperlo? - E uno dei miei poteri, leggere nellanima attraverso lo sguardo spiega la bella sacerdotessa. - Forse esagero ma - sospira temo per Andromeda, lo sento nellaria. - Intendi Hades? - S china il capo socchiudendo gli occhi se Hades dovesse tornare, sarebbe la fine, non sa se tra tutti avremo nuovamente la forza di trovarmelo di fronte nelle vesti del dio degli Inferi, sai che intendo. La mia anima sarebbe inconsolabile. Inoltre non so se questa volta riusciremmo a liberarlo, Atena molto stanca. Lei continua a sfiorargli dolcemente il viso quando, essendo di fronte luno con laltra, si scambiano baci caldissimi. Pegasus invece uscito per raggiungere Isabel. -------------------------------------*------------------------------------ tarda mattinata quando Kaory ed Andromeda rincasano, trovano il fratello e la sorella di lei abbracciati e sdraiati sul divano, entrambi ancora in pigiama. Senza far rumore portano le valigie nelle rispettive stanze; successivamente lasciano un messaggio scritto sul tavolo ed escono a fare una passeggiata godendosi il tepore di quel bel sole primaverile. Il caldo sole riscalda i volti sorridenti dei piccioncini.
36

I due stanno camminando non lontano da un bosco. Andromeda avverte la stessa sensazione e voce indecifrabile che aveva sentito alla baita, come se fosse in trance, stringendo sempre pi forte la mano della ragazza che comincia a ribellarsi, spariscono insieme come se lalone scuro apparso di fronte a loro li ingoia. Improvvisamente a casa Phoenix e la bella Dafne si svegliano di scatto urlando allunisono. Nooooo!!!!!!!!!!!!!! Successivamente, dopo si vestono recandosi subito fuori alla ricerca di Andromeda e Kaory. Intanto il cavaliere della Fenice avverte Pegasus che lo raggiunge in breve tempo. -------------------------------------*------------------------------------Un odore di zolfo si avverte nelloscura caverna dove la dolce sacerdotessa della volpe si risveglia. Chiama pi volte il nome del fidanzato senza ottenere alcuna risposta fino a quando una voce familiare invoca il suo nome Kaory? Sei tu? La flebile voce pare provenire da una cella non lontana dalla sua.

37

Potrebbero piacerti anche