Sei sulla pagina 1di 80

Universit degli Studi Roma Tre

Area di Lettere e Filosofia


Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo

GUIDA DELLO STUDENTE

Corso di Laurea Triennale in Filosofia Corso di Laurea Magistrale in Scienze filosofiche

ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Copyright: Universit degli Studi ROMA TRE Luglio 2013 Realizzazione grafica e stampa: Tipografia Rotostampa Group S.r.L. Via Tiberio Imperatore, 23 00145 Roma Tel. 06/5411332 Fax 06/5411307 Impaginazione e grafica: Marco Lodi Tutti i diritti sono riservati Copertina:
Giorgio De Chirico Le trouble du philosophe, 1925-1926

Finito di stampare: Luglio 2013 Realizzazione: Segreteria C.d.L. in Filosofia: Dott.ssa Filomena Mancuso

GUIDA DELLO STUDENTE

Corso di Laurea Triennale in Filosofia

ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Corso di Studi in Filosofia


Responsabile Didattico: Prof.ssa Maria Teresa Pansera Tel. 06/57338523 e-mail: mariateresa.pansera@uniroma3.it

Segreteria Didattica
Segreteria: Dott.ssa Filomena Mancuso, tel. 06/57338366 - 06/57338583 Fax: 06/57338336; E-mail: didattica_filosofia@os.uniroma3.it Orario di apertura: marted, mercoled e gioved ore 10:00-13:00 Sede: Via Ostiense 234, I piano, 00146 Roma Sito internet: http:/host.uniroma3.it/cds/filosofia

Laurea Triennale in Filosofia


(Classe L-5 delle lauree in Filosofia)

Il Corso di Studio in Filosofia, istituito presso lUniversit degli Studi di Roma Tre, nella Facolt di Lettere e Filosofia (dal 1 ottobre 2013 presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo) appartiene alla Classe delle Lauree in Filosofia, Classe L-5, ai sensi del D.M. n. 270/2004. Il C.d.S. in Filosofia prevede il conseguimento di 180 Crediti Formativi Universitari (CFU) distribuiti in tre anni accademici. a) Suddivisione delle ore di attivit corrispondenti a un CFU: Un credito formativo universitario corrisponde a 25 ore di attivit da parte dello studente. Le ore sono cos ripartite: per le attivit formative di base, caratterizzanti, affini ed integrative, 6 ore di lezione e attivit didattica frontale e 19 ore di studio individuale per le altre attivit formative, almeno 13 ore di studio individuale

b) Numero degli esami Nel computo del numero delle prove, ai fini del rispetto del numero massimo di prove stabilito dalle normative ministeriali, vengono considerate tutte le prove relative ad attivit formative di base, caratterizzanti, affini, integrative e a libera scelta dello studente. Ciascuna attivit di base, caratterizzante, affine o integrativa si conclude con un esame con voto in trentesimi. Lo studente dovr superare un numero massimo di 20 esami di profitto. c) Calendario delle attivit didattiche Il calendario delle attivit didattiche fissato per ciascun anno accademico dalla Scuola di Lettere Filosofia e Lingue, insieme con la programmazione didattica.

2 Il calendario delle attivit didattiche frontali deve garantire la possibilit di frequenza a tutte le attivit formative previste in ciascun anno di corso. Per ogni percorso di insegnamento sono previsti esami in ciascuna delle sessioni. Il calendario degli esami di profitto assicura che le date di esame degli insegnamenti dello stesso anno di corso non si sovrappongano. d) Comunicazione delle informazioni Il sito web del corso di laurea http:/host.uniroma3.it/cds/filosofia Allinizio di ogni anno accademico sono rese disponibili, anche mediante la pubblicazione di guide e sul sito web, tutte le informazioni utili agli studenti, relative in particolare a: orari e calendari, orari di ricevimento dei docenti, attivit di orientamento e tutorato, servizi di segreteria didattica, raggiungibilit della sede, immatricolazioni ed iscrizioni, passaggi, trasferimenti, abbreviazioni di corso, piani di studio, rappresentanti degli studenti.

Obiettivi formativi
Il Corso di Studio in Filosofia intende soddisfare esigenze culturali distinte ma complementari: da un lato, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale autonomo degli studi filosofici, ampiamente articolato e radicato in una tradizione di alto valore scientifico; dallaltro, valorizzare lattitudine critica e la vocazione interdisciplinare della filosofia favorendo al meglio sinergie con altri saperi sia teorici che tecnico-scientifici, in conformit con i recenti sviluppi della ricerca internazionale. Gli studenti dovranno - nel corso del triennio - acquisire una solida conoscenza del sapere filosofico e scientifico dallantichit ai nostri giorni e unampia informazione sul dibattito attuale in diversi ambiti della ricerca filosofica (teoretico, etico, politico, religioso, estetico, logico, scientifico, linguistico). Dovranno inoltre avere padronanza della terminologia, dei metodi di impostazione e di analisi dei problemi, delle modalit argomentative, della critica testuale e di un adeguato uso degli strumenti bibliografici, nonch acquisire competenze nelle problematiche delletica applicata (bioetica, etica degli affari, etica del lavoro, etica e politica, etica ed economia, etica e comunicazione) oltre che delle problematiche connesse con le scienze sociali e con quelle naturali. Gli studenti dovranno essere infine in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dellUnione Europea e possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e gestione dellinformazione. A tal fine saranno organizzati specifici corsi di lingua ed informatica.

Criteri di ammissione al primo anno


Per essere ammessi al C.d.S. in Filosofia occorre essere in possesso di un diploma di Scuola Secondaria Superiore, o di un altro titolo di studio conseguito allestero, riconosciuto dal C.d.S. in conformit con la normativa vigente. Per lammissione al corso di Laurea in Filosofia sono richieste le conoscenze che sono comuni ai percorsi formativi della scuola secondaria. In particolare si richiedono conoscenze in ambito filosofico, storico, letterario e artistico, nonch una verifica nellambito delle conoscenze scientifiche di base. Si richiede inoltre la conoscenza di almeno una delle lingue dellUnione Europea.

Utenza sostenibile
Lutenza sostenibile, intesa come il numero di studenti iscritti al primo anno, fissato nel numero di 150.

Percorso formativo
Gli studenti del Corso di Studio in Filosofia dovranno acquisire una conoscenza solida ed essenziale, ma al tempo stesso aggiornata ed aperta, dei diversi stili di pensiero che hanno caratterizzato la filosofia dallantichit al mondo contemporaneo e unampia informazione sulle pi importanti problematiche che evidenziano il dibattito attuale nei diversi ambiti della ricerca filosofica: teoretico, etico, politico, estetico, logico, epistemologico e linguistico attraverso lapprendimento delle tecniche di lettura, commento e critica dei testi classici. Gli studenti dovranno altres acquisire sia una capacit di impostazione teoretica dei problemi e di delineazione ed applicazione dei concetti fondamentali della tradizione filosofica in rapporto ai nodi cruciali della societ contemporanea: dallambito delletica e della politica agli ambiti della r eligione, della scienze, delle arti etc. Dovranno inoltre conoscere e favorire la vocazione interdisciplinare della filosofia, aprendosi alle sinergie con altri saperi, sia teorici sia tecnico-scientifici, in conformit con i recenti sviluppi della ricerca internazionale. Per lorganizzazione dellofferta didattica relativa allaccertamento delle competenze linguistiche il Corso di Studio si avvale del Centro Linguistico di Ateneo sito in via Ostiense 131/L, scala C, 7 piano. Il Corso di Laurea pu attribuire crediti relativi alla conoscenza delle lingue dellUnione europea anche sulla base di certificazioni rilasciate da strutture interne o esterne allAteneo, nel caso in cui queste siano state dichiarate dallAteneo stesso idonee al rilascio di tali certificazioni. Per lorganizzazione dellofferta didattica relativa allaccertamento delle competenze informatiche il Corso di Laurea si avvale dei corsi organizzati dallAteneo. Il Corso di Laurea pu attribuire crediti relativi alla conoscenza dellinformatica anche sulla base di certificazioni rilasciate da strutture interne o esterne allAteneo, nel caso in cui queste siano state dichiarate dallAteneo stesso idonee al rilascio di tali certificazioni. I laureati del Corso di Laurea in Filosofia avranno la possibilit di accedere a una Laurea Magistrale, secondo le disposizioni dei regolamenti ministeriali vigenti, o a un Master di primo livello secondo le normative dellAteneo che lo organizza. Le attivit obbligatorie del C.d.L. sono organizzate alla preparazione per laccesso a Lauree Magistrali nelle seguenti classi: LM-10 Conservazione dei beni architettonici e ambientali; LM-11 Conservazione e restauro dei beni culturali; LM-14 Filologia moderna; LM-19 Informazione e sistemi editoriali; LM-43 Metodologie informatiche per le discipline umanistiche; LM-52 Relazioni internazionali; LM-55 Scienze cognitive; LM-64 Scienze delle Religioni; LM-78 Scienze Filosofiche.

4 Le attivit di libera scelta possono permettere allo studente di migliorare la sua preparazione a queste Lauree, o di prepararsi per laccesso a Lauree Magistrali di altre classi.

Riconoscimento di crediti formativi


E possibile riconoscere le abilit professionali certificate individualmente ai sensi della normativa vigente in materia.

Frequenza
La frequenza obbligatoria per i laboratori, tirocini e stages.

Modalit di svolgimento degli esami e altre verifiche di profitto


Gli studenti vengono valutati per ogni insegnamento con un voto in trentesimi. Il voto si ottiene superando prove orali e/o scritte, o con altri eventuali forme di valutazione indicate dal docente. Le attivit Altre forniscono idoneit che possono essere acquisite secondo criteri stabiliti di volta in volta: frequenza, relazione finale, messa in opera di un progetto personale o collettivo, etc.

Passaggi e trasferimenti
Relativamente al trasferimento degli studenti da un C.d.S. ad un altro, ovvero da unUniversit ad un'altra, il Corso di Studio in Filosofia assicura il riconoscimento del maggior numero possibile dei crediti gi maturati dallo studente. La Commissione Didattica del C.d.L. decider caso per caso.

Piano di studio
I piani di studio vanno presentati on-line per lintero ciclo triennale a partire dal primo ottobre e fino al 31 dicembre dellanno di immatricolazione. Le modifiche ai piani di studio degli anni successivi vengono esaminate dalla Commissione Didattica del C.d.S. e approvati dal Consiglio di Dipartimento. E facolt dello studente proporre un piano di studi individuale, che deve comunque rispettare gli obiettivi formativi e la distribuzione dei crediti formativi previsti dalla Classe L-5 - Classe delle Lauree in Filosofia. Per la compilazione del P.d.S. lo studente deve rispettare il numero minimo di CFU stabilito nelle tabelle del Nuovo Ordinamento: Ambito disciplinare
Base Caratterizzanti Affini ed integrative A scelta Altre attivit formative Lingua straniera Prova finale Totale

CFU
48 66 18 24 12 6 6 180

Prova finale
La Laurea in Filosofia si consegue previo superamento di una prova finale, che consiste nella presentazione e nella discussione di un elaborato scritto su un argomento scelto nellambito di uno dei settori scientifico-disciplinari presenti nellordinamento del C.d.L. per il quale sono previsti insegnamenti nel Regolamento del C.d.L. e nel quale lo studente ha conseguito crediti. Per la determinazione dellargomento dellelaborato per la prova finale, lo studente deve aver conseguito almeno 120 CFU. Per essere ammesso alla discussione dellelaborato per la prova finale, che porta allacquisizione di 6 crediti, lo studente deve aver conseguito 174 crediti, comprensivi dei crediti previsti per la conoscenza della lingua straniera. La prova finale consiste nella discussione di una tesina scritta, precedentemente elaborata sotto la guida di un docente (Relatore) designato dal C.d.L. su proposta dello studente, alla presenza del correlatore e della Commissione di Laurea. Questultima, presa visione della media dei 174 CFU conseguiti, dellelaborato finale e dellandamento della discussione, attribuisce il punteggio finale che unito alla media conseguita former il voto di laurea.

Sbocchi occupazionali
Il Corso di Laurea in Filosofia permette di avviarsi verso i seguenti sbocchi professionali: 1) Editoria 2) Management culturale 3) Pubbliche relazioni, marketing, pubblicit 4) Organizzazione di eventi culturali 5) Pubblico impiego 6) Insegnamento

Studenti che intendono iscriversi per conseguire un ulteriore titolo


Gli studenti gi laureati in altro Corso di Laurea potranno ottenere unabbreviazione di corso per conseguire, come ulteriore titolo, la Laurea in Filosofia. Il riconoscimento degli esami sostenuti e dei relativi crediti pu riferirsi a un solo titolo di laurea. Il numero degli esami da sostenere e dei crediti da acquisire varia secondo il grado di coerenza degli esami sostenuti per conseguire la prima Laurea con il piano di studi proposto per la seconda Laurea. Si assicura, comunque, il riconoscimento del maggior numero possibile di crediti gi maturati dallo studente; una Commissione alluopo istituita decider caso per caso. Nel curriculum finale dello studente che consegue come seconda Laurea quella in Filosofia, verranno indicati anche gli esami e i crediti convalidati dal primo corso di studi. Lammissione al Corso di Laurea in Filosofia di studenti gi laureati presso Universit straniere e di diplomati presso Istituti universitari e parauniversitari verr valutata caso per caso dalla Commissione Didattica, che stabilir anche a quale anno di corso ammettere lo studente.

Studenti in possesso di Baccalaureato in Filosofia


Gli studenti in possesso di Baccalaureato in Filosofia possono ottenere liscrizione, con abbreviazione di corso, alla Laurea triennale. La Commissione Didattica deliberer, caso per caso, lanno discrizione e leventuale convalida di Crediti Formativi Universitari del percorso precedentemente svolto. Il riconoscimento degli esami sostenuti e dei relativi crediti pu riferirsi ad un solo titolo di laurea. Il numero degli esami da sostenere e dei crediti da acquisire varia secondo il grado di coerenza degli esami sostenuti per conseguire la prima laurea con il piano di studi proposto per la seconda laurea. Nel curriculum finale dello studente che consegue come seconda laurea quella in Filosofia verranno indicati anche gli esami e i crediti convalidati del primo corso di studi. Le riduzioni di corso di cui sopra non si applicano a studenti in possesso di altri tipi di Baccalaureato.

Studenti in possesso di Licenza in Filosofia


Gli studenti in possesso di Licenza in Filosofia possono ottenere liscrizione, con abbrev iazione di corso. La Commissione Didattica deliberer, caso per caso lanno di iscrizione e leventuale convalida in Crediti Formativi Universitari del percorso precedentemente svolto. Il riconoscimento degli esami sostenuti e dei relativi crediti pu riferirsi ad un solo titolo di laurea. Il numero degli esami da sostenere e dei crediti da acquisire varia secondo il grado di coerenza degli esami sostenuti per conseguire la prima laurea con il piano di studi proposto per la seconda laurea. Nel curriculum finale dello studente che consegue come seconda laurea quella in Filosofia, verranno indicati, anche gli esami e i crediti convalidati del primo corso di studi. Le riduzioni di corso di cui sopra non si applicano a studenti in possesso di altri tipi di Licenza.

Orientamento e Tutorato
Le principali forme organizzative dellattivit di orientamento sono:
-

la presentazione dei percorsi formativi del Corso di Laurea agli studenti delle scuole secondarie, mediante diffusione di materiale a stampa e incontri pubblici; una specifica attivit di accoglienza e orientamento rivolta agli studenti immatricolati; un servizio di accoglienza e di orientamento degli studenti nella scelta dei percorsi formativi.

Le attivit di tutorato e di assistenza allapprendimento sostenuta sia dallapporto didattico dei docenti che da organiche attivit di collaborazione a supporto della didattica affidate a studenti con assegno di tutorato. Il C.d.L. in Filosofia fornisce agli studenti un servizio di tutorato a cui sono tenuti tutti i docenti del C.d.L. Il servizio di tutorato ha lo scopo di: orientare e assistere gli studenti per tutto il percorso degli studi; fornire agli studenti consigli per la definizione del piano di studio; informare su tutte le attivit culturali e/o professionalizzanti promosse dal C.d.L.; fornire consulenza agli studenti che desiderino passare dal vecchio al nuovo ordinamento;

7 collaborare con gli organismi di sostegno al diritto allo studio; collaborare con le rappresentanze degli studenti per soddisfare le loro esigenze di formazione culturale e di partecipazione alla vita universitaria.

Studiare allestero I programmi Socrates ed Erasmus


Socrates il programma dellUnione Europea per la cooperazione transnazionale nel settore dellistruzione e sostiene la mobilit degli studenti, finalizzata alla realizzazione di esperienze di studio allestero (frequenza di corsi, esami, preparazione della tesi, attivit di laboratorio) in seguito riconosciute dallUniversit di origine. La durata del soggiorno presso luniversit partner viene stabilita dai docenti coordinatori disciplinari mediante un accordo bilaterale di cooperazione. Essa pu variare da un minimo di 3 ad un massimo di 12 mesi. Al soggiorno associato un sostegno economico (borsa) di pari durata, la cui entit stabilit annualmente dallAgenzia Nazionale Socrates. La presentazione della candidatura, per lassegnazione di un soggiorno di studio e di una borsa in una specifica sede universitaria, dovr essere preceduta da unaccurata preparazione, sostenuta da una corretta e il pi possibile aggiornata informazione sui contenuti didattici, in modo da rispettare la congruit col proprio piano di studi. Poich vi sono modalit differenziate per gli studenti del vecchio e del nuovo ordinamento, opportuno che gli studenti interessati si rivolgano al Coordinatore Disciplinare, Prof. Lorenzo Tortora de Falco, col quale gli studenti dovranno preventivamente prendere contatto per individuare il momento e la sede pi appropriati nel contesto di un coerente piano di studio (Learning Agreement). Il Learning Agreement/Progetto di Studio dovr essere compilato e sottoposto al visto del proprio Coordinatore Disciplinare Socrates e dovr essere approvato dal Presidente del Collegio Didattico prima della partenza. fondamentale acquisire, sotto la guida del Coordinatore Disciplinare, accurate informazioni sui corsi effettivamente impartiti nelle Universit di destinazione e sulla loro struttura didattica: durata semestrale o annuale, propedeuticit, contenuti, livello, e qualora la borsa sia di durata semestrale, il semestre nel quale linsegnamento attivato, modalit dellaccertamento del profitto, certificazione, lingua o lingue di insegnamento. opportuno e vivamente consigliato che gli studenti curino per tempo la preparazione linguistica usufruendo anche dei corsi impartiti presso il Centro Linguistico dAteneo, poich una buona e certificata conoscenza della lingua del paese ospitante un prerequisito per la partecipazione al programma. Le selezioni dei candidati saranno effettuate, secondo modalit annualmente rese pubbliche attraverso un bando, da Commissioni di Dipartimento o di Corso di Laurea e terranno conto dei seguenti elementi: - numero degli esami sostenuti in rapporto allanno di corso - media dei voti riportati - anno di corso - progetto di studio presso lUniversit di destinazione

8 La programmazione del periodo da destinare al soggiorno allestero non potr prescindere dal calendario accademico dellUniversit partner, ed in particolare dalla data di inizio dei corsi o delle attivit che lo studente intende seguire. Il calendario in vigore preso le Universit straniere, infatti, pu essere molto diverso da quello di Roma Tre; in alcune Universit dellEuropa del Nord, ad esempio, i corsi iniziano i primi di agosto. Alcune universit impongono particolari procedure di iscrizione ai singoli corsi (livello dello studente e/o approvazione formale delliscrizione da parte del docente, numero limitato di studenti ammessi ai corsi, possesso di particolari certificazioni di competenza linguistica): necessario informarsi con molto anticipo per assicurarsi di poter effettivamente svolgere il proprio progetto di studio. Informazioni aggiornate (in particolare il Bando di concorso) sono reperibili sulla pagina Web dellUfficio Relazioni Internazionali: http://europa.uniroma3.it al quale si pu accedere dai laboratori informatici del Dipartimento o dal Centro Accoglienza e Servizi (v. Indirizzi utili). Al fine di elaborare un programma di studio coerente con il proprio piano di studi gli studenti sono invitati a consultare i siti internet delle Universit partner dove intendono recarsi. Ulteriori informazioni possono essere richieste anche allAssociazione Erasmus studenti e : www.erasmus3.it, formata da studenti che hanno gi usufruito di una borsa Erasmus.

Commissione Didattica
La commissione formata dai seguenti Proff.: Riccardo Chiaradonna (riccardo.chiaradonna@uniroma3.it) Chiara Di Marco (chiara.dimarco@uniroma3.it) Mariannina Failla (mariannina.failla@uniroma3.it) Francesca Iannelli (francesca.iannelli@uniroma3.it) Gli orari di ricevimento della Commissione verranno comunicati, con avvisi nelle apposite bacheche, in corso danno.

Dipartimento di Filosofia, comunicazione e spettacolo


Il Dipartimento promuove e coordina le attivit di ricerca e di didattica, gode di autonomia finanziaria e contabile. La maggior parte dei docenti che svolgono la loro attivit didattica presso il Corso di Laurea in Filosofia, afferiscono al Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo; al Dipartimento afferiscono dottorandi di ricerca, assegnisti di ricerca e giovani ricercatori. Il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo promuove annualmente ricerche, anche in collaborazione con il MIUR ed il CNR, che interessano in particolare le seguenti aree dindagine filosofica: 1. Filosofia teoretica 2. Filosofia del linguaggio 3. Logica 4. Filosofia della scienza 5. Filosofia morale 6. Estetica 7. Storia della filosofia 8. Filosofia politica e sociale

9 Nellambito del programma Socrates, lUnione Europea ha finanziato un progetto su Equity and Difference across and within European countries, collegato alle ricerche che si svolgono nel Dipartimento (entro una rete internazionale coordinata dal Dipartimento stesso) nel campo dei gender and womens studies. Il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo collabora con il Corso di studi alla formazione dei laureati in Filosofia che intendano svolgere attivit di ricerca scientifica, avviarsi alla carriera direttiva nella pubblica amministrazione, impegnarsi nei settori delleditoria e dei mass media o in Istituzioni culturali italiane e straniere. Nel Dipartimento sono attivi Corsi di Dottorato di Ricerca in Filosofia e Teoria delle scienze Umane, Corsi di Perfezionamento e Master (anche in collaborazione con altri corsi di laurea). Il Dipartimento organizza ogni anno importanti e significative attivit culturali quali convegni, seminari e conferenze che hanno visto la presenza a Roma dei pi quotati filosofi contemporanei: come ad esempio Habermas, Apel, Ricoeur, Davidson, von Wright, Nozick, Balibar, Honneth, Rorty, Nancy, etc. In tal modo, il Corso di Studio e il Dipartimento si sono sempre pi qualificati, nel corso del tempo, oltre che come punto di raccordo e di cooperazione con le principali universit straniere, come un vero e proprio centro di eccellenza della ricerca e del dibattito internazionale.

10

Articolazione didattica

Curriculum

Il curriculum unico ed suddiviso in tre anni. Lo studente pu scegliere, allinterno dellarea di riferimento, gli esami da sostenere. Le tabelle riportate di seguito indicano i crediti da acquisire nel primo, nel secondo e nel terzo anno. Il piano di studi del I anno sar on-line.

Attivit formative I anno


Attivit formative
Di base

CFU
36

Ambiti disciplinari
Storia della filosofia e istituzioni di filosofia

Settore
M-FIL/01 M-FIL/03 M-FIL/06 SPS/01

Disciplina
Filosofia teoretica Storia delletica Storia della filosofia Filosofia politica Logica e filosofia della scienza: -Logica e comunicazione -Teoremi sulla logica 1 Logica e filosofia della scienza: -Filosofia della scienza - Scienza e metafisica

CFU
12 6 12 6 6 6 12

Caratterizzanti

12

Discipline filosofiche

M-FIL/02 M-FIL/02

Altre attivit formative

12

Abilit informatiche Abilit linguistiche Stage Tirocini Laboratori Altro

Totale

60

60

11

Attivit formative II anno


Attivit formative
Caratterizzanti

CFU
48

Ambiti disciplinari
Discipline filosofiche

Settore
M-FIL/03 M-FIL/04 M-FIL/06

Disciplina
Filosofia pratica Estetica A scelta tra: Storia della filosofia del Rinascimento Storia della filosofia dellIlluminismo A scelta tra: Storia della filosofia antica Storia della filosofia medievale Discipline demoetnoantropologiche Geografia umana I Storia delle religioni Sociologia della comunicazione e dei media A scelta tra:

CFU
12 12 6

M-FIL/07 M-FIL/08 Discipline scientifiche demoetnoantropologiche, pedagogiche, psicologiche, economiche M-DEA/01 M-GGR/01 M-STO/06 SPS/08

12 6

Affini e integrative

6 L-FIL-LETT/14 INF/01 FIS/02 MAT/05 L-FIL-LETT/11 L-LIN/01 M-PED/01 M-PSI/01 L-ANT/02 L-ANT/03 M-STO/01 M-STO/05 SPS/01 SECS-P/12 M-FIL/01 M-FIL/03 M-FIL/04

Letteratura e arti visive Architettura dellinformatica e della comunicazione Istituzioni di fisica per filosofi Istituzioni di matematica per filosofi Movimenti e scrittori nella letteratura italiana del Novecento Linguistica generale 1 Filosofia delleducazione Psicologia generale Storia greca Storia romana Storia medievale Storia delle scienze e delle tecniche Filosofia, societ, comunicazione Storia economica Filosofia della conoscenza Ermeneutica filosofica Etica sociale Antropologia filosofica Estetica A scelta dello studente 6 60

A scelta dello studente Totale

6 60

A scelta dello studente

12

Attivit formative III anno


Attivit formative
Di base

CFU
12

Ambiti disciplinari
Discipline letterarie, linguistiche e storiche Discipline filosofiche

Settore
M-STO/02 M-STO/04 M-FIL/05

Disciplina
A scelta: Storia moderna Storia contemporanea Filosofia e teoria dei linguaggi
A scelta (6+6) tra:

CF U
12

Caratterizzanti Affini e integrative

6 12

6 12

L-FIL-LETT/14 INF/01 FIS/02 MAT/05 L-FIL-LETT/11 L-LIN/01 M-PED/01 M-PSI/01 L-ANT/02 L-ANT/03 M-STO/01 M-STO/05 SPS/01 SECS-P/12 M-FIL/01 M-FIL/03 M-FIL/04

A scelta dello studente Altre attivit formative Prova finale TOT.

18 6 6 60

A scelta dello studente Altre attivit formative Prova finale

Letteratura e arti visive Architettura dellinformatica e della comunicazione Istituzioni di fisica per filosofi Istituzioni di matematica per filosofi Movimenti e scrittori nella letteratura italiana del Novecento Linguistica generale 1 Filosofia delleducazione Psicologia generale Storia greca Storia romana Storia medievale Storia delle scienze e delle tecniche Filosofia, societ, comunicazione Storia economica Filosofia della conoscenza Ermeneutica filosofica Etica sociale Antropologia filosofica Estetica A scelta dello studente
Lingua straniera

18 6 6 60

Prova finale

13

Programmi dei corsi Laurea Triennale in Filosofia


I seguenti programmi hanno una validit di n 3 (tre) anni accademici. Il calendario delle lezioni verr affisso nella bacheca del Corso di Laurea prima dellinizio del semestre. Primo semestre: ottobre 2013 - gennaio 2014 Secondo semestre: febbraio 2014 - maggio 2014

Settore M-FIL/01 (Filosofia teoretica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA Di base PROF. GIACOMO MARRAMAO 12 (6 modulo A + 6 modulo B) 72 (36+36) Sulla crisi della rappresentazione: immagine e concetto La nostra contemporaneit appare immersa in una situazione paradossale, rilevata dalla filosofia come da altri ambiti del sapere (scientifico, socioculturale ed estetico-performativo). Quanto pi il mondo globale affollato di immagini (dalle immagini artistiche a quelle dello schermo del computer, della televisione, del cinema), tanto pi esso sembra sfuggire a qualunque tentativo di mapparlo e cartografarlo. La crisi della rappresentazione non tuttavia un tema nuovo, anche se oggi si ripropone con sembianze e fenomenologie per molti aspetti inedite. Scopo del corso appunto quello di ripercorrerne la genealogia, tentando di elaborare concetti pi adeguati ad afferrare la struttura logica e la dinamica del mutamento del nostro presente.

Contenuto del corso

Articolazione didattica Docente Modulo A Programma Modulo A Prof. Giacomo Marramao Immagine e concetto: 1) figure classiche; 2) figure moderne; 3) figure contemporanee. G. Marramao, Minima temporalia. Tempo, spazio, esperienza. Sossella G. Marramao, Passaggio a Occidente, Bollati Boringhieri. G. Deleuze, Differenza e ripetizione, Cortina (o, in alternativa, G. Deleuze, Limmaginemovimento, Ubulibri) II Esame orale

Testi Modulo A Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso

Marzo 2014

14
Docente Modulo B Prof. Giacomo Marramao Dal linguistic turn allo spatial turn Programma Modulo B 1) Spazio e Luogo; 2) Mappa e Mondo; 3) Topos e Tempo. G. Marramao, Minima temporalia. Tempo, spazio, esperienza. Sossella G. Marramao, Passaggio a Occidente, Bollati Boringhieri. F. Farinelli, La crisi della ragione cartografica, Einaudi II Esame orale

Testi Modulo B Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Marzo 2014

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma del corso Articolazione didattica

Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/01 FILOSOFIA DELLA CONOSCENZA Affini e integrative PROF. ROSA M. CALCATERRA 6 36 Fatti e valori: prospettive odierne. Il corso intende illustrare alcune linee del dibattito odierno sul rapporto tra conoscenza ed etica, tra costruzione dei saperi e giustificazione dei criteri valoriali, con particolare riguardo alla cosiddetta svolta pragmatica della filosofia del Novecento. . Modulo unico J.Habermas, Verit e giustificazione, Laterza, Roma-Bari, 2001 (parti scelte) G.Marchetti ( a cura di), La contingenza dei fatti e loggettivit dei lavori, Mimesis, MilanoUdine 2013 R.M. Calcaterra, Idee concrete. Percorsi nella filosofia di John Dewey, Marietti, Genova 2011 II Prova orale

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

15

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma del corso Articolazione didattica PROF. EMANUELA FORNARI 6 36 Linizio del pensiero. Il problema del cominciamento Il corso si propone di mettere a fuoco, attraverso la lettura e il commento di alcuni passi salienti di grandi classici della filosofia antica e moderna, uno dei problemi cruciali del pensiero filosofico occidentale: la questione del cominciamento, ossia dellinizio del pensare. Corso unico Aristotele, Metafisica, passi scelti. R. Descartes, Meditazioni metafisiche, passi scelti. I.Kant, Critica della ragion pura, introduzione e passi scelti. F.W.Hegel, Scienza della logica, passi scelti. F.W.Hegel, Fenomenologia dello spirito, passi scelti. Altre indicazioni, relative alla bibliografia critica, saranno fornite dalla docente durante il corso. Semestre Valutazione esame Giorni, ore e aula Data inizio corso Verbalizzazione esame A partire dalla sessione estiva. II Prova orale Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/01 ERMENEUTICA FILOSOFICA

Testi

Settore M-FIL/02 (Logica e Filosofia della scienza)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/02 FILOSOFIA DELLA SCIENZA Caratterizzante PROF. MATTEO MORGANTI 6 36

16
Titolo del corso Articolazione didattica Filosofia della scienza Modulo unico Il corso si propone di offrire unintroduzione a temi e problemi centrali nella filosofia della scienza, quali la spiegazione scientifica, la natura del ragionamento e delle ipotesi nelle scienze e il contenuto conoscitivo delle teorie. Oltre a presentare le tematiche generali, si far riferimento diretto a testi e autori, in particolare a due importanti filosofi della scienza del XX secolo: C. G. Hempel e K. R. Popper. S. Okasha, Il mio primo libro di filosofia della scienza, Einaudi, Torino, 2006 K. R. Popper, Scienza e filosofia, Einaudi C. G. Hempel, capitoli 2, 3, 5 e 6 di Filosofia delle scienze naturali (disponibili in fotocopia) I Orale

Programma

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ora e aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Ottobre 2013 A partire dalla sessione invernale

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma

Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/02 SCIENZA E METAFISICA Opzionale fra i caratterizzanti del primo anno, a scelta dello studente negli anni successivi PROF. MATTEO MORGANTI 6 36 Scienza e metafisica * Per questanno accademico, il contenuto del corso mutuato dal corso in Filosofia delle Scienze Naturali (laurea magistrale) Modulo A * La natura del ragionamento basato sullesperienza e il problema dellinduzione. La discussione del ragionamento induttivo in Popper e la concezione popperiana della scienza B. Russell, I problemi della filosofia, capitolo Linduzione ( disponibile in fotocopia) D.Hume, Trattato sulla natura umana, Laterza, Libro I, Parti I e III. N.Goodman, Fatti, ipotesi e previsioni, Laterza, Capitoli 3 e 4 (disponibili in fotocopia) K.R. Popper, Conoscenza congetturale: la mia soluzione del problema dellinduzione, in K. R. Popper, Conoscenza oggettiva.Un punto di vista evoluzionistico, Armando, pp. 19-56 (disponibili in fotocopia) K. R. Popper, Logica della scoperta scientifica, Einaudi, capitoli 1-5 II Orale Da definire Marzo 2014 A partire dalla sessione estiva

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ora e aula Data inizio corso Verbalizzazione

17

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/02 LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA Obbligatorio per gli studenti del primo anno. Mutuato dalla prima unit didattica del corso Logica e comunicazione del C.D. in Scienze della Comunicazione PROFF. VITO MICHELE ABRUSCI e LORENZO TORTORA DE FALCO 6 36 Logica e comunicazione (prima unit didattica) Unintroduzione generale ai molteplici temi della logica, fra i quali emerge quello della comunicazione, orientata anche a fornire le basi per una moderna formazione informatica. Prima unit didattica: I temi della logica, Logica classica (proposizioni, dimostrazioni, principali connettivi proposizionali, panoramica sui temi della seconda unit didattica). V. Michele Abrusci, Logica. Lezioni di primo livello (volume disponibile allinizio del corso). I Esame scritto

Programma

Testi Semestre Valutazione esame

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Testi Semestre Valutazione esame Data inizio corso Note Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/02 LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA Caratterizzante (anno 2 o 3). Mutuato dalla prima unit didattica del corso Teoremi sulla logica del C.d.L. in Scienze della Comunicazione PROF. VITO MICHELE ABRUSCI 6 36 Teoremi sulla Logica 1 Il corso unico Dimostrabilit e soddisfacibilit, trasformazione delle dimostrazioni. Teorema di compattezza della logica del primo ordine. Teorema di completezza della logica del primo ordine. Teorema di eliminazione del taglio per la logica del primo ordine. Dispense fornite dal docente I Esami scritti o/e orali Da definire Per i suoi contenuti e per i suoi obiettivi, l'insegnamento pu ritenersi appartenente anche al settore MAT/01

18

Settore M-FIL/03 (Filosofia morale)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Laurea Triennale in Filosofia M FIL/03 ANTROPOLOGIA FILOSOFICA Affine e integrative PROF.SSA MARIA TERESA PANSERA 6 36 Il modello antropologico di Max Scheler Modulo unico Il modulo si propone di analizzare la concezione delluomo in Scheler con particolare riferimento alla vita emozionale M. Scheler, La posizione delluomo nel cosmo, Armando, Roma 2006 M. Scheler, Pudore e sentimento del pudore, a cura di M. T. Pansera, Mimesis, Milano 2012 M.T. Pansera, Antropologia filosofica. La peculiarit dellumano in Scheler, Gehlen e Plessner , Bruno Mondadori, Milano 2001 I Prova orale Da definire

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ora e aula

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma

Laurea Triennale in Filosofia M FIL/03 ETICA SOCIALE Affine e integrative PROF.SSA CHIARA DI MARCO 6 36 Passione per la verit e amicizia, Hannah Arendt e la politica Unico modulo
E possibile vivere umanamente e agire politicamente in un mondo da cui luomo stato espulso o si ritirato? E la domanda che percorre lintera riflessione di H. Arendt sulla condizione delluomo contemporaneo interrogazione sulleredit umanistica dellEuropa - che incapace di passione e di dialogo sembra sostanzialmente condannato alla solitudine.

Testi

H. Arendt, La condizione umana, Bompiani, Milano 2000; H. Arendt, Lumanit nei tempi bui, Raffaello Cortina, Milano 2006.

19
Semestre Valutazione esame Giorni, ora e aula Verbalizzazione esame II Esame orale Da definire

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Docente Modulo A Programma Modulo A Testi Modulo A Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Docente Modulo B Programma Modulo B Testi Modulo B Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso
Verbalizzazione esame

Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/03 FILOSOFIA PRATICA Caratterizzante del secondo anno PROF.SSA CLAUDIA DOVOLICH 12 (6 modulo A + 6 modulo B) 72 (36+36) Lamicizia tra virt etica e provocazione politica Il corso intende confrontarsi con lamicizia, mettendo a confronto la concezione aristotelica esposta nei due libri dellEtica Nicomachea, con alcuni interrogativi sollevati da D errida in Politiche dellamicizia, con lintenzione di spostare dalla somiglianza alla differenza lasse della riflessione etico politica che interroga il nostro presente e che, a partire dallamicizia, cerca di delineare una democrazia ancora e sempre a-venire. Due moduli Prof.ssa Claudia Dovolich Amicizia come virt Aristotele, Etica Nicomachea, Laterza Roma-Bari I Esame orale

Ottobre 2013 Prof.ssa Claudia Dovolich Amicizia come pro-vocazione politica J. Derrida, Politiche dellamicizia, Raffaello Cortina, Milano I Esame orale

Novembre 2013
Verbalizzazione unica dei 12 crediti (programma modulo A + programma modulo B) per gli studenti di filosofia.

20
C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Aristotele, LEtica Nicomachea I. Kant, La fondazione della metafisica dei costumi F. Nietzche, Genealogia della morale M.T. Pansera (a cura di), Etica e filosofia pratica, Mimesis 2010 orale I Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/03 STORIA DELLETICA Di base per il primo anno PROF.SSA PATRIZIA CIPOLLETTA 6 36 Tre tappe della Storia delletica Il corso si propone di mettere in evidenza il pensiero di tre autori che sono basilari per comprendere il percorso della filosofia occidentale riguardo ai problemi etici.

Testi modulo

Valutazione esame Semestre Giorni ora e aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Fine ottobre 2013

Settore M-FIL/04 (Estetica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/04 ESTETICA Caratterizzante PROF. PAOLO DANGELO 6 36 Alessandro Manzoni: la storia contro la poesia Il corso introdurr alla lettura degli scritti di poetica ed estetica di Manzoni Modulo unico

21
A. Manzoni, Scritti di Teoria letteraria, Garzanti, Milano P. DAngelo, Le Nevrosi di Manzoni. Quando la storia uccise la poesia, Il Mulino, Bologna. II Esame orale

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Docente Modulo A Programma Modulo A

Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/04 ESTETICA Caratterizzante PROF.SSA DANIELA ANGELUCCI 12 (6+6) 72 Il sistema delle arti dal Settecento al Novecento Il corso si occuper del tema del paragone tra le arti, commentando dapprima alcuni testi settecenteschi, contemporanei alla nascita dellestetica, poi affrontando la questione della trasformazione che la nascita del cinema nel Novecento ha apportato allintero sistema delle arti. Due moduli Prof.ssa Daniela Angelucci La nascita dellestetica e il paragone tra le arti. In questo primo modulo verr affrontata la questione della nascita settecentesca dellestetica (Baumgarten, Kant) Con particolare riferimento al tema del rapporto e del confronto tra le diverse arti ( Batteux, Lessing) Ch. Batteux, Le belle arti ricondotte ad un unico principio, Aesthetica, Palermo P. DAngelo, Estetica, Laterza, Roma-Bari 2011 Estetica, a cura di P. DAngelo, E. Franzini, G. Scaramuzza, Raffaello Cortina, Milano 2002 II Orale Da definire Marzo 2014 Prof.ssa Daniela Angelucci Il novecento e la trasformazione del sistema delle arti Nel corso del secondo modulo verr affrontato il tema della trasformazione del sistema delle arti, a partire dalla questione della riproducibilit tecnica emersa con la nascita della fotografia e del cinema (Benjamin, Bazin). W. Benjamin, Lopera darte nellepoca della sua riproducibilit tecnica, Einaudi, Torino A.Bazin, Che cos il cinema?, Garzanti, Milano (in partic. La sezione Il cinema e le altre arti) D. Angelucci, Filosofia del cinema, Carocci, Il mulino, Bologna 2009. II

Testi Modulo A Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Docente Modulo B Programma Modulo B

Testi Modulo B Semestre

22
Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione Orale Da definire Marzo 2014

Settore M-FIL/05 (Filosofia del linguaggio)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/05 FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO Caratterizzante PROF. PAOLO VIRNO 6 36 Facolt del linguaggio e lingue storico-naturali Modulo unico Saussure, Wittgenstein, Chomsky: tre prospettive a confronto F. De Saussure, Corso di linguistica generale, Laterza (da acquistare), limitatamente alle seguenti parti: Introduzione, capp. II-V; Parte prima. Principi generali, capp. I-III (del capitolo III soltanto i paragrafi 1 e 4); Parte seconda. Linguistica sincronica, capp. I-VI; Parte terza. Linguistica diacronica, capp. IV-V. L. Wittengstein, Ricerche filosofiche, Einaudi (da acquistare), limitatamente alle seguenti parti: Prefazione dellautore; 1 -32, 65-98, 198-207, 243-265. Agli studenti non frequentanti si consiglia di consultare il libro di D. Voltolini, Guida alla lettura delle ricerche filosofiche di Wittengstein, Laterza N. Chomsky, Linguaggio e problemi della conoscenza, Il Mulino (da acquistare), limitatamente alle seguenti parti: Capitoli I- II (fino a p. 45), Ve VI. Coloro che intendono sostenere un esame da soli 4 cfu, non devono studiare i paragrafi 243-265 delle ricerche filosofiche di Wittengstein e il capitolo VI di Chomsky. Coloro che intendono sostenere un esame da 8 cfu, devono concordare con il docente alcuni testi supplementari. Semestre Valutazione esame Giorni, ora e aula Data inizio corso Verbalizzazione II Esami orali Da definire Fine febbraio 2014 La verbalizzazione si effettua a partire dalla sessione estiva

Testi

23

Settore M-FIL/06 (Storia della filosofia)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA Base PROF. ROBERTO FINELLI 12 72 Essere Sostanza Soggetto Al di l del Soggetto Due moduli Il corso intende percorrere la storia della filosofia attraverso lanalisi di quattro categorie fondamentali, che vengono riconosciute sia quanto a significato nellambito della storia delle idee sia quanto a validit e legittimit teorica. Lo scopo quello di offrire agli studenti una panoramica complessiva della storia della filosofia, vista nei suoi mutamenti pi significativi e attraverso la riflessione di alcuni dei suoi autori pi significativi riguardo alle tematiche prese in considerazione. Il percorso muove dai presocratici e si conclude, dopo aver preso in visione i paradigmi pi determinanti della storia della filosofia moderna, con la concezi one dellEssere in Martin Heidegger. Guidi Calogero, Storia della logica antica, ETS, Pisa 2012. G.W.F. Hegel, Fenomenologia dello spirito, Prefazione. La Nuova Italia, Firenze. M. Heidegger, Essere e tempo, Longanesi, Milano, paragrafi 9-44. R. Finelli, Montanari, Papa, Le libert dei moderni, Liguori, Napoli, pp. 1-184. II Orale Da definire Marzo 2014 Orale

Contenuto del corso

Testi Modulo Semestre Valutazione esame Giorni ore e aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica

Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA DEL RINASCIMENTO Caratterizzante PROF.SSA MARIANNINA FAILLA 6 36 Male della natura e saggezza medica nel pensiero di Paracelso Il corso unico

24
Il corso si propone di illustrare i concetti di male e di sapienza nel grande innovatore delle pratiche e delle teorie mediche dellepoca rinascimentale. Essendo rivolto agli studenti della triennale si ritiene necessario unesercitazione su una raccolta antologica di autori rinascimentali che accompagner lintero corso. Paracelso, I sette libri dei supremi insegnamenti magici, Giunti Demetra, Firenze 2007 Parcelso, Contro i falsi medici: sette autodifese (a cura di Massimo Luigi Bianchi), Laterza, Roma- Bari 1995 Massimo Luigi Bianchi, Introduzione a Paracelso, Laterza Roma-Bari 1995 Testi Germana Ernst, Massimo Luigi Bianchi et al. (a cura di), La filosofia del rinascimento: figure e problemi, Carocci, Roma 2003 Oppure: Germana Ernst e Guido Giglioni (a cura di), I vincoli della natura: magia e stregoneria nel Rinascimento, Carocci, Roma 2012. II Esame orale

Programma

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

La verbalizzazione avr luogo a partire dalla sessione estiva

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA DELLILLUMINISMO Caratterizzante PROF.SSA SIMONA GASPARETTI LANDOLFI 6 36 Vuoi dunque insegnare la diffidenza verso la verit?. Nietzsche e la dialettica dellilluminismo. Modulo unico Prendendo in esame le opere del cosiddetto periodo illuministico, il corso si propone di riflettere sulla critica nietzscheana della cultura, della morale, della nozione di progresso, fino alla enunciazione della cosiddetta filosofia del mattino. F. Nietzsche, Umano troppo umano, 2 voll., Adelphi, Milano 1981 F. Nietzsche, Aurora, Adelphi, Milano 1978 F. Nietzsche, La gaia scienza, Adelphi, Milano 1977 II Esame orale con obbligo di elaborato scritto

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

A partire dalla sessione estiva

25

Settore M-FIL/07 (Storia della filosofia antica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Docente Modulo A Programma Modulo A Prof. Riccardo Chiaradonna La Repubblica di Platone: libri 1-3 Parte generale: M. Bonazzi (a cura di), Filosofia antica, Raffaello Cortina, Milano 2005 A cui deve essere aggiunto L. Perilli, D.P. Taormina (a cura di), La filosofia antica. Itinerario storico e testuale, UTET, Torino 2012, pp 35-50 e 80-168 (capitoli La filosofia antica e la tradizione dossografica e I presocratici) Parte monografica su Platone: Franco Trabattoni, Platone, Carocci, Roma 2009 Mauro Bonazzi, I sofisti, Carocci, Roma 2010 Platone, La Repubblica, Introduzione di M. Vegetti, trad. di F.Sartori, note di B. Centrone, Laterza, Roma Bari 1997 (pi volte ristampata), pp.3-225 (testo) e 709-742 (note) Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Docente Modulo B Programma Modulo B Prof. Riccardo Chiaradonna La Repubblica di Platone: libri 4-5 Parte generale: M. Bonazzi (a cura di), Filosofia antica, Raffaello Cortina, Milano 2005 A cui deve essere aggiunto L. Perilli, D.P. Taormina (a cura di), La filosofia antica. Itinerario storico e testuale, UTET, Torino 2012, pp 35-50 e 80-168 (capitoli La filosofia antica e la tradizione dossografica e I presocratici) II Esame orale Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/07 STORIA DELLA FILOSOFIA ANTICA Caratterizzante PROF. RICCARDO CHIARADONNA 6+6 72 Introduzione alla Repubblica di Platone: La costruzione della citt ideale. Il corso si propone di fornire un panorama sintetico della filosofia antica dalle origini al VI secolo d.C. Inoltre, saranno letti brani dei libri 1-5 della Repubblica di Platone. I passi commentati a lezione saranno situati nel pi ampio contesto della filosofia platonica e del dibattito critico. Inoltre saranno affrontate le principali questioni relative alla genesi e alla struttura della Repubblica.

Testi Modulo A

Testi Modulo B

26
Parte monografica su Platone: Mario Vegetti, Quindici lezioni su Platone, Einaudi, Torino 2003 Mario Vegetti, Un paradigma in cielo:Platone politico da Aristotele al Novecento, Carocci , Roma 2009 Platone, La Repubblica, Introduzione di M. Vegetti, trad. di F. Sartori, note di B. Centrone, Laterza, Roma Bari 1997 (pi volte ristampata), pp.226-379 (testo) e 742-764 (note) Semestre Valutazione esame Data inizio corso Verbalizzazione II Esame orale Febbraio 2014 Verbalizzazione a partire da giugno 2014. Verbalizzazione unica dei 12 crediti (programma modulo A + programma modulo B) per gli studenti di filosofia.

Settore M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Docente Modulo A Laurea Triennale in Filosofia M-FIL/08 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE Caratterizzante PROF. BENEDETTO IPPOLITO 12 72 Linterpretazione teologica di Tommaso dAquino della Metafisica di Aristotele Il Corso intende analizzare linterpretazione teologica della filosofia di Aristotele di Tommaso dAquino. Dopo una preliminare introduzione storica generale alle questioni filosofiche pi rilevanti dellet di mezzo, le lezioni si concentreranno sulla lettura del Commento di Tommas o al XII Libro della Metafisica di Aristotele. Il corso si articola in due cicli di lezioni frontali di 36 ore ciascuno, distribuite in un semestre. Prof. Benedetto Ippolito Dopo una breve descrizione delle principali correnti filosofiche del pensiero medievale, il corso prender in esame i lineamenti fondamentali della considerazione filosofica greca allinterno delle categorie teologiche del Cristianesimo. Seguendo limpostazione concettuale di base presente in alcuni passaggi chiave del Commento di Tommaso alla filosofia di Aristotele, sar chiarito specificamente il modo in cui stata gradualmente costruita la relazione sistematica tra il monoteismo filosofico e la conoscenza teologica offerta dalla Rivelazione trinitaria. A. Kenny, Nuova storia della filosofia occidentale. Vol. 2: Filosofia medievale , Einaudi 2012 E. Gilson, La filosofia nel medioevo, BUR 2011. J. Brams, La riscoperta di Aristotele in Occidente, Jaca Book, 2003 I Esame orale

Programma Modulo A

Testi Modulo A Semestre Valutazione esame Data inizio corso

27
Docente modulo B Programma Modulo B Testi Modulo B Semestre Valutazione Esame
Data inizio corso

Prof. Benedetto Ippolito Il Corso approfondir principalmente linterpretazione dello sviluppo della filosofia di Aristotele nel pensiero di Tommaso dAquino. In particolare sar curata la lettura e il significato storico teoretico del commento al IV Libro. A. De Libera, La filosofia medievale, Bologna 1999 Thomas Aquinas, In Metaphysicam, L. XII I Prova orale

Settore SPS/01 (Filosofia politica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica PROF. GIACOMO MARRAMAO 6 36 Sul concetto di popolo Modulo unico Il corso si propone di ricostruire la genesi del concetto di popolo dalla filosofia politica classi ca e moderna fino alla discussione contemporanea attorno al populismo. Schema del corso: 1) Demos e populus: modello-polis e modello-civitas 2) Popolo e moltitudine: due nozioni-cardine della politica moderna 3) Popolo, folla, massa 4) La controversia intorno al populismo G. Marramao, Dopo il Leviatano, Bollati Boringhieri (nuova ed.) G. Marramao, Contro il potere. Filosofia e scrittura, Bompiani (nuova ed.) E. Laclau, La ragione populista, Laterza II Prova orale Marzo 2014 Laurea Triennale in Filosofia SPS/01 FILOSOFIA POLITICA

Programma

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso

28

Settore M-PED/01 (Pedagogia generale e sociale)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Laurea Triennale in Filosofia M-PED/01 FILOSOFIA DELLEDUCAZIONE Attivit affini o integrative PROF.SSA GABRIELLA FARINA 6 36 CORPO PERCEZIONE SENSIBILITA. Percorso riflessivo sul corpo e sulle trasformazioni del concetto di corporeit nella filosofia moderna e contemporanea. Il corso unico Il corso si propone di ripercorrere i momenti pi significativi della moderna rivalutazione della corporeit a partire da Shopenhauer, Feuerbach e Nietzsche fino ai nuovi e fecondi sviluppi nelle fenomenologie di Sartre e Merleau-Ponty. Si tratta di rimettere in gioco la natura polisemica del corpo, il suo essere apertura di senso, sorgente di intenzionalit e tessuto di emotivit e vitalit, contro la riduzione del corpo a semplice rappresentazione oggettiva, tecnico-scientifica. Tale rivalutazione del corpo lacera quel tessuto filosofico fondato sulla Ragione o sul Logos ed apre nuovi orizzonti per tornare a discutere sulle questioni del conoscere, dellesistenza e dellintersoggettivit. L. Casini, La riscoperta del corpo, Edizioni Studium L. Casini, Corporeit, Edizioni Mimesis M. Merleau-Ponty, Fenomenologia della percezione, Bompiani, (Capitolo sul corpo, pp. 111243) G. Farina, Sartre. Fenomenologia e passioni della crisi, Edizioni Le Lettere I Esame orale

Programma

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

La verbalizzazione si effettua a partire dalla sessione invernale

Settore MAT/05 (Analisi matematica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Laurea Triennale in Filosofia MAT/05 ISTITUZIONI DI MATEMATICA PER FILOSOFI Attivit affini o integrative

29
Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma Testi Semestre

DA DEFINIRE 6 36 Istituzioni di Matematica per Filosofi


Da definire Da definire

Da definire

Settore FIS/02 (Fisica teorica, modelli e metodi matematici)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma Testi Semestre Laurea Triennale in Filosofia FIS/02 ISTITUZIONI DI FISICA PER FILOSOFI

Attivit affini o integrative DA DEFINIRE 6 36 Istituzioni di Fisica per Filosofi


Da definire Da definire

Da definire

Settore M-PSI/01 (Psicologia generale)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Laurea Triennale in Filosofia M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE Attivit affini o integrative PROF.SSA ISABELLA POGGI 6

30
Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica 36 Psicologia generale Modulo unico Introduzione alla ricerca psicologica e alle sue metodologie di analisi concettuale, ricerca osservativa e sperimentale. Analisi dei meccanismi cognitivi, motivazionali ed affettivi della mente umana: percezione, memoria, apprendimento, pensiero, comunicazione e linguaggio, motivazione, emozione. Applicazioni della ricerca psicologica nel lavoro, nelleducazione, nella comunicazione interpersonale, mediatica e politica. 1. 2. 3. Gerring R., Zimbardo P., Anolli L.,: Introduzione alla psicologia generale. Un approccio didattico. Pearson, Milano 2013. Un testo a scelta fra i due seguenti: a) Poggi I. (a cura di) 2008: La mente del cuore. Armando, Roma. b) Castelfranchi C. 2005: Che figura. Emozioni e immagine sociale. Mulino Bologna. Un testo a scelta fra quelli dellelenco A, tre articoli in inglese, a scelta fra quelli dellelenco B.

Programma

Testi

Elenco A: Adenzato M. e Meini C. (a cura di): Psicologia evoluzionistica. Bollati Boringhieri, Torino 2006. Berti A., Bottini G. e Neppi-Modona M., Elementi di neuroscienze cognitive. Carocci Roma 2006. Bonini N., Del Missier F. e Rumiati R. (a cura di) 2008, Psicologia del giudizio e della decisione. Il Mulino, Bologna. Bruno N., Pavani F., Zampini M. 2010, La percezione multisensoriale. Mulino Bologna. Burattini E. e Cordeschi R., Intelligenza artificiale. Carocci Roma 2001. Butterworth B., Intelligenza matematica. Rizzoli Milano 1999. Castelfranchi C. Mancini F. e Miceli M. a cura di 2002, Fondamenti di cognitivismo clinico, Bollati Boringhieri Torino. Castelfranchi C. e Poggi I. 1998, Bugie, finzioni e sotterfugi. Per una scienza dellinganno . Carocci, Roma. Cornoldi C., Lintelligenza. Il Mulino, Bologna. Cornoldi C., 2006: I disturbi dellapprendimento. Il Mulino, Bologna. Leone G. (a cura di) 2009, Le ambivalenze dellaiuto. Unicopli, Milano. Liotti G., Le opere della coscienza. Psicopatologia e psicoterapia nella prospettiva cognitivoevoluzionistica. Raffaello Cortina, Milano 2001. Miceli M.e Castelfranchi C., Le difese della mente. Carocci, Roma, 1994. Misuraca R., Fasolo B. e Cardaci M., I processi decisionali. Il Mulino, Bologna 2007. Piattelli Palmarini M. 2008, Le scienze cognitive classiche: un panorama. Einaudi, Torino. Rizzi R. (a cura di), Itinerari del rancore. Bollati Boringhieri, Torino 2007. Rizzollatti C. e Senigaglia C., So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio . Raffaello Cortina. Milano 2006. Sloboda J.A., La mente musicale. Psicologia cognitiva della musica. Mulino, Bologna 1987. Sotgiu I, Psicologia della felicit e dellinfelicit. Carocci, Roma 2013. Mo A., Motivati si nasce o si diventa? Laterza Bari 2011. Elenco B: articoli in inglese scaricabili dai seguenti siti web: http://host.uniroma3.it/docenti/poggi http://asp.teleskill.it/tlc/asp/pagina.asp?s=&c=laoc&IDPagina=383 http://europa.uniroma3.it/dse/ISABELLA-POGGI_d135.htm Altri testi in alternativa potranno essere comunicati in bacheca o concordati con la docente.

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso

I Esame orale

Ottobre 2013

31

Settore L-FIL-LET/11 (Letteratura italiana contemporanea)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma Laurea Triennale in Filosofia L-FIL-LET/11 MOVIMENTI E SCRITTORI NELLA LETTERATURA ITALIANA DEL NOVECENTO Attivit affini o integrative PROF. ANDREA CORTELLESSA 6 36 Attraverso il paesaggio. Andrea Zanzotto Il corso tratta lopera poetica di Andrea Zanzotto con particolare attenzione al tema del paesaggio Andrea Zanzotto, Tutte le poesie, Oscar Mondatori 2011; Micheal Jacob, Il paesaggio, Il Mulino 2009; Andrea Cortellessa, Andrea Zanzotto (in corso di pubblicazione presso Laterza); Giulio Ferroni, Storia della letteratura italiana, volume IV: Il Novecento e il nuovo millennio, Milano, Mondatori Universit, 2012 (solo la parte relativa a Zanzotto). FILMOGRAFIA: Carlo Mazzacurati e Marco Paolini, Ritratti. Andrea Zanzotto (Fandango 2007). Semestre Valutazione esame II Esame scritto

Testi

Settore SECS-P/12 (Storia economica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Laurea Triennale in Filosofia SECS-P/12 - STORIA ECINOMICA Affini e integrative PROF. GAETANO SABATINI 6 36 Storia economica I modulo didattico

32
Dopo aver fornito agli studenti gli strumenti metodologici e storiografici essenziali per affrontare lo studio della storia economica, il corso intende ripercorrere le tappe salienti della genesi ed evoluzione delle economie contemporanee, dalla rivoluzione industriale inglese alla crisi degli anni 30 del XX secolo, con particolare attenzione ai processi di formazione dei grandi sistemi capitalistici europei ed extraeuropei dellOttocento. I. La prima e la seconda rivoluzione industriale - Le premesse per lo sviluppo capitalistico nell'et moderna nellEuropa atlantica, secc. XVII-XVIII. - Espansione commerciale, rivoluzione agricola e rivoluzione industriale in Gran Bretagna nel XVIII sec. - I processi di concentrazione capitalistica nel XIX secolo e la seconda rivoluzione industriale. II. Lo sviluppo economico nel XX secolo - Grande industria, reti commerciali, mercati finanziari alla vigilia della Prima Guerra Mondiale. - I cicli economici nel primo dopoguerra, la crisi del 1929 e le politiche nazionali negli anni 30. - F. Braudel, Espansione europea e capitalismo. 1450-1650, Bologna, Il Mulino, 1999. - R.Cameron, L.Neal, Storia economica del mondo, vol II, Dal XVIII secolo ai nostri giorni, Bologna, Il Mulino, 2005. I Scritto e orale Ottobre 2013

Programma

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Altre attivit formative


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica

Laurea Triennale in Filosofia


Altre attivit formative Laboratorio PROF.SSA SIMONA GASPARETTI LANDOLFI 6 36 Laboratorio di pratiche filosofiche e testuali Corso unico Nella lettura di testi filosofici e letterari, il laboratorio si propone, di introdurre gli studenti alle pratiche filosofiche e testuali di base: lanalisi, la sintesi, la pr oblematizzazione, la concettualizzazione, largomentazione, limmaginazione, la narrazione, la meditazione, il dialogo. Lincontro con testi classici e interpretazioni significative fornir lopportunit per un addestramento allattenzione, allascolto attivo e alla scrittura.

Programma

33
Benasayag M., Schmit G., Lepoca delle passioni tristi, Feltrinelli , Milano 2005 Gadamer, H. G., Dove si nasconde la salute, Cortina, Milano 1997 Magrelli, V., Nel condominio di carne, Einaudi, Torino 2003 Samon, C., Fratelli, Garzanti, Milano 1991 I Trattandosi di un lavoro teorico-pratico, richiesta la frequenza e ogni studente sar tenuto a partecipare attivamente e a elaborare un congruo numero di testi scritti, sui quali la comunit lavorer in modo collegiale. prevista lelaborazione di un testo collettivo.

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Ottobre 2013 Non prevista

34

35

GUIDA DELLO STUDENTE

Corso di Laurea Magistrale in Scienze filosofiche

ANNO ACCADEMICO 2013/2014

36

37

Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche


(Classe LM-78 Scienze filosofiche)

Responsabile Didattico: Prof.ssa Maria Teresa Pansera Segreteria: Dott.ssa Filomena Mancuso, Tel. 06/57338366-06/57338583; Fax 06/57338336. Email: didattica_filosofia@os.uniroma3.it Orario di apertura: marted, mercoled e gioved ore 10:00-13:00. Sede: Via Ostiense 234, 00146 Roma I piano. Sito internet: http://host.uniroma3.it/cds/filosofia

Attivazione del Corso di Studio in Scienze filosofiche


Il Corso di Studio in Scienze filosofiche, appartiene alla Classe LM-78. Il C.d.S. in Scienze filosofiche, prevede il conseguimento di 120 Crediti Formativi Universitari (CFU) distribuiti in due anni accademici a) Suddivisione delle ore di attivit corrispondenti a un CFU Un credito formativo universitario corrisponde a 25 ore di attivit da parte dello studente. Le ore sono cos ripartite: Per le attivit formative di base, caratterizzanti, affini ed integrative, 6 ore di lezione o attivit didattica frontale e 19 ore di studio individuale; Per le altre attivit formative, almeno 13 ore di studio individuale

b) Numero degli esami Nel computo del numero delle prove, ai fini del rispetto del numero massimo di prove stabilito dalle normative ministeriali, vengono considerate tutte le prove relative ad attivit formative di base, caratterizzanti, affini, integrative e a libera scelta dello studente. Ciascuna attivit di base, caratterizzante, affine o integrativa si conclude con un esame con voto in trentesimi. Lo studente dovr superare un numero massimo di 12 esami di profitto. c) Calendario delle attivit didattiche Il calendario delle attivit didattiche fissato per ciascun anno accademico dalla Scuola di Lettere Filosofia e Lingue, insieme con la programmazione didattica Il calendario delle attivit didattiche frontali deve garantire la possibilit di frequenza a tutte le attivit formative previste in ciascun anno di corso. Per ogni percorso di insegnamento sono previsti esami in ciascuna delle sessioni. Il calendario degli esami di profitto assicura che le date di esame degli insegnamenti dello stesso anno di corso non si sovrappongano.

38 d) Comunicazione delle informazioni Il sito Web del Corso di Laurea : http:/host.uniroma3.it/cds/filosofia Allinizio di ogni anno accademico sono rese disponibili, anche mediante la pubblicazione di guide e sul sito Web, tutte le informazioni utili agli studenti, relative in particolare a: orari e calendari, orari di ricevimento dei docenti, attivit di orientamento e tutorato, servizi di segreteria didattica, raggiungibilit della sede, immatricolazione e iscrizioni, passaggi, trasferimenti, abbreviazioni di corso, piani di studio, rappresentanti degli studenti.

Obiettivi formativi
Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze filosofiche ha come obiettivo quello di fornire agli allievi una solida formazione filosofica, privilegiando i seguenti percorsi: approfondimento delle problematiche e delle metodologie essenziali della filosofia teoretica, in ambito sia analitico che ermeneutico; attenzione allevoluzione storica del pensiero filosofico; attenzione agli sviluppi delle grandi tematiche delletica e della filosofia politica e sociale; approfondimento delle tematiche estetiche, colte nelle loro interazioni con gli ambiti letterari e artistici; approfondimento delle tematiche che legano la Filosofia alle scienze naturali e sociali, alla logica e alle sue interazioni con le discipline matematiche e informatiche. Il corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche strutturato in un unico curriculum nel quale sono presenti le discipline filosofiche in ambito caratterizzante e affine-integrativo, per permettere un percorso dotato di un elevato coefficiente di specificit, e discipline storiche, antropologiche, psicologiche, scientifiche, linguistiche, artistiche, giuridiche e politico-sociali che servano ad integrare e a rafforzare la formazione filosofica nei suoi diversi ambiti.

Criteri di ammissione
Per lammissione al corso di Laurea Magistrale in Scienze filosofiche sono richieste le conoscenze corrispondenti al possesso di una Laurea Triennale nonch quelle conoscenze che permettono di intraprendere con successo un percorso formativo. Gli studenti in possesso di Laurea Triennale in Filosofia vengono ammessi tramite un colloquio di verifica del grado di preparazione. In tutti gli altri casi, laccesso verr stabilito secondo modalit stabilite da una Commissione appositamente nominata dal Corso di Laurea.

Utenza sostenibile
Lutenza sostenibile, intesa come il numero di studenti iscritti al primo anno, fissata nel numero di 100.

39

Iscrizione
Per liscrizione alla Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche le domande regolari e con riserva vanno presentate secondo le modalit stabilite nellapposito Bando Rettorale. Gli studenti possono iscriversi alla Laurea Magistrale anche ad a.a. iniziato secondo le modalit previste dallart. 12 comma 6 del Regolamento di Ateneo.

Piano di studio
Il piano di studio del Corso di Laurea Magistrale in Scienze filosofiche prevede 120 crediti complessivi nel biennio. Per la definizione del proprio percorso formativo, lo studente redige un piano di studio on-line per lintero ciclo biennale. Le modifiche ai piani di studio degli anni successivi vengono esaminate dalla Commissione Didattica del C.d.S. e approvati dal Consiglio di Dipartimento. E comunque facolt dello studente proporre un piano di studio individuale, che deve rispettare in ogni caso gli obiettivi formativi e le distribuzioni del crediti previsti dalla Classe LM-78 Scienze filosofiche. I piani di studio vanno presentati on-line a partire dal 1 ottobre e fino al 31 dicembre di ogni anno e dal 1 al 30 aprile di ogni anno per coloro che si laureano nella sessione straordinaria. Per la compilazione del P.d.S. lo studente deve rispettare il numero minimo di CFU stabilito nelle tabelle del Nuovo Ordinamento: Ambito disciplinare Caratterizzanti Affini e integrative A scelta Altre attivit formative Prova finale Totale CFU 48 24 12 6 30 120

Riconoscimento dei crediti formativi


possibile riconoscere le abilit professionali certificate individualmente ai sensi della normativa vigente in materia.

40

Modalit di svolgimento degli esami e altre verifiche di profitto


Gli studenti vengono valutati per ogni insegnamento con un voto in trentesimi. Il voto si ottiene superando prove orali e/o scritte, o con altre eventuali forme di valutazione indicate dal docente. Le attivit Altre forniscono idoneit che possono essere acquisite secondo criteri stabiliti di volta in volta: frequenza, relazione finale, messa in opera di un progetto personale o collettivo, ecc. Inoltre si ricorda agli studenti che, con lentrata in vigore del DM 270, sono strettamente vincolati a sostenere esclusivamente esami magistrali, anche nel caso di corsi afferenti ad altri collegi didattici.

Passaggi e trasferimenti
Relativamente al trasferimento degli studenti da un C.d.L. ad un altro, ovvero da unUniversit ad unaltra, il Corso di Laurea in Scienze filosofiche assicura il riconoscimento del maggior numero possibile dei crediti gi maturati dallo studente. La Commissione Didattica decider caso per caso.

Orientamento e tutorato
Il C.d.L. in Scienze Filosofiche fornisce agli studenti un servizio di tutorato a cui sono tenuti tutti i docenti del C.d.L. Il servizio di tutorato ha lo scopo di: orientare e assistere gli studenti per tutto il percorso degli studi; fornire agli studenti consigli per la definizione del piano di studi; informare su tutte le attivit culturali e/o professionalizzanti promosse dal C.d.S.; fornire consulenza agli studenti che desiderino passare dal vecchio al nuovo ordinamento; collaborare con gli organismi di sostegno al diritto allo studio; collaborare con le rappresentanze degli studenti per soddisfare le loro esigenze di formazione culturale e di partecipazione alla vita universitaria.

Le principali forme organizzative dellattivit di orientamento sono: la presentazione dei percorsi formativi del Corso di Laurea ai laureati triennali interessati, mediante diffusione di materiale a stampa e incontri pubblici; una specifica attivit di accoglienza e orientamento rivolta agli studenti immatricolati; un servizio di accoglienza e di orientamento degli studenti nella scelta dei percorsi formativi.

Lattivit di tutorato e di assistenza allapprendimento da parte degli studenti sostenuta sia dallapporto didattico dei docenti che da organiche attivit di collaborazione a supporto della didattica affidate a studenti con assegno di tutorato.

41

Prova finale
La Laurea Magistrale in Scienze filosofiche si consegue previo superamento di una prova finale, che consiste nella presentazione e discussione di una tesi elaborata in forma originale dallo studente sotto la guida di un relatore, nellambito di uno dei settori scientifico-disciplinari presenti nellordinamento del C.d.S. per il quale sono previsti insegnamenti nel regolamento del C.d.S. e nel quale lo studente ha conseguito i crediti. Per la determinazione dellargomento della tesi, lo studente deve aver conseguito almeno 30 CFU. Largomento della tesi va concordato con il relatore almeno un anno prima della prova finale. Le modalit per la determinazione e la preparazione dellargomento della tesi nonch per la scelta del relatore sono fissate nel Regolamento del C.d.S. in Scienze filosofiche secondo le linee stabilite dal Consiglio di Facolt. Per essere ammesso alla discussione dellelaborato per la prova finale, che porta allacquisizione di 30 CFU, lo studente deve aver conseguito 90 CFU. La prova finale consiste nella discussione di una tesi scritta, precedentemente elaborata sotto la guida di un docente Relatore (designato dal C.d.S su proposta dello studente) e del Correlatore (designato dal C.d.S su proposta del Relatore) e della Commissione di Laurea. Questultima, presa visione della media dei 90 CFU conseguiti, dellelaborato finale e dellandamento della discussione, attribuisce il punteggio finale che, unito alla media conseguita, former il voto di laurea.

Normativa finale
Per il conseguimento della Laurea Magistrale prevista la redazione di una tesi, eventualmente corredata da supporti tecnologici, elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. La tesi di Laurea Magistrale verr assegnata preferibilmente in una disciplina indicata dallo studente, che sia coerente con il suo piano degli studi e che risulti inclusa in uno dei seguenti settori scientifico-disciplinari (SSD): M-FIL/01, M-FIL/02, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/05, M-FIL/06, M-FIL/07, M-FIL/08, SPS/01. Il Responsabile Didattico della disciplina Relatore della prova finale. Il Corso di studi provveder a designare il correlatore.

Sbocchi occupazionali
Gli sbocchi professionali previsti direttamente per i laureati del corso di Laurea Magistrale in Scienze filosofiche sono: 1. editoria; 2. gestione di biblioteche o musei; 3. mostre, premi letterari ed altre attivit culturali che richiedano particolari competenze in campo estetico, letterario e storico-artistico;

42

4. centri stampa e/o di comunicazione intermediale, servizi di pubbliche relazioni, direzione del personale (settore amministrativo) in enti pubblici o aziende private; 5. organizzazione di corsi di aggiornamento nel campo della bioetica, delletica ambientale e pi in generale delletica applicata, diretti in particolare agli operatori sanitari e degli altri settori interessati; consulenza continuata nei medesimi settori; 6. collaborazione a servizi e uffici preposti alla promozione di attivit culturali nella pubblica amministrazione; 7. marketing e pubblicit creativa; 8. assistenza per lideazione e la gestione di corsi di formazione professionale; 9. insegnamento nelle scuole secondo le vigenti normative. Le attivit a libera scelta dello studente possono permettere di migliorare la sua preparazione per questi sblocchi professionali, nonch di agevolare laccesso ad altri sblocchi professionali.

Studenti in possesso di Baccalaureato in Filosofia


Gli studenti in possesso di Baccalaureato in Filosofia conseguito presso Pontificie Universit possono ottenere liscrizione al primo anno del corso di Laurea in Scienze filosofiche.

Studenti in possesso di Licenza in Filosofia


Gli studenti in possesso di Licenza in Filosofia conseguita presso Pontificie Universit possono ottenere liscrizione, con abbreviazione di corso, alla Laurea Magistrale in Scienze filosofiche. Il Collegio Didattico deliberer caso per caso lanno di iscrizione e leventuale convalida di Crediti Formativi Universitari del percorso precedentemente svolto. Il riconoscimento degli esami sostenuti e dei relativi crediti pu riferirsi ad un solo titolo di laurea. Nel curriculum finale dello studente che consegue come la seconda laurea quella in Scienze filosofiche, verranno indicati anche gli esami e i crediti convalidati del primo corso di studi. Le riduzioni di corso di cui sopra non si applicano a studenti in possesso di altri tipi di Licenza, anche se conseguiti presso le Pontificie Universit.

43

Commissione Didattica
La commissione formata dai seguenti Proff.: Riccardo Chiaradonna (riccardo.chiaradonna@uniroma3.it) Chiara Di Marco (chiara.dimarco@uniroma3.it) Mariannina Failla (mariannina.failla@uniroma3.it) Francesca Iannelli (francesca.iannelli@uniroma3.it) Gli orari di ricevimento della Commissione verranno comunicati, con avvisi nelle apposite bacheche, in corso danno.

44

Articolazione didattica
Attivit formative ATTIVIT FORMATIVE PRIMO ANNO
Attivit formative Caratterizzanti CFU 36 Ambiti disciplinari Istituzioni di filosofia M-FIL/01 M-FIL/02 M-FIL/03 M-FIL/04 M-FIL/05 Storia della filosofia M-FIL/06 M-FIL/07 M-FIL/08 Discipline classiche, storiche, antropologiche e politico-sociali L-ANT/02 L-ANT/03 L-FIL-LET/02 L-FIL-LET/04 M-STO/04 M-STO/06 SPS/01 SPS/08 Storia delle scienze M-STO/05 MAT/01 Affini e integrative 12 L-FIL-LET/11 L-FIL-LET/14 L-LIN/01 M-PSI/07 M-STO/01 M-STO/02 INF/01 MAT/01 M-FIL/01 M-FIL/02 M-FIL/03 M-FIL/04 M-FIL/05 M-FIL/06 SECS-P/12 A scelta (6+6)fra: Letteratura italiana contemporanea Teoria della comunicazione Linguistica generale Psicologia dinamica Storia medievale I Storia dellEuropa e del Mediterraneo Informatica Teorie logiche 1 Filosofia delle religioni Filosofia della mente Pratiche filosofiche Storia dellestetica Teorie del significato Storia della filosofia moderna Storia della filosofia dellIlluminismo Storia economica e finanziaria dellet contemporanea 12 Settore A scelta fra: Filosofia teoretica Filosofia delle scienze naturali Teoremi sulla logica 2 Filosofia morale Percorsi delletica Questioni di filosofia morale Estetica Filosofia della musica Filosofia e teoria dei linguaggi Da ripartire (6+6) tra due delle discipline seguenti: Storia della filosofia Storia della filosofia antica Storia della filosofia medievale A scelta fra: Storia greca Storia romana Lingua e letteratura greca I Lingua e letteratura latina Storia contemporanea I Specialistica Storia delle religioni Filosofia politica Filosofia sociale Comunicazione pubblicitaria A scelta fra: Storia della scienza e delle tecniche Teoria assiomatica degli insiemi 6 12 Disciplina CFU 12

45
A scelta dello studente Altre attivit formative Tot. 6 6 60 A scelta dello studente Altre attivit A scelta Altre attivit 6 6 60

ATTIVIT FORMATIVE SECONDO ANNO


Attivit formative Caratterizzanti CFU 12 Ambiti disciplinari Istituzioni di filosofia M-FIL/01 M-FIL/02 M-FIL/03 M-FIL/04 M-FIL/05 Affini e integrative 12 L-FIL-LET/11 L-FIL-LET/14 L-LIN/01 M-PSI/07 M-STO/01 M-STO/02 INF/01 MAT/01 M-FIL/01 M-FIL/02 M-FIL/03 M-FIL/04 M-FIL/05 M-FIL/06 SECS-P/12 A scelta dello studente Prova finale Tot. 6 30 60 A scelta dello studente Settore A scelta fra: Filosofia teoretica Logica e filosofia della scienza Questioni di filosofia morale Filosofia morale Percorsi delletica Estetica Storia dellestetica Filosofia e teoria dei linguaggi A scelta (6+6) fra: Letteratura italiana contemporanea Teoria della comunicazione Linguistica generale Psicologia dinamica Storia medievale I Storia dellEuropa e del Mediterraneo Informatica Teorie logiche 1 Filosofia delle religioni Filosofia della mente Pratiche filosofiche Storia dellestetica Teorie del significato Storia della filosofia moderna Storia della filosofia dellIlluminismo Storia economica e finanziaria dellet contemporanea A scelta dello studente 12 Disciplina CFU 12

6 30 60

46

47

Programmi dei corsi Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche


I seguenti programmi hanno una validit di 2 (due) anni accademici Il calendario delle lezioni verr affisso nella bacheca del Corso di Laurea prima dellinizio del semestre Primo semestre: Ottobre 2013 - Gennaio 2014 Secondo semestre: Febbraio 2014 - Maggio 2014

Settore M-FIL/01 (Filosofia teoretica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma del corso Articolazione didattica Docente Modulo A Programma Modulo A Laurea Magistrale in Scienze filosofiche M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA Caratterizzante PROF.SSA ROSA M. CALCATERRA 12 (6+6) 72 La conoscenza di s. Temi e problemi tra filosofia e psicologia. Il corso intende illustrare le principali linee teoriche e metodologiche del dibattito novecentesco sulla questione della conoscenza di s, con particolare riguardo alle prospettive che intrecciano lanalisi filosofica e la ricerca psicologica. Il corso si articola in due moduli, A e B Prof.ssa Rosa M.Calcaterra a) Questioni teoriche e metodologiche dellautoconoscenza. b) Lintreccio di filosofia e psicologia nellinterazionismo simbolico di G. H. Mead 1) R. M. Calcaterra, Identit post- cartesiane:tra dissolvimenti, decentramenti e recuperi dellio, in C. Giorcelli (a cura di), Abito e identit. Ricerche di storia letteraria e culturale, vol. IX, La Palma, Palermo 2009, pp. 41-67. 2) G. H. Mead, Mente,s e societ, Giunti, Firenze 2010. I Orale Da definire Da definire Prof.ssa R. M. Calcaterra a) La conoscenza di s in prima o terza persona? b) Soggettivit e intersoggettivit tra pragmatismo,fenomenologia ed ermeneutica.

Testi Modulo A

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e aula Data inizio corso Docente Modulo B Programma Modulo B

48

Testi Modulo B

1) R. M. Calcaterra (a cura di), Semiotica e fenomenologia del s, Aragno, Torino 2005. 2) R. Fabbrichesi, In comune. Dal corpo proprio al corpo comunitario , Mimesis, Milano 2012 (parti scelte). 3) P. Pedrini, Lautoinganno. Che cos e come funziona, Laterza, Roma-Bari 2013. I Orale Da definire Da definire

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma

Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/01 FILOSOFIA DELLE RELIGIONI

PROF. SSA PATRIZIA CIPOLLETTA 6 36 Psicologia e religioni Modulo unico Il corso si propone di analizzare le considerazioni che nel Novecento psicologi e psichiatri hanno scritto sulla religione confrontandole con la psicologia dogmatica di Kierkegaard. S. Kierkegaard, Malattia mortale e il concetto di angoscia S. Freud, A proposito di una critica delle nevrosi dangoscia, in Id., Opere complete, vol. II, pp. 177-192 Azioni ossessive e pratiche religiose, ivi, vol. X, pp. 341-354 Lavvenire di unillusione, ivi, vol. X, pp. 435-485 Unesperienza religiosa e il parricidio di Dostoevskij, ivi, vol. X, pp. 513-542. K.G. Jung, Psicologia della religione K. Jasper, Psicologia delle visioni del mondo (Lindividuo e luniversale, pp. 440 -500; Lo spirito secondo le specie della sua realt essenziale, pp. 50 1-508; Polarit del fatto mistico: il corso della mistica e il corso dellidea, pp. 509 -545. II orale Marzo 2014

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Note Verbalizzazione

49

Settore M-FIL/02 (Logica e Filosofia della scienza)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/02 FILOSOFIA DELLE SCIENZE NATURALI Obbligatori 12 cfu per il curriculum epistemologico o filosofico scientifico della magistrale, possibili 6 cfu a scelta per gli altri curricula 12 (6+6) 72 (36+36) Filosofia delle scienze naturali Il corso si propone di esaminare la natura del ragionamento scientifico e il valore cognitivo della scienza. In particolare, si illustrer il problema dellinduzione e la sua rilevanza nella scienza e nella filosofia della scienza. Successivamente, si analizzeranno alcune specifiche prospettive sulla natura della scienza e sul valore conoscitivo delle teorie scientifiche, vale a dire sul dibattito fra realisti e antirealisti scientifici. Due moduli, uno su induzione e ragionamento scientifico, uno su realismo e antirealismo. Prof. Matteo Morganti La natura del ragionamento basto sullesperienza e il problema dellinduzione da Hume a Goodman. La discussione del ragionamento induttivo di Popper e la concezione popperiana della scienza. B. Russell, I problemi della filosofia, capitolo Linduzione ( disponibile in fotocopia) D.Hume, Trattato sulla natura umana, Laterza, Libro I, Parti I e III. N.Goodman, Fatti, ipotesi e previsioni, Laterza, Capitoli 3 e 4 (disponibili in fotocopia) K.R. Popper, Conoscenza congetturale: la mia soluzione del problema dellinduzione, in K. R. Popper, Conoscenza oggettiva.Un punto di vista evoluzionistico , Armando, pp. 19-56 (disponibili in fotocopia) K. R. Popper, Logica della scoperta scientifica, Einaudi, capitoli 1-5 II Da definire Marzo 2014 Prof. Matteo Morganti Realismo scientifico e antirealismo scientifico, forme e argomenti. La prospettiva antirealistica di B. Van Fraassen e alcune alternative realistiche. Pagnini: Realismi, antirealismi e oltre, in A. Pagnini (a cura di), Realismo/Antirealismo. Aspetti del dibattito epistemologico contemporaneo, La Nuova Italia, pp.1-21 (disponibili in fotocopia) B. Van Fraassen: Limmagine scientifica, CLUEB, capitoli 1-5 ( disponibile in fotocopia) R.Giere: Spiegare la scienza, Il Mulino, capitoli 2-5 J.Aronson: Una filosofia realista della scienza, Armando, capitoli 6-7 (disponibile in fotocopia) J. Wirrall: Il realismo scientifico e letere lumini fero: contro la meta -induzione pessimistica in A Pagnini (a cura di ), Realismo/Antirealismo. Aspetti del dibattito epistemologico contemporaneo, La Nuova Italia, pp. 167-203 II

Docente Responsabile PROF. MATTEO MORGANTI C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso

Contenuto del corso

Articolazione didattica Docente Modulo A Programma Modulo A

Testi Modulo A

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Docente Modulo B Programma Modulo B

Testi Modulo B

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso

Da definire Aprile 2014

50

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Note Verbalizzazione

Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/02 TEOREMI SULLA LOGICA 2 Caratterizzante PROF. LORENZO TORTORA DE FALCO 6 36 Teoremi sulla Logica 2 Il corso unico Applicazioni del teorema di compattezza, i teoremi di Lwenheim-Skolem. Ricorsivit e decidibilit, completezza e decidibilit di una teoria, esempi. Aritmetica di Peano e teoremi di incompletezza di Gdel. Dispense fornite dal docente I Esami scritti o/e orali Da definire De definire Per i suoi contenuti e per i suoi obiettivi, l'insegnamento pu ritenersi appartenente anche al settore MAT/01

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma

Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/02 Attivit affini e integrative PROF. MASSIMO MARRAFFA 6 36 Teorie dellargomentazione e della decisione Modulo unico Linsegnamento intende fornire unintroduzione ad alcune teorie sul pensiero umano. Oltre che in riferimento alla storia della filosofia e alla filosofia della scienza, questi temi saranno affrontati adottando una prospettiva in cui il piano normativo interagisce con quello descrittivo delle scienze biologiche e psicologiche.

51
M. Balconi, Far capitare le cose. Pensiero e azione nelle neuroscienze cognitive. Bologna: il Mulino 2012 A. Damasio, Lerrore di Cartesio, Adelphi, Milano 1995. J. Piaget, Biologia e conoscenza, Einaudi, Torino 1983. I Prova orale Ottobre 2013

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

Settore M-FIL/03 (Filosofia morale)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Docente Modulo A Programma Modulo A Testi Modulo A Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Docente Modulo B Programma Modulo B Febbraio 2014 Prof.ssa Maria Teresa Pansera Vita emotiva e sentimento del pudore. Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/03 QUESTIONI DI FILOSOFIA MORALE Caratterizzante PROF.SSA MARIA TERESA PANSERA 12 (6+6) 72 (36+36) La fenomenologia della vita emozionale Il corso si propone di indagare la profondit della vita emotiva attraverso lanalisi dei fenomeni ad essa correlati, di chiarirne limportanza e il ruolo determinante allinterno della riflessione morale e antropologica di Max Scheler.Il superamento delletica formale di derivazione kantiana porter Scheler verso unetica ricca di contenuti, fondata su un a priori materiale, inteso come la capacit, propria della persona umana, di intuire il valore. Due moduli Prof.ssa Maria Teresa Pansera Dalletica formale alletica materiale M. Scheler, Il formalismo nelletica e letica materiale dei valori., San Paolo, Milano 1996 F. Bosio, Invito al pensiero di Max Scheler, Mursia, Milano 1995 II Orale

52
M. Scheler, Pudore e sentimento del pudore, a cura di M. T. Pansera, Mimesis, Milano 2012 M. Scheler, Il valore della vita emotiva, a cura di L. Boella, Guerini, Milano 1999. II Orale

Testi Modulo B Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Febbraio 2014

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Contenuto del corso Docente modulo A Programma modulo A Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/03 PERCORSI DELLETICA Caratterizzante PROF.SSA CHIARA DI MARCO 12 (6+6) 72 (36+36) Soggettivit e verit: Platone e Michel Foucault Due moduli fruibili anche separatamente (A+B) Il corso si propone di analizzare le riflessioni di Platone e di Michel Foucault sulla parresia, sul ruolo etico e politico che il parlar franco aveva per la filosofia dellantica Grecia nel governo di s e degli altri. Uno stile di esistenza essenziale allesercizio della democrazia, che alterandosi nel corso della storia pone la questione di chi dice il vero e chi dice il falso, quindi di chi deve governare e chi deve obbedire. Prof.ssa Chiara Di Marco Platone: la buona parrhesia virt etica e politica di un soggetto padrone di s, un buon cittadino che favorisce la nascita e la crescita di un governo democratico. Platone, Alcibiade primo Platone, Apologia di Socrate Platone, VII e VIII lettera Platone, Repubblica libro VIII Platone, Lachete I Esame orale

Testi modulo A

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Docente modulo B Programma modulo B

Prof.ssa Chiara Di Marco La buona parrhesia per Michel Foucault il nucleo di unattivit etica e politica in cui cura di s e governo degli altri si coniugano nella decisione di un soggetto che nel dire la verit a s e al potere si autocostituisce come soggetto morale libero.

53
M. Foucault, Discorso e verit nella Grecia antica, Donzelli Roma 1996 M. Foucault, Il coraggio della verit. Il governo di s e degli altri II . Corso al College de France (1984), Feltrinelli, Milano 2011, pp.7- 173 I Esame orale

Testi modulo B Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Le questioni del dono e del perdono, nodi problematici delle riflessioni etico-politiche dellultimo Derrida, saranno poste al centro della ricerca prendendo avvio dal testo classico di Marcel Mauss. A partire dal dono inteso come forma e motivo dello scambio nelle societ arcaiche la tematica si apre fino a farne uno degli incondizionati etici che interrogano ancora la nostra inquieta attualit M. Mauss, Saggio sul dono, Einaudi, Torino J. Derrida, Donare il tempo. La falsa moneta, Raffaello Cortina, Milano J. Derrida, Perdonare, Raffaello Cortina, Milano II Orale Marzo 2014 Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/03 PRATICHE FILOSOFICHE Affini e integrative PROF.SSA CLAUDIA DOVOLICH 6 36 Il dono impossibile (del perdono)

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE Caratterizzante PROF. SSA TAMARA TAGLIACOZZO

54
C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma 6 36 Conoscenza e etica: Walter Benjamin lettore di Kant Corso unico Il corso si propone di illustrare la ricezione benjaminiana di Kant e di approfondire alcuni luoghi delletica kantiana. Verranno affrontati il saggio di Walter Benjamin Sul programma della filosofia futura (1917-18) e lopera di I. Kant Critica della ragione pratica. Altri testi saranno indicati durante il corso W. Benjamin, Sul programma della filosofia futura, in W. Benjamin, Opere complete, vol. I, Scritti 1906-1922, Einaudi, Torino 2008, pp. 329-341. T. Tagliacozzo, Esperienza e compito infinito nella filosofia del primo Benjamin, n. edizione, Quodlibet, Macerata 2013, pp. 251- 456. I. Kant, Critica della ragion pratica, qualsiasi edizione Testi consigliati: A. Guerra, Introduzione a Kant, Laterza, Roma-Bari, 2010 S. Landucci, La critica della ragion pratica di Kant. Introduzione alla lettura , Carocci, Roma 2010. II Orale Marzo 2014

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

Settore M-FIL/04 (Estetica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Docente modulo A Programma modulo A Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/04 - ESTETICA Caratterizzante PROF. PAOLO DANGELO 12 72 Genesi e sviluppo dellestetica crociana Il corso seguir levoluzione estetica di Benedetto Croce dalla grande Estetica del 1902, attraverso il Breviario di Estetica, fino a La Poesia Due moduli fruibili anche separatamente Prof. Paolo DAngelo Lettura dellEstetica come scienza dellespressione e linguistica generale di Croce

55
B. Croce, Estetica come scienza dellespressione e linguistica generale, Adelphi, Milano (solo la Parte teorica) P. DAngelo, Lestetica italiana del Novecento, Roma- Bari, Laterza I Esame orale

Testi modulo A Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Docente Modulo B Programma Modulo B Testi Modulo B Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Modulo B Verbalizzazione esame

Prof. Paolo DAngelo Lettura del Breviario di Estetica e de La Poesia di B. Croce B. Croce, Breviario di Estetica, Adelphi, Milano B. Croce, La Poesia, Adelphi, Milano I Esame orale

A conclusione del Modulo A

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma modulo Testi modulo Semestre Valutazione esame Data inizio corso

Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/04 Filosofia della musica Prof. ELIO MATASSI 6 36 Hegel e la musica Modulo unico Il corso approfondisce la sezione di estetica di Hegel concernente le arti romantiche e in particolare la musica. G.W.F. Hegel, Estetica, tr. it. di G. Vaccaro, a c. di Nicolao Merker, Milano, Feltrinelli 1956, sezione: Musica. E. Matassi, Musica, Napoli, Guida 2004. I Orale Ottobre 2013

56
C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/ 04 STORIA DELLESTETICA Affini e integrative PROF. SSA FRANCESCA IANNELLI 6 36 Vita e morte dellarte Il corso unico Il corso intende fornire agli studenti una panoramica sulla concezione della morte dellarte a partire dalla riflessione estetica di Hegel fino ai nostri giorni. -G. W. Hegel: Larte nellEnciclopedia. A cura di A. Siani.ETS, Pisa 2009 -F. De Sanctis: I problemi dellestetica moderna e Larte e la forma . In: Sviluppi dello hegelismo in Italia, a cura di Mario Rossi, Loescher Torino 1957, pp. 7-28 e 32-61. -B. Croce: La fine dellarte nel sistema hegeliano. In : La Critica. Rivista di Letteratura, Storia e Filosofia diretta da B.Croce, 32, 1934. -G. Gentile: Filosofia dellarte, soltanto il capitolo V, Arte Immortale, Le lettere 2003 -M. Kundera: Larte del romanzo, Adelphi, Milano 1988 (passi scelti) -H. Belting: La fine della storia dellarte o la libert dellarte. Torino, Einaudi, 1990 -A. C. Danto: Dopo la fine dellarte.Larte contemporanea e il confine della storia. Mondadori 2008 -A. C. Danto: Andy Warhol. Einaudi, Torino 2010 -Vita dellarte. Con saggi di A. Gethmann-Siefert, K. Vieweg, E. Rzsa, D. Henrich, a cura di F. Iannelli, Quodlibet 2013 (in stampa). Tutti i testi non pi disponibili in commercio saranno forniti agli studenti in fotocopia. Agli studenti non frequentanti si consiglia la lettura del seguente volume: Federico Vercellone, Dopo la morte dellarte, Il Mulino, Bologna 2013. II Orale Marzo 2014 A partire dalla sessione estiva

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

Settore M-FIL/05 (Filosofia del linguaggio)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/05 FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO

PROF. PAOLO VIRNO 12 72

57
Titolo del corso Contenuto del corso Articolazione didattica Modulo unico P. Virno, Saggio sulla negazione. Per una antropologia linguistica . Bollati Boringhieri. L. Horn, A natural history of negation, CSLI, Stanford. Usa. Limitatamente alle pp- 1-79. Disponibile in fotocopia. Platone, Sofista, qualsiasi edizione purch con testo originale a fronte, lettura integrale. Aristotele, Della interpretazione, Rizzoli (o altra ed.) limitatamente ai capitoli I-IX, XII, XIV. Aristotele, Categorie, Rizzoli (o altra ed.) limitatamente al capitolo XII Kant, Tentativo per introdurre nella filosofia il concetto delle quantit negative , in Id., Scritti precritici, Laterza, pp. 249-290. disponibile in fotocopia. G. Frege, La negazione, in Id., Ricerche logiche, Guerini e Associati, pp. 75-98. Disponibile anche in fotocopia S. Freud, La negazione, in Id., La negazione e altri scritti teorici, p. 64-69, Bollati Boringhieri. H. Bergson, Levoluzione creatrice, Raffaello Cortina, limitatamente alle pp. 223-44. M. Heidegger, Che cos la metafisica?, Adelphi. J. P. Sartre, Lessere e il nulla, il Saggiatore, limitatamente alle pp. 33-82 Eventuali altri testi saranno indicati durante il corso. Coloro che intendono sostenere un esame da soli 6 cfu non devono studiare i seguenti testi (tra quelli sopraelencati) Horn, Frege, Freud, Heidegger, Sartre. II Esami orali La negazione

Testi modulo A

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

Fine febbraio 2014 La verbalizzazione di entrambi i moduli si effettua a partire dalla sessione estiva

Settore M-FIL/06 (Storia della filosofia)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA Caratterizzante PROF. ROBERTO FINELLI 6 36 Pulsione, bisogno, desiderio Modulo unico Il corso intende muoversi analizzando le categorie di Pulsione, Bisogno, Desiderio, attraverso un confronto tra paradigmi della storia della filosofia e paradigmi delle scienze psicoanalitiche.

58
Baruch Spinoza, Etica, Libro II, proposizioni 10-30 S. Freud, Progetto per una psicologia (1895), Boringhieri, Torino, vol. II M. De Lillo, Freud e il linguaggio. Dalla neurologia alla psicoanalisi, Pensa, Lecce 2005. J. Lacan, Funzione e campo della parola e del linguaggio in psicoanalisi , in Scritti, Einaudi, Torino, vol. I. II Orale Da definire Marzo 2014 Orale

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA MODERNA Attivit affini e integrative PROF. SSA MARIANNINA FAILLA 6 36 Libert e male nel pensiero di Kant Il corso unico Il corso si propone di esporre il percorso Kantiano che lega la libert al problema del male offrendo unanalisi comparativa dei contenuti dello scritto la Religione nei limiti della sola ragione e la Critica della ragione pratica di Kant fornendo cos spunti di riflessione sul rapporto fra filosofia e religione allinterno del pensiero Kantiano I. Kant, La religione entro i limiti della sola ragione, Laterza, Roma-Bari, 2004; I. Kant, Critica della ragione pratica, Bompiani, Milano 2004 Paul Ricoeur, Il male:una sfida alla filosofia e alla teologia , Morcelliana, Brescia 1993; J. Habermas, Tra scienza e fede, Laterza, Roma-Bari, 2008 Testi In generale sulla filosofia Kantiana il corso prevede la lettura di John Mcdowell, Mente e mondo, Torino, Einaudi, 1999. I. Kant, Fondazione della metafisica dei costumi, Laterza, Roma-Bari 2004 fra i tesi classici dell'autore oggetto del corso P. Ricoeur, S come una altro, Jaca Book, Milano, 2003 fra i testi di critica. Semestre Valutazione esame Data inizio corso Verbalizzazione esame La verbalizzazione si effettua a partire dalla sessione invernale I Esame orale con elaborati scritti

59
C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA DELLILLUMINISMO Attivit affini e integrative PROF. MARCO PIAZZA 6 36 Coscienza, interiorit e scrittura di s Modulo unico Il corso si concentra sullemergere con il pensiero di Rousseau di un inedito paradigma filosofico dellinteriorit e della coscienza e sulle pratiche di scrittura connesse alla sua rappresentazione. M. Piazza, Il fantasma dellinteriorit, Breve storia di un concetto controverso , Milano, Mimesis, 2012 B. Carnevali, Romanticismo e riconoscimento. Figure della coscienza in Rousseau , Bologna, Il Mulino, 2004. M. Piazza, Il governo di s. Tempo, corpo e scrittura in Maine de Biran, Milano, Unicopli, 2001. J.-J. Rousseau, Le confessioni (brani scelti) J.-J. Rousseau, Le fantasticherie del passeggiatore solitario (brani scelti) II Orale

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

Marzo 2014

Settore M-FIL/07 (Storia della filosofia antica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Articolazione didattica Titolo del corso Programma PROF. RICCARDO CHIARADONNA 6 36 Modulo unico Anima e percezione nel De anima di Aristotele Il corso sar dedicato al libro II del De anima di Aristotele. Saranno discussi, in particolare, la dottrina ilemorfica del rapporto anima corpo e la teoria della percezione. Inoltre, saranno affrontati i principali problemi relativi alla psicologia di Aristotele. Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/07 STORIA DELLA FILOSOFIA ANTICA

60
Aristotele, Sullanima II. La fisica dellanima e delle sue facolt sensoriali , Introduzione, traduzione e note di Giovanna R. Giardina, Aracne, Roma 2009 R. Sorabji, Intenzionalit e processi fisiologici: La teoria aristotelica della percezione sensibile (1992), trad. it. in Aristotele e la conoscenza, a cura di G. Cambiano e L. Repici, LED, Milano 1993, pp. 37-89 V. Caston, Aristotles Psychology, in M. L. Gill and P. Pellegrin (eds.), The Blackwell Companion to Ancient Philosophy, Blackwell, Oxford 2006, pp. 316-346. M. Burneyat, De Anima II 5, in Phronesis, 47 (2002), pp. 28 -90. I Esame orale Ottobre 2013 A partire da febbraio 2014

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Settore M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche M-FIL/08 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE Caratterizzante PROF. BENEDETTO IPPOLITO 6 36 Le questioni di Giovanni Duns Scoto sulla Metafisica di Aristotele Lezioni frontali Il Corso intende ricostruire gli argomenti pi rilevanti della complessa interpretazione della filosofia di Aristotele di Giovanni Duns Scoto. Seguendo analiticamente alcuni passaggi chiave delle Questioni di Giovanni Duns Scoto si aprir un confronto diretto e approfondito con la discussione sistematica ed originale proposta dal grande maestro medievale, studiandone gli sviluppi nella filosofia moderna. B. Ippolito, Analogia dellessere, Milano 2007 M. Hoenen, A Oxford: dibattiti teologici nel tardo medioevo , Milano 2003 I. Duns Scotus, Quaestiones super Metaphysicam, q.9 F. Suarez, Disputazioni metafisiche, Bompiano 2007 II Orale Marzo 2014

Programma

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

61

Settore SPS/01 (Filosofia politica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica PROF.SSA EMANUELA FORNARI 6 36 Oikonomia e koinonia. Genesi e paradossi del legame sociale Modulo unico Il corso persegue un duplice obiettivo: a) ricostruire la genealogia della critica alla nozione indifferenziata di mercato e di scambio, a partire dal paradigma del dono introdotto nei suoi studi antropologici da Marcel Mauss; b) mettere a fuoco le implicazioni filosofico-economiche e filosofico-sociali del concetto di dono, inteso come base del legame sociale e di unidea alternativa di comunit e di beni comuni. M. Mauss, Saggio sul dono, Einaudi. K. Polanyi, La grande trasformazione, Einaudi o, in alternativa, G. Bataille, La parte maledetta, Bollati Boringhieri. II Esame orale Da definire Marzo 2014 A partire dalla sessione estiva Laurea Magistrale in Scienze filosofiche SPS/01 FILOSOFIA SOCIALE

Programma

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso

Laurea Magistrale in Scienze filosofiche SPS/01 FILOSOFIA POLITICA Caratterizzante PROF.SSA FEDERICA GIARDINI 6 36 Filosofia politica

62
Obiettivi Articolazione didattica Indagine e rielaborazione storico-critica della nozione di istituzione Modulo unico Che cos' Istituzione Apparati e forme, che nella modernit erano chiamati a svolgere funzioni di mediazione, contenimento e sanzione, regolazione e potenziamento delle relazioni e interazioni tra singoli e tra gruppi, conoscono oggi una transizione violenta. Le trasformazioni economico-politiche, genericamente poste sotto il titolo di crisi, investono le dimensioni pi diverse dell a convivenza: dalla rappresentanza alla forma-Stato, dalla composizione sociale alla stessa societ, passando per la proliferazione compensativa di cristallizzazioni identitarie. Per affrontare sulla scala dei paradigmi tali processi, il corso prevede un'indagine e rielaborazione storico-critica e transdisciplinare della nozione di Istituzione. G. Deleuze, Istitnti e istituzioni, Mimesis (distribuito in fotocopie) C. Castoriadis, L'istituzione immaginaria della societ, Bollati Boringhieri, Torino 1995 passi scelti M. Douglas, Come pensano le istituzioni, Il Mulino, Bologna 1990 - passi scelti O. De Leonardis, Le istituzioni, Carocci, Roma 2001 I Esame orale Da definire

Programma

Testi

Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione

Esami orali e scritti

Settore MAT/01
C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Testi Semestre Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche MAT/01 TEORIA ASSIOMATICA DEGLI INSIEMI Caratterizzante PROF. LORENZO TORTORA DE FALCO 6 36 Teoria assiomatica degli insiemi Il corso unico Gli assiomi della teoria di Zermelo-Fraenkel. Gli ordinali. L'assioma di fondazione. L'assioma di scelta. I cardinali e l'ipotesi del continuo. Dispense fornite dal docente II

63
Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Note Verbalizzazione Esami scritti o/e orali Da definire Da definire Per i suoi contenuti e per i suoi obiettivi, l'insegnamento pu ritenersi appartenente anche al settore M-FIL/02

C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica

Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche MAT/01 LOGICA MATEMATICA Caratterizzante PROF. VITO MICHELE ABRUSCI 6 36 Logica lineare Il corso unico Una teoria logica della comunicazione e dell interazione: la logica lineare, i suoi sviluppi, le sue applicazioni. 1. Geometria delle dimostrazioni e dell interazione 2. Il positivo e il negativo nella comunicazione e nell interazione 3. Lo sviluppo e gli invarianti nella comunicazione e nell interazione Dispense fornite dal docente II Esami scritti o/e orali Da definire Da definire Per i suoi contenuti e per i suoi obiettivi, l'insegnamento pu ritenersi appartenente anche al settore M-FIL/02

Programma

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Note Verbalizzazione

64

Settore L-FIL-LET/11 (Letteratura italiana contemporanea)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche L-FIL-LET/11 LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA Attivit affini o integrative PROF. ANDREA CORTELLESSA 12 72 Gli spazi della narrativa Il corso tratta lopera narrativa di alcuni importanti scrittori italiani del Novecento, e tocca lopera di alcuni narratori in piena attivit a) Un nodo testuale a scelta tra: Beppe Fenoglio, Il partigiano Johnny, Torino, Einaudi 2005; oppure Goffredo Prise, Lontano, Milano, Adelphi, 2009 + Id., Guerre politiche, Milano, Adelphi 2007; oppure Giorgio Manganelli, Esperimento con lIndia, Milano, Adelphi 1992 + Id., LIsola pianeta, Milano, Adelphi 2006; oppure Gianni Celati, Narratori delle pianure, Milano, Feltrinelli 2003 + Id., Verso la foce, Milano, Feltrinelli 2002; b) una monografia critica sullautore scelto: Roberta Bigazzi, Fenoglio, Roma, Salerno 2001; oppure Silvio Perrella, Fino a Salgarda, Milano, BUR 2009; oppure Graziella Pulce, Giorgio Manganelli. Figure e sistema, Firenze, LeMonnier 2004; oppure Gianni Celati, a cura di Marco Belpoliti e Marco Sironi (Riga 28), Milano, Marcos y Marcos 2008. La terra della prosa. Narratori italiani degli Anni Zero, edited by Andrea Cortellessa, Roma, Lorma 2013. d) Micheal Jacob, Il paesaggio, il Mulino 2009. e) Per una contestualizzazione dei testi nella storia letteraria del Novecento: Giulio Ferroni, Storia della letteratura italiana IV volume: Il Novecento e il nuovo millennio, Milano, Mondatori Universit 2012. Filmografia: Gianni Celati, Strada Provinciale delle Anime (1991); Id., Case sparse. Visioni di case che crollano (2003): questi due compresi in Id., Cinema allaperto, Roma, Fandango 2011); Id., Passar la vita a Diol Kadd (Milano, Feltrinelli 2011) Semestre Valutazione esame I Esame scritto c)

Testi

65

Settore L-FIL-LET/14 (Critica letteraria e letterature comparate)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Programma Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche L-FIL-LET/14 - TEORIA DELLA COMUNICAZIONE Attivit affini o integrative PROF. ARTURO MAZZARELLA 6 36 Il trauma e le sue raffigurazioni nella contemporaneit. Il corso si propone di analizzare, nellambito della letteratura e della cultura visuale, le modalit di raffigurazione di alcuni traumi cruciali che hanno segnato il nostro presente. M. Carbone, Essere morti insieme. Levento dell11 settembre 2001, Bollati Boringhieri, Torino 2007; A. Mazzarella, Politiche dellirrealt. Scritture e visioni tra Gomorra e Abu Ghra ib, Bollati Boringhieri, Torino 2011. Filmongrafia: B. De Palma, Redacted (2007); M. Garrone, Gomorra (2008); K. Bigelow, The Hurt Locker (2008); Zero Dark Thirty (2012). (I film saranno proiettati nel corso delle lezioni). II Prova orale

Testi

Semestre Valutazione esame

Settore M-PSI/07 (Psicologia dinamica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Laurea Magistrale in Scienze filosofiche M-PSI/07 - PSICOLOGIA DINAMICA Attivit affini o integrative PROF. DAVID MEGHNAGI 12 72 Psicologia dinamica Parte generale. La teoria freudiana dellinconscio. Processo primario e processo secondario. Logica e bilogica. I linguaggi dellinconscio: sogno, atto mancato, sintomo e motto di spirito. Linguaggio significante e linguaggio comunicante. I fattori della comunicazione. Linconscio cognitivo. Parte specifica. Analogie e differenze tra il linguaggio dellinconscio e i linguaggi della cultura. Lumorismo come processo terziario. Le teorie freudiane dellarte , della letteratura e della religione. Il concetto di verit storica in Freud. La dialettica dellantisemitismo e del razzismo nel pensiero di Freud. Sviluppi della ricerca psicoanalitica in ambito estetico e religioso. Psicoanalisi e critica testuale. Psicoanalisi dellesperienza religiosa ed estetica.

Programma

66
Freud Sigmund. Il motto di spirito e la sua relazione con linconscio . Torino, Boringhieri 1980. Freud Sigmund. Il perturbante in Opere di Sigmund Freud. Vol. V. pp 1-20. Torino, Boringhieri 1979. Freud Sigmund. Lumorismo in Opere. Vol. X. Pp. 499-508. Torino, Boringhieri 1978. Freud Sigmund. Tre saggi sullUomo Mos. In Opere Vol. X, pp. 334-453. Torino, Bollati Boringhieri. Meghnagi David. Jewish humor on Psychoanalysis, International Journal of Psychoanalysis. 1989. Meghnagi David. From the Dream of a generation to the theory of dreams: Freuds Roman dreams. Int. Journal of Psychoanalysis (2011) 92, 675-695. Meghnagi David. Il padre e La legge (Freud e lEbraismo). Venezia, Marsilio 2004 (Terza edizione aggiornata) Meghnagi David. Interpretare Freud. Venezia, Marsilio 2003. II Esame scritto

Testi

Semestre Valutazione esame

Settore SECS-P/12 (Storia economica)


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Laurea Magistrale in Scienze filosofiche SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA Affini e integrative PROF. GAETANO SABATINI 6 36 Storia economica e finanziaria dell'et contemporanea I modulo didattico Il corso intende fornire agli studenti conoscenze essenziali sulla strutturazione dei sistemi monetari (con particolare riferimento al sistema di Bretton Woods e alle aree valutarie nate alla fine del secolo) nonch sulle reti finanziarie e sui circuiti commerciali del Novecento, con specifica attenzione ai problemi dell'integrazione dei paesi in via di sviluppo nell'economia mondiale. I. Cicli e trends nel secondo dopoguerra - La riconversione delle economie di guerra e la nascita delle economie miste. II. I circuiti del commercio internazionale - Il Piano Marshall, la nascita dell'area europea e il COMECON - L'integrazione dei paesi in via di sviluppo e i neoprotezionismo degli anni '70. - Il ritorno al libero scambio negli anni '80 e la nascita dell'Organizzazione Mondiale del Commercio III I sistemi monetari. - Gli accordi di Bretton Woods - Apogeo e declino del gold-dollar standard - Cambi flessibili e accordi monetari regionali

Programma

67
Il Corso avr carattere seminariale e si avvarr di materiali distribuito dal docente durante le lezioni; gli studenti non frequentanti sono pregati di contattare il docente per concordare i testi su cui preparare lesame. I Scritto e orale Ottobre 2013

Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione esame

Altre attivit formative


C.d.L SSD Tipo di insegnamento Docente Responsabile C.F.U. Ore di lezione Titolo del corso Articolazione didattica Programma Testi Semestre Valutazione esame Giorni, ore e Aula Data inizio corso Verbalizzazione Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche Altre attivit formative Laboratorio PROF. PAOLO VIRNO 6 36 Principi di individuazione Modulo unico Da definire Da definire II Trattandosi di un lavoro teorico-pratico richiesta la frequenza e ogni studente sar tenuto a partecipare attivamente agli incontri e a elaborare un congruo numero di testi scritti. Da definire Da definire Non prevista

68

Docenti del Corso di Laurea in Filosofia


Docente Angelucci Daniela Calcaterra Rosa Maria Chiaradonna Riccardo Cipolletta Patrizia DAngelo Paolo Di Marco Chiara Dorato Mauro Dovolich Claudia Failla Mariannina Farina Gabriella Finelli Roberto Fornari Emanuela Gasparetti Landolfi Simona Iannelli Francesca Ippolito Benedetto Marramao Giacomo Matassi Elio Morganti Matteo Pansera Maria Teresa Tagliacozzo Tamara Tortora de Falco Lorenzo Virno Paolo Settore s.d. M-FIL/04- Estetica M-FIL/01- Filosofia teoretica M-FIL/07- Storia della fil. antica M-FIL/03- Filosofia morale M-FIL/04- Estetica M-FIL/03- Filosofia morale M-FIL/02- Logica e fil. scienza M-FIL/03- Storia della filosofia M-FIL/06- Storia della filosofia M-FIL/06- Storia della filosofia M-FIL/06- Storia della filosofia M-FIL/01- Filosofia teoretica M-FIL/06- Storia della filosofia M-FIL/04- Estetica M-FIL/08- Storia della fil. medievale M-FIL/01- Filosofia teoretica M-FIL/03- Filosofia morale M-FIL/02- Logica e fil. scienza M-FIL/03- Filosofia morale M-FIL/03- Filosofia morale M-FIL/02- Logica e fil. scienza M-FIL/05- Fil. e teoria dei linguaggi e-mail daniela.angelucci@uniroma3.it rosamaria.calcaterra@uniroma3.it riccardo.chiaradonna@uniroma3.it patrizia.cipolleta@uniroma3.it paolo.dangelo@uniroma3.it chiara.dimarco@uniroma3.it mauro.dorato@uniroma3.it claudia.dovolich@uniroma3.it mariannina.failla@uniroma3.it gabriella.farina@phil.uniroma3.it roberto.finelli@uniroma3.it emanuela.fornari@uniroma3.it simonetta.esposto@uniroma3.it francesca.iannelli@uniroma3.it benedetto.ippolito@uniroma3.it Telefono 0657338497 0657338623 0657338418 0657338503 0657338411 0657338426 0657338523 0657338500 0657338553 0657338501 0657338537 0657338496 0657338427 06.57338410 0657338418

giacomo.marramao@uniroma3.it 0657338494 elio.matassi@uniroma3.it 0657338420 matteo.morganti@uniroma3.it 06.57338772 mariateresa.pansera@uniroma3.it 0657338519 tamara.tagliacozzo@uniroma3.it 0657338416 lorenzo.tortoradefalco@uniroma3.it 0657338415 paolo.virno@uniroma3.it 0657338335

69

Memorandum per gli Studenti


1. Leggere con attenzione la Guida dello Studente. 2. Compilare il modulo Cursus Studiorum presso la Segreteria Didattica, al fine dellassegnazione di un docente Tutor che consiglier lo studente nel percorso universitario. 3. Controllare periodicamente gli avvisi, gli aggiornamenti e le comunicazioni affisse sulle bacheche presso la Segreteria Didattica, presso le stanze dei docenti e sul sito. 4. Presentare entro il mese di dicembre dellanno di immatricolazione, il piano di studio on-line. 5. Ritirare e riconsegnare presso la Segreteria Didattica di Filosofia (compilata e firmata dal docente che si sceglie come Relatore) la Scheda Assegnazione Tesi almeno 6 mesi prima della data presunta di Laurea, al fine di conoscere il nome del docente Correlatore in tempi utili per la preparazione della Tesi. 6. Verificare, presso la Segreteria Studenti o attraverso il sito http://portalestudente.uniroma3.it la registrazione degli esami sostenuti, ai fini della Laurea. 7. Ritirare, scaricandoli dal sito della Segreteria Studenti, i moduli da presentare ai fini della Laurea, compreso il modulo di Domanda di ammissione alla Seduta di Laurea, avendo cura di rispettare le scadenze riportate sugli stessi. 8. Far firmare al Professore Relatore e al Professore Correlatore il modulo Domanda di ammissione alla Seduta di Laurea. 9. Verificare presso la Bacheca della Segreteria Didattica eventuali avvisi. 10. Rispettare lorario di ricevimento dei vari uffici al fine di non fare viaggi inutili.

N.B.: LE SCADENZE SONO PERENTORIE

70

Appunti ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________

71 ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________

72 ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________

73 ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________

74 ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________

75 ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________

76 ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________