Sei sulla pagina 1di 1

62

Jahnke ordina di impiegare i Golia. I nani corazzati si di Sindbad il marinaio, avrebbe


avviano a saltelloni. Gli uomini negli appostamenti di guida ente Arthur Jahnke nella sua b
cercano di dirigerli verso i carri armati. Ma la guida non porale Friedrich nella cupola dd
£unziona. I sensibili relais sono stati danneggiati dalle scosse esciallo Hein accanto al Ianciagr
delle esplosioni e dai colpi d'artiglieria. Nemmeno uno si dati della 3' compagnia del 919" -
riescea portarne sull'obiettivo. Rimangono immobilizzati 5, su cui si era concentrata la pot
sulla spiaggia. Ma fra poco uno di essi seminera strage. e di un'intera armata, dove la scoria.
L'artiglieria navale brontola. da lontano. E il fuoco tam- vane alla porta e aprivano un nu
bureggiante di vecchia scuola. II terrene} viene arato metro della Germania, la vittoria dell'Am
per metro. I soldati distesi contro terra aspettano la fine. T urto questo il tenente colonnello
Sono momenti che anche il soldato pili indurito non dimen- panile della cittadina di Saint-Co
tichera maio Abbandonato da Dio e dagli uomini, solo, si sente te non poteva vederlo. Ma egli - •
completamente solo col suo terrore e veramente a tu per tu cortina di £umo era il punto pi _ •
con la maledettissima guerra. Ma questo 10 sa solo chi ha che la potente £lotta aveva preso - ~
ficcato la sua faccia nel fango, chi sente su di se i cavalieri Trasferl il proprio comando a
dell'Apocalisse e inveisce contro la morte che non gli lascia avanzare Ie truppe.
nemmeno il tempo per un'invocazione. Il 6° paracadutisti si trovava nel p
- ola del Cotentin, nella zona Lessa <:
e formava il catenaccio di sicurezza ddla
Sainte-Nere-Bglise localita fatale Era una zona larga venti chilometri e
considerevole settore per un unico =.,.;,
Chi guarda da lontano un simile inferno, da una distanza Poco dopo mezzanotte il gruppo di
spaziale 0 storica, vede soitanto il panorama che si addice rano situato a nordest aveva notate il
alla vittoria 0 alla sconfitta. - nemici, delIa forza di almeno
Anche il tenente colonnello Friedrich von der Heydte, ITa Saint-Come-du-Mont, Baupte e
comandante del 6° reggimento paracadutisti, alle ore 9 di ne del 6°, coi reparti d'assalto e da
quel 6 giugno 1944, vedeva le cose in questa prospettiva. nella zona dove era avvenuto il Ian - _
Egli era partito aIle prime ore del mattino dai suo comando -0 trasmesse in chiaro delle formazi
per Saint-Come-du-Mont, una cittadina a quindici chilometri evano armi pesanti, munizioni e .
dietro il caposaldo W 5. Di la il rumore del combattimento - americani era evidentemente dis
era giunto fino a Carentan. Von der Heydte sali suI cam- iasse i paracadutisti rientravano co
panile, guardo col cannocchiale e credette di essere vittima on der Heydte pard per Carentan per
di una allucinazione: vide davanti alia spiaggia «Utah» Valeva la pena tentar di raccogliere
la sterminata £lotta d'invasione protetta da centinaia di pal-. zioni sulle intenzioni del nemico.
loni frenati. Vide le potenti navi da battaglia. Gli incrocia- Alle 6 era 'giunto a Carentan. Pote
tori e i cacciatorpediniere. Vide gli spari lampeggianti. Vide i appartenevano ai 501° reggimen
le innumerevoli imbarcazioni che si muovevano fra le grandi - ione, e si rese subito conto che
unita e la costa. «Come sul Wannsee, a Berlino, in una - ioni scelte non era un'impresa iso
bella giornata d'estate », gli passe per la mente. iosi ragazzi. Portavano dipinto suile
Soltanto un piccolo tratto di. costa era completamente parola d'ordine: «Arrivederci a Parigi
coperto, come chiuso da un sipario. Furno e densa caligine dor~o delle pin-up girls in grandezz.a
coprivano ogni cosa. Fontane di polvere salivano alte nel gatono apparvero 1a maggior parte _.
cielo. Non si poteva riconoscere nulla. Proprio nulla. Ma Le loro tasche contenevano le cose pili a
dietro quel velo si stava compiendo l'invasione americana. cbe i soldati tedeschi ammiravano con
Se il tenente colonnello avesse avuto il cannocchiale mira- grande quantita, caramelle di frurta,