Sei sulla pagina 1di 4

news]

[news G K EURISKO
FLASH SU RICERCHE > APPUNTAMENTI > LIBRI UNA PROPOSTA “IN PILLOLE” DA LEGGERE D'UN FIATO

MIGLIORA IL NOSTRO
M
CINQUEMINUTI
CON SOCIAL TRENDS

numero 18 giugno 2009

La cultura della salute,


in Italia, è in evoluzione.

STATO DI SALUTE Si registra, infatti,


una migrazione da
IN ITALIA PIÙ CURE E PREVENZIONE un approccio alla salute
“povero” verso un modello
E MINORE FATALISMO più ricco di opportunità.

1 DALLA CENTRATURA SULLA CURA,


ALL’IMPEGNO SULLA PREVENZIONE 2 VERSO
LA CURA OLISTICA
IL BENESSERE È FRUTTO
3 DIMINUISCE LA DISATTENZIONE
E AUMENTA IL “ FARE”:
SIA PREVENZIONE SIA CURA
MODELLI DI CURA DELLA PREVENZIONE COMPLESSIVA ORIENTAMENTI VERSO LA SALUTE
valori in percentuale valori in percentuale valori in percentuale

Δ Δ
VARIAZIONI SALUTE È... VARIAZIONI
2008 VS 1998 (differenza) 2000 2008 2008 VS 1998 1998 2008

…non avere dolori, 46 37 -9 “Faccio periodicamente 34 43 +9


SALUTE E BELLEZZA +5 disturbi o malattie controlli sulla mia salute”
SPORT E BENESSERE +1 …essere perfettamente “Sono molto attento
27 28 +1 68 72 +4
efficienti sul piano psicofisico alla mia salute”

TRASCURATEZZA -5 …essere in armonia, equilibrio con “Se ho un disturbo aspetto


25 35 +10 60 49 -11
se stessi, col proprio corpo e mente che passi da solo”

iStockPhoto
4 NON DECOLLANO
GLI “APPROCCI ALTERNATIVI”
ORIENTAMENTI VERSO LA SALUTE
valori in percentuale

Δ
VARIAZIONI
2008 VS 1998 1998 2008

“Se devo curarmi 13 11 -2


preferisco farlo con le erbe”

“Seguo la medicina
7 9 +2
omeopatica”

“Adotto terapie alternative


4 5 +1
(agopuntura, …)”

5 MIGLIORA LO STATO DI SALUTE


PERCEPITO, FISICO E MENTALE

valori in percentuale

Δ
VARIAZIONI
DELLO STATO DI SALUTE 1998 2008

…fisica
54 62 +8
(valutazioni ottimo + buono)

…mentale
(valutazioni ottimo + buono) 73 77 +4

segue a pagina 2
M
[ news ]
G I U G N O 2 0 0 9
EURISKO 2

MIGLIORA IL NOSTRO STATO DI SALUTE


IN ITALIA PIÙ CURE E PREVENZIONE E MINORE FATALISMO
segue da pagina 1

6 I DISTURBI E I MALESSERI EPISODICI


RISULTANO IN LEGGERA CONTRAZIONE
ANCHE SE MOLTO DIFFUSI
contraccezione, piccoli problemi dei bambini)
ai problemi di salute più importanti
(l’Alzheimer, il Parkinson, i tumori…)
di blog/forum/chat moderati come veri
e propri gruppi di discussione. I risultati?
Una vera e propria miniera di informazioni;
NELLA POPOLAZIONE ITALIANA per i quali Internet diventa uno strumento uno spazio ove i pazienti e i loro familiari
importante di ricerca di informazione: possono finalmente trovare un luogo
> Il 90,2 % negli ultimi 12 mesi ha sofferto sulle terapie, sui centri di riferimento (non per parlare dei loro problemi, vissuti
di almeno un disturbo (mal di testa, raffreddore, solo per i pazienti, ma anche per i familiari) . e aspettative; un luogo ove i medici
mal di schiena, mal di gola, influenza, tosse, Insomma, i pazienti si muovono “da soli” possono confrontarsi fra pari (senza filtri

mentale). Nel 2004 ➔ 92%


dolori mestruali, insonnia, affaticamento e parlano “tra loro”: Internet diventa e senza formalità) sulle loro pratiche
un luogo di scambio importante nella salute. di lavoro. Con grande soddisfazione da parte
> Diminuisce la sofferenza, ma aumenta Fino ad oggi le Aziende che si occupano dei partecipanti: “Penso che l’iniziativa
la propensione a curare: il 79,5 di salute non sembrano essersi realmente di questo forum sia un segno importante
di chi ha sofferto di almeno un disturbo accorte del potenziale di questo luogo di presa in carico del nostro problema:
si è curato, il 2,4% in più rispetto al 2004. di informazione né sembrano ancora evidentemente c’è qualcuno
> Circa il 20% delle pratiche di cura interessate a partecipare allo scambio. che ha voglia di ascoltarci e di fare
è gestito in termini di autocura: il dato GfK Eurisko ha messo in campo diversi qualcosa per migliorare la situazione!”
è stabile nel tempo. Il segmento di chi strumenti per monitorare e “sfruttare” -“Cari compagni partecipanti, grazie
pratica maggiormente autocura appartiene il potenziale di Internet: dalla osservazione a questo forum online mi sento molto più
ad una cultura “progettuale ed impegnata”. non partecipante dei luoghi di scambio sollevato: mi sento meno solo
spontanei (progetti Web 2.0 che prevedono e sono felice di aver conosciuto altre
IN SINTESI l’osservazione e analisi di blog persone che vivono il mio problema!”
> Aumento di attenzione progettuale e forum spontanei), alla realizzazione Isabella Cecchini
(in calo: fatalismo, disimpegno, delega).
> Ancoraggio a una rappresentazione
UN QUARTO DEGLI INTERNAUTI “NAVIGA” PER MOTIVI DI SALUTE
(salute e bellezza ➔ benessere)
e a stili della salute positivi Valori in percentuale

e proattivi (cura e prevenzione). Turismo/viaggi 49


> Impegno nella gestione del disturbo =
meno sofferenza, più propensione a curare Informazioni utili (orari treni, scadenze, scioperi) 45
> Assunzione di un progetto di autocura da parte
Musica 44
dei segmenti della popolazione più evoluti
> Per quanto riguarda l’informazione Notizie di attualità 39
sanitaria, ci si sta spostando verso nuovi
interlocutori: dalla primary care Sport 38
e dal medico di famiglia a Specialisti
e Opinion leader, Decisori Istituzionali Software (non videogiochi) 35
(ASL, REGIONI…).
> I “pazienti” si muovono “da soli/tra loro” Informazioni geografiche/mappe 28
e Internet diventa un luogo
di scambio importante per i “saperi esperti” Auto/motori 28

Informazioni commerciali
INTERNET DIVENTA LUOGO (attività aziende, prodotti/servizi offerti)
27
DI SCAMBIO SULLA SALUTE
Tale aumentata attenzione alla salute Previsioni del tempo/meteo 27
si traduce in un comportamento attivo
di ricerca di informazioni attraverso tutti Videogiochi 26
i canali: i media tradizionali, gli interlocutori
Cinema 26
esperti (il medico, il farmacista) e anche
Internet: il 38% degli Italiani utilizza Internet
Scuola/istruzione 26
(si tratta di circa 18 milioni di persone,
più del doppio rispetto al 2001), e un quarto - Salute/medicina 18
Salute 24 - Fitness 8
di essi si collega per cercare informazioni - Medicina alternativa 8
sulla salute: dai temi più quotidiani e legati
al benessere (allergie, intolleranze, Base: chi si è collegato a Internet casa/lavoro negli ultimi 30 giorni Fonte: Audinet Sinottica - GfK Eurisko: rilevazione 2009
M
[ news ]
G I U G N O 2 0 0 9
EURISKO 3

Think Tank

G
iugno è il mese delle urne. Gli italiani sono invitati a recarsi ai seggi per l’Europa per il
Referendum Misterioso, e per numerose realtà locali a geometria variabile. Lo faranno? I
sondaggi dicono di no, o meglio predicono una scarsa affluenza alle urne, soprattutto per
la consultazione per il Parlamento Europeo, che non gode di buona fama: retribuzioni ele-
vate, soprattutto quelle dei parlamentari italiani, e scarso impegno, anche solo di presenza. Vedre-
mo. Che cosa dicono i sondaggi? Già, i sondaggi. Sono attendibili, sono scientifici, sono oracoli e pro-
fezie che si autoverificano? Vale la pena leggerli e, soprattutto, meritano investimenti da parte delle
forze politiche, delle istituzioni pubbliche e dei privati? La reputazione dei sondaggi cosiddetti di opi-
nione politica non è buona, inutile negarlo. Fare chiarezza sui sondaggi è quindi utile, come avviene
nel volumetto “Attenti al sondaggio!” di Paolo Natale. Dove con chiarezza si spiega, senza per questo
cadere nella didattica noiosa. Un manualetto esaustivo: quando un sondaggio è corretto, e quando
non lo è; che cosa significa rappresentatività, quando un Istituto di ricerca è reputato per condurre
sondaggi e quando no. Per poi affrontare le tecniche e le modalità di analisi dei sondaggi politici, con
particolare attenzione a quelli all’uscita dei seggi e alle “proiezioni”. E sul perché non fidarsi (troppo) Paolo Natale
dei sondaggi: dal ruolo del clima di opinione alla desiderabilità sociale e alla autoselezione dei ri-
spondenti e partecipanti al voto. “E’ divenuto luogo comune parlare del nostro Paese come di una re-
ATTENTI
pubblica fondata sui sondaggi: senza l’ausilio dei risultati di un sondaggio, quasi nessuno pare esse- AL SONDAGGIO!
re legittimato a effettuare scelte strategiche e comunicative. Ma non sempre chi li utilizza o chi ne editore Laterza
legge i risultati comprende fino in fondo quali siano le loro regole e le corrette modalità di fruizione. Il anno di pubblicazione 2009
sondaggio è infatti uno strumento tanto utile quanto controverso e pieno di insidie”. pagine 129 prezzo 12,00 euro

E-COMMERCE: AUMENTA LA FIDUCIA


La recente indagine TOTALE UTENTI INTERNET Valori in percentuale di molto+abbastanza
Netcomm GfK Eurisko 100
sulle potenzialità
90
del commercio elettronico
76
segnala, prima ancora 80 74
70
68 68
dei settori dove il fenomeno 70 62 63
58 59
è più diffuso, una tendenza 60 65 66 66
63
alla diminuzione 59
50 57
52 54 52
delle resistenze nei confronti 40
degli acquisti on line.
30
“Preferisco vedere di persona 20
le cose che acquisto e parlare 10
con il negoziante”: nel 2000 0
novembre novembre novembre novembre novembre novembre novembre novembre novembre
rispondeva così il 70 % 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008
degli utenti Internet.
PREFERISCO VEDERE DI PERSONA LE COSE CHE COMPRO E PARLARE CON IL NEGOZIANTE
Questa percentuale, che
NON MI FIDO A TRASMETTERE IL NUMERO DELLA MIA CARTA DI CREDITO
nel 2001 saliva addirittura
al 76%, è scesa oggi al 59%.
Grande interesse, sicuramente, TOTALE UTENTI INTERNET Valori in percentuale
Un trend ormai consolidato,
nel considerare Internet fonte
considerando che nel 2007 Certamente sì 30
di informazione per identificare
era già ribassato al 63%.
altri canali di vendita.
Altra grande resistenza Probabilmente sì 38
Alla domanda “In futuro Lei pensa
nei confronti del commercio
di utilizzare (o continuare Non so. Forse 22
elettronico è sempre stato l’uso
ad utilizzare) Internet
della carta di credito.
per informarsi su prodotti/ servizi Probabilmente no 6
“Non mi fido a trasmetterne
da acquistare attraverso
il numero via Internet” dicevano Certamente no 4
altri canali o altri punti vendita?”,
gli utenti Internet: il 65%
ecco le risposte Certamente
nel 2000, il 57% nel 2005, 68
+ probabilmente sì
il 52% nel novembre 2008.
M
[ news ]
G I U G N O 2 0 0 9
EURISKO 4

SEMINARIO GfK EURISKO Agenda


GUIDARE L’AUTO
SEMINARI
LONTANO DALLA CRISI I 17 giugno, Milano
GUIDARE L’AUTO… LONTANO DALLA CRISI
MILANO MERCOLEDÌ 17 GIUGNO
dalle ore 10.00 alle ore 12.30 I 23 giugno, Roma
Centro Svizzero, Via Palestro 2 (MM Palestro) GUIDARE L’AUTO… LONTANO DALLA CRISI
Il seminario 2009 di GfK Eurisko dedicato al mondo I 7 luglio, Milano
dell’automotive arriva a un anno di distanza dalla prima
edizione nella quale la crisi strutturale del settore SEMINARIO ANNUALE. ROAD MAP DELLA RIPRESA

I Lo scenario europeo: profili e tendenze


era stata prevista e anticipata, e la necessità di soluzioni
"disruptive" nell’approccio al mercato segnalata.
Ora, dopo un anno, è possibile fare il punto sulla reale I Osservatorio sulle carte di Credito
discontinuità introdotta dalla crisi, sulle opportunità I Le innovazioni nel mystery shopping
I Loyalty e CS
che si offrono ai player sul mercato italiano, non solo
I La comunicazione finanziaria
di guadagno delle quote di mercato in senso competitivo,
ma anche in termini di un ritorno del mercato stesso
a volumi interessanti per l’offerta automotive. I La multimedialità degli italiani
Sono previsti interventi di Per saperne di più
Fabrizio Fornezza, Daniela Maiani, Laura Guastalla > seminari@gfk-eurisko.it - www.gfk-eurisko.it
Confermare la partecipazione alla segreteria organizzativa:
maura.giovannini@gfk-eurisko.it INDAGINI MULTICLIENT
IN AVVIO
Giugno 2009
SEMINARIO ANNUALE GfK EURISKO I Diabete 360°

ROAD MAP DELLA RIPRESA INDAGINI MULTICLIENT


IN PRESENTAZIONE
MILANO MARTEDÌ 7 LUGLIO riservate ai sottoscrittori
dalle ore 14.30 alle ore 17.30 I 24 giugno, Milano
Unione del Commercio, Corso Venezia 49 EURISKO MEDIA MONITOR (EMM)
(MM Palestro) La multimedialità degli italiani
Il Seminario annuale 2009 di GfK Eurisko farà riflettere
Per saperne di più
sui territori di ripresa, dopo la recessione degli ultimi dodici mesi. > info@gfk-eurisko.it - www.gfk-eurisko.it
La prima parte riguarderà:
- il sentiment dei consumatori- utenti e delle imprese,
oggi pensando al domani Se non desidera ricevere CINQUEMINUTI mandi un email
a cinqueminuti@gfk-eurisko.it, indicando nell'oggetto REMOVE
- la mappa della crisi e del suo superamento
- il quadro internazionale con le differenze e le comunalità Direttore responsabile Giuseppe Minoia

M
rispetto al nostro Paese, comprensivo degli indici
internazionali di innovazione delle imprese.
La seconda parte affronterà le chance e le minacce EURISKO
in alcuni specifici settori:
- dove va la tecnologia di consumo Milano Via Monte Rosa, 15-17-19 . 20149 Milano
- la nuova finanza dopo il crash Tel. +39-02-43.809.1 Fax +39-02- 48.14.177 i
- la multimedialità, tra New Media e vecchi contenuti
nfo@gfk-eurisko.it
Sono previsti interventi di Paolo Anselmi, Luca Antonietti, Roma Piazza della Repubblica, 59 . 00185 Roma
Silvestre Bertolini, Claudio Bosio, Fabrizio Fornezza,
Tel. +39-06-47.82.33.02 Fax +39-06-96.70.39.67
Edmondo Lucchi, Remo Lucchi, Giuseppe Minoia, Silvio Siliprandi
euriroma@gfk-eurisko.it
Confermare la partecipazione alla segreteria organizzativa: Ufficio Stampa Via Monte Rosa 19 . 20149 Milano
maura.giovannini@gfk-eurisko.it Tel. +39 -02- 43.809.376 ufficio.stampa@gfk-eurisko.it