Sei sulla pagina 1di 10

Ferrara Terra e Acqua

Non basta un rullino fotograco per catturare tutta la poesia di Ferrara. Si pu passeggiare (o pedalare!) per ore e non smettere di emozionarsi. Bella? Bellissima. S, per una volta non c il rischio di esagerare con le denizioni: non per niente il suo centro storico Patrimonio Mondiale dellUmanit. Ma ancora pi speciale - ovviamente per altri versi - il territorio. Antiche lagune, valli uviali dove lingue di acqua salmastra si insinuano fra gli aforamenti di terra: lo spettacolare Delta del Po. Non troverete niente del genere in tutta Europa. Lesperienza pi divertente noleggiare una bicicletta e pedalare senza fretta e magari fare amicizia per strada con uno dei tanti gruppetti di cicloturisti. ARTE E CULTURA La prima cosa da sapere su Ferrara? Che se oggi cos bella, il merito degli Estensi, la grande dinastia che govern per 300 anni. Se si dovesse riassumere la citt in un solo fotogramma, limmagine sarebbe quella del sontuoso Castello Estense. Struttura tipica medioevale, fastosit rinascimentale, il Castello uno dei pochissimi in Italia a conservare ancora il fossato con lacqua. Prendetelo come punto di riferimento: in una posizione centrale rispetto al cerchio delle mura. Allinterno ci sono sale splendide e il bookshop al piano nobile pieno di tentazioni. Da non perdere sono la Cattedrale (XII sec.) dalla meravigliosa facciata romanico gotica. E poi naturalmente i palazzi estensi pi fastosi della citt. A cominciare da Palazzo dei Diamanti (1400). Andatelo a vedere perch uno degli edici pi belli dEuropa. Il suo nome cos curioso deriva dal suo rivestimento esterno: 8.000 blocchetti di marmo, sfaccettati a forma di diamante. Oggi ospita la 64

Palazzo Schifanoia

Castello Estense

Via delle Volte

FERRARA
Pinacoteca Nazionale e la Galleria dArte Moderna, sede di importanti mostre. Poi Palazzo Schifanoia, una delizia estense dove la corte schivava cio mandava via la noia, fra feste e balli. E Palazzina Marsa dEste, altro esempio dello sfarzo con cui viveva la famiglia estense nel 500. Chi ha voglia di vedere una cosa diversa, rispetto al giro classico, pu inlarsi nella Piazza Comunale ( proprio fra il Castello e il Duomo) e salire il grande scalone quattrocentesco del Palazzo Municipale. Oggi il palazzo sede degli ufci del Comune e quindi non visitabile. Ma in orari di ufcio si pu entrare nello spettacolarmente affrescato Stanzino delle Duchesse. Un percorso poco battuto dai turisti quello delle stradine medioevali, meno famose. Dalla celeberrima e medioevale Via delle Volte, tutta arcate, ciotoli, lunga due chilometri, si diramano le romantiche e silenziose Via Crocebianca, Via Centoversuri, Via Sacca, Via Colomba. Questultima porta a una piazzetta sconosciuta ai turisti: Piazza San Nicol. C una chiesa sconsacrata (ma con un enorme abside di Biagio Rossetti), gli alberi, un giardino, una bella casa con una cornice in cotto.

INFO

Palazzo dei Diamanti

CURIOSIT

FERRARA MAGICA In quale altra citt gli astrologi hanno mai calcolato il punto di massimo splendore del sole? Nella Ferrara rinascimentale successo anche questo. Secondo le stelle interpellate, dagli astrologi di corte, il punto magico della citt il Quadrivio degli Angeli.

Castello Estense Tel. 0532/299.233 Cattedrale Tel. 0532/207.449 Palazzo Schifanoia Tel. 0532/244.949 Pinacoteca Nazionale - Palazzo dei Diamanti Tel. 0532/205.844 Palazzina Marsa dEste Tel. 0532/244.949 IAT Ferrara Tel. 0532/299.303 - 419.474 infotur@provincia.fe.it www.ferrarainfo.com

65

ARTIGIANATO Altro che semplici vecchi mestieri. Sono di origine antichissima le tradizioni artigianali che si possono scovare a Ferrara e dintorni. Forse la pi particolare quella che risale addirittura al Rinascimento: la ceramica grafta ferrarese. Si tratta di oggetti (bellissimi) in ceramica, incisa con uno stiletto di ferro e ricoperta con colori primitivi e che il fuoco poi scioglie con particolari effetti cromatici. Il risultato? Disegni delicati e anche un po misteriosi: coppie di innamorati, visi di giovani della corte estense, unicorni, garofani oriti e foglie sinuose. Basta mezza giornata per frequentare dei minicorsi (e portare a casa il proprio capolavoro). Oppure un paio di ore per assistere alla lavorazione in uno dei laboratori. Una curiosit: fu il Duca Alfonso DEste, grande estimatore della ceramica grafta, il primo principe italiano a sostituire il vasellame da tavolo in oro e argento con la ceramica. Oggetti cult per collezionisti sono anche le produzioni in vimini e giunco, le sculture di legno. E soprattutto le piccole grandi opere darte in paviera che una canna che occhieggia dai canali e acquitrini del Delta del Po. Se ne ricavano stuoie, mobili, ceste o anche artistiche anatre, adagiate sullacqua come richiami per la caccia.

Ceramica grafta

Piazza Duomo

Ceramiche grafte

CURIOSIT

I MERCATINI

Ogni domenica a Ferrara si svolgono mercatini per tutti i gusti. Piazza Trento e Trieste si riempie di bancarelle e del vociare di gente a caccia di occasioni (eccetto agosto). Info: Tel. 0532/299.303 - 419.474 www.ferrarainfo.com

66

visita virtuale: www.cittadarte.emilia-romagna.it

FERRARA
ENOGASTRONOMIA C chi dice che il pane di Ferrara sia uno dei pi buoni del mondo. Di sicuro la pensa cos lUnione Europea che ha attribuito alla Coppia ferrarese il riconoscimento IGP. La coppia ferrarrese, servita in tutti i ristoranti, pu essere croccante o morbida, condita o priva di grassi. Un souvenir da portarsi a casa sar una confezione dAnguilla marinata di Comacchio nella sua tipica scatola di latta. Gli spaghetti allo scoglio avranno un altro sapore se saranno preparati con la Vongola di Goro IGP e con il profumato Aglio di Voghiera IGP. Ma da assaggiare (e da ricordare!) ci sono tante altre golosit del territorio: i cappellacci ripieni di zucca e parmigiano, la salama da sugo, un particolare insaccato, confezionato con varie carni suine macinate, stagionato e poi cucinato a lungo. Piatti che si abbinano alla perfezione con i vini DOC del Bosco Eliceo. Ma pregiata anche la frutta: il prodotto pi famoso la Pera dellEmilia Romagna IGP. Gran nale con il pampepato, dolce fatto con cioccolato, e con i mandorlini del ponte, biscotti con mandorle intere.

Anguille di Comacchio

Pera dellEmilia Romagna IGP

Salama da sugo

67

68

DA SCOPRIRE

in provincia di Ferrara

CITT DARTE Ferrara: Casa Romei, Palazzina Marsa dEste, Palazzo Costabili, Palazzo dei Diamanti, Palazzo Massari, Museo della Cattedrale Cento: Pinacoteca Civica Comacchio : Museo della Nave Romana, Manifattura dei Marinati

TERME Thermae Oasis

PARCHI Parco Regionale Delta del Po

RISERVE Riserva Naturale Dune Fossili di Massenzatica, Gran Bosco della Mesola

DIMORE STORICHE Castello Estense e Palazzo Schifanoia di Ferrara, Castello Estense di Mesola, Rocca di Stellata, Delizia del Verginese, Delizia di Bel Riguardo

GOLF CLUB Boscovecchio Argenta Golf Club (18 buche), Cus Ferrara Golf (18 buche), Golf Club Cento (9 buche), Golf Club Fossadalbero (9 buche)

MOTORI Centro Polifunzionale Ferruccio Lamborghini (Dosso di S.Agostino)

TEATRI Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Borgatti di Cento

STRADA DEI VINI E DEI SAPORI La Via del Grande Fiume, La Via delle Corti Estensi, La Via del Delta del Po

69

Ferrara Terra e Acqua


Il Territorio Attenzione prima di pensare che il bello del territorio ferrarese consista tutto nel Delta del Po. Il parco regionale, con i suoi specchi di acqua, le immense pinete, la sua luce cangiante, uno spettacolo della natura (incontaminata) davvero superbo. Ma basta prendere lauto (o la bicicletta) e uscire dalla citt per incontrare pievi benedettine, emergenze archeologiche, castelli, pinacoteche, antiche dimore dichiarate dallUnesco Patrimonio dell Umanit. Se il tempo a disposizione poco ed necessario selezionare i vari spostamenti, va comunque prevista una tappa allAbbazia di Pomposa e una a Comacchio. Capolavoro darte romanica e bizantina, Pomposa si annuncia in lontananza con il suo svettante campanile e il viaggiatore si stupisce dei magnici colori che contiene, quasi avesse scoperto un giardino orito nascosto sotto mattoni secolari.Quanto a Comacchio, basta immaginarsi una piccola Venezia, attraversata da una rete di canali su cui si affacciano casette dai toni pastello, con ponti seicenteschi che collegano i quartieri. Limmancabile rito di ogni turista salire le scalinate del famoso Trepponti del 1634. Una cosa che invece pochissimi fanno inoltrarsi dentro il Municipio: davanti allufcio del sindaco sono esposti dei costumi di Carnevale realizzati dal pittore Remo Brindisi. A proposito di Brindisi nella vicina Lido di Spina c il museo a lui dedicato. La sede lavveniristica villa dellartista (scomparso nel 1996), un edicio a pianta libera con corridoi circolari e una scala a spirale. Un altro museo, ma in questo caso archeologico e di rilevanza internazionale, quello della Nave Romana. Passeggiando lungo il Loggiato dei Cappuccini, si incontrer un museo tutto particolare, la Manifattura dei Marinati, che con i suoi dodici camini, gli spiedi, i barili, le antiche strutture, racconta la storia di quella che da sempre la principale attivit produttiva di Comacchio. Pochi chilometri a sud si estendono le Valli di Comacchio, un comprensorio di specchi dacqua, dossi e saline che rappresentano ci che resta dellimmensa laguna da cui Comacchio era circondata. Una escursione in motonave permette di scoprire i casoni, le antiche stazioni di pesca (delle 150 ne sono rimaste solo 8).

Mesola

Verginese

Pomposa

CURIOSIT
COLLEZIONANDO SULLACQUA Tutti i mercatini dellantiquariato sono divertenti. Ma quando le bancarelle si affacciano sui canali, il giro diventa indimenticabile. A Comacchio il mercatino sullacqua si tiene in occasione di varie festivit. Il calendario cambia ogni anno, perci informatevi prima. Info: Ufcio turistico, Tel.0533/310.161 www.comacchio.it

70

Pi allinterno c Argenta e loasi naturalistica di Campotto. Qui si pu sfruttare un punto noleggio bici e cos, pedalando nei dintorni si possono scoprire piccole grandi meraviglie. Come la piccola pieve di San Giorgio, la pi antica del territorio, fondata nel VI sec., seminascosta dagli alberi. Merita una visita Cento, con i suoi portici seicenteschi. Lelegante cittadina diede i natali al Guercino, i cui capolavori sono conservati alla Pinacoteca Civica. Un castello in miniatura si trova a Gambulaga di Portomaggiore: la Delizia del Verginese (Delizie erano chiamate le residenze di vacanze e feste degli Estensi). Il complesso fu donato da Alfonso dEste allamata Laura Dianti. Il Verginese stato dichiarato dallUnesco Patrimonio dellUmanit, cos come le altre Delizie, tra cui il Castello del Belriguardo a Voghiera, la pi ricca e sontuosa delle residenze dei duchi dEste, tale da essere soprannominata la Versailles degli Estensi.

Argenta

Voghiera

Valli di Comacchio Pieve di San Giorgio - Argenta Tel. 0532/808.058 Pinacoteca Civica - Cento Tel. 051/684.3390 Abbazia di Pomposa - Pomposa Tel. 0533/719.152 Museo della Nave Romana - Comacchio Tel. 0533/311.316 Museo Alternativo dArte Contemporanea Remo Brindisi- Loc. Lido Di Spina Tel. 0533/318.748 Manifattura dei Marinati Centro Visite del Parco del Delta del Po Laboratorio di lavorazione dellanguilla marinata tradizionale delle Valli di Comacchio Tel. 0533/811.59 314.003

INFO

CURIOSIT
ZANZARA, UNA POETICA SECCATURA Nel territorio di Ferrara il rapporto con la zanzara secolare. Ecco i versi dedicati a questo insetto nientemeno che da Torquato Tasso: Tal zanzaretta era Zufola intorno e vola E vi percuote poi la bianca gola. Oh mirabil guerriera! In cui natura giunge La tromba allarme, ondella suona e punge.

71

FERRARA MUSEI

CASTELLO ESTENSE Antica fortezza medievale trasformata in lussuosa residenza ducale estense nel 500. La visita comprende le prigioni, la sale affrescate del piano nobile e la Torre dei Leoni. Largo Castello, 1 Tel. 0532/299.233 www.castelloestense.it

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE Allinterno di una sontuosa dimora del XV secolo, ospita i preziosi reperti provenienti dalla citt etrusca di Spina, sorta sullantico Delta del Po. Palazzo Costabili Via XX Settembre, 124 Tel. 0532/662.99

MUSEO DELLA CATTEDRALE Tra le opere esposte spiccano le ante dorgano rafguranti lAnnunciazione, San Giorgio e il Drago, capolavoro di Cosm Tura, e le formelle duecentesche provenienti dalla Porta dei Mesi. Ex-Chiesa e chiostro di San Romano Via S. Romano Tel. 0532/209.988 - 761.299

MUSEO DELLA NAVE ROMANA - IL CARICO Dagli unguentari ai piccoli tempietti da viaggio. Sono tantissime le curiosit ritrovate a bordo della nave romana Fortuna Maris. Oggi tutte in mostra in un edicio del complesso di Palazzo Bellini. Via della Pescheria, 2 Comacchio Tel. 0533/311.316 fortunamaris@libero.it www.comune.comacchio.fe.it

ECOMUSEO Cos un ecomuseo? un Museo collegato nel suo ambiente umano e sico. Il sistema ecomuseale di Argenta si articola in una sezione naturalistica e in tre stazioni museali: il Museo delle Valli di Argenta, il Museo della Bonica e il Museo Civico. c/o Casino di Campotto Via Cardinala - Loc. Campotto Tel. 0532/808.058 www.parcodeltapo.it

MUSEO ARCHEOLOGICO DI VOGHENZA Un piccolo museo per reperti eccezionali: quelli emersi dagli scavi nella necropoli romana di Voghenza: monili doro e dambra, anfore e vari tipi di contenitori ed una ricca sezione epigraca. Delizia di Belriguardo - Voghiera. Tel 0532/328.500 328.511 www.comune.voghiera.fe.it

72

FERRARA EVENTI
IL PALIO DI FERRARA. il palio pi antico del mondo (1259) con un corteo storico di oltre 1.000 personaggi in costume rinascimentale. Otto contrade si affrontano in quattro competizioni. QUANDO: ultima domenica di maggio DOVE: Piazza Ariostea EVENTUALE COSTO: (indicativo) euro 25,00 circa (in tribuna) INFO: Ente Palio Tel. 0532/751.263, www.paliodiferrara.it

MILLE MIGLIA La pi famosa delle corse di auto depoca da competizione, costruite fra gli anni 20 e 50 fa tappa a Ferrara. Loccasione per vedere tanti pezzi unici tutti insieme. QUANDO: maggio DOVE: Piazza Trento e Trieste EVENTUALE COSTO: gratuito INFO: Organizzazione Mille Miglia Tel. 030/280.036, www.millemiglia.it

FERRARA BUSKERS FESTIVAL Unidea vincente, in seguito imitatissima. Ma rimane questa la prima e pi grande kermesse di artisti di strada provenienti da tutto il mondo. Ferrara si trasforma in una citt in musica dove la gente insegue leco di una melodia fra stradine e cortili. QUANDO: ultima settimana di agosto DOVE: strade e piazze del centro storico di Ferrara EVENTUALE COSTO: gratuito INFO: Ferrara Buskers Festival Tel. 0532/249.337, www.ferrarabuskers.com

CENTO CARNEVALE DEUROPA Centinaia di guranti in costumi variopinti slano tra le vie e i portici seicenteschi della citt con i famosi carri allegorici in cartapesta, alti no a 20 metri. Il Carnevale di Cento gemellato con quello di Rio de Janeiro. QUANDO: febbraio e marzo DOVE: Cento centro storico EVENTUALE COSTO: (indicativo) euro 8,00/11,00 circa INFO: Tel. 051/904.252, www.carnevalecento.com info@carnevalecento.com

SFILATA DAMORE E MODA Una slata stile Piazza di Spagna dalla scalinata del Trepponti. Lungo i canali di Comacchio stilisti internazionali propongono le loro nuove collezioni. Una slata di moda unica nel suo genere. QUANDO: giugno DOVE: Comacchio - Trepponti EVENTUALE COSTO: a pagamento INFO: Ufcio turistico Tel. 0533/310.161 www.comune.comacchio.fe.it

73