Sei sulla pagina 1di 7

Q Ed.

Ipsoa - Francis Lefebvre

PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE 723

Procedimento di ingiunzione

SOMMARIO
Sez. 1 - Presupposti ............................

I. Credito............................................. II. Prova scritta del credito....................


Sez. 2 - Procedimento ordinario di ingiunzione ...........................................

5102 5104 5114 5140 5144 5146

III. Deposito del ricorso ........................ IV. Decisione del giudice ...................... V. Adempimenti successivi allemissione del decreto ingiuntivo ......................... VI. Opposizione al decreto ingiuntivo ....
Sez. 3 - Regole particolari del decreto ingiuntivo telematico .........................

5155 5157 5176 5208 5265

I. Giudice competente.......................... II. Ricorso per decreto ingiuntivo ..........

Il creditore di una somma di denaro, di cose fungibili o di beni mobili, se prova per iscritto il ` ricorrere al giudice chiedendo lemissione di un decreto con il quale si proprio credito, puo ingiunge al debitore di provvedere, entro un termine determinato, al pagamento della somma o alla consegna del bene. ` detto Il procedimento, che costituisce una forma speciale di processo di condanna, e si svolge in assenza di contraddittorio e senza un approfondito accertasommario perche mento del credito fatto valere. Esso ha lo scopo di consentire al creditore di ottenere rapidamente e con ridotti costi di giudizio un titolo (il decreto ingiuntivo) per dare inizio allesecuzione forzata. ` per la presentazione, il deposito e lemissione di un decreto Esistono due diverse modalita ingiuntivo: una ordinaria, che segue le normali regole del procedimento ed una telematica, operativa solo presso alcuni tribunali italiani. Il debitore ingiunto che vuole difendersi deve presentare opposizione al decreto. In tal caso, si apre un normale procedimento di cognizione a contraddittorio ed istruzione probatoria pieni, che si conclude con una sentenza.

5100

SEZIONE 1

Presupposti
` , unassociazione o un diverso ente) puo ` ricorrere Chiunque (una persona fisica, una societa al procedimento di ingiunzione per chiedere la condanna del debitore se ricorrono entrambi i presupposti: essere titolare di un diritto di credito, con loggetto specificato nei paragrafi che seguono; la prova su cui tale diritto si fonda deve essere scritta.

5102

724

PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE

Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre

I. Credito
` avere ad oggetto una somma di denaro 5104 Il credito per cui si chiede il decreto ingiuntivo puo ` di cose fungibili o la consegna di una cosa liquida ed esigibile, una determinata quantita mobile determinata (art. 633 c. 1 c.p.c.). ` dunque inammissibile lingiunzione diretta ad ottenere la consegna di un immobile o ad E ottenere lesecuzione di un obbligo di fare o non fare. ` chiedere la condanna al pagamen5106 Somma di denaro (art. 633 c. 1 c.p.c.) Il creditore puo to di una somma di denaro a condizione che essa abbia le due seguenti caratteristiche: ` : la somma deve essere precisata nel suo importo senza necessita ` di conteggi o di liquidita aggiunte (se non meramente strumentali); ` : il credito deve essere scaduto. Lesigibilita ` deve sussistere per lo meno al esigibilita momento della scadenza del termine per proporre opposizione. Il decreto ingiuntivo emesso per un credito divenuto esigibile solo nel corso del giudizio di opposizione deve essere revocato, con i conseguenti riflessi in tema di interessi e di spese, ma il debitore ingiunto deve essere contestualmente condannato al pagamento (Cass. 5 giugno 1997 n. 5007). ` puo ` In via eccezionale il locatore che chiede al giudice la convalida di sfratto per morosita chiedere il decreto ingiuntivo anche per i canoni di locazione non ancora scaduti (v. n. 6786). Il credito per cui si agisce deve essere tutelabile in via diretta attraverso il procedimento ` che sia necessaria la pronuncia di un provvedimento di altro tipo. dingiunzione, senza cioe ` quindi agire in via ingiuntiva per ottenere il pagamento di una somma come Non si puo conseguenza della risoluzione (giudiziale, non consensuale) di un contratto.
Ad esempio: una parte chiede con decreto ingiuntivo la restituzione del prezzo relativo allacquisto di un bene risultato difettoso: il giudice ha risolto il contratto a seguito del giudizio di opposizione e ha emesso decreto ingiuntivo ma la cassazione ha revocato lingiuntivo affermando che il diritto di credito non era liquido ed esigibile al momento della richiesta, in quanto il suo riconoscimento era subordinato alla pronuncia da parte del giudice della sentenza di risoluzione (Cass. 9 settembre 2008 n. 23336); una parte chiede con decreto ingiuntivo il pagamento di crediti subordinati alla risoluzione di un contratto di transazione e di una contestuale reviviscenza delle obbligazioni originarie: il tribunale ha rigettato listanza in quanto i crediti non erano esigibili e liquidi al momento della loro richiesta (Trib. Salerno 12 luglio 2008).

` o non puo ` richiedere il 5108 La tabella indica alcuni esempi di crediti per i quali il creditore puo decreto ingiuntivo.
Tipo di credito Onorari per prestazioni giudiziali o stragiudiziali o rimborsi di spese fatti da avvocati, procuratori, cancellieri, ufficiali giudiziari o da chiunque altro abbia prestato la propria opera in un processo (es. consulenti tecnici) Onorari, diritti o rimborsi spettanti: a notai a norma della loro legge professionale; ` esiste una tariffa ai liberi professionisti per la cui attivita legalmente approvata (es. commercialisti, architetti, ingegneri) Credito da lavoro ` Ammissibilita del procedimento di ingiunzione Riferimenti

S`

art. 633 c. 1 n. 2 c.p.c.

S`

art. 633 c. 1 n. 3 c.p.c.

S`

` approfondito largomento e al n. 6542 e s. Trib. Varese 22 gennaio 2011 n. 98 art. 664 c.p.c. art. 3 c. 4 L. 192/98 Cass. 21 aprile 1999 n. 3944 art. 63 c. 1 disp.att. c.c.

Credito derivante da rapporti di comodato Credito derivante da rapporti di locazione o affitto Credito dipendente dal contratto di subfornitura Interessi spese condominiali in base allo stato di ripartizione approvato dallassemblea

S` S` S` S` S`

Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre

PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE 725

Tipo di credito Diritto alla restituzione: a) della caparra confirmatoria (art. 1385 c.c.) in caso di recesso per inadempimento dellaltro contraente b) della caparra penitenziale (art. 1386 c.c.) a seguito del recesso della parte che lha ricevuta c) del deposito cauzionale da parte del locatore che trattiene la somma senza far valere lesistenza di danni Risarcimento dei danni: a) richiesta di risarcimento, in generale b) derivante dal funzionamento della clausola penale (art. 1382 e s. c.c.) a seguito dellavvenuta risoluzione di diritto del contratto per effetto della clausola risolutiva espressa fatta valere dal creditore Risarcimento del maggior danno:

` Ammissibilita del procedimento di ingiunzione

Riferimenti

S`

Trib. Milano 9 febbraio 1981

S`

Cass. 9 novembre 1989 n. 4725, Trib. Trani 27 aprile 2007

S`

No

S`

Cass. 21 maggio 2004 n. 9685

a) derivato da ritardo nelladempimento, in generale

No in quanto il ` credito non e liquido (fatto salvo il caso dei crediti da lavoro) S` (in quanto si calcolano sulla base degli indici Istat) ` un credito No, e inesigibile S`

Cass. 17 maggio 2001 n. 6757, Cass. 22 febbraio 1993 n. 2106

b) da svalutazione monetaria dei crediti da lavoro

Cass. 17 novembre 2003 n. 17396 Trib. Modena 1 ottobre 2007 n. 1684 Cass. 6 novembre 1991 n. 11834

Corrispettivo dovuto allappaltatore, in mancanza dellavvenuta consegna, verifica e collaudo delle opere appaltate Credito in moneta straniera da convertire in moneta italiana

Il decreto ingiunti` essere richiesto se il credito ha ad oggetto: vo puo ` di cose fungibili (ad esempio combustibili, materie prime o prodotti agri una quantita ` sia determinata; coli), a condizione che la quantita ` chiedere la consegna di una cosa mobile ben individuata. Ad esempio linteressato puo con il decreto ingiuntivo la consegna del bene oggetto di un contratto di vendita a rate con ` in cui lacquirente non ha pagato il prezzo (Cass. 22 marzo 2006 n. 6322, riserva di proprieta ` anche chiedere la consegna della documentaCass. 26 novembre 1991 n. 12654), ma puo zione condominiale (Trib. Ariano Irpino 24 aprile 2007). In ogni caso il credito deve essere esigibile. Se il diritto dipende da una controprestazione o da una condizione il creditore deve offrire elementi che facciano presumere ladempimento della controprestazione o lavveramento della condizione (art. 633 c. 2 c.p.c.). Parte della dottrina ritiene che per elementi presuntivi debbano intendersi gli argomenti di prova (Andrioli). ` disposto ad accettare in Il creditore deve tuttavia richiedere una somma di denaro che e mancanza della prestazione in natura, a definitiva liberazione del debitore (art. 639 c.p.c.). ` ricorrere ad un procedimento dingiunzione: Non si puo per lesercizio di una rivendicazione della cosa mobile in quanto il presupposto dellin` un diritto di credito e non il diritto che nasce dalla violazione di un diritto di giunzione e ` o di un altro diritto reale (Cass. 18 novembre 1974 n. 3690); proprieta ` tutelabile in via diretta attraverso il procedimento quando il credito per cui si agisce non e dingiunzione, ma quando presuppone la pronuncia di un provvedimento di altro tipo (come precisato al n. 5106);

Cose fungibili o consegna di cosa mobile (art. 633 c. 1 c.p.c.)

5111

5112

726

PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE

Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre

` , sul per chiedere la restituzione di merce oggetto di vendita con riserva della proprieta presupposto dellavvenuta risoluzione del contratto per inadempimento del compratore, non essendo il diritto azionato certo, liquido ed esigibile (Trib. Salerno 12 novembre 2010); per la consegna della copia di una polizza assicurativa per un periodo pregresso (Trib. S. Angelo Lombardi 5 gennaio 2010).

II. Prova scritta del credito


5114 Chi chiede lemissione di un decreto ingiuntivo deve provare il proprio credito mediante
documentazione scritta (art. 633 c. 1 n. 1 c.p.c.). Sono prove scritte idonee, oltre ai documenti indicati dalla legge (artt. 634-636 c.p.c.), tutti i documenti da cui risulti con certezza lesistenza del diritto di credito (Cass. 25 luglio 2011 n. 16199, Cass. 13 febbraio 2009 n. 3646, Cass. 28 giugno 2006 n. 14980) anche se provenienti da terzi.

5116 La tabella elenca (in ordine alfabetico) le prove scritte idonee al rilascio di un decreto
ingiuntivo, indicate dalla legge e dalla giurisprudenza.
Tipo di prova Precisazioni ` prova valida anche se prodotto in e fotocopia o privo di data lattestato deve richiamare il periodo o i periodi ai quali le singole utilizzazioni si riferiscono anche se firmato da un terzo (es. lautotrasportatore) per conto del debitore ` prova valida anche se prodotta in e fotocopia che attesta lavvenuto pagamento delle spese di registrazione della sentenza ad esempio: di lavoro, di vendita, di locazione, di mantenimento del figlio naturale: ai fini della condanna al pagamento dello stipendio, del corrispettivo, di un canone scaduto, della rata di mantenimento. Il contratto deve essere regolarmente sottoscritto dalle parti. a) la giurisprudenza la considera come prova scritta, assimilabile al documento cartaceo; ` b) secondo la dottrina solo se il mittente e individuabile tramite firma digitale Riferimenti e rinvii Cass. 19 settembre 2000 n. 12388 (sulle fotocopie), Cass. 19 aprile 1995 n. 4368 (sulla data)

Assegno (1) (2)

Attestato di credito emesso dalla Siae Buono di consegna della merce Cambiale Certificato dellufficio del registro

Cass. 13 settembre 2006 n. 19657

Cass. 18 aprile 2000 n. 4974 Cass. 28 giugno 2006 n. 14980, v. n. 5122

Cass. 11 luglio 2006 n. 15706

Contratti

Trib. Modena 1 aprile 2008 (relativa al contratto di mantenimento)

E-mail

a) Trib. Verona 26 novembre 2005 (nel caso di specie la mail conteneva una promessa di pagamento), Trib. Ancona 9 aprile 2005, Trib. Lucca 17 luglio 2004, Trib. Mondov` 7 giugno 2004 n. 375, Trib. Bari 20 gennaio 2004, Trib. Cuneo 15 dicembre 2003 b) Ferrari, Patti Trib. Nuoro 25 luglio 2007 (per lestratto conto), Trib. Nocera Inferiore 17 febbraio 2010 n. 183 (per lestratto di saldaconto), v. n. 5124 e s. art. 634 c. 2 c.p.c., v. n. 5118 v. n. 5118

Estratto conto Estratto di saldaconto

` prova documentale limitatamente alla e concessione del decreto ingiuntivo

Estratti autentici dei libri e delle scritture contabili Fatture

` richiesto quando il decreto ingiuntivo e dallimprenditore sono prove idonee per i crediti dello Stato o di enti o istituti soggetti a tutela o vigilanza dello Stato;

Libri o registri della PA

art. 635 c. 1 c.p.c.

Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre

PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE 727


Precisazioni Riferimenti e rinvii

Tipo di prova

un funzionario autorizzato o un notaio ne deve attestare la regolare tenuta a norma delle leggi e dei regolamenti a) con valore di sentenza (rituale); b) con valore di scrittura privata sottoscritta dalle parti (irrituale) a) vale quanto detto per la sentenza al n. 5120 b) Cass. 28 settembre 1988 n. 5260, Trib. LAquila 23 febbraio 2005

Lodo arbitrale

Parcella per spese e prestazioni

emessa da liberi professionisti (tra cui gli avvocati e i notai), da cancellieri, ufficiali giudiziari e da consulenti tecnici a) che proviene dal debitore e quantifica il danno subito dal creditore; b) CTU relativa ad un diverso processo, ma tra le stesse parti ad esempio: assicurative, fideiussorie, di carico, di pegno anche sotto forma di concorso pubblicitario a premi si veda anche assegno e cambiale

art. 636 c.p.c., v. n. 5128 a) Trib. Milano 21 dicembre 2000 b) Trib. Brescia 11 aprile 2003

Perizia

Polizze (1) Promessa al pubblico (1) (2) Promessa di pagamento (1) (2) Ricognizione di debito (1) (2) Sentenze

art. 634 c. 1 c.p.c., Trib. Roma 2 marzo 2007 (relativa alle polizze fideiussorie) Cass. 9 giugno 1969 n. 2052

` di una prescinde dalla necessita dichiarazione formale, potendo ricavarsi dal contesto del documento ` prova idonea sia quando loriginale e ` e ` consegnato allufficio di partenza ed e ` sottoscritto dal mittente, sia quando esso e dettato per telefono alloperatore (3) a) di approvazione dello stato di ripartizione delle spese condominiali sia in base al preventivo (ma solo sino al termine dellesercizio di riferimento) che al consuntivo (4); b) di approvazione del rendiconto in tema di omesso versamento di contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori

Cass. 13 luglio 1977 n. 3150 v. n. 5120

Telegramma (1)

art. 634 c. 1 c.p.c., Cass. 30 ottobre 2000 n. 14297, Cass. 3 luglio 1990 n. 6788 a) art. 63 disp.att. c.c., Cass. 5 gennaio 2000 n. 29, Cass. 12 febbraio 1993 n. 1789; b) Cass. 9 ottobre 1997 n. 9787

Verbale di assemblea condominiale

Verbale di accertamento dellIspettorato del lavoro o degli enti previdenziali (INPS o INAIL)

v. n. 5130

Note: 1) Anche se mancano i requisiti prescritti dal codice civile (art. 634 c. 1 c.p.c.). 2) Sono prove idonee in quanto promesse unilaterali per scrittura privata (art. 634 c. 1 c.p.c.). 3) Se con lopposizione viene contestato il telegramma dettato per telefono, il creditore deve provare la provenienza della dichiarazione, il possesso della copia del telegramma a lui inviata in base alle vigenti norme postali, ` o luso esclusivo dellutenza telefonica da cui e ` avvenuta la dettatura del telegramma (Cass. 30 ottobre la titolarita 2000 n. 14297). 4) Sono ritenuti idonei anche i verbali contenenti lindicazione delle spese ma privi dello stato di ripartizione (Cass. 21 novembre 2000 n. 15017).

Scritture contabili

(art. 634 c. 2 c.p.c.) Per i crediti relativi a somministrazioni di merci, denaro e servizi fatti da imprenditori commerciali ad altri imprenditori e a non imprenditori, sono prove idonee allemissione del decreto ingiuntivo: gli estratti autentici dei libri e delle scritture contabili (art. 2214 e s. c.c.): in caso di opposizione, il loro valore probatorio deve essere valutato secondo le regole comuni in materia di prove (Cass. 11 novembre 2005 n. 22896, Cass. 17 febbraio 1995 n. 1718); gli estratti autentici delle scritture richieste dalla normativa tributaria, ad esempio il registro delle fatture (Cass. 26 ottobre 1992 n. 11613); le fatture che provano la provenienza delle dichiarazioni in esse contenute da chi le ha

5118

728

PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE

Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre

` (Cass. 27 ottobre 1994 n. 8843, Trib. Catania 25 maggio sottoscritte ma non la loro veridicita 2004): nel giudizio di opposizione, in caso di contestazione del credito, perdono valore di prova, essendo documenti formati dalla stessa parte che se ne avvale (Cass. 3 aprile 2008 n. 8549, Cass. 11 maggio 2007 n. 10860).
` soggetti a vidimazione e Sebbene i libri contabili previsti dal codice civile e dalla normativa tributaria non siano piu bollatura, si consiglia di continuare a vidimare almeno il registro delle fatture emesse, in quanto tale adempi` ancora richiesto per lemissione del decreto ingiuntivo (art. 634 c.p.c.). Inoltre, in assenza di bollatura e mento e ` di una copia da produrre in giudizio. vidimazione, il notaio potrebbe rifiutarsi di attestare lautenticita

5120 Sentenze Secondo la giurisprudenza la sentenza:


di condanna generica che deve essere accompagnata da altri documenti per la determi` una prova idonea allemissione del denazione dellimporto esatto dovuto dal debitore e creto ingiuntivo (Cass. 1 giugno 2005 n. 11677, Cass. 6 giugno 2003 n. 9132, Trib. Napoli 31 gennaio 2006); ` ricavabile da di condanna a pagare una somma determinata o il cui preciso ammontare e ` invece titolo per agire esecutivamente. elementi certi contenuti nella sentenza stessa, e Secondo alcune decisioni sono prove idonee al rilascio del decreto ingiuntivo anche le sentenze di mero accertamento e quelle costitutive non passate in giudicato quali, ad esempio, le sentenze che accertano il diritto alla restituzione di una somma di denaro senza formulare la relativa condanna.
Precisazioni
1) Il creditore che ha ottenuto prima una sentenza di accertamento del credito e successi` chiedere un decreto ingiuntivo sulla base di questulvamente una sentenza per la sua quantificazione, puo tima sentenza (Trib. Benevento 29 aprile 2008). ` i provvedimenti temporanei e urgenti nel2) Nella separazione personale, lordinanza con cui il giudice da ` prova idonea allemissione del decreto linteresse della prole e dei coniugi (ai sensi dellart. 708 c.p.c.) non e e ` di per se titolo esecutivo (Trib. Spoleto 16 marzo 2000). ingiuntivo perche

` prova idonea in quanto promessa unilaterale per scrittura privata anche se 5122 Cambiale E mancante dei requisiti prescritti dal codice civile (art. 634 c. 1 c.p.c.). La giurisprudenza ` essere emesso anche se la cambiale e ` prodotta in precisa che il decreto ingiuntivo puo ` depositare loriginale del titolo fotocopia (Cass. 28 giugno 2006 n. 14980). Il ricorrente puo nel successivo giudizio di opposizione, fino al momento della precisazione delle conclusioni in primo o in secondo grado (Cass. 28 ottobre 2011 n. 22531). ` necessario che il trattario abbia accettato la cambiale, in quanto solo Nella cambiale tratta e con laccettazione il trattario da semplice designato a pagare diviene debitore principale (Cass. 25 ottobre 1991 n. 11388). ` chiedere un decreto ingiuntivo contro il girante se lazione In caso di girata, il giratario puo ` ancora prescritta (Cass. 21 gennaio 1981 n. 493, Cass. 25 ottobre cambiaria di regresso non e ` comunque 1976 n. 3857). In caso di prescrizione dellazione cambiaria, il giratario puo utilizzare la cambiale come promessa di pagamento valida per chiedere il decreto ingiuntivo nei confronti del proprio diretto promittente (il girante) (Cass. 12 aprile 1994 n. 3417).

5124 Estratto conto Ogni

` chiedere il decreto banca (ed anche la Banca dItalia) puo ingiuntivo sulla base dellestratto conto certificato conforme alle scritture contabili da un ` vero e liquido (art. 50 TUB suo dirigente, il quale deve altres ` dichiarare che il credito e D.Lgs. 385/93). Lestratto conto ha valore anche nelleventuale giudizio di opposizione instaurato dal cliente (Cass. 20 agosto 2003 n. 12233). Alcune pronunce di merito ritengono che in tale giudizio il creditore debba produrre anche il contratto di conto corrente (Trib. Nuoro 25 luglio 2007).
Gli estratti conto non bancari sono in genere atti informali e di parte che non costituiscono prova scritta idonea allemissione del decreto ingiuntivo (Trib. Reggio Calabria 17 febbraio 2008, Trib. Venezia 4 giugno 1992).

5125 La legge ammette lemissione del decreto ingiuntivo sulla base dellestratto del saldaconto
(art. 102 L. 141/38, ancora in vigore in forza dellallegato 1 al D.Lgs. 179/2009), ossia sulla base di un documento (diverso dagli estratti conto veri e propri) che riporta il saldo finale dei rapporti regolati in conto corrente ma non le singole partite che hanno concorso a formare il saldo. La legge limita il valore probatorio di tale estratto al procedimento monitorio, mentre nel successivo procedimento di opposizione a decreto ingiuntivo tale documento assume rilievo

Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre

PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE 729

` liberamente apprezzata dal giudice nel solo come documento indiziario, la cui portata e contesto di altri elementi ugualmente significativi (Cass. 19 marzo 2009 n. 6705). La banca in sede di opposizione deve pertanto depositare anche gli estratti conto (Cass. 20 agosto 2003 n. 12233, Cass. 25 febbraio 2002 n. 2751).
` prova idonea allemissione del decreto Secondo una giurisprudenza minoritaria lestratto di saldaconto non e ` nullo (Trib. ingiuntivo (Trib. Firenze 13 marzo 2002 n. 1010) e il decreto emesso in base a tale documento e Mantova 3 febbraio 2004).

Parcella per onorari, spese o altre prestazioni

(art. 636 c.p.c.) Una disciplina ` dettata per il ricorso per decreto ingiuntivo richiesto dai seguenti soggetti: particolare e avvocati, cancellieri, ufficiali giudiziari o chiunque abbia prestato la propria opera in occasione di un processo (es. i consulenti tecnici), per ottenere il pagamento degli onorari per le loro prestazioni giudiziali o stragiudiziali o il rimborso delle spese (art. 633 c. 1 n. 2 c.p.c., richiamato dallart. 636 c. 1 c.p.c.); notai o altri liberi professionisti (architetti, ingegneri) per il pagamento di onorari, diritti o rimborsi loro spettanti in base alla loro legge professionale (art. 633 c. 1 n. 3 c.p.c. richiamato dallart. 636 c. 1 c.p.c.). Dal 24 gennaio 2012 sono abolite le tariffe professionali regolamentate (art. 9 c. 1 DL 1/2012 c.d. liberalizzazioni conv. in L. 27/2012) con la conseguenza che la misura del compenso oltre a dover essere previamente resa nota al cliente, deve essere adeguata allimportanza dellopera e deve essere omnicomprensiva, ossia indicare, per le singole prestazioni, tutte le voci di costo, incluse di spese, oneri e contributi (v. n. 1929 e s.).

5128

Precisazioni 1) In caso di contestazione, nella successiva fase di opposizione, la parcella vistata dal consi e ` una semplice dichiarazione unilaterale del professionista. Il glio dellordine non ha valore di prova perche ` e qualita ` delle proprie prestazioni professionali (Cass. 1 dicembre 2010 creditore deve quindi provare quantita n. 24381, Cass. 31 marzo 2008 n. 8397, Cass. 17 marzo 2006 n. 5884). 2) Linvio della parcella (o notula) da parte dellavvocato per le prestazioni professionali svolte non costituisce un atto rituale di messa in mora del cliente. In caso di contestazione o mancato pagamento della parcella, la costituzione in mora del cliente avviene con la notifica del decreto ingiuntivo e, solo da tale momento, ` pretendere il pagamento degli interessi legali (Cass. 10 ottobre 2011 n. 20806). lavvocato puo ` il foro del debitore al momento in 3) Lunico foro competente allemissione dellingiunzione di pagamento e cui doveva eseguirsi lobbligazione (art. 1182 c.c.), escludendo il foro alternativo del creditore (art. 20 c.p.c.) (Cass. 12 ottobre 2011 n. 21000).

Verbali dellIspettorato del lavoro o degli enti previdenziali (art. 635 c. 2 5130
c.p.c.) Per i crediti derivanti da omesso versamento agli enti di previdenza e di assistenza dei contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori sono prove scritte idonee per chiedere il decreto ingiuntivo i verbali di accertamento eseguiti dallIspettorato del lavoro e dai funzionari degli enti, come lINAIL (Cass. 3 luglio 2004 n. 12227) o lINPS (Cass. 27 ottobre 2004 n. 20839, Cass. 6 agosto 2003 n. 11900, Cass. 9 marzo 2001 n. 3527). In questi casi, vale lattestazione del direttore della sede provinciale dellente creditore contenente lindicazione dellammontare dei contributi dovuti dal datore di lavoro allisti il direttore, in quanto tuto (Cass. 10 gennaio 2003 n. 243, Cass. 10 aprile 2001 n. 5361) poiche superiore gerarchico, ha il potere di sostituirsi al funzionario incaricato di attestare leffetti` dellaccertamento eseguito e dei suoi risultati, a conclusione di un procedimento amvita ministrativo interno (Cass. 19 novembre 1996 n. 10104, Cass. 18 agosto 1983 n. 5388).

Nel giudizio di opposizione, i verbali possono fornire utili elementi di giudizio pur non essendo muniti di efficacia probatoria assoluta (Cass. 9 marzo 2001 n. 3527, Trib. Cassino 6 dicembre 2007).

SEZIONE 2

Procedimento ordinario di ingiunzione


Il creditore, se ricorrono i presupposti per lemissione di un decreto ingiuntivo contro il proprio debitore, deve depositare presso il giudice competente un ricorso (art. 638 c. 1 c.p.c.) con il contenuto e secondo le regole esaminate nella trattazione che segue. ` Se il creditore ed il debitore sono domiciliati in diversi Stati membri dellUnione Europea e

5140