Sei sulla pagina 1di 5

Morning Call

23 MAGGIO 2013 DAILY


Sotto i riflettori
Indice Nikkei: andamento

I temi del giorno

Fed: la politica monetaria espansiva sta sostenendo leconomia Usa; presto per pensare alluscita dal QE Oggi i Pmi dellArea euro; in Cina prima contrazione del Pmi manifatturiero in sette mesi Azionario: scattano i realizzi a Tokio dopo mesi di rialzo, Nikkei 7,3% in una sola seduta

Fonte: Bloomberg Lanalisi dei mercati

Giornata condizionata dallaudizione del Presidente della Fed, Bernanke, di fronte al Congresso statunitense. Dalla testimonianza del Presidente emerso che la Fed resta pronta a ridurre o ad aumentare il quantitative easing in funzione dellandamento del ciclo economico, ma vuole segnali di ripresa delleconomia pi chiari prima di ridurre lo stimolo espansivo della politica monetaria che sta contribuendo a sostenere la ripresa. Bernanke ha aggiunto comunque che una decisione sulla riduzione dell'importo degli acquisti di asset della Fed, pari al momento a 85 miliardi di dollari al mese, potrebbe essere presa gi nei prossimi incontri. Sul fronte macro, in Cina il comparto manifatturiero segna una contrazione per la prima volta in sette mesi con lindice Pmi manifatturiero che si porta a maggio a 49,6 punti. Forte ritracciamento del Nikkei che ha chiuso la seduta odierna con un calo superiore al 7,0%; in ribasso anche le preaperture dei listini in Europa. Le indicazioni di Bernanke sostengono il dollaro e spingono al rialzo i rendimenti dei Treasury: il cambio Eur/Usd scende a 1,2850 punti.

Market movers Europa: oggi i Pmi di manifattura e servizi in Francia, Germania ed Area euro oltre alle vendite al dettaglio in Italia. Usa: oggi le vendite delle case nuove, i prezzi delle case e le richieste settimanali dei sussidi alla disoccupazione.

Mercati Finanziari
Tassi

In rialzo i rendimenti del Treasury sulle indicazioni di Bernanke: il rendimento a 10 anni si porta al 2,0%; il Bund scambia poco sopra l1,40% sulla scia della forte domanda del nuovo Bund in asta. Il Btp benchmark a 10 anni resta al 4,0%. Sul fronte degli spread con la Germania, il Btp/Bund si porta a 260bp, il Bonos/Btp intorno ai 285bp. Per quanto riguarda i titoli dei Paesi benchmark, in Germania il biennale esprime un rendimento pari al -0,01%, il decennale resta sopra l1,40%; negli Stati Uniti il Treasury biennale si mantiene sotto lo 0,25% e il decennale in area 2,0%.

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Sul mercato interbancario al fixing di ieri la curva Euribor si collocava tra lo 0,112% della scadenza ad un mese e lo 0,475% di quella ad un anno. Poco variati i tassi impliciti espressi dai future Euribor a 3 mesi: il giugno 2014 scambia allo 0,25%, il dicembre 2014 resta in area 0,35%, il giugno 2015 scambia allo 0,45%.

Azionario

Scattano i realizzi a Wall Street ed a Tokio con il Nasdaq che torna sotto i 3.500 punti ed il Nikkei che cede il 7,0% (peggior seduta dal marzo 2011). Le prime indicazioni dai listini europei vanno nella stessa direzione, con cali intorno al 2,0%. Positive invece le chiusure di ieri per i listini europei. Lindice EuroStoxx50 ha chiuso la seduta a 2.835 punti (+0,47%), il Dax a 8.530 punti (+0,69%), il FtseMib a 17.545 punti (+0,68%); a Wall Street lindice Dow Jones ha concluso a 15.307 punti (-0,52%), lo S&P500 a 1.655 punti (-0,83%) ed infine il Nasdaq Composite a 3.463 punti (-1,11%). In ribasso la Borsa di Tokio con lindice Nikkei che ha chiuso la seduta odierna a 14.483 (-7,32%).

Materie prime

In calo le quotazioni delle materie prime con lindice Crb che ha chiuso la seduta a 286 punti. Il greggio questa mattina in ribasso con il Wti che resta a 96,0 dollari al barile mentre il Brent tratta a 103,60 dollari.

Mercati Valutari
Dollaro

Il dollaro si rafforza con il cross Eur/Usd che torna sotto 1,29 punti a 1,2850 tornando sui minimi delle scorse sedute. Il cross resta quindi sotto le medie mobili a 200 giorni (oggi a 1,3033 punti) ed a 50 giorni (oggi a 1,3003 punti). Al momento si sta delineando un range laterale pi ampio del precedente (1,30 / 1,32 punti) compreso tra 1,28 e 1,32 punti, che rappresentano rispettivamente le aree di supporto e di resistenza la cui rottura implicherebbe la definizione di un trend ribassista o rialzista. Ritraccia anche il cross Usd/Jpy che scende sotto 102 a 101,85 dai livelli pi elevati degli ultimi quattro anni.

Macroeconomia

Regno Unito

Peggiore delle attese il dato sulle vendite al dettaglio, che ad aprile sono scese a sorpresa dell1,3% congiunturale (-0,6% a marzo); il tasso tendenziale comunque passato in territorio positivo al +0,5% dal -0,5% rilevato per il mese precedente. Ad inizio mese la decisione della Banca dInghilterra di mantenere invariato allo 0,50% il tasso target stata presa allunanimit; per quanto riguarda lammontare del quantitative easing confermato a 375 miliardi di sterline, la scelta ancora una volta presa a maggioranza: sei voti contro tre, favorevoli ad un aumento dei fondi a disposizione.

Stati Uniti

Ad aprile le vendite delle case esistenti sono salite a 4.970mila unit annue, in aumento dello 0,6% rispetto alle 4.940mila unit del mese di marzo.

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Grafici & Calendario

Rendimento del Btp a 10 anni: andamento

Usd/Jpy: andamento

Fonte: Bloomberg

Fonte: Bloomberg

Calendario del 23 maggio


Paese Francia Francia Germania Germania Area euro Area euro Area euro Italia Italia Regno Unito Regno Unito Stati Uniti Stati Uniti Stati Uniti Stati Uniti Stati Uniti Fonte: Bloomberg Ora 9.00 9.00 9.30 9.30 10.00 10.00 10.00 10.00 10.00 10.30 10.30 14.30 14.30 15.00 16.00 16.00 Dato Pmi manifattura Pmi servizi Pmi manifattura Pmi servizi Pmi manifattura Pmi servizi Pmi composito Vendite al dettaglio Vendite al dettaglio Prodotto interno lordo Prodotto interno lordo Nuove richieste di disoccupazione Richeste continue Prezzi delle case Vendite case nuove Vendite case nuove Periodo mag. mag. mag. mag. mag. mag. mag. mar. mar. Q1 Q1 17 mag. 11 mag. mar. apr. apr. indice indice indice indice indice indice indice % m/m % a/a % t/t % a/a 1000 1000 % m/m 1000 % m/m Consensus Precedente 44,8 44,4 44,5 44,3 48,5 48,1 50,0 49,6 47,0 46,7 47,2 47,0 47,2 46,9 -0,2 -4,8 0,3 0,3 0,6 0,6 346,0 360,0 3009,0 0,8 0,7 425,0 417,0 1,9 1,5

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Tabelle & Glossario Tassi, materie prime e cambi


Euribor 1 mese 3 mesi 6 mesi 9 mesi 12 mesi 0,112 0,199 0,293 0,388 0,475 Commodity 93,50 101,90 1376,00 22,26 329,40 128,45 0,000 0,001 0,000 0,001 0,000 1 anno 2 anni 3 anni 4 anni 5 anni 6 anni 7 anni 8 anni 9 anni 10 anni 15 anni 20 anni 30 anni Irs 0,300 0,369 0,484 0,640 0,818 1,002 1,180 1,347 1,500 1,639 2,104 2,280 2,368 -0,004 -0,010 -0,013 -0,012 -0,016 -0,023 -0,010 -0,012 -0,014 -0,013 -0,020 -0,019 -0,017 EurUsd EurJpy EurGbp EurChf EurCad EurAud EurNok EurPln EurRub EurCny EurInr EurKwd EurZar Valute 1,2845 130,8200 0,8546 1,2528 1,3342 1,3360 7,5047 4,1927 40,4291 7,8812 71,7632 0,3681 12,4060 -0,0022 -2,3800 0,0001 -0,0088 0,0015 0,0093 0,0270 0,0082 0,1810 -0,0060 0,4024 0,0000 0,1132

Wti Brent Oro Argento Rame Caff

-0,78 -0,70 8,60 -0,22 -8,65 -4,25

Tassi a 10 anni Btp Bund Treasury 4,020 1,418 2,001 0,108 -0,009 -0,039 Btp/Bund Btp/Bonos Bonos/Bund

Spread a 10 anni 2,603 -0,236 2,839 0,114 0,035 0,080 dic-13 dic-14 dic-15

Future Euribor 0,190 0,330 0,595 -0,005 -0,005 -0,005

Valori alle 9:20, variazioni assolute rispetto alla chiusura del giorno precedente Euribor fixing del giorno precedente

Fonte: Bloomberg

Le parole per capire leconomia e la finanza


Quantitative easing

Il quantitative easing (alleggerimento quantitativo o facilitazione quantitativa) una delle modalit con cui avviene la creazione di moneta e quindi laumento della liquidit da parte della Banca centrale, con operazioni di mercato aperto nel circolo del sistema finanziario ed economico. In caso di ricorso ad alleggerimento quantitativo la banca acquista, per una predeterminata quantit di denaro, attivit finanziarie dalle banche del sistema.

Documento completato alle ore 9:30. Fonti Reuters e Bloomberg

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Contatti
Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria BNLInformativaFinanziaria@bnlmail.com Virgilio Iafrate : Alessandra Mastrota : 06 47026136 06 47026145

Aut. Trib. Roma n 317/01 del 11/07/2001 Direttore responsabile: Virgilio Iafrate

Attenzione: Il presente documento finalizzato a fornire un'informativa a carattere generale sui principali avvenimenti del mercato finanziario. L'informativa predisposta sulla base di dati diffusi dalle principali fonti di mercato al momento della pubblicazione, suscettibili di variare con estrema rapidit. BNL si limita a riprodurre tali dati senza alterarne il loro contenuto e, pertanto, BNL non in alcun modo responsabile della veridicit, completezza, aggiornamento e attendibilit dei dati e delle indicazioni riportate nel presente documento. I contenuti del documento e le eventuali strategie suggerite non costituiscono raccomandazione o sollecitazione all'investimento e prescindono da specifiche esigenze finanziarie del singolo investitore e da eventuali interessi, diretti o indiretti, del Gruppo BNL che potrebbero sussistere in relazione agli strumenti finanziari e alle societ descritte. Si raccomanda pertanto agli investitori di contattare il proprio intermediario di fiducia per un'accurata valutazione dell'opportunit, adeguatezza, caratteristiche e profili di rischio degli investimenti che intendono effettuare. La riproduzione, anche parziale, del presente documento, vietata.

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria