Sei sulla pagina 1di 1

Palazzolo A. _______________ Al Sig.

Sindaco del Comune di Palazzolo Acreide

Oggetto: interrogazione Del. di GM n. 93 del 12/07/2013 - trasporto scolastico extraurbano La nuova Amministrazione Comunale si qualifica negativamente con una raffica di aumenti indiscriminati che, dallanno scolastico 2013/2014, graveranno sulle famiglie palazzolesi interessate al trasporto scolastico extraurbano. Un filo conduttore comune lega le delibere di G.M. n. 91, n. 92 e la presente, la n. 93. Unapplicazione errata delle fasce ISEE che coinvolge tutte e tre le delibere. Errata al punto di diventare INIQUA, se non si apportano i dovuti correttivi. Ci riferiamo, con la n. 93, al servizio di trasporto scolastico extraurbano che prevede una quota di compartecipazione degli utenti, definita sulla base di precise fasce reddituali. Premesso che il servizio, a domanda dellutente, rivolto a tutti gli alunni appartenenti a nuclei familiari non titolari di aziende agricole, Lesigenza manifestata dalla Amministrazione - si legge nella proposta - quella di apportare una maggiorazione alle quote di compartecipazione mensile degli utenti, relativamente al costo del servizio di trasporto scolastico extraurbano, sulla base di individuate fasce reddituali ISEE.
Le fasce di reddito (ISEE) sin qui considerate sono state le seguenti: a una 1 fascia fino a 5.000,00 euro - quota partecipazione 5,00 euro a una 2 fascia fino a 7.500,00 euro - quota partecipazione 8,00 euro a una 3 fascia fino a 10.500,00 euro - quota partecipazione 11,00 euro a una 4 fascia fino a 13.500,00 euro - quota partecipazione 14,00 euro a una 5 fascia fino a 16.500,00 euro - quota partecipazione 17,00 euro a una 6 fascia oltre i 16.500,00 euro - quota partecipazione 20,00 euro

La delibera di G.M. n. 93 del 12 luglio scorso, si legge, basata sullo stesso criterio reddituale, lISEE. Lo strumento, secondo logica, determina un impegno economico progressivo, anche, nel caso di maggiorazione della compartecipazione, che deve essere in PERCENTUALE, riteniamo. Si fissa una percentuale di maggiorazione e si applica su quanto pagato nellanno scolastico appena concluso. Con colpo di mano la G.M. non tiene conto della logica ISEE. Indiscriminatamente tutti vengono colpiti con la maggiorazione di 2,00 euro. Dallanno scolastico 2013/14, tutte le famiglie interessate, dalla 1^ alla 6^ fascia, saranno sottoposte al nuovo onere di 2,00 euro. lampante leffetto che far laumento di 2 euro su un utente che prima ne pagava 5, rispetto ad uno che prima ne pagava 20. Due euro in pi per la prima fascia, che ne pagava 5, sono tanti, per lultima che ne pagava 20 sono una cifra irrisoria, non collegabile con la osservanza dellISEE. Per essere chiari, la 1a fascia, quella pi debole, subirebbe un aumento di circa il 40%, la 2a di circa il 25%, la 3a di circa il 19%, la 4a di circa il 18,50%, la 5a di circa il 12%, la 6a, quella pi abbiente, il rincaro della quota del solo 10%. Per liniquit appena evidenziata, testimonianza della superficialit con cui la nuova A.C. procede, senza un approfondimento e una valutazione dei propri atti e delle conseguenze essi determinano sulle famiglie palazzolesi, chiediamo pi attenzione nel lavoro amministrativo. Si interroga, invero, la S.V., chiedendo risposta scritta, se per rispondere a quella che viene definita, giustamente, esigenza dellAmministrazione (non esigenza del Comune) Sua intenzione non intervenire ulteriormente con aumenti e nuove imposizioni su servizi di base, bens di attuare una politica di risparmio tagliando spese non prioritarie, spese discrezionali e contributi ad associazioni, specie a quelle che svolgono servizi a contributo comunale, e che, tuttavia, non risultino di esigenza primaria per i cittadini, considerato il permanere della crisi economica se in virt dellapplicazione, eventuale, delle superiori intenzioni assume impegno a lasciare invariate le quote di partecipazione, per il trasporto in questione, gi applicate nel 2012/2013

Firma ______________________________________________________________________