Sei sulla pagina 1di 1

Karma e Legge di Attrazione

Il Karma è il destino! ….beeep risposta sbagliata.


Questa è una delle tante leggende metropolitane nate per semplificare un concetto che passava dalla cultura orientale a
quella occidentale. Si è cercato di tradurre il termine, ma lo si è fatto in maniera semplicistica.

La Legge del Karma sostiene che "ciò che fai ti ritorna". Quindi molto semplicemente il "Karma" è l’insieme di
tutte le esperienze vissute in questa e nelle altre vite e che determina ciò che ci accadrà in questa e nelle
prossime vite. Al di là di tutte le elucubrazioni filosofiche che stanno alla base di questo concetto io penso che (ancora
forse semplicisticamente) il Karma orientale corrisponda sostanzialmente alla nostra Legge di Attrazione.

La filosofia Buddhista sostiene che il motivo dell’infelicità umana non dipende da cause esterne a noi stessi, ma al
contrario sta tutto dentro di noi nella nostra testa e nel nostro cuore. Dagli insegnamenti del Buddha si ricava che
qualora una persona commetta un’azione di qualunque genere ne porterà l’eredità per sempre, perché l’energia delle
azioni non si dissolve mai. In altre parole "chi semina vento raccoglie tempesta". In effetti in sanscrito "Karma"
significa azione. Questo è un concetto che ritroviamo, sostanzialmente immutato un po’ in tutte le religioni.

Ogni azione compiuta, continuando ad esistere a livello energetico, influenzerà pesantemente il corso dell’esistenza
futura.
Le azioni si suddividono in azioni positive e azioni negative; le prime portano l’effetto di manifestare situazioni
positive nella vita di chi le ha compiute, le seconde ovviamente danno vita a manifestazioni negative.

Io non vedo tante differenze con la legge dell’attrazione . La legge dell’attrazione parla di pensieri e di emozioni
anziché di azioni, ma le azioni che compiamo suscitano sempre in noi delle emozioni, quindi credo si possa affermare
che la legge del Karma è una sotto-legge ( si può dire sotto-legge?) della più ampia legge di attrazione.

Anche per quanto riguarda il Karma esiste la possibilità di raddrizzare la situazione anziché rassegnarsi a subire i
risultati delle azioni passate (ecco qui dove è sbagliato identificare il Karma con il destino). Noi possiamo utilizzare il
nostro libero arbitrio per compiere tante azioni positive quante sono necessarie a compensare quelle negative compiute
nel passato.

Per quanto riguarda la legge di attrazione anch’essa sostiene che per sfuggire agli effetti dei nostri pensieri negativi
del passato che continuano a manifestare negatività nella nostra esistenza non abbiamo che da allinearci alla vibrazione
positiva dell’amore e manifesteremo nella nostra vita solo positività.

Gli uomini sono gli unici responsabili di quello che sono e delle esperienze che vivono, e in ogni momento gettano le
fondamenta per ciò che saranno e per ciò che vivranno nel futuro. Questo è il karma, ma questa è anche la legge
dell’attrazione .
Io non so se la legge di attrazione funziona in eterno da una vita all’altra (in realtà non ho le idee molto chiare
riguardo alla reincarnazione) so per certo però che in questa vita funziona eccome e funziona come descritto fin qua.

Articolo pubblicato su www.legge-di-attrazione.net