Sei sulla pagina 1di 10

LORDINE DEL TRIDENTE

Introduzione
I Cavalieri del Santo Ordine del Tridente unorganizzazione navale dedicata a Manaan, il Dio degli Oceani. Esso si evoluto nel percorso della propria storia (di circa 600 anni) da unorganizzazione che si prefiggeva la protezione di Marienburg dalla pirateria, a una vera e propria organizzazione mercantile che utilizza appieno i suoi contatti con i gerarchi della Cattedrale di Manaan, per avvantaggiarsi in tutto il continente. Ma la situazione dellOrdine and pian piano a peggiorare man mano che il Direttorato acquisiva sempre pi privilegi dalla corte imperiale. E il tutto peggior quando la guerra di indipendenza fu vinta grazie al supporto delle milizie e delle flottiglie proprie dei mercanti e non grazie allOrdine. Anzi, il Gran Maestro dellOrdine decise di appoggiare lImpero nella speranza di recuperare il potere e prestigio perduto; ma alla fine gli eventi determinarono la nascita della nazione della Terra Desolata e la conseguente rovina dellOrdine. Dopo 8 anni da questi eventi disastrosi lOrdine si auto-ristruttur completamente. Oggigiorno non pi potente come una volta, ma ha riguadagnato una certa influenza politica e risponde solamente al volere di Wouter Berkhout, lArci-Prete del Culto di Manaan.

Fondazione e inizi dellOrdine


Frustrati dallincapacit della Marina Imperiale di fermare i pirati e i raid dei norsmanni, una coalizione di mercanti e di chierici di Manaan fondarono lOrdine del Tridente. Allepoca era stato proibito a Marienburg di costituire una propria flotta cittadina, ma la volont dellArci-Prete di Manaan di benedire la nascita di una flotta atta alla causa di Manaan diede avvio al progetto, inoltre trovandosi nel pieno dellEt dei Tre Imperatori non giunse che una piccola opposizione dalla Corte Imperiale di Nuln. Era il 1848 quando lArci-Prete bened la fondazione dellOrdine del Tridente, e nel 1850 lOrdine decise di vendicare il quarto saccheggio della citt perpetuato dai norsmanni. La nuova flotta ottenne subito dei successi: i saccheggi e i raid dei norsmanni vennero notevolmente ridotti, visto che i norsmanni venivano intercettati nel Mare degli Artigli e difatti i vichinghi non riuscirono mai pi a saccheggiare la citt. In breve lOrdine divenne una pedina dei mercanti, bench rimanesse sotto il comando dellArci-Prete che per era restio di entrare in disaccordo con i mercanti rischiando di perdere le loro donazioni. Ma dopotutto, bench apparisse come un esercito privato, lOrdine funzion bene per anni in una buona cooperazione fra il culto e i mercanti con ben pochi screzi. Visto la loro vicinanza con le attivit mercantili, lOrdine divenne una vera e propria Societ Mercantile, riuscendo a primeggiare in campi dove i mercanti marienburghesi erano esclusi. Grazie al loro legame col culto di Manaan riusc a ottenere buoni guadagni in quelle piazze dove il culto di Manaan molto forte, come LAnguille e le citt-stato tileane (tutte queste citt posseggono una cattedrale di Manaan i cui sacerdoti sono sottomessi allArci-Prete di Marienburg). Col passare degli anni lOrdine riusc a sistemare priori

appartenenti allOrdine in tutti i maggiori porti del continente, riuscendo persino ad impossessarsi dellisola di Irakos. Sullisola i nehekhariani fondarono un porto dal quale le loro navi salpavano per raggiungere le acque pi settentrionali del Golfo Nero e del Mar Tileano. Quando lImpero Nehekhara cadde, lisola si ritrov indipendente con una popolazione strettamente imparentata con quelle del meridione del Vecchio Mondo. Circa 800 anni prima della nascita di Sigmar, qui si svilupp una teocrazia incentrata sul Dio della Legge Solkan; e il re dellisola divenne lAlto-Prete del Dio della Vendetta: Alexius Irakos. Ma lisola sub diverse razzie da parte dei non-morti, e quando il Grande Necromante viaggi verso il centro del Vecchio Mondo per sfidare Sigmar, lisola era stata sconfitta e gran parte della sua popolazione era stata schiavizzata. Ma dopo la caduta di Nagash lisola ritorn ad essere terra di nessuno. Finch venne colonizzata dagli arabi, e pian piano riacquis ricchezza e stabilit; alla fine divenne una nazione, il Califfato di Kara, governato dal Califfo Kara al ben Drasi. Lisola venne travolta dalle crociate effettuate dagli abitanti del Vecchio Mondo che la conquistarono e la trasformarono nel porto da cui effettuare i loro attacchi verso lArabia. Lisola era amministrata dal Doge di Miragliano, ma la citt-stato alla fine vendette lisola ai borgomastri di Marienburg che vi installarono lOrdine del Tridente. In tal modo lordine poteva controllare e controbattere i corsari di Sartosa e le maledette flotte dei non-morti nehekhariani e i loro alleati Elfi Oscuri, proteggendo cos gli interessi dei mercanti di Marienburg! LOrdine del Tridente raggiunse il suo picco di potenza, ricchezza e influenza poco prima della Grande Guerra contro il Caos. Allepoca non vi era porto senza un suo priore, persino la colonia di Porto Cadavo, in Lustria, aveva una loro sede, bench la colonia venne ben presto distrutta dagli uominilucertola. LOrdine riceveva donazioni da tutto il continente e la sua influenza politica era estesa in tutte le corti del Vecchio Mondo.

Storia moderna dellOrdine


Ironicamente il declino dellOrdine coincise con il rapido incremento della autonomia di Marienburg, che sfoci alla fine nellindipendenza della Terra Desolata. Man mano che i mercanti e i borghesi acquisivano sempre pi potere lOrdine lo perdeva, finch il governo dei borgomastri guadagn la fiducia dei mercanti che prima deponevano nel culto di Manaan. Dopo la Grande Guerra contro il Caos gli eventi si susseguirono abbastanza velocemente: nel 2302 lultimo Barone della Terra Occidentale moriva al seguito di Magnus il Pio; nel 2305 Magnus dichiar cessata la Baronia della Terra Occidentale per prevenire una guerra civile fra le famiglie nobili che avrebbero potuto ereditare la baronia, e il governo della provincia pass in mano al Direttorato e questa azione fu quella che pi di tutte segn la fine dellinfluenza politica dellOrdine. Durante il secolo il Direttorato si rafforz, ottenendo sempre pi diritti dalla corte imperiale, finch ottenne la possibilit di costituire un proprio esercito e una propria flotta con la quale abbatterono lultimo grande pirata della Terra Desolata: il Barone Bartholomeus il Nero, nel 2378 grazie allAmmiraglio Jaan Maartens. Maartens era addirittura un prete di Manaan che aveva rifiutato di entrare nellOrdine, dato che questo era pi propenso ad arricchirsi che a eliminare i corsari, di conseguenza credeva e annunciava limpossibilit dellOrdine di bloccare i raid di Bartholomeus, e la sua vittoriosa campagna dimostr la veridicit delle sue parole. In

realt lOrdine era alle prese contro i norsmanni che fronteggiava nel bel mezzo del Mare degli Artigli, ma risultati cos lontani da casa vennero raramente conosciuti e presto dimenticati. Il tutto peggior ancor di pi quando il Direttorato dichiar lindipendenza nel 2429. Il Gran Maestro dellepoca, Krijn van de Ploeg, era tormentato dal pensiero che lOrdine avrebbe perso del tutto i sussidi dei mercanti, a spese delle famiglie del Direttorato dopo lindipendenza della Terra Desolata. Egli riusciva persino a credere che il Direttorato avrebbe spinto e fatto pressioni sullArci-Prete di Manaan per far cessare lesistenza dellOrdine, in modo tale da impossessarsi delle rotte commerciali proprie dellOrdine. Quando il Direttorato cerc il supporto dellOrdine per combattere lImpero, Krijn era in piena paranoia, auto-convintosi che il Direttorato sperava in uno sbandamento dellOrdine per abbatterlo definitivamente. Egli complott in segreto per impedire il raggiungimento dellindipendenza. Solo alcuni dei membri di pi alto rango lo appoggiarono, ma in questo modo riusc a ottenere che la maggior parte dei miliziani dellOrdine fossero altrove alla vigilia dellassalto finale degli eserciti imperiali. Ma a dispetto dei voleri di Krijn, i marienburghesi ottennero la vittoria nella battaglia delle paludi di Grootscher. Inoltre il Gran Maestro non sapeva che i suoi piani erano stati traditi da un Ammiraglio dellOrdine, Pierre dAbusson, che era appena ritornato dalle sue azioni marittime; probabilmente si trattava di un agente della Chambre Noire, il servizio di spionaggio bretonniano che allepoca oper per favorire il distaccamento di Marienburg dal resto dellImpero, ma si tratta solo di supposizioni dato che dAbusson aveva adottato Marienburg come nuova casa e aveva fatto di tutto pur di proteggerla. Quando lindipendenza fu raggiunta si cercarono subito i crumiri che avevano complottato contro la loro citt natale, in particolar modo gli alti prelati di Sigmar e lOrdine del Tridente. La notizia serpeggi per tutta la popolazione che infiammata dagli ultimi avvenimenti voleva la fine dellOrdine, e diversi alti membri dellOrdine si scostarono immediatamente dal complotto di Krijn. Il Direttorato, furioso, volle arrestare immediatamente il Gran Maestro insieme ai suoi 3 principali cospiratori: il Drappeggiatore, il Gran Priore e il Gran Scudiero. La sua cattura venne lasciata fare dallArci-Prete di Manaan che per, ben conoscendo la fedelt di Krijn verso la sua persona, fece in modo che i cospiratori riuscissero a lasciare la Terra Desolata. In fretta e furia lOrdine elesse un nuovo Gran Maestro, Pierre dAbusson, che si mise subito alla cerca di Krijn e di tutti gli altri cospiratori. Pierre riusc a purgare lOrdine da tutte le sue uova marce, a cui vennero tolti tutti i titoli e privilegi e incarcerati nei vari priorati, dove svolsero una quieta vita di contemplazione fino alla fine dei loro giorni. Finch Krijn venne rintracciato sullisola di Irakos, dove aveva ammassato unarmata composta, soprattutto, da arabi ma anche da tileani e estaliani. Pierre grazie soprattutto alle forze miraglianesi, raccolte dal Priorato della citt lagunare si butt in una battaglia aperta dove sbaragliarono i traditori. Le cronache raccontano di come Krijn sia morto, anche in maniera eroica, nella battaglia, ma molto pi probabilmente riusc a rifugiarsi in Arabia, ma dal 2430 non si ebbe pi alcuna sua notizia nel Vecchio Mondo.

LOrdine del Tridente dopo il 2430


Risolte le magagne interne, Pierre dAbusson inizi subito a riconciliarsi col Direttorato dando gran sfoggio delle sue abilit carismatiche di negoziatore, arrivando persino a vendere interi priorati per poter compiere generose retribuzioni ai Dieci. Inoltre, il Gran Maestro cominci a puntare su determinati mercanti marienburghesi per ottenere buoni affari per recuperare lonore perduto. In pi lo stesso Direttorato non poteva discreditare del tutto il Santo Ordine Templare di Manaan, la Divinit protettrice della citt, e lArci-Prete gestiva comunque un buon potere nella citt.

Gli imperiali, per i propri scopi economici, cercarono di continuo di gettare discredito sullOrdine, insinuando che rimaneva collusso con lImpero, ma i marienburghesi non credevano a nessuna voce proveniente dai loro vicini, ex-compatrioti. Pierre dAbusson continu a far rivalutare lOrdine, e tutti i priorati continuarono a crescere di importanza e in ricchezza, bench lantica gloria non venne mai pi raggiunto, ma alla sua morte lasciava un Ordine che era una delle pi formidabili flotte del continente. Nel 2438 lo stesso Gran Maestro Pierre dAbusson si incaric personalmente nella caccia dei pirati che infestavano il Grande Oceano, per salvaguardare le rotte col Nuovo Mondo per Porto Predone. Durante uno di questi viaggi la sua ammiraglia venne attaccata da una corsara degli Elfi Oscuri. Ma grazie al coraggio dei cavalieri dellOrdine e allabilit della ciurma, dalla svantaggiosa situazione di partenza, riuscirono in breve tempo a ribaltare la situazione. La nave degli Elfi Oscuri venne altamente danneggiata dal cannoneggiamento, ed in seguito gli uomini riuscirono ad abbordare gli elfi. Alla fine la nave nemica affond e la nave dellOrdine recuper diversi tesori e trofei, tra cui il vessillo degli Elfi Oscuri, che venne sistemata nel salone del comandante nella sede centrale, e che tuttora adorna! Questo successo venne salutato come gran successo dallintera Marienburg, compreso il Direttorato, cambiando cos la reputazione dellOrdine. Nel 2450 il Gran Maestro dAbusson (che aveva compiuto allora 60 anni) fu trovato morto nel suo ufficio a Marienburg. Era chiaro che era stato assassinato, ma nessuno riusc a provare che fosse lassassino. Cerano prove certe che gli stessi Elfi Oscuri avevano rintracciato il loro vessillo perduto (ma nel caso che lomicida fosse stato un assassino elfo, non aveva ordini di recuperare il vessillo), ma dAbusson aveva diversi nemici, e i sospetti potevano ricadere sia sul Direttorato, su Tilea o sullImpero, per cui la verit rimarr celata nella storia. Oggigiorno lOrdine ha stretto numerose relazioni con le Famiglie dei Mercanti del Direttorato. E strettamente alleato della Casata van de Kuyper, e di conseguenza alleato con le casate dei van Raemerswijk, dei van Scheldt, dei den Euwe e dei Rothemuur. LOrdine nel corso degli anni a guadagnato sempre pi il favore delle Casate Mercantili, ricevendo sempre pi donazioni. Gli uomini pi importanti dellOrdine hanno continuato a gestire i propri commerci, aprendo e chiudendo porti e moli ai diversi mercanti e societ, sfoggiando al meglio la loro autorit di Santo Ordine di Manaan, facendo fare ottimi guadagni a tutti i commercianti che li appoggiavano. Il Gran Maestro Frederik van der Selt ha speranze di riuscire ad occupare un posto nel Direttorato in pochi anni.

I PRIORATI DELLORDINE
Lamministrazione dellOrdine allinterno del Vecchio Mondo si svolge attraverso i priorati sparsi in tutto il continente. I priorati sono collocati in tutte le regioni costiere che abbiano un porto mercantile, sia marittimo che fluviale; come il culto di Manaan, lOrdine ben poco presente nelle aree interne delle varie nazioni. I vari priorati hanno centro nelle citt e villaggi pi importanti. Qui il priore il custode di ogni entrata, reddito e propriet a cui deve far conto alla casa madre a Marienburg; anche se a causa delle grosse distanze che separano Marienburg dal meridione del continente le autorit delegate della sede centrale chiudono spesso un occhio su questa parte del mondo. Alcuni priori sono decisamente inefficienti e corrotti, riuscendo a mascherare le loro colpe giocando sulla scarsa comunicazione con Marienburg, ma guai a coloro che verranno scoperti in questo stato di cose. I vari priorati sopravvivono grazie a tutta una serie di modi. Moltissimi ricevono donazioni pi o meno congrue da vari ordini mercantili, gilde e famiglie nobiliari, anche se molte di queste sono determinate da azioni svolte dallOrdine nei confronti dei loro benefattori. LOrdine possiede anche notevoli terreni, che possono risultare da donazioni o da veri acquisti soprattutto in seguito ai fallimenti di mercanti che si sono scontrati col Direttorato. Ma lOrdine svolge anche normali acquisti e affari come qualsiasi Societ Mercantile, e lOrdine sempre pronto a guadagnare.

Ben pochi priorati hanno acquisito ori e terreni attraverso la forza e battaglie campali, una via pericolosa e difficilmente percorribile, dopotutto si tratta sempre di un Santo Ordine Templare; la caccia alle varie ricchezze di mercanti e nobile avviene maggiormente con la cerca di donazioni, lasciti ereditari. Inoltre, le acquisizione attraverso conquista rappresentano un onere molto alto: una campagna richiede uomini, armi e armatura, materiali, costruzioni, legname, ferro, cavalli e quantaltro, per cui escludendo la cerca di postazioni per le nuove rotte marittime nelle Terre Meridionali o in Lustria, difficilmente lOrdine effettuer campagne di conquista nel Vecchio Mondo! Ogni priorato comandato da un Priore (in genere un ex cavaliere o chierico dellOrdine), assistito al commando da diversi ufficiali che fanno sempre parte dellOrdine. Ogni priorato svolge del reclutamento locale e molti membri di un priorato sono costituiti da autoctoni, ma ovunque comune ritrovare membri marienburghesi. Priorati Bretonniani Il priorato pi importante sito nel Ducato di LAnguille, facente centro alla cittadina di Montigniessur-Sambre, sita in prossimit della foce del Sannez. Esso deriva da una donazione avvenuta nel 21 sec. Da parte di un pio nobile, che lasci allOrdine un territorio contenente alcuni piccoli villaggi, incentrati su una tenuta e un convento. Oggigiorno si sviluppata una ridente cittadina commerciale. Priorati Estaliani LOrdine non ha mai avuto una grossa presenza nella penisola, inoltre il Priorato di Magritta venne venduto dal Gran Maestro Pierre dAbusson al Direttorato nel 2430. Oggigiorno lOrdine presente solo nella citt costiera settentrionale di La Almunia de Dona Godina, nel Regno di Bilbali, dove cerca di limitare il contrabbando e la pirateria che hanno sede nella vicina citt bretonniana di Brionne, un compito piuttosto arduo! Priorati Imperiali LOrdine ben poco presente nellImpero, relegato a qualche monastero sulle rive del Reik, nel Reikland, quasi tutti in prossimit della Terra Desolata. Priorati Tileani Il priorato di Miragliano ritenuto il gioiello della corona dellintero Ordine; esso controlla il Castel Ferrara, sito a 50 miglia a est dalla citt lagunare, sulle coste del Golfo delle Perle, e controlla tutto il traffico del fiume Tarano. Il Gran Priore Alberigo de Tolentino, cugino dellodierno Doge di Miragliano. LOrdine guadagn il castello circa 200 anni fa quando Miragliano era in piena guerra con Remas, e lOrdine doveva prevenire le incursioni dei remasiani. Inoltre lOrdine ebbe un ruolo rilevante nei contro-attacchi effettuati da Miragliano che si conclusero con la grande vittoria riportata nella battaglia di Villa Vennia nel 2489 da Borgio Principe di Miragliano. Il priorato di Luccini amministrato nella cittadina di Aldente sita sulla costa meridionale del principato. Essa venne donata allOrdine per bloccare gli assalti delle navi pirata di Sartosa, la pi grossa minaccia di tutto il Mar Tileano. Ma nel 2509 la stessa Aldente venne attaccata dai pirati e lo stesso priore venne rapito per richiedere un cospicuo riscatto, ma lOrdine si rifiut di pagare e il priore venne ucciso, bench si rumoreggia che il priore divenne parte della stessa ciurma di pirati. I Principati di Confine LOrdine mantiene un priorato nel Principato di Achaes, che sorge sulle coste del Golfo Nero. Da qui lOrdine aiuta a mantenere sotto controllo la pirateria, e spesso lancia degli attacchi fulminei contro i pelleverde delle Maleterre, in pieno sfoggio della sua potenza. Al di fuori del Vecchio Mondo, lOrdine mantiene alcuni priorati sulla Costa Nuova delle Terre Meridionali, inoltre possiede il controllo dellisola di Irakos, situata circa 300 miglia a nord della Costa dei Corsari, in Arabia. Lisola divenne un loro possedimento in seguito alle Crociate. Il priorato di Irakos quello maggiormente esteso, da un punto di vista territoriale, ma non riveste una grande importanza commerciale. Lisola povera di risorse naturali, bench riesca ad auto-sostenersi; svolge

ridotti commerci con i porti arabi (decisamente isolazionisti), ma comunque mantiene un certo controllo sui commerci del Vecchio Mondo con le Terre Meridionali.

GERARCHIA
Vi sono numerosi ranghi allinterno dellOrdine del Tridente, ognuno con una diversa area di responsabilit, ognuno pi importante del precedente. I seguenti ranghi sono i pi famosi dellintero Ordine: lArtigliere, il responsabile delle compagnie di balestrieri; il Drappeggiatore responsabile del vestiario dellintero Ordine; gli Ospitalieri che si occupano dei confratelli feriti; il Gran Scudiero, che si occupa dei cavalli dellOrdine; e il Comandante della Cripta, che a dispetto del titolo altisonante colui che si occupa degli acquisti dellOrdine. Gran Maestro Il Gran Maestro lassoluto capo dellOrdine, eletto dal comitato interno, mantiene la carica fino alla fine dei suoi giorni! Allinizio della storia dellOrdine, il titolo indicava il miglior guerriero dellOrdine che guidava in battaglia lesercito templare, ma ormai negli ultimi 300-400 anni il Gran Maestro divenuto lamministratore dellOrdine, un vero e proprio signore a capo di una societ mercantile. Con questo sarebbe un grosso errore considerare e paragonare il Gran Maestro a un semplice mercante, p. es. il Gran Maestro dAbusson (2430-2450) era un abilissimo navigatore, stratega e combattente. A dire il vero dopo la morte di Pierre sono stati scelti come Gran Maestri tutti personaggi molto abili come mercanti (visto che sono riusciti a farsi eleggere Gran Maestri!), ma anche il fatto di essere abili guerrieri e ammiragli ha giocato molto a loro favore. Oggigiorno il Gran Maestro ha costituito una vera proprio casata allinterno dellOrdine, e il titolo nelle mani di Frederik van der Selt. Ammiraglio La posizione di Ammiraglio sempre stata occupata dal miglior navigatore fra tutti i confratelli, e di fatto rappresenta il secondo titolo di importanza nellOrdine. LAmmiraglio ha lincarico di mantenere pronta e in ottime condizione lintera flotta dellOrdine, e di tutta la marina. Una volta lAmmiraglio era colui che sarebbe divenuto il Gran Maestro, alla morte del precedente, ma oggi non pi una consuetudine sempre rispettata. Il corrente Ammiraglio Willem de Vries. Gran Priore Il Gran Priore un rango sia religioso che amministrativo, a lui devono rispondere tutti i priori sparsi ovunque. In pratica esso lamministratore dellOrdine dato che deve tenere conto di tutte le entrate, le uscite, dei tesori e del denaro contante presente in cassa. Egli avvisa il Gran Maestro dei vari affari pi importanti, oppure di quando occorrono pi uomini, pi armi, pi navi, etc.. Chiaramente sta al Gran Maestro decidere se effettuare tali spese, o in quale quantitativo, bench i consigli del Gran Priore vengano spesso ascoltati. Il Gran Priore la terza carica, nella scala dimportanza nellOrdine ed la figura con maggiore autorit che maggiormente viaggia fra i vari priorati per valutarne leffettiva efficienza. Il corrente Gran Priore Alberigo da Tolentino, che occupa anche la carica di priore di Miragliano! Gran Precettore Esso rappresenta lufficiale di rango maggiore in carica, rappresenta il vertice di tutti i plotoni (*) (le divisioni di cavalieri assegnate ad ogni priorato), a cui ubbidiscono tutti i Precettori. In teoria egli pu comandare lintero esercito dellOrdine su ogni campo di battaglia, ma in realt tale compito lasciato in mano ai suoi ufficiali presenti in campo, di fatto esso rappresenta pi una carica amministrativa e di comando generale. Il corrente Gran Precettore Matthias van Reeven. Comandante Il rango di Comandante una delle ultime ad essere introdotte nella gerarchia dellOrdine. Nei primi momenti della storia dellOrdine lesercito templare era guidato sul campo o dallo stesso Gran Maestro, o dal Gran Precettore, ma col continuo espandersi dellOrdine tale compito fu sempre occupato da altri

uomini, a cui venne assegnato il rango di Comandante! Il suo ruolo molto simile a quello dellAmmiraglio ma ad esso compete molta meno autorit e prestigio. Difatti, il Comandante un ruolo sempre rivestito da un abile uomo darme, un vero leader sul campo a cui tutti i soldati guardano con rispetto. Il corrente Comandante Facino dal Verme, che ha passato gran parte della sua vita, antecedente allOrdine, sui campi da battaglia come Condottiero mercenario tileano. Prevosto Il Prevosto rappresenta il disciplinatore dellOrdine. Qualsiasi asserzione e indisciplinazione di ogni confratello, o qualsiasi azione considerate immorale o eccessiva viene trattata dal suo ufficio. Per tale ruolo viene sempre scelto un Fratello-Cavaliere anziano e retto. A causa del suo ruolo di vigilante e punitore essa la figura meno popolare dellOrdine. Il corrente Prevosto Gustaaf Hanemaaijer. Priore Esso rappresenta il maestro a capo di un priorato, che guida insieme a pochi ufficiali. Usualmente un Priore nativo del luogo dove sito il priorato. Ma non sempre cos dato che il priorato deve essere retto da un uomo abile e capace, a volte la sede di Marienburg invia un proprio uomo fidato a gestire un priorato considerato poco efficiente. Il Priore libero di dispensare giustizia nel priorato in accordo con lo statuto dellOrdine, ma quasi sempre lascia che siano le autorit locali a gestire questo campo. Molto spesso le cariche dei Priori vengono occupate da nobili e mercanti locali che hanno, per, prestato giuramento allOrdine del Tridente. Precettore Ogni priorato mantiene un certo numero di Fratelli-Cavalieri per la propria protezione, guidati da un ufficiale. Il Precettore un confratello con una discreta anzianit che copre il ruolo di ufficiale per questi Fratelli-Cavalieri. Il numero di cavalieri alle dipendenze di un Precettore dipende dallimportanza del priorato. Per es. il Precettore di Miragliano ha sotto di se ben 50 Fratelli-Cavalieri, mentre il Precettore di Achaes comanda solamente 10 Fratelli-Cavalieri. Il Precettore subordinato al Priore, bench sul campo sia il vero comandante. Maestro dei Novizi Esistono numerosi Maestri di Novizi, almeno (ma in genere sono di pi) quanti sono i priorati. Si tratta della persona che funge da tutore per tutti i nuovi confratelli che devono essere indirizzati sulle giuste vie dellOrdine. In genere la carica ricoperta da un vecchio confratello veterano, spesso costretto al ritiro dal campo di battaglia a causa di ferite e infortuni. Fratello-Cavaliere Tali cavalieri rappresentano lelite guerriera dellOrdine. La maggior parte di loro proviene da famiglie privilegiate, molte delle quali hanno effettuato pi e pi donazioni allOrdine. Ma anche uomini appartenenti alle classi pi basse e povere sono stati innalzati al rango di Fratelli-Cavalieri, alcuni di loro hanno guadagnato il titolo grazie al loro operato, altri sono stati reclutati dallOrdine stesso in caso di estremo bisogno. Il numero di Fratelli-Cavalieri non mai cos espanso e nel corso dei vari anni pu aumentare o diminuire a secondo del bisogno (visto, anche, il fatto che sta allOrdine fornire il dovuto equipaggiamento a questi uomini). Approssimamente, vi sono 500 Fratelli-Cavalieri distribuiti in tutto lImpero del Tridente. Fratello-Brigadiere Si tratta sia di uomini comuni o di nobili che non possono permettersi di entrare di diritto fra I FratelliCavalieri (nel senso che non possono pagare la dovuta quota!) e che per questo ricoprono il ruolo di Fratelli-Brigadieri. Essi non sono mai equipaggiati come i Fratelli-Cavalieri ma sono molto numerosi. Difatti essi rappresentano la vera ossatura dellOrdine, bench nei momenti di bisogno il loro numero viene ingrossato con ausiliari e mercenari, che sono sempre distinguibili dalle diverse uniformi ed equipaggiamenti.

COSTUMI, ARMI & ARMATURE


Nei primi tempi dellOrdine I cavalieri non possedevano alcuna uniforme ufficiale, anzi spesso indossavano gli abiti tipici del clero di Manaan. Ma da allora lOrdine si sempre pi arricchito e al giorno doggi i FratelliCavalieri indossano armature pesanti di piastre e con vesti dove sono ricamati i tabarri che rappresentano lOrdine secolare. Ma man mano che lareale dellOrdine si espandeva nel meridione del continente, dove il clima pi torrido e il sempre maggiore utilizzo delle armi da fuoco, determinarono un cambiamento nel tipico vestiario dei confratelli. Le pesanti armature venivano sempre meno utilizzate dato che i cavalieri abbisognavano sempre pi di manovrabilit e confortabilit. Inoltre oltre alleccessivo peso e scomodit delle armature pesanti e degli elmi chiusi, essi risultano molto sconvenienti nei combattimenti a corpo a corpo sulle navi, dove richiesta una maggiore manovrabilit che a terra, mentre occorrono elmi aperti sullanteriore per una migliore visibilit. Inoltre il combattimento marittimo sempre pi indirizzati sulluso delle moderne armi da fuoco, per cui la sua flotta sempre pi ricca di galeoni armati con una quindicina di grossi cannoni, e lo stesso andamento ha interessato i vari elementi combattivi della ciurma e fratellanza, di conseguenza sulle navi sono sempre divenuti pi comuni gli archibugi, le pistole ma anche nuove armi dei Nani chiamate bombe! Nel corso della sua storia lOrdine ha sempre seguito la moda marienburghese, e ormai sono lontani i tempi in cui i Cavalieri utilizzavano le semplici vesti monacali. I Fratelli-Cavalieri favoriscono i singoli farsetti (NdT. si tratta di una giubba maschile in uso dal XVI al XVII sec.) ornati e decorati, magari indossati su armature e piastroni finemente decorati in oro, e molti di essi indossano cappelli che indicano molto bene il loro status sociale. Ma i confratelli spesso e volentieri indossano abiti che ne impediscono di essere riconosciuti come tale alle prime occhiate, in modo tale da passare inosservati ed espletare i compiti dellOrdine nel miglior modo possibile. Soprattutto quando operano in mare, i confratelli, vestono gli abiti pi comodi che posseggono!

RECLUTAMENTO
LOrdine recluta i nuovi confratelli dalle classi pi ricche, senza far distinzioni fra nobili e borghesi. La ragione di tutto ci molto semplice, i nuovi cadetti pagano per entrare nellOrdine. LOrdine ha un disperato bisogno di denaro, esso ha numerose spese: armi e armature, navi (e la loro manutenzione), mercenari, la costruzione di edifici e fortificazioni. Per cui il reclutamento di ricchi rampolli determiner sempre la presenza di ricche donazioni. Comunque, molti che entrano nellOrdine vogliono svolgere tale carriera per motivi religiosi. Dopotutto lOrdine molto abile a congiungere i suoi scopi religiosi con i suoi interessi e molte battaglie hanno reso ottimi servigi a Manaan. Dopotutto lOrdine mantiene diverse chiesette, guidate da anziani confratelli, che forniscono allOrdine un buon prestigio. Se la prima piazza del reclutamento per lOrdine rappresentata da Marienburg, di certo le varie CittStato tileane non sono da meno; qui lOrdine molto popolare e i tileani sono un popolo di navigatori e mercanti adatti a ogni scopo dellOrdine. Comunque sia lOrdine effettua reclutamenti nellImpero, in Bretonnia, in Estalia, e persino nel Kislev. Le altre forze dellOrdine sono rappresentate dalle ciurme delle sue navi, dai mercenari e dagli ausiliari. In genere le ciurme variano a seconda dei luoghi dove le flotte sono attraccate (certamente i locali conoscono molto meglio le loro acque!). Allinterno della ciurma si trovano diversi tipi di

uomini, la maggior parte di essi sono mercenari, che per prenderanno parte ai combattimenti che avranno luogo in mare aperto; dopodich vi sono i servi, operai, artigiani e infine i rematori, questultimi in genere sono dei veri schiavi oppure degli sventurati che hanno contratto debiti con lOrdine e li ripagano in tal modo! LOrdine ben felice di utilizzare tale manovalanza gratuita, tant che in accordo con diversi apparati di giustizia del Vecchio Mondo, utilizza come vogatori molti detenuti e galeotti, che scontano in tal modo il loro debito con la societ. Comunque sia in molti cercano lavoro come marinai e mozzi, dopotutto nessun capitano salper senza il minimo numero di uomini, e un pasto e qualche moneta sono sempre assicurati su una nave. In molte occasioni lOrdine assume dei mercenari, dopotutto le sue forze militare non sono cos ampie e mai congiunte. I mercenari vengono assunti in previsione di battaglie e campagne recenti, soprattutto se lOrdine deve affrontare sbarchi, assedi e battaglie navali, dato che in mare le sue flotte sanno cavarsela pi che bene. Il numero dei mercenari sempre stato ragionevolmente ridotto, dopotutto si tratta sempre di truppe di cui non ci si possa fidare completamente. Gli ausiliari sono molto pi numerosi, e lOrdine li utilizza di continuo. In genere nella difesa dei priorati intervengono le stesse milizie locali, ma le autorit dellOrdine incoraggiano di continuo la lealt degli onesti e pii cittadini nei confronti del Santo Ordine; dopotutto la presenza dellOrdine induce un notevole benessere negli insediamenti dove sito, per cui i cittadini alla fine difendono i propri interessi. A capo degli ausiliari si trova sempre il Precettore locale.

PRECETTI
Essendo tutti devoti seguaci di Manaan tutti i membri seguono i suoi precetti (vedi rulebook), ma in addizione seguono anche i seguenti: Distruggere tutti i seguaci di Stromfels e del Caos che vengono incontrati, essi vanno combattuti senza quartiere; Tutti i pirati devono essere cercati ed eliminati; Obbedire a tutti gli ordini dei tuoi superiori senza porsi domande a meno che non vadano contro gli altri precetti; Se scorti una nave la sua sicurezza ricadr completamente su di te, per cui opera al meglio delle tue abilit; Sii sempre onesto e leale nei confronti del venerabile Arci-Prete di Manaan di Marienburg; Chi non rispetta i precetti deve pagarne il giusto fio! La punizione dipende dal rango dellindisciplinato e da quale precetto ha rotto. Per esempio, il lasciare in vita colpevolmente seguaci del Caos o di Stromfels molto grave e la giusta punizione il passaggio sotto la chiglia. Normalmente tale punizione sinonimo di morte, ma vi sono vari casi in cui un uomo sopravvissuto a questa prova, e questa certamente una prova della volont di Manaan, per cui il diretto interessato viene lasciato in vita, ma deve comunque lasciare lOrdine. I Cavalieri che rompono i loro patti con lOrdine vengono scacciati con disonore dallOrdine, spesso imprigionati a vita in qualche tempio, magari in qualche luogo dimenticato dagli Dei nel Vecchio Mondo; mentre le punizioni minori dei cavalieri riguardano la riduzione del loro rango (a volte in maniera permanente). Lindignazione a essere retrocesso a meno di un cavaliere una delle punizioni pi difficili da sopportare per i nobili templari. Invece per i membri dei ranghi pi bassi dellOrdine le loro punizioni non si distaccano dalle solite assegnate a qualsiasi marinaio di qualunque marina. Per cui le punizioni pi comuni sono le frustate (a mezza cinghia, normalmente), altrimenti per i casi pi gravi rimane il salto al di fuori del boccaporto o , la preferita, il passaggio sotto la cinghia.

GIOCARE CON LORDINE DEL TRIDENTE


I personaggi che vogliano entrare a far parte dellOrdine del Tridente non possono presentare alcun segno del Caos, non possono essere dei goblinoidi, inoltre non devono alcun debito finanziario (lOrdine non vuole ricadere in nessun problema finanziario). LOrdine offre ottime possibilit sia a chi cerca una carriera clericale (anzi tutti i rappresentanti dellOrdine, a meno che non siano chiaramente dei militari, sono visti dal popolo dei veri membri del clero), sia a tutti i guerrieri. Tutti i personaggi che vogliano entrare a far parte dellOrdine devono possedere determinate abilit, un determinato background, e certamente del denaro! A meno che non vogliano essere dei chierici o dei sacerdoti, non dispensabile aver completato la carriera di Iniziato, bench in alcuni priorati potrebbero accettare solo coloro che hanno studiato i precetti del Santo Manaan. Chierici: lOrdine dispone di numerose chiese e cappelle, attraverso tutto il suo impero, per cui richiede un elevato numero di sacerdoti. Inoltre chierici e sacerdoti sono presenti anche sulle loro navi, per espletare i giusti riti. Inoltre molti di essi adempiono a diverse funzioni, soprattutto amministrative. Marinai/Mercenario/Fanti di marina/Soldati/Capitani & Ufficiali: tutti questi personaggi possono entrare come Fratelli-Brigadiere, ausiliari o semplice ciurma. Mercanti: tutti i PG che svolgono attivit mercantili possono svolgere attivit molto utili per lOrdine. Diversi priorati fanno affidamento a mercanti per svolgere la loro amministrazione, e ad alcuni di essi vengono assegnati viaggi attraverso il Vecchio Mondo vista la loro esperienza! Navigatori: tutti loro coprono un ruolo di importanza vitale per lOrdine, e possono risultare importanti quanto gli stessi cavalieri. Dopotutto e tra di loro che verr scelto il nuovo Ammiraglio! Nobile/Capitano Mercenario/Soldato di ventura/Capitano di mare/Templare: questi PG hanno gi una certa reputazione, una determinata esperienza, e spesso una certa benestanza che gli permette di divenire tranquillamente Fratelli-Cavalieri. Invece i giovani rampolli nobili devono comunque trascorrere della gavetta come Fratelli-Brigadieri. Scrivano/Studente/Studioso: questi possono facilmente infoltire gli staff dei diversi priorati. Alcuni sono stipendiati, altri svolgono consulenze esterne, altri delle supplenze, altri ancora svolgono delle azioni gratuite come seguaci di Manaan. Quasi tutti i priorati hanno un Venerabile Studioso che amministra i beni culturali del priorato.
A Templar Order of Manaan for Warhammer Fantasy Role-play Written and illustrated by Andrew Fawcett for www.criticalhit.co.uk