Sei sulla pagina 1di 1

10 I N A P O L I METROPOLI mercoledì 25 gennaio 2006 GdN *

FRATTAMAGGIORE. FOLLA DI AMICI PER L’ULTIMO SALUTO A STEFANO RUSSIELLO. FORSE L’ALTA VELOCITÀ LA CAUSA DELL’INCIDENTE

Schianto in Centro, il poliziotto è in coma farmacologico


FRATTAMAGGIORE. La folle velocità o qualche pirata della stra- le 3 che ha fatto tremare l’intera palazzina e che ha reso ne- gnore chiama vicino a se sempre i migliori» il commento,
da che gli avrebbe ostruito la traiettoria? Questo l’interro- cessari quanto vani l’intervento dei sanitari del 118. morto l’unico condito da lacrime e dolore degli amici. A marzo
gativo a cui, molto probabilmente non sarà data mai rispo- sul colpo Stafano, ragazzo solare e di buona famiglia. Gra- avrebbe festeggiato il suo 23esimo compleanno, e conside-
sta. Restano i fatti, tragici, della morte di un 23enne e delle vissimo Tommaso, poliziotto in servizio a Padova, ora a Frat- rava la sua sgargiante e sportiva vettura la sua creatura. Non
condizioni disperate di un altro giovane, coetaneo della vit- tamaggiore, a casa per licenza. La rabbia di familiari ed ami- era solito correre ed effettuare scorribande in città, era un
tima che versa in condizioni disperate (si parla di coma far- ci faceva pendant con il silenzio straziante che aleggiava in ragazzo attaccato alla vita e pieno di buon senso. Il destino
macologico) al San Giovanni Bosco di Napoli (nella foto). prossimità dell’abitazione della giovane vittima, che abita- ha voluto che lasciasse nel dolore la sua famiglia. In realtà
Una storia straziante che ha visto coinvolti due giovani frat- va in una traversa di via Massimo Stanzione. Una marea di la corsa della disperazione c’era anche stata verso il San Gio-
tesi, Stefano Russiello (la vittima) e Tommaso D’avanzo, po- amici, a tutte le ore del giorno e della notte hanno voluto por- vanni di Dio, ma il giovane è arrivato al nosocomio fratte-
liziotto (il ferito grave). Se ne sono dette tante nelle ore, lun- tare il loro conforto alla famiglia del ragazzo. Ora si atten- se gia morto. Pare che i due, prima dell’impatto letale aves-
ghissime ore, appena trascorse, ma purtroppo l’unico dato de solo il risultato dell’autopsia prima di celebrare i solen- sero riaccompagnato a casa un terzo amico, adesso sotto
di fatto è che una giovane vita si è fermata per sempre nel- ni funerali, che, rappresenteranno l’ennesimo addio ad una shock per l’accaduto e che avessero deciso di fare l’ultimo
l’impatto fatale tra la Minicuper che li trasportava ed una vittima dell’asfalto di sangue. «Era un ragazzo che rideva “giretto” prima di tornare a casa, in quella casa dove, almeno
vetrina di un negozio di abbigliamento di via Padre Mario sempre, non aveva mai il cosiddetto broncio. Sempre di- uno di essi, purtroppo, non tornerà mai più.
Vergara. Uno schianto avvenuto in piena notte, poco dopo sponibile con tutti. Un vero amico. È proprio vero che il Si- MARIO SETOLA

ISCHIA. LA SCONVOLGENTE INCHIESTA DEL QUOTIDIANO “IL GOLFO” E DELLE “IENE” DI ITALIA 1 CHE HANNO FILMATO DICHIARAZIONI CHOC

Aborti clandestini da medici obiettori


No all’interruzione di gravidanza in ospedale, ma in privato operavano chiunque
indisponibilità a praticare l’aborto, ini- traconiugale. Ed ecco la sorpresa: il dot-
FRANCESCO GIULIETTI
zia a parlare di una via «ufficiale» ed tor “Z”, dichiaratosi obiettore in ospe-
ISCHIA . Medici dell’ospedale Rizzoli una via «ufficiosa» per risolvere il pro- dale, senza troppi giri di parole accetta
(nella foto) si dichiaravano obiettori di blema. E quale sarebbe questa via «uffi- di fare il lavoro mascherando tutto con
coscienza e non praticavano l’aborto ciosa»? Il medico non ne fa un mistero toni fittiziamente magnanimi ed affer-
presso la struttura pubblica, ma nel pro- ed esplicitamente fa capire che sull’iso- mando di prodigarsi a praticare l’abor-
prio studio privato dietro compenso ese- la è possibile risolvere il “problema” e to solo in quest’occasione: «Purché non
guivano ordinariamente interventi di in- fa un nome ben preciso: “Y”. si veda il cuoricino del piccolo», ag-
terruzione di gravidanza. Lo scandalo è A questo punto il cronista delle “Iene” giunge. Fine dell’incontro, prezzo da
stato scoperto dai cronisti del quotidia- fa visita al famoso dottor “Y”. Questi concordare. Il dubbio che possa aver
no “Il Golfo” in collaborazione con quel- senza troppi giri di parole dà immedia- davvero voluto violare la regola una so-
li della trasmissione di Italia 1, “Le Ie- tamente la sua disponibilità a praticare la volta è legittimo: occorre una confer-
ne”. Il servizio è stato mandato in onda l’intervento “clandestino” nel suo stu- ma, e così a distanza di settimane si pre-
nella puntata di ieri sera e si è aperto dio a Ischia. «Sa, dottore - afferma il senta nello studio un altro “gancio”. So-
proprio con la lettura dell’editoriale del giornalista che non ha svelato la sua ve- lita richiesta e solite risposte. Anche in
direttore del giornale isolano, Domeni- ra identità - qui ad Ischia è così diffici- questo caso il dottor “Z” afferma che lui
co Di Meglio, pubblicato nel mese di set- le praticare l’aborto perché in ospedale non pratica gli aborti ma in questo caso
tembre, e nel quale espressamente si de- siete tutti obiettori di coscienza». «Io ho avrebbe fatto un’eccezione. Ovviamen-
nuncia il caso di Ischia in cui i medici, cercato di aprire una “strada” in ospe- te anche in questo caso “Z” pone un li-
che in ospedale si son dichiarati obiet- dale ma non è stato possibile, e quindi mite invalicabile: «Il cuoricino non si
tori, praticano aborti nei loro studi pri- mi sono organizzato qua in privato», ri- deve vedere». In questo secondo caso
vati. sponde candidamente il dottor “Y”. «Per però il medico in servizio al Rizzoli fa
Il servizio televisivo è poi proseguito il compenso?», chiede il giornalista. vibile ed afferma che al Rizzoli tutti i parto di Ginecologia che dall’impiegata un’affermazione grave, ovvero di cono-
con la prima fase dell’inchiesta. Un me- «Per il compenso parli con la segretaria, medici si sono dichiarati obiettori di co- alla reception del Rizzoli. scere a Napoli colleghi che praticano l’a-
dico in servizio presso il Rizzoli non ed arrivederci», dice “Y”. scienza - così come previsto dalla legge I giornalisti decidono, quindi, di con- borto clandestino anche dopo il quinto
vuole sentire ragioni, è obiettore di co- Si decide di incontrare anche gli altri 194 del 1978 - e che quindi la donna sa- centrarsi proprio su questo medico ed mese di gravidanza. Ultima chicca : il
scienza e non pratica interventi di in- medici in servizio presso il Rizzoli, ma rebbe dovuta recarsi in terraferma, a Na- organizzano una prima “visita” presso il medico dice alla donna che prima del-
terruzione di gravidanza. A questo pun- con particolare attenzione per uno, il poli. Quindi, secondo il dottor “Z”, tut- suo studio privato. Il “gancio” questa l’intervento “clandestino” avrebbe do-
to si decide di fare visita ad un altro me- dottor “Z”. Questi riceve il giornalista in ti e sette i medici in servizio al Rizzoli volta è una gentile signorina che solle- vuto fare un’ecografia al Rizzoli. La
dico, anch’egli dichiaratosi obiettore. incognito in ospedale. sono obiettori di coscienza, dati questi cita un aborto in quanto la sua amica è struttura pubblica resta comunque un
Ma il dottor “X”, che dichiara la propria “Z” nella sua veste ufficiale è irremo- confermati sia da un’infermiera del re- rimasta “incastrata” in una relazione ex- appoggio per i falsi obiettori.

CASORIA. ORGANIZZA LA DELPHINA SPORTING CLUB QUARTO. QUEST’OGGI SI VOTA LA SFIDUCIA AL PRESIDENTE FORZISTA DEL CONSIGLIO COMUNALE

Primo soccorso nelle attività sportive,


attivato un corso per 120 operatori Apa, passa la linea dura
CASORIA. Via libera per il forum drologi, ortopedici e rianimatori. In coro An e Rifondazione. rie di riunioni all’interno della coa- di diverse opinioni politiche – di-
sportivo sul tema “Le emergenze Il convegno sarà coordinato da lizione di centrodestra, composta da chiara Armando Romano, segretario
ed il primo soccorso nelle attività Maurizio Marassi (responsabile «Un sentimento di normalità Forza Italia, An, Nuovo Psi, lista ci- di An – Gli avvenimenti politici che
sportive, aspetti teorico-pratici sanitario del comitato regionale è il desiderio che accomuna vica Viva Quarto, Udc, lista civica infiammano la nostra città rappre-
per gli operatori del settore”, ela- campano della Fin), Christian Forza Quarto, per trovare un accor- sentano una vera e propria anoma-
borato da Fin e Coni in collabora- Fusco (vicepresidente regionale tutti nostri cittadini». do, evitalo il muro contro muro. Ma lia e ciò perché gli interessi privati,
zione con l’associazione sportiva Fin), Umberto Capasso (docente alla fine la linea della mediazione spesso troppo privati, sono antepo-
“Delphinia Sporting Club”. La regionale Fin) e da Luisa Matto non è passata e questa mattina mol- sti a quelli dei cittadini, considerati
TOMMASO MANNA
pratica sportiva a cui, da giova- (segreteria tecnica). ti di quei consiglieri firmatari chie- elettori e basta. E se qualcuno pro-
nissimi sono avviati i più piccoli, Il corso è riservato a 120 opera- QUARTO. Le ultime riunioni in mag- deranno l’inversione dell’ordine del vasse ad uscire dalle stanze del Pa-
rende questo tipo di interventi ba- tori del settore e le iscrizioni pos- gioranza non hanno diradato le nu- giorno, per mettere in cima alla lista lazzo ed a riconquistarsi la fiducia
silari al fine di salvare da danni fi- sono essere effettuate via fax en- bi che incombono sulla maggioran- dei punti in discussione la sfiducia tra la gente. A chi non crede di do-
sici gravi gli atleti, anche quelli tro il 27 gennaio al numero za quartese di centrodestra né han- i consiglieri di maggioranza Princi- a Apa. Sulla questione si è pronun- verlo fare, perché può cambiare par-
avanti negli anni e nella pratica 081.247.12.43, allegando un ver- no scongiurato il duro attacco che pe, Aldo Carandente Sicco, Giusep- ciato Giovanni Santoro della Mar- tito e coalizione, non resta che cer-
agonistica. samento di 15 euro sul c/c n. questa mattina sarà portato dai 19 fir- pe Esposito, Russo, De Rosa, Giac- gherita, che sottolinea che la richie- care sul dizionario il significato del-
Il corso, al termine del quale sa- 39240809 intestato a Fin - Comi- matari della sfiducia al presidente cio, Carandente Perreca, Cerlino e sta del suo partito è autonoma ri- le parole coerenza e decoro». Rifon-
ranno consegnati i relativi atte- tato Regionale Campano. «Questo del consiglio comunale Leonardo Quaranta protocollarono al Comune spetto a quella firmata dagli altri e dazione esprime il proprio «sdegno
stati ai partecipanti, si terrà do- corso - sottolinea il professore Apa (Forza Italia). Lo scorso 5 gen- (nella foto il sindaco Salatiello) una «Chiede al sindaco, in quanto con- e vergogna di fronte a queste tristi
menica 5 febbraio (inizio dalle ore Marassi - è stato messo a punto naio, infatti, tutti i consiglieri co- richieta di convocazione urgente del sigliere comunale, di esprimersi su cronache» e chiede al sindaco di di-
9) presso l’impianto sportivo del- per rispondere alle esigenze del munali dell’opposizione di centro- parlamentino locale per discutere la questa vicenda». A parlare, poi, so- mettersi, così come le dimissioni del
la Delphinia in via Michelangelo, mondo dello sport ed allo scopo sinistra (tranne Santoro e Cangiano sfiducia a Leonardo Apa, accusan- no i segretari cittadini di An e di primo cittadino vengono invocate
vicino al palazzetto dello sport, di offrire un valido arricchimen- della Margherita che hanno presen- dolo di «Comportamento parziale e Rifondazione. «Un sentimento di anche dal consigliere dei Popolari-
ed è rivolto a tecnici, allenatori, to formativo agli operatori del set- tato in modo autonomo una richie- di non aver tutelato le posizioni di normalità, credo che sia questo il de- Udeur Dino Apa, che sottolinea co-
istruttori, fisioterapisti, assisten- tore». sta di discussione ed eventuale vo- tutti i consiglieri comunali». Da quel siderio che accomuna la maggior me “ormai sia necessario tornare al-
ti bagnanti e dirigenti. MARIO SETOLA to di sfiducia al presidente Apa) ed momento si sono succedute una se- parte dei cittadini di Quarto, pur se le urne».
Al cerimoniale di apertura par-
teciperanno tra gli altri il presi-
dente regionale del Coni, Giovan- CASORIA. PEDAGOGHI TERRANNO CORSI ALLA MEDIA “CORTESE” AFRAGOLA. FOLTO PUBBLICO ALL’INAUGURAZIONE IN VIA ROMA
ni Ugatti, Amedeo Salerno (presi-
dente provinciale Coni), il presi-
dente del comitato regionale cam-
pano Fin, Filippo Calvino, i con-
Al via “Philosophy for children” Sanpaolo Imi, apre nuova filiale
siglieri del comune di Napoli,
Amedeo La Boccetta e Giovanni CASORIA. Si chiama “Philosophy for Chil- zionato il responsabile del progetto Giusep- AFRAGOLA. Inaugurata la nuova sede della fi-
Palladino, il presidente dell’A.S. dren” (P4C), e rappresenta una delle più si- pe Cappiello, il dottor Belmonte psicologo e liale 1 dell’agenzia San Paolo Banco di Na-
Delphinia, Alberto Maria, Andrea gnificative esperienze pedagogiche contem- psicoterapeuta dell’Aias-Casoria, la dotto- poli. Grande soddisfazione è stata espressa
Castaldo (consigliere addetto alla poranee. Un movimento educativo mondia- ressa Esposito tutor del progetto e la profes- per l’apertura della nuova sede della filiale
pubbliche relazioni della Delphi- le che approda presso la scuola media “Nino soressa Michieletto, teacher in Philosophy for dell’agenzia San Paolo situata in via Roma al-
nia), il dirigente della scuola re- Cortese” di Arpino. Ieri, la presentazione uf- Children. «L’obiettivo principale del proget- l’angolo di via Galliano. La nuova agenzia sfa-
gionale dello sport, Eugenio Vito ficiale del progetto, dal titolo “Imparare a to – afferma il professor Cappiello – è quello villante è stata benedetta con sentite parole
Leopardi, il consigliere federale pensare con la propria testa”, che prenderà il di imparare a pensare che P4C vuol dire ap- da padre Massimo Vellutino alla presenza del
Roberto Del Bianco (coordinatore via proprio dalla mega-frazione casoriana. Il plicare la capacità di razionalizzazione e di capo mercato dell’area di Napoli del San
nazionale della Fin - Sit) e il diri- progetto, patrocinato moralmente dalla Pro- argomentazione alla propria vita quotidiana, Paolo, Francesco Guido, del direttore Luigi
gente nazionale della Sit, Franco vincia di Napoli, è stato illustrato nel corso intesa sia come esperienza personale, sia co- Andrea Amatruda, dei dipendenti (nella fo-
Ciaramella. L’iniziativa ha attira- della cerimonia ufficiale tenutasi ieri e a cui me comprensione delle istituzioni sociali, dei to) Giovanna Celardo, Daniela Ziccardi e Ste-
to molti curiosi e non solo. Molti hanno partecipato il vice presidente della valori e delle norme nel cui orizzonte essa si fania Gentile, l’insostituibile guardia giurata di sviluppo in una sede confacente al ruolo
i professionisti coinvolti nella provincia Antonio Pugliese, il presidente del inscrive. Tra le finalità ci saranno l’educa- Gennaro Paone ed un folto pubblico. Tra gli svolto» è stato il commento del capo merca-
kermesse. Il folto programma pre- 29° distretto scolastico, Franco Palladino in- zione alla prassi democratica ed all’ascolto, illustri presenti anche l’onorevole Giusep- to Guido che ha salutato compiaciuto l’aper-
vede gli interventi di procuratori sieme con Camillo Rapullino. Sul tema del- ma anche l’autostima». pina Castiello «Una scommessa per il sud e tura della sede ringraziando i presenti.
sportivi, psicologi, medici, an- la P4C e del progetto connesso, hanno rela- [FM] la volontà di creare sempre nuove occasioni ROBERTA CUCCURESE